Sei sulla pagina 1di 34

Sabato 11 aprile

2020

ANNO LIII n° 87
1,50 €
Sabato Santo

Opportunità
di acquisto
in edicola:
Avvenire
+ Luoghi dell’Infinito
4,20 €

Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t


Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t

■ Editoriale VIA CRUCIS La prima volta di un Venerdì Santo senza fedeli. Meditazioni preparate nel penitenziario di Padova. Oggi ostensione tv e social della Sindone
Tempo sospeso, luogo della speranza

QUESTO SABATO Parla il carcere IL MESSAGGIO


Il Papa scrive:
E LA SUA FATICA «Sono con voi
MAURO MAGATTI
Francesco per i migranti»

«N
on tutto andrà bene», scriveva
Vaclav Havel alla moglie Olga
dal carcere in cui fu rinchiuso
prega in silenzio NELLO SCAVO

«Grazie per tutto quello


che fate. Vorrei dirvi che so-
per 4 anni. E continuando annotava: «Non Una piazza San Pietro vuota ma in cui idealmente e- no a disposizione per dare
so come tutto andrà. Devo accettare la rano presenti tutti i crocifissi del mondo. Nei testi pre- una mano sempre. Conta-
possibilità che tutto, o almeno la maggior parati nella casa di reclusione Due Palazzi l’invito a di- te su di me». Ha risposto
parte delle cose, vada male». Di fronte alla stinguere la colpa dal colpevole e il richiamo alla for- così papa Francesco alla
difficile situazione nella quale ci troviamo, za del bene che vince sempre il buio anche nelle si- lettera ricevuta giovedì da
l’ottimismo superficiale è pericoloso tuazioni in apparenza più disperate. Il messaggio del Mediterranea Saving Hu-
perché rischia di reggere la prova dei fatti, Pontefice a don Pozza che ha raccolto i testi: grazie per mans, la piattaforma per il
rovesciandosi poi repentinamente nel suo aver condiviso con me un pezzo della vostra storia. salvataggio di migranti nel
contrario. Quello che ci serve è piuttosto il Mediterraneo.
coraggio di guardare la realtà così come è,
nella sua durezza, senza però farsi Primopiano alle pagine 4-7 Servizi a pagina 21
schiacciare da essa. La speranza è tutto
salvo che un sentimento mellifluo. È
piuttosto una virtù che richiede audacia e
fortezza. Realismo e visione. Questo IL FATTO Lieve calo dei contagi. Protocollo per i luoghi di lavoro. Colao supercommissario. Caso sulla proposta di Covid-tax del Pd
Sabato per i cristiani è un giorno di veglia.

Scelta per la sicurezza


Di silenzio e attesa. Tra il sepolcro e la
resurrezione. Simbolo potente della nostra
stessa condizione umana, questa giornata
assume un valore ancora più intenso in
questi mesi di coronavirus. Siamo infatti
sospesi. Tra il dolore delle ultime
settimane e la tensione verso un futuro di
cui non riusciamo ancora a vedere né i
tempi né i contorni. Se non vogliamo farci
travolgere dall’angoscia che pure abita i
nostri cuori, non accontentiamoci di
Prolungate le chiusure fino al 3 maggio. Con qualche deroga. La fase 2 guidata da gruppo di esperti
consolazioni superficiali. Ma coltiviamo la
speranza dell’invisibile. Di ciò che,
Il premier: «In Europa insisteremo per gli eurobond. Diciamo no al Mes, falsità da Salvini e Meloni»
letteralmente, non si vede ancora. In
questi giorni il governo e l’Europa stanno Proroghiamo le misure re- ■ I nostri temi
prendendo decisioni importanti circa le LA LETTERA Apprezzamento per il Terzo settore strittive fino al 3 maggio, u-
risorse finanziarie necessarie da mettere in LE STORIE E GLI ESPERTI na decisione difficile ma
LA RICERCA
campo per far fronte ai prossimi mesi. Non
stanchiamoci di insistere affinché i
governanti, liberati da ogni miopia,
arrivino a decisioni sagge capaci di
Figli a casa, la sfida
più difficile prolungata
Conte: grazie necessaria di cui mi assu-
mo tutta la responsabilità».
In una conferenza stampa
rinviata di ora in ora, men-
Così lo smog
«nutre» il virus
mettere tutti noi, e tutti i Paesi, in
condizione di affrontare questa difficile
situazione. Ma le risorse economiche, pur
necessarie, da sole non basteranno. Né
di tre settimane
Cambiano ancora i piani delle fami-
alla Chiesa tre gli italiani si preparano
alla cena Giuseppe Conte
ufficializza quello che è ri-
saputo da giorni. Da mar-
Ora lo sviluppo
sia resiliente
basta affermare che "la macchina debba
ripartire al più presto". Prima di tutto
perché non è possibile. Già troppa sabbia è
entrata nel motore, ragione per cui la
glie. Così si organizzano le mamme.
Ferrario, Motta e Martinelli
nel primopiano a pagina 12
Giorni cruciali tedì aperti anche negozi
per bambini e librerie Ora-
ri più lunghi nei super-
mercati per evitare le code.
"ripartenza" sarà comunque lenta e Poi il premier parla dell’in-
difficoltosa. E, poi perché occorre stare GIUSEPPE CONTE tesa europea dell’altra not-
attenti a non sprecare le fatiche di queste UN MESE SENZA PAGAMENTI te e alza i toni. «Non lavo-
settimane. Guai a essere frettolosi
rischiando così di ritrovarci al punto di
partenza. Quello che ci aspetta è
Annunci, ma rubinetti G entile direttore,
le scrivo nei giorni più dif-
ficili che la nostra storia recen-
riamo col favore delle te-
nebre», è la reazione di
Conte agli attacchi di Lega
l’attraversamento di un deserto: sappiamo ancora chiusi te ricordi, nel pieno della Setti- e FdI, che controreplicano:
LEONARDO BECCHETTI
già che il coronavirus, dopo aver causato mana Santa, preludio a una Pa- uso della tv da regime. U-
tanto dolore, creerà disoccupazione e per Cig e imprese squa che rimarrà scolpita per na caso la proposta di tas- I virus non viaggiano da so-
povertà, frustrazione e fatica, tensioni e sempre nelle nostre vite. Ogni sare di più i redditi alti. Sul li. Gli esseri umani sono i lo-
conflitti. La ripresa sarà lenta e modulare e Ancora da erogare sussidi e aiuti. Gli in- giorno questo dramma inter- fronte dei contagi, altro lie- ro mezzi di trasporto. E l’in-
dovremo abituarci a una socialità ridotta e terventi di Boccia, Sangalli e Gardini. pella le nostre coscienze. ve rallentamento, i morti quinamento sembra aiutare.
protetta. Il problema sarà quello di non sono ancora 570.
farsi travolgere da tutte queste difficoltà. Fatigante Il testo a pagina 3 A pagina 3
Ancora Havel ci aiuta: la speranza, scrive in nel primopiano a pagina 17 Primopiano alle pagine 8-19
un altro passo, non si limita alla semplice
sopravvivenza. Ma è capace di trasfigurare
la realtà. Trasformando la difficoltà in 100MILA MORTI IN TUTTA ITALIA
occasione di vera trasformazione. Così è
per noi oggi: quando nelle prossime
NEL MONDO Lo choc di New York Farmaci non sicuri
VERSO ASSISI
Non profit in Ruanda
settimane si potrà tornare a uscire di casa,
la sfida sarà quella di riuscire finalmente ad
affrontare una serie di questioni che ci
per le fosse comuni boom di sequestri con progetti inclusivi
Molinari a pagina 18 Negrotti a pagina 15 Gaglione a pagina 22
portiamo dietro da anni: la drastica
semplificazione della burocrazia, il
contrasto della disuguaglianze e della
povertà, la lotta agli sprechi e alla Malebolge ■ Agorà
corruzione, un investimento reale sulla Aldo Nove
famiglia, sui giovani, sulla scuola, sulla
sanità, l’introduzione di nuovi modi di SPIRITUALITÀ
produzione più sostenibili, una nuova "Milano da bere" e trovare file di
centralità del lavoro, rinnovato nelle sue Tra gli estremi materassi di persone che hanno La potenza dell’uomo
modalità. E tanto altro ancora. Quest’anno perso la casa, che non hanno più messa di fronte
il Sabato santo non durerà solo 24 ore. Ma niente. Si tratta della città invisibi-
all’onnipotenza di Dio
U
si estenderà per i prossimi mesi. Forse per i na delle peculiarità di que- le. Il cuore vero della città. Alle die-
prossimi anni. La speranza dell’invisibile – sta ormai pluridecennale ci del mattino via Montenapoleone, Korsch a pagina 23
che costituisce la trama profonda di questa crisi è che concerne sempre ripulita da "gli inesistenti", rifulge
giornata "sospesa" – ci aiuti allora a gli altri. Pena l’uscita dalla sua nar- nel suo ormai vintage splendore di TELEVISIONE
disegnare il ponte che dobbiamo costruire razione e da quanto prevede la "sal- negozi delle più prestigiose marche
per raggiungere l’approdo che tutti vezza" (economica, che altre non del mondo e di Mercedes di uno Parla “Don Matteo”:
desideriamo. Ma perché ciò possa sono considerate) che è sempre in- sparuto manipolo di ultraricchi con «Stiamo tutti dentro
accadere, c’è bisogno fin d’ora di sapere che dividuale o famigliare. Intendiamo le borse piene di oggetti di marca.
quel ponte non si edificherà da solo, ma con questo affermare che i poveri Tra questi due estremi (chi non ha e ascoltiamo il Papa»
dovrà appoggiarsi sulle spalle di uomini e sono negati dal discorso di questo nulla e chi ha molto più di tutto) si Lupi a pagina 26
donne disposte a sostenerlo. Tutti uniti periodo storico se non come avan- barcamenano i nuovi poveri, che
nella tensione verso una grande impresa zi o oggetto di dibattito televisivo, e devono "recitare" di stare bene. Tut- SPORT
comune. Coltiviamo, allora, la virtù della comunque sempre (non) residenti to questo, avrebbe detto mia nonna,
speranza, tanto necessaria per reggere "altrove". Chi abitasse a Milano po- contadina friulana analfabeta ma Nell’era degli stadi
questo tempo e le sue tensioni. In attesa di trebbe provare a recarsi nel buio del- molto più saggia di un attuale lau- senza pubblico
quel domani che deve ancora venire, e che la notte nella celeberrima via Mon- reato in economia, non ha proprio
verrà: la Pasqua di Resurrezione. tenapoleone, simbolo degli anni Ot- niente di "cattolico". i tifosi sono dei robot
© RIPRODUZIONE RISERVATA tanta e dell’edonistica e svampita © RIPRODUZIONE RISERVATA Longhi a pagina 27
Guarda le braccia aperte di Cristo crocifisso,
2 LETTERE E IDEE Sabato 11 aprile 2020
lasciati salvare sempre nuovamente.
#PreghiamoInsieme #VenerdìSanto Papa Francesco

Il direttore risponde
«Appelli alla Ue? Prima agli evasori» Lo sguardo oltre la mascherina

MARCO TARQUINIO
Servono gli uni, gli altri e un po’ di più
scale alta come la nostra. Eppure penso che non Chi ci dà protezione
C
aro direttore,

A
nch’io, gentile e caro signor Baretter, sen-
continuo a to tanti appelli all’Europa: le viene chiesto sia la risposta giusta alla sfida attuale. Se si deve
L’infedeltà fiscale di alcuni
pesa su tutti. Perciò bisogna appelli
sentire tanti
all’Europa
di essere decisiva in questa crisi sanitaria,
sociale ed economica. Li apprezzo e condivido,
fare qualcosa per i concittadini più deboli con u-
na contribuzione aggiuntiva eccezionale a cari-
custodisce lʼumanità
che la lotta sia seria e l’uso perché predisponga perché la Ue deve avanzare su una giusta via – fat- co di un segmento della nostra società si indichi
un piano di aiuto eco- ta di correttezza e solidarietà – e perché gli appelli, un grande e verificabile obiettivo. Non sono un PIERANGELO SEQUERI
dei soldi pubblici esemplare. nomico (si parla di un quelli veri, sono anche propositivi e mai aggres- esperto e mi spiego in maniera elementare. Si
Se poi si ipotizzano tasse
L’
impegno da 3mila mi- sivi e volgari come certe polemiche agitate dai proponga di ridurre il debito pubblico. Farlo sa- orizzonte, fin dove arriva lo
straordinarie, come fatto ieri liardi di euro) che propagandisti della disUnione. L’Europa non va rebbe un bene per i nostri figli e nipoti e consen- sguardo, è vuoto al momento: la
metta al centro l’Ita- sfasciata, ma aiutata a essere sempre più sé stes- tirebbe di “liberare” risorse (non più destinate a- linea del sole è pallidissima. In
dal Pd, bisogna indicare un lia. Ma ho sentito po- sa. Penso, insomma, che servono gli appelli al- gli interessi sul debito stesso) da orientate verso compenso, la luna, in questa notte di passione,
grande e verificabile obiettivo. che voci pretendere l’Europa e quelli agli evasori fiscali. Lei, caro a- scopi solidali con i concittadini più fragili. Per aveva le batterie cariche e lo sguardo
Per me è quello dagli evasori fiscali u- mico, frequenta queste pagine e sa che cosa scri- abbassare quella montagna servono almeno tre spalancato: intenso, caldo, avvolgente,
della riduzione del debito, na conversione pa- vo da tempo. Se chi froda il fisco, invece, facesse strumenti, due certi e uno eventuale. Il primo è straordinariamente determinato a darci tutta la
squale per aiutare le il proprio dovere come tutti gli italiani – lavora- la rigorosa amministrazione e l’efficace utilizzo luce che poteva. Forse se lo sentiva, la luna, che
con ciò che ne consegue... casse dello Stato e i tori dipendenti e autonomi – che già lo già lo fan- dei soldi dello Stato. Il secondo è la lotta senza ten- il nostro Sabato Santo, questa volta, durerà un
concittadini in diffi- no, saremmo molto più forti e in condizioni mi- tennamenti e retromarce alla disonestà fiscale. po’ più di tre giorni.
coltà. Se la Sanità è in gliori per affrontare anche emergenze difficilis- Il terzo, quello eventuale, sono piccoli o meno Il papa Francesco, nell’Angelus del 22 marzo, ha
sofferenza non è sol- sime come quella scatenata dal coronavirus. In- piccoli sacrifici da parte di chi può farne e che citato l’immagine del “mysterium lunae”, così
tanto colpa di scelte sisto, però, da sempre anche su un altro punto: per il proprio livello di reddito dichiarato, alme- caro ai primi Padri del cristianesimo: il mistero
politiche non appro- non ci sono scusanti per chi evade, ma i soldi dei no medio-alto, è già un contribuente fedele e for- della luna è l’analogia della mediazione della
priate, ma anche dei contribuenti vanno amministrati bene e impie- se anche esemplare. Come tanti, anch’io sono luce di Dio, che arriva attraverso i testimoni, i
tanti “furbetti”, che gati meglio. Ieri, per esempio, è stata avanzata personalmente pronto a farne di nuovi per il be- credenti, la Chiesa tutta. La Chiesa non vive di
furbi sono affatto e si dal gruppo Pd alla Camera la proposta di uno ne comune, ma vorrei – lo ripeto – un obiettivo luce propria (e quando ci prova, finisce nel
dimostrano indiffe- straordinario contributo pluriennale «per i più chiaro e una verifica dei risultati possibile e sen- fosso). La Chiesa assorbe la luce del Signore e
renti al bene comune. fragili» nell’Italia della pandemia a carico dei con- za complicazioni. Carlo Azeglio Ciampi ha sem- illumina l’attesa della sua venuta. La
Buona Pasqua a lei e tribuenti con redditi oltre gli 80mila euro annui. pre aggiunto un “di più”: i sacrifici debbono es- mediazione della fede è un ministero umile e
a tutta la redazione. Premetto di essere tendenzialmente favorevole sere chiesti da qualcuno di cui la gente sente di prezioso, come quello della luna: ti mostra la
Cordiali saluti a ogni gesto di solidarietà, anche tributaria. E potersi fidare. Sono d’accordo. E non è un alibi strada anche nell’oscurità, accenda una luce
Paolo Baretter dunque di capire e apprezzare la ratio della pro- per non fare, ma una sfida a fare bene. amica anche nella solitudine. La metafora della
Padova posta persino in una situazione di pressione fi- © RIPRODUZIONE RISERVATA luna è l’immagine della protezione che ci viene
offerta nei nostri inevitabili passaggi al buio, in
attesa che il sole torni a riscaldare la vita.
A voi la parola Intanto che la ragione avanza per illuminare la
DRAPPI BIANCHI AI BALCONI PER DIRCI VICINI AL PAPA terra, dalla nostra mascherina lanciamo uno
Avvenire, Piazza Carbonari, 3 - 20125 Milano. Email: lettere@avvenire.it; Fax 02.67.80.502
sguardo tenero e struggente per tutte le
Caro direttore, creaturine della luna che cercano di alleggerire –
quest’anno vivremo una Pasqua diversa, senza la possibilità di compiere i gesti con- e persino di allietare, se possibile – la nostra
UMANO E DIVINO CONTRO LA MORTE: carnazione», «siamo dunque nella Bibbia in sueti e per questo siamo tutti tristi. Penso, però, che in questo momento noi cri- oscurità con ogni possibile forma di cura, di
DAVVERO TUTTO CONCORRE AL BENE presenza di una rivelazione, di una parola stiani dovremmo manifestare una particolare vicinanza a papa Francesco, che ve- protezione, di vicinanza, di consolazione.
Gentile direttore, di Dio che è rivestita di carne» perché «è u- diamo addolorato per quello che sta vivendo l’intera umanità. Così vorrei esten- Nel mezzo del guado, con l’orizzonte ancora
liberi e lontano dal pensiero unico (alias na parola che passa attraverso la società, l’u- dere la proposta che ho fatto agli abitanti del mio palazzo: metteremo ai balconi vuoto, è giusto chiederci: come possiamo fare
mainstream) che fino a ieri ha privilegiato so, le consuetudini, la visione del mondo un drappo bianco, il colore dell’abito del Papa ma anche della Resurrezione. In que- per proteggere, a nostra volta, chi ci protegge?
la morte sulla vita e ha predicato e attuato propria di quei secoli, di quella terra, di quel- sto modo ricorderemo a tutti che ci è data continuamente la possibilità di risor- (Non dico quelli che si trasformano in attori e
la “cultura dello scarto” degli esseri umani, l’orizzonte. È necessario allora capire qua- gere. E ovviamente non può mancare un pensiero per i medici, gli infermieri, i sa- presentatori del coronavirus show). E non parlo
i medici, gli infermieri, gli operatori sanita- le sia il filo d’oro che serpeggia all’interno del cerdoti, le forze dell’ordine, i volontari, la protezione civile e tutti coloro che in que- solo della protezione, diciamo così, strumentale
ri di ogni livello, i cappellani – negli ospe- magma pesante che è il condizionamento sto momento si stanno prodigando per affrontare l’emergenza, in particolare per (della quale, a quest’ora, non dovremmo
dali e nelle case – con disprezzo del perico- storico. È per questo che leggere la Bibbia de- quelli che sono morti: al sorgere del sole del mattino e al calar del sole della sera neppure più sentir discutere, ahimé). Parlo della
lo operano da eroi per salvare congiunta- ve sempre essere un atto molto umile e pa- essi saranno sempre nei nostri cuori, non li dimenticheremo e mai nessuna gene- protezione che si consolida in termini di credito
mente le anime e i corpi. Il virus ha fatto ziente, che deve continuamente tenere pre- razione futura li dovrà dimenticare perché sono stati dei veri martiri ed eroi. morale e di riconoscimento istituzionale. Non vi
piazza pulita delle teorie che predicano la senti le due dimensioni: esiste sempre da u- Salvatore Dionisi piace la formula degli “eroi”, perché “un Paese
morte sin dal concepimento. Il grido della na parte la carne, cioè la storicità e quindi i maresciallo e cavaliere, Bracciano che ha bisogno di eroi, bla bla”? Va bene. Ma
vita ha prevalso, e io credo fermamente che condizionamenti e una visione del mondo non parlate nemmeno di gente “che fa
ora nulla sarà più come prima nei senti- a essi legata e, dall’altra parte, esiste un mes- semplicemente il lavoro per cui è pagata”. Non
menti universali .Tutto concorre al bene. saggio stabile, eterno, che lentamente si di- avviliamoci da soli. Quelli che fanno
Gian Carlo Politi pana e che è propriamente il contenuto che
ci si vuole presentare».
Scripta manent semplicemente il lavoro per cui sono pagati,
nell’ambito del bene comune e delle emergenze
AI BORDI DI CITTÀ RECLUSE PER CONTAGIO Nicolò Vitali spirituali di una convivenza umana, in realtà
LA NATURA FIORISCE COME UNA PREGHIERA
Caro direttore,
Milano
Riflessione in margine alla pandemia: non lo fanno. Osservano i protocolli (quando li
osservano), eseguono le procedure (quando le
vorrei condividere con lei e con i lettori di GRAZIE, VI HO CONOSCIUTO MEGLIO eseguono). No, quelli che realmente ci
“Avvenire” una riflessione in forma di poe-
sia, intitolata “Risurrezione”, scritta in que-
E FINITA L’EMERGENZA MI ABBONERÒ
Gentile direttore,
speranza e bene pure nel disastro proteggono sono esperti affidabili, che non
cessano di rimanere umani (risorsa non
sto tempo difficile. «Strappato il lutto ai de- ho 60 anni, vivo a Parma, sposato con una scontata). Lo Stato – la Società, la Comunità –

C
cessi / senza rito di sepoltura / una cre- donna che amo, due figli splendidi. Legge- aro direttore, mo smesso di passeggiare insieme nel che verrà “dopo”, daccordo, non dovrà fare
mazione inedita / a velocità industriale, / vo ogni tanto il vostro quotidiano nelle chie- amo Qoelet, amo Simone Weil, giardino. Sono venuti fuori il tempo, la monumenti agli eroi (però dovrà anche pagare
è il nuovo volto del capitale. / Per tutti gli se che frequento. Lo apprezzavo perché ci introducono in una speran- storia, e il tov si è mischiato con il ma- meglio quelli che ci proteggono). Ma poveri noi,
altri / – i sopravvissuti intendo – / un fer- informava in modo diverso da tutti i quoti- za difficile che, tuttavia, è speranza. le, il nostro e quello della natura che at- se il manager collettivo e lo scienziato unico si
mo forzato, un’espulsione / dal tempo che diani, dando spazio e voce agli ultimi. Infi- Condividono la stessa idea di mondo tende come noi la redenzione e come limiteranno a uno stoccaggio di maggiori
abbiamo deturpato: / colpevoli di crimini ne come credente apprezzavo anche i pez- governato dalla necessità e la neces- noi soffre le doglie del parto. Prendia- risorse. Una nuova società umana sarà una
/ contro l’uomo, la terra, il cielo. / Ai bordi zi di taglio “cristiano” completamente as- sità è il luogo dove il mysterium ini- mo atto della situazione, non corriamo comunità devota al bene comune o non sarà.
di città recluse per contagio / la natura fio- senti in altri giornali. Ma non avevo dato quitatis e il mysterium boni sono stret- alla ricerca di una spiegazione: nessu- Semplicemente.
risce, come una preghiera / dolcemente, mai dato seguito alla lettura occasionale del ti e intrecciati come la croce di Cristo na teleologia, nessun migliore dei Il Sabato Santo, a rigore, è nato come un giorno
dalla croce». vostro quotidiano. Forse perché lo sottova- ci mostra. Chissà perché il bene è rite- mondi possibili, ma neppure castigo o dell’attesa nel quale i discepoli non si
Lorenza Auguadra lutavo. La possibilità che avete dato ai let- nuto più facilmente spiegabile del ma- punizione. Piuttosto, tutti i dati di attendevano niente. Le donne sono arrivate per
Como tori dell’accesso gratuito all’edizione digi- le. Forse perché lo accogliamo con fa- realtà, nella loro consistenza di pietra, prime a sentire che era successo qualcosa di
tale mi ha spinto a sottoscriverlo. Da allora cilità, pensiamo che non ci sia bisogno contengono forse una profezia. E la inaspettato, che avrebbe cambiato la vita (e la
L’INTERPRETAZIONE INCARNATA vi seguo tutti i giorni e sto scoprendo un di pensarci, lo diamo per scontato. profezia, come diceva Olivier Clément morte). E avevano ragione. Meno male che i
DELLA BIBBIA È LA VIA MAESTRA quotidiano fatto di grande umanità, di e- Dio guardava man mano quello che – in un libro che ho prestato e quindi discepoli non le hanno ignorate. Poi hanno
Caro direttore, quilibrio e di spunti di riflessione davvero creava e diceva tov, proprio tov, buo- perso – non dice il futuro, ma lo rende incontrato il Crocifisso Risorto e hanno
ho letto su “Avvenire” del 28 marzo la lette- interessanti. Non appena concluso questo no perbacco, un po’ sorpreso anche possibile. Apre un dubbio sul presen- compreso che potevano e dovevano diventare
ra del professor Bonmassar e la risposta di momento di “clausura” sottoscriverò l’ab- Lui a quanto pare. E a noi che non cre- te, sulle certezze che l’abitudine ali- presidio di speranza, anche nel buio più fitto
Muolo sulla citazione di Es 17,8-16 da par- bonamento, sia perché sto scoprendo un diamo più in Dio o almeno stentiamo, menta, sui nostri stessi bisogni e desi- della perdutezza umana. La Chiesa deve essere
te di sacerdoti del Santuario di Lourdes. Mi bel giornale, sia perché ho molto apprez- quel tov, quel buono è rimasto im- deri. Non sapevo di aver così bisogno questo. Per il resto, non vogliamo mica la luna.
sembra che qui si tratti del problema del- zato la vostra iniziativa di offrirlo gratuita- presso, ce lo siamo annotato come u- di una Messa fino a ora che la Messa Chiediamo rispetto per gli uomini e le donne
l’interpretazione della Bibbia, riguardo al mente, sia come riconoscenza di un vostro na garanzia in calce a un contratto. Ma non c’è. Questa forse la provvidenzia- che (mossi dallo Spirito, ne siamo certi) si
quale direi decisivo quanto scrive il cardinal gesto non banale. Un grande ringrazia- il contratto lo abbiamo stracciato pro- lità – che non spiega e non giustifica – consumano per non lasciarci senza vicinanza e
Ravasi nel suo “Conversazioni bibliche – Rut, mento perché ci aiutate a seguire da casa le prio noi. Abbiamo consentito al so- nascosta fra le pieghe del disastro: ri- senza speranza, fino a che non si riapra
Giuditta, Ester” (pag. 19-24). «L’interpreta- vicende di questi giorni. spetto su di Lui e – per paura, sgo- pensare e ripensarci, a bassa voce. l’orizzonte.
zione corretta della Bibbia è quella dell’In- Marco Viaro mento, magari supponenza – abbia- Laura Segnalati © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lupus in pagina Il santo del giorno


GIANNI GENNARI MATTEO LIUT
Stanislao
nitori, ma altri – e per questo me la ristampa e ma- suo compito, ma senza succes-
«Grande romanzo» da rileggere? gari vuole offrirmela quasi gratis, posso dirgli “No Il coraggio di opporsi so, per cui arrivò a scomunicar-
grazie”. Ci tengo a ricordare proprio loro come era- lo. Questo fece infuriare il so-
Passi il consiglio, la confusione no no e come sono per me. E riprendendo il discorso all’immoralità dei potenti vrano che uccise Stanislao in u-
posso anche dire che oggi è del tutto irragionevole na chiesa a Cracovia nel 1079.
chiedere a me di rileggere i Vangeli come «un gran- Altri santi. Sant’Isacco di Mon-

L eggere o rileggere? Non è questo il problema! Ri-


cordi: quando mio padre tornando a casa dal la-
voro e aveva tra le mani un nuovo libro la nonna gli
de romanzo» solo perché per qualcuno sono solo u-
no tra tanti libri nello scaffale di casa? E mi viene un
altro pensiero: quando don Andrea Santoro fu ucci-
S an Stanislao, padre e patro-
no della Polonia, ebbe il co-
raggio di opporsi all’immoralità
teluco, monaco (VI sec.); santa
Gemma Galgani, vergine (1878–
1903).
diceva: «Di libri ne hai già tanti!» E lui: «Ma li ho già so aveva tra le mani un “Libro” nel quale c’erano an- e alle atrocità commesse dal re Letture. Veglia pasquale. Gen
letti!» Replica: «E rileggili!» Lo scambio mi è tornato che i Vangeli, e la pallottola che lo uccise trapassò an- Boleslao II e per questo pagò di 1,1–2,2; Sal 103; Gen 22,1–18; Sal
in mente ieri (“Repubblica”, p. 33) per questo titolo- che quel Libro, che per lui non era proprio come “I persona. Nato intorno al 1030, 15; Es 14,15–15,1; Es 15,1–7a.17–
ne: «Rileggere i Vangeli come un grande romanzo Promessi Sposi”: quello sì «un grande romanzo». Suc- studiò a Parigi e, ritornato in pa- 18; Is 54,5–14; Sal 29; Is 55,1–11;
con Augias e Filoramo». È loro, in edicola da oggi con cede infatti che per tanti quel Libro non è un gran- tria, usò i propri beni a favore dei Is 12,2–6; Bar 3,9–15.32–4,4; Sal
il quotidiano, “Il grande romanzo dei Vangeli”. Un de romanzo, ma annuncio vivo di speranza, di vita, poveri. Venne ordinato prete dal 18; Ez 36,16–17a.18–28; Sal 41;
consiglio per gli acquisti? È libertà, ma lo è anche di amore, di accoglienza, di uscita da sé per servire, vescovo di Cracovia, Lamberto, Rm 6,3–11; Sal 117; Mt 28,1–10.
un’obiezione: perché rileggerli «come un romanzo»? come è stato ed è ancora per tanti che donano la vi- al quale poi succedette nel 1072. Ambrosiano. Gen 1,1–2,3a; Gen
Ho davanti a me una foto dei miei genitori scattata ta per soccorrere e servire: anche nella tristezza pre- Fu come un padre per i poveri e 22,1–19; Es 12,1–11; Es 13,18b–
tanti anni or sono: se la guardo li riconosco subito. sente. Un libro di vita terrena, ed eterna. Lui è “ve- un testimone della radicalità e- 14,8; Is 54,17c–55,11; Is 1,16–19;
Ma se qualcuno mi dice di ri-guardarla come fosse ramente” risorto... Buona Pasqua! vangelica. Cercò di riportare il re At 2,22–28; Sal 117; Rm 1,1–7; Mt
una pur “grande” foto di estranei – non i “miei” ge- © RIPRODUZIONE RISERVATA a un comportamento degno del 28,1–7.
www.avvenire.it
@ Stasera alle 21 puoi seguire la Veglia Pasquale anche
su Avvenire.it con il cellulare, il tablet o il computer Sabato 11 aprile 2020 IDEE E COMMENTI 3

LA LETTERA Il grazie del presidente del Consiglio al Papa, alla Chiesa italiana e al mondo della solidarietà

Questo difficile «passaggio»


Una riflessione imposta dall’emergenza e utile per giovani e no

IL VIRUS DELLA LIBERTÀ


(CHE NON È MAI SCONTATA)

e la generosità che lo segna sconfiggere il Covid-19 sono obiet- è per tutti noi un richiamo all’unità, vani tende a ripagare i sacrifici di
F
PIETRO PIETRINI
orse non tutti si
saranno chiesti,
prima dell’esplo-
sione dell’epidemia che ora ci atta-
del Muro di Berlino e abituati a gira-
re per l’Europa senza conoscere con-
fini, è un’opportunità unica, per
quanto certamente non voluta né au-
spicabile. Ora che dobbiamo portare
con noi una sorta di lasciapassare an-
GIUSEPPE CONTE
tivi che sollecitano la responsabi- alla solidarietà, all’amore: essere di- chi li ha preceduti, restituendo lo- naglia, perché un filmato o una noti- che solo per uscire da casa e fornire

G
entile direttore, lità di tutti, non sono appannaggio stanti, non poter condividere in- ro i frutti di quel mutualismo civi- zia che rapidamente rimbalza da un una valida giustificazione ai control-
le scrivo nei gior- esclusivo di scienza e politica. sieme la grazia del tempo pasqua- co e di quel vincolo solidale su angolo all’altro della rete viene defi- li dell’autorità, ora che siamo costretti
ni più difficili che La Chiesa italiana, in queste duris- le è motivo di grande sofferenza, ne cui la nostra Repubblica ha sem- nito “virale”. In effetti, la crescita e- a lunghe code ordinate davanti ai ne-
la nostra storia recente ricordi, nel sime settimane, ha accompagnato, sono pienamente consapevole. pre potuto contare. Mai come sponenziale delle condivisioni, di gozi di prima necessità, ora che non
pieno della Settimana Santa, prelu- con la sua presenza concreta nel Ricorderemo questa primavera co- oggi, dunque, gli stimoli di que- contatto in contatto, giorno dopo possiamo più neppure prendere un
dio a una Pasqua che rimarrà scol- territorio, la sofferenza del nostro me quella in cui, per la prima volta ste riflessioni appaiono appro- giorno, ricorda in maniera strabilian- caffè con un amico, ripensiamo a
pita per sempre nelle nostre vite. popolo, contribuendo – con molte nella storia, il Papa ha presieduto le priati, alla luce anche degli sfor- te ciò che accade nel corso di un’in- quando la perdita della libertà non e-
L’emergenza che stiamo vivendo – iniziative – a sostenere soprattutto udienze generali e officiato l’Ange- zi che tanti giovani stanno met- fezione virale. Ma se nell’etereo mon- ra frutto di misure sanitarie di emer-
nei suoi risvolti sanitari, sociali ed i più deboli, le famiglie in situazio- lus in diretta streaming: le sue pa- tendo in campo tra le comunità do della rete i contatti sono virtuali, genza ma volontà di controllo sulla
economici – rappresenta una sfida ni di povertà e necessità. Desidero, role, pur pronunciate lontano da u- più colpite dall’emergenza. nel mondo reale i contatti sono fisici. vita quotidiana di ciascun cittadino.
epocale per ciascuno di noi. Ogni per questo, ringraziare il cardinale na piazza San Pietro avvolta in un Pasqua – ho già avuto modo di ri- Ne consegue che, se vogliamo rallen- Raccontiamo ai nostri figli che un re-
giorno questo dramma interpella le Bassetti e tutta la Conferenza epi- silenzio irreale, sono arrivate a tut- cordarlo – significa “passaggio”. No- tare la diffusione del contagio, dob- gime che ancora oggi annovera no-
nostre coscienze, pone interrogati- scopale, che ha generosamente de- ti. Ne ricorderemo l’alto valore sim- nostante le limitazioni agli sposta- biamo evitare il contatto tra esseri u- stalgici persino tra i giovani – ma co-
vi profondi sul mistero della morte voluto per questa causa un’ingen- bolico, che ha respinto la disper- menti, sarà una Pasqua di prossi- mani. Lo stiamo sperimentando da me è possibile avere nostalgia di ciò
e della sofferenza, sul destino co- te somma proveniente dall’otto per sione e la rassegnazione che inizia- mità: la lontananza di questi giorni settimane. Ma che la cosa sia più sem- che non si è vissuto? – puniva come
mune dell’uomo. mille, messa a di- vano a maturare an- vissuti in casa ci plice a dirsi che a farsi è comprensi- sediziosi gli assembramenti di tre per-
Proprio nel mo- Sono segni dei tempi sposizione per far che tra i sacerdoti e Importante il ruolo aiuterà a ritrovarci bile: il distanziamento sociale è con- sone, per evitare che si spargesse il
mento nel quale le gli ingenti fondi fronte alle conse- la comunità di fede. del Terzo settore e ancora più uniti, tro natura, essendo noi biologica- contagio del germe di un’idea diver-
misure di distanzia- dell’8 per mille guenze sanitarie ed Ci potrà confortare del volontariato rinforzati da un’e- mente programmati e culturalmen- sa dall’ideologia della dittatura. Rac-
mento sociale ci al- economiche causa- la consapevolezza sperienza che ci ha te allevati per essere “animali socia- contiamo ai nostri bambini che un
lontanano fisica-
devoluti te dall’epidemia. che da questo sacri-
accanto ai più costretto a misurar- li”, come si è già detto altrove. giorno di ottanta anni fa – ottanta,
mente l’uno dall’al- dalla Cei Soprattutto deside- ficio offerto per il deboli e ci con le stesse dif- Non si possono dunque condividere non ottocento – bambini come loro
tro, sperimentiamo, per la lotta alle ro esprimere la mia bene comune pos- vulnerabili. E ficoltà, alle quali le prese di posizione così radical- e maestri come i loro furono espulsi
nella misura più in- conseguenze gratitudine per aver sano rafforzarsi, nel grande interesse abbiamo risposto mente contrarie alle misure adottate da scuola per la sola colpa di santifi-
tensa, la dimensio- compreso la doloro- tempo a venire, i dal Governo da parte di chi è giunto care il sabato. Ricordiamo ai nostri
ne della comunio-
sanitarie e sa decisione di cele- sentimenti di altrui-
per la proposta di con una voce sola.
Il mio auspicio è a lamentare «la perdita della libertà studenti Erasmus che fino a trent’an-
ne, nella consape- socioeconomiche brare sine populo le smo, di solidarietà, una «simbiosi che questi giorni come neppure nel Cile di Pinochet», ni fa – trenta, non trecento – i loro col-
volezza – come ha della pandemia e liturgie, nella consa- di condivisione, vis- generazionale» difficili siano un come si è sentito dire e ripetere anche leghi dei Paesi dell’Est potevano viag-
ricordato il Papa – ancor più la pevolezza dei beni suti – dopo questa contenuta “passaggio” verso da fonti autorevoli. Le restrizioni alla giare solo con la fantasia. E prima che
di trovarci tutti «sul- supremi coinvolti in dolorosa rinuncia – momenti più sere- nostra vita quotidiana di questi gior- qualcuno possa tirare un sospiro di
la stessa barca». responsabile questo difficile pas- in modo pieno, in- nell’appello per il ni: torneremo gra- ni non possono essere accostate, nep- sollievo, pensando che per fortuna
Il prezzo che oggi si comprensione della saggio della nostra tenso e autentico. rilancio del dualmente padro- pure lontanamente, alla privazione tutto questo ormai è acqua passata,
sta pagando è im- necessità di liturgie storia nazionale. La In questi mesi di Servizio Civile ni del nostro quo- della libertà sotto un regime totalita- pensiamo a quanti luoghi del nostro
menso. In termini «sine populo» Chiesa italiana ha sofferenza, tutto il Universale tidiano, delle no- rio. Esse non sono strumento di un’i- pianeta sono ancora oggi bagnati da
di vite umane, pri- dimostrato ancora mondo del volonta- stre abitudini. deologia, bensì procedure scientifi- quella stessa acqua malsana.
ma di tutto. Penso in particolare al- una volta la sua naturale vocazione riato, dell’associazionismo di base, Ci riprenderemo le nostre vite, camente giustificate e necessarie. La libertà sovente è data per sconta-
la popolazione più fragile e anzia- al dialogo e alla cooperazione con del Terzo settore ha mostrato, in scoprendo di essere una comu- Questo dato di fatto è assorbente e ta. Come per l’aria, ce ne rendiamo
na. Tante, troppe le storie di chi ha le istituzioni civili, la sua capacità di coerenza con la sua missione, la nità forte, orgogliosa, solidale. sufficiente a spegnere sul nascere conto solo quando viene a mancare.
pagato con la vita la lotta contro interpretare – con saggezza e di- massima attenzione alle conse- Ed è forse questo il significato qualunque alito di inutile e pernicio- Se la sofferenza del nostro animo in
questo nemico invisibile. Tra que- scernimento – i segni dei tempi. guenze più drammatiche che la cri- più profondo, per il quale ricor- sa polemica. questi giorni ci farà apprezzare il suo
ste, anche quelle di molti sacerdo- Il rispetto delle misure adottate dal si sta provocando sui più deboli e deremo questo 2020: l’anno in L’accostamento, sebbene improprio, profondo valore e pensare a tutti quei
ti soprattutto del Nord Italia, impe- Governo, sulla base delle indica- vulnerabili. A tale proposito, ho ac- cui, dopo aver attraversato la può tuttavia essere utile stimolo per popoli per i quali rimane ancora im-
gnati a rinfrancare gli animi feriti, zioni del comitato tecnico-scienti- colto con vivo interesse l’appello “notte oscura”, siamo risorti, ri- soffermarci a considerare il valore del- possibile anelito, allora il piccolo vi-
nella convinzione del valore vivifi- fico, è un gesto di responsabilità lanciato, sul suo quotidiano, ad av- costruendo il nostro futuro sul- la libertà. Riflessione quanto mai ne- rus, nel suo passaggio nefasto, non ci
cante della preghiera, anche della verso l’intero Paese, di rispetto per viare una riflessione sul Servizio Ci- le solide basi della solidarietà e cessaria in questi tempi, che vedono avrà lasciato solo perdite e lutti.
preghiera silenziosa offerta a Dio chi affronta ogni giorno – in prima vile Universale. Sottolineo, in par- della comunione. svanire le testimonianze viventi degli Psichiatra e neuroscienziato,
nel chiuso della propria stanza. linea – l’emergenza. Sono però con- ticolar modo, l’invito a una nuova Presidente del Consiglio anni più bui del secolo scorso, per il direttore Scuola Imt
In queste settimane ho più volte ri- sapevole di quanto questo sacrificio simbiosi generazionale, in cui l’o- dei ministri nostro Paese e non solo. Ancor più Alti Studi Lucca
cordato che tutelare la salute e sia adesso più doloroso. La Pasqua perosa mobilitazione dei più gio- © RIPRODUZIONE RISERVATA per i nostri figli, nati dopo la caduta © RIPRODUZIONE RISERVATA

Una nuova ricerca conferma il legame tra qualità dell’aria e mortalità per Covid-19
SMOG E CORONAVIRUS Pm10 sotto la mediana Pm10 sopra la mediana
Morti x 1.000 abitanti

LO SMOG ALIMENTA L’EPIDEMIA 0,5


Più alte sono le concentrazioni
ORA LO SVILUPPO SIA RESILIENTE di polveri sottili nell'aria, più alta risulta
essere la mortalità da Covid-19
0,4

LEONARDO BECCHETTI
non sospetti (prima dello scoppio dell’epide-
mia). Questi lavori sottolineano come l’espo-

I
virus non viaggiano da soli. Gli sizione prolungata alle polveri sottili renda i
esseri umani sono i loro mez- polmoni più fragili e propensi a forme croni- 0,3
zi di trasporto. Con la globa- che d’infiammazione. Molti studi che trovano
lizzazione la loro capacità di muoversi da un in diverse parti del mondo significative corre-
angolo all’altro del pianeta è enormemente lazioni tra intensità delle polveri sottili ed o-
PREVISIONI

aumentata. Così Wuhan che sembrava così spedalizzazioni d’emergenza per polmoniti 0,2
lontana è arrivata a Milano in brevissimo tem- suggeriscono che può essere questa una delle
po. Qualcosa però ha rallentato la diffusione cause che trasforma una malattia polmonare
del virus che era in circolazione già da prima da asintomatica a grave.
di marzo in altre regioni d’Italia e soprattutto Le stime dell’impatto delle diverse variabili 0,1
nel Centro Sud. Non sono bastati la coppia di sui due mesi di dati giornalieri a livello pro-
cinesi turisti a Roma, i bergamaschi in Sicilia vinciale su decessi e contagio suggeriscono
e l’esodo dei milanesi di ritorno nelle città d’o- che il virus ha trovato terreno fertile nella
rigine del Mezzogiorno per innescare focolai combinazione di mancato distanziamento
0
come quelli nati nel Nord del Paese. sociale e scarsa qualità dell’aria. Più in det-
La ricerca che ho realizzato assieme a tre stu- taglio i coefficienti delle nostre stime indi-
2

2
2
2
2
2
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
3

18 3
19 3
20 3
3
3
3
3
3
3
3
3
3
-0

-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0
-0

diosi di Roma Tor Vergata, Torino e Oxford cherebbero che la differenza tra province a
27

07

17

27
24

25
26

28
29
01
02
03
04
05
06

08
09
10
11
12
13
14
15
16

21
22
23
24
25
26

28

(Gianluigi Conzo, Piero Conzo, e Francesco Sa- più alte polveri sottili (in Lombardia) e a più GIORNI
lustri) parte dall’osservazione delle differenze basse polveri sottili (in Sardegna) è di circa
rilevanti di diffusione del virus nelle diverse 1.200 casi e 600 morti in un mese. Sotto ra-
province del Paese e si domanda quali fattori gionevoli assunzioni sul vero tasso di conta-
possano averla influenzata. La letteratura di gio e di letalità nel Paese questo dato impli- La diffusione del contagio colte in più discipline e in diverse parti del La tecnologia ci aiuta. Sono sul tavolo dei de-
riferimento da cui siamo partiti ci ha suggeri- cherebbe un raddoppio del rischio di mor- mondo lasciano nel complesso pochi dubbi e cisori politici molte proposte – smart work, ef-
to di guardare a quattro fattori principali: le talità. A risultati simili è pervenuto un grup- sembra essere più forte dove hanno importanti implicazioni nelle scelte di ficientamento energetico, trasformazione dei
decisioni di lockdown, la frequenza e l’inten- po di ricerca di Harvard che ha studiato il fe- l’inquinamento da polveri sottili policy. In fondo nella vita reale se riteniamo sussidi ambientalmente dannosi (che am-
sità dei movimenti di persone, l’inquinamen- nomeno nelle contee degli Stati Uniti. è più alto, ma anche dove c’è una che guidare ad alta velocità nei centri urbani montavano a 19 miliardi nel 2018) in incenti-
to e la temperatura. La decisione di lockdown comincia secondo i maggiore presenza di piccole renda probabile al 90% un incidente grave che vi alla riconversione in tecnologie sostenibili
Una prima evidenza importante è che la mag- nostri dati ad avere effetto con un po’ di ritar- mette a rischio la nostra vita e quella altrui sce- – che non paralizzerebbero l’economia ma
giore percentuale di microimprese e impre- do sui nuovi casi riducendo la combinazione imprese artigiane. Il lockdown gliamo di evitare di farlo nonostante non ne metterebbero in moto un gigantesco green
se artigiane a livello territoriale è correlata si- esplosiva di esposizione di lungo termine alle necessario. Ma la risposta non siamo certi al 100%. Ovvero non aspettiamo il new deal che sarebbe la chiave di un nuovo
gnificativamente con maggiori casi positivi e polveri e frequenza dei contatti con altri esse- dovrà essere la decrescita 100% di certezza prima di prendere decisioni. modello di sviluppo in grado di coniugare crea-
maggiori decessi. La nostra interpretazione è ri umani tra cui potenziali contagiati. I limiti Molti dei fattori che hanno aggravato gli effet- zione di valore economico, competitività, la-
che le imprese artigiane operano in propor- temporali del nostro campione ci impedisco- ti del Covid-19 sono sotto il nostro controllo. voro, sostenibilità ambientale, salute e con-
zione molto maggiore in settori dove il pas- no di trovare effetti del lockdown sui decessi Il nostro lavoro non trova evidenze sul ruolo Se guardiamo alle polveri più sottili (Pm2,5) ciliazione della vita del lavoro con quella di
saggio al lavoro smart è difficile, temono mag- in quanto questi, coerentemente con la lette- della temperatura, ma questo aspetto va ap- solo il 6% dipende da movimenti atmosferici. relazioni. I risultati del nostro studio messi as-
giormente il rischio di fallimento in caso di ratura in materia, si manifestano dopo 3-4 set- profondito nei successivi sviluppi che ci pro- Il 57% è prodotto dal riscaldamento domesti- sieme agli altri citati suggeriscono che il mo-
chiusura prolungata. Il nostro dato sottolinea timane rispetto all’avvio della misura (10-14 poniamo di realizzare. Evidenze descrittive sul- co, mentre quote attorno al 10% ciascuna dal- do più prezioso di usare le risorse economi-
la fragilità e il bisogno di sostegno e prote- giorni per gli effetti sul contagio e 10-14 gior- la diffusione del coronavirus negli altri Paesi del le modalità di trasporto, dalle fonti di energia che per la ripartenza è quello di una "green
zione a questa parte fondamentale della no- ni per un contagio che purtroppo si trasforma mondo indicano una minore diffusione in a- e dalla produzione industriale ed agricola. La industry 4.0" che agevoli ed acceleri gli inve-
stra economia. Artigiani e piccoli imprendi- in decesso). Dobbiamo continuare ad avere ree molto calde ed umide. Nel periodo da noi risposta non è la decrescita, ma uno svilup- stimenti che favoriscono una riconversione
tori che lottano per tenere in piedi un’attività pazienza dunque e non desistere dai nostri osservato le condizioni climatiche nelle diver- po resiliente che è innanzitutto interesse del- produttiva e non che riduca l’esposizione a
produttiva sono di questi tempi eroici come sforzi ed è prudente estendere il periodo di se regioni del Paese non variano così signifi- le nostre imprese e del nostro sistema eco- fonti inquinanti.
i nostri medici ed infermieri impegnati in pri- lockdown come annunciato ieri dal Presiden- cativamente da poter testare quest’ipotesi. nomico se non vuole andare in contro ad al- Il campanello è suonato, l’allarme è arrivato,
ma linea nella lotta all’epidemia. te Conte. È nei prossimi giorni dunque che Difficile in casi come questo, dove non è pos- tre gravi paralisi e se non vuole vedere il va- sarebbe irresponsabile per le nostre vite, la no-
L’ipotesi di un ruolo significativo dell’inqui- dobbiamo aspettarci che i nostri sacrifici ini- sibile costruire un esperimento da zero, di- lore dei propri asset deprezzato per la sola stra società, la nostra economia non trarne le
namento nasce dalle evidenze di numerosi zino ad avere effetti consistenti sulla diminu- mostrare inequivocabilmente nessi di causa- esposizione a questi rischi prima ancora che conseguenze.
contributi della letteratura medica in tempi zione dei decessi. lità. Ma le evidenze (comprese le nostre) rac- essi si materializzino. © RIPRODUZIONE RISERVATA
4 PRIMO PIANO Sabato 11 aprile 2020

Coronavirus:
la fede
Pandemia non è l’ultima parola
Dal contagio fino alla risurrezione nel Signore una Via Crucis inedita su chi si ammala di coronavirus
Come sul Calvario, la terapia intensiva, l’intubazione, fino alla morte da soli. Ma Lui non ci lascia mai
FRANCESCO RICCARDI LA PREGHIERA
Nelle meditazioni
L
a Via Crucis di Cristo è la via dolorosa dell’uomo che
fa esperienza della malattia e della morte. Le 14 sulla Passione
stazioni della Passione sono incise da sempre nel- di Cristo
la carne delle persone. Un percorso che molti, in questi
tempi di pandemia, stanno dolorosamente compiendo. la passione che
Niente in questo viaggio viene risparmiato, ma l’appro- tanti vivono
do finale non è il nulla. La meta è quella quindicesima in questi giorni
I stazione d’arrivo che ci è stata promessa. Assieme all’as-
sicurazione che, nel viaggio, Lo avremo sempre accanto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
XV per colpa di un
nemico invisibile
«Ma la pietra
del sepolcro
«La disperazione è I Stazione la scienza e della compassione secolo scorso. All’alba, un’altra stante il loro ardire. Si farà buio
è rotolata. L’ha
figlia d’una solitudine La condanna del contagio per coloro che sono dentro. Da notte è passata senza che il ne- nei cuori dei parenti, quando lo
spinta oltre
L’ambiente asettico, Non c’è colpa nel contagio - co- un lato come dall’altro, un solo mico prevalesse, un altro gior- sapranno. Si squarceranno le
me non c’era colpa in Cristo conforto: l’affidarsi. no di battaglia si apre: paura e loro viscere al pensiero di non Lui per noi»
il lampeggiare processato - se non quella d’a- speranza si danno il cambio aver potuto tenere la mano a
dei monitor, il tempo ver condiviso il cuore abbrac- V Stazione della guardia. chi stava esalando l’ultimo suo
scandito dai bip-bip ciando qualcuno o dimostrato L’aiuto dei medici respiro. Tutto è compiuto. Tut-
amicizia stringendo mani. Non La speranza è un consegnarsi. IX Stazione to è definito, per ricominciare.
delle macchine, c’è colpa in chi s’è infettato ac- Quando si è ammalati ci si con- La caduta nell’intubazione Mai, però, serenamente, per
col terrore che quella cudendo altri. E proprio per segna ai medici. Riponendo fi- La situazione s’aggrava, la tera- chi resta.
punteggiatura sonora questi, come per Gesù dinanzi ducia nelle loro capacità, per gli pia non basta, i polmoni col-
diventi un suono a Pilato, la condanna è più du- anni che hanno passato a stu- lassano. Non resta che l’ultima XIII Stazione Locri-Gerace
ra da accettare: perché hanno diare e per l’esperienza accu- arma: un tubo in gola, un ven- La bara deposta in un camion
continuo d’allarme» amato, si sono donati senza ri- mulata. Ma il malato grave, in tilatore a spingere l’ossigeno Si muore soli, ma in una folla di Il vescovo
sparmiarsi. verità, compie soprattutto un che il corpo non riesce più a compagni di sventura durante Oliva visita
atto di fede. Si consegna nelle succhiare da solo. Uno schiaffo una pandemia. E non c’è tem-
II Stazione mani di un dottore facendo e un pianto, respirare è stata la po, non c’è modo di venire sa-
i carcerati
La croce della malattia conto che lui lo ami. Perché, al prima cosa che abbiamo impa- lutati e onorati come si dovreb-
La malattia è sempre croce, ma
d’un legno più pesante quando
si deve portarla da soli. Quan-
di là della scienza, potrà guarir-
lo solo se gli avrà voluto profon-
damente bene.
rato, senza più doverci pensare.
Ora ce lo ricorda una macchi-
na, ce lo impone pompandoci
be. Mani pietose, avvolte in
guanti sterili, ti stendono semi-
nudo in una bara. Nessuna sin-
XIII Ci sarà una Pasqua
per tutti. Anche per i
detenuti nella Casa
do si rischia di trasmetterla ad vita dentro. E l’abbiamo chie- done t’avvolge, solo un telo di circondariale di Locri.
altri e occorre essere isolati. VI Stazione sto per tutti, a nessuno vor- plastica. Si è così in tanti che oc- Il vescovo Francesco
Quando si è troppo deboli e il Gli infermieri che remmo che smettesse di farlo. corre l’esercito per portare via Oliva è andato a
fiato che manca ci fa precari co- accudiscono tutti. Nella notte sfilano i ca- dirglielo di persona nei
me una foglia in autunno. E’ al- In un ospedale l’intimità è com- X Stazione mion, carichi delle vittime d’u- giorni scorsi, ma l’ha
lora che allarghiamo le braccia promessa. E spesso, assieme, la Spogliato delle vesti na guerra non dichiarata. potuto fare dal
a chiedere aiuto, a cercare un padronanza di sé. Oltre alle spe- In terapia intensiva si entra ve- corridoio che porta
abbraccio. Ed è proprio con ranze, si consegna ad altri an- stiti ma si esce nudi, se non si XIV Stazione verso le "sezioni"
quel gesto, con quel sì, che sen- che il proprio corpo. Si torna co- viene salvati. Al tempo del vi- La cremazione senza nessun dove ci sono le celle.
za accorgercene ci facciamo me bambini, bisognosi d’esse- rus, camicia e pantaloni ven- parente «Buongiorno a tutti voi
croce noi stessi. re accuditi e di ricevere atten- gono riconsegnati ai parenti in Prima di riposare nel sepolcro, il che siete in questa
destino del corpo è il fuoco. Che casa e mi ascoltate» è

III III Stazione


La caduta nel dolore
Il dolore è soffocare per una
«Non c’è colpa nel contagio - come non c’era
in Cristo processato - se non quella d’aver
purifica e riduce a cenere. Nep-
pure in questo momento è dato
ai parenti di assistere, di accom-
stato il saluto.
«Purtroppo non posso
salutarvi uno per uno
mancanza. D’aria e d’affetti, o-
condiviso il cuore abbracciando qualcuno pagnare le salme. Perché pure da come ero abituato, mi
ra. Ma è soprattutto il conflitto o dimostrato amicizia stringendo mani. Non morto questa malattia ti rende basta però far
con la propria finitezza, la cer- c’è colpa in chi s’è infettato accudendo altri» un potenziale pericolo per gli al- pervenire a ciascuno
tezza di non bastare più a se
stessi. La coscienza di aver bi-
sogno di altri e di altro. Di qual-
zioni. Infermiere e operatori sa-
nitari diventano come madri e
un sacchetto di plastica. Con
l’ordine di bruciarli perché in-
tri. Da soli si muore, da soli si fi-
nisce in polvere prima ancora
d’essere deposti in un sepolcro.
XII di voi la mia vicinanza
ed il mio affetto.
Anch’io avverto il peso
cosa d’essenziale come l’ossi- padri e sorelle: lavano, asciuga- fetti. Come di un monatto non dell’essere costretti a
geno e più ancora di scorgere no, fasciano. Quelle carezze so- si può conservare neppure l’ul- XV Stazione «Si muore soli stare al chiuso, ma so
nel buio della sofferenza la lu- no il vero balsamo sulle ferite. timo ricordo. Nessuno getta la La risurrezione nel Signore Mani pietose, avvolte che la vostra
ce della speranza. Non solo del corpo. sorte su quegli abiti. È la sorte Senza funerale, ai parenti di chi in guanti sterili, ti sofferenza è ancora
stessa che si è gettata sul con- muore è negato un passaggio fon- maggiore, perché
IV Stazione VII Stazione dannato e i suoi panni. damentale per cominciare a elabo- stendono in una bara dentro queste mura è
L’incontro e l’addio ai parenti La caduta in terapia intensiva rare il lutto. E scorgere la salvezza ol- Si è così in tanti che più pesante il timore
C’è un vetro smerigliato a fare La disperazione è figlia d’una XI Stazione tre la morte risulta ancora più dif- occorre l’esercito dell’epidemia e perché
da soglia tra affetti e solitudine, solitudine. E non c’è come l’idea Inchiodato nel letto ficile. Dietro il velo di lacrime, do- stare lontani dalla
tra vita e morte. Le porte d’un di finire in un reparto di riani- Nell’estremo tentativo di sal- lore e rabbia, i nostri occhi non lo
per portare via tutti famiglia aumenta il
pronto soccorso sono oggi l’e- mazione per sentirsi solo, iso- varli, i malati sono posti sui let- vedono. Ma la pietra è rotolata. Lui Nella notte sfilano senso della solitudine
stremo cancello: quanta ango- lato. L’ambiente asettico, il lam- ti in posizione prona. Il ventila- l’ha spinta oltre per noi, allora e per i camion carichi delle e dell’abbandono».
scia, muta impotenza e som- peggiare dei monitor, il tempo tore a pompare ossigeno, il se- sempre. Pandemia non è, non sarà vittime d’una guerra Sembrano

V messe preghiere in chi resta


fuori; che infuriare di battaglia
contro il male, con le armi del-
scandito solo dai bip-bip delle
macchine. È un primo distacco
dal mondo, col terrore che quel-
dativo a spegnere la coscienza.
Il dolore è sopito, mentre i fili
delle macchine legano l’uomo
mai, l’ultima parola.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
non dichiarata» lontanissimi i giorni in
cui il vescovo Oliva
faceva la lavanda dei
la punteggiatura sonora diven- al suo giaciglio. E’ una manovra piedi a dodici detenuti
ti un suono continuo d’allarme. salva-vita quel posizionare co- nella Messa in “Coena
sì i pazienti. Ma l’uomo inco- Domini” e quelli delle
VIII Stazione sciente, per il quale altri stanno frequenti visite in
La consolazione alla famiglia lottando con la morte, pare co- carcere quando si
Le carezze del cuore stanno in sì legato al suo destino, inchio- fermava ad ascoltare
piccoli gesti. Permettere ai ma- dato alla sua croce. tutti. Da quegli
lati di comunicare con i paren- incontri sono nati
ti o farsi tramite per recapitare XII Stazione progetti per favorire il
notizie. Per chi ora può solo sta- La morte lavoro dietro le sbarre,

VII re in casa ad attendere, pregare


e sperare, quei messaggi sono
come le cartoline dal fronte del
La battaglia è perduta, i medi-
ci-soldati non possono far altro
che ritirarsi, sopraffatti nono-
VIII ma anche fuori, dopo
lo sconto della pena,
grazie alla
collaborazione tra la
diocesi di Locri-
Su questa pietra Gerace e la direzione
penitenziaria. «So che
mi ascoltate e che

Settimana
U
na Settimana Santa nuda come sembra allontanarsi. Ma «per liberarci dai davanti al nostro dolore? Dov’è quando domestica, e che fa della famiglia uno accettate ben
mai prima. Spogliata di tutto, pregiudizi su Dio - ci ha detto mercoledì va tutto storto? Perché non ci risolve in scrigno capace di conservare e volentieri il mio
completamente. Niente palme scorso Francesco durante la catechesi, fretta i problemi? Sono domande che noi trasmettere la fede, custodirla come un incoraggiamento in
Santa agitate, domenica scorsa, né rami d’ulivo.
Niente lavanda dei piedi. Niente
anch’essa deserta come previsto,
dell’udienza generale - guardiamo il
facciamo su Dio». Domande che tutti ci
facciamo, ha spiegato papa Bergoglio, «di
tesoro prezioso. Una dimensione che ci
pone davanti a Dio senza pregiudizi,
questo momento
difficile – ha detto
nuda come processioni, né visite ai sepolcri,
niente vie crucis. E stanotte le
Crocifisso, e poi apriamo il Vangelo: in
questi giorni, tutti in quarantena a casa
solito noi proiettiamo in Lui quello che
siamo, alla massima potenza: il nostro
sapendo che Lui è solo capace d’amore. E
che ci fa capire quello che mercoledì è
Oliva –. Non lasciatevi
prendere dallo
non mai veglie pasquali saranno deserte,
così come lo saranno domani le
chiusi, prendiamo queste due cose in
mano. Il crocifisso e il Vangelo, questa
successo, il nostro senso di giustizia, e
anche il nostro sdegno. Però il Vangelo ci
stato l’invito conclusivo di Francesco:
«Apriamogli tutto il cuore nella
scoraggiamento.
Passerà questa
Messe. Solo le campane, e saremo sarà per noi come, diciamo così, una dice che Dio non è così. È diverso e non preghiera… Questa settimana, questi pandemia. Non
in tanti a sentirle, ci diranno che il grande liturgia domestica, perché non potevamo conoscerlo con le nostre forze. giorni, col crocifisso e il Vangelo: non sentitevi soli». Non
SALVATORE MAZZA Signore è risorto. È vero, chi ha voluto e possiamo andare in chiesa in questi Per questo si è fatto vicino, ci è venuto dimenticatevi, crocifisso e vangelo, la solo la compagnia del
vorrà ha potuto, e potrà, seguire i riti in giorni: crocifisso e Vangelo». incontro e proprio a Pasqua si è rivelato liturgia domestica sarà quella. Lasciamo personale che vi
diretta televisiva o in streaming. E le Il «pregiudizio su Dio» di cui ha parlato il completamente. Dove? Sulla croce. Lì che il suo sguardo si posi su di noi. lavora, dei volontari,
celebrazioni domestiche proposte dai Papa è quello che ci fa sentire impariamo i tratti del volto di Dio. Non Capiremo che non siamo soli, ma amati, del cappellano, ma
vescovi italiani ci saranno state in diverse abbandonati quando Dio ci sembra dimentichiamo fratelli e sorelle che la perché il Signore non ci abbandona e non soprattutto "la
case. Ma non è la stessa cosa. distante, o perfino cattivo, dispettoso, croce - ha scandito il Papa - è la cattedra si dimentica di noi, mai. E con questi vicinanza del Signore:
La pandemia che ha rovesciato le nostre sordo, distante. Perché, come ha detto di Dio. Ci farà bene stare a guardare il pensieri vi auguro una santa settimana e Dio non abbandona i
abitudini ha rimescolato anche le carte ancora Francesco, «in queste settimane di Crocifisso in silenzio e vedere chi è il una santa Pasqua». L’una e l’altra nude suoi figli, anche se
della Pasqua. Tutto sospeso, come apprensione per la pandemia che sta nostro Signore». come mai. A noi rivestirle di senso, sbagliano, non vuole
sospese ci sembrano le nostre vite, facendo soffrire il mondo, tra le tante È un invito a riscoprire quella davanti al crocifisso e al Vangelo, nelle che si perdano».
mentre aspettiamo di ritornare a una domande che ci facciamo, possono dimensione imprescindibile che nostre case. Giovanni Lucà
normalità che, ogni giorno che passa ci essercene anche su Dio: che cosa fa Giovanni Paolo II chiamava Chiesa © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 5

Le parole
di Pietro
Via Crucis, il silenzio di Francesco
Il “cammino doloroso”, sul sagrato di San Pietro senza fedeli. Alla fine nessun discorso, solo la preghiera
Le meditazioni di detenuti, poliziotti, familiari di vittime, educatori, tutti collegati al carcere di Padova
MIMMO MUOLO Sì, erano tutti idealmente in- le e mi sono sentito accolto, a nessuno sapeva che ci sarem- tro non era vuota, ma «pienis- nitenziari». Queste meditazio- IL RITO
Roma sieme a portare con il Papa la casa. Grazie per aver condivi- mo ritrovati con un Papa car- sima della Chiesa soffrente». ni, ha ricordato, sono state
croce di Cristo. Francesco nei so con me un pezzo della vo- cerato in Vaticano, con una Via Un grazie al Papa è giunto an- «un’occasione provvidenziale Il percorso della

T croce condotto
utti in silenzio in piazza giorni scorsi aveva inviato un stra storia». Crucis carcerata dentro la piaz- che dall’ispettore generale dei per aiutare la nostra società a
San Pietro. Anche il Pa- messaggio a don Marco Pozza, Lo stesso don Pozza aveva ri- za e con delle persone che in 250 cappellani delle carceri d’I- non emarginare e a non resta- da due gruppi
pa, alla fine della Via cappellano dell’istituto di pe- cordato in precedenza che l’i- tutto il mondo stanno scontan- talia, don Raffaele Grimaldi, che re indifferenti davanti a chi ha
Crucis del Venerdì Santo in cui na in cui sono maturate le me- niziativa della Via Crucis era na- do degli arresti domiciliari nel- si è fatto interprete del «grido di sbagliato, ma vuole rialzarsi». di cinque persone,
già è risuonata la Parola, ac- ditazioni. «Ho preso dimora ta a dicembre durante un in- le proprie case». Eppure, anche paura e di dolore dei 62 mila im- Anche loro in piazza San Pietro. del penitenziario
compagnata nelle 14 medita- nelle pieghe delle vostre paro- contro con Francesco. «Allora per il sacerdote piazza san Pie- prigionati nei nostri istituti pe- © RIPRODUZIONE RISERVATA “Due Palazzi”
zioni dalla «voce rauca della
gente che abita il mondo delle
e della Direzione
carceri». Gesto straordinario sanità e igiene
come l’atmosfera e lo scenario del Vaticano
che lo circonda. E più eloquen- Il messaggio di
te di mille discorsi.
Tutti in silenzio in piazza San
ringraziamento
Pietro. Che non è il Colosseo, Papa a don Pozza che
ma è come se lo fosse risco- Francesco, ha curato i testi
prendo la memoria di quanti, in piedi
cristiani soprattutto, proprio sul sagrato
qui – quando questo era il Cir- della Basilica
co di Nerone – furono crocifis- Vaticana, ieri
si per la loro fede. Così, forse, sera durante lo
non c’era luogo più significati- svolgimento
vo della piazza cuore della cri- della Via
stianità per tenere la Via Crucis Crucis nella Il cardinale
di ieri sera. Anche perché ormai piazza San
il mondo intero somiglia a un Pietro De Donatis
"colosseo", nel tempo della deserta. Le dimesso
pandemia. meditazioni
Tutti in silenzio in piazza San sono state dal Gemelli
Pietro. E non è vero che non c’e- affidate alla
ra nessuno insieme al Papa e al- parrocchia Il cardinale vicario di
le dieci persone che portavano della Casa Roma, Angelo De
la croce lungo il tragitto segna- circondariale Donatis, è stato
to da fiaccole, piccole luci di di Padova/ dimesso dal
speranza nel buio della trage- Ansa Policlinico Gemelli
dia presente. C’erano ideal- nella mattinata di ieri.
mente tutte le nazioni della ter- Era stato ricoverato
ra davanti a questo scenario su- lunedì 30 marzo dopo
blime e straziante al tempo essere risultato
stesso. Per questo Francesco è positivo al
rimasto ancorato solo alla pre- coronavirus. Come
ghiera silente. Perché in quel si- riporta Vatican News,
lenzio c’era l’abbraccio del pa- prima di congedarsi,
dre a tutti quelli che oggi, ieri e il porporato ha
sempre vengono "inchiodati" IL RITO SOLO IL VESCOVO DI ROMA BACIA LA CROCE «A SUA IMMAGINE» salutato e ringraziato
alla croce del dolore e della medici, infermieri e
morte. In tante forme. Bergoglio telefona in diretta: operatori sanitari che
Tutti idealmente in piazza San lo hanno
Pietro, i "crocifissi" di ogni tem- medici e preti, crocifissi d’oggi accompagnato in
po, dietro la croce che per le pri- questi 11 giorni di
me otto delle quattordici sta- «Sto pensando al Signore crocifisso e alle tan- ricovero. Ora la sua
zioni, partendo dall’obelisco, ha te storie degli uomini crocifissi da questa pan- convalescenza
girato intorno ad esso, per poi demia». Papa Francesco ha telefonato a sor- continuerà presso la
risalire verso il sagrato dove l’at- presa ieri pomeriggio alla trasmissione di Rai 1 sua abitazione.
tendeva Francesco. Alcuni di lo- A Sua Immagine, nella puntata speciale del l Ve- L’ultima apparizione
ro hanno scritto le meditazioni: nerdì Santo. Alle 15, l’ora della morte di Gesù, la del porporato risale
i detenuti della Casa di Reclu- conduttrice Lorena Bianchetti osserva un ri- alla sera di domenica
sione “Due Palazzi” di Padova e spettoso attimo di silenzio, poi arriva una cha- 29 marzo, quando ha
chi li aiuta (educatori e poliziotti mata a sorpresa. «Mi ha riconosciuto?» chiede celebrato in diretta
e anche loro hanno portato la Bergoglio all’emozionata conduttrice. «Oggi televisiva la Messa al
croce ieri sera). Altri invece so- penso al Signore crocifisso – dice Bergoglio – e Santuario romano del
no quelli che il Covid-19 ha le- alle tante storie degli uomini crocifissi da que- Divino Amore. De
gato al “legno” dei loro letti di sta pandemia: medici, infermieri, infermiere, suo- Donatis, riconoscente
morte; e anche quelli che lotta- re, sacerdoti, morti al fronte come soldati. Han- e grato al Signore,
no ancora per salvarsi dai Ne- no dato la vita per amore. Resistenti come Ma- unisce la sua
rone a forma di coronavirus, in- ria sotto le croci, loro e le loro comunità negli o- preghiera a quella di
finitamente più piccoli, ma non spedali, curando gli ammalati. Oggi ci sono cro- tutta la comunità
meno letali.
Tutti là, idealmente, in piazza
Nel pomeriggio Nel pomeriggio di ieri, Venerdì Santo, Francesco ha presieduto
all’Altare della Cattedra nella Basilica Vaticana la tradizionale
cifissi e crocifisse che muoiono per amore. Que-
sto è il mio pensiero in questo momento». Par-
cristiana in questo
Triduo pasquale.
San Pietro. Insieme a migliaia e la celebrazione celebrazione della Passione del Signore. Dopo la processione lando della Via Crucis, il Papa aggiunge: «Sono Appena tre giorni fa in
migliaia di “cirenei” che ogni iniziale, c’è stato il momento particolarmente suggestivo con il vicino al popolo di Dio, ai più sofferenti soprat- un messaggio aveva
giorno prendono su di sé la cro- della Passione Papa che si è prostrato a terra sotto i gradini del presbiterio(foto tutto. Alle vittime di questa pandemia, al dolore tranquillizzato i fedeli
ce di chi sta male: i medici, gli
infermieri, il personale sanita-
con il Pontefice Ansa). Quindi è seguito il triplice svelamento della Croce che ha
preceduto l’atto di adorazione. Il bacio alla Croce, per
del mondo ma guardando alla speranza. La spe-
ranza non toglie il dolore, ma non delude». No-
della sua diocesi sulle
sue condizioni di
rio (rappresentati dagli addetti prostrato a terra l’emergenza sanitaria in atto, è stato limitato quest’anno al solo nostante tutto «sempre la Pasqua finisce nella salute. «Grazie a Dio
della Direzione sanità e igiene Pontefice. Durante la Liturgia della Parola è stato letto il Resurrezione e nella pace, ma non è un happy sto guarendo e tra
del Vaticano e due dottori del racconto della Passione secondo Giovanni. L’omelia, come di end. È proprio il compromesso dell’amore che non molto – scriveva
Policlinico Gemelli e dell’Uni- consueto, è stata tenuta dal Predicatore della Casa Pontificia, ti fa passare questa strada dura. Ma Lui l’ha fat- in quella occasione –
versità Cattolica, Esmeralda Ca- padre Raniero Cantalamessa. Nel corso della Liturgia è stata ta prima e questo ci conforta e ci da forza». «Vi dovrei essere
pristo e Paolo Maurizio Soave, aggiunta una preghiera per «i tribolati nel tempo dell’epidemia», ringrazio tanto – conclude Francesco – , anche dimesso». Anche in
i quali curano i contagiati dal- perché «Dio Padre conceda salute ai malati, forza al personale io vorrei dire che vi voglio bene. A tutti. Grazie e quell’occasione il suo
l’epidemia). E poi quelli che la- sanitario, conforto alle famiglie e salvezza a tutte le vittime che che il Signore vi benedica». A. Cal. grazie a chi lo ha
vorano nei servizi essenziali. sono morte». (G.C.) curato: «Tutta la mia
riconoscenza va ai
medici, agli infermieri
PARLA LA GIORNALISTA TATIANA MARIO CHE HA RACCOLTO I TESTI DELLE STAZIONI e a tutto il personale
sanitario del

«Io, volontaria dietro le sbarre, dove la sofferenza si trasforma in riscatto» Policlinico Agostino
Gemelli che si stanno
prendendo cura di
SARA MELCHIORI e seguita da milioni di persone, in Al carcere Tatiana si avvicina gra- todologia che mi ha aiutato anche voro con la possibilità di dare un’al- me– scriveva
Padova un silenzio del Venerdì Santo anco- dualmente, ne scrive sul settimana- fuori a vivere diversamente i miei tra opportunità a un’esistenza». mercoledì scorso – e
ra più assordante in tempo di Co- le diocesano, ma «era sempre rima- rapporti personali, guardando la «Quest’esperienza mi ha cambiato di tanti altri pazienti

L
a città nella città, la città invi- vid–19. Una Via Crucis che ha dato sto sullo sfondo, non ero mai riusci- persona e non ciò che compie». – confida Tatiana – è stato un pri- con grande
sibile, un microcosmo scono- voce a tutti i volti legati al carcere: il ta a capirlo veramente anche se ero Poi arriva la proposta della Via Cru- vilegio lavorare per papa France- competenza e
sciuto… il carcere è un mon- detenuto, il magistrato, i familiari entrata sia al circondariale sia alla cis, un’esperienza unica. Da un lato sco e mi ha profondamente arric- dimostrando una
do ignoto ai più, le cui dinamiche dei detenuti e delle vittime, il prete, casa di reclusione, e scrivendone la difficoltà. «Trovandomi di fronte chito dal punto di vista umano e profonda umanità,
profonde sfuggono. Per “entrarci” ci la volontaria, l’operatore, la guardia sentivo che mi sfuggiva qualcosa». a storie potenti avevo paura. Sapevo della fede. Vedo Dio più vicino, lo ri- animati dai sentimenti
vuole tempo, pazienza, silenzio, a- penitenziaria. Poi l’esperienza con la parrocchia del di addentrarmi in terre aride e an- conosco nella vita delle persone del buon samaritano».
scolto, sospensione del giudizio. È «Papa Francesco non voleva che fos- carcere, partecipando alle catechesi che calpestate, temevo di varcare che ho incontrato e nei segni che ha Quindi un pensiero
stato così per Tatiana Mario, 44 an- sero solo le storie delle persone de- e agli incontri con le persone dete- confini che non mi era lecito varca- lasciato: sono germi di speranza. speciale per il papa
ni, sposata, madre di due bambine, tenute ma anche di chi ci lavora, del- nute. «Allora ho capito che mi man- re e che la porta si chiudesse, perché Ad ogni Stazione c’era una perso- Francesco: «Sono
giornalista del settimanale diocesa- le vittime o dei familiari dei detenu- cava il contatto diretto con chi lo vi- quando parli di dolore e sofferenza na ad attendermi, con la sua storia, molto grato al nostro
no di Padova La Difesa del popolo e ti che spesso portano essi stessi sul- ve tutti i giorni», qualsiasi ne sia il ognuno ha il proprio modo di af- le sue conquiste o poche certezze, vescovo Francesco
volontaria in quella che viene chia- le loro spalle lo stigma sociale – rac- motivo: lavoro, volontariato, deten- frontarla, anche per difendersi». Dal- la sua sofferenza, ma tutte legate al per la sua preghiera,
mata la “parrocchia del carcere Due conta Tatiana –. Con don Marco ab- zione, servizio. «È stato un avvicina- l’altro la bellezza di «scoprire come Vangelo, alla bella notizia. È stato per la vicinanza e la
Palazzi”. Insieme con don Marco biamo individuato le 14 storie, siamo mento graduale, entravo, mi sedevo le persone si lasciavano andare, ca- anche un percorso di redenzione, paternità che mi ha
Pozza, cappellano della casa di de- partiti dal Vangelo, l’abbiamo medi- in silenzio e ascoltavo. Per un anno pivano che non eravamo lì per giu- una Via Lucis: per quanto possa dimostrato anche in
tenzione, ha raccolto le meditazio- tato e solo dopo abbiamo incontra- ho ascoltato, cercando e imparando dicare, o mi hanno accompagnato sbagliare c’è sempre Dio che scom- questa occasione»,
ni per la Via Crucis guidata ieri da to le persone che si sono lasciate a vedere la persona prima della pe- dal vento degli ideali, come nel caso mette su di me». scriveva l’8 aprile il
papa Francesco in piazza San Pietro condurre all’interno della Parola». na e del reato che ha commesso, me- del magistrato, che li muove nel la- © RIPRODUZIONE RISERVATA cardinale De Donatis.
6 PRIMO PIANO Sabato 11 aprile 2020

Coronavirus:
la fede
«Aiutami a dire arrivederci»
La Chiesa di Vigevano mette in campo una linea telefonica per sostenere le famiglie che hanno perso
un proprio caro in questa pandemia. «Accanto a loro per vivere e superare lo smarrimento del dolore»
FILIPPO RIZZI L’INIZIATIVA
Una scelta che è
O
ffrire attraverso una telefonata, una chia-
mata via Skype un segno concreto di pre- stata sollecitata
senza visibile della Chiesa verso i più fra- dal vescovo
gili, ma soprattutto riuscire a garantire così un ac-
curato e competente servizio di ascolto e di so- Gervasoni di
stegno emotivo rivolto a tutte quelle persone col- fronte al crescere
pite da un lutto non preventivato di un familiare dei morti
morto a causa della pandemia del Covid–19. È la
molla che ha spinto il vescovo di Vigevano Mau-
Don Segù: si
rizio Gervasoni a istituire e far decollare, in tem- tratta di elaborare
pi record, lo sportello di ascolto gratuito “Aiuta- la perdita del
mi a dire arrivederci”, affidandolo al centro di con- parente e di gestire
sulenza familiare della diocesi lomellina.
A guidarlo è il sacerdote e psicologo don Massi-
un sentimento
mo Segù. «A indurci a mettere in piedi questa umano e psichico
struttura oltre al suggerimento del nostro vesco- che sconvolge
vo – racconta il sacerdote – è stata la richiesta di-
retta dell’Azienda di tutela della salute (Ats) di Pa-
via che ha compreso che la vera emergenza non
era tanto aiutare le persone a elaborare il lutto
ma a gestire anche emotivamente il senso di una
perdita improvvisa di un congiunto che rappre-
sentava per quel nucleo familiare, spesso, il ful-
cro». E osserva: «Vorremmo attraverso questa i- Da “Figli
niziativa essere accanto a queste persone colpi-
te da un lutto così traumatico soprattutto in que- in cielo”
sta emergenza, durante la quale non è possibile una rete
salutare i loro cari. Non solo: anche noi fisica-
mente non possiamo ricevere queste persone co-
di preghiera
sì emotivamente fragili e devastate in un luogo,
ma ci dobbiamo accontentare di farlo a distanza». Oltre alla rete dei
Nello specifico lo sportello (aperto da lunedì a ve- A Seriate (Bergamo) la benedizione delle bare delle vittime di coronavirus / Fotogramma servizi diocesani e a
nerdì; mail:info@accfvigevano.it; cell. quella dei consultori
371.482.77.80) consentirà come primo impatto familiari, anche
di aiuto tre colloqui tramite dispositivi a distan- L’IMPEGNO DELLE DIOCESI CON I CONSULTORI DI SOSTEGNO movimenti e

Essere accanto a chi è toccato dal lutto


za (telefono o Skype) con psicologi, psicotera- associazioni si sono
peuti e consulenti familiari. «Alla luce di una pos- mobilitati per offrire
sibile crescita dei morti provocati da questa pan- supporto psicologico
demia – racconta don Massimo – il nostro spor- e spirituale alle
tello si coordinerà con altre due Chiese partico- persone colpite dal
lari confinanti con il nostro territorio, Pavia e Tor-
tona, proprio per garantire questo servizio parti-
colare in modo più “largo” alle tante situazioni di
fragilità». Una chiamata sul campo e in trincea
«Dietro le lacrime il bisogno di Dio» dolore per la morte di
un familiare. Tra le
altre realtà c’è “Figli in
cielo”, che da tanti
verso chi soffre per don Massimo che non deve LUCIANO MOIA con una sorta di “centralino” in grado di fil- del Centro della famiglia, dove psicologi e anni segue in modo
spaventare ma deve diventare uno strumento di trare le richieste. «Siano impegnati a pieno re- psicoterapeuti sono disponibili, attraverso le specifico i genitori

C
concreto supporto a queste nuove fragilità. «Il no- hiedono ascolto più che risposte, gime da un paio di settimane e abbiamo ri- piattaforme di videocomunicazione, per ac- segnati dalla
stro intervento che precede ciò che scientifica- sperano che dall’altra parte del te- cevuto circa 150 telefonate ma – racconta An- cogliere e accompagnare i bisogni di singoli sofferenza per la
mente si chiama “elaborazione del lutto” – spie- lefonino ci sia una voce accogliente, tonio Mazzucco, responsabile del Consulto- e famiglie in questa fase particolare. «Le fa- perdita di un figlio. «In
ga – sarà quello attraverso i primi tre incontri di un tono amichevole e, soprattutto, disponi- rio Scarpellini di Bergamo – siamo convinti miglie sono sottoposte a nuovi tipi di stress queste settimane però
aiutare queste persone ad accettare queste per- bilità di tempo e di pazienza. Di fronte al do- che il grosso deve ancora arrivare. La maggior che – osserva don Francesco Pesce, diretto- – spiega la fondatrice
dite traumatiche, di cercare di calmarle e farle lore lacerante per la perdita di una mamma, parte delle persone, dopo l’iniziale momen- re del Centro – derivano dal confronto con la Andreana Bassaneti –
sentire persone ascoltate. Speriamo così grazie a un papà, un figlio soprattutto a causa del co- to di smarrimento, deve ancora elaborare ciò fragilità, la paura verso il futuro, il carico e- la nostre comunità di
questi interventi mirati di far avvertire loro la pre- ronavirus, le persone che si mettono in con- che è capitato. Ora siamo nelle fase in cui ci ducativo, l’incertezza a livello economico e famiglie, si sentono
senza di qualcuno con cui parlare e affrontare le tatto con gli sportelli di ascolto spirituale sono da soddisfare tante richieste pratiche, la paura per la perdita del lavoro, l’appesan- chiamate a “stare”
prime necessità…». messi in piedi in tante diocesi, spesso con la poi arriveranno le domande più spirituali». timento della relazione di coppia, tante for- accanto alle famiglie
Un’emergenza quella di un lutto improvviso e co- collaborazione della rete dei consultori fa- Già in questa fase però c’è da accogliere tan- me di solitudine, le sfide e le tensioni della che vivono la stessa
sì violento, che può mettere in crisi la stessa di- miliari di ispirazione cristiana, sperano so- convivenza. In particolare, la gestione della dolorosa esperienza,
namica di vita ordinaria di altre persone dentro prattutto di trovare una voce capace di ac- malattia e del lutto, segnati anche dalla man- portando la
le mura domestiche. «In molti casi spesso non si cogliere e di ascoltare. Nell’approccio si con- Da Nord a Sud della Penisola canza di possibilità di un contatto con la per- consolazione che loro
tratta solo di consolare queste persone e cercare densano richieste di vicinanza umana e di l’impegno di offrire una “voce sona ammalata in ospedale, sta appesan- stesse hanno ricevuto
di dare un senso a queste scomparse, ma dob- conforto. Poi quasi sempre, dietro parole e la- amica” coniugando il supporto tendo molto la vita delle famiglie». da Gesù Cristo
biamo “soccorrere” queste persone che spesso crime, spunta un bisogno di vicinanza spiri- psicologico e l’assistenza spirituale Accanto al servizio di consulenza gratuita risorto». “Figli in cielo”
hanno loro stesse contratto il Covid–19 a rialzar- tuale con le grandi questioni della vita e del- chiesto dalla diocesi, il Centro della famiglia è nata circa trent’anni
si, a prendere le medicine, a nutrirsi e curarsi, a la morte, il significato del dolore, il desiderio Mobilitati sacerdoti, esperti e ha ampliato il servizio “#oltreladistanza Ri- fa, con approvazione
quali terapie affidarsi in questi frangenti cruciali di indagare il silenzio di Dio. Ecco perché, la volontari. Parlano i referenti maniamo connessi”, attivando altre iniziati- ecclesiale, ed è
e difficili: sostenerle insomma in quel minimo li- maggior parte delle iniziative di ascolto av- «Al confronto con la fragilità ve a supporto delle famiglie, attraverso la dif- estesa in quasi tutto il
vello di funzionamento delle loro esistenze». U- viate in queste settimane cercano sempre di si unisce l’incertezza del futuro» fusione di video e articoli dei professionisti territorio nazionale e
na frontiera di ascolto quella descritta da don coniugare due esigenze, quella psicologica e del Consultorio su varie tematiche, sempre in alcuni Paesi
Massimo che ha quasi il sapore della sfida. «È cer- quella spirituale, nella consapevolezza che attinenti la vita e le sfide di questi giorni dif- all’estero. «In questo
tamente così – è la riflessione finale – perché ci non sempre è possibile distinguere nella sof- to smarrimento, tanta solitudine. «Chiama- ficili. Lo stesso don Pesce e un altro sacerdo- momento tragico, non
troviamo spesso di fronte a persone sole a cui do- ferenza delle persone, cioè che può essere le- no persone che hanno perso i familiari e ri- te sono disponibili per consulenze sul piano potendo continuare
vere far accettare la morte in solitudine dei loro nito con gli strumenti delle scienze umane o tengono insopportabile – prosegue l’esper- spirituale, per chi cerca luce e senso per vi- l’accompagnamento
cari, visti per l’ultima volta spesso nel momento con quelle della fede. to – non avere il conforto dei sacramenti. vere da credenti questo tempo. delle famiglie con i
in cui sono stati caricati in tutta fretta su un’am- Con questa consapevolezza, già all’esplode- Tanti semplicemente chiedono preghiere e, Grande impegno anche nel Lecchese, dove consueti incontri
bulanza e deceduti spesso in un “anonima” cor- re della pandemia, il vescovo di Bergamo, in quel caso, abbiamo il sostegno delle nostre la fondazione “Don Silvano Caccia” a cui so- diocesani mensili e
sia d’ospedale. Mancando un rito di congedo co- Francesco Beschi, ha dato mandato a un Clarisse, ma anche chi, sconvolto dal dolore, no collegati quattro consultori della rete Fel- parrocchiani
me un tradizionale funerale con la Messa queste gruppo di sacerdoti coordinati da don Al- è assalito dai dubbi su Dio. Ci vuole tanta ca- ceaf a Lecco, Merate, Erba e Cantù, ha rispo- settimanali – osserva
persone sono private della consapevolezza del berto Monaci e alla fondazione “Angelo cu- pacità di ascolto. Sarà un percorso lungo». sto alle richieste di aiuto arrivate dai territo- ancora la
saluto e del successivo distacco dai loro cari. È stode” a cui fanno capo i sei consultori della Anche la diocesi di Treviso ha avviato fin dal- ri. «Abbiamo messo a disposizione 15 tra psi- responsabile –
questo forse è per loro la ferita più dolorosa da ac- Bergamasca, di mettere in piedi una struttu- le prime settimane dell’emergenza un servi- cologi e psicoterapeuti volontari che – spie- straziati dalle
cettare e da superare». ra capace di raccogliere le richieste di soste- zio di Consulenza psicologica gratuita attra- ga Laura Cereda, mediatrice familiare che fa numerosissime
© RIPRODUZIONE RISERVATA gno. Sono stati attivati due numeri dedicati verso il Consultorio familiare socio–sanitario parte del direttivo della fondazione – colla- vittime che ogni
borano con i servizi sociali dei Comuni. C’è giorno ci lasciano e
un operatore che raccoglie le domande di dall’immenso dolore
L’INIZIATIVA PER SOSTENERE FRAGILITÀ E ANSIE DEL CORONAVIRUS aiuto e segnale le varie esigenze agli psicolo- delle loro famiglie,
gi che poi si mettono in contatto con le per- spesso private di un

Lo “sportello” di Albano per curare le sofferenze dell’anima sone». Quando la richiesta nasce da un bi-
sogno spirituale, la rete può contare sulla di-
sponibilità dei padri somaschi di Vercurago
ultimo abbraccio, una
carezza, un parola di
conforto, è sorto

N
ella diocesi di Albano, il ve- so proprio dalle situazioni di soffe- ti, religiosi e laici con adeguata pre- no rispondere più adeguatamente (provincia di Lecco, diocesi di Milano) del immediato il bisogno
scovo Marcello Semeraro renza. Alla luce di una situazione parazione professionale. Il servizio alla richiesta. santuario di San Girolamo Emiliani. Da qual- di formare nelle nostre
ha affidato il servizio di aiu- così difficile, la diocesi di Albano è attivo attraverso un numero te- Nella diocesi di Albano un prezio- che giorno la fondazione “Don Silvano Cac- comunità incontri a
to e sostegno psicologico e spiri- ha inteso offrire un servizio di a- lefonico di rete fissa (06 83950410 so supporto è svolto anche dal- cia” ha organizzato uno sportello di ascolto distanza in unione
tuale al coordinamento di suor scolto e di sostegno, sia sotto l’a- dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle l’Ufficio diocesano per la famiglia. anche presso la Rsa “Airoldi e Muzzi” di Lec- spirituale, per
Laura Oliveri d’intesa con il diret- spetto psicologico sia 12, e dalle ore 15 alle Il direttore, don Carlino Panzeri, co, sia per il sostegno degli operatori, sia per accompagnare chi è
tore della Caritas diocesana, don sotto quello spiritua- Importante 18. Oppure si può con il sostegno dei collaboratori i parenti degli anziani defunti. «Le persone salito in cielo e
Gabriele D’Annibale. Il servizio, “Ti le. Dal confronto sul- anche il sostegno scrivere a tiascol- Massimo e Luisanna Garau, ha dif- che si rivolgono a noi – conclude Laura Ce- abbracciare se pure
ascolto…” è risvolto alle persone la fede, al dialogo spi-
che svolgono professioni a rischio, rituale, dal sostegno
spirituale offerto to@diocesidialbano.it
(specificando nome e
fuso una serie di tracce di preghie-
ra finalizzate al sostegno spiritua-
reda – chiedono ragioni per sperare oltre l’u-
mano. E spesso a chiedere aiuto sono anche
virtualmente o
telefonicamente le
o in condizioni emotivamente pe- psicologico a medici dal direttore numero telefonico a le delle famiglie in questa lunga non credenti. Attraverso il dolore forse ger- loro famiglie». A
santi, ma anche a chi sente la ne- e infermieri, fino a chi dell’Ufficio cui essere richiama- Quaresima segnata dalla sofferen- moglierà un piccolo seme». chiamare sono
cessità di un supporto sia psicolo- cerca ascolto e dialo- famiglia, don ti). In base al tipo di za del digiuno dai sacramenti e dal- Sportelli per il conforto spirituale dei fami- spesso le famiglie
gico, sia spirituale per vivere l’ e- go perché non riesce
mergenza sanitaria. Una risposta a metabolizzare una
Carlino Panzeri necessità, verrà offer-
to un ascolto psicolo-
l’incertezza esistenziale. «Dare for-
za e motivazioni alla piccola chie-
liari colpiti dal lutto sono sorti anche in tan-
te altre diocesi. A Bolzano Bressanone, per
stesse colpite dal
lutto, ma anche
concreta a tante situazioni di fra- situazione esistenzia- gico e/o spirituale da sa domestica – ha osservato don esempio, è stata rinforzata una struttura già parenti e vicini. E non
gilità e di vulnerabilità in cui tutti, le di profonda incertezza, l’inizia- un gruppo di persone (sacerdoti, Panzeri – si traduce sempre in un esistente; a Lecce, presso il consultorio dio- solo per la perdita di
magari senza accorgercene, speri- tiva decisa dal vescovo Semeraro religiose e laici) con competenza conforto spirituale ma anche in un cesano “La famiglia”, l’iniziativa è sorta nei persone anziane, ma
mentiamo ansia e paura. E in cui e- intende rispondere a un bisogno, ed esperienza nell’ambito dell’ac- sostegno esistenziale spesso deci- primi giorni di emergenza sanitaria, e ha già anche di un figlio o di
mergono con una forza nuova do- purtroppo sempre più diffuso, gra- compagnamento. Oppure verran- sivo. Noi andiamo avanti». (L.Mo) risposto a decine di richieste. una figlia (info su
mande profonde, sollecitate spes- zie alla collaborazione di sacerdo- no indicati altri servizi che potran- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA www.figlincielo.it).
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 7

Coronavirus:
la fede
«Chi prega recupera il tempo»
Nel giorno del nascondimento di Dio, la Chiesa invita a guardare a Maria “donna del Sabato Santo”
Padre Perrella: lei è la combattente del cristianesimo, ci ricorda che il Signore non ci abbandona mai
RICCARDO MACCIONI È un dato storico, inappellabi- male che viene vinto solo dal pa Benedetto abbia parlato che è ecclesiale, escatologico, Viviamolo come Maria, medi- INTERVISTA
le che nei momenti più tene- Signore ma lei, come dicevo spesse volte del tentatore co- ci dice invece che se vuoi es- tando sul Vangelo, ripercor-
Parla il presidente
I
l giorno del silenzio. Del brosi per l’umanità, i credenti in un altro volume, è la com- me presenza reale, che affa- sere cristiano devi vivere co- rendo i tanti misteri, i fatti del-
nascondimento di Dio, si rivolgono alla Vergine. Pen- battente del cristianesimo, in scina, che ci rende plastici a me lei, lontano dal male. Ma- la vita di Cristo, e saremo edi- dei mariologi
della sua apparente as- siamo al bellissimo inno di san Cristo è l’esorcista nella Chie- se stesso e, questa la sua for- ria ci ricorda che il Signore ficati, consolati, spronati alla italiani: la storia
senza. Il giorno del vuoto, del- Bernardo di Chiaravalle: «se sei sa. Mi ha incuriosito che pa- za, ci fa dimenticare di Dio, ci non ci abbandona. In questo speranza. In un certo qual mo-
la fede schiacciata sotto la pie- nell’oscurità, guarda alla stel- pa Francesco recuperando il fa quasi invaghire di un tem- momento così difficile per do è una lectio divina intensa, ci insegna che
tra della tomba di Cristo, in cui la, invoca Maria». La Chiesa coraggio, che fu di Paolo VI, po, di una realtà senza il Si- tutti, in cui buoni e cattivi so- reale che ci porta alla gioia del- nei momenti più
anche i discepoli sentono al- non fa altro che rinnovare nei di Giovanni Paolo II e di pa- gnore. Il messaggio mariano, no sottoposti all’imperiali- la Pasqua, gioia che è frutto del bui ci si rivolge
lungarsi il buio nel cuore. Sa- fedeli una particolare atten- smo tragico di un virus che dolore, della speranza e anche
bato Santo è un tempo sospe- zione verso la concreta mater- uccide, mortifica e costringe della morte. Se Cristo non
alla Madre
so di dolore, di oscurità, di so- nità della Madre. Non è un ca- alla solitudine, il suo silenzio muore, non avremo noi la vi- Pietà popolare
litudine, di morte e insieme di so che papa Francesco nella operoso e orante ci sostiene ta. In questa crisi dell’umano, vuol dire del
preghiera, di speranza pronta sua grande preghiera al Signo- perché non rimaniamo ozio- anche escatologica perché la popolo cristiano,
a tramutarsi in storia, con le re perché ci liberi, con la me- si nell’ottusa paura ma sap- gente oggi non crede nella vi-
porte aperte ai primi raggi lu- dicina, la prudenza e la scien- piamo recuperare il tempo. ta eterna, Maria è un modello.
non popolana
minosi di Pasqua. Sentimenti za, dal coronavirus ha voluto Noi dobbiamo essere i signo- Non di speranza nel tragico e avulsa dal
che sono della Vergine, che l’immagine della Vergine Sa- ri del tempo, non il tempo il nulla, ma nelle promesse di contesto della fede
raccoglie in sé la Chiesa inte- lus populi romani e il crocifis- nostro signore, come ci dice Dio. Soprattutto in questo mo-
ra. Donna e madre in cui l’an- so di san Marcello. Che non so- il Vangelo. mento di dolore, di angoscia,
goscia non piega la certezza no totem ma segni, in questo Come dobbiamo vivere que- di solitudine, diciamo pure di
che la vita non muore e, anzi, caso rassicuranti, di cui l’uo- sto Sabato Santo? paura, Gesù ci dice: perché te-
già prepara l’incontro con il Ri- mo ha bisogno per impetrare mevate? Io sono con voi, non
sorto. «La Maria del Sabato dal cielo la grazia: Signore li- abbiate timore.
Santo – spiega padre Salvato- beraci dal Maligno. «L’icona di Maria Ma uno studioso come lei,
re M. Perrella docente di dog- C’è chi in questo periodo accu- Salus populi romani quale preghiera rivolge spon- Bari, Cacucci
matica e di mariologia al Ma- sa la Chiesa di essersi chiusa.. e il crocifisso di san taneamente alla Madre?
rianum, e di teologia alla Fa- Come presidente dei mariolo- Personalmente l’Ave Maria ai detenuti:
coltà di medicina del Gemelli gi ho ricevuto tante telefonate, Marcello, esposti perché compendia tutta le Gesù ricorda
di Roma – è attestata dalla di persone, di sacerdoti che mi dal Papa non sono realtà della Vergine, il pensie-
ognuno di voi
Scrittura. Il testo celebre è Gio- chiedono perché il Papa non totem ma segni che ro del cielo, il pensiero della
vanni 19, 25–27 che la ritrae ai permetta le processioni, le ro- terra, il pensiero della Chiesa,
piedi della Croce. Poi non ab- gazioni eccetera, perché la
aiutano l’uomo. Maria il pensiero del credente. In Due lettere per dire:
biamo altre notizie nel Nuovo Chiesa si sia messa in esilio. Io è il più bel Rosario questa preghiera ritrovo la Ma- “Non siete soli!”. Le
Testamento che ne documen- rispondo che la Chiesa non si vivente, in lei veniamo ria del cielo che è stata la Ma- ha scritte
tino la presenza se non dopo è esiliata ma sta recuperando sempre riannodati a Dio» ria delle terra e che ci porta a l’arcivescovo di Bari–
nel tempo di Pentecoste, il tempo della preghiera, per- vedere in lei il frutto più bello Bitonto, Francesco
quando la troviamo nella co- ché pregare significa recupe- del perdono, della redenzione Cacucci, ai detenuti
munità dei discepoli. Ma la rare il tempo, che non è solo di Cristo. E quindi il Rosario della casa
narrazione del Venerdì Santo per Dio ma anche per noi, per che Bartolo Longo definiva ca- circondariale “Rucci”
possiamo benissimo traslarla una nostra sanità mentale. Og- tena dolce che ci riannoda a e ai ragazzi
anche nei giorni di “riposo” di gi a noi oggi manca l’igiene del Dio. E Maria è il più bel rosa- dell’istituto penale
Cristo nel sepolcro. Questo ha pensiero e della preghiera, rio vivente perché nella sua per i minorenni
permesso alla Chiesa orienta- manca l’igiene della speranza. persona, nel suo esempio, nel- “Fornelli” di Bari.
le e occidentale di celebrare, Un suo libro è dedicato al rap- la sua preghiera, veniamo con- «Immagino quanto la
come diceva Paolo VI, Santa porto tra la “Benedetta” e il tinuamente riannodati dalla detenzione sia resa
Maria in Sabato come «me- “Maledetto”, alla lotta tra la sua intercessione a Dio, in Ge- ancora più dura da
moria antica e discreta» fa- Vergine e il Maligno. sù Cristo. questa pandemia.
cendo risaltare, con il Signore Non è Maria a sconfiggere il “La Crocefissione”, opera del Masaccio Padre Salvatore M. Perrella © RIPRODUZIONE RISERVATA Comprendo quanto
nella tomba, il silenzio della vi manchino i
Chiesa, e soprattutto il silen- colloqui con i vostri
zio orante e meditante della MARCO BONATTI
TORINO familiari», scrive
Torino

L’ostensione della Sindone


Madre di Gesù. La Chiesa fis- Cacucci ai primi,
sa lo sguardo su Maria che pre- assicurando «una

«D
ga e rammenta ciò che è il mi- esidero esprimere il mio vivo apprez- particolare
stero di Cristo, dalla concezio- zamento per questo gesto, che viene preghiera» da parte
ne alla nascita, all’infanzia, al incontro alla richiesta del popolo fe- sua e di «tutti i fedeli
ministero messianico avendo
soprattutto come riverbero fi-
nale la sua presenza nella co-
munità degli apostoli, come
dele di Dio, duramente provato dalla pandemia».
Anche Francesco si «fa presente» alla preghiera da-
vanti alla Sindone che l’arcivescovo Cesare Nosi-
glia guida oggi dalla Cattedrale di Torino. Il mes-
per un mondo minacciato e le parrocchie. Non
siete soli!». «Mentre
contemplo Gesù in
croce, non posso
testimone e madre del Signo- saggio difuso dalla Sala Stampa vaticana è un af- doci alla contemplazione di una “tenerezza” che ri- dei social media. L’evento sarà infatti visibile su una non fissare lo
re Risorto. La liturgia cattolica fettuoso abbraccio all’arcivescovo, alla Chiesa di manda direttamente a quella di Dio». pagina Facebook dedicata, “Sindone 2020”. Da qui sguardo con
– prosegue il presidente dei Torino e a tutti quanti vedono nella Sindone quel Se oggi si potesse fotografare il mondo dall’alto, evi- oltre alla preghiera, prima (dalle 16.30) e dopo (fino commozione su quel
mariologi italiani – ha recupe- segno attraverso cui, scrive il Papa, «vediamo an- denziando i flussi delle comunicazioni telefoniche alle 18.30) la contemplazione della Sindone si arric- “buon ladrone”, che
rato la presenza di Maria nel che i volti di tanti fratelli e sorelle malati, special- e dei collegamenti tv, per una mezz’ora si vedrebbe chirà di commenti, testimonianze, riflessioni e con- fa compagnia da
Sabato Santo e soprattutto nel mente di quelli più soli e meno curati; ma anche che Torino è uno dei poli verso cui si concentra il tributi di esperti. I contenuti della diretta social so- crocifisso al
Triduo Sacro. In particolare il tutte le vittime delle guerre e delle violenze, delle maggior numero di luci. Per la preghiera di fronte al- no collegati al “nodo” che ha portato a decidere di Crocifisso»,
Venerdì Santo quando, grazie schiavitù e delle persecuzioni». la Sindone nel giorno del Sabato celebrare la preghiera: in un momento in cui il mon- prosegue. Per
al Messale riformato e ripristi- Il messaggio di Francesco sarà let- La diretta tv a partire Santo si stanno mobilitando tutti: do intero è sotto la minaccia del contagio, la fede ci Cacucci «sono
nato da Giovanni Paolo II, do- to da Nosiglia in apertura della dalle 17. Il messaggio del la diretta tv viene trasmessa su spinge non solo a chiedere aiuto al Signore ma an- stupende le parole
po l’adorazione della Croce è preghiera. L’arcivescovo ha rila- Papa: in Lui il volto dei Tv2000 (canale 28 e 157 Sky) dalle che a cercare le ragioni della salvezza in quella im- che rivolge a Gesù:
possibile e vivamente consi- sciato già oggi una dichiarazione 17, su Raitre (dalle 16.55 alle 17.30). magine che, dal silenzio e dal mistero, testimonia “Ricordati di me
gliato il ricordo di Maria ai pie- in cui, ringraziandolo sottolinea sofferenti. Nosiglia: una Diretta anche sui siti web di Avve- che anche la morte è stata sconfitta dal Risorto. Per quando sarai nel tuo
di della Croce. E allora si dà che «il Santo Padre ci regala un suo “fraternità necessaria” nire (www.avvenire.it) e della Cei questo il Custode della Sindone ha scelto come mot- regno”. Aveva
possibilità alla pietà popolare, nuovo insegnamento sulla Sindo- tiene insieme l’umanità (www.chiesacattolica.it). Inoltre to per l’evento odierno «Più forte è l’amore». Per sbagliato, era in
che vuol dire del popolo cri- ne, quando sottolinea come quel sarà diffuso sul sito della Santa Se- monsignor Nosiglia sono parole che testimoniano la croce per scontare
stiano, non popolana e avulsa Volto ci debba richiamare tutte le vittime di morti vio- de (www.vaticanews.va) e distribuito a emittenti cat- volontà di perseverare nella speranza e di aprire al- una giusta pena»,
dal contesto della fede, di in- lente e atroci che, oltre ai morti del contagio, ci ob- toliche in Italia, Europa, Usa, Brasile e nell’Africa sub- la carità concreta e alla fraternità l’esperienza di pre- eppure sente di
tonare lo Stabat Mater. bligano a riflettere sul senso delle nostre vite, e su sahariana. Poi tramite la distribuzione su Telepace ghiera. Anche l’arcidiocesi di Torino, infatti, è forte- nutrire «una speranza
Mai come oggi si è guardato a quella “fraternità necessaria” che tiene insieme l’u- il segnale sarà rilanciato in Nord Africa, Medio O- mente impegnata – con Caritas, parrocchie, asso- che niente e nessuno
Maria con tanta apprensione manità». Nosiglia ricorda anche il messaggio del 2013 riente e Australia e ancora sul canale 815 TvSat. ciazioni – a offrire aiuto e vicinanza ai più bisogno- può azzerare e che
e insieme speranza. Nei mo- (ostensione dedicata a giovani e malati) e quel gesto In occasione di altre ostensioni le televisioni aveva- si, sempre nel rispetto delle norme del Governo sul va persino oltre
menti di difficoltà ci si rivolge del 2015, quando Francesco si alzò e andò a tocca- no seguito in massa la Messa di apertura. Ma oggi distanziamento sociale. questa vita». Cacucci
alla mamma. re la teca della Sindone «quasi a carezzarla, apren- l’attenzione è “esplosa” grazie anche al potenziale © RIPRODUZIONE RISERVATA esorta i detenuti a
trovare in questi
giorni «un momento
LA LETTERA di preghiera» e a dire:
«Gesù, ricordati di

Sepe agli «amici dietro le sbarre»: non cedete alla paura verso il virus me». «Vi assicuro che
di nessuno Dio
dimentica il nome»,
L’arcivescovo ROSANNA BORZILLO contrare con gli amici e i parenti, come si tenere la calma. «Capisco – scrive ai dete- precisa. Ai «carissimi
di Napoli: Napoli era abituati a fare». Tutti temono la tempe- nuti – che anche voi siate in ansia per voi ragazzi» dell’istituto
«Il Signore sta, tutti pensano che sia la fine. «E questo stessi e per le vostre famiglie, e che la con- “Fornelli”, Cacucci

S
i rivolge ai detenuti in «questi giorni ci rende tutti un po’ carcerati e ci unisce a dizione di reclusione vi tiene lontani dai ricorda che «papa
non vi farà difficili, pieni di paure e di preoccu- voi in questo tempo in cui ciascuno, però, vostri affetti in un momento così pieno di Francesco più volte
mancare il suo pazioni» e li chiama «carissimi ami- è chiamato a fare la propria parte per evi- incertezze». La sospensione dei colloqui in questo tempo
sostegno. Vi ci»: l’arcivescovo di Napoli, il cardinale Cre- tare che il virus si possa propagare». con i propri familiari, per impedire che il pensa e prega per
scenzio Sepe, sceglie di scrivere a chi «vive L’invito ai detenuti è, perciò, a mantenere contagio possa entrare all’interno del car- voi. La preghiera
ricordo nella in una condizione di restrizione, resa an- la calma, a sostenere i compagni più fragi- cere, ha inasprito paure e animi. L’arcive- della Via Crucis di
preghiera alla cora più dura dal virus, diffusosi in Italia». li e in difficoltà, a pregare il Signore, che non scovo ribadisce: «So che state comunican- questo Venerdì Santo
Madonna A loro dedica una lettera di incoraggia- ci farà mancare il suo sostegno. «Gesù – ri- do soltanto attraverso i telefonini cellulari, guarda in modo
e benedico mento e, in questa Settimana Santa, invita corda Sepe – sgridò il vento e disse al ma- anche con chiamate in video, ma certo non privilegiato a voi».
a non «avere paura». L’arcivescovo ricorda re: "Taci, calmati!". Il vento cessò e vi fu è la stessa cosa che vedersi di persona; tut- L’arcivescovo poi
le vostre il brano del Vangelo in cui viene riferito che grande bonaccia». Ai detenuti (a cui Sepe tavia è comunque un modo per non inter- conclude: «La
famiglie» Gesù stava nella barca con i discepoli «an- ha dedicato l’anno pastorale con la Lette- rompere i legami e per guardare negli oc- speranza della
che allora – dice – intorno c’era la tempe- ra "Visitare i carcerati", ispirata all’opera di chi le persone a cui volete bene». Poi un in- Risurrezione di Gesù
sta e sembrava che tutto e tutti stessero per misericordia), aggiunge: «non siate pauro- coraggiamento per gli "amici" che Sepe rac- e della vostra
naufragare». si! Gesù disse ai discepoli: "Non avete an- comanda, in modo particolare, nella pre- risurrezione illumini
«Una situazione – dice Sepe – che vi rende cora fede?". E a noi ripete di non avere pau- ghiera alla Vergine, benedicendo «mogli, fi- questa Pasqua e il
simili alle altre persone libere, che sono co- ra e di continuare a rivolgerci a lui con fe- gli e madri a cui va un abbraccio paterno». vostro futuro».
L’interno di un carcere strette a restare a casa e non si possono in- de e speranza». E, poi, un appello: a man- © RIPRODUZIONE RISERVATA (Antonio Rubino)
8 PRIMO PIANO Sabato 11 aprile 2020

Coronavirus:
i territori
Pasqua fra check-point e droni
Si intensificano i controlli, nelle città e nelle località turistiche a caccia di chi viola i divieti anti-virus
Nel mirino anche assembramenti sui terrazzi e nei cortili condominiali. Supermercati presi d’assalto
Da Nord a Sud, si intensificano i controlli a caccia di chi renze saranno utilizzati per controllare i parchi e i Lun- prontato una stretta nei controlli. Intanto la chiusura dei LE MISURE
viola le restrizioni anti-contagio nel week-end di Pasqua. garni. E se le spiagge della Versilia chiudono, in Emilia Ro- supermercati, in molte regioni (ma non in tutte) ieri ha
Governatori e sindaci affilano le armi: oltre ai tradizio- magna non mancheranno i controlli, lungo la riviera, an- provocato lunghe code per chi temeva di rimanere senza
nali posti di blocco, si ricorrerà anche ai droni per scova- che di personale in borghese per scongiurare l’afflusso al- abbacchio, colombe e tutti gli ingredienti per le ricette ti- Governatori
re assembramenti illegali nei cortili e sui terrazzi condo- le seconde case. Sono previsti anche controlli "incrocia- piche della tradizione. Con i negozi chiusi nessuno spo- e sindaci affilano
miniali. Ma anche nei parchi e lungo i sentieri in monta- ti" sulle targhe delle auto parcheggiate. Le strade devono stamento sarà dunque consentito: saranno aperte solo le le armi,
gna, o per scoraggiare fughe al mare o in campagna. A Fi- rimanere vuote, è l’imperativo del Viminale che ha ap- farmacie e domenica mattina le edicole.
per evitare
un eccessivo
QUI MILANO MILANO POSTI DI BLOCCO QUI GENOVA rilassamento
La Lombardia schiera La Liguria alza il muro da parte
degli italiani.
anche i forestali per vietare Nel mirino il popolo Utilizzate anche
le tecnologie
per prevenire
passeggiate nei boschi delle “seconde case” problemi
DANIELA FASSINI rantena obbligatoria, che ANGELA CALVINI piano piano, con prudenza, si
prevede come pena anche Sanremo debba ripartire. Ma in questi

I
n Lombardia anche i fo- l’arresto fino a 18 mesi. giorni di festa servono rigore as-

L
restali scendono in cam- Intanto c’è però anche il pro- e sirene di centinaia di soluto e disciplina. Per tornare a
po per individuare chi, in blema dei negozi. Mentre in barche, yacht e pesche- vivere domani». Per disincenti-
barba alle ordinanze anti– tutta Italia si snocciolano or- recci, si levano alle 18 vare l’arrivo di eventuali vacan-
contagio, abbandona le mu-
ra domestiche. Durante il
dinanze a macchia di leopar-
do fra Regioni e Comuni che
precise come un’unica voce dal
porto di Sanremo a salire verso
zieri o proprietari di seconde ca-
se, su tutto il territorio regiona-
■ Le notizie
week–end pasquale (ma lo ri- decidono di chudere e altri l’Ospedale, imponente dall’alto le sono previsti posti di blocco su

1
peteranno che per i prossimi che preferiscono tenere i ne- della collina, per ringraziare me- strade e autostrade, polizia mu-
del 25 aprile e del 1° maggio, gozi aperti per evitare gli as- dici e infermieri. Sotto un sole nicipale e protezione civile re-
c’è da scommetterci, ndr) le sembramenti, in Lombardia, così caldo che sembra estate, gionale schierata ovunque per
pattuglie dei Carabinieri Fo- se da una parte l’opposizio- quelle sirene che evocano va- fare in modo che nessuno oltre-
restali della Lombardia con- ne chiede le serrande abba- canza e voglia di mare ieri han- passi gli Appennini e sbarchi in È morto il medico
trolleranno a tappeto i bo- sate (Pasqua e Pasquetta), il no sovrastato solo per un minu- terra ligure. Vietato anche l’ac- del Morandi
schi e le aree naturalistiche. governatore Attilio Fontana to altre sirene che corrono a sal- cesso alle spiagge. Come ricor-
Mete preferite in queste gior- preferisce lasciar scegliere i vare vite anche per le strade se- da Toti è ancora in vigore l’ordi- È morto giovedì sera a
nate primaverili calde ed as- negozi. «Non abbiamo impo- mi deserte della città dei Fiori. nanza regionale che prevede che causa del coronavirus il
solate, se non ci fossero i ter- sto nulla – ha chiarito ieri con Fiori che ai tempi del Covid-19 i sindaci possano emanare mi- responsabile dei servizi
ribili bollettini una diretta su vengono buttati sure restrittive di chirurgia
quotidiani che L’allarme: nella Facebook –, al macero dai Piano straordinario ulteriori. dell’ospedale Villa
snocciolano, regione più colpita voi vi dovrete floricoltori in gi- per impedire l’arrivo Una città sotto i Scassi di
proprio qui, in la mobilità si informare per nocchio, come dei turisti dal Nord riflettori come Sampierdarena a
Lombardia, evitare doma- pure lo è il setto- Sanremo, è un Genova. Emilio Brignole,
ancora troppi conferma alta, circa ni (oggi, ndr) re turismo che Italia: chiusi caselli esempio lam- 68 anni, è il primo
decessi. Già di- il 40% . Oltre di fare troppe ha perso solo in autostradali, pante. Sembra- medico ospedaliero
verse persone, 17mila controlli code, di fare provincia di Im- segnalazioni dagli no lontani i tem- ligure deceduto sul
infatti, sono assembra- peria 140 milio- pi delle folle di campo, mentre cercava
stati sanziona-
effettuati in un menti e che si ni di euro. Qui
amministratori fans fuori dall’A- di combattere la
te perché tro- giorno nella possa creare sinora sono sta- di condominio riston all’ultimo pandemia. «Sempre in
vate a passeg- metropoli qualche situa- ti 680 i contagia- Festival della prima linea, si era speso
gio in aree na- zione di peri- ti e 110 morti totali, più delle canzone. Saltata la Milano San- per curare i feriti del
turalistiche, a fare bird wat-
ching, a far legna nel bosco,
colo». Ma i sindacati, le cate-
gorie del commercio di Cgil,
Picco dei controlli sulle strade province di Savona e La Spezia,
meno di quella di Genova (900 i
remo, il Corso Fiorito, chiuso il
Casinò, vietata a tutti la splen-
Morandi e in questi
giorni terribili era in
o a praticare scialpinismo, in Cisle e Uil della Lombardia e- per fermare possibili esodi: morti). In tutta la Liguria sono dida pista ciclo pedonale che corsia per combattere
bicicletta in aree parco urba- sprimono la loro «netta con- stati ieri 59 i positivi, gli ospeda- scorre per 24 chilometri lungo il questa battaglia» scrive
ne, a pescare o chi, più sem- trarietà» alla decisione della 300mila le persone controllate lizzati 1257 (5 in meno dell’al- mare, chiusi i grandi alberghi. in una nota il presidente
plicemente, a fare escursioni Regione di non imporre la troieri) e sostanzialmente stabi- Resta, però, il problema delle se- della Liguria nel suo
sui sentieri di montagna. chiusura dei supermercati e Continua così ad intensificarsi l’attività di li i pazienti in terapia intensiva conde case, che sono centinaia messaggio di
Ma la vera guerra di Pasqua degli ipermercati a Pasqua e vigilanza degli agenti per le strade. Ieri è stato (154), con 28 deceduti, con una solo a Sanremo, in maggioran- condoglianze.
e Pasquetta si giocherà lungo Pasquetta. Nel contempo an- toccato il picco di quasi 300mila controllati. I decrescita dell’onda epidemica. za di torinesi.

2
le strade e autostrade che nunciano che inviteranno i denunciati per spostamenti non motivati sono Ma il timore degli amministra- La “caccia” delle forze dell’ordine
portano alle tradizionali se- lavoratori della Grande di- stati poco più di diecimila. In 32 hanno invece tori locali è che possano au- a chi è arrivato in città dopo il lock-
conde case dei lombardi: ver- stribuzione organizzata (G- violato la quarantena, in crescita rispetto ai 14 mentare i contagi, se il popolo down contravvenendo alle regole
so la riviera ligure, i laghi e le do) a «rimanere a casa con- del giorno prima. Ad ormai un mese dall’inizio delle seconde case dovesse de- imposte dal Governo di isolamen-
montagne. Qui, sarà presso- sapevoli di non togliere nul- delle prescrizioni – l’11 marzo scorso – sono cidere di calare in massa in Ri- to domiciliare, erano già attive, con Treviglio, ospedale
chè impossibile, promettono la in termini di servizio es- stati 6 milioni 180mila i cittadini fermati dalle viera dal Piemonte o dalla Lom- l’obbligo di autosegnalarsi alla Asl in emergenza
le forze dell’ordine, avvici- senziale ai cittadini». Molti forze di polizia per verificare la legittimità degli bardia per le festività pasquali. e di rimanere 14 giorni in quaran-
narsi a una rampa autostra- sono convinti infatti che la spostamenti. In 230mila sono stati denunciati. Quindi Pasqua sorvegliata in Li- tena. Come annunciato anche dal «A oggi non vediamo
dale o percorrere una strada chiusura dei supermercati La quota dei trasgressori si attesta così sul guria e blindata all’arrivo da al- prefetto di Imperia Alberto Intini, ancora la luce in fondo
provinciale senza incorrere gioverebbe anche a quella 3,8%. L’obiettivo – con i ponti del 25 aprile e tre regioni, in pieno accordo con dall’8 aprile sono stati apposti po- al tunnel» ha detto il
nei controlli. La richiesta che limitazione di mobilità, al- dell’1 maggio in arrivo e le sempre più invitanti i sindaci. Il messaggio lanciato sti di blocco ai caselli delle auto- direttore generale Asst
viene ormai ripetuta come meno per i due giorni festi- giornate di primavera – è non far alzare la dal presidente della Regione, strade e sulle principali strade sta- Bergamo Ovest
un mantra dallo scorso 11 vi, efficace per arginare il percentuale di disubbidienti, come ha Giovanni Toti, è chiaro: «State a tali, in particolare la statale della dell’Ospedale di
marzo è sempre la stessa: bi- contagio. sottolineato la circolare inviata giovedì dal casa, la Liguria è chiusa per il Val Roya, presidiata sia da italiani Treviglio, Peter
sogna restare a casa. E non © RIPRODUZIONE RISERVATA Viminale ai prefetti. week end di Pasqua. Io credo che sia da francesi, e la statale del Col Assembergs, in
tutti rispettano le regole. di Nava. Pattuglie e videocamere collegamento con
Preoccupano i dati sugli attive alla stazione ferroviaria di Tv2000. «C’è stato un
spostamenti degli ultimi QUI CAMPANIA Sanremo, droni sul lungomare del- leggero miglioramento –
giorni: il dato della mobilità la vicina Bordighera, vedette della ha aggiunto – ma la
in Lombardia si conferma
(anche ieri) al 40% , in au-
mento rispetto ai dati regi-
Capri, Ischia e la Costiera sorvegliate speciali Guardia di Finanza in mare. Chiu-
sa la frontiera con la Francia an-
che se sono qualche decina al gior-
situazione è
assolutamente critica.
Abbiamo ancora
strati nella scorsa settimana ANTONIO AVERAIMO bile che ha richiamato l’uomo sulla prevista dall’ordinanza regionale in no i turisti del Nord Europa, di rien- tantissimi pazienti
(37%–38%). «Il distanzia- Napoli terraferma e lo ha multato per la vio- vigore. A vigilare ci sarà anche l’eser- tro soprattutto dalla Spagna ai lo- Covid-19, anche se con
mento sociale è l’unica ar- lazione alle norme anticontagio. cito - invocato fin dall’inizio della ro Paesi, bloccati e controllati alla meno pressione sui

N
ma sicura per sconfiggere il elle ultime settimane, Vin- I numeri che scendono ogni giorno di pandemia da De Luca - che in questi frontiera di Ventimiglia. pronto soccorso. Il virus
virus» ripetono dalla regione cenzo De Luca si è distinto più, la situazione tutto sommato "sot- giorni si arricchirà di cento unità per Pochi giorni fa il sindaco di San- sta girando ed è nelle
più colpita dal virus. per essere stato ifra i gover- to controllo" negli ospedali campani, vigilare sui "napoletani indisciplina- remo Alberto Biancheri ha in- case».
Vietati anche gli assembra- natori più rigidi fra i presidenti di Re- la prospettiva di arrivare a vittime ze- ti" che da giorni impazzano sui gior- viato una lettera agli ammini-

3
menti nei cortili condomi- gione in materia di politiche di con- ro il 21 aprile non convincono il go- nali e sulle tv nazionali. Ai militari il stratori di condominio (i quali
niali. Le sirene delle ambu- tenimento del Covid-19. Fin dall’ini- vernatore campano ad abbassare la compito di presidiare le autostrade hanno prontamente girato l’in-
lanze che continuano a per- zio della crisi, in Campania il nume- guardia. Per De Luca, il pericolo di un della regione. Sorvegliate speciali Ca- vito ai condomini) invitandoli a
correre in lungo e in largo Mi- ro dei contagi è stato sempre stato aumento di contagi è sempre dietro pri, Ischia, Procida, la Costiera sor- segnalare alla polizia municipa-
lano dovrebbero essere il de- "sotto controllo" rispetto ad altre re- l’angolo e la sua popolazione va sfer- rentina: che nessuno pensi di sfuggi- le l’arrivo di persone titolari di Cremona, in corsia
terrente e un appello ancora gioni più colpite dalla pandemia. zata ogni giorno attraverso i social. re alla stretta. Ieri, il governatore ha seconde case o ospitate da chi di nuovo insieme
più forte al “buonsenso dei Il prossimo obiettivo di De Luca è "Se ci rilassiamo tra due settimane, annunciato anche l’entrata in vigore, vive a Sanremo. Inoltre molti co-
cittadini”. «La maggiore mo- scongiurare, in vista della Pasqua e avremo migliaia di nuovi contagi", va fra due settimane, dell’obbligo di in- muni dell’imperiese effettue- Per Pasqua, all’ospedale
bilità di oggi – ricordano dal della Pasquetta, il rilassamento che ripetendo da giorni. E, per evitarlo, dossare la mascherina. «Immettere- ranno controlli sulle bollette del- di Cremona, è stata
Pirellone – potrebbe causar- pare intravedersi in questi giorni nel- ha predisposto un piano che non la- mo nelle famiglie tre milioni e mez- le utenze delle seconde case, per riservata per alcune
ci problemi in fase di riaper- le strade di Napoli e della Campania. scerà scampo ai "furbetti" che in que- zo di mascherine. Una ordinanza le controllare se in questi giorni ci coppie una doppia
tura perché quello che fac- Anche ieri, infatti, complice la bella sti giorni vorrebbero concedersi qual- renderà obbligatorie: le distribuire- siano consumi. Per i trasgresso- sorpresa. Come è
ciamo oggi lo vedremo tra 8 giornata e l’aria mite, i carabinieri che uscita o, addirittura, qualche im- mo gradualmente alle farmacie, ai ri, multe salatissime dai 300 ai capitato a Egidio, 79
10 giorni, in termini di con- hanno sanzionato un 68enne che, no- probabile gita fuori porta. Tutto chiu- medici di famiglia, ai Comuni, alla 4000 euro. anni e Anna, 73 e 51 di
tagio, e se ci sarà l’apertura nostante il divieto imposto per evita- so in Campania: anche supermerca- Caritas», ha dichiarato. La tanto ago- Scontenti, però, soprattutto matrimonio, separati dal
rischieremo di aumentare re il contagio, si trovava fuori dalla ti e rivenditori di generi alimentari gnata "fase 2" dovrebbe iniziare a fi- molti pensionati lombardi e Covid-19 da quando
ancora di più i contagi». Nel- propria abitazione senza alcun legit- abbasseranno le serrande a Pasqua e ne mese, stando alle intenzioni di De piemontesi che vengono perlo- sono entrati prima lui e il
la sola città di Milano, nella timo motivo se non quello di fare il Pasquetta. Aperti solo distributori di Luca. "Fase 2" che significherà «una più a svernare per mesi a San- giorno dopo lei. Quando
giornata di venerdì sono sta- bagno nello specchio d’acqua anti- benzina, edicole e farmacie. Caselli parziale ripresa delle attività nell’edi- remo, lamentando un clima di poi le loro condizioni
te controllate 17mila perso- stante la rotonda Diaz. Il "nuotatore" autostradali, stazioni ferroviarie, por- lizia e la produzione di cibo da con- sospetto e il fatto di essere se- sono migliorate sono
ne: 579 quelle multate. Una è stato intercettato dal nucleo elicot- ti e aeroporti saranno vigilati 24 ore su segnare a domicilio», ma - sia chiaro gnalati alle forze dell’ordine co- ritornati insieme, a darsi
persona è stata denunciata teristi di Pontecagnano che sorvola- 24. Chi sgarra, oltre alle multe previ- - solo a patto «che ci sia il pieno con- me dei “furbetti”: «Noi la Ligu- conforto e verranno
per false dichiarazioni e altre va l’area, e la sua posizione è stata se- ste dai decreti del governo, dovrà an- trollo dell’epidemia». ria la amiamo». pure dimessi insieme.
due per violazione della qua- gnalata a una pattuglia del radiomo- che farsi la quarantena di 14 giorni © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 9

Coronavirus:
le misure
Serrata continua fino al 3 di maggio
Aprono negozi per bambini e librerie
fatto slittare l’incontro con gior- da oggi sarà operativa la task bellare il virus, dovremo convi- ro di esperti e il protocollo di si- parchi, vacanze e spostamenti SI VA AVANTI
NICOLA PINI
Roma nalisti inizialmente previsto al- force guidata da Vittorio Colao verci». E per questo «non biso- curezza nei luoghi di lavoro». Su in altri comuni, nemmeno ver-
le 14. Conte ha minimizzato: (vedi a pagina 10) che si dovrà gna procedere a tentoni», ma quest’ultimo aspetto l’Inail ha so una propria abitazione. Re-
Conte annuncia
«P
roroghiamo le misu- «Oggi abbiamo raccolto tanto occupare di come far ripartire e studiare «processi razionali» per predisposto una mappa con tre sta possibile svolgere attività
re restrittive fino al 3 materiale, questo Dpcm è sta- ricostruire il Paese. «Ipotizzia- «ripensare l’organizzazione del- livelli di rischio e le corrispetti- motoria ma sempre individual- il nuovo Dpcm
maggio, una deci- to complesso, c’erano da scio- mo una ripresa delle attività a la nostra vita». Servirà quindi ve categorie lavorative. Risto- mente, vicino a casa e «nel ri- per prolungare il
sione difficile ma necessaria di gliere tanti nodi. Non siamo sta- pieno regime ma con protocol- «un programma organico su ranti, bar, scuole, cinema, tea- spetto della distanza di almeno
cui mi assumo tutta la respon- ti affatto a litigare...». li rigorosi. Non possiamo de- due pilastri: un gruppo di lavo- tri, parrucchieri, ad esempio, un metro» dagli altri. Nel setto- blocco per altri
sabilità». In una conferenza Ma nel chiedere un ulteriore sa- sono le attività a rischio più al- re commerciale, il decreto per- 20 giorni:
stampa rinviata di ora in ora, crifico agli italiani il premier ha Orari più lunghi nei supermercati per to, quella che dovranno riparti- mette orari più lunghi nei su- «Non possiamo
mentre gli italiani si preparano cercato anche di guardare a- evitare le code. Parte lo studio della "fase re con il massimo delle precau- permercati (per evitare code) e
vanificare gli
alla cena il premier Giuseppe vanti e forse per la prima volta 2". Il premier: via a una "task force" di zioni. prescrive guanti monouso per
Conte ufficializza quello che è ha parlato della «fase 2», quella Intanto si va avanti così per al- fare la spesa. Nei piccoli nego- sforzi fatti finora,
risaputo da giorni. Non ci sono che dovrà seguire i mesi del esperti per stabilire come riaprire il Paese tri 20 giorni e per le limitazioni zi si entra uno alla volta. allenteremo
ancora le condizioni per allen- "tutti a casa". Annunciando che «Dovremo ripensare le nostre vite» personali nulla cambia. Niente © RIPRODUZIONE RISERVATA le misure non
tare in maniera significativa la
"gabbia" sanitaria che blocca
appena sarà
una gran parte delle attività e- possibile»
conomiche e tiene a distanza le L’azione del governo
persone. «Se cediamo adesso PRINCIPALI CONTENUTI
c’è il rischio ripartire daccapo. Decreto “Cura Italia”
Non possiamo vanificare gli Possibilità di reiterare le misure fino al 31 luglio
DECRETI LEGGE
sforzi sin qui fatti», si rischie- ADOTTATI 8 Misure a sostegno di famiglie e imprese
rebbe «un aumento dei deces- Potenziamento risorse umane SSN
DAL GOVERNO
si e delle vittime», proprio ora Multe più salate per chi non rispetta la quarantena
che la curva del contagio ha co- Decreto Credito e Decreto Scuola Lettura sul
minciato a rallentare, spiega il Chiusura totale fino al 13 aprile balcone in un
presidente del Consiglio sotto- Trasferimento di 4,3 miliardi ai Comuni condominio di
DPCM Milano: con
lineando che il cosiddetto lock- ATTUALMENTE 6 Chiusura attività produttive non essenziali
down sta funzionando. Chiusura attività commerciali l’aumentare Silvio
IN VIGORE
Qualche piccolo spiraglio in Estensione della zona rossa a tutto delle BERLUSCONI
realtà viene aperto nel muro e- il territorio nazionale temperature, il Presidente
retto a difesa dal coronavirus. Il Chiusura delle scuole lockdown di Forza Italia
nuovo Dpcm (decreto presi- PRECEDENTI Misure per Lombardia e Veneto casalingo
dente del Consiglio) predispo- DPCM-DM 5 Allargamento zone rosse prolungato al Capisco le imprese
sto dal governo consentirà da ADOTTATI Sospensione dei termini e adempimenti obblighi tributari 3 maggio ma niente imprudenze
martedì la riapertura di librerie DAL GOVERNO Limitazioni attività in Italia diventa più Capisco l’angoscia di
e negozi per neonati e bambini pesante per tanti imprenditori. Ma
PRINCIPALI Nomina del Commissario straordinario
e di allungare gli orari dei sue- molti/ Reuters dobbiamo essere
prmercati. Tra le attività pro- ORDINANZE Rientro studenti dalle aree a rischio salute
responsabili e riaprire
duttive, c’è il via libera alla ma- E DIRETTIVE 65 Utilizzo di dispositivi di protezione individuale
solo quando la scienza ci
COLLEGATE Controlli relativi a limitazioni degli spostamenti
nutenzione della aree boschi- AI DPCM dirà che possiamo farlo.
Ricetta elettronica
ve, alla cura del paesaggio, alla
fabbricazione dei computer, fi- FONTE: NOMOS Centro Studi Parlamentari, aggiornato al 10 aprile

no al commercio all’ingrosso di Luca


carta e cartone. Il provvedi- ZAIA
mento consente anche di an- IL MINISTERO DELL’INNOVAZIONE CERCA SOLUZIONI PER IL CONTROLLO DEI SOGGETTI SOTTO OSSERVAZIONE Presidente
dare in azienda per predispor- Regione Veneto
re le buste paga e autorizza
«previa comunicazione al pre-
fetto» la spedizione di merci gia-
centi in magazzino. Non abba-
stanza per chi, come gli indu-
Dalle app la ragnatela anti-contagio Riapra prima
chi ha chiuso prima
La chiusura si è fatta a
macchia di leopardo in
striali del nord, chiedevano di
far ripartire la produzione. Ma Prima dell’ok allo strumento, necessaria una norma-quadro per riscrivere la privacy tempi diversi. Con lo
stesso principio auspico
oggi non si può ancora andare che possa riaprire prima
oltre: «La nostra determinazio- VINCENZO R. SPAGNOLO di in information technologye di presti- europea assicurerebbe «interoperabi- ta sul Bluetooth dando «massima im- chi ha chiuso prima
ne è allentare il prima possibi- giosi incarichi all’estero (compreso un lità» e un approccio comune. Con la tec- portanza a privacy, trasparenza e con-

V
le le misure per tutte le attività errà accompagnata dal varo di assessorato a Barcellona), da gennaio nologia bluetooth, l’applicazione tes- senso” degli utenti.
produttive per far ripartire in una norma-quadro in materia Bria è presidente del Fondo nazionale serà una ragnatela. Il fine, ricorda Bria, I dubbi sulla privacy. Il Garante per la
piena sicurezza il motore del di privacy, forse contenuta in un innovazione: «Il nuovo regolamento di «è tracciare i contatti con cui una per- Privacy Antonello Soro fissa alcuni pa-
nostro Paese a pieno regime: decreto-legge, la decisione del governo protezione dati parla di identificativi sona positiva è venuta in contatto, i- letti, a partire dal «consenso non con-
non siamo ancora nella condi- sullaappper il tracciamento dei contat- personali “sufficientemente anonimi” – dentificare quelle persone e attuare il dizionato» del singolo fino alla neces- Il vescovo
zione di farlo», ha detto il pre- ti delle persone positive. Sarà uno stru- spiega –, cioè bisogna ragionare sull’a- protocollo sanitario, ossia confina- sità di una legge o di un decreto legge
mier promettendo però che se mento in più per evitare il diffondersi dozione di protocolli di si- mento, quarantena e co- su cui fondare l’uso del dispositivo. Un di Acerra
le condizione dell’epidemia do- del contagio da Covid–19, anche nella curezza e di crittografia Ci sarà una sì via. Il tutto da accom- concetto ribadito dal Garante europeo ai sindaci:
vessero permetterlo, il governo “fase due”. La norma servirà a fondar- che non consentano di ri- pagnare a test rigorosi e Wojciech Wiewiórowski: «È impossibi-
è pronto a intervenire anche ne e delimitarne l’utilizzo, anche in ri- salire a dati sensibili per-
mini-lista di pervasivi». le che il tracciamento della persona sin-
presto gli aiuti
prima del 3 maggio. sposta ai dubbi sollevati dai giuristi. Sul sonali, tipo chi sei, nome applicazioni tra «Rosa di app», poi test. Ci gola resti anonimo, bisogna affrontare
Le dichiarazioni di Conte han- piano tecnico, la relazione della task e cognome, numero di te- cui scegliere, poi sarà «una mini lista di la questione con la legge sulla prote- «La burocrazia non
no fatto seguito a una lunga force di 74 esperti è stata consegnata al- lefono...». Un indirizzo partiranno i test app, una rosa tra cui sce- zione dei dati personali». E il Consiglio rallenti l’erogazione
giornata di scontri e mediazio- la ministra per l’Innovazione, Paola Pi- potrebbe essere quello di gliere», dice Walter Ric- d’Europa ribadisce la necessità di nor- dei benefici economici
ni con i capi delegazione della sano, e presto potrebbe andare all’esa- ricorrere alle privacy–
La cautela ciardi, consulente del mi- me di tutela: «Nello sconfiggere il coro- previsti dal governo.
maggioranza. L’eterogeneità me del Consiglio dei ministri. Nel frat- enhancing technologies del garante nistro della Salute e rap- navirus, non dobbiamo aprire la porta Fate presto, perché si
delle posizioni è riemersa con tempo, diverse regioni hanno fatto par- (come suggeriscono le li- presentante per l’Italia a un futuro orwelliano di sorveglianza rischia una guerra dei
nettezza sui diversi temi, dalla tire o stanno per lanciare proprie ap- nee guida del consorzio pan –europeo presso l’Oms. Poi è prevista una fase di personale», avverte il presidente del- poveri». È il forte
tempistica delle riaperture nei plicazioni a scopo di assistenza sanita- “Pepp–Pt “, 8 paesi e 130 ricercatori), test. Intanto, i colossi Google e Apple l’Assemblea Rik Deams. Dal canto suo, appello del vescovo di
diversi settori (con Italia viva ria, in qualche caso modellate su quel- che prevedono fra l’altro download vo- hanno fatto sapere che stanno collabo- la ministra Pisano rassicura: «Una vol- Acerra, Antonio Di
che spinge per fare presto) al- le varate da Paesi asiatici nei primi me- lontario e crittografia per anonimizza- rando e che a maggio renderanno di- ta raggiunta la finalità, tutti i dati con- Donna, in una lettera
l’atteggiamento da tenere in si dell’emergenza. re le informazioni personali: «Una pro- sponibili strumenti per gli sviluppato- servati, eccetto quelli aggregati e ano- inviata ai sindaci della
Europa sul Mes, fino alle pro- Bluetooth e crittografia.«La relazione posta è quella di decentralizzare i dati, ri che stanno progettando le app per le nimi a fini statistici, dovranno essere Diocesi a nord di
poste fiscali dei partiti (la co- è terminata ed è nelle mani del ministro non accumulandoli su un data base istituzioni mondiali per consentire «l’in- cancellati». Mentre l’opposizione chie- Napoli. Il vescovo
siddetta covid-tax targata Pd, Pisano», conferma aAvvenireFrancesca centrale», ragiona Bria. Il sistema in- teroperabilità tra i dispositivi Android e de di coinvolgere il Parlamento nella di- parla di «fratelli
subito affossata da M5s e ren- Bria, fra le poche donne della task for- somma potrebbe essere gestito da più iOS». E nei prossimi mesi forniranno u- scussione. letteralmente
ziani). Discussioni che hanno ce. Quaranta anni, un curriculum di stu- soggetti pubblici e la dimensione pan– na piattaforma di contact tracing basa- Le app delle Regioni. Nel frattempo, affamati», e di come
Lombardia, Lazio, Veneto, Trentino Al- «le nostre Caritas non
to Adige, Friuli Venezia Giulia, Sarde- reggono alle file
SULLA RIVIERA ROMAGNOLA SI TENTA DI SALVARE LA STAGIONE IL CASO gna e altre regioni hanno già varato o interminabili di chi
Segnalate due senatrici di rientro annunciato proprie app di assistenza attende per un buono

L’impresa balneare spera in agosto da Roma. Casellati: «Inaccettabile»


sanitaria. Alcune, come la lombarda «al-
lertaLOM», raccolgono informazioni a-
nonime per mappare il contagio con
spesa». In appena una
settimana sono stati
distribuiti 700 pacchi
Roma la possibilità di andare a fare i lavori di manu- «Trovo inaccettabile che 2 senatrici, sottoposte a re- un questionario su età, tragitto per an- alimentari nella sede
tenzione ordinaria sulle spiagge in modo di pre- golare controllo di polizia mentre si stavano recan- dare in ufficio, eventuali sintomi. Ma il della Caritas e altri 150

L
a Pasqua è il tradizionale "calcio d’inizio" pararle. Ma se per i clienti il blocco si protrarrà do a Roma per partecipare ai lavori del Senato, sia- governatore friulano Massimiliano Fe- a casa, oltre a buoni
della stagione turistica. Seguita dal fine oltre, se andiamo a giugno o, peggio ancora, a no state oggetto di segnalazioni dalla Questura di driga fa sapere che la sua regione sarà spesa per 20mila euro.
settimana del 25 aprile e dal ponte del 1° luglio, la stagione salta». Messina e Roma, nonostante avessero dimostrato di « la prima in Italia» a sperimentare un Il 60% sono persone
Maggio. Tutto oscurato, quest’anno, dall’emer- D’altronde, argomenta, «c’è anche una compo- essere nell’esercizio delle loro funzioni». È il caso sol- programma simile a quello in uso a nuove. Famiglie con
genza virus. La Riviera romagnola, che pun- nente psicologica» legata alle necessarie pre- levato dalla presidente del Senato, Elisabetta Casel- Singapore, che «in caso di nuovi con- bambini,
tualmente di questi tempi avvia il motore di cauzioni da adottare: «la spiaggia, la vacanza lati, su 2 senatrici di M5s, Grazia D’Angelo e Barba- tagi consentirebbe di tracciare e iso- commercianti costretti
quello che nei ruggenti anni Ottanta e No- stessa è il mondo dell’aggregazione. In vacanza ra Floridia, che stavano rientrando a Messina in au- lare rapidamente la filiera di contatti a chiudere. Dunque,
vanta era stato ribattezzato "divertimentifi- si cerca il contatto con le persone, la socialità, la to da Roma dopo il voto sul "Cura Italia". «Più volte avuti da soggetti positivi». Per Fedriga, avverte Di Donna,
cio", stavolta si blinda. Costretta ad abdicare vita, il divertimento. Se uno deve andare in va- ho richiesto che il governo faccia piena chiarezza – se i test funzioneranno, «sarà dispo- «nessuno si renda
alla sua proverbiale accoglienza per evitare canza, a Rimini o altrove per stare chiuso in un ha detto Casellati – perché non sia ostacolata in nes- nibile al pubblico da metà aprile». Ma responsabile di
che le celebrazioni pasquali facciano da cala- ambito privato, aspetta momenti migliori, quan- suna sede una attività che ha fondamento costitu- cosa accadrà quando entrerà in fun- lasciare letteralmente
mita per gli italiani appesantiti dal lockdown do tutto sarà risolto». Nella speranza che questo zionale. Mi auguro che il premier Conte possa espli- zione la app del governo? Varrà per tut- "affamati" i fratelli in
e per provare, appena possibile, una ripar- accada il prima possibile in modo da salvare u- citarlo presto». Chiamata in causa, la Floridia ha però ta Italia? O, come avvenuto per le or- difficoltà per stare
tenza. Così da salvare un’economia che sul na stagione che, forse, punterà sul mese di a- sminuito il caso: «Forse è perché ci sentiamo prima dinanze locali sugli spostamenti, bi- dietro a cavilli
turismo poggia le sue basi. gosto e su una clientela sostanzialmente italia- di tutto cittadini, ma davanti a un agente di Polizia sognerà trovare un modo per integra- burocratici». Perciò,
In questi giorni «non possiamo non pensare pu- na. Così da poter limitare le ferite inferte dal Co- che sta lavorando per tutelare la salute di tutti non re le app locali nel meccanismo? Nel conclude, «ogni
re al dopo – osserva il presidente della coopera- vid-19. Comunque il 2020, puntualizza Vanni, ho affatto pensato che venisse leso un mio diritto di Paese degli eterni campanili, non è u- minuto perso è
tiva bagnini di Rimini sud, Mauro Vanni –, an- «sarà un anno fortemente in perdita». parlamentare, anzi!». no scenario da scartare. benzina per una nuova
che se c’è il blocco fino a maggio a noi daranno © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA guerra dei poveri».
10 PRIMO PIANO Sabato 11 aprile 2020

Coronavirus:
la politica
Mes e Covid-tax, battaglia tra M5s e Pd
Conte accusa: le opposizioni mentono
da Repubblica. Ma il senso po- martellare contro il Mes. Un’a- tirà il "Recovery fund" con e- lerà anche in Italia, perché si che parte dai redditi superiori CONFRONTO
MARCO IASEVOLI
litico delle dichiarazioni di Con- zione che è sembrata scredita- missioni di debito comunita- tratta di farsi prestare ben 36 mi- agli 80mila euro e porta in cas-
Il premier irrita il
L’
ira di Conte, atto se- te resta: gli attuali strumenti Ue re la linea del ministro dem del- rio. Il premier conferma che liardi. Il punto è che questo te- sa 1,3 miliardi «per aiutare le fa-
condo. Era dalla cri- contro le crisi economiche na- l’Economia, Roberto Gualtieri. non è stata Roma a inserire nel ma ha trasformato la giornata miglie che non riescono a fare Pd sul salva-Stati
si di agosto con la Le- scono dopo la depressione del Il Pd è irritato. Di fronte alla pos- negoziato il Mes “light”, ma che della maggioranza in un’agonia. la spesa». In conferenza stampa, inadeguato
ga che il premier non alzava tan- 2008 e il "papà" del Mes - il Fon- sibilità di chiedere 36 miliardi alcuni Stati alleati nella batta- La conferenza stampa di Conte Conte è gelido: «Ne ho sentito
to i toni. Allora fu al Senato, con- do europeo di stabilità finan- di prestiti senza condizioni, se glia degli eurobond (in parti- era prevista alle 14 ed è arrivata parlare oggi per la prima volta, «Pronto al veto
tro Matteo Salvini. Stavolta è di ziaria - fu siglato nel 2010 in pie- non quella di spenderli per la colare Spagna e Portogallo) so- alle 19,30 passate. La riunione il governo non prende iniziati- senza eurobond»
nuovo contro il capo della Lega no governo–Berlusconi e con il sanità, ci si trova davanti il bloc- no interessati a un prestito con i capi delegazione al gover- ve in tal senso. Per me non è al- Vuole sfida in
(e Meloni), ma in diretta televi- Carroccio di Bossi (e Salvini al- co “di principio” dei pentastel- senza condizioni. no, durata 5 ore, è stata aspra. Il l’orizzonte». Nel pomeriggio e-
siva durante la conferenza lora già eurodeputato) al timo- lati. C’è da ricucire senza rinne- Le parole di Conte, quindi, ras- clima non è ideale e a farne le ra insorto M5s con Crimi e Buf-
aula con Salvini
stampa con cui prolunga il lock- ne del Paese. L’intenzione del gare quanto detto dagli stessi sicurano M5s e "coprono" il Te- spese è il decreto “sociale” atte- fagni: «Non esiste, piuttosto il E sulla tassa
down dell’Italia, ufficializza u- premier ora è proprio quella di Conte e Gualtieri nei giorni soro. E Gualtieri condivide que- so dopo Pasqua, che slitta a fi- Pd si tassi». E anche Iv, con Et- proposta da
na task-force di supporto per la portare questo medesimo di- scorsi. Ovvero che il Mes per l’I- sta strategia, questo “sposta- ne mese. Ma il fondo salva–Sta- tore Rosato, allargava le braccia: Delrio: non è
"Fase-2" e la nomina a capo del battito in aula, alla Camera e al talia è «inadeguato» e che la bat- mento d’asse”. Il Mes per ora de- ti non è l’unica pena. In matti- «Il no al Mes di M5s, la patri-
manager Vittorio Colao e, lette- Senato, per l’ennesima sfida- taglia di Roma sono gli «euro- ve sparire dal dibattito perché nata, è piovuta sul governo moniale del Pd… auguri Italia».
all’orizzonte
ralmente, si "sfoga" sull’Euro- verità con il suo ex vicepremier. bond». «Non firmo niente se fa male a M5s e quindi a tutta la un’altra tegola: il capogruppo Di certo a Conte (e Gualtieri) Slitta a fine mese
pa. Parole pesanti accompa- Dopo lo “sfogo”, però, resta il non ci sono gli eurobond», dice maggioranza. Se nelle prossime del Pd alla Camera, Graziano non sfugge che ieri da Zingaret- il decreto di aprile
gnate anche da 2–3 pugni sul ta- problema politico interno alla Conte anticipando nei fatti il ve- settimane vi attingeranno altri Delrio, ha annunciato un e- ti è arrivato il primo segno di di-
volo per l’evidente nervosismo. maggioranza. Sin da ieri matti- to che potrebbe mettere al pros- Paesi e si dimostrerà che la mendamento, «in sintonia con sagio verso il governo.
D’altra parte si parla del Mes, na, M5s non ha fatto altro che simo Consiglio Ue se non par- Trojka non c’è più, se ne ripar- il partito», per una "Covid–tax" © RIPRODUZIONE RISERVATA

per M5s un nervo scoperto che


il premier deve curare con am-
pie dosi di calmanti. «Non lavo- IL GOVERNO CONVOCA UNA SQUADRA DI ESPERTI. DENTRO PURE GIOVANNINI E MAZZUCATO
riamo col favore delle tenebre,
lavoriamo guardando in faccia
i cittadini», è la reazione del pre-
sidente del Consiglio agli attac-
La cabina di regia al manager Vittorio Colao Un tributo
sopra 80mila
euro che vale
È
chi di Lega–Fdi. l’ex amministratore delegato di Vodafone e «Varie professionalità che dialogheranno con il co-
«Menzogne che fanno male al uno dei manager italiani più considerati a li- mitato tecnico scientifico. – ha aggiunto Conte – Dob-
Paese, che ci indeboliscono nel- vello internazionale, Vittorio Colao, l’uomo a biamo inventarci nuovi modelli organizzativi, più in-
1,3 miliardi
la trattativa», tuona Conte met- cui Giuseppe Conte affida le chiavi della cabina di re- novativi, che tengano conto della qualità della vita».
tendo all’indice l’offensiva so- gia chiamata a impostare la fase successiva allo "sta- In un’intervista ad Avvenire del 27 marzo Giovanni- Quella indicata ieri da
cial di Lega e Fdi contro la deci- re a casa". Della task-force di 17 membri che lavorerà ni auspicava proprio la creazione, presso la presi- alcuni esponenti del
sione dell’Eurogruppo di aprire alla "ricostruzione" dell’Italia dopo l’e- denza del Consiglio, di «un team di esper- Pd non è,
una nuova linea di credito del mergenza coronavirus, come anticipato da ti di varie discipline per capire come o- tecnicamente
fondo salva-Stati per le spese sa- Giuseppe Conte in conferenza stampa a rientare la ripresa per "rimbalzare in avan- parlando, una
nitarie. Conte ricorda – con del- Palazzo Chigi, farà parte anche Enrico Gio- ti"». Tra le azioni possibili da portare avan- patrimoniale. Con
le imprecisioni, però – che il Mes vannini, portavoce dell’ASviS (l’Alleanza ti, Giovannini aveva citato «le decine di mi- questo termine si
non è certo nato l’altro notte al- per lo Sviluppo sostenibile). Oltre all’ex pre- liardi di sussidi, in parte dannosi all’am- intende, infatti,
l’Eurogruppo e che la sua gene- sidente Istat nella squadra ci saranno, fra gli biente, che si potrebbero riorientare» e «la un’imposta che
si risale al 2012. Il premier asso- altri, il presidente di Cdp, Giovanni Gorno Vittorio Colao necessità di capire in anticipo come soste- colpisce il patrimonio,
cia quel periodo al governo Ber- Tempini, gli economisti Mariana Mazzu- nere i settori che potranno ripartire prima sia mobile che
lusconi con Meloni ministro, cato, che insegna a Londra, Enrico Moretti, di Berke- di altri». Il compito di coordinare tutte le attività sarà immobile: ovvero
ma in realtà era già in sella Ma- ley, Raffaella Sadun, di Harvard, Filomena Maggino, appunto di Colao. Dieci anni alla guida di Vodafone, denaro, ma anche
rio Monti con i tecnici, appog- consigliera di Palazzo Chigi per il Bes, Roberto Cin- con una parentesi a Rcs, poi senior advisor del fon- case, azioni, valori
giato da Pdl (Meloni compresa) golani, già direttore dell’Iit di Genova, l’avvocato Ste- do Usa General Atlantic, ora il "supermanager" scel- preziosi, obbligazioni.
e Pd, mentre la Lega si era tira- fano Simontacchi (presidente Fondazione Buzzi), il to da Conte è chiamato a una sfida fondamentale Può colpire sia le
ta fuori dalla prima esperienza sociologo Marino Regini e anche uno psicologo co- per il futuro del Paese. (L.Maz.) persone fisiche che
di unità nazionale della Secon- me Fabrizio Starace, direttore alla Ausl di Modena. ©
RIPRODUZIONE RISERVATA quelle giuridiche e
può essere fissa o
variabile. Quello
LE OPPOSIZIONI CHIEDONO DIRITTO DI REPLICA IN TV proposto sarebbe,
invece, un

Salvini e Meloni: «Cosa mai vista» "contributo di


solidarietà" per gli
anni 2020 e 2021 a
carico dei redditi più
elevati, che
I due leader adirati contro il premier: «Metodi da regime». Berlusconi più cauto Il capo del governo, Giuseppe Conte. graverebbe
unicamente sulla
parte di reddito
ANGELO PICARIELLO na controreplica. Parla di «metodi da regime to- no e intanto promuovono il Mes e preparano sbagliato dire che non sta facendo nulla». Seb- complessivo che
Roma talitario. Mai vista una cosa del genere nella sto- nuove tasse: altro che collaborazione, questi si- bene, per l’ex premier, «finanziare, come indica- supera gli 80mila euro
ria della democrazia», tuona attraverso i social gnori non ascoltano gli appelli del presidente to dall’Eurogruppo, solo la spesa sanitaria non lordi: sarebbe

«G
overno pericoloso» per Matteo Sal- la leader di Fratelli d’Italia. Come aveva già fat- Mattarella e degli italiani. Pensano sono alla lo- basta: la gran parte delle risorse saranno neces- progressivo,
vini, da mandare «a casa» e al più to Salvini, chiama in causa il Colle: «Il presiden- ro poltrona, sono pericolosi e faremo di tutto per sarie oggi per sostenere l’economia europea. Per deducibile e variabile,
presto. A scatenare le opposizioni te Mattarella non ha nulla da dire?». E chiede al- mandarli a casa», tuona Salvini. «Basta, la pa- questo non capisco e non accetto che il ricatto di fino a un importo di
è naturalmente il Mes, il "cappio" che derive- la Rai diritto di replica in una fascia di ascolto di zienza degli italiani che hanno voglia di ripartire alcuni partiti sovranisti nei Paesi del Nord Euro- alcune decine di
rebbe dall’accettazione del fondo salva-Stati, pari livello. è finita – aggiunge –: mozione pa abbia portato a questo miope irrigidimento». migliaia di euro per i
anche nella formulazione dell’ultima intesa rag- Per tutto il pomeriggio Salvi- La presidente di Fdi: mai di sfiducia al ministro dell’E- Ma sulla proposta Delrio torna duro: «Sarebbe redditi superiori al
giunta nella Ue. Pesa anche il contributo di so- ni aveva avuto gioco facile a vista una cosa del genere conomia, convocazione im- un disastro» dice. Meloni la respinge come uno milione. Il gettito
lidarietà per i redditi alti proposto dal dem Del- inserirsi nelle vistose crepe mediata del presidente del «scempio», mentre Salvini parla di «follia gene- atteso sarebbe di 1,3
rio, sebbene non "adottato" dal premier Conte. nella maggioranza, anche
Il leghista si rivolge Consiglio in Parlamento. Li ralizzata». La presidente di Fratelli d’Italia è da miliardi di euro l’anno.
La rottura è totale con la maggioranza, dopo l’in- sulla proposta Delrio. Ma o- al Colle: «Chiamerò fermeremo. Non finisce qui», sempre contraria all’uso del fondo salva-Stati co- Colpirebbe
terruzione della collaborazione sul “Cura Italia”, ra, con le piazze non dispo- Mattarella». Fi: errato è la promessa di Salvini. Ma me Salvini (che rivendica: «Nel 2012 votammo contribuenti che, pur
già in commissione al Senato. Ma sono soprat- nibili, peraltro, per via dell’e- dire che l’Ue non fa nulla Forza Italia – che sul “salva- contro») e promette ora battaglia dura in Parla- rappresentando l’1,9
tutto le parole di Giuseppe Conte nella confe- mergenza, scatta l’irritazione Stati” aveva avuto una posi- mento: «Chiediamo ufficialmente a Conte di ve- per cento dei 41,2
renza stampa delle 19 e 30, con gli attacchi al per la scena rubata dal premier nell’ultima fi- zione più sfumata, aprendo con Antonio Tajani nire a riferire prima del prossimo e decisivo Con- milioni di contribuenti
calor bianco a Meloni e Salvini, ad alimentare lo nestra utile prima della tregua pasquale. al Mes senza condizioni descritto come un «pas- siglio Europeo – afferma –. Per sottoscrivere qual- totali, già oggi
scontro. Le divisioni nella maggioranza sono e- Nuova carne al fuoco mette proprio la proposta so in avanti» – ora si allinea nella protesta contro siasi accordo in Ue deve avere un mandato chia- versano il 24,5%
videnti, ma alla fine per Giorgia Meloni questa del Pd di chiedere un contributo di solidarietà questa presunta “patrimoniale”. Tocca a Silvio ro dal Parlamento, noi presenteremo una mo- dell’Irpef netta totale
è diventata solo la scusa per il premier per in- per i redditi superiori agli 80mila euro, bollata Berlusconi ricompattare il centro destra contro zione contro il Mes: vediamo come voteranno i incassata dallo Stato
tervenire in serata, in una fascia di ascolto mag- come “patrimoniale” dall’opposizione .«Con le un’Unione europea, «sbiadita, debole, insuffi- partiti, a cominciare dal M5s». (e dichiarano il 13,6%
giore, senza dare il tempo alle opposizioni di u- dirette televisive promettono soldi che non ci so- ciente«». Anche se aggiunge prudente: «Sarebbe © RIPRODUZIONE RISERVATA del reddito totale).
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 11

Coronavirus:
l’epidemia
La curva scende, l’emergenza no
Superati i 30mila guariti, calano ricoverati in terapia intensiva e contagiati. I morti sono 570 più di ieri
Brusaferro: non bisogna abbassare la guardia. Bernabei: riorganizzare il sistema sanitario sul territorio
FULVIO FULVI ti che non ce l’hanno fatta, potrebbe portare a una risali- to lungo, una delle ragioni per ne Gimbe (Gruppo Italiano dell’epidemia e influenza le IL PUNTO
portando il totale dei morti a ta mortale del virus», sottoli- cui continuiamo a vedere un per La Medicina Basata sulle decisioni sanitarie e politiche».
La Fondazione
L
a curva dei contagi 18.849. Un dato drammatico nea Tedros Adhanom Ghe- numero di decessi importan- Evidenze) sostiene infatti che Un’ambiguità che deve cessa-
scende giù, ma senza che ci fa rimanere in cima alla breyesus, direttore generale te». Tra le situazioni più preoc- quelli lombardi non siano ve- re, chiede il gruppo di medici. Gimbe contesta
precipitare, cresce il nu- triste graduatoria mondiale dell’Organizzazione mondia- cupanti, ha aggiunto, va rile- ritieri perché in realtà si trat- Anche perché «la pianificazio- i dati lombardi:
mero dei guariti e negli ospe- dei decessi da Covid-19. le della sanità (Oms). Insom- vata quella delle case di ripo- terebbe dei soggetti dimessi ne della “fase 2” – precisa Car-
dali la pressione si allenta. Lo Più guariti. Sale però a ritmo ma, la discesa della curva va so per anziani: «Sono 1.822 i dagli ospedali e posti in isola- tabellotta – deve essere infor- sovrastimato
scenario incomincia a schia- sostenuto il numero dei gua- gestita correttamente e con decessi nelle Rsa della sola mento domiciliare, quindi non mata da dati reali evitando u- il numero
rirsi, come il cielo di questa riti: se ne contano altri 1.985, gradualità, perché si rischia un Lombardia». Dato già al centro del tutto fuori dal decorso del- na distorsione che induce de- dei "guariti",
primavera da reclusi. Ma è pre- per un totale di oltre 30mila. E secondo picco. di riflessioni scientifiche, in- la malattia. «Falsi guariti», cisioni finalizzate a tutelare in-
sto per cantare vittoria. Mini- coi tamponi, come stiamo L’emergenza rimane. E forse dagini giudiziarie e polemiche dunque, e sarebbero il 55,2% teressi economici, piuttosto
bisognerebbe
me variazioni sul tema, in- messi? Ne sono stati eseguiti anche per questo, in vista del- politiche, come dimostra il ca- del totale, una quota tale da in- che la salute delle persone». parlare
somma. E la cautela non è mai oltre 53mila in solo giorno, un le vacanze pasquali, Brusafer- so del Pio Albergo Trivulzio di fluire nella cifra totale che do- La ripresa. Bisogna comincia- semplicemente
troppa quando si parla del- record. Se ne fanno sempre di ro lancia un appello ai cittadi- Milano. vrebbe misurare chi è uscito re a pensare al dopo. E ieri, do- di "dimessi"
l’implacabile “coronavirus 2” più in questa fase, fattore che ni affinché continuino a resta- I numeri fasulli. Ma c’è chi dalla grave sindrome infettiva. po i numeri snocciolati dal ca-
responsabile della pandemia. spiega, secondo gli esperti del re a casa: «Purtroppo que- contesta i conteggi della Pro- «La sovrastima del numero dei po della Protezione civile, Bor-
dagli ospedali,
Anche perché il bilancio è ap- Comitato tecnico-scientifico, st’anno non possiamo aggre- tezione civile e se la prende casi guariti – spiega il presi- relli, il geriatra del Polclinico messi poi in
pesantito dal numero dei de- il lento calo dei “positivi”. garci, uniamoci negli affetti con i numeri forniti dalla Re- dente della Fondazione, Nino Gemelli di Roma, Roberto Ber- isolamento a casa
cessi, che resta alto. Se son rose fioriranno. Adesso ma mantenendo il distanzia- gione Lombardia per quanto Cartabellotta – condiziona la nabei, presidente dell’associa-
Meno contagi. Tornano a ca- possiamo dirlo. Tant’è che il mento, indossando la ma- riguarda i guariti: la Fondazio- percezione sull’andamento zione Italia Longeva e mem-
lare dunque i nuovi infetti: ie- presidente dell’Iss, Silvio Bru- scherina e lavandoci per bene bro del Comitato tecnico
ri 3.951 contro i 4.204 di gio- saferro, è stato chiaro ieri mat- le mani». Perchè ancora ci si scientifico del ministero della
vedì, e finalmente nella colon-
na c’è un segno meno dopo le
tina quando, nella sede dell’I-
stituto, ha illustrato l’anda-
ammala e si continuerà, pur-
troppo, a morire per Covid- IL COVID-19 IN EUROPA Salute, ha lanciato, col suo so-
lito garbo, una sfida a chi do-
crescite dei giorni precedenti mento dell’epidemia: «Il qua- 19 (speriamo di meno) anche I primi dieci Paesi per contagio e decessi Dati aggiornati alle ore 19 di ieri vrà pianificare il “dopo epide-
(147.577 i contagi totali). Per il dro conferma lo scenario dei nelle prossime settimane. Il DECEDUTI mia” e riorganizzare il sistema ■ LE PAROLE
sesto giorno consecutivo si al- giorni scorsi e ci dà indicazio- presidente dell’Iss ha ribadito 1 Spagna 81.304
157.022 15.843 sanitario che ha dimostrato
leggerisce il peso dei ricoveri ni di efficacia delle misure». inoltre che l’età media dei de- falle e disfunzioni: «Avere più
nelle terapie intensive dove si Quarantena e lockdown resta- cessi è di circa 80 anni e che si 2 ITALIA 147.577 18.849 patologie gioca un ruolo im- Lockdown
liberano altri letti: meno 108 no dunque decisivi per far tratta per il 68% di uomini con portante nei decessi, e si trat-
in 24 ore, il decremento più ri- scendere i contagi sotto la fa- più di una patologia precisan- 3 Germania 119.401 2.607 ta del 63% dei casi. E questo È il termine inglese
levante dal 4 aprile ad oggi tidica “soglia 1”. Ma bisogna do anche che «le morti avven- dato ci dice due cose: se uno è con cui si indica il
(3.497 i pazienti ancora attac- stare attenti anche a come le gono dalle 2 alle 5 settimane in questa situazione bisogna protocollo
cati al respiratore). Sono inve- restrizioni verranno elimina- dal contagio e questo significa 4 Francia 118.790 12.210 stare molto attenti e seguire le d’emergenza messo
ce 570 in più di giovedì i mala- te: «Uno stop troppo rapido che c’è un trascinamento mol- terapie che il medico ha dato. in atto per impedire
5 Regno Unito 70.783 8.958 Dall’altra parte – ha prosegui- alle persone di
to Bernabei – le strutture sul lasciare una
LA SITUAZIONE IN ALCUNE RSA DI MILANO 6 Belgio 26.667 2.240 territorio, e il ministro Spe- determinata area.

Una corsa contro il tempo


ranza su questo è molto de- Dichiarata la
7 Svizzera 24.427 987 terminato, devono essere po- pandemia di Covid-
tenziate: più Rsa, più assisten- 19 numerosi governi
8 Olanda 23.245 2.511 za domiciliare (molto bassa l’hanno impiegato per
nel nostro Paese), più cure pal- evitare la diffusione

nelle residenze per anziani 10


9 Portogallo

Austria
15.472

13.494
435

319
liative e hospice, per gestire al
meglio le cronicità». La que-
stione anziani, dunque, dovrà
diventare centrale. La palla
della malattia,
bloccando sia lo
spostamento dei
propri cittadini dentro
STEFANO PASTA Oltre cento vittime gilanza». Basta leggere la de- passa al governo. i confini nazionali sia
libera dell’8 marzo della Re- FONTE: Johns Hopkins University © RIPRODUZIONE RISERVATA bloccando gli ingressi
in due strutture,
C
ronache dagli istituti gione, in cui si chiedeva alle R- da Paesi stranieri.
lombardi dove gli an- appena partita la sa di ospitare i malati Covid Dopo la Cina e la
ziani muoiono per il richiesta di tamponi. dall’esterno. «Ho dato dispo- Corea del Sud è
Covid-19. Tra chi è ancora in S. Egidio: salvare nibilità – spiega Zerletti per le toccato a Italia,
vita, quanti sono i positivi? È due strutture – solo per l’arri- Francia, India, alcuni
passato oltre un mese dall’i- più vite possibili, poi si vo di pazienti non positivi ai stati degli Stati Uniti,
nizio dell’emergenza, ma an- dovrà cambiare rotta tamponi». In altre strutture è Malesia e Regno
cora non si sa. «Ho mandato in modo chiaro andato diversamente: «A nes- Unito.
poche ore fa – spiegava mer- suno è stato imposto – ha pre-
coledì la direttrice di due Rsa tananza e l’impossibilità di cisato il governatore lombar-
milanesi, Claudia Zerletti – la comunicare hanno prodotto do Attilio Fontana –. Il con- Rebound
richiesta di tampone per tut- un generale peggioramento cetto è scelta volontaria di chi
ti gli ospiti. Finalmente». Ri- sotto tutti i profili: clinico, co- gestisce la struttura e previ- Anche in questo caso
spondeva a una domanda gnitivo e dell’autonomia nel- sione dell’isolamento com- viene impiegato un
dell’Ats lombarda, l’azienda l’intera popolazione degli i- pleto. Nel pieno del caos ab- termine inglese – che
territoriale sanitaria. La ri- stituti». Conferma la direttri- biamo fatto questa richiesta, significa letteralmente
chiesta di tamponi è stata ce: «Non possono più man- le strutture che hanno deciso “rimbalzo” – per
possibile grazie all’interven- giare nella mensa del piano, di aderire hanno ricevuto spiegare come
to del ministero della Salute. né frequentare gli spazi co- questi malati». l’epidemia possa, una
Dall’inizio dell’emergenza, muni. Di fatto vivono chiusi Sant’Egidio sottolinea il mes- volta allentate le
nelle due Rsa gestite dalla nella loro stanza, senza capi- saggio culturale che accom- misure di
Cooperativa Proges nel quar- re quanto sta succedendo». pagna l’intervento a Corvet- contenimento,
tiere Corvetto sono 102 i mor- Il progetto ha l’ambizione di to: «Rispondere all’emergen- registrare un nuovo
ti sui 434 posti letto, non si sa indicare una strada anche per za Covid–19 nelle Rsa è anzi- aumento di contagi. È
quanti siano attribuibili al co- gli altri istituti. E di invertire la tutto curare i malati e salva- l’effetto che si vuole
ronavirus. Intanto, al Corvet- rotta della sanità lombarda: re i sani dal contagio, fer- scongiurare adesso in
to e negli altri istituti di cura «Soggetti a rischio – riassume mando la propagazione, ma Italia, nonostante i
per anziani milanesi si sono Maggi – sono stati dimentica- anche alleviare la condizio- numeri dell’infezione
ammalati, uno dopo l’altro, ti in un modello di gestione ne di disagio e paura, quel siano in forte
anche i dipendenti, dal diret- tutto incentrato sulla cura o- senso di abbandono che ti fa rallentamento e da
tore sanitario a chi fa le puli- spedaliera, da cui gli anziani sentire “scarto” e accresce la più parti si stia
zie, mentre i familiari scrive- delle Rsa sono stati esclusi; a disperazione in chi vive ne- invocando il
vano terrorizzati per la sorte livello territoriale invece non gli istituti». passaggio a una fase
dei loro congiunti. «Occorre è stata attuata un’efficace vi- © RIPRODUZIONE RISERVATA caratterizzata da
salvare chi è ancora in vita, sia meno restrizioni.
i malati sia i sani. Subito»,
spiega Ulderico Maggi della ALL’OSPEDALE SANTA CROCE E CARLE DI CUNEO
Comunità di Sant’Egidio, che Spike
è presente nella struttura con
una convenzione per il vo-
lontariato da oltre vent’anni.
Il primario resta in corsia: per ora la pensione può attendere Con il termine, che
significa “punta” o
Sant’Egidio sta per avviare un DANILO POGGIO età è over 60, ma non sono pochi i gio- zia a diventare un po’ piu tranquilla, «In generale tutto il mondo della sanità “spina”, ci si riferisce
progetto, all’interno della R- Cuneo vani ricoverati. Inizialmente appaio- rispetto al terremoto delle settimane sta facendo uno sforzo enorme, ma alla proteina peculiare
sa, con il Comune, la Fonda- no sempre meno preoccupanti, so- scorse. E’ necessario comunque con- negli ultimi anni è stata molto colpita del Sar-CoV-2 con cui

I
zione di Comunità Milano ed l 1° aprile avrebbe dovuto festeg- prattutto perché non hanno quasi mai tinuare i sacrifici, perché non ne sia- con pesanti tagli (non sempre unifor- il virus buca le nostre
Emergency. Tre i livelli del- giare la pensione, ma ha preferi- altre patologie, ma questa è una ma- mo ancora fuori». Il lavoro quindi va a- mi) e con continue richieste di sacrifi- cellule riuscendo così
l’intervento. «La comparti- to restare in trincea. Paolo Noce- lattia molto aggressiva, traditrice e im- vanti. E la pensione è rimandata al- ci. Spero ci si ricordi di tutto questo in a penetrarvi e a
mentazione degli spazi inter- ti è il direttore della struttura com- prevedibile». Nella struttura centrale meno alla fine del 2020. «Avevo rag- futuro e si comprenda che le strutture spargere nel nostro
ni, la consulenza di un’équipe plessa di Pneumologia dell’azienda o- dell’ospedale giunto i massi- devono essere supportate con risorse corpo l’infezione. Le
guidata da un medico esper- spedaliera S. Croce e Carle di Cuneo. vengono gestiti i Nella “provincia granda” mali di anzianità, umane e tecnologia». punte in questione,
to in gestione dell’emergen- Il suo reparto è in prima linea nella lot- pazienti meno i casi sono circa 1.100, ma non potevo In tutta la “provincia granda” di Cuneo che al microscopio
za, la fornitura di mascheri- ta contro il coronavirus: «In un mo- gravi (sono circa pensare di ab- i casi sono circa 1.100, 173 nel capo- assomigliano più a
ne, camici e attrezzature per mento tanto drammatico non si può un centinaio)
173 nel solo capoluogo bandonare ades- luogo. «L’ospedale – commenta il sin- degli ombrelli, sono
la sanificazione degli am- abbandonare e ho deciso, in accordo mentre in un’al- L’età media supera i 60 anni so, con una ma- daco di Cuneo, Federico Borgna – sta anche quelle che
bienti». Dopo oltre cento con la direzione generale, di restare in tra area, in peri- ma non sono pochi i giovani lattia così diffusa lavorando benissimo, oltre le proprie costellano
morti, questi materiali anco- ospedale fino a dicembre. E’ il minimo feria, vengono contagiati: «E non bisogna che colpisce pro- possibilità. La scelta del dottor Noceti visivamente i
ra scarseggiano. Continua che si potesse fare». Qualche giorno fa assistiti i 40 che prio i polmoni. I è emblematica per illustrare ciò che coronavirus (chiamati
Maggi: «Abbiamo pensato an- ha avuto un po’ di febbre, ma dopo i richiedono la te- sottovalutarla: questa rischi per la mia accade nelle strutture sanitarie. Gran- così per la loro
che a degli interventi per gli tamponi è risultato un semplice raf- rapia intensiva o malattia è traditrice» salute? Può sem- di donne e grandi uomini lavorano co- forma). Agire sulla
anziani con decadimento del- freddore e lui è tornato a lavorare. la rianimazione. brare assurdo, me oss, infermieri e medici per sal- proteina in questione
le funzioni cognitive, motorie «Ci stiamo impegnando tutti per ga- Anche a Cuneo la situazione sta len- ma non ci ho neppure pensato quan- varci, mettendo a repentaglio la salu- è l’obiettivo della
e comportamentali. Non rantire al meglio una organizzazione tamente migliorando, ma non è anco- do ho preso questa decisione, anche se te. Il loro coraggio deve essere ricono- maggior parte dei
stanno soffrendo solo i mala- capillare, per seguire l’evolversi di cia- ra possibile abbassare la guardia: «La naturalmente dobbiamo adottare tut- sciuto da tutti». vaccini allo studio in
ti; l’isolamento forzato, la lon- scun caso di covid–19. La media delle gestione dei pazienti finalmente ini- te le precauzioni per restare in salute». © RIPRODUZIONE RISERVATA questo momento.
12 PRIMO PIANO Sabato 11 aprile 2020

Coronavirus:
l’altra faccia
Figli a casa, l’impegno più grande
Tre settimane in più di quarantena obbligata cambiano ancora i piani delle famiglie. Più dura in città
Dalla lista dei desideri su cosa fare "dopo" alle giornate a tema, ecco come si organizzano le mamme
DIEGO MOTTA in casa alla scoperta del corpo divisione molto apprezzata dai oratoriana. LE STORIE
umano, cose semplici da spie- più piccoli. C’è chi ha organiz- I rischi per gli adolescenti

L
a quarantena più lunga gare ai bambini. E alla sera fac- zato la caccia al tesoro pasqua- Per adolescenti e giovani (ma a
per i bambini d’Italia è ciamo un bilancio con loro. Fi- le (in forma di uovo, ovviamen- volte, anche per qualche ragaz- Nei quartieri
destinata a durare alme- nora ha funzionato bene e i te) e chi si propone di fare la zo più piccolo) il rischio di un di Milano
no altre tre settimane e le fami- nonni possono vedere i risulta- spesa per gli altri, soprattutto tempo vuoto è invece dietro si condividono
glie sono costrette ad aggior- ti del nostro lavoro attraverso quando la mamma è rimasta l’angolo e in qualche caso ma-
nare i buoni propositi all’inse- le videochiamate». da sola con i figli da seguire. An- gari è già un fatto concreto. So- giochi e cacce
gna della creatività. Non c’è so- Se questo succede nella pro- che la possibilità di regalare wi- prattutto adesso, dopo aver di- al tesoro
lo la scuola (formalmente in va- vincia di Milano, nei quartieri fi ai vicini funziona. Ultimo, ma mostrato con maturità di aver pasquali.
canza in questi giorni) a tenere della grande città, la fantasia di- non per importanza, è l’aspet- accettato le regole ferree dell’i-
banco durante le giornate. C’è venta un fattore condominiale. to della preghiera: nelle case ci solamento forzato. «È vero che
Per adolescenti
il tempo libero da impiegare Nei palazzi di quartieri come si collega per i riti parrocchiali nessuno è in grado di definire e universitari
bene, lo spazio per il gioco, il Rubattino, sono stati allestiti dei della Settimana Santa attraver- quando e come usciremo da la sfida resta
rapporto sano con le tecnolo- tavoli al pianoterra dove lascia- so tablet e computer, si impa- questa situazione – ha spiega- quella di dare
gie. E poi, bisogna fare i conti re i giochi dei bambini: una rano le ricette per fare il pane to ad esempio in questi giorni
con l’altra faccia della luna: la mamma li prende e li usa e poi azzimo e si partecipa, con foto lo psichiatra Tonino Cantelmi
un senso
tendenza all’ozio diffuso tra i li riporta. È una forma di con- Quali desideri dopo il Covid? Il manifesto di una famiglia e video, alla vita della comunità – ma fare una previsione può a questo tempo
ragazzi, i tempi della giornata aiutare le persone a gestire me-
da scandire, la necessità di sta- glio questo stato di tensione che
re insieme quando le tensioni vivono. Il fatto che ogni setti-
salgono. Ecco le opportunità e mana ci si riaggiorni per la set-
le difficoltà della nuova fase, se- timana successiva senza una
condo le storie che abbiamo proiezione, un qualcosa che ci
raccolto e sulla base della let- dia una direzione, crea molto
tura che ne danno gli esperti. sconcerto». Teledidattica:
Desideri e buone notizie Le iniziative per ragionarci in-
Come prolungare in modo vir- sieme non mancano. La facoltà chi non è
tuoso il tempo dell’attesa? Pen- di Psicologia dell’Università connesso
sando al dopo, ad esempio. Cattolica ha creato un gruppo
«Cosa vorresti fare dopo il co- Facebook denominato "Coro-
alla Rete
ronavirus?» si è chiesta Cristina, navirus e quarantena: crescia-
mamma di quattro figli. La li-
sta dei desideri, messa sul ta-
volo da cucina, è stata presto
mo insieme", che ha tra i vari o-
biettivi anche quello di sup-
portare gli studenti: in poche o-
500mila
Gli alunni
compilata: tornare alla vita di re ha raccolto più di 330 iscrit-
prima, fare sport, dal nuoto al- ti. Si tratta, spiega il preside del- che non partecipano
la pallavolo, andare a un con- la facoltà Alessandro Antoniet- alle lezioni
certo o a vedere una partita di ti, «di un percorso di crescita a distanza: sono il 6%,
calcio, camminare a piedi nudi per rendere il momento pre- secondo i dati
sulla spiaggia, visitare le ville sente un’occasione per fare co-
più belle. Idee diverse a secon- se nuove. Un esercizio consiste,
del ministero
da delle generazioni. Chiara, in- per esempio, nel trovare tre mo- dell’Istruzione
vece, ha messo insieme tutte le tivi per cui è stato utile non u-
buone notizie, per raccontarle scire a cena a causa della qua-
ai più piccoli. Non solo. «Ogni rantena. Un altro riguarda la
giornata – racconta – è diven-
tata la "giornata del": con Da-
vide, mio marito, diamo un ar-
consapevolezza sociale». Tre
settimane, in fondo, non sono
nulla visto il tempo che ci si è
51%
La quota di ragazzi
gomento per ogni giorno che messi alle spalle. A patto che la
passiamo insieme. I temi sono semina porti frutto. "non connessi",
i più diversi: dalla cucina fatta Ragazzi che studiano a distanza, in questi giorni di quarantena / Ansa © RIPRODUZIONE RISERVATA secondo Save
the Children,
LA PSICOLOGA LO PSICHIATRA che non dispone
di alcun accesso

«Pazienti ed empatici «Dare ai bimbi la certezza a Internet

Sono gli adulti alla prova» che ci sarà ancora futuro» Le relazioni
familiari
PAOLO FERRARIO che si tornerà a scuola, a giocare con gli ami- NICOLETTA MARTINELLI Ma anche quest’estate sarà difficile incon-
ci, a pranzo dai nonni. trarsi come prima. al tempo

«F I
ra i tanti mestieri messi a dura pro- Ma intanto si dovrà stare a casa, una grande bambini sono stati sfiorati dall’epidemia Tocca a tutti noi, gli adulti, trovare strade nuo-
va da questa emergenza c’è fatica per molti ragazzi. Quali parole usare di Covid–19 che tra i più piccoli ha mie- ve, proporre ai ragazzi modelli di aggregazio- del Covid-19
senz’altro anche quello del geni- con loro? tuto poche vittime. Eppure, rischiano di ne inediti, cambiare il modo stesso di educa-
tore, sollecitato ad essere ancora più pazien- Si deve far capire loro che, in questo momen- essere loro a pagarne lo scotto maggiore. A- re. Niente sarà più come prima, almeno per La Facoltà di
te, più empatico, più allegro, più capace di re- to, viene chiesto un sacrificio che, però, sta desso, isolati in casa, non sempre in rosei con- un po’, né la scuola né lo sport né lo svago. Bi- Psicologia
sistere alla fatica del sentirsi, a volte, persino dando risultati, come confermano anche i bol- testi familiari, e in seguito, alle prese con una sognerà individuare aree di confronto e di in- dell’Università
inutile di fronte a una realtà che pare sovra- lettini quotidiani della Protezione civile. A tut- trasformazione epocale che prescinde tutti contro, progettare insieme il futuro. In questo eCampus ha
starci». Un mese di “clau- ti è chiesto di portare pa- noi. momento, i piccoli sono promosso nei giorni
sura” in casa, con la pro- zienza. Spesso, soprattut- Ma mentre agli adulti si dà fortemente confusi e non scorsi un’indagine dal
spettiva di restarci ancora to in noi adulti, emerge un voce, se ne considerano le ottengono dai genitori le ri- titolo "Famiglie e
per chissà quanto tempo, senso di inutilità, di impo- necessità, i problemi, le dif- sposte che servono. Coronavirus", rivolta ai
ha cambiato la vita delle fa- tenza. Non è così: con il no- ficoltà, ai bambini no: «Del- Risposte non facili da tro- genitori e finalizzata a
miglie. Con le case diven- stro comportamento, ri- la loro sofferenza, di quella vare... capire se ed in quale
tate un po’ scuola, un po’ spettoso delle regole, stia- degli adolescenti si parla Questo è il momento della misura la condizione
ufficio e, per quanto possi- mo contribuendo a far sì pochissimo, anche se è sot- paura, dell’isolamento, del- emergenziale legata al
bile, anche un po’ cortile. che questa situazione to gli occhi di tutti. Di fatto la fatica quotidiana. In cer- rischio Covid-19
«Questa esperienza lascerà cambi, che l’emergenza fi- sono compressi tra quattro te città si sentono solo i ru- influenzi e modifichi le
tracce indelebili in ognuno Emanuela Confalonieri nisca al più presto. È que- mura, in uno spazio fisico Ernesto Caffo mori dell’emergenza, le si- relazioni familiari, sia
di noi», sintetizza Ema- sta la parte che oggi viene ed emotivo angusto. Basti rene delle ambulanze. I rispetto alla vita di
nuela Confalonieri, psico- Confalonieri (Cattolica): chiesta a ciascuno. Tanto ai pensare a quanta socialità Caffo: «Tocca a noi trovare bambini ascoltano i di- coppia che ai rapporti
loga dello sviluppo e del- «Organizzare le giornate grandi quanto ai più pic- hanno dovuto rinunciare. strade nuove scorsi dei genitori, in gran genitori/figli. La
l’adolescenza dell’Univer- coli. Niente scuola e nessuna at- Ora i bambini sono confusi parte preoccupati per il la- fotografia di un
sità Cattolica. Proprio per
per far capire anche ai Eppure questo tempo “so- tività extrascolastica signi- voro che non c’è e che for- "prima" e un "dopo"
“misurare” l’impatto del più piccoli che il virus speso” spaventa: come ficano anche niente dialo- e non ottengono dai genitori se non ci sarà. E la televi- dei legami familiari
Covid sulla vita familiare, non ha vinto» riempire questa sensazio- go con i coetanei. Che è in- le risposte che servono» sione non aiuta, sempre rispetto alle restrizioni
con il suo gruppo di lavo- ne di “vuoto”? dispensabile tanto quanto concentrata sull’epidemia, dettate dall’emergenza
ro ha recentemente realizzato un sondaggio. Ristabilendo una routine. In questo senso la lo studio o lo sport». sul brutto che ci è toccato in sorte. Anche la Re- sanitaria. La
Che cosa è emerso? scuola online, o anche lo smart working, aiu- È Ernesto Caffo a prendere le parti dei bambi- te non sempre viene usata nel modo corretto partecipazione
Che questa emergenza sta cambiando le re- tano a ricreare una parvenza di normalità. Il ni, come fa da una vita: fondatore e presiden- dagli adolescenti lasciati soli. Usare meglio il all’indagine è rivolta a
lazioni all’interno delle nostre case. E non tempo, però, va organizzato bene, lasciando te di “Telefono Azzurro”, è professore di psi- mondo digitale è un’altra cosa che dovremo tutti i genitori con
sempre in peggio, anzi. I genitori ci hanno det- a ciascuno gli spazi di cui ha bisogno. Darsi u- chiatria infantile e adolescenziale all’Univer- imparare. almeno un figlio di età
to che i figli sono diventati più irascibili, ar- na routine, anche per quanto riguarda i tem- sità di Modena e Reggio Emilia; nel 2018 papa Lei disegna un panorama desolante. compresa tra 0 e 14
rabbiati, ansiosi, da una parte. Ma anche più pi del sonno e dei pasti, è molto importante e Francesco lo ha nominato membro della Pon- Le famiglie che funzionano continuano a fun- anni. I risultati di
collaborativi, dialoganti e più responsabili dal- ci tranquillizza. Perché ci fa capire che siamo tificia commissione per la tutela dei minori. zionare. Ma in quelle disfunzionali i problemi questa indagine, che
l’altra. ancora noi, non il virus, a organizzare la no- Quindi, professore, nel programmare la “Fa- sono destinati a incancrenirsi. Lo dimostrano resteranno
Come gli adulti possono aiutare i giovani a stra vita. E che lo possiamo fare anche re- se 2”, la prossima tappa verso la normalità, il i fatti, con un aumento delle violenze dome- assolutamente
sopportare meglio questo periodo di chiu- stando a casa. governo non considera abbastanza le esigen- stiche, dei maltrattamenti sulle donne e sui anonimi, potranno
sura? Che cosa resterà, nella vita delle famiglie, ze dei più piccoli? bambini. La povertà educativa esiste e pren- contribuire
Dosando la comunicazione, secondo il prin- quando tutto questo sarà finito? La scuola non ricomincerà, questo è eviden- de anche la forma degli abusi, della sofferen- all’orientamento di
cipio del «non negare, ma non ingigantire». È Sarà decisivo trovare dei luoghi, degli spazi te, ma cosa succederà a giugno? I bambini e i za, del disagio. Lo testimonia un forte aumen- iniziative di
giusto essere preoccupati, ma è necessario ri- dove raccontare. In questo la scuola, quando ragazzi hanno bisogno più di altri di sapere to delle chiamate a “Telefono Azzurro”. I ra- comunicazione e
cordarsi che a tavola si può anche parlare d’al- riaprirà, avrà un ruolo fondamentale per i cosa li aspetta in futuro. Che non significa sa- gazzi vogliono capire. E vogliono che si dica lo- sensibilizzazione
tro. I genitori devono essere capaci di capire bambini e gli adolescenti. Elaborare l’espe- pere se si sarà promossi e che va al di là dell’e- ro che possono ancora sperare, sognare. Che rivolte alle famiglie,
se e quando i figli hanno desiderio di parlare rienza attraverso la condivisione sarà un mo- mergenza sanitaria. È necessario un progetto il mondo sta cambiando e che faremo di tut- per sostenerle in
del virus e di tutto ciò che lo riguarda. So- do per capitalizzarla. Perché diventi genera- complessivo perché questa estate sia il mo- to perché non sia in peggio, che il futuro ci a- modo adeguato in
prattutto, compito degli adulti è rassicurare i tiva. mento per i ragazzi di ritrovare la dimensione spetta e che lo costruiremo insieme. questo momento di
figli circa il fatto che questa emergenza finirà, ©RIPRODUZIONE RISERVATA sociale di cui patiscono la mancanza. © RIPRODUZIONE RISERVATA difficoltà.
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 13

Coronavirus:
l’Europa
I 4 pilastri del piano salva Europa
Mes, Bei, Sure e il Fondo per la ripresa ancora da costruire con o senza gli eurobond. Dopo l’intesa
raggiunta dai ministri la parola passa ai premier che si riuniranno in videoconferenza il 23 aprile
CINZIA ARENA 500 miliardi di euro). do per la rinascita è la prossi- L’ACCORDO DELL’EUROGRUPPO LA TRATTATIVA
Intesa raggiunta invece sull’al- ma sfida». Il ministro delle Fi- Intesa raggiunta dai ministri finanziari di Area Euro per l’emergenza Covid-19
La vera novità è
L’
accordo c’è, ma le di- tro scoglio, il Mes, il Meccani- nanze olandese Woepke Hoek-
stanze restano. Un smo europeo di stabilità o fon- stra invece è convinto che gli
Proposta iniziale, MES (fondo Salva-Stati)
il "Recovery
piano di interventi do salva– Stati: interverrà co- eurobond non si faranno: «C’è fund" proposto
da 500 miliardi fondato su me prima arma di difesa, e non una maggioranza contraria. È respinta dall’Italia con condizioni leggere
quattro pilastri in parte anco- avrà condizionalità se i Paesi stato fatto questo testo che è
per i Paesi interessati dalla Francia,
ra da “progettare” è il compro- lo useranno per le spese sani- deliberatamente vago». ancora tutto
L’accordo raggiunto
messo a cui sono giunti, dopo tarie. Tra dieci giorni la palla Sono quattro gli strumenti su
con 4 proposte condivise da costruire
giorni di tensioni e dibattiti fiu- passerà ai premier dei 27 Pae- cui si fonda l’intervento della
me, i ministri dell’Economia si membri. «Convocherò la vi- Ue. Il primo è il Fondo Salva
Di certo c’è che
nel corso dell’Eurogruppo di deoconferenza del Consiglio Stati che è stato rispolverato in sarà temporaneo
giovedì. Adesso il testo passa europeo per il 23 aprile» ha an- una versione “light”, vale a di- e basato
al vaglio del Consiglio europeo, nunciato il presidente del Con- re senza i parametri stringen- sul bilancio Ue
formato dai leader di governo, siglio europeo, Charles Michel, ti imposti in passato, ad esem-
che si terrà il 23 aprile. L’ac- definendo l’accordo «una svol- pio in occasione del salvatag-
MES leggero
con poche condizioni
200 miliardi
della Bei
100 miliardi
(nuovo programma SURE)
Fondo per la Ripresa
con emissione
Dovrà essere
cordo rappresenta una media- ta importante». «Con questo gio della Grecia. Il nuovo Mes agli Stati; (Banca europea per finanziare di debito comune pronto
zione su come intervenire per pacchetto senza precedenti ci potrà fornire aiuti attraverso nessuna condizione investimenti) Cassa integrazione europeo per l’estate
arginare la crisi economica: assumiamo insieme il peso di una nuova linea di credito per chi ottiene fondi per le imprese e grande Fondo (proposta italo-francese)
potrebbe sembrare un mira- questa crisi. Questo compro- (Pandemic credit line) per la per l’emergenza per la Ripresa
sanitaria
colo diplomatico, in realtà è so- messo punta ad un sollievo ve- quale sono stati previsti 240
lo una bozza nella quale man- loce e mirato». Soddisfazione è miliardi di euro che non avrà Resta da discutere
ca un pezzo importante del stata espressa anche dalla pre- condizionalità se verrà usata
puzzle, cioè gli eurobond, for- sidente della Commissione eu- per affrontare le spese sanita- Emissione di veri Eliminazione di tutte
temente voluti dall’Italia ma ropea Ursula von der Leyen, rie, dirette e indirette, legate al- e propri le condizionalità
Eurobond del MES
respinti da Olanda e Germa- che ha assicurato che l’esecu- la crisi Covid–19. I Paesi po- La Consob
nia. Non compaiono nel testo, tivo «risponderà alla richiesta tranno richiedere fino al 2%
ma non vengono esclusi del per un’azione decisiva attra- del loro Pil, per l’Italia circa 35 alza i livelli di
tutto. Potrebbero rientrare in verso un recovery plan e un miliardi. Ma il premier Conte bond sono riposte in quel Re- lancio Ue. Sarà temporaneo e quale sarà questo finanzia- trasparenza
gioco in virtù di quegli “stru- quadro finanziario plurienna- ieri ha ribadito che non inten- covery fund, proposto dalla commisurato ai costi straordi- mento è presto per dirlo: sa-
menti innovativi” previsti dal le rafforzato». Per il commis- de attivarlo. Francia. I ministri lo hanno de- nari della crisi e aiuterà a spal- ranno i leader a stabilire cifre
della Borsa
fondo per la ripresa o Recovery sario Paolo Gentiloni l’accordo Le speranze italiane di arriva- scritto come «un mezzo per marli nel tempo attraverso un e modalità. Dovrà essere pron-
plan (da finanziare con altri è un primo passo ma «Il Fon- re all’emissione degli euro- fornire fondi attraverso il bi- finanziamento adeguato». Ma to quando si affronterà la ri- La Consob ha rafforza-
presa, quindi tra qualche me- to gli obblighi di tra-
se. Per l’Italia questa finestra sparenza nell’aziona-
ANALISI temporale rappresenta una riato delle società quo-

Un buon compromesso possibilità per fare pressing


sull’emissione di una quantità
limitata di titoli europei.
tate in Borsa grazie ai
nuovi poteri che le so-
no stati conferiti col

Ora sta al Consiglio Pieno accordo invece sugli al-


tri due punti del programma,
quelli meno “politici”. Il pro-
"decreto imprese". L’ef-
fetto è l’aumento del
numero delle aziende,
mettere fine alla partita gramma Sure è un fondo eu-
ropeo da 100 miliardi contro
la disoccupazione. Il Fondo,
da 48 a 104, ossia qua-
si la metà dell’intero li-
stino, per cui viene ab-
GIUSEPPE PENNISI attraverso 25 miliardi di ga- bassata la soglia sulla
ranzie volontarie degli Stati quale scatta l’obbligo

A
l termine della lunga riunione dell’Eurogruppo, tut- membri, proporzionate al lo- per gli investitori di co-
ti i partecipanti si sono presentati come “vincitori” ro Pil, permetterà di finanzia- municare le quote de-
ai cittadini dei loro rispettivi Paesi. Non ci sono sta- re le “casse integrazioni” na- tenute: dal 3 all’1% per
ti, invece, né vincitori né vinti perché si è raggiunto quel zionali. Raccoglierà risorse sui le grandi e dal 5 al 3%
«compromesso ragionevole» auspicato anche da questa mercati emettendo un proto- per le Pmi. Si tratta di
testata. Le conclusioni dovrà tirarle il Consiglio Europeo, tipo di eurobond che darà poi un provvedimento che
solo allora si vedrà se si farà progresso sui punti rimasti in ai Paesi che ne hanno bisogno annulla ed estende
sospeso. prestiti con scadenze a lungo quello adottato il 17
Soffermiamoci su due: a) l’utilizzazione del Meccanismo termine. L’ultimo intervento marzo. L’authority è an-
europeo di stabilità (Mes); e b) la costituzione del «fondo riguarda la creazione di un che intervenuta per
per la ripresa» inizialmente proposto dalla Francia e che fondo da 25 miliardi da parte chiarire alcuni aspetti di
potrebbe includere il varo di «strumenti finanziari inno- della Banca europea per gli in- un altro decreto, il "Cu-
vativi», tra cui eurobond (o simili), un cavallo di battaglia vestimenti, che servirà a ga- ra Italia", con un richia-
dell’Italia. Sugli altri aspetti – il potenziamento della Bei rantire prestiti alle imprese per mo alle società quota-
per fornire liquidità per le imprese ed il programma Sup- 200 miliardi di euro. Risorse te per assicurare, da un
port to Mitigate Unemployment Risks in Emergency (SU- che si aggiungono agli altri 40 lato, la partecipazione
RE) – non c’erano grandi differenze di opinione. Sul Mes miliardi di euro di prestiti mo- e l’esercizio del diritto
il compromesso è abbastanza ambiguo, per giungere ad bilitati dalla Bei a marzo. L’in- di voto nelle assemblee
un accordo tra visioni nettamente opposte. Sino a quan- tervento è stato valutato posi- a distanza. Dal’altro ha
do dura l’emergenza, le linee di credito precauzionali «sa- tivamente ma sarà probabil- invitato a evidenziare
ranno aperte a tutti gli Stati», in una misura pari al 2% del mente insufficiente pensando con la maggiore tra-
loro Pil, per finanziare i costi sanitari, diretti e indiretti, ma ai danni che la chiusura pro- sparenza possibile nei
non per le altre spese socio–economiche indirettamente lungata sta provocando alle bilanci gli effetti che l’e-
legate all’emergenza. imprese più piccole. mergenza da coronavi-
Ciò viene interpretato come interventi «senza condiziona- © RIPRODUZIONE RISERVATA rus provoca sulle atti-
lità»: l’accordo e lo statuto del Mes prevedono, però, vigi- vità aziendali.
lanza sull’impiego dei fondi. Le conclusioni della riunione
sottolineano che la «condizionalità» (impegno a politiche LO STUDIO: L’EPIDEMIA COME UNA VALANGA MASSIMO CALVI
di riassetto strutturale) tornerà ad essere una caratteristi-
ca del Mes, una volta terminata l’emergenza. Per avere ac-
cesso ai finanziamenti Mes, lo Stato interessato deve fare
esplicita richiesta. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe
Conte, ha già detto che l’Italia non intende rivolgersi a que- A
bbiamo affrontato il co-
ronavirus come scialpi-
nisti spericolati e un po’
Abbiamo sfidato il virus fluenza”, al record di contagi.
A comportarsi come uno scia-
tore prudente che rinuncia al-
I negozi
iniziano a
sto strumento, anche per evitare uno scontro all’interno
della maggioranza oltre che il furore dell’opposizione.
Ancora più vago l’accordo sul «fondo per la ripresa» che do-
troppo sicuri di sé. Forse è sta-
to questo l’errore: di fronte al-
l’epidemia di Covid-19 i go-
come sciatori spericolati l’escursione e si salva la vita
sembra essere stata la Grecia,
che he seguito l’Italia nel lock-
non pagare
gli affitti
vrebbe essere varato dal prossimo Consiglio Europeo e po- verni, i maggiori leader mon- di sicurezza, si espongono a u- questa regola. In Italia, nono- down pur non avendo un’e-
trebbe includere modalità finanziarie «innovative» (l’appi- diali, ma anche i loro consu- na probabilità doppia di inci- stante gli avvisi, nessuno si a- mergenza. Confimprese, l’asso-
glio per dire che gli eurobond sono sul tavolo). Non è dato lenti tecnici, sembrano essersi dente da valanga. spettava di sperimentare un’e- I processi in questo momento ciazione delle catene
sapere se c’è una proposta tecnica strutturata (predisposta, comportati tutti in modo si- È una lezione che si può appli- mergenza sanitaria più seria non aiutano. D’altra parte so- del franchising, chiede
presumibilmente dalla Francia) su cui possano lavorare gli mile a uno sciatore che decide care bene al presente: l’artico- di quella della provincia ci- no anni che i sistemi sanitari lo stop al pagamento
sherpa e se tale proposta includa «eurobond». di avventurarsi fuoripista no- lo con cui Enrico Rettore, eco- nese dell’Hubei, e quando il occidentali, superate le batta- dei canoni d’affitto con
L’opposizione ai bond non è tecnica: molte unioni mone- nostante l’allarme dei bolletti- nomista dell’Università di Pa- virus è arrivato ci siamo tro- glie con l’Hiv, Ebola, la Sars, il commercio al tracol-
tarie hanno avuto, e hanno, titoli a responsabilità condivi- ni meteo, e finisce travolto dal- dova, Sara Tonini, dell’univer- vati impreparati. Qualche po- sembrano cullarsi nell’illusio- lo e i negozi chiusi da
se; a fine aprile, l’Amsterdam Center for European Studies la valanga. sità di Città del Capo, e Paolo litico ha mostrato un eccesso ne di aver messo le malattie in- oltre un mese. «Il Cen-
ha pubblicato un bel lavoro di Lorenzo Codogno e Paul van Questa analogia è suggerita da Tosi, fisico a Trento, davano di fiducia anche dopo i primi fettive fuori dal perimetro del- tro Studi Confimprese
dem Noord in cui si dimostra che gioverebbero tanto agli un test condotto qualche anno conto della loro ricerca nel contagi, ma chi poteva sape- le emergenze possibili, sce- certifica che il 90% del-
Stati della “periferia” quanto agli altri. L’opposizione è po- fa in Trentino da ricercatori che 2015 sulla voce.info, si intito- re che questa epidemia avreb- gliendo di concentrarsi su pa- le imprese associate
litica: riguarda l’Italia che a Maastricht si era impegnata a hanno intervistato quasi 300 lava “Quando lo scialpinista be avuto un corso così diver- tologie più comuni e costanti, ha revocato i sepa per
portare il proprio debito pubblico dal 105,5% del Pil al 60% appassionati di sci-alpinismo incontra un cigno nero”. Il ci- so da altre del passato? come i tumori o le malattie il pagamento anticipa-
entro un tempo «ragionevole» ma ora lo ha al 135% e mi- valutando la loro propensione gno nero, come abbiamo im- Meno comprensibile è stato il neurodegenerative, e dunque to dei canoni d’affitto
naccia di portarlo al 170% in due anni, ponendo a rischio al rischio. L’aspetto interessan- parato riscoprendo la defini- comportamento di altri Paesi, era più facile commettere er- per il trimestre aprile-
la stabilità finanziaria dell’Eurozona. Da un lato, ciò può vo- te della ricerca, guardando a zione di Nassim Nicholas Ta- dalla Francia di Emmanuel rori di sottovalutazione. Ma se giugno. È inevitabile
ler dire che i bond sono tanto più necessari per ridurre il oggi, è l’aver messo in luce che leb, è un evento altamente im- Macron che sembrava voler co- alla classe politica, per la na- che si creino tensioni
peso dello spread sul debito italiano. Da un altro, che è tem- l’errore dello scialpinista che si probabile, ma dalle conse- gliere un’opportunità di fron- tura di questa attività, non si con le proprietà immo-
po che l’Italia rimetta la propria economia e finanza pub- mette in pericolo non dipende guenze potenzialmente deva- te ai guai dell’Italia, alla Gran può rimproverare troppo l’ec- biliari», sottolinea il
blica in ordine tramite il Mes (creato a questo scopo) con tanto dalla scarsa conoscenza stanti: come una valanga, un Bretagna di Boris Johnson, ri- cesso di audacia, forse agli e- presidente Mario Re-
relativa «condizionalità». La partita è ancora aperta. Nes- della situazione, dalle abilità, collasso finanziario o, appun- coverato in terapia intensiva sperti che stanno alle spalle dei sca che chiede «la ri-
suno parla del «convitato di pietra» all’Eurogruppo, e al o dalla volontà di assumersi to, una pandemia virale. dopo aver immaginato l’usci- governi e ai tecnici pagati per negoziazione dei ca-
Consiglio Europeo: la Banca centrale europea (Bce). Il Pan- dei rischi, ma da una compo- In sostanza il maggior perico- ta rapida dalla crisi in virtù valutare i bollettini della neve, noni calmierati nella fa-
demic emergency purchase programme (Pepp), lanciato in nente del carattere: le persone lo per il nostro benessere sem- della teoria dell’immunità di prima o poi bisognerà chiede- se 2 del post-emer-
questi giorni, se usato con abilità (ossia acquistando titoli cosiddette “overconfident”, cioè bra derivare più dalla “spaval- gregge; dalla Svezia del “tutto re come mai siamo finiti tutti genza, possibilmente
dal Mes, dalla Bei, dalle banche e dalle imprese) può arri- quelle che secondo i test psico- deria” di chi deve prendere le aperto”, tornata frettolosa- sotto una valanga. Anche per solo sulla percentuale
vare a 1100 miliardi da pilotare, se si vuole e se si sa farlo, metrici sono convinte di sape- decisioni che dai pericoli e- mente sui suoi passi, agli Usa capire ora come si scia per del fatturato fino a
in buona misura verso l’Italia. re più di quanto realmente sterni. Quanto accaduto con il di Donald Trump, passati dal scendere dal “picco”. quando il mercato non
© RIPRODUZIONE RISERVATA sanno e mostrano un eccesso coronavirus sembra rispettare classico “è poco più di un’in- © RIPRODUZIONE RISERVATA si riprende».
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 15

Coronavirus:
lo scenario
Farmaci, è boom di sequestri
I Nas intercettano decine di migliaia di prodotti irregolari, soprattutto mascherine e gel igienizzanti
Oscurato un sito web che vendeva un antivirale «per la prevenzione e il trattamento del Sars-CoV-2»
ENRICO NEGROTTI e Certificazioni dell’Aifa, che lo chiuso dai Nas – dediti al- commercio illegale di farma- voro di Aifa con ministero che piattaforme di commer- IL CASO
comprende l’ufficio dedicato la vendita di farmaci con pa- ci è ad ampio raggio. «Ci so- della Salute e Nas per “blin- cio online: «Non possiamo
Di Giorgio (Aifa):
L’
emergenza Covid– al contrasto al crimine far- rola chiave coronavirus. Per no avvisi sui siti di Aifa, mi- dare” la rete delle 800–900 seguire tutti i siti fraudolen-
19 si riverbera sul- maceutico. «Era prevedibile ora dai sequestri emerge che nistero della Salute e Istituto farmacie che in Italia posso- ti, ma rendiamo pubblici – in ci sono strumenti
l’azione di contrasto – osserva Di Giorgio – che l’e- la priorità delle richieste ri- superiore di sanità. Il ricorso no vendere legalmente sul modo che altri possano co- condivisi con le
alle truffe e al traffico di far- pidemia avrebbe generato guarda prodotti sanitari, ma- diretto dei cittadini a siti non web, solo farmaci da banco. piarli – i meccanismi di sicu-
maci e materiali sanitari che l’offerta di preparazioni “mi- scherine e dispositivi di pro- controllati oggi è meno fre- Collaboriamo con legit- rezza sviluppati con Ebay, A- piattaforme di
i carabinieri dei Nas eserci- racolose”. Per il farmaco non tezione individuale, igieniz- quente, però è aumentato script.com, la struttura che mazon o Paypal: e diamo lo- commercio online
tano, anche attraverso ac- c’è al momento la disponibi- zanti, perché ce n’è disponi- l’accesso alla rete e all’acqui- supporta Google nella ricer- ro indicazioni sui prodotti– Per le sanzioni
certamenti sui canali di ven- lità di un prodotto risolutivo, bilità limitata». sto online. È cresciuto lo spa- ca delle farmacie online ille- schermo più utilizzati per
dita online. Decine di mi- ma ci sono siti – come quel- L’azione per contrastare il zio sicuro anche grazie al la- gali». Il lavoro riguarda an- mascherare i commerci ille-
occorre ratificare
gliaia i prodotti sequestrati citi». Capitolo social network: la convenzione
solo negli ultimi giorni: ma- «Abbiamo contatti con Face- Medicrime, che
scherine e dispositivi di pro- RICERCA CINESE book e Twitter, in cui si tro- rende reati tutti gli
tezione individuale privi del- vavano proposte di cure mi-
le caratteristiche dichiarate Covid-21, scoperto enzima racolose, integratori, poma-
atti correlati alla
o importati in modo illegale, te per artrite, psoriasi, o altre contraffazione
gel igienizzanti che vantano «Ora la terapia è più vicina» nicchie di mercato, quali far- farmaceutica
proprietà antimicrobiche maci della sfera sessuale, di-
non possedute. È stato oscu- Un nuovo studio cinese pubblicato sulla magranti o dopanti per lo
rato persino un sito web col- rivista “Science” ha messo in luce la strut- sport. Offerte inverosimili, se
locato su un server estero che tura di un enzima polimerasi (denomina- proposte sui social che fre-
vendeva un farmaco antivi- to “nsp12”) che sarebbe cruciale per la quentiamo, acquistano cre-
rale a base di umifenovir, in- moltiplicazione del nuovo coronavirus. dibilità, in un’epoca in cui so-
dicato «per la prevenzione e Come un motore che lo fa proliferare. Ol- no cresciuti il complottismo
il trattamento negli adulti e tretutto, si tratta del bersaglio principale e la delegittimazione degli Css: test
nei bambini Covid–19 (Sars– dell’antivirale “remdesivir”, sperimentato approcci scientifici». sierologici
CoV–2)», per il quale l’Agen- proprio per combattere il Covid-19 ma na- Altri strumenti sono conte-
zia italiana del farmaco (Ai- to come arma anti-Ebola. Lo studio, fir- nuti nella convenzione Me- affidabili
fa) aveva già indicato l’as- mato dal team di Yan Gao, docente del- dicrime, promossa da Consi- dal Ssn
senza di autorizzazione all’u- l’università Tsinghua di Pechino, alimen- glio d’Europa (sottoposta al-
so in Europa e negli Stati U- terà gli sforzi degli scienziati (e delle a- la firma dall’ottobre 2011 e in
niti, e la mancanza di prove ziende farmaceutiche) per sviluppare me- vigore dal gennaio 2016): «Noi definiamo sia le
scientifiche di efficacia con- dicinali antivirali specifici, mirati a com- «L’Italia ha già gli strumenti linee dello studio sia
tro il Covid–19. Così come è battere il terribile virus che sta conta- operativi, ma non l’ha anco- le categorie.
stato segnalato un sito che giando due terzi del mondo e provocan- ra ratificata, il che significa Dobbiamo muoverci
offriva kit diagnostici per la do decine di migliaia di morti. che siamo ancora deboli sul- in una prospettiva di
verifica ematica del titolo Usando un microscopio crio-elettronico le sanzioni. Oggi se vendo un test sierologici solidi
anticorpale del virus, pro- (strumento che consente l’osservazione farmaco illegale compio un che diano risultati
dotti non utilizzabili per au- di campioni non fissati alla materia viven- reato, ma se facilito con un affidabili. Credo che
todiagnosi. te), Yan Gao e il suo team hanno determi- link sulla mia pagina Face- questo tipo di analisi
«In un’emergenza diffusa si nato la struttura di “nsp12” nei dettagli. Un book un sito che li vende, è sia la classica materia
genera una richiesta specifi- lavoro che spiega così come “remdesivir” difficile sanzionarmi se non di pertinenza delle
ca, ma non cambia il model- può agire su questo target inibendo la pro- si dimostra che ho avuto un strutture sanitarie del
lo: alla domanda non soddi- liferazione del virus. Il meccanismo illu- guadagno. Con Medicrime si Ssn» ha detto il
sfatta dai canali legali ri- strato dai ricercatori cinesi potrà essere rendono reati tutti gli atti presidente del
sponde il mercato illegale» sfruttato per lo sviluppo di altri antivirali. correlati alla contraffazione Consiglio superiore di
spiega Domenico Di Giorgio, © RIPRODUZIONE RISERVATA farmaceutica». sanità Franco
dirigente dell’Area Ispezioni © RIPRODUZIONE RISERVATA Locatelli.

LE SPERIMENTAZIONI IN UN’AZIENDA ROMANA

Sui vaccini segnali incoraggianti


Cinque i test allo studio in Italia
C
i sono segnali incorag- le. I primi risultati nei modelli pre- cilita l’ingresso del vaccino nelle cel-
gianti perché risultano clinici dimostrano la forte immo- lule e attiva il sistema immunitario.
positivi i primi risultati dei nogenicità dei cinque candidati vac- «Dei cinque vaccini in sperimenta-
test preclinici dei cinque “candi- cini», ha spiegato l’amministratore zione sono al momento due quelli
dati vaccini” contro il coronavi- delegato dell’azienda, Luigi Aurisic- che sembrano più promettenti – ha
rus SarsCoV2 condotti in Italia chio. Tutti e cinque i candidati vac- aggiunto Aurisicchio –, ora il prossi-
dall’azienda Takis di Castel Ro- cini sono stati progettati per con- mo passo sarà quello di selezionare
mano, alle porte della Capitale. trastare la principale arma che il vi- quello che tra i cinque “candidati
La strada verso un vaccino anti-Co- rus utilizza per invadere le cellule, vaccini” si rivelerà il più potente, e
vid-19 è ancora molto lunga e com- cioè la proteina denominata “spike”. questo lo vedremo già nelle prossi-
plessa, ma senza dubbio i dati che Si basano infatti sui frammenti del me settimane». I tempi dunque
stanno arrivando alimentano la spe- materiale genetico del coronavirus sembrerebbero più brevi del previ-
ranza: i vaccini in via di studio sono che corrispondono a diverse regio- sto: sarà possibile trovare il vaccino
riusciti infatti a indurre una forte ni della proteina e tutti sono som- entro la fine del 2020? Ricerche in
produzione di anticorpi. «Dopo il ministrati con la tecnica chiamata stato avanzato sono in corso anche
primo esperimento e con una sin- elettroporazione, che consiste in in laboratori scientifici degli Stati U-
gola somministrazione abbiamo ri- un’iniezione nel muscolo seguita un niti e della Cina.
scontrato un forte titolo anticorpa- brevissimo impulso elettrico che fa- © RIPRODUZIONE RISERVATA

LA DEPOSIZIONE DELLA CORONA I 168 ANNI AI TEMPI DEL VIRUS

L’anniversario In un periodo in cui il Paese vive un "senso di disorientamento" a causa del


coronavirus, i poliziotti sono "compagni al fianco dei cittadini, in quella che si
senza preannuncia una maratona, con lunghe salite". È il messaggio del capo della
Polizia Franco Gabrielli agli uomini e alle donne della Polizia in occasione del
cerimonia 168esimo anniversario della fondazione del corpo. Un compleanno senza
della Polizia cerimonie, con un solo gesto simbolico: la deposizione nel sacrario della
Polizia di una corona in memoria dei caduti da parte di Gabrielli e del ministro
dell’Interno Luciana Lamorgese. Nel suo messaggio, il presidente della
Repubblica, Sergio Mattarella sottolinea come l’emergenza sanitaria abbia
determinato "un impegno straordinario delle forze dl polizia, chiamate a
vigilare sull’osservanza delle misure di contenimento", ma anche a
"concorrere alle necessarie attività dl sostegno, comunicazione e
sensibilizzazione nei confronti dei cittadini". (V.R.S.)
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 17
Un lavoratore rimasto
Le garanzie per gli imprenditori piccoli e medio-grandi al lavoro nella propria
Il decreto varato il 6 aprile offre 200 miliardi di coperture sui prestiti bancari; una parte riservata a tutte le imprese non enormi
fabbrica, la Felfil, una
start-up che si
Coronavirus: Beneficiari
Accesso
alla garanzia occupa di sviluppare
le misure 30 miliardi gratuito e produrre macchinari
per la produzione del
Pmi
(fino a 250 addetti)
di euro filamento per la
da marzo 2020 stampa 3D. / LaPresse
Ditte individuali
Partite Iva
da aprile 2020 Condizione
aver esaurito
Aziende fino l’utilizzo del credito
EUGENIO FATIGANTE
a 499 dipendenti
Professionisti
del Fondo Centrale
di Garanzia
GLI AIUTI
Fra burocrazia e
L’
ultima "sorpresa" a-
Prestito Copertura pubblica Iter
mara arriva per la gran ritardi, è difficile
massa dei lavoratori nessuna istruttoria
rimasti, dopo la chiusura delle Fino a 25.000 euro 100% né del fondo, né delle banche che assegni e
fabbriche il 21 marzo, senza la- Fino a 800.000 euro valutazione del Fondo
bonus siano
voro e in attesa di un sussidio: i per chi fattura 100% su bilanci e dichiarazioni fiscali pagati prima
fino a 3,2 milioni degli ultimi 2 anni
pagamenti degli ammortizzato- del 20 aprile
ri sociali (Cig e cassa in deroga)
non potranno arrivare il 15 apri-
Fino a 5 milioni
di euro
90% sottoposto a valutazione I consulenti: per
le, le banche non sono pronte per Fino a 5 milioni valutazione
molti, Cig pagata
anticipare il pagamento della di euro 100% con intervento di Confidi solo a maggio
cassa integrazione rispetto alla Beffa imprese:
procedura ordinaria. A sostener-
lo è un sondaggio svolto tra qua-
prestiti di 25mila
euro a chi fattura

L’Italia dei «rubinetti» chiusi


si 4.500 consulenti del lavoro: lo-
ro convinzione è che i soldi nei 4 volte tanto
conti correnti degli interessati ar-
riveranno non prima di maggio.
È solo l’ultimo anello del cam-
mino frastagliato degli aiuti eco-
nomici decisi dal governo. La
cronaca di più di un mese (dai
primi strumenti annunciati l’11
marzo) senza denaro "fresco"
per tanti, troppi italiani. L’emer-
genza è concreta. Le norme so-
no state varate, forse anche trop-
pe in una girandola di Dpcm, de-
Slitta la Cig, mese senza soldi
l’assegno del Fondo di integra- l’Abi (l’associazione bancaria) ha rivati quasi 4 milioni di doman- Anche per baby-sitter soldi in ar- civile: sono già arrivati ai Comu-
Il Csc: crisi
di liquidità
da almeno
creti-legge, ordinanze e regola- zione salariale è arrivato a stipulato con il governo una con- de): è il popolo delle partite Iva, rivo a metà maggio. Nè va me- ni che, in molti casi, li hanno già
30 miliardi
menti. I fondi, tecnicamente, so- 747mila persone. venzione nazionale per antici- oltre a stagionali del turismo e glio per i buoni, sempre da 600 tradotti in buoni-spesa finiti nel-
no stati stanziati. A mancare al- L’intreccio della Cig in deroga. Il pare agli interessati un massimo addetti dello spettacolo. Ma pu- euro, destinati (a determinate le tasche dei cittadini. E poi c’è la Il fabbisogno di
l’appello, alla fine, sono soltanto vero scoglio è sulla cassa inte- di 1.400 euro netti (700 per due re qui bisogna attendere ancora. condizioni) alle famiglie con fi- gran partita dei miliardi per la li- liquidità delle imprese
loro: i soldi, l’argent, per i diretti grazione in deroga, prevista per mensilità) e ieri ha fatto sapere In più, l’altroieri si è aggiunta la gli che hanno uno o entrambi i quidità alle imprese, oggetto del- ammonterebbe a circa
interessati. Il "rubinetto" dell’e- ora per 9 settimane, che dovreb- che sta lavorando sul collega- beffa: qualcuno che lo attende- genitori a lavoro, fuori o in ca- l’ultimo decreto: ma pure qui ci 30 miliardi nel 2020, se
rogazione è rimasto chiuso. E lo be riguardare la gran massa dei mento diretto dei sistemi infor- va non lo avrà. Il testo finale del sa. Le domande giunte all’Inps vorranno almeno 2-3 settimane l’epidemia terminasse
sarà almeno fino al 20 aprile, an- circa 5,6 milioni di dipendenti matici fra istituti di credito e In- "decreto imprese" ha cambiato dal 1° aprile sono a quota perché un’azienda possa acce- a fine giugno. Una
che per il "famoso" bonus di 600 oggi "fermi". Qui la difficoltà è ps. Ma difficilmente i soldi arri- i criteri: possono accedervi solo 43.608, ma i richiedenti do- dere al prestito bancario. Nella stima che salirebbe
euro per i lavoratori autonomi doppia: in primo luogo c’è un i- veranno prima del 20 aprile. I i professionisti che svolgono vranno tener conto che i soldi migliore delle ipotesi. Senza con- invece a 80 miliardi in
che, salvo sprint dell’ultim’ora, ter reso più farraginoso dalla bu- consulenti segnalano inoltre il li- un’attività "esclusiva", chi versa saranno caricati sul borsellino tare un’altra beffa: è confermato uno scenario
non riuscirà a rispettare la sca- rocrazia, con una triangolazione mite prodotto dal non aver pre- contributi anche all’Inps o ha u- virtuale del proprio "libretto fa- che la garanzia al 100%, senza va- pessimistico di fine
denza del 15 indicata da Giu- fra Inps, aziende e Regioni che visto un codice unico "Covid- na pensione è tagliato fuori e do- miglia" solo il 15 maggio. lutazione, è solo per i prestiti più epidemia a dicembre.
seppe Conte. Il premier ieri sera devono mandare prima all’isti- 19" per la Cig, che avrebbe sem- vrà puntare al "reddito di ultima Alla fine, quindi, a dare un esito piccoli, fino a 25mila euro, ma il È questa la stima del
si è detto «dispiaciuto» per que- tuto le liste dei beneficiari. Non plificato di molto. istanza", che è ancor più in alto immediato sono soprattutto i testo precisa che non si può chie- Centro studi di
sti ritardi. Malgrado la gran mo- tutte lo hanno fatto, tanto che Autonomi, la lunga attesa del mare (manca il decreto attuati- 400 milioni stanziati il 28 marzo dere più del 25% dei ricavi. Quin- Confindustria, in base
le di lavoro soprattutto dell’In- qualcuna - come il Veneto - si sta bonus. Anche i 600 euro di mar- vo). E dire che, a esempio, l’En- per l’emergenza alimentare, per di, chi ha ricavi sotto i 100mila a un ampio campione
ps che, se non altro, è riuscito attrezzando, siglando un accor- zo, che dovrebbero salire poi a pam (medici e dentisti) ha reso i quali - non a caso - il governo si euro riceverà, ma in proporzio- di bilanci di imprese
a pagare la Cassa ordinaria per do con le banche locali per un 800, interessano oltre 5 milioni noto di aver bloccato in corsa è affidato a una procedura a par- ne di meno. (le società di capitali,
circa 1,8 milioni d’italiani. E pagamento immediato. Proprio d’italiani (a ieri all’Inps sono ar- 25.262 assegni, già pronti. te, assegnandoli alla Protezione © RIPRODUZIONE RISERVATA pari a un terzo del Pil e
al 55% degli occupati),
contenuta in un focus
■ IL PARERE DI ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA E IMPRENDITORI SULL’ULTIMO DECRETO DEL GOVERNO specifico. Se si
includono le imprese
CONFINDUSTRIA CONFCOMMERCIO CONFCOOPERATIVE che già avevano

Boccia: «Servono anche Sangalli: risposta Gardini: «Gli interventi problemi di liquidità, le
cifre salgono e si
arriva rispettivamente

cabina di regia e grandi incompleta, urgono ora non si ammalino a 57 e 138 miliardi. In
questo quadro le
misure varate dal
investimenti pubblici» indennizzi speciali di troppa burocrazia» governo in aprile,
ragiona ancora il Csc,
«sono
VINCENZO BOCCIA “cabine di regia” istituite CARLO SANGALLI ché è indispensabile - da subito - MAURIZIO GARDINI corre l’Europa unita e soli- sostanzialmente in
dal governo, perché la ri- costruire un percorso di sopravvi- dale. Brilla come l’oro, ma linea con le proposte

O F L
rmai dovrebbe presa del lavoro possa av- are previsioni sulla "riaper- venza finanziaria. Oggi, e non do- e misure del governo non sembra esserlo, quan- di Confindustria e
essere a tutti venire nella massima si- tura" - anche parziale e se- mani, la priorità assoluta è assicu- sono coraggiose e to deciso dall’Eurogruppo, potrebbero riuscire a
chiaro che ci tro- curezza. Quanto lunga lettiva - delle attività pro- rare liquidità a zero burocrazia - a vanno nella giusta con risorse senza condizio- soddisfare le esigenze
viamo ad affrontare una sarà questa fase è oggi im- duttive è ancora difficile. Ma una Roma come a Bruxelles - a tutte le direzione. Dobbiamo evita- ni solo per la sanità e non di liquidità». Ma
doppia emergenza, una possibile dire. cosa è certa: le prospettive per l’e- imprese, nessuna esclusa. L’ultimo re però che questi interven- per le imprese. Negli Usa la occorre che «il
sanitaria e l’al- La terza fase conomia sono drammatiche, con decreto è, invece, una risposta an- ti si ammalino Fed ha messo sistema bancario sia
tra economica; dovrà essere il rischio concreto di perdere nel cora incompleta che lascia aperti di burocrazia. sul piatto 2.300 in grado di generare
e che, dando affidata a mas- 2020 oltre 50 miliardi di consumi. Ci diversi interrogativi. Già dal "Cura Occorre garan- miliardi di dol- un grande ammontare
priorità assolu- sivi investi- preoccupa particolarmente, dopo i Italia" avevamo chiesto di attuare tire liquidità im- lari. Gli Euro- di credito in tempi
ta alla questio- menti pubbli- numeri dolorosi delle persone meccanismi straordinari di inden- mediata alle im- bond sarebbero brevi: ciò andrà
ne sanitaria, al- ci, in chiave i- scomparse e di quelle malate, l’au- nizzo e di rendere subito operative prese: rischia- stati lo stru- monitorato con
lo stesso tem- taliana ed eu- mento dell’incertezza legata alla le misure per garantire liquidità al- mo di perderne mento più adat- attenzione. I prestiti
po occorre da ropea, per pandemia. le imprese. Perché l’obiettivo è che 1 milione. Si to. Non è un di- andranno poi
subito lavorare compensare la In questa situazione il commercio nessun lavoratore e nessuna im- consenta alle scorso di “fal- rimborsati alle
per creare le condizioni graduale ripresa della do- si è sdoppiato: da una parte, ci so- presa siano lasciati soli. Questo è il banche di avviare istruttorie chi” o “colombe”. Gli effetti banche; in caso di un
che ci permettano di su- manda privata, che non no le imprese che, tra mille diffi- nostro impegno, ma serve uno sfor- con tempi record. Il model- del Covid–19 sono insoste- eventuale
perare il momento critico sarà immediata. L’attuale coltà, continuano ad assicurare al- zo straordinario a tutti i livelli del lo è la Svizzera, che in un nibili per i singoli Paesi. An- inadempimento
e provvedere perché le atteggiamento dell’Unio- le famiglie spesa e servizi essenzia- "sistema Paese", chiamato a una giorno e mezzo ha accredi- che per quelli che lucrano dell’impresa si
imprese siano messe nel- ne Europea, dopo l’ulti- li. Dall’altra, tantissime imprese sfida senza precedenti. Decisiva per tato denaro fresco sui con- grazie a imprese che spo- ricorrerebbe alla
la condizione di ripartire, ma riunione dell’Euro- che, nel rispetto delle regole, han- un futuro dove ci sia memoria, co- ti delle imprese. E a propo- stano ad Amsterdam la pro- garanzia, quindi si
quando se ne presente- gruppo, fa ben sperare, al no dovuto chiudere. Un’infinità di me ha detto papa Francesco, di sito di liquidità vanno sal- pria sede legale. Ricordo spenderebbero fondi
ranno le condizioni. riguardo, nell’individua- tipologie commerciali e di intere fi- questa difficile esperienza vissuta dati i 53 miliardi di debiti che le cooperative non de- pubblici: cruciale è
Possiamo quindi dire che zione di strumenti e fini liere, come quelle del turismo, del- tutti insieme. Andando avanti con della P.A. Questa è una guer- localizzano, ma creano la- stabilire un
dobbiamo affrontare da- comuni. l’automotive, del comparto cultu- la speranza che mai delude. Che è ra che ridisegnerà gli asset- voro e ricchezza in Italia. E- ammortamento dei
vanti a noi tre fasi. La pri- Presidente rale e creativo, che rischiano di non quella che ci indica il Santo Padre. ti geo–economici mondia- rogano servizi in Italia. Con prestiti su orizzonti
ma fase riguarda la lotta di Confindustria avere più le risorse quando arriverà Presidente di Confcommercio li, non bastano solo le mi- la previsione di una chiusu- sufficientemente
al coronavirus e al conta- © RIPRODUZIONE RISERVATA il momento di ripartire. Ecco per- © RIPRODUZIONE RISERVATA sure di Palazzo Chigi. Oc- ra fino a maggio e una ri- lunghi, ai massimi
gio garantendo al sistema presa nei due mesi succes- consentiti per legge».
produttivo la liquidità per sivi, con il Censis abbiamo
la sopravvivenza delle LA VOCE DELLE IMPRESE ORDINARIE lato manleva la banca da una futura in- stimato che serviranno 2
imprese, in un contesto
di forte calo dei fatturati,
L’imprenditore: «È poco 6 anni il tempo per il rimborso solvenza dell’impresa, ma non libera, di
per sé, da rischi di contestazione per aver
anni per tornare ai livelli di
Pil di gennaio 2020. Più di
che in molti casi arrivano Banche ancora frenate dai rischi di contestazioni» concesso soldi senza i requisiti per poter- 1 impresa su 2 è al lavoro,
a zero. Si tratta pertanto ne beneficiare. In sostanza, la banca po- oltre 9 milioni i lavoratori

A
di dare immediata esecu- lcuni aspetti del "decreto liqui- in una situazione del genere ci si sarebbe trebbe essere chiamata a rispondere di attivi, 7 quelli sospesi. La
zione al “decreto liqui- dità" pongono «dei dubbi sulla attesi un termine minimo di 15 anni, se bancarotta per aver consentito la soprav- “fase 2” per noi parte di
dità” di recente varato, sua reale efficacia e sulla capacità non di più. È lecito un confronto – sotto- vivenza ad una impresa già in stato di cri- qua. Dobbiamo preparar-
consentendo alle banche di risolvere lo stato di crisi in cui versano linea – con la trattativa sul ricorso al Mes, si. Ciò comporta, per tutelarsi da future ci mettendo in sicurezza o-
di erogare senza indugio soprattutto le piccole e medie imprese». dove si parla per i Paesi Ue di una restitu- possibili contestazioni, la necessità di u- spedali e case di riposo. E
le risorse che si rende- È il parere di Vincenzo Maria Naschi, im- zione fra i 30 e i 50 anni». na valutazione approfondita dell’impre- test rapidi per il rientro sui
ranno necessarie. prenditore e vice presidente di Niapac (as- Il secondo punto è «il rischio di contesta- sa, con ovvie restrizioni sul merito di cre- luoghi di lavoro. Vanno te-
La seconda fase riguarda sociazione italo-americana). In partico- zione in capo alle banche. È questo un e- dito e lungaggini burocratiche. Sarebbe il nuti in equilibrio sicurez-
la graduale apertura delle lare, secondo Naschi, «ci sono due ele- lemento più tecnico – spiega l’imprendi- caso, pertanto, che ci fosse un intervento za massima e necessità di
attività economiche, se- menti molto critici. Il primo è la lunghez- tore romano –, ma che incide sia sul me- affinché non vengano trasferiti sulle ban- rimettere in moto il Paese.
guendo le indicazioni del- za del finanziamento per rientrare del de- rito che sui tempi di delibera delle banche. che rischi che non possono essere rico- Presidente
la comunità scientifica e bito contratto: 6 anni è un periodo non La circostanza che lo Stato garantisca il 90 nosciuti come loro propri». (r.r.) di Confcooperative
di quanto emergerà dalle compatibile in una economia devastata, o anche il 100% del finanziamento, da un © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
18 PRIMO PIANO Sabato 11 aprile 2020

Coronavirus:
il mondo
New York scava le fosse comuni
Troppi morti, la metropoli in ginocchio dichiara la resa: sepolture nell’isola che è già il cimitero dei poveri
Lo Stato ha il record planetario dei contagi, ma Trump si elogia per i risultati. Nel mondo 100mila morti
ELENA MOLINARI se chiude la sua terza settima- ti, negli Stati Uniti circola una sas, Iowa, South e North Caro- nale degli ospedali, già allo stre- stanze di sicurezza, consenten- L’EPICENTRO
New York na di lockdown e in vari Stati, corrente di rifiuto delle misure lina, Nebraska) che non hanno mo delle forze e al limite del col- do la celebrazione dei riti pa-
oltre che ai vertici dell’Ammi- imposte per disperata necessità ancora chiesto ai loro residenti lasso, mentre le morti a livello squali senza restrizioni. Sono
Immagini choc
D
ecine di bare di legno nistrazione federale, si molti- dalle autorità sanitarie. Nelle ul- di uscire il meno possibile. Una mondiale superavano la dram- centinaia dunque i luoghi di
grezzo di pino calate plicano i segni d’impazienza time settimane i singoli Stati realtà che ha spinto centinaia matica soglia dei 100mila. culto che si preparano ad acco- da Hart Island. Il
una accanto all’altra, sulla durata di una chiusura che hanno applicato i provvedi- di medici a chiedere più volte, I governatori di diversi Stati (an- gliere i fedeli nei prossimi gior- presidente insiste:
in una lunga trincea pronta ad sta costando cara all’economia menti di isolamento in tempi e invano, a Donald Trump di e- cora Kansas, Florida, Georgia e ni. Sull’altro fonte, in modo
accoglierne centinaia. Di solito e privando gli americani del lo- modi disparati, con la Florida e mettere un divieto nazionale di Texas) hanno infatti definito le drammatico, i risultati di nuovi «Speriamo
nelle fosse comuni di Hart I- ro diritto di muoversi e di riu- la Georgia che hanno vietato gli uscire di casa. chiese un «servizio essenziale» studi commissionati dallo stes- di aprire molto,
sland sono seppelliti i dimenti- nirsi liberamente. Più che in o- assembramenti solo all’inizio E l’avvicinarsi della Pasqua fa o esentato i servizi religiosi da- so governo, che rivelano il po- molto presto»
cati, chi non può permettersi gni altro Paese al mondo, infat- di aprile, e altri cinque (Arkan- tremare ulteriormente il perso- gli ordini di rispetto delle di- tenziale il potenziale impatto di
un funerale, i corpi che nessu- un rallentamento prematuro
E alcuni
no ha richiesto per 60 giorni. O- delle misure d’isolamento. I mi- governatori
ra che gli obitori di New York so- nisteri per la Sicurezza nazio- autorizzano
no pieni, i tempi per impedire nale e per la Salute e i servizi u- le celebrazioni
che una persona amata finisca mani Usa sono giunti alla con-
sull’isola dei diseredati senza u- clusione che se Trump fa mar-
collettive
na lapide che ne segni il pas- cia indietro sulle linee guida che della Pasqua
saggio sulla Terra si sono ac- incoraggiano i cittadini a resta-
corciati, e di molto: una o due re in casa dopo i primi 30 gior-
settimane, prima che si debba ni, il totale dei decessi raggiun-
far spazio alle nuove vittime gerà i 200mila, anche se le scuo-
mietute ogni giorno dal Covid- le rimarranno chiuse fino all’e-
19 a New York. Solo ieri se ne so- state e il 25% del Paese conti-
no aggiunti 777, portando il to- nuerà a lavorare da casa.
tale vicino agli 8mila, mentre, Trump ha sollevato ripetuta- Il tributo
con 160mila contagi, lo Stato di mente l’idea di riaprire gli Stati
New York superava la Spagna e Uniti per rilanciare l’economia, degli autisti
l’Italia per numero di casi, seb- anche se gli ospedali in tutto il dei mezzi
bene ospiti meno del doppio Paese e lo stesso ispettore ge-
degli abitanti della Lombardia. nerale del governo federale per pubblici
E negli Usa le vittime passava- i servizi sanitari continuano a
no le 18mila.
Aveva gli occhi umidi ieri il go-
vernatore di New York, Andrew
denunciare la diffusa carenza
di test, dispositivi di protezio-
ne e attrezzature mediche per
50
i dipendenti della
Cuomo, mentre ricordava a tut- far fronte all’emergenza. «Spe-
ti i suoi concittadini che «quan- riamo di aprire molto, molto, Autorità dei trasporti
te altre persone moriranno è in- molto, molto presto – ha riba- metropolitani di New
teramente nelle nostre mani. dito il presidente Usa – la curva York che sono morti
Siamo tutti in controllo di quan- si sta appiattendo i morti sa- a causa del Covid-19
te vittime ci saranno, è una con- ranno meno di 100mila». La sti-
seguenza di nostre azioni». Un ma era stata la sua.
appello disperato mentre il Pae- Una gigantesca buca tra i ruderi di Hart Island davanti a New York e le vittime deposte insieme in casse di legno grezzo / Reuters © RIPRODUZIONE RISERVATA

60%
la quota di bambini
LA PIAGA LA DOPPIA EMERGENZA IN CALIFORNIA
che vive in uno degli
In Messico
i narcos uccidono
ottanta volte
Il virus «trova casa» agli homeless 82 Paesi in parziale
o totale lockdown: 1,4
miliardi di giovani vite

più del Covid-19 Le amministrazioni costrette a cercare soluzioni a un problema sempre trascurato
NICOLA NICOLETTI MARIANGELA MISTRETTA A San Francisco, metà partment of Homelessness and Acs stanzia
Città del Messico San Francisco Supportive Housing sta puntando
dei 10mila senzatetto vive infatti alla sistemazione in stanze 5 milioni
per aiutare
C A in strada, esposta al
on 2.585 morti, il mese di San Francisco, dopo poco di albergo, dove cominciare ad al-
marzo del 2020 ha il tragi- più di tre settimane di lock- contagio. Centri per loggiare persone sopra i 60 anni e
co record di persone ucci- down, il numero di conta- con patologie pregresse. La sinda-
i sacerdoti
se in Messico. Nel tempo del coro- giati cresce ma in modo più lento ri- congressi vengono ca London Breed ha annunciato
navirus, mentre il mondo è incol- spetto alla settimana scorsa, con convertiti in strutture mercoledì che presto 7mila stanze La fondazione
lato a scoprire le cifre del contagio 724 casi di Covid–19 e 10 decessi. I adatte all’accoglienza, ma verranno messe a disposizione, pontificia Aiuto alla
che si espande, la violenza non si ar- dati forniti dal Publich Health De- è ancora troppo poco mentre altri 160 posti verranno ri- Chiesa che Soffre ha
resta. Lo scorso mese ha registrato partment vengono accolti con cau- cavati all’interno del Palace of Fine stanziato 5 milioni di
un aumento del 9.9 % di omicidi ri- to ottimismo, il picco, dicono, si po- In grande difficoltà anche Arts, il palazzo costruito nel 1915 in euro per
spetto a febbraio (2.352) e dell’8,7 trebbe verificare a maggio. Gli occhi Los Angeles occasione dell’Esposizione inter- finanziamenti a favore
confrontato con gennaio (2.376). in questo momento sono puntati nazionale, per far fronte all’emer- di sacerdoti e
Nel mese di marzo per ogni morto sulla gestione dei quasi 10mila sen- gliaia di persone che vivono per genza. Provvedimenti che a detta religiose impegnati
di coronavirus i narcos hanno as- za tetto (metà ospiti di centri di ac- strada. In questi giorni è una corsa delle associazioni a tutela dei sen- nella cura delle
sassinato 85 persone. Attualmente coglienza già affollati, il resto ac- contro il tempo quella dell’ammi- za tetto, come la Coalition on Ho- comunità cristiane più
nel Paese ci sono 3.441 casi e 194 campati per strada) esposti ogni nistrazione locale, alla ricerca di al- meless, non soddisfano l’intero fab- esposte alla
vittime. Secondo le stime ufficiali, giorno al possibile contagio, men- loggi per chi ne è sprovvisto in mo- bisogno di posti, e che giungono pandemia. «Grazie a
a marzo sono state assassinate 83 tre è notizia di lunedì scorso che 3 do da permettere a tutti di rispetta- tardivi. «Spostare la gente negli al- questa iniziativa i
persone al giorno, cifre che fanno casi sono stati registrati in una strut- re il social distancing. È in questo berghi non significa solo aprire la ministri di Dio e le
rabbrividire ma che non trovano tura di accoglienza. sforzo che il Moscone Center, cen- porta di una stanza», ha spiegato la consacrate potranno
spazio nella conferenza stampa Un’emergenza nell’emergenza tro per le convention delle maggio- Breed, «ma mettere tutti nelle con- dedicarsi con
quotidiana del presidente Andrés quella degli homeless, in realtà pro- ri aziende tech, è stato convertito dizioni di operare in modo sicuro, maggiore efficacia
Lopez Obrador o nelle prime pagi- blema endemico, che vede San in un centro di accoglienza di 200 e questo richiede preparazione». alle attività pastorali e
ne dei quotidiani, segno di una ras- Francisco e le altre città della Ca- posti destinato agli homeless a cui I costi ammonteranno a 105milio- di sostegno ai malati
segnazione crescente. lifornia vivere una profonda con- è stato fatto il test per il corona vi- ni di dollari, di cui 35 destinati al e agli anziani, in
Il 31 marzo si sono registrati 80 o- traddizione: viene richiesto ai cit- rus e hanno superato i 14 giorni di pagamento degli alberghi, spese particolare a quanti
micidi, 14 di questi nello Stato di tadini di restare a casa per conte- quarantena. Un primo passo, ma che verranno parzialmente rim- sono afflitti anche
Guanajuato, seguono quello del L’assistenza a Los Angeles / Ansa nere i contagi mentre ci sono mi- decisamente non sufficiente. Il De- borsate dal governo federale e dal- dalla povertà»,
Messico, dove c’è la capitale, poi in lo Stato della California. Il governa- commenta la
Jalisco, Chihuahua e Michoacán. tore Gavin Newsom ha annunciato fondazione. Lo
Gli arresti dei grandi boss, promossi VIA LIBERA ANCHE DOPO LA PASQUA PAOLA DEL VECCHIO che stanzierà 800milioni di fondi di stanziamento di Acs
dalle due amministrazioni prece- emergenza, mentre almeno 15mi- garantisce un
denti, hanno aumentato le spacca- la stanze di albergo verranno paga- intervento ad ampio
ture all’interno delle organizzazio-
ni criminali. Emblematico il caso
del Guanajuato, ormai campo di L
a quarantena si e-
stende anche a Cuba,
dove il Covid-19 è en-
Cuba, cade il tabù: la Via Crucis presieduta dal
papa Francesco da piazza
San Pietro. Mentre domani
te con i fondi federali alla California,
Stato con il numero maggiore di ho-
meless dell’intero Paese.
spettro, in Medio
Oriente, nell’Europa
centrale e orientale,
battaglia tra il cartello di Jalisco nue-
va generación e ciò che resta della
mafia del Sinaloa. L’11 marzo il di-
trato in una «fase di tra-
smissione autoctona limita-
ta», dopo la conferma di
la Messa va in tv sarà trasmessa a livello na-
zionale la cerimonia senza
fedeli che si celebrerà a San-
Anche la contea di Los Angeles, in-
fatti, è impegnata nello stesso sfor-
zo: togliere i suoi 60mila senza tet-
nell’America Latina, in
Asia e in Africa. «Il
nostro auspicio è che
partimento di Giustizia ha aumen- contagi non collegati a persone pro- e degli eventi pubblici riguarda per tiago nella basilica della Vergine to (il numero più alto in tutta la Ca- questi aiuti, resi
tato a dieci milioni di dollari la ta- venienti da paesi colpiti dall’epi- ora le province dove è stata rileva- della Carità del Cobre, patrona di lifornia) dalle strade. Circa 15mila possibili grazie ai
glia sul leader di Jalisco, Nemesio demia. I 58 nuovi positivi hanno e- ta la trasmissione epidemica loca- Cuba. Anche dopo Pasqua le Mes- stanze di albergo verranno desti- nostri benefattori,
Oseguera, alias El Mencho. levato a 515 il numero complessi- le: Consolación del Sur, Pinar del se saranno ritrasmesse per tutto il nate la popolazione più vulnerabi- consentano di
López Obrador aveva promesso di vo e a 15 i decessi. Il passaggio alla Rio, Florencia, Florida e Gibara. An- tempo della quarantena del Paese. le per una spesa complessiva di alleviare il carico di
mettere fine alla lotta militare anti- nuova tappa di contenimento è sta- che se le autorità fanno continua- Il Covid-19 non ha inciso sulla 118milioni e mezzo. I primi hotel questi nostri
crimine, puntando su una strate- to deciso durante una riunione di mente appello alla popolazione al- guerra fredda incrementata da hanno aperto lo scorso 3 aprile, al- coraggiosi religiosi in
gia sociale per sottrarre manodo- valutazione dell’emergenza, coor- l’isolamento. Trump all’Avana con l’embargo, tri 15 hotel saranno pronti entro la prima linea per
pera al narcotraffico. Finora, però, dinata dal presidente cubano, Mi- La necessità di controllo dell’epi- ancora più pesante in tempi di fine della settimana. Mentre San portare l’amore e la
l’ambizioso piano presidenziale è guel Díaz-Canel. L’esecutivo ha di- demia ha aperto a sorpresa le por- pandemia. Gli Usa hanno recla- Diego, con circa 8mila homeless, ha compassione di Dio
rimasto sulla carta. E ora l’impatto sposto la sospensione dei voli e la te alla Chiesa. Accogliendo la ri- mato di rifiutare la collaborazione messo a disposizione 2mila stanze. alle nostre sorelle e ai
economico della pandemia – che chiusura di esercizi pubblici, bar, chiesta della Conferenza dei vesco- delle brigate mediche, inviate dal- Il coronavirus starebbe forzando le nostri fratelli
si profila drammatico in tutta l’A- caffetterie e ristoranti, che reste- vi cattolici, il governo cubano ha l’isola a una dozzina di Paesi, in- amministrazioni a trovare una so- sofferenti», afferma
merica Latina – rischia ridurre ul- ranno aperti solo per servizi “take- autorizzato spazi radiofonici e te- clusa l’Italia, perché «sfruttate» dal luzione, sebbene parziale e tempo- Thomas Heine-
teriormente le risorse a disposizio- away”, per evitare assembramenti. levisivi per la trasmissione di Mes- governo cubano. Accuse archiviate ranea, ad una emergenza umanita- Geldern, presidente
ne del governo. La limitazione delle attività lavo- se durante la Settimana Santa. I cu- all’Avana come «immorali». ria mai risolta in decenni. esecutivo di Acs
© RIPRODUZIONE RISERVATA rative non essenziali, dei trasporti bani hanno potuto vedere ieri in tv © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA Internazionale.
Sabato 11 aprile 2020 PRIMO PIANO 19
A Londra
si continua
a ignorare il
distanziamen-
Coronavirus: to sociale:
ciclisti
il mondo in attesa del
verde/ Ansa

LUCA MIELE LA FASE DUE


Triste record
C
olpita, invasa, messa in
ginocchio. Ma anche di decessi in Gran
pronta a reagire, a tra- Bretagna: 980 in
sformarsi in un laboratorio –
curve dell’andamento epide- un solo giorno. In
miologo alla mano – per entra- Spagna: da lunedì
re, o quanto meno, per pro- riaprono alcuni
grammare l’ingresso nella co-
siddetta fase due. Quella della
settori economici
ripartenza. Graduale, lenta, Austria
cauta ma comunque riparten- e Norvegia
za. L’Europa non può oggi che ci provano
viaggiare a velocità diverse. Dal-
la Germania alla Francia, pas-
La Svezia limiterà
sando per la Gran Bretagna, la gli anziani in
strategia resta la stessa: prolun- terapia intensiva
gare il lockdown. In controten-
denza, tra i Paesi più colpiti dal-
l’epidemia, la Spagna: da lunedì

L’Europa resta ancora «fragile»


riprenderanno a marciare alcu-
ni settori dell’economia. Altri
Paesi, dall’Austria alla Norvegia,
partono con un primo rallen-
tamento delle restrizioni. Il Stagionali
dato resta tragico: l’Europa
continua a essere il conti- romeni
nente più colpito, nonostan-
te i segnali di frenata dei ca-
si, registrando il raddoppio
dei casi ogni 3–4 giorni.
Respira la Spagna. Madrid ha
registrato il numero di vittime
più basso dal 24 marzo: 605 in
Ma c’è chi sceglie di ripartire
mercoledì in Danimarca ria- al 10 maggio. Eventi e incontri mentre gli eventi restano vieta- biamento di marcia anche la passare per il Parlamento tran-
sbarcano
in Germania
Migliaia di lavoratori
stagionali romeni
hanno affollato
24 ore. Il governo sta agendo prono asili nido e scuole pri- pubblici vietati fino ad agosto. ti fino a luglio. Da ieri nella Re- Svezia. Con la nuova legge da ne il coprifuoco. Il quotidiano l’aeroporto di Cluj-
su un doppio binario: la pro- marie. I dipendenti pubblici e In Austria da martedì apertura pubblica ceca riaprono alcuni parte del Parlamento, il gover- Aftonbladet cita un documen- Napoca, nella
roga dello stato di emergenza privati invece continueranno a di piccoli negozi, self service e negozi ed è permessa l’attività no svedese avrà nuovi poteri. La to della Sanità svedese: alle per- Romania centrale, per
al 26 aprile ma, al tempo stes- lavorare per quanto possibile vivai; dal primo maggio gli e- fisica all’aperto, ma da soli. Al- misura sarà in vigore fino al 30 sone con più di 80 anni «di età prendere un aereo per
so, la riaccensione di alcuni da casa. Dopo le scuole ripresa sercizi commerciali più grandi, tri negozi potranno aprire dopo giugno e consentirà all’esecu- biologica», e di 60 con patolo- la Germania,
settori dell’economia. Già da per parrucchieri e ristoranti parrucchieri e attività a basso Pasqua. In Norvegia, asili e ma- tivo guidato da Stefan Löfven di gie pregresse, non verrà data autorizzato in via
lunedì partirà il rientro dei la- mentre biblioteche e chiese ri- rischio. Per bar e ristoranti for- terne aprono l’ultima settima- chiudere porti, scuole, palestre, priorità in terapia intensiva. eccezionale dal
voratori nelle attività produt- marranno chiuse almeno fino se una ripresa a metà maggio, na di aprile. Conferma il cam- ristoranti e altre attività senza © RIPRODUZIONE RISERVATA governo. Le immagini
tive non essenziali. di circa 1.800
Non cambiano strategia Berli- lavoratori che
no, Parigi e Londra. Si va avan- COLTI SUL FATTO PRESIDENZIALI A MAGGIO aspettavano in un
ti con le chiusure. In Germania
– il bilancio dei contagi confer- Ministri inglese e australiano violano il lockdown La Polonia sceglie parcheggio
all’aeroporto di Cluj-
mati è a quota 118.235, mentre
sono 2.607 decessi – le restri- È polemica nel Regno per il com- le linee guida che impongono a tut- il voto postale Napoca, sono state
riprese da tv e social
zioni restano in vigore fino al 19
aprile con la cancelliera Ange-
portamento di un ministro della
compagine Tory di Boris Johnson,
ti di restare nell’abitazione di resi-
denza. Jenrick ha però negato di Le opposizioni: media. Le autorità
stanno indagando se
la Merkel che ha fatto sapere
che è troppo presto per dare da-
Robert Jenrick, accusato d’aver
violato le restrizioni date dallo stes-
essersi trasferito in una «seconda
casa», sostenendo di essersi spo- anticostituzionale la folla abbia violato il
rigoroso
te per una possibile riapertura. so governo. A lanciare l’attacco il stato nel luogo di residenza in cui distanziamento
In Francia – con le vittime sali- Daily Mail, che ha svelato come vivono moglie e figli. In Australia, in- MAURO MONDELLO sociale imposto per
te ieri a13.197, in aumento di Jenrick – titolare dei portafogli del- tanto, il ministro della Cultura del Varsavia arginare la diffusione
554 – le restrizioni sono in vi- le Aree Urbane, dell’Edilizia e delle Nuovo Galles, Don Harwin, è stato del coronavirus: la

A
gore fino a mercoledì ma l’Eli- Comunità Locali – si sia trasferito costretto alle dimissioni per esser- l secondo tentativo, i par- Romania finora ha
seo ha già preannunciato una da Londra nella «seconda casa» di sene andato nella casa al mare nel lamentari di Diritto e Giu- registrato 5.467 casi e
proroga, attesa all’inizio della famiglia nella campagna dell’Her- pieno della pandemia. Per lui anche stizia, il partito di maggio- 265 decessi. Il
settimana. A Londra, dove mi- tofordshire. E abbia visitato inoltre mille dollari australiani (circa 600 ranza in Polonia, ce l’hanno fatta: ministero dei trasporti
gliorano le condizioni del pre- gli anziani genitori in violazione del- euro) di multa. le prossime elezioni presidenziali ha dichiarato che i
mier Boris Johnson, è data per si terranno, come previsto, il 10 voli charter sono stati
scontata la proroga dell’isola- maggio, utilizzando, per la prima gestiti in giornata «per
mento, in scadenza lunedì. Per volta nella storia, il sistema di vo- consentire ai
la Gran Bretagna quella di ieri è CONTESTATO IL BLOCCO to postale. La Camera dei deputa- passeggeri di
stata una giornata drammati- ti ha approvato la misura lunedì raggiungere le loro
ca: 980 morti in un solo giorno, Scontro in Sudafrica: così viene uccisa l’economia scorso, ignorando le richieste del destinazioni». Il
con il totale delle vittime che sa- principale partito di opposizione, premier Orban ha
le a 8.958. Orizzonte più ampio Si alza tensione in Africa a causa ieri di prolungare lo stato d’e- Piattaforma Civica (PO), che da dichiarato che è
per Portogallo e Irlanda. Lisbo- della pandemia di Covid-19 e le mergenza fino alla fine del mese. settimane invoca la proclamazio- «inammissibile» che i
na, che conta 15mila contagi, restrizioni imposte dai governi lo- Una misura, presa anche da mol- ne dello stato di emergenza per il lavoratori abbiano
prorogherà al primo maggio il cali. In Sudafrica l’opposizione te- ti altri Paesi, che aggraverà note- Covid-19 e un rinvio della consul- aspettato i voli «senza
blocco. In Irlanda la chiusura me un imminente disastro eco- volmente le condizioni economi- tazione a data da destinarsi. le misure di
sarà prolungata fino al 5 mag- nomico. «Ogni morte dovuta al vi- che della popolazione. Sono cir- Il Senato ha ora trenta giorni per distanziamento».
gio. Il Paese conta oltre 6.500 ca- rus è una tragedia – recita una no- ca 11.500 i contagiati in Africa e prendere in considerazione il di-
si e almeno 263 vittime. ta del principale partito opposi- 570 i morti. Sono però in arrivo i segno di legge, senza però la pos-
C’è poi l’altro fronte: quello dei tore, l’Alleanza democratica (Da) kit per i test rapidi e le autorità sibilità di respingerlo. L’opposizio-
Paesi che hanno già deciso di
allargare le maglie. Con una pa-
–. Ma lo è anche ogni vittima di
violenza domestica, ogni bimbo
temono un incremento esponen-
ziale di casi positivi. Il ministero
ne, che controlla la Camera alta,
ha già annunciato che porterà a- Da sapere
role d’ordine comune: gradua- malnutrito, e ogni nuovo disoc- della salute keniano stima infatti vanti la discussione sino all’ultima
lità, perché una seconda onda- cupato». Il presidente sudafrica- che: «Da 179 contagiati si arriverà seduta disponibile, con l’approva-
ta dei contagi è un rischio rea- no, Cyril Ramaphosa, ha deciso a 10mila». (M.F.K.)
L’arrivo di aiuti cinesi in Myanmar /
zione finale del testo di legge che India, rispunta
le e sarebbe devastante. Da Ansa slitterà ad appena quattro giorni
dalle elezioni. Il presidente in ca- l’Himalaya
rica, Andrzej Duda, alla ricerca di Per la prima volta in
LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE un secondo mandato per il PiS, ha oltre 30 anni gli
nei sondaggi un vantaggio di oltre abitanti del Punjab,

Cina, Russia e Turchia sono i leader della «aid diplomacy» il 30% su Malgorzata Kidawa-Blon-
ska, candidata del PO.
Secondo Duda è il rispetto della
nel nord dell’India,
sono riusciti a
vedere la catena
MARTA OTTAVIANI Turchia – in una nuova “via della Se- modo per riaffermare la propria in- teriale medico, personale sanitario e Costituzione ad esigere il norma- dell’Himalaya che si
ta” – ma anche l’Africa dove, fra l’al- fluenza nella regione, che contende una équipe di epidemiologi pronta a le svolgimento delle elezioni nella trova 200 chilometri

L’
emergenza coronavirus sta tro, vivono 60 milioni di cinesi. non solo alla Cina, ma anche all’al- studiare il virus. Proprio il nostro Pae- data prevista del 10 maggio, men- di distanza. Lo
dando luogo a una vera e Grande dinamismo anche da parte tra grande protagonista della “aid di- se si è trovato al centro dell’attenzio- tre le opposizioni sottolineano, ol- riportano i media
propria gara di solidarietà della Turchia, che in Italia ha inviato plomacy”: la Russia. ne internazionale a causa della vio- tre alle difficoltà tecniche legate al locali pubblicando
nell’invio di materiale sanitario e me- un aereo carico di mascherine e altro Proprio Mosca è stata autrice di un lenza con cui si è sviluppata l’epi- voto postale, l’impossibilità di so- le foto che tanti
dici da parte di alcuni Paesi. Gesti di materiale medico. Par- numero minore di in- demia. Ma l’Italia ha una posizio- stenere, nel contesto di emergen- abitanti della zona
generosità importanti, nei quali però ticolarmente inedito e L’attivismo terventi, rispetto agli al- ne geografica strategica nel Medi- za sanitaria, la campagna elettora- hanno postato sui
è facile intravedere l’obiettivo di crea- sinergico il rapporto con umanitario tri due Paesi. Ma molto terraneo e può perorare la causa le, con il presidente in carica che social media. La
re nuove alleanze o consolidare quel- la Gran Bretagna, con la disegna nuovi mirati. Ha inviato a russa e turca in sede Ue. beneficia invece di una costante visione delle
le già esistenti. quale, ora che è uscita New York un aereo cari- Per questo, gli Stati Uniti, che rap- copertura mediatica. montagne è stata
Il Paese con la maggiore potenza di dalla Ue, il presidente possibili equilibri co di materiale medico. presentano l’alleato storico più affi- Vera Jourova, responsabile valori e possibile alla forte
fuoco è la Cina, che ha inviato aiuti a Recep Tayyip Erdogan geopolitici Non solo mascherine, dabile, non hanno esitato a manda- trasparenza per la Commissione riduzione
circa 80 Paesi e organizzato video mira a stringere una col- ma anche ventilatori e re un intero ospedale da campo, con Europea, ha espresso preoccupa- dell’inquinamento
conferenze con 100 nazioni. Una ve- laborazione strategica. Ankara, ha poi kit di protezione personale. L’invio è il segretario di Stato americano Mike zione sulla costituzionalità di que- dovuta al lockdown
ra “aid diplomacy”, come la chiama- puntato il suo raggio di azione so- stato preceduto da una telefonata fra Pompeo, che ha promesso altri aiuti ste elezioni, così come l’Osce ha per il coronavirus. A
no gli addetti ai lavori, con Pechino prattutto sui Balcani. In Serbia, Bo- il presidente Usa e l’omologo russo, diretti, superiori a quelli degli altri ammesso forti dubbi sulla possi- New Delhi per
che ha scelto di essere ancora più ge- snia-Erzegovina-Montenegro, Mace- Vladimir Putin, che la dice lunga su Paesi. Tanta solidarietà, ma anche la bilità che la Polonia possa garan- esempio c’è stato
nerosa con i Paesi per lei più strate- donia del Nord e Kosovo, sono arri- un possibile asse in funzione anti- necessità di mantenere un equilibrio tire standard democratici accetta- un calo del 44%
gici quando l’emergenza sarà finita. vate mascherine, kit medici, test per cinese. Ci sono poi gli aiuti all’Italia, geopolitico. bili per il voto. delle polveri sottili.
In prima fila ci sono Italia, Grecia e rilevare la presenza del virus. Un che sono stati molto imponenti: ma- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 11 aprile 2020 ATTUALITÀ 21

LA ONG
A dicembre il Papa
aveva fatto apporre
nel Palazzo
Apostolico
un Crocifisso con
Francesco: «Contate su di me»
Mentre in mare vengono ostacolate le missioni di salvataggio, il Pontefice scrive a "Mediterranea"
un giubotto di
salvataggio donato «Grazie per tutto quello che fate. Vorrei dirvi che sono a disposizione per dare una mano sempre»
dai volontari della
“Mare Jonio”. Ieri NELLO SCAVO ed associazioni cattoliche nel so- LA LETTERA IL DOCUMENTO AUTOGRAFATO DAL PAPA
Bergoglio ha risposto stegno delle operazioni di soccor-

«G
razie per tutto quello so e per l’apertura di corridoi u-
al capomissione che fate. Vorrei dirvi manitari.
Casarini che sono a disposizio- A inizio dicembre Papa Francesco
ne per dare una mano sempre. aveva compiuto un gesto inatteso.
Contate su di me». Ha risposto co- Nell’accesso al Palazzo Apostoli-
sì papa Francesco alla lettera rice- co dal Cortile del Belvedere, ave-
vuta giovedì da Mediterranea Sa- va fatto apporre una croce, realiz-
ving Humans, la piattaforma per il zata con acqua di mare, con un
salvataggio di migranti nel Medi- giubbotto salvagente come sim-
Zanotelli terraneo. bolo dei tanti morti senza nome
A firmare la missiva era stato il ca- annegati nel Mediterraneo. La cro-
al governo: pomissione Luca Casarini, dopo le ce era stata realizzata e donata al
«Ritirate quel ultime notizie dalla Libia. E ieri Pontefice proprio da Mediterra-
mattina papa Francesco ha fatto nea. Il salvagente era stato recu-
decreto» arrivare la sua risposta, scritta di perato in mare il 3 luglio 2019 dal-
suo pugno, per incoraggiare i vo- la barca a vela Alex, poi seque-
«Sono profondamente lontari delle missioni umanitarie strata sulla base dei decreti sicu-
addolorato e ferito dal nel Mediterraneo. rezza ancora in vigore, e infine ri-
decreto, firmato da Nella lettera, a nome di tutti i com- dinale Francesco Montenegro, il vi- consegnata al termine dell’inda-
quattro ministri, De
Micheli, Di Maio,
ponenti dell’organizzazione italia-
na, Casarini aveva manifestato l’a-
cepresidente della Cei monsignor
Antonino Raspanti, il cardinale Jean
gine allo skipper Tommy Stella e
all’equipaggio di mediterranea.
La risposta Luca, caro fratello,
grazie tante per la tua lettera che mi ha
Lamorgese e marezza per tutti gli ostacoli posti Claude Hollerich (presidente della «Ho deciso di esporre qui questo del Pontefice: portato Michael. Grazie per la pietà
Speranza, di chiudere i alle navi umanitarie, ma soprat- Commissione degli episcopati giubbotto salvagente, “Crocifis- umana che hai davanti a tanti dolori.
porti italiani fino al 31 tutto per l’aggravarsi delle condi- dell’Unione europea), Antonio Ric- so”su questa croce, per ricordarci caro Luca, Grazie per la tua testimonianza, che a me
luglio», lo scrive padre
Alex Zanotelli
zioni di migliaia di persone nei
campi di prigionia in Libia e negli
chiuti (presidente di Pax Christi Ita-
lia), il cardinale Luis Antonio Tagle
– aveva detto Papa Francesco – che
dobbiamo tenere aperti gli occhi,
caro fratello, fa tanto bene.
Sono vicino a te a ai tuoi compagni.
chiedendo, come dono accampamenti in Grecia, dove o- (prefetto della Congregazione di tenere aperto il cuore, per ricor- grazie Grazie per tutto quello che fate.
di Pasqua, il ritiro del re incombe la minaccia del Coro- Propaganda Fide) e il cardinale Mi- dare a tutti l’impegno imprescin- Vorrei dirVi che sono a disposizione per
provvedimento navirus. chael Czerny, sottosegretario della dibile di salvare ogni vita umana, per la vostra dare una mano sempre. Contate su di me.
interministeriale che
chiude i porti per
«In questi giorni terribili penso a
che cosa facciamo in mare e che
Sezione migranti e rifugiati del Di-
castero Vaticano per lo Sviluppo u-
un dovere morale che unisce cre-
denti e non credenti». Parole rias- pietà umana Ti auguro una santa Pasqua. Prego per
Voi, per favore, fatelo per me.
l’emergenza Covid. cosa proviamo quando abbiamo il mano integrale. sunte ieri in quel rinnovato: «Con- Che il Signore Vi benedica e la Madonna
«Rimango sbigottito privilegio di poter salvare dalla Un cammino che in questi anni ha tate su di me». Vi custodisca. Fraternalmente,
da tale decisione. È morte i nostri fratelli e sorelle mi- coinvolto parrocchie, movimenti © RIPRODUZIONE RISERVATA Francesco
chiaro che il decreto è granti, mentre il mondo aveva la
mirato a bloccare la testa girata dall’altra parte», si leg-
Alan Kurdi – osserva il ge nel testo del capomissione di CAOS IN MARE

Anche Malta e Libia si dichiarano non sicure


comboniano – che “Rescuemed”. Con un pensiero
batte bandiera proprio alla pandemia che «co-
tedesca e sta stringe tutti oggi a fare i conti con
cercando un porto la lotta per la vita, a chiedere aiuto
dove sbarcare i 150 agli altri per salvarsi».
rifugiati salvati in
mare. È criminale
rifiutarsi di accogliere
rifugiati che fuggono
E papa Francesco risponde con
parole di affetto e gratitudine:
«Luca, caro fratello, grazie tante
per la tua lettera», e per «la pietà
E Tripoli "respinge" una sua motovedetta
P
dalla Libia dove sono umana che hai davanti a tanti do- er la prima volta dalla Seconda guerra mon- La decisione di Tripoli, non si sa se temporanea, terventi dalla nave umanitaria tedesca Alan Kur-
imprigionati in lager e lori. Grazie per la tua testimo- diale le due sponde del Mediterraneo so- è arrivata il giorno dopo che anche l’Italia aveva di, altri 67 sono arrivati autonomamente a Lam-
torturati». Un paese nianza, che a me fa tanto bene». no dichiarate “non sicure” e perciò chiuse dichiarato “non sicuri” i propri porti a causa del- pedusa, il resto sono stati presi dalla cosiddetta
peraltro in guerra: Salvando i profughi dall’immi- ai migranti salvati in mare. Dopo Italia e Malta, la pandemia, e nelle stesse ore in cui Malta imi- Guardia costiera libica.
«Questi che fuggono nente annegamento, Casarini (in- anche la Libia considera i suoi porti inaccessibi- tava la scelta di Roma. Per i naufraghi significa L’Oim ha ripetutamente chiesto «l’istituzione di
hanno diritto di essere dagato e poi prosciolto insieme ai li, arrivando a rifiutare giovedì sera l’ingresso in non avere più scampo. un meccanismo di sbarco chiaro, sicuro e preve-
accolti come rifugiati». comandanti delle navi di salva- banchina perfino a una sua motovedetta con 280 Spinti in gran parte dal miglioramento delle con- dibile» in Europa, ma gli Stati dell’Ue non hanno
Infine un riferimento taggio) aveva confidato al Ponte- migranti catturati in mare. dizioni meteorologiche e dall’aggravarsi del con- mai trovato un accordo stabile. I profughi «con-
alla politica e alla fice di avere «sempre avuto la sen- Il governo riconosciuto (e finanziato) dalla co- flitto, oltre 500 migranti sono partiti dalla Libia tinuano a essere sottoposti a detenzione arbitra-
promessa di invertire sazione che stessimo salvando noi munità internazionale ha ammesso che a causa questa settimana, nel tentativo di raggiungere ria. Molti negli ultimi mesi sono stati segnalati
la rotta rispetto al stessi, che erano in realtà quegli dei bombardamenti non ha più neanche il pie- l’Europa. Circa 150 sono stati salvati con due in- come dispersi e migliaia di altri – ricorda l’agen-
precedente governo. uomini, donne e bambini indife- no controllo del porto, dove si trovano anche gli zia Onu – sono detenuti in condizioni disumane
«Sarebbe questa la si che stavano salvando noi. Oggi uffici del premier al–Sarraj. Dopo l’attesa not- nelle prigioni dai trafficanti».
discontinuità? tutto è chiaro, trasparente come turna i migranti sono stati fatti sbarcare, ma du- Intanto la Alan Kurdi, con a bordo 150 perso-
Lasceremo migliaia di l’acqua di quel mare Mediterra- rante un nuovo attacco i profighi hanno tentato ne soccorse lunedì in due diverse operazioni,
persone che devono neo che vogliamo immaginare co- la fuga di massa: 200 sono stati catturati nuova- sta puntando verso la Sicilia nord–occidenta-
fuggire dalla Libia me il “Grande Lago di Tiberiade”» mente e trasferiti in due strutture di detenzione. le per cercare riparo a causa dell’avvicinarsi
morire in mare? È . Mediterranea sin dalle prime ope- «Siamo ad un punto di rottura – lamenta il ca- del maltempo. Della decisione, spiega una no-
questa la nostra razioni con la nave Mare Jonio ave- po missione di Oim Libia, Federico Soda – ab- ta della Ong Sea–Eye, sono state già informa-
umanità? È mai va chiesto di avere un cappellano, in- biamo ripetutamente lanciato l’allarme sulle te le autorità tedesche. La notte precedente u-
possibile che il dicato poi da diversi vescovi, tra cui condizioni dei centri di detenzione libici e chie- na persona è stata evacuata dalla Guardia co-
coronavirus non ci Corrado Lorefice (Palermo), Erio Ca- sto alla comunità internazionale di fermare il ri- stiera italiana che ha raggiunto la Alan Kurdi
abbia insegnato che stellucci (Modena) e il cardinale Mat- torno di migranti in Libia. L’intensificarsi del a largo di Lampedusa. Sulla nave scarseggia-
siamo sulla stessa teo Zuppi (Bologna) nel giovane don conflitto, associato alla crisi Covid, stanno met- no cibo e carburante. E da Pozzallo arriva la
“barca” come ci ha Mattia Ferrari. Da allora sono segui- tendo una pressione senza precedenti su mi- conferma di un caso di Covid–19. Si tratta di
ricordato Papa ti molti incontri con numerosi pre- granti, sui libici sfollati e su coloro che stanno un migrante egiziano di 15 anni arrivato nel-
Francesco?». suli italiani e stranieri, tra cui il car- cercando di assisterli». l’hotspot di perchè trasferito da Porto Empe-
docle, dopo che il 6 aprile era approdato a
Lampedusa con un barchino di fortuna. Se a
bordo delle navi umanitarie vengono svolti
Pozzallo, È risultato positivo al covid 19 un migrante persone. La Procura di Ragusa ha aperto un controlli sanitari e possono anche svolgersi
egiziano di 15 anni arrivato giovedì nell’hot spot fascicolo contro ignoti per rifiuto e omissione di periodi di quarantena, ciò non accade con gli
profugo di Pozzallo. Era sbarcato il 6 aprile scorso a atti di ufficio e per delitto colposo contro la sbarchi spontanei, per i quali i porti rimango-
positivo Lampedusa con un barchino di fortuna. A fare salute pubblica. Il procuratore Fabio D’Anna no aperti. E proprio in serata dalla Libia sono
scattare gli accertamenti sono state le visite vuole verificare se ci sono state negligenze o giunte voci di nuove partenze segnalate dalle
mediche eseguite nell’hot spot, che ospita 50 responsabilità nel trasferimento del giovane. autorità di Tripoli. (N.S.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SVOLTA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA SULLA MANCATA REDISTRIBUZIONE DEI MIGRANTI MAURIZIO AMBROSINI

L
a Corte di giustizia della Ue ha dun-
que battuto un colpo. La notizia è ar-
rivata attutita, in questo tempo so-
ponevano un pro-
blema di sovra-
nità nazionale,
Quello spiraglio di speranza zioni in materia
di diritti umani.
Le politiche mi-
con i Paesi di transito, il recente sostegno
alla chiusura greca delle frontiere, con tan-
to di invio di mezzi navali e aerei, oltre
praffatto dall’emergenza del Covid-19, ma
potrebbe fare storia. Ungheria, Polonia e
Repubblica Ceca sono state condannate -
contestando il di-
ritto di autorità e-
sterne a decidere
aperto dalla sentenza su Visegrad gratorie poi, come
quelle relative al-
la cittadinanza,
che di rinforzi armati, dimostrano che
purtroppo non regge la contrapposizione
tra una Ue civile e accogliente in modo le-
dopo quasi cinque anni -, per non aver o- chi doveva essere ammesso entro i loro con- dilazionata. La lentezza e la prudenza del- sono sempre state gelosamente difese dai galmente e umanamente sensato e pochi
norato l’impegno alla redistribuzione dei fini. Dopo oltre due anni, nel dicembre l’azione comunitaria si spiegano anzitut- governi nazionali. governi nazionali insensibili ai fonda-
richiedenti asilo raggiunto in sede comu- 2017, una Ue non proprio reattiva aveva to con una caratteristica che accompagna In secondo luogo, se quei tre governi del mentali diritti umani.
nitaria nel settembre 2015: 160.000 profu- avviato il procedimento d’infrazione. Do- la costruzione europea fin dalle sue origi- "gruppo di Visegrad" sono venuti allo sco- Forse proprio per questo la sentenza apre
ghi approdati in Italia e in Grecia avreb- po altri due anni e qualche mese è arriva- ni: la preminenza della dimensione eco- perto subito e in modo aperto, altri gover- uno spiraglio di speranza. Pone in luce il
bero dovuto trovare accoglienza in altri to il verdetto, che sancisce un principio: le nomica su quella politica e sociale. Nata ni in forme meno clamorose e più indiret- fatto che anche a livello europeo opera un
Paesi dell’Unione, secondo quote precise. motivazioni addotte non possono consen- come Comunità europea del carbone e del- te li hanno seguiti: i richiedenti asilo ri- sistema giudiziario indipendente: esiste un
Pur rimanendo al di sotto delle quote fis- tire ai governi di sottrarsi all’applicazione l’acciaio (Ceca), divenuta poi Mercato co- collocati sono stati in tutto appena 13.000, sistema di contrappesi e controlli che vigi-
sate, la Repubblica Ceca si era impegnata di un atto dell’Unione. Le conseguenze del- mune europeo (Mec), ha sempre affidato prima che il programma di reinsediamen- la sull’operato dei governi. Almeno ogni
ad accogliere 50 profughi, fermandosi a 12; la sentenza sono blande: i tre governi re- agli interessi economici il compito di gui- to venisse ufficialmente (e ingloriosamen- tanto riesce a richiamarli al rispetto degli
la Polonia ne aveva accettati teoricamen- probi sono invitati a onorare gli impegni, dare l’integrazione tra i Paesi membri. te) abbandonato. La differenza tra l’obiet- impegni che hanno sottoscritto e dei valo-
te 100, senza ammetterne nessuno; l’ultra- e se non lo faranno la Commissione euro- Sperando che l’economia avrebbe traina- tivo iniziale e quello raggiunto non può es- ri che dichiarano di onorare. La strada è
sovranista Ungheria di Victor Orbán si era pea potrà richiedere alla Corte di giustizia to la politica. Ancora oggi, le quote latte o sere addossata unicamente, e nemmeno ancora lunga, ma la sentenza della Corte
invece fin dall’inizio negata. I tre governi di comminare delle sanzioni pecuniarie. l’etichettatura dei prodotti, per non men- prevalentemente, alla riluttanza dei tre go- del Lussemburgo parla dell’Europa che vor-
interessati avevano invocato problemi di Insieme alla soddisfazione per il risulta- zionare gli aiuti di Stato o il sostegno alle verni finiti sul banco degli imputati. remmo. Annuncia l’alba di un’attesa Pa-
sicurezza e ordine pubblico per disatten- to finale, sorge la domanda delle ragioni banche, sono regolati con molta più at- Altri fatti successivi, come la sospensione squa dei diritti umani.
dere gli impegni. Ma più profondamente di un’azione giudiziaria così circospetta e tenzione, severità e rapidità delle viola- dei soccorsi in mare, gli onerosi accordi © RIPRODUZIONE RISERVATA
22 ECONOMIA E LAVORO Sabato 11 aprile 2020

VERSO ASSISI/15 L’INIZIATIVA

Jean Claude è il
coordinatore del
progetto Best
Progetti inclusivi in Ruanda Il primo corso
su Internet
passano anche dal karate per gli animatori
Holidays Karate For
Children, che offre ai
bambini, durante le
vacanze, un periodo della Laudato si’
dedicato allo sport:
«È perfetto per MARIA GAGLIONE pline sportive e maturano, in alcuni casi, una dedicato a salute e benessere. Linguaggio uni- ANDREA DI TURI
disconnettersi dal vera passione per lo sport. «Nel 2019, ho parte- versale, lo sport accomuna popoli, culture e ge-

J G
ean Claude Rugigana è un insegnante di cipato allo IOC Youth Summit – ci racconta Jean neri; attraverso il rispetto, la comprensione, l’in- ià protagonista del coordinamento
digitale e tornare karate e Giovane Leader del Comitato O- Claude – dove ho conosciuto lo Yunus Sports tegrazione, il dialogo, lo sport promuove una vi- delle istituzioni cattoliche interna-
alla vita reale» limpico Internazionale (IOC). «Quando ho Hub che è stato per me una grande ispirazione. ta sana, riduce le disuguaglianze, sostiene l’i- zionali che nell’ottica del contrasto
letto che The Economy of Francesco avrebbe Tornato a casa ho fondato un’organizzazione no struzione di qualità, la crescita economica e il alla crisi climatica aderiscono alla campa-
accolto ad Assisi giovani di tutto il mondo im- profit – Sports and Society Organization – che ol- lavoro dignitoso. «Per moltissimi dei nostri ra- gna per il disinvestimento dalle fonti fossi-
pegnati per un’economia sostenibile e inclusi- tre ad occuparsi dell’educazione dei ragazzi ai gazzi abbiamo registrato un miglioramento dei li di energia, il Movimento cattolico mon-
va, mi sono sentito chiamato perché sono un principi dello sport, promuove progetti di svi- risultati scolastici, degli stili di vita, delle abilità diale per il Clima (Gccm) promuove ora il
imprenditore sociale e voglio costruire anche io luppo economico, incoraggiando la coesione sociali. I ragazzi fanno esperienza dell’impor- primo corso italiano online per la forma-
un mondo migliore. Attraverso lo sport». Sport tanza dell’amicizia, del rispetto, dell’impegno: zione di Animatori Laudato si’. Destinato a
e social business non sono mondi tanto distanti. «Ho fondato un una premessa educativa e formativa perché le coloro che, in risposta agli inviti di Papa
da sapere Molti progetti innovativi oggi sono promossi
da atleti che hanno “riconvertito” il loro know–
ente non profit nuove generazioni promuovano lo sviluppo so-
stenibile e inclusivo delle comunità che abita-
Francesco, sentono il desiderio di animare
parrocchie e comunità nel vivere la dimen-
how maturato nell’ambito sportivo, in attività che oltre a no. In questi anni, i risultati del nostro impegno sione di Chiesa in uscita attenta al grido dei
imprenditoriali e socio–ambientali. Ad esem- dedicarsi allo con i ragazzi ha avuto un ruolo determinante poveri e della terra.
pio lo Yunus Sports Hub è una comunità inter- nella crescita della mia comunità anche a li- Corsi simili sono già stati realizzati in Italia
nazionale di esperti che si dedicano a progetti
sport promuove vello economico». Non solo. Il genocidio del dal 2019, in sinergia con percorsi formativi e-
e attività per far fronte alle sfide globali attra- progetti di 1994 in Ruanda – uno dei più sanguinosi epi- sistenti quali il Joint Diploma in Ecologia In-
verso lo sport e il social business, valorizzando sviluppo sodi della storia dell’Africa del XX secolo – è u- tegrale promosso dalle Università e dagli A-
il lavoro di squadra e l’importanza della condi- na ferita ancora aperta. “Sports and Society Or- tenei Pontifici di Roma. Sono circa 150 gli a-
visione di reti e di comunità. «Lo sport ha il po- economico» ganization dice anche che lo sport può essere nimatori della rete italiana, 1.500 nel mondo,
tere di cambiare il mondo e il social business è uno strumento per la costruzione della pace, in 73 Paesi. Ora, però, con le restrizioni im-
la chiave per “liberare” quel potere» si legge sul sociale e la pace. Come ex–atleta di karate so be- per proteggere i minori dalla violenza e dallo poste dall’emergenza Coronavirus, si punta
sito dell’Hub. nissimo che lo sport aiuta i bambini e i ragazzi sfruttamento, per promuovere l’unità e la ri- sulle piattaforme online.
Co–fondatore della Champions Karate Academy, ad accrescere il benessere personale, la fiducia conciliazione, anche nelle carceri o nei villaggi Il corso, che è gratuito, prende il via il 21 aprile
dal 2017 Jean Claude è il coordinatore del pro- in sé stessi e negli altri. Lo sport è una soluzione in cui convivono vittime e autori del genocidio. (iscrizioni entro il 16 aprile sul sito
getto Best Holidays Karate For Children, che in perfetta per disconnettersi dal mondo digitale e L’Economy of Francesco mi aiuterà a crescere www.catholicclimatemovement.global/it/a
Ruanda, offre a bambini e ragazzi dai 4 ai 16 an- tornare alla vita sociale e reale». come imprenditore per continuare a contri- nimators–it). Prevede quattro sessioni onli-
”The Economy of ni un periodo, durante le vacanze scolastiche, de- Jean Claude richiama il ruolo dello sport anche buire allo sviluppo sociale ed economico del ne, della durata di un’ora a settimana, due le-
Francesco” è dicato allo sport. Attraverso il karate, il basket e nel raggiungimento degli SDGs (gli obiettivi per mio paese e del mondo». zioni facoltative,
l’evento altro, i ragazzi sperimentano i valori delle disci- lo sviluppo sostenibile) e in particolare quello © RIPRODUZIONE RISERVATA Lo ha realizzato con al termine un
internazionale rivolto il Movimento questionario di va-
a giovani cattolico lutazione e un’atti-
economisti, IL PROGETTO DI UNA DOTTORANDA DELL’UNIVERSITÀ DI LUCERNA (SVIZZERA) vità da realizzare
mondiale per

L’impegno di Noemi per la "narrazione"


imprenditori e durante la Settima-
change–makers il Clima na Laudato si’, in
impegnati nel programma dal 16
pensare e praticare al 24 maggio per le celebrazioni del quinto
un’economia anniversario dell’enciclica (emanata il 24
diversa. L’invito a
partecipare arriva
direttamente da
papa Francesco e
di una finanza motore della sostenibilità maggio 2015 e resa pubblica il 18 giugno suc-
cessivo). Il corso approfondisce la Laudato si’
secondo il metodo vedere–giudicare–agire,
grazie al contributo di relatori d’eccezione fra

I
l’evento è l rapporto fra economia rea- la pandemia mostra ancora una una domanda fondamentale: co- costruzione di una società in gra- cui il vescovo di Assisi, monsignor Domeni-
organizzato dalla le e finanza. Di questo si oc- volta – basta vedere le reazioni dei me dovremmo ridefinire il setto- do (o no) di promuovere la vita, co Sorrentino. Si arricchisce inoltre della te-
Diocesi di Assisi, cupa Noemi Miriam Honeg- mercati – che l’economia reale e re finanziario, in quanto parte in- l’equità, la sostenibilità. In ag- stimonianza sul campo di rappresentanti del-
dall’Istituto Serafico, ger, dottoranda di ricerca presso il settore finanziario sono stretta- tegrante di un sistema economi- giunta, analizzo anche il modo in l’Associazione Comunità Papa Giovanni
dal Comune di Assisi l’Istituto di etica sociale dell’U- mente collegati e che gli shock fi- co che vuole essere capace di pro- cui i diversi attori finanziari si ve- XXIII. Altre organizzazioni partner sono la
e da Economia di niversità di Lucerna in Svizzera, nanziari impattano sul sistema e- muovere la vita delle persone, ga- dono, si raccontano, prendono Diocesi di Assisi–Nocera Umbra–Gualdo Ta-
Comunione, in uno dei centri finanziari più im- conomico nel suo complesso. Do- rantire la giustizia e salvaguarda- decisioni e agiscono». dino, Earth Day Italia, EcoOne.
collaborazione con portanti al mondo. Sposata, vio- po la crisi finanziaria del re l’ambiente? Nella mia ricerca Dunque affinché anche la finan- Il 1 giugno ci sarà la consegna degli attesta-
le Famiglie linista, Noemi lavora insieme ad 2007/2008 – che svelò chiara- applico un metodo basato sulla za possa diventare un reale mo- ti, con cui i partecipanti entreranno formal-
Francescane. Il altri giovani ad uno dei 12 villag- mente un sistema interconnesso narrazione. Mi sono domandata tore di cambiamento sostenibile mente nella rete degli animatori, dove frui-
Santo Padre, di gi dell’Economy of Francesco de- c’è bisogno anche di una nuova ranno di una formazione online mensile che
intesa con il dicato al tema Finanza e Uma- I suoi studi approfondiscono narrazione: nuove modalità di co- prevede anche momenti di preghiera, condi-
comitato, ha fissato nità. «Nei miei studi di teologia e come letteratura, politica e altri municazione e dialogo su questi visione di esperienze e il coordinamento per
al 21 novembre 2020 di economia, mi sono concen- ambiti considerino la temi. «Le narrazioni non sono mai l’attivazione su iniziative globali. Fra cui ap-
la nuova data del trata sull’etica e sull’organizza- neutrali, amplificano gli atteggia- punto quella citata del fossil fuel divestment,
Suo incontro con i zione del sistema economico in responsabilità di banche e menti delle persone e influenza- cui aderiscono circa 150 istituzioni cattoliche
giovani ad Assisi, relazione alla giustizia sociale. Il investitori nella costruzione di no le scelte personali e collettive, nel mondo, oltre una trentina in Italia (anche
preceduto dai già mio dottorato di ricerca riguar- una società che promuove la vita anche in ambito economico. Non Caritas, Focsiv, il Sacro Convento di Assisi). Al-
previsti giorni di da il ruolo della finanza nell’eco- tutte favoriscono chiarezza sulle tre se ne aggiungeranno proprio durante la
approfondimento. Su nomia e nel mondo di oggi, in
e l’equità. «Il mondo finanziario responsabilità delle singole parti Settimana Laudato si’, quando è in program-
Avvenire, in questo particolare il rapporto tra setto- deve essere ripensato, che compongono un sistema ma un nuovo annuncio congiunto di disin-
tempo nuovo di re finanziario ed economia reale N.M. Honegger animato e ri-orientato» complesso come quello econo- vestimento.
avvicinemento, da un punto di vista etico». mico. E andando avanti nei miei © RIPRODUZIONE RISERVATA

raccontiamo ogni Non è un argomento semplice a livello globale molto fragile – in qual è, oggi, la narrazione, il con- studi di ricerca - che non sono an-
due settimane le quello di cui si occupa Noemi, che tanti cominciarono a sostenere cetto dominante di finanza, ana- cora terminati - mi sembra mol-
storie e le ci spiega: «Oggi la finanza ha un che la finanza doveva rivedere il lizzando se e come i diversi con- to evidente che anche la finanza,
esperienze dei impatto decisivo su produzione, suolo ruolo e mettersi al "servi- testi studiati (dalla letteratura al in quanto potente "driver" eco-
giovani under 30 che infrastrutture, mercato del lavo- zio" del settore reale. Eppure lo dibattito politico, ad esempio) nomico, debba essere ripensata,
parteciperanno in
autunno all’evento.
ro, sistemi pensionistici e assicu-
rativi. L’emergenza globale che
stiamo vivendo oggi a causa del-
scollamento fra i due settori è an-
cora molto evidente. Il mio pro-
getto di ricerca parte dunque da
considerano la diretta responsa-
bilità degli attori finanziari (ban-
che, istituti di credito, ecc) nella
animata e ri-orientata».
Maria Gaglione
© RIPRODUZIONE RISERVATA †
Il giorno 4 Aprile 2020 è mancata all’affetto
dei suoi cari

Grandi marchi: Le eccellenze del food italiano si mobilitano a del made in Italy. Così 20.000 «pacchi di Barilla, Bonomelli, Cannamela, Cirio, Delicius, GIOVANNA BOMBARDI
favore dei nuclei familiari più fragili, colpiti più solidarietà» contenenti prodotti non deperibili Fabbri1905, Lavazza, Noberasco, Novi, VED. GIARONI
20mila pacchi di altri dall’emergenza Coronavirus. Parte così e di qualità sono pronti alla distribuzione Parmalat, Pizza Catarì, Polenta Valsugana,
Solidalitaly, l’iniziativa di “Italia del Gusto”, il gratuita, grazie alla collaborazione di Conad e Ponti, Rio Mare, Riso Gallo, Sagra, San Ne danno il doloroso annuncio, a funerali
di cibo solidale consorzio che dal 2006 mette insieme le Caritas Italiana, a Napoli, Palermo e Crotone. Benedetto, Santa Rosa, Santal con il supporto avvenuti, i nipoti tutti.
aziende che portano alto nel mondo il nome Al progetto hanno aderito Amica Chips, di Auricchio e Giovanni Rana. MODENA, 11 aprile 2020

opzione zero

Il coraggio
I
l "crudele calcolo", come lo ha emerge come il fulcro della tenuta italiano. La gestione dell’emergenza e quote di mercato globale che
definito l’Economist, diventa psicologica e sociale degli italiani. con misure assistenziali è rischiamo di non poter più
sempre più difficile. Da una Partite IVA, lavoratori saltuari e in assolutamente necessaria, dunque, recuperare. Ripartire si può, senza
di riaprire parte le ragioni indiscutibili della
tutela della salute degli italiani,
nero sono stati già travolti dalla
chiusura di ogni attività produttiva,
ma rischia di non essere più
sufficiente per garantire la tenuta
mettere a rischio in alcun modo la
salute dei lavoratori. Le aziende in
(ma in drammaticamente evidenti a
tutti, dall’altra le esigenze
dovendo affrontare spesso
situazioni di estrema difficoltà
sociale del Paese. A mio avviso, la
priorità è una ripartenza
grado di rispettare i protocolli di
sicurezza definiti con il Governo
sicurezza) della produzione e del
lavoro, di cui i nostri
economica. Ma anche nel cuore del
mondo del lavoro privato italiano –
programmata della produzione che
possa riportare – in un tempo
devono poter ripartire
rapidamente. Nell’interesse dei
connazionali stanno che racchiude quasi 16 milioni di ragionevole e certo – il lavoro al lavoratori, prima ancora che degli
diventando giorno dopo lavoratori dipendenti – si stanno centro della vita quotidiana degli imprenditori. Cancelli chiusi,
FRANCESCO DELZIO giorno più consapevoli. Secondo diffondendo sentimenti che italiani, come chiede l’appello invece, per le imprese che non sono
l’ultimo sondaggio di SWG, oscillano dalla preoccupazione di sottoscritto da Confindustria in grado di garantire la sicurezza
secondo cui oggi il 60% degli chi lavora nelle grandi e medie Lombardia, Emilia Romagna, nei luoghi di lavoro. Si tratta
italiani vorrebbe la riapertura imprese di perdere quote crescenti Piemonte e Veneto in linea con naturalmente di una decisione
"prima possibile" delle aziende che di reddito, anche a seguito molte altre organizzazioni politica, molto complessa e
possono garantire ai lavoratori un dell’applicazione di massa della Cig d’impresa. Perché tenere spento delicata, che richiede coraggio. Ma
elevato livello di sicurezza, contro il "Covid", al terrore di perdere il ancora a lungo il motore del Paese – è un coraggio "ordinario": quello di
34% che invece ritiene opportuno lavoro di chi opera all’interno di di fronte a scelte diverse compiute scegliere e di assumersi
tener chiuse le aziende fino alla fine micro e piccole imprese. Sapendo da altri Paesi europei - responsabilità. Ovvero la
dell’emergenza. Giunti al termine che sarà molto difficile ritrovarlo, in significherebbe perdere centinaia costituency dell’attività di Governo.
della prima fase della drammatica piena recessione e in un mercato di migliaia di imprese e milioni di www.francescodelzio.it
crisi da Covid-19, dunque, il lavoro del lavoro rigido come quello posti di lavoro, nonché competenze @FFDelzio
AGORA
ELZEVIRO
Sabato 11 aprile 2020

Gómez Dávila
e gli aforismi
anti-virus
ANTONIO GIULIANO

S
ul Web ci sono siti che le stanno addi-
rittura raccogliendo: «Frasi sul corona-
virus». Un campionario a dir poco ete- cultura
rogeneo che si allunga ogni giorno di più con religioni
aforismi, slogan e citazioni più in voga al tem- scienza
po della pandemia. Non solo l’ormai inflazio-
tecnologia
nato «andrà tutto bene». C’è l’anonimo «di-
tempo libero
L’angelo dei perseguitati da Pinochet 24
stanti, ma uniti». Ma anche detti più o meno
d’autore. Si va dal Papa al virologo del mo- spettacoli Barbiana piange Giancarlo Carotti 25
mento, da Gandhi all’influencer più fashion. sport
Le massime di Goethe, Dostoevskij e Scho- Hill: Don Matteo direbbe «state a casa» 26 «Questo diviene evidente
penhauer convivono con le frasi più ironiche
per sdrammatizzare. E non mancano dichia-
razioni che dovevano essere serie e invece so-
Lo sport nell’era senza pubblico 27 nella partecipazione
no diventate drammaticamente ridicole, co-
alla vita e al dolore
me quelle di alcuni politici e scienziati di og- altrui nel sostenere
gi. Nello stesso calderone insieme a citazioni l’esistenza e darle senso
di grande respiro, come Seneca: «Anche se il al di là della morte come
timore avrà sempre più argomenti, scegli la
speranza». C’era forse da aspettarselo, gli afo-
si testimonia ogni giorno
rismi dopo aver fatto la fortuna dei Baci Peru- nei nostri ospedali»
gina si stanno rivelando molto social: la frase
a effetto, breve, spopola sulle bacheche vir-
SPIRITUALITÀ

La potenza dell’uomo
tuali. Il punto è che l’aforisma è un genere di
una certa importanza, con una storia nobile e
antica, dai proverbi agli epigrammi. Tutta la
letteratura sapienziale e lo stesso testo bibli-
co sono prodighi di esempi profondi, ma an-
che ironici e sarcastici, come nella migliore
tradizione. Tra i primi grandi autori c’è già Ip-
pocrate: Aforismi è intitolata l’opera più im-
portante della sua scuola e con questo termi-
ne veniva definito nel Medioevo lo studio e la
pratica della medicina. Filosofi e scrittori di o-
gni tempo vi si sono cimentati, da Pascal a
Nietzsche, da Leopardi a Papini, da Wilde a
nell’onnipotenza di Dio
Flaiano. Eppure uno degli autori più brillanti, La natura na delle risposte fondamentali, miti dolorosi che questa ci pone,
vissuto nel secolo scorso, è ancora poco co- non determina ieri e oggi, per descrivere la pe- rimane saldo nella libertà, con-
nosciuto. Parliamo di Nicolás Gómez Dávila, il senso della nostra culiarità umana. Da dove pro- tro la paura. Tale testimonianza
pensatore colombiano enigmatico e contro- venga questo spirito, e in cosa non ha neppure necessità di lin-
corrente che ha trascorso quasi tutta la vita fra esistenza poiché trovi la sua autonomia nei con- guaggio religioso. Nella Chiesa in
pareti di libri. Nato a Bogotà nel 1913 da una nulla ci può fronti della natura, rimane e ri- quanto istituzione troveremo
famiglia benestante, i suoi genitori si trasferi- separare marrà controverso. aiuto a essere rafforzati nella fe-
rono a Parigi quando aveva sei anni per dare La fede cristiana pone tale origi- de, grazie a coloro ai quali è affi-
al ragazzo anche una formazione europea. Ma
dall’amore di Dio ne in Dio, che affida all’umanità dato l’incarico di parlare di Dio e
tornato in patria ormai ventitreenne decise di Questo genera una particolare posizione: esi- della sua presenza nello spirito.
non uscire più da casa. Volle dedicarsi com- fiducia e speranza stere nella natura, essere consa- Come far fronte al virus? Attra-
pletamente alla lettura e alla scrittura nella vil- nella gestione pevole di se stessa, avvertire nel verso prevenzione e cura, trami-
la di famiglia che ospitava una biblioteca im- suo esistere una specifica dignità. te la creazione di uno stabile or-
mensa. Una vita di clausura col pallino delle
del bene comune Anche la natura però ha tratto o- dinamento economico e sociale,
lingue: morì mentre nell’emergenza rigine da Dio. Si tratta allora di u- decisamente indirizzato ai biso-
Colombiano, apprendeva il danese che stiamo vivendo na contrapposizione fra due dif- gni degli esseri umani e meno di-
per misurarsi diretta- ferenti interpretazioni di una pendente dagli interessi del ca-
condensò mente con il filosofo stessa forza? Questo non può es- pitale. La solidarietà a lungo tra-
una vita Søren Kierkegaard DIETRICH KORSCH sere. Se si rimanesse nell’ambito scurata acquista un nuovo si-
di studi (senza ricorrere a tra- di un antagonismo fra due po- gnificato, ben oltre le conver-

Q
duzioni di cui diffida- ualcosa di simile non tenze assolute, naturale e divina, genze d’interesse. La democra-
in un unico va). Spirò il 17 maggio l’avevamo ancora spe- allora potremmo tutt’al più ri- zia, con le sue possibilità e ne-
vero libro, del 1994, un anno do- rimentato: tutto, im- voltarci contro il corso della na- cessità di partecipazione, ne è
che ne fa po la moglie, lascian- provvisamente, è cam- tura, con uno sforzo destinato a prerequisito, e l’economia so-
un autore do tre figli. Ha scritto biato. Siamo isolati, vita pubbli- fallire. Dio diverrebbe una pura ciale di mercato resta un valido
ca ed economica sono bloccate, cifra, l’illusione, pur forse di qual- fondamento per lo sviluppo del-
di frammenti una sola vera opera E-
scolios a un texto im- la nostra libertà d’azione va re- che aiuto, di una vita migliore e la società. Come umanità siamo
efficacissimo plícito (In margine a stringendosi, molti muoiono più sopportabile. unitariamente responsabili del-
e attuale un testo implicito) e giorno dopo giorno. Il “nuovo Il nucleo centrale del conflitto fra la nostra dignità.
pochi altri libri che ne coronavirus” si diffonde con ve- le due volontà di onnipotenza in Risuona in questi giorni la paro-
sono un’anticipazio- locità nonostante le misure di si- concorrenza fra loro, è la nostra la ragionevolezza: si auspica un
ne. Sono tutti stati ripubblicati di recente dal- curezza, con conseguenze im- morte. Per noi, in quanto entità pensiero orientato al benessere
la casa editrice Gog a cui si deve il rilancio di prevedibili: è in pericolo l’esi- spirituali, la morte non rappre- della comunità, capace di indi-
questo filosofo sbarcato in Italia grazie ad A- stenza fisica, ma anche la vita re- senta solo la fine dell’esistenza rizzare il nostro comportamento
delphi. Per Franco Volpi, tra gli interpreti più lazionale. Il virus s’infiltra nelle corporea, bensì mette in dubbio individuale. Anche in questa
riconosciuti di Gómez Dávila, il colombiano maglie della nostra complessa il nostro peculiare esistere come Gustave Doré, Dante e Beatrice contemplano l’Empireo (Paradiso XXXI) convinzione si rispecchia lo Spi-
aveva l’ambizione di «mettere sempre un libro società e ne mostra la fragilità. esseri umani. Cosa può l’onni- rito di Dio, e tutto ciò che ne de-
intero in una pagina, una pagina intera in u- Che sottile forma di onnipoten- potenza di Dio contro la morte? riverà, osservato dalla prospetti-
na frase e questa frase in una parola». E difat- za! Raggiunta senza catastrofi di Nulla, se fosse solo speranza di nella resurrezione, giunge attra- nostra vita. Qualsiasi cosa ci ri- va della fede cristiana, sarà gra-
ti gli Escolios sono alla fine una monumenta- dimensioni cosmiche, né forza vita contrapposta alla realtà del- verso l’annuncio della vita, mor- servi l’esistenza, la relazione con zie all’onnipotenza divina.
le raccolta di aforismi: note e glosse di un mi- visibile o coercizione esterna. la morte. Solo laddove la morte è te e risurrezione di Gesù a chi de- Dio, per sua iniziativa, rimane i- E quando tutto questo non si di-
sterioso testo implicito che uno dei suoi mag- Tutto avviene in maniera occul- vinta da Dio stesso e dunque nel- ve confrontarsi con la morte. E ninterrotta. Tutto è racchiuso mostra sufficiente? Quando così
giori studiosi, Giovanni Cantoni, ha identifi- ta, terribilmente efficace. Ed è la propria persona, l’onnipoten- Dio è se stesso nell’unità di Padre nella presenza di Dio in noi, poi- tanti esseri umani muoiono del
cato con l’intera espressione culturale del- solo un virus. Alcuni interpreta- za di Dio acquista significato e e Figlio, attraverso il quale la pre- ché nulla ci può separare dall’a- virus? In quel caso l’onnipoten-
l’Occidente, da Omero ai contemporanei. So- no ingenuamente: «E’ una ri- definitiva profondità. La resurre- senza dell’onnipotenza di Dio si more di Dio. za di Dio si manifesta nella nostra
no pensieri taglienti, spesso ermetici, che fan- sposta vendicativa della natura zione dai morti di Gesù è perciò realizza: e ciò nella forma dello La terza: la fede genera un’ope- compartecipazione alla vita e al
no riflettere sui grandi dilemmi dell’uomo, il al predominio umano». Ma nel affermazione incondizionata Spirito, nel quale Dio si trova al rosa fiducia e un’illimitata spe- dolore altrui, attraverso il pren-
senso dell’esistenza e il nostro destino. Un’o- virus non c’è intenzionalità, né dell’onnipotenza di Dio, potere contempo con sé e con gli uomi- ranza, che si manifestano come dere parte a ciò che sostiene l’e-
pera fedele a uno dei suoi ficcanti frammen- esiste una natura “intatta” ri- infinitamente grande, veramen- ni. Possiamo così parlare dello prevenzione e cura, incoraggia- sistenza e le dona un senso al di
ti: «I libri seri non istruiscono, interrogano». E spetto alla quale noi esseri u- te assoluto, vittorioso anche nel- Spirito di Dio con una definitiva te e rafforzate dalla presenza di là della morte. Già vediamo que-
la scelta dell’aforisma nasconde il suo ideale mani interferiamo. la confutazione della realtà divi- precisione: nello Spirito, l’essere Dio, a favore dell’integrità della sta testimonianza diretta, senza
stile di vita improntato a una certa modestia. La realtà è peggiore: all’uomo na, com’è avvenuto nella morte di Dio realizza se stesso. vita, attraverso un’azione creati- sforzo religioso, negli ospedali i-
«Le mie frasi – diceva – le proclamo di impor- non è possibile evadere dalla na- di Cristo in croce. L’onnipotenza assoluta di Dio va che impedisca di soccombe- taliani: un ultimo rosario, una
tanza nulla e, per questo, sono note, glosse, tura, tutt’altro che pacifica e ar- L’onnipotenza di Dio, compiuta non è allora da cercarsi in una re al corso della natura. Econo- breve benedizione, uno sguardo
scolii, voglio dire: l’espressione verbale più di- monica nel suo essere. La teoria sua lontana, indefinita superio- mia e diritto, arte e scienza ri- consolatorio mentre soprag-
screta e più vicina al silenzio». E ancora: «Am- dell’evoluzione mostra come si rità rispetto al mondo, e nean- chiedono una dedizione decisi- giunge la morte. Non lasciare so-
mettere che le nostre idee non hanno motivo realizzi la sopravvivenza degli or- che in un’assoluta superiorità va, al servizio di ogni essere u- lo chi muore, questo è segno del-
di interessare chicchessia è il primo passo ver- ganismi più forti e adattabili. U- L’AUTORE del Creatore nei confronti della mano. Anche rafforzare la fede, la presenza di Dio. Perciò è im-
so la saggezza». Quanto mai attuale nel fusti-
gare il “politicamente corretto” e il buonismo
na volta nati siamo destinati a
scomparire, e nel frattempo sia-
Esperto natura, bensì nella sua presen-
za nello spirito dell’uomo, il qua-
nella quale è avvertita la presen-
za di Dio nello spirito, è un com-
portante accompagnare gli ope-
ratori sanitari con la preghiera:
di certi intellettuali “impegnati”: «L’umanita- mo impegnati, in competizio- di ecumenismo le si afferma in mezzo alla natu- pito basilare della cura dell’esi- compito della Chiesa intera, la
rismo è l’umanesimo degli imbecilli». Un ri- ne con gli altri viventi, ad as- ra e in contrapposizione alla stenza, che include l’intera vita preghiera mostra sempre i suoi
schio da cui secondo lui, cattolico “reaziona- sicurare la sopravvivenza ai Pubblichiamo una riflessione sul temporaneità del suo essere. In spirituale e relazionale. Operare effetti, esprimendo la speranza
rio” come era solito definirsi, doveva guardar- nostri geni. Tutto ciò ci in- rapporto fra fede e società nell’at- tale presenza nella vita umana nella prevenzione e cura reci- che nel mondo, e oltre, accada
si anche il cristianesimo per non essere tra- quieta e sottomessi alla tuale momento storico del teologo lu- l’onnipotenza di Dio è piena- proca con ampiezza e intensità è più di quanto vogliamo o sap-
sformato in un «agnosticismo umanitario, natura, torna a noi, anco- terano Dietrich Korsch, docente di teo- mente salvifica. realmente comandamento del- piamo influire.
semplicemente provvisto di un vocabolario ra più urgente, la do- logia sistematica evangelica all’Univer- Da ciò derivano alcune signifi- l’onnipotenza di Dio, rispetto al E se non c’è più nulla da fare? Al-
cristiano». Ben cosciente come dice in un al- manda: dov’è dunque sità di Marburgo in Germania e all’Isti- cative conseguenze. La prima: quale è superficiale ritenere che lora è Dio, solo, ad agire per noi,
tro graffiante aforisma che «la fede in Dio non Dio? tuto di studi ecumenici San Bernardino svanisce l’impressione che la na- esse possano essere tralasciate o senza di noi, essendo piena-
risolve i problemi, però li rende irrisori». Se Non siamo, in realtà, di Venezia. Molto ascoltato in Germania, tura sia onnipotente. Essa è, sen- rivolte solo a determinati gruppi mente là, dove noi non siamo
solo ci credessimo, sembra dirci, ci sarebbe da molto disponibili a con- non solo in ambiente protestante, è au- za dubbio, dotata di illimitato di esseri umani. Da questo com- più. Allora egli trasforma la no-
ridere di tanti nostri grattacapi. Una frase che siderare l’umanità sem- tore di un saggio sul filosofo Schelling potere, e le sue leggi sovrastano pito scaturiscono scelte di preci- stra morte corporale in una vita
riesce a tener testa anche ai drammi del no- plicemente come parte di e uno sulla dottrina della giustifica- tutto; ma la natura non deter- so orientamento in campo eco- eterna nella sua infinita presen-
stro tempo, come la pandemia in corso. Per- un processo evolutivo. Ci zione e sui temi centrali della fede mina il senso della nostra esi- nomico e sociale, e particolar- za. La consapevolezza dell’onni-
ché il Dio che risorge è lo stesso che disse: «O- sentiamo meglio raffigurati cristiana. I suoi studi sono oggi ri- stenza, giacché la morte del cor- mente in quello sanitario e di as- potenza di Dio ravviva nella vita,
ra siete nella tristezza; ma vi vedrò di nuovo e come esseri nella natura, ma volti alla comprensione che i cre- po non ci separa dall’onnipo- sistenza sociale. consola nella morte e dona spe-
il vostro cuore si rallegrerà e nessuno vi potrà distinti dalla pura esistenza na- denti hanno della teologia. È tenza di Dio, affermata tramite Infine: la nostra vita in quanto ta- ranza in una vita eterna.
togliere la vostra gioia». turale. Da dove ci viene questa inoltre editore del testo di la resurrezione di Gesù. le è testimonianza. Chi confida (traduzione di Marcello
© RIPRODUZIONE RISERVATA autocoscienza? Che l’uomo sia Lutero sulla Libertà La seconda: la nostra fede in Dio in Dio più di ogni altra cosa, vive Cassese)
in possesso di uno “spirito” è u- del cristiano. determina in modo assoluto la all’interno della natura, e, nei li- © RIPRODUZIONE RISERVATA
24 AGORÀ
Sabato 11 aprile 2020

TESTIMONI
L’angelo dei perseguitati
nel Cile di Pinochet
Ieri & domani In autunno Valeria Valentin alla fine braccato. Lo nascondemmo, insieme alla
il festival degli anni 60 arrivò nel Paese moglie, in una nostre “case sicure” ma la
e dopo il golpe militare nel ’73 ferita si era infettata e rischiava di morire.
Vicino/Lontano
Alcide, pranzo L’Associazione
organizzò una rete per far
Quella sera, li caricai in auto e li portai al-
l’ambasciata del Costa Rica. Nella fuga, la
fuggire centinaia di oppositori coppia aveva dovuto affidare la bimba, di
antifascista “Vicino/Lontano”
data emergenza finiti nel mirino del regime nove mesi, a una contadina. Mi occupai
di farla ricongiungere con i genitori. Rin-
Era di origini altoatesine
e scherzi nazionale creata
dalla pandemia e dopo essere stata scoperta
tracciai la contadina e, alla fine, il giorno
di Natale, portai la piccola nella nunzia-
sposta all’autunno
del lambrusco la sedicesima
edizione del festival
riuscì a scappare e a tornare
in Italia dov’è morta nel 2002
tura, nascosta nel portabagagli dell’auto»,
aveva rivelato Valeria al figlio Andrés. La
donna, però, ormai, era segnata. I milita-
e del Premio Parla il figlio Andreás ri la arrestarono e interrogarono per un
letterario Tiziano
MARIA ROMANA DE GASPERI giorno intero. Solo l’intervento del vesco-
Terzani già in
vo Aritzía e del
programma dal 21

L
a Pasqua ha LUCIA CAPUZZI cardinale Raúl
al 24 maggio. Le
rappresentato Silva Henríquez,
nuove date del

D
sempre per me iego Segundo «era un vecchietto esempio straor-
festival verranno
un giorno felice: forse il sole di che non faceva male a nessuno». dinario di difesa
comunicate non
primavera che incomincia a farsi Tutti lo conoscevano nella barac- evangelica dei
appena possibile.
più spazio nel cielo, forse quell’aria copoli. Sapevano che la sera tendeva ad diritti umani do-
Viene invece
sottile che cancella l’umidità alzare il gomito e, spesso, si addormenta- po il colpo di
sospeso il
dell’inverno e il passaggio veloce di va in un angolino di strada. Alle prime lu- Stato, costrinse-
Concorso Scuole
nuvole chiare spinte dal vento mi ci dell’alba, riprese le forze, si tirava su e si ro il regime a ri-
Tiziano Terzani il cui
portano serenità e allegria. Lo so rifugiava nella sua baracca. Quella matti- lasciarla. «Mio
tema era: “La testa
che non è questo un tempo felice, na di primavera australe del 1973, però, la padre e gli amici
non basta. Bisogna
ma la felicità è un’esperienza casupola di Diego Segundo rimase vuota, di Valeria aspet-
metterci il cuore”
personale che cresce non per forza mentre il corpo dell’anziano, sfregiato dai tarono tutto il giorno davanti al tribunale
(però riproposto il
di volontà, non come una battaglia proiettili, galleggiava sulle acque limac- militare perché i detenuti, dopo aver fir-
prossimo anno).
sulle onde dell’oceano, ma ciose del fiume Mapocho. Nessuno fece mato una dichiarazione in cui garantiva-
piuttosto come in una barca a vela domande perché tutti conoscevano già la no di non essere stati torturati, venivano
lungo il fiume della nostra vita. Così risposta. A uccidere Diego erano stati i mi- liberati e immediatamente fatti scompa-
oggi che non posso andare al mare, litari che il golpe aveva reso padroni di San- rire», dice Andrés. A Valeria, fortunata-
né passeggiare nei campi mi tiago del Cile. Ogni notte, dopo aver ter- mente, non accadde: fu, però, costretta a
appoggio alla mia poltrona e mi minato la caccia implacabile ai dissiden- dicava il “lato migliore” per far entrare le Santiago del Cile: lasciare Santiago e a partire per la remota
racconto altri giorni di Pasqua felici.
Tour Italia ti, i soldati iniziavano quella agli “indesi- persone, in base ai movimenti dei milita- la polizia di Pinochet Copiapó, nel nord. Anche là, però, la poli-
Potevo avere circa dieci anni fra Fai derabili”: mendicanti, bambini di strada, ri. «Compraci due Marlboro e tre Hilton reprime zia segreta – la famigerata Dina – continuò
quando nella nostra casa di Roma ubriaconi. Come Diego Segundo. per favore», dicevano al telefono. E Valeria, una manifestazione a sorvegliarla. «Non poteva più lavorare. Il
che aveva, come unica ricchezza, la
e Mibact La sua morte accelerò la trasformazione quella notte, si presentava con cinque per- che contesta vescovo Aritzía le suggerì di andare via».
vista vicinissima alla cupola di San Oggi dalle 11 alle di Valeria Valentin nell’angelo dei perse- seguitati: parcheggiava l’auto nelle vici- la dittatura Dopo una serie di tappe in Argentina e
Pietro, quel giorno mio padre 19 il canale guitati, il cui impegno silenzioso e anoni- nanze, si avvicinava di soppiatto al muro A destra, Perù, alla fine, Valeria Valentin rientrò con
pensò, pur nella sua modesta vita di YouTube del mo ha salvato trecento persone dalla mac- di cinta e li aiutava a scavalcare nel punto Valeria Valentin la famiglia a Bolzano dove ha continuato,
impiegato, di invitare a pranzo due Ministero per i beni china della morte pinochettista. Questa indicato. Il sistema andò avanti senza in- fino alla morte, nel 2002, a lavorare con i
fra i suoi amici antifascisti del culturali, ospiterà giovane donna, originaria della Val Badia toppi per due anni. Poi, alla fine del 1975, poveri, attraverso la Caritas. In silenzio.
tempo. La cosa procurò alla zia, che un formidabile tour in Alto Adige, aveva deciso di servire il Van- ci fu il caso del sindacalista Nelson Gu- Con la profonda convinzione di «fare so-
viveva con noi e si occupava delle virtuale nell’Italia del gelo nei più poveri. Religiosa della contra- tiérrez. «Aveva avuto uno scontro con i sol- lo il proprio dovere».
provviste per la cucina, qualche FAI, alla scoperta zione delle missionarie di San Giuseppe dati ed era stato ferito alla schiena. Era © RIPRODUZIONE RISERVATA

problema e dopo essersi consultata dei tesori della Mill Hill era partita per il Kenya nel 1959
con la mamma decise di preparare Fondazione, dalla per poi approdare in Cile dieci anni dopo.
un famoso risotto che era il piatto Toscana alla Sicilia, Nel Paese australe aveva deciso di lascia-
forte della casa. Non ricordo quale dalla Liguria alla re l’abito e, ottenuta la dispensa, nel 1976
fosse il secondo, ma fui invece Lombardia fino ad potè contrarre matrimonio religioso con
entusiasta nel vedere preparata la arrivare in Sardegna Carlo Pizzinini. Anche da laica, Valeria pro-
crostata dei giorni di festa. Del (per seguire il tour seguì la sua missione nella Chiesa. Al fian-
menu se ne parlò per una virtuale co del vescovo Fernando Ariztía, di cui e-
settimana finche la mamma venne www.youtube.com/ ra segretaria, proseguì il lavoro di evange-
nominata responsabile per la parte user/MiBACT). lizzazione e assistenza nelle baraccopoli
elegante della tavola e del vecchio Questi contenuti della capitale, dove più forte si accaniva la
salotto e la zia prese in mano la che arricchiscono repressione della dittatura. Dalla realtà fe-
cucina con tale serietà che le ogni giorno anche il rita e dalla sua lettura alla luce della fede,
mancava solo il cappello da progetto non da un’ideologia, nacque la sua scelta.
capocuoco. A me venne applicato #ItaliaMiManchi «Ho visto i militari sparare sui bambini.
un antico colletto di merletto, della Fondazione (si C’era il coprifuoco ma i bambini poveri vi-
appartenuto cinquanta anni prima veda il sito vevano per strada, non erano abituati a
alla mia nonna ricca, sul mio www.fondoambient stare chiusi nelle loro baracche. Una sera,
normale golf blu. La mia sorella più e.it.) un soldato alzò il fucile e esplose una raf-
giovane si dovette accontentare di fica di proiettili contro due bambini. Uno
un collettino bianco più modesto. morì sul colpo: i militari caricarono il cor-
Ma ci sentivamo bellissime e già po sulla camionetta e lo portarono via. L’al-
grandi per aver ottenuto un posto a tro si salvò facendosi scudo con il braccio.
tavola con gli ospiti. Nostro padre Per fortuna riuscii a curarlo…», ha rac-
quel mattino venne a casa con una Lettori–autori contato molti decenni dopo Valeria al fi-
bottiglia di lambrusco, lui che glio Andrés, in una delle poche occasioni
assaggiava soltanto qualche
alle finestre in cui aveva accettato di parlare del Cile.
bicchiere del vino bianco dei del Saggiatore «Era molto schiva: diceva il meno possibi-
Castelli romani! E tutto era pronto le di quell’esperienza. All’inizio per pro-
S’intitola “I giorni
quando suonò il campanello e i teggere la sua famiglia. Poi, semplice-
alla finestra”
famosi ospiti ci trovarono tutte in mente, perché pensava di avere fatto solo
l’iniziativa
fila per il saluto di convenienza. il suo dovere. Io stesso ho conosciuto la
promossa
Sorrisi, ricordi, malinconie di un sua storia solo molto tempo dopo», dice
dall’editore Il
tempo di libertà perduto, ma anche Andrés Pizzinini.
Saggiatore a partire
serenità per un futuro forse diverso Quando, all’indomani del golpe, il vesco-
da oggi che invita i
da quello della dittatura che vo Aritzía creò il Comitato per la pace, Va-
lettori a scrivere un
stavamo soffrendo. Infine, un leria assunse il compito più delicato: il
racconto di 1500
pranzo sereno e felice per coordinamento della rete clandestina in-
battute che abbia
un’amicizia antica e sicura. Qualche caricata di salvare i perseguitati del regi-
come tema la
domanda circa i nostri studi toccò me. A formare il gruppo erano una decina
finestra. I migliori
anche a noi due che occupavamo di persone: catechisti e missionari con al-
verranno pubblicati
assieme l’ultimo posto della tavola. le spalle anni di lavoro insieme nei quar-
in un eBook
Ma arrivò il momento del dolce e tieri popolari. “L’organizzazione” – come
collettivo. Le
finalmente si doveva aprire il la chiamavano – nascondeva i ricercati nel-
finestre possono
Lambrusco che purtroppo era le case, nei conventi, negli ospedali in at-
essere molte cose:
rimasto al caldo sulla credenza! tesa del momento migliore per farli entra-
spiraglio, lente,
Nostro padre si alzò e con un mezzo re nelle ambasciate che, poi, li avrebbero
soglia, cornice o
discorso sull’amicizia tentò di fatti espatriare. Il “trasporto” era il mo-
specchio. Ci
togliere il tappo alla bottiglia. Il vino mento più delicato: i militari presidiava-
difendono
uscì veloce e inaspettato segnando no le rappresentanze diplomatiche per im-
dall’esterno, senza
di rosso ogni cosa che incontrava: le pedire ai dissidenti di chiedervi asilo. Per
nasconderlo. Mai
pareti appena ripulite, le teste quasi questo, Valeria se ne occupava di persona.
come in questi
prive di capelli dei due ospiti, l’abito La segretaria del vescovo prese contatti, in
giorni ci siamo
nuovo della mamma mentre particolare, con il giovane console italia-
ritrovati a osservare
cercava di passare il suo tovagliolo no a Santiago, Roberto Toscano. Al mo-
ciò che succede
sul viso degli invitati. Nostro padre mento del golpe, l’ambasciata del nostro
“fuori” o cosa stia
in piedi a capo di quella tempesta Paese era retta dall’incaricato d’affari Pie-
cambiando
cercava di chiudere la bottiglia con ro De Masi. I due, insieme al collega Da-
“dentro”. Per
il pollice con il risultato che il miano Spinola, diedero rifugio a centinaia
partecipare (entro il
famoso lambrusco usciva più di persone, in buona parte portate da Va-
16 aprile) vedi il
veloce e vittorioso. Mia sorella e io leria. Con i diplomatici avevano ideato un
sito:
nascoste sotto al tavolo salvammo bizzarro codice di comunicazione. Questi
https://www.ilsaggi
per quella volta i nostri colletti di ultimi indicavano il numero di persone
atore.com/concors
merletto. che potevano far partire all’estero come
o–2020
© RIPRODUZIONE RISERVATA pacchetti di sigarette, mentre la marca in-
AGORÀ 25
Sabato 11 aprile 2020
BARBIANA

Carotti e la lezione
È morto il presidente
della fondazione
intitolata al Priore
Betori: «Ha potuto
cogliere sin da giovane
l’insegnamento

d’umiltà di Milani
di don Lorenzo
di mettere al primo posto
il Vangelo, la Chiesa,
gli ultimi, gli emarginati»

Musei
ANDREA FAGIOLI
Firenze
online,
Millanta
una mappa tra nuvole
C
on la voce un po’ rauca e l’a-
spetto dell’uomo semplice,
Online da aprile sul
Giancarlo Carotti ha accolto
tanta gente, soprattutto giovani, sot-
to quella pergola ormai passata alla
sito del Laboratorio
Museia, ha
e metafore
l’obiettivo di
storia come la «scuola all’aperto», u-
mappare e studiare SERGIO DI GIACOMO
no dei luoghi simbolo di Barbiana.
le iniziative e le
Carotti era il presidente della Fonda-
strategie dei musei

«S
zione don Lorenzo Milani. Lo era di- ono le domande i nuclei
italiani dopo la
venuto dopo la morte del cognato, intorno i quali tendiamo
chiusura per
Michele Gesualdi, nel 2018. Giancar- ad agglomerarci»:
l’emergenza
lo era infatti fratello della moglie di riflessioni e soprattutto
Coronavirus: è
Michele, era il maggiore dei quattro interrogativi esistenziali e filosofici
l’Osservatorio
Carotti, nato il 23 giugno 1945 a Pa- lo, quella chiesetta, la canonica e il caratterizzano il libro di Peppe
#museichiusimusei
dulivo, poco distante dalla canonica minuscolo cimitero dove dal 1954 ri- Millanta, sceneggiatore–filosofo e
aperti
dietro la quale sarebbe poi cresciuto posa don Lorenzo Milani. scrittore, dal titolo La rotta delle
dell’Università di
in una casa di mezzadri. «Noi – diceva Carotti – cerchiamo di nuvole. Piccole bussole per
Pisa, nato per
«Era un maestro di umiltà – ci dice la mantenere Barbiana così com’è. sognatori testardi edito da
raccontare,
nipote Sandra Gesualdi – e Barbiana non deve perdere le sue Ediciclo (pagine 94, euro 9,50).
documentare e
se n’è andato proprio nel giorno del- radici e il suo messaggio profetico». L’autore racconta le
studiare esperienze
la lavanda dei piedi». Carotti è infat- Anche papa Francesco, a suo giudi- “tergiversazioni” di un sognatore a
come le dirette
ti morto giovedì all’ospedale fioren- zio, era salito fin lassù nel giugno caccia di nuvole in un’isola
quotidiane in radio
tino di Careggi dov’era ricoverato in 2017 perché sapeva che «non a- deserta, luogo ideale per
o in tv del Gamecdi
seguito all’aggravarsi del male che lo vrebbe trovato una cattedrale». concentrarsi sul senso profondo
Bergamo o del
affliggeva da tempo. Fu tra i primi sei Quella visita la ricordava con emo- della vita. Nuvole come creature
Don Lorenzo Milani. A destra, Giancarlo Carotti Palazzo Ducale di
«adottati» da don Milani. Era insom- zione, ma ancor più ricordava la pri- viventi di forma complessa e
Genova, la “Azioni
ma uno dei quei ragazzi ai quali il ma volta che sentì Francesco parla- articolata, che che servono come
d’Artista” inedite su
Priore di Barbiana, come scrisse nel re per diversi minuti di don Milani. pretesto per immergersi nel
YouTube del Maxxi
testamento, aveva voluto più bene don Lorenzo. Il suo impegno opero- fabbrica. Gli piaceva la meccanica. U- Quello era il segno che «Bergoglio «pensiero metaforico» che aiuta a
di Roma, ma anche
che a Dio, con la speranza, però, «che so fino all’ultimo nella Fondazione na volta nella famosa aula dell’astro- conosceva e aveva letto tutto di don «portare una cosa oltre se stessa».
le cacce al tesoro e
Lui non stia attento a queste sotti- ha contribuito a mantenere la me- labio, quella che i ragazzi chiamava- Lorenzo sin dai tempi dell’Argenti- Uno strumento che ci permette
i laboratori per
gliezze e abbia scritto tutto al Suo moria e divulgare il pensiero di un te- no con orgoglio l’«Officina astrofisi- na». Gli piaceva comunque ricorda- spostare il nostro punto di vista e
bambini di Palazzo
conto». stimone del Vangelo, quale è stato per ca di Barbiana», smontò e rimontò un re la frase, «bellissima» diceva, che di diventare esseri creativi. La
Medici Riccardi a
«Giancarlo Carotti – ha detto ieri il tutti don Milani». motore. Divenne una tuta blu, un o- Francesco aveva lasciato nel libro metafora ci aiuta a superare
Firenze o i quiz
cardinale Giuseppe Betori – ha potu- Con Michele Gesualdi, Carotti fu in- peraio–sindacalista alla Pignone, la delle dediche nella cappellina del «l’impossibilità di designare cose o
artistici del Parco
to cogliere sin da giovane l’insegna- fatti tra i principali promotori della grande azienda metalmeccanica fio- cimitero di Barbiana: «Ringrazio Dio eventi che non conosciamo», per
Colosseo di Roma
mento di don Lorenzo Milani di met- Fondazione intitolata al Priore di Bar- rentina per la quale si spese e non po- per averci dato sacerdoti come don cui «combattiamo il caos di ciò che
fino a vere e proprie
tere al primo posto il Vangelo, la Chie- biana a cui riconosceva il merito di co anche il «sindaco santo» Giorgio Milani». In tanti, adesso, ringrazia- non ha ancora un nome». Siamo
mostre digitali. A
sa, gli ultimi, gli emarginati. E poi essere stato «un maestro, un educa- La Pira. All’interno della Pignone, Ca- no Giancarlo e gli altri ex ragazzi di «figli delle nuvole», cioè creature
coordinare il
sperimentare la sua tenerezza, la de- tore e un padre, ma prima di tutto un rotti, grazie alle sue capacità, fece ben don Lorenzo per aver conservato e che si sentono «libere di andare»,
progetto è
dizione di un educatore appassiona- prete: non aveva la bacchetta magi- presto carriera diventando uno dei tramandato intatto il messaggio di di danzare magicamente, come
Antonella Gioli; è
to. La vita di Carotti, con l’accompa- ca, ma una grande fede». A quella tecnici collaudatori delle turbine che Barbiana anche attraverso la stre- Zorba e Basil del grande film,
possibile inviare
gnare tante scolaresche a Barbiana, è «scuola di vita che è stata Barbiana», venivano spedite in tutto il mondo. nua difesa di quel luogo «così come Il postino di Neruda e Troisi,
segnalazioni a
stata – a giudizio dell’arcivescovo di Giancarlo come gli altri ragazzi era Ma il suo cuore era sempre rimasto com’è», perché, diceva Carotti, creatori di «metafore fluttuanti»,
laboratorio.museia
Firenze – improntata a trasmettere diventato un «uomo libero», che potè sul Monte Giovi, tra quelle quattro ca- «questa è una scuola ancora viva». illuminanti, vibranti, come nuvole.
@cfs.unipi.it
alle nuove generazioni il messaggio di scegliere il suo futuro. E lui scelse la se nel comune di Vicchio del Mugel- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
26 AGORÀ
Sabato 11 aprile 2020

INTERVISTA
Don Matteo: «Stiamo tutti
a casa e ascoltiamo il Papa
“Al di qua” TIZIANA LUPI le puntate? Nella stagione che si è con-
clusa da poco ciascun film era ispirato a
su Rai 1 film
A
nche don Matteo deve fare i uno dei Dieci Comandamenti.
sui senza tetto conti con l’emergenza Corona- Inizialmente il riferimento ai Comanda-
virus. Come tutti noi, infatti, in menti mi aveva lasciato perplesso, teme-
Dopo la Veglia
questi giorni Terence Hill è a casa, in vo che diventassimo troppo seriosi o, per-
Pasquale celebrata
Umbria. Ma, nonostante le restrizio- sino, noiosi. Invece si è rivelata una scel-
da papa Francesco
ni, i giorni scorsi gli hanno regalato u- ta azzeccata perché il Comandamento
La serie tv “Tiger King” e dopo una puntata
na bella notizia: la Rai ha deciso che c’era ma dovevi andare a cercarlo. Co-
speciale di Porta a
la tredicesima stagione della serie si munque, per quanto riguarda la scelta de-
Porta, stasera alle
farà e Rai Fiction e Lux Vide sono già gli argomenti, la lascio agli autori che so-
23.55 Rai 1
Serie tv, propone il docu–
film di Corrado
al lavoro per progettarla: «Sono mol-
to contento. Don
no fortissimi. Io al massimo suggerisco
qualche spunto per
Matteo ha ancora L’attore Terence Hill: il mio personaggio.
il fenomeno Franco Al di Qua:
una riflessione –
molto da dire al
pubblico. E grazie
«Il successo del mio Se, però, devo pen-
sare a un’idea, ne a-
attraverso le storie don Matteo lo ha
“Tiger King” di 40 senzatetto –
sul dramma
al suo protagoni-
sta, che è un per-
sonaggio epico,
spiegato Chesterton:
vrei una simpatica
per una puntata
con Pippo e Natali-
umanitario il prete arriva prima
potrebbe andare na che, per convin-
EMANUELA GENOVESE universale della
avanti all’infinito».
del poliziotto perché cere don Matteo a
povertà. Un
Dopo oltre due- conosce l’anima cambiare la bici-
senzatetto è trovato
delle persone. Questo
C’
è un fenomeno centocinquanta e- cletta, gli nascon-
morto per strada
particolare che pisodi, con ascolti è il tempo di capire dono la sua, fingen-
nel suo giaciglio,
da pochi giorni sempre al top, si do che sia stata ru-
si registra sulla piattaforma di
adiacente a un
può ancora mi- chi siamo e dove bata, e gliene rega-
Netflix. In questo periodo di
ospedale dove
gliorare? vogliamo andare, così lano una nuova.
spesso passava il
obbligato isolamento o di indotta
suo tempo:
È quello che cer- poi saremo migliori» Lui, però, la trova e
inattività le serie stanno spopolando chiamo di fare o- vende quella nuo-
quaranta suoi amici
ma nessuno poteva immaginare che gni volta. Non è va, preferendo la
senzatetto entrano
le sette puntate di Tiger King sempre facile ma ci proviamo. Per la sua anche se un po’ sgangherata.
nell’ospedale, come
diventassero un fenomeno capillare. prossima stagione, ad esempio, io vor- Un po’ come la tonaca, che è sempre la
un fronte unito, per
Prodotta da Netflix, diretta da Eric rei suggerire ai produttori di cambia- stessa fin dalla prima puntata, lisa e con
rendergli l’estremo
Goode and Rebecca Chaikl, la re la struttura della serie e renderla si- un bel po’ di rattoppi.
saluto. Dopo una
docuserie parte da un fenomeno mile a quella del Commissario Mon- Negli anni me ne hanno fatte altre ma le
visionaria marcia
americano: la passione esotica per i talbano che esce con due nuovi film ho appese in camerino. Per fortuna da
funebre nei corridoi
grandi felini e gli animali importati ogni anno. Quest’anno con Don Mat- quando c’è papa Francesco la mia scelta
dell’ospedale,
da paesi lontani. «Ci sono più tigri in teo abbiamo proposto dieci prime se- non è più criticabile!
denunciano che
cattività negli Usa di quanto ce ne rate ma, in passato, siamo arrivati an- Dalla prima puntata sono passati ben
non lavorano più da
siano in natura in tutto il mondo». E che a tredici. Ciò vuol dire che per o- vent’anni eppure Don Matteo continua
molti anni e che
quando si parla di cattività si fa gni stagione ci vogliono quasi due an- a essere straordinariamente attuale. Co-
dormono per
riferimento, soprattutto, allo ni di lavoro: uno per la scrittura e no- me se lo spiega?
strada. La cappella
sfruttamento in zoo – parchi, gestiti ve mesi per le riprese. La mia idea è Prima di tutto perché Don Matteo non se-
dell’Ospedale
da privati, meta di migliaia di realizzare cinque film per volta. In gue le mode. Poi penso che sia anche gra-
Martini di Torino
persone. Prima tra tutti The Greater questo modo anche i tempi di lavoro zie al suo riferimento letterario. È vero
dove è stato girato
Wynnewood Exotic Animal Park, si ridurrebbero e il pubblico avrebbe che, diversamente da Montalbano, noi
in parte è diventata,
creato decenni fa in Oklahoma da un Don Matteo ogni anno. non abbiamo un riferimento letterario ma
causa emergenza Terence Hill con Nino Frassica nella serie di Rai 1 “Don Matteo”
Joe Exotic, un uomo che, negli anni, Ha qualche idea anche per i temi del- la serie è, comunque, ispirata a Chester-
covid–19, un
ha saputo inventarsi un impero con ton, lo scrittore protestante poi diventa-
reparto con letti e
227 felini che, riproducendosi, to cattolico che ha creato il personaggio
ossigeno annesso.
generano ulteriori profitti. Secondo,
invece, The Big Cat Rescue, più
grande e più a misura delle tigri,
Papa Francesco,
che ha visto e
amato il film, ha
“Processo” a Ponzio Pilato di Padre Brown, il prete investigatore.
Chesterton diceva che, tra un prete e un
poliziotto, il prete arriva sempre prima al-
gestito da Carole Baskin, animalista
e convinta avversaria di Joe Exotic. E
infine The Institute for Greatly
Endangered and Rare Species
scritto a Natale
2017 una bellissima
lettera, finora tenuta
Al cinema il giudizio è sospeso la soluzione dei casi perché conosce l’a-
nima delle persone. Esattamente quello
che succede in Don Matteo.
Ispirazioni letterarie a parte, una delle
inedita, su Al di qua
(T.I.G.E.R.S.) in South Carolina, EUSEBIO CICCOTTI vento di Pilato («Chi volete che vi liberi per Pasqua, Barab- chiavi del successo di Don Matteo è si-
e sulla povertà,
voluto da un uomo che si fa ba o Pilato?») insistendo una sola volta in difesa di Gesù curamente il cast. Il pubblico ha accet-
nella quale dice:

R
chiamare “Doc” Antle. Joe Exotic ecentemente, un pool di magistrati ha ricreato, nel («ma cosa ha fatto?», mentre, in Matteo, Pilato fa due ten- tato di buon grado anche le sostituzioni
«Occorre guardare
afferma di non aver paura della palazzo di Giustizia di Milano, un’intrigante e, pro- tativi). Pilato ha con tono distaccato. A Pasolini non inte- dei capitani dei carabinieri che si sono
il mondo con gli
morte, vende a miliardari i suoi cessualmente imparziale, Processo a Ponzio Pilato ressa l’eventuale dramma interiore di Pilato, legge il lavoro avvicendati che, pure, erano molto ama-
occhi dei poveri per
neonati esemplari, organizza show (2019). Il dispositivo finale della sentenza riconosce il pro- del prefetto come normale e quotidiana amministrazione. ti: Flavio Insinna e Simone Montedoro.
mettersi al servizio
coinvolgendo il pubblico, dal circo curatore colpevole di abuso di potere, per aver condanna- Non cita il sogno della moglie Claudia. Penso che anche la nuova capitana, Ma-
della salvezza di
relazionale fino a gli scatti ricordo. to «a morte un uomo che pur riteneva innocente, per pau- Maggiormente fedele ai testi, come il film di DeMille, è il Pi- ria Chiara Giannetta, abbia fatto un otti-
tutti». Al di qua è
Carole, a sua volta, sembra ra che le sue azioni potessero essere criticate dall’Impera- lato (un superbo Rod Steiger) del Gesù di Nazareth (1975) mo lavoro. È stata bravissima. Nella pros-
stato in corsa agli
un’animalista, vestita quasi sempre tore». E un secolo di tribunali di cinema come hanno giu- di Franco Zeffirelli, da anni nell’immaginario di milioni sima stagione, insieme a don Matteo e al
Oscar 2018, nella
di tessuti maculati, che seppellisce dicato Ponzio Pilato? Nel kolossal più bello e costoso del spettatori. Egli ascolta le accuse di Caifa e Anna, con mal- maresciallo Cecchini, lei dovrà necessa-
sezione “Best
gli animali con tanto di targa e li muto dedicato a Gesù (T. Newman), Il Re dei Re (1927), il celato fastidio, opponendosi senza timore. L’interrogatorio riamente esserci così come Pippo e Nata-
Documentary
salva dai privati che li acquistano, regista Cecil B. DeMille (figlio di un pastore), tratteggia un del condannato è risolto in un classico campo/controcampo lina. Poi, siccome in ogni stagione, si cer-
Feature.
ignorando i problemi legati alla loro Pilato con carattere. Egli (è Victor Varconi, primo attore un- di primi piani, con Gesù in posizione simbolicamente più cano nuovi personaggi, potremmo avere
crescita: gestisce un parco che attira, gherese emigrato a Hollywood) siede su un trono, alle cui alta rispetto a Pilato. Il procuratore si concede dell’ironia sul qualche nuovo arrivo in canonica. Anche
solo una volta l’anno per un evento spalle svetta la scultura di una gigan- “re dei giudei”, ma senza cattiveria, questa è una scelta che spetta agli autori.
di crowdfunding, migliaia di tesca aquila, simbolo della potenza di concludendo «fatelo frustare in ricor- In questo periodo la Chiesa è impegna-
persone, a loro volta affascinate Roma, circondata da quattro alti e ro- do della legge romana, è un sognato- ta a sostenere spiritualmente e mate-
dall’amorevolezza con cui sono busti bracieri fumanti ai lati, e centu- re». Dopo la flagellazione Zeffirelli in- rialmente i fedeli che si trovano in diffi-
trattati i felini. Senza dimenticare gli
Morto Rossi, rioni sull’attenti. Un lento back-travel- serisce una scena di forte impatto vi- coltà a causa del Coronavirus. Se andas-
show di Doc creati affinché siano il papà ling, alla David W. Griffith, contribuisce sivo: Gesù rientra senza scorta, con la se in onda, cosa direbbe don Matteo ai
uno spettacolo “normale” in cui le a presentare il procuratore in forma coperta rossa gettatagli dai soldati sul- suoi parrocchiani?
specie rare compaiono allo spettatore
di Sheridan ancor più imponente. Sopra la tunica le spalle e la corona di spine. Avanza Li esorterebbe a stare a casa e ad ascolta-
pagante senza diventare Fra televisione e un orientaleggiante toga aperta, con lentamente, dal fondo della sala, in re ciò che dice papa Francesco. È lui il no-
“apparentemente” oggetto abusato radio ha all’attivo almeno un metro di strascico. La sce- controluce: Pilato, e lo spettatore, ri- stro punto di riferimento. E, poi, gli con-
dall’uomo. Ma la vera battaglia in oltre 150 programmi neggiatura, firmata da Jeanie Macpher- mangono, per un lungo momento, col- siglierebbe di approfittare di questo pe-
questi sette episodi è tra Joe Exotic e fra i quali spiccano le son, cita Marco, Luca e Giovanni («Non Rod Steiger in “Gesù di Nazareth” piti da quella simbolica abbagliante lu- riodo in cui dobbiamo stare a casa per ri-
Carole Baskin. Entrambi ora non serie tv dedicate al mi rispondi? Sai che ho il potere di li- ce. Pilato, poi, dovrà cedere, di fronte flettere e porsi domande come: «Chi so-
gestiscono più zoo per tigri, chiusi Tenente Sheridan berarti o metterti in croce?»). Claudia al ricatto di Caifa: non può salvare chi no? Dove voglio andare?». Così, quando u-
CINESTORIA

anche per la pandemia del dalla Rai fra il 1959 Procula raggiunge Pilato accanto al tro- Un lungo viaggio si proclama «re dei Giudei», al posto di sciremo, avremo maggiore consapevo-
Coronavirus. Joe è in carcere, ed il 1967, firmate no (diversamente dai Vangeli) e gli cinematografico, Cesare, senza che Cesare lo sappia. lezza e, forse, maggiore serenità per af-
accusato dell’acquisto illegale di insieme a Mario chiede, molto preoccupata, «Where is a partire dal “Re L’anno seguente, Luigi Magni, con Se- frontare la vita.
specie protette e di essere, Casacci e Alberto He?». Pilato, con un cenno ai soldati, fa condo Ponzio Pilato (1976), propone u- Lei come sta affrontando l’emergenza?
soprattutto, il mandante del tentato Ciambricco, aprire le tende in fondo alla sala, da cui dei Re”, kolossal muto na riscrittura filmica popolare. Pilato Come tutti: rimango a casa ed esco solo
omicidio di Carole Baskin. Tiger King, interpretate da si vede Gesù legato a una colonna e fla- del 1927, per scoprire veste da ebreo, parla in romanesco e una volta a settimana per andare a fare la
più reality show che documentario, Ubaldo Lay: a pochi gellato nel cortile. Claudia, in versione la figura del politico assisterà da lontano all’Ascensione di spesa, preferibilmente nelle ore di mino-
interroga i collaboratori, segue i giorni dal di discepola, soffre addolorata e im- Gesù. Magni, sceglie il tono leggero, re affollamento. Per fortuna sono in Um-
protagonisti, scatena elementi di compimento dei 107 plora Pilato di non fare del male a Ge-
romano che condannò mescolando più generi: commedia bria, in mezzo al verde; a Roma sarebbe
tensione e di confessione, e manifesta anni è morto il sù per via di un sogno. Pilato, davanti a morte Gesù (talvolta volgare), traccia storica, con- stato sicuramente più complicato. A cau-
un fenomeno agghiacciante che professor Giuseppe all’insistenza del popolo, nonostante versione di personaggi. come Procula sa del virus non sono potuto partire
accomuna i grandi proprietari e la Aldo Rossi. Nato a abbia liberato Barabba, che vuole Gesù crocifisso, si fa por- (è l’improbabile Stefania Sandrelli), attratti dall’insegna- e andare a casa mia, in Massachu-
loro disumana passione per l’esotico. Roma nel 1913, tare un catino e una brocca (sono d’argento): un soldato gli mento di Gesù. Eppure, tali infedeltà tornano poi utili per setts, dove vado sempre alla fine del-
Che sia Joe, che sia Carole, che sia scrisse per la Rai vari versa dell’acqua sulle mani (allusione prolettica alla Mes- una lettura etica del personaggio Pilato: un uomo tiepido le riprese di Don Matteo per stare un
Doc, gli uomini e le donne di questo programmi tra cui la sa) e poi dice: «Sono innocente di questo sangue!». Nel ta- di fronte al Sinedrio, ma non sciocco da credere alle false po’ con mio figlio, che vive lì, e salu-
documentario, sono allo stesso serie di Giallo Club e glio successivo, brevissimo, (3 secondi), DeMille ci mostra accuse raccolte da Anna e Caifa. tare i miei amici.
tempo cacciatori e prede di animali del Tenente Sheridan Pilato, sconsolato sul trono, con la mano che sorregge la te- Per alcuni critici l’asciutto Pilato (è il bulgaro Hristo Sho- Approfitterà di questo periodo di ri-
ma, principalmente, di sé stesse e che ebbero grande sta. Il primo film dedicato interamente alla figura del pro- pov) di Mel Gibson (La Passione di Cristo, 2004) «è trop- poso anche per pensare a qualche nuo-
della soddisfazione dei loro bisogni. successo negli anni curatore è Ponzio Pilato (1962, Gian Paolo Callegari/ Irving po “gentelmen» (M. Morandini), non solo perché prima vo progetto?
Tiger King, confezionato come se ‘60. Linguista ed Rapper), con un finale che forse respira l’aria del Concilio dell’interrogatorio, giocato tra primi piani in controluce Lo vorrei tanto ma la verità è che mi
fosse una serie di genere enigmista classico, è Vaticano II. Qui, Pilato (un incolore Jean Marais), rientrato di forza caravaggesca, offre da bere a Gesù (che non rea- sto, appunto, riposando. Le riprese di
investigativo, è davvero un autore del Dizionario a Roma, finisce sotto processo e, alle accuse di Caligola, in gisce), ma perché, nelle sue domande, non è né ironico Don Matteo sono durate nove mesi e
multiforme caleidoscopio che Enciclopedico di Senato, sceglie il silenzio, come un tempo fece il Nazareno né aggressivo. Inoltre Gibson inserisce un delicato dialo- quando sono sul set riesco a dormire
manifesta un vuoto umano, riflesso Enigmistica e davanti a lui. Pilato, accetta serenamente la condanna, no- go, extra canonico, tra Pilato e Claudia, sulla verità. Dopo al massimo sei ore per notte. Ora, fi-
di una cattività deplorevolmente Ludolinguistica edito vello martire, non prima d’aver dichiarato, ad alta voce, la un secolo di processi al cinema il giudizio su Ponzio Pila- nalmente, ne dormo anche otto di fila!
disarmoniosa. da Zanichelli. sua conversione al cristianesimo. Pier Paolo Pasolini in Il to è sospeso a metà. Uno dei pochi vantaggi di questo tempo...
© RIPRODUZIONE RISERVATA vangelo secondo Matteo (1964) riduce all’essenziale l’inter- ©
RIPRODUZIONE RISERVATA ©
RIPRODUZIONE RISERVATA
AGORÀ 27
Sabato 11 aprile 2020
INCHIESTA

Lo sport nell’era
La pandemia in corso
modificherà le normali
modalità di fruizione
È lecito attendersi
mesi di porte chiuse

del senza pubblico


o partite con mascherine
obbligatorie e tifosi
che anche in curva
dovranno stare seduti

LORENZO LONGHI non ha senso, la pandemia potrebbe


davvero rivelarsi la tempesta perfetta
gliorare l’esperienza dell’evento, più
cari a livello di biglietti e dotati di a- Taiwan: stadi La Figc dona
lo Scudetto
Lo psicologo:
È
una questione di quando, non per un cambio di paradigma. «Se tor- stute soluzioni per celare allo sguardo
di se: il pallone prima o poi tor-
nerà a rotolare, il calcio ripren-
niamo a metà gennaio, al mondo co-
me lo conoscevamo allora, e ci proiet-
meno attento i vuoti, si pensi alla va-
riopinta colorazione dei seggiolini del-
“pieni” di robot del cuore «Alleniamo
Uno speciale
derà con le sue partite, le sue classifi-
che, le sue polemiche. Tuttavia è leci-
to supporre che passeranno mesi pri-
tiamo a ciò che potrebbe essere a set-
tembre, quel giorno ci sembreranno
passati dieci anni da allora, non nove
la Dacia Arena di Udine. Del resto a li-
vello di élite gran parte dei ricavi dei
club arriva non dalle biglietterie ma
e manichini tricolore per la
nazionale
la mente»
dell’emergenza

N
ma di vedere una partita a porte aper- mesi»: Stefano Perrone, chief opera- dalla vendita dei diritti televisivi, e il el mondo sospeso dello
coinvolta in prima ALESSANDRO BAI
te, con il pubblico sugli spalti. «Meglio ting officer del Parma, professionista periodo delle porte chiuse – soprattut- sport, c’è un torneo che
linea contro il
a porte chiuse che non giocare», ha re- della sicurezza e consulente della Le- to se lungo – ai tifosi finirà per non da- riparte, che ritrova una
Coronavirus. È lo

Q
centemente ammonito il presidente ga di A per la gestione degli stadi, è re alternative: abbonarsi per le dirette, parvenza di normalità: accade ualche anno fa, Arrigo
Scudetto del cuore,
Uefa Aleksander Ceferin, e del resto o- fra coloro che stanno cercando di oppure accontentarsi degli highlights proprio oggi, sabato 11 aprile, Sacchi disse che «in Italia
assegnato dalla
vunque leggi e decreti in tema di salu- prepararsi per il futuro, «un futuro gratuiti. A meno di non essere atleti o giorno in cui a Taiwan riprenderà il si pensa che il calcio parta
Federcalcio ai
te pubblica hanno già modificato no- diverso da tutto ciò che abbiamo addetti ai lavori, non ci sarà altro mo- campionato di baseball dai piedi dei giocatori, ma
medici, al
tevolmente abitudini e quotidianità dei pensato avrebbe sempre rappresen- do lecito per gustarsi le partite. organizzato dalla Cpbl, la Chinese invece parte dalla mente». Quello
personale sanitario,
cittadini, imponendo la regola del di- tato la normalità». Ne risentirà il tifo organizzato che già Professional Baseball League. Da del tecnico di Fusignano è uno
ai volontari della
stanziamento sociale e il divieto di as- Porte chiuse a lungo, nel peggiore de- oggi, per diversi motivi, non vive il suo quelle parti il contenimento del dei nomi che vengono fuori nella
protezione civile,
sembramento. Ecco: il pubblico allo gli scenari, non improbabile. Poi, quan- momento migliore a livello di imma- coronavirus ha funzionato con un chiacchierata con Alessandro
alle forze
stadio quello è per definizione, un as- do si riaprirà, sarà tutto diverso: «Cosa gine percepita e palesa diverse frizio- certo successo e, a partire da Bargnani, psicologo dello sport
dell’ordine e alle
sembramento, un’esperienza di grup- succederà? Per ora è un ragionamen- ni nel rapporto con i club. «Il tifo si è questo aspetto fondamentale, si è del Centro italiano studio
forze armate, al
po – se vogliamo di branco – spesso e- to astratto, ma da considerare in vista sempre vissuto spalla a spalla, insieme data così la possibilità di sviluppo psicoterapie a breve
personale dei
statica e, pertanto, filosoficamente rap- della fase 2, di una ipotetica fase 3 e u- come un corpo unico – ancora Perro- ricominciare a giocare, ma con termine (Cisspat), che menziona
servizi pubblici
presenta quanto di più lontano ci sia ri- na eventuale normalizzazione. Il pro- ne – e un’unica voce quale elemento limitazioni che potremmo vedere, tra gli altri anche Novak Djokovic
essenziali e delle
spetto al concetto di distanziamento. tocollo sarà stravolto. Ci saranno limi- portante dell’esperienza. Il comune in futuro, anche nei nostri stadi: è e Sergio Parisse. Ognuno di questi
categorie
Il calcio che verrà suo malgrado met- tazioni agli ingressi, cambieranno i sentire sui rischi da contagio è desti- stato stabilito che negli impianti è collegato all’altro da un
professionali
terà in scena le prove generali dell’as- controlli evitando il pat down e le mo- nato a medio termine a cambiare an- non potranno entrare più di concetto di fondo: in qualsiasi
indispensabili: sono
senza dei tifosi. Lo farà in maniera si- dalità di riconoscimento. Pensate alle che questo, nella vita ordinaria come duecento persone, inclusi atleti e sport, a qualunque livello, l’essere
loro i campioni
stematica e non già episodica, speri- mascherine: sino a gennaio, compor- negli stadi, dove nelle curve dovranno arbitri, tecnici e staff, giornalisti e umano viene prima della
d’Italia 2020, tutti
mentando un nuovo ecosistema che tando un travisamento del volto, non essere tutti seduti. Non per una que- addetti al broadcasting. In parole prestazione. Insieme ad altri
quelli che
produrrà riflessioni immediate ed ef- sarebbero state consentite, invece di- stione di sicurezza, ma perché sarà l’u- povere, significa solo una cosa: colleghi, Bargnani ha inaugurato
affrontano il virus
fetti successivi, destinati ad accelerare venterebbero necessarie». nico modo per occupare uno spazio porte chiuse al pubblico. pochi giorni fa il primo sportello
ogni giorno,
una serie di processi che, a ben guar- Prospettive di un mondo che cambia: ben definito e distante». I club do- Ecco allora l’idea dei Rakuten psicologico dedicato agli atleti,
mettendo «il valore
dare, erano in atto ben prima dell’in- già la direzione era quella di stadi me- vranno eseguire le disposizioni di leg- Monkeys, club campione in carica ma anche allenatori o arbitri: un
della comunità al di
gresso nelle nostre vite dell’angoscia no ampi ma più accoglienti (lo Juven- ge. Prove tecniche di una diversa frui- che ha deciso di dotarsi una claque a video call–center per parlare con
sopra anche di sé
del contagio da coronavirus. Posto che tus Stadium ha fatto scuola, i progetti zione dello stadio, di un tifo diverso. comando: sugli spalti dello stadio di dei professionisti delle
stessi». In cantiere
un calcio senza pubblico (più in gene- di San Siro e del Dall’Ara prevedono un Con tutte le incognite del caso. Taoyuan infatti siederanno (ma problematiche legate
anche l’idea di
rale, il discorso vale per tutti gli sport) taglio della capienza), attrezzati per mi- © RIPRODUZIONE RISERVATA sarebbe più corretto dire saranno all’emergenza sanitaria creata dal
farne un evento ad
posizionati) 500 tra manichini e robot Coronavirus.
hoc che potrebbe
antropomorfi, agghindati con le Alla base di questo servizio c’è la
coincidere con
divise ufficiali della squadra, muniti volontà, e la necessità, di
l’iniziativa lanciata
di cartelli motivazionali - alcuni, non prendersi cura della salute
dal ct Roberto
tutti, anche di mascherine - e, i più psicologica degli sportivi, per cui
Mancini: unire
evoluti, capaci persino di applaudire. le decisioni prese da federazioni e
azzurri ed azzurre
«Non essendo autorizzati ad aprire le istituzioni hanno conseguenze
per festeggiare a
porte al pubblico, è un modo per più ampie e complesse. Lo
Bergamo insieme la
divertirsi», ha affermato Justin Liu, slittamento delle Olimpiadi, così
fine della
general manager del club, al sito come la sospensione definitiva
pandemia, quando
ufficiale della lega che ha anche dei campionati già decisa in varie
le condizioni
pubblicato le immagini dei discipline, coincide con la perdita
consentiranno di
manichini già installati nei diversi improvvisa di obiettivi che
riaprire gli stadi.
settori dello stadio. Inutile dire che avevano richiesto enormi
Nella volontà della
l’effetto sia a dir poco straniante. sacrifici. Nel caso dei giochi di
Figc, infatti, c’è di
Tuttavia, quando il coronavirus Tokyo, ad esempio, Bargnani
far giocare alla
ancora non era immanente nelle spiega le difficoltà mentali di
Nazionale la prima
nostre vite, anche in Italia ci fu chi, accettare un rinvio «a circa 100
partita ufficiale
affetto da un cronico calo di giorni dalla competizione,
aperta al pubblico
spettatori, per rendere più quando sei in un momento di
allo Stadio
accattivanti le riprese tv delle partite e massima forza, costruita per anni
“Meazza” di
riempire il vuoto si inventò un attraverso le rinunce. Pensiamo
Milano, con
surrogato di pubblico, posizionando agli atleti che per scegliere una
l’obiettivo di riunire
sugli spalti a favore delle telecamere disciplina ne hanno abbandonata
i tifosi azzurri e
enormi lenzuoli con le gigantografie un’altra, nella quale avrebbero
ricordare le vittime
dei tifosi. Artefice del trucco la potuto disputare una Coppa del
della pandemia.
Triestina, in B: era il 2010. Il club Mondo». In questi casi, la
venne irriso da tutta Italia. Invece era situazione «va vissuta come un
semplicemente dieci anni avanti. lutto: bisogna chiudere, perché
Lorenzo Longhi solo dopo una chiusura si può
Taiwan: lo stadio del baseball di Taoyuan aperto a 500 “tifosi-spettatori”, ripartiti in manichini e robot © RIPRODUZIONE RISERVATA ripartire», afferma Bargnani.
Come si fa, quindi, a prepararsi a
Tennis, cassa una ripartenza che non si sa se
IL MEDICO CALCIATORE

La ricetta “antivirus” del dottor Boranga integrazione


in federazione
La Federtennis
avverrà? Secondo Bargnani una
delle maggiori difficoltà riguarda
la perdita della routine, che va
sostituita con nuove abitudini e
MASSIMILIANO CASTELLANI prendere il pericolo vertito – . A parte gli stica? ricorre alla cassa un approccio definito “focus on
che correvamo, an- scherzi, io mi atten- Sicuramente un nuovo giro di tamponi integrazione per i what you can control”, ovvero

«I
o, in uno stadio con 60mila per- dava chiuso tutto, e go alle regole, sto at- a tappeto. Ma questi saranno necessari suoi dipendenti, ma concentrati su ciò che puoi
sone, ora come ora non ci en- subito. I movimenti tento a tutto. Sono anche per gli arbitri e i guardalinee… per i sindacati non ci controllare. «Significa che io
trerei...». Parola di Lamberto Bo- di febbraio, specie in un campione ma- l’addetto al Var anche no… scherzo – sor- stanno: «Un errore, posso essere determinante nel
ranga, ex portiere di Serie A (baluardo del Lombardia, sono ster di atletica, do- ride – . Poi occorre valutare i possibili mo- le federazioni mio progetto di crescita – spiega
Cesena “europeo” metà anni ’70) men- stati letali. Ci metto vrei allenarmi allo vimenti degli esami di immunoglobuli- sportive sono Bargnani – se faccio palestra,
tre si appresta alla «terza ora di allena- dentro anche la par- stadio Santa Giulia- na. Se tutto è a posto si procede con l’i- destinatarie di mangio bene, dormo bene, faccio
mento quotidiano» nella palestra della tita di San Siro (Ata- na, così come faccio doneità, altrimenti occhio: perché dopo milioni di euro meditazione, faccio funzionare la
sua casa di Perugia. Altro che lo Zoff del- lanta-Valencia). Mio di solito, ma non si tanta cautela se ci sono positivi in cam- pubblici. È la prima macchina. Quando mi dimentico
lo storico spot, «40 anni e non sentirli». figlio è tifoso dell’A- può e ripiego qui in po e non vengono fermati in tempo, sarà volta che succede le best practice tutto questo
Sono 77 le primavere del mitico “Bongo” talanta, è salito da Lamberto Boranga, 77 anni casa fino a quando come gettare coriandoli avvelenati tra la nella storia del salta». Il mantenimento della
dei pali, sempre pronto a dire «sì» a una Perugia per andare dal governo non ci folla. Fino a che non ci sarà un vaccino movimento condizione fisica e il rispetto di
chiamata del calcio dilettantistico um- allo stadio quella se- verrà dato l’ok per meglio dividere scientemente “chi sta be- sportivo nazionale». una nuova routine fanno parte
bro-marchigiano. «Vicino casa, se qual- ra… e infatti, anche «Gli effetti della gara riprendere la vita di ne” da quelli “che stanno male”. La replica del dei cinque punti delle linee guida
che squadra mi chiama ci vado, magari se sta bene, in casa di San Siro, prima. Ma per avere un vaccino quanto ci vorrà? presidente Angelo pensate per aiutare gli atleti ad
però appena finisce la pandemia...». Di- mia da allora non (Atalanta-Valencia) Ma si potrà davvero Beh sui tempi io non so rispondere. Di si- Binaghi: «Oggi il affrontare questo momento, un
ce il sempre ottimista ed eterno portiere l’ho fatto più entra- riprendere la vita curo la corsa è già cominciata, mi pare nostro è un bilancio documento curato dallo stesso
Boranga. re. Così come non può essere una causa che facevamo fino che Stati Uniti e Australia siano più a- di guerra: abbiamo Bargnani e tradotto da Andrea
Pardon, “dottor”Boranga, raro esempio entra neppure l’altra della “strage” al febbraio scorso, vanti sulla sperimentazione rispetto al- sospeso tutti i Appietro dall’equivalente inglese,
di calciatore con tanto di doppia laurea: mia figlia che è me- in Lombardia calcio compreso? l’Europa… La posta in palio, soprattutto contratti, dal più stilato dall’Association for Applied
in Biologia e Medicina, Specializzazione, dico e lavora all’o- All’inizio dovremo economica, è talmente alta che credo grande ai più Sport Psychology. Tra gli altri
guarda caso, in virologia. spedale. Prevenire sì
Il calcio non abbia abituarci a convive- non tarderanno a trovare un vaccino “sal- piccoli. Non viene suggerimenti ci sono “allena la
E infatti, non per voler passare per un ge- sa, è meglio che fretta di ripartire» re con la distanza vamondo”. pagato neanche mente”, “ricorda la ragione per cui
nio, ma io è da fine febbraio che uso ma- combattere. sociale e la masche- Nel frattempo, il dottor Boranga cosa Corrado ti alleni e gareggi” e, in cima a
scherina e guanti. Visitavo trenta perso- Un dottor Boranga più attento di quan- rina, poi arriveranno le soluzioni sanita- consiglia ai suoi pazienti-tifosi? Barazzutti... Siamo tutti, “parlane”, con le persone
ne al giorno prima dell’arrivo del Coro- do sta tra i pali. rie e ritorneremo alla normalità, ma ci Di mantenere uno stile di vita sano e di la federazione che vicine ma specialmente con
navirus e sinceramente quando ho sen- Non possiamo sottovalutare questa che vorrà tempo e pazienza. Quei dirigenti trovare il tempo, e adesso non manca, più di tutte si l’allenatore, ecco quindi che si
tite di certe notizie provenienti dalla Ci- considero una piaga sanitaria ma anche del calcio che fanno pressing per torna- per cambiare le cattive abitudini in fatto autofinanzia, la torna ad Arrigo Sacchi. «A Usa ‘94
na, qualcosa di molto strano me lo a- profondamente sociale. I positivi al Co- re a giocare prima possibile sono degli di alimentazione e di attività fisica. Io non percentuale è portò in panchina il primo
spettavo anche qui in Italia. Poi certo, vid-19 se sono più fortunati se la cavano scellerati. Molti giocatori della Serie A so- fumo, non bevo, mi alleno tutti i giorni e dell’87%. Perciò psicologo, Renzo Vianello, a cui
questa è una pandemia di portata asso- con una bronchite, ma altrimenti senza no risultati positivi e quelli al momento da 25 anni ogni mattina mi faccio la mia siamo quella che disse “aiutami a fare stare meglio i
lutamente inimmaginabile, quanto a- farmaci adeguati il rischio di mortalità è non dovrebbero essere schierati, sia per bella dose di papaia fermentata, come più soffre. Senza gli miei ragazzi”» spiega Bargnani.
stronomica. ancora troppo alto per allentare la pre- salvaguardare la loro salute sia quella dei mi ha insegnato il dottor Montagnier. A Internazionali e le L’essere umano, quindi, prima
Da virologo, la grande concentrazione sa. compagni e della tanta gente che ruota questo ci aggiungo la voglia di sorridere altre entrate, della prestazione: anche su
di contagiati e di vittime al Nord e in Lei ha paura del contagio? attorno a una società di calcio. e uno sguardo al futuro sempre ottimi- abbiamo bloccato questo aspetto, il tecnico ci aveva
Lombardia come se la spiega? Io sono un portiere, se il Coronavirus do- A livello sanitario cosa dovrebbero fare sta. Non andrà tutto bene, andrà meglio! tutto». visto lungo.
Purtroppo si è perso tempo nel com- vesse palesarsi… lo paro! – sorride di- i club per ripartire con l’attività agoni- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
TELEVISIONE 29
Sabato 11 aprile 2020

Le radio cattoliche Tv2000 Dulcis in fundo

Il pane di Altamura
va anche in dono

Domani
NICOLA LAVACCA

Oggi
I
l pane di Altamura donato alle
famiglie bisognose di Bari. Un
gesto di generosità che viene
Le nostre scelte dell’azienda Oropan, produttrice del
celeberrimo alimento fatto di semola
TV2000/ore 14.30 IRIS/ore 13.35 RAI STORIA/ore 21.10 RETE 4/ore 15.00 RAI 5/ore 19.50 TV2000/ore 21.05 di grano duro rimacinato, esportato
Borghi d’Italia Cast Away I ragazzi di via Ben Hur A singolar tenzone! Io Credo in tutto il mondo. Destinataria
Protagonista Burgio, L’aereo su cui vola Chuck Panisperna Colossal pluripremiato Mimmo Cuticchio e il Nell’ultima puntata del dell’offerta è la Casa delle bambine e
Comune siciliano in Noland precipita. Autunno 1934, Roma, Via con 11 Premi Oscar. Il figlio Giacomo in un programma l’intervista di dei bambini, centro polifunzionale
provincia di Agrigento. Miracolosamente si salva Panisperna 90: Ettore centurione Messala fa coinvolgente spettacolo di papa Francesco che
per la prima infanzia che accoglie i

Domani
Nel corso del programma e si trova solo su un isola Majorana, Bruno imprigionare e ridurre in recitazione e musica, un dialoga con don Marco
l’intervista al sindaco e la deserta. Ora deve Pontecorvo, Edoardo schiavitù il nobile Ben grande evento andato in Pozza, cappellano del piccoli appartenenti ai nuclei
Oggi

descrizione dei sopravvivere. Golden Amaldi, Emilio Segré Hur, un tempo suo amico. scena al Quirinale. I pupi carcere Due Palazzi di familiari più fragili, che durante
monumenti. Poi i piatti e Globe al protagonista, sono giovani scienziati Regia di William Wyler, e le gesta di Orlando e dei Padova, sul significato l’emergenza per il coronavirus è
altre tipicità del luogo. Tom Hanks. guidati da Enrico Fermi. con Charlton Heston. paladini di Francia. del Credo Apostolico. diventato un punto di raccolta dei
prodotti di prima necessità per quanti
vivono in condizioni difficili. È già
stato consegnato un primo carico di
1.800 chilogrammi di pane dorato e
fragrante distribuito su tutta la città,
in confezioni da 2,5 kg. con etichette
che ne indicano la provenienza, come
previsto dalla normativa e in
conformità ai requisiti di sicurezza e
salubrità. «Aiutiamo le famiglie meno
abbienti e i loro bambini di cui ci
prendevamo cura prima del
coronavirus attraverso i servizi e i
percorsi educativi qualificati,
portando pane e cibo a casa – dice il
sindaco Antonio Decaro –. Ringrazio
la ditta Oropan. Il centro funge anche
da hub per mettere insieme beni da
mandare a tutte le persone in
situazioni di disagio socio-
economico». Il forno consegnerà ogni
settimana complessivamente 2.485
chilogrammi di pane fino al termine
dell’emergenza sanitaria.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

meteo

Oggi in tv

domani

AVVENIRE Direttore Generale Segreteria di redazione STEC, Roma


Nuova Editoriale Italiana Alessandro Belloli (02) 6780.510 via Giacomo Peroni, 280
Tel. (06) 41.88.12.11
SpA - Socio unico Riciclato PEFC
Piazza Carbonari, 3 Registrazione Redazione di Roma E.TI.S. 2000 SpA
Caporedattori centrali 20125 MILANO Tribunale di Milano Strada Ottava / Zona Industriale Avvenire è realizzato
Andrea Lavazza Piazza Indipendenza, 11/B con materia
n. 227 del 20/6/1968 95121 Catania
QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE CATTOLICA Francesco Riccardi Presidente 00185 Roma prima riciclata e da
Redazione di Milano L’UNIONE SARDA SpA fonti controllate
LA CONSAPEVOLEZZA CAMBIA IL MONDO Marcello Semeraro Telefono: (06) 68.82.31 Via Omodeo - Elmas (Ca)
Massimo Calvi Consiglieri Piazza Carbonari, 3 Fax: (06) 68.82.32.09 Tel. (070) 60131 PEFC/18-31-746 www.pefc.it
Antonella Mariani Franco Anelli 20125 Milano
Francesco Ognibene Vincenzo Corrado Distribuzione:
Danilo Paolini (Roma) Centralino Edizioni teletrasmesse: PRESS-DI Srl La testata fruisce dei contributi
Linda Gilli statali diretti di cui alla legge
Gigio Rancilio (Social Media) (02) 6780.1 (32 linee) C.S.Q Via Cassanese 224 Segrate (MI)
Luciano Martucci Centro Stampa Quotidiani Poste Italiane 7 agosto 1990, n. 250
Direttore responsabile Massimo Rinieri Paolo Nusiner Servizio Clienti Via dell’Industria, 52 Spedizione in A. P. - D.L. 352/2003 e successive
Marco Tarquinio Giuliano Traini (Art Director) Barbara Zanardi 800.82.00.84 Erbusco (Bs) Tel. (030)7725511 conv. L. 46/2004, art.1, c.1, LO/MI modifiche e integrazioni

FEDERAZIONE Privacy - Regolamento (UE) 2016/679 RGPD CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ BUONE NOTIZIE e NECROLOGI SERVIZIO CLIENTI
ITALIANA EDITORI GIORNALI Informativa abbonati e-mail: buonenotizie@avvenire.it Per attivare un nuovo
Ai sensi degli artt. 13 e ss del RGPD, La informiamo che i Suoi dati AVVENIRE NEI SpA - Socio unico
personali verranno trattati con modalità informatiche o manuali per l’in- Piazza Carbonari 3 - Milano - Tel. (02) 67.80.583 necrologie@avvenire.it abbonamento, informazioni
CERTIFICATO ADS vio del quotidiano. I suoi dati potranno essere comunicati a terzi inca- pubblicita@avvenire.it per fax allo (02) 6780.446; tel. (02) 6780.200 / sul proprio abbonamento
n. 8511 del 18-12-2018 ricati di svolgere o fornire specifici servizi strettamente funzionali all’invio (02) 6780.1; si ricevono dalle ore 14 alle 19.30. e richiesta di copie arretrate calmo mosso
del giornale. I dati non saranno trasferiti al di fuori del territorio dell’U-
nione Europea e saranno conservati fino all’esaurimento dell’obbligo TARIFFE PUBBLICITÀ in euro a modulo* mm 38.5 x 29.6 € 3,50 a parola + Iva Numero Verde 800 82 00 84 sereno poco variabile nuvoloso pioggia
LA TIRATURA DEL 10/4/2020 contrattuale da parte di Avvenire di invio del quotidiano. EDIZIONE NAZIONALE FERIALE FESTIVO Solo necrologie: adesioni € 5,10 a parola + Iva; Dalle 9.00 alle 12.30 nuvoloso molto agitato
mosso
È STATA DI 113.322 COPIE Per l’esercizio dei diritti di cui agli artt. 15-22 del RGPD l’interessato può COMMERCIALE* 375,00 562,00 con croce € 22,00 + Iva; con foto € 42.00 + Iva; e dalle 14.30 alle 17.00
rivolgersi al Titolare scrivendo a Avvenire NEI S.p.A. - Socio unico FINANZIARI, LEGALI, SENTENZE* 335,00 469,00 L’editore si riserva il diritto di rifiutare (da lunedì a venerdì)
Piazza Carbonari 3 - 20125 Milano o scrivendo al RPD anche via e-mail var. rovesci temporali neve nebbia 1-3 1-4 7-9 variabili
CODICE ISSN 1120-6020 all’indirizzo privacy@avvenire.it. EDIZIONE MI/LOMBARDIA FERIALE FESTIVO insindacabilmente qualsiasi testo e-mail: pioggia
CODICE ISSN ONLINE 2499-3131 Potrà consultare l’informativa completa sul nostro sito www.avvenire.it. COMMERCIALE* 95,00 117,00 e qualsiasi inserzione. abbonamenti@avvenire.it
Cronaca
Sabato 11 aprile 2020
IN EVIDENZA
A Villa Sacro Cuore i pazienti Covid-19
Sono 169 i pazienti Covid dimessi dagli ospedali brianzoli che

di
MILANO
verranno ospitati alla villa Sacro Cuore a Triuggio e alla casa d’ac-
coglienza “Madre Teresa di Calcutta” a Veduggio. Una scelta
decisa dal prefetto Patrizia Palmisani. Alla Villa Sacro Cuore a
Triuggio (proprietà del Centro Pastrorale Ambrosiano) saranno
destinati i pazienti positivi che non possono dimorare presso il
proprio domicilio. Alla “Madre di Teresa di Calcutta” a Vedug-

&Lombardia cronaca@avvenire.it
gio (proprietà della Parrocchia San Martino vescovo) verranno
destinati pazienti Covid-19 negativi che non possono stare al
proprio domicilio perché privi di rete di assistenza. (P.F.R.)

«Chi conosce il Crocifisso sa tutto»


LORENZO ROSOLI

«C
hi conosce il Crocifisso sa
tutto, chi non lo conosce,
non sa niente». Dà voce a
Vincenza Gerosa, l’arcivescovo di Mi-
lano Mario Delpini, per illuminare la
via che porta al cuore del mistero del-
la Passione e morte di Gesù. Il presu-
le, nella sua omelia, dà voce alla san-
ta che, con santa Bartolomea Capi-
tanio, fondò le suore di Carità, e con
lei dà voce ad altre donne – sante, mi-
stiche, poetesse – per aiutare il po-
Passione, Delpini dà voce alle donne LA LETTERA
polo cristiano a capire come, sotto la
croce, «si possa rimanere fedeli» a Ge- «Benedico Milano e prego per voi»
sù. Come non gli uomini, ma le don-
ne seppero fare. Il Papa scrive a dipendente Asst
Il popolo cristiano, in apparenza, non
c’è. Anche la «Celebrazione della Pas- «Grazie per quello che lei dice e grazie per tutto quel-
sione del Signore» avviene senza con- lo che fa. Auguro a lei una Buona Pasqua e impartisco
corso di fedeli, come esige l’emergen- la mia benedizione alla città di Milano e all’Azienda
za coronavirus. Ma il Duomo non è Socio Sanitaria Territoriale di Melegnano e della Mar-
vuoto. E non solo perché il rito è tra- tesana. Prego per tutti voi, per favore fatelo per me.
smesso dai media diocesani. A ren- Fraternamente, Francesco». È la lettera scritta in cor-
dere presenti gli assenti, anche in que- sivo da papa Francesco e indirizzata all’Asst dopo che
sto Venerdì Santo, è la scelta dei let- una delle dipendenti, domenica scorsa, aveva scritto
tori: stavolta un medico del Policlini- al Pontefice. La missiva è stata poi inviata a tutti i di-
co, Riccarda Russo, e un infermiere pendenti dell’Asst dal direttore generale, Angelo Cor-
dello stesso ospedale, Alessandro Ga- done, come augurio di Buona Pasqua. «Papa France-
lazzi, in servizio in rianimazione e in sco ha scritto di suo pugno una lettera per la nostra
terapia intensiva. Dunque, due rap- azienda ospedaliera» e «ha concesso di cuore la be-
presentanti di quel mondo della sa- nedizione apostolica sulla nostra Asst assicurando la
nità che in questa epidemia sta of- propria vicinanza e presenza spirituale attraverso il vi-
frendo testimonianze di dedizione fi- vo ricordo nelle proprie preghiere», ha scritto Cordo-
no al dono della vita. ne ai dipendenti. L’Asst Melegnano–Martesana serve
A proclamare il Vangelo, secondo tra- un territorio sul quale opera attarverso sei ospedali
dizione, è l’arcivescovo. Si legge la Pas- (Vizzolo Predabissi, Cassano d’Adda, Cernusco sul
sione del Signore secondo Matteo. Al- Naviglio, Vaprio d’Adda, Melzo e Gorgonzola), 14 am-
l’annuncio della morte la lettura si fer- bulatori territoriali e 23 strutture sociosanitarie.
ma, le luci si spengono, la campana i- L’arcivescovo Delpini durante la Celebrazione della Passione del Signore, ieri in Duomo / ITL/Mariga
nizia a suonare. All’arcivescovo spetta
anche di prendere la Reliquia della
Santa Croce, di baciarla, di adorarla, a Venerdì Santo nel Duomo fisso sa tutto». E, con Madeleine Del- DUE NUOVI VIDEOMESSAGGI DI BUONA PASQUA: UNO È DEDICATO AL MONDO DELLA SCUOLA
nome del popolo cristiano, prima che senza fedeli. L’arcivescovo brêl, che «salvare il mondo non signi-
sia offerta all’adorazione di tutti. Ed è
a nome del popolo cristiano che Del-
pini chiede aiuto alle donne. «Voi che
attinge alla parola sapiente
di sante, mistiche e poetesse
fica offrirgli la felicità, ma dare un sen-
so alla sua sofferenza e regalargli una
gioia che nessuno potrà sottrargli». Etty
Gli auguri dell’arcivescovo ai nonni nelle Rsa
per aprire ai fedeli l’incontro
«V
osservate da lontano, donne di Gali- Hillesum, Emily Dickinson, Alda Me- orrei arrivare in tutte le case di riposo, in tutte le momento incerto ma abbiamo la certezza della presenza del
lea e voi che osservate da lontano, ma- con il mistero d’amore e di rini, Angela da Foligno, Anna Achma- Rsa, in tutti i luoghi dove sono ricoverati i nonni, Signore». Ed ecco l’arcivescovo lasciare la parola alle voci e al-
dri, sorelle, figlie, amiche, voi che sie- tova le altre donne “convocate” nell’o- i nonni della città, i nonni dei paesi, vorrei arri- le immagini di tanti bambini che rivolgono ai nonni ricovera-
te state perseveranti quando i disce-
vita della morte del Signore melia (in www.chiesadimilano.it il te- vare da tutti voi per dirvi il mio augurio». Così l’arcivescovo ti nelle Rsa il loro augurio di Pasqua. «Non ho le facce simpa-
poli sono fuggiti, voi che avete conti- sto integrale) per suggerire come, sul- Mario Delpini si rivolge agli anziani ricoverati nelle case di ri- tiche dei vostri nipotini o di questi ragazzi che vi hanno salu-
nuato a guardare quando molti han- sta croce. Non ci sono. Perciò presterò la via della croce, nella contemplazio- poso in un video pubblicato su www.chiesadimilano.it. Sono tato, non ho la loro voce squillante – conclude l’arcivescovo –
no distolto lo sguardo, voi che non a- la mia voce, per quanto impropria». ne della croce, s’impara a pregare e ad i suoi auguri di Pasqua a chi sta attraversando mesi molto du- però voglio bene a tutti voi, vi auguro buona Pasqua e vi be-
vete scritto Vangeli, che non avete pre- Ebbene: «le donne che osservavano da amare, la «divina rivelazione» si fa in- ri a causa dell’epidemia per «il fatto di non poter vedere le per- nedico. Buona Pasqua nonno, buona Pasqua nonna».
dicato, parlateci di quello che avete vi- lontano dicono che lo spettacolo del- contro, si riceve «una vocazione a per- sone care» e «la salute che vacilla». Il presule sottolinea come Sempre nel portale diocesano è pubblicato un video nel qua-
sto e pensato, aiutateci a capire per la croce impone altro pensiero, altro correre con Gesù la via della passio- «il personale si è dedicato con sacrificio» e «i familiari hanno le l’arcivescovo rivolge gli auguri di Pasqua a studenti, docen-
quale via si possa entrare nel mistero, modo di sentire, condividere, fare si- ne». E si scopre che è «come in attesa sofferto di non sapere come state». «Però, ecco, io vorrei arri- ti e personale costretti a casa dall’epidemia. Il messaggio d’au-
come si possa rimanere fedeli, come si lenzio: forse il compatire», annota Del- dell’amore» che si entra nella notte che vare, almeno con questa voce – e con la voce dei vostri nipoti- guri ha la forma di una poesia in rima baciata, composta dal-
possa morire senza morire», chiede il pini, commentando versi di Maria Lui- segue al Calvario. E l’amore verrà. E ni – per dirvi buona Pasqua, per dire “vi sono vicino”, per dire lo stesso Delpini. Rivolta a tutti. E con un pensiero particolare
presule. «Dovrebbero esserci le donne sa Spaziani. Quelle donne dicono, con sarà Pasqua. al personale, ai dirigenti, a tutta la struttura, a tutti gli ospiti che per gli istituti paritari.
a parlare questa sera, di fronte a que- Vincenza Gerosa, che «chi sa il Croci- © RIPRODUZIONE RISERVATA siamo in un momento difficile ma siamo insieme, siamo in un © RIPRODUZIONE RISERVATA

LA METROPOLI E LA FEDE

Nelle chiese la “processione” che non si ferma


Da Sant’Ambrogio alla periferia, flusso ininterrotto di fedeli pur nel rispetto delle norme di sicurezza
GIACOMO GAMBASSI illumina le tenebre…». «Non si può fare a me- nabile un anno fa: questi erano i giorni delle di incrociare le mani per pregare.
no di essere qui in queste ore sante…», rac- code per l’assoluzione pasquale. In fondo, qua- Quante persone vanno in chiesa al tempo del

A
ppena si entra nel chiostro della Basi- conta. Fra le panche una signora con i guanti si come il pubblicano “caro” ai Vangeli, si scor- Covid? Nella Basilica di San Babila il sacresta-
lica di Sant’Ambrogio, scompare il fra- sta scrivendo sul primo di alcuni fogli. «Lascio ge un senza dimora. Ha appoggiato la ma- no ha fatto una stima. «Almeno cinquanta.
casso incalzante dei martelli pneuma- la mia supplica, un’invocazione di speranza», scherina sul legno della seduta, accanto al suo Non perché le conti, ma lo intuisco dai lumi-
tici che giunge dal cantiere della linea 4 della spiega. I confessionali sono vuoti. Inimmagi- zaino. «Il mio rifugio…», si limita a dire prima ni che vengono accesi». Al centro è stato col-
metropolitana. A dire il vero, sono rari i rumori locato quello che in un museo chiameremmo
che si sentono in una Milano paralizzata che il registro delle firme. Qui è il libro delle pre-
si prepara alla Pasqua. Una Pasqua senza Mes- ghiere spontanee in mezzo all’emergenza sa-
se pubbliche, ma non lontano dalle chiese nitaria. «Grazie, o Dio, perché la tua casa è a-
che restano aperte. E frequentate. Non certo perta», scrive Giuseppe. Ed Elena annota: «La
con gli “assembramenti” proibiti dai decreti preghiera ci unisce, ci conforta, ci aiuta». C’è
anti–coronavirus. Ci mancherebbe. Ma in persino un affidamento in inglese alla dear
modo discreto, quasi impercettibile, con una Mother of God, alla «cara Madre di Dio». Nella
rada eppure continua “processione” di mila- parrocchia di San Carlo al Corso, appena die- tanto, dietro la grande mascherina, gli occhi fis-
nesi che si fermano davanti alla croce e si in- tro il Duomo, lungo Corso Vittorio Emanuele si sul crocifisso. Sceglie di non parlare, immersa
camminano verso la solennità della Risurre- che adesso è pressoché deserto se non ci fos- com’è in una sorta di clausura spirituale.
zione, percorrendo magari le poche centinaia sero poliziotti e carabinieri a vigilare, sono due Antonella, invece, racconta che quasi ogni gior-
di metri che separano l’abitazione “bunker” clochard a dare il benvenuto a chi si avvicina no è in chiesa: quella del Redentore a due pas-
dalla chiesa più vicina. all’ingresso. Con i loro car- si da piazzale Loreto. In ma-
«L’adorazione eucaristica è sospesa», si legge toni, vivono sotto i portici Giovani e anziani, donne no ha la corona del Rosa-
sulla cancellata di Sant’Ambrogio. Però subi- della chiesa. Sorridono. rio. «È la Madonna il nostro
to il cartello avverte: «Gli orari di apertura re- Entra con il bastone Adel- e uomini. Per tutti la sostegno – ripete –. Lei che
stano gli stessi». È Venerdì Santo: il solo gior- mo nella chiesa di San possibilità di riflettere è rimasta sotto la croce…».
no dell’anno in cui non si celebra la Messa nel- In alto, Francesco di Paola, all’an- davanti al Crocifisso Sul portone un avviso im-
l’intera Chiesa cattolica. Non, tuttavia, nel ri- l’ingresso della golo fra via Manzoni e via pone di mantenere le di-
chiesa del
diventa momento di
to ambrosiano dove tutti i Venerdì di Quaresi-
ma sono “aliturgici”, ossia senza l’Eucaristia. E Redentore.
Montenapoleone. Di fron-
te all’altare risalta una cro- ristoro in una situazione stanze di sicurezza. Non ce
n’è bisogno. Mario è arri-
forse nella pandemia questo segno può aver Sopra a sinistra, ce spoglia che contrasta che crea interrogativi cui vato con i sacchetti della
attenuato l’inquietudine per l’imposta lonta- la Basilica di con il ricco Barocco e da cui non è facile rispondere spesa dopo essere passato
nanza dal Santissimo Sacramento. Quando la Sant’Ambrogio scende un drappo bianco. dal supermercato. «Serve
porta laterale della Basilica si spalanca, com- e il libro delle Adelmo si toglie la mascherina, va alla cap- anche il ristoro dell’anima in questo frangen-
pare Anna, studentessa dell’Università Catto- preghiere pella della Vergine e si ferma. «È necessario ri- te di smarrimento». Resta in piedi. Il volto si il-
lica. Si fa il segno della croce. E si dirige subi- spontanee a spettare le restrizioni. Ed è stato più che giu- lumina scrutando il grande dipinto nell’absi-
to verso la cripta. Non per scendere sotto, ma San Babila. Qui sto decidere di celebrare le Messe a porte chiu- de: mostra la gloria di Cristo. «Sono pronto al-
per accendere una candela ai piedi del croci- a sinistra, la se. Vengo qui quando riesco. Mi dà conforto. la Pasqua». Un attimo. Si fa il segno della cro-
fisso accanto ai gradini. Sottovoce sussurra la chiesa di San Mi serve anche per sentire che sarà davvero ce. E fugge. Anche nella sua casa domani il Si-
preghiera di san Francesco d’Assisi suggerita Francesco di festa». Nelle prime panche una signora è ingi- gnore risorge nonostante il coronavirus.
a ridosso della balaustra: «O alto e glorioso Dio, Paola / Gambassi nocchiata. Guanti sulle mani, si scorgono sol- © RIPRODUZIONE RISERVATA
II MILANO E LOMBARDIA Sabato 11 aprile 2020

AIUTI ALIMENTARI

Allarme
Coronavirus
Rsa lombarde, sono quasi 2.000 Donato cibo
a 15mila

Nominata una
commissione di
i morti tra gli anziani ricoverati sore regionale al Welfare. Intanto, sem- carenza e le criticità nell’approvvigio- vevano nelle case di riposo. Dram-
persone
S
ono oltre 15mila le per-
sone raggiunte dall’aiuto
alimentare a Milano at-
traverso 4.450 spese, per un to-
inchiesta regionale LUCA BONZANNI
pre ieri il Pat ha comunicato che «per namento di Dpi – si legge nella missi- matica è la situazione di Bergamo: nel tale di oltre 30 tonnellate di ci-
E il Pio Albergo
I
l numero intreccia le biografie più rispetto dei lavori delle commissioni» va –. Riteniamo che queste carenze ab- solo mese di marzo, nelle Rsa orobi- bo a settimana. Sono i risulta-
Trivulzio annuncia fragili. 1.882: tante sono le perso- e «a maggior ragione se si è aperto un biano condotto alle criticità più volte che sarebbero morte oltre 1.100 per- ti del primo mese di attività de-
il silenzio stampa ne morte nelle Rsa lombarde dal- procedimento penale», «si asterrà dal sottolineate e denunciate nella ge- sone, il 21% del totale degli ospiti, e gli hub temporanei che il Co-
l’inizio dell’emergenza. È il dato co- fornire dichiarazioni, agli operatori stione dell’emergenza nel comparto con l’inizio di marzo la percentuale mune sta gestendo insieme a
municato da Silvio Brusaferro, presi- dell’informazione«. Nel dibattito s’in- sociosanitario rispetto alle strutture o- sarebbe arrivata quasi al 25%. Lo de- Croce Rossa, Protezione Civile,
dente dell’Istituto superiore di sanità serisce anche la voce di Confcoopera- spedaliere. Le polemiche e le inchie- nunciano Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil, Programma QuBì, Fondazione
(Iss), in un dibattito che s’allarga gior- tive e Legacoop Lombardia, che han- ste di questi giorni sulle Rsa ci danno sulla base dei dati forniti dalle asso- di Comunità Milano, Banco A-
no dopo giorno: «I numeri nelle Rsa no inviato una lettera al governatore tristemente ragione». ciazioni che raggruppano le case di limentare della Lombardia, Ca-
sono molto cresciuti – ha rimarcato Fontana: «Abbiamo più e più volte e- Ma non c’è solo Milano a piangere le riposo sul territorio: «Purtroppo an- ritas Ambrosiana, Milano Ri-
Brusaferro –. In alcune zone la morta- sposto la nostra preoccupazione per la vite spezzate dei tanti nonni che vi- che in questi giorni assistiamo ad un storazione, Sogemi e Amat, per
Emergenza lità è cresciuta durante settimane di macabro ballo sull’esatta dimensio- consegnare una spesa setti-
picco dell’infezione mentre era pre- ne del fenomeno nelle Rsa della pro- manale porta a porta alle fa-
I numeri sente comunque una mortalità legata vincia di Bergamo», sottolineano i sin- miglie più fragili.
di ieri ai picchi influenzali tra gennaio e feb- dacati. La situazione più tragica è al- «Di giorno in giorno cresce la
braio e anche questa ha avuto una sua la Rsa di Nembro, il centro maggior- solidarietà di enti, associazio-
in Lombardia importanza in termini di mortalità». mente colpito della val Seriana: lì, a ni, aziende che si offrono per
Dalla Lombardia, il grido di dolore del- marzo sono morte 32 persone (a mar- contribuire al progetto – com-

1.246
le case di riposo s’allarga. E alle de- zo 2019 i decessi furono solo 3), cioè menta la vicesindaco Anna
nunce s’affianca il lavoro d’indagine. il 36,8% degli ospiti. Scavuzzo –, chi mettendo a di-
Giudiziario - a Milano il pool guidato Sarebbero 89, invece, i decessi alla sposizione i propri mezzi e i
Sono i nuovi casi dall’aggiunto Tiziana Siciliano è al la- Fondazione Carisma di Bergamo, in spazi, chi il proprio personale
positivi al coronavirus voro con un fascicolo sul Pio Albergo via Gleno in città, tra le strutture più e i volontari, chi prodotti e chi
Trivulzio e un altro fascicolo su una ampie della provincia; il calcolo arri- donazioni in denaro, chi tem-
rilevati ieri in decina di altre Rsa - e anche politico: va dalla Cisl, sulla base dei posti libe- po, conoscenze e capacità per
Lombardia ieri Attilio Fontana ha firmato il de- ri al 7 marzo. «Tra le cause i ritardi di diffondere il più possibile le i-
creto di nomina della commissione chi è preposto nelle scelte da adotta- niziative. Tutto contribuisce a
d’inchiesta regionale sulle Rsa, che re. E poi dispositivi di protezione in- rendere sempre più capillare il

216
sarà presieduta da Mauro Agnello, già dividuale che non arrivano, che forse dispositivo dell’aiuto alimen-
direttore dell’Agenzia dei controlli sul secondo alcuni non servono, che non tare basato sugli hub per rag-
sistema socio-sanitario lombardo, e vanno usati perché intimidiscono gli giungere vecchi e nuovi nuclei
Sono i decessi rilevati composta in tutto da dieci membri tra ospiti», ha dichiarato Giulio Pennac- familiari in difficoltà».
medici, professori universitari, esper- chia della Fp-Cisl Bergamo. E ora si a- Tante le novità avviate questa
ieri in regione; giovedì ti di risk management. Sarà «una com- pre anche il fronte occupazionale: ne- settimana, a partire dal polo lo-
i morti per il Covid-19 missione di altissimo livello, autono- gli ultimi giorni sono state spedite let- gistico di Segrate per lo stoc-
erano stati 300 ma e indipendente che vogliamo fac- tere a 25 tra fisioterapisti, educatori e caggio e la distribuzione di be-
cia una valutazione che si basi sui da- animatori chiedendo la disponibilità ni alimentari messo a disposi-
ti», ha spiegato Giulio Gallera, asses- L’ingresso del Pat, dove si sono registrati numerosi decessi / Ansa a mansioni “diverse e accessorie”. zione dalla Croce Rossa Italia-
na – Comitato di Milano dal 6

-34
È la diminuzione, ieri, Ricerca: «In Regione In Lombardia ci sono stati finora «972mila contagi e 15mila quelli ufficiali. Solo a Milano, secondo la società, ci sarebbero
aprile, da dove vengono movi-
mentate oltre 30 tonnellate di
cibo alla settimana; una quin-
morti». È il risultato di un’analisi svolta da InTwig, società ber- stati oltre 135mila contagi e 2100 decessi, mentre Bergamo ha dicina i volontari e gli operato-
dei pazienti nelle 972mila contagiati gamasca di data management e comunicazione, sui dati «pro- il triste primato dei positivi (oltre 305mila) e dei morti (4800). ri coinvolti tra logisti e addetti
terapie intensive. Ora e 15mila morti» venienti dal monitoraggio dei decessi nelle provincie di Ber- Brescia, invece, conta oltre 188mila casi e 2800 morti. Le ana- in campo per gestire tutta la lo-
sono 1.202 in tutto gamo, Brescia, Cremona e Milano integrati con i dati Istat dif- lisi sono effettuate, «sulla base di un algoritmo di stima che ag- gistica necessaria.
fusi il 9 aprile» e che riporta numeri molto maggiori rispetto a grega i dati su base di cluster territoriali omogenei». Da questa settimana, inoltre,
grazie alla collaborazione tra
Sogemi e Agoss (associazione
Grossisti Ortofrutticoli), pro-
LA CULTURA AI TEMPI DEL VIRUS motrici di questa iniziativa, e
col supporto di Acmo (asso-

Università, la sfida degli esami ciazione Commercianti Mer-


cato Ortofrutticolo) e del Con-
sorzio produttori, Foody Mer-
cato Agroalimentare Milano ha
iniziato a integrare la spesa per
Gli atenei si attrezzano per permettere sessioni on-line. Obiettivo: no copiature mille famiglie (con l’obiettivo
di arrivare a quasi 4mila) con
un kit settimanale di frutta e
CATERINA MACONI do il tesserino universita- ligenza artificiale, che si In Statale gli orali si ten- da approntare formule, verdura, in quantitativi rad-
rio più un altro docu- sa mai. Il sistema è quel- gono su Microsoft Teams, schemi, grafici o disegni. doppiabili per le famiglie nu-

L
a sensazione è mento in cui sia visibile lo di E-Proctoring: per- che permette la condivi- La seconda è simile a quel- merose.
quella di vivere un la foto dello studente. mette di monitorare tra- sione di presentazioni, di la di Bicocca, e funziona È partito infine l’ottavo hub del
gioco delle parti, Le prove orali si svolgono mite la webcam del pc i una lavagna, ma anche per questionari a riposta circuito (in zona Crescenzago)
un po’ alla "guardia e la- in videoconferenza, u- movimenti dello studen- del desktop del pc, pro- chiusa e aperta. Opera tra- che sarà gestito sempre grazie
dri". Ma dopotutto si trat- sando il software WebEx. te, controllare che non prio per verificare che lo mite una piattaforma di a dipendenti comunali, opera-
ta di scongiurare una del- Il docente - che pubblica venga sostituito da un’al- studente non stia leggen- sorveglianza automatica tori e volontari delle 23 Reti
le attività che contraddi- anche un link dove poter tra persona, ascoltare do documenti o cercan- proctoring, che interviene QuBì cittadine, che adeso a-
stingue gli studenti: co- seguire l’esame come l’audio ambientale per do risposte online. controllando il comporta- vranno un aiuto in più: Milano
piare. Gli atenei milane- spettatore - in qualsiasi verificare che sia da solo Per gli scritti sono due le mento dello studente - Città Stato, in collaborazione
si, approntati i corsi a di- momento può chiedere e impedirgli di accedere modalità, entrambe par- sempre grazie ad algorit- con Fondazione di Comunità
stanza e le lauree online, allo studente di osserva- ad altre applicazioni sul tono il 16 aprile. Una può mi di intelligenza artifi- Milano, Comune di Milano e
fronteggiano la questio- re quello che si trova nel- computer. coinvolgere al massimo ciale - e limitando alcune Programma QuBi lancia infat-
ne degli esami: come pro- la sua stanza. Il controllo non è in tem- 20 ragazzi, per una sorve- funzionalità del pc, come ti la raccolta fondi “Milano per
cedere? Per alcune uni- Gli scritti iniziano invece po reale: il sistema svolge glianza efficace dei fur- la navigazione su internet Milano: aggiungi un pasto a ta-
versità le sessioni sono con un appello all’etica - un’analisi dei dati raccol- betti, da scongiurare con e le chat. vola” sul sito web di For Fun-
ancora distanti, e quindi viene richiesto di sotto- ti e valuta il comporta- la richiesta di posiziona- Non è richiesta una sor- La Cattolica usa piattaforme on ding (www.forfunding.it) di In-
ci si sta organizzando, per scrivere una dichiarazio- mento del candidato. Se re la webcam del pc in veglianza diretta e conti- line per il controllo remoto, in tesa Sanpaolo, attraverso cui i
esempio in Bocconi e in ne di impegno a non uti- non ci sono azioni dub- modo da inquadrare se nua del professore. E co- Bicocca uso di una telecamera per cittadini possono supportare
Politecnico, dove è stato lizzare mezzi e metodi bie, il ragazzo riceve un stessi, il foglio e l’am- sì una singola sessione gli hub garantendo l’acquisto
costituito un gruppo di fraudolenti - ma prose- semaforo verde. Vicever- biente. Prevede lo svolgi- può coinvolgere fino a monitorare i movimenti dello di beni alimentari da distri-
lavoro sul tema. guono con un controllo sa, un semaforo rosso che mento dell’esame su car- 150 studenti. studente ed evitare che sia buire alle persone in difficoltà.
Altre stanno prendendo fatto con sistemi di intel- mina l’esito della prova. ta, utile quindi se ci sono © RIPRODUZIONE RISERVATA sostituito da un’altra persona © RIPRODUZIONE RISERVATA

le misure, come in Catto-


lica, dove c’è stato un pri-
mo esperimento: 15 stu- CINISELLO BALSAMO L’INIZIATIVA DELL’ATENEO DI LARGO GEMELLI
denti esaminati in Labor
economics tramite le
L’istituto Mazzini ha fornito il tablet a tutti gli studenti La Cattolica presenta la sua offerta formativa:
piattaforme Teams e E le lezioni online durano sempre dalle 8.30 alle 13.30 da martedì prossimo l’open day diventa online
Blackboard (di ateneo),

P
50 domande a tempo. Un er 700 studenti dell’istituto profes- È il preside Pierangelo Gervasoni a spiega- ENRICO LENZI gio). Saranno i rispettivi presidi a
algoritmo ha consentito sionale “Mazzini” di Cinisello Balsa- re che il tutto è reso possibile dalla dispo- presentare piani di studio, materie

L’
di randomizzare l’ordine mo, la campanella – o meglio, il con- nibilità di 50 docenti e dalla capacità di al- Università Cattolica non e percorsi che le loro facoltà offro-
e il contenuto dei quesiti tatto con il tablet – ha inizio alle 8,30 con le cuni insegnanti che in poche ore hanno i- rinuncia a presentarsi al- no alle aspiranti matricole. Merco-
diversificandoli per cia- lezioni, che pur con i consueti intervalli, struito i colleghi rendendo possibile la pia- le aspiranti matricole il- ledì sarà la volta invece delle facoltà
scun partecipante. Ma proseguono sino alle 13,30. Gli allievi del- nificazione delle lezioni sia per i corsi diur- lustrando la propria offerta forma- di Economia, Giurisprudenza e
sono allo studio altre pos- le 32 classi dei corsi di operatori in accon- ni che serali. Lo smart working per le ma- tiva. E così nel tempo del coronavi- Scienze agrarie del campus di Pia-
sibilità. ciatura, estetica, ristorazione e bar, mec- terie teoriche è più semplice, ma lo sforzo rus l’ateneo di largo Gemelli sceglie cenza. Il giorno successivo saran-
Infine ci sono le univer- canici, elettricisti, non hanno perso nep- diventa immane quando si trattano pro- di promuovere sei giorni di presen- no di scena Economia e Lettere e fi-
sità già operative, con pure un’ora di lezione grazie ai computer, grammi in cui pratica e formazione sul cam- tazioni sul web con un «Open week» losofia. Venerdì 17 Scienze della for-
strategie che farebbero che la scuola sin dall’iscrizione, mette loro po sono fondamentali. «Gli insegnati – di- straordinario dal 14 al 21 aprile. Sui mazione e Psicologia. Si riparte la
invidia ai sistemi di intel- a disposizione. «È un impegno non indif- ce Gervasoni – hanno avuto la capacità di canali social dell’università saranno settimana successiva, lunedì 20 con
ligence, per assicurare il ferente – spiega il presidente dell’associa- adattare e modificare le loro lezioni per i la- trasmessi due appuntamenti quoti- Scienze politiche e sociali e Scien-
corretto svolgimento del- zione Scuole professionali, Marcello Ma- boratori, con ore di lezione pratiche sia in diani – alle 11 e alle 16 – dedicati al- ze linguistiche e letterature stranie-
le prove. Il mantra è per riani – che alla fine ci ha ripagato. Siamo riu- cucina che nel bar, nelle officine di mecca- la presentazione delle 11 facoltà con re. Si chiude il 21 con Medicina e
tutte uno: sostituire gli sciti a non fermarci mai e siamo pronti a nica, elettrico, aeromobile. Un’esperienza i loro 57 corsi di laurea magistrale. chirurgia di Roma. Nei sei giorni di
scritti con gli orali, lad- proseguire il nostro lavoro in smart working che non terminerà con la fine dell’emer- Ad aprire le presentazioni, martedì FestivalUnicatt saranno condivisi
dove possibile. in questo momento difficile. Un sacrificio genza sanitaria. Stiamo elaborando progetti 14, saranno le facoltà di Scienze video con il tour virtuale delle sedi,
L’esame in Bicocca parte che dobbiamo, oltre che agli studenti, ai e piani operativi anche per il futuro». bancarie, finanziarie e assicurative le fotostorie delle attività didattiche
con l’identificazione: si docenti e ai collaboratori, ai nostri partner Pierfranco Redaelli (al mattino) e Scienze matemati- e la vita accademica.
incrociano i dati esiben- che possono lavorare con serenità». © RIPRODUZIONE RISERVATA che, fisiche e naturali (al pomerig- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 11 aprile 2020 LOMBARDIA III

■ In regione

Allarme
Coronavirus
Napolioni a malati e sanitari: ERBA

La spesa? Comprare
almeno 8 prodotti

Dopo il ricovero, il
vescovo di Cremona
non siete soli nella battaglia cristiano, leggono un brano
Uscire di casa per fare la spesa è
consentito, ma per evitare che la
gente ne approfitti, ed esca solo
per acquistare pane o latte tutti i
giorni o anche più volte al giorno,
il sindaco di Erba (Como) Veronica
torna all’Ospedale MARIA CHIARA GAMBA
del Vangelo e recitano alcu- Airoldi ha firmato un’ordinanza in
Maggiore per
«A
pri i nostri cuori, ne preghiere. cui consente sì l’uscita per la spe-
pregare dal piazzale Signore, alla spe- Poi la benedizione all’intera sa (non potrebbe fare altrimenti),
dell’elisoccorso ranza, perché struttura, simbolo della lot- ma a condizione che si acquistino
sentiamo in mezzo a noi la ta al Covid-19, e una breve almeno otto prodotti alimentari e
tua presenza di Padre». visita nel reparto di pneu- non, tra cui giornali e tabacchi. «Lo
Un’invocazione forte pro- mologia (quello dove era sta- spostamento per la spesa è am-
nunciata con voce sicura dal to ricoverato) con la conse- messo solo per l’acquisto di alme-
vescovo di Cremona, Anto- gna ai malati di una coron- no 8 prodotti alimentari e non (gior-
nio Napolioni, ieri pomerig- cina del rosario del Papa. Un nali, tabacchi, generi alimentari)»,
gio nel piazzale dell’elisoc- piccolo segno che fa sgorga- si legge nel provvedimento pub-
Lodi: esercizi corso davanti all’Ospedale re commozione e sorrisi in blicato sul sito comunale. L’ordi-
Maggiore. Nell’ora in cui la quella struttura che da qual- nanza, specifica il sindaco, è sta-
spirituali Chiesa ricorda la morte di che giorno vede il personale ta preventivamente inviata al pre-
online Cristo, il presule rivolge una tirare un sospiro di sollievo fetto di Como, e resterà in vigore
preghiera per chi soffre ma per la riduzione degli ingres- sino al 13 aprile, con possibilità di
per i giovani anche per quanti chi sono si legati alla pandemia al proroga. La violazione del provve-
impegnati a sconfiggere il Pronto soccorso. Rispetto ai dimento è punita con il pagamen-
Nella Settimana Covid-19. Parole risuonate in 150 arrivi quotidiani, ora sia- to di una sanzione amministrativa
Santa, i giovani sono tutto l’ospedale ed entrate mo intorno agli 80 circa. Non da 400 a 3.000 euro.
stati invitati dal nelle camere dei malati at- certo una vittoria raggiunta
vescovo di Lodi traverso le finestre, là dove lo sul virus, ma almeno una
Maurizio Malvestiti ai stesso Napolioni è stato ri- Il vescovo Antonio Napolioni davanti al Maggiore, benedice malati e operatori sanitari tappa verso una via d’uscita. DOMANI A MILANO
ritiri spirituali "digitali" coverato un mese fa perché Resta l’amaro del numero
ma anche a "vivere" colpito da una polmonite dei decessi, ieri ancora 7, a "Miscusi" e altri brand
l’esperienza degli
esercizi. «Quello con
dovuta al coronavirus.
«Dal letto vedevo un piccolo
tanti per la cura dei malati».
L’elenco delle spine è lungo
deve riconoscersi malata per
guarire». Addita però, oltre la
renza. Accanto a lui i 3 sa-
cerdoti (don Maurizio Luci-
cui si devono aggiungere le
vittime, spesso delle strut-
offrono pasti al Sacco
gli esercizi spirituali è crocifisso che mi diceva: "So- perché il presule non di- croce, «la luce della Pasqua», ni, don Giuseppe Leoni e ture assistenziali per anzia- In occasione della Pasqua, la ca-
un appuntamento no qui, non sei solo", ora di- mentica nessuno e conclu- quella Parola «che dà senso don Riccardo Vespertini), ni, dove la positività non è tena di ristoranti "Miscusi" orga-
atteso da tanti giovani ce lo stesso a voi malati e a de con uno sguardo com- a questi giorni» attraversati che ogni giorno entrano nei accertata. nizza, con la collaborazione di al-
della nostra diocesi – chi, per professione, o me- plessivo per «la società che dalla distanza e dalla soffe- reparti per portare conforto © RIPRODUZIONE RISERVATA tri brand del food e della ristora-
spiega il direttore glio, per scelta vocazionale, si zione italiana come Barilla, lo chef
dell’Ufficio di consuma» nella battaglia stellato Pino Cuttaia e Tomarchio
pastorale giovanile contro il virus. E sgorga VENERDÌ SANTO LA PEREGRINATIO DEL VESCOVO Bibite, un pranzo speciale per cir-
(Upg) di Lodi, don spontaneo un applauso per ca 100 tra medici ed infermieri del-
Enrico Bastia –. Anche tutto il personale impegnato l’ospedale Sacco di Milano. Gra-
quest’anno,
nonostante il Covid-
in queste giornate faticose,
comprese le forze dell’ordi-
Gianotti con il crocifisso zie alla collaborazione multi-brand
della ristorazione italiana, l’inizia-
19, non vogliamo ne, i volontari, e chiunque si per le vie di Crema: tiva verrà estesa anche ad altri o-
perdere questa bella adopera per garantire i ser- spedali e associazioni di Milano e
occasione per vizi essenziali. «Dipendiamo dove sembra esserci male garantirà pasti per circa 2.000 per-
fermarci, metterci in
disparte con il Signore
davvero gli uni dagli altri –
aggiunge il vescovo – e ora
può sorgere luce nuova sone che verranno consegnati nel-
le prossime settimane.
e restare con lui per dobbiamo costruire insieme
ascoltare la sua la risposta a questa emer- «Nessuna situazione, posta nelle mani di
Parola». «In questo genza ma anche la risposta Dio, è mai in pura perdita, in pura MOTONAUTICA
tempo di emergenza alle grandi domande che ab- negatività». Pandemia compresa. Lo ha
la tecnologia ci viene biamo nel cuore». Non esita scandito ieri il vescovo di Crema, Morto Tullio Abbate,
in soccorso –
sottolinea don Luca
Napolioni ad indicare a gran
voce Cristo come «il vero no-
Daniele Gianotti, nell’omelia del Venerdì
Santo. Terminata l’azione liturgica della
costruttore e campione
Pomati, assistente me della nostra convivenza Passione del Signore, a porte chiuse ma È morto al San Raffaele di Mila-
dell’Ac diocesana – e umana» e a ricordare il suo in streaming sui media diocesani, il no, dove era ricoverato da qual-
grazie all’aiuto di don sacrificio proprio il Venerdì presule ha peregrinato con il crocifisso, che giorno, Tullio Abbate, 76 an-
Luca Ciotti, della Santo sulla croce. E se i cre- accompagnato dal diacono, da due ni, noto costruttore di motoscafi
diocesi di Milano, monesi sono soliti, la sera di sacerdoti e da alcuni giovani – a e campione di motonautica, una
abbiamo preparato un questo giorno, attraversare distanza di sicurezza e con i dovuti delle figure simbolo del lago di
itinerario con quattro in processione dalla catte- presidi – per il centro cittadino, sostando Como. Figlio di Guido Abbate, u-
video e una traccia drale le vie della città con la in preghiera davanti ad alcuni luoghi no dei pionieri della cantieristica
scritta affinché reliquia della Sacra Spina, il significativi. Sempre nell’omelia, Gianotti nautica sul lago, Bruno aveva i-
ciascuno, nella vescovo assicura che bene- ha fissato l’attenzione su una sfumatura niziato nel 1969 con un cantiere
propria casa e nel dirà la diocesi con questo particolare della Passione di Giovanni, proprio. Fu lui a iniziare la produ-
segreto del suo cuore, simbolo dalla piazza del letta ieri: il quarto evangelista, ha notato, zione dei motoscafi dal legno al-
possa intraprendere Duomo. Perché, più che mai «sa vedere la "gloria" del Figlio di Dio già la vetroresina e a correre con le
un itinerario spirituale. oggi «quella Spina è fatta di presente in ciò che umanamente sembra sue barche. In carriera ha vinto
Saremo tante piccole spine, la spina appunto solo un male, solo "perdita". In campionati Europei, gare mon-
accompagnati a di chi lotta in terapia inten- questo modo – ha osservato –, tanti diali e la Centomiglia del Lario.
meditare la Chiesa siva o in altri reparti, la spi- particolari, che possono sembrare «Ho sfornato 8.500 barche in 40
delle origini nel libro na di chi fa il massimo e de-