Sei sulla pagina 1di 28

1. CONOSCENZE DI BASE 1.1.

HARDWARE: LE COMPONENTI DEL COMPUTER I PERSONAL COMPUTER pur essendo relativamente recenti (compaiono nella met degli anni 70), sono sempre pi diffusi ed indispensabili, grazie allevoluzione della tecnologia che permette di costruire componenti piccolissime e potenti. La parte fisica del computer, quella che possiamo toccare, si chiama HARDWARE (dal termine inglese ferramenta) che composto dallUnit centrale, una scatola metallica chiamata case, che contiene le componenti elettroniche fondamentali: lHard Disk, la Scheda Madre, le memorie, il processore e lalimentatore. LUnit Centrale contiene anche i lettori per floppy disk da 1,44 pollici e per Cd-Rom o per DVD. Alcuni modelli hanno un masterizzatore, che serve sia per leggere i dati su CD sia per registrarli. Nella parte posteriore vi sono numerose porte per collegare le componenti aggiuntive, chiamate periferiche, per inserire le informazioni (unit di input) e per i dati in uscita (unit di output): - monitor, tastiera, mouse, casse acustiche e microfono sono le periferiche principali, - in aggiunta vi sono stampante, scanner, modem e quanto altro sar necessario per il nostro lavoro. 1.2 HARDWARE: LE MEMORIE DEL COMPUTER Tra le componenti elettroniche che permettono il funzionamento del computer, il MICROPROCESSORE o CPU fondamentale: Central Unit Processing significa Unit Centrale di Elaborazione, da cui dipende la velocit e la capacit di calcolo della macchina. 1.3 HARDWARE: LUNITA CENTRALE Nell'Unit Centrale possiamo osservare: - il MICROPROCESSORE o CPU; - il Disco rigido o HARD DISK; - la Scheda Madre o Mainboard con le Memorie RAM, ROM, CACHE - le Schede Video, Audio, di Espansione - le Porte di connessione per le periferiche: monitor, tastiera, stampante, mouse, altoparlanti, ecc., collegate allunit centrale con appositi cavi; - le Unit o Drive per leggere dischetti e CD-ROM; - un piccolo altoparlante interno che permette di emettere suoni; - un alimentatore dotato di ventola di raffreddamento, collegato alla rete elettrica; - un collegamento per la linea telefonica ed il modem. 1.4 LA SCHEDA MADRE La Scheda Madre (in inglese motherboard), come dice il suo stesso nome, la scheda fondamentale del computer che ospita: - i componenti interni di tipo integrato, il microprocessore (CPU), le memorie RAM, ROM e Cache, il coprocessore matematico; - i circuiti che si occupano di coordinare le periferiche fondamentali (come per esempio mouse e stampante); 1

- i collegamenti a dispositivi aggiuntivi, come le schede di espansione. Per gestire tutte le informazioni e svolgere operazioni logiche, le Memorie di lavoro lavorano in collaborazione come le parti di un cervello: - ROM (Read Only Memory) di sola lettura e contiene informazioni non modificabili; - RAM (Random Access Memory) simile ad un blocco per appunti, dove scrivere e leggere informazioni; veloce ma costosa, perde tutto il suo contenuto quando viene spento il Computer, quindi i dati devono essere memorizzati con appositi comandi; - CACHE la memoria di 'transito', in grado di creare il linguaggio di comunicazione tra periferiche: se unistruzione necessaria a un programma in esecuzione si trova nella Memoria Cache, viene eseguita in un tempo brevissimo. 1.5 HARD DISK e supporti portatili Dove finiscono le informazioni ed i dati quando li registriamo (in gergo si dice 'salvare')? Vengono memorizzati in modo permanente all'interno di supporti chiamati DISCHI che sono di vario tipo: - l'hard disk o disco rigido immagazzina programmi e dati in modo stabile: sigillato in una scatola metallica nell'Unit Centrale, composto da diversi dischi magnetizzati, che ruotano a velocit elevatissima; maggiore la sua capacit (oggi misurata in Gigabyte) e la sua velocit di lavoro, pi dati e programmi pu contenere. Ogni volta che accendiamo il nostro computer, l'HD rilegge tutti i dati che ha registrato e si prepara a lavorare con noi. - I dischetti o floppy disk sono supporti magnetici "portatili", in grado di memorizzare una quantit minima di dati; - i CD-Rom sono i dischi magneto-ottici pi diffusi per la notevole capacit di contenere informazioni: in tutto la traccia di un CD lunga oltre 5000 chilometri! - i DVD (Digital Video Disk) sono il supporto pi potente (fino a 17 Gigabyte); richiedono un lettore apposito (compatibile comunque con i CD-Rom) e vengono impiegati soprattutto per la versione digitale dei film; - le USB-Key sono piccole come una chiave, lultima generazione di mini-supporto per trasportare dati ovunque. 1.6 PERIFERICHE di INPUT e OUTPUT La periferiche non sono tutte uguali: alcune ci danno la possibilit di inserire i dati (le periferiche di input, come tastiera, mouse, scanner, microfono, fotocamera e videocamera), altre permettono di visualizzare (stampare, ascoltare) le informazioni ottenute (le periferiche di output, come monitor, stampante e casse acustiche). Il compito dellunit centrale (mediante la CPU) rielaborare i dati ed archiviarli, per mezzo di supporti di memorizzazione: le sue memorie interne o i dischi esterni).

1.7 LUTILIZZO DELLA TASTIERA

L La TASTIERA uno dei principali dispositivi per inviare dati ed interagire con il computer: ogni volta che premiamo un tasto, viene trasmesso un carattere all'Unit Centrale, questo determina la scrittura del carattere stesso oppure l'esecuzione di un comando (come nel caso dei tasti funzione F1, F2, F3, ecc.). La TASTIERA composta generalmente da pi di 100 tasti ed il numero varia secondo i modelli. 1.8 LUTILIZZO DEL MOUSE Il MOUSE insieme alla tastiera uno dei principali dispositivi per inviare dati ed interagire con il computer: ogni volta che spostiamo il mouse sul piano o premiamo un tasto, viene trasmesso un comando all'Unit Centrale. E composto generalmente da 2 tasti -anche se il numero varia secondo i modelli- ed una rotellina che serve per far scorrere il contenuto dello schermo. Combinando lo spostamento del mouse sul piano e la pressione dei tasti possiamo determinare vari risultati: lo spostamento del puntatore sullo schermo; la modifica della forma del puntatore sullo schermo; lavvio di una procedura (attivazione di un link, apertura di un file, avvio di un comando) con un clic del tasto sinistro o un doppio clic; lapertura di un menu (un clic del tasto destro). I MOUSE sono di forme e modelli diversi: alcuni hanno una pallina visibile nella parte che appoggia sul piano che scorre durante i nostri spostamenti e provoca lo spostamento del puntatore sullo schermo; aprendo un piccolo coperchio o girandolo, possibile estrarre la pallina per pulirla e togliere la polvere che vi rimane attaccata. Tra i nuovi modelli vi sono i MOUSE OTTICI senza pallina: nella parte che appoggia sul piano visibile una luce, un sensore ottico in grado di trasmettere i movimenti; altri, come molte tastiere cordless, sono alimentati con pile interne e non hanno il cavo di collegamento allUnit Centrale, alla quale sono connessi via radio. 1.9 LA STAMPANTE La stampante una periferica molto importante e serve per fissare su carta il contenuto di un documento (testo, 3

immagini,

fotografie). Le stampanti sono di tre tipi: - a getto di inchiostro, che stampano in bianco e nero o a colori 'spruzzando' microscopiche gocce dinchiostro sulla pagina, disegnando cos caratteri ed immagini; permettono stampe di buona qualit e sono le pi diffuse e, a volte, le pi economiche da acquistare, anche se le cartucce hanno spesso un costo elevato; - ad aghi, che permettono di stampare copie a costi ridotti: utilizzano un nastro al posto delle cartucce e possono stampare su moduli continui (con il bordo forato); - laser, veloci e adatte per un alto numero di copie, che utilizzano inchiostro in polvere (il toner), che viene fuso sul foglio poco prima di uscire dalla macchina (per questo i fogli sono tiepidi appena stampati). Un apposito cavo collega la stampante al computer, attraverso una porta chiamata parallela e permette la trasmissione dei dati da stampare.

Per vedere sul monitor come apparir la nostra copia, utilizziamo la funzione anteprima di stampa, per correggere eventuali difetti prima di stampare un documento! 1.10 LO SCANNER Lo scanner un dispositivo che serve per digitalizzare immagini, testi e disegni. Il suo compito "registrare" nella memoria del computer le immagini, per poterle copiare o modificare. 1.11 IL MODEM Il modem (il cui nome deriva dai termini MOdulatore DEModulatore) permette di connettere il proprio computer ad altri, utilizzando la linea telefonica. E una periferica di input ed output contemporaneamente: consente infatti di ricevere e trasmettere dati tramite una connessione ad Internet. Vi sono diversi tipi di modem, a seconda della linea telefonica disponibile: 2. USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2.1 L'accensione del computer Ogni volta che si accende il computer il sistema operativo viene avviato ovvero, in termini tecnici, viene caricato e inizializzato: questa fase viene denominata fase di boot. In Windows dopo la fase di boot viene visualizzata la schermata principale con il menu Start, eventualmente preceduta da una finestra in cui occorre inserire il proprio identificativo. Dopo che la password stata specificata, Windows avviato e presenta la schermata principale, il desktop, cio il piano della scrivania. E' il posto su cui si dispongono gli oggetti con cui si lavora, cio documenti, cartelle, programmi. Lavorando con il PC, lo schermo di Windows diventer presto ingombro di cartelle e documenti, ma all'inizio si vedr soltanto la barra delle applicazioni, nella parte inferiore dello schermo, con a sinistra il pulsante Start, e alcune icone sul desktop: di solito Risorse del Computer, Risorse di Rete, il Cestino e l'icona che rappresenta il browser, il programma per la navigazione in Internet. 2.2 Password La password una parola segreta che viene immessa per proteggere l'accesso a determinati documenti, applicazioni o ambienti e che viene usata come una chiave: chi non la conosce rimane chiuso fuori. Mentre si digitano le lettere o i numeri della password nella casella 4

corrispondente il sistema visualizza soltanto una sequenza di asterischi, per impedire che la password venga letta. 2.3 Spegnere correttamente il computer Il computer va spento correttamente, chiudendo prima tutte le applicazioni aperte e poi dal menu Start/Chiudi sessione e Arresta il sistema dalla finestra di dialogo che appare. Cliccando su OK il sistema viene chiuso. 2.4 Riavviare il computer Invece di selezionare dalla finestra di dialogo di chiusura del sistema la voce "Arresta il sistema", si pu scegliere "Riavvia il sistema". In questo modo la macchina non viene spenta ma viene eseguito di nuovo il boot e poi ricaricato il sistema operativo. 2.5 Il sistema operativo Il sistema operativo un programma che coordina le diverse componenti hardware e software del computer, facendo da tramite tra l'utente, i programmi in dotazione e la macchina. Quindi il funzionamento di un computer non dipende solo dallhardware ma anche, e in maniera determinante, dai programmi che il computer in grado di eseguire, il cosiddetto software. In un certo senso, il software d vita allhardware. In altre parole, esso controlla il funzionamento e il dialogo tra gli "organi interni" del computer e l'utente. Le funzioni rese disponibili dal sistema operativo forniscono un mezzo, un'interfaccia, appunto, che permette di controllare il computer e interagire con esso. L'interazione con il PC diventata molto pi immediata e intuitiva con l'avvento di Windows e l'interfaccia grafica utente. 2.6 Il Desktop di Windows. Dando uno sguardo allo schermo del monitor dopo il caricamento del sistema operativo, si nota subito che esso pieno di molti elementi, di cui occorre conoscere il comportamento per poter operare adeguatamente. Essi sono: Icone, Pulsanti, Barre e Finestre. FINESTRE ICONE

BARRE

PULSANTI

2.7 Che cosa sono le icone? Le icone sono piccoli disegni che simboleggiano documenti, file, programmi, applicazioni, risorse fisiche come stampanti, dischi fissi, CD-ROM, dischetti floppy. Tutti questi elementi sono oggetti. Sotto il disegno c' sempre una scritta esplicativa che riporta il nome del file o del programma, o dell'oggetto. 2.8 Azioni del mouse Se si punta con il mouse un'icona, per esempio l'icona Risorse del computer, che raffigura il PC, e si fa clic un sola volta, col pulsante sinistro, questa cambier colore e apparir evidenziata, cio selezionata. Cliccando invece due volte sull'icona, apparir la finestra contenente, appunto, le Risorse del computer. E possibile attivare il menu di scelta rapida, facendo clic sull'icona con il pulsante destro del mouse. Se, dopo aver selezionato l'icona, si tiene premuto il pulsante sinistro del mouse e si sposta il puntatore, l'icona verr "trascinata" sul desktop, seguendo la posizione del puntatore. 2.9 Salvare il lavoro fatto Non aspettare mai la fine del lavoro per salvare il documento; ricordarsi che vi sono mille motivi per cui il computer pu andare in avaria, cancellando cos la RAM e perdendo il lavoro. Nelle applicazioni pi complesse esiste un sistema di salvataggio automatico che pu essere

impostato e ci garantisce la perdita solo degli ultimi dati, ma deve entrare nell'abitudine salvare a brevi intervalli il documento. Se il documento viene salvato per la prima volta, cliccando su File/Salva si apre una finestra di dialogo in cui occorre specificare alcuni parametri del file: Innanzitutto in Salva in: bisogna specificare la cartella in cui salvare il documento selezionandolo dalla finestra a discesa che si apre cliccando sulla freccia a destra. Occorre scrivere il nome del file nella casella di testo Nome del file. Il nome pu essere scritto con o senza estensione. Infine nella casella Tipo di File, nel caso in cui col nome non sia stata scritta l'estensione, occorre specificare il tipo di file. Word pu salvare il file in diversi formati ad esempio: testo (.TXT), Rich Format Text (.RTF), documento di Word (.DOC), ecc.. Una volta impostati tutti gli elementi necessari si pu cliccare sul pulsante Salva e il lavoro al sicuro sul disco fisso nella directory prescelta. Ricordarsi di fare sempre copia dei documenti importanti su dischetto o su USB-key, da riporre lontano dal computer in luogo sicuro.

2.10 Salvare il lavoro su USB-key Se, dopo aver salvato la prima volta il file sul disco, si clicca su File/Salva oppure sul pulsante con l'icona del dischetto, non compare pi la finestra di dialogo, ma il file viene salvato automaticamente nella directory impostata precedentemente. Se si vuole salvare il file sulla USB-key usando la voce di menu File/Salva con nome, si riapre la finestra di dialogo in cui nella finestra Salva in: si deve scegliere la directory corrispondente. 3 FILE, CARTELLE E DIRECTORY

3.1 L'organizzazione delle risorse: Cartelle/Directory e Documenti Tutte le operazioni che si eseguono con il computer comportano l'utilizzo di cartelle e documenti, gli "oggetti" di cui si serve il sistema operativo per organizzare le informazioni. Con il termine cartelle si indicano le directory, cio i raccoglitori in cui sono ordinati i file del computer. un termine diventato comune con l'avvento dei sistemi a interfaccia utente grafica, quali Windows e Macintosh, in cui le directory (e le sottodirectory) sono raffigurate con l'icona di una cartella o di una piccola ventiquattrore. Di solito si paragona il disco rigido del computer a un grande schedario: le cartelle che si trovano sul disco rigido rappresentano i cassetti dello schedario e contengono a loro volta altre cartelle (sottocartelle) oppure semplici documenti. Come i cassetti di uno schedario, anche ogni cartella individuata da un nome preciso. Nella realt una cartella un luogo del disco del PC, o di una chiave USB, in cui vengono memorizzati i file. Le cartelle permettono di identificare delle aree di lavoro in cui archiviare i programmi da eseguire e i documenti creati o da consultare. Se la cartella chiusa si pu vedere soltanto la sua icona e il nome assegnato. Quando si apre la cartella, Windows visualizza una finestra che mostra l'elenco dei documenti o delle altre cartelle che si trovano al suo interno. Sapere gestire le cartelle molto importante per un uso efficiente del computer. Windows mette a disposizione due strumenti che permettono di organizzare i propri documenti: Risorse del computer e Esplora Risorse. 3.2 L'Applicazione Risorse del computer Risorse del computer offre una rappresentazione grafica di ci che si trova dentro il PC. Le cartelle nella finestra Risorse del computer sono disposte su vari livelli, poich ogni cartella pu contenere altre cartelle. Quando si fa doppio clic sull'icona Risorse del computer appare il primo livello, che comprende le unit disco del PC (il disco rigido, l'unit floppy e quella CDROM) e altre cartelle. Per sapere che cosa contiene un'unit disco o una cartella bisogna fare doppio clic sulla sua icona: apparir un'insieme di file o di altre cartelle. Le icone differiscono nell'aspetto in base al tipo di file che rappresentano o ai programmi utilizzati per crearle. Il vantaggio del sistema a cartella consiste nel fatto che permette un'organizzazione gerarchica e strutturata delle informazioni, dove ogni cartella pu racchiudere il numero di sottocartelle e di documenti desiderato ma pu essere contenuta in una sola cartella. Questo permette di descrivere il sistema a cartelle come una specie di albero, chiamato anche albero delle cartelle o gerarchia delle cartelle. 3.3 Creare Cartelle: Organizzare il Lavoro Il primo passo per organizzare il proprio materiale consiste nel creare nuove cartelle in cui riporre i documenti. Si possono creare nuove cartelle direttamente sul desktop, basta fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare l'opzione Nuovo, quindi specificare che si desidera creare una cartella.

3.4 Rinominare File e Cartelle Fare clic con il pulsante destro sullicona e scegliere la voce Rinomina dal menu di scelta rapida. 3.5 Copiare, spostare, cancellare File e Cartelle Selezionare File e Cartelle Per selezionare un file o una cartella si fa click col sinistro del mouse sull'icona. Volendo si possono selezionare anche pi file o cartelle contemporaneamente; per selezionare file o cartelle consecutivi si fa click sul primo, poi, tenendo premuto il tasto SHIFT cliccare sull'ultimo. La serie di file e cartelle appaiono sul fondo blu della selezione. Per selezionare file e cartelle sparsi in una finestra o sul desktop, fare click su ciascun file o cartella tenendo premuto il tasto CTRL. Spostare o copiare File e Cartelle Per spostare un oggetto necessario cliccare una volta sulla sua icona, per selezionarlo, e poi fare clic sul comando Taglia del menu Modifica oppure sul pulsante Taglia, quello con le forbici sulla barra degli strumenti. Dopo aver aperto la cartella di destinazione bisogna fare clic sul comando Incolla del menu Modifica, o sul pulsante Incolla della barra degli strumenti, e gli oggetti selezionati saranno trasferiti nella nuova posizione. La procedura di "copia e incolla" molto simile: basta fare clic sul comando Copia del menu Modifica, o sul pulsante Copia che rappresenta l'immagine di due documenti, posizionarsi con il cursore del mouse nella cartella di destinazione e quindi fare clic sul comando o sul pulsante Incolla. I comandi Taglia, Copia e Incolla possono essere selezionati anche dal menu di scelta rapida che appare quando si fa clic con il pulsante destro sull'icona di una cartella o di un documento. Un'altra tecnica per spostare o copiare cartelle e documenti da un disco all'altro, da una cartella al desktop oppure tra due cartelle il trascinamento: in questo caso per bisogna essere molto bravi a controllare i movimenti del mouse, per non correre il rischio di perdere in giro qualche documento. Se dopo aver spostato, copiato o riordinato qualche cartella e documento ci si accorge di aver compiuto degli errori, si pu ritornare sui propri passi e risistemare le cose come prima attraverso il pulsante Annulla, il comando Annulla del menu Modifica. Cancellare File e Cartelle I file e cartelle selezionati in una finestra o in Gestione Risorse possono essere cancellati semplicemente premendo il tasto CANC. In questo caso essi vengono posti nel Cestino e quindi occupano ancora posto sul disco fisso e possono essere recuperati nel caso ci si pentisse.

WORD
Il programma parte integrante del pacchetto Office della Microsoft. Vi si accede dallicona sul desktop o seguendo il percorso Start, Programmi, Microsoft Word. E un programma di videoscrittura, presenta numerose icone nelle barre superiori che velocizzano e facilitano la scelta e luso dei comandi essendo i corrispondenti grafici dei comandi stessi. Le barre, poich sono molto numerose, possono essere fatte comparire o scomparire secondo le necessit del momento. Di seguito limmagine mostra le barre standard e di formattazione. Qualsiasi barra pu essere trascinata nella zona preferita dello schermo.

1. Informazioni generali sui tipi di documento di Word In questa sezione verranno fornite informazioni di riferimento relative a: Tipi di documento di Word In Word sono disponibili diversi tipi di documento:

Documento vuoto Se si desidera creare un documento tradizionale da stampare, aprire un nuovo documento vuoto. Pagina Web Se si desidera che il documento venga visualizzato su Internet. 9

Messaggio di posta elettronica Se si dispone di Outlook 2000 o di Outlook Express, utilizzare un messaggio di posta elettronica per creare e inviare un messaggio o un documento ad altri utenti direttamente da Word. Modello Utilizzare un modello se si desidera riutilizzare parti di testo, barre degli strumenti personalizzate, macro, tasti di scelta rapida, stili e voci di glossario (il glossario unarea in cui possibile memorizzare il testo e la grafica che si desidera utilizzare nuovamente, ad esempio, un indirizzo che si utilizza spesso, una clausola contrattuale standard o una lista di distribuzione. Ciascuna selezione di testo o grafica viene registrata come voce di glossario e a ogni voce viene assegnato un nome univoco). Quando si salva un documento in Word, il tipo di documento determina il formato in cui verr salvato in base all'impostazione predefinita.

2. Men file 2.1 Creazione di un nuovo documento vuoto 1. Scegliere Nuovo dal menu File. 2. Fare clic sulla scheda Generale e quindi fare doppio clic sull'icona Documento vuoto. 3. Fare clic sul pulsante Nuovo documento vuoto Standard. 2.2 Apertura di un documento sul disco rigido o in rete 1. Fare clic su Apri . 2. Se si desidera aprire un documento salvato in una cartella diversa, trovare la cartella e aprirla. 3. Fare doppio clic sul documento che si desidera aprire. Se il documento desiderato non fra quelli visualizzati nell'elenco delle cartelle, possibile effettuare una ricerca. 2.3 Salvataggio di un documento Per salvare rapidamente un documento, scegliere Salva sulla barra degli strumenti Standard. Salvataggio di una copia di un documento 1. Aprire il documento di cui si desidera creare una copia. 2. Scegliere Salva con nome dal menu File. 3. Se si desidera salvare il documento in una cartella diversa, trovare la cartella e aprirla. 4. Nella casella Nome file digitare il nuovo nome del documento. 5. Scegliere il pulsante Salva. 2.4 Imposta pagina Margini di pagina I margini di pagina sono costituiti dallo spazio vuoto ai bordi delle pagine. Il testo e gli elementi grafici sono inseriti nell'area stampabile, all'interno dei margini. tuttavia possibile inserire nell'area dei margini elementi quali intestazioni, pi di pagina e numeri di pagina. sulla barra degli strumenti

10

Impostazione dei margini di pagina Scegliere Imposta pagina dal menu File, quindi fare clic sulla scheda Margini ed impostare i margini desiderati. Impostare i margini per pagine affiancate Impostare dei margini speculari per pagine affiancate di documenti stampati su entrambi i lati del foglio, quali libri o riviste. I margini delle pagine di sinistra saranno speculari ai margini delle pagine di destra. I margini interni di tutte le pagine avranno la stessa dimensione, cos come i margini esterni. Aggiungere un margine per la rilegatura Utilizzare un margine di rilegatura per inserire spazio aggiuntivo al margine interno o superiore di un documento che si desidera rilegare, in modo da assicurarsi che tutto il testo resti visibile. 3. Men Modifica 3.1 Annulla digitazione Per annullare l'ultima operazione. Scegliere Annulla dal menu Modifica. 3.2 Ripeti digitazione Per ripetere/ripristinare lultima operazione effettuata. Scegliere Ripeti dal men Modifica. 3.3 Per eliminare del testo 1. Selezionare il testo da eliminare. 2. Per rimuovere il testo e posizionarlo in un altro punto del documento, scegliere Taglia dal menu Modifica. Per rimuovere completamente il testo dal documento, premere CANC o il tasto back. Note Per annullare una selezione, fare clic in punto qualsiasi del documento. Per annullare un'eliminazione, scegliere Annulla dal menu Modifica. Se si desidera eliminare l'intero testo contenuto nel documento, sar possibile selezionarlo in una sola volta scegliendo Seleziona tutto dal menu Modifica. 3.4 Per copiare del testo Per copiare del testo e incollarlo in un'altra posizione, selezionarlo e scegliere Copia dal menu Modifica. 3.5 Per incollare del testo Per incollare il testo tagliato o copiato, posizionare il cursore nel punto in cui si desidera incollare il testo e scegliere Incolla dal menu Modifica. 4. Men Visualizza Permette la visualizzazione del documento secondo le modalit: normale, layout web, layout di stampa e struttura. 4.1 Per visualizzare o nascondere le barre degli strumenti Scegliere Barra degli strumenti dal menu Visualizza. Un segno di spunta accanto al comando indica che la barra degli strumenti visualizzata. Nota possibile trascinare la barra di formattazione e la barra degli strumenti in qualsiasi punto della finestra. 11

4.2 Per visualizzare o nascondere la barra di formattazione Scegliere Formattazione dal menu Barra degli strumenti contenuta in Visualizza. Un segno di spunta accanto al comando indica che la barra di formattazione visualizzata. Note Sulla barra di formattazione sono situati i pulsanti di scelta rapida per la formattazione del testo, quali il grassetto, il sottolineato, il corsivo oppure il pulsante per modificare lo stile del paragrafo; si pu modificare la dimensione il tipo di carattere, lallineamento (giustificato, centrato, a dx, a sx), creare punti elenchi ed elenchi numerati, aumentare o ridurre il rientro del capoverso, creare bordi, evidenziare parti del testo, cambiare il colore del testo. Per formattare del testo, selezionarlo e fare clic sul pulsante appropriato sulla barra di formattazione. possibile trascinare la barra di formattazione e la barra degli strumenti in qualsiasi punto della finestra.

4.3 Per visualizzare o nascondere la barra standard Scegliere Standard dal menu Barra degli strumenti contenuta in Visualizza. Un segno di spunta accanto al comando indica che la barra di formattazione visualizzata. Note Sulla barra standard sono situati i pulsanti di scelta rapida per creare un nuovo documento, per aprirne uno esistente, per salvare, per mandare mail, per stampare ed effettuare lanteprima di stampa, per utilizzare il correttore ortografico, per tagliare-copiare-incollare, per annullare e ripristinare unoperazione, per creare collegamenti ipertestuali, per inserire tabelle e crearne col foglio di Excel, per dividere il testo in colonne, per inserire la barra disegno, per mostrare la mappa del documento, per mostrare o nascondere i paragrafi, per ingrandire o ridurre il documento, per utilizzare la guida, per aggiungere pulsanti. possibile trascinare la barra di formattazione e la barra degli strumenti in qualsiasi punto della finestra.

4.4 Per visualizzare o nascondere il righello Scegliere Righello dal menu Visualizza. Un segno di spunta accanto al comando indica che il righello visualizzato. Nota Per impostare i punti di tabulazione utilizzando il righello, fare clic su ciascun segno del righello in corrispondenza del quale si desidera inserire un punto di tabulazione. Per eliminare i punti di tabulazione, trascinarli fuori dal righello.

4.5 Inserisci intestazione e pi di pagina Scegliere Intestazione e pi di pagina dal men Visualizza. E possibile inserire numeri di pagine, data, ora, note, commenti. 12

4.6 Schermo intero Permette di avere il testo a tutta grandezza rispetto al monitor. Per chiudere utilizzare il bottone appropriato. 4.7 Passaggio alla modalit schermo intero Per visualizzare sullo schermo solo il documento, possibile attivare la modalit schermo intero. In questo modo verranno rimossi dallo schermo tutti gli elementi dell'interfaccia, come le barre degli strumenti e le barre di scorrimento. Scegliere Schermo intero dal menu Visualizza. Note Se si desidera scegliere i comandi di menu nella modalit schermo intero, posizionare il puntatore del mouse nella parte superiore dello schermo per visualizzare la barra dei menu. possibile, ad esempio, che sia necessario impostare le opzioni nella scheda Visualizza scegliendo Opzioni dal menu Strumenti per specificare quali elementi dello schermo devono essere visualizzati in modalit schermo intero. Per disattivare la modalit schermo intero e passare alla visualizzazione precedente, fare clic su Chiudi schermo intero sulla barra degli strumenti Schermo intero oppure premere ESC. 4.8 Zoom Permette di ingrandire-ridurre la grandezza del testo visibile sul monitor. 5. Men inserisci 5.1 Interruzione Permette di inserire interruzioni tra le pagine, le colonne, il testo, le tabelle, utili in fase di stampa. Descrizione delle interruzioni di pagina manuali e automatiche Quando una pagina stata riempita di testo e grafica, viene inserita un'interruzione di pagina automatica e ha inizio una nuova pagina. Per inserire un'interruzione di pagina in una specifica posizione, occorre inserire un'interruzione di pagina manuale. Tuttavia, se si inseriscono interruzioni di pagina manuali, potrebbe essere necessario modificarle quando si modifica il documento. possibile, invece, impostare le opzioni di impaginazione in modo da controllare la posizione delle interruzioni di pagina automatiche. 5.2 Inserisci numeri di pagina Permette di scegliere posizione, allineamento e formato dei numeri di pagina. 5.3 Data e ora Permette di inserire nel documento data e ora di creazione e ultima modifica. 5.4 Simbolo Permette linserimento di simboli e caratteri speciali. Inserimento di un simbolo 1. Fare clic nel punto in cui si desidera inserire il simbolo. 2. Scegliere Simbolo dal menu Inserisci, quindi fare clic sulla scheda Simboli. 3. Nella casella Tipo di carattere, fare clic sul tipo di carattere che si desidera utilizzare. 4. Per visualizzare un ingrandimento del simbolo, fare clic sul simbolo. 5. Fare doppio clic sul simbolo che si desidera inserire.

13

Suggerimento Se si sta utilizzando un tipo di carattere espanso, quale Arial o Times New Roman, verr visualizzato l'elenco Sottoinsieme. Utilizzare questo elenco esteso per scegliere i caratteri di versioni linguistiche diverse, ad esempio Greco e Russo (Cirillico). Inserimento di un carattere speciale 1. Fare clic nel punto in cui si desidera inserire il carattere. 2. Scegliere Simbolo dal menu Inserisci, quindi fare clic sulla scheda Caratteri speciali. 3. Fare doppio clic sul carattere desiderato. 5.5 Commento Nota o annotazione aggiunta da un autore o revisore a un documento. 5.6 Note a pi di pagina Possono essere posizionate in fondo alla pagina o alla fine del documento. 5.7 Immagine Permette linserimento di immagini, grafici o disegni da file, da WordArt, da ClipArt, da scanner o apparecchi digitali.Esistono due tipi principali di grafica che pu essere utilizzata per migliorare i documenti di Microsoft Word: i disegni e le immagini. Tra i disegni vi sono le forme, le curve, le linee e gli oggetti di WordArt. Tali oggetti fanno parte del documento di Word. Utilizzare la barra degli strumenti Disegno per modificare e migliorare questi oggetti con colori, motivi, bordi e altri effetti. Le immagini invece sono oggetti grafici creati da un altro file. Comprendono le bitmap, le immagini e le fotografie sottoposte a scansione e gli oggetti o immagini ClipArt. possibile modificare e migliorare le immagini utilizzando le opzioni della barra degli strumenti Immagine e alcune opzioni della barra Disegno. In alcuni casi necessario separare e convertire un'immagine in un disegno prima di poter utilizzare le opzioni della barra degli strumenti Disegno. 5.8 Casella di testo Permette di inserire una casella entro cui pu essere digitato del testo o grafica. un contenitore di testo o grafica che possibile posizionare nella pagina e ridimensionare. Utilizzare le caselle di testo per disporre su una pagina diversi blocchi di testo o per modificare lorientamento del testo rispetto al resto del documento. possibile utilizzare le opzioni della barra degli strumenti Disegno per modificare gli attributi di una casella di testo, ad esempio il colore di riempimento, nello stesso modo in cui si modificano gli altri oggetti di disegno. 5.9 Oggetto Permette di inserire un suono, un immagine, un filmato, del testo, ecc. 6. Men Formato 6.1 Carattere Consente la formattazione del testo scegliendo tipo di carattere, stile, dimensione, spaziatura e posizione, effetti di testo, colore. 6.2 Paragrafo Controlla rientri e spaziature (allineamenti, interlinea) e la distribuzione del testo. In Microsoft Word per paragrafo si intende un'unit distinta di informazioni con specifiche caratteristiche di formattazione quali l'allineamento, la spaziatura e gli stili. Ciascun paragrafo 14

seguito da un segno di paragrafo. La scelta della formattazione dei paragrafi di un documento dipende dalle finalit del documento e dall'aspetto che si desidera ottenere. I paragrafi di uno stesso documento verranno spesso formattati in modo diverso. Se ad esempio si sta scrivendo una relazione finale, si potr creare una pagina del titolo contenente un paragrafo con il titolo centrato e altri paragrafi posizionati in fondo alla pagina con il nome e la data allineati a destra. I paragrafi del corpo della relazione potranno essere allineati a sinistra, con interlinea doppia. Nella relazione sar anche possibile inserire intestazioni, pi di pagina, note a pi di pagina e note di chiusura formattate come paragrafi separati. Per nascondere o mostrare i segni di paragrafo e gli altri indicatori di formattazione fare clic su Mostra/Nascondi . La visualizzazione dei segni di paragrafo facilita l'individuazione dell'inizio e della fine del paragrafo e consente di selezionare pi rapidamente le caratteristiche di formattazione che si desidera modificare. Posizionamento dei paragrafi sulla pagina Vi sono diversi fattori che determinano la posizione dei un paragrafo sulla pagina: I margini determinano la larghezza complessiva dell'area principale del testo, ossia lo spazio tra il testo e il bordo della pagina. I rientri determinano la distanza tra il paragrafo e il margine destro o sinistro. All'interno dei margini possibile aumentare o diminuire i rientri di un paragrafo o di un gruppo di paragrafi utilizzando i pulsanti Aumenta rientro e Riduci rientro nella barra degli strumenti Formattazione. anche possibile creare un rientro negativo e spostare il paragrafo a sinistra del margine sinistro.

L'allineamento orizzontale determina l'aspetto e l'orientamento dei bordi del paragrafo: allineato a sinistra, allineato a destra, centrato o giustificato. In un paragrafo allineato a sinistra (l'allineamento pi comune), ad esempio, il bordo sinistro del paragrafo allineato al margine sinistro. L'allineamento verticale determina la posizione del paragrafo relativamente ai margini superiore e inferiore. Questa caratteristica pu rivelarsi utile durante la creazione di una pagina del titolo, in quanto rende possibile posizionare il testo esattamente al centro della pagina oppure giustificare i paragrafi in modo che il testo sia distribuito in modo uniforme sulla pagina. Posizionamento del testo in un paragrafo possibile impostare un rientro per la prima riga di un paragrafo in modo da evidenziarla rispetto al resto del paragrafo. pratica comune creare un rientro per la prima riga con il quale fare rientrare la prima riga di un paragrafo verso l'interno secondo una distanza specificata, ma lasciando immutate le altre righe del paragrafo. inoltre possibile creare un rientro sporgente, in cui la prima riga del paragrafo non rientrata, ma lo sono le righe successive. Per impostare i rientri delle singole righe possibile utilizzare il righello orizzontale, la scheda Rientri e spaziatura (menu Formato, comando Paragrafo) o utilizzare la caratteristica Doppio clic e modifica. Per rientrare il testo inoltre possibile utilizzare le tabulazioni. Le tabulazioni consentono di formattare rapidamente singole righe di testo, in particolare quando si desidera impostare

15

tabulazioni con caratteri di riempimento. Non invece consigliabile utilizzare le tabulazioni per creare elementi complessi, quali colonne o tabelle. Modifica della spaziatura verticale tra le linee o tra i paragrafi L'interlinea (spazio compreso fra la parte inferiore di una riga di testo e la parte inferiore della riga di testo successiva. La misura dell'interlinea si basa sulla dimensione del carattere del testo. In righe con interlinea singola che contengono testo con dimensione di carattere 10 punti, ad esempio, l'interlinea di circa 10 punti pi una piccola quantit di spazio aggiuntivo. In Word l'interlinea varia in base all'elemento grafico o al carattere pi grande contenuto in una riga) determina la quantit di spazio verticale tra le linee del testo di un paragrafo. In base all'impostazione predefinita tra le righe vi un solo spazio, ossia vi spazio per il carattere pi grande della riga pi una piccola quantit di spazio aggiuntivo. La spaziatura dei paragrafi determina la quantit di spazio inserita prima e dopo il paragrafo. Se si desidera evidenziare un paragrafo rispetto agli altri paragrafi della pagina oppure modificare la spaziatura tra pi paragrafi, possibile aumentare lo spazio prima dei paragrafi, dopo i paragrafi o effettuare entrambe le operazioni. Una volta impostate le opzioni relative alla spaziatura per le righe o i paragrafi, l'impostazione diventer parte della formattazione del paragrafo e verr inserita nel segno di paragrafo, analogamente alle altre impostazioni. Cos, ad esempio, se si sta lavorando su un paragrafo con spaziatura doppia e si preme INVIO per iniziare un nuovo paragrafo, la formattazione a doppio spazio verr applicata al paragrafo successivo e anche allo spazio vuoto tra i paragrafi. Controllo delle interruzioni di paragrafo Quando il testo raggiunge la fine della pagina, il passaggio alla pagina successiva viene effettuato in modo automatico. In alcuni casi, tuttavia, pu essere opportuno mantenere uniti i paragrafi, mantenere unite le righe oppure controllare le righe isolate in una pagina. infatti possibile che interrompendo il paragrafo o lasciando una riga isolata all'inizio della pagina successiva, il testo perda parte della sua efficacia. In casi come questo possibile selezionare le opzioni che consentono di mantenere unito il testo del paragrafo. 6.3 Elenchi puntati e numerati Permette di creare elenchi puntati o numerati utilizzando tipi diversi di immagine e/o letterenumeri. possibile aggiungere rapidamente punti elenco e numeri alle righe di testo esistenti oppure creare automaticamente elenchi puntati e numerati durante la digitazione. 6.4 Bordi e sfondi Inserisce bordi alle pagine, ai singoli paragrafi, a tabelle, a sezioni selezionate di testo. Possono essere utilizzati anche motivi decorativi, ombreggiature, effetti tridimensionali. Riempie sfondi con motivi decorativi o colori. 6.5 Colonne Divide il testo in colonne. Creazione di colonne tipo giornale per continuare un brano nella colonna successiva della stessa pagina 1. Passare alla visualizzazione Layout di stampa. 2. Per formattare in colonne multiple l'intero documento, scegliere Seleziona tutto dal menu Modifica. Per formattare in colonne multiple parte del documento, selezionare il testo che si desidera formattare. Per formattare in colonne multiple le sezioni del documento, fare clic in un punto qualsiasi della sezione oppure selezionare pi sezioni. 16

3. Sulla barra degli strumenti Standard fare clic sul pulsante Colonne . 4. Trascinare per selezionare il numero di colonne desiderato. 5. Se si desidera regolare la larghezza e la spaziatura delle colonne, trascinare gli indicatori di colonna che si trovano sul righello orizzontale. Procedura Modifica della larghezza delle colonne tipo giornale 1. Passare alla visualizzazione Layout di stampa. 2. Se il documento diviso in sezioni, fare clic in un punto qualsiasi della sezione che si desidera modificare. 3. Trascinare gli indicatori di colonna sul righello orizzontale.

Note

Se le colonne sono di larghezza uguale, verr modificata la larghezza di tutte le colonne. Se, invece, le colonne sono di larghezza diversa, verr modificata solo la colonna attiva. Per passare da colonne di larghezza uguale a colonne di larghezza diversa e specificare la larghezza e la spaziatura di ogni colonna, scegliere Colonne dal menu Formato. Se non possibile allargare una colonna a causa di una colonna adiacente, ridurre innanzitutto la larghezza della colonna adiacente. Per creare in modo rapido colonne di larghezza e spaziatura uguali, seguire i passaggi 1 e 2, quindi scegliere Colonne dal menu Formato e selezionare le opzioni desiderate. In Word esistono diversi modi per impostare un testo o un brano in notiziari, brochure e volantini. Allinea a sinistra , Centra oppure Allinea a destra quindi fare doppio clic.

Note

Eliminazione o spostamento delle tabulazioni 1. Selezionare i paragrafi da cui cancellare o spostare le tabulazioni. 2. Per cancellare un punto di tabulazione, trascinare il relativo indicatore all'esterno del righello orizzontale. Per spostare un punto di tabulazione, trascinare l'indicatore a destra o a sinistra sul righello orizzontale. 6.6 Sfondo Colora lo sfondo con tinte o motivi di riempimento (sfumature, trama, motivo, immagine).

17

7. Men strumenti 7.1 Controllo ortografia e grammatica Attivazione o disattivazione del controllo ortografico e grammaticale automatico 1. Scegliere Opzioni dal menu Strumenti, quindi fare clic sulla scheda Ortografia e grammatica. 2. Effettuare una o pi delle seguenti operazioni: o Per attivare o disattivare il controllo ortografico automatico, selezionare o deselezionare la casella di controllo Controllo ortografico durante la digitazione. o Per attivare o disattivare il controllo grammaticale automatico, selezionare o deselezionare la casella di controllo Controllo grammaticale durante la digitazione. Nota Quando si attiva il controllo ortografico e grammaticale automatico, vengono deselezionate le caselle di controllo Nascondi errori ortografici nel documento e Nascondi errori grammaticali nel documento. In tal modo i correttori ortografico e grammaticale possono contrassegnare gli errori con sottolineature ondulate. Se si ritiene che distraggano l'attenzione, possibile selezionare queste caselle di controllo. 7.2 Lingua Per impostare la lingua del documento, il Thesaurus, la sillabazione del testo. 7.3 Conteggio parole Per effettuare statistiche inerenti pagine, parole, paragrafi, caratteri (spazi inclusi/esclusi), righe. 7.4 Correzione automatica Correzione del testo durante la digitazione L'opzione Correzione automatica consente di correggere automaticamente molti degli errori di digitazione, ortografia e grammatica commessi durante la digitazione. La funzione pu inoltre essere utilizzata per inserire automaticamente testo, simboli e grafica utilizzati frequentemente senza doverli digitare o inserire completamente Attivazione e disattivazione delle opzioni della Correzione automatica 1. Scegliere Correzione automatica dal menu Strumenti. 2. Effettuare una delle seguenti operazioni: o Per impostare le opzioni sulle lettere maiuscole, selezionare o deselezionare le prime quattro caselle di controllo della finestra di dialogo. o Per attivare o disattivare le voci della Correzione automatica selezionare o deselezionare la casella di controllo Sostituisci il testo durante la digitazione. o Per attivare le correzioni del controllo ortografico, selezionare la casella di controllo Sostituisci il testo durante la digitazione e la casella di controllo Usa sempre i suggerimenti del controllore ortografico. Per disattivare le correzioni del controllore ortografico, deselezionare la casella di controllo Usa sempre i suggerimenti del controllore ortografico. 8. Men Tabella 8.1 Cenni preliminari sulle tabelle Le tabelle sono composte da righe e colonne di celle nelle quali possibile inserire testo e grafica. Normalmente le tabelle vengono utilizzate per organizzare e presentare le informazioni, ma 18

possono essere utilizzate anche per altri scopi, ad esempio per allineare dei numeri in colonne e quindi ordinarli o eseguire calcoli. Le tabelle inoltre consentono di creare layout di pagina particolari e di disporre il testo e la grafica. 8.2 Bordi e griglia In base all'impostazione predefinita le tabelle hanno un bordo a linea singola continua nera da punto. La griglia che forma i limiti delle celle verr visualizzata anche se si rimuove il bordo della tabella, ma non verr stampata. 8.3 Disegna tabella Creazione di nuove tabelle Per creare in modo rapido una tabella semplice possibile utilizzare il comando Inserisci tabella. Se invece si desidera creare rapidamente tabelle pi complesse, quali tabelle contenenti celle di altezze diverse o con un numero variabile di colonne per riga, possibile utilizzare lo strumento Disegna tabella. Lo strumento Disegna tabella consente di disegnare le tabelle con operazioni simili a quelle compiute per disegnare un rettangolo su un foglio per grafici, ovvero disegnando prima una linea da un angolo della tabella all'angolo opposto per definire il contorno della tabella, quindi disegnando le righe e le colonne all'interno della tabella. 8.4 Modifica dell'orientamento del testo In base all'impostazione predefinita il testo all'interno delle celle della tabella, dei callout, delle caselle di testo e delle forme viene allineato orizzontalmente. per possibile cambiare l'orientamento del testo in modo che venga visualizzato in verticale. 8.5 Modifica dell'allineamento del testo in una cella della tabella In base all'impostazione predefinita il testo della tabella viene allineato all'angolo superiore sinistro delle celle. possibile modificare l'allineamento del testo in una cella, sia l'allineamento verticale (in alto, al centro o in basso) sia quello orizzontale (a sinistra, al centro o a destra). 8.6 Inserisci Permette di inserire la nuova tabella, nuove righe, nuove colonne, nuove celle, prima o dopo a destra o a sinistra. 8.7 Elimina Permette di eliminare la tabella, intere righe, intere colonne, celle, prima o dopo a destra o a sinistra. 8.8 Seleziona Permette di selezionare la tabella, intere righe, intere colonne, celle, prima o dopo a destra o a sinistra. 8.9 Unisci celle Permette di unire pi celle diverse in ununica cella. 8.10 Dividi celle Permette di dividere pi celle diverse in ununica cella. 8.11 Dividi tabella Permette di dividere la tabella in pi righe, colonne, celle.

19

8.12 Adatta Permette di modificare la larghezza delle righe e delle colonne in base al testo digitato; permette di adattare la grandezza della tabella rispetto alla pagina, permette di ripartire automaticamente righe e colonne. 8.13 Ripeti righe del titolo Utilizzo di tabelle lunghe Le tabelle molto lunghe vengono suddivise in corrispondenza delle interruzioni di pagina. Se la tabella viene suddivisa su pi pagine opportuno disporre la tabella in modo che le informazioni vengano visualizzate nella posizione desiderata. Ripetizione dei titoli su tutte le pagine Se alla tabella associato un titolo possibile fare in modo che il titolo venga automaticamente visualizzato nella parte superiore di ciascuna pagina. Controllo della suddivisione della tabella In base all'impostazione predefinita, quando viene inserita un'interruzione di pagina in corrispondenza di una riga di grandi dimensioni, questa verr suddivisa tra le due pagine. possibile impedire che una riga di una tabella venga suddivisa tra due pagine e impostare il punto in cui la tabella verr suddivisa tra due pagine. 8.14 Ordina Ordinamento di un elenco o una tabella 1. Selezionare l'elenco o la tabella che si desidera ordinare. 2. Per ordinare una tabella o un elenco, scegliere Ordina dal menu Tabella. 3. Selezionare le opzioni desiderate. 8.16 Nascondi griglia Permette di nascondere, e quindi di non stampare, la griglia di costruzione di una tabella cio le linee guida di righe e colonne e delle singole celle. Nota Nei documenti di Microsoft Word tutte le tabelle hanno un bordo predefinito costituito da una linea singola continua nera di punto che viene stampato. Se si rimuove il bordo, la griglia rester visibile fino a che non la si nasconda. 8.17 Propriet tabella Permette di definire righe, celle, colonne, lallineamento del testo e la sua disposizione. 9. Men Finestra 9.1 Nuova finestra Permette di aprire un documento in una nuova finestra di word. Disponi tutto Fare clic con il pulsante destro del mouse sullo sfondo della barra delle applicazioni Windows, quindi scegliere Affianca orizzontalmente o Affianca verticalmente dal menu di scelta rapida. Dividi Permette di ridimensionare le finestre relative ai diversi documenti aperti.

20

SCHEDE DI LAVORO
IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 01 - CORPO E CARATTERE consegna: Scrivi il tuo nome e cognome su 6 righe con il seguente formato: 1a riga carattere Arial corpo 12 2a riga carattere Arial corpo 20 3a riga carattere Times New Roman corpo 10 4a riga carattere Times New Roman corpo 36 5a riga carattere Comic corpo 8 6a riga carattere Comic corpo 24

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 02 - ALLINEAMENTO consegna: Scrivi quattro volte il tuo nome e cognome, la data di nascita, il luogo di nascita, l'indirizzo, la scuola e la classe che frequenti con il seguente formato: la prima volta con carattere Arial corpo 14, allineamento a sinistra la seconda volta con carattere Arial corpo 14, allineamento a destra la terza volta con carattere Arial corpo 14, allineamento al centro la quarta volta con carattere Arial corpo 14, allineamento giustificato

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 03 - GRASSETTO CORSIVO SOTTOLINEATO consegna: Scrivi quattro volte il tuo nome e cognome, la data di nascita, il luogo di nascita, l'indirizzo, la scuola e la classe che frequenti con il seguente formato: la prima volta con carattere Garamond corpo 20, allineamento a sinistra normale la seconda volta con carattere Garamond corpo 20, allineamento a sinistra, grassetto la terza volta con carattere Garamond corpo 20, allineamento a sinistra corsivo la quarta volta con carattere Garamond corpo 20, allineamento a sinistra sottolineato

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 04 - SPAZIATURA consegna: Scrivi tre volte le materie della scuola media con il seguente formato: la prima volta con carattere Arial corpo 20, allineamento giustificato, corsivo, spaziatura riga singola la seconda volta con carattere Comic corpo 20, allineamento giustificato, corsivo, spaziatura riga 1,5 righe la terza volta con carattere Times New Roman corpo 20, allineamento giustificato, corsivo, spaziatura riga doppia

21

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 05 - IMPOSTA PAGINA consegna: Scrivi un testo a piacere di 7 righe con carattere Garamond, corpo 16, grassetto, allineamento a sinistra, spaziatura riga 1,5 righe. Quindi seleziona il testo e imposta la pagina (FILE IMPOSTA PAGINA) con i seguenti dati da applicare al testo selezionato: margini: superiore = 3 cm inferiore = 3 cm sinistro = 3,5 cm destro = 3,5 cm rilegatura = 0 cm layout: intestazione 2,0 cm pi pagina 2,0 cm allineamento verticale centrato IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 06 - IMPOSTA PAGINA consegna: Scrivi un testo a piacere di 6 righe con carattere Garamond, corpo 16, grassetto, allineamento a sinistra, spaziatura interlinea 1,5 righe. Quindi seleziona il testo e imposta la pagina (FILE IMPOSTA PAGINA) con i seguenti dati da applicare al testo selezionato: margini: - superiore = 3,5 cm - inferiore = 3,5 cm - sinistro = 4cm - destro = 4 cm - rilegatura = 0 cm layout: - intestazione = 2,0 cm - pi pagina = 2,0 cm - pagina = allineamento verticale centrato IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 07 FORMATTAZIONE DI UN TESTO consegna: 1. Digita il seguente testo : Le origini del computer La storia del computer fa data a partire dai primi anni 40. In quel periodo, infatti, venne realizzato il primo calcolatore elettronico (cio privo di parti meccaniche in movimento). Si chiamava ENIAC ( Electronic Numerical Integrator And Computer), e non era proprio il tipo di computer che siamo abituati a vedere oggi sulle nostre scrivanie: occupava una superficie di 180 metri quadri, era costituito da circa 18.000 valvole e pesava oltre 30 tonnellate! 2. formatta il testo in modo tale che appaia cos come riportato qui di seguito: - carattere Verdana; - titolo: corpo 20, grassetto, sottolineato, centrato; - testo: corpo 14, alineamento giustificato; - interlinea 1,5; - il testo tra parentesi deve essere corsivo; - imposta la pagina in orizzontale, allineamento verticale centrato.

22

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 08 COPIA E INCOLLA consegna: Riscrivi il testo che segue: Parigi in Europa, Pechino in Asia, Il Cairo in Africa, Boston in America settentrionale, Rio de Janeiro in America meridionale, Citt del capo, Caracas, Tokio, Oslo, Bombay, Lisbona, Dallas, Casablanca, Sofia, Ottawa. Completa il testo secondo seguendo le istruzioni: 1. seleziona il testo in Europa; 2. clicca sullicona copia; 3. metti il cursore dopo la parola Oslo; 4. 2. clicca sullicona incolla; 5. ripeti loperazione per tutte le altre citt europee; 6. ripeti loperazione per copiare in Asia per tutte le altre citt asiatiche; 7. ripeti loperazione per copiare in Africa per tutte le altre citt africane; 8. ripeti loperazione per copiare in America settentrionale per tutte le altre citt nordamericane; 9. ripeti loperazione per copiare in America meridionale per tutte le altre citt sudamericane; 10. modifica il formato delle righe delle citt europee con testo sottolineato corsivo; 11. modifica il formato delle righe delle citt asiatiche con testo sottolineato grassetto; 12. modifica il formato delle righe delle citt africane con testo corsivo grassetto; 13. modifica il formato delle righe delle citt nordamericane con testo grassetto; 14. modifica il formato delle righe delle citt sudamericane con testo corsivo.

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 09 COPIA E INCOLLA consegna: Riscrivi il testo che segue: La mucca un erbivoro Il leone un carnivoro Il cinghiale un onnivoro Lippopotamo La pecora Il maiale Il lupo La giraffa La lince La tigre Lelefante La zebra La papera Il coniglio Il coccodrillo Completa il testo seguendo le istruzioni: 1. seleziona il testo un erbivoro; 2. clicca sullicona per copiare e incolla il testo nel punto desiderato; 4. ripeti loperazione per tutti gli altri animali erbivori; 5. ripeti loperazione per copiare un carnivoro accanto a lupo; 6. ripeti loperazione per tutti gli altri animali carnivori; 7. ripeti loperazione per copiare un onnivoro accanto a cinghiale; 8. ripeti loperazione per tutti gli altri animali onnivori; 9. modifica il formato delle righe degli erbivori con testo sottolineato; 10. modifica il formato delle righe degli onnivori con testo grassetto;

11. modifica il formato delle righe dei carnivori con testo corsivo. 23

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 10 TAGLIA E INCOLLA consegna: Riscrivi il testo che segue: 1. Digita il seguente testo (non digitare i numeri tra parentesi allinizio di ogni frase): Cenerentola (5) Ella la destin alle faccende pi triviali della casa: era lei che rigovernava in cucina, lei che spazzava le scale e rifaceva le camere della signora e delle signorine; lei che dormiva nel solaio, su un materasso di paglia, mentre le sorelle stavano in camere co pavimento in legno, doverano letti soffici e comodi, e specchi da potersi ammirare dalla testa fino ai piedi. (1) Cera una volta un gentiluomo, il quale aveva sposato in seconde nozze una donna cos piena di se stessa e darroganza, da non essercene al mondo una uguale. (4) Le nozze erano appena state celebrate, che la matrigna inizi subito a mostrare la sua cattiveria. Ella non poteva sopportare le buone qualit della giovinetta, perch, a confronto, le sue figliole diventavano pi antipatiche che mai. (3) Anche il marito aveva una figlia, ma di grande dolcezza e bont; e in questo assomigliava alla sua mamma, la quale era stata la donna pi buona del mondo. (2) Ella aveva due figlie dello stesso carattere del suo, che le assomigliavano come due gocce dacqua. 2. mediante i comandi Taglia e Incolla, metti in ordine il testo, ordinando i paragrafi da (1) a (5); 3. scrivi il titolo in grassetto e in corsivo, utilizzando il carattere Monotype Corsiva , allineamento centrato, corpo 24; 4. scrivi il testo in corsivo utilizzando il carattere Monotype Corsiva, allineamento a sinistra, corpo 16; 6. modifica il testo utilizzando la spaziatura con interlinea 1,5.

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 11 - ELENCO PUNTATO 1 consegna: 1. Scrivi su ogni riga le discipline scolastiche senza rispettare l'ordine alfabetico con carattere Comic, corpo 12, grassetto, allineamento a centrato, spaziatura riga 1,5 righe, quindi imposta la pagina con i seguenti dati da applicare all'intero documento. Margini: superiore = 2,5 cm, inferiore = 3 cm, sinistro = 4 cm, destro = 4 cm, rilegatura = 0 cm, intestazione 1,5 cm, pi pagina 1,5 cm, layout: allineamento verticale in alto. 2. seleziona con il mouse tutto l'elenco 3. fai clic sul men formato 4. fai clic su elenchi puntati e numerati 5. fai clic su numeri e lettere e scegli quello con numero e punto [1.] e fai clic su OK 6. seleziona con il mouse tutto l'elenco 7. fai clic sul men tabella 8. fai clic ordina 9. ordina il testo in ordine alfabetico decrescente e fai clic su OK

24

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 12 - ELENCO PUNTATO 2 consegna: 1. Scrivi su ogni riga il cognome e il nome dei tuoi compagni di classe senza rispettare l'ordine alfabetico con carattere Garamond, corpo 16, grassetto, allineamento a sinistra, spaziatura riga singola, quindi imposta la pagina con i seguenti dati da applicare all'intero documento. Margini: superiore = 2,5 cm, inferiore = 3 cm, sinistro = 3,5 cm, destro = 3,5 cm, rilegatura = 0 cm, intestazione 2 cm, pi pagina 2 cm, layout: allineamento verticale in basso. 2. seleziona con il mouse tutto l'elenco 3. fai clic sul men formato 4. fai clic su elenchi puntati e numerati 5. fai clic su numeri e lettere e scegli quello con numero e parentesi 1) e fai clic su OK 6. seleziona con il mouse tutto l'elenco 7. fai clic sul men tabella 8. fai clic ordina 9. ordina il testo in ordine alfabetico decrescente e fai clic su OK IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 13 - ELENCO PUNTATO 3 consegna: 1. Scrivi su ogni riga il cognome e il nome dei tuoi insegnanti senza rispettare l'ordine alfabetico con carattere Times New Roman, corpo 14, sottolineato, allineamento a sinistra, spaziatura riga singola, quindi imposta la pagina con i seguenti dati da applicare al solo testo selezionato. Margini: superiore = 4,5 cm, inferiore = 3,5 cm, sinistro = 3,0 cm, destro = 3,0 cm, rilegatura = 1 cm, intestazione 2,5 cm, pi pagina 2 cm, layout: allineamento verticale al centro. 2. seleziona con il mouse tutto l'elenco 3. fai clic sul men formato 4. fai clic su elenchi puntati e numerati 5. fai clic su numeri e lettere e scegli quello con lettere e punto A. e fai clic su OK 6. seleziona con il mouse tutto l'elenco 7. fai clic sul men tabella 8. fai clic ordina 9. ordina il testo in ordine alfabetico crescente e fai clic su OK

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 14 - TABELLA 1 consegna: Costruisci una tabella per raccogliere i dati relativi alle attivit che svolgerai durante l'anno scolastico nella scuola secondaria di Bonate Sotto nella tua classe (discipline e insegnanti) formata da quattro colonne (la prima per il numero progressivo, la seconda per la disciplina, la terza per il nome e cognome dell'insegnante, la quarta per il numero di ore di lezione settimanali) e 15 righe (la prima per il titolo, la seconda per la denominazione delle colonne, le 15 successive per le attivit): formato carattere = Times New Roman, grassetto, corpo 9 propriet tabella: allineamento tabella = al centro larghezza colonna 1 e 4 = 2,5 cm, larghezza colonna 2-3 = 5,5 cm altezza riga 1 e 2 = 1,6 cm altezza riga 3 15 = 1 cm cella = allineamento centrato ordine della tabella = alfabetico discipline: arte e immagine; francese, inglese, italiano, storia, geografia, matematica, musica, scienze, scienze motorie e sportive, tecnologia; insegnamenti obbligatori opzionali: religione e alternativa alla religione; insegnamenti facoltativi opzionali: LE e LI. 25

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 15 - TABELLA 2 consegna: Costruisci una tabella del tuo orario definitivo delle lezioni settimanale formata da sette colonne (la prima con il numero dell'ora) e nove righe (la prima per il titolo, la seconda per la denominazione delle colonne): carattere = Arial, corsivo, corpo 9 allineamento carattere = al centro tabella al centro larghezza colonna 1 = 1,5 cm larghezza colonne 2-7 = 2,2 cm altezza righe = automatica allineamento righe = centrato

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 16 - GRAFO AD ALBERO 1 consegna: Rappresenta con un grafo ad albero il seguente messaggio verbale: Gli insegnamenti previsti nella scuola secondaria di primo grado dellIstituto Comprensivo di Bonate Sotto si suddividono in tre categorie: discipline, insegnamenti obbligatori opzionali, insegnamenti facoltativi opzionali. Le discipline sono: arte e immagine; francese; inglese; lettere che comprende italiano, storia e geografia; matematica; musica; scienze; scienze motorie e sportive; tecnologia. Gli insegnamenti obbligatori opzionali sono religione e alternativa alla religione. Gli insegnamenti facoltativi opzionali sono LE - laboratorio espressivo e LI - laboratorio informatica. Per costruire il grafo ad albero segui questa procedura: 1. Apri dalla barra degli strumenti l'icona disegni; 2. Utilizza le linee e le caselle di testo carattere = Arial Narrow; grassetto corsivo; corpo 8; maiuscolo; centrato nella casella; linea: spessore 0,75 pt; colore nero; casella di testo: spessore 0,25 pt. Al termine unisci tutte le 20 caselle e le 19 linee.

LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 17 - GRAFO AD ALBERO 2 consegna: Rappresenta con un grafo ad albero il seguente messaggio verbale: I dispositivi di uscita del computer sono tre: il video, la stampante e il plotter. La stampante pu essere ad aghi, getto d'inchiostro e laser, mentre il plotter pu essere da tavolo o a rullo. Per costruire il grafo ad albero segui questa procedura: 3. Apri dalla barra degli strumenti l'icona disegni; 4. Utilizza le linee e le caselle di testo carattere = Arial, corsivo, corpo 12, maiuscolo, centrato nella casella; linea: spessore 0,25 pt, colore nero; casella di testo: spessore 0,25 pt; colore nero.. Al termine unisci tutte le 9 caselle e le 8 linee.

26

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 SCHEDA 18 - INSERISCI IMMAGINE consegna: 1. Clicca Inserisci immagine ClipArt dal men INSERISCI: 2. Apri RACCOLTA MULTIMEDIALE 3. Seleziona ELENCO INSIEMI 4. Seleziona elenco INSIEMI DI OFFICE 5. Seleziona EDIFICI 6. Seleziona FARO e copialo e incollalo 7. Incolla quindi modifica il formato dellimmagine dalla finestra di dialogo (clicca due volte sullimmagine inserita): 1. layout: stile INCORNICIATO allineamento orizzontale CENTRATO 2. dimensioni: larghezza = 6 cm 3. colore e linea: colore NERO stile CONTINUO spessore = 2 pt 4. immagine: colore = GRADAZIONE DI GRIGIO 5. fai clic su OK

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 - SCHEDA 19 INSERISCI IMMAGINE 1 consegna: 1. Clicca su INSERISCI sulla barra del men 2. Clicca su IMMAGINE nella tendina 3. Clicca su DA FILE 4. Seleziona il file TOTTI e digita INSERISCI 5. Seleziona limmagine e modifica le DIMENSIONI, LAYOUT, IMMAGINE e COLORE E LINEE - dimensioni: ALTEZZA = 10 cm; - layout: INCORNICIATO e CENTRATO; - immagine: colore = GRADAZIONE DI GRIGIO, luminosit = 60%, contrasto = 75%, - colore e linee: linea = COLORE NERO, spessore = 0,5 pt 6. Clicca su INSERISCI sulla barra del men 7. Clicca su RIFERIMENTO nella tendina 8. Clicca su DIDASCALIA 9. fai clic su OK 10. Seleziona la didascalia e scrivi Daniele De Rossi e Francesco Totti 11. Seleziona la didascalia e modifica le DIMENSIONI, LAYOUT, COLORE E LINEE - dimensioni: ALTEZZA = 0,8 cm; - layout: INCORNICIATO e CENTRATO; - colore e linee: riempimento = NESSUN COLORE, linea = NESSUN COLORE 12. modifica il formato del carattere della didascalia: Times New Roman, corpo 10, grassetto, centrato.

27

IC BONATE SOTTO - LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 2 - SCHEDA 20 INSERISCI IMMAGINE 2 consegna: 1. Clicca su INSERISCI sulla barra del men 2. Clicca su IMMAGINE nella tendina 3. Clicca su DA FILE 4. Seleziona il file TOTTI e digita INSERISCI 5. Seleziona limmagine e modifica le DIMENSIONI, LAYOUT, IMMAGINE e COLORE E LINEE - dimensioni: ALTEZZA = 10 cm; - layout: INCORNICIATO e CENTRATO; - immagine: colore = GRADAZIONE DI GRIGIO, luminosit = 60%, contrasto = 75%, ritaglia = 5 cm dal basso - colore e linee: linea = COLORE NERO, spessore = 0,5 pt 6. Clicca su INSERISCI sulla barra del men 7. Clicca su RIFERIMENTO nella tendina 8. Clicca su DIDASCALIA 9. fai clic su OK 10. Seleziona la didascalia e scrivi Francesco Totti 11. Seleziona la didascalia e modifica le DIMENSIONI, COLORE E LINEE e CASELLA DI TESTO - dimensioni: ALTEZZA = 0,8 cm; - layout: INCORNICIATO e CENTRATO; - colore e linee: riempimento = NESSUN COLORE, linea = COLORE NERO, spessore = 0,5 pt,
- casella di testo: MARGINE INTERNO SUPERIORE = 0 12. modifica il formato del carattere della didascalia: Arial, corpo 10, grassetto, corsivo, centrato.

LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO 1 SCHEDA 21 - FASCICOLO consegna: Costruire un fascicolo dal titolo Gruppo LI e sottotitolo Primo quadrimestre anno scolastico 2007/2008 composto da un numero di pagine uguale al numero di alunni appartenenti a tale gruppo pi altre due pagine. Il fascicolo sar cos strutturato: copertina indice - scheda alunno. Formato foglio A5, verticale. La copertina oltre al titolo e al sottotitolo avr la foto di gruppo. Lindice sar con cognome e nome pagina 3 e cos via. Ogni scheda conterr i dati e la foto dellalunno. La foto di dimensione 5cmx5cm (bianco-nero) collocata al centro in alto, con bordo pt 1,5. I dati, inseriti in una tabella di 13 righe e due colonne senza bordi, sono: nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita, residenza, indirizzo, colore occhi, colore capelli, altezza, indirizzo email, numero telefonico, hobby, sport praticato. La colonna di sinistra ha carattere minuscolo, allineamento a destra, mentre la colonna destra carattere maiuscolo e allineamento a sinistra. Carattere Tahoma. Inserire il numero di pagina a pi pagina centrato corpo 8, carattere Arial.

28