Sei sulla pagina 1di 8

IC “ C OSTIERO ” DI VICO EQUENSE -CLASSE V-E

Magic Friends http://anna-classionline.blogspot.it


Data 6 GIUGNO 2018 GIORNALINO SCOLASTICO ANNO 1 - N.4
EDITORIALE
CARI LETTORI,QUELLO CHE STATE PER
LEGGERE POTREBBE SEMBRARE UN NOR-
MALE NUMERO DEL NOSTRO GIORNALI-
NO, MA NON LO È... PERCHÈ È L’ ULTIMO
NUMERO DI QUEST’ANNO SCOLASTICO
ED È L’ULTIMO DELLA NOSTRA CLASSE Il 18 aprile 2018, noi delle immaginare che stessimo entrati in una casa il cui
V-E. classi quinte, siamo an- viaggiando nel tempo. pavimento era a mosaico.
IN QUESTO NUMERO CI SARANNO TESTI dati a visitare gli scavi Nelle case per i Romani
ARGOMENTATIVI SU UN TEMA ORRIBILE Poi abbiamo visto dei
OVVERO IL PRESUNTO INIZIO DI UNA archeologici di Ercolano. calchi, in resina, di sche- la cosa più fondamentale
TERZA GUERRA MONDIALE: DOBBIAMO
Arrivati lì, alle 9:30 circa, era il giardino. A proposi-
PREGARE TUTTI PERCHÈ NON ACCADA letri morti nel 79 d. C. e
QUESTO MASSACRO. siamo subito ripartiti per to del pavimento, la guida
scoperti negli anni 80: qui
MA ORA NON RATTRISTIAMOCI SU QUE- la visita del luogo. ci ha spiegato che poli-
STO ARGOMENTO. PARLIAMO ANCHE DI gli archeologi hanno tro-
USCITE DIDATTICHE, COME LA GITA AD cromi significa più colori
Per prima cosa abbiamo vato circa 300 corpi di
ERCOLANO; DI INCONTRI PARTICOLARI, invece monocromi signifi-
COME LA VISITA AL COMUNE PER UNA incontrato la nostra guida persone con accanto co-
LEZIONE SPECIALE; DI FESTE IMPORTANTI, ca di un solo colore.
COME QUELLA DELLA MAMMA; DI Laura: ci ha detto che se che loro adoravano.
PROBLEMATICHE SOCIALI, COME IL Ercolano è molto antica Abbiamo pure visto la Nella cappella di Augusto
TRISTE FENOMENO DEL BULLISMO. A
FINE ANNO, POI CI SARANNO VARI ma è stata scavata e ri- era presente uno stile di
IMPEGNI COME LA FESTE DI CLASSE E LO
statua di Marco Nonio
SPETTACOLO FINALE DEDICATO ALLA
portata alla luce solo all'i- Baldo. parete mitologica dove
NOSTRA CITTÀ DI NAPOLI, NOTA PER LA nizio del 700 (1738- Continua a pagina 2 ...
SUA BELLEZZA E PER LA SUA CAPACITÀ DI Le grandi mura che ab-
SUSCITARE EMOZIONI IN CHI HA LA 1765).
FORTUNA DI VISITARLA… E ABBIAMO biamo ammirato Sommario
PARLATO ANCHE DI QUESTO. Iniziando il percorso, sia- all’ingresso, ricordano
>Autismo: Ascolta i
CI STIAMO IMPEGNANDO TANTISSIMO E mo entrati in un tunnel e Ercolano prima dei Ro- miei passi...
ANCHE SE QUESTO NUMERO È USCITO IN
RITARDO SPERIAMO CHE VI PIACCIA, qui Laura ci ha detto di pag. 2
mani. Poco dopo, siamo
PERCHÉ, TRA PROVE DELLA RECITA,
PROVE INVALSI, PROVE MT E VARI STUDI >La scuola che vor-
PIÙ INTERROGAZIONI, NON ABBIAMO rei…
AVUTO IL TEMPO DI ULTIMARLO.
>Disboscamento
QUESTO GIORNALINO, ESSENDO L’ UL-

Q
TIMO, DOVRÀ ESSERE INCORNICIATO PER uesta festa di fine anno è stata davvero pag. 3
RICORDO DI QUESTA NOSTRA FAVOLOSA emozionante e coinvolgente. >La mia super mamma
AVVENTURA GIORNALISTICA.
ANCHE SE DIVISI ALLA SCUOLA MEDIA, Il 31 maggio è stato uno dei giorni più pag. 4
COMUNQUE RICORDEREMO SEMPRE LA commoventi della nostra vita. >Femminicidio: una
NOSTRA MAESTRA ANNA E LE BELLE triste realtà
INIZIATIVE CHE CI HA FATTO PORTARE La festa è iniziata alle ore 19:30 e a rallegrare la serata c’erano
AVANTI CON TANTO AMORE. pag. 5
i “Why & Not ”. Per accogliere le maestre ci siamo messi a bal-
VOGLIAMO SALUTARE INOLTRE ANCHE lare e dopo abbiamo invitato anche i nostri genitori e tutte le >Un problema infinito:
TUTTE LE ALTRE MAESTRE E CIOÈ QUELLE la guerra
DI SOSTEGNO, DI MUSICA, DI MOTORIA, nostre maestre a fare altrettanto e così tutti insieme ci siamo
DI INGLESE, DI RELIGIONE E DI ARTE. sfrenati. pag. 6
UN SENTITO GRAZIE ANCHE A VOI >Se bullo sei… non è
LETTORI E ALLA NOSTRA DIRIGENTE, Prima di andarcene siamo scoppiati a piangere tutti e anche mai tutto ok!!!
DEBORA ADRIANOPOLI. dagli occhi delle maestre sono scese le lacrime per quanto loro
Pag.7
DIRETTRICE: YVONNE DE MARTNO cercassero di nasconderle in fretta .
VICE DIRETTORE: PIETRO FORMATO.
Leila Asturi e Ferdinando Apuzzo

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino


IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

Eventi scolastici di rilievo


AUTISMO: Ascolta i miei passi...

I
niziamo a dire che l’autismo non è un problema grave: autistici si nasce e si cresce. Oggi sono venu-
te due signore a spiegarci cos’è l’autismo. Si inizia a capire che un bambino è autistico a circa 3 anni.
Le persone non devono giudicare gli autistici e non devono fare differenze tra loro e tra i bambini
normali perché loro sono uguali, solo che hanno un diverso modo di vivere le esperienze e perciò si com-
portano in modi diversi. Bisogna fare amicizia e dialogare con loro, ma con cautela e rispettandoli perché
sono più sensibili.
Come si capisce se una persona è autistica? Innanzitutto non parla oppure parla ma con difficoltà e poi fa
gesti stereotipatici con le mani. Inoltre, ci hanno fatto ascoltare dei video di persone autistiche che rac-
contano la loro storia come: Silvia , Jacopo e Temple che sono “speciali” in quanto sono capaci di fare co-
se in più degli altri. Molti di loro hanno una conoscenza, una sensibilità e un’attenzione enorme: ad esem-
pio: si accorgono di professori che cambiano profumi oppure il taglio dei capelli. Insomma, sono straordi-
nari e talvolta addirittura eccezionali!
Ferdinando Apuzzo
REDAZIONE ...continua da pagina 1
Direttore: c'erano figure rappresentanti Ercole, l' eroe fondatore di Ercolano.
Yvonne De Martino Oltre allo Stile mitologico ad Ercolano ce ne sono altri tre: 1- dell' incrostazione marmore-
Vice direttore: a; 2 - architettonico; 3 - ornamentale.
Pietro Formato
Infine, finito il giro, abbiamo fat-
Redattori:
to la merenda,e siamo ritornati
Federica Aiello al pullman.
Ferdinando Apuzzo
Leila Asturi Al ritorno abbiamo fatto la corri-
da che ha vinto Martina.
Giuseppe Cafiero
Jaedon Ruben Capriola Questa gita è stata proprio di-
Luca De Chenno vertente … la vorrei rifare!!!
Chiara De Feo Chiara De Feo
Francesca De Simone
Asia Desiderio
Antonio Doriano Una “lezione” speciale
Martina Esposito
Oggi, 14 aprile, siamo stati (tutte le quinte) al Comune di Vico Equense. Siamo
Josep Jayaweera A. P.
stati lì ben quattro ore, quasi piene. Un luogo incantevole, splendido, meraviglio-
Luca Manganaro so… ma andiamo avanti.
Gabriel Pisa
Arrivati a scuola abbiamo temporeggiato fino alle 9:15 / 9:30; e, da lì, poi ci sia-
Francesca Rapesta mo avviati. Giunti al Comune, ci siamo seduti e così ha avuto inizio la nostra
Francesca Savarese “lezione scolastica”. I Professori (il Sindaco, maggioranza …) sono entrati in aula
Pasquale Sorrentino (Sala Consiliare).
Giulia Trignano Da lì, dopo circa un’ora, la lezione è diventata, un po’, un dibattito.
Ciro Volpe
Il primo a fare una domanda ai Professori, è stato Ferdinando continua da pagina 8...

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n. 4– 6 giugno 2018-) pag. 2
IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

In classe… con classe


Testo argomentativo: LA SCUOLA CHE VORREI
La scuola tanti anni fa, quando la frequentavano i nostri nonni, era molto più difficile ed era molto perfetta. I nostri
nonni perfino in 1ª elementare, dovevano studiare molto, perché diversamente si rischiava di essere bocciati. Inve-
ce, ora si dice che in 1ª elementare si deve solo imparare a scrivere e a leggere. Quando si veniva interrogati se non
si sapeva niente non si metteva neanche il 6, ma il 2. Quando c’erano le verifiche se la maestra vedeva che qualcu-
no copiava, annullava la prova. In 5ª elementare c’era l’esame e per prendere il massimo dei voti si “doveva suda-
re”! In 1ª media non si doveva fare più il solito testo da una pagina, ma un tema che doveva essere lungo di almeno
2 o 3 pagine: c’era anche un tempo massimo per lo svolgimento della prova. Se non si riusciva a scrivere tutte quel-
le pagine, la prova non veniva considerata e si passava a qualche interrogazione orale in più. Alle medie i voti erano
bassi 1, 2, 3... ma chi studiava di più poteva prendere anche 8 o 9. In 3ª media c’era sempre l’esame e se in 5ª si
doveva sudare, là, per non essere bocciato, si doveva studiare per mesi, giorno e notte. Alle superiori il voto più
alto era 6 o forse 7, invece il più basso era 0. Quando si doveva fare l’esame di maturità, per superarlo, il libro si
doveva aprire e poi non più chiuderlo per tutto l’anno scolastico. Per diventare dottore si doveva prendere la laurea
e si dovevano fare circa 40 esami, perché a quei tempi non si poteva comprare la laurea. Ora parliamo della scuola
del presente: oggi in 1ª elementare è come se non ci si andasse, perché non si impara neanche a leggere bene; ora
agli studenti il 6, sulla loro pagella, non si può mettere, anche se non sanno niente e così loro sono sempre contenti
perché riescono a vedere tutti 9 e 10. Adesso ci sono le prove invalsi: molti studenti le fanno, ma, se trovano pro-
fessoresse o professori disonesti che li aiutano, di certo non possono sbagliare. In terza media si fa sempre l’esame
però ora si deve sicuramente studiare di meno. Quando si deve fare l’esame di maturità si deve studiare come se si
dovesse fare un’interrogazione in 3ª media. Per avere una laurea non si deve studiare per forza: la si può comprare
tranquillamente. L’unica cosa certa è che molti malati sono morti a causa di medici “falsati”, cioè impreparati.
Io preferisco la scuola di una volta. Ciro Volpe

Testo argomentativo: IL DISBOSCAMENTO (aspetti positivi e negativi)


Il Disboscamento si ha quando gli operai vanno nella foresta o nei boschi a tagliare gli alberi per riscaldarsi, per
costruire mobili (sedie, tavoli, trave per tetti, banchi, cattedre) attrezzi da cucina o da giardino, per recinti o stalle,
per lavagne ecc …
Quando le persone vanno a tagliare gli alberi, provocano un grosso danno alla natura. Infatti, quando per esempio
si tagliano gli alberi di palma per produrre l’ olio di palma, le scimmie non trovano più un posto dove rintanarsi e
quindi ne soffrono.
Questo fenomeno interessa soprattutto le aree a clima tropicale dove intere foreste vengono abbattute o dove gli
alberi vengono bruciati dagli incendi.
Il disboscamento (a parer mio) non è una cosa positiva, però se, per esempio, ci sono alberi vecchi o alberi
“fulminati” è un altro discorso, perché in questo caso meglio è che l’uomo tagli quegli alberi per far sì che non sof-
frano. Ovviamente nel disboscamento ci sono sempre aspetti positivi e purtroppo anche negativi.
-Il lato positivo è che da una parte l’ uomo taglia gli alberi vecchi e malandati;
-il lato negativo è che da un’ altra parte gli uomini stanno sterminando le foreste e i boschi.
Io propongo di fare una legge nella quale ci sia il divieto di non radere al suolo gli ambien-
ti boschivi e naturalisti e di non uccidere gli animali che si vanno a rifugiare in questi
ambienti. Giulia Trignano

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n.4 - 6 giugno 2018-) pag. 3
IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

Sentimenti ed emozioni... in primo piano


LA MIA SUPER MAMMA
Mia mamma si chiama Concetta e ha 42 anni. I suoi
capelli sono neri come gli occhi; il suo naso è corto e
piccolo, ma anche la bocca e le orecchie sono piccole
e dritte. Il suo collo è corto, le sue braccia sono lun-
ghe, come le gambe, e i piedi sono grandi e belli.
Lei si veste benissimo con vestiti gonne, maglie e pan-
taloni, con le scarpe con il tacco, oppure con quelle
per la ginnastica o anche con quelle per uscire.
Il mio ricordo preferito con lei è stato quando siamo usciti tutti insieme e abbiamo man-
giato la carne e l' insalata “paesana”. Io le voglio molto bene, perché lei fa tutto per noi, a
casa. Ci abbraccia e ci bacia sempre prima di andare a scuola oppure il lunedì, quando sta
di festa o la notte. Poi, prima di andare a dormire, ci dà un bacio grande per dirci quanto
ci vuole bene. Io ho davvero una mamma SUPER!
Federica Aiello

Amore-odio/pace-guerra/bene-male
L’amore perso... per il mondo
La guerra è un pericolo per l’umanità e per il mondo, perché sta
crollando tutto: in tante zone di guerra ci sono bombe, fuochi,
cannoni, fucili, proiettili. Per me non si dovrebbe fare la guerra
per un solo motivo e cioè perché Dio ci ha dato questo mondo
per farci vivere in pace e, invece, noi lo distruggiamo. Una del-
le guerre che è in corso è quella della Palestina dove soldati E-
brei hanno ucciso cinquantasette persone tra cui un quattordi-
cenne, impegnato nei trasporti militari. A volte la guerra è chiamata “Guerra
umanitaria’’ solo per farla addolcire, ma rimane una cosa orribi-
le. Però non cambia niente. Quello che è terribile è che la gen-
te ha perso la libertà di pensare e si lascia condizionare da
quello che dicono gli altri per cui finiscono per accettare tutto
passivamente, senza scegliere.

Martina Esposito

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n.4 - 6 giugno 2018-) pag. 4
IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

Cittadinanza Attiva… non cAttiva


FEMMINICIDIO: una triste realtà
Il “femminicidio” si sta diffondendo un po’ ovunque e causa oltre tremila vittime all’ anno: il fatto
sconvolge tutto il mondo.
L’ uomo una volta sposato, se il matrimonio non funziona, uccide sua moglie, a volte per gelosia,
a volte per violenza, perché crede di avere pieno potere di possesso su di lei.
Noi ne abbiamo parlato a scuola e il fatto ci ha stupito ed impressionato.
PERCHÉ ACCADE TUTTO
QUESTO? -Ci siamo chiesti.
Perché l’uomo, secondo
noi, non rispetta la donna
e vuole che la donna sia
sempre a sua disposizione,
tutto il giorno, magari re-
stando chiusa in casa a fa-
re pulizie .
Leila Asturi
Ferdinando Apuzzo

LA DROGA: che fare? Meglio starne lontano


La droga è sempre stata un pro-
blema molto grave in tutto il
mondo: c’è gente che spende il
suo guadagno, i suoi risparmi per
pochi grammi di quella “male-
detta roba inutile”.
Queste persone, a poco a poco, non ne posso fare più a meno,
perché la droga crea dipendenza, e, continuando così, rischiano
di morire .
Ma c’è un rimedio a questo problema: basta guardarsi in faccia e
dire basta! Dire basta a se stessi e cercare di vincere la dipen-
denza.
Luca De Chenno—Ferdinando Apuzzo—Gabriel Pisa

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n.4 - 6 giugno 2018-) pag. 5
IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

Una finestra aperta sul mondo


UN PROBLEMA INFINITO: LA GUERRA
Secondo me, la guerra è una cosa de che, secondo me, ci poniamo è Cattiva non Attiva e quindi che
orribile, perché il suo scopo è tutti: -Come si fa a fermare la senza guerra c’è e ci sarà sempre
quello di uccidere, far soffrire e guerra nel mondo? un mondo migliore.
maltrattare il prossimo. Beh, a questa domanda c’è una
Giulia Trignano
La cosa più vergognosa è che la sola e unica risposta: se noi con-
“bestia umana” deve togliere, dividiamo tutto ciò che abbiamo,
rubare, la vita d’un suo fratello. ci vogliamo bene l’un l’altro, dia-
Pensare che Cristo, Dio padre no- mo fiducia al prossimo, la pace ci
stro, ha creato l’uomo con la spe- sarà.
ranza che l’umanità si amasse. Così potremmo creare un muro
Poi noi andiamo alla via crucis, in di pace che ostacolerà talmente
chiesa, a pregare, nei santuari, la guerra che prima o poi
ma che ci andiamo a fare, se do- SPARIRÀ PER SEMPRE.
po si pensa e si fa solo guerra?
Questa è una delle tante doman- Così capiremo tutti che la guerra

III GUERRA MONDIALE: un pericolo possibile


La notte, tra il venerdì 13 e il sabato 14 aprile, è scoppiata una bomba sulla Si-
ria, lanciata da tre Nazioni: Inghilterra, Francia e America. Da poco è partito un
sottomarino da Napoli per raggiungere le zone in conflitto. Preghiamo tutti af-
finchè non si scateni la guerra mondiale, perché c’è in gioco il nostro futuro... il
futuro dell’ umanità. “- Aiutoooo!!! Aiutoo!!!”: urlano gli abitanti della Siria. Ma
siamo tutti a RISCHIO di una terza guerra mondiale. In tanto in Siria si vedono
bombe che cadono su case e su scuole; piccoli bambini studiano nel caos e per
strada, mentre noi stiamo qui, in scuole funzionanti, spensierati e allegri.
BASTA GUERRA!!! Yvonne De Martino

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n.4 - 6 giugno 2018-) pag. 6
IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

È un problema di tutti: parliamone...


BULLISMO E CYBERBULLISMO

Ferdinando Apuzzo

Francesca Rapesta

Pietro Formato

Pasquale Sorrentino
Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n.4 - 6 giugno 2018-) pag. 7
IC “COSTIERO” DI VICO EQUENSE — CLASSE V-E (MAGIC FRIENDS N.4)

AllegraMente

...continua da pagina 2
(quinta E) che ha chiesto: “Quali
progetti ci sono per Vico Equen-
se?”
(A questa domanda i Professori
risponderanno dopo!)
Dopo questa domanda sono anda-
ta in “trans” e non ho più ascolta-
to: mi sono imbambolata per
mezz’ora!
Dopo abbiamo parlato di un even-
to speciale: la Pizza a Vico Equen-
se.
E, probabilmente, l’anno prossi-
mo, quando l’evento ci sarà di
nuovo, ci sarà la festa anche in
altri luoghi storici del paese.
L’unica cosa che non mi è piaciuta
affatto è stata la scostumatezza
dei ragazzi, anzi direi bambini, che
dietro di me, mi davano i calci die-
tro e così il mio mal di schiena è
aumentato. Dopo un po’ ero e-
stremamente stufa, e sono stati
fortunati che non è partito uno
schiaffo.
Beh, alla fine li ho dovuti soppor-
tare.
Però, comunque, la lezione, per
me, è stata un successone!
Leila Asturi

Magic Friends - Docente responsabile: Anna Guarracino (n.4 - 6 giugno 2018-) pag. 8