Sei sulla pagina 1di 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 22 gennaio 2017 Anno XXx N. 18 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Lorgoglio italiano tenuto alto da Matera, che rimane salda in seconda posizione, altro riconoscimento di San Gimignano in 6 posizione Identificate 27 persone

Siracusa per Trivago tra le prime


trenta mete mondiali da visitare

Davanti a molte mete gettonatissime: Roma, Parigi e New York


I

LIBRI

l nuovo anno apre con


una novit per il nostro
territorio sotto laspetto turistico, nella classifica nuova Trivago Siracusa risulta
al 28 posto come unica
citt nella top 100. Trivago
con il suo Global Reputation Ranking e, valutando
200 milioni di recensioni
provenienti da pi di 200
siti di prenotazione, il pi
grande motore di ricerca
hotel al mondo ha stilato
la classifica delle cento
destinazioni con strutture
ricettive dalla migliore reputazione.

Un vero viaggio
gnoseologico
con la disciplina
di Andrea Bisicchia

Il nuovo libro di Piero Boitani,


Il grande racconto di Ulisse,

edito da Il Mulino, da considerare un vero e proprio


viaggio gnoseologico, con l
utilizzo della disciplina comparativa, di cui lautore un
maestro, un libro che produce
gioia nellattraversarlo, la tipica gioia della lettura dovuta
allalternanza della ricerca
con la divulgazione erudita.
Boitani ci permette di conoscere non solo alcuni aspetti
poco noti dellUlisse omerico
ma anche cosa sia diventato
questo personaggio in tutta
la letteratura mondiale attraverso le riscritture che sono
state fatte, non solo letterarie,
teatrali, cinematografiche, televisive, ma anche figurative.
Infatti il testo accompagnato
dalla pi vasta iconografia.
A pagina due

Sopra, veduta dallalto di una porzione di Ortigia.

cronaca

cronaca

Allerta meteo arancione Arrestato dai Carabinieri


a Siracusa: Limitare per maltrattamenti
gli spostamenti
in famiglia
Una

domenica allinsegna
del maltempo. E le previsioni
inducono la Protezione Civile
comunale a diramare lallerta.
A pagina cinque

A pagine quattro

Prostituzione su
strada: controlli
e sanzioni

Editoriale

Tensione al Vermexio,
si presenta Petyx:
ma il sindaco la evita
di Giuseppe Bianca

Stefania Peryx alcuni giorni


fa si presentata a palazzo
Vermexio con il suo inseparabile bassotto. La giornalista
inviata di Striscia la notizia
per diverse ore ha atteso
nellandrone del palazzo.

In foto, il controllo di ieri dei Carabinieri nel siracusano.

N
on abbassare la guardia di fronte al fenomeno della prostituzione, da sempre diffuso in tutta la provincia di

Siracusa. limperativo dei Carabinieri del Comando Provinciale che hanno intensificato i controlli nelle zone pi a
rischio con unazione di contrasto e prevenzione.
A pagina cinque

A pagina tre

Caso Scieri, 21 siracusani chiedono


la riapertura dellinchiesta

Carabinieri della Compagnia


di Augusta, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto
per il reato di maltrattamenti.

Sul caso Scieri e sul


lavoro
determinato
della
Commissione
Parlamentare presieduta dallinizio della
parlamentare
Sofia
Amoddio si stanno
manifestando scenari
inquietanti.

A pagina cinque

A pagina tre

Il Libro della Domenica 2

Sicilia 22 gennaio 2017, domenica

22 gennaio 2017, domenica

Un vero viaggio gnoseologico


con la disciplina comparativa
I

di Andrea Bisicchia

l nuovo libro di Piero


Boitani, Il grande racconto di Ulisse, edito
da Il Mulino, da considerare un vero e proprio
viaggio gnoseologico,
con l utilizzo della disciplina comparativa, di cui
lautore un maestro,
un libro che produce
gioia nellattraversarlo,
la tipica gioia della lettura dovuta allalternanza
della ricerca con la divulgazione erudita. Boitani ci permette di conoscere non solo alcuni
aspetti poco noti dellUlisse omerico ma anche
cosa sia diventato questo personaggio in tutta
la letteratura mondiale
attraverso le riscritture
che sono state fatte,
non solo letterarie, teatrali, cinematografiche,
televisive, ma anche
figurative. Infatti il testo
accompagnato dalla
pi vasta iconografia
raccolta sullargomento,
dove il mito di Ulisse,
con riferimenti diretti e
indiretti, raffigurato in
anfore, crateri, coppe,
vasi, mosaici, rilievi di
terracotta, capitelli, unguentari, lucerne, miniature, dipinti e sculture. E
accanto al protagonista
trovano un posto di rilievo il Ciclope, le Sirene,
la Maga Circe, Calipso,
Nausica, Penelope, Laerte, i Feaci, Itaca.
Boitani, dopo unanalisi degli episodi pi noti
dellOdissea, dei quali
riporta i versi, si addentra nelle riscritture,
nelle metamorfosi che
dal medioevo, con particolare attenzione al
XXVI Canto dellInferno,
arrivano ai giorni nostri,
facendo convivere Mito
e Storia, uomo ed eroe,
autore e aedo, fino a
formulare lipotesi che
Ulisse fosse stato il primo cantore di se stesso, inventore di quello
che oggi chiamiamo il
Teatro dellOralit: infatti lOdissea prendeva
forma dalle parole stesse di Ulisse, ovvero dalla poesia che, secondo
Aristotele, era pi filosofica e pi seria della
storia.
Accanto al metodo comparativo Boitani utilizza
quello analogico, tanto
che i nuovi Ulisse vengono ritenuti esploratori
tipo Cristoforo Colombo, Amerigo Vespucci
e Magellano, come se,
sul mito, la Storia esercitasse la sua pressione. Con lUlisse di Dante nasce lidea moderna
della conoscenza, quella che va oltre i limiti

Un Sit in per chiedere


riapertura al pubblico
la sede storica
del liceo classico
Tommaso Gargallo

Il grande racconto di Ulisse, di Piero Boitani, edito da Il Mulino. Lidea moderna della
conoscenza, quella che va oltre i limiti estremi

Il nuovo libro di Piero Boitani,


l'autore e Andrea Bisicchia
estremi, a cui cercano
di dare risposta lastrologia, lastronomia e la
scienza: quella di Galileo, di Darwin, di coloro
che non vanno soltanto alla ricerca di nuovi
mondi, di terra in terra,
ma anche di scoperte
pi legate al mito della
conoscenza, di chi
consapevole che la vita
deve essere spesa senza alcun risparmio, soprattutto quando si in

prossimit della morte.


Accade cos che il viaggio di Ulisse viene proiettato verso lombra di
un arch o di un telos,
ovvero di un principio e
di una fine, come si evince dallUlisse di Alfred
Tennyson, tradotto dallo stesso Boitani (di cui
avevo letto la traduzione
del Pascoli) che ritiene
cosa stupida il fermarsi, per il quale ogni attimo ha il valore dellinfini-

ha pi voglia di governare, anzi , come Re Lear,


declina ogni responsabilit contingente per la
ricerca di un Oltre, una
specie di cupio cupiendi
per il quale, come dice
Baudelaire luniverso
pari alla sua brama illimitata. A questo punto
le conoscenze di Boita-

Boitani ci permette di conoscere non solo alcuni


aspetti poco noti dellUlisse omerico ma anche
cosa sia diventato questo personaggio in tutta la
letteratura mondiale attraverso le riscritture
to, quello che ci riporta
a Leopardi della Canzone ad Angelo Maj e
del sonetto lInfinito.
Limmagine che ricaviamo quella di un
Ulisse mai pago e che,
ritornato in Patria, non

ni sono da considerare
anchesse infinite, dato
che le comparazioni
vengono fatte con una
moltitudine di autori che,
a loro modo, hanno rivissuto e riscritto il mito: si
va da Proust a DAnnun-

Anche nel 2016 il dato complessivo delle sperequazioni non cambiato

Allun per cento di popolazione


met della ricchezza mondiale

Lacuirsi delle diseguaglianze fa temere una ribellione


di Andrea Bisicchia

Mi sono occupato,
sulle pagine di questo giornale, della disuguaglianza,
recensendo libri di
grandi
economisti
come Joseph Stiglitz e Tony Atkinson, recentemente
scomparso. Il tema
ritornato dattualit grazie a una ricerca della rivista
statunitense Forbes,
specializzata in economia e finanza ,che
redige la lista dei
personaggi pi ricchi
del mondo, e grazie
al rapporto Oxfam,
lorganizzazione
che si occupa della
fame e degli squilibri
delleconomia mondiale.
In verit, i risultati non aggiungono

"Soldi,
soldi, soldi ..." diceva una
vecchia
canzone.
E un antico adagio
aggiunge: "A chi
tanti e a
chi niente"

molto a quello che gi


si sa: confermano dei
dati statistici, secondo
i quali lun per cento
nel 2016 ha continuato ad accumulare la
medesima ricchezza
della met della popolazione mondiale. Siamo quindi alle solite:
mentre la gente non
ha pi reddito n abi-

zio a Pascoli a Gozzano


a Karanzakis a Kavafis
a Seferis a Ritsos a Eliot
a Kafka, che capovolge
il mito delle Sirene, sostenendo che non siano
esse ad ammaliare bens lUomo.
Non poteva mancare
lUlisse di Joyce, quello vuoto di eventi e di

tazioni adeguate una


manciata di multinazionali rende incerta la
sussistenza di miliardi
di persone, a livello
globale.
C da dire che su questa materia sono fiorite
delle trasmissioni televisive su cui speculano
i conduttori e gli agenti
pubblicitari, come dire

che la povert rende


ricco chi lo gi.
Cosa fare? Tra le sue
proposte
Atkinson
indicava un salario
minimo per i pi bisognosi, oltre che la
necessit di creare
politiche di contrasto
alla disoccupazione
con dei meccanismi
economici ad hoc per

intreccio narrativo tradizionale, sostituiti da


pensieri,
sensazioni,
allusioni, immagini.
Piero Boitani. Il grande
racconto di Ulisse. Il
Mulino, pag. 670, 55

contenere le disuguaglianze.
Stiglitz sostiene che
pi i cittadini non hanno reddito pi le corporation non potranno crescere perch
inconsistente il giro
di denaro; per questo
motivo auspica un miglioramento dei redditi per i dipendenti e
una giusta quota di
tasse da pagare da
chi preferisce trasferire le proprie ricchezze nei paradisi fiscali.
Inoltre ritiene che sia
necessario riavviare il
mercato del lavoro dei
giovani e diminuire gli
stipendi
scandalosi
dei top-manager e dei
politici. Perch cose
cos semplici non si
possono realizzare?
Perch i grandi finanzieri, oltre che vigliacchi, sono sempre pi
avidi, e inoltre godono
di rendite di posizione
tali da minacciare i
governi di tutti i Paesi
con ricatti senza fine.
Le conseguenze non
si faranno attendere
perch, prima o poi,
i cittadini reagiranno
alla paura dellancor
peggio, e penseranno
a una Rivoluzione.

Sit

in ieri mattina innanzi alla sede


storica del liceo classico T. Gargallo, in
Ortigia, nell'omonima via Gargallo, nel
corso della quale i manifestanti hanno
chiesto al Comune di Siracusa, nella
sua duplice veste di custode giudiziario
e di legale rappresentante lamministrazione proprietaria dellimmobile, di assumersi la responsabilit immediata della
riapertura al pubblico utilizzo di almeno
il piano terra della sede storica del liceo
classico, attraverso i lavori di rifinitura
necessari e in attesa di procedere ad

Sicilia 3

un graduale recupero dell'intero edificio


con progetto alternativo a quello che ha
portato alla attuale gravissima situazione.
Recuperare e restituire alla citt uno dei
luoghi simbolo della citt, dal punto di
vista storico e culturale. Riparte la battaglia per la riapertura della sede storica del Liceo Gargallo, con un obiettivo
a breve scadenza. ArcheoClub, lassociazione Gi le mani dal mio Gargallo,
ex gargallini e cittadini che condividono liniziativa, propongono lutilizzo del

SiracusaCity

piano terra della struttura, per iniziative


culturali, attivit didattiche, momenti
musicali (visto che il Gargallo adesso
anche liceo coreutico). Idea condivisa
dalla dirigenza scolastica. Nonostante
lo stabile sia sottoposto a sequestro giudiziario per via di uninchiesta in corso,
sarebbe comunque possibile usare i locali, secondo quanto spiegato da Fabio
Granata (presidente provinciale ArcheoClub) e dal presidente di Gi lemani dal
mio Gargallo, Aldo Modica. Necessario,
tuttavia, lintervento del Comune.

Tensione al Vermexio, si presenta


Petyx: ma il sindaco Garozzo la evita
Nel 2005 nella messa in onda del servizio
il sindaco sbott parlando di un montaggio
non fedele alle dichiarazioni rese
di Giuseppe Bianca
Stefania Peryx alcuni giorni fa si presentata a palazzo
Vermexio con il suo
inseparabile
bassotto. La giornalista
inviata di Striscia la
notizia per diverse
ore ha atteso nellandrone del palazzo
il primo cittadino
Giancarlo Garozzo,
il quale era riunito
con la sua Giunta.
Per tale giustifica ragione, la Petyx che
era accompagnata
da un cameraman,
nonostante i continui
solleciti, non stata
ricevuta.
Non la prima volta
che la Petyx fa visita
a Siracusa, affrontando temi delicati
come quello di Gettonopoli. Nel marzo
del 2015 il sindaco si
indispose parecchio
per un servizio realizzato dalla Petyx
a Siracusa sui gettoni di presenza ai
consiglieri comunali
(dal quale si avvi
la macchina del fango e lappellativo del
Comune pi inquisito dItalia). Allora il
primo cittadino ricevette linviata di Striscia in sala verde, a
Palazzo Vermexio.
Ma alla messa in
onda del servizio
sbott parlando di un
montaggio non fedele alle dichiarazioni
rese durante lintervista,
sostenendo
che dal servizio fossero state escluse
alcune parti del suo
discorso. Motivo per
il quale ha indotto il
sindaco a rifiutare

lincontro con linviata di Striscia e il bassotto. Evitata altra


vagonata di fango
per la citt? Vedremo, in quanto tra
poco pi di un mese
si attende la chiusura delle indagini
relative allinchiesta
Gettonopoli ancora
al vaglio della Digos che ha ottenuto
a settembre dello
scorso anno la proroga di sei mesi.
E stato il pubblico
ministero
Davide
Lucignani ha dare la
proroga di sei mesi
fino a marzo 2017

Sul caso Scieri e sul


lavoro
determinato
della Commissione
Parlamentare presieduta dallinizio della
parlamentare Sofia
Amoddio si stanno
manifestando scenari
inquietanti che confermano i sospetti e
le perplessit sollevati dalla famiglia e
dai numerosi cittadini
che hanno sempre richiesto il riavvio delle
indagini per riportare
alla luce omissioni e
complicit.
Dopo laudizione del
commilitone che per
ultimo ha visto in vita
Lele Scieri e quella di
due carabinieri che
hanno svolto le indagini nellimmediatezza del ritrovamento
del cadavere del giovane avvocato che
aveva appena iniziato il servizio militare
nei par alla caserma
Gamerra di Pisa, la
situazione
sembra
essersi ingarbugliata.
Nunzia
Blancato,
Aldo Castello, Carmen
Castelluccio,

In foto, la giornalista fermata nellandrone di palazzo Vermexio.

alle indagini relative a gettonopoli. La


complessit dei documenti al vaglio della Digos ha indotto la
Procura di Siracusa
a fare slittare di sei

mesi la chiusura delle indagini. 39 gli indagati tra consiglieri


comunali della presente e della passata
legislatura. A maggio
dello scorso anno,

intanto,
fu
chiuso il procedimento
ispettivo, da parte
dellassessorato regionale, relativo alle
presunte irregolarit
riguardanti la gestio-

Scenari inquietanti che confermano i sospetti e le perplessit

Caso Scieri, 21 siracusani chiedono


la riapertura dellinchiesta

Palazzo Vermexio.

Marika Cirone, Rina


Collodoro, Pier Paolo Coppa, Adalgisa
e Daniela Cuc, Rita
Gentile,
Riccardo
Gionfriddo, Massimo
Imbr, Salvo La Delfa, Pino Pennisi, Enzo
Pupillo, Dino Purpura, Orazio Scalorino,
Lucia Rita Storaci,
Massimiliano Urciullo,

Alessandro Zappulla,
Sabina Zuccaro spingono perch i lavori
della
commissione
vadano ancora pi a
fondo con lo scopo di
fare emergere la verit su un caso troppo
presto archiviato. Da
Siracusani affermano i ventuno cittadini
siracusani, sottoscrit-

tori della nota seguiamo con attenzione il venire alla luce


dei tasselli di un mosaico finora coperto
da una spessa coltre
e ci complimentiamo
con lon. Amoddio
grazie alla cui sensibilit e competenza
Lele Scieri potr forse trovare giustizia.

ne delle commissioni consiliari. Furono


respinte in toto le
contro-deduzioni
presentate dal segretario generale del
Comune di Siracusa,
avv. Danila Costa e
confermate le contestazioni
mosse,
nel gennaio 2016, al
consiglio comunale.
Il responsabile del
procedimento, Carlo
Turriciano, ha demolito limpianto difensivo del segretario
generale ribadendo,
ancora una volta,
che il gettone di presenza non spetta ai
capigruppo, e ai delegati, che partecipano alle commissioni
consiliari di cui non
sono componenti e
non intervengono in
sostituzione di componenti assenti. Per
non parlare dellinchieste
Firmopoli,
Acqua, ancora non
chiuse; la magistratura indaga e spulcia
le carte degli affidamenti ritenuti illegittimi nel settore dei
servizi sociali, asili
nido e impianti sportivi, con ipotesi di reato che vanno dallabuso dufficio alla
truffa aggravata; dal
falso ideologico da
privato in atto pubblico, al falso ideologico commesso
dal pubblico ufficiale
nello
svolgimento
della sua funzione.
Per un ammontare
di denaro pubblico di
6,3 milioni di euro.
Insomma, Siracusa
nella morsa della
Procura che lentamente scioglie i nodi
al pettine e rende
giustizia alla legalit. Ed ecco spuntare
Peryx nuovamente a
Siracusa, che trova
la conferma che il
nostro territorio terreno fertile per scandali televisivi nazionali. Prendiamo a
prestito il titolo di un
film che appartiene
alla corrente cinematografica neorealista: Non c pace
tra gli ulivi, poveri
noi.

SiracusaCity 4

Sicilia 22 gennaio 2017, domenica

22 gennaio 2017, domenica

Siracusa per Trivago tra le prime


trenta mete mondiali da visitare
Siracusa al 28esimo posto di questa particolare classifica, davanti a molte
mete gettonatissime (Roma, Parigi e New York che non sono nemmeno nella lista
delle prime 100 citt per reputazione) ed lunica citt siciliana in graduatoria

Iuna
l nuovo anno apre con
novit per il nostro

territorio sotto laspetto turistico, nella classifica nuova Trivago


Siracusa risulta al 28
posto come unica citt
nella top 100. Trivago
con il suo Global Reputation Ranking e, valutando 200 milioni di
recensioni provenienti
da pi di 200 siti di prenotazione, il pi grande
motore di ricerca hotel
al mondo ha stilato la
classifica delle cento
destinazioni con strutture ricettive dalla migliore reputazione.
A guidare la top 10
anche questanno la
turca Greme, la citt
tra i Camini delle Fate,
in Cappadocia, il cui
parco nazionale stato
inserito tra i patrimoni
dellumanit dallUnesco. Lorgoglio italiano
tenuto alto da Matera, che rimane salda
in seconda posizione.
Altro
riconoscimento
allospitalit
tricolore
la presenza di San
Gimignano in 6 posizione. Siracusa al
28esimo posto di questa particolare classifica, davanti a molte
mete
gettonatissime
(Roma, Parigi e New

York che non sono


nemmeno nella lista
delle prime 100 citt
per reputazione) ed
lunica citt siciliana in
graduatoria.
Nella top 10 c anche
Rust (86,47) in Germania, famosa per
il parco divertimenti
Europa-Park, al terzo posto seguita in 4
posizione dalla cinese Lijiang, la cui citt
vecchia patrimonio
dellumanit,
quindi
Belgrado si posiziona
al 5 posto, 6 posizione per San Gimignano
(anchessa inserita tra
i patrimoni dellUnesco). Zagabria, la capitale della Croazia, si
posiziona al 7 posto,
mentre lirlandese Killarney si trova all8,
infine le ultime due posizioni sono occupate
dalla russa Kaliningrad
e dalla brasiliana Gramado.
Lecce, Sorrento e
Lucca nelle prime 20
posizioni ma per trovare altre mete italiane
basta guardare appena fuori le prime deci
classificate: lundicesima posizione occupata da Lecce, al 13
posto si trova Sorrento
mentre Lucca figura in

Sopra, veduta dallalto di una porzione di Ortigia.


18 posizione, Assisi
in 22esima e Verona
in 24esima precedono
Siracusa, cui succede Il consigliere circoscriziosubito dopo Bergamo.
nale, Salvatore Gibilisco
Il trivago Global Repu- e il presidente della cirtation Ranking trova le coscrizione Ortigia interlocalit con la miglio- vengono sullilluminazione
re reputazione online di Ortigia che lascia molto
prendendo in consi- a desiderare. Il progetderazione citt con un to Relamping, finanziato
Comunit Europea,
numero maggiore o dalla
ha permesso lo scorso
uguale a 130 strutture anno la sostituzione delricettive presenti entro le lanterne di Ortigia, che
i confini cittadini e una montavano semplici lammedia di almeno 60 pade a risparmio, con delrecensioni per hotel. I le lanterne con luce a led.
valori fanno riferimen- Ci ha causato numerosi
to agli ultimi 12 mesi e problemi per alcune vie di
Spesso numerose
sono calcolati con una Ortigia.
vie si trovano al buio proscala da 0 a 100 crea- seguono Gibilisco e Scarta sulla base delle oltre so -, addirittura lo stesso
200 milioni di recensio- problema interessa interi
ni da pi di 200 siti di rioni del Centro Storico.
Chiediamo agli Uffici comprenotazione online.

Progetto Relaming, rioni di Ortigia al buio

petenti la risoluzione del


problema, in quanto ci
necessario per lincolumit
pubblica.

Il Comune non doveva acquisire sovraccaricando le casse comunali

Scelta sbagliata acquisire il tratto stradale


che da Siracusa porta fin dopo la rotatoria

In questi giorni, con notevoli ritardi

sulla conclusione dei lavori, stata


finalmente illuminata la rotatoria della Madonnina che porta al lido Sacramento. Ci saremmo aspettati che
a pagare lenergia elettrica fosse
stata, come giusto e dovuto, lAnas e
invece lamministrazione comunale
di Siracusa, che a questo punto pensiamo essere pi ricca della stessa Anas, ha pensato di farsi carico
dellilluminazione della rotatoria. Lo
ha dichiarato il presidente della circoscrizione Neapolis, Peppe Culotti.
E fin quando si trattava di pagare
lenergia elettrica per una rotatoria,
seppure un gesto di cattiva amministrazione, rimaneva un fatto veniale.
Ma la cosa pi grave e insopportabile, che avevamo denunciato, invitando lamministrazione comunale a
recedere da questi propositi folli, era
quella di farsi consegnare dallAnas
tre ponti pi il tratto stradale che da

Siracusa porta fin dopo la rotatoria


con oneri di urbanizzazione non indifferenti a carico dellente.
Un grave danno viene comunque arrecato comunque alla citt di
Siracusa, in quanto il Comune ha ritenuto bene acquisire il tratto di strada che dal Bingo arriva alla prima
rotatoria, sovraccaricando le casse
comunali.
Noi ci siamo sempre opposti a questa acquisizione - prosegue Culotti
-, poich comporta diversi oneri di
manutenzione da parte del Comune, ci sono dei ponti non antisismici,
di illuminazione, e di responsabilit
civile considerato che in quel tratto
succedono diversi incidenti.
Gi il consiglio di circoscrizione ha
provveduto a chiedere allamministrazione di sistemare lilluminazione nellintero tratto, e di provvedere
a sistemare lincrocio con via Lido
Sacramento e la rotatoria stessa.

La rotatoria della Madonnina.

Una grande vittoria del consiglio di


Quartiere Neapolis con lilluminazione della rotatoria di via Lido Sacramento, ma una vittoria soltanto
parziale considerato che la seconda
rotatoria corrispondente a Traversa
Case Abela subito dopo, nonostante sia pi pericolosa della prima,
ancora al buio, quindi noi come Consiglio di Circoscrizione richiediamo
con urgenza che il Comune diffidi
lAnas per lilluminazione di questa
rotatoria, che deve essere fatto necessariamente prima della stagione
estiva.

Sicilia 5

SiracusaCity

Come prevenire
il cancro, quali
sono i fattori
di rischio

Monitorata la citt, la zona nord, la S.S. 194 (Lentini Ragusa) e la S.S. 385 (Caltagirone Bivio Iazzotto) LAduc Funzione Sociale

L
a prevenzione
un insieme di attivit,

Identificate complessivamente 27 persone dedite al meretricio

azioni ed interventi
attuati con il fine prioritario di promuovere e
conservare lo stato di
salute ed evitare l'insorgenza di malattie.
In relazione al diverso
tipo e alle finalit perseguibili si distinguono
tre livelli di prevenzione: primaria, secondaria e terziaria.
necessario non fare
gli struzzi e non persistere in atteggiamenti
di negazione del problema, soprattutto se
il problema si chiama
cancro. Gli studenti delle quarte classi
dellIstituto Superiore
Insolera, ieri mattina hanno assistito ad
una lezione insolita.
In veste di docenti, i
medici qualificati come
Carmelo
Bramante,
Giampiero
Castelli,
Antonino Bucolo, e
Anna Maria Di Mari,
che hanno parlato del
tumore al testicolo, del
melanoma e di quelli
al collo dellutero e alla
mammella.
Liniziativa,
denominata Progetto Martina, dal nome di una
ragazza morta di cancro al seno, del club
Lions-Eurialo ed ha lo
scopo di spiegare agli
adolescenti che adottando stili di vita sani,
si pu difendere la propria salute anche dalle
malattie pi gravi. La
conferenza-lezione
stata introdotta da Igino La Paglia che ha
spiegato come il Lions
club Eurialo e il suo
presidente
Umberto
Vanella, siano convinti che la lotta ai tumori
passi per le scuole.
possibile stimare infatti che, attraverso la
corretta informazione,
i giovani avranno una
riduzione del rischio di
contrarre un tumore,
nellarco della loro vita,
del 30-50%. Sono pochi i suggerimenti pratici che necessario
seguire: prevenzione,
diagnosi tempestiva e
terapie efficaci, possono salvare la vita.
La lotta ai tumori si vince con la conoscenza,
per questo Martina
nel suo testamento
ha chiesto che i giovani vengano accuratamente informati ed
educati ad avere maggior cura della propria
salute. Certe malattie
sono rare nei giovani
ma proprio nei giovani
hanno conseguenze
molto pesanti.

Prostituzione su strada:
controlli e sanzioni
N
on abbassare la
guardia di fronte al fe-

nomeno della prostituzione, da sempre diffuso in tutta la provincia di


Siracusa. limperativo
dei Carabinieri del Comando Provinciale che
hanno intensificato i
controlli nelle zone pi
a rischio con unazione
di contrasto e prevenzione. Nella giornata di ieri, i militari del
Comando Provinciale
hanno attuato su tutto il
territorio di competenza
sistematici e capillari
servizi di dissuasione
e contrasto alla prostituzione su strada,
attivit specificamente
organizzata anche per
non lasciare inascoltate
le segnalazioni giunte
allutenza di pronto intervento 112 da parte di
cittadini negli ultimi giorni e di riscontri diretti
acquisiti dalle pattuglie
durante i normali servizi di vigilanza. Il servizio, svolto per lintera
giornata, ha in effetti
consentito di appurare
come il fenomeno sia
ben presente da nord a
sud e sia sempre florido
su tutto il territorio. Al
termine delle attivit, in

si costituir parte civile

Al via il processo
sullacquisizione
del Credito Aretuseo

Sopra, la presunta banca interessata al processo.

In foto, il controllo di ieri dei Carabinieri nel siracusano.

cui sono state impiegate numerose pattuglie,


sono state controllate
ed identificate complessivamente 27 persone
dedite al meretricio, di
cui 14 rumene, 3 nigeriane, 1 albanese, 1
colombiana, 1 serba, 1
cubana, 1 ungherese e
5 italiane/i, tutte di et
comprese tra i 20 ed i
60 anni.
Le localit dove stata
riscontrata la maggiore
presenza di persone
dedite alla prostituzione
sono risultate essere le
vie duscita da Siracusa
verso il sud della Provincia (viale Ermocrate,
via Columba, via Elorina) e, nella zona nord,

la S.S. 194 (Lentini


Ragusa) e la S.S. 385
(Caltagirone Bivio
Iazzotto).
Nel corso del servizio, sono stati anche
controllati circa dieci
potenziali clienti, tutte
persone della provincia,
di et media di anni 40,
tra questi anche professionisti, alcuni dei quali
sono stati sanzionati
per infrazioni al Codice
della Strada, soprattutto in tutte le circostanze
in cui le manovre effettuate per avvicinare le
prostitute sono risultate
particolarmente pericolose per la circolazione
stradale. Il fenomeno in
questione deve essere

contrastato con interventi costanti ed incisivi


in quanto spesso chi si
prostituisce risulta vittima di svariate forme
di sfruttamento e multiple sono le implicazioni
delittuose che inevitabilmente ne derivano,
senza dimenticare la
doverosa tutela della
salute pubblica, anche
perch molto spesso
la prostituzione viene
esercitata in zone che
presentano
situazioni
igienico sanitarie precarie ancor pi aggravate dalle problematiche condizioni meteo di
questi giorni, con gravi
implicazioni anche per
la sicurezza stradale.

D
omani si terr la prima udienza del processo
sullacquisizione della Credito Aretuseo da parte

della Bcc di Pachino e lAduc Funzione Sociale si


costituir parte civile. Lipotesi di reato truffa aggravata in concorso e false comunicazioni sociali in
merito allacquisizione al costo di un euro.
Il 13 agosto 2014 la denuncia di alcuni soci del Credito Aretuseo mette in moto la Procura della Repubblica di Siracusa che apre le indagini per verificare
se, al momento dellacquisizione, la banca avesse
il valore di compravendita pari ad 1 euro. Vengono
coinvolti circa 1.200 risparmiatori dellistituto siracusano che si sono visti azzerare le loro quote sociali
per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro,
spiega lAduc Funzione Sociale. Dopo le indagini
econometriche affidate a 3 consulenti della Procura emerso che, al momento della acquisizione da
parte della Bcc Pachino, la banca non era sullorlo
della bancarotta ma anzi il valore ammontava a diversi milioni di euro. Da qui ludienza con la richiesta di rinvio a giudizio. Sul banco degli imputati i
vertici delle due banche coinvolte ed anche il segretario regionale delle BCC e il funzionario della Banca dItalia che ha liquidato la Bcc Aretuseo. LAduc
Funzione Sociale seguir tutte le vicende legate al
processo e si costituir in giudizio, anticipa la presidente nazionale Lucia Magnano.

Previsti vento, pioggia e freddo

In carcere per favoreggiamento,in manette una donna di Priolo G. D., 39enne, di Augusta, nullafacente, pregiudicato

Una

Nel

Allerta meteo arancione a Siracusa: Evade dai domiciliari, dovr Arrestato dai Carabinieri
espiare la pena in carcere per maltrattamenti in famiglia
Limitare gli spostamenti

domenica allinsegna del maltempo. E


le previsioni inducono
la Protezione Civile comunale a diramare lallerta meteo arancione a
Siracusa.
Una giornata, quella di
domani, con probabili
temporali e piogge di
forte intensit. Limitare
gli spostamenti. La Protezione Civile consiglia
di limitare gli spostamenti.
I cittadini - riporta una
nota - sono invitati alla
massima prudenza, ad
uscire di casa il meno
possibile, a non sostare
nei piani al di sotto della sede stradale ed ad
utilizzare i mezzi privati in caso di necessit.
Si raccomanda di non
avvicinarsi ai torrenti
e di avere la massima
cautela nel transito o
stazionamento nelle vie
e da altre zone considerate a rischio.
Lattivit investigativa

ha permesso di fare
emergere che le azioni
delittuose erano riconducibili a dei contrasti di
natura personale tra la
vittima del reato e Marco Di Giandomenico, il
quale, con la promessa
del suo interessamento
per una occupazione
lavorativa, coinvolgeva
altri tre soggetti, su cui
sono ancora in corso le
indagini.

pomeriggio di
ieri, i Carabinieri del
Comando Stazione di
Ortigia hanno arrestato in flagranza di reato Salvatore Polini, 26
anni, di Siracusa, per
il reato di evasione.
Lo stesso, sottoposto
agli arresti domiciliari
a seguito di un arresto operato sempre
dai militari delle stessa
Stazione nel 2016, per
spaccio di sostanze
stupefacenti, nel corso
di un controllo presso
labitazione dove deve
scontare il provvedimento restrittivo, non
stato trovato in casa.
Rintracciato
poco
dopo dai militari, il Polini non ha saputo fornire giustificazione sui
motivi del suo allontanamento dalla propria
abitazione e pertanto
stato nuovamente
arrestato.
Condotto

I Carabinieri della Compagnia di Augusta, nel tardo

Salvatore Pollini.

in caserma, dopo le
incombenze di rito,
stato sottoposto nuovamente ai domiciliari
cos come disposto
dallautorit giudiziaria
di Siracusa.

pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto per il reato di


maltrattamenti in famiglia G. D., 39enne, di Augusta,
nullafacente, pregiudicato. A seguito dellennesimo
episodio di violenza domestica, i militari del Nucleo
Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri
di Augusta, su segnalazione dei vicini allarmati dalle
richieste daiuto, sono intervenuti in localit borgata di
Augusta per una violenta lite familiare. Sul posto i Carabinieri appuravano che luomo, come altre volte in
passato, rincasando ubriaco, aveva aggredito verbalmente, per futili motivi, la propria convivente. A seguito
dellattivit investigativa, i militari dellArma accertavano che i maltrattamenti oltre che verbali e psicologici
erano stati anche fisici ed andavano avanti da almeno
10 anni. Fortunatamente, lintervento tempestivo dei
militari ed il rapporto fiduciario con la vittima ha consentito non solo di evitare il peggio ma anche alla donna di trovare il coraggio di intraprendere il percorso per
iniziare una nuova vita. Larrestato, su disposizione
dallautorit giudiziaria stato sottoposto agli arresti
domiciliari presso labitazione dei propri genitori.

Nel

Siracusano 6

Sicilia 21 GENNAIO 2017, DOMENICA

21 GENNAIO 2017, DOMENICA

Alla scoperta dellaraldica aretusea


storie di nobilt e potere in uno stemma
di Laura
Cassataro

Su

molti dei
palazzi storici e
chiese ortigiane
possibile ammirare
stemmi
ancora in posto.
Gli addetti ai lavori sanno ben
riconoscerli, ma
la maggior parte
dei passanti li apprezza per quello
che
oggettivamente mostrano
dal punto di vista
scultoreo, sapendoli
raramente
identificare.
Gi
studiosi
della
disciplina
ben
sanno che laraldica una delle
scienze ausiliarie
della storia fra le
pi complesse e
solo apparentemente semplice.
Attraverso i segni
grafici
utilizzati nello stemma,
si pu risalire ad
una famiglia, una
persona
oppure ad un gruppo
di persone e ad
una istituzione.
Un approccio a
tale disciplina
spesso
riserva
molte
piacevoli sorprese. Gli
stemmi nacquero
per distinguere
nel Medioevo i
cavalieri i quali,
chiusi nelle loro
armature,
non
erano riconoscibili. Si cominci
allora a collocare
pezzetti di stoffa colorata sulle
lance e poi altri
elementi distintivi. Poi si pass
a ornare gli scudi
con raffigurazioni policrome che
raffiguravano la

ria Regionale di
Palazzo Bellomo.
Lungo due dei
muri perimetrali
di quello che fu
definito
Cortile
della Palma (per
lesistenza della
pianta anzi di due
piante che purtroppo, aggredite dal punteruolo
rosso, non esistono pi), fanno
bella mostra di s
numerosi stemmi marmorei di
diversa datazione e provenienza, sia nobiliari
che istituzionali.
Alcuni raccontano di monumenti
demoliti come la
Porta di Ligne che
proteggeva lingresso di Ortigia:

lo stemma reale
emblema di Carlo II Dasburgo
(del XVII secolo)
e quello del vicer Lamoral de
Ligne del XVI secolo, lo stemma
di MarcAntonio
Colonna. Si aggiungano stemmi gentilizi come
quello della famiglia Montalto. Gli
stemmi pi antichi, tolti purtroppo
durante il nuovo
arrangiamento,
avevano
anche
storie di riutilizzo
da narrare. Ad
esempio lo stemma del 1480 proveniente dal Forte
Vigliena: trattasi
di una base attica
di colonna, alta

m. 0,28 evidentemente di spoglio,


della quale venne
riutilizzato il piano di posa, me
parte
superiore
modanata serv
per ammorsare il
rilievo alla parete
(S. L. Agnello).
Lo stemma del
1490 con le armi
di
Ferdinando
il Cattolico che
venne scoperto
durante la demolizione
della
Chiesa di San
Giacomo addossata al prospetto
di Castel Maniace. Quella che
sembrava solo la
lapide marmorea
con
liscrizione
celebrativa della
fondazione del-

la chiesa sovrastante il portale


dingresso,
nascondeva
nella
parte posteriore
proprio lo stemma. Ci auguriamo
che questi stemmi potranno in un
futuro non troppo
lontano
essere
oggetto almeno di
una mostra allinterno della Galleria. In ogni caso
lex Cortile della
Palma una sezione
museale
da riscoprire per
una
maggiore
consapevolezza
su quanto la citt
aretusea, in termini storico-culturali ed artistici,
abbia ancora da
svelare.

Nel

Siracusano

Segnala la buca Siracusa, la pagina


facebook di Alternativa Libera
A

lternativa Libera
Siracusa ascoltando
le proteste di moltissimi cittadini che
lamentano la presenza di tantissime
buche, anche alla
luce del lungo periodo di maltempo
ha intenzione di attivarsi.
Avevamo suggerito
allamministrazione comunale ladozione di strumenti
di
partecipazione
dei cittadini tramite smartphone ma
nulla stato fatto,
sappiamo dalle dichiarazioni di oltre
un anno fa che allo
studio e sperimentazione una piattaforma atta a far questo. Noi la nostra
soluzione lavevamo
proposta a Costo
Zero.
Alternativa
Libera
convinta che la

Lo scopo quello di segnalare con foto


e indirizzo dove la buca insiste

partecipazione del
basso dei cittadini

Programma Studi Kiwaniani


Distretto Italia San Marino

famiglia di appartenenza o il sovrano per il quale


si era agli ordini.
E cos re, cavalieri del Toson
dOro, di Malta
diventarono i protagonisti dellaraldica, ma anche
citt e nobili signori. Oltre alla
funzione storica
gli stemmi si rivelano quanto mai
attuali per iconografia e contenuti. Una forma di
comunicazione
che dal Medioevo
ci affascina ancora oggi. Esiste
uno straordinario scrigno che
consente a tutti il
battesimo dellaraldica: la Galle-

Sicilia 7

In programma Studi Kiwaniani, evento che si

tebnutio ieri a partire dalle ore 9.00, presso


lHotel Des Etrangers di Siracusa.
Levento con grande rilievo di carattere nazionale ha visto tutto il Distretto Italia San-Marino
del Kiwanis International impegnato in una
costruttiva sessione di riflessione e di dibattito
sul ruolo del Kiwanis e della sua nobile Mission
Serving the children of the world, nellattuale
contesto sociale in cui viviamo.
Loccasione stata propizia per affrontare il tema delle future prospettive di sviluppo
dellorganizzazione internazionale a favore dei
bambini, in un contesto sempre pi sfidante
che richiede capacit di innovazione e cambiamento.
Lincontro di Studi Kiwaniani si tiene questanno presso lHotel Des Entrages di Ortigia, nella
nostra bella citt di Siracusa che celebra i suoi
2750 anni dalla fondazione: una occasione
davvero unica e speciale di visibilit del nostro
patrimonio artistico e culturale a livello nazio-

sia
fondamentale
per cui realizza una

pagina
Facebook
chiamata Segnala

la buca Siracusa
senza personalizza-

zioni politiche, dove


i singoli cittadini
potranno segnalare
con foto e indirizzo
dove la buca insiste. Chi gestisce
la pagina Facebook si occuper con
cadenza
regolare
di segnalare allufficio competente che
provveder alla copertura della buca.
Sar il cittadino che
alla fine lascer un
feedback dellavvenuta copertura della
buca stessa.
Si potr fare la segnalazione anche
tramite un messaggio Whatsapp al numero 3471097484.
Questo fare interagire i cittadini.
Quando la piattaforma da noi proposta,
a Costo Zero verr introdotta sar lo
stesso ufficio competente a segnalare
al cittadino lavvenuta risoluzione del
problema. La tematica potr essere
non solo la buca,
ma anche il rifiuto,
la segnaletica divelta e qualsiasi altra
cosa attinente al
Decoro Urbano.

Nel Siracusano 8
Sicilia 21 GENNAIO 2017, DOMENICA
LAbruzzo versa in condizioni estremamente difficili. Per questo la giunta di Confesercenti spiega il Presidente Nazionale dellassociazione Massimo Vivoli ha avviato un piano di finanziamento per garantire la disponibilit di credito a tasso zero alle PMI colpite
Necessari interventi urgenti
e straordinari, a
rischio imprese
e posti di lavoro.
Vivoli:
avviato
piano
finanziamenti per garantire credito a tasso zero alle PMI
La
situazione
dellAbruzzo

sempre pi grave. I tragici danni causati dalle


ultime scosse di
terremoto hanno
complicato infatti un quadro gi
drammatico da
almeno una settimana. Sono moltissimi gli imprenditori ed i cittadini
che ci segnalano
di essere bloccati da giorni a
causa delleccezionale
ondata
di maltempo che
si abbattuta
sulla
Regione.
Neve e alluvioni
hanno interrotto
non solo lagibilit delle vie di
comunicazione,
ma anche lelettricit in molte
zone, con enormi
danni per i magazzini di merci
deperibili e per
gli animali negli
allevamenti. Nelle principali citt,
inoltre, sono moltissimi i negozi
che ormai sono
inagibili a causa
del gelo o delle esondazioni.
Leconomia del
territorio bloccata: tutto si
fermato, dai saldi
che valgono il
30% del fatturato dei negozianti,
questanno perso
per sempre al
commercio
alimentare, per non
parlare del turismo e delle altre
attivit produttive.
LAbruzzo versa in condizioni
estremamente

Abruzzo: Situazione drammatica

Economia verso tracollo,


aprire stato di crisi
difficili. Per questo la giunta di
Confesercenti
spiega il Presidente Nazionale
dellassociazione
Massimo Vivoli
ha avviato un
piano di finanziamento per garantire la disponibilit di credito
a tasso zero alle
PMI colpite, per
una somma complessiva di 10 milioni di euro. Ma
sono state avviate anche altre
iniziative, come
la distribuzione
gratuita di pane e
prodotti da forno
da parte di Fiesa
Assopanificatori Confesercenti
Abruzzo.
Dobbiamo, per, tutti
impegnarci a fondo per sostenere

una Regione che


ha bisogno di urgenti
interventi
straordinari. Per
questo chiediamo con forza di
aprire lo stato di
crisi: le imprese,
in particolare le
piccole, sono al
collasso. Servono misure ad hoc
ed indennizzi per
le PMI del com-

mercio, del turismo, dei servizi


e dellartigianato,
per fermare il tracollo ed evitare
lannichilimento
delleconomia regionale.
Titolari di negozi,
ristoranti e botteghe
possono
scrivere a sos@
confesercentiabruzzo.it

A b r u z z o :
blackout energia,
confesercenti si
attiva per risarcimento
Enel
a
impreseLe
aziende che vogliono
avviare
la richiesta di
chiedere
risarcimento allEnel
per la prolungata interruzione di
energia potranno contattare la
Confesercenti
allindirizzo email
sos@confesercentiabruzzo.it,
attivato per questa occasione.
Lo
comunicano il presidente
dellassociazione
di categoria Daniele Erasmi ed il
direttore Lido Legnini.
Le tragedie di
questa ondata di

21 GENNAIO 2017, domenica

maltempo sono
enormi, e la nostra associazione
attiva anche sul
fronte del pronto
intervento
grazie alla disponibilit dei nostri
panificatori, gi
comunicata alla
Protezione civile nazionale, ad
una produzione
straordinaria
e
consegna di prodotti alimentari.
In questi giorni
tuttavia migliaia
di piccole imprese stanno bruciando
letteralmente milioni di
euro di macchinari, scorte, attrezzature a causa della carenza
di energia: senza
considerare aggiungono Erasmi
e Legnini che
in queste calamit i negozi, i
pubblici esercizi,
le piccole attivit
svolgono anche
un servizio pubblico nelle citt e
nei piccoli centri,
ed averle private
dellenergia
ha
creato un danno
economico e sociale inimmaginabile.
Ecco perch
concludono - stiamo attivando un
pool di avvocati
che aiuteranno le
piccole imprese a
chiedere il risarcimento allEnel
per i danni subiti dalla prolungata assenza di
energia: i titolari
di bar, ristoranti,
negozi, officine,
botteghe, capannoni
potranno
scrivere allindirizzo sos@confesercentiabruzzo.
it per iniziare insieme una azione
risarcitoria.
Baster entrare
in contatto con
lassociazione attraverso lindirizzo email e nelle
prossime ore le
aziende saranno
ricontattate.

Sicilia 9

Nel

Siracusano

Parcheggi e strisce blu di nuovo


ai privati? No, grazie
Il Comune di Siracusa, notoriamente
"ricchissimo", pu permettersi di rinunciare alla cifra relativa agli introiti
dei parcheggi e delle strisce blu senza battere ciglio?

Si

apprende,
con incredulit e
stupore, che la
giunta municipale
siracusana avrebbe intenzione di riaffidare la gestione dei parcheggi
a pagamento e
delle strisce blu, ai
privati.
A lungo andare,
lesperienza
in
house si rivelata
tormentata spiega lassessore alla
Viabilit,
Dario
Abela troppi problemi con i parcometri e con la vigilanza degli stalli
e delle aree parcheggio a causa
di atti di vandalismo e di parcheggiatori
abusivi.
La soluzione, a
nostro giudizio,

quella di affidare il
servizio attraverso
un bando di gestione.
In realt, operando una piccola traduzione, per tutti
coloro che non
fossero adusi al
normale linguaggio politico locale,
il testo dell'assessore Abela, tradotto in lingua italiana
pi comprensibile,
potrebbe risultare
il seguente: "visto
che sotto la nostra
guida il Comune
non assolutamente capace di
garantire n la
sicurezza n l'efficienza dato
che i Vigili Urbani non siamo mai
riusciti a sfruttarli
al massimo delle
loro
potenzialit

Parcheggio a pagamento

per colpa di una


cattiva
gestione
e dato che siamo
assolutamente incapaci di trovare
dei tecnici per la
manutenzione
allora sarebbe pi
opportuno affidare la gestione dei
parcheggi di nuovo ai privati.
All'uomo
della
strada sorgerebbe
spontaneo un dubbio e nascerebbe
immediatamente
una domanda: se

gli utili dei parcheggi andranno


al privato, al Comune non rester
altro che continuare ad utilizzare le forze dellordine per multare
i poveri cittadini?
Mentre, sia cittadini che vigili,
sono vittime di un
sistema di viabilit
caotico, inefficace
e sostanzialmente
indegno di una citt civile.
A tal proposito, si

apprende che "per


i parcheggi a pagamento, le strisce blu e il servizio di bus navetta,
il Comune incassa
annualmente intorno a un milione
e mezzo di euro."
Il
Comune
di
Siracusa, notoriamente "ricchissimo", pu permettersi di rinunciare
a questa cifra senza battere ciglio?
Comunque,
se
dovesse
avere

un po' di tempo,
l'assessore Abela
gentilmente spieghi come, a suo
illustre
parere,
un privato possa,
meglio del corpo
dei Vigili Urbani,
contrastare i parcheggiatori abusivi. Magari la sua
tesi far scuola e
potr essere applicata ad altre citt nel mondo.
Ah, un'ultima domanda.
Quel
Giancarlo
Garozzo che
da
capogruppo
dell'opposizione
nel 2010, chiedeva la commissione d'inchiesta
sulla GE.PA. che
gestiva i parcheggi privatamente,
per caso un omonimo del nostro
sindaco attuale,
oppure, siamo di
fronte all'ennesimo cambiamento
in corso d'opera
rispetto alle fantasmagoriche
promesse, come
quella sullacqua
pubblica,
della
sua
campagna
elettorale?
Meetup Siracusa
MoVimento 5 Stelle

Acquisto dei loculi a Siracusa


Morte del par Scieri: chiesta
s della Commissione a rate pi lunghe la riapertura dell'inchiesta
In sede di terza commissione consiliare, presieduta da Giuseppe
Impallomeni e che ha
competenza anche sui
servizi cimiteriali, ho proposto che chi ha diritto ai
loculi attualmente in costruzione, in tutto 1.900,
se ha un basso redditto
possa avere prolungata la rateizzazione. Una
proposta
che
l'intera
commissione ha condiviso e che anche l'assessore Gianluca Scrofani,
presente ai lavori, ha
detto di appoggiare.
Secondo le norme attuali, gli aventi diritto devono versare 2.500 euro

per ogni loculo con pagamento in sei rate, una


soluzione gravosa per le
persone meno abbienti,
specie se pensionate al
minimo.
Per questo ho chiesto
che il pagamento avvenga in 12 rate che tale
possibilit sia data solo ai
nuclei familiari con reddito Isee inferiore a 15mila
euro.
La proposta sar sottoposta al consiglio comunale come atto di indirizzo. L'assessore Scrofani
si impegnato a portarla
avanti quando arriver
all'attenzione della Giunta.

Nunzia

Blancato, Aldo Castello, Carmen Castelluccio, Marika Cirone , Rina


Collodoro, Pier Paolo Coppa, Adalgisa Cuc ,Daniela
Cuc, Rita Gentile, Ricardo
Gionfriddo, Massimo Imbr,
Salvo La Delfa, Pino Pennisi
, Enzo Pupillo, Dino Purpura,
Orazio Scalorino , Lucia Rita
Storaci , Massimiliano Urciullo, Alessandro Zappulla
e Sabina Zuccaro, chiedono
la riapertura dell'inchiesta
sulla morte del par siracusano, Emanuele Sciri, morto
alla Gamerra di Pisa in circostanze ancora avvolte da
mistero.
"Sul caso Scieri e sul lavoro intelligente e determinato

della Commissione Parlamentare (voluta e presieduta dall'inizio dallon.le Sofia


Amoddio) - scrivomo - si
stanno manifestando scenari inquietanti che confermano i sospetti e le perplessit
sollevati dalla famiglia e dai
numerosi cittadini che hanno sempre richiesto il riavvio
delle indagini per riportare
alla luce omissioni e complicit. Da siracusani seguiamo
con attenzione il venire alla
luce dei tasselli di un mosaico
finora coperto da una spessa
coltre e ci complimentiamo
con l'on. Amoddio grazie alla
cui sensibilit e competenza
Lele Scieri potr forse trovare giustizia".

Speciale 10

Sicilia 21 GENNAIO 2017, DOMENICA

Un vero
anticonformista

di Roberto Tondelli

Non sembri un erro-

re scrivere qui la parola Cristiano con


la lettera maiuscola.
Infatti non si tratta di
un aggettivo ma di
un nome. Narra Luca
che in Antiochia i
discepoli [di Cristo]
ricevettero il nome di
Cristiani (Atti 11,26).
Cristiano la persona rinata dacqua e
di Spirito, ovvero che
ha udito la Parola del
Signore, vi ha creduto, si ravveduto
del proprio passato
lontano da Dio, si
immerso in acqua (=
battesimo biblico) per
ottenere il perdono
dei propri peccati e il
dono dello Spirito del
Signore
(Giovanni
3,1 ss.; Atti 2,37 ss.).
La persona rinnovata
nella propria mente
segue docilmente gli
impulsi dello Spirito
nella sua vita quotidiana, in armonia con
la Parola dello Spirito
scritta nei documenti
apostolici del Nuovo
Testamento.
Proprio nella vita
quotidiana emerge
lanticonformismo
del Cristiano. Scrive
Paolo apostolo: Non
conformatevi
alla
mentalit di questo
secolo, ma trasformatevi rinnovando la
vostra mente, per poter discernere la volont di Dio, ci che
buono, a lui gradito
e perfetto. Questa
frase tratta dal cap.
12 della Epistola ai
Romani, un capitolo molto forte che
tutto unesortazione
a non/conformarsi a
questo mondo. Ecco
alcuni aspetti dellanticonformismo della
persona Cristiana.
La mente del credente, rinnovata dalla Parola spirituale,
esamina con cura
e accoglie ci che
buono secondo Dio,
cos come viene presentato nelle pagine
ispirate dellEvangelo. Poco importa ci
che piace al mondo,
che passa con i suoi
desideri negativi e

Il Cristiano gioisce con chi nella gioia


ma sa anche piangere con chi nel dolore

sempre insoddisfatti.
Il Cristiano ha una
savia opinione di se
stesso, non si stima
pi di quanto conviene. Cos evita la
presunzione, la supponenza, lorgoglio,

lutile morale e spirituale di tutti.


Chi dona del suo,
lo faccia con bont;
chi presiede, lo faccia con sollecitudine;
chi fa opere di bont,
le faccia con letizia.

nel mondo, ma soprattutto quando lo


notano fra i Cristiani
stessi. Tacere su un
male, non riprendere
un comportamento
cattivo o tollerarlo
da ipocriti. Non va

a interesse, bens
ad amore fraterno
(lamore non cerca il
proprio interesse).
Nel servire le sorelle
e i fratelli in Cristo,
come pure il prossimo, i Cristiani servo-

Il Cristiano non
rifiuta la socialit,
anzi cerca di portare un poco della
luce di Cristo l
dove vi dolore e
dramma. La societ, spesso, finge
di interessarsi di
drammi e tragedie, purtroppo.

tutte cose apprezzate invece dalla societ.


La comunit dei credenti costituisce un
corpo solo in Cristo,
dove ciascuno individualmente parte di
tutti gli altri, tutti sono
membra gli uni degli
altri. Li unisce laffetto in Cristo. I doni
o talenti di ciascuno
sono messi a disposizione di tutti, per

Un piccolo gesto
buono, fatto con gioia, vale molto agli occhi del Signore, pi di
tante elemosine elargite per mettersi in
mostra.
Lamore dei Cristiani
non ipocrita. Il che
vuol dire che i Cristiani aborriscono il
male e si attengono
al bene non solo, e
non tanto, quando
lo vedono al di fuori,

bene. La societ, invece, impara a tollerare il male e ne fa un


diritto.
I Cristiani si amano
teneramente con affetto fraterno e ci tengono allonore: non
quello davanti allocchio del mondo, ma
quello dinanzi a Dio.
La premura che i Cristiani esercitano fra
loro e verso il prossimo non dovuta

Sicilia 11

22 gennaio 2017, domenica

no il Signore stesso
con grande desiderio
buono. La societ invece insegna a farsi
servire e a schiavizzare gli altri.
La speranza della vita eterna con il
Signore rende i Cristiani allegri in ogni
circostanza
della
vita, pazienti nelle
tribolazioni, perseveranti nel pregare,
attenti alle neces-

sit dei santi (cio


degli altri Cristiani),
e pronti allospitalit
accogliente. La societ invece insegna
a godersi questa vita
perch poi non c
pi nulla.
Non facile, ma il
Cristiano, per amore del suo Signore,
arriva persino a benedire chi lo perseguita, rifiutando ogni
forma di maledizione.
Anche questo anti/
conformismo. Il Cristiano gioisce con chi
nella gioia, ma sa
anche piangere con
chi nel dolore. Il Cristiano non rifiuta la
socialit con il prossimo, anzi cerca di
portare un poco della
luce di Cristo l dove
vi dolore e dramma.
La societ, spesso,
finge di interessarsi
di drammi e tragedie. Il sentimento del
Cristiano di non
aspirare a cose alte,
ma egli si lascia attirare dalle cose umili. Ges Cristo ebbe
proprio questo stesso
sentimento. La societ non scriver mai
la storia degli umili,
perch troppo occupata a mostrare i
potenti.
Il Cristiano procura di
fare il bene davanti a
tutti gli uomini. Cerca la pace con tutti
gli uomini e cerca di
non farsi vincere dal
male, bens di vincere il male con il bene
operare.
Questi brevi cenni
mostrano almeno due
cose: che purtroppo
la nostra societ non
fatta di Cristiani e
che esser Cristiani
secondo Cristo il
valore che abbiamo
perduto. Ritrovarlo
urgente e necessario, occorre ritornare
a Cristo. (Comunit
del Signore Ges
Cristo Via Modica,
3 di fronte ingresso Istituto F. Insolera
conversazioni bibliche: mercoled e venerd ore 19.30; culto
al Signore: domenica
ore 10.30 info: 340
4809173 email:
cnt2000@alice.it).

Sport

Una pari (0-0) nel frigo del De Simoneanno

Siracusa: Santurro
s.v.;, Brumat 6, Pirrello 6, Turati 6,5,
Sciannam 5, Giordano 5 (Toscano 5),
Spinelli 5, Azzi 5 (dal
71 Talamo 5,5), Catania 5,5 ( Dezai 5),
Scardina 5, Valente
6. Allenatore Andrea
Sottil 5.
Taranto: Maurantonio s.v., Altobello 5
(dal 71 Nigro 5), De
Giorgi 6, Stendardo
6,5, Sampietro (5),
Paolucci (5), Som
6,5 (dal 91 De Nicola s.v.), Lo Sicco 5,
Bollino 5,5 (dal 67
Emmauso 5 ), Magnaghi 5, Viola 5.
Allenatore: Pantaleo
De Gennaro 5,5.
Arbitro:
Diego
Provsi di Treviglio
- Assistenti: Guglielmi e Colizzi di Albano Laziale
Note: cielo coperto, temperatura 14,
terreno di gioco spelacchiato per le gelate dei giorni scorsi, spettatori 2.025
di cui una trentina Lingresso in campo delle squadre.
di tifosi ospiti per
un incasso di euro zurri che a sorpresa linterdizione a cen17.500 ammoniti: schieravano Scian- trocampo per tagliaSciannam e Gior- nam al posto di un re i viveri a Scardina
dano per il Siracusa, pi mobile e com- e a Valente e mettePaolucci per il Ta- battivo Dentice e il re la sua squadra in
ranto calci dangolo nuovo arrivato Azzi condizione di gestire
4-2 per il Siracusa al posto del conna- lincontro a suo pia(1 t. 0-0) Recupe- zionale Cassini, che cimento. Mettiamoci
ri: 1 t. 1 e 2 tempo almeno un pizzico pure uno Spinelli e
di fantasia riesce a un Giordano a mez3).
darla, sono apparsi zo servizio, un Catalla fine tutti con- sfocati e inconclu- nia privo di quellarcordi nel
giudizio denti. Un gioco da gento vivo che di
sulla partita, sicura- ragazzi per Pantaleo solito lo caratterizza,
renderci conmente la peggiore di De Gennaro capire per
quelle fin qui gioca- da subito che per il to che una squadra
te. Ad abbellirla do- Siracusa oggi non cos male in arnese
veva provvedere il era giornata e che e peraltro osteggiata
Siracusa, ma gli az- bastava accentuare da un vento gelido

Fra Siracusa e Taranto


zero su tutto il fronte

Alla ripresa del campionato un Siracusa abulico e rinunciatario consente ad un


Taranto mediocre e dimesso di non pagare dazio e uscire con un punto dal De Simone

I risultati

che tagliava in lungo


e in largo il De Simone, avrebbe potuto
fare ben poco per
raggiungere la vittoria. La cronaca di
uno squallore incredibile grazie al fattivo contributo fornito
dalle due squadre,
capaci in novantatre
minuti di scaldare
i guantoni ai portieri avversari solo
con tiri da distanza siderale, come
quello scagliato al
40 da Brumat per
il Siracusa o come

quello di Stendardo
all84 per il Taranto.
E poi il nulla, per un
pari che poi serve a
poco sia al Siracusa
che al Taranto, se
non a muovere la
classifica. Ma se
questa ripresa del
campionato non fa
notizia per un Taranto che avr serie
difficolt a salvarsi,
costituisce un serio
campanello dallarme per il Siracusa,
tornato sui mediocri
livelli iniziali e che
con la perdita di Ba-

iocco ha rinunciato
a quel dinamismo
a centrocampo che
aveva, bene o male,
mimetizzato i difetti
congeniti di fantasia
di cui soffre. Non
parliamo poi del reparto avanzato, costretto a vivere dei
cross di Valente, intercettati quasi sempre dai difensori avversari . Delusione
anche per la tanto
attesa riapparizione
della risorsa Dezai,
apparsa la brutta
copia del bel giocatore dello scorso
campionato. Lunica
nota positiva che
c un intero girone
di ritorno per far s
che il Siracusa possa tornare quella
squadra operaia del
girone di andata, capace persino di sfiorare la zona play-off
. Quella squadra di
cui oggi non si vista nemmeno lombra e che, a cominciare dalla prossima
trasferta a Monopoli,
se c batta un colpo.
Armando Galea

Sottil: La squadra ha risposto con una gara grintosa I biancoverdi pagano una serie di errori

Il timore di una deblache


per le due contendenti
La sosta non fa bene al Siracusa che

alla ripresa, al De Simone non andato oltre il pareggio contro il Taranto,


formazione rocciosa e determinata a
conquistare almeno un punto. Poche
occasioni e tanta fisicit, come aveva
pronosticato in settimana il tecnico azzurro Andrea Sottil. Il Siracusa ha avuto
possesso di palla, ha rischiato pochissimo, ma non ha avuto l'ormai consueta
incisivit in attacco.
Questa l'analisi dell'allenatore del
Siracusa Andrea Sottil: " stata una
giornata particolare, caratterizzata da
un vento fastidioso e da un campo che
sta diventando bruttino. Avevamo preparato la partita in una determinata maniera e fino ad un certo punto abbiamo
fatto quello che ci eravamo prefissati,
risultando anche pericolosi. A volte purtroppo c' stata un po' di imprecisione,
nella ripresa avremmo dovuto sforzarci
a giocare di pi, ma l'andamento della
gara ha portato le due squadre ad annullarsi. Bisognava sfruttare gli episodi
come i calci piazzati. Conosco bene la
categoria e so gi che il girone di ritorno
sempre differente rispetto a quello di
andata. Io chiedo tanto perch il nostro
obiettivo ancora da raggiungere, per

me la partita che ha fatto oggi il Taranto,


che non ci ha mai impensierito, non
assolutamente una sorpresa. Sono venuti qui a non giocare, schierandosi tutti
dietro la linea della palla. Toccava a noi
per fare meglio. Adesso pensiamo ad
andare avanti non mollando di un centimetro, non ce lo possiamo permettere.
L'ho sempre detto, non sopporto n il
mercato invernale n le soste, perch
si interrompe la continuit di gara ed
atteggiamento. In ogni caso la squadra
ha risposto con una gara grintosa".
Esordio in campo e in sala stampa per
Paulo Azzi: "In settimana abbiamo lavorato tanto, oggi mi sono sentito bene
anche se in due tre occasioni potevo
essere maggiormente incisivo. Adesso
ho bisogno di continuit per trovare la
forma migliore. Abbiamo avuto un po'
di difficolt per via del vento, il Taranto
rimasto sempre chiuso e non siamo
riuscita a trovare la palla giusta per segnare. Penso che anche la sosta lunga abbia influito. Un punto meglio di
niente, per non dobbiamo pensare
che il pareggio sia un risultato soddisfacente. Per oggi va bene cos, adesso
prepariamoci bene per la prossima partita".

Sconfitta interna
per lOrtigia maschile

Vince Savona ma a recriminare per

unoccasione perduta proprio lOrtigia. I liguri passano a Siracusa grazie


alla loro maggiore precisione al tiro e,
soprattutto, alla percentuale di reti realizzate in superiorit.
I biancoverdi pagano una serie di errori con luomo in pi commessi, soprattutto, nei momenti pi importanti
del match.
La partita scivola via sul filo dellequilibrio e diverte il pubblico arrivato
alla Paolo Caldarella. I padroni di
casa appaiono da subito determinati
e tornano a pressare sul possessore
di palla. Anche la circolazione della

palla sembra essere pi veloce e


sicura rispetto a sabato scorso.
Di contro, gli ospiti, si affidano ad
una marcatura asfissiante su Casasola e alla buona vena di Damonte che realizza 4 reti.
Sempre buona la reazione dei biancoverdi alle marcature degli uomini di Angelini. Il pareggio arriva a
met del terzo tempo e i padroni di
casa, a quel punto, spinti dallentusiasmo, sembrano avere la partita
in pugno. Poi gli errori in superiorit, qualche azione contestata e il
Savona che riuscito a rimettere
acqua a proprio vantaggio.

SiracusaCity 12

Sicilia 22 gennaio 2017, domenica

Alza bandiera e inno nazionale


marted allistituto Radice
N

Molti cittadini di varie associazioni a titolo personale: Lenfatizzazione


dello spirito nazionale e dei nazionalismi sia un pericoloso messaggio di divisione

el cortile principale dellIstituto


Comprensivo G.
Lombardo
Radice sono state
istallate tre aste
per le bandiere.
Da marted 24
gennaio, alle ore
8.45 e poi ogni
luned
mattina,
si terr su disposizione del Dirigente Scolastico
Sebastiano Rizza,
che ha deliberato
senza il parere degli Organi Collegiali, la cerimonia
dellalzabandiera
al canto dell Inno
di Mameli, come
ogni venerd alle
ore 13.30 si svolger
lammaina
bandiera al canto
dellInno Europeo.
Tre bambini tra
i pi meritevoli,
scelti dalle Inse-

Spettacoli

gnanti nella classe che a rotazione


verr
incaricata
della cerimonia,
ritireranno in Presidenza le bandiere della Sicilia,
dellItalia e dellUnione Europea e
le isseranno sui
pennoni, come il
venerd le ammaineranno.
Pur riconoscendo
la grande importanza ed il valore
simbolico
delle
bandiere, peraltro
sempre gi esposte
allingresso della Scuola
come prevede la
legge scritto
in un documento sottoscritto da
Arci,
Arciragazzi, Astrea, Auser,
Stonewall, Zuimama, Rete Centri
Antiviolenza, La

Lingresso dellIstituto comprensivo G. Lombardo Radice.

Bacchetta magica
e molti cittadini di
varie associazioni a titolo personale riteniamo
che in una scuola
inclusiva e democratica, ed ancor

una cerimonia di
questo tipo, che
peraltro in aperto contrasto con la
convenzione dei
diritti dellInfanzia.
I sottoscrittori del
documento len-

Sicilia 22 gennaio 2017, domenica

Su Rai 3 Che fuori che tempo che fa; Nati con la camicia su Rete 4

Che Dio ci aiuti 4 fiction su Rai 1, N.C.I.S. New Orleans su Rai 2


Il segreto su Canale 5 Outcast - L'ultimo templare film su Italia 1
Quinto episodio su
Rai 1 alle 21.25 della fiction "Che Dio ci
aiuti 4" L'amata fiction con protagonista
Elena Sofia Ricci nei
panni di Suor Angela torna per la quarta
stagione. Conosceremo Monica, che si
ritrova con un marito
scomparso e un bambino di cui occuparsi, e Valentina, una
ragazza resa troppo
dura dalla vita. In
mezzo come sempre, le protagoniste
Suor Angela e Suor
Costanza. Ci saranno
inoltre il Dr. Taddei e
Nico Santopaolo, avvocato dongiovanni
che si occupera' del
caso di Monica.
Su Rai 2 alle 21.10
in onda il telefilm
"N.C.I.S. New Orleans" Tony lavora

pi in una scuola
come la nostra,
che vanta una
pluralit di etnie
e culture, non sia
opportuno sottolineare il senso di
appartenenza con

fatizzazione dello
spirito nazionale
e dei nazionalismi
sia un pericoloso
messaggio di divisione. Riteniamo inoltre che la
scuola debba fornire pari opportunit e pertanto la
scelta di bambini
meritevoli appare assolutamente
inappropriata. Per
questo chiediamo
ai genitori una riflessione sul tema
e invitiamo quanti
condividono queste considerazioni a chiedere al
Dirigente Scolastico di esonerare
i propri bambini
dal
partecipare
a queste cerimonie, garantendo
la presenza in
classe di una insegnante.

con la sua ragazza,


l'agente speciale Zoe
Keates dell'ATF, ad
un caso che scoprono essere collegato
ad un'ope razione
dell'ATF chiamata
"Fast and Furious".
Show su Rai 3 alle
21.05 con "Che fuori
tempo che fa Che
tempo che fa Fabio
Fazio e Massimo
Gramellini analizzeranno insieme i fatti
d'attualita' mescolando informazione e
intrattenimento con
ospiti, in studio o in
collegamento, e con
l'intervento di corrispondenti dalle sedi
Rai all'estero, Antonio Di Bella da Parigi e Marco Varvello
da Londra e la collaborazione di Gianni
Riotta da New York.
Nelle vesti di inviato

speciale: Fabio Volo.


Film su Rete 4 alle
21.15 "Nati con la
camicia" Rosco Fraker e' uno stravagante
ventriloquo che gira
il mondo in pattini a
rotelle, Doug O'Riordan un ex-detenuto
dal pugno facile e il
cuore tenero, appena
uscito di galera. I due
si incontrano in un
bar, nel bel mezzo di
una rissa di cui essi
stessi sono i principali protagonisti! E
fra una scazzottata e
l'altra, si ritroveranno
implicati nelle piu'
improbabili fatalita'.
Su Canale 5 alle
21.15 la soap "Il segreto" Eliseo picchia
pesantemente Sol, e
poi va da Francisca
chiedendole di aiutarlo a distruggere
Severo. Ramiro rie-

Cinema a Siracusa Indirizzi utili a Siracusa


AURORA - Belvedere
(0931-711127) ore 18:30 20:30
SILENCE
PLANET VASQUEZ (0931/414694)
ore 16:00 18:00
L'ORA LEGALE
ore 18:00 20:00 21:00
ALLIED
ODEON - Avola
(0957833939) ore 19:30 21:30
L'ORA LEGALE'

sce a fermare il combattimento che vede


Alfonso perdente e
gravemente ferito. Fe
racconta ad Emilia
il ricatto che sta subendo da Francisca.
Raimundo parla con
sua figlia la quale gli
dice chiaramente che
non intende tornare
con Alfonso e che
forse nel suo futuro
c'e' Cesar. Raimundo,
vista la grande passione di Matias per
la scherma, gli pro-

TAXI: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino


T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980
PRONTO INTERVENTO:
Soccorso pubblico di emergenza 113;
Carabinieri (pronto intervento) 112;
Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;
Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;
Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;
Municipio 451111; Prefettura 729111;
Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;
Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;
Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;
Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;
Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids
(telefono verde) 167861061;
Ente Comunale assistenza 60258

pone di fare lezioni


con un vero maestro
di scherma. Don Anselmo e' sempre in
ospedale a La Puebla
e tutti i paesani sono
preoccupati per lui.
Francisca si presenta al Miel Amarga e
chiede di parlare con
Severo.
Su Italia 1 alle
21.10 il film "Outcast
- L'ultimo templare"
Durante il XII secolo, quando l'erede al
trono imperiale cine-

se diventa bersaglio
del disprezzato fratello maggiore, l'unica
speranza di salvezza
del giovane principe
e' rappresentata dalla protezione della
sorella e dall'aiuto
del riluttante e stanco guerriero crociato
Arken. Per assicurare
al principe il suo regno e difenderlo dalla
morte, Arken dovra'
vincere prima i propri
demoni personali e
mobilitare Gallain.