Sei sulla pagina 1di 3

Cultura romana

Nel Lazio vie erano varie popolazioni : Latini , Sabini e anche la grande citt di Roma fondata sul Palatino nel 753 a.c Roma nasce grazie all'ingegno di apprendere dalle popolazioni circostanti , e anche dal mondo greco Inizialmente Roma non aveva ancora sviluppato completamente una propria arte , infatti ella fase Monarchica , vengono influenzati dagli etruschi sia nella scultura che nell'architettura Inizilmente non avevano interesse nell'arte , ma si interessavano principalmente della conquista dei territori a macchia d'olio , egli infatti credevano che l'arte fosse nociva ai costumi e ritenevano che i greci fossero pazzi , perch treattavono di questioni filosofiche e artistiche . Solo a partire dal II secolo a.c in poi si pu parlare di arte romana , in quanto le rare e modeste produzioni artigianali ora erano divenute delle vere e proprie produzioni commerciali , in quanto venivano create per ilo commercio interno , ma anche esterno . In campo architettonico i romani avevano maggior inventiva , quest'ultimi spesso facevano ricorso ad antiche tecniche per la riparazione delle mura di difesa laziali ed umbre , uno dei pi utilizzati l'OPUS SILICEUM , questo utilizza pietre di taglio irregolare perfettamente incastonate tra loro , un'altra delle tecniche pi utilizzate era l'OPUS QUADRATUM : quest'ultimo utilizzava prietre di taglio rettangoloare , in modo che la struttura avesse pi resistensa , e per far si che sia pi resistente le commettiture delle due pietre sovreatanti dovavano cadere ne punto medio della pitra sottostante . Durante il III secolo a.c si ha una delle inveenzioni architettoniche pi importanti : l'invenzione dell'OPUS CEMENTICIUM ovvero l'antenato dell'odierno calcestruzzo , era formato da calce , tritume di terracotta , pezzame di pietra e sabbia . Opus Mixtum Opus reticulatum Opus incertum testaceum (mattoni) L'invenione delle strade stata particolarmente importante , queste erano costruite in base all'esigenza del tempo , profondit e anche per il rivestimento superiore che riporta alla mente l'aspetto delle mura difensive dell'opus quadratum. Tuttavia le strade di roma sarebbero state completament inuti senza l'utilizzo dei ponti , e per poter creare tali ponti hannmo adoperato la struttura dell'arco . Il primo ponte ad essere costruito fu fatto per collegare l'isola Tiberina ed era fatto in legno . I ponti erano formati latelarmente da rostri ed avevano finestre di scarico. La struttura dell'arco molto importante per l'utilizzo degli acquedotti : l'aqua veniva fatta scorrere in dei tubi di terracotta e veniva portata nelle fognature in modo da alimentarle. La citt era suddivisa per lo pi in una suddividsione a scacchiera , questo perch le strade venivano cotruite parallelamente a due strade principali : Decumano Massimo e Cardo Massimo , al punto d'incotro di queste vie principali vi era il solito foro , punto d'incotro politico e sociale e sede di importanti edifici pubblici. La casa romana tipica era la villa , si possono vedere ciari esempi di villa romana a Pompei e Ercolano. Le case romane non avevano molte dinestra infatti queste si trovavano per la magigor parte affacciate all'atrium , attorno al quale vi erano le stanze da letto qui vi era un letto , al posto della rete vi erano delle tavole o cinghie in cuoio , un braciere per il riscaldamento , euna cassapanca per i vistiti . Vi era una parte in cui venivano custoditi gli dei protrettori delle famiglia e dall'altra gli antenati . C'era un hortus ovvero il giardino circondato da una serie di colonne (peristilium) ed era il luogo riservato ad una donna e poi vi era la sala da pranzo , che era costituita da tre triclini posti vicino a tre lati del tavolo. Questo era il tipo di casa dei patrizi , il tipo di casa plebeo era l'insula era svluppata in altezza di circa 3-6 piani . Tuttavia gli ultimi piani erano quelli a pi riscio : non avendo finestre in vetro , avendo bisogno di riscaldamento erano costretti ad accendere il braciere , tuttavia questo per causava soffocamento , o incendi e in questo caso le prime cose a bruciare erano le scale , fatte in legno e

quindi chi abitava ai piani alti non aveva la possibilit di fuggire. La maggior parte delle insule non aveva bagni , quindi le terme erano di fondamentale importanza per l'igiene. Le terme erano suddivisi in ambienti : ingresso spogliatoio tepidarum (dove il calore arriva appena) calidarium (parte calda) , inoltre gli ambienti erano separati per donne e uomini. Il riscaldamento degli ambienti era ad ipocausto : il calore passava attraverso il vuoto del pavimento cosicch si riscaldasse l'ambiente. Le terme diventarono sempre pi impondenti , come le terme di docleziano e Caracalla con l'inserimento di biblioteche giardi ecc. Descrizione terme di Caracalla (vedi foto sul libro) La copertura delle terme era a botte strigliato : ovvero leggermente odulata in modo che il vapore potesse fuoriuscire, Comiciano a diffondersi nei porti commerciali la formazione di nuovi templi finanziata da ricchi proprietari o commercianti , come il tempio di Vesta , il quale si credeva dedicato alla dea Vesta ma in reat era dedicato ad ercole vincitore Il tempio romano pu essere a pianta circolare o a pianta rettangolare. Il tempio di vesta era a base circolare con ventuno colonne scanalate , la trabeazione manca e la copertura che oggi si vede solo il frutto di una restaurazione . Un altro tempio formatosi sulle rive dei porti commerciali il tempio di Portuno protettore del porto commerciale , anche se sim credeva che fosse stato creato in onore delle fortuna virile. Qui si cominciano a vedere le prime caratteristiche dell'architettura romana : le cornici sono fortemente aggettate e dentellate e le colonne oltre a fare da funzione di sostegno del pronao si trasformano in semicolonne ornamentali . Sono frequenti inoltre le basiliche civili , sono di forma rettangolare e all'unterno di queste si svolgevano importanti incontrei di affari e si amministrava la giustizai. Tra il 40 e il 15 a.c sorge la figura di Vitruvio Pollione che trattava delle problematiche dell'architettura e delle misure edilizie da prendere. In questi periodi sorgono molti archi di trionfo , la tradizione vuole che sicstruissero sulle strade in onore del re tornato vittorioso dalla guerra. Poteva essere a 1 2 o 3 fornici L'arco di augusto a rimini riporta una fornice e quindi gli toglie snellezza ma gli dona maestosit. Nel quale il capitello non esiste Ne 72 dc Vestasiano da inizio alla costuzione di un anfiteatro che poi prese il nome di flavio . Quest'ultimo e molto pi noto con il nome di colosseo , in quanto stato eretto vicino una statua colossale nerone. L'afitatro anche se aveva origini greche non aveva nulla a che vedere con le manifestanzioni dei graci : i graci utilizzavano l'afiteatro a scopo educativo e religioso , metre i romani lo utilizzavano per divertire le folle . Qui venivano svolti combattimenti tra gladiatori , bestie e uomini e battaglie navali ( l'arena veniva riempita d'acqua). La pianta del colosseo ellitica , quasi circolare , i corridoi sono formati ad anelli concetrici e coperti da volte a botte a crociera. Quando l'edificio fu abbandonato cominci a decadere : era divenuto una cava di pitra. Solo con benedetto XIV il saccheggio a fine dato che era luogo gi consacrato al martirio dei cristiani. Nella scultura particolarmente importante la ritrattistica , la quale deriva dalle maschere di cera che servivano a rappresentare il viso dei defunti. Il bruno capitolino ha riferimenti chiaramente etrschi , come il materiale : il bronzo . Ci sono vari dettagli di questa scultura che fanno capire la complessa psicologia umana , come

l'intensit degli occhi . Non si sa chi rappresenti il ritratto , ma i romani certamente vedevano in questo le caratteristiche di Bruto liberatore della tirannide e fondatore della republica. In questo periodo si vengono a creare due tendenze di quest'arte : una che conservatrice e sensibile ad un estetica scevra e l'atra naturalistica , interessata ai gruppi d'alta societ di cultura ellenizzante . SI confrontano in questo caso Il ritrtto d'ignoto patrizio e il ritrtto di Silla. Della pittura plebea non ci perveuto molto in quanto per la maggior parte erano dipinti su legno . Le uniche rimaste sono le decorazioni delle dimore . La pittura pompeiana si diide in quattro stili : 1)Stile a incrostazione 2) 3) 4)