Sei sulla pagina 1di 15

In principio era il verbo

In principio era il verbo


Comunicare bene usando i tempi verbali giusti
AUTORE: Sergio Cima SITO WEB:www.scrivibene.com

CopyRight 2009-2010

1/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

Indice
Il potere del verbo................................................................................2 Quattro passi nella mente.....................................................................4 Le parole sono importanti, i verbi sono fondamentali...........................5 Imparare a scrivere o imparare a pensare?..........................................9 Dimmi che verbo usi e ti dir cosa otterrai.......................................... !n principio sen"a fine........................................................................ 4

Il potere del verbo


Scrivere pu essere una sorprendente avventura. Bench a volte questa si riveli a lieto fine facendoci sentire eroi della penna o della tastiera! - pi spesso la strada per produrre un testo sia esso un tema, una rela ione professionale, una lettera o qualsiasi altro documento nasconde insidie, trappole e pericoli. !a mia esperien a di inse"nante mi ha mostrato come questo dipenda spesso da un uso inconsapevole della nostra lin"ua, le cui poten ialit# sono ancora nascoste alla ma""ioran a delle persone. $ppure la storia di come scrivere in modo efficace e in "enerale, di come comunicare al me"lio % lun"a, millenaria, ricca del contri&uto dei pi "randi pensatori, filosofi e scrittori dell'umanit#. $ssi ci hanno tramandato potenti strumenti per usare il lin"ua""io al servi io dei nostri scopi. (li immensi filosofi e "rammatici "reci, anali ando il lin"ua""io, scoprirono che esso si % formato in modo perfetto e o"ni sua parte, se
CopyRight 2009-2010 2/15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

usata consapevolmente, diventa vera e propria ma"ia. !a scoperta fondamentale dalla quale anche o""i o"ni li&ro di "rammatica prende ini io % che il potere comunicativo di una lin"ua si &asa necessariamente sul verbo. )l ver&o % l'unica parte del discorso che non pu mancare, ed % la sola con la quale possiamo formare una frase sen a a""iun"ere nient'altro! *na semplice frase come io man"io una mela potre&&e essere privata del pronome io e del sostantivo mela e continuere&&e a comunicare qualcosa di preciso, mentre se eliminassimo il ver&o man"io la coppia io mela non potre&&e essere mai interpretata in modo univoco. +os,, i ver&i le"ati alla meteorolo"ia piovere, nevicare, gelare possono formare da soli una frase completa e la mente di chi la le""e o la ascolta pu interpretarla correttamente sen a equivoci piove! Nevica! Gela!

(i# da questo si capisce come il ver&o sia fondamentale. Se poi pensiamo che i ver&i ci consentono di via""iare nel tempo, di rievocare cose accadute secoli prima, di essere consapevoli del presente o di prefi"urare avvenimenti futuri con l'imma"ina ione, allora possiamo comprendere la loro incredi&ile poten a. ) ver&i, con i loro tempi, non possono e non devono essere usati a caso. )n queste pa"ine approfondiremo la loro importan a e impareremo quali tempi ver&ali usare per rendere i nostri discorsi scritti pi convincenti ed efficaci.

CopyRight 2009-2010

3/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

Quattro passi nella mente


.ella mia attivit# di formatore e inse"nante, mi ha sempre incuriosito il modo in cui la mente apprende nuove cose. +hiunque sa che "li apprendimenti pi importanti si radicano nella nostra memoria. +os, ho concentrato il mio interesse sul fun ionamento di questo importantissimo processo co"nitivo. /utto ci che percepiamo viene re"istrato in modo superficiale, temporaneo dalla memoria a &reve termine, ma solo que"li avvenimenti che producono una differen a di informa ione ven"ono poi scritti in modo definitivo nella memoria a lun"o termine. 0uali scopi perse"ue la nostra mente attraverso la memoria1 #vere un archivio detta$liato di fatti del passato soddisfa il nostro biso$no di spie$a"ioni- per "li esseri umani attri&uire cause, colpe, responsa&ilit# e meriti % un'esi"en a fondamentale per conservare un ordine mentale. %utte le informa"ioni dell&archivio mnemonico sono usate in modo statistico dalla mente per sapere in o$ni momento del presente cosa sta accadendo- siamo animali a&itudinari, ci piace fare le stesse cose, le sorprese tranne rari casi piacevoli ci a"itano. +i piace vivere in un mondo ordinato, prevedi&ile, con

CopyRight 2009-2010

/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

distin ioni precise e re"ole chiare. Quando una nuova informa"ione si a$$iun$e al nostro database mentale, noi sappiamo 'ualcosa in pi( su come potrebbero andare le cose in futuro- pianificare, pro"ettare, anche fantasticare e so"nare di ra""iun"ere uno scopo, sono tutte attivit# mentali strettamente le"ate alla sopravviven a. !a mente dunque si serve della memoria per avere cura del proprio passato, presente e futuro. +ome tutti sanno, queste tre dimensioni temporali coincidono con le tre forme dei tempi verbali. 2i assicuro che non % un caso.

Le parole sono importanti, i verbi sono fondamentali


3opo tutta questa teoria ci si potre&&e chiedere- ma in concreto, che differen"a fa parlare al passato, al presente o al futuro? .on vo"lio rispondere in modo diretto a questa domanda, preferisco de"li esempi per consentire a tutti di farsene un'idea. 4ettiamo il caso io sia stato vittima di un dis"uido da parte di un servi io pu&&lico, o che non a&&ia avuto ci che mi spettava in &ase a un contratto, o che mi senta offeso per le parole di una persona ritenuta

CopyRight 2009-2010

5/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

cara. 5atti del "enere producono stress e lo stress pu portarci a rea"ire in &ase all'emotivit#. +os, potre&&e darsi che io scriva una lettera al servi io pu&&lico, o alla mia controparte contrattuale, o mandi un sms, una email o addirittura telefoni alla persona che mi ha offeso con le sue parole. 3iciamo la verit#- il primo istinto, in tutti e tre i casi, sare&&e quello di attaccare l'interlocutore, dicendo"li che % uno... e che cos, non ci si comporta, che ha violato delle re"ole, che o sta con te o % contro di te ecc. la domanda %- 'uesta modalit) comunicativa porterebbe al risultato che ci prefi$uriamo? 6isposta-nel modo pi( assoluto no. )l servi io pu&&lico e la controparte contrattuale come minimo ci rispondere&&ero chiedendoci di descrivere il dis"uido a cui ci riferiamo, facendo cos, trascorrere altro tempo prima della risolu ione 7ma se nel nostro sfo"o a&&iamo esa"erato potre&&ero addirittura querelarci!8 e la persona che ci ha offeso pro&a&ilmente si sentire&&e investita da un attacco e pensere&&e a difendersi contrattaccando! .oi a&&iamo ra"ione, non c'% du&&io! 4a facciamo il classico passa""io dalla parte del torto! 9erch1
CopyRight 2009-2010 !/15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

9erch nelle nostre rimostran e ci siamo messi a definire l'interlocutore, a&&iamo parlato di come devono essere le cose per noi e a&&iamo deciso di dividere il mondo in &uoni noi e cattivi loro - ! #bbiamo cio* descritto uno stato di cose+ 3escrivere uno stato di cose si"nifica parlare al presente. 4a i fatti accaduti quando si erano svolti1 .el passato. )l nostro scopo era dimostrare "li errori commessi dai nostri interlocutori nel passato e non la situa ione del presente! +apite, dunque, che se avessimo riflettuto sullo scopo e su cosa volevamo ottenere dai nostri interlocutori avremmo naturalmente usato il tempo $iusto- fare la cronaca dei disservi i a chi ci ha fre"ati o dire a un amico che quando ha detto quella determinata cosa vi ha fatti sentire in un certo modo che non vi % piaciuto sare&&e stata la mossa "iusta! ) nostri interlocutori sare&&ero stati messi di fronte alla responsa&ilit# delle loro a ioni e costretti a rispondere con sincerit# e noi avremmo "uada"nato tempo sen a esporci a possi&ili attacchi! 5acciamo un altro esempio, per comprendere a quali danni si va incontro usando i tempi ver&ali in modo inconsapevole.

CopyRight 2009-2010

"/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

)n una rela ione di coppia spesso i partners si confrontano allo scopo di essere pi felici, di mi"liorare la loro esisten a comune, o anche solo di continuare. Se il fine % quello di stare domani me"lio di o""i e di ieri, appare evidente come l'o&iettivo che intendiamo ra""iun"ere confrontandoci col partner si collochi nel futuro. 4a tutti sappiamo che il :; < delle cosiddette discussioni di coppia, oltre a finire sempre con uno che ha ra"ione e l'altro che ha torto, diventano un velenoso elenco delle mancan e commesse dall'altro e dello scontro di idee su come dovre&&e fun ionare una rela ione! 6isultato- dopo la discussione ci sentiamo svuotati per la lotta, forse arra&&iati per la frustra ione, pro&a&ilmente in colpa per le cose dette all'altro, di sicuro smarriti! .e usciamo con la sensa ione che in una coppia si sa di cosa si ini ia a parlare, ma non si sa mai la discussione dove potr# finire! +ome mai succede1 = semplice- abbiamo sba$liato i tempi verbali! Sottolineare le mancan e si"nifica parlare di cose accadute in passato. ,a il nostro scopo * nel futuro+

CopyRight 2009-2010

#/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

3escrivere lo stato ideale di una coppia si"nifica parlare di come le cose dovre&&ero essere nel presente. ,a il nostro scopo * sempre nel futuro+ +osa avremmo potuto dire al nostro partner1 >vremmo potuto chiederci come pensiamo di risolvere la situa"ione, come vediamo il nostro futuro da qui a qualche anno, come vediamo noi stessi e di cosa a&&iamo &iso"no per poter arrivare a essere come ci imma"iniamo. 0uesto si"nifica usare in modo consapevole i tempi ver&ali. -on * altro che essere maturi. $ in certi casi vuol dire amarsi. Siete ancora convinti che non conti nulla quale tempo ver&ale usiamo1

Imparare a scrivere o imparare a pensare?


Scrivere in modo efficace. )n quanti modi si pu fare1 ?""i il mercato % saturo di offerte di metodi infalli&ili per diventare artisti della penna o falchi delle email, "eni dei curriculum e poeti sopraffini.

CopyRight 2009-2010

9/15

www.scrivibene.com

In principio era il verbo

)o stesso svol"o corsi di questo tipo e nella mia esperien a formativa ho conosciuto molti inse"nati e sperimentato tanti metodi. 0uello che sto per dire % frutto di vita vissuta. /utti questi corsi sono eccellenti ma nessuno di essi tocca il tasto fondamentale- la consapevole""a. 9rendiamo i corsi di scrittura creativa- se&&ene ci siano maestri eccellenti che inse"nano come trasformare la scrittura in un me o di espressione personale molto "ratificante, la ma""ioran a di questi corsi si riduce a un ricettario di trucchetti per farsi venire idee quando siamo l, col fo"lio &ianco da troppo tempo. )n questo modo, lo studente pu sviluppare una dipenden"a dalla tecnica e non impara mai a fondo come usare le proprie risorse, preferendo servirsi di 'uelle fornite $i) belle e pronte da altri. +onsideriamo anche tutte quelle offerte su come imparare a scrivere email e farsi valere o redi$ere curriculum infallibili. 0uando non sono tenuti da veri esperti della psicolo"ia della comunica ione - i quali inse"nano i principi sottostanti e non solo a&&ellimenti esteriori e &assi trucchi di persuasione o$$i si inse$na soprattutto la struttura del testo elettronico o del curriculum, nelle sue componenti formali- come fare l'intesta ione, l'o""etto, la corrisponden a tra il titolo e il contenuto, e ancora quali esperien e lavorative citare, quali scartare ecc.
CopyRight 2009-2010 10/15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

Sono cose importanti, ma non fondamentali. )n o"ni caso, da questi corsi si esce con dei modelli precostituiti per scrivere in modo rapido il documento necessario. In tutti i casi citati, l&atten"ione si focali""a sull&esteriorit) del testo, e non sulla sua dimensione mentale. Si inse"na, insomma, a scrivere testi chiari. 4a sono testi sen"a personalit). $ prima o poi la mancan a di personalit# si pu pa"are cara. )nvece, essere consapevoli dei nostri scopi e dell'uso dei tempi ver&ali % un aspetto della scrittura che render# unici i vostri testi, perch deriva in modo diretto dai vostri &iso"ni e dalla vostra mente.

Dimmi che verbo usi e ti dir cosa otterrai


3iciamo che a&&iamo un o&iettivo da ra""iun"ere col nostro testo. )poti iamo di sapere &ene anche quale effetto vo"liamo produrre sui

nostri lettori@interlocutori. .on &asta. 3ovremo essere estremamente precisi sul tema da trattare.
CopyRight 2009-2010 11/15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

9erch % cos, importante1 9erch il tema ci dir# da quale dimensione temporale della nostra mente deriva. Solo individuando la dimensione, sapremo come usare i tempi ver&ali. 4a allora che tipo di temi potre&&e capitarci di trattare1 ) temi possi&ili sono tre il tema delle cause, delle responsabilit), dei meriti- se ci di cui vo"liamo parlare serve a spie"are perch le cose stanno in un certo modo ora, chi % stato a dire o fare qualcosa, "ra ie a chi ora siamo in una data situa ione, allora racconteremo i fatti usando il tempo passato. Il tema delle idee sulla realt), della loro descri"ione, della parte da cui stare- se ci di cui parliamo definisce come una cosa dovre&&e essere idealmente, come vediamo il mondo, dov'% il &ene e dov'% il male, allora esprimeremo le nostre idee usando il tempo presente. Il tema delle solu"ioni, delle vie d&uscita, del cambiamento delle cose- se ci che ci interessa % delineare aspettative, ipoti are varia ioni, valutare scelte, allora descriveremo i nostri pensieri usando il tempo futuro. 2edete, in realt) la scrittura * solo uno dei campi in cui applicare 'ueste conoscen"e. La verit) * che ci sarebbe biso$no di imparare a parlare tra noi facendo atten"ione a tutto 'uesto.
CopyRight 2009-2010 12/15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

9erch noi comunichiamo facendo una "ran confusione temporale. !'uso scorretto dei tempi ver&ali % la causa di molti difetti umani. Le persone $iudicanti usano il presente 'uando dovrebbero usare il passato- ma una cosa % rimproverare qualcuno per una mancan a passata, un'altra % condannarlo con un "iudi io che sta&ilisce che lui % 7tempo presente8 fatto male. Le persone che non hanno i piedi per terra usano il futuro in situa"ioni in cui si dovrebbe riflettere sul presente- una cosa % darsi dei criteri per vivere secondo ci che ci piace, un'altra % lanciarsi con entusiasmo in o"ni cosa, se"uendo o"ni stimolo come se fosse la scelta definitiva che ci cam&ier# 7tempo futuro8 la vita. Le persone rancorose usano il passato mentre dovrebbero cercare di $uardare al futuro- una cosa % comprendere che tutti s&a"liano ma che insieme si pu cam&iare in me"lio, anche di poco, un'altra % sottolineare sadicamente "li s&a"li delle persone e farlo per trovare sempre "li altri colpevoli di ci che hanno fatto 7tempo passato8 e sentirsi innocenti. 0uesto discorso ha implica ioni davvero fondamentali per una cosa cos, complessa come la vita, fi"urarsi dunque quante ne possa avere nella sola comunica ione scritta. $ se nel vivere in me o a"li uomini spesso pa"hiamo a caro pre o l'uso

inconsapevole delle nostre parole, sar# di certo pi facile incominciare a mi"liorarsi nella sola area della scrittura, prendendoci cura di
CopyRight 2009-2010 13/15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

passato, presente e futuro. 0ueste tre modalit# ci consentiranno di parlare con competen"a dei nostri ar"omenti. )noltre, potremo mi$liorare la nostra comunica"ione ed evitare scontri superflui. )nfine, se i tempi ver&ali sono diretta emana ione delle tre dimensioni mnemoniche della mente, potremo accrescere la nostra consapevole""a personale e la nostra capacit# di vivere con piene a.

Un principio senza fine


)l lin"ua""io de"li esseri umani non % frutto del caso. 4a non % nemmeno stato deciso a tavolino. Il lin$ua$$io si * formato di pari passo con la comprensione del mondo circostante. 9i l'uomo evolveva verso quell'incredi&ile creatura dotata di mente che % o""i, pi il suo lin"ua""io diventava ricco e potente. !a chiave fu la scoperta che il lin"ua""io, per essere tale, doveva descrivere a"ioni, eventi, stati di cose, esisten"a. 9er descrivere queste cose l'uomo ini i ad associarvi suoni specifici- i verbi. Solo cos, avre&&e avuto un senso usare tutti que"li altri suoni utili a
CopyRight 2009-2010 1 /15 www.scrivibene.com

In principio era il verbo

nominare persone, animali, piante, o""etti. .ominare le cose serve solo a contarle. 4a le$are i nomi con i verbi serve a creare la realt). .olo cos/ l&uomo avrebbe potuto raccontare e raccontarsi la sua vita vissuta e quella possi&ile e imparare a riflettere su ci che %. .olo cos/ l&uomo sarebbe diventato consapevole. 3a allora nulla di pi potente % stato mai inventato. In principio era il verbo. 0uesto principio non avr# mai fine.

CopyRight 2009-2010

15/15

www.scrivibene.com