Sei sulla pagina 1di 3

Lettera ai Magnesii Saluto Ignazio, Teoforo, alla Chiesa di Magnesia vicino al Meandro benedetta nella grazia di Dio Padre

in Ges Cristo nostro Salvatore il mio saluto e laugurio di grande gioia in Dio Padre e in Ges Cristo Unione col Cristo I,! "vendo conosciuto la disci#lina della vostra carit$ verso Dio, #ieno di Gioia ho #ensato di #arlarvi nella fede di Ges Cristo % &norato di un nome di uno s#lendore divino, in 'ueste catene che #orto, canto alle chiese ed auguro loro lunione nella carne e nello s#irito di Ges Cristo, nostra eterna vita, della fede e della carit$, cui nulla ( da #referire, e ci) che ( #i im#ortante lunione con Ges e il Padre Se rimaniamo in 'uesta ed evitiamo ogni assalto del #rinci#e di 'uesto mondo, raggiungeremo Dio II *o avuto lonore di vedervi in Dama, vostro vescovo degno di Dio, nei degni #resbiteri +asso ed "#ollonio e nel diacono ,ootione, mio conservo, della cui #resenza mi auguro sem#re di gioire -gli ( sottomesso la vescovo come alla grazia di Dio e al #resbitero come alla legge di Ges Cristo Sottomissione al vescovo III,! Conviene che voi non abusiate dellet$ del vescovo, ma #er la #otenza di Dio Padre gli tributiate ogni riverenza In realt$ ho sa#uto che i vostri santi #resbiteri non hanno abusato della giovinezza evidente di lui, ma saggi in Dio sono sottomessi a lui, non a lui, ma al Padre di Ges Cristo che ( il vescovo di tutti % Per il ris#etto di chi ci ha voluto bisogna obbedire senza i#ocrisia alcuna, #oich( non si inganna il vescovo visibile, bens. si mentisce a 'uello invisibile /on si #arla della carne, ma di Dio che conosce le cose invisibili I0,! +isogna non solo chiamarsi cristiani, ma esserlo1 alcuni #arlano sem#re del vescovo ma #oi agiscono senza di lui 2uesti non sembrano essere onesti #erch( si riuniscono non validamente contro il #recetto Le due monete 0, ! Poich( le cose hanno una fine e due cose ci sono davanti, la morte e la vita, ciascuno dovr$ andare al suo #osto % Ci sono come due monete, una di Dio e laltra del mondo ed ognuna di esse ha la sua im#ronta coniata1 gli infedeli 'uella di 'uesto mondo, i fedeli nella carit$ 'uella di Dio Padre #er Ges Cristo Se non avessimo a morire s#ontaneamente #er lui nella sua #assione, la sua vita non sarebbe in noi La concordia

0I,! Poich( nelle #ersone nominate so#ra ho visto e amato tutta la comunit$ vi #rego di essere solleciti a com#iere ogni cosa nella concordia di Dio e dei #resbiteri Con la guida del vescovo al #osto di Dio, e dei #resbiteri al #osto del collegio a#ostolico e dei diaconi a me carissimi che svolgono il servizio di Ges Cristo che #rima dei secoli era #resso il Padre e alla fine si ( rivelato % Tutti avendo una eguale condotta ris#ettatevi lun laltro /essuno guardi il #rossimo secondo la carne, ma in Ges Cristo amatevi sem#re a vicenda /ulla sia tra voi che vi #ossa dividere, ma unitevi al vescovo e ai ca#i nel segno e nella dimostrazione della incorruttibilit$ Unico tempio di Dio 0II,! Come il Signore nulla fece senza il Padre col 'uale ( uno, n( da solo n( con gli a#ostoli, cos. voi nulla fate senza il vescovo e i #resbiteri /( cercate che a##aia lodevole 'ualche cosa #er #arte vostra, ma solo #er la cosa stessa3 una sola #reghiera, una sola su##lica, una sola mente, una sola s#eranza nella carit$, nella gioia #urissima che ( Ges Cristo, del 'uale nulla ( meglio % "ccorrete tutti come allunico tem#io di Dio, intorno allunico altare che ( lunico Ges Cristo che #rocedendo dallunico Padre ( ritornato a lui unito Abbiamo ricevuto la grazia 0III,! /on fatevi ingannare da dottrine eterodosse n( da antiche favole che sono inutili1 se viviamo ancora secondo la legge ammettiamo di non aver ricevuto la grazia % I santi #rofeti vissero secondo Ges Cristo Per 'uesto furono #erseguitati #oich( erano is#irati dalla sua grazia a rendere convinti gli increduli che c( un solo Dio che si ( manifestato #er mezzo di Ges Cristo suo 4iglio, che ( il suo verbo uscito dal silenzio e che in ogni cosa ( stato di com#iacimento a 5ui che lo ha mandato Vivere secondo la domenica I6,! Dun'ue, 'uelli che erano #er le antiche cose sono arrivati alla nuova s#eranza e non osservano #i il sabato, ma vivono secondo la domenica, in cui ( sorta la nostra vita #er mezzo di 5ui e della sua morte che alcuni negano Mistero dal 'uale, invece, abbiamo avuto la fede e nel 'uale #erseveriamo #er essere disce#oli di Ges Cristo il solo nostro maestro % Come noi #ossiamo vivere senza di 5ui se anche i #rofeti 'uali disce#oli nello s#irito lo as#ettavano come maestro7 Per 'uesto, 'uello che attendevamo giustamente, venendo li risuscit) dai morti Il nuovo lievito 6,! "vvertiamo la sua bont$ Se egli ci imitasse come noi agiamo non ci saremmo #i Perci) divenuti suoi disce#oli abbracciamo la vita secondo il cristianesimo Chi ( chiamato con un nome diverso da 'uesto, non ( di Dio % Gettate via il cattivo fermento, vecchio ed acido e trasformatevi in un lievito nuovo che ( Ges Cristo In lui #rendete il sale #erch( nessuno di voi si

corrom#a in 'uanto dallodore sarete giudicati 8 9 stolto #arlare di Ges Cristo e continuare nel giudaismo /on il cristianesimo ha creduto nel giudaismo, ma il giudaismo nel cristianesimo, in cui si ( riunita ogni lingua che crede il Dio Convinzione piena nel Cristo 6I 2uesto, carissimi, non #erch( abbia sa#uto che alcuni tra voi si com#ortano in tal modo, ma, #ur a voi inferiore, voglio mettervi in guardia di non abboccare allamo della vanit$, ma di essere convinti della nascita, della #assione e della resurrezione avvenuta sotto il governo di Ponzio Pilato Ci) ( stato com#iuto veramente e sicuramente da Ges Cristo, nostra s#eranza, dalla 'uale nessuno si allontani Il giusto accusatore di se stesso 6II Possa io gioire di voi in ogni cosa, se ne sono degno +ench( incatenato, non sono #i di uno di voi che siete liberi So che non vi gonfiate e avete in voi Ges Cristo Piuttosto 'uando io vi lodo so che arrossite come ( scritto3:Il giusto ( accusatore di se stesso; Saldi nei precetti del Signore e degli apostoli 6III,! Cercate di tenervi ben saldi nei #recetti del Signore e degli a#ostoli #erch( vi riesca bene tutto 'uanto fate nella carne e nello s#irito, nella fede e nella carit$, nel 4iglio, nel Padre e nello S#irito, al #rinci#io e alla fine, con il vostro vescovo che ( tanto degno e con la #reziosa corona s#irituale dei vostri #resbiteri e dei Diaconi secondo Dio % Siate sottomessi al vescovo e gli uni agli altri, come Ges Cristo al Padre, nella carne, e gli a#ostoli a Cristo e al Padre e allo S#irito, affinch( lunione sia carnale e s#irituale Congedo 6I0 Sa#endo che siete #ieni di Dio, vi ho esortato con brevit$ <icordatevi di me nelle vostre #reghiere #erch( #ossa raggiungere Dio, e della Chiesa che ( in Siria, della 'uale non sono degno di #ortare il nome *o bisogno della vostra #reghiera unita in Dio e della carit$ affinch( la Chiesa di Siria #er intercessione della vostra Chiesa sia as#ersa di grazia 60 0i salutano gli -fesini da Smirne, donde io vi saluto Sono venuti #er la gloria di Dio come anche voi e mi hanno #rodigato ogni cosa con Policar#o, il vescovo e gli smirnesi 0i salutano anche le altre Chiese nella gloria di Ges Cristo State bene nella concordia di Dio #ossedendo lo s#irito inse#arabile che ( Ges Cristo