Sei sulla pagina 1di 2

Ricerca di soluzioni particolari: metodo di somiglianza

Data l’equazione differenziale lineare a coefficienti costanti del II ordine:


ay 00 + by 0 + cy = f (x), indichiamo con P (λ) = aλ2 + bλ + c il polinomio
caratteristico, e con ȳ una soluzione particolare. Allora, se:

1. f (x) = Pn (x) (polinomio di grado n)



Qn (x) se λ = 0 non è radice diP (λ)


ȳ = xQn (x) se λ = 0 è radice semplice di P (λ)

 2
x Qn (x) se λ = 0 è radice doppia di P (λ),
dove Qn (x) è un opportuno polinomio di grado n.

2. f (x) = Aeαx

αx
ke se λ = α non è radice diP (λ)


ȳ = kxeαx
se λ = α è radice semplice di P (λ)

 2 αx
kx e se λ = α è radice doppia di P (λ),
dove k è una costante opportuna.

3. f (x) = A cos βx o A sin βx o A cos βx + B sin βx


k cos βx + h sin βx se λ = iβ non è radice diP (λ)
ȳ =
x(k cos βx + h sin βx) se λ = iβ è radice di P (λ),

dove k e h sono costanti opportune.

4. f (x) = Aeαx cos βx o Aeαx sin βx


eαx (k cos βx + h sin βx) se λ = α + iβ non è radice diP (λ)
ȳ =
xeαx (k cos βx + h sin βx) se λ = α + iβ è radice di P (λ),

dove k e h sono costanti opportune.

5. f (x) = Pn (x)eαx

1

αx
Qn (x)e se λ = α non è radice diP (λ)


ȳ = xQn (x)e αx
se λ = α è radice semplice diP (λ)

 2
x Qn (x)eαx se λ = α è radice doppia diP (λ),
dove Qn (x) è un opportuno polinomio di grado n.

6. f (x) = Pn (x) cos βx o Pn (x) sin βx


Q (x)(k cos βx + h sin βx) se λ = iβ non è radice diP (λ)
n
ȳ = 
xQn (x)(k cos βx + h sin βx) se λ = iβ è radice semplice diP (λ),

dove Qn (x) è un opportuno polinomio di grado n.

7. f (x) = Pn (x)eαx cos βx o Pn (x)eαx sin βx


Q (x)eαx (k cos βx + h sin βx) se λ = α + iβ non è radice diP (λ)
n
ȳ = 
xQn (x)eαx (k cos βx + h sin βx) se λ = α + iβ è radice semplice diP (λ),

dove Qn (x) è un opportuno polinomio di grado n.