Sei sulla pagina 1di 38

Comunicazione efficace al femminile

Stefania Ciani Lapo Baglini


info@nlpacademy.it

www.nlpacademy.it
Coaching School riconosciuta dalla Society of Neuro-Linguistic Programming

PNL e Comunicazione

Programmazione Neurolinguistica
La PNL si occupa di studiare come modificare
(programmazione) il modo in cui
rappresentiamo le nostre esperienze attraverso la
neurologia (neuro), cosi da poter comunicare pi
efficacemente con noi stessi e con gli altri
(linguistica)

PNL

Programmazione Neurolinguistica
La PNL fu fondata e sviluppata da Richard Bandler e John
Grinder, sotto la supervisione dellantropologo Gregory Bateson,
allUniversita della California, a Santa Cruz, tra gli anni 60 e 70.
Dal 1972 i fondatori della PNL si interessarono alle eccezionali capacita
comunicative del terapeuta di scuola Gestalt, Fritz Perls, della
terapeuta della famiglia, Virginia Satir e del presidente fondatore
della Societa Americana della Ipnosi clinica, Milton H. Erickson.
Usando questi terapeuti come modelli, fu pubblicato il libro La struttura
della Magia (1975), il cui obiettivo principale stato:
scoprire la struttura che sta dietro la magia di questi maghi terapeutici e far
s che altri la potessero utilizzare.

PNL

Programmazione Neurolinguistica
La PNL (in inglese, NLP da Neuro-linguistic programming) si occupa di
studiare come modificare (Programmazione) il modo in cui
rappresentiamo le nostre esperienze attraverso la neurologia (Neuro),
cosi da poter comunicare pi efficacemente con noi stessi e con gli altri
(Linguistica).
una metodologia che permette di comunicare nel modo piu
efficace, attraverso lutilizzo ottimale del potenziale umano di ogni
struttura, dal singolo alla grande azienda.
Il Coaching con la PNL un modo di ampliare le possibilita di
scelta che ogni persona ha, in ogni momento della sua vita, cosi da poter
prendere decisioni migliori, per se e per il sistema di cui parte.
Per maggiori info: http://www.nlpacademy.it/pnl/

PNL e Comunicazione

Programmazione Neurolinguistica
2 presupposti importanti

Il significato della vostra comunicazione


la risposta che ottenete
La mappa non il territorio

Coaching

il coaching il processo attraverso cui si


aiutano individui e gruppi a raggiungere il
massimo livello delle proprie capacit di
performance
Robert Dilts

Perch il Coaching

aggirare i limiti o barriere


orientamento alla soluzione
e non al problema

focus su obiettivi specifici

attivit e aspetti relazionali

Veicolo che trasporta da un punto di partenza al punto di


arrivo desiderato

Coaching

La trasmissione di competenze attraverso il coaching


sviluppa un apprendimento a doppio ciclo

COSA

COME

Il coaching aiuta le persone a prendere un pesce


e nello stesso tempo insegna loro a pescare

Business Coaching

Business Coaching
Allin
ea

men
to

Ruolo-Identit

Allin
e

am
ent

Performance

Contesto

to
n
e
m
a
e
llin

Livelli logici e di cambiamento


Per chi? Per cosa?
Vision

Mission

Motivazione
Energia
Intelligenza emotiva
Proattivit
Opportunit

Sistema

Ambizione

Ruolo

Chi?
Identit
Valori e Perch?
Credenze

Capacit
Comportamento

Ambiente

Permesso

Come?
Cosa?

Dove? Quando?

Strategia
Reattivit
Pericoli
Costrizioni

Livelli Logici
Livello

Fisiologia

Focus

Spirito

Equilibrio fra simpatico e


parasimpatico

Chi o cosaltro?

Identit

Sistema immunitario

Chi?

Convinzioni/Valori

Sistema nervoso autonomo

Perch

Capacit

Azioni abituali inconsce

Come?

Comportamenti

Pensieri e azioni consce

Cosa?

Ambiente

Riflessi

Dove?Quando?

Ruoli - Valori

Esercizio
Esaminate i valori nel loro complesso...

Ci sono dei valori in contrasto tra loro?


In quali ruoli?
In quale modo si manifestano tali contrasti
nella vita di tutti i giorni?

Ruota

Ruoli della vita

Esercizio
Quanti ruoli avete nella vita?

Disegnate una ruota con i vostri ruoli e datevi


un punteggio per ogni ruolo

Ruoli - Valori

Esercizio
Quali valori sono alla base di ciascuno dei ruoli
individuati?
In corrispondenza di ogni ruolo, assegnate i
corrispettivi valori che lo sostengono

comunicazione relazionale

Non possibile non comunicare, non esiste un


comportamento che non sia comunicativo
Paul Watzlawich

comunicazione V-NV-PV

In ogni comunicazione presente un aspetto di


contenuto e uno di relazione: il secondo che
determina il primo (meta-comunicazione)

comunicazione V-NV-PV
Le donne leggono meglio la CNV

comunicazione relazionale

Elementi della comunicazione


contesto - caratterizzato da quattro dimensioni: fisica,
temporale, sociale, psicologica
emittente e ricevente - soggetti coinvolti: singoli oppure
gruppi di persone
messaggio - ci che viene comunicato
codice - insieme di regole condivise attraverso cui
strutturato il messaggio
canale - supporto fisico della comunicazione
feedback segnale di ritorno, retrocomunicazione
rumore - elemento di disturbo della comunicazione

comunicazione relazionale

Importante l'equilibrio della relazione:


in ogni tipo di comunicazione deve sussistere un
minimo di condivisione di significati
trasmettere ad altri un messaggio in modo tale da
consentire a chi lo riceve di interpretarlo,
attribuendogli lo stesso significato di chi lo ha
trasmesso

comunicazione V-NV-PV

artefatti gestione del vestiario, trucco


protezione, pudore, esibizione
prossemica gestione degli spazi
cultura, relazione, tempo e luogo, sesso
cinesica gestione dei gesti
postura, mimica, gestualita
paralinguistica gestione dei suoni vocali e strumentali
silenzi, non parole, pause, tono di voce, volume

ascolto

Tutta la realta pu essere rappresentata


attraverso i sensi
VAKog: immagini, suoni e sensazioni
canali rappresentazionali

ascolto

VAKog
Cancellazione
Distorsione
Generalizzazione

Cancellazione
Distorsione
Generalizzazione

Pensare vedere, ascoltare, sentire internamente

ascolto

Se le nostre informazioni sono in un codice


sensoriale diverso, il nostro ricevente le apre con un
altro software
Ascolto e calibrazione continui sono la chiave
di ogni comunicazione di successo

ascolto

Prevalenza visiva
Persone che parlano velocemente ad alta voce, non usano le
parole precise, gesticolano e indicano, postura eretta,
respirazione alta, odiano il Times New Roman, giudicano gli
altri dallaspetto ma non per superficialita, amano immagini e
video, usano spesso termini come:
guardare osservare ammirare angolazione mostrare illustrare
immagine rivelare ispezionare apparire prevedere testimoniare
focalizzarsi aspetto percezione scena forma luce visione illusione
chiaro oscuro buffo annebbiato brillante vivido orizzonte sogno...

ascolto

Prevalenza auditiva
Persone che chiamano le cose con il nomespecifico senza
indicarle, molto pi descrittivi, pronunciano tutte le parole, voce
melodiosa con volume e velocita adeguati, posture asimmetriche,
testa piegata (posizione telefono o da pensatore), amano il Times
New Roman, liste e 270 pagine di report, tabelle di excel,
ragionamento logico sequenziale, no alle scarpe che fanno
rumore usano spesso termini come:
annunciare dire affermare parlare pronunciare menzionare discutere
ribattere chiedere interrogarsi divulgare spiegare ascoltare sentire
chiamare volume rumore suono tono silenzio voce grido eco risposta
espressione rumoroso silenzioso assordante dissonante melodioso
armonioso...

ascolto

Prevalenza cinestesica
Persone che vivono intensamente le emozioni e parlano
lentamente, lunghe pause, non so come spiegarlo e toccano la
parte del corpo dove hanno la sensazione, postura rilassata, a
volte introfessa, qualcuno potrebbe averli definiti una persona
dolce e usano spesso termini come:
toccare sentire afferrare scorrere piegare rompere colpire scivolare
spingere forzare movimento pressione peso stress intuizione tensione
supporto solido concreto sensibile strutturato comodo caldo leggero
morbido duro appiccicoso viscido liscio sottile pesante essenza
fragranza fumoso pungente fragrante aroma profumo odore assaporare
gusto amaro dolce salato piccante...

Preparazione

Ascolto attivo

Ascoltate per capire e non per confutare


Ponete domande chiarificatrici
Riconoscete lidentit dellaltro
Riconoscete il punto di vista dellaltro
Fategli sapere che lo apprezzate
Sorprendetelo con il riconoscimento/rapport

rapporto

Creare facilmente Rapport


Capacita di mettersi in relazione con se stessi
e con gli altri in modo da creare un clima di
rispetto, fiducia e collaborazione
Far percepire all'altro che siamo come lui, come guidare
una macchina mantenendola tra le due strisce.
Un modo ripetere le parole marcate verbalmente
dall'interlocutore: keyword, keyphrases e operatori modali...

ricalco e guida

Ricalco Guida
Il ricalco andare incontro allaltra persona nel punto in cui si
trova, rifettendo quello che presuppone sia vero, o accordarsi
con alcune parti dellesperienza che sta vivendo.
Si pu fare ricalcando il suo umore, il suo linguaggio corporeo, gli
schemi che utilizza nella conversazione, le sue convinzioni e
opinioni, la sua respirazione.
Alle persone piacciono altre persone a loro simili: quando tu
piaci a qualcuno, questi tende a voler essere daccordo con te.

messaggio

Struttura del messaggio


Introduzione
Set up
Dite quello che state per dire

Corpo
Dite quello che volete/dovete dire

Chiusura
Dite quello che avete detto
Call to action

negoziazione

Domande ben mirate

Una domanda alla volta


Non domande risposta si/no
D. aperte: ti fai dare + informazioni
D. chiuse: ottieni informazioni specifiche
Domande semplici e dirette per cominciare
Domande semplici e indirette in seguito

negoziazione

Chiusura
Il cervello sente il tono di voce e crede che sia
domanda, affermazione o comando
Domande
Affermazioni
Comandi

negoziazione

Chiusura
Molte persone quando dai loro una scelta alternativa
preferiscono la seconda opzione
Tenete le scelte semplici e unite in pacchetti
Al telefono + facile dire di no
Mentalmente + facile fare una cosa la seconda
volta che la prima, quindi fai in modo che ci sia una
rappresentazione precedente nella mente della persona
dellevento nel passato, spingendola a immaginare il
futuro

metaprogrammi e femminile

Metaprogrammi
E' importante sia riconoscerli in se stesse (per comprendere come
funzioniamo) sia nell'interlocutore, adattando la propria comunicazione
rispetto alle sue preferenze

Referenza interna - Referenza esterna


Lontano da - Verso
Proattivo - Reattivo
Procedure - Opzioni
Pezzi grandi - Pezzi Piccoli
Adeguante - Disadeguante
Operatori modali - Devo, Posso,Voglio...

Stato emotivo

Gestione dello stato emotivo


Una corretta gestione del proprio stato emotivo fondamentale
per comunicare in maniera efficace.
La PNL insegna a gestire il proprio stato emotivo attraverso la
possibilita di cambiare le proprie rappresentazioni
interne visive, auditive e cinestesiche, agendo sulle
submodalita. Cio sulle caratteristiche (e non sul contenuto)
della rappresentazione stessa.
Ad esempio: la grandezza di un'immagine, la luminosita... , il
volume dei suoni, la posizione e il movimento delle sensazioni
nel proprio corpo.

Stato emotivo

Rotazione delle sensazioni

Bibliografia
Introduzione alla PNL - Jerry Richardson Alessio Roberti
editore
O'Connor Joseph e McDermott Ian - Manuale di PNL, Edizioni
Il Punto d'Incontro
Milton H. Erickson - La Mia Voce ti Accompagnera, Astrolabio
William Ury Il No Positivo, Corbaccio

www.nlpacademy.it
Coaching School riconosciuta dalla Society of Neuro-Linguistic Programming