Sei sulla pagina 1di 6

Gabrielli http://www.braidense.it/file/cat_mostra_scolari.

pdf

il mago che streg Thomas Mann

Sembra che il celeberrimo a me gli occhi sia parto di questo personaggio descritto come irruente e autoritario che, evidentemente, aveva per il pregio di colpire limmaginario dei contemporanei, tra i quali sicuramente si deve annoverare Thomas Mann che a lui si ispir

per un suo racconto. Cesare Gabrielli (o Gabbrielli) nacque a Pontedera nel 1881; dopo anni dindigenza e vari mestieri, tra cui il venditore ambulante di cerini e il mozzo su un mercantile, raggiunse la fama. Ci avvenne soprattutto grazie alle sue doti di ipnotizzatore, ma sembra fosse anche un valente prestigiatore, dote che gli fu molto utile durante il Fascismo, quando furono vietati gli spettacoli di ipnotismo. Egli, mescolando furbescamente giochi di prestigio, suggestioni e presunte trasmissioni del pensiero, riusc a gabbare la censura. Irruente ed autoritario al limite della buona educazione, soleva, con aria spavalda, impartire ordini perentori, schioccando un frustino, a coloro che intendeva ipnotizzare e, pur con la sua discussa personalit, o forse proprio a causa di quella, raggiunse vastissima notoriet. Am gagliardamente la vita e lebbe pittoresca e piena di seduzioni. Guadagn milioni e ne spese altrettanti con prodigalit fastosa. Nella vita comune era uomo socievole, lasciava lo sguardo mefistofelico per abbandonarsi romanticismi allantica. Contava numerose amicizie in ambito artistico e tra gli scrittori vant unamicizia affettuosa con DAnnunzio che lo fregi di una medaglia doro come legionario Fiumano. In quanto ex combattente fu particolarmente benefico verso i Mutilati dItalia ai quali dedic per anni gli introiti delle sue serate. Parallelo a questo sfoggio di personalit che ostentava in pubblico, dove si definiva luomo del duemila o la radio umana, vi era, quindi, un lato pi segreto e sensibile, quello che lo portava negli ospedali ad a

esibirsi per i malati, e, talvolta grazie alle doti di ipnotizzatore e alla forza di suggestione ad aiutare i pazienti che non sopportavano luso del cloroformio. Per trentanni affascin con le sue esibizioni il pubblico italiano e mor a Milano nel 1943. La sua fama colp letterati e cineasti: ispir il racconto Mario und der Zauberer di Thomas Mann, (Mario e il mago, o, Mario e lincantatore, come fu tradotto nelledizione del 47 da noi posseduta), trasferito poi su pellicola in una riduzione cinematografica nel 1994 da Klaus Maria Brandauer; certamente a lui si ispir Eduardo De Filippo per il suo atto unico del 29 dal titolo Sik-Sik, lartefice magico che il grandissimo uomo di spettacolo avrebbe replicato fino agli ottantanni. Anche Gabrielli ebbe modo di recitare in un film nella parte dellillusionista Cipolla: il film del 1943 si intitolava I bambini ci guardano, il regista: Vittorio De Sica. In esso, il mago, ormai prossimo alla fine si limitava ad eseguire un gioco di prestigio. La fortuna del Nostro sembrerebbe inossidabile, ci giunge notizia di unulteriore riduzione cinematografica del romanzo di Mann del regista inglese Hodges che dovrebbe essere girata entro il 2009.

il mago che streg Thomas Mann

Sembra che il celeberrimo a me gli occhi sia parto di questo personaggio descritto come irruente e autoritario che, evidentemente, aveva per il pregio di colpire limmaginario dei contemporanei, tra i quali sicuramente si deve annoverare Thomas Mann che a lui si ispir per un suo racconto. Cesare Gabrielli (o Gabbrielli) nacque a Pontedera nel 1881; dopo anni dindigenza e vari mestieri, tra cui il venditore ambulante di cerini e il mozzo su un mercantile, raggiunse la fama. Ci avvenne soprattutto grazie alle sue doti di ipnotizzatore, ma sembra fosse anche un valente prestigiatore, dote che gli fu molto utile durante il Fascismo, quando furono vietati gli spettacoli di ipnotismo. Egli, mescolando furbescamente giochi di prestigio, suggestioni e presunte trasmissioni del pensiero, riusc a gabbare la censura. Irruente ed autoritario al limite della buona educazione, soleva, con aria spavalda, impartire ordini perentori, schioccando un frustino, a coloro che intendeva ipnotizzare e, pur con la sua discussa personalit, o forse proprio a causa di quella, raggiunse vastissima notoriet. Am gagliardamente la vita e lebbe pittoresca e piena di seduzioni. Guadagn milioni e ne spese

altrettanti con prodigalit fastosa. Nella vita comune era uomo socievole, lasciava lo sguardo mefistofelico per abbandonarsi romanticismi allantica. Contava numerose amicizie in ambito artistico e tra gli scrittori vant unamicizia affettuosa con DAnnunzio che lo fregi di una medaglia doro come legionario Fiumano. In quanto ex combattente fu particolarmente benefico verso i Mutilati dItalia ai quali dedic per anni gli introiti delle sue serate. Parallelo a questo sfoggio di personalit che ostentava in pubblico, dove si definiva luomo del duemila o la radio umana, vi era, quindi, un lato pi segreto e sensibile, quello che lo portava negli ospedali ad esibirsi per i malati, e, talvolta grazie alle doti di ipnotizzatore e alla forza di suggestione ad aiutare i pazienti che non sopportavano luso del cloroformio. Per trentanni affascin con le sue esibizioni il pubblico italiano e mor a Milano nel 1943. La sua fama colp letterati e cineasti: ispir il racconto Mario und der Zauberer di Thomas Mann, (Mario e il mago, o, Mario e lincantatore, come fu tradotto nelledizione del 47 da noi posseduta), trasferito poi su pellicola in una riduzione cinematografica nel 1994 da Klaus Maria Brandauer; certamente a lui si ispir Eduardo De Filippo per il suo atto unico del 29 dal titolo Sik-Sik, lartefice magico che il grandissimo uomo di spettacolo avrebbe a

replicato fino agli ottantanni. Anche Gabrielli ebbe modo di recitare in un film nella parte dellillusionista Cipolla: il film del 1943 si intitolava I bambini ci guardano, il regista: Vittorio De Sica. In esso, il mago, ormai prossimo alla fine si limitava ad eseguire un gioco di prestigio. La fortuna del Nostro sembrerebbe inossidabile, ci giunge notizia di unulteriore riduzione cinematografica del romanzo di Mann del regista inglese Hodges che dovrebbe essere girata entro il 2009.