Sei sulla pagina 1di 8

N.

4 – Dicembre 2019
Periodico della Piccola Casa della Divina Provvidenza di Alba
N. 4 – Dicembre 2019 - Periodico della Piccola Casa della Divina Provvidenza di Alba - Recapiti dell’AVC Alba ONLUS:
Sede: Alba, Via Vernazza, 10 - Tel. 0173/36.29.11 - Fax 0173 363301 - E-mail: avcalba.onlus@gmail.com - Supplemento N. 1
al N. 2 Ottobre 2017 del bollettino parrocchiale della Parrocchia del Duomo - Aut. Trib. di Alba n. 199 del 6-10-1960 - Dir.
Responsabile don Giovanni Ciravegna - Stampa: l’artigiana azienda grafica, Alba.

Il saluto dalla Redazione: Carissimi lettori, siamo arrivati alle


feste natalizie, e quindi al nuovo anno!
Nelle ultime settimane abbiamo vissuto molti eventi, incontri,
uscite, feste di auguri ….
E l’augurio più bello è che il 2020 sia sereno e pieno di pace
per tutti! Buon Natale e Buon Anno!

LA CASTAGNATA

Domenica 17 novembre 2019 - Come ogni anno è stata organizzata la desiderata e tanto amata castagnata; il
giorno della castagnata viene aspettato da tutti con gran fervore... ognuno per i suoi motivi; i volontari sono
felici di cucinare le caldarroste per i nostri ospiti, con ricetta speciale che prevede di bagnare le castagne con
il vino e cospargerle di sale durante la cottura, dall’altra parte gli ospiti non vedono l’ora di assaggiare queste
prelibatezze che la natura ci dona durante l’autunno, e poi ci sono gli operatori che nei reparti aspettano che
qualche buon samaritano allunghi qualche castagna fino ai piani alti. A rendere questa giornata ancora più
divertente l’entusiasmo e la vitalità dei giovani della parrocchia di San Cassiano che hanno unito la loro
visita mensile ai nostri ospiti, all’evento in modo da poter aiutare le volontarie che ogni hanno si tingono le
dita del colore della fuliggine a forza di pelare caldarroste. Un ringraziamento speciale al sig. Francesco Del
Santo che ogni hanno offre questa giornata agli ospiti della Piccola Casa di Alba .

“L’associazione Volontariato Cottolenghino Alba Odv”


persegue il fine esclusivo della solidarietà sociale, 1
umana, civile, culturale e religiosa.
POMERIGGIO “SENSA SAGRIN”

Venerdì 22 novembre i nostri ospiti hanno passato un allegro pomeriggio in compagnia del gruppo
“Sensa Sagrin” che dal dialetto piemontese vuol dire “senza preoccupazioni”;il nome, una garanzia!
Questa allegra banda, composta da pensionati dell’Azienda dolciaria “Ferrero”, visita le case di
riposo di Langhe e Roero portando buon umore e risate, con giochi di prestigio e canti della
tradizione popolare; con loro anche qualche vecchio amico della Piccola Casa, Walter l’alpino che
ha accompagnato i pensionati canterini con la sua fisarmonica e qualche nipotino che si è cimentato
nel ruolo di piccolo maghetto per allietare i nostri ospiti.

LAVORETTI DI NATALE E NUTELLA PARTY CON GLI SCOUT

Sabato 30 novembre un bel gruppetto di Scout ha trascorso alcune ore con noi in laboratorio, dove
ci siamo sbizzarriti nella decorazione di palline e oggetti in terracotta. Il loro aiuto è stato prezioso,
sia perché ci ha permesso di avere una persona accanto nell’utilizzo di colori, glitter, colla, con cui a
volte siamo in difficoltà, sia perché abbiamo chiacchierato e riso e ci siamo divertiti molto! E per
concludere in bellezza, ci siamo premiati per il duro lavoro, con pane e Nutella! Speriamo di
rivederci ancora!!!

2
LETTERA DI UN FAMILIARE

Vogliamo pubblicare questa lettera che abbiamo ricevuto dai familiari di un nostro ospite:
Nel cuore della città di Alba, famosa per la tradizionale fiera e per il suo folclore, esiste una realtà
molto più discreta e poco appariscente, che prende il nome di “Piccola Casa della Divina
Provvidenza – Cottolengo”.
Non appena varcato l’ingresso ci si trova davanti ad un ampio cortile, con un bel giardino, ricco
di piante e di fiori variopinti, una grande fontana, e l’intero complesso residenziale che accoglie
persone anziane e persona disabili.
Proprio quest’ultima realtà io l’ho conosciuta perché ha ospitato, per 37 anni, mio fratello.

Si tratta di un mondo silenzioso formato principalmente da questi ragazzi e da una schiera di


persone: suore, in primo luogo, le suore del Cottolengo che, con grande forza d’animo e volontà
portano avanti, da sempre, la missione voluta fortemente dal loro Santo fondatore, San Giuseppe
Benedetto Cottolengo:”Caritas Christi urget nos” così predicava; è infatti dal fondamento della
carità che è nata e si è sviluppata la sua opera.

E poi gli operatori, addetti alle varie fasi dell’assistenza di ciascun ospite e, non per ultimo, un
buon gruppo di volontari.
Tutti quanti insieme, come formichine laboriose, ruotano tutti i giorni dell’anno, festivi compresi,
per dare a questi ragazzi ciò che il mondo esterno non è in grado di offrire.

Alla “Piccola Casa” non si parla di diversità, piuttosto di uguaglianza, perché gli ospiti vengono
accolti e rispettati, tutti, allo stesso modo, con notevole cura e attenzione.
E il talento che è nascosto in ciascuno di loro, si cerca di metterlo in evidenza e di svilupparlo nel
migliore dei modi, in maniera tale che ciascun ospite sia davvero “unico” e “speciale” nel suo
essere.
La centralità della persona disabile è infatti l’obiettivo specifico che si pone l’organizzazione della
struttura.

Quanti sguardi, quanti sorrisi ho visto in tutti questi anni, e quale innocenza..
Non importa quante volte si va dai ragazzi, e neanche che cosa si va a fare: c’è chi stira, chi taglia
l’erba, chi aiuta gli ospiti a mangiare, chi invece canta, o li fa cantare..
E se qualcuno di noi volesse andare semplicemente a trovarli, sarebbe ben accetto.
La casa è aperta alla Città e accoglie volentieri le varie iniziative di incontro e di aggregazione.
Sedersi per qualche minuti vicino a uno di loro, offrire un sorriso, e magari una carezza,
significherebbe rompere il ghiaccio con la nostra indifferenza, talora la nostra superficialità, o le
nostre paure …
Perché ciò che conta, davvero, lì dentro, è che tutti si danno un gran da fare e collaborano per un
unico fine: incondizionato, gratuito, sincero, che si chiama AMORE.
Le Sorelle di Walter

3
CORO “GLI AMICI DELLA CARITA’ ”

Il 26 ottobre, nel pomeriggio, sono venuti ad allietarci con i loro canti il Coro “Gli amici della
Carità”.
Come dice il nome, questo gruppo di persone si rende disponibile per proporre canti religiosi.
Canti tradizionali e canti moderni, dai diversi repertori: Ave Maria di Schubert, Ave Maria del
Gounod, canti francescani come Dolce sentire e Laudato si, canti allo Spirito Santo….
Il clima è stato caldo e accogliente, ma anche intenso e di preghiera ….
Abbiamo apprezzato e gustato questa proposta. Non è scontato, oggi, fare proposte religiose. Ci
congratuliamo con questo gruppo per la bellezza di quanto ha condiviso con noi.

“VIVA VITTORIA!”
GIORNATA PER LA SENSIBILIZZAZIONE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

"
Viva Vittoria": Questo progetto è nato a Brescia. Cuneo è l'ottava cittadina che lo ha lanciato con il
sostegno della società San Vincenzo e dalla Caritas Diocesana. L'intento è la condivisione che
inneggi il No alla violenza sulle donne, attraverso la creatività e manualità femminile: “Fare maglia,
metafora di creazione e sviluppo di se stesse".
Per realizzare l'ambizioso progetto sono serviti quadrati 50 x 50 cm realizzati in lana con qualsiasi
tecnica (uncinetto, ferri, ecc..), i quattro quadrati sono stati assemblati per ottenere una coperta di un
metro per un metro, che unita a tante altre ha coperto la grande Piazza Galimberti di Cuneo.
Anche la Piccola Casa di Alba ha partecipato all’iniziativa: Emma, insieme ad altre componenti del
laboratorio hanno confezionato parecchi quadri della coperta che un nostro volontario ha portato
nella cittadina di Cuneo. Le ospiti del laboratorio di cucito di Alba
4
ABBIAMO CREATO UN PRESEPIO

GIORNATA
Anche noi quest’anno abbiamo partecipato all’esposizione dei Presepi che è stata allestita nella
Chiesa di San Giuseppe, ad Alba, in Piazza San Giovanni Paolo II.
Sono tanti i presepi esposti, tutti belli e originali, significativi. E’ stato per noi un piacere poterci
essere. Il nostro presepio è stato realizzato da noi ospiti del laboratorio del Cottolengo, grazie
all’aiuto di Suor Maria e delle volontarie. E’ stato costruito su un pannello (2mt. x 1) con fili di lana
della stessa lunghezza infilati e tagliati. Tutti hanno potuto fare qualcosa: questo risultato è
veramente frutto del nostro lavoro, e ne siamo fieri! Speriamo piaccia ai visitatori della mostra!

UNA FESTA DELL’IMMACOLATA DA NON DIMENTICARE

Quest’anno la festa dell’Immacolata coincideva con la seconda domenica del mese, giorno in cui
oramai da consuetudine i giovani amici della parrocchia di San Cassiano ci vengono a trovare;
perché non cogliere l’occasione per allargare il nostro incontro anche ai futuri cresimandi della
parrocchia di Vezza d’Alba? E se poi vogliamo fare le cose in grande aggiungiamo gli amici
dell’Unitalsi, il risultato è stato strabiliante … un pomeriggio intenso, dedicato alla preghiera alla
Vergine Maria, ma anche al ricco rinfresco offerto dall’Unitalsi. Una Domenica perfetta per dare
inizio alle festività natalizie del 2019!

5
CENTO ANNI DI OLGA
La nostra carissima Olga ha
festeggiato i suoi 100 anni! E’
stata una grande festa, con molti
invitati!

E’ stata grande la gioia di tutti


noi, in particolare di Olga e dei
suoi familiari!

Ringraziamo Olga per la gioia, la


vitalità e la simpatia che ogni
giorno ci dona, e le auguriamo
ogni bene!

LA MOSTRA DEI LAVORI E DI ARTETERAPIA 2019

Domenica 8 Dicembre è stata inaugurata la tradizionale mostra natalizia; un evento importante per
la Piccola Casa. Presente al taglio del nastro l’Assessore ai servizi sociali del comune di Alba, Elisa
Boschiazzo, che ha potuto apprezzare l’esposizione dei lavori del progetto di Arteterapia di Elisa
Buscalferri, le creazioni dei laboratori di creatività e di manualità delle educatrici e del laboratorio

6
di cucito di suor Maria. Siamo molto fieri dell’esposizione di quest’anno, è in questo momento che
riusciamo a comprendere e ad apprezzare fino in fondo il lavoro e l’impegno di tutti i giorni,
quando lo possiamo vedere esposto e l’immagine ci riporta ai momenti condivisi, alle difficoltà che
si possono incontrare quotidianamente e al modo in cui le superiamo. Un ringraziamento anche alla
nostra collega Ornella, OSS responsabile di Nucleo che quest’anno ha dedicato parecchio del suo
tempo libero per un progetto di lavori di terracotta con i nostri ospiti.

GLI AUGURI DI NATALE

Sabato 14 Dicembre, gli ospiti della Piccola Casa del Cottolengo di Alba, sono stati lieti di
accogliere il Coro dell’Istituto Comprensivo di Vezza e di Canale per festeggiare e scambiarsi gli
auguri per il Santo Natale 2019. I giovani ragazzi della scuola, guidati dalle loro fantastiche
7
insegnanti e da un maestro d’organo d’eccezione, Gabriele Studer, ci hanno fatto assaporare la
magia del Natale attraverso alcuni canti, permettendoci quindi di vivere e condividere insieme un
momento speciale di festa. Sono stati bravissimi!!! Anche i nostri ospiti hanno ricambiato con una
piccola rappresentazione natalizia del Presepe, commentata dalla lettura di una poesia. Con la
semplicità e la voglia costante di mettersi ancora in gioco, gli ospiti della Casa insieme ai ragazzi
della scuola di Canale e di Vezza e ad altre moltissime persone che hanno partecipato e condiviso
insieme a noi questo momento, ci hanno fatto vivere un clima davvero emozionante di preparazione
al Natale! Grazie e auguri a tutti!

COSA SIGNIFICA ESSERE EDUCATORE PROFESSIONALE.


Il saluto di Eliana…..

Scrivere questo articolo non è facile, mi fa pensare che tra poco dovrò salutare tutti e sento un
turbinio di emozioni stringermi lo stomaco e farmi venire le lacrime agli occhi … quando guardo le
persone che vivono in questa Casa, i colleghi, i volontari, le suore, i familiari penso a quanto amo
il mio lavoro, quanto questo mi regali la possibilità di creare legami profondi, di arricchirmi ogni
giorno umanamente e professionalmente. Questi anni alla Piccola Casa sono stati intensi ed
emotivamente coinvolgenti, ci sono stati momenti difficili, momenti tristi, momenti di felicità e
soddisfazione, momenti di stanchezza, ma essere educatori vuol dire saper affrontare ciò che
accade trovando le strategie giuste per gestire anche le situazioni più complesse. Ciò non significa
trovare sempre una soluzione a tutto, ma cercare di prendere il meglio dalle situazione in cui ci si
trova ad operare. Per fare questo credo sia indispensabile mettersi in discussione ed essere
consapevoli che nella relazione ognuno di noi porta se stesso, il suo modo di essere, le su fragilità,
la sua forza. Per questo è importante essere consapevoli di ciò che ognuno di noi porta
nell’interazione con l’altro. Ogni giorno ho cercato di porre al centro di tutto gli ospiti, tenendo
sempre bene a mente che essere educatori significa sapersi mettere nei panni dell’altro,
prendersene cura sotto ogni punto di vista, ascoltarlo e non starlo a sentire, vederlo e non starlo a
guardare, perché ogni ospite è prima di tutto una persona e come tale deve essere trattata.
Mi dispiace se non sempre sono riuscita a mettere in pratica le cose che ho appena scritto e mi
scuso con voi cari ospiti perché ad ognuno avrei voluto dare di più e so di non averlo sempre fatto.
E ora passiamo ai ringraziamenti: un ringraziamento particolare va ai colleghi, in particolare
Anna, Elisa e Stefania con cui ho condiviso il lavoro da educatrice; a tutte le Suore, ma soprattutto
Sr. Nadia che mi ha dato l’opportunità di lavorare qui restituendomi poi parole di stima e
apprezzamento; ai tanti volontari che regolarmente si dedicano agli ospiti e sostengono noi
operatori con il loro prezioso aiuto e infine, non me ne voglia nessuno, il ringraziamento più
speciale va agli ospiti a cui vorrei dedicare queste parole tratte dal libro Il Piccolo Principe: “Se
qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle questo basta per
farlo sentire felice quando lo si guarda”. Vi abbraccio, con profondo affetto, Eliana.

Dalla Redazione - Carissimi lettori, siamo lieti di aver condiviso con voi un po’
della nostra vita! Questo giornalino ci consente di entrare nelle vostre case, nelle
vostre realtà, e di raccontarci, con spontaneità e semplicità! Tanti auguri a tutti!!!!