Sei sulla pagina 1di 3

FUMETTI IN SOFFITTA L'Inferno di Topolino

Natale 1980: scarto il consueto pacco di fumetti, regalo di pap appassionato, che trovo sotto l'albero, come ogni anno. C' il campionario di eroi !onell "#agor, $ister No, %e&' e c' anche una raccolta di storie della (isne): *+ grandi classici (isne)*. ,corro le prime pagine, e il mondo si ferma. -iaggi all'inferno, .ippo con le sembian/e di -irgilio, diavoli che torturano peccatori, didascalie in versi rimati... 0a storia si intitola *0'inferno di %opolino* 1vevo nove anni, poco sapevo della *(ivina Commedia*, nonostante fossi un bimbo miope lettore precoce, eppure 2uella storia mi ha inghiottito. ,apevo, capivo, in una maniera informe, che parlava di cose grandi, meravigliose, importanti. 0a parentesi autobiografica vorrebbe avere un fondamento teorico. Che 2ui dichiaro subito. 3sistono dei veri e propri gioielli nascosti, nelle soffitte polverose o negli scatoloni ammassati nei garage. .arlo di fumetti che erano anni avanti, avanti anche rispetto ad oggi, che chiedevano forse di pi4 al lettore, ma che ti portavano al nascondiglio del tesoro. %ra 2uesti, sicuramente le storie (isne) italiane del periodo pre5(isne). .rima dell6arrivo della casa madre, infatti, la licen/a di pubblicare %opolino in +talia fu, per lungo tempo, di $ondadori "dal 1978 al 1988'. 3, nel dopoguerra, le storie cominciarono a essere firmate da autori italiani furono veri e propri pionieri. Nomi come 9uido $artina e 1ngelo !ioletto forse oggi dicono poco, se non agli appassionati. 3ppure $artina e !ioletto furono i capofila di una scuola che avrebbe visto nelle sue fila artisti del calibro di 3nnio $issaglia, 1bramo !arosso, 0uciano !ottaro, :omano ,carpa, e molti altri, e che ; come recitano le <biografie= ufficiali ; avrebbero portato la filiale italiana a produrre il >8? delle storie (isne) del mondo. ,egnatevi la data di pubblica/ione: 19@9 "per la precisione: %opolino libretto, numeri >51A, ottobre 19@9 5 mar/o 1980'. $ai come in 2uesto caso l'aggettivo 'seminale' ha un senso. ,eminale perch si tratta della prima *parodia* (isne) di un'opera famosa, che aprB la via ad alter rivista/ioni di capolavori della letteratura ".aperino di !ergerac, .aperopoli 0iberata'. ,eminale perch 2uest'opera nientemeno che la Commedia di (ante. ,eminale perch , in fin dei conti, si tratta di un poemetto in versi, meglio, in ter/ine, come l'originale. ,eminale perch , per la prima volta, gli autori "$artina e !ioletto, appunto' sono citati con nome e cognome. Catto scontato, oggi, dopo decenni di battaglie sulla creativit e sui diritti d'autore, molto meno sessant'anni fa. .er intenderci, gli unici credits (isne), per molto tempo, avrebbero portato la dicitura *Dalt (isne) presenta*, nonostante personaggi, trame e illustra/ioni fossero opera di geni della matita come Clo)d 9ottfredson. 0'+nferno di %opolino, invece, piac2ue talmente al boss (isne) che decise, appunto, di fare un'ecce/ione. 3ntriamo nei dettagli. Non vogliamo fare i narratologi, ma gi l'ini/io della trama potrebbe regalare ore di gioiose pippe mentali metanarrative agli esperti: la vicenda comincia con %opolino e .ippo a teatro, intenti a recitare la Divina Commedia, nei panni di (ante e -irgilio. +l guastafeste 9ambadilegno, per boicottare il successo, fa ipnoti//are i due da un suo complice. 3ffetto: i nostri eroi, dimentichi della loro identit, si identificano con i due personaggi "e %opolino si becca una sfuriata di $inni, scambiata dal topo per !eatrice'. %opolino e .ippo si recano in biblioteca per saperne di pi4 sulla Commedia, e si addormentano sulla pagina del tomo. Eui ini/ia il viaggio onirico: l'albero raffigurato sulla pagina si anima e cattura %opolino, trasportandolo nella selva oscura. %opolino, ini/ialmente smarrito, incontra .ippoF-irgilio e con lui intrapende il viaggio verso il cuore del reame infernale. 3 i narratologi di cui sopra noteranno l'insisten/a di $artina sul tema del doppio, tra personaggio *reale* e personaggio recitato, il tutto condito con ironia "%opolino che si addormenta sul libro dantesco, come genera/ioni di studenti reali avranno fatto...'. +l *doppio*

attraversa tutta la narra/ione, in un gioco di rimandi colti ma non intellettualistici. 3, duplice, in fondo, la natura stessa di 2uesta storia a fumetti, che gioca con il suo referente *alto*. 0a narra/ione prosegue, ripartita in canti la manire de (ante, alcuni citati esplicitamente, altri no. Nel *canto ter/o*, .ippo e %opolino, che si muovono in bicicletta, non incontrano la lupa o la lon/a, ma un leoneFvigile che intende multarli per assen/a di fanali e catarifrangenti. %opolino si ricorda di essere un eroe d'a/ione e si libera del leone con un ca//otto. 9iunti al cospetto di Caronte, lo convincono a imbarcarli ricordandogli che sono due poeti. 0a galleria dei dannati che i nostri incontreranno , di fatto, l'universo (isne) rovesciato. Nel 0imbo ci sono gli studenti che *si vendicano di 2uelli che fanno tristi gli anni della scuola*, e infieriscono su Gra/io, .latone e Cicerone "insomma, tutto il pantheon della polverosa erudi/ione scolastica'. Nel *cerchio dei golosi*, .ippoF-irgilio cade nella padella di un diavolo che lo rifila, come pietan/a, a mo' di cappone, a Eui, Euo e Eua. + tre fratelli, perH, salvano .ippo, e, gra/ie alla buona a/ione, tornano sulla %erra. +l canto si chiude con un6altra geniale cita/ione dantesca: <Eui vi trovammo .luto, il gran nemico=. 0a cita/ione puntuale da (ante, nella parodia, si trasforma nell6appari/ione di .luto, il cane giuggiolone di %opolino, che 2ui una belva con inten/ioni ostili, distratta da .ippo con un osso di seppia per canarini. 06elenco dei camei dell6immaginario (isne) sarebbe lungo, e forse anche superfluo. Ci sono tutti: (umbo che aiuta i nostri a sorvolare una legione di diavoli ostili, i %re Caballeros, 3ta !eta, !iancaneve, l6arcinemico 9ambadilegno. 3, su tutti, emerge .aperino. In .aperino colto nella sua essen/a nevrotica e schi/ofrenica, tanto per tornare sul tema del <doppio=. +l papero compare nel canto decimo del fumetto, dopo un surreale incontro di lotta "con tanto di radiocronaca <infernale=' tra %opolino e 9ambadilegno. .aperino spunta fuori da un sarcofago di pietra e tenta di fuggire dall6+nferno, ma viene ostacolato dai due protagonisti e scaglia loro una maledi/ione in2uietante: <-i seguirH per tutto l6+nfernoJ=. 3 cosB : il papero diventa un6ossessiva presen/a persecutoria, che punteggia gli altri canti. 0o ritroviamo fra i tre caballeros, sca//ottato da %opolino. :iappare nelle sembian/e di un6arpia multiforme che attacca in volo. 3, infine, si materiali//a come una fiamma dalla duplice testa, una malvagia "<+o sono il tuo nemico mortale=' e una buona "<+o sono il tuo amico affe/ionato e fedele=', con il riscatto finale della parte buona. .ippo concede fiducia alla met buona e spegne la fiamma con un idrante. (a 2uel momento, il papero diventa un fedele compagno di viaggio dei due eroi. 9uido $artina si concede anche un passaggio di satira sociale "non l'unico, in realt', 2uando fa comparire, nel girone dei *peccator di lesa verit* le anime dei giornalisti costretti a leccare per terra. In messaggio, sul tema della verit di cronaca e dell'informa/ione asservita al potere che, trascorsi sessant'anni, dovrebbe far fischiare le orecchie ancora oggi. Nel finale avviene l'incontro tra il vero (ante, i nostri eroi, e gli autori stessi del fumetto, nell'ennesimo gioco metanarrativo: il poeta sta infil/ando $artina e !ioletto, incappucciati e legati a un palo e accusati di tradimento, per aver parodiato la *Commedia*. %opolino interviene in loro difesa: *lo han fatto per la gioia dei bambini* e il poeta perdona tutti. *0o han fatto per la gioia dei bambini*. C' da pensare, a 2uesti bambini, che nel 19@9 erano in grado di appre//are una storia a fumetti come 2uesta: complessa, articolata, politicamente scorretta, diremmo oggi. Ci sono tavole in cui le torture dei demoni raggiungono punte di sadismo notevoli. 0a puni/ione infernale riservata ai raga//i che millantano malattie per non andare a scuola ad, esempio: legati con cinghie al letto, costretti a inghiottire un bottiglione di purga. G, per chi ha marinato la le/ione di matematica, una bella estra/ione del dente da parte di un diavolo con le tenaglie che, come un serial Killer da film slasher, commenta con la battuta: *%u marinavi la le/ione di aritmetica, e invece io adoro estarre le radiciJ*. +llustra/ioni forse troppo esplicite, al punto che alcune ristampe successive della storia furono pubblicate in versione edulcorata. +n ogni caso, argomento, stile, tratta/ione, sono inimmaginabili per il mercato odierno del fumetto (isne), e per i suoi editor, che ormai si rivolgono a un altro pubblico "anesteti//atoL'. 0e riflessioni sul mutamento della perce/ione da parte dell'audience, in 2uesti decenni, le lasciamo ai sociologi e ai massmediologi. $a un dato "in2uietante, per noi contemporanei', emerge: in un contesto governato da tab4 sociali, come era 2uello del dopoguerra italiano, si poteva pubblicare un

racconto di 2uesto tipo, sen/a che la censura preventiva colpisse con la mannaia. 3 si poteva pensare che un pubblico giovane cogliesse e appre//asse una narra/ione come 2uesta. Gra, in un contesto storico pi4 libero "L' e pi4 consapevole "L', un'opera del genere non vedrebbe neanche la luce. Non c' bisogno della censura: autori e creatori dell'immaginario comune sono formati gi alla scuola del *non offendiamo nessuno* e del *facciamoci capire da tutti*. .er chiudere, se ne consiglia caldamente l'ac2uisto. 0a storia stata ristampata pi4 volte. .er fortuna, la grande//a e l'importan/a di 2uesta storia a fumetti stata riconosciuta da pi4 parti, nel tempo. ,ceneggiatura a parte, vi lustrerete gli occhi con le splendide tavole di !ioletto, immaginifiche, grottesche e a tratti psichedeliche. $a se la libreria troppo lontana, cliccate 2ui: it.paperpedia.MiKia.comFMiKiF0NinfernoNdiN%opolino.Fpdf. .otete leggervi *0'inferno di %opolino* gratis, in pdf. Eualche vantaggio, vivere in 2uest'epoca, ce l'ha.