Sei sulla pagina 1di 8

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

I. Bianchi
THERAPEUTIC

Riassunto

I rimedi omeopatici hanno unindubbia e sperimentata azione a livello del SNC comprovata da oltre 200 anni di esperienze cliniche avviate da Hahnemann che istitu, nella Germania dellinizio Ottocento, una delle prime cliniche per la cura delle patologie mentali, proprio con farmaci omeopatici. Lo studio sperimentale omeopatico (proovings dei rimedi) e biochimico dei farmaci omotossicologici chiarisce molto bene come questi possano agire sul SNC. Un esempio significativo si pu trarre dalla Materia Medica Pura di Hanhemann di Aurum metallicum, in cui, dopo aver completamente eliminato i concetti magici ed approssimativi del periodo precedente, emerge, dalla sperimentazione, limportanza di questa sostanza diluita nella terapia delle forme pi profonde di depressione. Un altro esempio molto significativo dato in Omeopatia dal rimedio Stramonium, derivato da questa essenza molto ricca in alcaloidi psicoattivi. La diluizione omeopatica dei principi attivi induce uninversione delleffetto farmacologico e fa di questa sostanza eccitante, un importante rimedio ad azione sostanzialmente ansiolitica. Moltissimi rimedi omeopatici, soprattutto alle alte diluizioni, sono estremamente attivi a livello mentale e specificatamente indicati in molte psicosomatizzazioni che caratterizzano i quadri clinici ansioso-depressivi. Leffetto del farmaco omeopatico in alta diluizione legato ad unazione di tipo elettromagnetico della sostanza diluita che si esplica precipuamente sul sistema nervoso. I rimedi omotossicologici devono essere interpretati secondo unottica diametralmente opposta: sono farmaci omeopatici composti da varie sostanze in bassa diluizione. Essi agiscono secondo le regole della biochimica influenzando direttamente le funzioni cellulari. Ad esempio, nel farmaco Selenium compositum, noto stimolante della reattivit cerebrale, troviamo basse diluizioni, la cui azione molto ben documentabile in vitro, di diversi sali fosforici (Kali phosphoricum, Manganum phosphoricum, Magnesia phosphorica, Phosphoric acidum) che, per azione diretta e potenziamento sinergico, svolgono azione trofico-strutturale a livello nervoso. E chiaro, da questi esempi, come Omeopatia ed Omotossicologia presentino un ruolo distinto e complementare nella strategia terapeutica diretta al paziente affetto da sindrome ansioso-depressiva e come lazione del farmaco omeopatico in alta diluizione sulle malattie psicosomatiche sia completata dallazione somatopsichica del farmaco omotossicologico in bassa diluizione. Emerge, ancora una volta, come Omeopatia ed Omotossicolo-

ATTI DEL XVII CONGRESSO NAZIONALE DI OMEOPATIA, OMOTOSSICOLOGIA E MEDICINA BIOLOGICA Milano, 1 giugno Roma, 8 giugno 2002

OMEOPATIA-OMOTOSSICOLOGIA:

ORIENTAMENTI TERAPEUTICI NELLA SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA


HOMEOPATHY-HOMOXICOLOGY: THERAPEUTIC TRENDS IN ANXIOUS-DEPRESSIVE SYNDROME

gia siano due lati della stessa medaglia e come lo studio complessivo ed attento del rimedio porti alla prescrizione integrata e corretta.

Parole chiave

SINDROME ANSIOSODEPRESSIVA, OMEOPATIA, OMOTOSSICOLOGIA, PSICOSOMATICA, SOMATOPSICHICA

Summary: Homeopathic drugs have an unquestionable and long experienced action on the CNS as a result of over 200 years of clinical trials. These were started by Hahnemann, who opened one of the first clinics for the treatment of mental diseases with homeopathic medicines at the beginning of the XIX century in Germany. The study of the homeopathic and homotoxicologic drugs from the experimental and biochemical points of view (prooving) makes it clear how they can act on the CNS. A significant example could be represented by the study of the Hahnemanns Pure Materia Medica of Aurum metallicum: the homeopathic testing, after leaving magical and superficial concepts of the previous period behind, shows the importance of this homeopathically diluted substance for the therapy of the most severe kinds of depression. Another relevant example is represented by homeopathic Stramonium containing alkaloids acting actively on mental diseases. The homeopathic dilution of the active ingredients induces an inversion of the pharmacological effect and makes it a stimulant as well as an important remedy having a basically tranquilizing action. Many homeopathic drugs, above all those highly dilut-

ed, are extremely effective at a mental level and specifically suitable to treat many psychosomatic disturbances typical of anxious-depressive clinical statuses. The efficacy of highly diluted homeopathic drugs is due to an electromagnetic action of the diluted substance, above all on the nervous system. Homotoxicological drugs should be considered from an opposite point of view as they contain various little diluted substances directly performing on cell functions. For instance, Selenium compositum, which performs on cerebral activity, contains low dilutions of different phosphoric salts (Kali phosphoricum, Manganum phosphoricum, Magnesia phosphorica, Phosphoric acidum), whose action can be well experienced in vitro and performing a trophic-structural action directly and synergically on the nervous system. These mentioned above examples clearly show how Homeopathy and Homotoxicology have a different and synergic role within a therapy for patients affected by anxious-depressive syndrome and how the action of the highly diluted homeopathic drugs on the psychosomatic disturbances is combined with the action of the low-diluted homotoxicologic medicine. Homeopathy and Homotoxicology are two sides of the same coin and a careful and detailed study of a remedy produces a combined and correct prescription of various diluted homeopathic drugs easier. Key words: ANXIOUS-DEPRESSIVE SYNDROME, HOMEOPATHY, HOMOTOXICOLOGY, PSYCHOSOMATIC, SOMATOPSYCHIC

21

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

a sindrome ansioso depressiva il quadro patologico pi diffuso nella societ occidentale. Milioni di persone, anche per lattuale abuso di alcool, droghe, farmaci chimici, ormoni tiroidei, anticoncezionali o alimentazione squilibrata, soffrono di sintomi in qualche modo correlati a questa sindrome. Il problema molto complesso e la sua origine sicuramente multifattoriale, sociale e personale: sono, quindi, destinate a fallire le ricerche sulla pillola magica antidepressiva. In realt, nella ricerca di farmaci per alleviare e non tanto per curare realmente questi sintomi, che vengono investite enormi quantit di denaro. La ricerca convenzionale studia il mediatore biochimico responsabile (in particolare la modulazione dei livelli di serotonina) senza tener conto che moltissimi fattori, sia psicologici che fisici, possono influenzare i livelli cerebrali dei mediatori. Basti pensare alle pi recenti ricerche che dimostrano come queste amine biologiche vengano specificatamente influenzate dalla somministrazione di placebo. La medicina biologica, in generale, e lOmeopatia, in particolare, svolgono un ruolo importante nella terapia delle forme ansioso depressive. I risultati profondi e duraturi, lassenza pressoch totale di effetti collaterali e la globalit delleffetto sono stati dimostrati da innumerevoli esperienze cliniche e ricerche di qualit. E incontestabile che i farmaci omeopatici abbiano unindubbia e sperimentata efficacia a livello nervoso, comprovata da 200 anni di esperienze cliniche avviate dallo stesso Hanhemann che istitu, in Germania, una delle prime cliniche per la terapia dei pazienti psichiatrici. Sembra, peraltro, interessante distinguere il diverso approccio al problema della sindrome ansioso depressiva da parte dellOmeopatia classica e dellOmotossicologia. Queste due concezioni mediche, solo apparentemente lontane, sono complementari, due facce della stessa medaglia e consentono un approccio terapeutico globale e soddisfacente sia per la necessit di razionalit del medico che per lesigenza di risultati rapidi e duraturi del paziente.

APPROCCIO OMEOPATICO CLASSICO ALLA SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA


LOmeopatia classica, anche nelle patologie mentali, prescinde, per scelta, dal problema diagnostico, seleziona i rimedi in base alla corrispondenza dei sintomi (legge di Similitudine) applicata, spesso, in maniera molto dettagliata anche grazie alluso di moderni e sofisticati programmi computerizzati. In Omeopatia classica, contrariamente a quanto accade in Medicina Convenzionale, non esiste una molecola responsabile della sindrome ansioso-depressiva e qualunque rimedio che abbia sintomi riferibili allansia o alla depressione pu essere selezionato dalla repertorizzazione. LOmotossicologia si colloca in una posizione intermedia offrendo una gamma di farmaci indicati nella sindrome ansioso-depressiva. Tuttavia, studiando in maniera accurata e critica le diverse Materie Mediche Omeopatiche, soprattutto le pi moderne, ed analizzando i sintomi e le esperienze cliniche riportate, si riescono a classificare, almeno a grandi linee, anche i rimedi omeopatici in relazione alle patologie. In particolare, ho individuato un gruppo ristretto di farmaci omeopatici pi frequentemente indicato e prescritto nei pazienti affetti da sindrome ansioso-depressiva, selezionando alcuni quadri clinici schematici e chiari che permettono di individuare nei casi meno gravi di sindrome ansioso-depressiva, un rimedio omeopatico unitario in alta diluizione. Dobbiamo tener conto, peraltro, che la comprensione del paziente e del rimedio devono essere molto precise: solo dopo unaccurata individualizzazione si possono ottenere risultati clinici di rilievo con luso di sostanze molto diluite. Lo studio accurato della Materia Medica e del paziente , quindi, il mezzo per ottenere risultati lusinghieri, senza effetti collaterali negativi. Bisogna tener conto, comunque, che il rimedio in alta diluizione, ha una spe-

cifica, provata, azione di tipo elettromagnetico, azione a cui molto sensibile il sistema nervoso e, quindi, la prescrizione scorretta o affrettata pu portare allo squilibrio reattivo anche prolungato. Se la prescrizione di Sulphur in alta diluizione al paziente costituzionalmente sulfurico pu portare al riequilibrio psicofisico, lo stesso rimedio prescritto al paziente Natrium muriaticum, che pur presenti qualche sintomo reattivo di Sulphur, pu sopprimere e squilibrare. La conoscenza di dieci quadri di rimedi omeopatici unitari pu essere molto utile nellapproccio terapeutico al paziente ansioso e depresso. Questi dieci farmaci sono, a loro volta, classificabili in 2 Gruppi secondo la prevalenza della componente ansiosa o depressiva. Ritengo utile distinguere ulteriormente i quadri clinici in esogeni ed endogeni: questa classificazione permette una conseguente scelta terapeutica che deve operare a sostegno di strutture nervose meiopragiche o indirizzarsi sugli aspetti pi psicologici ed emozionali del problema. Inoltre importantissimo linquadramento costituzionale che consente la scelta di strategie terapeutiche collaterali.

DEPRESSIONE: FARMACI OMEOPATICI UNITARI


PHOSPHORIC ACIDUM Depressione del giovane con aste-

nia, apatia e deficit immunologici. Paziente fosforico astenico. La depressione di Phosphoric acidum esogena, secondaria ad un profondo esaurimento psicofisico correlato ad eccessi mentali, fisici, sessuali o a malattie fortemente debilitanti. Caratteristica chiave la profondissima astenia, la lentezza ed il torpore intellettuale con indifferenza ed apatia emozionale. Il paziente vive una sorta di vita irreale, quasi automatica, priva di motivazioni e soddisfazioni. Si riscontrano frequentemente nostalgia, desiderio di tornare o stare a casa, tendenza al

22

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

pianto. Questo stato di prostrazione emotiva apre, spesso, le porte a malattie virali o metaboliche (diabete giovanile).
NATRIUM MURIATICUM Depressione del giovane represso

SEPIA OFFICINALIS Depressione delladulto con irri-

ed ipertiroidismo. Paziente muriatico melanconico. La depressione di Natrium muriaticum esogena e correlata a profonda astenia, anemia, dimagrimento e debilitazione organica (tipica del rimedio). Insorge generalmente come conseguenza di eventi drammatici quali perdite, lutti, dispiaceri che hanno causato una sofferenza interiore inespressa e che, talora, si sono riverberati a livello endocrino (prevalentemente tiroideo). Sono pazienti emozionalmente repressi. Caratteristica chiave del rimedio la grande vulnerabilit interiore e lintroversione che porta a nascondere i propri sentimenti, ad evitare la compagnia e a non voler/poter piangere od urlare per manifestare le proprie emozioni. Sono caratteristiche lindifferenza e lo scoraggiamento che non rispondono alla consolazione e la peculiare refrattariet alla psicoterapia. E un paziente che ha collocato s stesso allultimo posto, si preoccupa molto degli altri e si tormenta rimuginando sul passato con sensi di colpa ed altri problemi emozionali inespressi. E un rimedio frequentemente indicato nel periodo della pubert, durante la gravidanza e, talora, in menopausa per la stretta correlazione con le problematiche endocrine.
FIG. 1

tabilit e problemi epatobiliari e gonadici. Paziente carbonico flemmatico. La depressione di Sepia endogena e su base endocrina, spesso correlata ad insufficienza gonadica (non solo ovarica). Anche la digestione coinvolta nel quadro generale del rimedio con tendenza a patologie epatobiliari con colelitiasi, emorroidi, stipsi ed emicrania. Caratteristica chiave lestrema irritabilit, la tendenza ad offendersi facilmente e a non accettare le contraddizioni. Il temperamento di base di questo paziente isteriforme con grande mutabilit di umore. Spicca la grande chiusura permeata da irritabilit con avversione per i famigliari e alla frequentazione di amici, pur non desiderando la solitudine. E anche palese una grande indolenza con avversione per qualsiasi tipo di impegno, frigidit sessuale ed ipotensione arteriosa.
ALUMINA TERRA Depressione dellanziano atero-

no pazienti che meditano il suicidio e che si frenano dallattuarlo. La tristezza costante, profonda, particolarmente al mattino. E compresente unimportante componente di ansia, apprensivit, timore per il futuro, ipocondria e sensi di colpa.
AURUM METALLICUM Depressione dellanziano pletorico

ed ipertensione. Paziente sulfurico sanguigno. La depressione di Aurum metallicum endogena e di tipo progressivo legata ad ingravescenti problemi cardiovascolari correlati ad ipertensione ed eretismo cardiaco, tipici del rimedio. E il paziente depresso da sempre, molto astioso e litigioso, ipersensibile ed intollerante la minima contraddizione per sfiducia nelle proprie capacit. Pessimista cronico, pensa che nulla debba andare per il verso giusto. E il pi importante farmaco omeopatico per lideazione di suicidio che, per questo paziente, una sorta di idea ossessiva. Inserendo questi rimedi in una scala di gravit (FIG. 1), dovremmo collocare allapice Aurum metallicum (farmaco della depressione pi profonda e strutturata, distruttiva e suicida) ed alla base Phosphoric Acidum (farmaco della depressione labile su base debilitativa). Per unefficace prescrizione omeopatica non necessario conoscere centinaia di rimedi, quanto, piuttosto, avere

sclerotico e stipsi. Paziente carbonico flemmatico. La depressione di Alumina endogena e di tipo involutivo: si incontra usualmente in soggetti anziani che presentino una serie di sintomi anche neurologici quali vertigini, disorientamento, tendenza paretica con problemi deambulatori, stipsi atonica e difficolt minzionali. E caratteristico il deficit mnesico ed il disorientamento sulla propria identit. SoFIG. 2

SCALA DELLA DEPRESSIONE


urum umi Sepi mm P phor
p

Classificazione Costituzionale dei Rimedi DEPRESSIONE


PHOSPHORIC ACIDUM

NATRIUM MURIATICUM ALUMINA SEPIA

AURUM

23

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

una conoscenza approfondita dei pi importanti policresti costituzionali, soprattutto per non stimolare negativamente la reattivit del paziente. La classificazione Costituzionale dei rimedi potr essere molto utile per non confondere in fase di prescrizione il pletorico e sanguigno Aurum col suo opposto, linibito, demineralizzato e melanconico Natrium muriaticum o lindifferente, irritabile Sepia con liporeattivo ed esaurito Phosphoric Acidum (FIG. 2).

ARGENTUM NITRICUM Ansia del giovane adulto con soma-

ANSIA: FARMACI OMEOPATICI UNITARI


IGNATIA AMARA Ansia solitamente femminile con

manifestazioni di tipo isterico. Paziente fluorico ipersensibile. Lansia di Ignatia una tipica ansia esogena. E il rimedio del paziente sensibile, emotivo e molto stressato psicologicamente per dispiaceri o tensioni emotive correlate a problemi sentimentali, cattive notizie, vessazioni, mortificazioni. Sono pazienti che vengono definiti isterici con sintomi plateali, contraddittori e paradossali. E il rimedio specifico del bolo isterico, delle contrazioni muscolari di tipo nervoso e delle paresi su base emotiva. E compresente una spiccata ipersensibilit nervosa e psicologica agli odori, al dolore fisico e morale, alle contrariet della vita.
FIG. 3

tizzazione gastroenterica. Paziente fosforico neurastenico. Lansia di Argentum nitricum una tipica ansia anticipatoria di tipo endogeno. E il tipico paziente nevrotico, ipereccitabile, emotivo. E basicamente un neurastenico, con problemi pi mentali che emozionali. Caratteristici sono i suoi impulsi irrazionali (bestemmiare o buttarsi dalla finestra) al pari della frettolosit patologica e la necessit di arrivare sempre in anticipo. E un apprensivo, ha moltissime paure di tipo ipocondriaco, teme la morte e desidera stare in compagnia, pur temendo la folla. Le crisi ansiose scatenano somatizzazioni, soprattutto a livello gastroenterico (es. diarrea prima di un evento importante) ma anche, nei casi cronici, ulcera duodenale da stress e problemi gastroenterici pi gravi fino alla rettocolite ulcerosa. Il quadro si sviluppa frequentemente dopo prolungati stress mentali e pu essere accompagnato da emaciazione, cefalea, incoordinazione motoria e vari sintomi defettivi (impotenza, afonia, ecc.).
GELSEMIUM SEMPERVIRENS Ansia delladulto con manifestazio-

le cattive notizie che possono determinare, nei casi pi banali, diarrea o pollachiuria e, in quelli pi inveterati, cefalea, congestione cefalica e crisi vasomotorie di tipo simpatico, incoordinazione motoria, sintomi paretici e, comunque, grande astenia muscolare. Questo paziente desidera la tranquillit, perch le emozioni lo prostrano.
ARSENICUM ALBUM Ansia dellanziano con patologie

cronico-degenerative. Paziente fosforico iroso. Lansia di Arsenicum album una tipica ansia endogena, secondaria ad un problema cronico-degenerativo di base. E il tipico rimedio del paziente profondamente compromesso sia fisicamente che psichicamente. E indicato nei soggetti ordinati e raffinati ma anche astiosi, ostinati, pignoli ed avari. Il quadro di questansia, spesso molto acuta e vicina allangoscia, esacerbata soprattutto verso mezzanotte, si manifesta quando diminuisce la capacit reattiva dellindividuo, solitamente in relazione allet o dopo lunghi periodi di stress. Lansia si accompagna a paura, grande inquietudine e, spesso, a patologie croniche organiche gravi.
DATURA STRAMONIUM Ansia acuta del bambino o del gio-

ni neurovegetative. Paziente carbonico flemmatico. Lansia di Gelsemium una tipica ansia danticipazione di tipo esogeno. E il rimedio del paziente emotivo e pauroso, frequentemente in preda allansia. E il farmaco delle emozioni violente e delFIG. 4

vane cerebroleso con manifestazioni psiconeurologiche eclatanti. Paziente sulfurico sanguigno. Lansia di Stramonium una tipica ansia endogena caratteristica del sogget-

SCALA DELL'ANSIA
moni cum sem ntum natia

Classificazione Costituzionale dei Rimedi ANSIA


ARSENICUM ARGENTUM NITRICUM
STRAMONIU M

IGNATIA

GELSEMIUM

24

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

FIG. 5

FIG. 6

PSICO-SOMA E SOMA-PSICHE
Bassa diluizione Alta diluizione

Rimedi Composti Omotossicologici: effetto somatopsichico

Rimedi Unitari Omeopatici: effetto psicosomatico

to con turbe neurologiche e tendenza a manifestazioni nervose eclatanti (dal delirio furioso e violento alle allucinazioni). Concomitano sintomi neurologici (corea, convulsioni, etc.). In questo caso lansia solo un aspetto di unalterazione mentale profonda che rasenta la psicosi. E, infatti, rimedio per gli stati allucinatori, per i rapidi cambiamenti dumore, per le crisi dansia acuta attenuata dalla luce e dalla compagnia. E indicato nei bambini con crisi di paura ed insonnia notturna che si svegliano terrorizzati ed urlanti nel pieno della notte, spesso febbricitanti e prossimi ad una crisi epilettica da ipertermia. Inserendo questi rimedi in una scala di gravit (FIG. 3) dovremmo collocare allapice Stramonium (farmaco dellansia iperacuta) ed alla base Gelsemium (farmaco dellansia introvertita del paziente iporeattivo). Il riferimento nel testo allet del paziente-tipo ed alla Costituzione sono molto utili per individuare il farmaco con facilit. Ogni quadro rappresenta una sorta di personoide clinico che deve essere evidenziato e definito chiaramente per la prescrizione (FIG. 4). Il rimedio omeopatico unitario, individuato e prescritto nella corretta posologia e frequenza dassunzione, ha

unazione molto profonda, soprattutto sulla sfera psichica. Se il movente dellansia e della depressione stato correttamente individuato, leffetto del rimedio unitario spesso eclatante ed il paziente riceve un formidabile e duraturo stimolo reattivo. Molti sintomi, anche somatici, funzionali correlati alla situazione mentale saranno risolti a cascata. Questo approccio farmacologico, seppur complesso, lideale nel paziente con possibilit reattive e con un quadro psicosomatico. Se esiste la sindrome ansioso depressiva con multiple manifestazioni psicosomatiche esiste anche la sindrome ansioso depressiva con base organica somato psichica (FIG. 5). Questa distinzione fondamentale con implicazioni pratiche importantissime. Un paziente ansioso pu presentare sintomi funzionali cardiocircolatori ed in questo caso unalta diluizione di Aconitum sar spesso risolutiva. Ovviamente esistono casi che manifestano gli stessi sintomi ansiosi, ma, dopo esame clinico, emerge che la patologia cardiaca di base ad indurre il sintomo dansia. In questi casi lansia dovr essere controllata con farmaci omotossicologici composti in associazione ai rimedi omeopatici a bassa diluizione che agiscono sul problema organico che perturba anche la psiche del paziente (nel caso specifico: Cactus compositum) (FIG. 6).

SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA: FARMACI OMOTOSSICOLOGICI


LOmotossicologia lOmeopatia delle basse diluizioni che agiscono a livello tissutale e che non prescindono dallazione chimica delle diverse sostanze. I farmaci omotossicologici, composti da associazioni di rimedi omeopatici in bassa diluizione, sono lideale per agire a livello somatopsichico (FIG. 7). Inoltre lo studio dellOmotosicologia tende ad inquadrare i vari rimedi unitari e la loro attivit clinica razionalmente e scientificamente. Si evidenzia come rimedi dello stesso Gruppo della Tavola Periodica degli Elementi e, quindi, chimicamente affini, abbiano azioni farmacologiche affini. Cuprum farmaco dellansia reattiva con manifestazioni neurologiche e spasmodiche; Argentum rimedio pi profondo dellansia anticipatoria con pesanti ripercussioni a livello delle mucose gastroenteriche; Aurum rimedio dellansia depressiva scompensata con riflessi importanti a livello cardiocircolatorio. Tre farmaci derivati da elementi dello stesso Gruppo sono indicati nella terapia di diverse gradazioni della reattivit psico-neurologica del paziente. Anche i rimedi vegetali possono essere inquadrati analogamente e, in tal modo, tutte le piante della Fam. delle Solana-

25

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

FIG. 7

PSICO-SOMA E SOMA-PSICHE

TRAUMA Ignatia XMK

SNC Selenium compositum

MENOPAUSA Lilium compositum

FIG. 8

Non sarebbe possibile sfruttare le caratteristiche sedative di Stramonium senza la sua tossicit ponderale e, del resto, la diluizione in s sarebbe poco attiva. Il problema stato superato formulando farmaci complessi, associando vari rimedi in diluizione. La loro azione sinergica e bilanciata ha reso possibile la formulazione di rimedi con indicazioni cliniche chiare e specifiche come Barijodeel, farmaco per il paziente ansioso e depresso ma anche di stimolo reattivo per la componente degenerativa che tale paziente presenta o di Aletris Heel, grande tonico ad azione sia fisica che psichica o Ignatia Heel, farmaco ansiolitico specificatamente indicato in pazienti con deficit reattivi ed immunologici. La prescrizione omotossicologica nel paziente affetto da sindrome ansioso depressiva deve passare attraverso una valutazione clinica molto accurata, tesa a cogliere i possibili elementi organici che possano influenzare la reattivit mentale. Per la prescrizione omotossicologica sempre necessario quellapprofondimento diagnostico che porti ad unipotesi eziologica ed allinquadramento del paziente nella Tavola dellOmotossicologia (FIG. 9). Questo inquadramento definisce il significato dei sintomi ansiosodepressivi che possono essere espressione di una benefica reazione o indice di cedimento strutturale nervoso nellambito di un problema degenerativo. Molto spesso lansia acuta un evento positivo, un meccanismo adattativo della Natura, come lo stress reattivo. Levento isolato pu essere liberatorio ed espressione di una sana Fase Escretiva: non va trattato. Lansia reattiva un fatto acuto ma, al pari di un evento infiammatorio, originariamente positivo, pu portare ad eventi organici talora molto gravi quali infarto, ictus, etc. Lansia della Fase Reattiva non va soppressa ma analizzata per comprendere le modalit reattive del paziente, utile per la prescrizione di un rimedio omeopatico di fondo e modulata con farmaci omotossicologici quali Aconitum Homaccord, Ignatia Homaccord (FIG. 10),

FAMIGLIE VEGETALI E SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA

Belladonna Hyoscyamus Stramonium

Aconitum Pulsatilla Staphisagria

Ignatia Nux vomica Gelsemium Cocculus

RANUNCOLACEE SOLANACEE LOGANIACEE

ANSIA ENDOGENA
Componente costituzionale

ANSIA ESO-ENDOGENA

ANSIA ESOGENA Stress


Componente ambientale

cee sono indicate per lansia endogena e costituzionale e sono dei veri e propri sedativi omeopatici; le piante della Fam. delle Ranuncolacee sono indicate in caso di ansia sia endogena che esogena ove sia compresente unimportante componente ormonale; le piante della Fam. delle Loganiacee sono indicate nello stress e nellansia esogena reattiva. Lo studio della composizione chimica dei principi attivi e degli effetti delle basse diluizioni omeopatiche di questi ben chiarisce il razionale terapeutico (FIG. 8). In Omotossicologia vengono utilizzate basse diluizioni di sostanze farmacologicamente molto attive come Stramonio, Arnica, Ignatia, etc. Lazione farmacologia in alcuni casi, come per Nux

vomica, Ignatia e Gelsemium (botanicamente affini), di tipo omeopatico e, quindi, ha effetto ansiolitico e sedativo opposto a quello delle sostanze curarosimili che contengono. In altri casi (es. Datura stramonium ed, in generale, le Solanacee) di tipo farmacologico, inducendo, anche in diluizione, gli stessi effetti tipicamente sedativi della droga usata in piccole dosi. Il farmaco omotossicologico viene formulato tenendo conto non solo dellazione omeopatica ma, anche, di quella chimica delle sostanze in oggetto. I farmaci omotossicologici ricoprono una posizione intermedia tra quelli della Medicina Convenzionale e quelli dellOmeopatia.

26

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

Nux vomica -Homaccord, Colocynthis -Homaccord, per scongiurare gli eventuali danni organici e ripristinare la normalit reattiva del paziente. Quando lansia si cronicizza non viene escreta ed indica la presenza di una Fase di Deposito. In questo caso dovremo sostenere la reattivit del SNC con Selenium compositum o Acidum phosphoricum -Homaccord e drenare il paziente con rimedi molto attivi come Lymphomyosot o Galium -Heel. In una fase pi avanzata, lansia solo un aspetto di un problema pi complesso, sostanzialmente di tipo depressivo: la patologia del paziente si colloca nella Fase di Impregnazione in cui si devono associare farmaci di sostegno delle strutture cellulari, quali Coenzyme compositum e quelli antidegenerativi quali Ubichinon compositum (FIG. 11). Lulteriore approfondimento del problema mentale, tipico delle fasi involutive senili (non solo), porta a sintomi che spesso si riscontrano nella demenza o nella psicosi. Poich la mente non altro che un sensore dellintero organismo e poich la depressione e lansia, a certi livelli, non sono solo mentali, ma coinvolgono anche cellule e tessuti, nelle Fasi Degenerative devono essere impiegati, anche in patologia psichiatrica, farmaci antidegerativi e stimolanti come Glyoxal compositum e Thalamus compositum. Lo studio omotossicologico tende ad individuare la componente o le basi organiche delle singole sindromi ansioso depressive ed indica la strategia terapeutica pi idonea. In particolare, chiara per lOmotossicologia la multifattorialit della sindrome in oggetto in analogia con moltissime altre patologie croniche comuni (dallipertensione arteriosa al diabete senile, dal morbo di Parkinson allipercolesterolemia). In relazione al concetto di multifattorialit, i pazienti che in et adulta sviluppano una sindrome ansioso-depressiva necessitano di un approccio terapeutico globale in cui svolge un ruolo importante il farmaco omeopatico unitario in relazione alla comprensione del conflitto di base; sono anche estremamente importanti i farmaci omotossicologici che, drenando le tossine, riattiva-

FIG. 9
Escrezione Alterazione Infiammazione Reazione Deposito Fissazione Impregnazione Cronicizzazione Degenerazione Deficit Dedifferenziazione Disaccoppiamento

Mente - SNC Tegumenti ed annessi Sistema sensoriale Sistema nervoso Diencefalo Apparato respiratorio Apparato gastroenterico Tessuto connettivo Sangue Apparato locomotore Sistema circolatorio Sistema linfatico Articolazioni / Sinovia Apparato urinario Sierose Organi genitali maschili Organi genitali femminili Tessuto muscolare

ANSIA ANSIA NI

DEPRESSIONE DEPRESSIIONE R
+

ANSIA ANSIA NI
SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA
Ignatia Homaccord r rd
Terapia tissutale Malattie acute

FIG. 10

Malattie infiammatorie reattive

Gu

ar i

gio

Stato di salute

ne

Cr on iciz n zio za

Malattie croniche impregnative

Terapia nosodica

Drenaggio

FIG. 11

SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA
Escrezione Alterazione Infiammazione Reazione Deposito Fissazione Impregnazione Cronicizzazione Degenerazione Deficit Dedifferenziazione Disaccoppiamento

Mente - SNC Tegumenti ed annessi Sistema sensoriale Sistema nervoso Diencefalo Apparato respiratorio Apparato gastroenterico Tessuto connettivo Sangue Apparato locomotore Sistema circolatorio Sistema linfatico Articolazioni / Sinovia Apparato urinario Sierose Organi genitali maschili Organi genitali femminili Tessuto muscolare

S ni comp. Selenium comp comp. m


Coenzyme c Coenzyme comp. z + Ubichi comp. Ubichinon comp. Ubichinon
Gl Glyoxall comp. + Thalamus comp. Thalamus u

27

LA MEDICINA BIOLOGICA

OTTOBRE - DICEMBRE 2002

FIG. 12

Medicina

Antihomotoxica

Volumen

I:

SINDROME ANSIOSO-DEPRESSIVA STRATEGIA TERAPEUTICA


Malattie infiammatorie reattive Terapia tissutale Malattie acute Strategia terapeutica omotossicologica

Principios, Clinica, Pratica. Aurelia Verlag, Baden Baden, 1996. 9. SMERALDI E., BELLODI L. I Disturbi dansia. Ed. Ermes, 1991. 10. VERMEULEN F. Concordant Materia medica. Merlijn Publishers, Haarlem, The

delle malattie

Netherlands, 1994. 11. VOISIN H. Matire Mdicale du Praticien Homopathe. Maloine S.A. Editeur, Paris, 1976.

di salute Malattie croniche impregnative

Drenaggio

Terapia nosodica

no la reattivit tissutale e stimolano la funzione endocrina e cellulare, agendo sulle basi fisiopatologiche profonde (FIG. 12). Devono essere anche attentamente valutati fattori esogeni quali tossici specifici, dieta, intolleranze alimentari ed influssi ambientali, ma anche fattori endogeni quali costituzione, ereditariet, equilibrio endocrino ed quadro immunologico. Inoltre, anche let un fattore determinante: si osserva, infatti, come nel giovane sia pi indicato lapproccio omeopatico classico; nelladulto sia indicata lassociazione di omeopatiaomotossicologia e nellanziano sia di gran lunga preferibile scegliere farmaci omotossicologici, vista la prevalenza di eventi psichici ad importante impronta involutiva e la difficolt di indurre, con il solo farmaco omeopatico unitario ad alta diluizione, una reazione efficace.
Da tutte queste considerazioni si

cuamente nella complessa terapia di questa sindrome, curando a fondo limportante aspetto somatopsichico del problema. Star al medico, con perizia clinica e coscienza, scegliere la strategia terapeutica specifica pi adatta ad ogni paziente, valutando, senza pregiudizi, ogni opzione terapeutica, farmacologica e non, che sar opportunamente integrata nella cura globale dellindividuo.

Letteratura
1. BAILEY P.M. Homeopathic Psychology. Personality Profiles of the Major Constitutional Remedies. Ed. North Atlantic Books; Berkeley, California, 1995. 2. DEMARQUE D., JOUANNY J., POITEVIN B., SAINT-JEAN Y. Pharmacologie et matire mdicale homopathique. Ed. C.E.D.H.,

Riacutizzazione

Cronicizzazio

conferma la complessit della sindrome ansioso-depressiva che difficilmente pu essere curata con il solo psicofarmaco. Emerge anche come il farmaco omeopatico unitario in alta diluizione agisca come fattore chiarificatore e di sblocco, ma sia insufficiente nelle forme pi acute o in quelle pi profonde. Il farmaco omotossicologico unimportante ed efficace opzione terapeutica, che si colloca molto profi-

ne rigio Gua

France, 1993. 3. GUERMONPREZ M., PINKAS M., TORCK M. Matire Mdicale Homopathique. Doin Editeurs, Paris, 1985. 4. HERING C. Condensed Materia Medica. Jain Publishing Co., New Delhi, 1978. 5. JASPERS K. Psicopatologia Generale. Ed. Il Pensiero Scientifico. Roma, 1965. 6. MATHUR K.N. Systematic Materia Medica of Homeopathic Remedies. B.Jain Publishers, New Delhi, 1979. 7. MOLINE L. - Album de Matire Mdicale Homopathique. Ed. Maisonneuve, Sainte Ruffine, 1989. 8. SCHMID F., RIMPLER M., WEMMER U.

Per riferimento bibliografico: BIANCHI I. OmeopatiaOmotossicologia: orientamenti terapeutici nella sindrome ansiosodepressiva. La Med. Biol., 2002/4; 21-28. Indirizzo dellAutore: Prof. Ivo Bianchi Presidente A.I.O.T. Specialista in Medicina Interna Professore a contratto al Corso di Perfezionamento "Prodotti di origine naturale, clinica e terapia" c/o lUniversit della Calabria Via Ca dei Cozzi, 10 sc. C I - 37126 Verona Giugno 2002

28