Sei sulla pagina 1di 1

Lapproccio di San Giovanni Bosco e il metodo preventivo.

Giovanni Bosco nasce a Castelnovo DAsti nel 1815.Egli cresce in un contesto familiare difficile per la perdita del padre. A nove anni si verifica un fatto eccezionale, dove attraverso un sogno gli appare il segno della sua missione spirituale, cio occuparsi dei giovani che vivono in condizioni di vita disagiate. Egli tiene in serbo questa missione e decide di seguire la via del sacerdozio, in seguito a diverse esperienze decide di aprire delle istituzioni dedicate alleducazione dei ragazzi dando vita alla Societ Salesiana. Nel 1872,fonda listituto indirizzato alleducazione delle ragazze. La pedagogia di Giovanni Bosco sinserisce nellepoca positivistica manifestando uno spirito vicino al pensiero liberale cattolico del Risorgimento. Dal positivismo recupera il principio dellazione preventiva. Il metodo preventivo si fonda sullidea che lanima umana non abbia un fondo di cattiveria e anche coloro che agiscono il male a causa delle esperienze passate non sono cattivi dorigine. Bisogna per intervenire per fare in modo che le occasioni di vizio non prendano il sopravvento. Leducazione per Don Bosco essenzialmente azione: ipotizza una scuola del lavoro, con finalit tecniche e professionali per la quotidianit dei ragazzi. Il lavoro viene percepito come strumento per permettere ai ragazzi di entrare in contatto con la societ. Letica del lavoro alla base delle formazione morale e religiosa della persona. I ragazzi devono essere inseriti in un contesto pi ampio dove essi devono essere accolti e seguiti amorevolmente durante lintera settimana: nascono cos loratorio e il collegio salesiano. La societ Salesiana si attivata, dopo la morte di Don Bosco allargando la sua missione allo sviluppo della cultura, soprattutto di quella pedagogia e umanistica.