Sei sulla pagina 1di 4

Ciclo di Conferenze con

Armando Siri

10 percorsi e riflessioni alla scoperta della natura e dei talenti dell'uomo all'alba di una nuova epoca
Il Mago di Oz
Quante volte ci capitato di sentirci "stranieri" in questa vita? E in quante altre occasioni siamo stati "travolti" da eventi che ci hanno catapultato in "mondi" sconosciuti fino ad un istante prima? Spesso smarriti nelle vicende della vita, la cosa che desideriamo di pi tornare a casa, dove eravamo prima che tutto cominciasse. Ma nulla mai come prima e le esperienze che ci accadono servono a metterci di fronte ai nostri limiti per poterli superare. C' chi non parte mai, c' chi giunge alla meta superando se stesso e chi nonostante sia partito molto tempo prima rimane fermo a met del viaggio intrappolato dalle sue paure, dai suoi fantasmi, da nodi stretti nell'animo in un tempo remoto. Cos chiuso in S stesso, barricato nel proprio castello colui che rinuncia a proseguire si trover inconsciamente a gioire dei fallimenti di chi osa addentrarsi nella terra sconosciuta del proprio mondo interiore, ad ogni fallimento di qualcun altro potr giustificare il proprio. Ma prima o poi una Doroty e un gruppo di improbabili amici irromperanno sulla scena di quella "terra di mezzo" che appartiene a tutti, il magico mondo di OZ. 19 maggio Milano 26 maggio Bologna 2 giugno Torino 9 giugno Roma

"IL POTERE DEL PENSIERO CREATIVO"

L'Uomo Celeste (con la partecipazione di Salvatore Brizzi)


Fin dai tempi pi remoti l'Uomo ha cercato spiegazioni e ragioni sulla propria esistenza, rivolgendo istintivamente lo sguardo verso il cielo. Un atavico moto interiore ci dice da sempre che proprio da lass che vanno cercate le nostre origini. Nel Cielo abbiamo dunque posto le nostre divinit ideali per ogni tempo. Oggi in quest'epoca di profondi cambiamenti ci stiamo accorgendo che non potremo scoprire nulla di noi stessi finch il nostro sguardo non avr il coraggio di indagare il nostro mondo interiore perch l riposto il segreto della nostra appartenenza a qualcosa di pi grande, a quella divinit che abbiamo per troppo tempo cercato in Cielo ma che sempre stata dentro di noi. 16 giugno Milano 22 settembre Torino 29 settembre Roma

Totem e Tab
tab tutto ci che appartiene alla natura dell'Uomo con cui l'Uomo non vuole in alcun modo fare i

conti. come voler sotterrare qualcosa sotto la sabbia su una spiaggia con il rischio che quasi sicuramente la bassa marea e il vento la riporteranno alla luce. I Tab sono limiti invalicabili della nostra coscienza ma soprattutto della nostra morale per non incorrere nel rischio di affrontarli trovandoci faccia a faccia con essi abbiamo eretto dei Totem, simboli che ci tengono lontani da essi. Ci siamo chiusi in un perimetro piccolo, molto pi piccolo di quanto invece il nostro Io. Ad ogni tab corrisponde un totem che lo blocca. Tra i pi conosciuti ci sono il tab sessuale e quello religioso. Zone off limits che cominciano a vacillare in un tempo in cui il nostro "mondo" in cui ci eravamo abituati a credere di essere, ci appare sempre di pi troppo stretto rispetto a ci che siamo. 13 ottobre Milano 20 ottobre Bologna 27 ottobre Torino 10 novembre Roma

Indizi da Antiche Civilt


Che cosa significa Civilt? Allo sguardo di chi vive in questo tempo pu apparire "civile" un popolo che sacrifica bambini per placare l'ira degli Dei o pensa che alcuni uomini possano essere trattati come semplici oggetti di cui disporre a proprio piacimento fino a decidere le sorti della loro vita? Eppure nonostante tutto questo ci appaia oggi come inammissibile, ogni Civilt ha le proprie aberrazioni, compresa la nostra. Con la differenza che il segreto di questa eterna coazione a ripetere era ben conosciuto dagli Antichi, mentre la modernit ha spazzato via ogni frammento di conoscenza e con esso ogni indizio apparente della propria autentica natura. Ci nonostante dopo mille peripezie sono giunti fino ai giorni nostri indizi di quell'antica sapienza i cui segreti svelati ci appaiono in tutta la loro straordinaria meraviglia. 17 novembra Milano 24 novembre Bologna 1 dicembre Torino 15 dicembre Roma

La Ricchezza oltre il Velo


"Siate Umili mai modesti". Questa stata una delle pi significative esortazioni di San Francesco, che nato ricco decise di lasciare tutto per cercare la via della semplicit. Ma il punto essenziale della sua esperienza non va travisato. Qualcuno confonde la povert con l'Umilt e questo inevitabilmente rischia di creare un conflitto prima interiore e poi esterno. L'equilibrio tra spirito e materia la via per la felicit dell'Uomo, invece un pensiero distorto che vuole l'uno o l'altro elemento come prevalente crea inevitabili frustrazioni. La povert non un valore in s come non lo la ricchezza finch questi due parametri saranno legati al mero possesso. diritto di ogni Uomo essere felice, avendo molta ricchezza materiale o avendone meno. La vera ricchezza conoscere il proprio scopo in questa esistenza. Impresa tutt'altro che facile a meno che non ci si cominci a fare le domande giuste. 12 gennaio 2014 Milano 19 gennaio 2014 Bologna 26 gennaio 2014 Torino 2 febbraio 2014 Roma

L'Uomo, nel bene e nel male


Gnthi Seautn: Conosci te stesso e conoscerai l'Universo e gli Dei. Cos scritto sul tempio dell'Oracolo di Delfi. Gli Antichi conoscevano bene la natura dell'Uomo, molto pi di quanto non crediamo di saperne noi oggi. La cultura classica, rimpiazzata dalla diffusione delle religioni soprattutto in occidente rimasta ai margini dell'epoca che si appena conclusa ma adesso torna a farsi spazio rivelando nuovamente all'umanit tratti del proprio essere. Cos oggi possiamo vedere oltre il significato tradizionale dato da quel famoso episodio della cacciata dal Paradiso di Adamo. L'Albero della Conoscenza del Bene e del Male, il giardino dell'Eden, l'eterna guerra tra buoni e cattivi, il conflitto tra Dio e l'Uomo assume oggi altri significati. Il Bene e il Male sono la faccia della stessa medaglia, elementi indispensabili per la Vita stessa. L'equilibrio tra essi la sfida per giungere all'evoluzione di S. Un'impresa tutt'altro che semplice per chi ancora intrappolato in pregiudizi e conflitti generati dall'apparenza. Quell'apparenza che Socrate vedeva, gi all'epoca, come il pi grande limite alla felicit. 9 febbraio 2014 Milano 16 febbraio 2014 Bologna 23 febbraio 2014 Torino 9 marzo 2014 Roma

Il Pensiero nel Cuore


Non sar difficile di questi tempi incontrare persone che alla domanda: "come vanno le cose?", potranno rispondere: "cos cos, ho un sacco di pensieri". Quei pensieri sono per solo preoccupazioni e non hanno nulla a che fare con il Pensiero che gi gli Antichi ritenevano la fonte di ogni evoluzione. Oggi quando si parla di pensieri si indica la testa, dove sta il cervello, la mente, la ragione. Di tutt'altra idea erano gli Antichi per i quali la sede del Pensiero era nel Cuore. Cosa cambiato da allora, e qual la direzione di questo nuovo periodo storico in cui il Cuore rivendica la sua predominanza sulla mente? 16 marzo 2014 Milano 23 marzo 2014 Bologna 30 marzo 2014 Torino 6 aprile 2014 Roma

Il Privilegio della Politica


Nel 1789 a Parigi, ogni individuo che si fosse incontrato alla domanda: "chi comanda in Francia?" Avrebbe risposto senza indugio: il Re. Oggi se dovessimo farci questa domanda sia per quello che riguarda la realt italiana, sia internazionale non avremmo pi la stessa certezza. Che cosa cambiato da allora? Dallo status di sudditi siamo passati a quello di Cittadini. Idealmente la Corona del Re a cui stata tagliata la testa passata sulla testa di Ciascuno di noi. Quella Corona porta con s oneri e onori. Per un lungo periodo abbiamo cercato di usufruire solo degli onori fino a quando la realt intorno a noi si fatta molto peggio di quanto non potessimo prevedere. La Politica, privilegio del Re, passata nelle mani dei Cittadini che l'hanno abbandonata, come un Re che abdica al suo trono. i Cittadini hanno abdicato al loro ruolo e ora, a meno di non voler ritornare allo status ancor pi antico di schiavi, dovranno ritrovare la Corona e la fierezza di tornare ad indossarla assumendosene in pieno la Responsabilit. 13 aprile 2014 Milano 27 aprile 2014 Bologna

4 maggio 2014 Torino 11 maggio 2014 Roma

La Costituzione Italiana
L'Italia una Repubblica democratica fondata sul lavoro, la sovranit appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Nel 1948 quando entra in vigore, la Costituzione italiana rappresenta un'avanguardia del diritto e porta con se aspettative e prospettive per un Popolo appena uscito da una dittatura e da un conflitto mondiale. Una nazione a pezzi che doveva trovare quello spirito di unit e forza per ricostruire ci che era stato distrutto. Dall'epoca sono passati 60 anni, e ci che allora rappresentava il massimo delle aspettative, oggi rivela tutta la propria inadeguatezza in questo tempo nuovo e con esigenze differenti. Prima di tutto pesa quella virgola dopo la parola "popolo" che di fatto non attribuisce realmente la sovranit ai Cittadini ma la consegna di fatto al sistema della burocrazia su cui stato fondato lo Stato attribuendo solo apparentemente un ruolo centrale al corpo elettorale. Ma per pensare di cambiare le cose occorre prima conoscerle e ad oggi sono pochissimi gli italiani che conoscono la Costituzione: 139 articoli che rappresentano un mondo che oggi vogliamo cambiare in meglio. 18 maggio 2014 Milano 25 maggio 2014 Bologna 1 giugno 2014 Torino 8 giugno 2014 Roma

La Sovranit Monetaria
Un Popolo stanziato su un territorio che si da una giurisdizione e una moneta. Questa la definizione costitutiva di uno Stato. Oggi in Europa ci troviamo in un paradosso in cui gli Stati hanno ceduto parte della loro sovranit ad un organismo sovranazionale, non eletto, al quale stato ceduto il diritto di stampare moneta, cedendo di fatto una prerogativa costitutiva dello Stato questo ha perso il suo status giuridico ed oggi rischia di essere solo una "provincia". Non solo, l'Ente sovranazionale che oggi stampa moneta (BCE) una Banca Privata che presta agli Stati il denaro necessario all'economia comprando titoli pubblici in cambio di interessi. Un circolo vizioso che produce ricchezza per un gruppo di pochi finanzieri e speculatori e impoverisce Popoli e Nazioni. Alla base di questo Sistema ci sono antiche premesse che fondano le loro radici al termine della guerra dei sette anni, il momento della nascita della Societ Occidentale. Oggi siamo giunti alla resa dei conti. Un'Autentica evoluzione del principio di democrazia o il ritorno ad un'Aristocrazia, non fatta di stemmi e blasoni ma da signori del Consumo che potranno nutrirsi delle nostre vite grazie alla nostra inconscia complicit. 15 giugno 2014 Milano 22 giugno 2014 Bologna 29 giugno 2014 Torino 6 luglio 2014 Roma Note: - ogni singola conferenza dura mezza giornata, dalle ore 15.00 alle ore 19.00; - il luogo di ogni singola conferenza sar comunicato a breve, di fianco a ciascuna data; - il corso ha inizio ad ogni 30 iscritti minimo per citt. Per info e prenotazioni scrivere a Marco Perini, email: mperini@partitoitalianuova.it