Sei sulla pagina 1di 8

Comunit di Piumazzo

Parrocchia di S. Giacomo
www.parrocchiapiumazzo.com
Anno XXXXII n 6 Dicembre 2012

Il Natale della Speranza


Lo Spirito di Dio invita a spalancare il cuore ad un entusiasmo fondato nel Signore, mettendo da parte ogni pensiero di preoccupazione e paura che possa turbarci. Una luce si levata per il giusto, gioia per i retti di cuore. Lo facciamo per i nostri bambini, per i giovani, per gli anziani che dobbiamo sostenere, ma soprattutto per Dio. Per amore a Lui, per fede in Lui, vogliamo vivere questo Natale in una grande gioia ed entusiasmo. La chiesa chiusa un segno di penitenza e invito ad una conversione. Orientarci ad una fede innanzitutto pura, interiore e personale, fatta di preghiera, di fedelt ai propri doveri, di amore fraterno. La prima chiesa la nostra anima e la comunit viva delle persone; attraversa le strade della fatica, certa del sostegno e dellaiuto di Dio. Anzi consapevole che lora della prova anche quella in cui Dio manifesta al massimo la sua Presenza di salvezza. Viviamo questo Natale come un particolare impegno di amore fraterno; la nostra Caritas si sta attivando per proporre iniziative educative alla solidariet: per i bambini, i giovani, le famiglie, i poveri, i malati, gli stranieri. Tante sono le sofferenze degli uomini, altrettante occasioni per vivere la gioia di fare del bene. Il Natale 2012, nellAnno della fede, sia contrassegnato da una costellazione di opere damore, piccole, semplici, gioiose, vicine, tranquille. Sar anche il modo migliore per intercedere, affinch tutti gli uomini abbiano pace e serenit e la nostra Comunit possa, nel prossimo Natale, celebrare di nuovo dentro la sua bella chiesa. Siamo grati a coloro che in questo Natale saranno ispirati ad una offerta per sostenere i gravosi lavori nella nostra chiesa, che ci stiamo attivando con tutte le forze di iniziare il prima possibile. don Remo Resca

Scuola Materna: finito linserimento inizia il Natale


A dicembre si ormai concluso il percorso di inserimento dei piccoli grilli al nido, piccoli che hanno iniziato nel migliore dei modi il loro percorso scolastico ed anche le mamme hanno finalmente ritrovato il sorriso. Viene allora da pensare che (forse) la paura del distacco e dellabbandono sia un problema nostro, delle mamme: la reazione dei pargoli dipende da noi, da come e da che cosa raccontiamo loro rispetto al mondo, agli altri, alla curiosit verso nuove esperienze. Unimmancabile iniziativa che si ripete ogni anno la vendita delle torte che viene organizzata allinizio dellinverno con la finalit di raccogliere fondi allo scopo di coprire alcune spese, quali lacquisto di materiale didattico o di libri e giocattoli. La scuola ha pensato inoltre di coinvolgere le mamme, che hanno aderito entusiaste e numerose, a realizzare oggetti vari, anchessi da porre in vendita nei banchi allestiti al termine della messa festiva di sabato 8 e domenica 16 dicembre. Oltre allesigenza di autofinanziamento, tale evento trova motivazione anche nello spirito di collaborazione tra le famiglie. Questanno la Direttrice Pedagogica e le Insegnanti della scuola si sono attivate per promuovere uniniziativa molto importante che si sostanzia in un gemellaggio della nostra scuola con la scuola materna paritaria Sacro Cuore di Massa Finalese duramente colpita dal sisma dello scorso maggio. Verr allestita per questo progetto una scatola per la raccolta, ad offerta libera, delle donazioni; come ha scritto Don Remo Vorremmo trasformare il doloroso evento in strada di coesione per la comunit, attraverso la partecipazione di tutti. Infine, come saprete, il mese di dicembre impegna i bambini in progetti sul tema del Natale e si conclude con lo svolgimento, nel pomeriggio di domenica 16 dicembre, della tradizionale festa natalizia presso il teatro parrocchiale che, attraverso la proiezione di filmati ed immagini suggestive, vorr fare condividere alle famiglie i momenti che i bambini vivono quotidianamente nella scuola. Maria Cecilia (una mamma)

Novena dei bambini


Da luned 17 a gioved 20 dicembre piccola Novena per i bambini in preparazione al Santo Natale. Tutti i pomeriggi dalle 16.15 alle 17.30 assieme ai bambini dai 6 ai 10 anni giocheremo e rifletteremo sullAmore di Dio che si concretizza in piccoli gesti quotidiani. Insieme, bambini e catechisti, scopriremo che Amare questione di Mente, Cuore e Forza. Anna

Il Gruppo Evangelizzazione propone di seguito una sintesi dellomelia tenuta dallarcivescovo di Bologna, cardinale Carlo Caffarra, nel Santo Natale 2011. E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo la sua gloria, gloria come di Unigenito dal Padre. Cari fratelli e sorelle, la nostra condizione umana e la qualit della nostra vita dipendono dal fatto se riteniamo che queste parole narrano un evento realmente accaduto oppure sono il risultato di speculazioni religiose o mitologiche. Che cosa dicono quelle parole? Che il Verbo, il Figlio di Dio, ha assunto una natura umana per realizzare in essa la nostra salvezza. Lapostolo Paolo narra queste evento in maniera drammatica: [Cristo Ges], pur essendo di natura divina, non consider un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio; ma spogli se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini [Fil 2, 6-7]. Dunque, uno di noi: concepito e partorito da una donna, che ha lavorato con mani duomo, ha pensato con mente duomo, ha amato con cuore duomo, Dio. Si fatto uomo rimanendo vero Dio: Dio con noi; Dio venne ad abitare un mezzo a noi.[] E dalla fede nel fatto dellincarnazione del Verbo che dipende interamente il nostro destino. Per quale ragione? Perch dalla verit o meno di quel fatto dipende se luomo, e come singolo e come societ, affidato esclusivamente a se stesso e alle sue capacit oppure se la sua sorte, e personale e sociale, ormai definitivamente condivisa con Dio medesimo. Siamo tutti imbarcati, ma sulla nostra barca c Dio stesso o siamo soli? [] Cari fratelli e sorelle, anche locchio pi sano ha bisogno di essere illuminato da una sorgente luminosa per vedere: non pu produrre da se stesso latto della visione. Cos anche la nostra ragione guida assai incerta se non illuminata dalla luce del Verbo fattosi carne. Disperata o rassegnata, lasciata a se stessa la nostra ragione giunge alla fine a negare lesistenza della verit o comunque la capacit di conoscere verit che non siano a misura della nostra intelligenza. Come abbiamo sentito, tutto stato fatto per mezzo del Verbo. Se si toglie questo fondamento ultimo dellintima intelligibilit del reale, tutto svanisce nellindifferenza e nel non senso. una sorta di collasso della realt nel non senso. A quanti per lhanno accolta, dice il Vangelo, ha dato il potere di diventare figli di Dio, a quelli che credono nel suo nome. Questo il vero cambiamento della condizione umana: ha dato il potere di diventare figli di Dio. Si istituisce un nuovo rapporto con Dio, fondato sul fatto che facendosi uomo, il Verbo ha reso partecipe luomo della sua condizione divina. [] Cari fratelli e sorelle, che la nostra beatitudine eterna sia decisa dallaccettazione di un fatto storico, lo scandalo permanente della proposta cristiana. Ma oggi in atto una presentazione della proposta cristiana che viene privata di ogni scandalo. Ci avviene ogni volta che si riduce il cristianesimo ad una dottrina religiosa o morale, mettendo in secondo piano la persona del Verbo incarnato. Ci avviene anche nella solennit odierna quando il grande fatto dellincarnazione diventa occasione per parlare daltro: la pace, la fraternit, laccoglienza, e cos via.

A che punto siamo con la Chiesa?


La chiesa di pietre, oltre allaspetto funzionale, di contenere unassemblea per un rito, ha un profondo significato spirituale. Perch ne sentiamo tanto la mancanza? Ha un valore di segno, insostituibile nel nostro rapporto con Dio. Luogo dellincontro, manifestazione del sacro, spazio umano e divino, crocevia fra tempo ed eternit. Il nostro teatro accogliente, i cortili sono suggestivi, ma la sacralit trascendente, che trasmette una architettura dettata dalla fede, unaltra cosa. Anche le anime pi semplici ne sentono il richiamo. E nostro dovere pertanto impegnarci al massimo per potere riavere presto la nostra chiesa. don Remo

Cercher di formulare una sintesi di quanto accaduto riguardo la chiesa parrocchiale nei mesi trascorsi dagli eventi sismici del maggio scorso ad oggi. Nei giorni immediatamente successivi alle scosse pi intense, il Sindaco di Castelfranco, a scopo cautelativo, considerata la particolare vulnerabilit di questo tipo di edifici ed il perdurare dello sciame sismico, ha emesso unordinanza di chiusura temporanea di tutte le chiese del territorio comunale. Lordinanza prevede, per poter procedere alla ri-apertura, che si produca una relazione sulla stabilit e la sicurezza delledificio al fine di escludere rischi per lincolumit delle persone. Gi nel corso del primo sopralluogo, pochissime ore dopo la prima scossa, abbiamo riscontrato la presenza di nuove lesioni e fessurazioni su elementi strutturali e laggravarsi di alcune patologie gi presenti, fino a quel momento tenute in osservazione e da considerare non necessarie di interventi urgenti. In particolare, si sono create lesioni alle volte del transetto ed alle volte della navata centrale poste a contatto con il tamburo; inoltre, sono state riscontrate fessurazioni anche su parte delle volte delle navate laterali, soprattutto in prossimit del campanile. E stato poi verificato, approfittando della vicinanza dei ponteggi per i lavori di restauro della canonica, che alcune fessurazioni presenti sugli spigoli sud-est e sud-ovest del tiburio, hanno subito un notevole allargamento, divenendo vere e proprie lesioni. Per i motivi elencati sopra (senza entrare nel merito di altre diffuse fessurazioni di importanza

secondaria), pur non essendosi verificati crolli, la struttura della chiesa ad oggi non pu essere ritenuta sicura per la pubblica incolumit degli occupanti senza che prima si proceda ad eseguire interventi di riparazione e consolidamento. Lintervento previsto non pu limitarsi ad una semplice riparazione del danno, ma dovr mirare alla risoluzione, anche parziale, di alcune carenze strutturali ed alcune vulnerabilit messe in evidenza dal sisma e riscontrate durante le numerose verifiche tecniche. Per tale motivo, da subito ci siamo attivati per redigere un progetto preliminare che consentisse di formulare preventivi e richiedere pareri agli Enti (la chiesa un bene vincolato, pertanto la progettazione deve attenersi alla procedura prevista dal Ministero dei Beni Culturali per questo tipo di edifici). Nei mesi scorsi, ledificio stato oggetto di sopralluoghi da parte dei periti assicurazione (11/07/2012), della commissione tecnica della Curia di Bologna (16/07/2012) ed infine della commissione tecnica Direzione Regionale Beni Culturali (27/09/2012). Il quadro normativo da rispettare complesso e, per certi versi, ad oggi ancora in corso di completamento (soprattutto per quanto riguarda le procedure regionali di richiesta fondi per gli edifici vincolati danneggiati dal terremoto). In data 8 novembre abbiamo avuto un incontro per la valutazione preliminare del progetto presso la Direzione Regionale Beni Culturali nel corso del quale sono state discusse soluzioni alternative per la riparazione dei danni su alcune parti ed il consolidamento di altre. In questi giorni stiamo lavorando per completare il progetto, dotandolo di tutti gli elaborati previsti dalle norme e dei risultati delle prove richieste della Soprintendenza (esecuzione di saggi stratigrafici preliminari). Auspichiamo di vedere approvato ed autorizzato il progetto entro la prima parte del nuovo anno; appena possibile procederemo ad una presentazione pubblica dell intervento in attesa, una volta selezionata limpresa (con procedura di gara supervisionata dallufficio tecnico della Curia), di dare inizio al cantiere. Stefano Tampieri, ingegnere

Il Concilio Vaticano II a Piumazzo


Nellambito dellAnno della Fede (11 ottobre 2012 / 24 novembre 2013) anche nella nostra Parrocchia sono previste varie iniziative. Una di esse far conoscere ai parrocchiani e a tutti i fedeli i Documenti del Concilio Vaticano II. Sappiamo che il Papa Benedetto XVI ha aperto lAnno della Fede proprio nel giorno del cinquantesimo anniversario dellapertura del Concilio. Abbiamo scelto di presentare nelle quattro serate svoltesi nel mese di novembre (mese di riflessione) le quattro Costituzioni del Concilio: SACROSANTUM CONCILIUM sulla riforma della liturgia DEI VERBUM sulla Parola di Dio LUMEN GENTIUM sulla Chiesa GAUDIUM ET SPES sulla Chiesa nel mondo Liniziativa ha suscitato molto interesse da parte dei parrocchiani e ci ha dato fiducia per programmare altre serate durante lANNO DELLA FEDE su alcuni importanti documenti della Chiesa. Jasmin

IL NATALE A PIUMAZZO Anche questanno il gruppo Amici del Presepe organizza il grande Presepe meccanico, che come di consueto sar situato nellOratorio . Qui, al centro del Presepe, visibile la Nativit completamente rinnovata in un sfondo ricco di luci, suoni, colori dove la presenza dellacqua si fa spazio in nuovi scenari sia naturali, che legati alle antiche attivit artigianali delluomo. Inoltre presso le Sale parrocchiali saranno visitabili le Mostre Il mondo dei giochi di una volta e Tutti a scuola: ricordi

della scuola di un tempo tra Piumazzo e Madonna della Provvidenza...

saranno presenti piccoli presepi, calendari, libri, dipinti, il Mercatino delle Ragazze del ricamo e tante curiosit!!! Orari del Presepe e della Mostra: Domenica 16 Dicembre 10.00 / 12.00 e 14.30 / 19.30 da Domenica 23 Dicembre a Domenica 6 Gennaio: Festivi 10.00 / 12.00 e 14.30 / 19.30 Feriali 15.00 / 18.00 Domenica 13 Gennaio 10.00 / 12.00 e 14.30 / 19.30 Per informazioni: 059/931208

La Caritas a Piumazzo...
...distribuisce prodotti alimentari alle persone in difficolt. E nata nel 2010 per il desiderio di avere in parrocchia un segno tangibile di Carit, nello spirito della lettera di San Paolo. Se ne occupa un piccolo gruppo di volontari: chi rimane in sede a distribuire gli alimenti (ogni marted dalle 15 alle 17, salvo diversa indicazione) e chi opera dietro le quinte tenendo i contatti col Banco Alimentare o andando a Parma, 1 volta al mese, a caricare i prodotti che ci vengono assegnati. In Caritas abbiamo anche un mercatino dellusato, con prezzi bassissimi, aperto a tutti. I soldini guadagnati ci servono perch il Banco Alimentare e anche la generosit dei parrocchiani sono un grosso aiuto, ma non basta, dobbiamo quasi CARITAS sempre comprare per es. latte e tonno e raramente riusciamo ad acquistare lolio. Le finalit della Caritas sono gli aiuti concreti, ma per noi importante anche laria che vi si respira. Speriamo che non sia considerata una stanzetta oscura in fondo alla via (via Carlo Marx), ma un bel luogo dove capitare. Gruppo Caritas
Albo della Generosit
Matrimonio Gollini Simone Bottazzi Elisa 200,00. In suffragio Boni Guido 100,00. In suffragio Renzo Negrini 200,00. Dalla rassegna Teatrale 2012 1324,00. Matrimonio Gianluca Cangiano e Sabina Frondi 200,00. In Suffragio Guido Bartolacelli 250,00. Battesimi: Anna 100,00, Emma Luna 50,00; Tommaso 80,00; Brian 100,00; Mattia 50,00; Federica 50,00, Manuel 50,00; Martina 100,00; In suffragio Ferrari Dario 250,00; in Suffragio Bonvicini Ivo 100,00: Dal Burraco le amiche di Flora 1400,00; Le signore del Burraco per Asilo 800,00; Famiglia Bartolacelli per Asilo 250,00; In suffragio Lodi Bruna 50,00; Matrimonio Butrigo Cristian 100,00; Matrimonio Landi Emanuele e Costa Giorgia 250,00; Matrimonio Masellis Cecilia e Ndonsong Alan 450,00; In suffragio Lodi Gino 500,00; Dal Torneo di Basket 1500,00; Matrimonio Barbieri Francesco e Sonia Barbieri 100,00; In suffragio Alberta Stagni Fam. Rubbiani, Stagni, Cossarini, per lavori alla chiesa 2500,00; Malavasi e Lorenzi per Alberta e 100,00; In suffragio Felice Tedeschi 100,00; Matrimonio Raul Sanz e Monica Ghedini 200,00; In memoria Ballestri Bruno 150,00; In memoria Zagnoni Vittorio e 50,00; In suffragio Grazioli Annamaria 100,00; In suffragio Ivo Caselli 100,00; In suffragio Lambertini Maria 200,00; Mainieri Luigi 50 di matrimonio 50,00; Offerta AVIS 150,00; Matrimonio Enrico Zanni e Daniela Di Croce 100,00; Matrimonio Perdetti Jessica e Mutolo Davide e 50,00; In suffragio Melotti Lino 100,00; Matrimonio Bonfiglioli Gianluca e Sabrina Rocchi 200,00; Battesimo Emma 50,00; Diego 100,00; Agata 150,00; Laura 25,00; Greta 50,00; Giorgia 100,00; In Suffragio Fernanda Pucci: Luciana e Carla 100,00; famigliari 100,00; Offerta Fam Cacciari 300,00; Gianni Cavazzoni e Teresa per anniversario 100,00; In suffragio Santi Irma e 200,00; In suffragio Ida Montorsi 100,00; Offerta per chiesa 50,00; Dagli eredi di Olga Fantuzzi per chiesa 3000,00; Luigi Vignoli per chiesa 500,00; Fam Tabellini Luca per chiesa 200,00; NN per chiesa 1000,00; NN per chiesa 2000,00; Lucchi Evelina per chiesa 100,00; Gianni Cavazzoni per chiesa 100,00; Bartolacelli Franco per chiesa 70,00; Dalle buste per chiesa 2320,00; Dagli amici dellAceto Balsamico 1200,00; Le ragazze del Cucito, per acquisto auto delle Suore 360,00; Gruppo Giovani per chiesa 100,00; Fam. Cavazzoni in suffragio di Cesarino 300,00. (Ci scusiamo se abbiamo fatto

qualche errore e dimenticanza; segnalatelo per rimediare; ringraziamo tutti, incoraggiandoci a proseguire nella via della generosit, una delle nostre qualit pi belle; ancora grazie )

Avvento -Natale -Epifania 2012-2013


Lo Spirito ci spinge ad amare
NOVENA DELLA IMMACOLATA Gioved 29 Novembre Venerd 7 Dicembre S Messe in Cripta: ore 18,30 il Luned, Marted e Venerd e ore 20,00 il Mercoled e Gioved. Tema Maria maestra e modello di amore. Impariamo a pregare come Maria. 8 Dicembre 2012 Sabato: SOLENNITA IMMACOLATA CONCEZIONE Messe ore 9,30 e 11,00 con infiorata in Teatro. Fra le due messe, allAsilo: Cioccolata in tazza per grandi e piccoli. I Segni dellAvvento 2012 1 Domenica Amare significa avere fiducia Luce rossa 2 Domenica: Amare significa sentire avvicinarsi Luce verde 3 Domenica Amare significa compassione Luce rosa 4 Domenica Amare significa correggere e servire Luce bianca Natale del Signore Amare significa vivere insieme, intrecciando la nostra vita Novena di Natale per Bambini e Adulti Dal luned 17 al gioved 20 Dicembre in Teatro Parrocchiale, dalle ore 16,15 alle 17,30. SS Messe di Novena: dal 17 al 21 dicembre, ore 20,00 ogni sera in Cripta. Confessioni e comunioni ai malati, dal marted 18 al venerd 21 dicembre Confessioni di Natale Luned 24 Dicembre: ore 9,00 - 12,00 e 14,30 - 17,00 NATALE DEL SIGNORE Luned 24 Dicembre ore 17,00 Messa prefestiva della vigilia Luned 24 Dicembre ore 24,00 Messa di Mezzanotte nel Teatro parrocchiale Marted 25 Dicembre ore 9,30 11,00 di Messe del Giorno nel Teatro Parrocchiale S. Stefano mercoled 26 Dicembre Ore 10,00 S. Messa in Teatro Parrocchiale Ore 16,00 CONCERTO DI NATALE DELLA BANDA in teatro Parrocchiale Luned 31 Dicembre 2012 Ore 18,00 S Messa di Ringraziamento Marted 1 Gennaio 2013 Ore 10,00 S. Messa Maria Madre di Dio. Ore 17,00 S. Messa della Pace EPIFANIA DEL SIGNORE Ore 18,00 di Sabato 5 Gennaio 2013 S. Messa Prefestiva in Cripta Ore 10,00 di Domenica 6 Gennaio: S. Messa con larrivo dei Magi in Teatro Parrocchiale e Calza della Befana allAsilo. Ore 14.30 Grande Tombola con estrazione della lotteria pro Asilo presso la Casa B.V. delle Grazie Battesimo di Ges Domenica 13 Gennaio: SS Messe ore 9,30 e 11,00 in Teatro Parrocchiale