Sei sulla pagina 1di 18

3.

La classificazione tipologica

Due lingue sono tipologicamente correlate se


manifestano una o pi caratteristiche comuni
questa correlazione indipendente dal fatto che tali lingue siano
apparentate genealogicamente
In quali aspetti del linguaggio vanno ricercate queste
caratteristiche comuni?
Nella struttura delle parole (tipologia morfologica)
Nella struttura dei gruppi di parole e delle frasi (tipologia sintattica)
La tipologia uno dei settori di ricerca pi vivaci della
linguistica contemporanea

1
La classificazione tipologica (la nozione
di tipo linguistico)
La tipologia linguistica si occupa essenzialmente dello studio
della variazione interlinguistica

1) le lingue del mondo sono diverse tra di loro


2) questa variazione non frutto del caso, ma obbedisce a
principi generali.

La tipologia linguistica ambisce in sostanza ad individuare


proprio questi principi.
esclude la componente tempo
considera le lingue a prescindere dalla famiglia di appartenenza
e dell'epoca di attestazione
classifica le lingue in base ad analogie e divergenze
sistematiche a livello strutturale

2
3.1. Tipologia morfologica

I tipi morfologici tradizionalmente riconosciuti:


isolante
agglutinante
flessivo
flessivo analitico
flessivo sintetico
polisintetico o incorporante
(a volte considerati come due tipi distinti)

3
3.1. Tipologia morfologica:
tipo isolante
Caratteristiche del tipo isolante
Mancanza quasi totale di morfologia:
i nomi non si distinguono per caso, per genere, n per numero
i verbi non presentano differenze di persona, di numero, di tempo o
di modo ecc.
Per indicare le varie relazioni tra le parole, uso cruciale di:
ordine delle parole stesse e
alcune particelle che servono a specificare, per es., il tempo
in cinese due frasi come Io ti picchio e Tu mi picchi suonerebbero
pi o meno come:
io picchiare tu e tu picchiare io
solo lordine rispettivo dei pronomi indica qual la persona che
picchia e qual la persona che picchiata
Parola e morfema tendono a coincidere
4
3.1. Tipologia morfologica:
tipo agglutinante
Caratteristiche del tipo agglutinante
Ogni parola contiene tanti affissi quante sono le relazioni
grammaticali che devono essere indicate.
Il turco un tipico esempio di lingua agglutinante
1. ku (uccello),
2. suffisso -lar (plurale)
3. leventuale suffisso che indica i casi diversi dal
nominativo
Singolare Plurale
Nominativo ku ku-lar
Accusativo ku- ku-lar-
Genitivo ku-n ku-lar-n
Dativo ku-a ku-lar-a
Locativo ku-da ku-lar-da
Ablativo ku-dan ku-lar-dan
5
3.1. Tipologia morfologica:
tipo flessivo
Caratteristiche del tipo flessivo
Le diverse relazioni grammaticali sono normalmente espresse
da un unico suffisso:
avibus av- = avis (lat. uccello)
-ibus = ablativo plurale
Quando una desinenza ha pi significati si parla di sincretismo:
la o di libro significa sia 'maschile' che 'singolare'
Le diverse funzioni grammaticali sono spesso indicate mediante
flessione interna (variazione della vocale radicale)
faccio vs. feci esco vs. uscii
Nelle lingue semitiche la flessione interna molto regolare e
produttiva
Per questo, si parla a volte di un tipo linguistico introflessivo

6
3.1. Tipologia morfologica:
tipo flessivo
Sottotipo flessivo sintetico:
le relazioni grammaticali si realizzano in una sola parola
Latino: feci, exii

Sottotipo flessivo analitico:


le relazioni grammaticali possono essere realizzate anche mediante
pi parole
Italiano: feci, uscii, ma anche
ho fatto, sono uscito

7
3.1. Tipologia morfologica:
tipo polisintetico
Caratteristiche del tipo polisintetico o incorporante
lessicalizzano le informazioni grammaticali e possono assumere in ununica parola
molti morfemi lessicali ovvero :

una sola parola pu esprimere tutte le relazioni che in altre lingue si realizzano come
unintera frase

eschimese
angya - ghlla - ng - yug - tuq
Barca-accrescitivo-comprare-desiderativo- IIIpersona singolare

m.Lessicale m. lessicale

Molti casi di incorporazione (realizzazione del nome oggetto diretto come parte del verbo
stesso - formando ununica parola -)
Nahuatl classico:
ni naca-qua
1.SING.SOGG. carne-mangiare
lett. io carne-mangio io mangio (la) carne

8
3.1. Tipologia morfologica:
non esistono tipi puri
Normalmente ogni lingua presenta fenomeni di vari tipi morfologici
diversi
In una lingua prevarranno fenomeni isolanti, in unaltra fenomeni
flessivi, e cos via
Ma nessuna lingua (probabilmente) presenter fenomeni di un
solo tipo
Inglese:
fenomeni isolanti (cfr. I talk, you talk, we talk, I will talk ecc.)
fenomeni introflessivi (cfr. sing-sang-sung, mouse-mice ecc.)
fenomeni agglutinanti (cfr. lonely+ness solitudine, drink+er bevitore)
fenomeni incorporanti (cfr. horseriding andare a cavallo)
Probabilmente nessuna lingua solo isolante, solo agglutinante,
solo flessiva o solo incorporante
9
3.2. Tipologia sintattica

Si basa sullosservazione che esistono correlazioni


sistematiche, in tutte le lingue, tra:
lordine delle parole nella frase e

lordine degli elementi in altre combinazioni sintattiche

Per questo, la tipologia sintattica chiamata anche


tipologia dellordine delle parole

10
3.2. Tipologia sintattica
Le principali combinazioni sintattiche analizzate:
1. presenza di preposizioni (Pr) oppure di posposizioni (Po)
Pr: italiano (Ci vediamo dopo cena, Vado in discoteca)
Po: giapponese (yuusyoku go lett. cena dopo = dopo cena)
2. posizione di verbo (V), soggetto (S) e oggetto (O) nella frase
dichiarativa
6 ordini teoricamente possibili: SVO, SOV, VSO, VOS, OSV, OVS
soltanto i primi tre sono attestati da un numero considerevole di lingue
3. ordine dellaggettivo (A) rispetto al nome (N) che modifica
AN: inglese (cfr. white horse)
NA: italiano (cfr. cavallo bianco)
4. ordine del genitivo (G) rispetto al nome (N) che modifica
GN: giapponese (Taroo no ie Taroo-di-casa la casa di Taroo)
NG: italiano (cfr. la casa di Gianni, la casa del padre di Gianni)

11
3.2. Tipologia sintattica
Tra queste quattro combinazioni sintattiche esistono
correlazioni sistematiche:
tra Pr/Po, SVO/SOV/VSO, GN/NG, AN/NA
Di tutte le combinazioni possibili, le pi frequenti sono:
a. VSO/Pr/NG/NA (per es. arabo, ebraico, l. celtiche)
se una lingua presenta lordine VSO, allora essa usa
preposizioni, colloca il genitivo dopo il nome e laggettivo
dopo il nome
b. SVO/Pr/NG/NA (per es. l. romanze)
se una lingua presenta lordine SVO, allora essa usa
preposizioni, colloca il genitivo dopo il nome e laggettivo
dopo il nome
c. SOV/Po/GN/AN (per es. giapponese, l. altaiche)
d. SOV/Po/GN/NA (per es. basco)

12
3.2. Tipologia sintattica
Le correlazioni trovate si esprimono con la forma
dellimplicazione se ... allora
Per questo tali formule sono state chiamate universali
implicazionali
In generale:
lordine VO (indipendentemente da S) collegato a
Pr, NG e NA
lordine OV collegato a
Po, GN e AN
La differenza tipologica fondamentale, quindi, fra:
ordine VO vs. ordine OV
questa solo una tendenza
ci sono eccezioni di vario tipo:
per es. le lingue del tipo d. SOV/Po/GN/NA (basco)
13
Tipi Coerenti ed incoerenti
ewe: Verbo-Oggetto, Posposizioni,
Genitivo-Nome, Nome-Aggettivo
Tipo incoerente in quanto lordine VO e
legato a Pr, NG e NA
malese: Verbo-Oggetto, Preposizioni,
Nome-Genitivo, Nome-Aggettivo
Tipo coerente

14
Universali linguistici
nozione di universale linguistico deve essere intesa in due sensi:

tutte le lingue presentano uno stesso fenomeno grammaticale


(universali assoluti)

le lingue presentano fenomeni grammaticali diversi, ma la


distribuzione di tali fenomeni obbedisce dei principi generali validi
per tutte le lingue (universali implicazionali)

La fase successiva di unindagine tipologica trovare delle


spiegazioni per gli universali assoluti e soprattutto implicazionali
riscontrabili empiricamente.

15
Universali Linguistici
Universali assoluti e implicazionali

lanalisi empirica delle lingue del mondo mostra che, pur nella loro
diversit strutturale, tali lingue obbediscono a dei principi universali.
Questi principi prendono il nome di universali linguistici.

Universale linguistico: una propriet caratteristica di tutte le lingue


umane, verificata mediante la comparazione interlinguistica.

Universali assoluti: Tutte le lingue del mondo si comportano allo


stesso modo in relazione ad un singolo parametro :

Es.: tutte le lingue hanno vocali

16
Universali assoluti
sanciscono la presenza (o lassenza) di
una particolare propriet in ogni lingua
storico-naturale, senza far riferimento ad
alcun altro parametro e senza stabilire
correlazioni fra tratti differenti:
tutte le lingue distinguono nomi e verbi

17
Universali implicazionali:
Tutte le lingue del mondo si comportano
allo stesso modo in relazione alla
combinazione di due o piu parametri,
ovvero se una lingua presenta una
determinata caratteristica, allora ne
presenta anche altre:
Se una lingua ha vocali nasali, allora ha
anche vocali orali

18