Sei sulla pagina 1di 4

GIA' POPOLO SAMMARITANO n. 1 del 1/5/2012 AUTORIZZAZIONE DEL TRIBUNALE DI S. MARIA C.V. N.

1593 /2011 direttore Prospero Cecere

SALVIAMO L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE, IL SOLDATO RYAN , IL TABACCHIFICIO E L'OCCUPAZIONE DALLE GRINFIE DEI PALAZZINARI, DEI FACCENDIERI, DELLA ZAVORRA E DEL PD

un anno perso dietro il pd per riuscire a costruire i 430 appartamenti. un anno perso dietro il pd per cercare il modo di accontentare gli speculatori del mattone , un anno perso dietro il pd a non fare niente per incentivare gli industriali a venire a smcv. un anno perso cercando come bloccare il senso unico al c/1 nord , un anno perso a sprecare centinaia di milioni per mantenere servizi inadeguati un anno perso dietro il pd a causa dei signori dalla firma facile In un anno quante cose si potevano fare, risparmiando 6-700 milioni di vecchie lire dati ai firmatutto! Si potevano comprare terreni da mettere a disposizione degli industriali , o si sarebbero potuti utilizzare per aprire un asilo nido comunale, , si potevano utilizzare per sistemare il Campo Sorbo, o si sarebbero ancora potuti utilizzare per ristrutturare il cappellone al cimitero , si potevano usare per metterli a disposizione dei disoccupati, o dei disabili o per aumentare i contributi per gli affitti e delle borse di studio etc etc un anno perso nonostante i soloni del pd con i loro studi da peripatetici, un anno perso perche ci voleva molto tempo per cuocere la zavorra recalcitrante . un anno perso perche le associazioni erano dure a morire e davano fastidio ai manovratori, un anno perso per far comprendere al mancato leader( perdente a vita) che non tutte le ciambelle escono con il buco, e che lassu qualcuno ci ama e ci da una mano per salvare quel poco che il centro sinistra ha lasciato per non aver avuto il tempo di arraffare tutto . un anno perso per far rinsavire, invano, alcuni rappresentanti imbambolati dai facili miraggi. un anno per rilasciare centinaia e centinaia di licenze edilizie, in un anno quante centinaia di commercianti hanno chiuso la propria attivit ? un anno perso a non organizzare lufficio tecnico causando danni alle casse comunali, un anno perso per non fare un ordine di servizio per risistemare il doppio senso in via Giovanni Paolo I arrecando cosi danno ai commercianti e ai cittadini , i quali dovranno fare un giro enorme per ritornare a casa , per non scontentare gli interessi delle attivita che dovranno sorgere nellex tabbacchificio . un anno perso in 4 dietro la scrivania del "condominio" per non conbinare niente di buono, ma sprecare i soldi dei cittadini di Santa Maria Capua Vetere . un anno perso a promettere mare e monti, tanto le chiacchere volano MA DIMENTICANO CHE gli scritti ( il programma elettorale ) restano, anche se per loro tutto "carta straccia" un anno perso che e servito per autoconvincersi che Dio li ha scelti e quindi possono tradire i sammaritani , e fare il contrario di quello che avevano promesso in cambio della famosa borsetta di 30 scudi, ma dimenticano che per ogni traditore vi un albero in attesa un anno perso che e servito a far montare la testa a dei vuoti a perdere , i quali pensano che il tempo non passa e non verra la resa dei conti, un anno perso a regalare soldi a Pellino ( si potevano utilizzare le proprieta comunali e risparmiare miliardi di lire, tanto spreco per essere graditi a coloro che tutto possono) un anno perso a non risolvere la vicenda del Campo Sorbo un anno perso, ma che e servito a far conoscere quanti quaquaraqua si nascondevano nei partiti della coalizione, che non vedevano lora di salire sul carro della vittoria della zavorra, che solo per un miracolo ancora galeggia un anno di pazienza per cercare di salvare quest amministrazione , frutto di decenni di lavoro estenuante che sta per capitolare per i soliti falsi salvatori della patria, che vogliono solo badare a se stessi un anno perso dietro il P.D. per cercare di salvare l'Amministrazione Comunale ed il "soldato Ryan" , sua vittima predestinata . Quante cose si potevano fare in un anno , se non si accanivano a contrastarci per il semplice fatto che noi chiedevamo occupazione e non appartamenti nell'ex Tabacchificio In quest'anno abbiamo preteso e ancora pretendiamo il rispetto dell'impegno preso con l'elettorato contro gli speculatori del mattone e pro disoccupati e commercianti!

UN ANNO PERSO...

PER NON DIMENTICARE


La riunione del consiglio comunale, tenutasi in data 18.05.2012, si conclusa miseramente per il brillante e coraggioso intervento dellavv.
Federico Simoncelli, il quale ha pubblicamente denunciato i trasversalismi esistenti tra maggioranza e minoranza, provocando luscita indecorosa del gruppo di maggioranza dallaula consiliare. I maggiori esponenti di questo gruppo, nella circostanza, non hanno avuto nemmeno il buon senso di spiegare cosa stesse accadendo, ma hanno preferito rifugiarsi in un comportamento, che ha evitato loro di affrontare il dibattito pi complesso previsto dallordine del giorno. In verit ci che accaduto ben chiaro e per chi vive gli ambienti comunali e mastica di vita amministrativa fin troppo facile comprendere quanto si sia verificato. Il consiglio comunale era chiamato a deliberare, come primo punto allordine del giorno, la nomina dei revisori dei conti. Figure queste importantissime e delicatissime, che hanno, o dovrebbero avere, il ruolo di controllo e verifica della rispondenza contabile ed amministrativa dellente ai dettami delle varie leggi finanziarie. Per meglio comprendere limbroglio, va ricordato che le disposizioni normative vigenti prevedono, per la nomina dei revisori, un tipo di votazione, che consente alla minoranza di poter partecipare a questa attivit di controllo, inserendo un proprio rappresentante nella terna dei revisori dei conti; tanto per il rispetto dovuto al senso democratico che deve esserci in ogni attivit di governo, nel momento in cui si d la possibilit a tutte le forze politiche di intervenire nella vita amministrativa con un peso che non sia solo platonico. In realt successo che nel momento del voto alcuni esponenti della minoranza, in accordo con la maggioranza, hanno pilotato il risultato della votazione verso una terna di revisori, la cui scelta era basata su unimpostazione solo ed esclusivamente clientelare, tanto poco segreta, quanto pacchiana. Il risultato stato quello che Santa Maria Capua Vetere non avr alcuna forma di controllo revisionale nel prossimo futuro, perch nel momento in cui si stabilisce che per i prossimi tre anni non garantita la partecipazione della minoranza nel collegio dei revisori contabili, sar esclusa di fatto ogni forma di dialettica basata sul confronto. Questo episodio deve far riflettere quanti hanno dato il proprio appoggio per la nascita di questamministrazione ed invitarli ad oneste valutazioni sui personaggi, che hanno un peso decisivo in questo contesto cittadino, a partire dal sindaco, dal vice sindaco, dal presidente del consiglio, dal capogruppo consiliare di maggioranza, per finire a gran parte della giunta comunale e gran parte della stessa maggioranza consiliare e, comunque, senza escludere quei consiglieri di minoranza che si sono lasciati andare a giochetti di palazzo, che mortificano tutti noi poveri elettori, che abbiamo creduto che le cose potessero cambiare. Questo brutto episodio di vita amministrativa non il primo provocato da questa amministrazione, ma fa seguito ad altri atteggiamenti politici di strana natura, non pi riconducibili ad una sana, onesta, trasparente vita democratica, ma a ben altro. Pertanto ci corre lobbligo di ricordare alcune cose che hanno segnato la nascita e levolversi di questa maggioranza amministrativa, partendo dalla candidatura del sindaco, voluta da queste associazioni. Solo dopo innumerevoli incontri politici con quasi tutte le forze politiche della citt e dopo aver rifiutato proposte di candidature a sindaco da parte di forti esponenti provinciali, si prospett e fu accettata la candidatura, o meglio lauto candidatura, a sindaco di Biagio Maria Di Muro. Vari esponenti delle associazioni non accettarono di buon grado questo risultato, ma rispettosi di una volont preminente mostrarono con garbo la propria solidariet al nascente candidato. Fu avviata di conseguenza una lunga ed attenta analisi su tutti i punti da inserire nel programma elettorale ed il risultato ottenuto, dopo lunghe e frequenti riunioni, fu la convergenza unanime di tutti i componenti delle associazioni sul documento da presentare al comune a sostegno della candidatura di Di Muro. Lo stesso candidato sottoscrisse il documento definitivo insieme a quanti avevano contribuito alla sua compilazione. Successivamente il risultato elettorale della prima votazione premi lonest del documento e port Biagio Maria Di Muro al ballottaggio con il candidato Federico Simoncelli. A quindici giorni ed al ripetersi delle votazioni, Di Muro divenne sindaco avendo accettato laggregazione delle associazioni con forze politiche di sinistra e di destra, facenti capo a Stellato e Mattucci. A questo punto opportuno ricordare che la legge in materia prevede che il neo sindaco, in un lasso di tempo ben indicato, debba nominare lesecutivo (giunta comunale) e presentare le linee programmatiche. Questi adempimenti, furono regolarmente avviati dal sindaco, ma fu necessario una rivisitazione del programma elettorale da presentare, in quanto si dovette fondere in un unico atto le linee programmatiche presentate dalle tre compagini elettorali facenti capo a Di Muro, Stellato e Mattucci. A queste finalit lavorarono con impegno persone di fiducia dei tre esponenti della maggioranza, che non trovarono grosse difficolt a conciliare in un unico programma elettorale le varie posizioni di governo presentate dai tre gruppi. Questo, perch ? Perch il contenuto dei tre programmi elettorali erano tutti ispirati ai pi sani principi democratici, dove vi era la buon intenzione di risanare la contabilit comunale, dove si voleva salvare il comune dagli sprechi, dal clientelismo, dalle attivit di male affare, dove si voleva rivalutare la burocrazia comunale esistente, senza ricorso a luminari dimportazione, dove si dava per indispensabile di salvare il territorio da ogni forma di speculazione edilizia e commerciale, dove si voleva avviare un coretto piano traffico, dove la trasparenza avesse un valore fondamentale, dove si dava priorit assoluta di utilizzare tutte le potenzialit politiche, economiche ed amministrative per il lavoro, il lavoro., il lavoro etc (tutte cose dette e scritte nel documento che fu stilato in conseguenza, che conservato agli atti degli uffici comunali). Successivamente e comunque nei termini previsti, il sindaco present al consiglio comunale le sue linee programmatiche, pienamente condivise da tutta la maggioranza e per avvalorarne limportanza si ritenne opportuno effettuare una solenne votazione per chiamata nominale. In sostanza per un argomento di consiglio comunale per il quale la legge non prevede una specifica votazione, il sindaco stesso e tutti i consiglieri presenti espressero il loro voto palese, favorevole o sfavorevole, secondo la loro posizione di appartenenza alla maggioranza o alla minoranza. Largomento ottenne la maggioranza e le linee programmatiche, che dovevano solo essere presentate, divennero con il voto espresso indirizzi di governo per la il sindaco, per il consiglio comunale, per la giunta comunale e per lintera burocrazia (segretario generale, dirigenti, funzionari, impiegati etc.). Come logica conseguenza da quel momento in poi il sindaco (+ due) assunse posizioni in pieno contrasto con quanto aveva solennemente approvato in consiglio comunale, e, come risulta anche da alcuni verbali di successive riunioni consiliari, le linee programmatiche, divenute indirizzi di governo, furono definite solo chiacchiere, che non vincolavano nessuno al loro rispetto. A distanza di un anno risulta che in molte circostanze sono state completamente travisati tutti gli intenti di buon governo ed in particolare sono stati rifiutati ripetutamente incontri con queste associazioni di volontariato, che volevano soltanto confermare lappoggio alla maggioranza, chiedendo il rispetto delle linee programmatiche. A conclusione di quanto detto si invita il sindaco (+2), il vice sindaco, il consiglio e la giunta comunale, i consiglieri maggioranza, tutti i componenti della burocrazia comunale a rispettare nella forma e nella sostanza le linee programmatiche, divenute indirizzi di governo approvati in consiglio comunale, i quanto gli stessi sono linee di principio che devono ispirare lintera attivit amministrativa di questa consiliatura. E se dovessero nascere dei dubbi interpretativi queste associazioni sono a disposizione in qualunque momento a confronti dialettici ispirati solo a finalit costruttive per il bene della cittadinanza. C.N.

CIAO PIETRO

Ti ricordiamo sempre Pietro come il pap del "popolo sammaritano"prima e della "Freccia nel Fianco " poi soprattutto come sammaritano verace siamo sicuri che se tu fossi qui non riusciresti a frenarti , e ti recheresti tutti i giorni al comune per non lasciare impuniti coloro che , servendosi della tua e della nostra battaglia pluriennale si sono accomodati tra gli scranni del Consiglio e , invece di difendere gli interessi dei sammaritani stanno continuando a svendere la citt ai palazzinari . Sono passati due anni da quando ci hai lasciati, e nonostante la grande vittoria ottenuta come vedi siamo ancora qui a tentare di svelare le manovre nascoste di chi non ha alcun affetto per la nostra Santa Maria Capua Vetere . Noi, come gi in passato , non demordiamo . Noi

AUGURI MARIO
La fedelt, al Comune di Santa Maria Capua Vetere, non viene ripagata; a stento ti salutano nei corridoi , meno male che la vita invece sa come ripagare chi lo merita . La vita , ha , infatti, regalato a Lello Palma , dipendente comunale , grandi soddisfazioni : il figlio Mario ha infatti conseguito ,il 23/5/2012 la laurea Magistrale in fisica della materia . La sua tesi in "Misure di trasporto in nanofili di superconduttori ad alta temperatura critica" stata premiata con la pi alta votazione ,110 e lode . Il venticinquenne neolaureato stato gi contattato da un rinomato Istituto di ricerca inglese . Facciamo i nostri auguri sia a Lello Palma che ha saputo educare e crescere insieme alla sua consorte un sammaritano che dar grandi soddisfazioni anche a tutti noi , e ovviamente i nostri pi sentiti auguri vanno al neo- dottore Mario Palma . Ad Maiora

NUMERO DA CONSERVARE, PER I VOSTRI FIGLI E PER I VOSTRI NIPOTI

LA FRECCIA
IL PRIMO ANNO DI GOVERNO CITTADINO
Ci avviamo ormai al compimento del primo anno di governo cittadino e, nel corso di questi primi mesi, abbiamo dovuto mettere mano a tante situazioni che si erano incancrenite, abbiamo dovuto rintuzzare i continui attacchi strumentali che ci sono stati rivolti, abbiamo dovuto risolvere una serie di emergenze lasciateci in eredit. Nonostante ci, siamo riusciti a porre le basi per una programmazione seria e rigorosa dello sviluppo della citt, per un recupero di vivibilit e di normalit quotidiana delle quali si avverte tuttora un grande bisogno. Tra i pi recenti atti adottati dalla giunta municipale, figura il programma triennale delle opere pubbliche, un provvedimento fondamentale per la programmazione dei lavori in citt e per la relativa pianificazione finanziaria. Nel programma delle opere pubbliche, abbiamo previsto numerosi interventi, tra i quali voglio citare il completamento della manutenzione stradale nelle vie di accesso, dopo i lavori gi effettuati in via Napoli e quelli in itinere relativi ad altre importanti arterie cittadine. E stato previsto, inoltre, il rifacimento della pavimentazione in via Anfiteatro, la riqualificazione energetica della scuola elementare di via Avezzana, lincremento dei fondi destinati a tutti gli edifici scolastici. Significativa stata lattenzione ai beni culturali, a partire dallArco Adriano per il restauro del quale si prevede di attingere a fondi ministeriali fino allistituto ex Sacri Cuori e alla chiesa annessa. Particolare attenzione sempre nel programma delle opere pubbliche stata dedicata agli interventi riguardanti il verde pubblico e il decoro della citt: aree attrezzate, parchi giochi, giardini su aree comunali, giardino dei sensi nel parco urbano. Tra le cose da fare, lamministrazione ha avviato il percorso burocratico per la sistemazione definitiva di Campo Sorbo, creando le condizioni per risolvere una volta per tutte un problema annoso trascurato colpevolmente per troppo tempo. Ma, oltre a programmare il futuro (che gi mi sembra un risultato di non poco conto), cosa abbiamo fatto in questi mesi? Potrei citare centinaia di interventi, anche di quotidiana amministrazione, che nel loro complesso rappresentano gi una svolta di decoro, di trasparenza e di vivibilit per Santa Maria Capua Vetere. Lamministrazione comunale accogliendo le indicazioni dellintero consiglio comunale ha poi avviato tre vertenze riguardanti presdi fondamentali per la citt e la difesa dellambiente: lospedale Melorio (sul quale abbiamo espresso con forza in tutte le sedi istituzionali un fermo no a qualsiasi ipotesi di depauperamento), lex Finmek (per la quale abbiamo attivato tavoli di confronto istituzionale per la salvaguardia dei posti di lavoro e la ripresa dellaccordo di programma mai avviato e per la quale, come atto deliberativo del consiglio comunale, abbiamo predisposto il provvedimento che conferma i vincoli di destinazione produttiva dellarea) e il digestore anaerobico (sul quale le nostre osservazioni e la mobilitazione dellintera cittadinanza hanno portato a un parere negativo da parte del commissario ad acta, scongiurando quindi il rischio di realizzare un altro impianto per la gestione dei rifiuti sul territorio comunale). Approfitto per sottolineare altri importanti risultati raggiunti in materia ambientale, come ad esempio la bonifica di decine di aree che erano diventate vere e proprie discariche a cielo aperto. Si tratta di una tematica delicata, che coinvolge i comportamenti scorretti da parte di taluni, che con le loro illegalit rischiano di pregiudicare le pratiche virtuosi della maggior parte dei cittadini sammaritani. Abbiamo portato avanti, con grande alacrit, liter procedurale di Agenda 21, approdata alla stesura di una relazione sullo stato dellambiente (che a giorni sar presentata pubblicamente) e, presto, alla elaborazione di un piano di azione ambientale concordato con tanti soggetti istituzionali e non. Innumerevoli sono state le iniziative sul fronte turistico e culturale: eventi, visite guidate, riscoperta del patrimonio archeologico e artistico di Santa Maria Capua Vetere, ripresa dellorgoglio di essere sammaritani e della coscienza della nostra storia. Ritengo importante anche la realizzazione dellarea di sosta attrezzata per i camper e per i pullman turistici nei pressi dellanfiteatro, con undici posti riservati ai camper, novanta alle auto e dieci ai pullman turistici. Quanto alla viabilit, stata avviata la riorganizzazione delle aree di sosta con un provvedimento estremamente puntuale e dettagliato. La regolamentazione delle aree blu a pagamento, per quanto possa sembrare spiacevole, un dovere dellamministrazione anche per evitare la sosta selvaggia e la sosta di lunga durata che penalizza pesantemente le attivit commerciali. Accanto alle strisce blu, per, sono state anche previste aree riservate ai disabili e alle donne in stato di gravidanza (le cosiddette strisce rosa). Infine, devo sottolineare che anche nel campo dei servizi sociali lamministrazione si fortemente impegnata, predisponendo tutte le procedure per incrementare lofferta di assistenza e il contrasto alla povert. Con lambito territoriale C5, di cui il nostro Comune capofila, stiamo implementando larea dei servizi alla persona per garantire i livelli essenziali di assistenza sociale e sociosanitaria. Si tratta di fondamentali servizi rivolti agli anziani, ai minori e agli adulti non autosufficienti. Stiamo dotando tutti i Comuni dellambito di professionalit specifiche di supporto: segretariato sociale, assistenza specialistica ai disabili nelle scuole, assistenza agli anziani e ai disabili. Forse non abbiamo potuto fare tutto quello che avremmo voluto. Tuttavia respingiamo con forza le critiche strumentali, demagogiche e menzognere: questa amministrazione ha lavorato tanto e continuer a lavorare sempre di pi per assicurare a Santa Maria Capua Vetere, ai suoi cittadini, alle nuove generazioni, un futuro degno della sua storia e della sua tradizione culturale ed economica. Donato Di Rienzo ( Assessore all'Ambiente )

L'EVOLUZIONE DELL'ASINO
Darwin affermava che nella lotta tra le specie, non vince il pi forte, ma chi si adatta prima. Lasino tra gli animali pi antichi fin dal tempo dei sumeri. Si adattato ed evoluto, lesercito fino alla prima guerra mondiale lo usava per portare le armi sulle Alpi. La sua evoluzione lo ha portato anche nella politica, con degli effetti collaterali, alcuni cos hanno prodotto lasino con i baffi. Non so se i baffi sono utili allasino, ma lui certamente utile alla politica. E utile per chi lo utilizza mettendolo in posizione per le mani in pasta, o gli zoccoli se preferite, tanto quelli che hanno edificato ponti per farlo evolvere in politica sono da tuttaltra parte e tengono le redini, cos non si sporcano le mani. Per da solo lasino spesso, agisce senza le redini di chi lo governa danneggiandosi. Allasino interessa solo il foraggio, basta foraggiarlo e lui continua a ridere dietro i baffi. Evidentemente coloro che hanno consentito levoluzione dellasino fino a consentirgli di interessarsi di politica, loro quelli delle redini, riempiono la scatola vuota della condotta cronica dellasino, cos ottengono tutto senza apparire. Per tutti vale lesempio del Tabacchificio e della Siemens, mentre lasino senza sapere quello che afferma n guarda perch ha la testa nel foraggio, si prodiga per costruire alloggi nella Siemens e nel Tabacchificio, loro quelli delle redini stanno fermi, anzi criticano lasino tanto la colpa sua. Per, anche lasino ha il suo punto debole perch il vecchio detto napoletano afferma A lavare la testa allasino si perde tempo e sapone cos potrebbe capitare che lasino parli e dica al controllore che lui riceve il foraggio, ma una parte del foraggio va a quelli delle redini. Perch, in un castello con il sasso lo avete fatto cenare e ubriacare e dato i voti per portarlo nella politica e poi siete spariti? Perch non ritornate sui vostri passi a riprendere lasino? Perch in questa amministrazione la giunta non formata dal sindaco e dagli altri due capi coalizione? Forse non vogliono che gli elettori comprendano le loro malefatte politiche, i loro errori, il loro disinteresse per la citt. Lasino si evoluto arrivando in politica, ha comprato la laurea, si foraggia continuamente, ma voi che una sera in un castello con il sasso gli avete offerto la prima cena, voi avete tradito il pensiero di Giorgo Amendola e Enrico Berlinguer. Michele DAbrosca

Si pu usare il termine brutto per definire la situazione Eh, no no no. Cos non va. Proprio non va. Si pensava che la citt, insoddisfacente di citt e territorio? la nostra, si fosse liberata del fardello di un manipolo di personaggi Tutto sommato, perch questo e il modo sintetico con cui la che, con beneplacito di un ufficio romano, aveva scelto la strada societ e lopinione pubblica, almeno quella pi avvertita, li del popolo arraffone e palazzinaro ponendo su un piatto dargento definiscono indicando le condizioni di vita e le capacita duso allelettorato la possibilit di scegliere la libert, o meglio, la che in questi si creano. liberazione dalla loro ingombrante presenza. La liberazione si pensava fosse completa con laver intrapreso la stessa strada del Naturalmente, il termine non va interpretato solo in senso popolo arraffone e palazzinaro da parte del seguito di quel manipolo estetico; di benpensanti, che pure avevano fatto istanza di adesione a quello brutto o bello, in questo caso esprimono la qualit , lefficienza, le prospettive che la citt e il territorio possono offrire. stesso ufficio romano. Ma la mortificazione del popolo sovrano non poteva e non doveva rimanere impunita. E fu cos che una Cos fanno spesso i bambini, per i quali brutto cattivo e bello aggregazione di civiche Associazioni decisero di restituire alla significa buono. citt, la nostra, quella dignit e quellorgoglio dei tiemp bell e na E allora usiamo pure questa accezione di brutto e bello vota! Un candidato sindaco, figlio di cotanto progetto civico, in partendo dal bello. grado di stravolgere nel bene le sorti della citt, la nostra. Pronti, partenza, via ed ecco che il progetto prende forma ma non anche Cosa che lopinione pubblica pu considerare bello oggi nel sostanza. Una notte, purtroppo, sotto un cielo stellato, si realizza nostro caso? il patto. Patto di tradimento! Perch quel cielo sereno, stellato, ben Certamente una parte di ci che chiamiamo paesaggio, presto anzi subito, si rabbuiato di nubi. Tempestose. Il vento del purtroppo non poco deturpato; senza dubbio una porzione cambiamento spirato poco. Oggi vento non c; calma piatta, dei centri storici che si sono salvati, qualche quartiere periferico apparentemente. E gi, perch quel cielo stellato, snobbato dapprima meglio riuscito, e una quota, non molto estesa, del territorio e gratificato poi sopratutto grazie allincapacit di quellufficio extra urbano preservato. romano, ha portato gi una pioggia di stelle cadenti che stanno Tutto il resto, invece brutto: a cominciare dalle case, cio continuando a sconquassare la citt, la nostra. Quelle stesse stelle che si pensava ormai cadute e quindi inoffensive. Invece, ritornate dalle architetture sorte negli ultimi cinquanta anni, che-non si incandescenti, hanno ripreso a brillare ed a produrre quegli stessi pu negarlo-sono il pi delle volte davvero brutte. effetti dannosi in piena continuit col ventennio trascorso. Quelle A guardar meglio, brutto il fatto che la citt non eserciti oggi il ruolo per cui e nata millenni fa: un luogo in cui gli uomini stelle ri-cadute sulla citt, la nostra, non hanno per scalfito la casa delle Associazioni e gli associati pur se i rappresentanti di potessero raccogliersi per soddisfare le proprie necessit, questi ultimi, a furia di essere colpiti al capo dai frammenti delle creando assistenza reciproca, servizi comuni, necessari per comete, sono andati fuori di senno. Si ritrovano sbriciolati e raccolti una societ allora piccola, che poi si trasformata diventando in un sacco. Come zavorra! Le stelle cadono e fanno danni. Ma la sempre pi grande. casa delle Associazioni ed i suoi associati sono salvi cos come salvo il suo inestimabile tesoro: il programma elettorale, vincente! E quando questi servizi pubblici e privati funzionano male e non soddisfano pi lesigenza dei cittadini, questi sono spinti Francesco Caramico a dire che la citt brutta, perche non funziona. Lo stesso discorso si pu fare per il territorio, che non una risorsa inesauribile. Anche il territorio deve svolgere una funzione, avere una Caro Giornale sono un cittadino Sammaritano che ama la citt dove nato e cresciuto e che passeggiando per le sue strade ha notatopropria ragione d'essere; quando questa funzione non delle disfunzioni, che gi cerano durante lamministrazione passata,soddisfatta, quando cessa questa ragione dessere, lopinione ma che questa non ha ancora provveduto a rimuovere.pubblica pu dire che, purtroppo, anche il territorio e brutto. Andando nella Villa Comunale si nota la mancanza di un custodeQuesta bruttezza nasce, dal fatto che leggi e piani esistenti come dovrebbe esserci in ogni giardino pubblico che si rispetti,non sono in grado di governare le citt e il territorio in modo guardando poi verso lalto si notano una trentina di plafoniere rotte,di soddisfare lesigenze dei cittadini. lasciando cos una parte della Villa completamente al buio.E ancor maggiore la responsabilit delle amministrazioni Andando poi verso il Corso Garibaldi e proseguendo per piazzalocali, incapaci di usare per fino quel che le leggi e i piani Mazzini e poi Piazza Matteotti si nota un traffico automobilistico caotico dove le automobili permanentemente vengo fermate in divieto di sostaesistenti possono comunque offrire: non solo, infatti, sono notando cos la totale inesistenza dei Vigili Urbani, lo stesso dicasiincapaci di fare piani nuovi, ma anche di usare quelli disponibili, per piazza San Pietro e via San Erasmo senza parlare di via Avezzanache consentirebbero di affrontare e risolvere, intanto e per ( la strada pi trafficata dItalia) dove c mancanza di segnaleticaquanto e possibile -, i problemi della citt e del territorio. stradale sia verticale che orizzontale, specialmente nei pressi delQuindi, in definitiva, amministrare una citt significa governarne sottopasso, e in questa strada c il parcheggio sopra il marciapiedeil territorio, evitando che essa diventi preda di un suo uso ed anche qui i Vigili sono inesistenti. perverso e dominato da una sistematica sregolatezza. Andando poi nel Cimitero si nota lassenza allinterno dei guardiani,E questo il brutto. che stanno allingresso, ma la presenza di decina di cani che Avv. Pierfrancesco Lugnano scorrazzano e che fanno paura ai visitatori. Si nota ancora che le

La citt, la nostra !

TERRITORIO BRUTTO

PASSEGGIANDO IN CITTA'

Pietro Condorelli in concerto , un grande successo organizzato dall' assessore Tudisco e dalla Proloco Antica Capua
Degno di nota il Concerto del maestro Pietro Condorelli svoltosi al Teatro Garibaldi il 23 Maggio, organizzato dalla Proloco Antica Capua in collaborazione con l'assessorato alla Cultura , col patrocinio morale della Provincia di Caserta e, ovviamente del Comune di S. Maria Capua Vetere . L' iniziativa stata resa possibile grazie alla squisita sensibilit dimostrata dal maestro Condorelli e dai i componenti tutti della sua Band. Per espressa volont dellAssessore Tudisco il Concerto del maestro Condorelli stato dedicato a tutte le vittime innocenti delle Mafie e delle stragi. La decisione di svolgere il concerto nella Giornata del 23 Maggio non stata casuale ha spiegato il delegato del Primo Cittadino in quanto, in tale giornata ricorre il 20 Anniversario della strage di Capaci in cui perirono i Magistrati Falcone e Morvillo e gli uomini della loro scorta. Sar un momento, questo, significativo anche per manifestare lo sdegno della nostra cittadinanza per il vile attentato di Brindisi posto in essere proprio davanti a una scuola intitolata ai due Magistrati vittime delle barbarie mafiose del 23 Maggio 1992. La Proloco Antica Capua inoltre ha sottolineato l'importanza dell'apporto dei numerosi sostenitori dell'iniziativa e delle attivit poste in essere dalla proloco in favore della citt quali la Pizzeria la Loggetta, la buona Cremeria di Nonna Vincenza, Stazione di Servizio Q8 di Angelo Bonavolont, Pasticceria Cappiello, Onoranze Funebri Matilde Vcchione, Gelateria Paletta Doro, Gioielleria Dragone, Concessionaria Citroen Samauto, Calzature Rosida Baia, Coop. Al Risparmio, Tabacchi Aulicino Alfredo, Voglie Matte e Bar Nespoli.

stradine interne al cimitero ( vedi cimitero vecchio) sono dissestate, i bagni sono sporchi e senza alcun accessorio e non sono ancora risolti i problemi della cappelle funerarie pericolanti con grave pericolo per lincolumit di che va a trovare i propri defunti. Quando poi si fa sera la citt cade nella penombra perch la luce insufficiente, e in alcune strade la luce manca proprio, come nella nuova strada nei pressi del cimitero che anche se provvista di pali e lampadine non viene illumina e chi lo sa perch , forse per risparmiare?? Queste disfunzioni possono essere evitate, con poca spesa e un po di buona volont, basta che si voglia bene alla propria citt Un cittadino

Che cosa in realt il coraggio? Un giovane neo laureato Sammaritano, che decide di trasferirsi a vivere in un paese straniero, un coraggioso o una persona che costretto ad andare via per sentirsi libero di decidere della propria vita? coraggioso il politico Sammaritano che non si oppone alla costruzione dei 430 alloggi nell'area dell'ex tabacchificio come da programma elettorale o in possesso semplicemente della tipica debolezza umana e quindi facilmente ricattabile??? ci vuole coraggio per diventare una mela marcia??? ci vuole pi coraggio a mantenere la parola data agli elettori o a conservare un minimo di dignit e cedere il passo? pi coraggiosa un' amministrazione che tutela le imprese locali o chi favorisce i signorotti che vengono da fuori? Ci vuole pi coraggio a cercare di cambiare le cose scrivendo un giornale e fare della politica lo strumento che migliori la vita degli altri o lasciare che tutto continui in quel silenzio tombale che ormai ci accompagna da anni? coraggioso chi crede nella lealt politica? coraggioso colui che per un doppio senso di circolazione nel quartiere C1 Nord ha bisogno del consiglio di un professionista esperto? Dopo le tante domande che ci si pone del perch ci si ritrova sempre nella medesima situazione, arriva il coraggio di voler cambiare qualcosa che ribalter la propria quotidianit e di conseguenza la propria vita. [] Essere aperti a ci che pu accadere. Dimostrare a se stessi che non si e affatto una nullit , esprimendo felicemente totale libert aprendosi al corso degli eventi non avendo nessuna paura di vivere avendo fiducia di esistere. Trovare il coraggio di rimettersi in gioco, passando agli altri qualcosa di proprio, non temendo nulla e nessuno. Lesistere nel nostro modo di essere, la vita la facciamo vita solo se lo vogliamo noi. Santy Giuliano Citando Machiavelli, governare far credere. Io invece ritengo che oggi sia necessario dare una risposta a tutte queste domande e fare della politica uno strumento concreto Paolo Busico

Il coraggio di fare politica

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA E TUTTE

NEL FIANCO

Incompetenza o mala fede???? E doveroso un pubblico ringraziamento , da parte delle associazioni e sicuramente da parte dei sammaritani che hanno creduto nel progetto elettorale delle associazioni ,al Consigliere Comunale Gaetano Rauso per il Le diverse eccezioni fatte in merito alla stipula dei contratti con le societ suo costante impegno a favore degli interessi della citt . LIAN e GEPRON per il fitto di uno stabile e degli ex capannoni industriali Si deve a Gaetano Rauso , se stata scongiurata la mega speculazione dei 430 appartamenti , egli, insieme per lallocazione di uffici giudiziari, non hanno trovato ascolto tra i tecnici alle associazioni stato lultimo baluardo contro la speculazione che avrebbe annegato la citt nel cemento e gli amministratori del comune di santa Maria Capua Vetere. Senza la sua presenza non sarebbero stati sconfitti gli affaristi, gli infami della politica e della vita , i palazzinari Oggi che ci troviamo di fronte a problemi gravissimi che riguardano gli , i mercenari, gli opportunisti, i Quaraquaqua e gli abitu del voltabbanismo che vi pugnalano appena gli capita aspetti urbanistici e della sicurezza, ci si domanda di chi sono le loccasione . responsabilit??? Non avremmo vinto n le elezioni , n le battaglie contro le speculazioni nellex Tabacchificio, senza lazione Pi volte ho detto che il fabbricato, sito in Santa Maria Capua Vetere alla competente e continua di Gaetano Rauso, non avremmo bloccato per anni la speculazione del mega centro commerciale nellaria industriale via Mario Fiore, di propriet della soc. LIAN srl, concesso in fitto al comune dellex Tabacchificio e ricordiamo che per questa stessa battaglia stato oggetto di percosse dinanzi casa sua e n avremmo potuto di Santa Maria Capua Vetere per consentirvi lallocazione di uffici Giudiziari, oggi scongiurare laffaire dei 430 appartamenti . Per tali battaglie stato messo alla gogna dai suoi stessi colleghi di maggioranza , stato ristrutturato in difformit alle norme del Regolamento edilizio in che sembra siano stati ridotti al silenzio su temi che giuravano avrebbero sostenuto fino ad andarsene dalla maggioranza se non fossero vigore nella citt di Santa Maria Capua Vetere. il vecchio fabbricato di via stati ascoltati , (vedi la vicenda Biondi) , ma, evidentemente, lunico loro vero obiettivo era chiedere un proprio assessore ,( vedi la vicenda Mario Fiore,infatti, stato aumentato irregolarmente in volume ed in altezza, Rienzo ) contravvenendo a quanto stabilito dal Regolamento edilizio vigente che Oggi , a causa della nostra perseveranza, insieme a Gaetano Rauso ci ritroviamo ad essere , oggetto di ritorsioni varie per cercare di non consente che in quella zona i fabbricati possano avere unaltezza isolarci e ridurci al silenzio . E come se avessimo perso le elezioni vediamo che il Pd sta continuando ad attuare i vecchi programmi con superiore ad una volta e mezza la misura della sede stradale. Inoltre per un nuovo Giudicianni che pur di rimanere su quella poltrona, che non ha certo conquistato in nome delle speculazioni e del mattone quello stesso fabbricato stato rilasciato un permesso per il cambio di bens accettando il nostro programma e sfruttando la buona fede di tutti coloro che per oltre 4 anni hanno lottato contro le speculazioni destinazione duso, senza far pagare alla propriet oneri di urbanizzazione ed il malaffare , oggi si appiattisce sui diktat del centro sinistra . e senza tener conto che per ottenere un cambio di destinazione duso si Ci spiace per coloro che pensano di poter agire indisturbati , nascondendosi dietro al burattino di turno , noi non staremo in silenzio deve riconsiderare il calcolo degli standards urbanistici ex D.L.1444/68. , non taceremo sulle speculazioni che vorrebbero attuare e non saremo mai complici degli specialisti del mattone , noi continueremo a Per quanto riguarda i capannoni siti in Santa Maria Capua Vetere alla loc. tutelare la nostra citt e coloro che ci hanno dato fiducia , che continuano a darcene . Continueremo a lottare perch le nostre aree Grattapulci, in ristrutturazione da parte della soc. GEPROM srl, rilevata industriali siano effettivamente utilizzate per incrementare loccupazione a scapito degli inciarmi degli affaristi che non si riesce a capire dal dott. Fossataro,i lavori sono stati realizzati nel 2006, in seguito a rilascio come riescano , ogni volta, nonostante il voto contrario dei cittadini sammaritani , a ritornare a pilotare lAmministrazione di turno . di licenza edilizia con allegato atto dobbligo ma senza la prevista convenzione Come abbiamo gi a pi riprese chiesto , noi ci batteremo affinch le aree industriali vengano messe a disposizione di coloro che porteranno e senza tener conto delle delibera del Consiglio Comunale del 2001 che reale lavoro a Santa Maria Capua Vetere , anche attraverso lASI il consorzio aree industriali di cui S. Maria C.V. socia . autorizzava un lottizzazione per la costruzione di capannoni per uso Non riusciamo a comprendere con quale faccia , si possa continuare a difendere i palazzinari definendoli come imprenditoria sana che industriale. La realizzazione di detti capannoni stata effettuata in difformit porta benessere alla citt . Con oltre 4 milioni di appartamenti sfitti in tutta Italia, di cui molte centinaia nella nostra stessa citt, non con la normativa edilizia, in quanto per ogni capannone stata realizzata riusciamo davvero a comprendere come si possa pensare di voler spacciare le colate di cemento come un ottimo investimento per la unannessa palazzina di tre piani e non sono stati rispettati gli standards citt . Lottimo investimento solo per i palazzinari che costruendo su aree industriali e aree agricole, grazie ad artate distorsioni delle di cui al D.M. 1444/68. Ultimo problema e non di minore importanza, per norme urbanistiche vigenti, guadagnano cento volte di pi di quanto potrebbero fare costruendo su aree edificabili , risparmiando consentire la trasformazione dei capannoni dalluso industriale alluso nellacquisto dei terreni affamando i sammaritani che non hanno alcuno sbocco lavorativo ufficio, in Consiglio Comunale stata approvata la variante di destinazione Non ci possiamo certo crogiolare su questa vittoria , dopo il tentativo di far costruire i 430 appartamenti nellarea industriale di via Galatina, duso per allocarvi gli uffici giudiziari, dopo che erano gi stati fatti i lavori voci insistenti ci fanno sapere che si sta cercando un altro modo per poter continuare a speculare in quellarea, sembra che vogliano di trasformazione con una semplice D.I.A. nascondere la nuova speculazione dietro capannoni commerciali , probabilmente seguendo la stessa strada che ha gi percorso Pellino Tutto ci appare estremamente grave in quanto la localizzazione di uffici per fare dei capannoni industriali di via Grattapulci , una miniera doro . Giudiziari in fabbricati, non regolarmente realizzati veramente assurdo, Noi non accetteremo mai i 30 denari come hanno gi fatto in molti . specialemnte oggi che per i capannoni industriali della GEPROM evidente I nostri impegni con i nostri concittadini sono sacri e non carta straccia come ha detto qualche esponente del centro sinistra che non sono rispettati gli indici di protezione sismica, gli standards urbanistici Ringraziamo , quindi Gaetano Rauso per la costanza ed il coraggio che continua a dimostrare nel seguire il progetto che era stato condiviso e, udite,udite!!!, limpianto antincendio del piano interrato, da destinare ad col popolo sammaritano e da esso premiato , nonostante le angherie di cui fatto oggetto perch si allontani dalla maggioranza favorendo archivi, stato realizzato con spegnimento ad acqua mentre per preservare cos il ribaltone che potr aiutare ad attuare le altre speculazioni gi pronte . Cercavamo uomini che avessero a cuore il bene di Santa i documenti, in caso di incendio, la normativa richiede un impianto a gas. Maria Capua Vetere e abbiamo trovato solo nuovi Quaraquaqua . Oggi che il Presidente del Tribunale, operando in buona fede e con zelo, Ma fortunatamente c leccezione che continua a farci ancora sperare che si possano mettere in un angolo i mercenari, nuovi e vecchi, aveva creduto di aver risolto il problema della collocazione degli uffici del della politica Chiediamo ai sammaritani di farci sentire il loro appoggio per la battaglia che continuiamo a portare avanti e allo stesso Giudice di Pace e di Sorveglianza; oggi che stata esaudita ogni richiesta modo chiediamo di far sentire forte il proprio disprezzo a coloro che hanno, da subito ,abbandonati gli impegni assunti con voi ,ci , della propriet, ci si trova di fronte ad altre richieste di danaro pari a circa forse non li distoglier dal perseguire i proprio interessi, ma, almeno servir a bollarli per far s che non possano pi prendere in giro 700.000 mila Euro . La propriet , per, non considera che il gi esoso nessuno in futuro . Continuiamo a chiederci perch attaccano Gaetano Rauso , quando sanno benissimo che Gaetano non altro che canone di fitto concordato e dovrebbe contemplare lidoneit completa dei un portavoce del pensiero delle Associazioni ? Abbiano il coraggio di attaccare le Associazioni che hanno vinto le elezioni e che hanno locali ad ospitare gli uffici in parola. Ma con chi ce la dobbiamo prendere???? permesso allattuale maggioranza di governare la citt . Abbiano il coraggio di dire apertamente che non hanno mai creduto nel programma Innanzitutto va considerata lincompetenza dei dirigenti che hanno espletato elettorale che gli ha permesso di ottenere i voti che li hanno posti in maggioranza . i procedimenti che hanno portato a considerare la possibilit di fittare quei Hanno paura di essere individuati per quello che sono ? locali e, successivamente, a stipulare i contratti di fitto, senza verificarne Dichiarino di non far parte delle Associazioni e che le hanno solo sfruttate per poter attuare i propri interessi a scapito di quelli della la compatibilit urbanistica, lidoneit statica ed il possesso degli standards citt e non continuino a prendere di mira chi si comporta con coerenza e lealt . previsti dalla normativa vigente; senza tralasciare la leggerezza dellAmministrazione che, al posto di pensare a risolvere i problemi seri anta Maria Capua Vetere : la cucina dei della citt, andando appresso a degli incompetenti sconsiderati, rischia di Casalesi!! Chi deve intervenire? far perdere il Tribunale a Santa Maria e di far spendere fior di milioni alla Chi deve difendere i disoccupati, i commercianti che chiudono e e comunit, inutilmente. falliscono andando ad incentivare il numero dei miserabili e probabili Con tutti i soldi impegnati per il fitto delle propriet LIAN e GEPRON si suicidi ? Di chi la colpa ? sarebbe potuto realizzare, nei tempi gi impiegati per i lavori realizzati e Non ci sono altri oppositori a questa Amministrazione se non le quelli necessari per gli impossibili adeguamenti alle norme sismiche,un Cosa ci si poteva mai Associazioni?? N0 ! Non ci sono ; lo si visto nel teatrino che hanno complesso idoneo nella ex Caserma M. Fiore, come da me richiesto da aspettare da uomini simili messo in scena per lelezione di un misero revisore dei conti. anni. ? La cosa pi vergognosa E vero!! Il potere logora chi non c lha!!! Ne convinto anche Stellato Infatti il problema della localizzazione degli Uffici Giudiziari , da tempo, che un che basa la sua strategia sull'appoggio dei trasversalisti. allordine del giorno ed oggi, in presenza di questi gravissimi problemi, non "superquaraquaqua" li Era il 2010; in una dichiarazione pubblica il Procuratore Capo delle si potr che ricorrere alle solite carte false Repubblica, dr. Corrado Lembo , affermava che Santa Maria la cucina Ma consentito farlo??? Specialmente per uffici che dovranno ospitare abbia obbligati a diventare della Casalesi. strutture giudiziarie???? quaraqquaqua ! Una tale affermazione, venuta da una personalit di tale spessore , Lapprossimazione ed il pressapochismo generano sempre guai ed spese Evidentemente , erano particolarmente grave ed implica un teorema inequivocabile: la superiori a quelle necessarie; spese che ricadranno, inevitabilmente, sulle destinati a diventare tali . camorra che impone la politica del mattone e , quindi condiziona spalle dei cittadini di Santa Maria che, tra poco, con la congiuntura che Infatti , in epoca non l'indirizzo politico ed amministrativo dell'Amministrazione . vive lItalia saranno costretti a pagare le conseguenze di scelleratezze sospetta , furono additati Stando cos le cose chi dovrebbe intervenire per bloccare quest' perpetrate dalle Amministrazioni che si sono succedute e che non hanno come nuove "MELE ultimo scempio del territorio ? voluto mai affrontare con seriet e coscienza il problema che oggi rimane MARCE" da colui che stava Visto che i partiti assistono impassibili, anzi , sono loro a prendersi irrisolto nella sostanza. la paternit di voler portare per essere tradito per i Per troppo tempo la si fatta franca; speriamo che si capisca la gravit la popolazione di S. Maria C.V. a 50.000 abitanti ( pro - Palazzinari , della situazione e si receda dallatteggiamento borioso e prevaricatorio famosi 30 denari . chi dovrebbe impedire la realizzazione del progetto dei 430 appartamenti verso chi vuole solo il bene della Citt. Tutto si compiuto , ed ora passeranno alla storia come la Ex Tabacchificio ; dei 100 appartamenti a Sant'Andrea, degli 801 Gaetano Rauso "ZAVORRA MARCIA", destinata a scomparire dalla scena , ecc.ec??? politica come i loro predecessori e nessuno poi li ricorder nellex Mulino Parisi amministratori non hanno saputo aspettare; la Ancora una volta gli pi malattia di protagonismo che caratterizza il leader del P.D. Di seguito la risposta dell'Assessore Mario Tudisco a chi sammaritano,ha avuto la meglio sulla ragione che gli aveva imposto vorrebbe dirigerlo come un burattino : la sofferenza del silenzio per quasi un anno e non riuscito pi a Nel ringraziare i Consiglieri del gruppo I Sammaritani per rimanere dietro le quinte spingendosi al centro della ribalta del Il dramma dei nostri giorni il lavoro. La percentuale dei disoccupati, le parole gentili e per gli apprezzamenti rivolti al mio operato teatrino . soprattutto tra i giovani, ha raggiunto oramai un limite non pi di Assessore, colgo loccasione, per, per evidenziare alcune Non gli bastavano i condizionamenti ad un sindaco,eletto in nome tollerabile da una societ che ha a cuore il futuro dei suoi giovani. della trasparenza e della lotta agli sprechi, che ha paura di andarsene incongruenze da loro espresse. In particolare, mi preme Una politica attenta e sensibile deve impegnarsi strenuamente per alla citt in 15 anni . Gli dava fastidio sottolineare come io mi sia sempre rapportato alle Associazioni a casa ed i danni provocati che non collimava, nonostante le sue il dare loro delle risposte e soprattutto delle speranze. Un primo progetto delle Associazioni che rappresentano lunico soggetto politico a cui sia il gruppo reiterate promesse, con i suoi obiettivi. passo concreto per creare le condizioni favorevoli ad una crescita consiliare sia chi riveste incarichi istituzionali deve rendere Per distruggerlo , per annientare un futuro che si era delineato roseo occupazionale nella nostra citt senzaltro il rilancio industriale conto del proprio operato, in quanto tale soggetto diede la per questo sindaco, uscito allo scoperto . Gli opportunisti del PD , che non pu avvenire senza la conservazione degli spazi in cui praticare le attivit manifatturiere; mi riferisco in concreto alla zona sono 15 anni che saccheggiano la citt, aprendo le sue porte agli stura alle elezioni a Sindaco dellArchitetto Biagio Maria Di ex- Tabacchificio e a quella della ex- Italtel. speculatori ed al malaffare. Muro e, di conseguenza, anche alle elezioni dei consiglieri La conservazione di tali spazi non pu prescindere da opportuni comunali che sottoscrissero un preciso programma elettorale. Ed i meno abbienti ? Possono morire di sete e di fame , tanto , se provvedimenti in materia urbanistica che ne vincolino la destinazione Naturalmente, del proprio operato istituzionale bisogna rendere hanno fame possono saziarsi con i mattoni che abbondano , grazie duso sottraendoli cos definitivamente ad una speculazione che ai responsabili del PD . conto alla cittadinanza tutta, dimostrando la validit e lo Si stanno impegnando, con tutte le forze a fare la lotta alle Associazioni invece li vorrebbe cementificati a favore di una edilizia pseudo spessore delle iniziative che si pongono in essere. E se ci e al suo portavoce Gaetano Rauso , solo perch esse continuano a residenziale di cui non se ne avverte il bisogno. non dovesse avvenire significherebbe aver fallito nel proprio battersi, come hanno fatto per tanti anni contro i casalesi , i palazzinari La tutela di tali spazi una delle azioni strategiche che l Ente Locale deve perseguire senza indugi per praticare quellazione di governo mandato. Evidentemente , fino ad ora, il gruppo consiliare I e gli affaristi . che, con termini moderni, si definisce Marketing Territoriale Sammaritani non ha dimostrato la mia stessa sensibilit nel Il fine di tenere in piedi, fin tanto che gli fa comodo, questa Amministrazione, ormai invisa a tutta la cittadinanza , permettendo ossia rendere attrattivo il proprio territorio ai fini di creare occasioni rapportarsi a chi diede loro lopportunit di candidarsi al di lavoro. consiglio comunale anche in virt dellimpegno e della passione sprechi, abusi edilizi e malversazioni, per acuire il malessere della Lapertura del Casello autostradale rappresenta poi unaltra risorsa di alcune centinaia di persone che concorsero alla affermazione gente e volgerlo a suo favore. importante per Santa Maria in quanto il suo livello logistico Dove sono i giovanetti delle Associazioni che partirono con tanto elettorale. certamente migliorato rispetto al passato. entusiasmo e che volevano risolvere i problemi di S. Maria ? Sono Detto questo, non posso non sottolineare come poche Allora preservare gli spazi condizione necessaria per creare le stati declassati a portatori d'acqua del PD !!!!. settimane fa quando iniziarono a circolare notizie inerenti Cosa dicono della scelta pro - palazzinari a danno dell'occupazione condizioni favorevoli ad un rilancio industriale della nostra citt. Un inciso. Il 19 ottobre prossimo per gli ex dipendenti della Finmek, la mia sostituzione in Giunta a vantaggio del Preside Rienzo, ? alla pronta risposta negativa da parte di tutti i responsabili dei Perch appiattiscono le loro posizioni con quelle del PD ? e stanno gi Italtel, scadr la Cassa Integrazione e il destino dellultimo residuo di occupati di quella che fu la grande fabbrica sammaritana sodalizi civici di riferimento non fece da contraltare analogo nel loro angusto posticino ad indurire la famosa acqua ? sar la mobilit e poi il licenziamento. documento da parte del gruppo consiliare il quale, forse, era Si sono tutti ammutoliti o devono ancora individuare i problemi di S. Ricordo, per averci lavorato, che lo stabilimento sammaritano, oltre Maria ? rimasto talmente attonito da queste voci da ammutolirsi!!! ad essere allavanguardia per le sue produzioni altamente Eppure, al di l della vicenda puramente personale, si trattava Se iin un anno non sono riusciti a rendersi conto che in 15 anni il PD tecnologiche era anche il pi importante Centro di Ricerca in Italia ed suoi alleati della sinistra hanno distrutto di tutto, allora sono di esprimere un giudizio sulla cooptazione di un esponente ciechi o sono dei poveri ignoranti acquistati per i canonici 30 denari. nel settore delle Telecomunicazioni Private. Al suo interno vi che milita in un partito di opposizione e che aveva fatto Lex segretario provinciale del PD, oggi passato all'UDC, dopo dieci lavoravano, tra ingegneri e tecnici specializzati, pi di 200 persone. Questo serbatoio di competenze scientifiche e tecnologiche, nel campagna elettorale per il candidato Sindaco del centro destra. anni al seguito di Bassolino e con Stellato alla Regione, durante i silenzio assente della politica, stato svuotato e adesso rischia di quali potevano risolvere i problemi ospedalieri, occupazionali e Inoltre, mi dispiace puntualizzare a proposito dellaccusa ,rilanciare i tesori archeologici della citt, con un disegno perverso scomparire definitivamente. mossami di agire in troppa autonomia tanto da rasentare Anche per i dipendenti ex Italtel diventa importante, e per tale motivo lanarchia istituzionale. Accusa che ritengo infondata in quanto e colpevole ha favorito solo il mattone, ha consentito che la citt si sono sempre battuti, il mantenimento del sito che potrebbe giammai ho ricevuto proposte o segnalazioni di eventi o attivit divenisse la pattumiera della Campania ed ha tralasciato tutti i veri ritornare ad offrire loro una possibilit di occupazione magari problemi della popolazione. Oggi vuole, con il suo camaleontismo, da parte del gruppo consiliare in questione. attuando quell AdP ( Accordo di Programma per la favorire lascesa di Stellato e la morte di un partito, lU.D.C., che Non avrei avuto nessun problema ad esaminarle ed avrebbe a Santa Maria potenzialit di sviluppo notevoli, sotto la guida reindustrializzazione della provincia di Caserta) tra la Regione Campania e lo Stato, la cui dotazione finanziaria ammonta a 100 eventualmente a dare loro seguito: semplicemente nessuno di politici che vogliono veramente il bene della citt e non il suo milioni di euro e mai decollato. dei consiglieri comunali si mai fatto vivo! sfruttamento. E lora che si intervenga per porre fine a questo disastro e si consenta P.Cicatiello che la citt riviva un una nuova era di sviluppo e di legalit.

Diamo a Cesare quel che di Cesare

I problemi della collocazione degli uffici giudiziari.

Ecco un Uomo con la U maiuscola a fronte di tanti Quaraquaqua

IL LAVORO , IL DRAMMA DEI NOSTRI GIORNI

LE PROMESSE

SI DIMENTICANO

nei prossimi numeri sveleremo le nuove mele marce

LA FRECCIA NEL FIANCO

IL SINDACO VINCOLATO
E vero abbiamo vinto le lezioni ed eletto sindaco il nostro c a n d i d a t o . Lavversario sconfitto non entrato nelle file dellopposizione ma della maggioranza. In questa seconda fase, le associazioni non sono state consultate. Loperazione un evidente accordo tra il sindaco e laltro. Conseguenza di questo accordo la carica di vicesindaco ad un soggetto politico che oggi rappresenta il PD, prima rappresentava se stesso e altri schieramenti. Il sindaco e il vicesindaco hanno autonomia politica amministrativa per attuare il programma politico e la delega del popolo? Questo un problema di difficile interpretazione. Per tentare di capire abbiamo atteso un anno. Durante questo primo anno si sono verificati dei fatti che non consentono errori nel distinguere tra la sostanza e lapparenza. Sembra di capire che laltro ordina al vicesindaco il quale occupa quella rappresentanza amministrativa politica, non per capacit ma per eseguire. Il sindaco pu accettare e continuare lamministrazione della citt, oppure pu non accettare e rimettere il mandato per ritornare alle urne. Tra il dire e il fare esistono anche i consiglieri comunali di maggioranza, dei quali non dobbiamo avere dubbi su coloro che rappresentano il PD perch essi si comportano da perfetti soldati ed eseguono lordine senza pensare che hanno ricevuto una delega dal popolo e non dal PD. I consiglieri comunali, espressione delle associazioni marcatamente delegati dal popolo, dopo un breve periodo di sbandamento, si sono allineati e sono diventati dei bravi soldati esecutori delle direttive dellaltro, meno uno. Il consigliere comunale Rauso non ha voluto abbandonare le associazioni perch cosciente di essere un delegato e, anche per avere sottoscritto quel programma elettorale dal quale giustamente non vuole dissociarsi. Tutto questo ha creato non pochi disagi durante il primo anno di amministrazione e da quanto mi risulta sono aumentate le comparsate giornalistiche ma non lattuazione del programma politico. Una prima analisi evidenzia la mancata conoscenza della realt sociale e politico-amministrativa della citt, abbandono dei disoccupati, nessun intervento per le fasce sociali deboli, spreco del denaro pubblico attraverso incarichi professionali, mancanza di trasparenza negli atti amministrativi, nessun intervento nel campo del lavoro per incentivare glimprenditori ad investire nella nostra citt, strade completamente al buio, nessun intervento per rendere vivibile e riunire i vari quartieri delle citt con opere stradali ed architettoniche. Io non posso sindacare il pensiero degli attuali amministratori, per risulta evidente che le scelte operate da altri e lallontanamento dal programma politico finalizzato al proprio uso e consumo con la conseguenza che alla fine del mandato, gli attuali amministratori sono certo che non verranno pi candidati per evitare di avere un netto rifiuto da tutti coloro che li hanno delegati e sono stati abbandonati. Michele DAbrosca

C' pi Sinistra tra cielo e terra di quanta se ne pu immaginareManifesto dell'Opposizione Sociale di Santa Maria Capua Vetere
Nel corso del Consiglio Comunale u.s., pare che la Giunta comunale di S. Maria C.V. , sia stata definita a sua insaputa di centrosinistra dai suoi avversari politici . Lidentit attribuita ha suscitato una serie di contestazioni e di rettifiche tali da indurre ad una riflessione circa la qualificazione consentita senza tema di smentite. Cominciamo , allora, da ci che non . Non un centrosinistra e non nemmeno , nonostante laspetto, un ibrido tra un apparente centrosinistra (privo di pezzi qualificanti) e una parte di centrodestra autodefinitosi verace (sic!). E, invece, unalleanza organica guidata da un PD a gestione interna quasi familiare con buona pace dei suoi alleati storici (SEL e IDV) esclusi dal sodalizio e, pertanto, traditi nei loro affetti pi cari. Quasi un governo di unit nazionale ante litteram costituito su ricette vecchie che hanno da sempre caratterizzato il nostro Sud storicamente disponibile a consegnare il territorio alle lobbies della speculazione immobiliare, alla corruzione e alla malavita. La parola dordine che ha assottigliato i confini tra politica e affari tuttora la stessa: espansione. Mega condomini che rimarranno sfitti, nessun investimento in progetti produttivi, nessuna idea di infrastrutture per la Citt , ma solo consumo senza freni del territorio che finora ha portato al peggioramento delle qualit ambientali dei luoghi e , quindi, delle condizioni di vita dei residenti trasformando le nostre citt in merce da saccheggiare . Il Modello che da tempo ha caratterizzato lo sviluppo della citt, voluto da una politica ancella dei comitati di affari, ha fortemente penalizzato il lavoro e la sua qualit, e valorizzato la rendita immobiliare e speculativa allargando le diseguaglianze sociali e redistributive senza produrre effetti duraturi a beneficio dei cittadini. La crisi della politica (tanto denunciata ed esorcizzata in questi giorni) tutta nella sua incapacit di leggere i bisogni e di incontrarsi con la rete di pratiche sociali che cresce nel Paese. E proprio nelle realt locali che vengono messi in discussione i criteri di rappresentanza sociale. Gli Enti locali, con le loro decisioni possono accettare il ruolo di agenti dei costruttori edili o scegliere di essere luoghi di resistenza incrociando gli interessi della gente comune. La nostra citt gi troppo grande per le ridotte capacit economiche delle amministrazioni pubbliche. Deve fermarsi, ridefinire un armonico assetto territoriale e dei servizi , ricostruire, se ancora possibile, una sua economia che abbia un legame con il suo territorio, la sua storia, la sua cultura. Sono questi gli argomenti in grado di spostare il confronto fra associazioni ed istituzioni da principi astratti a contenuti e progetti decisivi per il futuro di una comunit. Allesterno di questa Amministrazione, che suscita dubbi salutari sulla direzione di marcia intrapresa, esiste una sinistra avversa ai rappresentanti dei poteri forti in mano ai professionisti della politica, che si interessa di scuola, di lavoro, delle fatiche quotidiane di uomini e donne, dei soprusi ed ingiustizie che son costretti a subre. C pi sinistra tra cielo e terra di quanta se ne pu immaginare. Pi culture critiche, pi coscienza, pi idee di quante ne riesca a rappresentare il cosiddetto centrosinistra al governo della citt. Questa sinistra fatta di associazionismo, centri sociali, sindacati di base, singolarit che convengono insieme nella prospettiva di riappropriarsi dei beni comuni patrimonio, ora, di pochi privilegiati, vuole discutere, fuori dagli schemi e dagli schieramenti di: Risparmio energetico e ciclo dei rifiuti. Le nostre abitazioni sono energivore e il ciclo dei rifiuti provinciale fuori controllo. Se non si mette mano ad una drastica rivoluzione nel campo della raccolta differenziata, del recupero e del riuso, il territorio attorno alla citt diventer una immensa discarica. Il risparmio energetico la nuova frontiera delledilizia Un campo sterminato di lavoro dove piccole imprese tecnologicamente avanzate possono inserirsi e contribuire ad affrontare la crisi economica. Agricoltura di prossimit. I terreni ancora non cementificati possono diventare il luogo di produzione di alimenti basati sulla filiera corta, sulla qualit, sulla riconversione biologica e su una rete di servizi in grado di favorire il sorgere di iniziative economiche. Mercati rionali. Punto di incontro e di riferimento per buona parte della popolazione, che in essi, non solo vede la possibilit di acquisto della mercanzia direttamente dal produttore, quindi a costi ridotti, ma, anche il collegamento con un passato remoto, in cui, proprio questi luoghi, suggestivi per colori, odori e voci, rappresentavano l'ideale unione tra tradizione e innovazione. Potenziamento trasporto urbano. La proliferazione di parcheggi privati aumenta e facilita luso dellauto individuale e, conseguentemente, la congestione giornaliera del traffico, linquinamento e lincidentalit. E venuto il momento di mettere fine alla monocultura automobilistica e sostenere la domanda di mobilit cittadina. Gestione in house dei servizi pubblici locali (riscossione tributi-parcheggi) nonch produzione di beni e servizi strumentali allattivit degli Enti locali attraverso la costituzione di una societ patrimoniale a totale capitale pubblico che faccia giustizia di un terzo settore idoneo solo a lucrare sui bassi salari erogati agli addetti ( lavoratori pagati poco pi di . 300 mensili) . Gerardo D'Amore , Fulvio Beato

RICOSTRUIRE MA COME ?
Durante l'ultima campagna elettorale,gli schieramenti che oggi formano l'amministrazione in carica, promisero tutti, ciascuno per la propria parte politica, come primo obiettivo la ricostruzione della citt. Si veniva da un lungo periodo di lassismo, centinaia di negozi avevano abbassato le saracinesche, l'economia languiva per l'incuria di chi aveva cos disamministrato, per cui erano tutti concordi sul fatto che salvare la citt doveva essere il bene primario che ogni schieramento politico aveva fatto proprio. D'altro canto erano state proprio queste aspettative dell'elettorato quelle che avevano determinato il successo finale. Oggi siamo ad un anno da quelle promesse. Naturalmente quando si parla della ricostruzione non ci si potr per nulla riferire ad una edilizia privata che, quasi sempre di matrice casalese o paracasalese. Questa citt piena di appartamenti e di negozi sfitti per la grave congiuntura che attanaglia l'intera economia nazionale. Non sono le case quelle che mancano, ma sono i posti di lavoro. In tante famiglie si vive con le pensioni delle persone anziane.E allora cosa bisogna ricostruire? Bisogna creare le condizioni per promuovere gli insediamenti che creino nuovi posti di lavoro. Occorre creare le infrastrutture, rendere agevole l'iter iniziale che spinga nella zona nuove energie con idee nuove ( mai pi casalesi! ). Ci sono tanti terreni che si possono offrire a ditte intenzionate a creare sul territorio nuove fabbriche . Sarebbe l'occasione per creare nuovi posti di lavoro,per rimettere in moto l'economia locale, per uscire da questo pantano nel quale la citt continua a sprofondare. Un vecchio proverbio recita:"Ogni promessa debito". Ne facciano tesoro i nostri amministratori.

Un Assessore valido ed onesto oggetto di mercimonio.


Da tempo i cinque Sammaritani avevano prospettato la loro intenzione di sostituire Mario Tudisco con un uomo di loro gradimento. Dopo il loro comunicato, pubblicato nei giorni delle sue dimissioni ove era contenuto un attestato di fiducia, seppur condizionata, nessuno aveva creduto che la loro intenzione fosse quella di conservare il buon Mario nella carica di assessore alla cultura. In realt, lobiettivo dei cinque consiglieri, eletti dalle associazioni poi rinnegate, era quello gi esternato poche settimane fa, quando si sussurr il nome del preside Rienzo. Oggi che si comincia a profilare allorizzonte il delicato passaggio dellapprovazione del Bilancio 2012, sono tornati alla carica per pretendere lo scotto della loro fedeltal Sindaco. Ma la questione non solo questa; a poche settimane dallapprovazione del documento contabile di programmazione, anche altri gruppi della maggioranza chiedono di contare di pi nelle decisioni amministrative, attraverso un allargamento dellesecutivo da quattro ad almeno sei assessori. Un mercimonio subdolo e squalificante di unAmministrazione che era nata con lobiettivo di risanare la citt e la macchina comunale; di evitare gli sprechi, di perseguire la trasparenza nellazione amministrativa. Mario Tudisco una persona perbene e la sua azione, seppur in un momento di gravi difficolt perdonali, ha dato lustro ad una citt. Le sue iniziative nel campo culturale sono state le uniche degne di nota di questa amministrazione. Questi consiglieri che ne chiedono la testa, perch non hanno insistito nel chiedere quella di Biondi invece che era una degli obiettivi del programma delle Associazioni? Perch non hanno chiesto il ripristino del doppio senso in via Consiglio dEuropa o il mantenimento della destinazione delle aree produttive e di quelle agricole? Vergognatevi!!! Vregognatevi, perch Mario stato uno degli artefici della vittoria della coalizione ed ora viene posto sul piatto della bilancio per sacrificarlo sullaltare della Politica del mercimonio che ha caratterizzato le amministrazioni che si sono succedute in questa citt da diversi lustri. Un citt che , continuando questo modo di intendere la Politica, non vedr lalba di un giorno migliore. Spero che Biagio, memore di quanto Mario ha fatto per lui, riesca a sventare questa minaccia che squalificherebbe, definitivamente, la sua amministrazione. Gaetano Rauso

E' passato ormai un anno dalla tua elezione e da quando tu, (come dicono quelli che sanno scrivere) reggi le sorti della tua, anzi, se permetti, della nostra citt. Tu,sindaco, sei "caro" non solo e non tanto perch ,da tempo,ho il piacere di conoscerti ma soprattutto perch cara mi la nostra citt. ..e tu, per la citt, ora non sei n maggioranza n opposizione,n destra n sinistra, n avversario n amico; sei - semplicemente - il sindaco. Certo, devo ammettere, che ti capitato proprio un brutto momento per fare il sindaco! Tasse, disoccupazione, emergenze e, di conseguenza, crisi, povert,preoccupazione sino allo sconforto. Ma tanto : questi i tempi, questo lo scenario; e,per restare in tema, come dicono gli americani, the show must go on, lo spettacolo deve continuare: non ci si pu fermare, non ci si deve arrendere. Un anno! Dunque. Un tempo che ti servito per la messa a punto della macchina organizzativa che ora, fresca di revisione e collaudo, potr funzionare a dovere. Per quanto attiene al resto, tu conosci bene la citt ed i suoi problemi in ragione del tuo lungo impegno politico e del recente passato da amministratore. Ora, enon pi tardi di ora, il tempo -del "fare"; Il particolare momento che attraversiamo lo esige ma, indipendentemente da esso, la storia bimillenaria di civilt della nostra terra lo impone. Santa Maria non pu e non deve restare indietro;la citt deve confermare il suo ruolo ,proteggere le acquisizioni storiche e programmare i nuovi settori di attivit e sviluppo. Il ricco programma proposto ai cittadini elettori e dagli stessi condiviso e premiato diventi ma son sicuro che gi lo ,l'agenda dei tuoi impegni e,come auguro a te ed alla citt, 1' elenco delle realizzazioni e dei successi. I giacimenti storici e culturali di cui la citt ricca e dai quali fortemente caratterizzata diventino finalmente, insieme alle attrattive storiche e culturali delle citt di Capua e Caserta, il nuovo e concreto volano di sviluppo,capace di favorire attivit, lavoro e benessere. Queste, in breve sintesi, sono cose prospettate ai cittadini elettori;queste sono le realizzazioni che essi aspettano. Si ! vero che ci sono le strade da mantenere, l'illuminazione da. . . .;il cimitero che. . . .gli istituti scolastici da... ma questo chiaro e scontato per chi si onora di vivere in un luogo da .........2000 anni citt. Gaetano Cenname

Caro Sindaco . Auguri !

SPORTELLO DIFESA DEL CITTADINO Presso la sede zonale CISAL di S. Maria C.V., in C.so Aldo
Moro n.73, a seguito dell'invio di cartelle esattoriali Tarsu e bollette dell'acqua che, insieme al vessatorio balzello delle selvagge strisce blu, contribuiscono a prosciugare le gi magre tasche dei sammaritani, stato istituito uno sportello in difesa ed a tutela dei cittadini dove potrete ottenere gratuitamente consigli legali su come potervi difendere, laddove ve ne siano i presupposti. Lo sportello sar aperto tutti i venerd dalle ore 17,00 alle ore 20,00 e sar gestito da avvocati professionisti che potranno fornirvi consigli e assistenza appropriata . Si ricorda che per il disbrigo di tutte le altre pratiche INPS, INAIL, INPDAP, IPSEMA, quali ad esempio Invalidit Civile, Reversibilit, Vecchiaia, Disoccupazioni ed ogni altro genere di assistenza Sociale. ;730, ISE, RED, ISEE, Bonus Famiglia etc.; Vertenze sindacali, Assistenza Diversamente Abili ed assistenza per tutti i Contratti di Lavoro, Sindacato Emigrati ed Immigrati. La sede CISAL aperta dal Luned al venerd dalle 17:00 alle 19:00.

Gaetano Cenname, un sammaritano che si adopera per la citt


Libero professionista, stato Dirigente di Banca e attualmente esplica lattivit di consulente legale ed titolare della ditta individuale "Tutuni al Monticelli" sita in Vitulazio che produce un eccezionale olio extravergine di oliva. Ha promosso e contribuito alla costituzione a S. Maria C.V. del "Lions Club International" di cui stato per due anni presidente. Negli anni successivi ha ricoperto ancora numerosi incarichi allinterno dellassociazione e nellanno sociale 2004/2005 stato insignito della massima onorificenza dell' associazione internazionale il "Melvin Jones Fellow". Pi recentemente ha contribuito alla costituzione di unassociazione culturale denominata "Associazione culturale S.Erasmo", la quale ha come finalit lo sviluppo sociale del quartiere di S. Erasmo ed oggi ne il Presidente. Ci sembrava doveroso ricordare anche uomini che , con la propria quotidianit , si adoperano continuamente per la nostra citt . Purtroppo , spesso ci si ricorda di loro solo quando vi bisogno di un volto pulito da presentare all'elettorato per rinverdire cos la credibilit di partiti che non ne hanno affatto . Ed per questo che poi quegli stessi partiti , si dimenticano della presenza di uomini come Gaetano Cenname quando vi da fare una nomina istituzionale nell'interesse della citt

NOI NON DIMENTICHIAMO E NON DEMORDIAMO