Sei sulla pagina 1di 2

Ottopagine

Pagina 1 di 2

IL GIORNALE IN EDICOLA : AVELLINO - BENEVENTO

SABATO 17 NOVEMBRE 2012

HOME | CRONACA | POLITICA | ATTUALIT | ECONOMIA | IRPINIA | CULTURA E SPETTACOLO | SPORT | RUBRICHE | AGENDA

OTTOPAGINETV

cerca

SCRIVI A OTTOPAGINE GLI EDITORIALI GLI INTERVENTI ABBONATI A OTTOPAGINE OTTOPAGINETG


GUARDA L'ULTIMA EDIZIONE DEL TG

Ottopagine News

Caccia al petrolio: Nel mirino anche il Formicoso


DI MAIO: IN VISTA ALTRI PERMESSI

FOTOGALLERY
SCHIANTO SULL'OFANTINA BIS

Morra de Sanctis- Lattivit di ricerca di idrocarburi in Alta Irpinia promossa dal Ministero per lo Sviluppo Economico sar oggetto di discussione dellassemblea regionale di Legambiente, convocata per il prossimo fine settimana a Paestum. Ad annunciarlo, il componente del comitato direttivo regionale Michele Di Maio, gi presidente del circolo di Calitri, che preannuncia lapertura di una fase di mobilitazione del movimento ambientalista. I sindaci stanno sottovalutando una situazione che riguarda il futuro di tutti.... Michele Di Maio, componente del comitato direttivo di Legambiente in Campania, gi presidente del circolo di Calitri, annuncia lapertura di una fase di mobilitazione del movimento ambientalista, gi attivissimo nel Cilento e in Basilicata contro lipotesi di perforazioni esplorative e lo sfruttamento eventuale di nuovi giacimenti. Di Maio rivela linteresse dei vertici nazionali dellassociazione per quanto sta accadendo in Irpinia, Sannio e Basilicata, in particolare. Secondo il delegato regionale di Legambiente, le ricerche promosse dalle societ incaricate dal Mise non si esauriranno nel perimetro gi autorizzato. Presto potrebbero arrivare nuovi permessi che estenderebbero la mappa fino allarea dellaltopiano del Formicoso, addirittura nel perimetro gi disegnato per la discarica nazionale ipotizzata dal governo Berlusconi nel 2008, poi accantonata. Secondo i dati in mio possesso, il Ministero ha intenzione di raddoppiare i sondaggi, per questo ho motivo di ritenere che le ricerche comprenderanno un raggio pi ampio di quello designato originariamente, fino ad arrivare allaltopiano del Formicoso, raggiungendo Frigento. Larea interessata potrebbe estendersi fino a Guardia Lombardi, ovvero fino al confine con le abitazioni ipotizza Di Maio.Non dimentichiamo inoltre la presenza di pozzi gi scavati in quella zona, che certamente non saranno trascurati. Il dato certo che non potranno invadere le coltivazioni, per questo se davvero ci fosse il petrolio, e sar conveniente avviare le estrazioni, le multinazionali saranno concentrate proprio nella zona dove era prevista la discarica, sul Formicoso. Dopo il primo convegno di Nusco promosso dal comitato No petrolio,in cui Legambiente aveva gi espresso la sua posizione di netta contrariet a ogni ipotesi di ricerca di idrocarburi, largomento sar nuovamente affrontato entro la fine dellanno in unassemblea pubblica. E previsto un secondo appuntamento, indetto con lo scopo di informare la popolazione sui vantaggi, ma anche sugli aspetti negativi. Ma al di l dei rischi ambientali connessi alle trivellazioni, Legambiente ritiene improbabile rimettere in discussione la scelta energetica compiuta a vantaggio dellenergia rinnovabile. LAlta Irpinia ha espresso nel primo convegno la sua vocazione, che guarda alle rinnovabili e alla rivalutazione dei piccoli borghi, ora con il petrolio le cose potrebbero prendere unaltra forma. Per Di Maio,i sindaci si fanno abbagliare dalle sirene, ma cos facendo smentiscono tutto il lavoro fatto finora....Abbagliati dalla possibilit di realizzareil sogno texano, per lesponente di Legambiente gli amministratorifatta eccezione per qualcuno hanno gi aperto le porte alle multinazionali, mantenendo nel contempo una certa cautela nelle esternazioni, spiega.Basta acquisire un minimo di informazioni per verificare cosa sta succedendo in val DAgri o nel Vallo di Diano: le multinazionali si arricchiscono mentre ai Comuni non rimangono che le briciole. Di Maio conferma il pieno sostegno al piano regionale promosso invece per le energie rinnovabili:Il petrolio rappresenta il passato, ora bisogna scommettere sulle rinnovabili, e dato il primato occupato dai comuni dellIrpinia doriente, credo che la strategia da perseguire sia una e inequivocabile. Ma questo aspetto le amministrazioni comunali fanno fatica a coglierlo, e non hanno ancora definito una strategia comune che guarda al comprensorio.Nel prossimo week end a Paestum Legambiente presenter un primo rapporto sulle attuali prospettive petrolifere sullasse irpino-sannita.
PUBBLICIT
Sgominata banda delle rapine: 13 arresti dei carabinieri

(fonte Vigili del Fuoco)

AUTOCARRO SI RIBALTA SULLA FONDO VALLE UFITA

(fonte: Vigili del fuoco)

archivio fotogallery

NEWS
17/10/2012 | Primarie nel Pd, il 26 Vendola ad Avellino

Avellino - Il prossimo 26 ottobre Nichi ...


04/10/2012 | Pallavolo, venerd conferenza stampa

E' fissata per le 16.15 di venerd 5 ottobre pr...


02/10/2012 | Atripalda, ritorna la Sagra del baccal

Ad Atripalda, ritorna la Sagra del baccal. ...


02/10/2012 | Festa della vendemmia. Ecco la quinta

VIDEOGALLERY

Picarelli gi i Riordino, la A fuoco auto prefabbricati gente torna in in un garage piazza

Avellino Mercogliano, capoluogo, la fiamme alla protesta dei pista di cittadini pattinaggio

Giaquinto: Pippo: basta nessun caso polemiche, Doria, solo quella scuola polemiche un albergo a inutili 4 stelle

IL GIORNALE IN EDICOLA

http://www.ottopagine.net/common/interna.aspx?id=30376

17/11/2012

Ottopagine

Pagina 2 di 2

Elisa Forte

04 NOVEMBRE 2012
CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA SUI SOCIAL NETWORK

PUBBLICIT

PUBBLICIT

Copyright 2009 Ottopagine - Tutti i diritti riservati

Chi Siamo

| Adv

| Contatti

| Privacy

| Rss

| Sitemap

| Area Riservata

Credits

http://www.ottopagine.net/common/interna.aspx?id=30376

17/11/2012