Sei sulla pagina 1di 324

LyX guida

per immagini
come scrivere
bellissimi libri

Andrea Stefanelli
© 2016 Andrea Stefanelli
risatascalciante@gmail.com

Prima edizione (Aprile 2016)


Questo libro è stato composto utilizzando il software open source LYX.
Questo libro è dedicato a tutte quelle persone a cui
piace scrivere.
Indice
Installazione e primi passi 11
Perché proprio LYX 12

Installare LYX 14

Creare e configurare un nuovo documento con LYX 17

Impostare il nostro primo documento come modello 27

Impostiamo il controllo ortografico 30

Iniziamo a scrivere il nostro primo documento con LYX 33


Aprire un nuovo documento dal modello 34

Iniziamo a scrivere il nostro libro 37

Scrivere il nostro primo capitolo con LYX 45

Inserire l’indice generale al nostro libro con LYX 51

Esportare il nostro libro in PDF 55

Navigare nel documento 57

Personalizzare il testo 60
I paragrafi in LYX 61

Andare a capo senza iniziare un nuovo paragrafo 64

Gli elenchi in LYX 66

Evidenziare e formattare il testo 70

Inserire simboli nel documento 76

Inserire caselle di testo nel documento 81

5
© 2016 Andrea Stefanelli

Inserire figure e tabelle 87


Inserire immagini con LYX 88

Inserire immagine cinta dal testo 92

Impostare la didascalia di immagini e tabelle 99

Inserire immagine flottante 101

Posizionamento oggetti flottanti 106

Inserire una tabella nel documento 109

Inserire tabella cinta dal testo 112

Inserire tabella flottante 118

Inserire una tabella lunga nel documento 125

Tabella con larghezza colonne fisse 132

Funzionalità avanzate 135


Inserire uno spazio orizzontale 136

Inserire uno spazio verticale 141

Inserire una linea orizzontale 147

Inserire una interruzione di pagina 150

Inserire una nota a piè di pagina 154

Inserire una nota a margine 157

Inserire un riferimento nel documento 160

Inserire un indirizzo web nel documento 165

Inserire l’indice analitico al nostro documento con LYX 167

Personalizzare il frontespizio 172


Completare la copertina del libro e aggiungere la dedica 173

Pagine vuote e numerazione pagine 179

6
© 2016 Andrea Stefanelli

Creare la pagina del copyright 184

Creare manualmente la pagina della dedica 189

Usare una immagine per copertina del nostro libro 192

Per i perfezionisti 196


Centrare i titoli 197

Usare titoli fantasiosi dei capitoli 202


Lo stile del capitolo Sonny . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 203
Lo stile del capitolo Lenny . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 204
Lo stile del capitolo Glenn . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 205
Lo stile del capitolo Conny . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 206
Lo stile del capitolo Rejne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 207
Lo stile del capitolo Bjarne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 208
Lo stile del capitolo Bjornstrup . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 209

Inserire una epigrafe nel documento 210

Scrittura su più colonne 215

Personalizzare il layout della pagina del documento 218


Impostare il layout di tutte le pagine del documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . 218
Impostare il layout di una singola pagina del documento . . . . . . . . . . . . . . . 220
Impostare l’aspetto della numerazione delle pagine . . . . . . . . . . . . . . . . . . 220
Personalizzare le intestazioni e i piè di pagina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 221

Inserire diagrammi nel documento 224


Inserire un diagramma base . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 224
Diagramma circolare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 225
Diagramma di flusso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 226
Diagramma in sequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 226
Diagramma a costellazione: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 227
Diagramma a bolle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 228
Diagramma descrittivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 228
Diagramma descrittivo a lista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 229
Diagramma descrittivo a priorità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 229

Inserire un diagramma con opzioni personalizzate 231


Inserire un diagramma con opzioni personalizzate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 231
Diagramma descrittivo a priorità con opzioni personalizzate . . . . . . . . . . . . . 231
Diagramma con un colore diverso per ogni elemento . . . . . . . . . . . . . . 231
Diagramma con un colore uguale per tutti gli elementi . . . . . . . . . . . . . 232

7
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagrammi di flusso con opzioni personalizzate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 233


Diagramma di flusso con un colore diverso per ogni elemento . . . . . . . . . 233
Diagramma di flusso con alcuni elementi dello stesso colore . . . . . . . . . . 234
Diagramma di flusso con elementi dello stesso colore e frecce più lunghe . . . 234
I colori nei diagrammi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 235

Diagrammi in scala di grigio 236


Diagramma descrittivo a priorità in scala di grigio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 236
Diagramma descrittivo tipo lista ordinata in scala di grigio . . . . . . . . . . . . . . 237
Diagramma di flusso in scala di grigio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 238
Diagrammi circolari in scala di grigio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 238
Diagramma in sequenza in scala di grigi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239

Inserire un pdf nel documento 241

Inserire appunti Markdown in LyX 248


Tabella sintetica comandi Markdown base . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 248
1- Esportare il file markdown in formato LaTeX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 249
2- Importare il file .tex in LyX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 250
3- Impostare con LyX il documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 252
4- Personalizzare il documento con LyX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 255
5- Esportare il documento in PDF LuaTeX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 257

Usare il codice LATEX 258


Inserire codice TEX nel documento 259

Usare il codice TEX invece di sfogliare menù e finestre 262


Sezionamento del testo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 262
Evidenziare il testo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 262
Detti versi e citazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 263
Comandi di formattazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 263
Allineamento del testo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 263
Spazio orizzontale e verticale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 264

Aggiungere un pacchetto al preambolo LATEX 265

Colorare sfondi e testo usando il codice TEX 268


Scrittura con testo colorato nel documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 268
Cambiare colore al testo di tutto il documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . 269
Cambiare colore allo sfondo del documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 269

Usare i modelli di colore con il codice LATEX 270


Gray . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 271
RGB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 272
CMYK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 276

8
© 2016 Andrea Stefanelli

Impostazioni tipografiche usando il codice TEX 280


Mettere un testo in un box . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 280
Creare una casella di testo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 280
Creare una casella di testo senza cornice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 280
Creare una casella di testo con cornice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 281
Inserire tabulazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 281

Inserire simboli nel documento utilizzando il codice LaTeX 283


Lettere greche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 283
Operazioni binarie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 283
Relazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 284
Delimitatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 284
Delimitatori grandi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 284
Frecce . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 284
Vari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 284
Funzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
Accenti matematici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
Simboli di dimensione variabile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
Operatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
Simboli di registrazione e copyright . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285

Cambiare la grandezza dei caratteri con LATEX 286


Usare il pacchetto Graphicx . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 286
Usare i comandi per la dimensione dei caratteri . . . . . . . . . . . . . . . . . . 286
Usare il pacchetto Type1cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 287

Scrivere numeri con esponenti o formule scientifiche 288

Indice generale usando il codice TEX 289


Inserire manualmente le voci nell’indice generale . . . . . . . . . . . . . . . . 289
Distanziare i numeri dai titoli nell’indice generale . . . . . . . . . . . . . . . . 289

Pacchetti aggiuntivi 290


Afterpage . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 290
Graphicx . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 290

Caratteri speciali 292

Caratteri speciali con la tastiera Windows 293


Tastiera Windows con disposizione lettere Windows . . . . . . . . . . . . . . . . . . 293
Tastiera Windows con disposizione lettere Mac . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 294

Caratteri speciali con la tastiera Mac 295

9
© 2016 Andrea Stefanelli

Problemi con LYX 296


Mancata generazione pdf 297

Mancato rispetto dei margini 300

Rimuovere i rettangoli rossi ai collegamenti 301

Scrivere lettere con LYX 304


Creare e configurare una lettera con LYX 305

Scriviamo una lettera con LYX 314

10
Installazione e primi passi

11
Perché proprio LYX
LYX è un word processor multi-piattaforma open source che potete usare con linux, Windo-
ws o col Mac.
LYX è un editor visuale di documenti. Si basa sul linguaggio LATEX, ma non richiede la
scrittura di alcun tipo di codice. Molto adatto per la produzione di testi scientifici e per
scrivere libri o documenti molto lunghi e con strutture complesse.
E’ uno dei programmi più usati dagli studenti all’università per scrivere le tesi. Questo
perché oltre a permettere di fare lavori di impaginazione all’altezza di lavori professionali
consente di risparmiare molto tempo.
Immaginate di poter scrivere un documento come un libro o una lunga tesi divisa in ca-
pitoli, sezioni e sottosezioni. Poi si dice al programma di creare l’indice e lui lo crea. Da solo
crea l’indice indicando i numeri di pagina e se in seguito noi andiamo a modificare il nostro
documento lui aggiorna l’indice automaticamente. Potete immaginare che bel risparmio di
tempo non dover creare l’indice manualmente e non doverlo aggiornare manualmente per
ogni modifica che noi facciamo al documento.
Questo è solo un esempio di cosa fa LYX. Con LYX l’utente pensa solo a quello che vuole
scrivere indicando al programma il titolo del libro, dei capitoli, delle sottosezioni. Poi scrive
il suo testo pensando solamente a ciò che vuole scrivere. Alla composizione tipografica
penserà LYX.
Potremo sempre visualizzare in qualunque momento l’anteprima del documento. Quan-
do abbiamo finito e vogliamo stamparlo ne esporteremo una copia in PDF (pdflatex) che
potremo visualizzare o stampare con qualsiasi computer. Ma il pdf che crea LYX non è un
PDF normale, è un PDF che conserva al suo interno tutte le informazioni tipografiche della
formattazione del documento. Questo vuol dire che quando andremo ad aprirlo o stampar-
lo qualunque sia la piattaforma o il programma usato per aprirlo non correremo il rischio di
veder alterata la formattazione del nostro documento.
LYX inoltre compone tipograficamente documenti molto eleganti e uno dei suoi punti di
forza è la stabilità, in diversi anni che lo utilizzo non è mai andato in crash.
La maggior parte delle persone sono abituate a usare solo programmi come Word o Wri-
ter per scrivere testi. Ma scrivere un libro o gestire un documento molto lungo con tali
programmi non è per niente comodo. Per imparare a usare LYX dovrete inizialmente fare
un piccolo sforzo per entrare in un altro modalità di gestire il testo. Ma se lo farete vi ac-
corgerete che ne vale la pena e non vorrete mai più tornare a scrivere con un programma
tradizionale come Word o Writer.
In questa guida vi metto a disposizione dei tutorial che vi guidano passo passo all’uso
di LYX. Questi tutorial sono organizzati in capitoli e sono pensati per utenti neofiti che
hanno bisogno di istruzioni più dettagliate e di vedere per ogni passaggio l’immagine della
finestra del programma o il menù che gli si apre davanti. insomma è una guida passo passo
per immagini.

12
© 2016 Andrea Stefanelli

Per scelta ho deciso di non inserire in questa guida tutorial su come scrivere la matemati-
ca, ma ho deciso di concentrarmi nella spiegazione su come scrivere testi più o meno lunghi
e come scrivere libri di qualità.
Questa guida non vuol essere una guida completa su LYX, ma un manuale pratico per po-
ter scrivere subito usando tutte le principali funzioni di questo splendido programma. Una
base solida per usare LYX agevolmente per scrivere testi e libri. Solo i più esigenti scrittori
sentiranno la necessità di approfondire l’uso di questo programma nei minimi dettagli.

13
Installare LYX
LYX è un programma gratuito e non dobbiamo far altro che scaricarlo dalla sua pagina web:
http://www.lyx.org
Appena aperto l’indirizzo web avremo la seguente pagina:

Selezionare la pagina del download:

14
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora scaricate la versione per il vostro sistema operativo:

Windows: scaricate la versione Bundle (circa 212 MB) che contiene incorporata anche una

15
© 2016 Andrea Stefanelli

versione base di MikTex. Installatela e avrete LYX.

Mac: In questa pagina trovate il link per MacTex. Dovrete prima scaricare e installare
MacTex. Poi scaricate e installate la versione di LYX per mac.

Ubuntu e derivate: Aprite il terminale e digitate uno alla volta i seguenti comandi:
sudo apt-get install texlive
sudo apt-get install texlive-lang-italian
sudo apt-get install lyx
sudo apt-get install aspell
sudo apt-get install aspell-it
sudo apt-get install jabref
Verranno scaricati e installati i relativi pacchetti incluso LYX.
Per installare TEX live completa digitare la seguente stringa da terminale: sudo apt-get
install texlive-full

L’installazione di LYX può richiedere diverso tempo in quanto i pacchetti LATEX sono volu-
minosi.
A questo indirizzo potete trovare l’ultima versione di TEX Live e MacTEX :
https://www.tug.org

16
Creare e configurare un nuovo
documento con LYX
Selezionare l’icona del programma:

Si aprirà la finestra del programma:

Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "File" e dal menù a tendina che si apre

17
© 2016 Andrea Stefanelli

"Nuovo":

Oppure possiamo selezionare l’icona del pulsante "Nuovo documento":

Si aprirà la finestra del nuovo documento:

Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina che
si apre "Impostazioni...":

18
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la seguente finestra:

Ora andremo a impostare il nostro primo documento vuoto. Le classi di documento offer-
te da LYX sono molte, ma io ne sceglierò ora una in particolare. Io sceglierò la classe "Book
Koma-Script", che secondo me è quella che offre una impaginazione più elegante. E’ una
classe usata per scrivere libri, ma può essere usata per qualsiasi tipo di testo. Le opzioni che
vado ora a inserire in questo tutorial sono quelle che uso io per scrivere i miei documenti
con LYX.
Selezionare il pulsante "Layout locale..." e dal menù a tendina che si apre "book (KOMA-
Script)" o "Libro KOMA-Script":

19
© 2016 Andrea Stefanelli

Per rendere ora più elegante il nostro documento non accontentiamoci delle imposta-
zioni di default della classe "book (KOMA-Script)" o "Libro KOMA-Script". Andiamo a
personalizzare le opzioni della classe in modo da renderle più conformi alle nostre esigenze.
Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Caratteri" e si aprirà la seguente finestra:

Abbiamo la scelta tra diversi tipi di carattere, ma io consiglio di scegliere il carattere palati-
no (oppure Computer Modern Roman) per tutti i tipi di documento impostando i 3 seguenti
parametri come nella finestra dell’immagine sopra:

Famiglia base: Romano

20
© 2016 Andrea Stefanelli

Dimensione base: 12

Romano: Palatino (o Computer Modern Roman)

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Struttura testo" e si aprirà la seguente finestra:

Io di solito lascio la finestra impostata come sopra, che sono le impostazioni predefinite.
Se vogliamo però creare uno spazio verticale maggiore tra un paragrafo e l’altro possiamo
selezionare “Spazio verticale” e scegliere secondo quanto spazio verticale vogliamo tra un
paragrafo e l’altro tra “Salto piccolo”, “Salto medio” o “Salto grande”.
In questa finestra possiamo anche decidere di cambiare l’interlinea, ma io lo sconsiglio.
Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Layout pagina" e si aprirà la seguente finestra:

21
© 2016 Andrea Stefanelli

La finestra nei miei documenti la imposto come nell’immagine sopra impostando 2 para-
metri:
Formato: A4

Stile pagina: Semplice

Lo “Stile pagina” io preferisco quello semplice ma possiamo decidere tra i seguenti tipi:

Vuoto: senza intestazioni e piè di pagina, quindi senza la numerazione delle pagine

Semplice: con il solo numero di pagina al centro del piè di pagina

Intestazioni: riporta il titolo del Capitolo nelle pagine dispari e quello delle Sezioni nelle
pagine pari

Fantasioso: è simile a “Intestazioni”, ma più elaborato

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Lingua" e si aprirà la seguente finestra:

22
© 2016 Andrea Stefanelli

In questa finestra va impostata solo la lingua italiana, come nell’immagine sopra.


Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Numerazione & Indice generale" e si aprirà la
seguente finestra:

Se volete creare un documento in cui non appaia la numerazione dei capitoli la finestra
va impostata come nell’immagine sopra. Regolare i due regolatori affinché corrisponda
perfettamente:

23
© 2016 Andrea Stefanelli

Numerazione: NO a tutto (Parte, Capitolo, Sezione, Sottosezione, Sotto sottosezione, Para-


grafo e Sottoparagrafo)

Appare nell’indice generale: SI a : Parte, Capitolo, Sezione e Sottosezione


NO a : Sotto sottosezione, Paragrafo e Sottoparagrafo

Questa impostazione serve per impostare il documento in modo che possa compilare in
automatico l’indice generale.
Se invece vogliamo che i capitoli vengono numerati lasciare la finestra impostata in ma-
niera predefinita dalla classe del documento senza apportare cambiamenti.
Ora non ci rimane che impostare il preambolo di La TEX. Il preambolo sono quelle istru-
zioni che indicano al documento quali pacchetti di la TEX devono essere utilizzati. Se non
si inseriscono queste istruzioni non possiamo utilizzare alcune funzionalità di La TEX. Oltre
all’elenco dei pacchetti da utilizzare vanno inserite nel preambolo le impostazioni in codi-
ce LATEX relative ad alcuni pacchetti per impostare tipograficamente tali comandi su tutto il
documento.

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX" e si aprirà la seguente fine-
stra:

La finestra va impostata come nell’immagine sopra, ma con un elenco molto più lungo di
comandi LATEX. Per farlo copiare nel preambolo le seguenti stringhe:

\d ate{}
\usepackage{multicol}

24
© 2016 Andrea Stefanelli

\usepackage{color}
\usepackage[latin9]{inputenc}
\usepackage{afterpage}
\usepackage[italian]{babel}
\usepackage{graphicx}
\usepackage{wrapfig}
\usepackage{textpos}
\usepackage{boxedminipage}
\usepackage[]{hyperref}
\hypersetup{
pdftitle={},%
pdfauthor={},%
pdfsubject={},%
pdfkeywords={},%
colorlinks=true,%
linkcolor=black,%
linktocpage=true,%
pageanchor=true
}
\usepackage{amssymb}
\usepackage{amsmath}
\usepackage{tikz}
\usepackage{epigraph}
\usepackage{fancyhdr}
\pagestyle{fancy}
\lhead{}
\chead{}
\rhead{}
\lfoot{}
\cfoot{\thepage}
\rfoot{}
\renewcommand{\headrulewidth}{0pt}
\renewcommand{\footrulewidth}{0pt}
\def\numberline#1{\hb@xt@\@tempdima{#1.\hfil}\hspace{0,3cm}}

Queste stringhe di testo indicano a LYX quali pacchetti di latex utilizzare. L’uso di questi
pacchetti è indispensabile per usare LYX in maniera completa.
Fare ora clic sul pulsante "Ok" e abbiamo il nostro documento vuoto in cui possiamo
iniziare a scrivere.
Io consiglio per non ripetere la procedura tutte le volte che apriamo un documento di
LYX di salvare ora il nostro documento con il nome di "modello vuoto". E da ora in avanti
quando vogliamo scrivere un documento di LYX non dobbiamo far altro che aprire un nuovo
documento dal nostro modello già pronto. Potete vedere come impostare il documento
appena creato come modello dal tutorial alla pagina 27.
Se vogliamo centrare i titoli del nostro libro bisogna aggiungere il seguente codice nel
Preambolo di LATEX:

25
© 2016 Andrea Stefanelli

\usepackage[center]{titlesec}
\titleformat{\section}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\LARGE\textbf}
\titleformat{\subsection}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\large\textbf}
\titleformat{\subsubsection}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\normalsize\textbf}

Se vogliamo allineare tutte le didascalie delle immagini e delle tabelle del documento a
sinistra aggiungere le seguenti tre stringhe di codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{caption}
\captionsetup{singlelinecheck=off}
\captionsetup{justification=raggedright}

Se vogliamo allineare tutte le didascalie delle immagini e delle tabelle del documento a
destra aggiungere le seguenti tre stringhe di codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{caption}
\captionsetup{singlelinecheck=off}
\captionsetup{justification=raggedleft}

Se vogliamo centrare tutte le didascalie delle immagini e delle tabelle del documento ag-
giungere le seguenti tre stringhe di codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{caption}
\captionsetup{singlelinecheck=off}
\captionsetup{justification=centering}

Solo se abbiamo installato una versione completa di TEX Live e MacTEX e vogliamo usare
una immagine come copertina del nostro libro bisogna aggiungere il seguente codice nel
Preambolo di LATEX:

\usepackage{eso-pic}

26
Impostare il nostro primo documento
come modello
Dopo aver impostato il nostro primo documento con LYX con le istruzioni di questo capitolo
io consiglio, per non ripetere la procedura tutte le volte che apriamo un documento di LYX,
di salvare il nostro documento con il nome di "modello vuoto" e collocarlo in una cartella
con il nome di “Templates” o “Modelli LYX”.
Ora bisogna dire a LYX dove si trova la cartella in cui abbiamo collocato il nostro modello
vuoto.
Se avete il mac andare sulla barra del menù e selezionare la voce "LYX" e dal menù a ten-
dina che si apre selezionare "Preferences..." ":

Se avete Ubuntu o derivate o Windows andare nella barra dei menù e selezionare la voce
“Strumenti” e dal menù a tendina che si apre selezionare “Preferenze...”:

Si aprirà la finestra delle preferenze di LYX:

27
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Impostazioni di lingua" e dal sotto menù che si
apre selezionare “Percorsi”. Avremo la seguente finestra:

28
© 2016 Andrea Stefanelli

Nella riga della finestra:

Selezionare il pulsante “Sfoglia” e indicare al programma la posizione della cartella dove


abbiamo posizionato il nostro modello vuoto.
Ora da ora in avanti quando vogliamo scrivere un documento di LYX non dobbiamo far
altro che aprire un nuovo documento dal nostro modello già pronto.

29
Impostiamo il controllo ortografico
Bisogna impostare il controllo ortografico in maniera che mentre scriviamo un documento
LYX evidenzi le parole in cui abbiamo fatto qualche errore grammaticale o di battitura.

Se avete il mac andare sulla barra del menù e selezionare la voce "LYX" e dal menù a ten-
dina che si apre selezionare "Preferences...":

Se avete Ubuntu o derivate o Windows andare nella barra dei menù e selezionare la voce
“Strumenti” e dal menù a tendina che si apre selezionare “Preferenze...”:

Si aprirà la finestra delle preferenze di LYX:

30
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Impostazioni di lingua" e dal sotto menù che si
apre selezionare “Correttore ortografico”. Avremo la seguente finestra:

Mettere il segno di spunta sulle due seguenti voci:

31
© 2016 Andrea Stefanelli

• Verifica ortografia continua

• Verifica note e commenti

Se non fosse selezionato nessun motore del correttore ortografico selezionare la voce “Mo-
tore del correttore ortografico:” e dal menù a tendina che si apre selezionarne uno tra quelli
disponibili:

Infine confermare con il pulsante “Salva”.


Ora è stato impostato il controllo ortografico per tutti i documento di LYX che da ora in
avanti useremo.

32
Iniziamo a scrivere il nostro primo
documento con LYX

33
Aprire un nuovo documento dal
modello
Selezionare l’icona del programma:

Si aprirà la finestra del programma:

Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "File" e dal menù a tendina che si apre
"Nuovo da modello...":

34
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la finestra che ci porterà direttamente nella cartella in cui abbiamo collocato i
nostri modelli:

Non ci rimane che selezionare il nostro modello, nel nostro caso “modello vuoto.lyx”, e
confermare per aprilo. Si aprirà un file vuoto configurato secondo le impostazioni del no-
stro modello vuoto:

35
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora non rimane che iniziare a scrivere il nostro libro o documento.

36
Iniziamo a scrivere il nostro libro
Vediamo ora come scrivere Titolo, sottotitolo e autore e prima parte del nostro libro con LYX.
Abbiamo qui il nostro documento vuoto già configurato:

All’inizio della barra dei pulsanti vi è un pulsante che ci permette di scegliere cosa voglia-
mo scrivere. E’ il pulsante del menù degli ambienti. Selezionarlo:

E dal menù a tendina che si apre selezionare "Titolo":

37
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora scriviamo il titolo del nostro libro:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre selezionare "Sottotitolo":

38
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora scriviamo il nostro sottotitolo:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre selezionare "Autore":

39
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora scriviamo il nostro autore:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre selezionare "Parte":

40
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora andiamo a scrivere "PARTE PRIMA":

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

41
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della prima pagina:

L’anteprima della seconda pagina:

42
© 2016 Andrea Stefanelli

LYX mette il titolo della prima pagina un po’ troppo in alto, quindi vi consiglio di impo-
starlo tipograficamente più sotto di 5 cm per renderlo più centrato nella pagina.
Io normalmente imposto questo spazio di 5 cm prima del titolo dei miei libri scritti con
LYX. Il titolo che LYX mi colloca in maniera predefinita per me è posizionato troppo in alto.
Vediamo come farlo.
Posizionare il mouse dove vogliamo inserire il codice TEX, nel nostro caso prima del titolo,
e selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

43
© 2016 Andrea Stefanelli

Scrivere ora la seguente stringa in codice TEX: \vspace{5cm}


La riga del titolo ci apparirà ci apparirà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX con il titolo scritto 5 cm più in basso:

44
Scrivere il nostro primo capitolo con
LYX
Abbiamo qui il nostro documento già configurato in cui abbiamo scritto di già titolo, sotto-
titolo e autore. E abbiamo anche scritto il titolo della prima parte:

Selezionare il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si apre selezio-
nare "Capitolo":

Scriviamo ora il titolo del nostro primo capitolo:

45
© 2016 Andrea Stefanelli

Come avrete già visto tutte le vuole che premiamo INVIO inizia un nuovo paragrafo
"Standard". Iniziamo ora a scrivere qualche riga.
Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre selezionare "Sezione":

Scrivere ora il nome della sezione e qualche riga:

46
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX.


L’anteprima della prima pagina:

47
© 2016 Andrea Stefanelli

48
© 2016 Andrea Stefanelli

L’anteprima della seconda pagina:

49
© 2016 Andrea Stefanelli

L’anteprima della terza pagina:

50
Inserire l’indice generale al nostro libro
con LYX
Abbiamo qui il nostro documento già configurato e abbiamo già scritto il primo capitolo del
nostro libro:

Decido di posizionare l’indice generale dopo l’autore: mi posiziono dopo la scritta del-
l’autore e premo INVIO per andare a capo.

51
© 2016 Andrea Stefanelli

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre posizionare il mouse su "Elenco/Indice generale". Si aprirà un altro menù a tendina:
selezionare "Indice generale":

La finestra ci apparirà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

52
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della prima pagina:

53
© 2016 Andrea Stefanelli

L’anteprima della seconda pagina con il nostro indice generale:

L’indice generale verrà aggiornato automaticamente da LYX. Noi continuiamo a scrivere


il nostro libro e LYX si occupa di aggiornare per noi l’indice generale.

54
Esportare il nostro libro in PDF
Abbiamo qui il nostro documento già configurato e abbiamo già scritto il primo capitolo del
nostro libro:

Ora vogliamo stampare il tutto. Con LYX non possiamo stampare direttamente il nostro
lavoro. LYX è un compilatore. Noi perdiamo a quello che vogliamo scrivere e lui compi-
la tipograficamente il documento. Ora per poter portare il documento a qualcuno o per
stamparlo bisogna che LYX lo compili in pdf. Il pdf che verrà compilato da LYX contiene

55
© 2016 Andrea Stefanelli

al suo interno il linguaggio tipografico di TEX. Quindi sarà un pdf di alta qualità che verrà
visualizzato sempre bene e correttamente qualunque sia il supporto con cui lo andremo a
visualizzare o a stampare.
Per esportare il nostro documento in pdf andare sulla barra del menù e selezionare la voce
"File" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su "Esporta". Si aprirà un altro
menù a tendina: selezionare "PDF (pdflatex)":

Nella stessa cartella dove è posizionato il nostro file di LYX verrà esportato il nostro
documento in pdf LATEX.
Se il pdf non venisse generato vedere il tutorial sulla mancata generazione del pdf a
pagina 297.
Se invece il pdf avesse degli elementi che escono dai margini vedere il tutorial a pagina
300.

56
Navigare nel documento
Vediamo ora come navigare all’interno del nostro documento.
Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "naviga" e sul menù a tendina che si
apre vedremo indicati tutti i capitoli del nostro libro:

Ora non rimane che selezionare il capitolo del nostro documento che ci interessa e il LYX
ci collocherà esattamente lì.
Oppure selezionare il pulsante “navigatore”:

57
© 2016 Andrea Stefanelli

E si aprirà la finestra del navigatore:

In questa finestra vedremo elencati tutti i capitoli del nostro documento. Basta seleziona-
re il capitolo che ci interessa, nel nostro caso “2 Installare LYX”, e LYX ci porterà lì:

All’interno della finestra del navigatore è anche possibile dopo aver selezionato il capito-
lo che vogliamo, spostarlo all’interno del documento usando i tasti freccia della finestra del
navigatore:

58
© 2016 Andrea Stefanelli

59
Personalizzare il testo

60
I paragrafi in LYX
In LYX per default i paragrafi sono standard:
Questo è il paragrafo Standard. Questo è il paragrafo Standard. Questo è il paragrafo
Standard. Questo è il paragrafo Standard. Questo è il paragrafo Standard.

Ogni volta che digitiamo INVIO, LYX oltre a mandare a capo il testo inizia un nuovo
paragrafo.
Vediamo altri tipi di paragrafi che possiamo scegliere. Selezionare il pulsante del menù
degli ambienti:

E dal menù a tendina che si apre selezioniamo “Citazione”:

Questo è il paragrafo Citazione. Questo è il paragrafo Citazione. Questo è


il paragrafo Citazione. Questo è il paragrafo Citazione. Questo è il paragrafo
Citazione.

Se invece dal menù a tendina che si apre selezioniamo “Detto”:

61
© 2016 Andrea Stefanelli

Questo è il paragrafo Detto. Questo è il paragrafo Detto. Questo è il paragrafo


Detto. Questo è il paragrafo Detto. Questo è il paragrafo Detto.

Se invece dal menù a tendina che si apre selezioniamo “Verso”:

Questo è il paragrafo Verso. Questo è il paragrafo Verso. Questo è il paragrafo


Verso. Questo è il paragrafo Verso. Questo è il paragrafo Verso. Questo è il
paragrafo Verso.

Se invece dal menù a tendina che si apre selezioniamo “Testuale”:

Questo è il paragrafo Testuale. Questo è il paragrafo Testuale.

Se invece dal menù a tendina che si apre selezioniamo questo tipo diverso di “Detto”:

Questo è il paragrafo Detto.


Questo è il paragrafo Detto.
Questo è il paragrafo Detto.

62
© 2016 Andrea Stefanelli

Se invece dal menù a tendina che si apre selezioniamo “Codice LYX”:

Questo è il paragrafo Codice LYX. Questo è il paragrafo Codice LYX.

Ogni volta che digitiamo INVIO, LYX un nuovo paragrafo con le caratteristiche di quello
che stiamo utilizzando. Per tornare a scrivere con il paragrafo standard, dopo aver utilizza-
to altri tipi di paragrafi, selezionare quindi dal menù a tendina “Standard”:

Oppure selezioniamo il pulsante “Predefinito”:

63
Andare a capo senza iniziare un nuovo
paragrafo
Ogni” volta che digitiamo INVIO, LYX oltre a mandare a capo il testo inizia un nuovo
paragrafo.
Posizionare il mouse dove vogliamo andare a capo e selezionare sulla barra dei menù la
voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su "Formattazione".
Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "A capo semplice":

Nel documento apparirà la seguente etichetta:

Oppure posizionare il mouse dove vogliamo andare a capo per inserire il codice TEX cor-
rispondente selezionando il pulsante "Inserisci codice TEX":

64
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che vo-
gliamo nel box ERT. Nel nostro caso nel box ERT scriviamo il comando per andare a capo:

Qualunque sia il metodo scelto il testo andrà a capo senza iniziare un nuovo paragrafo.

65
Gli elenchi in LYX
In LYX possiamo scegliere diversi tipi di elenchi da inserire nel nostro documento.
Ogni volta scelto l’elenco che vogliamo usare ogni volta che digitiamo INVIO, LYX oltre a
mandare a capo il testo inizia una nuova voce dell’elenco scelto.
Vediamo ora i tipi di elenchi che possiamo scegliere. Useremo i pulsanti degli elenchi:

Per scrivere un elenco numerato selezionare il pulsante “Elenco numerato”:

Questo è un elenco numerato:

1. Prima voce

2. Seconda voce

3. Terza voce

Per scrivere un elenco puntato selezionare il pulsante “Elenco puntato”:

Questo è un elenco puntato:

• Prima voce

• Seconda voce

• Terza voce

66
© 2016 Andrea Stefanelli

Per scrivere un elenco etichetta selezionare il pulsante “Elenco”:

Questo è un elenco etichetta:


Primo: Prima voce
Secondo: Seconda voce
Terzo: Terza voce
Per scrivere un elenco descrizione selezionare il pulsante “Elenco descrizione”:

Questo è un elenco descrizione:


Primo: Prima voce
Secondo: Seconda voce
Terzo: Terza voce

Possiamo anche scegliere gli elenchi attraverso i menù. Selezionare il pulsante del menù
degli ambienti:

E dal menù a tendina che si apre selezioniamo l’elenco scelto:

67
© 2016 Andrea Stefanelli

Ogni volta che digitiamo INVIO, LYX inizia una nuova voce dell’elenco che stiamo uti-
lizzando. Per tornare a scrivere con il paragrafo standard, dopo aver utilizzato gli elenchi,
selezionare dal menù a tendina “Standard”:

Oppure selezioniamo il pulsante “Predefinito”:

Negli elenchi Etichetta e Descrizione a sinistra i ha una sola parola che caratterizza la voce
dell’elenco. Se devono essere 2 o più parole bisogna legarle insieme (come se fossero una
sola parola) con uno spazio che è chiamato spazio protetto.
Immaginiamo di avere dover scrivere uno elenco descrizione con “1° punto”, “2° punto”
e “3° punto”. Qui bisogna ricorrere alla “spazio protetto”. Scriviamo “1°punto” senza spazi
tra le parole e posizionare il cursore dove volgiamo inserire lo spazio protetto:

Selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su
"Formattazione". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "Spazio protetto":

Il risultato all’interno di LYX sarà come questo:

68
© 2016 Andrea Stefanelli

Mettiamo gli altri spazi protetti a “2° punto” e “3° punto”. L’elenco descrizione risulterà
come questo:

1° punto: Prima voce

2° punto: Seconda voce

3° punto: Terza voce

69
Evidenziare e formattare il testo
\E’ LYX a pensare alla composizione tipografica secondo le regole impostate dalla classe
scelta. Ma certe volte si vuole mettere in evidenza del testo. Ovviamente LYX permette
anche questo con estrema facilità.
Per formattare il testo con LYX basta evidenziarlo con il mouse e premendo il pulsante
destro del mouse apparirà il seguente menù contestuale:

Sul menù contestuale posizionare il mouse su "Stile testo". Si aprirà un altro menù a
tendina: selezionare "Personalizzato".
Oppure selezionare il pulsante “Stile testo”:

Si aprirà la finestra "stile testo":

70
© 2016 Andrea Stefanelli

Da questa finestra è possibile modificare diversi parametri del testo. E’ praticamente


possibile gestirne ogni aspetto.
Selezionando il menù a tendina di “Serie:” è possibile trasformare il testo evidenziato in
grassetto:

Questo è il testo in grassetto

71
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionando il menù a tendina di “Forma:” è possibile cambiare la forma del carattere:

Questo è il testo Dritto (è quello normale)


Questo è il testo Corsivo
Questo è il testo Inclinato
Q UESTO È IL TESTO M AIUSCOLETTO

Selezionando il menù a tendina di “Colore:” è possibile cambiare il colore del carattere:

Questo è il testo di colore nero


Questo è il testo di colore rosso
Questo è il testo di colore verde
Questo è il testo di colore blu

72
© 2016 Andrea Stefanelli

Questo è il testo di colore magenta

Selezionando il menù a tendina di “Dimensione:” è possibile cambiare la dimensione del


carattere:

Q UESTA È LA DIMENSIONE M INUSCOLO


Q UESTA È LA DIMENSIONE P ICCOLISSIMO
Q UESTA È LA DIMENSIONE M OLTO PICCOLO
Q UESTA È LA DIMENSIONE P ICCOLO
Q UESTA È LA DIMENSIONE N ORMALE
Q UESTA È LA DIMENSIONE G RANDE
Q UESTA È LA DIMENSIONE M OLTO GRANDE
Q UESTA È LA DIMENSIONE G RANDISSIMO
Q UESTA È LA DIMENSIONE E NORME
Q UESTA È LA DIMENSIONE G IGANTESCO

73
© 2016 Andrea Stefanelli

Ed infine selezionando il menù a tendina di “Varie:” è possibile scegliere alcune format-


tazioni del testo particolari:

Questa è l’Enfatizzazione
Questa è la Sottolineatura
Questa è la Sottolineatura doppia
Questa è la Sottolineatura ondulata
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Questa è la Depennazione
Q UESTA È LA S OSTANTIVAZIONE

Una volta fatte le modifiche che volevamo selezionare il pulsante "OK".


LYX mantiene memorizzata l’ultima formattazione del testo che abbiamo impostato.
Quindi la prossima volta che vogliamo formattare il testo evidenziato come lo avevamo
impostato l’ultima volta basta selezionare il pulsante:

Oppure premere il pulsante destro del mouse e dal menù contestuale che appare selezio-
nare "Applica ultimo stile testo":

74
© 2016 Andrea Stefanelli

75
Inserire simboli nel documento
E’ possibile inserire un simbolo nel nostro documento.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

La cui anteprima è:

Ora io voglio mettere il simbolo di un telefonino prima del numero di telefono. Posiziono
il cursore subito prima del numero di telefono.
Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina
che si apre posizionare il mouse su "Carattere speciale". Si aprirà un altro menù a tendina:

76
© 2016 Andrea Stefanelli

selezionare "Simboli...":

Si aprirà la seguente finestra:

77
© 2016 Andrea Stefanelli

Andare selezionandolo ad aprire il menù a discesa della voce "Categoria:" e selezionare


la scelta "Dingbat misto":

Apparirà la categoria "Dingbat misto":

78
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il simbolo del telefonino che vogliamo inserire nel documento:

Selezionare il tasto "OK" e vedremo apparire il simbolo del telefonino nel documento:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

79
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

Come possiamo osservare dall’anteprima prima del numero di telefono è stato inserito il
simbolo del telefonino.

80
Inserire caselle di testo nel documento
E’ possibile inserire caselle di testo dentro i documenti di LYX. Queste caselle sono come
delle mini-pagine che possono essere senza o con cornice. Con testo evidenziato o meno.
Per inserire una casella di testo nel documento dobbiamo posizionarsi dove vogliamo
inserirla e poi andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a
tendina che si apre posizionare il mouse su "Casella". Si aprirà un altro menù a tendina: In
quel menù a tendina possiamo scegliere tra diversi tipi di caselle di testo:
1. Senza cornice

2. Cornice semplice

3. Cornice ovale, sottile

4. Cornice ovale, spessa

5. Cornice ombreggiata

6. Sfondo colorato

7. Cornice doppia
Nel nostro caso per fare un esempio selezioneremo dal menù a tendina "Cornice semplice":

Nel documento vedremo apparire il box della casella con cornice semplice:

81
© 2016 Andrea Stefanelli

Digitare il testo della casella di testo con cornice semplice:

Questo sarà il risultato:

Questa è una casella di testo con cornice semplice


Come avete potuto vedere la casella è lunga come tutta la pagina. Per crearla più corta,
per esempio di 10 cm, bisogna posizionarsi sulla maniglia della cornice:

E selezionando il pulsante destro del mouse si aprirà il seguente menù contestuale:

Da questo menù contestuale possiamo decidere di cambiare tipo di casella di testo, nel
nostro caso però vogliamo modificare la lunghezza della nostra cornice quindi selezioniamo
“Impostazioni...”.
Si aprirà la seguente finestra:

82
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezioniamo l’opzione della “Larghezza” scrivendo 10 e selezionando l’opzione “cm”.


quindi stiamo dicendo che la vogliamo lunga 10 cm. La finestra risulterà così:

83
© 2016 Andrea Stefanelli

Confermiamo la nostra scelta selezionando il tasto “OK” e il risultato sarà il seguente:

Questa è una casella di testo con cornice semplice

Vediamo ora se scegliamo gli altri tipi di casella di testo quale sarà il risultato.
Se selezioniamo dal menù contestuale ( o a tendina) l’opzione “Cornice ovale, sottile):
 
Questa è una casella di testo con cornice ovale, sottile 


Se selezioniamo dal menù contestuale ( o a tendina) l’opzione “Cornice ovale, spessa):


 
Questa è una casella di testo con cornice ovale, spessa
 

Se selezioniamo dal menù contestuale ( o a tendina) l’opzione “Cornice ombreggiata):

Questa è una casella di testo con cornice ombreggiata

Se selezioniamo dal menù contestuale ( o a tendina) l’opzione “Cornice doppia):

Questa è una casella di testo con cornice doppia

Se selezioniamo dal menù contestuale ( o a tendina) l’opzione “Sfondo colorato):

Per cambiare il colore dello sfondo colorato andare sulla barra del menù e selezionare la
voce "Documento" e dal menù a tendina che si apre "Impostazioni...":

84
© 2016 Andrea Stefanelli

Dalla finestra che si apre selezionare il pulsante “Colori”:

Andare nella sezione della finestra “Colori di sfondo” e selezionare il pulsante “Modifi-
ca..” e si aprirà la seguente finestra:

Selezionare il colore e premere sul pulsante “OK” per confermare il colore e di nuovo il

85
© 2016 Andrea Stefanelli

pulsante“OK” per confermare le nuove impostazioni del documento:

Questa è una casella di testo con sfondo colorato

Nel mio caso ho scelto il giallo e come potete vedere lo sfondo colorato è diventato giallo.

86
Inserire figure e tabelle

87
Inserire immagini con LYX
Vediamo ora come inserire una immagine in un documento.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a discesa che
si apre selezionare "Immagine...":

88
© 2016 Andrea Stefanelli

Oppure premere il pulsante “Inserisci immagine”:

Si aprirà la seguente finestra:

Selezionare il pulsante sfoglia e raggiungere all’interno del nostro PC l’immagine da


importare nel documento.
Poi selezionare l’opzione "Scala (%)" e in questo caso siccome l’immagine è molto grande
scrivere 10 (l’immagine quindi verrà ridotta al 10% della sua grandezza). La finestra del
programma, dopo queste regolazioni, sarà la seguente:

89
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il pulsante "OK". L’immagine è ora stata inserita nel documento.


In alternativa nella finestra dell’immagine possiamo decidere la larghezza in cm della foto
facendo ridimensionare a LYX l’immagine.
Possiamo per esempio come nella figura sotto decidere di rendere l’immagine larga 10 cm:

90
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

91
Inserire immagine cinta dal testo
Vediamo ora come inserire una immagine in un documento.
Per fare un esempio partiamo dal seguente documento sulla biografia di Napoleone il cui
testo è stato estratto da Wikipedia:

Posizionare il cursore dove vogliamo posizionare l’immagine e andare sulla barra del me-
nù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su
"Oggetti flottanti". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "Figura cinta dal testo":

Nel testo avremo la seguente etichetta:

92
© 2016 Andrea Stefanelli

Se vogliamo inserire una didascalia all’immagine inserire il testo all’interno del quadra-
tino rosso. Nel nostro caso inseriamo un’immagine senza didascalia, quindi premere il se-
guente tasto della tastiera per cancellare la didascalia:

E l’etichetta nel documento diventerà:

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a discesa che
si apre selezionare "Immagine...":

Oppure premere il pulsante “Inserisci immagine”:

93
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la finestra che ci permette di importare la nostra immagine nel documento:

Selezionare il pulsante sfoglia e raggiungere all’interno del nostro PC l’immagine da


importare nel documento:

In questo caso la importiamo senza modificare la dimensione di importazione e premen-


do sul tasto OK per confermare il nostro documento di LYX si presenterà così:

94
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

95
© 2016 Andrea Stefanelli

Come potete vedere la figura è stata posizionata sulla destra del documento. Se vo-
gliamo possiamo cambiare il posizionamento e per esempio metterla sul lato sinistro del
documento. Vediamo come fare questa operazione.
Se ci posizioniamo con il pulsante del mouse sulla maniglia della “Figura cinta dal testo”:

Selezionando il pulsante destro del mouse si aprirà un menù contestuale in cui dobbiamo
selezionare l’opzione “Impostazioni”:

96
© 2016 Andrea Stefanelli

Dalla finestra che si aprirà possiamo decidere il posizionamento dell’immagine che la sua
larghezza. Nel nostro caso selezioniamo l’opzione “Posizionamento” e scegliamo dal menù
a tendina che si apre l’opzione “A sinistra”. La finestra si presenterà così :

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

97
© 2016 Andrea Stefanelli

Come possiamo vedere dall’anteprima l’immagine ora è sulla sinistra del documento.

98
Impostare la didascalia di immagini e
tabelle
Per utilizzare le didascalie nel documento e poterne impostare l’allineamento bisogna uti-
lizzare il pacchetto “caption”.
Vediamo ora come impostare il preambolo per poter inserire le didascalie con l’allinea-
mento da noi scelto. Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal
menù a tendina che si apre "Impostazioni...":

Si aprirà la finestra delle impostazioni del documento:

99
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX"e si aprirà la seguente fine-
stra:

Digitare le seguenti due stringhe di codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{caption}
\captionsetup{singlelinecheck=off}

Poi bisogna inserire la stringa che dice a LYX come allineare le didascalie.
Se vogliamo allineare tutte le didascalie del documento a sinistra inseriremo la seguente
stringa:

\captionsetup{justification=raggedright}

Se vogliamo allineare tutte le didascalie del documento a destra inseriremo la seguente


stringa:

\captionsetup{justification=raggedleft}

Se vogliamo centrare tutte le didascalie del documento inseriremo la seguente stringa:

\captionsetup{justification=centering}

Confermare la scelta premendo il pulsante OK.

100
Inserire immagine flottante
Vediamo ora come inserire una immagine in un documento.
Per fare un esempio partiamo dal seguente documento sulla biografia di Napoleone il cui
testo è stato estratto da Wikipedia:

Posizionare il cursore dove vogliamo posizionare l’immagine e andare sulla barra del me-
nù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su
"Oggetti flottanti". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "Figura":

Nel testo avremo la seguente etichetta:

101
© 2016 Andrea Stefanelli

Scrivere dentro il quadratino rosso il testo della didascalia.


Poi posizionarsi sopra la didascalia e inserire l’immagine nel documento premendo il pul-
sante “Inserisci immagine”:

Si aprirà la seguente finestra:

Selezionare il pulsante sfoglia e raggiungere all’interno del nostro PC l’immagine da im-


portare nel documento. Impostare poi la larghezza dell’immagine nel nostro caso di 16 cm.
La finestra ci apparirà così:

102
© 2016 Andrea Stefanelli

La figura flottante ci apparirà così in LYX:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

103
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare l’anteprima della nostra pagina:

Come possiamo vedere l’immagine è stata inserita in una pagina a parte con la didascalia
che abbiamo posizionato nel nostro caso sotto l’immagine.
Le immagini flottanti vengono numerate automaticamente da LYX. Se vogliamo nel do-
cumento possiamo inserire anche l’elenco delle figure che ci permette al pari dell’indice

104
© 2016 Andrea Stefanelli

generale di fare una ricerca per indice delle figure che abbiamo inserito nel documento.

105
Posizionamento oggetti flottanti
Gli oggetti flottanti sono definiti così perché sono oggetti mobili che secondo la composizio-
ne della pagina vengono posizionati in in posizioni che possono essere diverse.
Gli oggetti flottanti sono essenzialmente immagini o tabelle, con e senza didascalia, che
possono anche essere cinte dal testo.
Nel capitolo precedente abbiamo visto l’esempio di una immagine flottante che infatti
viene posizionato in un’altra pagina del documento.
Vediamo come fare per cambiare la posizione, per esempio per indicare che l’immagine
la vogliamo proprio lì dove la stiamo inserendo nel documento.
Quindi abbiamo nel documento di LYX la nostra immagine:

Se ci posizioniamo con il pulsante del mouse sulla maniglia dell’oggetto flottante, nel no-
stro caso “flottante.Figura”:

Selezionando il pulsante destro del mouse si aprirà un menù contestuale in cui dobbiamo
selezionare l’opzione “Impostazioni”:

106
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la seguente finestra:

Nella finestra possiamo selezionare il tipo di flottante, che nel nostro caso è un’immagine
ma potrebbe essere anche una tabella:

Ora per cambiare l’allineamento non rimane che deselezionare “Usa il posizionamento
prestabilito” per scegliere uno degli altri possibili. Nell’esempio sotto scelgo quello “Qui
assolutamente” per posizionare l’immagine esattamente dove la ho inserita nel documento:

107
© 2016 Andrea Stefanelli

Dopo aver selezionato il pulsante “OK” non ci rimane che fare l’anteprima del documento
e vedere se il risultato del posizionamento dell’immagine flottante ci soddisfa.

108
Inserire una tabella nel documento
Posizionare il mouse nel punto del documento dove vogliamo inserire la tabella. Andare
poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre
selezionare Tabella"Tabella":

Apparirà la seguente finestra:

109
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il numero di righe e di colonne che deve avere la tabella. Nel nostro caso
scegliamo di creare una tabella con 3 righe e 3 colonne. Selezioniamo poi il pulsante “OK”
e vedremo apparire nel documento la tabella vuota:

Posizionare il mouse nelle varie celle della tabella e scriverne il contenuto. La dimensione
della tabella si adatterà al contenuto che inseriremo. Nel nostro caso questo sarà il risultato:

Questo sarà il risultato nel documento:

km fatti Prezzo Euro


Panda 180000 3700
Golf 135000 5600

110
© 2016 Andrea Stefanelli

Se osservate la finestra di LYX quanto siete su una cella della tabella il fondo alla finestra
del programma mostra una barra con diversi pulsanti:

In questa barra dei pulsanti trovate i pulsanti per aggiungere una riga o una colonna alla
tabella:

Per rimuovere una riga o una colonna alla tabella:

Per spostare righe o colonne all’interno della tabella:

Per aggiungere o togliere bordi dalla tabella:

Per allineare il testo della tabella:

Per unire più celle della tabella o ruotare la tabella:

111
Inserire tabella cinta dal testo
Vediamo ora come inserire una tabella in un documento.
Per fare un esempio partiamo dal seguente documento sulla storia della Serie A del calcio
il cui testo è stato estratto da Wikipedia:

Posizionare il cursore dove vogliamo posizionare la tabella e andare sulla barra del menù
e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su
"Oggetti flottanti". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "Tabella cinta dal testo":

112
© 2016 Andrea Stefanelli

Nel testo avremo la seguente etichetta:

Posizionarsi prima della didascalia e andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce
"Inserisci" e sul menù a tendina che si apre selezionare Tabella"Tabella":

Apparirà la seguente finestra:

113
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il numero di righe e di colonne che deve avere la tabella. Nel nostro caso
scegliamo di creare una tabella con 6 righe e 3 colonne. Selezioniamo poi il pulsante “OK”
e vedremo apparire nel documento la tabella vuota:

Compilare la tabella con i dati del campionato di calcio del 2015/2016 e compilare com-
pletamente la didascalia.
Se vogliamo modificare la posizione delle didascalie del documento vedere il tutorial a
pagina 99.
Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

114
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora immaginiamo di voler togliere la didascalia e di voler posizionare la nostra tabel-


la cinta da testo allineata a sinistra. Posizionarsi sulla didascalia e cancellarla premendo
ripetutamente il seguente tasto della tastiera:

115
© 2016 Andrea Stefanelli

Nel testo avremo la seguente etichetta:

Se ci posizioniamo con il pulsante del mouse sulla maniglia della “Tabella cinta dal testo”:

Selezionando il pulsante destro del mouse si aprirà un menù contestuale in cui dobbiamo
selezionare l’opzione “Impostazioni”:

Dalla finestra che si aprirà possiamo decidere il posizionamento dell’immagine che la sua
larghezza. Nel nostro caso selezioniamo l’opzione “Posizionamento” e scegliamo dal menù
a tendina che si apre l’opzione “A sinistra”. La finestra si presenterà così :

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

116
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

Come possiamo vedere la tabella è allineata a sinistra priva di didascalia.

117
Inserire tabella flottante
Vediamo ora come inserire una tabella flottante in un documento.
Per fare un esempio partiamo dal seguente documento sulla storia della Serie A del calcio
il cui testo è stato estratto da Wikipedia:

Posizionare il cursore dove vogliamo posizionare la tabella flottante e andare sulla barra
del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il
mouse su "Oggetti flottanti". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "Tabella":

118
© 2016 Andrea Stefanelli

Vedremo apparire nel documento la seguente etichetta:

Posizionarsi prima della didascalia e andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce
"Inserisci" e sul menù a tendina che si apre selezionare Tabella"Tabella":

Apparirà la seguente finestra:

119
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il numero di righe e di colonne che deve avere la tabella. Nel nostro caso
scegliamo di creare una tabella con 6 righe e 3 colonne. Selezioniamo poi il pulsante “OK”
e vedremo apparire nel documento la tabella.
Compilare la tabella con i dati del campionato di calcio del 2015/2016 e compilare com-
pletamente la didascalia.
Se vogliamo modificare la posizione delle didascalie del documento vedere il tutorial a
pagina 99.
L’etichetta nel documento ci apparirà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

120
© 2016 Andrea Stefanelli

121
© 2016 Andrea Stefanelli

Come possiamo vedere la tabella è stata collocata in fondo alla pagina.


Ma se noi vogliamo che la tabella venga collocata esattamente dove l’abbiamo posizionata
nel documento andiamo a modificare le impostazioni della nostra tabella flottante.
Posizioniamoci con il pulsante del mouse sulla maniglia dell’oggetto flottante, nel nostro
caso “flottante: Tabella”:

Selezionando poi il pulsante destro del mouse si aprirà un menù contestuale in cui dob-
biamo selezionare l’opzione “Impostazioni”:

Si aprirà la seguente finestra:

Ora per cambiare l’allineamento non rimane che deselezionare “Usa il posizionamento
prestabilito” per scegliere uno degli altri possibili. Nell’esempio sotto scelgo quello “Qui

122
© 2016 Andrea Stefanelli

assolutamente” per posizionare la tabella esattamente dove la ho inserita nel documento:

Dopo aver selezionato il pulsante “OK”.


Su come collocare gli oggetti flottanti possiamo vedere il tutorial a pagina 106.
Non ci rimane ora che vedere l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante del-
l’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

123
© 2016 Andrea Stefanelli

124
Inserire una tabella lunga nel
documento
Vediamo ora come inserire una tabella lunga in un documento.
Per fare un esempio partiamo dal seguente documento sulla storia della Serie A del calcio
il cui testo è stato estratto da Wikipedia:

Posizionare il mouse nel punto del documento dove vogliamo inserire la tabella. Nel
nostro caso in fono al documento. Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce
"Inserisci" e sul menù a tendina che si apre selezionare Tabella"Tabella":

125
© 2016 Andrea Stefanelli

Apparirà la seguente finestra:

Selezionare il numero di righe e di colonne che deve avere la tabella. Nel nostro caso
scegliamo di creare una tabella con 21 righe e 3 colonne. Selezioniamo poi il pulsante “OK”
e vedremo apparire nel documento la tabella vuota. Riempirla con i dati del campionato di
calcio 2015/2016. La tabella ci apparirà così nel documento di LYX:

126
© 2016 Andrea Stefanelli

Se facciamo l’anteprima del documento selezionare il pulsante dell’anteprima:

127
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

come possiamo vedere la tabella è stata inserita nella pagina successiva in quanto è con-
siderata come un pezzo unico.
Ora andiamo a impostare la tabella come tabella lunga in maniera che LYX frazioni la
tabella su più pagine.
Selezioniamo prima tutta la tabella e premendo il pulsante destro del mouse si aprirà un
menù contestuale. Selezionare la voce “Altro...” e dal menù che si apre la voce “Imposta-
zioni...”:

128
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la seguente finestra:

129
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il pulsante “Tabella lunga” e avremo la seguente finestra:

In questa finestra possiamo anche selezionare l’allineamento della tabella. Noi selezione-

130
© 2016 Andrea Stefanelli

remo “Usa tabella lunga”:

Selezionare su “OK” per confermare. Ora facciamo l’anteprima del documento selezio-
nando il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima mostrerà la tabella frazionata su due pagine:

131
Tabella con larghezza colonne fisse
Vediamo ora come rendere la larghezza delle colonne di una tabella fissa. Prendiamo ad
esempio la tabella lunga del capitolo precedente.
Selezioniamo prima tutta la colonna della tabella che vogliamo impostare con una lar-
ghezza fissa e premendo il pulsante destro del mouse si aprirà un menù contestuale. Sele-
zionare la voce “Altro...” e dal menù che si apre la voce “Impostazioni...”:

Si aprirà la seguente finestra:

132
© 2016 Andrea Stefanelli

Scrivere come lunghezza della colonna 8 cm:

Selezionare su “OK” per confermare. Ora facciamo l’anteprima del documento selezio-
nando il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina con la tabella frazionata su due pagine:

133
© 2016 Andrea Stefanelli

Come possiamo vedere la tabella ha la riga centrale larga 8 cm come da noi impostata.
Se impostiamo la larghezza fissa delle colonne delle tabelle, il testo che vi scriviamo
dentro va a capo in automatico.

134
Funzionalità avanzate

135
Inserire uno spazio orizzontale
E’ possibile inserire uno spazio verticale nel nostro documento.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

Ora prima del numero di telefono andiamo a inserire uno spazio orizzontale di 2 cm.
Quindi posizioniamo il cursore prima del numero di telefono:

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre posizionare il mouse su "Formattazione". Si aprirà un altro menù a tendina: selezio-
nare "Spazio orizzontale...":

136
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la seguente finestra:

Aprire selezionandolo il menù a discesa della voce "Spaziatura:" e selezionare la scelta


"Personalizzato":

137
© 2016 Andrea Stefanelli

La finestra ci apparirà così:

Andare ad aprire il menù a discesa della voce "Valore:" e selezionare la scelta "cm":

138
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora scrivere nella casella "Valore:" il numero 2:

Selezionare ora il tasto "OK" nel nostro documento verrà inserito uno spazio orizzontale
prima del del numero di telefono di 2 cm:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

139
© 2016 Andrea Stefanelli

Come possiamo osservare dall’anteprima prima del numero di telefono è stato inserito lo
spazio orizzontale di 2 cm.

140
Inserire uno spazio verticale
E’ possibile inserire uno spazio verticale nel nostro documento.
Prendiamo per fare l’esempio la copertina del nostro documento:

La cui anteprima è:

Andiamo ora ad inserire uno spazio verticale di 5 cm prima del titolo del nostro libro,
quindi il titolo del nostro libro inizierà 5 cm più in basso. Quindi posizioniamo il cursore

141
© 2016 Andrea Stefanelli

prima della "R" del titolo del nostro libro:

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre posizionare il mouse su "Formattazione". Si aprirà un altro menù a tendina: selezio-
nare "Spazio verticale...":

Si aprirà la seguente finestra:

142
© 2016 Andrea Stefanelli

Andare selezionandolo ad aprire il menù a discesa della voce "Spaziatura:" e selezionare


la scelta "Personalizzato":

La finestra ci apparirà così:

Selezionare aprendolo il menù a discesa della voce "Valore:" e selezionare la scelta "cm":

143
© 2016 Andrea Stefanelli

Ora scrivere nella casella "Valore:" il numero 5:

Selezionare ora il tasto "OK". Vedremo inserito uno spazio verticale prima del titolo di 5
cm:

144
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

Come possiamo osservare dall’anteprima il titolo del libro è stato scritto 5 cm più in basso.

145
© 2016 Andrea Stefanelli

Io normalmente imposto questo spazio di 5 cm prima del titolo dei miei libri scritti con
LYX. Il titolo che LYX mi colloca in maniera predefinita per me è posizionato troppo in alto.

146
Inserire una linea orizzontale
E’ possibile inserire una linea orizzontale nel nostro documento.
Prendiamo per fare l’esempio il seguente capitolo del nostro documento:

La cui anteprima è:

Posizionare il cursore dove vogliamo inserire la linea orizzontale:

147
© 2016 Andrea Stefanelli

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre posizionare il mouse su "Formattazione". Si aprirà un altro menù a tendina: selezio-
nare "Linea orizzontale...":

Il documento di LYX ci apparirà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

148
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina con la linea orizzontale inserita dopo il titolo del capitolo:

149
Inserire una interruzione di pagina
E’ LYX che si occupa della composizione tipografica del documento. Ma certe volte vogliamo
creare una interruzione di pagina. Questo vuol dire che il testo che scriviamo successiva-
mente vogliamo che venga scritto nella pagina successiva.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

La cui anteprima è:

Andiamo ora ad inserire una interruzione di pagina prima del titolo della sezione. Quindi
posizioniamo il cursore dopo l’ultima riga del testo:

150
© 2016 Andrea Stefanelli

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre posizionare il mouse su "Formattazione". Si aprirà un altro menù a tendina: selezio-
nare "Interruzione di pagina":

La finestra del nostro documento sarà la seguente:

151
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX:

L’anteprima della seconda pagina:

152
© 2016 Andrea Stefanelli

Come possiamo vedere quello che prima era su una pagina ora è su due pagine.

153
Inserire una nota a piè di pagina
Vediamo ora come inserire una nota a piè di pagina nel nostro documento.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

Ora posizionarsi subito dopo la parola di cui vogliamo fare una nota a piè di pagina.
Nel nostro caso vogliamo fare una nota a piè di pagina che indichi dove si trova Waterloo.
Quindi dobbiamo posizionarci dopo la parola Waterloo.
Selezionare il pulsante "Inserisci nota a piè di pagina":

Oppure possiamo inserire la nota a piè di pagina andando sulla barra del menù e sele-
zionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre selezionare "Nota a piè di pagina":

154
© 2016 Andrea Stefanelli

Vedremo dopo apparire dopo la parola Waterloo la seguente scritta:

All’interno del rettangolo rosso che si chiama box ERT scrivere la nostra nota a piè di pa-
gina:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

155
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX.


L’anteprima della nostra pagina con la nostra nota a piè di pagina:

156
Inserire una nota a margine
Vediamo ora come inserire una nota a margine nel nostro documento.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

Ora posizionarsi subito dopo la parola di cui vogliamo fare una nota a margine. Nel
nostro caso vogliamo fare una nota a margine che indichi dove si trova Waterloo. Quindi
dobbiamo posizionarci dopo la parola Waterloo.
Selezionare poi il pulsante "Inserisci nota a margine":

Oppure andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a
tendina che si apre selezionare "Nota a margine":

157
© 2016 Andrea Stefanelli

Vedremo dopo apparire dopo la parola Waterloo la seguente scritta:

All’interno del rettangolo rosso che si chiama box ERT scrivere la nostra nota a margine:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

158
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX.


L’anteprima della nostra pagina con la nostra nota a margine:

159
Inserire un riferimento nel documento
Un riferimento vuol, dire che vogliamo che LYX per noi inserisca nel documento un riferi-
mento ad una determinata pagina o capitolo del documento. E’ più facile farlo vedere che
spiegarlo.
Per fare un esempio partiamo dal nostro documento:

Andiamo nella pagina a cui vogliamo porti il nostro riferimento e andiamo a inserire una
etichetta, questa etichetta sarà il punto esatto a cui farà riferimento il nostro riferimento.
Nel nostro caso andiamo alla pagina 133 del nostro documento e una volta posizionato
il cursore nel punto dove vogliamo creare l’etichetta nel selezioniamo il pulsante "Inserisci
etichetta":

Oppure andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina
che si apre selezionare "Etichetta...":

160
© 2016 Andrea Stefanelli

Nella finestra che appare scrivere il nome dell’etichetta:

Premere il pulsante OK. Vedremo apparire nel documento un triangolino grigio:

Quel triangolino grigio è la nostra etichetta.


Ora portarsi alla pagina del documento in cui vogliamo inserire il nostro riferimento, nel
nostro caso dopo la seguente frase:

161
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezioniamo ora il pulsante "Inserisci riferimento":

Oppure andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina
che si apre selezionare "Riferimento...":

Si aprirà la seguente finestra:

162
© 2016 Andrea Stefanelli

Come potete vedere dall’immagine sopra selezionare l’etichetta del nostro riferimento.
Selezionare anche il “Formato” del riferimento, nel nostro caso scegliamo l’opzione “pagi-
na”:

Possiamo ora vedere inserito nel nostro documento il riferimento:

163
© 2016 Andrea Stefanelli

Se facciamo l’anteprima del documento il nostro riferimento apparirà così:

Se noi per esempio aggiungiamo altro testo al nostri capitoli e l’etichetta del nostro riferi-
mento che è ora a pagina 153 dovesse andare ad un numero diverso di pagina, per esempio
il 159. LYX aggiornerà automaticamente il riferimento per cui nel nostro testo verrà sempre
indicata la pagina giusta.

164
Inserire un indirizzo web nel
documento
Per inserire un indirizzo web nel documento bisogna posizionarsi nel punto dove volgiamo
inserirlo e andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina
che si apre selezionare "URL":

Nel documento apparirà la seguente etichetta:

Digitare dentro il box ERT l’indirizzo web che vogliamo inserire, l’etichetta nel documen-

165
© 2016 Andrea Stefanelli

to si presenterà simile a questa:

Se facciamo l’anteprima pdf nel documento avremo questo collegamento al nostro sito
web:

Se selezioniamo il collegamento col mouse si aprirà il browser che ci porterà all’URL


inserito.

166
Inserire l’indice analitico al nostro
documento con LYX
Abbiamo qui in documento di 3 pagine relativo a una dieta.
Decido di posizionare l’indice analitico alla fine del documento: mi posiziono alla fine del
documento e premo INVIO per andare a capo:

Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre posizionare il mouse su "Elenco/Indice generale". Si aprirà un altro menù a tendina:
selezionare "Indice analitico":

167
© 2016 Andrea Stefanelli

Il programma avrà aggiunto l’indice analitico nel documento:

Al contrario dell’indice generale che viene compilato in maniera automatica da LYX, per
l’indice analitico bisogna noi inserire ogni "voce d’indice" che noi vogliamo che compaia
nell’indice analitico. Poi LYX compilerà l’indice analitico catalogando per ordine alfabetico
le "voci d’indice" che noi abbiamo inserito nel documento.

168
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora come si fa a inserire una "voce d’indice". Posizionare il nostro mouse subito
dopo la parola che vogliamo inserire nell’indice analitico.
Andare poi sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che
si apre selezionare "Voce d’indice":

Accanto alla parola si aprirà un box ERT in cui scriviamo la voce che noi vogliamo venga
scritta nell’indice analitico:

Vediamo ora come inserire una voce d’indice inserendo direttamente il codice TEX. Posi-
zionare il nostro mouse subito dopo la parola che vogliamo inserire nell’indice analitico e
selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

169
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che vo-
gliamo nel box ERT. Nel box ERT digitare:

\index{voce che appare nell’indice analitico}

Nel nostro caso:

Le Voci di indice analitico possono anche essere di tipo gerarchico. E’ sufficiente separarle
con il punto esclamativo «!». Supponiamo ad esempio di citare le banane, le pere, e le mele.
Se come etichette uso «Frutta! Banane», «Frutta!Pere», «Frutta!Mele» rispettivamente, avrò
un’organizzazione gerarchica delle tre voci sotto «Frutta».
Andiamo ora inserire attraverso il codice TEX direttamente la voce d’indice gerarchica.
Posizionare il nostro mouse subito dopo la parola che vogliamo inserire nell’indice analitico
e selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che
vogliamo nel box ERT. Nel box ERT digitare:

\index{voce_principale!voce_secondaria}

Nel nostro caso:

Ora andiamo a vedere l’impaginazione. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

170
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro indice analitico impostato tipograficamente da LYX. L’an-


teprima della nostra pagina:

Come possiamo vedere dall’anteprima vi sono inserite per ordine alfabetico sia le voci
d’indice normali che la voce d’indice gerarchica.

171
Personalizzare il frontespizio

172
Completare la copertina del libro e
aggiungere la dedica
Abbiamo due possibilità per fare la copertina del libro:
1. Usare una immagine: in questo caso potete saltare questo capitolo e vedere il tutorial
a pagina 192.
2. Usare una copertina testuale: cioè una copertina che riporta in maniera testuale il
titolo del libro, il sottotitolo, l’autore e altre informazioni.
Abbiamo la nostra copertina del libro già configurata in cui abbiamo scritto di già titolo,
sottotitolo e autore. E abbiamo anche scritto il titolo della prima parte:

Andiamo ora ad aggiungere il soggetto del nostro libro. Selezionare il pulsante del menù
degli ambienti:

E dal menù a tendina che si apre nella sezione riservata al “Frontespizio” e selezionare
“Soggetto”:

173
© 2016 Andrea Stefanelli

Scrivere nel documento il nostro “Soggetto”:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre nella sezione riservata al “Frontespizio” e selezionare “Editori”:

Scrivere nel documento la casa editrice che pubblica il nostro libro:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre nella sezione riservata al “Frontespizio” e selezionare “Titolo di testa”:

174
© 2016 Andrea Stefanelli

Scrivere nel documento il nostro titolo di testa:

Tutto quello che abbiamo scritto fino ad ora andrà sulla copertina del libro (la prima pa-
gina). Andiamo ora a scrivere la dedica che verrà inserita da LYX nella seconda pagina del
documento.
Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a tendina che si
apre nella sezione riservata al “Frontespizio” e selezionare “Dedica”:

Scrivere ora la nostra dedica, a chi vogliamo dedicare il nostro libro:

Il nostro documento di LYX avrà ora questo aspetto:

175
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della prima pagina:

176
© 2016 Andrea Stefanelli

L’anteprima della seconda pagina con la dedica:

177
© 2016 Andrea Stefanelli

178
Pagine vuote e numerazione pagine
LYX numera da se le pagine e considera per prima pagina la pagina del titolo.
Per fare un esempio partiamo dal nostro documento:

Per aggiungere semplicemente una pagina vuota dopo la pagina in cui stiamo scrivendo
bisogna digitare nel box ERT:

\clearpage\null\thispagestyle{empty}

Per cominciare la numerazione dalla pagina successiva alla pagina in corso bisogna digitare
nel box ERT:

\newpage \setcounter{page}{1}

Ma noi qui facciamo un esempio più complesso e uniamo questi due comandi. Quindi
oltre ad aggiungere una pagina vuota dopo la pagina del titolo vogliamo cominciare la
numerazione dalla pagina successiva a quella vuota.
Per farlo posizioniamo il mouse dopo l’autore:

179
© 2016 Andrea Stefanelli

Digitiamo INVIO per andare a capo e poi selezioniamo il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX:

\clearpage\null\thispagestyle{empty}\newpage \setcounter{page}{1}

Il documento ci apparirà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

180
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della prima pagina:

L’anteprima della seconda e terza pagina:

181
© 2016 Andrea Stefanelli

Come potete vedere è stata inserita la pagina bianca dopo la pagina del titolo e la nume-
razione delle pagine inizia dopo la pagina bianca. Nel nostro caso quindi la numerazione
inizia con la prima pagina dell’indice generale.
Se invece vogliamo far cominciare la numerazione delle pagine dopo l’indice generale,
dal primo capitolo del nostro libro bisogna digitare nel box ERT che apriamo nella riga del
capitolo:

\setcounter{page}{1}

Quindi nel nostro documento inseriremo il codice TEX nella riga del nostro primo capitolo e
avremo:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

182
© 2016 Andrea Stefanelli

E vedremo che la pagina dopo l’indice generale, che è l’anteprima del nostro primo capi-
tolo è la seguente:

Come possiamo notare dall’anteprima la numerazione delle pagine inizia da questo capi-
tolo.

183
Creare la pagina del copyright
Vediamo ora come aggiungere manualmente la pagina del copyright.
Per fare un esempio partiamo dal nostro documento:

Per scrivere la pagina del copyright useremo l’ambiente verso (vedere tutorial a pagina
62).
La pagina del copyright riporterà in cima alla pagina gli estremi del copyright e in fondo
alla pagina verranno riportati i dettagli dell’edizione del nostro libro. La parte centrale della
pagina sarà vuota.
Iniziamo quindi prima a scrivere in cima alla pagina gli estremi del copyright. Andiamo
poi a creare la parte centrale della pagina vuota inserendo semplicemente uno “spazio a
riempimento verticale”.
Per creare lo “spazio a riempimento verticale” posizionarsi sulla barra del menù e sele-
zionare la voce "Inserisci" e sul menù a tendina che si apre posizionare il mouse su "Format-
tazione". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "Spazio verticale...":

184
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la seguente finestra:

Andare selezionandolo ad aprire il menù a discesa della voce "Spaziatura:" e selezionare


la scelta "Riempimento verticale":

185
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare poi la casella “Protezione”. La finestra ci apparirà così:

Ora non rimane che scrivere la parte che va in fondo alla pagina del copyright, cioè i
dettagli dell’edizione del nostro libro.
Non rimane ora indicare a LYX di non inserire nessun numero di pagina a questa pagina.
Questo lo facciamo inserendo in codice TEX la seguente stringa:

\thispagestyle{empty}

Infine inserire una interruzione di pagina (tutorial a pagina 150 ).

186
© 2016 Andrea Stefanelli

Dopo tutte queste operazioni la finestra di LYX si presenterà così:

Potrebbe sembrare complicato ma se lo fate vi accorgerete che in fondo è molto semplice.


Ora non ci rimane che vedere l’impaginazione creata da LYX.
Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare la nostra pagina del copyright impostata tipograficamente da LYX:

187
© 2016 Andrea Stefanelli

188
Creare manualmente la pagina della
dedica
Vediamo ora come aggiungere manualmente la pagina della dedica.
Se inseriamo la pagina del copyright LYX con ci permetterà di inserire la dedica attraverso
l’ambiente “Dedica”. Dovremo inserirla manualmente.
Per fare un esempio partiamo dal documento creato nel capitolo precedente:

Per inserire la dedica dovremo inserire la dedica nel mezzo a due stringhe in codice TEX
che indicheranno esattamente la proporzione di spazio vuoto nella pagina che ci sarà tra

189
© 2016 Andrea Stefanelli

sopra e sotto la dedica.


Nel nostro caso le due stringhe saranno:

\null\vspace{\stretch{0,75}}

la dedica che vogliamo scrivere

\vspace{\stretch{2}}\null

Queste stringhe dicono a LYX che lo spazio vuoto sopra e sotto la dedica deve essere in
proporzione di 0,75 a 2.
Per la dedica nel mio caso è stato scelta la grandezza del carattere di dimensione “molto
grande”.
Non rimane ora indicare a LYX di non inserire nessun numero di pagina a questa pagina.
Questo lo facciamo inserendo in codice TEX la seguente stringa:

\thispagestyle{empty}

Infine inserire una interruzione di pagina (tutorial a pagina 150 ).


Dopo tutte queste operazioni la finestra di LYX si presenterà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare la nostra pagina della dedica impostata tipograficamente da LYX:

190
© 2016 Andrea Stefanelli

191
Usare una immagine per copertina del
nostro libro
Per usare una immagine per copertina del nostro libro bisogna prima creare la nostra im-
magine in formato jpg, png o pdf con una dimensione che abbia il rapporto larghezza-
lunghezza identico alla pagina di layout che vogliamo utilizzare.
Una volta creata una immagine adeguata da utilizzare come copertina bisogna usare il
pacchetto LATEX iso-pic. Bisogna quindi andare nel preambolo a inserire la stringa LATEX che
dica a LYX di utilizzare questo pacchetto.
Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina che
si apre "Impostazioni...":

Si aprirà la finestra delle impostazioni del documento:

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX"e si aprirà la seguente fine-
stra:

192
© 2016 Andrea Stefanelli

Digitare il seguente codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{eso-pic}

Se stiamo usando una versione di LYX per windows, può darsi che questo pacchetto non sia
presente nella versione base di MikTex. Se così fosse l’anteprima pdf del file non verrebbe
creata generando un messaggio di errore. Allora scaricare e installare una versione di TEX
live completa per windows.
A questo indirizzo potete trovare l’ultima versione di TEX Live e MacTEX :
https://www.tug.org
Anche se stiamo usando linux per poter usare questo pacchetto bisogna installare una
versione di TEX live completa.
Andare all’inizio del documento e selezionare il pulsante del menù degli ambienti:

E dal menù a tendina che si apre selezionare "Titolo":

193
© 2016 Andrea Stefanelli

Nell’ambiente “Titolo” selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che
indica a LYX di inserire l’immagine che abbiamo scelto per copertina e di espanderla su
tutta la prima pagina. Il codice sarà il seguente:

\AddToShipoutPicture*{%
\vbox to\paperheight{
\hsize=\paperwidth
\vspace*{\fill}
\centering
\includegraphics{\string"cartella_file/nome immagine\string".estensione}
\vspace*\fill}%
}

194
© 2016 Andrea Stefanelli

Nel mio caso l’immagine è un file pdf all’interno della cartella “Immagini per Lyx”. Il codice
quindi sarà il seguente:

\AddToShipoutPicture*{%
\vbox to\paperheight{
\hsize=\paperwidth
\vspace*{\fill}
\centering
\includegraphics{\string"Immagini per Lyx/18682669_cover\string".pdf}
\vspace*\fill}%
}

Se faccio l’anteprima del documento potrò vedere nella prima pagina la copertina del mio
libro:

195
Per i perfezionisti

196
Centrare i titoli
Per default, LYX gestisce i titoli secondo le impostazioni predefinite per la classe del docu-
mento scelta. Se noi volessimo obbligare la classe scelta a centrare i titoli del documento,
bisogna usare il pacchetto LATEX titlesec .
Quindi per fare un esempio pratico vediamo prima l’anteprima del nostro documento
con i titoli con le impostazioni predefinite della classe:

197
© 2016 Andrea Stefanelli

Per dire a LYX di usare il pacchetto LATEX titlesec per centrare i titoli del documento,
bisogna digitare questo codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage[center]{titlesec}

Quindi andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina
che si apre "Impostazioni...":

Si aprirà la seguente finestra:

198
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX"e si aprirà la seguente fine-
stra:

Digitare il seguente codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage[center]{titlesec}

Confermare la scelta premendo il pulsante OK.


Questo pacchetto centra tutti i titoli del documento. Ma non centra i titoli delle sezio-
ni, sottosezioni e sotto sottosezioni. Quindi centra esclusivamente i titoli dei capitoli. Per
centrarli bisogna aggiungere nel preambolo le seguenti righe di codice:

\titleformat{\section}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\LARGE\textbf}
\titleformat{\subsection}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\large\textbf}
\titleformat{\subsubsection}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\normalsize\textbf}

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E vedremo il nostro primo capitolo con il titolo del capitolo e della sezione centrato:

199
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora come impostare i titoli in maniera più elaborata. Per farlo, invece del codice
descritto sopra, digitare il seguente codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{titlesec}
\titleformat
{\chapter} [display]
{\bfseries\LARGE\itshape}

200
© 2016 Andrea Stefanelli

{Story No. \ \thechapter}


{0.5ex}
{
\rule{\textwidth}{1pt}
\vspace{1ex}
\centering
}
[
\vspace{-1,5ex}
\rule{\textwidth}{1pt}
]
\titleformat{\section}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\Large\itshape\textbf}
\titleformat{\subsection}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\large\itshape\textbf}
\titleformat{\subsubsection}[display]{}{}{0pc}{\filcenter\normalsize\itshape\textbf}

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E vedremo il nostro documento con i titoli centrati:

201
Usare titoli fantasiosi dei capitoli
Utilizzando la classe book di LaTeX può sorgere l’esigenza di avere i titoli dei capitoli
impaginati in maniera differente e magari più accattivante.
Una soluzione semplice è utilizzare il pacchetto fncychap.
Per usare questo pacchetto bisogna soddisfare le seguenti condizioni:
• usare la classe book
• aver impostato in Documento . Impostazioni . Numerazione & Indice la nume-
razione della Parte e del Capitolo come nella finestra sottostante:

Per usare il pacchetto fncychap nel preambolo aggiungere la riga:

\usepackage[style]{fncychap}

dove al posto di style si mette lo stile desiderato, che sarà uno dei seguenti:
• Sonny
• Lenny
• Glenn
• Conny
• Rejne
• Bjarne
• Bjornstrup

202
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Sonny


Per usare lo stile del capitolo Sonny bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Sonny]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

203
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Lenny


Per usare lo stile del capitolo Lenny bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Lenny]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

204
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Glenn


Per usare lo stile del capitolo Glenn bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Glenn]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

205
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Conny


Per usare lo stile del capitolo Glenn bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Conny]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

206
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Rejne


Per usare lo stile del capitolo Rejne bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Rejne]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

207
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Bjarne


Per usare lo stile del capitolo Bjarne bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Bjarne]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

208
© 2016 Andrea Stefanelli

Lo stile del capitolo Bjornstrup


Per usare lo stile del capitolo Bjornstrup bisogna digitare nel preambolo:

\usepackage[Bjornstrup]{fncychap}

Avremo la seguente composizione tipografica del titolo del capitolo:

209
Inserire una epigrafe nel documento
Una epigrafe dopo il titolo di un capitolo del nostro documento è un qualcosa di molto
elegante, un vero tocco di stile. Ma cosa è una epigrafe: è un detto o una frase celebre di un
personaggio di una certa fama o rilevanza culturale.
Quindi per fare un esempio pratico vediamo prima l’anteprima del nostro documento
senza epigrafe:

Per inserire una epigrafe nel documento bisogna usare il pacchetto LATEX Epigraph. Per
comunicare a LYX di usare questo pacchetto bisogna digitare questo codice nel Preambolo
di LATEX:

\usepackage{epigraph}

210
© 2016 Andrea Stefanelli

Quindi andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina
che si apre "Impostazioni...":

Si aprirà la seguente finestra:

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX"e si aprirà la seguente fine-
stra:

211
© 2016 Andrea Stefanelli

Digitare il seguente codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{epigraph}

Confermare la scelta premendo il pulsante OK.


L’epigrafe va inserita nel documento inserendo il seguente codice:

\epigraph{Testo della citazione}{Autore}

L’epigrafe che inseriremo nel nostro documento è una famosa frase di Napoleone Bonaparte.
Posizionarsi dopo il titolo e andare a capo premendo INVIO. Ci troviamo a quel punto
andare in ambiente standard e lì inseriamo il codice TEX selezionando il pulsante "Inserisci
codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX con il
testo e l’autore della nostra epigrafe nel box ERT. Il documento sarà il seguente:

212
© 2016 Andrea Stefanelli

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E vedremo l’anteprima del nostro documento con l’epigrafe:

213
© 2016 Andrea Stefanelli

214
Scrittura su più colonne
Per ottenere questa funzionalità bisogna usare il pacchetto LATEX «multicols».
Per dire a LYX di usare questo pacchetto nel preambolo di LATEX bisogna inserire il codice:

\usepackage{multicol}

Per fare un esempio partiamo dal seguente documento sulla biografia di Napoleone il cui
testo è stato estratto da Wikipedia:

Ora portiamoci nel punto in cui vogliamo avviare la formattazione a colonne e impo-
stiamo prima la distanza tra le due colonne aprendo un box ERT (quello in cui si inseri-
sce il codice TEX), e digitate (se per esempio vogliamo le due colonne separate da 2 cm di
distanza):

\setlength{\columnsep}{2cm}

215
© 2016 Andrea Stefanelli

Poi per settare l’inizio della scrittura a due colonne aprire un’altro box ERT, e digitate:

\begin{multicols}{2}

Poi, scrivete il nostro testo. Al termine, aprite un altro box ERT e digitate:

\end{multicols}

Il nostro documento dopo aver inserito queste scritte di codice si presenterà così:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

216
© 2016 Andrea Stefanelli

E vedremo il nostro documento con la scrittura su due colonne da noi impostata:

Possiamo anche ripartire il testo su tre colonne, sostituendo «2» con «3» nel codice ERT.

217
Personalizzare il layout della pagina del
documento
Avete già visto come impostare un documento di LYX. Ora andiamo a vedere nel dettaglio
come personalizzare il layout delle pagine del nostro documento.
Possiamo personalizzare la pagina del nostro documento in più elementi:

1. Il layout della pagina generale di tutto il documento

2. Il layout di una singola pagina del documento

3. L’aspetto della numerazione delle pagine del documento

4. Le intestazioni e il piè di pagina di tutto il documento

Impostare il layout di tutte le pagine del documento


Per impostare lo stile delle pagine di tutto il nostro documento bisogna andare sulla barra
del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina che si apre "Impostazio-
ni...":

Si aprirà la seguente finestra:

218
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Layout pagina" e si aprirà la seguente finestra:

In questa finestra si possono impostare due parametri:

Formato: E’ la grandezza della pagina. Normalmente sarà il formato A4. Ma si possono


impostare altri formati o formati personalizzati specificando l’altezza e la larghezza
della pagina.

219
© 2016 Andrea Stefanelli

Stile pagina: Lo “Stile pagina” io preferisco quello semplice ma possiamo decidere tra i
seguenti tipi:
V UOTO : senza intestazioni e piè di pagina, quindi senza la numerazione delle pagine
S EMPLICE : con il solo numero di pagina al centro del piè di pagina
I NTESTAZIONI : riporta il titolo del Capitolo nelle pagine dispari e quello delle Sezioni
nelle pagine pari
FANTASIOSO : è simile a “Intestazioni”, ma più elaborato

Impostare il layout di una singola pagina del documento


Per fare questo dobbiamo posizionarsi sulla pagina dove vogliamo un layout diverso dal
tutto il documento e selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che
vogliamo nel box ERT. Nel nostro caso secondo quale layout vogliamo per quella pagina
scriveremo il relativo comando in codice TEX:

\thispagestyle{empty} Pagina con nessuna intestazione o piè di pagina

\thispagestyle{plain} Nessuna intestazione, il piè di pagina contiene al centro il numero


della pagina

\clearpage\null\thispagestyle{empty} Inserire una pagina vuota dopo la seguente pagi-


na

Impostare l’aspetto della numerazione delle pagine


E’ possibile determinare l’aspetto della numerazione delle pagine del documento. Per la
classi di documento di LYX la numerazione di default è in numeri arabi. Ma se vogliamo
possiamo cambiarla per tutto il documento o per parte di esso. Per esempio potremmo
decidere di fare l’introduzione numerata in numeri romani e i capitoli del libro in numeri
arabi.
Per fare questo dobbiamo posizionarsi sulla pagina dove vogliamo un certo tipo di nu-
merazione del documento e selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

220
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che vo-
gliamo nel box ERT. Nel nostro caso secondo quale tipo di numerazione vogliamo iniziare
da quella pagina il poi scriveremo il relativo comando in codice TEX:

\pagenumbering{arabic} numeri arabi

\pagenumbering{roman} numeri romani a caratteri minuscoli

\pagenumbering{Roman} numeri romani a caratteri maiuscoli

\pagenumbering{alph} lettere minuscole

\pagenumbering{Alph} lettere maiuscole

Il comando \pagenumbering resetta il numero di pagina riportandolo a 1.


Per impostare l’aspetto della numerazione per tutto il documento dobbiamo digitare i
comandi in codice LATEX elencati sopra nel preambolo.

Personalizzare le intestazioni e i piè di pagina


Possiamo personalizzare in modo facile le intestazioni e i piè di pagina in LATEX usando il
pacchetto fancyhdr.
Per usare questo pacchetto bisogna scrivere nel preambolo (vedere come fare tutorial a
pagina 265) queste due righe di codice:

\usepackage{fancyhdr}
\pagestyle{fancy}

Con il pacchetto fancyhdr possiamo impostare le intestazioni e i piè di pagina divisi in 3


parti e possiamo aggiungere linee decorative. Vediamo con una tabella come possiamo rap-
presentare il layout di pagina ottenuto con fancyhdr:

Intestazione sinistra Intestazione centrale Intestazione destra

CORPO DELLA PAGINA

Piè di pagina sinistro Piè di pagina centrale Piè di pagina destro


Ora vediamo questo schema con i relativi comandi in codice LATEX per impostare la pagi-
na con i comandi corrispondenti:

221
© 2016 Andrea Stefanelli

Intestazione sinistra Intestazione centrale Intestazione destra


\lhead{} \chead{} \rhead{}
Linea decorativa: \renewcommand{\headrulewidth}{0pt}

CORPO DELLA PAGINA

Linea decorativa: \renewcommand{\footrulewidth}{0pt}


Piè di pagina sinistro Piè di pagina centrale Piè di pagina destro
\lfoot{} \cfoot{} \rfoot{}
Le stringhe in codice LATEX devono essere scritte nel preambolo.
La stringa:

\thepage

Inserita all’interno delle parentesi due parentesi graffe {} imposta la posizione del numero
di pagina.
Vediamo la successione delle stringhe che vanno inserite nel preambolo di LATEX per in-
serire le impostazioni del pacchetto fancyhdr. Queste stringhe di codice vanno inserite tut-
te nel preambolo senza saltarne nessuna. Se ne saltiamo una, LYX darà errore nel creare
l’anteprima pdf.
Vediamo dunque quali sono dunque le stringhe da inserire:

\usepackage{fancyhdr}
\pagestyle{fancy}
\lhead{scritta intestazione sinistra}
\chead{scritta intestazione centrale}
\rhead{scritta intestazione destra}
\lfoot{scritta piè di pagina sinistro}
\cfoot{scritta piè di pagina centrale}
\rfoot{scritta piè di pagina destro}
\renewcommand{\headrulewidth}{spessore linea decorativa intestazione in pt}
\renewcommand{\footrulewidth}{spessore linea decorativa piè di pagina in pt}

Queste stringhe di codice devono essere inserite nel preambolo(vedere come fare tutorial a
pagina 265). Quindi per fare un esempio se inseriamo nel preambolo le seguenti stringhe:

\usepackage{fancyhdr}
\pagestyle{fancy}
\lhead{© 2015 Andrea Stefanelli}
\chead{}
\rhead{Kinequantum Coaching®}
\lfoot{}
\cfoot{\thepage}
\rfoot{}
\renewcommand{\headrulewidth}{0,4pt}
\renewcommand{\footrulewidth}{0,4pt}

222
© 2016 Andrea Stefanelli

Produce nelle pagine del documento la seguente intestazione con la rispettiva linea decora-
tiva:

E produce nelle pagine del documento il seguente piè di pagina con la numerazione delle
pagine e con la rispettiva linea decorativa:

Se non volgiamo la linea decorativa nelle intestazioni inseriremo come spessore il numero
“0”, quindi la stringa di codice diventerà:

\renewcommand{\headrulewidth}{0pt}

Se non volgiamo la linea decorativa nei piè di pagina inseriremo come spessore il numero
“0”, quindi la stringa di codice diventerà:

\renewcommand{\footrulewidth}{0pt}

Normalmente le intestazioni personalizzate non ci sono nella pagina dove vi è il titolo di


un capitolo. Se le volete anche in quella pagina posizionatevi all’interno di quella pagina e
selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il seguente codice
TEX nel box ERT:

\thispagestyle{fancy}

223
Inserire diagrammi nel documento
Per inserire diagrammi nel documento bisogna usare il pacchetto LATEX smartdiagram e bi-
sogna usare anche il pacchetto tikz. Per comunicare a LYX di usare questi pacchetti con le
relative opzioni bisogna digitare questo codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{tikz}
\usepackage{smartdiagram}
\usesmartdiagramlibrary{additions}

Per inserire un diagramma nel documento posizionare il nostro mouse nel punto dove vo-
gliamo inserire il nostro diagramma e selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX del
diagramma che vogliamo inserire nel box ERT.

Inserire un diagramma base


Per inserire un diagramma base bisogna digitare nel box ERT la seguente stringa di codice:

\smartdiagram[tipo di diagramma]{lista degli elementi del diagramma}

N.B.: ogni elemento della lista è separato da una virgola.

Quindi per esempio se digitiamo il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[sequence diagram]{Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Pensa Scrivi Osserva

224
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma circolare
Per un diagramma circolare con movimento antiorario digitare il seguente codice nel box
ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[circular diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea

Pensa Osserva

Scrivi

Per un diagramma circolare con movimento orario digitare il seguente codice nel box
ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[circular diagram:clockwise]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea

Osserva Pensa

Scrivi

225
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma di flusso
Per un diagramma di flusso verticale digitare il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[flow diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea

Pensa

Scrivi

Osserva

Per un diagramma di flusso orizzontale digitare il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[flow diagram:horizontal]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

Diagramma in sequenza
Per un diagramma in sequenza digitare il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[sequence diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

226
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma a costellazione:
Per un diagramma a costellazione digitare il seguente codice nel box ERT:
\begin{center}
\smartdiagram[constellation diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}
Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Pensa

Os-
Crea serva

Scrivi

Per un diagramma a costellazione connesso digitare il seguente codice nel box ERT:
\begin{center}
\smartdiagram[connected constellation diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}
Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Pensa

Os-
Crea serva

Scrivi

227
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma a bolle
Per un diagramma a bolle digitare il seguente codice nel box ERT:
\begin{center}
\smartdiagram[bubble diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}
Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Pensa

Crea Osserva

Scrivi

Diagramma descrittivo
Per un diagramma di flusso descrittivo digitare il seguente codice nel box ERT:
\begin{center}
\smartdiagram[descriptive diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}
Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea

Pensa

Scrivi

Os-
serva

228
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma descrittivo a lista


Per un diagramma descrittivo a lista digitare il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[descriptive diagram]{
{Focus, {Focalizza nella mente, cosa vuoi realizzare}},
{Crea, Immagina cosa vuoi realizzare},
{Vedi, Osserva cosa hai manifestato},
{Gioia, Crea gioia per manifestare},
{Centro, {Ottieni, quello che hai chiesto}}, }
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Focalizza nella mente,


Focus
cosa vuoi realizzare

Immagina cosa
Crea
vuoi realizzare

Osserva cosa
Vedi
hai manifestato

Gioia Crea gioia per manifestare

Ottieni, quello
Centro
che hai chiesto

Diagramma descrittivo a priorità


Per un diagramma descrittivo a priorità digitare il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagram[priority descriptive diagram]{
Scegli che tipo di documento scrivere,
Scegli la classe del documento,
Struttura le opzioni della classe,
Scrivi il documento,
Compila il documento
}
\end{center}

229
© 2016 Andrea Stefanelli

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Compila il documento

Scrivi il documento

Struttura le
opzioni della classe

Scegli la classe
del documento

Scegli che tipo di


documento scrivere

230
Inserire un diagramma con opzioni
personalizzate
Per inserire diagrammi nel documento bisogna usare il pacchetto LATEX smartdiagram e bi-
sogna usare anche il pacchetto tikz. Per comunicare a LYX di usare questi pacchetti con le
relative opzioni bisogna digitare questo codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{tikz}
\usepackage{smartdiagram}
\usesmartdiagramlibrary{additions}

Per inserire un diagramma nel documento posizionare il nostro mouse nel punto dove vo-
gliamo inserire il nostro diagramma e selezionare il pulsante "Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX del
diagramma che vogliamo inserire nel box ERT.

Inserire un diagramma con opzioni personalizzate


Per inserire un diagramma con opzioni personalizzate bisogna digitare nel box ERT la
seguente stringa di codice:

\smartdiagramset{
opzioni del diagramma
}
\smartdiagram[tipo di diagramma]{lista degli elementi del diagramma}

N.B.: ogni elemento della lista è separato da una virgola.

Diagramma descrittivo a priorità con opzioni


personalizzate
Diagramma con un colore diverso per ogni elemento
Per inserire questo diagramma bisogna digitare nel box ERT la seguente stringa di codice:

231
© 2016 Andrea Stefanelli

\smartdiagramset{
set color list={dichiarazione colore per ciascun elemento},
border color=black,(colore del bordo degli elementi)
priority arrow width=2cm,(larghezza freccia)
priority arrow height advance=2.25cm (a che distanza arriva l’ultimo elemento
dalla cima della freccia)
}
\smartdiagram[tipo di diagramma]{lista degli elementi del diagramma}

Quindi digitando nel box ERT la seguente stringa di codice:

\begin{center}
\smartdiagramset{
set color list={blue!30!cyan,green!60!lime,orange!50!red!brown!40},
border color=black,
priority arrow width=2cm,
priority arrow height advance=2.25cm
}
\smartdiagram[priority descriptive diagram]{Primo elemento,Secondo elemento,
Terzo elemento, Quarto elemento, Quinto elemento}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Quarto elemento

Terzo elemento

Secondo elemento

Primo elemento

Diagramma con un colore uguale per tutti gli elementi


Per inserire questo diagramma bisogna digitare nel box ERT la seguente stringa di codice:

\smartdiagramset{
uniform color list={dichiarazione colore e per quanti elementi},

232
© 2016 Andrea Stefanelli

border color=black,(colore del bordo degli elementi)


priority arrow width=2cm,(larghezza freccia)
priority arrow height advance=2.25cm (a che distanza arriva l’ultimo
elemento dalla cima della freccia)
}
\smartdiagram[tipo di diagramma]{lista degli elementi del diagramma}

Quindi digitando nel box ERT la seguente stringa di codice:

\begin{center}
\smartdiagramset{
uniform color list=green!60 for 4 items,
border color=black,
priority arrow width=2cm,
priority arrow height advance=2.25cm
}
\smartdiagram[priority descriptive diagram]{Primo elemento,Secondo elemento,
Terzo elemento, Quarto elemento}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Quarto elemento

Terzo elemento

Secondo elemento

Primo elemento

Diagrammi di flusso con opzioni personalizzate


Diagramma di flusso con un colore diverso per ogni elemento
Per inserire questo diagramma bisogna digitare nel box ERT la seguente stringa di codice:

\begin{center}
\smartdiagramset{border color=black,

233
© 2016 Andrea Stefanelli

set color list={blue!10!cyan,green!60!lime,orange!50!red,red!30!},


back arrow disabled=true}
\smartdiagram[flow diagram:horizontal]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

Diagramma di flusso con alcuni elementi dello stesso colore


Per inserire questo diagramma bisogna digitare nel box ERT la seguente stringa di codice:

\begin{center}
\smartdiagramset{
uniform color list=yellow!100!black for 2 items,
back arrow disabled=true,
}
\smartdiagram[flow diagram:horizontal]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

Diagramma di flusso con elementi dello stesso colore e frecce più


lunghe
Per inserire questo diagramma bisogna digitare nel box ERT la seguente stringa di codice:

\begin{center}
\smartdiagramset{
border color=black,
uniform color list=blue!50 for 4 items,
back arrow disabled=true,
module x sep=3.75,
}
\smartdiagram[flow diagram:horizontal]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

234
© 2016 Andrea Stefanelli

I colori nei diagrammi


Mostriamo ora con un diagramma i colori per i diagrammi:

teal!40!

violet!40!

brown!40!

magenta!40!

yellow!40!

orange!40!

green!60!

blue!30!

cyan!40!

red!30!

gray!60!

I numeri tra i due punti esclamativi si possono modificare per modificare la tonalità dei
colori.

235
Diagrammi in scala di grigio
Diagramma descrittivo a priorità in scala di grigio
Per un diagramma descrittivo a priorità in scala di grigio digitare il seguente codice nel box
ERT:

\begin{center}
\smartdiagramset{
uniform color list=gray!60 for items,
}
\smartdiagram[priority descriptive diagram]{Primo piano,Secondo piano,
Terzo piano, Quarto piano, Quinto piano, Sesto piano}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Sesto piano

Quinto piano

Quarto piano

Terzo piano

Secondo piano

Primo piano

236
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma descrittivo tipo lista ordinata in scala di grigio


Per un diagramma descrittivo tipo lista ordinata in scala di grigio digitare il seguente codice
nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagramset{
border color=black,
uniform color list=gray!60 for 6 items,
back arrow disabled=true,
}
\smartdiagram[descriptive diagram]{
{Scegli, Decidi cosa vuoi realizzare},
{Focus, {Focalizza nella mente, cosa vuoi realizzare}},
{Crea, Immagina cosa vuoi realizzare},
{Vedi, Osserva cosa hai manifestato},
{Gioia, Crea gioia per manifestare},
{Centro, {Ottieni, quello che hai chiesto}},
}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Scegli Decidi cosa vuoi realizzare

Focalizza nella mente,


Focus
cosa vuoi realizzare

Immagina cosa
Crea
vuoi realizzare

Osserva cosa
Vedi
hai manifestato

Gioia Crea gioia per manifestare

Ottieni, quello
Centro
che hai chiesto

237
© 2016 Andrea Stefanelli

Diagramma di flusso in scala di grigio


Per un diagramma di flusso verticale in scala di grigio digitare il seguente codice nel box
ERT:
\begin{center}
\smartdiagramset{
border color=black,
uniform color list=gray!60 for 4 items,
back arrow disabled=true,
}
\smartdiagram[flow diagram:horizontal]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}
Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

Diagrammi circolari in scala di grigio


Per un diagramma circolare con movimento antiorario in scala di grigio digitare il seguente
codice nel box ERT:
\begin{center}
\smartdiagramset{
border color=black,
uniform color list=gray!60 for 4 items,
back arrow disabled=true,
}
\smartdiagram[circular diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}
Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea

Pensa Osserva

Scrivi

238
© 2016 Andrea Stefanelli

Per un diagramma circolare con movimento orario in scala di grigio digitare il seguente
codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagramset{
border color=black,
uniform color list=gray!60 for 4 items,
back arrow disabled=true,
}
\smartdiagram[circular diagram:clockwise]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea

Osserva Pensa

Scrivi

Diagramma in sequenza in scala di grigi


Per un diagramma in sequenza in scala di grigi digitare il seguente codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagramset{
border color=black,
uniform color list=gray!60 for 4 items,
back arrow disabled=true,
}
\smartdiagram[sequence diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

239
© 2016 Andrea Stefanelli

Per un diagramma in sequenza su sfondo nero con scritte in bianco digitare il seguente
codice nel box ERT:

\begin{center}
\smartdiagramset{uniform sequence color=true,
sequence item border color=black,
sequence item font size=\footnotesize,
sequence item text color=white
}
\smartdiagram[sequence diagram]{Crea,Pensa,Scrivi,Osserva}
\end{center}

Nell’anteprima del nostro documento avremo:

Crea Pensa Scrivi Osserva

240
Inserire un pdf nel documento
Dentro un documento di LyX possiamo inserire un documento pdf, per farlo bisogna usare
il pacchetto LATEX pdfpages .
Quindi per fare un esempio pratico vediamo prima l’anteprima del nostro documento:

Per dire a LYX di usare il pacchetto LATEX titlesec per centrare i titoli del documento,
bisogna digitare questo codice nel Preambolo di LATEX:
\usepackage[]{pdfpages}
Se stiamo usando il pacchetto fancyhdr nel documento aggiungere nel Preambolo di LATEX
anche la seguente stringa che indica a LyX le impostazioni del pacchetto pdfpages:

241
© 2016 Andrea Stefanelli

\includepdfset{pages=-,pagecommand=\thispagestyle{fancy},fitpaper=true}
Quindi andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Inserisci" e dal menù a tendina
che si apre posizionarsi su "File" e dal menù a tendina che si apre selezionare "Materiale
esterno...":

Si aprirà la seguente finestra:

242
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare il tipo di file da importare scegliendo tra i modelli possibili "Pagine PDF":

Selezionare il pulsante sfoglia e raggiungere all’interno del nostro PC il pdf da importare


nel documento.
La finestra del programma, dopo queste regolazioni, sarà la seguente:

Selezionare dalla finestra del programma il menù "Opzioni per LaTeX e LyX" e nella
finestra che si apre scrivere nell’opzione del formato LaTeX l’opzione:

pages=-

La finestra del programma, dopo queste regolazioni, sarà la seguente:

243
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalla finestra del programma il menù "Dimensione e rotazione" e nella fine-
stra selezionare l’opzione "Scala (%)" e impostarla a 100. La finestra del programma, dopo
queste regolazioni, sarà la seguente:

244
© 2016 Andrea Stefanelli

Nel documento apparirà il collegamento al file pdf incorporato nel documento:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E vedremo nella seconda pagina del documento il file pdf perfettamente incorporato nel
documento:

245
© 2016 Andrea Stefanelli

Se stiamo usando il pacchetto fancyhdr e vogliamo che nel documento appaiano le inte-
stazioni di tale pacchetto dobbiamo selezionare nel documento il collegamento al file pdf
incorporato nel documento:

Dalla finestra che apparirà selezionare il menù "Dimensione e rotazione". Selezionare


quindi l’opzione "Scala (%)" e impostarla a un valore che permetta di non coprire le intesta-
zioni create con il pacchetto fancyhdr (in questo caso inseriremo il valore 85). La finestra del
programma, dopo queste regolazioni, sarà la seguente:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E vedremo nella seconda pagina del documento il file pdf perfettamente incorporato nel
documento senza che copra le intestazioni :

246
© 2016 Andrea Stefanelli

247
Inserire appunti Markdown in LyX
A volte capita di dover prendere degli appunti velocemente quando siamo a giro o a delle
riunioni. Magari abbiamo solo il tablet con noi e quindi non abbiamo la possibilità di usare
LyX per prendere appunti in digitale. In questo caso il linguaggio markdown fa al caso no-
stro in quanto è un linguaggio di marcatura leggero che ci permette velocemente di prendere
degli appunti con le impostazioni di formattazione del testo. Il testo creato con il linguaggio
markdown è un file con l’estensione .md. Troviamo facilmente programmi per usare questo
linguaggio di codifica del testo. Esso produce un documento esteticamente non all’altezza
di quelli creati con LyX, ma attraverso un programma gratuito multipiattaforma possiamo
esportare il file Markdown in un file .tex che possiamo tranquillamente importare il LyX.

Tabella sintetica comandi Markdown base


COSA VOGLIAMO FARE 1° METODO 2° METODO

Titolo di 1° livello # testo


Titolo di 2° livello ## testo
Titolo di 3° livello ### testo
Titolo di 4° livello #### testo
Titolo di 5° livello ##### testo
Titolo di 6° livello ###### testo
A capo semplice testo <br> testo
A capo nella riga successiva <br>
testo
Nuovo paragrafo
testo
Corsivo (italico) *testo* _testo_
Grassetto **testo** __testo__
Corsivo grassetto ***testo*** ___testo ___
Citazione > testo
* testo - testo
Lista non numerata
* testo - testo
1. testo 1) testo
Lista numerata
2. testo 2) testo
URL internet <url>
URL internet \[etichetta](url)
Importare il file .tex in LyX e personalizzare il documento è un processo in cinque fasi.

248
© 2016 Andrea Stefanelli

1- Esportare il file markdown in formato LaTeX


Se non vi siete ancora procurati il l’editor markdown Typora andate a scaricarlo all’indirizzo
https://typora.io/ e installatelo. Questo programma è gratuito ed è multipiattaforma,
quindi lo potete usare su Windows, Mac e Linux.
Avviate ora il programma e aprite il file markdown (.md) che avete già creato col tablet
o con qualunque altro programma. Oppure se volete potete usare Typora direttamente per
scrivere appunti veloci. Aprite quindi il programma selezionandone l’icona:

Andare ad aprire ora il nostro file .md. Per esempio la finestra del programma si presen-
terà nel mio caso così:

Andare poi sulla barra del menù di Typora e selezionare la voce "File" e sul menù a tendi-
na che si apre posizionare il mouse su "Export". Si aprirà un altro menù a tendina: selezio-
nare "LaTeX":

249
© 2016 Andrea Stefanelli

Avremo il nostro documento esportato in formato .tex:

2- Importare il file .tex in LyX


Aprire LyX selezionandone l’icona:

Una volta aperto LyX andare sulla barra del menù e selezionare la voce "File" e sul menù
a tendina che si apre posizionare il mouse su "Importa". Si aprirà un altro menù a tendina:
selezionare "LaTeX (normale)...":

250
© 2016 Andrea Stefanelli

Andare ad aprire ora il nostro file .tex posizionato sul nostro computer. Dopo averlo aper-
to nel mio caso la finestra di LyX apparirà così:

251
© 2016 Andrea Stefanelli

3- Impostare con LyX il documento


Ora dobbiamo impostare il nostro documento per renderlo totalmente compatibile con LyX
e per renderlo esteticamente più elegante.
Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina che
si apre "Impostazioni...":

Si aprirà la seguente finestra:

Ora andremo a impostare la classe "Book Koma-Script". Selezionare il pulsante "Layout


locale..." e dal menù a tendina che si apre "book (KOMA-Script)" o "Libro KOMA-Script":

252
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Caratteri" e impostare la “Dimensione base” del
carattere con passo 12. Come nella seguente finestra:

253
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX" e dalla finestra che si aprirà
cancellate dal preambolo le righe evidenziate nella seguente finestra:

Il codice da cancellare è il seguente:

\usepackage{mathspec}
\else
\fi
\defaultfontfeatures{Ligatures=TeX,Scale=MatchLowercase}

Il codice da cancellare è serve a LyX a dire di non usare il pacchetto LaTeX “mathspec” con
le relative impostazioni. L’uso di questo pacchetto va in conflitto con le impostazioni di
defaut di LyX e impedisce di poter creare l’anteprima e l’esportazione del documento in
pdf. Quindi queste righe di codice bisogna obbligatoriamente cancellarle dal preambolo di
LyX.
Se invece vogliamo inserire una intestazione elaborata nel documento invece nel pream-
bolo le seguenti stringhe:

\usepackage{fancyhdr}
\pagestyle{fancy}
\lhead{}
\chead{}
\rhead{}
\lfoot{}

254
© 2016 Andrea Stefanelli

\cfoot{\thepage}
\rfoot{}
\renewcommand{\headrulewidth}{0pt}
\renewcommand{\footrulewidth}{0pt}
Per come strutturare il codice nel preambolo e nel documento per le intestazioni andare a
vedere il tutorial “Personalizzare le intestazioni e i piè di pagina” a pagina 221.

4- Personalizzare il documento con LyX


Nel file importato con LyX: il titolo di primo livello in markdown diventa un titolo di sezio-
ne, uno di secondo livello diventa una sottosezione e un titolo di terzo livello diventa una
sotto sottosezione. Quindi per fare un bel lavoro bisogna far diventare il titolo di sezione un
titolo di capitolo senza numerazione.
Quindi bisogna andare a posizionarsi sul titolo di sezione ( che è il titolo di primo livello
in marcatura markdown). Selezionare poi il pulsante del menù degli ambienti e dal menù a
tendina che si apre selezionare "Capitolo*":

255
© 2016 Andrea Stefanelli

Andiamo a vedere ora l’impaginazione creata da LYX selezionando il pulsante dell’ante-


prima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX:

256
© 2016 Andrea Stefanelli

5- Esportare il documento in PDF LuaTeX


Andiamo ora ad esportare il file in pdf.
Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "File" e sul menù a tendina che si apre
posizionare il mouse su "Esporta". Si aprirà un altro menù a tendina: selezionare "PDF (Lua-
TeX)":

Nella stessa cartella dove è posizionato il nostro file di LyX verrà esportato il nostro
documento in pdf LuaTeX.

257
Usare il codice LATEX

258
Inserire codice TEX nel documento
LYX è l’interfaccia grafica del codice TEX, che è il codice tipografico. Ci permette senza
scrivere stringhe di codice di creare documenti professionali. Ma se noi vogliamo, possiamo
sempre inserire direttamente il codice TEX nei nostri documenti. Certe volte lo facciamo in
quanto alcune volte scrivere una brevissima stringa in codice TEX è più veloce di aprire due
menù e impostare le opzioni di una finestra.
Prendiamo per fare l’esempio una pagina a caso del nostro documento:

La cui anteprima è:

Per spiegare come inserire il codice TEX nel documento mi sembra utile utilizzare un co-
mando che è effettivamente più veloce digitarlo attraverso il codice rispetto a sfogliare menù

259
© 2016 Andrea Stefanelli

e finestre: il comando per andare a capo senza iniziare un nuovo paragrafo.


Questo è un comando in codice TEX che userete sicuramente molto in quanto lo troverete
estremamente pratico.
Quindi posizionare il mouse dove vogliamo inserire il codice TEX e selezionare il pulsante
"Inserisci codice TEX":

Si aprirà un piccolo rettangolo rosso che si chiama box ERT. Inserire il codice TEX che vo-
gliamo nel box ERT. Nel nostro caso apriamo due box ERT e vi scriviamo il comando per
andare a capo:

Vediamo ora l’impaginazione creata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

E potremo visualizzare il nostro documento impostato tipograficamente da LYX. L’ante-


prima della nostra pagina:

260
© 2016 Andrea Stefanelli

Come possiamo vedere la due stringhe di codice TEX hanno cambiato la formattazione
del documento mandando il testo a capo in due punti del documento.

261
Usare il codice TEX invece di sfogliare
menù e finestre
Se riteniamo che scrivere delle stringhe di testo in codice TEX sia più veloce che usare menù
e finestre, possiamo usare il codice TEX in quasi tutte le operazioni che richiedano l’uso dei
menù e delle finestre.
Qui espongo in tabelle i codici in linguaggio TEX per fare le operazioni principali di
scrittura del testo.

Sezionamento del testo

CODICE DA DIGITARE DESCRIZIONE COMANDO

\part{PRIMA PARTE} titolo parte


\chapter{CAPITOLO} titolo capitolo
\section{SEZIONE} titolo sezione
\subsection{SOTTOSEZIONE} titolo sottosezione
\subsubsection{SOTTO SOTTOSEZIONE} titolo sotto sottosezione

Evidenziare il testo

CODICE DA DIGITARE DESCRIZIONE COMANDO

\emph{testo enfatizzato} enfatizzare un testo


\textit{testo in corsivo} testo in corsivo
\textbf{testo in grassetto} testo in grassetto
\textsl{testo inclinato} testo inclinato
\textsc{testo in maiuscoletto} testo in maiuscoletto
\texttt{testo in “stile macchina da scrivere”} testo in “stile macchina da scrivere”

262
© 2016 Andrea Stefanelli

Detti versi e citazioni

CODICE DA DESCRIZIONE COMANDO


DIGITARE
\begin{quote} testo \end{quote} Detto
\begin{verse} testo \end{verse} Verso
\begin{quotation} testo \end{quotation} Citazione

Comandi di formattazione

CODICE DA DESCRIZIONE COMANDO


DIGITARE
\newline va a capo e inizia una riga nuova senza cominciare un nuovo paragrafo
\\ va a capo semplice senza cominciare un nuovo paragrafo
testo di fine inserisce manualmente una riga vuota tra due paragrafi
paragrafo. \\
\newpage va a capo alla pagina seguente
\noident annulla il rientro della prima riga per il paragrafo in cui si trova
\indent voglio il rientro della prima riga di testo anche se non dovrebbe esserci
\dots puntini di sospensione (testo... testo)

Allineamento del testo

CODICE DA DESCRIZIONE COMANDO


DIGITARE
\centerline{...} centra il contenuto delle parentesi graffe nella riga
\begin{center}
testo scritto centratura del testo
\end{center}
\centering centratura del testo fino alla fine del documento
\begin{flushright}
testo scritto allineamento del testo a destra
\end{flushright}
\begin{flushleft}
testo scritto allineamento del testo a sinistra
\end{flushleft}

263
© 2016 Andrea Stefanelli

Spazio orizzontale e verticale

CODICE DA DESCRIZIONE COMANDO


DIGITARE
\vskip Xcm righe vuote per X centimetri
\medskip spazio verticale aggiuntivo tra due righe
\vspace{Xcm} spazio verticale di X centimetri
\hspace{Xcm} spazio orizzontale di X centimetri

264
Aggiungere un pacchetto al preambolo
LATEX
Per utilizzare determinate stringhe di codice bisogna inserire nel preambolo di LATEX la
stringa che dice a LYX di utilizzare quel determinato pacchetto LATEX.
Se noi inserissimo del codice TEX senza aver aggiunto al preambolo il relativo pacchet-
to che viene utilizzato, quando noi andiamo a fare l’anteprima pdf del documento si ge-
nererebbe un errore che ci impedirebbe di creare l’anteprima pdf del documento o il pdf
stesso.
Per inserire un pacchetto nel preambolo di LATEX aggiungere la riga:

\usepackage{nome_pacchetto}

Di alcuni pacchetti bisognerà anche inserire delle impostazioni specifiche che poi danno im-
postazioni tipografica specifiche a tutto il documento. Nei tutorial corrispondenti troverete
specificati tali comandi in codice LATEX.
Per fare un esempio immaginiamo di voler aggiungere il pacchetto type1cm.
Per usare questo pacchetto nel preambolo di LATEX aggiungere la riga:

\usepackage{type1cm}

Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina che si
apre "Impostazioni...":

Si aprirà la finestra delle impostazioni del documento:

265
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX"e si aprirà la seguente fine-
stra:

266
© 2016 Andrea Stefanelli

Digitare il seguente codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{type1cm}

Confermare la scelta premendo il pulsante OK.

267
Colorare sfondi e testo usando il codice
TEX
Devi usare il package color, nel preambolo devi inserire il codice:

\usepackage{color}

Se vogliamo colorare lo sfondo di una determinata pagina (per esempio quella del titolo)
bisogna anche usare il pacchetto afterpage. Quindi nel preambolo di LATEX aggiungere la
riga:

\usepackage{afterpage}

Se avete configurato il documento come suggerito in questo libro avete già scritto entrambe
queste righe nel preambolo del vostro documento.
I colori più semplici (red, green, blue, yellow, cyan, magenta) sono riconosciuti dal compi-
latore e possono essere scritti direttamente selezionando il colore con le finestre di LYX. Ma
se vuoi utilizzare colori diversi sfruttando le varie possibilità offerte dalle scale cromatiche
dei colori dovrai utilizzare i “modelli colore”. I tutorial li troverai a pagina 270.
Il vantaggio di usare il codice TEX per colorare sfondi o testo è che potete scegliere tra una
quantità di colori molto più ampia da quella impostata per default nelle finestre di LYX.

Scrittura con testo colorato nel documento


Per scrivere una parte del testo colorata si usa il comando:

\textcolor{nome colore}{testo da scrivere}

Per esempio: \textcolor{red}{ciao} produce la scritta ciao

Per fare un box colorato in una parte di testo si usa il comando:

\colorbox{nome colore}{testo a cui fare il box}

quindi per scrivere: ciao ragazzi


bisogna digitare nel box ERT: \colorbox{yellow}{ciao ragazzi}

268
© 2016 Andrea Stefanelli

Per fare invece un box colorato con bordo in una parte di testo si usa il comando:
\fcolorbox{colore bordo del box}{colore box}{\makebox[lunghezza del box in cm][c]{Ciao
ciao}}

Quindi per scrivere: Ciao ciao


bisogna digitare nel box ERT:
\fcolorbox{red}{yellow}{\makebox[2cm][c]{Ciao ciao}}
Per fare invece un box colorato con scritta colorata:
\colorbox{colore o codici colore del box} {\color {colore testo} testo da scrivere}

Quindi per scrivere: Ciao ciao


bisogna digitare nel box ERT:
\colorbox[gray]{.5}{\color {white} Ciao ciao}

Cambiare colore al testo di tutto il documento


Se vogliamo cambiare il colore del testo a tutto il documento andare nel preambolo e scri-
vere:
\color{nome colore}

Per esempio per scrivere tutto il documento col testo in blu scrivere:

\color{blue}

Cambiare colore allo sfondo del documento


Se vogliamo cambiare il colore dello sfondo a tutto il documento andare nel preambolo e
scrivere:
\color{nome colore}

Per esempio per scrivere tutto il documento su sfondo giallo scrivere:

\pagecolor{yellow}
Se invece vogliamo per esempio cambiare il colore dello sfondo solo della prima pagina
(quella del titolo), lasciando bianche le altre pagine del documento andare subito dopo il
titolo e digitare nel box ERT:
\pagecolor{nome colore}\afterpage{\pagecolor{white}}

Per esempio per fare solo la pagina del titolo gialla:

\pagecolor{yellow}\afterpage{\pagecolor{white}}

269
Usare i modelli di colore con il codice
LATEX
Un modello di colore è un metodo standard di definizione in termini numerici, del colore.
In LATEX esistono i seguenti modelli di colore: Gray, RGB e CMYK:

• Il Gray (Grey = Grigio) non è altro che la forma abbreviata delle combinazioni di
numeri del modello RGB corrispondenti alle varie tonalità di grigio.

• L’RGB (Red, Green, Blue = Rosso, Verde, Blu), è un modello additivo: combina i colori
per generare il bianco. L’RGB è lo standard usato in informatica.

• Il CMYK (Cyan, Magenta, Yellow, Black = Ciano, Magenta, Giallo, Nero), è un modello
sottrattivo: combina i colori per generare il nero. Il CMYK è lo standard utilizzato nella
stampa e nell’editoria.

Nel computer il monitor visualizza i colori secondo il modello RGB, mentre la stampante
usa il modello CMYK. Ciò spiega la differenza tra i colori brillanti che appaiono sul monitor
e i colori più spenti che vengono prodotti dalla stampante.
In questo capitolo riporto, per ogni modello di colore, le scale cromatiche dei colori base
affiancate dalle combinazioni numeriche corrispondenti ad ogni tonalità di colore.
Attraverso il codice LATEX utilizzando i modelli colore possiamo scrivere testo colorato,
colorare box o sfondi utilizzando tutte le scale cromatiche del colore.

Per esempio: \textcolor[gray]{.5}{ciao} produce la scritta ciao

Invece: \colorbox[gray]{.5}{\color[gray]{1} ciao} produce il box ciao

Se invece vogliamo colorare di una tonalità di blu specifica solo la pagina del titolo scrive-
remo il seguente codice LATEX subito dopo il titolo:

\pagecolor[rgb]{0,0,.9}\afterpage{\pagecolor{white}}

Vediamo ora per ogni modello di colore le scale cromatiche con i relativi codici numerici e
degli esempi per comprenderne l’uso.

270
© 2016 Andrea Stefanelli

Gray
Il Gray (Grey = Grigio) non è altro che la forma abbreviata delle combinazioni di numeri del
modello RGB corrispondenti alle varie tonalità di grigio.
Il grigio può essere definito dai modelli Gray, RGB e CMYK. In questa guida vediamo
come creare le tonalità di grigio usando il modello Gray.
Ogni tonalità di grigio del modello Gray corrisponde ad un numero compreso tra 0 e 1.
Queste sono le scale cromatiche dei colori con i rispettivi codici colore:

{0} (nero)
{.05}
{.1}
{.2}
{.3}
{.4}
{.5}
{.6}
{.7}
{.8}
{.9}
{.95}
{1} (bianco)

Il bianco e il nero possono essere selezionati anche tramite i menù di LYX, le tonalità
intermedie per essere selezionate devono per forza essere usati i codici dei rispettivi colori.
Per scrivere del testo colorato con il modello di colore Gray si usa il comando:

\textcolor[modello di colore]{codice colore}{testo}

Per esempio:\textcolor[gray]{.5}{ciao} produce la scritta ciao

Per fare invece un box colorato con scritta colorata con il modello di colore Gray:

\colorbox[modello di colore del box]{codice colore del box} {\color [modello di colore
del testo]{codice colore del testo} testo da scrivere}

Quindi per scrivere: ciao


bisogna digitare nel box ERT:
\colorbox[gray]{.5}{\color[gray]{1} ciao}

271
© 2016 Andrea Stefanelli

RGB
L’RGB (Red, Green, Blue = Rosso, Verde, Blu), è un modello additivo: combina i colori per
generare il bianco. L’RGB è lo standard usato in informatica.

Ogni tonalità di colore del modello RGB corrisponde ad una combinazione di tre numeri,
ciascuno compreso tra 0 e 1.

Per scrivere del testo colorato con il modello di colore RGB si usa il comando:

\textcolor[modello di colore]{codice colore}{testo}

Per esempio:\textcolor[rgb]{1,.05,.05}{ciao} produce la scritta ciao

Per fare invece un box colorato con scritta colorata con il modello di colore RGB:

\colorbox[modello di colore del box]{codice colore del box} {\color [modello di colore
del testo]{codice colore del testo} testo da scrivere}

Quindi per scrivere: ciao


bisogna digitare nel box ERT:
\colorbox[rgb]{0,0,.6}{\color[rgb]{.6,1,.6} ciao}

Se invece vogliamo colorare di una tonalità di giallo specifica solo la pagina del titolo usando
il modello di colore RGB scriveremo il seguente codice LATEX subito dopo il titolo:

\pagecolor[rgb]{1,1,.2}\afterpage{\pagecolor{white}}

Queste sono le scale cromatiche dei colori nel modello RGB con i rispettivi codici colore:

272
© 2016 Andrea Stefanelli

{0,0,0} (nero) {0,0,0} (nero)

{.05,0,0} {0,.05,0}

{.1,0,0} {0,.1,0}

{.2,0,0} {0,.2,0}

{.3,0,0} {0,.3,0}

{.4,0,0} {0,.4,0}

{.5,0,0} {0,.5,0}

{.6,0,0} {0,.6,0}

{.7,0,0} {0,.7,0}

{.8,0,0} {0,.8,0}

{.9,0,0} {0,.9,0}

{.95,0,0} {0,.95,0}

{1,0,0} (rosso) {0,1,0} (verde)

{1,.05,.05} {.05,1,.05}

{1,.1,.1} {.1,1,.1}

{1,.2,.2} {.2,1,.2}

{1,.3,.3} {.3,1,.3}

{1,.4,.4} {.4,1,.4}

{1,.5,.5} {.5,1,.5}

{1,.6,.6} {.6,1,.6}

{1,.7,.7} {.7,1,.7}

{1,.8,.8} {.8,1,.8}

{1,.9,.9} {.9,1,.9}

{1,.95,.95} {.95,1,.95}

{1,1,1} (bianco) {1,1,1} (bianco)

273
© 2016 Andrea Stefanelli

{0,0,0} (nero) {0,0,0} (nero)

{0,0,.05} {0,.05,.05}

{0,0,.1} {0,.1,.1}

{0,0,.2} {0,.2,.2}

{0,0,.3} {0,.3,.3}

{0,0,.4} {0,.4,.4}

{0,0,.5} {0,.5,.5}

{0,0,.6} {0,.6,.6}

{0,0,.7} {0,.7,.7}

{0,0,.8} {0,.8,.8}

{0,0,.9} {0,.9,.9}

{0,0,.95} {0,.95,.95}

{0,0,1} (blu) {0,1,1} (ciano)

{.05,.05,1} {.05,1,1}

{.1,.1,1} {.1,1,1}

{.2,.2,1} {.2,1,1}

{.3,.3,1} {.3,1,1}

{.4,.4,1} {.4,1,1}

{.5,.5,1} {.5,1,1}

{.6,.6,1} {.6,1,1}

{.7,.7,1} {.7,1,1}

{.8,.8,1} {.8,1,1}

{.9,.9,1} {.9,1,1}

{.95,.95,1} {.95,1,1}

{1,1,1} (bianco) {1,1,1} (bianco)

274
© 2016 Andrea Stefanelli

{0,0,0} (nero) {0,0,0} (nero)

{.05,0,.05} {.05,.05,0}

{.1,0,.1} {.1,.1,0}

{.2,0,.2} {.2,.2,0}

{.3,0,.3} {.3,.3,0}

{.4,0,.4} {.5,.5,0}

{.4,.4,0}
{.5,0,.5}
{.5,.5,0}
{.6,0,.6}
{.6,.6,0}
{.7,0,.7}
{.7,.7,0}
{.8,0,.8}
{.8,.8,0}
{.9,0,.9}
{.9,.9,0}
{.95,0,.95}
{.95,.95,0}
{1,0,1} (magenta)
{1,1,0} (giallo)
{1,.05,1}
{1,1,.05}
{1,.1,1}
{1,1,.1}
{1,.2,1}
{1,1,.2}
{1,.3,1}
{1,1,.3}
{1,.4,1}
{1,1,.4}
{1,.5,1}
{1,1,.5}
{1,.6,1} {1,1,.6}
{1,.7,1} {1,1,.7}
{1,.8,1} {1,1,.8}
{1,.9,1} {1,1,.9}

{1,.95,1} {1,1,.95}

{1,1,1} (bianco) {1,1,1} (bianco)

275
© 2016 Andrea Stefanelli

CMYK
Il CMYK (Cyan, Magenta, Yellow, Black = Ciano, Magenta, Giallo, Nero), è un modello sot-
trattivo: combina i colori per generare il nero. Il CMYK è lo standard utilizzato nella stampa
e nell’editoria.

Ogni tonalità di colore del modello CMYK corrisponde ad una combinazione di quattro
numeri, ciascuno compreso tra 0 e 1.
Per scrivere del testo colorato con il modello di colore CMYK si usa il comando:

\textcolor[modello di colore]{codice colore}{testo}

Per esempio:\textcolor[cmyk]{.8,0,0,0}{ciao} produce la scritta


© 2016 Andrea Stefanelli

{0,0,0,0} (bianco) {0,0,0,0} (bianco)

{.05,0,0,0} {0,.05,0,0}

{.1,0,0,0} {0,.1,0,0}

{.2,0,0,0} {0,.2,0,0}

{.3,0,0,0} {0,.3,0,0}

{.4,0,0,0} {0,.4,0,0}

{.5,0,0,0} {0,.5,0,0}

{.6,0,0,0} {0,.6,0,0}

{.7,0,0,0} {0,.7,0,0}

{.8,0,0,0} {0,.8,0,0}

{.9,0,0,0} {0,.9,0,0}

{.95,0,0,0} {0,.95,0,0}

{1,0,0,0} (ciano) {0,1,0,0} (magenta)


{1,.05,.05,0} {.05,1,.05,0}

{1,.1,.1,0} {.1,1,.1,0}

{1,.2,.2,0} {.2,1,.2,0}

{1,.3,.3,0} {.3,1,.3,0}

{1,.4,.4,0} {.4,1,.4,0}

{1,.5,.5,0} {.5,1,.5,0}

{1,.6,.6,0} {.6,1,.6,0}

{1,.7,.7,0} {.7,1,.7,0}

{1,.8,.8,0} {.8,1,.8,0}

{1,.9,.9,0} {.9,1,.9,0}

{1,.95,.95,0} {.95,1,.95,0}

{1,1,1,0} {1,1,1,0}

{1,1,1,1} (nero) {1,1,1,1} (nero)

277
© 2016 Andrea Stefanelli

{0,0,0,0} (bianco) {0,0,0,0} (bianco)

{0,0,.05,0} {0,.05,.05,0}

{0,0,.1,0} {0,.1,.1,0}

{0,0,.2,0} {0,.2,.2,0}

{0,0,.3,0} {0,.3,.3,0}

{0,0,.4,0} {0,.4,.4,0}

{0,0,.5,0} {0,.5,.5,0}

{0,0,.6,0} {0,.6,.6,0}

{0,0,.7,0} {0,.7,.7,0}

{0,0,.8,0} {0,.8,.8,0}

{0,0,.9,0} {0,.9,.9,0}

{0,0,.95,0} {0,.95,.95,0}

{0,0,1,0} (giallo) {0,1,1,0} (rosso)

{.05,.05,1,0} {0,1,1,.1}

{.1,.1,1,0} {0,1,1,.2}

{.2,.2,1,0} {0,1,1,.3}

{.3,.3,1,0} {0,1,1,.4}

{.4,.4,1,0} {0,1,1,.5}

{.5,.5,1,0} {0,1,1,.6}

{.6,.6,1,0} {0,1,1,.7}

{.7,.7,1,0} {0,1,1,.8}

{.8,.8,1,0} {0,1,1,.9}

{.9,.9,1,0} {0,1,1,.95}

{1,1,1,0} {0,1,1,1}

{1,1,1,1} (nero) {1,1,1,1} (nero)

278
© 2016 Andrea Stefanelli

{0,0,0,0} (bianco) {0,0,0,0} (bianco)

{.05,.05,0,0} {.05,0,.05,0}

{.1,.1,0,0} {.1,0,.1,0}

{.2,.2,0,0} {.2,0,.2,0}

{.3,.3,0,0} {.3,0,.3,0}

{.4,.4,0,0} {.4,0,.4,0}

{.5,.5,0,0} {.5,0,.5,0}

{.6,.6,0,0} {.6,0,.6,0}

{.7,.7,0,0} {.7,0,.7,0}

{.8,.8,0,0} {.8,0,.8,0}

{.9,.9,0,0} {.9,0,.9,0}

{.95,.95,0,0} {.95,0,.95,0}

{1,1,0,0} (blu) {1,0,1,0} (verde)

{1,1,0,.1} {1,0,1,.1}

{1,1,0,.2} {1,0,1,.2}

{1,1,0,.3} {1,0,1,.3}

{1,1,0,.4} {1,0,1,.4}

{1,1,0,.5} {1,0,1,.5}

{1,1,0,.6} {1,0,1,.6}

{1,1,0,.7} {1,0,1,.7}

{1,1,0,.8} {1,0,1,.8}

{1,1,0,.9} {1,0,1,.9}

{1,1,0,.95} {1,0,1,.95}

{1,1,0,1} {1,0,1,1}

{1,1,1,1} (nero) {1,1,1,1} (nero)

279
Impostazioni tipografiche usando il
codice TEX
Mettere un testo in un box
Per mettere il testo all’interno di un box bisogna digitare nel box ERT:
\framebox[lunghezza del box in cm]{testo}

Per esempio: \framebox[1cm]{ciao} produce la scritta ciao

Per esempio: \framebox[2cm]{ciao} produce la scritta ciao


Per mettere il testo all’interno di un box colorato bisogna invece digitare nel box ERT:
\fcolorbox{colore bordo}{colore sfondo}{testo}

Per esempio: \fcolorbox{red}{yellow}{ciao} produce la scritta ciao

Per esempio: \fcolorbox{red}{yellow}{ciao a tutti}


produce la scritta ciao a tutti

Creare una casella di testo


Per mettere un testo in una casella bisogna prima usare i due pacchetti texpos e boxedmini-
page. Per aggiungerli è necessario digitare questo codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{textpos}
\usepackage{boxedminipage}

Creare una casella di testo senza cornice


Per creare una casella di testo priva di cornice bisogna digitare nel box ERT:

\begin{minipage}[l]{lunghezza della casella in cm} Testo nella casella di testo \end{minipage}

Per esempio il codice:


\begin{minipage}[l]{10cm} Ecco un esempio di una casella di testo senza corcice. Questo esempio
serve per vedere l’aspetto tipografico della casella di testo. \end{minipage}

280
© 2016 Andrea Stefanelli

Ecco un esempio di una casella di testo senza corcice.


Produce la casella di testo: Questo esempio serve per vedere l’aspetto tipografico
della casella di testo.

Creare una casella di testo con cornice


Per creare una casella di testo con cornice bisogna digitare nel box ERT:

\begin{boxedminipage}[l]{lunghezza della casella in cm} Testo nella casella di testo \end{boxedminipage}

Per esempio il codice:


\begin{boxedminipage}[l]{10cm} Ecco un esempio di una casella di testo con cornice. Questo esem-
pio serve per vedere l’aspetto tipografico della casella di testo. \end{boxedminipage}

Ecco un esempio di una casella di testo con cor-


Produce la casella di testo: cice. Questo esempio serve per vedere l’aspetto
tipografico della casella di testo.

Inserire tabulazioni
L’ambiente tabbing fornisce all’incirca l’equivalente dell’azione del tasto TAB, e si usa per
allineare del testo in colonne. Ecco qui elencati alcuni dei comandi più comuni:

COMANDO AZIONE
\= Imposta una posizione di tabulazione
\> Sposta alla successiva tabulazione
\+ Imposta il margine sx alla tabulazione successiva
\- Imposta il margine sx alla tabulazione precedente
\\ Fine linea
Facciamo un esempio per comprendere, digitando nel box ERT:

\begin{tabbing}
\hspace{1cm} \= \hspace{2cm} \= \hspace{3cm} \= \\
Zero \> Uno \> Due \> Tre \\
Zero \> Uno \> \> Tre \+ \\
Uno \> Due \> Tre \\ Uno \> Due \> Tre \- \\
Zero \> Uno \> Due \\
\end{tabbing}

Si ottiene:

Zero Uno Due Tre


Zero Uno Tre
Uno Due Tre

281
© 2016 Andrea Stefanelli

Uno Due Tre


Zero Uno Due

282
Inserire simboli nel documento
utilizzando il codice LaTeX
Per inserire simboli nel documento bisogna usare il pacchetto latexsym e il pacchetto am-
sfonts.
Per usare questi pacchetti nel preambolo aggiungere le righe:

\usepackage{ latexsym}
\usepackage{ amsfonts}

Poi non rimane che inserire nel documento il simbolo che desideriamo utilizzare digitando
nel box ERT il codice LATEX del simbolo corrispondente.

Lettere greche

Operazioni binarie

283
© 2016 Andrea Stefanelli

Relazioni

Delimitatori

Delimitatori grandi

Frecce

Vari

284
© 2016 Andrea Stefanelli

Funzioni

Accenti matematici

Simboli di dimensione variabile

Operatori

Simboli di registrazione e copyright


© \textcopyright

® \textregistered

™ \texttrademark

285
Cambiare la grandezza dei caratteri
con LATEX
Usare il pacchetto Graphicx
Il pacchetto graphicx permette di ingrandire il normale testo.
Per usare questo pacchetto nel preambolo aggiungere la riga:

\usepackage{graphicx}

Andiamo ora a vedere come si crea una scritta di X cm. Digitare nel box ERT:

\resizebox{!}{altezza del testo in cm}{testo}

Per esempio: \resizebox{!}{1cm}{alto 1 cm}

produce la scritta alto 1 cm


Usare i comandi per la dimensione dei caratteri
La grandezza dei caratteri può essere modificata inserendo i comandi relativi alla grandez-
za del carattere:

\Huge per esempio scrivendo ciao produce CIAO


\huge per esempio scrivendo ciao produce CIAO
\LARGE per esempio scrivendo ciao produce CIAO
\Large per esempio scrivendo ciao produce CIAO
\large per esempio scrivendo ciao produce CIAO
\normalsize (default) per esempio scrivendo ciao produce CIAO

\small per esempio scrivendo ciao produce CIAO

\footnotesize per esempio scrivendo ciao produce CIAO

\scriptsize per esempio scrivendo ciao produce CIAO

286
© 2016 Andrea Stefanelli

\tiny per esempio scrivendo ciao produce CIAO

Per iniziare a scrivere con un carattere di una grandezza diversa da quella predefinita
bisogna digitare nel box ERT:

\comando della grandezza del carattere \par


per esempio: \LARGE \par

Dato questo comando LYX continua a scrivere i caratteri con quella grandezza fino a che noi
non torniamo al carattere di default della classe digitando nel box ERT:

\normalsize \par

Per scrivere un testo di una grandezza diversa da quella predefinita bisogna digitare nel box
ERT:

\begin{comando della grandezza del carattere}Testo da scrivere \end{comando della


grandezza del carattere}
per esempio: \begin{Huge} Ciao \end{Huge} produce Ciao
Usare il pacchetto Type1cm
Un altro modo per ottenere font grandi ‘e tramite il pacchetto type1cm.
Per usare questo pacchetto nel preambolo di LATEX aggiungere la riga:

\usepackage{type1cm}

Se per esempio vogliamo scrivere un testo col passo 72 bisogna digitare nel
box ERT:
\fontsize{72pt}{72pt}\selectfont
Da quel punto in poi tutto quello che scriviamo è col passo 72.

E’ un pacchetto sconsigliato se vogliamo creare un indice generale del nostro documen-


to. Questo perché questo pacchetto potrebbe creare delle alterazioni nella grandezza dei
caratteri dell’indice generale.

287
Scrivere numeri con esponenti o
formule scientifiche
Per mettere un testo in una casella bisogna prima usare i due pacchetti amssymb e am-
smatch. Per aggiungerli è necessario digitare questo codice nel Preambolo di LATEX:

\usepackage{amssymb}
\usepackage{amsmath}

Vediamo ora con degli esempi come scrivere numeri con esponenti e formule scientifiche:

Se per esempio vogliamo scrivere la formula della relatività di Einstein biso-


gna digitare nel box ERT:
\begin{align*}E=MC^{2}&\end{align*}
produce la formula:

E = MC2

Se digitiamo nel box ERT: \begin{align*}10^{-21} mm&\end{align*}


avremo:

10−21 mm

Se digitiamo nel box ERT: \begin{align*}10^{-12}& \end{align*}


avremo:

10−12

288
Indice generale usando il codice TEX
Per inserire l’indice generale digitare nel box ERT:
\tableofcontents{}

Inserire manualmente le voci nell’indice generale


Per inserire le voci manualmente per ogni voce dell’indice generale sul documento bisogna
portarsi subito prima della voce che vogliamo venga visualizzata nell’indice generale e apri-
re il box ERT. Scrivere nel box ERT il codice secondo l’indicazione della tabella sottostante:

PARTI DELL’INDICE CODICE NEL BOX ERT

Parte \addcontentsline{toc}{part}{dicitura nell’indice}


Capitolo \addcontentsline{toc}{chapter}{dicitura nell’indice
Sezione \addcontentsline{toc}{section}{dicitura nell’indice}
Sottosezione \addcontentsline{toc}{subsection}{dicitura nell’indice}
Sotto sottosezione \addcontentsline{toc}{subsubsection}{dicitura nell’indice}

Distanziare i numeri dai titoli nell’indice generale


Certe volte nell’indice generale si hanno i numeri delle sezioni che si sovrappongono ai ti-
toli. Come in questo caso:

Per correggere questo problema inseriamo nel preambolo di LATEX la seguente stringa di
codice:
\def\numberline#1{\hb@xt@\@tempdima{#1.\hfil}\hspace{0,3cm}}
Nella stringa sopra diciamo di distanziare i numeri di 0,3 cm, se tale valore non basta
possiamo aumentare tale distanza.
Dopo l’inserimento di questa stringa il risultato sarà:

289
Pacchetti aggiuntivi
Afterpage
Questo pacchetto permette di fare impostazioni personalizzate su una determinata pagina.
Per usare questo pacchetto nel preambolo aggiungere la riga:

\usepackage{afterpage}

Per andare a capo alla pagina successiva scrivendoci un testo scrivere nel box ERT:

\afterpage{testo}

Per esempio, se si vuole lasciare una pagina completamente bianca dopo la pagina corrente,
si deve scrivere nel box ERT:

\afterpage{\null\thispagestyle{empty}\clearpage}

Graphicx
Il pacchetto graphicx è il metodo standard per l’inclusione di oggetti grafici esterni, ma
anche per creare effetti grafici di rotazione, ingrandimento o riduzione di normale testo. E’
la possibilità di creare effetti grafici di rotazione o ingrandimento di normale testo che mi
interessa e che qui spiegherò.
Per usare questo pacchetto nel preambolo aggiungere la riga:

\usepackage{graphicx}

Per eseguire questa operazione trovate il tutorial a pagina numero 265.


Andiamo ora a vedere come si crea una scritta di X cm. Digitare nel box ERT:

\resizebox{grandezza del testo in cm}{!}{testo}

Per esempio: \resizebox{1cm}{!}{g} produce la scritta g


Per esempio: \resizebox{4cm}{!}{gatto} produce la scritta gatto
290
© 2016 Andrea Stefanelli

Per esempio: \fcolorbox{black}{white}{\resizebox{4cm}{!}{gatto}}

produce la scritta gatto


Vediamo ora come ruotare il testo. Vediamolo ora con gli esempi diversi modi per ruotare
la parola “pippo”

o
pp
1. \rotatebox{45}{pippo} produce la scritta

pi

pi
pp
2. \rotatebox[origin=tr]{-45}{pippo} produce la scritta

o
3. \rotatebox[origin=lB]{-45}{pippo} produce la scritta

pi
pp
o
4. \scalebox{2}{pippo} produce la scritta pippo
5. \fcolorbox{black}{white}{\resizebox{4cm}{!}{pippo}}

produce la scritta pippo


6. \fcolorbox{red}{yellow}{\resizebox{4cm}{!}{pippo}}

produce la scritta pippo


7. \fcolorbox{white}{black}{\resizebox{4cm}{!}{\color{white} pippo}}

produce la scritta pippo


8. \fcolorbox{red}{yellow}{\rotatebox[origin=tr]{-45}{pippo}}
pi
pp

produce la scritta
o

9. \fcolorbox{red}{yellow}{\rotatebox[origin=tr]{45}{pippo}}
produce la scritta
o
pp
pi

291
Caratteri speciali
Alcuni caratteri hanno, in LATEX, un significato speciale, in quanto vengono usati nella for-
mattazione e non possono essere utilizzati cos‘ı come sono. Si tratta dei caratteri

$ & % # _ { }

Per ottenere i primi sette, occorre farli precedere da un backslash, così:

\$ \& \% \# \_ \{ \}

SCORCIATOIE DA TASTIERA PER I CARATTERI SPECIALI

292
Caratteri speciali con la tastiera
Windows
Tastiera Windows con disposizione lettere Windows

293
© 2016 Andrea Stefanelli

Tastiera Windows con disposizione lettere Mac

294
Caratteri speciali con la tastiera Mac

295
Problemi con LYX

296
Mancata generazione pdf
Può capitare che andando a generare l’anteprima del pdf con il pulsante:

Oppure esportando il documento in pdf andando dalla barra del menù:

297
© 2016 Andrea Stefanelli

Che il file pdf non venga generato e venga dato un messaggio di errore tipo questo:

Dalla finestra sopra LYX riporta gli errori che hanno causato la mancata generazione del
pdf con una loro descrizione. Per risolvere gli il problema bisogna andare a correggere gli
errori che non permettano una corretta compilazione del file pdf.
L’errore della finestra sopra è che noi abbiamo sbagliato la sintassi di un codice LATEX scri-
vendo:

Se lo correggiamo scrivendo la corretta sintassi del codice LATEX:

Possiamo poi generare il pdf senza problemi.


Quali sono le cause che generano una mancata compilazione del file pdf:

1. Errore di sintassi del codice LATEX: LYX non riesce ad interpretare un codice LATEX
scritto in un box ERT in quanto non è stato scritto correttamente.

2. Mancanza di una classe nel preambolo di LATEX: Se andiamo a scrivere in un box


ERT del codice LATEX che richiede una classe di LATEX specifica. E non abbiamo inserito

298
© 2016 Andrea Stefanelli

nel preambolo di LATEX la stringa di codice che dice a LYX di utilizzare quella classe
specifica di LATEX si genera un errore e non viene compilato il pdf.

Quando usiamo il codice LATEX all’interno del nostro documento ci conviene generarne l’an-
teprima pdf così di accertarsi di averlo scritto correttamente. Questo per evitare che dobbia-
mo andare a cercare l’eventuale errore di sintassi del codice molte pagine indietro nel nostro
documento rendendoci così più difficoltoso trovare e correggere l’errore.

299
Mancato rispetto dei margini
Può capitare che quando andiamo a generare il file pdf venga generato correttamente, ma
quando andiamo a guardarlo ci accorgiamo che qualcosa esce dai margini e quindi dobbia-
mo andare a correggere il nostro documento.
Vediamo cosa può determinare che qualcosa possa uscire dai margini nel nostro docu-
mento pdf:

1. Figure o immagini che escono dai margini: Quando andiamo ad inserire immagini
in un documento di LYX è possibile ridimensionarle in maniera molto semplice attra-
verso le finestre del programma. Ma è bene controllare sempre generando una an-
teprima pdf del documento che non volgiamo inserire una immagine troppo grossa
per il nostro documento, altrimenti uscirebbe dai margini del documento. Si risolve
semplicemente riducendo la scala dell’immagine nel nostro documento.

2. Tabelle in cui il testo non va a capo: Può capitare che creiamo delle tabelle con del
testo molto lungo dentro una cella e quindi dobbiamo mandarlo manualmente a capo,
altrimenti esce dai margini del documento.

3. Testo che non va correttamente a capo: Se scriviamo del testo molto lungo senza
spazi LYX non riesce a sillabarlo. Anche qui si risolve facilmente mandando il testo
manualmente a capo.

4. Note a piè di pagina che sforano: Se scriviamo delle note a piè di pagina molto lunghe
è possibile che LYX faccia slittare la nota o parte di essa nella pagina successiva. Si
risolve facilmente riducendo il testo della nota in questione.

Quando inseriamo immagini, tabelle o note a piè di pagina nel nostro documento ci con-
viene generarne l’anteprima pdf così di accertarsi che tutto rientri nei margini. Questo per
evitare che dobbiamo andare a cercare l’eventuale errore molte pagine indietro nel nostro
documento rendendoci così più difficoltoso trovare e correggere l’errore.

300
Rimuovere i rettangoli rossi ai
collegamenti
Secondo che lettore pdf usate potreste vedere dei rettangoli rossi intorno ai collegamenti,
quindi alle voci degli indici che ai collegamenti interni al documento.
Questi rettangoli rossi oltre ad essere antiestetici vengono anche in fase di stampa. Quindi
è necessario rimuoverli.
Per esempio potreste avere le voci dell’indice generale come questa voce:

Per togliere questi antiestetici rettangoli rossi dovete andare a dare delle impostazioni spe-
cifiche al pacchetto “hyperref” che avevate già inserito nel preambolo di LATEX scrivendoci
la stringa:

\usepackage[]{hyperref}

Quindi andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina
che si apre "Impostazioni...":

Si aprirà la finestra delle impostazioni del documento:

301
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX"e si aprirà la seguente fine-
stra:

Digitare il seguente codice nel Preambolo di LATEX:


\usepackage[]{hyperref}
\hypersetup{

302
© 2016 Andrea Stefanelli

pdftitle={},%
pdfauthor={},%
pdfsubject={},%
pdfkeywords={},%
colorlinks=true,%
linkcolor=black,%
linktocpage=true,%
pageanchor=true
}

Confermare la scelta premendo il pulsante OK.


Se andiamo a fare ora l’anteprima ora il rettangolo rosso sarà sparito:

Il collegamento ora non sarà più nel testo ma nel numero di pagina.

303
Scrivere lettere con LYX

304
Creare e configurare una lettera con
LYX
LYX può essere usato anche per scrivere lettere oltre che documenti e libri. L’unico inconve-
niente è che le classi di LATEX per scriverle sono impostate per le lettere inglesi o americane.
Quindi per impostare questi modelli per le lettere italiane vanno aggiunte delle stringhe di
codice LATEX nel preambolo appositamente per questo scopo.
Selezionare l’icona del programma:

Si aprirà la finestra del programma:

Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "File" e dal menù a tendina che si apre
"Nuovo":

305
© 2016 Andrea Stefanelli

Oppure possiamo selezionare l’icona del pulsante "Nuovo documento":

Si aprirà la finestra del nuovo documento:

Andare sulla barra del menù e selezionare la voce "Documento" e dal menù a tendina che
si apre "Impostazioni...":

306
© 2016 Andrea Stefanelli

Si aprirà la seguente finestra:

Andiamo ora ad impostare la classe "Lettera Koma-Script (V. 2)", che è quella più adatta
a questo scopo.
Selezionare il pulsante "Layout locale..." e dal menù a tendina che si apre "Lettera Koma-
Script (V. 2)":

307
© 2016 Andrea Stefanelli

Andiamo ora a personalizzare le opzioni della classe in modo da renderla più conforme
ad un modello di lettera italiana.
Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Caratteri" e si aprirà la seguente finestra:

Abbiamo la scelta tra diversi tipi di carattere, ma io consiglio di scegliere il carattere pa-
latino (oppure Computer Modern Roman) per tutti i tipi di lettere impostando i 3 seguenti

308
© 2016 Andrea Stefanelli

parametri come nella finestra dell’immagine sopra:

Famiglia base: Romano

Dimensione base: 12

Romano: Palatino (o Computer Modern Roman)

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Struttura testo" e si aprirà la seguente finestra:

Io di solito imposto la finestra come sopra. Quindi imposto i seguenti 2 parametri:

Spazio verticale: Salto medio

Spaziatura: Interlinea Uno e mezzo

Se la lettera è piuttosto lunga possiamo lasciare la spaziatura dell’interlinea impostata a


“Singola”.

309
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Layout pagina" e si aprirà la seguente finestra:

La finestra nei miei documenti la imposto come nell’immagine sopra impostando 2 para-
metri:

Formato: A4

Stile pagina: Predefinito

310
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Margini" e si aprirà la seguente finestra:

Impostare i margini come nella finestra sopra:


Superiore: 4 cm
Inferiore: 2,54 cm
Interno 2,54 cm
Separazione intestazione: 1,5 cm
Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Lingua" e dalla finestra che si aprirà impostare la
lingua italiana:

311
© 2016 Andrea Stefanelli

Selezionare dalle opzioni laterali la voce "Preambolo di LATEX" e si aprirà la seguente fine-
stra:

La finestra va impostata come nell’immagine sopra. Per farlo copiare nel preambolo le
seguenti stringhe:
\date{}
\usepackage{scrpage2}
\pagestyle{scrheadings}
\cfoot[scrplain-centered ]{}
\makeatletter
\@setplength{toaddrhpos}{25.4mm}
\@addtoplength{toaddrvpos}{20mm}
\makeatother
\setkomavar{signature}{}
\renewcommand*{\raggedsignature}{}
\makeatletter
\@setplength{refvpos}{6.5cm}
\@setplength{refaftervskip}{4cm}
\@setplength{sigbeforevskip}{0cm}
\makeatother
\firsthead{\centering\usekomavar{fromlogo}\hspace*{8cm}} \ihead{\usekomavar{toname}

312
© 2016 Andrea Stefanelli

\thepage\\\usekomavar{date}}
\KOMAoptions{%
foldmarks=false
}

Queste stringhe di testo indicano a LYX quali pacchetti di latex utilizzare e le impostazioni
da inserire per trasformare il modello di lettera della classe "Lettera Koma-Script (V. 2)" in
un modello di lettera italiana.
Fare ora clic sul pulsante "Ok" e abbiamo la nostra lettera vuota e possiamo iniziare a
scrivere.

313
Scriviamo una lettera con LYX
Ora vediamo come scrivere una lettera con LYX. Per mostrarlo ipotizziamo di dover scrivere
una lettera di richiesta di assunzione. Ovviamente i dati nella lettera sono di fantasia.
Abbiamo qui la nostra lettera vuota già configurata:

Vediamo ora come scrivere una lettera informale, quindi senza loghi, firme, oggetto e
componenti delle lettere tipicamente commerciali.
Una lettera informale si compone delle seguenti parti che devono essere scritte, per evitare
errori in fase di compilazione del pdf, nella successione esposta:

Luogo: E’ la città da cui scriviamo.

Data: E’ la data in cui scriviamo la lettera. Di solito mettiamo una stringa LATEX che
compila automaticamente la data di oggi.

Indirizzo: E’ l’indirizzo del destinatario della lettera.

Apertura: E’ l’indicazione della persona a cui scriviamo. Volendo qui possiamo scrivere
anche il testo della lettera.

Corpo lettera: E’ il testo della lettera vera e propria.

Chiusura: E’ la formula di chiusura della lettera, quindi i saluti.

All’inizio della barra dei pulsanti vi è un pulsante che ci permette di scegliere cosa vogliamo
scrivere. E’ il pulsante del menù degli ambienti. Selezionarlo:

E dal menù a tendina che si apre selezionare "Luogo":

314
© 2016 Andrea Stefanelli

Apparirà la seguente etichetta nel documento:

Scrivere la città in cui stiamo scrivendo la lettera. L’etichetta nella nostra lettera si presen-
terà così:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti. E dal menù a tendina che
si apre selezionare "Data":

315
© 2016 Andrea Stefanelli

Apparirà la seguente etichetta nel documento:

Scrivere la data. Anzi meglio ancora inserire il seguente codice LATEX che dice al program-
ma di mettere automaticamente la data di oggi:
\today
L’etichetta della data nella nostra lettera si presenterà così:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti. E dal menù a tendina che
si apre selezionare "Indirizzo":

316
© 2016 Andrea Stefanelli

Apparirà la seguente etichetta nel documento:

Scrivere l’indirizzo del destinatario a cui stiamo scrivendo la lettera. L’etichetta nella no-
stra lettera si presenterà così:

Selezionare nuovamente il pulsante del menù degli ambienti. E dal menù a tendina che
si apre selezionare "Apertura":

317
© 2016 Andrea Stefanelli

Apparirà la seguente etichetta nel documento:

Scrivere a chi stiamo scrivendo la lettera. L’etichetta nella nostra lettera si presenterà così:

Premere poi il tasto INVIO per iniziare un nuovo paragrafo. Ci troveremo automatica-
mente in ambiente “Standard” e possiamo iniziare a scrivere il testo della nostra lettera.
Quando abbiamo finito di scrivere la nostra lettera scriviamo la frase di chiusura della
lettera, i saluti, selezionando nuovamente il pulsante del menù degli ambienti. E dal menù
a tendina che si apre selezionare "Chiusura":

318
© 2016 Andrea Stefanelli

Apparirà la seguente etichetta nel documento:

Scrivere la frase di chiusura con i saluti. L’etichetta nella nostra lettera si presenterà così:

Ora abbiamo scritto la nostra lettera informale in tutte le sue parti.

319
© 2016 Andrea Stefanelli

Se vogliamo far diventare la lettera formale o ad uso commerciale dobbiamo aggiungere


le seguenti parti selezionandole dal pulsante del menù degli ambienti e collocandole prima
della data per evitare errori di compilazione del file pdf:

Nel nostro caso queste parti non le aggiungeremo e la finestra di LYX si presenterà così:

Vediamo ora la nostra lettera impaginata da LYX. Selezionare il pulsante dell’anteprima:

320
© 2016 Andrea Stefanelli

E potremo visualizzare l’anteprima della nostra lettera impostata tipograficamente da


LYX:

321
Indice analitico

A D
Ambiente diagramma
capitolo, 45 inserire, 224
citazione, 61 colori, 235
codice LYX, 63 personalizzato, 231
detto, 61 scala di grigio, 236
parte, 40 Didascalia
sezione, 46 impostare, 99
standard, 61
testuale, 62 E
verso, 62 Elenco
descrizione, 67
C etichetta, 67
Capitolo numerato, 66
stile Bjarne, 208 puntato, 66
stile Bjornstrup, 209 Epigrafe, 210
stile Conny, 206
F
stile Glenn, 205
Formattazione
stile Lenny, 204
andare a capo, 64
stile Rejne, 207
Frontespizio
stile Sonny, 203
autore, 39
Carattere
dedica, 175
dimensione, 73
editori, 174
Colore
immagine come copertina, 192
modelli, 270
soggetto, 173
sfondo, 269
sottotitolo, 38
Colore modelli
titolo, 37
CMYK, 276
titolo di testa, 175
Gray, 271
RGB, 272 I
Controllo ortografico, 30 Immagine flottante
copertina libro posizionamento, 106
con frontespizio, 173 Immagini, 88
usare immagine, 192 immagine cinta dal testo, 92
Cornice, 81 immagine flottante, 101
Importare
documento markdown, 248

322
© 2016 Andrea Stefanelli

documento tex, 250 URL, 165


Impostazioni inserire
caratteri, 20 diagramma, 224
classe, 19 a bolle, 228
controllo ortografico, 30 a costellazione, 227
indentazione, 21 circolare, 225
indice generale, 23 descrittivo, 228
interlinea, 21 descrittivo a lista, 229
lettera italiana, 307 descrittivo a priorità, 229
lingua, 22 di flusso, 226
modello vuoto, 27 in sequenza, 226
pagina, 21, 219 personalizzato, 231
preambolo di LATEX, 24 scala di grigio, 236
Indice analitico, 167 Installazione LYX, 14
Indice generale, 51
indice generale L
distanziare numerazione, 289 lettera italiana, 314
Inserire Linea orizzontale, 147
cornice, 81 M
epigrafe, 210 Markdown
immagine, 88 importare documento, 248
immagine cinta dal testo, 92 Modello vuoto
immagine flottante, 101 apri, 34
interruzione di pagina, 150 impostazioni, 27
linea orizzontale, 147
riferimento, 160 N
sfondo colorato, 81 Navigare nel documento, 57
simboli, 76, 283 Nota a margine, 157
simboli con LaTeX Nota a piè di pagina, 154
accenti matematici, 285 Numerazione pagine
copyright, 285 lettere, 221
delimitatori, 284 numeri arabi, 221
frecce, 284 numeri romani, 221
funzioni, 285 Nuovo documento, 18
lettere greche, 283 da modello, 34
marchio registrato, 285 lettera, 305
operatori, 285
operazioni binarie, 283 O
relazioni, 284 Oggetto flottante
simboli di dimensione variabile, 285 posizionamento, 106
vari, 284
P
tabella, 109, 113, 125
Pagina
tabella cinta dal testo, 112
bianca, 290
tabella flottante, 118
del copyright, 184
tabella lunga, 125
della dedica, 189

323
© 2016 Andrea Stefanelli

interruzione, 150 sostantivazione, 74


intestazioni personalizzate, 221 sottolineatura, 74
layout, 218 TEX
nota a margine, 157 allineamento testo, 263
nota a piè di pagina, 154 caratteri speciali, 292
numerazione, 220 caselle di testo, 280
piè di pagina personalizzati, 221 colore sfondo, 269
singola impostazioni, 220 colore testo, 269
Pagine vuote, 179 comandi di formattazione, 263
Pdf dimensione caratteri, 286
anteprima, 47 evidenziare testo, 262
esportazione, 55 formule scientifiche, 288
mancata generazione, 297 indice generale, 289
mancato rispetto margini, 300 inserire, 259
rettangoli rossi ai collegamenti, 301 modelli colore, 270
pdf pagine vuote e numerazione, 179
inserire, 241 sezionamento del testo, 262
Preambolo sfondi e testo, 268
aggiungere pacchetto, 265 spazi, 264
tabulazioni, 281
R Titoli
Riferimento, 160 centrare, 197
S Titoli capitoli fantasiosi, 202
Simboli, 76
Spazio
a riempimento verticale, 184
orizzontale, 136
protetto, 68
verticale, 141
T
Tabella, 109, 113, 125
larghezza colonna impostare, 132
tabella cinta dal testo, 112
tabella flottante, 118
tabella lunga, 125
Tabella flottante
posizionamento, 106
Testo
corsivo, 72
dimensione, 73
enfatizzazione, 74
grassetto, 70
inclinato, 72
maiuscoletto, 72
multicolonna, 215

324