Sei sulla pagina 1di 6

TRANSCRIPCIN TEXTOS ORALES INTERMEDIO

TAREA 1
CUA EJEMPLO
- Incapacit di reggere un abbandono, antichi dissapori e vendette covate nel silenzio.
Negli ultimi tempi le mura domestiche sono diventate il teatro di terribili delitti-Sono stanco, mi arrendo, venitemi a prendere, finisce cos la lunga giornata di Omar
Bianchera, quarantaquattro anni di Volta Mantovana, paese vicino a Mantova. Meno di
dieci ore di fuga e tre omicidi alle spalle, lex moglie, lanziana vicina di casa e un suo ex
affittuario.CUA 1:
- Una tassa sul divorzio?- No! Spiega il portavoce del governo Cameron, se mai una tariffa per coprire i costi
sociali della rottura familiare. In ogni caso per i coniugi inglesi in procinto di dirsi addio,
al prezzo emotivo sta per aggiungersi anche un prezzo in sterline. unidea di Lain
Duncan Smith, ministro della Wefer, scatener polemiche ma le fonti governative la
diffendono. Si paga un onorario per ottenere un prestito, dicono, sar lo stesso per il
divorzioCUA 2
-Dalle casse della regione allazienda agricola della moglie del Governatore Lombardo.
Stiamo parlando di finanziamenti stanziati dal assessorato agricoltura per
lamodernamento di circa un migliaio di aziende agricole, tra queste spuntano quelle delle
consorti del Presidente Lombardo e del suo predecesore Tot Cuffaro, che riceveranno
rispettivamente cinquecento e settecento milioni di euro.-

CUA 3
-Questo qui stato l un attimino a far due parole e poi ha preso ed andato minacciando la gente
che era l, ha preso la macchina, ha fatto inversione e si catapultato contro la gente che era l
allingresso.-Cos, Ihmed Taibi, uno dei buttafuori e il proprietario del locale, strage sfiorata a Biella, un
uomo non fatto entrare in discoteca, torna ma con lauto e travolge i clienti in fila. Protagonista
del folle fuoriprogramma davanti al Roadrunner un italiano di origine marocchina, Bufesaz
Rachid, di ventisette anni, di Cossato, arrestato.-

CUA 4

-Diventa un barattolo che cammina-Parola di esperto, per meccanici e carrozzieri le minicar incidentate sono allordine del giorno-Certo! una trapola, a qualsiasi velocit, non , non problema.. puoi andare anche a venti
allora. Il problema come andare in bicicletta.-Mezzi di altissimo rischio ma senza alcun obbligo di dispositivi di sicurezza come sistema ABS
o airbag, perch per legge le minicar sono come i ciclomotori. Una carenza legislativa gravissima,
ora la denuncia arriva anche dalla Procura di Roma che aveva aperto uninchiesta dopo alcuni
incidenti mortali.-

CUA 5

-Folle in delirio per una canzone capace di regalare piacere ed emozioni. Ad un concerto
quando le note ti entrano dentro si possono provare brividi, il battito cardiaco accelera,
cambia il ritmo del respiro. Nele cervello viene rilasciato il neurotrasmititore del piacere,
la dopamina. Lo strsso succede, secondo uno studio canadese, quando mangiamo un cibo
particolarmente buono, mentre si fa sesso o assumendo droghe, ma la musica va oltre, ha
un ruolo terapeutico e pu avere effetti doppanti durante lattivit fisica. Insomma, la
musica vita.-

CUA 6

Fortissimo udito per chilometri attorno. Una colonna di fumo e fiamme. Cos si
annuciata la tragedia sul lavoro che nelle campagne di Santa Benedina, ai piedi dellEtna,
a quaranta chilometri da Catania, ha causato due morti e un ferito in questa fabbrica di
fuochi dartificio.-Le due vittime nello scoppio sono Giuseppe Dornetti, settantacinque anni, denunciato e
il rumeno Pecner, di quarantaquattro anni. Il ferito ricoverato nellospedale Cannizzaro di
Catania, Gaetano Spina, quarantaquattro anni, figlio del titolare della fabbrica, la
pirotecnica Itnea.-

TAREA 2
1 TEXTO:
-Se il Lazio si differenzia dalle altre regioni per quanto riguarda la cultura migratoria,
vista la poca propensione dei suoi abitanti alla mobilit ma vista anche linfluenza dello
stato pontificio che non ha mai visto positivamente lemigrazione molti dei laziali che si
sono traferiti allestero in cerca di fortuna si sono distinti intraprendendo una carriera
particolare. Infatti chi ha inventato e intrapreso sistematicamente la professione di
modelli facendone un mestiere furono proprio i ciociari, gli abitanto della provincia
laziale. Prima a Roma nel settecento e poi in giro per il mondo tra la fine dellottocento e
i primi del novecento, i modelli ciociari hanno ispirato a numerosissimi artisti alcuni dei

loro capolavori. Non c costume regionale al mondo che disponga di una


documentazione artistica cos eccezionale come il costume ciociaro. Nemmeno i pi
celebri, come quello tirolese o scozzese, possono vantare una documentazione
iconografica cos ricca e variegata, e questo perch i modelli ciociari con i loro occhi neri
lucicanti e le capigliature ricce scure e i loro costumi dei colori spavillanti
rappresentavano nella fantasia degli artisti stranieri la rivisitazione di quel mondo agreste,
classico tipicamente romano. Per loro lautentico popolo di Roma erano i ciociari, e cos
che molti dei laziali che emigrarono alla fine dellottocento e i primi del novecento
soprattutto a Parigi e Londra trovarono un lavoro come modelli tra les ateliers di pittori
famosi. Fu soprattutto il modello femminile ciociaro a diventare il tema prediletto di
artisti del calibro di Degas, Lautrec, Renoir, Van Gogh, Czanne, Picasso, in particolare
abbiamo notizia di una modella ciociara che ha ispirato due capolavori di Van Gogh, ma
anche delle celebri di Coreau, Manet, Renoir per i quali pos spesso con il costume
tradizionale ciociaro. Il suo nome era Agostina Segatori, vissi a Parigi per circa trentanni
e fino al millenovecentodieci abit nel cuore della Parigi dei pittori, al numero tre dei
quella Place du Tertre che il cuore di Montmartre. Non possiamo negare che tra i tanti
emigranti le cui storie sono scivolate nellobblio i modelli ciociari hanno lasciato un
ricordo che vive nelle tele dei pittori pi importanti della storia dellArte.
2 TEXTO:
-La tradizione musicale siciliana antica e ben radicata nella cultura dellisola, ma
Catania in particolare una citt che ha visto nascere e crescere al suo interno una nutrita
schiera di cantautori che hanno portato la loro musica in giro per il mondo pur restado
profondamente attaccati alle proprie origini. Se la grande tradizione musicale legata alla
citt inizia con una gloria artistica mondiale come il compositore Vincenzo Bellini
soprattutto a partire dagli anni settanta del Novecento che numerosi cantautori e gruppi
musicali hanno rilanciato limmagine della citt in Italia e a volte anche nel mondo. Tra i
pi importanti ricordiamo Gianni e Marcella Bella, Mario Venuti, Gerardina Trovato,
Vincenza Spampinato, pi recentemente i Sugar Free o il gruppo dei Laudari, che hanno
portato alla ribalta la musica tradizionale siciliana adattandola al gusto moderno. Una
menzione a parte meritano Franco Battiato e Carmen Consoli. Considerato da molti un
vero e proprio maestro Battiato tra le personalit pi eclettiche e influenti del panorama
artistico e musicale italiano. Artista completo affianca la carriera di cantautore anche
quella di regista cinematografico e pittore. Abituandoci ad una molteplicit di canali di
comunicazione in una continua ricerca esperimentale che coniuga il colto con il popolare.
Grintosa, passionale, frizzante, malinconica come la sua musica Carmen Consoli tra le
cantanti pi apprezzata nel panorama italiano contemporaneo. Spesso si fatta interprete
con la sua musica di storie e personaggi di una Sicilia immobile nel tempo, terra di eterni
conflitti ma anche capace di grandi slanci e immense passioni. E sono proprio la grinta e
le passioni forti spesso contraddittorie la cifra stilistica che accomuna gli interpreti della
scuola cantorale catanese, tutti profondamente legati alla propria terra di cui cantano la
forza, lamore e il dolore.-

3 TEXTO:
-La Sardegna una regione ricchissima di tradizioni, antica, misteriosa e affascinante
quella che vede protagonista i Mamuthones e gli Issohadores, tipiche maschere del
Carnevale di Mammoiada, un comune in provincia di Nuoro. Maschere nere per coprire il

volto, peli di pecora nera per coprire il corpo e sulla schiena una serie di campanacci.
Questo il ben noto costume dei Mamuthones, mentre gli Issohadores hanno la maschera
nera, un copricapo in testa, un corpetto rosso, pantaloni bianchi e una bandoliera di
campanellini di bronzo. Sfilano durante il Carnevale in una sorta di processione danzata.
Legate a una tradizione tipicamente sarda sono conosciute in tutta Italia e omai possiamo
dire non solo. Infatti in trasferta in Cina allExpo di Shangai 2010 i Mamuthones e gli
Issohadores di Mammoiada hanno riscosso un successo incredibile, facendo registrare al
pabiglione italiano nella settimana dedicata alla Sardegna il pico massimo di visitatori. Il
suono sconosciuto e misterioso quasi magico dei campanacci e dei campanelli ha
richiamato lattenzione generale, puntando linteresse di tutti sulla Sardegna e le sue
tradizioni. Questo ha permesso di aprire un canale privilegiato Sardegna Cina per la
promozione dei prodotti e della cultura dellisola nel mondo. I Mamuthones e gli
Issohadores sono un esempio della ricca tradizione musicale della Sardegna, una
tradizione estremamente legata alle caratteristiche della terra, basta pensare agli strumenti
tipici usati dai sardi, campane, pifferi, launeddas, uno strumento a tre canne, e poi gli
organetti, le fissarmoniche, tutti strumenti legati ad un mondo di pastori. Una musica
fiera, orgogliosa quella sarda come la sua terra, allegra e coinvolgente, tanto da
conquistare persino la Cina. La tradizione musicale sarda, cos antica e legata soprattutto
alle feste e alle ricorrenze continua anche oggi nellepoca della globalizzazione ad
esseere uno strumento efficace di comunicazione, che sebbene legato a tradizioni locali
resta come tutta la musica qualcosa di universale che va ben oltre ai confini dellisola.

TAREA 3
- Le chiacchiere e i fornelli-Amici ascoltatori, un abbraccio affettuoso da Caterina Zuccaro e Franco Solfiti. Il nostro
sar un viaggio lungo e squisito.-Un viaggio al quale sono invitati a partecipare e a contribuire anche i nostri ascoltatori
che vivono allestero, come la signora Cesarina Bacci, di San Romano in Garfagnana in
provincia di Lucca che da mezzo secolo vive a Perth, in Australia.-Sono nata il diciassette febbraio del millenovecentotrenta e sono venuta, siamo arrivati a
Perth il millenovecentocinquantacinque, con la mia famiglia, mio marito e tre figli. Il
primo figlio lho avuto a diciannove anni, dopo, insomma, a ventiquattro anni avevo gi
tre figli... sono venuta dallItalia con tre figli, poi ne ho avuta unaltra qui a Perth.-Come mai avete deciso di andare via dallItalia?-Lavoro non ce nera in Italia e mio marito doveva andar lontano e vederci una volta
allanno, e cos i miei cognati erano gi arrivati qui in Australia, e siamo partiti anche noi
dopo.-In Italia Suo marito che lavoro faceva?-Mio marito faceva il lavoro in cantiere, portava i carrelli fuori de, de, della galleria...
-In quale, in quale galleria ha lavorato Suo marito?-

-Ha lavorato alla Sogeni, ha lavorato in Calabria, ha lavorato su, al cimone, di quelle parti
l. stato nel Belgio, ha lavorato in miniera...poi mio marito ha ottantacinque anni, quasi
ottantasei.-Avete avuto qualche rimpianto desser partiti?-S, abbiamo avuto molto rimpianto quando siamo arrivati noi in Australia, perch nel
cinquantacinque siamo andati nelle segherie. Mio marito lavorava nella segheria a
tagliare le traversine da treno, e sa, ci siamo trovati in difficolt perch nei boschi, con i
figli, e non abbiamo avuto mica aiuto, oggi s che c tanto aiuto, ma a quel tempo non ce
nera. Abbiamo tirato avanti e ci siamo rimbragati le maniche davvero, abbiamo lavorato,
io avevo il boarding house, cio sarebbe a dire loperaia in casa che cucinavo per loro. E
dopo abbiamo avuto il ristorante, il primo ristorante a Perth, con la mia famiglia nel
cinquantasei.-Ma Lei cucinava perch sa cucinar bene?Io sono partita e so cucinare come casalinga, ma dopo... senza essere andata a studiare n
niente mi sono fatta..... insomma abbiamo avuto il ristorante e abbiamo fatto, abbiamo
fatto un successo qua.-Quando abitava nei boschi, dove abitava?-Abitavo nei boschi lontano da Perth quanto cento miglia da Perth.-La casa, come era, di legno, come era?-Era di asbestos, lo sa, quello che ci hanno preso anche le malattie...-Asbesto- Siamo tirati avanti e siamo partiti ma eravamo contenti perch eravamo insieme-E giovani soprattutto, eh?-Giovani s, avevamo una forza, ho lavorato tanto, in Australia dico la verit non abbiamo
conosciuto n cinema, n balli, n nulla, abbiamo, abbiamo passato la nostra giovent
ma, solo abbiamo tirato su la nostra famiglia... abbiamo educato i nostri figli, chi ha
voluto studiare ha studiato, e abbiamo avuto un ristorante, almeno di noi, nostro, proprio
.... il ristorante...-E cosa cucinavate nel ristorante?-Noi... si faceva di tutto, abbiamo cominciato con i ravioli, con gli gnocchi che nessuno li
era mai fatti in Perth, dal cinquantasei. Poi della polenta col baccal, con lo spezzatino,
scaloppini di tutti i colori, le cotolette dalla milanese alla bolognese, dai cannelloni con la
carne a quelli con la ricotta...-Ma il vostro piatto pi riuscito, quello per cui uno diceva vado a mangiare l.
-Il minestrone stato il pi che stato, ha avuto successo, il minestrone toscano con
fagioli... qui abbiamo un giornalista che girava i ristoranti e faceva il critico, no? sul
giornale, chi cucinava meglio dava lo star, sa, le stelle, si chiamava Bill Thomson, era la
prima volta che venuto nel nostro ristorante e s mangiato il minestrone, venuto dove
cucinavo, ha voluto sapere come lho fatto, e dal ha messo sul giornale... avesse visto la
gente...mah, ci ha fatto un reclamo che Lei non pu sapere.-

-Lo dice anche a noi come lo fa questo minestrone?-Il nostro minestrone del, del ristorante era fatto con fagioli, patate, il sedano, tutta quella
roba l, mettevo grasso di prosciutto dentro, un po delle volte di verdura ci mettevo, ma
era speciale. Andavano matti, loro non hanno mai magiato quella roba l.-Ce n ancora malinconia per lItalia, nostalgia per lItalia?-S, malinconia ce lho dellItalia, e noi siamo ritornati tante tante volte, ma ci dico,
insomma lAustralia per noi la seconda patria, Le dico la verit.