Sei sulla pagina 1di 8

ISTITUTO COMPRENSIVO FERMI DI CASALGUIDI

Scuola Primaria R. Fucini di Casalguidi. A.S. 2007/2008

GEOMETRIA E FANTASIA A TEATRO

I predatori delle formule perdute


testo teatrale su tema geometrico.

Classe VA
Ins.: Di Nuzzo Michelina.

Descrizione dellesperienza La realizzazione di questo testo teatrale, anche questanno, nata dallintenzione di ascoltare i bambini e riflettere con loro su un aspetto dello studio della matematica:le figure geometriche. La finalit del lavoro stata quella di promuovere una riflessione

sulle usuali procedure di studio della geometria, in particolare sul calcolo dei perimetri e delle aree e la comprensione e memorizzazione delle relative formule .Come lo scorso anno ,lattivit ha preso lavvio dopo aver esaminato nel gruppo di ricerca-azione le possibilit di un lavoro interdisciplinare fra larea linguisticoespressiva e larea logico-matematica. La consegna data ai bambini stata quella di immaginare unavventura in cui i protagonisti fossero figure geometriche. Le avventure sono state inventate a piccoli gruppi e poi riorganizzate in ununica storia , con lintera classe. Gli obiettivi perseguiti riguardano pi aree : matematica, italiano , educazione allimmagine , educazione motoria , educazione alla convivenza civile. I bambini hanno partecipato attivamente e con entusiasmo a tutte le fasi dellesperienza ,mostrando disponibilit al confronto e alla riflessione sia sugli elaborati prodotti che sui concetti che sono stati affrontati.

Obiettivi formativi:
- Acquisire consapevolezza dei propri procedimenti di pensiero. - Acquisire consapevolezza dellimportanza del linguaggio come strumento del pensiero , nella specificit dei linguaggi. - Promuovere lacquisizione del linguaggio teatrale , consolidando progressivamente la competenza comunicativa . - Stimolare la capacit di esternare emozioni e pensieri attraverso il linguaggio teatrale. Potenziare la creativit espressiva nella produzione linguistica.

Obiettivi specifici: - Inventare storie fantastiche utilizzando i canoni e gli schemi del linguaggio teatrale ( narrazione , contesto , dialoghi , rappresentazione). - Individuare ed analizzare , in un clima giocoso e creativo , i concetti relativi allo studio della geometria. - Collaborare , a piccoli gruppi e con lintera classe, per la realizzazione scritta e la recitazione delle storie . - Discutere e riflettere , con i compagni e linsegnante , sulla coerenza dei testi ed apportare eventuali modifiche. - Consolidare i concetti geometrici di perimetro e area e riscoprire lutilit e la funzionalit delle formule relative al loro calcolo . - Collaborare allideazione e alla produzione delle scene dello spettacolo da rappresentare di fronte ai genitori e ai compagni di altre classi.

I predatori delle formule perdute


Un giorno tutte le figure geometriche si diedero appuntamento al Colosseo.Le aveva convocate limperatore Poligono Stellato a Nove Punte , chiamato dal popolo Polistellove , perch il suo nome vero era troppo lungo. Imperatore: Amici , vi ho convocati qui perch ho un grosso problema:non ho pi la memoria! Rombo:Ma come , Polistellove? Hai perso la memoria? Com successo? Imperatore: Veramente...oltre al fatto che ho perso la memoria ricordo davvero poco...Ero sulla spiaggia e unonda gigantesca mi ha travolto e mi ha trascinato negli abissi.Prima di svenire mi sono trovato davanti il pesce-dracula , che mi deve aver succhiato il sangue e misteriosamente mi deve aver rubato la memoria. Adesso non ricordo pi neanche le formule delle aree e dei perimetri di voi , che siete parte importante del mio popolo! Dracula: (compare a lato del palcoscenico e non notato dalle figure geometriche) Eh s , cambio aspetto : nel mare sono un pesce , sulla terra sono un pipistrello. Ho rubato veramente la memoria allimperatore e con quella anche le formule geometriche.Volevo disfarmene , ma quando mi sono accorto di quanto sono preziose , le ho nascoste. Le ho messe in una buca scavata in cima al colle Palatino.Aaaahhhh! (esce di scena). Rettangolino:Non abbiamo altra scelta: cercare Dracula , trovarlo , affrontarlo e farci restituire tutto , memoria e formule. Maestro Triangolo:Hmmmm , ho unidea , Polistellove: visto che Dracula cos ingordo e che ha trovato la tua memoria cos appetitosa , facciamogli tornare lappetito. Mettiamoci qui a raccontare le nostre storie geometriche pi belle . Lui ne sar attratto e verr nelle vicinanze per ascoltarle e rubare anche le nostre memorie. Ma a quel punto lo cattureremo e ci faremo restituire tutto. Chissi: Bene , allora cosa aspettiamo? Polistellove , vieni , oggi abbiamo tante storie da raccontarti!Ascoltiamo la prima Narratrice :La prima storia che ti racconteremo ambientata nella citt di Figuropoli , abitata da tantissime figure geometriche , di tutti i tipi. Tanto tempo fa , a Figuropoli , vivevano un rombo e un rettangolo. Un giorno il rettangolo e il rombo giocavano a nascondino nel cortile. Rettangolo: (ansimando)Uffa , vai troppo veloce. Narratrice: Che confusione queste figure! Rombo: Hai visto? Mi sembra di avere le ali ai piedi , anzi , di volare come un aquilone!Iuhuuuu! Narratrice: Alla fine il rettangolo lo prese .MA..voi credete che abbiano smesso subito?. Rettangolo:Hai visto? Ti ho preso , ti sta bene , ti sei vantato troppo! Rombo: Ma cosa dici? Ora ti d un ceffone! (i due amici si azzuffano) Rettangolo e Rombo: Ahi , uhi , ehi , ohi..... (Entrano in scena tre triangoli gemelli, annoiati , perch non sanno a cosa giocare.Ad un certo punto vedono i quadrilateri.....) I Triangolo: Che bello , mi piacerebbe giocare con loro! II Triangolo: Vorrei tanto diventare un quadrilatero e poter giocare con loro , ma sono piccolo ,di lati ne ho solo tre! III Triangolo: Perch non proviamo ad unirci? Sono sicuro che insieme potremo farlo un quadrilatero! Proviamo? (musica di sottofondo; i bambini muovendosi a ritmo di musica provano e riprovano finch non riescono a formare un quadrilatero).Ma guarda che scoperta: con tre triangoli si forma un quadrilatero; ragazzi , avete fatto un quadrilatero speciale : un trapezio! Avete visto? Baster poi dividere larea totale per tre e torneremo ad essere dei comunissimi triangoli. II Triangolo: Ecco , ora insieme abbiamo anche noi quattro lati.Ehi , bambini , ci volete a giocare con noi? Rettangolo e Rombo: S , venite! Narratrice : E il gioco a nascondino continu con tanto pi divertimento

(Dracula ricompare a lato della scena e ascolta le storie) Dracula : Ma guarda quante buone informazioni....ma come sono indifesi....le ruber come si ruba una caramella ad un bambino piccolo. Polistellove: Eppure , ad ascoltare questa storia , sento che un po di memoria mi ritornata! Amati sudditi , continuate , ascoltarvi mi fa bene! Dracula: Accipicchia , me lavevano detto che a stare attenti alle storie la memoria si rafforza e io non ci credevo! Credevo invece ...di essere cos forte....Arriver alla fine del mio piano e nessuno mi distrugger! Per...mi sento debole....... Narratore: Allora , caro imperatore , ascolta la seconda storia.Un giorno nel paese delle figure geometriche cerano due grandi amici che si chiamavano Rombo e Rettangolo.Erano al parco a fare una passeggiata , quando videro una macchina del tempo.Erano cos tanto curiosi che ci salirono sopra e ,per sbaglio , pigiarono il tasto davvio.In un attimo si ritrovarono nellantica Roma , in mezzo a una bella festa dove cera anche un imperatore. Non te , Polistellove , ma un altro imperatore:si chiamava Decagono. Decagono: Chi siete? Cosa ci fate nel mio paese? Dracula: Ora la cosa si fa davvero interessante........ Rettangolo: Io sono una figura geometrica , mi chiamo Rettangolo e questo il mio amico Rombo. Siamo arrivati qui con una macchina del tempo. Imperatore:Venite , vi accompagno nel mio palazzo , dove potrete riposare. Narratore: I due amici entrarono nella sala del trono , dove mangiarono molte pietanze.Videro anche un cartello con scritto S.P.Q.R. , che vuol dire Senato e Popolo Romano.Erano davvero tornati indietro nel tempo!Limperatore offr loro anche una stanza dove dormire; per chiese in cambio un favore.Di cosa si trattava lo avrebbe svelato lindomani , al risveglio. Lindomani.... Imperatore: Buon giorno , ragazzi. Volevo dirvi che mi dovreste insegnare a calcolare larea e il perimetro del rettangolo e del rombo. Rettangolo e Rombo:Ma certamente , te lo insegneremo!!! Imperatore: Quando? Rettangolo: Inizieremo da domani , nella sala del tempo libero Imperatore: Va bene , a che ora? Rombo: Alle ore 15,30 ; puoi preparare tu la sala? Imperatore: Sicuramente , sar la pi bella sala che avete mai visto! Narratore: Pass unaltra giornata e nel frattempo i servi dellimperatore prepararono la sala per lindomani. A sera i due amici andarono a riposare e dormirono profondamente fino al giorno dopo. Era lora di pranzo quando si svegliarono. Dopo aver pranzato si recarono nella sala dove li attendeva limperatore. I servi dellimperatore avevano messo sul tavolo un righello , un lapis , un appuntalapis , una gomma e un metro. I due amici si misero a spiegare allimperatore come calcolare il perimetro e larea. Rombo: Trovare il perimetro di noi due molto facile. Rettangolo: Per il mio basta misurare i due lati maggiori e i due minori e poi sommarli tutti insieme. Rombo: Invece il mio pi facile , perch basta misurare un lato e poi moltiplicarlo per quattro Rettangolo e Rombo: Imperatore , hai capito come si fa a calcolare il perimetro? I due imperatori : Certo! Decagono: Zitto , non questo il tuo tempo! Polistellove: Buffalbacco , io non cero in questa storia! Decagono: Ora tocca calcolare larea Polistellove: Eppure sento che la memoria sta tornando..... Dracula: Ucci ucci , sento odor di formulucce...e poi , quella memoria che ti ritorna........me la riprender con gli interessi, pi ricca di informazioni di prima! Ma che strano , mi sento ancora pi debole......

Rettangolo: Per calcolare larea di me bisogna misurare la base e laltezza e poi moltiplicarli. Questa una formula e le formule sai , quando le hai capite, sono molto utili per ricordarsi il procedimento. Rombo: Invece la mia un po pi lunga.Bisogna misurare la diagonale maggiore e la diagonale minore , poi moltiplicarle assieme e il risultato che torna bisogna dividerlo per due.Vuoi sapere perch si fa cos? Ascolta: (il bambino mima velocemente la spiegazione-potrebbe essere utile una lavagnetta) Rettangolo: Imperatore , hai capito allora come si fa a calcolare larea e il perimetro di noi? Imperatore: S , ora ho capito.Grazie , ma come posso ricompensarvi? ( i due amici ci pensano un po su , poi....) Rombo: I nostri desideri sono molti , ma vorremmo che si avverasse subito quello di riparare la macchina del tempo per ritornare a casa nostra Narratore : Cos la macchina fu riparata , i nostri amici ritornarono a casa e Decagono cap che dietro alle formule c sempre una spiegazione . Polistellove: Anchio ho capito che prima di imparare le formule bisogna ragionare..Mi sento allegro: la mia memoria si fa sempre pi forte Dracula: Ah ah , divertiti fin che puoi , ridi ridi , che la mamma ha fatto gli gnocchi.Aspetta che arrivi lass da te e vedremo se ridi ancora.....Ma perch tutta questa debolezza? Ora sono io il debole. Narratore : Ed ecco la terza storia ,ambientata....beh , lo scoprirete con noi. Cera una volta una famiglia di rombi che viveva in una villa a Rombolandia , unisola in mezzo al mare.Questa famiglia era composta dal babbo Rombolo , la mamma Rombola e dal loro figlio Rombetto. In unaltra isola , Rettangolandia , viveva una famiglia di rettangoli.Era composta dal babbo Rettangolonzo , la mamma rettangolonza e i due gemelli Rettangolino e Rettangolina. Tutte e due le famiglie decisero di partire nello stesso giorno per le Haway , per fare una vacanza. Rombola:Rombetto , Rombolo , svegliatevi , ora di partire! Rombetto: Eccomi , mamma , arrivo subito! Rombolo: Arriviamo , tesoro! Narratore: Nella famiglia dei rettangoli intanto..... Rettangolonza e Rettangolonzo: Rettangolino , Rettangolina , ora di partire! Rettangolina e Rettangolino: Arriviamo subito! Narratore: Arrivate allaereoporto , le due famiglie salirono sullaereo e dopo alcune ore arrivarono alle Haway. Arrivati alle isole i tre bambini si tuffarono in mare e l fecero amicizia. Rettangolino: Guarda Rettangolina , quello un bambino come noi: chiediamogli come si chiama. Rettangolina : Va bene! Rettangolino e Rettangolina: Come ti chiami? Rombetto: Mi chiamo Rombetto , e voi? Rettangolino: Io mi chiamo Rettangolino. Rettangolina: Io mi chiamo Rettangolina e sono la sua gemella. Narratore: I tre bambini diventarono amici per la pelle e decisero di continuare la vacanza insieme. Rettangolino: Dai Rombetto , andiamo a giocare sulla spiaggia! Narratore: I tre amici si divertirono un mondo sulla spiaggia e dopo un po andarono a fare il bagno. Rombolo e Rettangolonza: State attenti , bambini! Narratore: I tre ragazzi entrarono in acqua , ma dopo un po furono colpiti da unonda gigantesca e svennero.Quando si svegliarono erano in un paese mai visto prima. Rettangolina: Ma dove siamo finiti? Rettangolino e Rombetto: In quel cartello c scritto....Il paese delle Figure Geometriche. Rombetto: A me piace molto la geometria. Rettangolina: Ma sotto il cartello c anche scritto che dobbiamo superare due prove per tornare dalle nostre famiglie.

Narratore: I tre amici girando per il paese si trovarono davanti una porta con su scritto I PROVA: calcolare il perimetro di un quadrato sapendo che il lato misura tre centimetri. Rettangolino:Ma la soluzione facile! Basta fare 3x4 perch il perimetro di un quadrato si trova facendo latox4. Rombetto: Giusto , la soluzione 12 centimetri! Narratore: La prima porta si apr e i tre amici si trovarono davanti ad unaltra porta. Ma su quella porta c scritto di trovare il perimetro di un rettangolo sapendo che la base di 9 metri e laltezza 5 metri. Rettangolina: La soluzione semplice. Rettangolina:Infatti basta fare (9x2)+(5x2) che fa 28. Rombetto: La soluzione 28 metri. Narratore: Prima di arrivare allultima porta Rombetto e Rettangolino si accorsero che Rettangolina era scomparsa. Rettangolino: Dove sei Rettangolina?Dove sei? Rombetto:Guarda , c un biglietto in terra che dice che per salvare Rettangolina dobbiamo superare unaltra porta , la grandissima Porta Donella , regina nel calcolare larea. Narratore: Rettangolino e Rombetto avanzarono lentamente e si trovarono davanti la gigantesca Porta Donella con su scritto di calcolare larea di un rombo sapendo che la diagonale maggiore misura sei metri e la diagonale minore due metri. Rettangolino: Io so la formula per calcolare larea del rombo , ma il perch non lo so.So che si fa diagonale maggiore per diagonale minore e quello che torna si divide per due , ma perch si fa cos non lho mai saputo!La memoria va bene , ma ora vorrei ragionare , cos sono sicuro di ricordare ancora meglio. Rombetto: Ascolta e guarda: diagonale maggiore come la base del rettangolo e diagonale minore come laltezza.Se le moltiplico fra loro quale area trovo? Rettangolino: Quella del rettangolo. E allora baster poi dividerla per due!Ora ho capito!Allora , fammi calcolare: (6x2) :2 dovrebbe fare..... Rombetto : 6! 6 metri quadrati , questa la soluzione! Dracula: E vero! Non ci avevo mai pensato!Evviva la geometria!Ma cosa sto dicendo? Io sono cattivo ....hmmmm...la mia ghiandola della cattiveria si sta restringendo ....Il fatto che ogni Dracula destinato a diventare buono se si appassiona cos alle storie di geometria; mi avevano avvisato , me lavevano detto quando ero piccolo! No , io sono cattivo ,cattivo , punto e basta! Che strano , sto cambiando ancora..... Narratore: La porta Donella si apr e Rettangolino e Rombetto trovarono Rettangolina sana e salva.Su un altro cartello cera scritto che per tornare indietro dovevano riaddormentarsi.Allora i tre amici si sdraiarono in terra e dopo poco si addormentarono.Quando si svegliarono erano sulla spiaggia. Rettangolino e Rettangolina: Mamma , babbo , siamo tornati! Rombetto : Mamma , babbo , sono tornato! Rettangolino:Siamo stati in un luogo fantastico ed abbiamo superato tante prove. Narratore: Dopo aver raccontato tutto ai genitori gli amici tornarono a casa e vissero felici e contenti. Polistellove: Che bravi sono stati ,hanno controllato la paura, hanno ragionato e le porte si sono aperte! Dracula: Paura? Ma io sono lasso del terrore!Ve la vedrete con me , grattacapi! Narratore: Ecco infine lultima storia. Nel Paese delle figure geometriche accadono cose stranissime.Vi racconter la storia di Chissi-rettangolina , della yellow-capra , di Toby-rombo e del conte Dracula! Dracula: Conte Dracula? Ma sono io! Nella leggenda sono proprio un conte! Chiss cosa diranno! Povero me, temo che distruggano la mia fama......... Conte Dracula 1:Oggi una bella giornata nel mio castello , perch ho gi succhiato informazioni geometriche a una yellow capra.Lho incontrata al pascolo con un omino quadrato che badava le

pecore .Al ritorno lomino , Quadratino di nome , non ha trovato pi la yellow-capra , perch lavevo presa io. Ma ora non so pi dov! Mannaggia , ci potevo fare un bellarrosto!Ma la trover!Ah ah ah! (Esce di scena) Narratore: Io lo so dov andata:Era andata nella foresta geometrica a giocare a nascondino con Tarzan e Cita e sapete dov finita? Dietro un cespuglio e da l ha cominciato a prendere le misure della foresta. Chissi-rettangolina: La yellow-capra mia amica ed molto strana.Noi tutti stiamo cercando di prendere le misure della foresta ,perch sappiamo che l in qualche posto c nascosto un tesoro e le misure potrebbero servirci. Narratore: Ma lei vuol fare di testa sua e anche laltro giorno lhanno ripresa in fondo a un burrone : meno male che venuto ad aiutarli lamico rettangolo, altrimenti sarebbe sempre l! Aveva in tasca tutte le misure ed anche la forma esatta della foresta,ma Dracula le ha succhiato tutte le informazioni e la sua capacit di ragionare! Chissi-Rettangolina:Questa volta mi sono fatta dare tutte le misure. C anche il disegno , guardate!Le useremo noi e poi daremo la caccia a Dracula. Narratore: Chissi and da Toby-rombo , che un bravo investigatore. Tutti lo chiamano Tenente Colombo-rombo da quanto bravo!Chiese a lui di aiutarla a trovare il tesoro delle figure. Toby-rombo: Mi chiamano Tenente Colombo ; io con la mia assistente risolver il mistero del tesoro delle figure. Sono doro massiccio , ecco perch fanno gola! Chissi: Ne sei sicuro tenente? Toby-rombo: S che ne sono sicuro.Inoltre nel punto esatto dove c il tesoro c una pietra magica che comincia a emettere raggi luminosi solo se si avvicinano coloro che hanno calcolato esattamente larea della foresta. Capite? Indica solo a loro il punto esatto dove il tesoro. Chissy rettangolina: Ma che strano; La foresta ha proprio la forma della tua pistola!Dai , calcoliamo ,larea! Toby-rombo: Dunque.fin qui un rettrangolo.....largo 50 metri e lungo 100 Chissi : 100x50 .......cinquemila metri quadrati. Toby-rombo:Andiamo avanti.Questo pezzo un altro rettangolo : largo trenta metri e lungo 120 metri! Chissi :Questo calcolo un po pi lungo ......aspetta.....120x10 fa 1200.....poi moltiplico per tre......3600 metri quadrati........ Toby-rombo:Che aggiunti agli altri fanno 8600 metri quadrati Che credete , sono bravo anchio nel calcolo . Ed ora lultimo pezzo , che un trapezio! Chissi :Tenente , non credevo che tu fossi cos bravo in geometria!Vediamo un po . faccio tutto da sola: base maggiore pi base minore , per altezza diviso due.....(fa un po di calcoli , si concentra , si sforza un po e poi............) 1400 metri quadrati , che sommati agli 8600 fa diecimila metri quadrati!Ora lo sappiamo , entriamo nella foresta, giriamola tutta ; questa volta troveremo davvero il tesoro. Toby-rombo:Ecco la pietra , andiamo! Tutti:Finalmente il tesoro! Chissi: E Dracula dov andato a finire? E stato troppo facile:per me sta architettando qualcosa di veramente maligno , per poi coglierci di sorpresa. E il mio istinto di gatto che me lo dice! Narratore: Dracula, senza saperlo, era arrivato vicino al tesoro , ma non poteva vedere la pietra........... Dracula: E cos il tesoro andato in fumo! Chissi: Ma quello laltro Dracula!Ce la stiamo facendo!Possiamo davvero catturarlo! Dracula 1:Veramente in questa storia il vero Dracula sono io!Ma che cosa sta succedendo? Tesoro?Dov il tesoro?Non ci capisco pi niente. Toby-rombo:Catturiamoli tutti e due! (Grande movimento di tutti gli attori per la cattura) Dracula:No , non posso subire questa umiliazione!

Polistellove: Voi avete trovato il tesoro doro massiccio , ma io ho ritrovato unaltro tesoro ancora pi importante: la memoria.Queste storie, i ragionamenti che ho seguito e poi anche la cattura di Dracula me lhanno restituita! Narratore: Ed ecco il finale di questa storia fatta di storie.. Polistellove: Con un po di fantasia la tristezza andata via! A Figuropoli sono stato e ad osservare mi sono allenato. Continuando la mia avventura ho ragionato senza paura e con le formule riscoperte tutte le porte si sono aperte. Per la cattura di Dracula conte sono venuto gi da un monte e in una foresta per la via ho visto tesori di geometria. Adesso a voi che mi avete aiutato io rivolgo il pi grato saluto. (si inchina alle figure geometriche , che ricambiano il saluto in silenzio , poi tutti si rivolgono al pubblico) Con tutto il mio affetto e gli auguri di bene finiamo la storia come si conviene: Tutti: Larga la foglia , stretta la via, dite la vostra, che ho detto la mia!