Sei sulla pagina 1di 420
IL BALLARINO DI M.FABRITIO CAROSO DA SERMONETA, Diuifo in due Trattati; Nel prin de quai dimeftra la dine dei nomi. che f dao 3 gh «t1i,@@) mouimentiche interuengono nei Ball; econ mote Regsle fi dichiara con quali creance , 9 in che mado debbano far. Nel fecondo s'infegnano diverfe forti di Balli, & Balletti st allulo ditalia, come quellodi Francia, & Spagna. Ornato di molte Figure. Et con Intauolatura di Liuto , & il Soprano della Mufica nella fonata di ciafcun Ballo. Opera nuouamente mandara in luce. MA RA ALLA SEREN. SIG, BIANCA CAPPELLO DE MEDICI, GRAN DVCHESSA DI TOSCANA CON PRIVILEGIO. Tra, Apprefio Franceico Ziled. M D L XXXI. ALLA. SERENISS SIG: LA SIG- BIANCA CAPPELLO DE MEDICI Gran Duchella di Tofcana. S25 ARRA\ forfe a qualche perfona poco eflercitata negli ftudi hono- reuoli del viuere ciuile , che dedi- ) cando ioa Voltra ALTEZZA SE RENISSIMA quefto Libro nel eee! quale s'infegnano diuerfe forti di alletti,faccia totalmente cofa indegna del merito , & della grandezza disi fuprema Signora.Etauenga chest fatto parere potelleimprimere nell’opinion commune Jamiapoca auertenza,ponendofi nondimeno in confi- derationei moltigiouamenti,per tacere gli infiniti di- letti del Ballo,{ipotrianon folo gindicar’il contrario, ma darne ancord me, che glie lo dedico , particolar lode. Percioche da si virtuofo effercitio, non folo vanno leperfone ben nate, & gentili,trahendo lafani= td &lafermezza de'corpi,mactiandio diuerfemanicre di honoraza 6 verfo i maggiori per deuotion d’animo, 2 overlo Sverfo gli eguali per creanza dinafcimento:Et chi non fachedal Ballo,quafida ingegnofe Maeftro,{i appren- dono i mouimentinobili della perfona, trahendofi da effo come pit grauemente debba inchinarfi, comegra- tiofamente volgerfi, & comecon molti altri leggiadri modi atteggiando, pofla attrahere tacitamente 4 fegli animialtrat, Ilche non ftimialcuno eller di poco mo- mento; conciofia che effendo anima noftra compofta di quelle proportioni, 6 di quei {ecreti numeri armo- nici, dicui farebbehorafuor di propofito aragionare 5 viene’ palefarli necellariaméte pit,dmeno perfetta,{e- condo chepit ,o meno mifuratamente movendofi col fuo corpo fimoftra agli occhi de’ riguardanti.Per tan- t0, quando ancosi fatto concetto dicreanze non fofle pid chebifogneuole nella vita ciuile, ardirei dire,non poter'effér alrra differenzatragli alleuati nelleCittd,¢ trale chiarefamiglie,da quei chenelleville, etragliani mali dimorano , eccetto nella fuperficie dellerozzela- ne, 6nelladelicatezzadellefete , edegli ori. Etvoftra ALTEZZA SERENISS1MA,come quella ch’é nata in vna delle pit famofe & fingolari Citta, non folo dellEuropa , ma di tutta Ja terra habitabile , qual é VENETIA;& comedifeefa dalla chiarifsima famiglia CAP PELLI, ecomealzata dal proprio merito a quella Corona,chefaol'elferee bramata,e talhor inuidiata dal lefiglinolede Re, edegli Imperadori, potrdnon folo render teftimonianza di quanto dico, madarnealtresi diffinitiua fentenza: Oltre checon Balli fu anticamen- tchonorato

Valuta