Sei sulla pagina 1di 20

PROGETTO CONTINUITÀ

Scuola dell’Infanzia - Scuola Primaria a.s. 2011 - 2012

Un ponte tra una scuola e l’altra

PROGETTO CONTINUITÀ Scuola dell’Infanzia - Scuola Primaria a.s. 2011 - 2012 Un ponte tra una scuola
PROGETTO CONTINUITÀ Scuola dell’Infanzia - Scuola Primaria a.s. 2011 - 2012 Un ponte tra una scuola
PROGETTO CONTINUITÀ Scuola dell’Infanzia - Scuola Primaria a.s. 2011 - 2012 Un ponte tra una scuola
LA COSA PIÙ IMPORTANTE Un giorno nel bosco di Pratorosso ci fu un’accesa discussione fra
LA COSA PIÙ IMPORTANTE
Un giorno nel bosco di Pratorosso ci fu un’accesa discussione fra gli animali.
Il coniglio diceva: “La cosa più importante è avere ORECCHIE LUNGHE. Chi ha orecchie lunghe si accorge subito di ogni piccolo
rumore sospetto, del tuono, del pericolo, e può scappare in tempo”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Non sono d’accordo” disse il riccio “la cosa più importante sono gli ACULEI. Chi ha gli aculei è sicuro e protetto”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Non è vero” disse la giraffa “solo chi ha il COLLO LUNGO arriva alle foglie tenere degli alberi, anche quando l’erba è secca e la
terra è arida”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Io dico” intervenne la rana “che la cosa più importante è essere VERDI, per mimetizzarsi e sfuggire ai predatori”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Se è per questo” strillò l’uccello “la cosa più importante è avere le ALI. Nessuno può raggiungerti se voli in alto”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Ma cosa dite?! Per me la cosa più importante è essere grandi, grossi e soprattutto avere una lunga e bella
PROBOSCIDE”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Oh, io senza i miei PIEDI PALMATI non potrei proprio nuotare. E la cosa più importante, oltre che camminare, è
nuotare”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Assolutamente no!” esclamò il castoro. “La cosa più importante è avere DENTI GRANDI e forti per mangiare, per difendersi e
per costruire la tana”.
“Forse è così” pensarono gli altri.
“Forse TUTTE queste cose sono importanti” disse il gufo saggio.
“TUTTE?!” dissero gli altri.
“No, non tutte insieme! Ognuno di noi ha qualcosa di importante!”.
E finalmente tutti furono d’accordo.
La cosa più importante Un giorno nel bosco di Pratorosso ci fu un’accesa discussione fra

La cosa più importante

Un giorno nel bosco di Pratorosso ci fu un’accesa discussione fra gli animali. Il coniglio diceva:

La cosa più importante è avere le orecchie lunghe…! Possiamo scappare in tempo al minimo
La cosa più
importante è avere
le orecchie lunghe…!
Possiamo scappare
in tempo al minimo
rumore sospetto!
Noi ricci non siamo d’accordo.
Noi ricci
non siamo
d’accordo.
L’importante è avere gli aculei. Siamo sicuri e protetti.
L’importante è avere
gli aculei. Siamo
sicuri e protetti.
minimo rumore sospetto! Noi ricci non siamo d’accordo. L’importante è avere gli aculei. Siamo sicuri e
Solo chi ha il collo lungo può mangiare le foglie tenere che si trovano in
Solo chi ha il collo
lungo può mangiare
le foglie tenere che si
trovano in cima agli
alberi
le foglie tenere che si trovano in cima agli alberi Noi rane ci possiamo mimetizzare per
le foglie tenere che si trovano in cima agli alberi Noi rane ci possiamo mimetizzare per
Noi rane ci possiamo mimetizzare per sfuggire ai predatori
Noi rane ci
possiamo
mimetizzare
per sfuggire ai
predatori
le foglie tenere che si trovano in cima agli alberi Noi rane ci possiamo mimetizzare per
Noi uccelli abbiamo le ali e possiamo volare in alto. E questo per noi è
Noi uccelli abbiamo
le ali e possiamo
volare in alto. E
questo per noi è la
cosa più importante.
in alto. E questo per noi è la cosa più importante. Ma cosa dite? Per noi
in alto. E questo per noi è la cosa più importante. Ma cosa dite? Per noi
Ma cosa dite? Per noi la cosa più importante è essere grandi, grossi e soprattutto
Ma cosa dite? Per noi
la cosa più importante
è essere grandi, grossi
e soprattutto avere
una lunga e bella
proboscide
La cosa più importante
Noi castori invece abbiamo denti grossi e forti con i quali possiamo mangiare, difenderci e
Noi castori invece abbiamo denti grossi e forti con i quali possiamo mangiare, difenderci e
Noi castori invece
abbiamo denti grossi e
forti con i quali possiamo
mangiare, difenderci e
costruire la tana
forti con i quali possiamo mangiare, difenderci e costruire la tana Noi papere, invece, possiamo camminare
forti con i quali possiamo mangiare, difenderci e costruire la tana Noi papere, invece, possiamo camminare
Noi papere, invece, possiamo camminare e volare!
Noi papere, invece,
possiamo camminare
e volare!
forti con i quali possiamo mangiare, difenderci e costruire la tana Noi papere, invece, possiamo camminare
forti con i quali possiamo mangiare, difenderci e costruire la tana Noi papere, invece, possiamo camminare
Alla fine il Gufo saggio mette tutti d’accordo La cosa più importante
Alla fine il Gufo saggio mette tutti d’accordo
Alla fine il Gufo saggio
mette tutti d’accordo
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
La cosa più importante
Illustriamo la storia La cosa più importante
Illustriamo la storia La cosa più importante
Illustriamo la storia La cosa più importante

Illustriamo la storia

Illustriamo la storia La cosa più importante
Illustriamo la storia La cosa più importante
Illustriamo la storia La cosa più importante

La cosa più importante

Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni

Incolliamo i disegni

Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante

La cosa più importante

Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni La cosa più importante
Incolliamo i disegni
La cosa più importante
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni
Incolliamo i disegni

Incolliamo i disegni

Incolliamo i disegni
Il giardino zoologico di Aquilonia Inventiamo le storie Nel giardino zoologico di Aquilonia c'è una
Il giardino zoologico di Aquilonia
Inventiamo le storie
Nel giardino zoologico di Aquilonia c'è una scuola frequentata da tanti animali diversi, è aperta tutti i giorni tranne la domenica.
Il leone, saggio e forte maestro, è molto preoccupato perché c'è sempre una gran confusione in questa scuola: ogni animale pensa che
le proprie caratteristiche siano più importanti di quelle degli altri.
«Io sono il più veloce e arrivo sempre prima a scuola» dice lo Struzzo. «Ed io? So produrre il tanto utile miele.» dice l'Ape e si
appoggia sul dorso del Toro e lo punge col suo aculeo. II Toro infuriato incomincia a rincorrerla per tutta la scuola cercando di ferirla
con le sue corna.
«Importante è avere un corno lungo come me» dice il favoloso Unicorno. « Non è vero» afferma il Formichiere», io ho una lingua
vischiosa che può catturare tanti insetti e ridurli in poltiglia. «Ehm, cosa dite mai? lo ho una bocca grande per mangiarvi meglio!»
interviene il Coccodrillo e cerca di rincorrere il Koala che con le sue dita munite di lunghe unghie arcuate si attacca subito a un ramo
di un albero.
Ecco poi in un angolo ci sono le Formiche che in fila indiana si divertono a salire e scendere da uno strano tronco che ahimè,
all'improvviso si muove: è il Camaleonte che ha preso il colore dell'ambiente e disturbato si scuote facendo cadere tutte le formiche.
Quanta confusione! Il Leone non ne può più e con un forte ruggito “ROAR fa zittire tutti e li punisce: devono mettere in ordine e
abbellire il giardinetto vicino alla scuola.
Così l'Unicorno con l'aiuto del Koala solca il terreno; le Formiche seminano; il Toro sposta le pietre; il Coccodrillo con la coda spazza
foglie secche; il Formichiere e il Camaleonte cacciano gli insetti dannosi; lo Struzzo trasporta secchi di acqua per innaffiare e l'Ape,
piccina, sostiene tutti nel lavoro con il suo miele.
le
II
Leone li osserva soddisfatto perché vede che tutti collaborano con le proprie caratteristiche per lo stesso scopo: rendere bello e
accogliente il giardino della scuola.
storia reinterpretata dagli alunni della sez.
La casa degli amici Inventiamo le storie Un elefante si stava costruendo una casa nel
La casa degli amici
Inventiamo le storie
Un elefante si stava costruendo una casa nel prato quando arrivò un castoro che disse: «Posso aiutarti?». «Va benissimo»
disse l’elefante. «Con i miei denti grandi e grossi posso rosicchiare il legno per fare il tetto, le finestre e la porta» aggiunse
il castoro.
Mentre i due animali erano a lavoro, arrivò una giraffa che disse: «Posso aiutarvi anch’io?». L’elefante e il castoro le
chiesero: «Cosa sai fare?». «Io ho un collo lungo e posso aiutarvi a prendere le foglie per fare il tetto», disse la giraffa.
«Certo, siamo contenti che ci vuoi aiutare!», risposero l’elefante e il castoro.
I tre animali si misero di nuovo al lavoro quando arrivò un uccello che disse: «Posso aiutarvi anch’io?». «Cosa sai fare?»
dissero gli animali. «Posso vedere se arriva un cacciatore che vuole rompere la casa». «Va bene, resta con noi e dacci una
mano!», dissero gli animali. All’improvviso arrivò un coniglio che disse: «Posso aiutarvi anch’io? Ho le orecchie lunghe e
posso sentire i pericoli che ci sono nel prato.» Gli animali accolsero volentieri anche il coniglio. Mentre tutti insieme
ripresero a costruire la loro casa, arrivò una rana che disse: «Se vi fa piacere, con il mio colore verde, posso aiutarvi a
pitturare la casa». «Certo che ci fa piacere! Così la nostra casa sarà proprio bella!» risposero gli animali. Dopo un po’
arrivò uno scoiattolo che disse: «Se mi fate rimanere con voi, posso aiutarvi a prendere dagli alberi noci e castagne! » «Va
bene, resta con noi» dissero gli animali e ripresero a costruire la loro casa. Arrivò una farfalla che disse: «Se mi poso sulla
vostra casa posso renderla più bella e graziosa . «Va bene” risposero entusiasti animali.
Tutti ripresero a lavorare quando arrivò un’oca che disse: « Posso restare anch’io? » «In cosa puoi aiutarci? ». «Io sono
brava a nuotare e posso aiutarvi a prendere i pesci per mangiare». «Bene, allora , puoi restare con noi». Gli animali
ritornarono a lavoro quando giunse un serpente che disse: «Posso aiutarvi anch’io?» «Cosa sai fare? » «Io strisciando posso
segnare la strada per ritornare a casa». «Benissimo, resta pure con noi».
Tutti gli animali ripresero a lavorare con grande lena e, appena la casa fu completata, cominciarono un bel girotondo. Tutti
erano felici perché insieme avevano fatto un bel lavoro.
storia reinterpretata dagli alunni della sez.
Mamma coniglietta e la cosa più importante Inventiamo le storie Mamma coniglietta ha bisogno di
Mamma coniglietta e la cosa più importante Inventiamo le storie Mamma coniglietta ha bisogno di
Mamma coniglietta e la cosa più importante
Inventiamo le storie
Mamma coniglietta ha bisogno di aiuto perché stanno per nascere i suoi cuccioli e non riesce a
trovare un posto sicuro per costruire la sua tana. Chi verrà ad aiutarla?
Allora
tutti gli animali
smettono di litigare sul fatto di chi avesse la “cosa più importante” e si danno un gran da fare.
I castori costruiscono una calda tana con pezzi di tronco di un vecchio albero. Una volta
sistemata, la rana si mette all'entrata per fare da guardia perché, essendo di colore verde, si può
mimetizzare con l'erba che sta intorno, la giraffa raccoglie foglie fresche dagli alberi per
preparare un letto morbido e cibo per i coniglietti. Poiché c'è un po' di vento, il riccio si offre di
trasportare le foglie nella tana infilzandole nei suoi aculei. Intanto la coniglietta ha sete e gli
uccellini volano allo stagno per chiedere acqua agli anatroccoli che non sanno, però, come
portargliela. Interviene l'elefante che con la sua proboscide tira su tanta acqua che disseta non
solo mamma Coniglietta ma tutti gli animali che la stanno aiutando…Finalmente sono nati i
piccoli coniglietti. Nel bosco si festeggia… sono tutti felici !!!!!!
E dall' alto del ramo si sente la voce del Gufo saggio che dice: «Avete capito adesso che la cosa
più importante che ognuno di noi possiede non serve solo a se stessi ma può essere importante
soprattutto per aiutare gli altri? »
storia reinterpretata dagli alunni della sez.
Inventiamo le storie Nuovi e vecchi amici a Pratofiorito In una bella giornata di sole
Inventiamo le storie Nuovi e vecchi amici a Pratofiorito In una bella giornata di sole
Inventiamo le storie
Nuovi e vecchi amici a Pratofiorito
In una bella giornata di sole gli amici di Pratofiorito stavano chiacchierando e godendosi
il sole quando sentirono una gran confusione, voci che gridavano e corsero a vedere.
Incontrarono il lupo che diceva: «Io sono il più importante di tutti, sono come il riccio che
sa difendersi bene con i suoi aculei.» Il cavallo invece diceva: «Ma non vedete che io
sono alto, elegante e nobile come la giraffa? Io sono il più importante.» L'orso intervenne:
«È inutile che litigate, io, come l'elefante sono il più forte di tutti.» Il camaleonte che fino
ad allora era stato zitto, intervenne: «Io, come la rana, so mimetizzarmi e quindi sono il
più importante di tutti. » Si trovò a passare di là una farfalla che ascoltò tutti e poi, come
il gufo saggio, disse: «Smettete di litigare, cercate di aiutarvi l'uno con l'altro, mettete a
disposizione degli altri le vostre capacità, perché solo così, in questo posto bellissimo
potrà regnare la pace, la bontà, l’amicizia. »
Alla fine tutti si resero conto che la farfalla aveva ragione, nessuno doveva comandare e
sentirsi migliore degli altri. Così finalmente ritornò la tranquillità!
storia reinterpretata dagli alunni della sez.
Unire sempre le forze!!!
Unire sempre le
forze!!!