Sei sulla pagina 1di 1

URL :http://www.italiaperme.

com/
italiaperme.com
PAESE :Italia
TYPE :Web Grand Public

3 maggio 2019 - 20:53 > Versione online

Un finanziamento per il team Mapping


Italian News: studierà le interazioni social
durante le europee
3 maggio 2019
in Social Media by ItaliaNews
Mapping Italian News
3 Maggio 2019
di FEDERICO SOZIO
URBINO – Mapping Italian News, il team di ricercatori che operano nel campo dell’analisi dei
social media e della comunicazione politica, ha ricevuto un finanziamento di 40.000 dollari dal
Social Science Research Council per la ricerca sui mezzi di comunicazione e la democrazia
sociale.
Il team di ricerca, fondato dal docente dell’UniversitàdiUrbino Fabio Giglietto, è l’unico italiano
dei 12 vincitori. Trenta ricercatori di undici paesi sono stati scelti a livello mondiale e potranno
avere accesso anche alle banche dati di Facebook per indagarne il ruolo nelle elezioni europee del
26 maggio.
Attraverso un’analisi delle notizie politiche e del loro impatto sui social network, Facebook e
Twitter, il team di Mapping Italian News riesce a capire cosa pensano gli italiani delle questioni
che ruotano intorno al mondo della politica utilizzando strumenti come CrowdTangle per studiare
nel dettaglio le interazioni (condivisioni, e like).
“Il progetto del Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Studi Umanistici e Internazionali
(Discui) dell’UniversitàdiUrbino con cui abbiamo vinto riguarda le interazioni social relative
alle notizie di stampa nel periodo delle elezioni politiche del 2018: abbiamo creato una mappatura
della copertura mediatica sui temi politici prodotta dai media italiani – ha spiegato Giglietto – e
ora stiamo raccogliendo un dataset analogo per le elezioni europee, chiederemo di poter applicare
gli stessi strumenti utilizzati lo scorso anno. Quelli che utilizziamo sono tre: “CrowdTangle”, il
tool di Facebook che analizza i social media, “URL shares dataset”, una raccolta di notizie e url
con rispettive interazioni e dati, e le “API” (Application Programming Interface) che consentono
di studiare la pubblicità su Facebook tra cui quelle politiche”.
Grazie ai dati che metterà a disposizione Facebook nell’ambito di questo programma, nei
prossimi mesi il team sarà in grado di osservare le dinamiche di interazione sulle notizie politiche
italiane in un modo che non è mai stato possibile fare prima dai ricercatori indipendenti: “Uno dei
dati davvero interessanti che Facebook ci darà è il numero di e di condivisioni fatti senza cliccare
su un link – ha sottolineato il docente – e avremo anche l’accesso ai dati sul numero delle
segnalazioni ricevute su link e notizie: può essere un’indicazione ulteriore per scovare attività
organizzate che hanno lo scopo di danneggiare una fonte piuttosto che un’altra”.
Con i 40.000 dollari ottenuti dalle fondazioni no profit il team di ricerca potrà assumere un
ricercatore per un anno. “Vogliamo dare la massima visibilità al bando sperando di attrarre i
migliori, eventualmente anche dall’estero. Oltre a conoscere il fenomeno della comunicazione
politica puntiamo all’aspetto tecnico per accedere all’enorme quantità di dati che ci metterà a
disposizione Facebook” ha concluso Giglietto.
Invia Report sui Contenuti

Tutti i diritti riservati