Sei sulla pagina 1di 1

11/03/2011

IL GAZZETTINO Online: il quotidiano del

SACILE Arrivate le prime lettere che mettono fine ai contratti dei giovani in prova.

Bennet lascia a casa i neo assunti:

Mercoled 2 Marzo 2011,


Bennet Sacile: centro commerciale non ancora aperto, ma lavoratori gi licenziati. Non rientri nei piani produttivi dell'azienda, si sono sentiti dire alcuni ragazzi assunti. Questo il motivo riportato nelle lettere recapitate numerose in questi giorni, poco prima del termine del periodo di prova (45 giorni). Si trattava di contratti a tempo determinato iniziati a gennaio con termine a maggio. Alcuni lavoratori - spiega Luigi Zoccolan dell'Associazione per il rinnovamento della sinistra (Ars) - si sono presentati da noi per avere informazioni su licenziamenti che noi riteniamo illegittimi e che pertanto segnaleremo alle organizzazioni sindacali e agli enti di competenza. Una questione segnalata anche dai banchi della minoranza nell'ultimo consiglio comunale sacilese dalla rappresentante del Pd, Daniela Pillon. Ci sono giunte notizie - ha detto la Pillon - del modo in cui la Bennet spa esige la flessibilit massima dei lavoratori, quasi vessatoria. Assumono molta pi gente di quella che serve, licenziano altrettanti senza poi dare delle motivazioni precise. Cos il Pd ha chiesto al sindaco Roberto Ceraolo, di ricordare all'azienda lombarda che sta per sbarcare nel pordenonese che i lavoratori non sono solo una risorsa per le aziende, ma sono persone, come detto dal vescovo per l'Electrolux. Per quanto il contratto come siglato e approvato permetta loro di utilizzare la flessibilit in maniera estrema - dice la Pillon - non si pu usare le persone in questo modo. Bisogna ricordare alla Bennet i diritti delle persone in quanto persone. Un concetto che chiediamo al sindaco di sostenere pubblicamente quando andr a inaugurare il centro commerciale (9 marzo 2011, ndr). Ma proprio sulle assunzioni Bennet, l'Unione italiana lavoratori rurismo commercio e servizi con il segretario provinciale UilTucs, Mauro Agricola, si era gi mossa e ha annunciato di volerci vedere chiaro. Nei giorni scorsi era intervenuta su Bennet anche Susanna Pellegrini, segretaria regionale Filcams Cgil Fvg, che ha chiesto un incontro con sindaco Roberto Ceraolo e assessore al Lavoro, Ariana Sabato. Non ho ancora ricevuto alcuna comunicazione - dice Ceraolo - Comunque, come detto in consiglio comunale, Bennet rappresenta un'opportunit di lavoro e personalmente non ho ricevuto proteste. Ovviamente come amministratori vogliamo che vengano rispettate le leggi e i diritti dei lavoratori. No comment da parte dell'azienda di Como che fa sapere attraverso i responsabili degli uffici marketing e personale di non voler entrare nel merito di queste questioni. riproduzione riservata

Chiudi

carta.ilgazzettino.it/MostraOggetto.php

1/1