Sei sulla pagina 1di 4

ESERCIZI SULLA MEDIA

CAMPIONARIA
ES. 5)

I punteggi ottenuti dai soggetti in un test cognitivo si distribuiscono normalmente con


media µ = 120 e deviazione standard σ=9. Da questa popolazione si estraggono dei
campioni di numerosità n crescente. Si consideri la media campionaria dei campioni,

a) completare la seguente tabella (celle bianche), nella prima colonna ci sono i valori n
ovvero la numerosità dei campioni.

N Valore atteso delle media Varianza della media


campionaria campionaria

4 120 20,25

16 120 5,06

32 120 21,53

64 120 1,27

128 120 0,63

Qualsiasi sia il valore di n, il valore atteso della media campionaria


è sempre 120 perché la media della popolazione da cui si
estraggono i campioni è 120, diversa è invece la varianza che 9x 9 81
= = 20,25
dipende dalla numerosità, infatti la var(x) è inversamente 4 4
proporzionale alla numerosità, più aumenta questa più diminuisce
la varianza della media campionaria (ovvero la media campionaria
si distribuisce più vicino al vero valore)

b) Disegnare l’andamento della varianza della media campionaria al variare della


dimensione del campione.

Questo grafiche segue i risultati che abbiamo ottenuto nel punto a.

ES 4)

Il tempo necessario ad un soggetto per compilare un questionario normalmente con


media 25 minuti e deviazione standard 5 minuti.

Spiegazione:

a) C’è una sola variabile che è la variabile x che fa riferimento al tempo. La probabilità
che x stia tra 25 e 30 richiede la standardizzazione : 30 standardizzato da 1 e 25
standardizzato da 0, la probabilità che x stia tra 25 e 30 è la probabilità che z
standardizzato stia tra 0 e 1. F(0) è 0,5000 mentre F(1) lo leggiamo su una tavola
(tavola generata con R) e risulta 0,8413

Quindi la nostra risposta sarà 0,8413 - 0,5 = 0,3413

b) Si standardizza e risulta -1, dunque -1 è il simmetrico di 1, prima attraverso R abbiamo


visto che F(1) è 0,8413 e dunque F(-1) visto che è il suo complementare sarà circa 0,16,
tenendo tuti i decimali risulta esattamente 0,1587

c) Vogliamo contemporaneamente che x sia minore di 20 in entrambi i soggetti, dunque le


probabilità vengono moltiplicate

d) L’oggetto di studio è la media dei tempi dei soggetti che appartengono a tale
campione. Calcoliamo la variabile media del campione sia maggiore di 26, dobbiamo
standardizzare e la standardizzazione chiede di togliere il valore atteso di xvar, nel
denominatore ci sarà la deviazione standard di xvar quindi σ/√n, il risultato finale della
frazione è 0,8 che è un valore che va cercato sulla tavola e in corrispondenza di esso
troviamo il risultato 0,7881, si procede con 1- 0,7881 visto che calcoliamo la probabilità
che sia maggiore di 26 e non minore, risultato finale = 0,2119

ES 4)

a)

b)

c)

d)

Il risultato finale è il completare trovato grazie alla tabella generata da R.

e)