Sei sulla pagina 1di 3

leggero

senza confini
di Marco Clozza

Un accordo tra la Provincia di Modena ed il comune di Sassuolo ha disposto


la realizzazione di interventi di miglioramento del Percorso natura e di recupero
e valorizzazione ambientale della fascia fluviale del fiume Secchia tra Sassuolo e
la Rupe del Pescale. Il programma ha previsto linserimento di una passerella sul
fiume Secchia per collegare i percorsi esistenti sulle due rive del fiume nei territori
dei comuni di Sassuolo (MO), Casalgrande (RE) e Castellarano (RE).
Lopera si inserisce nella zona parco, circostante il fiume Secchia, di notevole
bellezza ambientale per i larghi spazi disponibili ai cittadini e per i percorsi, sia in
sponda destra sia in sponda sinistra, che consentono lunghe passeggiate. Lambien-
te fluviale ha infatti un notevole fascino per la vasta macchia arborea e di verde a
prato, che offrono un notevole senso di benessere e di relax per chi, saltuariamente
o con metodicit, ne fruisce. La progettazione della passerella ciclo pedonale ha
dovuto quindi coniugare laspetto meramente strutturale con lobiettivo di un in-
serimento dal minimo impatto nellambiente naturale e comunque nel rispetto dei
vincoli idraulici imposti dal Servizio Tecnico Bacino del Secchia.
Le verifiche idrauliche hanno considerato il tratto di fiume compreso tra una se-
zione a circa 3 Km a monte della passerella e quella in corrispondenza della briglia
di Ponte Veggia, circa 800 m a valle della stessa. stata presa in considerazione una
portata di piena al colmo, con tempo di ritorno bisecolare e le simulazioni sono sta-
te condotte considerando due diverse configurazioni geometriche dellalveo: senza
e con la presenza della passerella di progetto.
Il ponte strallato multicampata, di lunghezza totale pari a 160 m, stato realizzato
in carpenteria metallica su pile centrali in c.a. fondate su pali trivellati. E costituito
da tre campate principali di 40 m ognuna e due di testata di 20 m; agli imbocchi,
limpalcato ha una larghezza utile di 2,8 m e va allargandosi verso il centro della pas-
serella, dove raggiunge i 4,4 m. La leggera curvatura del profilo longitudinale stata
limitata a pendenze inferiori al 5% garantendo cos tutti i requisiti di accessibilit.
Sotto il profilo altimetrico, la passerella posizionata, nei suoi due punti di appoggio
laterali, ad una quota di ca. 118,72 m, cio con lintradosso ad una quota di circa un
metro superiore al livello idrico massimo di progetto.
La particolarit della struttura risiede nelle antenne , due centrali pi alte e due la-
terali pi basse, che spiccano dallimpalcato alternandosi sui lati della passerella. Questi
elementi costituiti da profili scatolari metallici ad inerzia variabile a forma triangolare
con irrigidimenti interni, sono collegati alle pile in cemento armato. I due centrali

28 Aa Estate 2012 Aa Estate 2012 29


3 FUNI SPIROIDALI CHIUSE 32
-TIPICO-

QUOTA DI CALPESTIO QUOTA DI CALPESTIO


R=1088505

QUOTA MINIMA INTRADOSSO

QUOTA PIENA BISECOLARE


2 TUBI 114.3x10 2 TUBI 168.3x14.2
-DIAGONALI- -CORRENTI SUPERIORI-
TUBO 219.1
-CORRENTE SUPERIORE-
SPALLA B PILA 4 PILA 3 PILA 2 PILA 1 SPALLA A

i d
j

k h
g

e f e

c
2
m
l
hanno unaltezza in proiezione verti-
b
cale pari a 18 m e i due laterali pari
a 13 m ma nonostante questa diffe- una maggior pulizia estetica dei nodi
renza dimensionale, le sezioni si man- che, in questo modo, risultano liberi b
tengono modulari per tutte e quattro da eventuali fazzoletti di giunzione.
a
consentendo una semplificazione dal La soletta ordita su una struttura
punto di vista esecutivo. secondaria sovrapposta e collegata in
Alle estremit sono presenti due corrispondenza dei traversi al corren-
strallature di ormeggio costituite da te superiore ed il piano di calpestio
tre funi chiuse zincate di diametro costituito da un assito di larice posato
nominale 32 mm ancorate a terra su longitudinalmente al senso di percor-
idonee spalle costituite da strutture a 3 renza della passerella. Tutte le parti in
gravit in cemento armato. Gli stralli gnificativo il caso della reticolare acciaio sono state sabbiate, opportuna- Italia 2009 4. Prospetto
di impalcato sono 3+3 per antenna, spaziale a sezione triangolare con cur- mente trattate e successivamente ver- Sassuolo (MO) 5. Sezione impalcato in mezzeria
a) tubo 219,1 x 16
in fune chiusa zincata di dimensione vatura ad arco formata da profili tu- niciate con colore bianco RAL 9010. Ponte ciclopedonale b) tubo 114,3 x 10
nominale 32 mm, dotati di capo- bolari saldati in acciaio che costituisce I parapetti sono formati da montanti sul fiume Secchia c) tubo 114,3 x 10
d) corrimano in tubo 60 x 3
corda fisso allestremit superiore e la struttura portante dellimpalcato. in acciaio zincato e verniciato attraver- Committente in acciaio inox
di capocorda regolabile tipo ponte Ogni singola asta stata definita tridi- so i quali passano funi spiroidali inox Provincia di Modena e) HEAA
allestremit inferiore e si alternano mensionalmente dal software che ha del diametro di 5 mm e il corrimano Progetto architettonico e strutturale f) HEAA
Studio Majowiecki (Massimo Majowiecki), g) pavimentazione con doghe
ai lati delle campate sovrapponendo- determinato la sagomatura delle estre- realizzato con un profilo tubolare a se- Hydrogeo Engineering (Andrea Papetti) in legno sp. 65mm
si nella mezzeria delle stesse. mit in grado da consentire un per- zione circolare in acciaio inossidabile. Impresa h) lamiera mandorlata antisdrucciolo
sp. 6 con rinforzo L 70x8
Lutilizzo di software di modella- fetto incastro al nodo. Questo ha per- Le scelte progettuali sono state defi- Cisaf-Bellini srl
i) n8 funi 5 in acciaio inox
zione tridimensionale parametrica ha messo di trasferire i dati del modello 1. Vista notturna del ponte nite in modo tale da valorizzare la bel- Foto j) montanti 150x8 pressopiegati
2. Lelemento reticolare assemblato e Studio Majowiecki con carter per ispezione
consentito di avere il dettaglio al vero 3d alla macchina operatrice a control- lezza della costruzione favorendo un in-
pronto per il varo k) battipiede tubolare 120x40x3
di ogni singolo elemento e soluzioni lo numerico che ha eseguito il taglio 3. Vista del ponte e del contesto in cui si serimento paesaggistico leggero, carat- l) tubo 114,3 x 10
costruttive di particolare pregio. Si- laser dei pezzi. Il risultato quello di inserisce teristica propria dellacciaio impiegato. m) tubo 168,3 x 14,2

30 Aa Estate 2012 Aa Estate 2012 31