Sei sulla pagina 1di 2

... E' proprio cos: diventa sempre pi terribile terribile.

C come una Pressione una Pressione spaventosa per ottenere il progresso necessario. La sento anche dentro di me, nel mio corpo. Ma il mio corpo non ha paura, e dice (Mre apre le mani): Be ne, se devo finire, finir. E cos ad ogni istante: o la cosa vera... (Mre abbatte il pugno) o la fine. Mi pare sia l energia che discesa il 21 (l ho scritto da qualche parte): e un gior no sapremo, lo sapremo presto, che cos [Nota del 22 febbraio: Il 21 ho sentito fort emente per tutto il giorno che era la festa di tutti, e mi sentivo spinta a dire a ciascuno: buon compleanno! Avevo la sensazione fortissima che si stesse manif estando nel mondo qualcosa di nuovo e che tutti quelli che sono pronti e ricetti vi possano incarnano. Probabilmente fra qualche giorno sapremo di che cosa si tr atta] Non l hai letto? S, stato il 21 febbraio. Ecco cos era: una specie di... Niente mezze misure, niente compromessi, niente pi o meno, niente..., no. Cos (Mre abbatte il pugno). E per il corpo lo stesso. Un imperativo d ogni istante: o la vita o la morte. Ne ssun pressappoco... Vedi, per secoli siamo andati avanti n troppo bene n troppo ma le ma adesso non pi cos. Il corpo sa che un passaggio obbligato perch si formi il corpo sopramentale: de ve stare COMPLETAMENTE sotto l Influsso del Divino senza compromessi, senza pi o meno , senza sar per dopo , no: cos (Mre abbatte il pugno), una Volont terribile. Ma... l unico modo per accelerare le cose. (silenzio) ... Cattiva volont. Egoismo, quello che noi chiamiamo egoismo: l egoismo della Materi a. L egoismo della Materia?... che non vuole sottomettersi. E una cosa che conosco. Colgo di continuo il mio corpo in flagrante: da una parte , da un altra, da un altra ancora... Lui vorrebbe continuare il suo trantran di semp re. un rilassarsi dell aspirazione o della tensione. S, esattamente. Cosa fare, allora? Riacciuffarla ogni volta, o che altro? S. L aspirazione non riesce a stabilizzarsi se il corpo non resta DAVVERO unito al Divino. Se te ne stai cos (Mre serra i pugni come si aggrappasse a una corda in al to), quando la situazione si fa proprio critica automaticamente ti rimetti nel v erso giusto. E come una sensazione continua di stare fra la vita e la morte. E a ppena prendi l atteggiamento giusto appena la PARTE COINVOLTA NEL FATTO prende l att eggiamento giusto tutto fila via liscio. Con estrema facilit e naturalezza. E stra ordinario. Per anche pazzesco, perch il pericolo continuo. Capisci, magari cento v olte al giorno, non so, la sensazione: vivere o... (parlo delle cellule, capisci ) o disintegrarsi. E allora se le cellule entrano in tensione come sono abituate a fare, va malissimo. Per imparano a... (Mre apre le mani in un gesto di abbandon o) allora va bene. Come se il corpo fosse costretto a imparare l eternit. interessa ntissimo. Ma, a uno sguardo comune, le circostanze esterne appaiono TERRIBILI. (Mre entra in contemplazione) ...

Siamo NOI a creare gli ostacoli. Come se col nostro controllo impedissimo alla F orza di agire. Cos , pi o meno. Occorre... (Mre apre le mani). (silenzio) Credo, io credo venga dal subconscio, il quale convinto che tutto andr storto se non mantiene lui il controllo. Questa la mia impressione. Lui, il subconscio, di ce: Ah, bisogna stare attenti, bisogna vigilare!... (Mre apre le mani e s immerge in contemplazione)