Sei sulla pagina 1di 4
rie TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE I sezione penale — callegio A 1 Tribunale All‘esita del dibattimento ed in reluzione all'imputazione li cui al capo A eontestata agli imputati GAGLIARDI IGNAZIO ¢ MIGLIORE ROSARIO: Viste l'articole $21 co. 2 e.p.p.: Esaminati gli atti ; osserva L'elaborazione giurisprudenziale pit recente (si veda Cass, Sez, WI, sent, n.20800 del 19.2.2010) ~ anche a seguito di importanti decisioni della Corte Europea dei Diritti dellUomo | — valorizza il potere/dovere del giudice del dibattimento di consentire |'effettive sviluppo del contraddittorio Ii dove il fatto ‘emerso” nel dibattimento sia diverso. da quello contestato nel decreto di rinvio a sg Ad avviso del Collegio cid si verifica in riferimente alla posizione dei duc imputati indicati in premessa, tratti & giudizio (capo A) con I'accusa di millantato credito. per aver indowo Bello Armando. versare fore 1a somma di euro 50.0000,00 nel Inglio dell'anno 2006, Lo sviluppe del}'istruttana ha fatto emergere una realta dei fat ampiamente diversa che impone la sione degli atti al Pubblico Ministero in sede, Ed invero, pur con i limiti espressivi della presente ordinanza, non pué farsi a meno di evidenziane che: - la condotta contestata in termini di millantato credite si basa sull’accertata *pretestuosita’ della. ‘Prospettata necessita di dover comprare i favori del pubblico ufficiale, ¢ dunque sulla constatata assenza di rapporti tra gli ‘intermediari’ ed i soggetti inclusi nella publica amministrazione ; ~ in buona sostanza, la percezione di danaro deve ritenersi da parte degli agenti operata “per sé imedesimi’ ¢ sole ‘mascherata’ dalla necessita di influire sui comportamenti della p.a, ; ' Causa Drassich eantro Italia, senteniza del 1! dicembre 2007, ove ¢ stata ritenuta sussistente la violazione dei principi del giusto processo in un casa di riqualificazivne ex officiw, = ora, nel caso qui in esame vi sono molti motivi per ritenere che la percezione di danaro ~ incontestabilmente avvenuta — da parte di Migliore e Gagliardi non sia stata realizzata ad esclusivo oro beneficio ma sia stata effettivamente un ‘anello’ di una catena ben pid ampia che abbia incluso soggetti appartenenti alla publica amministrazione o in grado di influire sui comportamenti della pa, medesima. Cio muta radicalmente lo scenario dei fatti rubricati al capo A. In particolare, ad avviso del Tribunale, listruttoria offre numerosi spunti fattuali che portano ad una qualificazione giuridica dei fatti in termini corruttivi o, al limite, concu: Va infatti precisato che : a) vi 2 una sequenza cronologica dei fatti ben precisa che “lega’ i comportamenti tenuti da Bello Armando agli scenari connessi al rilascio del titolo abilitativo alla edificazione del one del preliminare) capannone. Sino al mese di maggio-giugno 2006 (epoca della sottoscri la situazione amministrativa appare tranquillamente ancorata al preannunzio positivo di 13 febbr rilascio (avvenuto il 2006) ma tra il mese di giugno ed il mese di agosto del 2006 Ia situazione cambia per I’intervento dell’arch. Frattolillo ch data 3 agosto redige un ‘preawviso di diniego’ ; b) é verosimile ritenere che da qui emerga la forte necessité di Bello — gia impegnatosi con la societa Eurospin ~ di risolvere il problema posto dalla nuova dirigenza dell’ Ufficio Tecnico del Comune di Santa Maria Capua Vetere in tempi brevi e qui si inserisce la ‘mediazione” offerta da Migliore e dal Gagliardi che porta al versamento dei 50.000 euro ; ©) tale somma di denaro ha una destinazione certamente diversa da quella ipotizzata dall’accusa atteso che non vi & alcuna prova circa l’esclusivo impossessamento del denaro in capo agli attuali imputati. Anzi, vi & prova (almeno in parte) del contrario perché 25.000 euro vengono “resi liquidi’ per Vintervento di Scarpati Antonio e gli altri 25.000 euro vengono solo temporaneamente versati sul conto di Sequino Amalia (moglie del Gagliardi). Come risulta dagli atti acquisiti, infatti, una settimana dopo il versamento dell’ultimo assegno sul conto Sequino viene emesso un titolo pari ad esattamente 25.000 euro, assegno i cui si conosce il numero (2128906373, come da inf'va CC Casaletto Spartano del 29.5.°07) ma, stranamente, non il beneficiario ; 4d) sta di fatto che il ‘problema’ (per Bello) posto dal comportamento della Frattolillo viene poi effettivamente risolto, sia pure con un intervallo temporale (nel dicembre del 2006 ed a pochi giomi dal rogito notarile) che allarma non poco l’attuale persona offesa e che lo ‘induce’ a versare, nel frattempo, altri 20.000 euro (non é dato comprendere, allo stato, nelle mani di chi, pur se emergono dati significativi dalla istruttoria) come emerge chiaramente dai contenuti dei colloqui oggetto di registrazione e trascritti in atti. Dunque, se da un lato ling. Bello si rammarica per la ‘scarsa efficienza’ degli iniziali mediatori rappresentati da Migliore e Gagliardi (¢ cid soprattutta per if fatto di aver dovuto sostenere ulteriore esborso-dei 20.000 euro) é pur vero che sono proprio gli attuali imputati, nei colloqui registrati, a rivendicare l'effettivit rappresentato dalla Frattolillo. de] loro inlervento per aver “superato ostacolo” E tal affermazioni hanno, a parere del Tribunale, un clevato valore prabatorio perché Migtiore & Gogliardi, a differenza delVing. Bello, erano di certo all‘ oscuro della registrazione Nel collogui del 9 marzo 2007 & proprio Gagliardi, rievocando i fatti, a rivendicare che grazie alle persone da lui contattate ... herino fatto cambiare J ingesmere.... ed a sottolineare che ta persona (anche fui un ingegnere) che ha preso i 20.000 euro in pid non aveva il ‘potere’ di farlo: questo signore quer tenever sofo U'ordine del papa di dare questa lcensa, prutio ¢ basta. perché fecero cambiare \'ingegnere, fecero venire wn'alira volta la femmina .. (chiara riferimento alla Frattolillo } .. Uoreline ei prendere i sain! non ce V'aveva proprio... come si & permesso Cosi come i] Migliore nel colloquic del 14 maggio 2(K)7 intervenuto con Bello, afferma.... io so che Ignazio tramite una serie di amici i ha fatto dare questa concessione.. ed a fronte delle perplessita di Bello sulla destinazione dei 50.000 euro che sarebbero invece andati alla camorra gendo poi l’evocazione di un suo diretto coinvolgimento ... ia ho fatto questa pressione per farti avere ‘afferma in modo netto : .. ma chi re fo ha eletto che sono andati alla camorra? .. ag; questa cosa, va bene Uho fatta, ora nom vorret ‘Dunque pur essendovi un interesse di Gagliardi e Migliore di fronte a Bello a rivendicare I” effettivo peso del loro operato, non é di poco conto considerare che = cffettivamente Bello & riuscito ad ottenere una concessione edilizia sulla quale & lecito nutrire molti dubbi in punto di legittimita urbanistica ; - effettivamente vi é stata la ‘rimozione’ nello staff tecnico dell’architetto Frattolillo che si-era opposta al rilascio-della concessione ; + il denaro complessivamente impicgato dal Bello per superare § problemi amministrattvi ammonta complessivamente a 70,000 euro [ ¢ su questo Bello non é stato del tutto: sincero nella sua deposizione, come emerge dal fatto che le fatture pagate all'ing. Foleo alla dats det 29.5207 risultano pari a soli 11,000 curo }, ¢ proprio da cid deriva i] netto rifiuto opposto da Bello medesimo all'esborso degli ‘ulterior 84.000" poi chiesti da Gagliardi © ‘sostenuti” come ulteriore necessita dal Migliore. ‘Dunque, se a cid si unisce Massenza di prova circa il ‘mantenimento’ del denaro versato da Bello in capo a Migliore & Gagliardi, appare evidente che Iipotesi di reato- che pud delinearsi non & quella. del millantato credit quanto quella del concorso in comuzione Gli attuali imputati in alire parole, hanno consegnaio ad altri soggetti (da identificarsi) almeno una parte del denavo versato da Bello al fine di risolvere le questioni prima evidenziate. Resta, tutavia, ed anche per queste daved essere realizzato un appeofondimento investipative — che esula dai poteri per definizione residuali del Tribunale ex art. 507 — da comprendere sia lidemtita dei vari soggetti che hanno ricevuto il denaro (almeno in parte) da Gagliardi ¢ Migliore cosi come residua uno spazio qualificatorio del reato in termini concussivi € non corruttivi, i dove si ponga Foccento sulle modalith di formazione del volere in capo all'ing. Bello, Allo stato, per questa frazione della condoita, il Cotlegio & portato ad ipotizzare una volonti concorrente del privato, ma non pud escludersi, anche in rapporto alla sviluppo delle indagini, ‘resistenza di una coartazione, Cid vende ancor pid doverosa la wasmissione degli atti al P.M. . POM. TRASMETTE gli alti al P.M. sede in riferimento a quanto contestato al capo A nei eonftonti degli imputati GAGLIARDI IGNAZIO ¢ MIGLIORE ROSARIO, pet Pulteriore corso, essendo emersi clementi di fatto che comportano una diversa qual ficazione giuridica detl"ipotesi di reato, nei sensi dicui in motivazione, S.Maria Capua Vetere 1 Presidente I Giudiet