Sei sulla pagina 1di 6

Sbastien Faure La sintesi anarchica

Sintesi anarchica", la risposta di un certo settore dell'anarchismo alle teorie del "progetto di piattaforma Organizzativa per unUnione Generale degli Anarchici", pubblicato da "Delo" gruppo Truda in Francia nel 1926. Ma questo stato tradotto con il testo di cui "Volont Anarchiste", n 12, 1980, Edition la Federazione anarchica du Groupe de Fresnes-Antony.

Le tre correnti anarchiche


In Francia, come in molti altri paesi, si sono distinte tre principali correnti anarchiche, che possono essere chiamate cos: Anarco-sindacalismo; Comunismo libertario; Individualismo anarchico. E 'stato naturale e inevitabile che, dopo aver raggiunto un certo stadio di sviluppo, una vasta idea come l'anarchia doveva finire con questa triplice manifestazione della sua esistenza. Un movimento filosofico e sociale, vale a dire delle idee e azioni, che cerca di eliminare ogni istituzione autoritaria, dovrebbe necessariamente dar luogo a quelle distinzioni che obbligatoriamente determinano la variet di situazioni, ambienti e temperamenti, la diversit delle fonti su cui si formano innumerevoli singoli e il prodigiosa corpo di eventi nutrito. Anarco-sindacalismo, comunismo libertario e l'individualismo anarchico, queste tre correnti esistono e niente e nessuno pu impedire loro di farlo. Ognuno di esse rappresenta una forza, una forza che non n possibile n auspicabile distruggere. Per convincersene, sufficiente porsi - come un anarchico puro e semplice - al centro dello sforzo gigantesco che deve essere effettuato al fine di demolire il principio di autorit. Si potrebbe quindi venire a conoscenza del contributo indispensabile che ciascuna di queste correnti possono dare alla lotta per andande avanti. Queste tre correnti sono distinte, ma non opposte. Ho, quindi, tre domande da porre: La prima da anarco-sindacalisti a comunisti libertari e anarcoindividualisti; la seconda da comunisti libertari ad anarco-sindacalisti e ad anarco-individualisti;

la terza da anarc- individualista ad anarco-sindacalisti e comunisti libertari. Ecco la prima: "Considerando l'anarchismo come movimento sociale e di azione l'assalto popolare, quando arriva il momento che offre all'anarchia l'assalto inevitabile capitalista, al inevitabile e decisivo al capitalista, al mondo autoritario che noi chiamiamo la rivoluzione sociale, pu fare questo senza l'aiuto delle grandi grandi masse, che sono raggruppate insieme nelle organizzazioni del lavoro? " Io credo che sarebbe una follia sperare nella vittoria senza la partecipazione nella rivolta liberatoria della partecipazione attiva, efficiente, brutale e persistente - di queste masse operaie, che insieme hanno un interesse maggiore di chiunque altro nella trasformazione sociale. Non dico n credo che, in vista della necessaria cooperazione nel periodo di fermento rivoluzionario e di azione, che sia le forze sindacali e sia le forze anarchiche dovrebbe gi unirsi, associarsi, mescolarsi e formare un'entit omogenea e compatta. Ma io penso e dico, insieme con il mio vecchio amico Malatesta: "Gli anarchici dovrebbero riconoscere l'utilit e l'importanza del movimento sindacale, dovrebbero incoraggiare il suo sviluppo e farne una delle leve della loro azione, cercando di garantire la cooperazione tra il sindacalismo e le altre forze di progresso per una rivoluzione sociale che comporta la soppressione delle classi, la libert totale, l'uguaglianza, la pace e la solidariet tra tutti gli esseri umani. Ma sarebbe un'illusione dire di credere, come fanno in molti, che il movimento operaio "di per s, in virt della sua stessa natura, porter ad una rivoluzione. Al contrario: in ogni movimento in base nei materiali interessi immediati (e un vasto movimento operaio "non pu essere determinato su qualsiasi altra base), l'agitazione, di unit e di azioni concertate di uomini di idee che lottano e si sacrificano per l'ideale sono essenziali. Senza questo effetto leva, tutti i movimenti tendono inevitabilmente ad adattarsi alle circostanze, allevare uno spirito conservatore, la paura del cambiamento tra coloro che cercano di conquistare migliori condizioni; nuove classi privilegiate che sono spesso creati adeguatamente per ottenere il sostegno e consolidare lo status quo che stiamo cercando di distruggere. Da qui la necessit urgente di organizzazioni anarchiche in particolare che sia all'interno che all'esterno dei sindacati, lottino per la realizzazione completa dellanarchia e cercare di sterilizzare qualsiasi germe di corruzione e di reazione. " Come potete vedere, non tanto un caso il collegare organicamente il movimento anarchico al movimento sindacalista, come il collegamento tra sindacalismo e anarchismo, ma solo una questione di lavoro per la completa realizzazione dell'ideale anarchico sia all'interno dei sindacati che fuori. Quindi chiedo ai comunisti libertari e gli anarchici individualisti quale ragione di principio o di fatto, quale essenziali, fondamentali ragioni

possono avere per opporsi allanarco-sindacalismo cos concepito e praticato? Ecco la seconda domanda: nemico, dello sfruttamento "Quando lindomabile nemico, dello sfruttamento da parte di un uomo dominio dellaltro che viene generato dal regime capitalistico, e del dominio di un uomo su un altro che viene generato dallo Stato, l'anarchismo pu concepire la soppressione effettiva e totale del primo senza il soppressione del regime capitalista e la messa in comune (il comunismo libertario) dei mezzi di produzione, il trasporto e lo scambio? E pu concepire l'effettiva abolizione e totale di questi ultimi, senza la abolizione definitiva abolizione dello Stato e tutte le istituzioni che ne derivano? " E chiedo aglii anarco-sindacalisti e gli anarchici individualisti1 quali ragioni di principio o di fatto, che essenziali, fondamentali ragioni possono avere di opporsi al comunismo libertario cos concepito e praticato? Ecco la terza e ultima questione: "Come anarchia , da un lato, l'espressione pi alta e pi chiara della reazione dell'individuo contro l'oppressione politica, economica e mentale che viene esercitata su di lui attraverso le istituzioni istituzioni l'affermazione del autoritarie e, dall'altro, l'affermazione pi ferma e pi precisa del individuo della diritto di ogni individuo al suo pieno conseguimento della soddisfazione bisogni dei suoi bisogni in tutti i campi, l'anarchia pu concepire la realizzazione efficace e totale di questa rezione e questa affermazione con qualsiasi una altro mezzo di una cultura individuale perseguita nella misura massima possibile verso una trasformazione sociale che rompe ogni ingranaggio di costrizione e di repressione? " E chiedo a anarco-sindacalisti e comunisti libertari per quali ragioni fondamentali di principio o di fatto possono opporsi all'individualismo anarchico cos concepito e praticato? Invito queste tre correnti di unirsi a loro.

La sintesi anarchica
Da tutto ci che finora stato detto e, in particolare, delle tre domande di cui sopra, a quanto pare: anarcoqueste tre correnti: anarco-sindacalismo, comunismo libertario e contraddittorie l'individualismo anarchico, correnti distinte ma non contraddittorie non hanno nulla che li rende inconciliabili, nulla che li mette in opposizione tra di loro, nulla di ci che proclama la loro incompatibilit, nulla che possa impedire loro di vivere in armonia, o vivere addirittura unirsi per la propaganda e l'azione comune; l'esistenza di queste tre correnti, non solo non danneggia in alcun dellanarchia modo e in qualsiasi grado la forza totale dellanarchia - un movimento qualsiasi previsto evisto, filosofico e sociale previsto, ed giusto cos, in tutta la sua ampiezza, alla ma pu e logicamente deve contribuire alla generale forza dellanarchia anarchia; dellanarchia;

queste ciascuna di queste correnti ha il suo posto, il suo ruolo, la sua missione all'interno di tale ampio, profondo movimento sociale che va "anarchia", sotto il nome di "anarchia", il cui obiettivo la creazione di un ambiente assicurare libert sociale in grado di assicurare il massimo benessere, la libert di tutti e di ciascuno; in queste condizioni, anarchia pu essere paragonata a quello che in chimica viene chiamato un composto, cio una sostanza costituita da una combinazione combinazione di elementi diversi. Questo particolare composto viene creato dalla combinazione di tre elementi: anarcosindacalismo, comunismo libertario e anarcoindividualismo. La sua formula chimica potrebbe essere S2C2I2. Le proporzioni dei tre elementi possono variare a seconda delle circostanze, eventi e multiple risorse delle correnti che compongono la primavera anarchica. In sede di analisi, la sperimentazione rivela che le proporzioni, in sintesi, ri-formano il composto e, e se un elemento non presente o assente, il suo posto pu essere preso da un altro. S3C2I1, o anche: S2C3I1, oppure ancora una volta: S1C2I3, la formula rispecchia le proporzioni variabili a livello locale, regionale, nazionale o internazionale. In ogni caso, questi tre elementi: anarco-sindacalista, comunista libertario e anarco-individualista (SCI) - sono realizzati per combinare tra loro e, amalgamando, concorrono alla formazione di quella che io chiamo "La sintesi anarchica".

In che modo l'esistenza di queste tre correnti vengono a indebolire il movimento anarchico?
Giunti a questo punto della mia presentazione, ci si deve chiedere come sia possibile che, soprattutto negli ultimi anni e particolarmente in Francia, l'esistenza di questi tre elementi anarchici non solo non riuscito a rafforzare il movimento libertario, ma ha finito per indebolirlo. Ed importante che questa domanda, posta in modo chiaro, sia studiata e risolta in modo altrettanto chiaro. La risposta semplice, ma richiede una grande onest da parte di tutti, senza eccezione. Credo che non la stessa esistenza di questi tre elementi: anarcosindacalismo, comunismo libertario e anarco-individualismo - che ha causato la debolezza o, pi precisamente, la relativa debolezza del pensiero anarchico e di azione, ma solo la posizione che tutti hanno preso uno verso l'altro: una posizione di aperta, sanguinosa, implacabile guerra. Ogni fazione ha impiegato ugual malizia in queste fratture nocive. Tutte sono giunte a falsare le tesi degli altri due, per raggiungere livelli

quasi ridicoli nelle loro affermazioni e negazioni, gonfiando o mitigando le loro linee di base fino al punto di dipingere unodiosa caricatura. Ogni tendenza ha effettuato la manovra pi perfida contro le altre e ha usato le armi pi letali contro di esse. Queste tre tendenze, in assenza di intesa tra loro, hanno, per bassezza dintenti, fatto la guerra uno contro l'altro, hanno avuto voglia di lottare all'interno dei vari raggruppamenti, ma se avessero diretto la lotta contro il nemico comune, anche disgiuntamente, il movimento anarchico in questo paese avrebbe, dato le giuste circostanze, acquisito una notevole influenza e forza sorprendente. Ma la guerra intestina di una tendenza contro laltro e spesso di un individuo contro un altro, ha completamente avvelenato, corrotto, rovinato e reso tutto inutile, comprese le campagne che avrebbero dovuto i cuori e le menti degli amanti della libert e della giustizia gruppo intorno alla nostra amata idee, che sono, soprattutto in ambienti popolari, molto raro che le si affermi. Ogni corrente ha sputato, sbavato e vomitato sulle sue vicine correnti al fine di dare, di striscio, l'impressione che essa solo fosse giusta. E, di fronte allo spettacolo deplorevole di queste divisioni e odiosi andirivieni che hanno prodotto su tutti i lati, i nostri gruppi allo stesso modo - a poco a poco hanno perso gran parte del loro contenuto e le nostre forze si sono esaurite, invece di unirsi insieme per la battaglia che deve essere condotta contro il nemico comune: il principio di autorit. Questa la verit.

Il problema e la soluzione
Il problema grande, ma pu, deve essere temporaneo: il rimedio a portata di mano. solo un problema

Chiunque abbia letto le righe precedenti con attenzione e senza preconcetti lo immagina, senza alcuno sforzo: il rimedio che l'idea della sintesi anarchica guadagni terreno e sia applicata il pi rapidamente e nel miglior modo possibile.2 Di che cosa soffre il movimento anarchico? Del fatto che i tre elementi che lo compongono lottano con denti e unghie con l'altro. Se, a causa della loro origine, la loro natura, i loro metodi di propaganda, di organizzazione e di azione, questi elementi sono destinati a sollevarsi contro l'altro continuamente, allora il rimedio che propongo sar inutile, ma sar inapplicabile, ma sar impraticabile, astenendoci dal provarlo e dal guardare altrove. D'altra parte, se l'opposizione di cui sopra non esiste e, ancor di pi, se gli elementi anarco-sindacalismo, comunismo libertario e anarcoindividualismo sono invece fatti per unire le forze e formare una sorta

di sintesi anarchica,3 un sforzo per raggiungere questa sintesi deve essere fatto e oggi, non domani. Non ho scoperto nulla, n sto proponendo nulla di nuovo: Luigi Fabbri e diversi compagni russi (Volin, Fleshin, Mollie Steimer) con i quali ho avuto modo di discutere degli ultimi giorni, mi hanno detto che tentativi di questo tipo sono stati fatti in Italia, dall'Unione Anarchica Italiana, e in Ucraina, dal Nabat, e che entrambi questi tentativi hanno avuto i migliori risultati, che solo il trionfo del fascismo in Italia e la vittoria bolscevica in Ucraina hanno distrutto. Esistono in Francia, come del resto in molti altri luoghi, numerosi gruppi che hanno gi applicato e applicano attualmente il concetto di sintesi anarchica (non ne nominer alcuna per paura di ometterne alcune), in cui i gruppi anarco-sindacalisti, comunisti libertari e individualisti anarchici lavorano insieme in armonia, e questi gruppi non sono n i meno numerosi n meno attivi. Questi pochi fatti (e potrei citarne altri) mostrano che l'applicazione della sintesi possibile. Non sto dicendo, e non credo, che pu essere fatto velocemente e senza difficolt. Come tutto ci che ancora nuovo, si scontrer con incomprensione, resistenza, anche ostilit. Se abbiamo bisogno di restare impraticabili, lo resteremo, se abbiamo bisogno di resistere alla critiche e alla malizia, resisteremo. Sappiamo che la via per un futuro sano e siamo certi che gli anarchici prima o poi troveranno la loro strada. per questo che noi non permettiamo a noi stessi di scoraggiarsi. Ci che stato fatto in circostanze memorabili in Italia, Spagna e Ucraina, ci che viene fatto in molti luoghi in Francia si pu e, sotto la pressione degli eventi, sar fatto in tutti i paesi. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------[1] Fermo restando, come i comunisti libertari stessi "esplicitamente", hanno dichiarato a Orlans, che all'interno della Comune Libertaria, come la concepiscono, "tutte le forme di associazione saranno libere, a partire da tutta la colonia e compreso il lavoro e il consumo individuale ". [2] Sintesi anarchica, espressione che dovrebbe essere presa nel senso di un insieme, di associazione, organizzazione che comprende tutti gli elementi umani che sostengono l'ideale anarchico. [3] Nel parlare di associazione e studiare se sia possibile e auspicabile per tutti unire gli elementi, ho potuto chiamare questo raggruppamento di forze, questa base per l'organizzazione, solo Sintesi Anarchica. Molto altro la sintesi delle teorie anarchiche, un tema estremamente importante, che ho intenzione di fare quando il mio stato di salute e le circostanze me lo permettono. Traduzione belva64.