Sei sulla pagina 1di 2

BETLEMME di Jens Johannes Jorgensen Ancorch pene e fatiche e vanit e bugie riempiano l'andar lento dei giorni, vien

pure alla fine una notte santa, una notte che sorge in un altro mondo IL NATALE, V (Suggerimento: solitudine) di Luigi Fallacara il fiore nel suolo, da un vagito, di questi occhi sereni all'improvviso, in cui raggiando d'amore, l'infinito divino ed umano in un sorriso. CARO GES BAMBINO di Giovanni Battista Gandolfo Natale e conviene dal sonno rinascere in praterie d'incanto. LA NATIVIT DI GES, III di Angelo Silvio Novaro Tutta notte ginocchioni Vecchi re con pastorelli Davan doni... Quando alzarono le ciglia, Meraviglia! Terra e cieli eran pi belli, E pi buoni, Eran gli uomini, - e fratelli! Mosse il bimbo allora un riso, E si aperse il Paradiso. NATALE TRA I PRODIGHI di Raffaele Crovi [...] D'improvviso Natale e la citt esiste, godibile di voci e suoni lenti,

dopo il chiassoso attrito del commercio dei doni, dello spreco A GES BAMBINO di Umberto Saba Tu, Re dell'Universo, ci hai insegnato che tutte le creature sono uguali, che le distingue solo la bont, tesoro immenso, dato al povero e al ricco. Ges, fa' che io sia buono NATALE (Suggerimento: con nostalgia) di Hugo Hofmannsthal Scampanii di Natale Nel vento notturno... Chiss dove oggi Sono le campane, Dove i suoni di allora?

PACE di Henry Vaughan Se tu potessi giungere in quel luogo laggi vi cresce il fiore della pace, la Rosa che non pu appassire, tua fortezza e tua quiete; lascia dunque le tue sciocche battaglie; perch nessuno pu offrirti sicurezza, se non Un Tale che non muta mai, il tuo Dio, la tua vita, la tua cura.

RICORDO DI UN NATALE di Marcello Camillucci squarcia la bruma, incanta gli occhi, ed , anche per chi l'aveva cancellato, sepolto fra i giocattoli dell'infanzia, Natale, una mezzanotte trafitta di stelle. LETTERA 1951 di Maria Luisa Spaziani Natale altro non che quest'immenso silenzio che dilaga per le strade, dove platani ciechi ridono con la neve [TI ACCOMPAGNA DALL'ALTO] di Marino Piazzola Ti accompagna dall'alto un'Iride stellare e l'eco delle valli morbide alla luce fioca d'una Cometa

NATALE A L'ARACELI (Suggerimento: per annunciare a Natale un lieto evento) di Marco Dall'Arco Tu, mamma, chiudi un occhio si stasera ar cenone intorno ar panettone c' un marmocchio de pi. NOTTURNO INVERNALE (Suggerimento: solitudine passeggera) di Antonia Pozzi E domani saremo soli col nostro cuore

verso il nostro destino. Ma ancora, nel profondo, tremer il palpito lontano delle ali sorelle e si convertir in nuova ansia di volo.

I PEZZENTI (Suggerimento: con impegno sociale) di Rocco Scotellaro bello fare i pezzenti a Natale perch i ricchi allora sono buoni; bello il presepio a Natale che tiene l'agnello in mezzo ai leoni. A GESU' BAMBINO di Teophile Gautier In Te, per Te s'accolgono tutte le cose belle, e l'albero fiorito - e dolce frutto, le lucciole e le stelle - e l'Infinito... E' NATALE di Thophile Gautier Sopra il tetto che si spalanca Nero, la neve fiocca eguale. Angioletti in tunica bianca ricantano ai greggi: Natale!

CAMPANE DI NATALE di Luigi Orsini Campane di Natale, non ci sia chi cova l'odio triste nel suo cuore; intenda ognun la santa poesia, la vostra voce di fraterno amore.

IO NON SO COME (Suggerimento: oltre l'orrore dei massacri) di Elio Fiore Io non so come, anche quest'anno stato orrendo di massacri e di morti, ma so che verr l'alba eterna, la luce che attende ogni creatura, fatta a immagine di Dio, canto dell'universo.

DICEMBRE di Cesare Angellini Nevica sui villaggi? Nelle veglie le case tornano intime, sognanti; le parole han riflessi di conchiglie. Questa notte Ges fa compagnia al povero, al fringuello, al camminante che come foglia fluttua per la via.

IL NATALE di Alessandro Manzoni Senza indugiar, cercarono L'albergo poveretto Que' fortunati, e videro Siccome a lor fu detto, Videro in panni avvolto, In un presepe accolto, Vagir il Re del Ciel.