Sei sulla pagina 1di 1

Contro Amnesia

Di: (d)anger trad: belva64


Ci sono momenti in cui la vita sembra del tutto impossibile. Tutti gli entusiasmanti sogni di ribellione scompaiono. Il desiderio di rivolta contro la societ della civilizzazione si perde nella futilit, laperta ma vuota mano. Tutte le conversazioni notturne piene di risate, meandri e vagabondaggi di esse, i pensieri pervasi davventura, cominciano a sembrare ingenui e vacui. Si arriva alla conclusione che si sta realizzando il nulla: distruzione e creazione sembrano ugualmente senza attrazione. Si abbandona la propria immaginazione e si torna alla vecchia trappola della paura. L'idiozia esistenziale occupa la propria testa. Qui il punto in cui la miseria di questa societ si completa. Questa societ si rafforza continuamente costringendo l'individuo a scomparire: l'individuo scompare quando l'individuo cede alla miseria di questa societ. Si cominciano ad accettare le limitazioni imposte da questa societ come proprie. Allesperienza viene dato significato di ripetizione di s. Si comincia a sentire che non si ha nulla da offrire alla sfida, nulla da dare: ogni gesto diventa uno sguardo perso nel vuoto. La passione pacificata. Il desiderio razionalizzato via via. Il proibito rimane proibito. Questo momento supremo della miseria segna niente di meno che il trionfo dellAmnesia. Tale abbandono completo di avventura della vita la resa di chi ha dimenticato ogni ribellione precedente e ogni desiderio precedenti alla rivolta. La memoria ha cessato di essere un piacere: la miseria del momento si estende all'indietro per sempre. LAmnesia essenziale per civilizzare gli esseri umani: quando si dimenticano le possibilit (la ricchezza del passato, presente e futuro) uno addomesticato, uno scompare. Amnesia la colonizzazione della memoria. Uno costretto a dimenticare ogni ribelle per la propria vita. La mente colonizzata meno probabile immagini una rivolta totale contro questa societ se tutte le tracce di precedenti rivolte sono soppresse. Tutto, dai semplici gesti negativi alla mano nella marmellata ai reati a tarda notte che rendono preziosa la memoria per l'individuo, non appena tali violazioni sono dimenticate, il presente diventa sempre meno in stato di gravidanza: lo stelo del fiore tagliato prima che il fiore sboccia. Uno disperato per la mancanza di libert passata, semplicemente perch il residuo di libert del passato stato eliminato, dalla propria memoria. Alla domanda su come si sa che la libert possibile, il ribelle risponde con esempi di libert del passato. Il ribelle ricorda gli eventi, movimenti e momenti di un passato, che rompe marcatamente con l'ordine dominante. Si sa che la libert possibile perch ognuno ha sperimentato la libert: il gusto di paradiso in tutte le nostre bocche. Dimenticare questo fatale. LAmnesia pu essere combattuta, costantemente scavando nuovamente dentro i nostri ricordi, costantemente diventando sempre pi consapevoli dei nostri errori e vittorie. No, non si deve abitare nel passato, dobbiamo essere crudeli con il nostro passato (e con coloro che ci tengono l), tuttavia dobbiamo essere avidi del nostro passato (e diffidare di coloro che vorrebbero dipingere questi passati con la nera miseria e impossibilit). I ribelli devono ritornare dal passato, con un mazzo di fiori in una mano e un coltello nell'altra. - (d)anger (POB 203, Portland, OR 97207.)

Testo pubblicato su: Anarchy: A Journal of Desire Armed #35 anno 1993