Sei sulla pagina 1di 15

Management Group Srls Sede legale : Via della Cellulosa, 25 - 00166 Roma - Sede operativa Via Palermo 34 C Ciampino

Roma P.IVA, C.F. 12819511002, Reg. Roma Rea RM n.1403006 Telefono 06 7963681 Fax 06 92912952 – cell 392 92361924
Sede secondaria L’Aquila Via XX Settembre 101 tel 0862 701282 - Certificati OS2- Restauratori iscritti Albo MIBACT.
www.restauro-conservativo.it www.venditaimpiantojos.com

Restauro e manutenzione di beni mobili e immobili sotto tutela


Pulitura Criogenica di soffitti e travi in legno- Consolidamenti con fibre di carbonio
Risanamento di murature dall’umidità di risalita e controspinta
Trattamenti idrorepellenti- antigraffiti- Prodotti in nano molecole per la conservazione

RESTAURO CONSERVATIVO DI OPERE D’ARTE

La Management Group srl sviluppa soluzioni per la manutenzione di edifici d’importanza storico artistico
e civili.
Operiamo nel settore specialistico della diagnostica, con applicazione di tecnologie e materiali per
la riqualificazione e il risanamento conservativo.
Attraverso un team di professionisti, abbiamo conquistato, per la peculiarità e specificità dei
prodotti/servizi proposti al mercato, una grande reputazione e pieno apprezzamento da parte della
clientela sia pubblica che privata.
Le nostre competenze nel settore storico e artistico, sono a favore del privato, dell'impresa e dei soggetti
pubblici. Grazie alla lunga esperienza, ai molti successi ottenuti negli anni, i nostri clienti ci riconoscono
oggi piena fiducia.

PULITURE DI PARAMENTI MURARI ED ELIMINAZIONE SMOG E SCRITTE VANDLICHE

Sistemi Jos,e Rotex Cleaning ,il primo a vortice elicoidale il secondo a rotazione con sei vortici radiali e al centro
uno assiale, entrambi a bassa pressione, sono oggi tecnologie che aprono una nuova dimensione nella tecnica di
pulitura. Consentono un'efficace pulitura di edifici e
manufatti di interesse storico artistico:
Rispettosi delle raccomandazioni Uni-Normal

• Senza additivi chimici


• Rispettano la patina d’invecchiamento
• Controllabili in ogni loro fase
• Graduabili

• Selettivi • Economici
Management Group Srls Sede legale : Via della Cellulosa, 25 - 00166 Roma - Sede operativa Via Palermo 34 C Ciampino Roma
P.IVA, C.F. 12819511002, Reg. Roma Rea RM n.1403006 Telefono 06 7963681 Fax 06 92912952 – cell 392 92361924 Sede
secondaria L’Aquila Via XX Settembre 101 tel 0862 701282 - Certificati OS2- Restauratori iscritti Albo MIBACT.
www.restauro-conservativo.it www.venditaimpiantojos.com

LASER
Le tecniche laser costituiscono una soluzione ideale per molte problematiche di restauro di materiali lapidei e metalli, nella fase
di pulitura.
Il laser è utilizzato come strumento per la conservazione di oggetti in pietra e altri materiali da più di 25 anni. Da un punto
di vista generale, il laser offre alcuni vantaggi al restauratore, tra cui la maggiore possibilità di dosare, rispetto a sistemi
tradizionali, l'asportazione di materiale gradualmente.
Oggi i sistemi laser sono largamente utilizzati per la pulizia di opere d'arte, principalmente oggetti ed elementi architettonici.
Inoltre luso dei laser anche per altri materiali è ormai diffuso sia in Italia che nel resto del Mondo.

I Laser sono in grado di pulire, senza intaccarle, superfici diverse come:


Ceramiche - Legno - intonaci - pietra - metalli - dorature - cotti - marmo –
tessuti LASER

PULITURA NANO-ENZIMATICA
Nello specifico Nasier gel è un prodotto Bio-Nanostrutturato, costituito cioè da Nanotecnologie ed enzimi, che permettono la
rimozione di patine biologiche quali muffe, licheni, alghe, cianobatteri ecc. Viene spalmato direttamente sulla superficie da
trattare e in pochissimi minuti è in grado di rimuovere del tutto la patina dannosa, senza intaccare l’integrità del manufatto. E’
un prodotto sicuro per l’uomo e per l’ambiente ed è semplicissimo da utilizzare. Può essere applicato sia in forma liquida che
gelificata e agisce in una sola applicazione. Il prodotto può essere applicato su statue, facciate in pietra, monumenti esposti alle
intemperie, che rappresentato un terreno fertile per i microorganismi responsabili del proliferare di licheni e della
caratteristica patina biologica, nera o verdastra, che spesso li ricopre. Il meccanismo di azione è semplice e rapido. “Il gel
attacca solo la patina, non la superficie dell’opera. Le matrici nanostrutturate hanno delle vastissime potenzialità. La
dimensione nanometrica delle particelle aumenta la superficie di contatto con la patina biologica da rimuovere, consentendo di
utilizzare pochissimo prodotto rispetto ai metodi tradizionali e di avere un tempo di azione molto breve.

Le matrici nano-strutturate hanno delle vastissime potenzialità. La dimensione


nanometrica delle particelle aumenta la superficie di contatto con la patina biologica da rimuovere, consentendo di
utilizzare pochissimo prodotto rispetto ai metodi tradizionali e di avere un tempo di azione molto breve".
PULITURA CRIOGENICA
La sabbiatura criogenica sfrutta il principio della sabbiatura, con una modifica sostanziale, infatti invece di utilizzare
la sabbia come materia pulente viene impiegato il ghiaccio secco (anidride carbonica, allo stato solido, in quanto la sua
temperatura è di - 79°). Il ghiaccio secco viene utilizzato in forma di granulo dal diametro di 1-3 mm.

La sabbiatura criogenica sfrutta la forza dell’aria compressa che spara i granuli di ghiaccio secco sulla
superficie da pulire. Il ghiaccio, una volta colpita la superficie, sublima (passa dallo stato solido allo stato
gassoso), la forza dell’aria compressa rimuove lo sporco senza residui di lavorazione e senza intaccare la
superficie
APPLICAZIONI IN ARCHITETTURADELLA CRIOGENICA CON L’UGELLO JOS o ROTEX CLEANING
.La pulitura criogenica a bassa pressione è il metodo innovativo di pulitura di superfici di interesse storico-
artistico che consente da un lato una completa rimozione dei prodotti di alterazione e dall’altro un recupero
completo delle superfici storiche. A differenza dei classici sistemi di pulitura, tale metodologia prevede l’impiego
di materiali nel totale rispetto dell’ambiente, gli ugelli Jos, e Rotex Cleaning ,il primo a vortice elicoidale il
secondo a rotazione con sei vortici radiali e al centro uno assiale, entrambi a bassa pressione, sono attualmente
innovazioni tecnologiche che aprono una nuova dimensione nella tecnica di pulitura .Gli ugelli brevettati sono
frutto di ricerche e di migliaia di edifici puliti in tutto il mondo che hanno dimostrato un azione graduale
selettiva, non invasiva. È un sistema riconosciuto e ammesso dalle soprintendenze ed è spesso usato per
applicazioni in edifici di valore storico – culturale e civile. La tecnica criogenica sfrutta l'effetto di sublimazione
della CO2 solida; questo comporta la rimozione delle incrostazioni grazie all'azione dell'energia cinetica ,di
quella termica, e del vortice di rotazione degli ugelli che permettono al restauratore di controllare ogni fase di
pulitura

Inoltre la pulitura criogenica è utile per


- pulitura di solai e tetti in legno
- pulitura di superfici in cotto e laterizio
- pulitura di murature in pietra e mattoni
- pulitura di marmi, graniti, ardesie, gres
- pulitura di intonaci, gessi e stucchi
- Asportazione di smog, concrezioni e depositi
- Rimozione di graffiti, scritte e vernici
- Eliminazione di efflorescenze e patine biologiche
- Rimozione di strati bituminosi su supporti murari
Restauro e risanamento conservativo

Cos'è:

Sono interventi di restauro e di risanamento conservativo, gli interventi edilizi rivolti a conservare e recuperare
l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto
degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi
compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi
dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione
degli elementi estranei all’organismo edilizio.
Restauro Lapideo Restauro, consolidamento e pulitura, degli elementi architettonici litici, interni ed
esterni, ivi comprese integrazioni con maltine studiate, previa specifica campionatura.

Rimozione dalle superfici lapidee delle preesistenti stuccature non più idonee o non compatibili (per esempio
cementizie). Stesura delle nuove stuccature dei giunti, delle lesioni e microlesioni delle superfici e sigillatura tra i
conci mediante un impasto compatibile con il supporto lapideo.

Consolidamento di superfici degradate, inserimento di perni di acciaio, fibra di vetro o di carbonio


e integrazione di parti mancanti.
Management Group Srls Sede legale : Via della Cellulosa, 25 - 00166 Roma - Sede operativa Via Palermo 34 C Ciampino
Roma P.IVA, C.F. 12819511002, Reg. Roma Rea RM n.1403006 Telefono 06 7963681 Fax 06 92912952 – cell 392
92361924 Sede secondaria L’Aquila Via XX Settembre 101 tel 0862 701282 - Certificati OS2- Restauratori iscritti Albo
MIBACT.
www.restauro-conservativo.it www.venditaimpiantojos.com

RESTAURI MONUMENTALI E BENI IMMOBILI SOTTO TUTELA

Consolidamenti

Consolidamenti strutturali di murature portanti e non, di volte in muratura, con riparazione delle lesioni
esistenti e ricostituzione dello stato materico mediante iniezioni di calce con interposizione di cunei di
larice per porre in mutua compressione i piani della lesione, e/o mediante la tecnica del "cuci-scuci". Posa di
fasce in fibra di carbonio e/o di vetro di rinforzo, per il miglioramento sismico degli edifici storici e/o il
rinforzo di singole parti e/o elementi strutturali.

F.R.P. Caratteristiche tecniche


L’applicazione di materiali compositi fibrorinforzati (FRP) rappresenta la soluzione tecnologica più evoluta per
gli interventi di consolidamento statico, di rinforzo e riabilitazione strutturale, di miglioramento ed adeguamento
sismico.
E' la soluzione ideale per la messa in sicurezza di edifici residenziali, ospedalieri, scolastici, sportivi, commerciali
ed industriali.
I vantaggi degli FRP sono molteplici: leggerezza, elevate proprietà meccaniche, caratteristiche anticorrosive.
I compositi si adattano bene anche ad applicazioni in cui è necessario preservare le caratteristiche estetiche della
struttura originaria (edifici di interesse storico o artistico) o in casi in cui i rinforzi tradizionali sarebbero di
difficile applicazione per limitatezza dello spazio a disposizione.
Gli FRP garantiscono eccezionali risultati in termini di sicurezza, riducendo al minimo i problemi di invasività e
di ingombro garantendo la totale reversibilità.
Le fibre di carbonio presentano un'elevatissima resistenza alle alte temperature
(oltre 1000 °C), non bruciano, sono chimicamente resistenti a qualsiasi agente chimico e non subiscono fenomeni
di invecchiamento.
Management Group Srls Sede legale : Via della Cellulosa, 25 - 00166 Roma - Sede operativa Via Palermo 34 C Ciampino
Roma P.IVA, C.F. 12819511002, Reg. Roma Rea RM n.1403006 Telefono 06 7963681 Fax 06 92912952 – cell 392 92361924
Sede secondaria L’Aquila Via XX Settembre 101 tel 0862 701282 - Certificati OS2- Restauratori iscritti Albo MIBACT.
www.restauro-conservativo.it www.venditaimpiantojos.com

Deumidificazione di risalita capillare e di controspinta


Restauro d’intonaci originali distaccati o privi di adesione, ristabilimento della coesione degli intonaci. Valutazione
preliminare di tutte le problematiche inerenti all’umidità di risalita capillare e/o di controspinta e condensa.
Risanare senza demolire luoghi di culto,musei,biblioteche,palazzi storici,cantine, garage, abitazioni civili, luoghi di
lavoro sono gli ambienti in cui l'umidità crea danni con conseguenze disastrose, non solo per le strutture ma anche
per la vita delle persone.

DEUMIDIFICAZIONE
Per questa complessa tipologia d'intervento,abbiamo messo a punto due sistemi combinati e adattati secondo la
problematica Il sistema Management System per combattere definitivamente l’umidità ascendente.

La procedura di deumidificazione comprende: indagine sui luoghi atta all’individuazione delle cause della presenza
di umidità nell’edificio; diagnosi dell’estensione ed entità del fenomeno di risalita capillare in atto e progettazione
dell’intervento;
Primo Sistema: fornitura e installazione del dispositivo Talete® e relativo collegamento dello stesso alla presa
dell’impianto elettrico (linea e presa elettrica di alimentazione da predisporsi e computarsi a parte); rilevamento dei
fenomeni di umidità presenti nel corpo murario allo stato iniziale (distribuzione superficiale, intensità e altezze di
risalita dell’umidità); rilevamento di controllo intermedio (su richiesta) da eseguire durante il periodo di
deumidificazione.

Ciascun apparecchio agisce in base al principio “Elettrofisico”, ovvero tramite appositi circuiti elettronici, interamente
racchiusi al proprio interno che, alimentatati tramite la rete elettrica domestica (220 V – 50 Hz), generano deboli
onde elettromagnetiche impulsive, opportunamente modulate in un definito range di frequenze, totalmente innocue
per l’organismo umano, che annullano la carica elettrica dell’acqua presente nel terreno a contatto con la muratura,
interrompendo in modo definitivo l’assorbimento d’acqua da parte dei capillari del muro.
L’umidità in eccesso verrà quindi espulsa gradualmente tramite evaporazione spontanea, più o meno velocemente a seconda
delle caratteristiche costruttive del muro e della quantità d’acqua inizialmente presente nel muro stesso Sistema non
invasivo, reversibile e totalmente biocompavibile, scientificamente testato, con garanzia di risultato totale e illimitata nel
100% dei casi in qualsiasi tipo di costruzione (dall’edificio storico o archeologico alla normale abitazione),
indipendentemente dal tipo di muratura (mattoni, pietra, calcestruzzo, ecc.) o dalla natura del terreno di fondazione
(terreni sabbiosi o argillosi, tufi, sponde marine o lacustri, ecc.),

Costituito da uno o più apparecchi aventi raggio d’azione sferico da un minimo di 9 m a un massimo di 20 m dal punto
di installazione, così da garantire la copertura di tutti i locali posti all’interno del perimetro d’intervento
progettualmente definito.

Abbinato a tale Sistema, segue il secondo abbinamento compost in più fasi.


Eliminazione del vecchio intonaco imbibito di acqua e Sali, applichiamo intonaco FeatherPlast PA1200D,il rasanteNS67
RasoTherm, ed infine pittura termosiolante SurfaPaint® ThermoDry.

FeatherPlast PA1200D è un elemento di finitura multifunzionale: è un intonaco acrilico termo-riflettente facile da applicare,
utilizzato come rivestimento di finitura isolante per murature esterne o interne con una finitura ruvida con granulometria di
1,2mm e in grado di riflettere la radiazione termica (IR). FeatherPlast PA1200D utilizza particelle composte da minuscole
celle chiuse di aria che creano così una struttura cellulare con eccellenti proprietà di isolamento. FeatherPlast PA1200D aiuta
a ridurre i costi del materiale e di manodopera, migliorando l’efficienza termica e riducendo i costi di
riscaldamento/raffrescamento.
FeatherPlast PA1200D è l’unico intonaco acrilico termoisolante in grado di combinare 3 caratterisctiche:
Bassa conduttività termica (λ=0,17W/(mK)), alta riflettanza al calore incidente (IR) e resistenza alle intemperie e
allo sviluppo della muffa..

NS67 RasoThermRasante idraulico fibrorinforzato, a base di calce NHL, calce idrata, cocciopesto, perlite espansa rivestita,
vetro cellulare, inerti leggeri e leganti naturali. Tecnologia aerocoimbentante NanoPhos.Prodotto biocompatibile finalizzato
al risparmio energetico degli edifici, alla riduzione della condensazione e delle conseguenti muffe, al miglioramento
dell’isolamento e dei ponti termici su intonaci tradizionali, pilastri, vecchie murature discontinue, spallette di porte e
finestre, blocchi cellulari, pannelli per cappotto termico.L’unico rivestimento a basso spessore termoriflettente con polizza
assicurativa decennale postuma rimpiazzo opere.Il microrivestimento a basso spessore in soli 0,5 cm per fare efficienza
energetica.

SurfaPaint® TD Interni è una Pittura Termo Riflettente a base d’acqua per muri interni e controsoffitti.Quando l’energia
termica “viaggia” attraverso i muri e altre superfici, grandi quantità di energia sono necessarie per rinfrescare in estate e
riscaldare in inverno. SurfaPaint ThermoDry per Interni è una pittura di alta qualità con proprietà di isolamento termico,
ideale per uso interno. Realizzata utilizzando Surfapore ThermoDry, contiene speciali ingredienti termoisolanti di
dimensione nano e micro che contribuiscono al risparmio energetico. Le particelle termo-riflettenti riducono la conduzione
del calore, riflettono le radiazioni termiche e creano una barriera contro l’umidità che si traduce in un significativo risparmio
energetico.

I prodotti

il primo MICRO-RIVESTIMENTO in Europa Certificato (per interni ed esterni) secondo normativa UNI EN 1934:2000 per il
risparmio e
Restauro artistico di dipinti ad affresco e/o a tempera, superfici in
stucco.
Affidato a personale qualificato dipendente. Opere di scoprimento e descialbo.

Rimozione di stuccature e elementi inidonei, per composizione o morfologia, di precedenti interventi,


da eseguirsi utilizzando scalpelli di precisione.

Pulitura di patine pittoriche effettuata tenendo presente la tecnica di esecuzione dell'opera.

Reintegrazione pittorica e applicazione di protettivi superficiali eseguita mediante applicazione a spruzzo o


con pennelli.

Pulitura, preconsolidamento, integrazioni parti mancanti anche mediante esecuzione di calchi in gomma
siliconica, velature e applicazione di protettivi idonei alle superfici in stucco .
Trattamenti Fotocatalitici in nano molecole in soluzione acquosa su qualsiasi supporto
La Management Group srl da oltre 8 anni utilizza i nano-materiali come il biossido di titanio (TIO2). La fotocatalisi è il
fenomeno naturale per cui una sostanza detta foto catalizzatore, attraverso l’azione della luce, naturale o artificiale,attiva un
processo di ossidazione che trasforma le sostanza organiche in composti innocui ,ovvero in grado di eliminare odori, batteri,
sporco e smog se colpito dalla luce del sole; è inodore, incolore, atossico, e con l’acqua della prima pioggia fa scivolare via lo
sporco L’applicazione ideale nel settore edile e monumentale sono le superfici verticali soprattutto se esterne e di difficile
pulizia.
Funziona come un protettivo riducendo l’esigenza manutentiva. I materiali foto catalitici per la loro capacità antibatterica
contro,muffe, alghe e licheni sono utilizzabili anche nei siti archeologici.

Azione fotocatalitica
Il processo fotocatalitico, che avviene sul rivestimento sotto l’azione dei raggi solari, converte le sostanze inquinanti più
nocive, quali ossido di azoto, biossido di zolfo e polveri sottili dell’inquinamento,in Sali comuni e l’acqua li porta via
lasciando la superficie pulita.

A seguito di questa reazione si ottiene una sensibile riduzione degli inquinanti tossici prodotti dalle automobili, dalle
fabbriche, dal riscaldamento domestico e da altre fonti. I residui sono rappresentati da sali minerali e calcare, prodotti con
quantità minime (parti per miliardo), e ritenuti trascurabili sia dal punto di vista delle quantità che dell’impatto
ambientale. Le proprietà più importanti di questo tipo di materiali sono: Antinquinamento
(biossido di azoto, biossido di zolfo, monossido di carbonio, particolato fine)
Antisporcamento (fumo, coloranti) Antibattericità (batteri, muffe, funghi, microrganismi) Tutto questo comporterebbe
naturalmente un forte risparmio anche in termini economici sui bilanci pubblici.

Le peculiari caratteristiche dei materiali fotocatalitici derivano dalla capacità di utilizzare l’energia luminosa per attivare
reazioni chimiche volte a distruggere composti inquinanti adsorbiti e per neutralizzare la proliferazione di batteri e muffe.

Riassumendo le caratteristiche della titania sono :


trasparenza nella regione del visibile;
alta affinità superficiale;
non alterazione della cromia
traspirazione del supporto
reversibilità disinquinante, alto potere biocida, antivirale
Questo intervento riguarda le pitture murali che sono frequentemente conservate all’interno ma anche all’esterno
dei manufatti storici, soprattutto religiosi. Queste pitture murali possono essere state realizzate con tecnica ad
affresco, a secco o a mezzo fresco, il loro stato di conservazione spesso dipende proprio dalla tecnica di esecuzione.
Questa scheda descrive le modalità di restauro di pitture realizzate ad affresco.
Materiali e tecniche operative
messa in sicurezza delle parti di intonaco e pellicola pittorica in pericolo di caduta tramite garzatura e velinatura
al fine di consentire le operazioni di restauro più urgenti, evitando la caduta e la perdita di materia originale.
Successiva identificazione tramite percussione di tutti i punti in cui l’intonaco originario risulta distaccato
dall’arriccio o questo dal supporto murario e sigillatura dei bordi e dei margini delle lesioni di frammentazione
degli intonaci;
riadagiamento delle scaglie di colore sollevato tramite iniezioni di resina acrilica in soluzione acquosa, caricata con
carbonato di calcio, al fine di permettere una migliore riadesione.
consolidamento degli intonaci e della pellicola pittorica decoesa con impacchi ripetuti di idrossido di calcio
disperso in alcol isopropilico. Successiva rimozione dei depositi superficiali con impacchi di carbonato di
ammonio in soluzione satura;
rimozione meccanica delle stuccature e delle rappezzature incongrue che per morfologia o composizione
risultavano inidonee alle superfici dei dipinti. Eliminazione delle formazioni saline tramite impacchi ripetuti di
polpa di cellulosa ed acqua deionizzata, previa interposizione di carta giapponese.
stuccatura delle crepe e delle lacune con malta di calce naturale priva di sali e sabbia silicea ben lavata ed asciutta
di media granulometria, cercando di imitare la tessitura originale e lasciando sotto livello le zone trattate a
neutro. Successivo reintegro pittorico delle abrasioni e delle microlacune con colori ad acquerello in leggero
sottotono.
Management Group Srls Sede legale : Via della Cellulosa, 25 - 00166 Roma - Sede operativa Via Palermo 34 C
Ciampino Roma P.IVA, C.F. 12819511002, Reg. Roma Rea RM n.1403006 Telefono 06 7963681 Fax 06 92912952 –
cell 392 92361924 Sede secondaria L’Aquila Via XX Settembre 101 tel 0862 701282 - Certificati OS2- Restauratori
iscritti Albo MIBACT.
www.restauro-conservativo.it www.venditaimpiantojos.com

Restauro Ligneo e pavimenti antichi


Il legno è sempre stato un materiale molto utilizzato come supporto strutturale, ed ogni restauro richiede
sempre un’attenta analisi di studio preliminare e progettuale, specie di fronte a materiale ligneo dipinto dove
alle problematiche conservative del legno si sommano quelle degli strati pittorici.. Trattamento e restauro di
tutti gli apparati lignei artistici o elementi lignei di opere di interesse storico come pavimenti, soffitti in legno,
travi o travetti., Trattamento cotto e pietre naturali.
ELENCO DELLE PRINCIPALI REFERENZE

L’Aquila Villa Morante pulitura stucchi,reintegrazione pittorica,velatura e ritocco ad acquarello

Cortile D’onore Quirinale fregi restauro2016 -2017–Roma

Aquila Palazzo Manieri restauro elementi lapidei 2016-2018

Pulitura con sistema Jos stazioni metro linea A e B –Roma 2017

Restauro Conservativo Palazzo Vidoni 2015

Direzione tecnica restauro Palazzo Vidoni Caffarelli (Presidenza Consiglio


dei Ministri) Roma -2013-2014

Progetto di restauro mura di cinta Leonardesche Piombino Livorno 2012

Restauro conservativo e consolidamento Chiesa sconsacrata Via Cernaia angolo Castel Fidardo 2009

Roma: Palazzo di Giustizia Lavori di restauro di n°4 fontane entrate principale.


Restauro conservativo Palazzo Propoganda Fide – P.zza di Spagna Roma –2005-2007

Restauro conservativo Palazzo Ministero degli Interni Via Della Mercede Roma2005-2007

Restauro conservativo Edificio Provinciale Via Dei Prefetti Roma 2005 -2006

Restauro conservativo Palazzo Zaccaleoni a Priverno – Frosinone

Restauro Due Fontane Piazza D’Uomo L’Aquila 1999

Restauro e Pulitura della fontana in Piazza Madonna dei Monti – Roma.2003

Puliturae stuccatura Facciata centrale Duomo di Milano 2002-2008

Restauro conservativo Caserma Ferdinando di Savoia Roma 2000


Restauro conservativo Cortile D’onore Quirinale-Roma

Restauro degli elementi lapidei dell’Arco Trionfale – Subiaco (Roma).


2002 Restauro conservativo interno Palazzo Altieri Roma 2000

Restauro conservativo esterno Palazzo Altieri in Piazza del Gesù, 49 – Roma


2000 Restauro conservativo Palazzo della Stamperia – Roma 2000

Restauro conservativo Edificio demaniale in Via S. Susanna, 13 –1999-2000


Restauro conservativo Palazzo Colonna in Piazza SS. Apostoli, 6 - 1998 Restauro

Palazzo Odescalchi in Piazza SS. Apostoli, 80/ Roma 1998 Restauro conservativo
Palazzo Venezia in Via del Plebiscito 1998

Restauro conservativo elementi lapidei Stazione Centrale Roma1997


Restauro conservativo Sarcofago II sec. D. C. – Mito dei Niobidi –1995-1996

Recupero e protezione della pavimentazione in cotto del 1500 Hotel Columbus di Roma – ‘93
– ‘94.
Restauro conservativo Ambasciata del Sudafrica – Via Tanaro Roma – 1994 -2000

Restauro e pulitura della fontana in marmo in Piazza Clemente XI in Roma, per conto della X Ripartizione
Soprintendenza AA.BB.AA.

Pulitura e restauro della fontana dell’Acea –Roma. 1993-1994

Pulitura e protezione della Sala Siglienti – IMI

Foro Augusto, pulitura del tempio di Marte Ultore 1990-1991 Diagnosi Progetto Restauro ex Stazione
Bullona Milano 2011-2012 Pulitura e Restauro con Consolidamento facciate Via Buonarroti -Milano
Restauro conservativo e consolidamento Edifico storico Via Alzaia Naviglio Grande 144 Milano

Restauro conservativo sala biblioteca Santa Maria delle Grazie –Milano 2009

Restauro conservato Facciata Palazzo Dell’Orologio Via Arcivescovado 2 –Milano 2007-2008

Restauro del paramento murario in laterizio San Francesco Di Paola – Via


Montenapoleone – Milano 2007

Restauro conservativo e ritrovamento affresco 1600 Campanile dei Monaci a


Sant Ambrogio Milano 2005 – 2006

Restauro e consolidamento paramento murario di villa Scheibler – Milano 2005-2007

Restauro conservativo Palazzo Gallarati Scotti Milano 2004-2005

Restauro conservativo Biblioteca presso i Chiostri del Carmine di Brescia 2003-2007

Progetto di restauro mura leonardesche (Piombino) 2012

Restauro conservativo lapideo palazzo Marenzi – Trieste 2008

Archivio Notarile Lavori di pulitura prospetti di facciata con sistema JOS. Napoli

Restauro conservativo Palazzo Costanzi Trieste 2000-2001

Restauro delle due fontane di Piazza del Duomo a L’Aquila. 1999

Restauri dei prospetti esterni di facciata Liceo Azzuni in trachite rossa – Sassari 1995-1994

Restauro e protezione del Palazzo del Fascio in calcarenite – Lentini, Siracusa. 1992 – 1993.

Pulitura e consolidamento degli elementi lapidei dei prospetti esterni di facciata di un palazzo in arenaria del ‘700 –
Catania. 1992-1993
Pulitura della Tomba Pasquale Tola del 1800 in marmo – Sassari 1994-1995 Soprintendenza Archeologica di
Perugia-Tempio Urbinum Hortense-III secolo A.C. eliminazione alghe e licheni Pulitura Tufo.1991

ESTERO

Restauro conservativo Edificio Reale di Esztergom – Ungheria 2002-2007

Restauro Rangensburg (Germania) Duomo pulitura 1988-1989

Management Group Srls Sede legale : Via della Cellulosa, 25 - 00166 Roma - Sede operativa Via Palermo 34 C
Ciampino Roma P.IVA, C.F. 12819511002, Reg. Roma Rea RM n.1403006 Telefono 06 7963681 Fax 06 92912952 – cell
392 92361924 Sede secondaria L’Aquila Via XX Settembre 101 tel 0862 701282 - Certificati OS2- Restauratori iscritti
Albo MIBACT.
www.restauro-conservativo.it www.venditaimpiantojos.com

Potrebbero piacerti anche