Sei sulla pagina 1di 42
APPUNTI DI MATLAB ING. MARCO CORSETTI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
APPUNTI DI MATLAB
APPUNTI DI MATLAB
ING. MARCO CORSETTI
ING. MARCO CORSETTI
APPUNTI DI MATLAB ING. MARCO CORSETTI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

APPUNTI DI MATLAB ING. MARCO CORSETTI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
CONTENUTI
CONTENUTI
CONTENUTI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
CONTENUTI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

CONTENUTI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
INTRODUZIONE
INTRODUZIONE

Cos’è MATLAB?

MATLAB (Matrix Laboratory) è un ambiente di calcolo sviluppato alla fine degli anni '70.

E’ utilizzabile per le seguenti applicazioni:

matematica e calcolo numerico

analisi dati e visualizzazione

programmazione di alto livello

modellistica e simulazione

programmazione di alto livello • modellistica e simulazione Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

programmazione di alto livello • modellistica e simulazione Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e
INTRODUZIONE
INTRODUZIONE

Interfaccia Dopo aver lanciato MATLAB

Command Window: è la finestra nella quale digitare i comandi e

visualizzare a video in tempo reale i risultati

Workspace: è lo spazio di lavoro contenente le variabili dichiarate

Current Directory: elenca i file contenuti nella directory corrente

Command Hystory: elenca tutti i comandi digitati di recente

Command Hystory : elenca tutti i comandi digitati di recente Sapienza Università di Roma Area di

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

Command Hystory : elenca tutti i comandi digitati di recente Sapienza Università di Roma Area di
Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
INTRODUZIONE
INTRODUZIONE

Configurare la path Molto importante!

Creare una directory dove salvare i propri file

Impostare la path uguale alla directory creata

file  Impostare la path uguale alla directory creata Sapienza Università di Roma Area di Geodesia

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

file  Impostare la path uguale alla directory creata Sapienza Università di Roma Area di Geodesia
MATLAB come calcolatrice
MATLAB come calcolatrice

Operatori aritmetici

Caratteri speciali

Variabili predefinite i, pi, NaN, Inf

+, -, *, /, ^,

;, %, :

Variabili predefinite i, pi, NaN, Inf +, -, *, /, ^, ;, %, : – 2/0

2/0

->

Inf

0/0

->

NaN (Not-a-Number)

Funzioni elementari sin, cos, log, exp

Comandi speciali

help, clear

Sapienza

help sqrt

Università di Roma

sin, cos, log, exp • Comandi speciali help, clear Sapienza help sqrt Università di Roma Area

Area di Geodesia e Geomatica

sin, cos, log, exp • Comandi speciali help, clear Sapienza help sqrt Università di Roma Area
MATLAB come calcolatrice
MATLAB come calcolatrice

E possibile modificare il numero di cifre decimali ed il formato con cui vengono

visualizzati i risultati attraverso il comando format. Alcune delle opzioni possibili sono:

Format

Sintassi

Rappresentazione

format

Default; virgola fissa scalata con 5 cifre

format short

Virgola fissa scalata con 5 cifre

format long

Virgola fissa scalata con 15 cifre

format short e

Forma esponenziale con cinque cifre di mantissa

format long e

Forma esponenziale con 15 cifre di mantissa

format short g

Rappresentazione migliore con 5 cifre

format long g

Rappresentazione migliore con 15 cifre

ASSEGNAZIONE DI UNO SCALARE
ASSEGNAZIONE DI UNO SCALARE
ASSEGNAZIONE DI UNO SCALARE Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
ASSEGNAZIONE DI UNO SCALARE Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

ASSEGNAZIONE DI UNO SCALARE Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
OPERAZIONI SU SCALARI
OPERAZIONI SU SCALARI
OPERAZIONI SU SCALARI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
OPERAZIONI SU SCALARI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

OPERAZIONI SU SCALARI Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
FUNZIONI MATEMATICHE PREDEFINITE IN MATLAB
FUNZIONI MATEMATICHE PREDEFINITE IN MATLAB
FUNZIONI MATEMATICHE PREDEFINITE IN MATLAB Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
FUNZIONI MATEMATICHE PREDEFINITE IN MATLAB Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

FUNZIONI MATEMATICHE PREDEFINITE IN MATLAB Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
MATRICI
MATRICI

Premesso che MATLAB considera gli scalari come matrici 1x1, le matrici si assegnano nel seguente modo:

>> A = [1 2 3 4; 5 6 7 8];

2 righe 4 colonne

“ ; ” per cambiare riga, “ , ” per cambiare colonna

Assegnazione di un vettore riga:

>> vr = [1 2 3 4] =

vr

1 2 3 4

Assegnazione di un vettore colonna:

>> vc = [1; 2; 3; 4] vc =

1

2

3

4

colonna: >> vc = [1; 2; 3; 4] vc = 1 2 3 4 Sapienza Università

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

colonna: >> vc = [1; 2; 3; 4] vc = 1 2 3 4 Sapienza Università
MATRICI
MATRICI

Dimensione matrici:

>> A = [1 2 3 4; 5 6 7 8];

>> size(A)

Operazioni su matrici:

ans =

>> det(A) determinante

2 4

>> A’ trasposta

>> v = [1 2 3];

>>inv(A) inversa

>>length (v)

ans =

3

inversa >>length (v) ans = 3 Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

inversa >>length (v) ans = 3 Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
MATRICI: SOMMA E SOTTRAZIONE
MATRICI: SOMMA E SOTTRAZIONE

Definite due matrici A e B

>> A = [1 3 5; 10 0 1];

>> B = [3 2 2; 1 22 5];

SOMMA

>> A+B

ans =

5

11 22 6

7

4

DIFFERENZA

>> A-B

ans =

-2 1 3 9 -22 -4

22 6 7 4 DIFFERENZA >> A-B ans = -2 1 3 9 -22 -4 Sapienza

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

22 6 7 4 DIFFERENZA >> A-B ans = -2 1 3 9 -22 -4 Sapienza
MATRICI: MOLTIPLICAZIONE
MATRICI: MOLTIPLICAZIONE

Moltiplicazione di uno scalare per una matrice

>> a=2;

>> A*2

ans =

2

6

10

20

0

2

Prodotto scalare tra due matrici

>> A.*B

ans =

3

6

10

10

0

5

Sapienza

Prodotto matriciale >> A*B’ ans =

19

9

2

32

1

5

Università di Roma

matriciale >> A*B’ ans = 19 9 2 32 1 5 Università di Roma Area di

Area di Geodesia e Geomatica

matriciale >> A*B’ ans = 19 9 2 32 1 5 Università di Roma Area di
MATRICI: ESERCIZIO 1
MATRICI: ESERCIZIO 1

Definire la matrice dei coefficienti ed il vettore dei termini noti per il seguente

sistema di equazioni e trovarne la soluzione:

per il seguente sistema di equazioni e trovarne la soluzione: Sapienza Università di Roma Area di
per il seguente sistema di equazioni e trovarne la soluzione: Sapienza Università di Roma Area di

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

per il seguente sistema di equazioni e trovarne la soluzione: Sapienza Università di Roma Area di

Il comando :

Importante per la manipolazione delle matrici

Esempi

generazione di vettori che siano delle progressione aritmetiche di passo costante

a = [1:10]

b = 1: .2 : 4

c = 3:0

c = 3: -1: 1

->

o

a = 1:10

non produce niente!!!!

mediante : si possono estrarre righe e colonne

niente!!!! – mediante : si possono estrarre righe e colonne Sapienza Università di Roma Area di

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

niente!!!! – mediante : si possono estrarre righe e colonne Sapienza Università di Roma Area di
MATRICI: ESERCIZIO 2
MATRICI: ESERCIZIO 2

Costruire il vettore

v = [1,2,…,19,20,20,19,…,2,1]

Costruire la matrice A avente come colonne i 3

vettori

v1 = [1,2,…,9]

v2 = [2,4,…,18]

v3 = [9,8,…,1]

v1 = [1,2,…,9] – v2 = [2,4,…,18] – v3 = [9,8,…,1] Sapienza Università di Roma Area

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

v1 = [1,2,…,9] – v2 = [2,4,…,18] – v3 = [9,8,…,1] Sapienza Università di Roma Area

Individuare\modificare elementi

 3 0 3  B       2 0 
 3
0
3 
B 
 
 2
0
 1
B(2,3)

B(2,3) = 1;

R

2

3

per selezionare un elemento

per modificare l’elemento

B

per visualizzare B

un elemento per modificare l’elemento B per visualizzare B Sapienza Università di Roma Area di Geodesia

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

un elemento per modificare l’elemento B per visualizzare B Sapienza Università di Roma Area di Geodesia

Estrarre sottomatrici

 3 0 3   1 0   2  B(2,:) B(:,2)
 3
0
3 
1
0
  2
B(2,:)
B(:,2)

B(:,2:3)

B(:,[1 3])

B  

 

R

2

3

estrarre la riga R 2

estrarre la colonna C 2 sottomatrice 2 x 2
estrarre la colonna C 2
sottomatrice 2 x 2
la riga R 2 estrarre la colonna C 2 sottomatrice 2 x 2 Sapienza Università di

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

la riga R 2 estrarre la colonna C 2 sottomatrice 2 x 2 Sapienza Università di

Identità-zero-uno

identità di ordine n

matrice nulla m x n

matrice m x n di 1

->

eye(n)

 

eye(3)

->

zeros(m,n)

zeros(2,3)

->

ones(m,n)

ones(2,3)

I

1

0

0

0

0

Z  

1

1

Z  

0

1

0

0

0

1

1

0

0

1

0

0

1

1

1      0  0    1  1 

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

1      0  0    1  1 
MATRICI: ESERCIZIO 3
MATRICI: ESERCIZIO 3

Costruire le matrici A e B

A

1

2

3

8

24

21

18

3

1

1

1

1

0

0

0

0

1

4

9

8

2

B

1

0

0

1

0

1

0

1

0

0

1

1

0

0

0

1

0

0

0

1

0

0

3

1

Estrarre da A 2 sottomatrici:

una costituita dalle ultime 3 colonne

una costituita dalla I e III riga e dalle colonne II e IV

– una costituita dalla I e III riga e dalle colonne II e IV Sapienza Università

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

– una costituita dalla I e III riga e dalle colonne II e IV Sapienza Università
Strutture di controllo
Strutture di controllo

Selezione: istruzione “if

Controlla l'esecuzione di un determinato blocco di codice a seconda del valore (vero o falso)

assunto da una certa espressione logica.

if (condizione1)

>>a = 5; >>b = 7;

istruzione1

elseif (condizione2)

>>if (a - b) > 0 disp('La differenza è maggiore di 0') else disp('La differenza è

istruzione2

elseif (condizione3)

istruzione3

else

istruzione4

minore di 0')

end

end

else istruzione4 minore di 0') end end Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

else istruzione4 minore di 0') end end Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
ISTRUZIONE if: ESERCIZIO 4
ISTRUZIONE if: ESERCIZIO 4

Salvare in un M-file di nome radice.m la procedura per il calcolo delle radici di un’equazione di secondo grado del tipo ax 2 + bx + c = 0 considerando il caso della radice negativa quindi usando il comando if (sqrt è la funzione radice quadrata) (testarla con i valori a = 2, b = 1, c = 2).

radice quadrata) (testarla con i valori a = 2, b = 1, c = 2). Sapienza

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

radice quadrata) (testarla con i valori a = 2, b = 1, c = 2). Sapienza
Strutture di controllo
Strutture di controllo

Iterazione: istruzione “for” e istruzione “while

Consente di eseguire un insieme di istruzioni fino a quando non si verifica una data

condizione.

for contatore=inizio:passo:fine

Istruzione1

Istruzione 2

end

while condizione

Istruzione 1 Istruzione 2

end

>> for

end

i=1:10:100

a = i;

>>a=0;

>>i=1;

>> while i<10

i=i+1;

end

a =a+ i;

>> while i<10 i=i+1; end a =a+ i; Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

>> while i<10 i=i+1; end a =a+ i; Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e
CICLO for: ESERCIZIO 5
CICLO for: ESERCIZIO 5

Un array x contiene i valori di una serie di misurazioni. I valori compresi nell’intervallo -0.1 < x < 0.1 devono essere considerati errati. Sviluppare un programma che elimina tutti questi elementi e li sostituisca con tanti zeri alla fine dell’array.

 

misurazioni

x (1)

1.92

x

(2)

0.05

x

(3)

-2.43

x

(4)

-0.02

x

(5)

0.09

x

(6)

0.85

x

(7)

-0.06

x (5) 0.09 x (6) 0.85 x (7) -0.06 Sapienza Università di Roma Area di Geodesia

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

x (5) 0.09 x (6) 0.85 x (7) -0.06 Sapienza Università di Roma Area di Geodesia
CICLO for: ESERCIZIO 6
CICLO for: ESERCIZIO 6

Scrivere uno script per rappresentare in un diagramma la seguente funzione per:

-5x 30

Y=

un diagramma la seguente funzione per: -5  x  30 Y= Sapienza Università di Roma
un diagramma la seguente funzione per: -5  x  30 Y= Sapienza Università di Roma

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

un diagramma la seguente funzione per: -5  x  30 Y= Sapienza Università di Roma
Grafici in Matlab
Grafici in Matlab

Matlab ha molteplici funzioni per le rappresentazioni grafiche!

Oggi ne vediamo alcune.

Per ulteriori informazioni:

help graph2d help graph3d

alcune. Per ulteriori informazioni: help graph2d help graph3d Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

alcune. Per ulteriori informazioni: help graph2d help graph3d Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e
La Grafica in Matlab
La Grafica in Matlab

Come creare un grafico in Matlab?

1. generare i dati

2. scegliere la finestra

3. tracciare il grafico

4. fissare gli assi, la griglia, ecc.

5. inserire le etichette degli assi, il titolo, la legenda

ecc. 5. inserire le etichette degli assi, il titolo, la legenda Sapienza Università di Roma Area

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

ecc. 5. inserire le etichette degli assi, il titolo, la legenda Sapienza Università di Roma Area
La Grafica in Matlab
La Grafica in Matlab

I grafici vengono visualizzati in figure

Il comando di base per la grafica è plot(y)

visualizza gli elementi del vettore y rispetto agli indici del vettore stesso plot(x,y) visualizza

il vettore y vs. il vettore x

E’ possibile modificare in modo interattivo l’aspetto dei grafici mediante il:

Plot Editing Mode

mediante riga di comando

mediante il:  Plot Editing Mode  mediante riga di comando Sapienza Università di Roma Area
mediante il:  Plot Editing Mode  mediante riga di comando Sapienza Università di Roma Area

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

mediante il:  Plot Editing Mode  mediante riga di comando Sapienza Università di Roma Area

1. Generare i dati

Per visualizzare una qualsiasi funzione y=f(x) in Matlab, è SEMPRE necessario creare i vettori x e y nel dominio di interesse:

(N.b. Matlab è un programma per l’analisi numerica, non simbolica!)

% un oscillatore armonico

t=[0:pi/100:2*pi];

x=cos(t);

y=sin(t);

armonico t=[0:pi/100:2*pi]; x=cos(t); y=sin(t); Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

armonico t=[0:pi/100:2*pi]; x=cos(t); y=sin(t); Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

2. Scegliere la finestra

figure(n) specifica su quale figura lavorare

figure(1)

plot(t,x) % per disegnare entrambe le funzioni plot(t,x,t,y)

subplot

permette

di

suddividere

la

finestra

in

più

grafici,

per

visualizzare

contemporaneamente diversi segnali

figure(1)

subplot(211),…

subplot(212),…

E’ possibile spezzare la finestra grafica corrente in una matrice [mxn] di sottofinestre grafiche. Il comando subplot(m,n,k) divide la finestra corrente (ne crea una se non esistono finestre grafiche) in una matrice [mxn] e fa diventare la k-esima, contata seguendo le righe, la finestra corrente.

la k-esima, contata seguendo le righe, la finestra corrente. Sapienza x=0:.1:2*pi; subplot(2,2,1) plot(x,sin(x))

Sapienza

x=0:.1:2*pi;

subplot(2,2,1)

plot(x,sin(x))

subplot(2,2,2)

plot(x,cos(x))

subplot(2,2,3)

plot(x,sin(2*x))

subplot(2,2,4)

plot(x,cos(2*x))

subplot(2,2,3) plot(x,sin(2*x)) subplot(2,2,4) plot(x,cos(2*x)) Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Università di Roma

subplot(2,2,3) plot(x,sin(2*x)) subplot(2,2,4) plot(x,cos(2*x)) Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Area di Geodesia e Geomatica

subplot(2,2,3) plot(x,sin(2*x)) subplot(2,2,4) plot(x,cos(2*x)) Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

subplot

L'istruzione subplot permette di plottare più grafici contemporaneamente nella stessa figure.

subplot(m,n,k)

m=righe, n=colonne k=posizione corrente (per righe)

Esempio: subplot(2,3,1) invia le seguenti istruzioni grafiche (plot etc) nel riquadro in giallo.

seguenti istruzioni grafiche (plot etc) nel riquadro in giallo. Sapienza Università di Roma Area di Geodesia
seguenti istruzioni grafiche (plot etc) nel riquadro in giallo. Sapienza Università di Roma Area di Geodesia

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

seguenti istruzioni grafiche (plot etc) nel riquadro in giallo. Sapienza Università di Roma Area di Geodesia

y

subplot

X=0:0.5:50;

Y1=5*X.^2;Y2=X.^3; Y3=exp(X);Y4=sin(X);

subplot(2,2,1), plot(X,Y1), title('5*X.^2'), ylabel('y'), grid

subplot(2,2,2), plot(X,Y2), title('x^3'), ylabel('y'), grid

subplot(2,2,3), plot(X,Y3), title('exp(x)'), ylabel('y'), grid

subplot(2,2,4), plot(X,Y4), title('sin(x)'), ylabel('y'), grid

15000

10000

5000

0

6

4

y

2

0

5*X. 2 x 3 x 10 4 15 10 5 0 0 20 40 60
5*X. 2
x 3
x 10 4
15
10
5
0
0
20
40
60
0
20
40
60
exp(x)
sin(x)
x 10 21
1
0.5
0
-0.5
-1
0
20
40
60
0
20
40
60
y
y
x 10 21 1 0.5 0 -0.5 -1 0 20 40 60 0 20 40 60

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

x 10 21 1 0.5 0 -0.5 -1 0 20 40 60 0 20 40 60

3. Tracciare il grafico

Esistono diversi comandi per rappresentare i dati:

plot grafico 2D con scala lineare lungo entrambi gli assi

loglog grafico con scale logaritmiche per entrambi gli assi

semilogx grafico con scala logaritmica per l’asse x e lineare per l’asse y

semilogy grafico con scala logaritmica per l’asse y e lineare per l’asse x

La struttura dei comandi è plot(x1,y1,x2,y2,)

E’ possibile specificare il colore e il tipo di linea dei grafici (vedi help plot)

il colore e il tipo di linea dei grafici (vedi help plot) Sapienza Università di Roma

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

il colore e il tipo di linea dei grafici (vedi help plot) Sapienza Università di Roma

4.

Fissare gli assi e la griglia

5. Inserire le etichette, il titolo, la legenda

axis ( [XMIN XMAX YMIN YMAX] )

imposta la scala degli assi

grid on / grid off

abilita e disabilita la griglia

title

inserisce il titolo

xlabel, ylabel

inserisce le etichette negli assi, p.e. per specificare le unità di misura

legend

inserisce la legenda

le unità di misura  legend  inserisce la legenda Sapienza Università di Roma Area di

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

le unità di misura  legend  inserisce la legenda Sapienza Università di Roma Area di
Proprietà e valori
Proprietà e valori

La sintassi di plot nel caso in cui si vogliano utilizzare simboli, colori o tipi diversi di linee è la seguente:

plot (x,y, ‘stile’)

Linee

Simboli

Colori

Linea continua -

Punto .

Rosso r

Linea tratteggiata --

Più +

Verde g

Linea punteggiata :

Cerchio o stella *

Blu b

Linea tratto punto -.

Croce x

Bianco w

 

Quadrato s

Magenta m

Plot(x,y,’-r’,’LineWidth’,5) Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
Plot(x,y,’-r’,’LineWidth’,5)
Sapienza
Università di Roma
Area di Geodesia e
Geomatica
PLOT: ESERCIZIO 7
PLOT: ESERCIZIO 7

Disegnare e trovare il max della funzione

f

(

x

)

e

2

x

nell’intervallo [-2,2]

cos(

x

)

Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
Sapienza
Università di Roma
Area di Geodesia e
Geomatica
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 1/4
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 1/4

Si supponga di voler tracciare il grafico della funzione z = f(x, y). Si consideri la funzione:

z = e (x+y)/2 · sin(3x) · sin(3y)

nell’intervallo: x = [0, 5], y = [0, 5]

Si può procedere nel seguente modo:

Primo passo

Si determinano i vettori di punti degli assi x e y

x = linspace(0,5,50);

y = linspace(0,5,50);

degli assi x e y x = linspace(0,5,50); y = linspace(0,5,50); Sapienza Università di Roma Area

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

degli assi x e y x = linspace(0,5,50); y = linspace(0,5,50); Sapienza Università di Roma Area
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 2/4
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 2/4

Secondo passo

A partire dai vettori x e y, si determinano, col comando meshgrid, due matrici X ed Y. X ha tante righe quanti sono gli elementi di y ed ogni riga è uguale al vettore x. Y ha tante righe quanti sono gli elementi di x ed ogni riga è uguale al vettore y. [X,Y]= meshgrid(x,y);

Terzo passo

Si può ora definire la funzione:

Z = exp(-(X+Y)/2).*sin(3*X).*sin(3*Y);

definire la funzione: Z = exp(-(X+Y)/2).*sin(3*X).*sin(3*Y); Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

definire la funzione: Z = exp(-(X+Y)/2).*sin(3*X).*sin(3*Y); Sapienza Università di Roma Area di Geodesia e Geomatica
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 3/4
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 3/4

Quarto passo

A questo punto è possibile tracciare il grafico della funzione utilizzando diverse metodologie:

Tracciare delle curve di livello con il comando:

contour ( X , Y , Z ); disegnare la curva con linee:

mesh ( X , Y , Z ); disegnare la figura con facce :

surf ( X , Y , Z );

 disegnare la figura con facce : surf ( X , Y , Z ); Sapienza

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

 disegnare la figura con facce : surf ( X , Y , Z ); Sapienza
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 4/4
GRAFICI TRIDIMENSIONALI 4/4

figure(1)

x = linspace(0, 5, 50);

y = linspace(0, 5, 50);

[X,Y] = meshgrid(x, y); Z = exp(−(X + Y)/2). sin(3 X). sin(3 Y); surf(X,Y, Z);

Y)/2). ∗ sin(3 ∗ X). ∗ sin(3 ∗ Y); surf(X,Y, Z); Sapienza Università di Roma Area
Y)/2). ∗ sin(3 ∗ X). ∗ sin(3 ∗ Y); surf(X,Y, Z); Sapienza Università di Roma Area

Sapienza

Università di Roma

Area di Geodesia e Geomatica

Y)/2). ∗ sin(3 ∗ X). ∗ sin(3 ∗ Y); surf(X,Y, Z); Sapienza Università di Roma Area