Sei sulla pagina 1di 1

John Henry Newman

coscienza, verità, libertà


nella sfida del relativismo moderno
intervengono

Michael Aeschliman, Boston


Onorato Grassi, Roma
Martedì 8 febbraio, ore 20.45
Auditorium, Università della Svizzera italiana
Via Giuseppe Buffi 13, Lugano
John Henry Newman(1801-1890), di cui ricordiamo l’evento della
recente beatificazione, è stato un appassionato e instancabile
ricercatore e veneratore della verità , nel suo percorso personale di
fede, nei rapporti con le persone, nel confronto a tutto campo con la
cultura moderna e le scienze. Contro il diffondersi di concezioni
relativistiche – non ci sono verità, ma solo opinioni diverse – fu
sempre persuaso che la verità esiste, ci rende liberi e ci offre la
possibilità di un vero dialogo. La certezza della verità, pienamente
incontrata in Cristo, ha generato in lui una sorprendente apertura
intellettuale ed una passione per la formazione integrale dell’uomo,
soprattutto attraverso le relazioni personali (“Cor ad cor loquitur” “Il
cuore parla al cuore” il suo motto cardinalizio) e la testimonianza:
“L’attrattiva che si sprigiona da una santità ignara di essere tale è di una forza
irresistibile; persuade i deboli, i timidi, gli incerti, chi è alla ricerca della verità”
(dai “Sermoni all’Università di Oxford”). E la sua cura per le persone,
specialmente i deboli e i poveri fu veramente grande.

Michael Aeschliman, PhD, è specialista di Lingua inglese e di Letteratura inglese e angloamericana. Già lecturer
in numerose università americane ed europee, attualmente è full professor di Education presso la School of
Education dell´Università di Boston ed è direttore dei programmi didattici per le Scuole TASIS in Svizzera e in
Inghilterra. Insegna inoltre nell’ambito di un corso intensivo da lui ideato e diretto, frequentato da studenti
provenienti dall´Università della Virginia per tre settimane in estate nella campagna fiorentina. E autore di un
notevole numero di pubblicazioni di contenuto critico-letterario, filosofico e pedagogico. È studioso del pensiero
di John Henry.Newman.

Onorato Grassi, è professore Ordinario di Storia della filosofia medievale, alla Lumsa di Roma, ove insegna
dal 1993. Coordina il Corso di studi in filosofia della Lumsa ed è Direttore del “Centro europeo di ricerche
filosofiche”. Ha tenuto corsi di filosofia presso la Pontificia Università Urbaniana, il Pontificio Ateneo
Antonianum e la Facoltà teologica di Lugano. La sua attività di ricerca si è rivolta prevalentemente alla
filosofia nel Medioevo, con particolare attenzione ai problemi della conoscenza e del sapere scientifico. Si
interessa anche del pensiero di John Henry Newman, del quale intende riproporre l’attualità, mediante
articoli, pubblicazioni, convegni.

Incontro promosso da
www.centroculturale.org
ccdellasvizzeraitaliana@gmail.com
Viale Stefano Franscini 16, 6900 Lugano Conto Corrente Postale 69-10409-9