Sei sulla pagina 1di 159

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

Code: 45001236Q Rev. 08

PUBBLICAZIONE EMESSA DA:


OSAI S.p.A. Via Torino, 14 - 10010 Barone Canavese (TO) - Italy e-mail: sales@osai.it Web: www.osai.it Copyright 2002 by OSAI Tutti i diritti riservati Edizione: Maggio 2002

INFORMAZIONI IMPORTANTI PER L'UTENTE


La OSAI si riserva il diritto di apportare modifiche al prodotto descritto in questo manuale in qualsiasi momento e senza preavviso. Il presente manuale stato preparato da OSAI esclusivamente per luso da parte dei propri clienti garantendo che esso costituisce, alla data di edizione, la documentazione pi aggiornata relativa al prodotto. inteso che luso del manuale avviene da parte dellutente sotto la propria responsabilit. Nessuna ulteriore garanzia viene pertanto prestata da OSAI, in particolare per eventuali imperfezioni, incompletezze e/o difficolt operative, restando espressamente esclusa ogni sua responsabilit per danni diretti o indiretti comunque derivanti dalluso di tale documentazione.

abc

AGGIORNAMENTO CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

AGGIORNAMENTI RELATIVI ALLA PRESENTE EMISSIONE


Generalit

prestazioni software (riferite alla Release 7.0) e hardware per la linea di prodotti della Serie 10 CNC.Qui di seguito vengono elencate le principali modifiche e/o aggiunte. PAGINA Indice Capitolo 2 Pag. 3 Pag. 4 Pag. 5 Pag. 6 Pag. 7 Pag. 9 Pag. 10 Pag.18,19 Pag. 20 Pag. 29 Capitolo 3 Capitolo 4 Pag. 22 Pag. 24 Capitolo 8 Pag. 3 App. A App. B Modificati dati relativi ai requisiti Hardware necessari per usare lRDK Aggiornate le schede Cavi e Kit connettori Aggiornati i codici commerciali Inserito Path Optimizer Introdotto nuovo High Speed Interpolation Aggiornati dati tecnici piastra CPU per 10/110 Inserita nuova scheda espansione OS8370/5 per 10/110 Inserito 10/510S Contro Unit Aggiornati dati tecnici della scheda di Sistema OS8500 e le caratteristiche tecniche della sezione PC (OS8500/2) Eliminata memoria 93000462F e inserite nuove memorie 93000492U e 93000493W, e inserita scheda lunga distanza 93000496C Inserita nuova scheda controlla assi 93000497E Inserita nuova scheda di espansione MODEM (OS8502) Nuovo pannello operatore Blink, OpLink e WinLink Variato codice commerciale del BUS di espansione e inserita taratura per linea RS-422 e RS-485 Eliminato Cavo seriale obsoleto Capitolo rivisto completamente TIPO DI AGGIORNAMENTO Aggiornato

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

abc

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

INDICE

INTRODUZIONE AI CONTROLLI SERIE 10


MONO PROCESSO, MULTI PROCESSO E SUPER MULTI-PROCESS........................1-2

STRUTTURA HARDWARE
CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA............................................................................2-1 UNIT CENTRALE: VERSIONI INTEGRATE...............................................................2-2 Modello 10/110................................................................................................2-2 Taratura per linea RS-422 ............................................................................2-3 Taratura per linea RS-485 ............................................................................2-3 Schede di espansione (OS8370/2, OS8370/3, OS8370/4,OS8370/5)....................2-4 Modello 10/510S .............................................................................................2-5 Opzione Multi-Processo..............................................................................2-7 Memorie RAM per la sezione PC .................................................................2-7 Scheda per lunga distanza ..........................................................................2-7 Taratura per linea RS-422 e RS-485 per la sezione CNC.................................2-7 Taratura per linea RS-422 e RS-485 per la sezione PC...................................2-7 Schede controllo assi analogici....................................................................2-8 Connessioni Encoder ..................................................................................2-8 Schede controllo assi con Interfaccia Digitale D.S.I........................................2-9 Schede di espansione.................................................................................2-10 Accessori ..................................................................................................2-10 UNIT CENTRALE: VERSIONI MODULARI................................................................2-11 Modello 10/565................................................................................................2-13 Memoria di Sistema per 10/565 ........................................................................2-13 Modello 10/585 (fino a 20 processi) ..................................................................2-14 Memorie di sistema per 10/585.........................................................................2-14 Opzione Super Multi-Process per 10/585...........................................................2-15 Schede Controllo Assi (OS8020/5 e OS8020/6)..................................................2-15 Scheda RISC Controllo Assi (OS8025/2) ...........................................................2-15 Schede RISC Controllo Assi con Interfaccia Digitale (OS8026 e OS8026/2) ......................................................................................................2-16 Schede I/O Locali OS8083/1 e OS8084/1.........................................................2-17 Scheda di espansione INTERBUS.....................................................................2-17 PANNELLI OPERATORE LCD...................................................................................2-18 BLink e OpLink ...............................................................................................2-18 Pannello Operatore WinLink .............................................................................2-19

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

Memoria Pannello Operatore WinLink................................................................2-20 Tastiera ..........................................................................................................2-20 BUS di espansione PCI....................................................................................2-20 Taratura per linea RS-422 e RS-485 ..................................................................2-20 Cavi per Pannelli Operatore ..............................................................................2-21 OPZIONI HARDWARE ..............................................................................................2-23 Unit Floppy Disk............................................................................................2-23 Pilot Panel......................................................................................................2-24 Console Portatile.............................................................................................2-25 Volantino Elettronico........................................................................................2-26 Modulo HDIO (High Density I/O)........................................................................2-26 Modulo ADARING............................................................................................2-27 Modulo OSARING ...........................................................................................2-28 Modulo RITEC.................................................................................................2-28 CAVI .......................................................................................................................2-29 Fibra Ottica.....................................................................................................2-29 Cavi Trasduttore ..............................................................................................2-29 Cavo Ethernet .................................................................................................2-29 10 CNC INTERBUS...................................................................................................2-30

STRUTTURA SOFTWARE
WINNBI ...................................................................................................................3-4 Tool End-User .................................................................................................3-5 Layout tool builder ...........................................................................................3-6 Tool di diagnostica...........................................................................................3-6 WINPLUS ................................................................................................................3-7 KIT FLOPPY PER SOFTWARE DI SISTEMA.............................................................3-10

PRESTAZIONI SOFTWARE
GESTIONE ASSI......................................................................................................4-1 Assi Coordinati, Ausiliari e Pseudo Assi............................................................4-1 Assi Lineari e Rotativi ......................................................................................4-1 Assi Rollover...................................................................................................4-2 Assi Diametrali................................................................................................4-2 Assi Split........................................................................................................4-3 Assi Duali.......................................................................................................4-3 Interpolazione Lineare, Circolare ed Elicoidale....................................................4-4 Tolleranza di precisione in interpolazione circolare CET PRC...............................4-4 Soglia per cerchio completo FCT ......................................................................4-4 Definizione della modalit di normalizzazione dellarco ARM................................4-4 Soglia di riduzione della velocit in interpolazione circolare CRT Costante di riduzione della velocit in interpolazione circolare CRK ......................4-5 Filettatura a passo costante o variabile G33.......................................................4-5 Filettature a pi principi....................................................................................4-5 Null Offset.......................................................................................................4-6 In position Window ..........................................................................................4-6 Zero Shift ........................................................................................................4-6 Compensazione Gioco Assi .............................................................................4-6 Compensazione Errori Vite...............................................................................4-7 Limiti Operativi Hardware e Software..................................................................4-7

ii

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

Gestione Zona Morta .......................................................................................4-7 Movimento Punto a Punto e Continuo................................................................4-7 Modalit di Movimentazione MOV .....................................................................4-8 Modalit dinamica DYM ...................................................................................4-8 Calcolo del massimo angolo di decelerazione MDA ............................................4-8 Fattore di velocit VEF.....................................................................................4-8 Jerk Limitation.................................................................................................4-9 Jerk Time Constant JRK...................................................................................4-9 Jerk Smooth Constant JRS ..............................................................................4-10 Online Debug Help ODH...................................................................................4-10 In Position Band IPB (DTL)...............................................................................4-10 Velocity Feed Forward VFF..............................................................................4-10 Precalcolo (Look Ahead) ..................................................................................4-11 Multi Block Retrace.........................................................................................4-12 Active Reset ...................................................................................................4-13 TCP (Tool Center Point) per macchine con testa " Double Twist " ........................4-14 TCP (Tool Center Point) per macchine generiche a 5 assi ...................................4-16 Virtualizzazioni................................................................................................4-18 Programmazione su Piani Inclinati................................................................4-18 Coordinate Polari ........................................................................................4-19 Coordinate Cilindriche .................................................................................4-19 Assi Condivisi .................................................................................................4-20 Nuovi algoritmi di Interpolazione Polinomiale (HSM) ............................................4-21 Path Optimizer................................................................................................4-22 FACILITAZIONI OPZIONALI .....................................................................................4-23 Camma Elettronica..........................................................................................4-23 Posizionamento di un asse tramite linea Seriale RS-232.....................................4-24 High Speed Interpolation ..................................................................................4-24

FACILITAZIONI PER LOPERATORE


INTERFACCIA OPERATORE.....................................................................................5-1 Softkey a Menu...............................................................................................5-1 Finestre di Data_Entry .....................................................................................5-2 Finestre di HELP .............................................................................................5-2 Visualizzazioni................................................................................................5-2 Schermi multipli e Quadranti.............................................................................5-3 Funzione ENLARGE........................................................................................5-3 Plotter di Macchina..........................................................................................5-4 Funzioni di Console .........................................................................................5-5 MODALIT DI ESECUZIONE.....................................................................................5-6 Esecuzione Automatica...................................................................................5-6 Esecuzione Blocco a Blocco............................................................................5-6 Esecuzione in MDI (Manual Data Input).............................................................5-6 Movimento Manuale.........................................................................................5-6 Movimento Manuale Incrementale .....................................................................5-6 Ciclo di Azzeramento.......................................................................................5-6 Movimento Assi con Volantino..........................................................................5-7 Ritorno sul Profilo ............................................................................................5-7 Multi Block Retrace.........................................................................................5-7 Ricerca memorizzata.......................................................................................5-7 Esecuzione in modalit assi sconnessi (DRY RUN)............................................5-7 PROGRAMMAZIONE................................................................................................5-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

iii

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

Programmazione ISO.......................................................................................5-8 Programmazione Parametrica...........................................................................5-9 Programmazione Assoluta o Incrementale .........................................................5-9 Salti Condizionati e Ripetizioni..........................................................................5-9 Chiamata a Sottoprogramma ............................................................................5-10 Chiamata Parametrica a Sottoprogramma..........................................................5-10 Paramacro......................................................................................................5-10 Variabili di Programma.....................................................................................5-11 Sincronizzazione del Programma......................................................................5-11 Sincronizzazione tra Programmi .......................................................................5-12 Programmazione dei Limiti Operativi ..................................................................5-12 Aree Protette ..................................................................................................5-12 Programmazione di un Cerchio .........................................................................5-13 Programmazione di una Elica...........................................................................5-13 Compensazione Raggio Utensile.......................................................................5-13 Contornitura automatica...................................................................................5-13 Programmazione della Compensazione Parassiale.............................................5-13 Programmazione di Raccordi Circolari e Smussi ................................................5-13 Programmazione Origini...................................................................................5-14 Riqualifica delle Origini.....................................................................................5-14 Programmazione delle Funzioni T .....................................................................5-15 Cambio al volo del Correttore Utensile ...............................................................5-15 Programmazione delle Funzioni S.....................................................................5-15 Programmazione delle Funzioni M ....................................................................5-15 Programmazione delle Funzioni F .....................................................................5-16 Programmazione della Funzione a ....................................................................5-16 Numerazione dei Blocchi di Programma ............................................................5-16 Cicli Fissi di Lavorazione..................................................................................5-16 Cicli Fissi di Misura .........................................................................................5-16 Programmazione GTL (Geometrical Technical Language)....................................5-17 Cicli di lavorazione per sistemi di tornitura..........................................................5-17 ESECUZIONE DEI PROGRAMMI ...............................................................................5-18 Blocchi Opzionali ............................................................................................5-18 Stop Opzionale ...............................................................................................5-18 Esecuzione FROM/TO .....................................................................................5-18 Feedrate Bypass.............................................................................................5-18 Controllo della Percentuale di Rapido ................................................................5-18 Disabilitazione dello Scorrimento dei Programmi ................................................5-18 Sovrametallo (Stock Allowance)........................................................................5-18 Bloccaggio degli Assi (LOCK)...........................................................................5-19 Rotazione del Profilo (ROTATE)........................................................................5-19 Esecuzione Simmetrica (MIRROR) ...................................................................5-19 Fattore di Scala (SCALE FACTOR)...................................................................5-19 Dinamica........................................................................................................5-20 Velocit di Ritorno in Maschiatura.....................................................................5-20 Configurazione dei Parametri di Tastatura ..........................................................5-20 Parametri di Tolleranza (ACCURACY) ...............................................................5-20 Gestione dei Programmi...................................................................................5-20 Stampa dei Programmi ....................................................................................5-20 EDITOR ...................................................................................................................5-21 Editor di Linea.................................................................................................5-21 Funzioni dell'Editor di Linea ..............................................................................5-21 Editor Grafico..................................................................................................5-21

iv

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

GTL...........................................................................................................5-21 GEOMETRIA DIRETTA ...............................................................................5-24 Line/Point .......................................................................................................5-25 Editor delle Variabili.........................................................................................5-25 Editor delle Tabelle ..........................................................................................5-26 BACKUP/RESTORE delle Tabelle.....................................................................5-26 IMPORT/EXPORT delle Tabelle.........................................................................5-26 Journal File .....................................................................................................5-27 DOS Shell ......................................................................................................5-27 PERIPHERALS ...............................................................................................5-27 Comunicazione Mini-DNC Ethernet ...................................................................5-28 FACILITAZIONI OPZIONALI .....................................................................................5-29 Comunicazione Mini-DNC Seriale per Windows ..................................................5-29 ASSET (Advanced Super Set Extension Tool)....................................................5-30 Continuous Laser Digitizing per sistemi Monoboard ............................................5-31 DIGICAD : Manual Digitizing (Spline).................................................................5-32

FACILITAZIONI PER IL COSTRUTTORE


INTERFACCIA OPERATORE.....................................................................................6-1 OEM Softkeys ................................................................................................6-1 Finestre di Inserimento Dati (Data_Entry)...........................................................6-1 HELP on-line...................................................................................................6-1 Scelta del Linguaggio.......................................................................................6-2 Editor del Linguaggio .......................................................................................6-2 Configurazione delle Videate.............................................................................6-2 Editor dei Sinottici ...........................................................................................6-2 Gestione dei Videi OEM...................................................................................6-2 Livelli di Sicurezza...........................................................................................6-3 CONFIGURAZIONE (AMP)........................................................................................6-4 Configurazione Guidata....................................................................................6-4 HELP on-line per ogni Parametro ......................................................................6-4 Capacit di 4 differenti Configurazioni ................................................................6-4 Generazione Automatica del File AMP Binario ...................................................6-4 Stampa dell'AMP.............................................................................................6-4 INTERFACCIA DI LOGICA (PLUS)............................................................................6-5 PLC Integrato..................................................................................................6-5 Interfaccia Operatore Guidata ...........................................................................6-5 Linguaggio di Programmazione PLUS................................................................6-5 Funzioni del PLUS...........................................................................................6-5 Variabili PLUS.................................................................................................6-7 Timer e Contatori.............................................................................................6-7 Funzioni Matematiche......................................................................................6-7 Gestione Assi .................................................................................................6-7 Gestione Mandrino ..........................................................................................6-7 Gestione Assi Ausiliari (Punto a Punto).............................................................6-7 Gestione Emergenze.......................................................................................6-7 Funzioni di Console .........................................................................................6-8 Gestione Softkey, Videate e Messaggi..............................................................6-8 Funzioni di Accesso alle Variabili di Sistema .....................................................6-9 Funzioni di Accesso ai Parametri Assi ..............................................................6-9 Gestione Tabelle .............................................................................................6-9 Gestione Linea Seriale.....................................................................................6-9

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

Debug del PLUS..............................................................................................6-10 Attivazione della logica "al volo" ........................................................................6-10 Lettura/Scrittura delle Variabili "al volo"..............................................................6-10 Logic Analyzer ................................................................................................6-11 Timing Monitor ................................................................................................6-12 Quick Plus......................................................................................................6-12 FACILITAZIONI OPZIONALI .....................................................................................6-13 Gestione Magazzini Utensili .............................................................................6-13 DOS Graphic Interface.....................................................................................6-13 DOS Real Time Interface..................................................................................6-14 End User DOS ................................................................................................6-14 Diagnostica Remota ........................................................................................6-15

FACILITAZIONI PER LA DIAGNOSTICA


DIAGNOSTICA.........................................................................................................7-1 Servo Monitor: Modifica dei Parametri Assi e Mandrino .......................................7-1 Servo Monitor: Oscilloscopio ............................................................................7-1 Security..........................................................................................................7-2 System History ...............................................................................................7-2

OPZIONI OFFLINE
Manual Digitizing Offline (Spline).......................................................................8-1 Editor Grafico per Fresatrici Offline....................................................................8-2 Remote Development Kit (RDK)........................................................................8-2 Ethernet Remote Setup....................................................................................8-3

CAVI E KIT CONNETTORI


CAVI PER CNC 10/110 .............................................................................................A-1 CAVI PER CNC 10/510 .............................................................................................A-2 CAVI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE BLINK ...................A-3 CAVI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE OPLINK.................A-4 CAVI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 CON PANNELLO OPERATORE BLINK ................................................................................................A-5 CAVI PER COLLEGARE 10/565 E 10/585 CON PANNELLO OPERATORE OPLINK...................................................................................................................A-6 CAVI PER COLLEGARE 10/565 E 10/585 CON PANNELLO OPERATORE WINLINK .................................................................................................................A-7 MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER CNC 10/110 ...............................................A-8 MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER CNC 10/510 ...............................................A-9 MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE BLINK..............................................................................A-10 MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE OPLINK ...........................................................................A-11 MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 PANNELLO OPERATORE BLINK ...................................................................A-12 MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 PANNELLO OPERATORE OPLINK.................................................................A-13

vi

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 PANNELLO OPERATORE WINLINK...............................................................A-14

CODICI COMMERCIALI DEI PRODOTTI DELLA LINEA CNC SERIE 10


CODICI COMMERCIALI PER LA DOCUMENTAZIONE ................................................B-1 CODICI COMMERCIALI DEI COMPONENTI HARDWARE E SOFTWARE.....................B-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

vii

Indice CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto

FINE INDICE

viii

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo

INTRODUZIONE AI CONTROLLI SERIE 10

I controlli numerici della Famiglia Serie 10 sono stati progettati per soddisfare le esigenze di una vasta gamma di applicazioni e possono controllare fino ad un massimo di 24 assi analogici o 32 digitali. Si prestano ad essere applicati a macchine di diverso tipo, quali ad esempio fresatrici, rettifiche, macchine per la lavorazione del legno, del vetro, del marmo, della plastica, macchine laser, water-jet, ecc. Grazie alla sua architettura HW/SW "aperta" particolarmente indicato per tutte le applicazioni in cui sono richieste prestazioni non standard: d infatti al costruttore la possibilit di personalizzare il sistema integrandolo con propri pacchetti applicativi specifici ed quindi di arricchirlo con il proprio know-how.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

1-1

Capitolo 1 Introduzione ai Controlli della Serie 10

I controlli della SERIE 10 si basano su una tecnologia di avanguardia dei componenti hardware (microprocessori a 32 e 64 bit, tecnologia Surface-Mount, utilizzo di memorie di massa magnetiche ad alta densit) e software (sistema operativo DOS e Windows per le parti accessibili e personalizzabili quali linterfaccia Uomo-Macchina; sistema proprietario Multi-Task, Event-Driven per le parti di stretto Real-Time relative alle funzioni tipiche del Controllo Numerico), collocandosi ai massimi livelli tra i sistemi CNC. Le potenti e sofisticate funzioni tipiche del controllo numerico, sono d'altra parte utilizzabili mediante una interfaccia utente estremamente semplice e configurabile secondo le esigenze e i gusti del costruttore.

MONO PROCESSO, MULTI PROCESSO E SUPER MULTI-PROCESS


Con il termine "processo" generalmente si intende la gestione di una macchina utensile, vale a dire il suo controllo assi, l'esecuzione dei programmi, la logica di macchina, ecc. Pi in generale, per, il termine "processo" pu riferirsi a qualsiasi attivit di ausilio alla macchina utensile principale, come ad esempio: le stazioni di carico e scarico pezzo, calcoli, statistiche, rapporti, ecc. Il multi processo rappresenta una delle pi importanti prestazioni, a livello di controllo numerico, della Serie 10: infatti possibile gestire fino a venti diversi "processi" con un unico sistema. Se i processi devono essere sincronizzati tra loro, essi possono essere controllati pi velocemente e con maggiore flessibilit che con sistemi di controllo separati. Ogni modello di CNC disponibile gestisce un numero diverso di processi: Modelli 10/110 10/510 10/565 10/585 N. Processi 1 1 (4) 4 4 (20) Assi di Processo Analogici Digitali max 3 max 6 max 8 max 16 max 16 max 24 max 32 Assi di Logica max max max max 3 6 6 6 Totale Assi max 3 max 6/8 max 16 max 24/32

Il numero di assi di processo sui modelli multi processo da intendersi globale, vale a dire considerando la somma di tutti i processi. Oltre questi sono anche disponibili max 6 assi ausiliari gestiti dalla logica di macchina ed un mandrino per ogni processo.

FINE CAPITOLO

1-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo

STRUTTURA HARDWARE

CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA

A) il pannello operatore B) lunit centrale Sono inoltre disponibili i seguenti moduli opzionali: C) moduli di I/O, distribuiti collegati tramite fibra ottica (I/O Ring) D) una o pi Console Operatore ausiliarie collegate allunit centrale tramite fibra ottica E) una consolina portatile collegata allunit centrale tramite linea seriale F) fino a due volantini collegati agli ingressi encoder G) moduli di I/O distribuiti collegati tramite Interbus (tranne 10/110)

Configurazione Serie 10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-1

Capitolo 2 Struttura Hardware

UNIT CENTRALE: VERSIONI INTEGRATE


Il carattere innovativo dei modelli integrati della Serie 10 il risultato di una attenta e costante ricerca da parte dellOSAI di soluzioni al passo con levoluzione tecnologica e la sempre maggiore integrazione dei componenti elettronici. Il CN 10/110 Tiny and Speed e i nuovi modelli 10/510 ne sono la dimostrazione: nello spazio normalmente occupato dal solo pannello operatore, sono stati integrati lintero controllo numerico e tutti i suoi componenti. Lassemblaggio di tutti i moduli componenti il CNC in un unico modulo hardware rende estremamente semplice linstallazione, eliminando completamente i cablaggi normalmente necessari tra il CNC ed il pannello operatore, con benefici diretti sulla riduzione costi dellimpianto (cablaggi e spazio in cabina elettrica).

Modello 10/110
Codice: 93000412S

Il supporto fisico del CNC costituito da un involucro metallico che contiene la piastra CPU di Sistema ed collegato direttamente al pannello operatore. Il pannello frontale con monitor TFT 10.4 a colori, dispone di Console Operatore, 6 tasti funzione con LED utilizzabili dal costruttore per personalizzazioni attraverso la logica di macchina e 3 tasti di CYCLE START, HOLD e RESET. Il sistema viene completato con la tastiera esterna (cod. 93000322D a pag. 2-17) e con il relativo cavo di collegamento (cod. 93000354E a pag. 2-17).

Vista frontale

Vista laterale

2-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Il 10/110 un controllo monoprocesso in grado di gestire fino a 3 assi analogici. La piastra CPU di Sistema include: microprocessore a 64 bit 133 MhZ o superiori 16 Mb di memoria Ram Hard Disk >= 2 GB 370 Kbyte di memoria RAM riservata per la Logica di Macchina Interfaccia per tastiera Interfaccia per FDU da 3,5 1,44 Mb interfaccia video interfaccia console operatore 1 linea seriale RS-232 1 linea RS-232/422/485 3 canali encoder 4 convertitori D/A 1 convertitore A/D a 12 bits 48 input locali a 10 mA 24 output locali a 300 mA 1 ingresso per tastatore 1 rel per gestione emergenza alimentatore a 24V 1 slot libero per una piastra di espansione (vedere paragrafo specifico pi avanti).

Taratura per linea RS-422


Codice: 93000900K

Utilizzare questo codice per richiedere la taratura della linea RS-422 sulla COM2 per i sistemi 10/100.

Taratura per linea RS-485


Codice: 93000901C

Utilizzare questo codice per richiedere la taratura della linea RS-485 sulla COM2 per i sistemi 10/110.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-3

Capitolo 2 Struttura Hardware

Schede di espansione (OS8370/2, OS8370/3, OS8370/4,OS8370/5)


Codice: 93000431G(OS 8370/2) 93000426N (OS 8370/4) 93000444B (OS 8370/3) 93000479A (OS 8370/5)

Sono disponibili 4 modelli di schede di espansione per i sistemi 10/110 da ordinare in alternativa a seconda delle necessit: OS8370/2 I/O RING+ETH.EXP.BOARD FOR 10/110 include: interfaccia Ethernet interfaccia I/O Ring per la gestione di un massimo di 330I e 180O OS8370/4 ETHERNET EXP.BOARD FOR 10/110 include: interfaccia Ethernet OS8370/3 I/O RING+ETH.+HPG EXP.BOARD 10/110 include: interfaccia Ethernet interfaccia I/O Ring per la gestione di un massimo di 330I e 180O interfaccia OSAI per volantino elettronico (codice 86002269H pag. 2-26) OS8370/5 I/O RING+HPG EXP. BOARD 10/110 include: interfaccia I/O Ring per la gestione di un massimo di 380I e 180O interfaccia OSAI HPG

2-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Modello 10/510S
Codice: 93000504E 93000501Y 93000500F 93000502S 10/510S Control unit 10/510S BLink 10/510S OpLink 10/510S WinLink

Il carattere innovativo dei nuovi modelli 10/510S il nuovo concetto di hardware building-block basato su moduli elementari componibili nelle varie configurazioni: 10/510S Control Unit Il modulo CNC non assemblato con alcun pannello operatore. Deve essere abbinato ad un pannello operatore a lunga distanza

10/510 S Control Unit: Vista frontale e laterale 10/510S BLink Il modulo CNC viene assemblato con il pannello frontale Blink, con monitor TFT 10.4 a colori. Deve essere abbinato ad una console Operatore esterna (Pilot Panel, pag. 2-24).

10/510 BLink: vista frontale e laterale 10/510SOpLink Il modulo CNC viene assemblato con il pannello frontale OpLink che dispone di monitor TFT 10.4 a colori, Console Operatore, 6 tasti funzione con LED utilizzabili dal costruttore per personalizzazioni attraverso la logica di macchina e 3 tasti di CYCLE START, HOLD e RESET. 10/510 WinLink I moduli CNC e PC vengono assemblati con il pannello frontale WinLink che dispone di monitor TFT 12.1 a colori e di tasto giallo per passare dallambiente PC a quello CN e viceversa.

10/510 OpLink: vista frontale e laterale

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-5

Capitolo 2 Struttura Hardware

10/510 WinLink: vista frontale e laterale Ogni sistema viene completato con la tastiera esterna (cod. 93000322D a pag. 2-20) e con il relativo cavo di collegamento (cod. 93000354E a pag. 2-20). I controlli 10/510 sono in grado di gestire fino a 4 processi contemporanei e fino a 8 assi con interfaccia digitale o 6 con interfaccia analogica. La scheda di Sistema OS8500 comune a tutte e 3 le versioni, include: microprocessore a 32 bit 133 MHz (o superiori) 16 Mbyte di memoria RAM (SIM) Hard Disk da 2 Gbyte (minimo) interfaccia per FDU da 3,5 1,44 Mb interfaccia video (1 Mbyte di memoria video) interfaccia tastiera Osai 1 linea seriale RS-232 (COM1) 1 linea RS-232/422/485 (COM2) 1 porta parallela EPP/ECP interfaccia Ethernet RJ45 interfaccia I/O Ring (max 330/180 I/O) alimentatore a 24V 1 slot PC/104 libero per schede di espansione (vedere paragrafo specifico pi avanti). 2 slot ISA AT liberi per schede di espansione (vedere paragrafo specifico pi avanti).

Sulla versione 10/510 WinLink sono inoltre disponibili il mouse ed il tasto giallo. Le caratteristiche tecniche della sezione PC (OS8500/2) integrata sono le seguenti: microprocessore a 64 bit 350 MHz (o superiori) 32/256 Mbyte di memoria RAM (DIMM) (non inclusa) Hard Disk da 4 Gbyte (minimo) interfaccia per FDU da 3,5 1,44 Mb interfaccia video (2 Mbyte di memoria video) funzionalit Tasto Giallo interfaccia tastiera Osai interfaccia tastiera esterna (PS/2) 1 linea seriale RS-232 (COM1) 1 linea RS-232/422/485 (COM2) 1 porta parallela EPP/ECP 2 porte comunicazione Ethernet RJ45 (10/100 Mbaud) alimentatore a 24V 2 slot ISA AT liberi per schede di espansione (vedere paragrafo specifico pi avanti).

2-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Opzione Multi-Processo
Codice: 93000458Y (Multi-Process Option)

Questa opzione permette di estendere fino a 4 il numero di processi configurabili su un sistema 10/510.

Memorie RAM per la sezione PC


Codice: 93000457D 64 MB SYNC RAM 64 bits DIMM 93000492U 128 MB SYNC RAM 128 bits DIMMS 93000493W 256 MB SYNC RAM 256 bits DIMMS

dimensione di o 64, 128 o 256 Mbyte a seconda delle necessit.

Scheda per lunga distanza


Con il Control Unit 10/510S necessario utilizzare la scheda OS8550 per la connessione a lunga distanza dal pannello operatore. Se il pannello operatore di tipo OpLink, utilizzare il cod. 93000900K che richiede la taratura della linea RS-427 su COM2. Codice: 93000496C

Taratura per linea RS-422 e RS-485 per la sezione CNC


Tutti i sistemi 10/510 dispongono di una linea seriale di tipo RS-232/422/485. Normalmente i controlli vengono predisposti per avere la COM2 settata come RS-232, quindi se si intende avere una diversa taratura occorre ordinare uno dei codici specifici che seguono. Codice: 93000900K

Utilizzare questo codice per richiedere la taratura della linea RS-422 sulla COM2 per la sezione CNC sui sistemi 10/510. Codice: 93000901C

Utilizzare questo codice per richiedere la taratura della linea RS-485 sulla COM2 per la sezione CNC sui sistemi 10/510.

Taratura per linea RS-422 e RS-485 per la sezione PC


La COM2 disponibile nella sezione PC dei sistemi 10/510 WinLink, viene normalmente settata come RS-232, quindi se si intende avere una diversa taratura occorre ordinare uno dei codici specifici che seguono. Codice: 93000902E

Utilizzare questo codice per richiedere la taratura della linea RS-422 sulla COM2 per la sezione PC. Codice: 93000903G

Utilizzare questo codice per richiedere la taratura della linea RS-485 sulla COM2 per la sezione PC.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-7

Capitolo 2 Struttura Hardware

Schede controllo assi analogici


Codice: 93000451Z (6 assi analogici ) 93000452T (4 assi analogici )

Nei sistemi 10/510 la scheda per la gestione degli assi viene inserita nel primo dei due slot ISA AT liberi. Sono disponibili 2 versioni di schede controllo assi analogici, le cui caratteristiche tecniche sono state riassunte schematicamente nella tabella che segue: 93000451Z Relais di Emergenza Servizi HW del CN (timer, watch dog, NMI) Memoria CMOS ritentiva (Kbyte) Rilevazione rottura filo trasduttore Ingresso tastatura Ingresso analogico 8 bit Ingressi encoder Uscite analogiche 1 SI 128 SI 1 1 6 8 93000452T 1 SI 128 SI 1 4 6

Connessioni Encoder
La maggior integrazione hardware dei componenti e le conseguenti ridotte dimensioni fisiche delle schede hanno indotto anche ad una riduzione del numero di connettori verso lesterno. Infatti nei sistemi 10/510 sono stati integrati due canali encoder per ogni connettore (15 vie). Per le connessioni encoder occorre quindi utilizzare un cavo di collegamento (vedere sezione specifica sul manuale di Installazione Hardware - codice: 450006656P) ed il nuovo adattatore esterno, tramite cui possibile separare i due canali encoder da un unico connettore a 15 vie in due connettori a 9 vie, compatibili con tutta la linea di controlli Serie 10. Codice: 93000461D Adattatore per separare i due canali del connettore encoder a 15 vie in due connettori a 9 vie. 86001865U Kit connettori maschio a 15 vie. 86001866W Kit connettori femmina a 15 vie. 93000471H Matassa cavo encoder (2 canali) da 50 metri 93000472B Matassa cavo encoder (2 canali) da 250 metri

Codice: Codice: Codice Codice

NOTA: Lo schema dettagliato per i collegamenti dei sistemi 10/510 viene riportato nellappendice A di questo manuale.

2-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Schede controllo assi con Interfaccia Digitale D.S.I.


Codice: 93000453V 93000454F 93000459S 93000497E (8 assi digitali) (8 assi digitali + 2 assi analogici) (5 assi digitali) (8 assi digitali + 5 SERCOS + 2 analogici)

Nei sistemi 10/510 la scheda per la gestione degli assi digitali viene inserita nel primo dei due slot ISA AT liberi. Sono disponibili 3 versioni di schede assi digitali, le cui caratteristiche tecniche sono state riassunte schematicamente nella tabella che segue: 93000453V 93000454F 93000459S 93000497E Relais di Emergenza Servizi HW del CN (timer, watch dog, NMI) Memoria CMOS ritentiva (Kbyte) Rilevazione rottura filo trasduttore Ingresso tastatura Ingresso analogico 8 bit Ingressi encoder Uscite analogiche Interfaccia digitale D.S.I. (max. n assi) 1 SI 128 NO 8 1 SI 128 SI 1 2 2 8 1 SI 128 NO 5 1 SI 128 NO 2 2 5

La trasmissione digitale su fibra ottica riduce il costo ed il tempo necessario per il cablaggio degli assi assicurando altres una maggiore immunit ai disturbi. La maggiore risoluzione offerta permette inoltre un controllo asse pi uniforme e omogeneo in un intervallo di velocit maggiore. In funzione della velocit di trasmissione dati e del numero di assi si hanno i seguenti valori di tempo di asservimento:

Velocit di trasmissione 2 MHz 4 MHz

N. di assi interpolati 5 8 5 8

Tempo di asservimento 2 msec 2 msec 2 msec 2 msec

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-9

Capitolo 2 Struttura Hardware

Schede di espansione
Codice: 93000455H

Scheda di espansione INTERBUS per la gestione dei moduli di Input/Output distribuiti che viene inserita nello slot PC/104 disponibile sul modulo CNC del sistema 10/510. Include: interfaccia INTERBUS (2048/2048 I/O) interfaccia seriale RS-232 per la diagnostica.

Codice:

93000456B

Scheda di espansione Input Analogici (OS8520/6) che include 2 input analogici a 12 bit, inserita sul secondo slot ISA AT disponibile sul modulo CNC del sistema 10/510.

Accessori
Codice: 93000485E

Scheda di espansione MODEM su BUS-ISA disponibile su sistema 10/510 Winlink lato PC (OS8502)

2-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

UNIT CENTRALE: VERSIONI MODULARI


Le versioni modulari dei controlli della Serie 10, grazie alla estrema flessibilit di configurazione hardware ed alla potenza dei microprocessori utilizzati, offrono la possibilit di gestire fino a 20 processi e 32 assi con interfaccia digitale (24 con interfaccia analogica). La possibilit di gestire pi processi contemporaneamente tramite un unico CNC semplifica notevolmente i problemi di integrazioni di pi CN nelle applicazioni complesse con molteplici unit di lavorazione.

Unit Centrale 10/565 e 10/585 Nelle versioni modulari il supporto fisico dellunit centrale costituito da un cestello base comprendente un posto piastra dedicato alla scheda Power Supply, che include lalimentatore e 5 relay di emergenza, e 7 posti piastra. La scheda MAIN CPU dei nuovi modelli occupa due dei posti piastra disponibili nel cestello in quanto sono stati inclusi direttamente sulla scheda principale tutti i componenti che precedentemente risiedevano sulle schede servizi e le schede PLC. In questo modo per possibile avere 5 posti piastra per la personalizzazione della configurazione hardware del sistema, uno in pi rispetto ai precedenti modelli della linea 10/3x5 dove infatti MAIN CPU pi SERVIZI-PLC richiedevano 3 posti piastra.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-11

Capitolo 2 Struttura Hardware

La scheda MAIN CPU comprende: Processore Pentium 133 Mhz (o 166 Mhz per il modello 10/585) 2 Gbyte hard disk (minimo) 670 Kbyte di memoria RAM riservata per la Logica di Macchina interfaccia FDU interfaccia video TFT interfaccia tastiera interfaccia Ethernet (10 base 2 o BNC) interfaccia I/O Ring fino a 660 input e 360 output fino a 12 input/output analogici (8+4) 2 input analogici a 12 bits 2 ingressi per il tastatore 8 fast input/output (4+4) 2 porte seriali RS-232 1 porta seriale RS-232/422/485

2-12

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Modello 10/565
Codice: 93000416 P (versione 220V) 93000415G (versione 110V)

Il 10/565 pu gestire fino a 4 processi contemporanei e fino a 16 assi con interfaccia digitale o con interfaccia analogica. A seconda della configurazione scelta possibile utilizzare un massimo di 2 schede di I/O locali. Di seguito vengono riportati due esempi di configurazione. 1. Versione analogica - sistema con fino a 16 canali encoder e 4 processi: 1 scheda CPU (2 posti piastra) da 1 a 4 schede assi (da tre o sei assi ciascuna) da 4 a 1 posti piastra liberi (in funzione del numero di schede assi) utilizzabili per le schede di I/O Locali.

2. Versione digitale sistema con 8 assi digitali e 4 processi: 1 scheda CPU (2 posti piastra) 1 scheda controllo assi digitali 4 posti piastra liberi utilizzabili per le schede di I/O Locali

NOTA: Per chiudere gli eventuali posti piastra rimasti vuoti si pu utilizzare lapposito frontalino di copertura con codice: 93000049E. Ordinare un frontalino per ogni posto piastra da chiudere.

Memoria di Sistema per 10/565

Codice:

93000420K 16 MB RAM 64 Bit DIMM

Nella configurazione base del sistema 10/565 necessario ordinare 16 Mbyte di memoria che permettono di configurare fino a 4 processi.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-13

Capitolo 2 Struttura Hardware

Modello 10/585 (fino a 20 processi)


Codice: 93000414E (versione 220V) 93000413U (versione 110V)

Il 10/585 pu gestire fino a 20 processi contemporanei e fino a 32 assi con interfaccia digitale o 24 con interfaccia analogica. A seconda della configurazione scelta possibile utilizzare un massimo di 2 schede di I/O locali. Di seguito vengono riportati due esempi di configurazione. 1. Versione analogica - sistema multi processo con un massimo di 24 canali encoder: 1 scheda CPU (2 posti piastra) da 1 a 4 schede assi (da tre o sei assi ciascuna) da 4 a 1 posti piastra liberi (in funzione del numero di schede assi) utilizzabili per le schede di I/O Locali.

2. Versione digitale-sistema multi processo con 32 assi digitali: 1 scheda CPU (2 posti piastra) 4 schede controllo assi digitali 1 posto piastra libero utilizzabile per scheda di I/O Locali.

NOTA: Per chiudere gli eventuali posti piastra rimasti vuoti si pu utilizzare lapposito frontalino di copertura con codice: 93000049E. Ordinare un frontalino per ogni posto piastra da chiudere.

Memorie di sistema per 10/585


Codice: 93000420K 16 MB RAM 64 bits DIMM 93000421C 32 MB RAM 64 bits DIMM

Nella configurazione base del sistema 10/585 necessario ordinare 16 Mbyte di memoria. Qualora si debbano configurare pi di 8 processi o si debbano installare opzioni software che richiedono maggiore memoria si deve ordinare la versione da 32 Mbyte.

2-14

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Opzione Super Multi-Process per 10/585


Codice: 93000315F (Super Multi-Process)

Questa opzione permette di estendere fino a 20 il numero di processi configurabili su un sistema 10/585. Il numero massimo di processi configurabili per ogni sistema dipende per dalla dimensione della memoria di sistema: 8 processi con 16 Mbyte di memoria 20 processi con 32 Mbyte di memoria

Schede Controllo Assi (OS8020/5 e OS8020/6)


Codice: 93000074X (3 canali) 93000075Z (6 canali)

Questa la scheda preposta al controllo dellasservimento degli assi analogici ed disponibile in 2 versioni. Entrambe comprendono: processore a 16 MHz 1 connettore per i riferimenti analogici 1 connettore per ogni trasduttore encoder - la versione a 3 canali (OS8020/5) ha: 3 canali trasduttore encoder 4 canali convertitore D/A tempo di chiusura ciclo asservimento: 2 ms RAM di 64 Kbyte (500 punti di correzione errori geometrici max.) - la versione a 6 canali (OS8020/6) ha: 6 canali trasduttore encoder 6 canali convertitore D/A tempo di chiusura ciclo asservimento: 3 ms RAM di 256 Kbyte (15000 punti di correzione errori geometrici max.)

Scheda RISC Controllo Assi (OS8025/2)


Codice: 93000136P (6 canali)

La scheda OS8025/2 preposta al controllo dellasservimento degli assi e comprende: processore RISC a 33 MHz 1 connettore per i riferimenti analogici - 6 canali convertitore D/A 1 connettore per ognuno dei 6 canali trasduttore encoder RAM di 640 Kbyte (48000 punti di correzione errori geometrici max.) tempo di chiusura ciclo asservimento: 0.5 ms

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-15

Capitolo 2 Struttura Hardware

Schede RISC Controllo Assi con Interfaccia Digitale (OS8026 e OS8026/2)


Codice: 93000263F (versione 1) 93000264R (versione 2)

Queste schede sono preposte al controllo dellasservimento degli assi digitali. Entrambe le versioni disponibili comprendono: processore RISC a 32 MHz interfaccia su fibra ottica per la connessione con max 8 azionamenti digitali sistema di comunicazione standard SERCOSTM velocit di trasferimento dati tarabile a 2 o 4 Mbits/s RAM di 640 Kbyte (48000 punti di correzione errori geometrici max.) La seconda versione ha in pi: 3 canali trasduttore encoder per il collegamento di un mandrino e due volantini 1 canale convertitore D/A per un mandrino La trasmissione digitale su fibra ottica riduce il costo ed il tempo necessario per il cablaggio degli assi assicurando altres una maggiore immunit ai disturbi. La maggiore risoluzione offerta permette inoltre un controllo asse pi uniforme e omogeneo in un intervallo di velocit maggiore. Poich ogni scheda permette il controllo di massimo 8 drive digitali e poich fino ad un massimo di 4 schede possono essere inserite nel rack, il numero di assi gestibili con la Serie 10 aumenta a 32. altres possibile avere contemporaneamente schede con interfaccia digitale ed analogica nella stessa

Questa scheda permette l'interfacciamento con azionamenti digitali conformi allo standard SERCOSTM. In funzione della velocit di trasmissione dati e del numero di assi si hanno i seguenti valori di tempo di asservimento:

Velocit di trasmissione 2 Mbits/s 4 Mbits/s

N. di assi interpolati 6 8 6 8

Tempo di asservimento 1 msec 2 msec 1 msec 1 msec

2-16

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Schede I/O Locali OS8083/1 e OS8084/1


Queste schede permettono di avere a bordo dell'Unit Centrale una interfaccia per I/O digitali senza dover ricorrere ai moduli di I/O esterni (collegati sull'anello a fibra ottica) ottenendo cos una riduzione dei costi. Sono disponibili le seguenti versioni: Scheda OS8083/1 Codice: 93000213S Include: - 66 ingressi 24V - 36 uscite a transistor 24V, 250 mA (alimentaz. esterna)

Scheda OS8084/1 Codice: 93000216G Include: - 48 ingressi 24V - 48 uscite a transistor 24V, 1A (alimentaz. esterna)

NOTA: Il sistema Serie 10 gestisce un massimo di 2 schede con I/O a bordo.

Scheda di espansione INTERBUS

Codice:

93000419Z

Questa scheda, che viene montata direttamente sulla MAIN CPU, include linterfaccia INTERBUS per la gestione dei nuovi moduli di Input/Output distribuiti, descritti pi avanti in questo capitolo.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-17

Capitolo 2 Struttura Hardware

PANNELLI OPERATORE LCD


La linea di Pannelli Operatore LCD (FLAT Panel) con monitor a cristalli liquidi e con un design decisamente innovativo, garantisce una notevole flessibilit di installazione, semplicit di utilizzo e soprattutto una notevole riduzione degli ingombri. In tutte le sue varie versioni, il Pannello Operatore comprende uno schermo, una tastiera USA-ASCII standard e 7 tasti softkey. Permette le pi moderne tecniche di interfaccia Uomo-Macchina in maniera semplice ed "amichevole" (menu guidati, softkey, finestre per lintroduzione dati, help in linea, etc.).

BLink e OpLink
Codice: 93000507C (BLink TFT L.D.OPERATOR PANEL) 93000508X (OpLink TFT L.D.OPERATOR PANEL)

OpLink : la versione con Console Operatore integrata che mette a disposizione i pulsanti di CYCLE START, HOLD e RESET; i tasti per la selezione delle modalit di AUTO e MANUALE, per la variazione delle velocit di lavoro e di rotazione del mandrino e 6 tasti funzione con LED utilizzabili dal costruttore per le personalizzazioni tramite la logica di macchina. disponibile con monitor 10.4 TFT a colori. BLink : la versione base da abbinare ad una Console Operatore esterna, disponibile con monitor

La tastiera separata dal modulo video in modo da rendere pi ergonomico lutilizzo del sistema. Questo pannello viene gestito direttamente dalla piastra Main CPU presente sullUnit Centrale.

Pannello Operatore OpLink

Pannello Operatore BLink

2-18

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Pannello Operatore WinLink

Codice:

93000473D

Questo Pannello Operatore rappresenta linnovazione nel campo dellinterfaccia Uomo-Macchina: in un solo packaging racchiude le funzionalit del Pannello Operatore tradizionale e la potenza di un personal computer dedicato a personalizzazioni disponibili sia al costruttore della macchina utensile che al cliente finale. Larchitettura di questo prodotto semplice ed innovativa: il video e la tastiera sono condivisi tra lUnit Centrale esterna e il personal computer integrato allinterno. La commutazione tra i due ambienti avviene tramite la premuta di un tasto giallo integrato nella tastiera. I vantaggi di questa architettura sono evidenti: Mantenimento della compatibilit con tutta la linea di prodotto esistente in termini di quadri video, funzioni di tastiera e softkey in modo da minimizzare limpatto con lintegratore, il programmatore Disponibilit di un personal computer dedicato allesecuzione di programmi di utilit (quali editor di programmi dedicati, monitoraggio di macchina, comunicazione a livelli superiori) e quindi non condiviso per svolgere attivit di controllo della macchina utensile

Pannello Operatore WinLink Il Pannello Operatore WinLink dispone di una CPU pentium 350 Mhz, unit hard disk da 4 Gbyte (minimo), unit floppy disk da 3.5 e 1.44 Mbyte, pad mouse integrato, monitor 12 TFT a colori, tre linee seriali, una linea parallela, Interfaccia Ethernet. La comunicazione tra il personal computer e lUnit Centrale del controllo numerico opzionale, implementabile tramite il protocollo di comunicazione Mini-DNC Seriale o Ethernet ora disponibili con interfaccia per Windows. Il floppy disk presente sul Pannello disponibile solo per la sezione personal computer. quindi necessario dotare lUnit Centrale di unit floppy esterno, per linstallazione del software di sistema del CN. Inoltre poich i pulsanti dedicati per il CYCLE START, CYCLE STOP e RESET non sono presenti su questo modulo di comando, consigliato lutilizzo anche di una console operatore che disponga di tali funzionalit (vedere al capitolo Opzioni Hardware).

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-19

Capitolo 2 Struttura Hardware

Memoria Pannello Operatore WinLink

Codice:

93000446F

Memoria da 32 Mbyte

Il Pannello Operatore WinLink non include memoria RAM nella configurazione di base. quindi necessario ordinare la memoria necessaria allapplicazione secondo il seguente schema: 32 Mbyte di RAM (ordinare 1 x 93000446F) 64 Mbyte di RAM (ordinare 2 x 93000446F)

Tastiera
Codice: 93000322D

la tastiera da 80 tasti da abbinare al pannello frontale prescelto.

Tastiera Codice: 93000354E

Cavo tastiera da 80 cm di lunghezza che permette di collegare la tastiera al Pannello Operatore.

BUS di espansione PCI


Codice: 93000474P

Questo Bus di espansione permette di utilizzare una piastra aggiuntiva sul WinLink.

Taratura per linea RS-422 e RS-485


Codice: 93000904J RS-422 Set Up 93000905L RS-485 Set Up Utilizzare questi codici per richiedere la taratura della linea seriale RS-422/485 sulla COM2 per Winlink

2-20

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Cavi per Pannelli Operatore


Per collegare il Pannello Operatore alle versioni modulari dellUnit Centrale (10/565 e 10/585) sono necessari: il cavo tastiera il cavo Pannello Operatore il cavo Console nel caso sia utilizzato il modello OPLink. Fanno eccezione i sistemi 10/110 e 10/510, in cui il Pannello Operatore e lUnit Centrale sono integrati in un unico modulo e quindi non richiedono alcun tipo di collegamento esterno, se non quello con la tastiera. I tre tipi di cavi elencati sono disponibili in diverse lunghezze in modo da poter soddisfare varie esigenze di cablaggio di Pannello Operatore e Unit Centrale installati a distanze differenti. Di seguito viene fornita la lista dei cavi disponibili con le rispettive lunghezze. NellAppendice A vengono forniti gli schemi per lutilizzo dei cavi. Cavo tastiera 93000403T 93000406H 93000409Y 93000325K Lunghezza 3 metri 9 metri 15 metri lunghezza variabile fino a 30 metri

Per realizzare cavi personalizzati sono disponibili:

93000275P 93000288T 86001865U 86001866W

matassa da 50 metri matassa da 250 metri kit connettori maschio - 15 pin kit connettori femmina - 15 pin

Cavo Pannello Operatore 93000404D 93000407B 93000410F

Lunghezza 3 metri 9 metri 15 metri

Per cablaggi che superano i 15 metri di distanza, possibile utilizzare uno specifico dispositivo (FLAT PANEL REPEATER - codice 93000349V che permette di combinare due cavi Pannello Operatore (anche di lunghezze diverse) in modo da arrivare a coprire una distanza massima di 30 metri.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-21

Capitolo 2 Struttura Hardware

Cavo Console 93000402Z 93000405F 93000408W 93000324R

Lunghezza 3 metri 9 metri 15 metri lunghezza variabile fino a 30 metri

Per realizzare cavi personalizzati sono disponibili:

86002725L 86002728B 86001865U 86002504B

matassa da 50 metri matassa da 250 metri kit connettori maschio - 15 pin kit connettori femmina - 9 pin

Nel caso si utilizzi un Pannello Operatore WinLink sono disponibili i cavi per il collegamento Ethernet descritti pi avanti in questo capitolo.

Nel caso si utilizzi un Pannello Operatore OpLink con il 10/510S Control Unit, il cavo console pre-assemblato non disponibile.

2-22

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

OPZIONI HARDWARE

Unit Floppy Disk


Lunit floppy disk necessaria per poter caricare la release SW sul controllo, per operazioni di manutenzione e per salvataggio/ripristino dei programmi macchina. Lunit floppy disk pu essere remotata fino ad un massimo di 2 metri dallUnit Centrale. Sono disponibili i seguenti kit: Codice: 93000425L include:

- FDU da 3.5"1.44 Mbyte - cavo FDU (2 mt) - cavo e connettore per RS-232

Codice: 93000423G include: pannello frontale con: - FDU da 3.5"1.44 Mbyte con sportello - connettore per RS-232 con cavo da collegare alla seriale COM1 o COM2 della Main CPU - cavo FDU (2 mt) - cavo alimentazione FDU (2 mt) Codice: 93000422E include: pannello frontale con: - FDU da 3.5"1.44 Mbyte - connettore per RS-232 con cavo da collegare alla seriale COM1 o COM2 della Main CPU - cavo FDU (1 mt) - cavo alimentazione FDU (1 mt) Codice: 93000424J include: - FDU da 3.5"1.44 Mbyte - cavo FDU (1 mt) - cavo alimentazione FDU (1 mt) - cavo e connettore per RS-232 indispensabile ricordare che lunit floppy disk integrata nel Pannello Operatore WinLink collegata al Personal Computer integrato nel pannello stesso ed quindi necessario dotare lUnit Centrale di controllo di una propria

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-23

Capitolo 2 Struttura Hardware

Pilot Panel
Codice: 93000319Y

una console operatore opzionale che si connette allUnit Centrale tramite lanello a fibra ottica. fornita dei seguenti potenziometri e selettori: percentuale velocit di avanzamento (0-125%) percentuale velocit di rotazione mandrino (75-125%) movimento manuale incrementale movimento manuale continuo selettore di modo pulsanti di CYCLE START; CYCLE STOP e RESET Tale dispositivo viene abilitato e disabilitato dalla logica. possibile configurare fino ad un massimo di 8 diversi pannelli Pilot nello stesso anello. Ognuno pu comandare 4 processi contemporaneamente; ogni processo pu essere comandato da un solo pannello Pilot alla volta.

Pilot Panel

2-24

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Console Portatile

Codice:

93000432A

La console portatile collegata alla porta seriale RS-232 presente sulla scheda da un drive software abilitabile dalla logica di macchina che gestisce le seguenti funzionalit: selezione del modo (AUTO / BLK BLK / MANUAL / INCREMENTAL) variazione della velocit di lavoro, di rapido, del mandrino selezione asse (sia fisico che virtuale) selezione incremento (JOG INCR) e direzione del movimento manuale gestione pulsanti CYCLE START, CYCLE STOP e RESET in modo AUTO e MANUAL gestione dei tasti funzione [F0] ... [F9] il cui stato riportato in una variabile di sistema ( SW30) dedicata, direttamente accessibile dalla logica di macchina Abbinando alla Consolina Portatile la prestazione del TCP, possibile muovere gli assi in manuale nella direzione dell'utensile oppure muovere i soli assi rotativi ottenendo un movimento intorno alla punta dell'utensile che rimane ferma. Abbinando inoltre la Consolina Portatile all'opzione Manual Digitizing, possibile muovere gli assi ed acquisire i punti in auto apprendimento; essi saranno poi interpolati in modo lineare, circolare o spline ed utilizzati per la generazione di un programma direttamente eseguibile.

X+

X-

A+

A-

Y+

Y-

B+

B-

Z+

Z-

C+

C-

JOG

FEED

FEED

ENTER

OTHER

HOLD

CYCLE

DISPL

Console Portatile

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-25

Capitolo 2 Struttura Hardware

Volantino Elettronico
Codice: 86002269H

un volantino elettronico che pu essere connesso direttamente ad un ingresso encoder della piastra assi. Fino a due volantini possono essere connessi al sistema.

Volantino Elettronico

Modulo HDIO (High Density I/O)


Codice: 93000239F

un dispositivo per la gestione di ingressi/uscite digitali che si connette al sistema tramite lanello a fibra ottica. Gestisce: 66 ingressi (24 V) 36 uscite (24 V, 250 mA)

Modulo HDIO

2-26

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Modulo ADARING
Codice: 86002623F

un dispositivo di I/O analogici che si connette al sistema tramite l'anello a fibra ottica. Comprende: 4 ingressi: 2 ingressi 12 bit A/D 2 ingressi 10 bit A/D 2 uscite 12 bit D/A Unipolare 0/10V Bipolare -10/10V

Modulo ADARING

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-27

Capitolo 2 Struttura Hardware

Modulo OSARING
Codice: 86002563F

un dispositivo per la gestione di ingressi/uscite digitali che si connette al sistema tramite lanello a fibra ottica. Gestisce: 44 ingressi (24 V) 24 uscite relay Codice: 86002564R

E' un kit di connettori Weidmuller per la connessione tra I/O e modulo OSARING.

Modulo RITEC
Codice: 86002693V

Questo dispositivo converte i segnali di tipo resolver in segnali di tipo encoder (modularit uno). Viene fornito con i cavi per collegare la riga ottica inductosyn con il RITEC.

2-28

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

CAVI

Fibra Ottica
Codice: 86002657C (versione 1) 86002658X (versione 2) 86002659Z (connettori)

La fibra ottica consente di collegare in un anello uno o pi dispositivi di ingressi/uscite. Lanello ha inizio e termine sulla scheda Main CPU su cui sono montati i connettori. La massima distanza tra due dispositivi successivi connessi sul ring 27 metri. Versione 1: Versione 2: Connettori: una matassa di cavo di 30 metri di lunghezza. una matassa di cavo di 150 metri di lunghezza. Connettori rosso e nero da usare alle estremit di ogni singolo pezzo di fibra ottica.

Cavi Trasduttore
Codice: 86001732G (versione 1) 86002470M (versione 2) 86001864S, 86002091F (versione 3) 86002728B (versione 4) 86002725L (versione 5) un cavo di 7 metri di lunghezza. un cavo di lunghezza non standard (da 7 metri a 24 metri massimo) Si tratta di un kit comprendente i soli connettori (maschio 9 pin, femmina 12 pin) una matassa di cavo di 250 metri di lunghezza una matassa di cavo di 50 metri di lunghezza

Versione 1: Versione 2: Versione 3: Versione 4: Versione 5:

Cavo Ethernet
Codice: 93000200C

E un cavo completo di connettori BNC; la lunghezza massima di 180 mt. Codice: 93000201V

ll kit composto da 1 connettore BNC T e da 1 terminatore da 50 Ohm.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-29

Capitolo 2 Struttura Hardware

10 CNC INTERBUS
Linterfaccia standard INTERBUS integrata sui sistemi della Serie 10 e la nuova linea di moduli di I/O distribuiti per la gestione del campo, costituiscono una soluzione molto flessibile per le varie esigenze di automazione e trovano applicazione nelle installazioni elettriche dove lottimizzazione dei costi e dello spazio costituiscono fattori fondamentali. La caratteristica principale dei nuovi dispositivi di I/O la particolare struttura dei singoli morsetti che consente un risparmio in termini di cablaggio nel quadro elettrico, rende la messa in servizio estremamente facile e permette un collegamento intelligente alla rete attraverso un unico bus: Interbus, il sistema di collegamento seriale ad alta velocit in grado di collegare con un unico protocollo di trasmissione tutte le apparecchiature, dal sensore al controllore. I singoli blocchi non devono essere necessariamente collocati allinterno di una cabina elettrica centrale, ma possono essere variamente combinati in unit funzionali distribuite di dimensioni ridotte e personalizzate per lapplicazione specifica; e queste unit, grazie alla struttura compatta, occupano solo met dello spazio normalmente occupato da una cabina elettrica tradizionale. Con il semplice fissaggio a scatto del morsetto sulla guida di supporto, il collegamento al bus, lalimentazione di corrente, i circuiti di sicurezza, i gruppi potenziale, i fusibili vengono attivati automaticamente nel momento del montaggio: con questa nuova tecnica il cablaggio nel quadro elettrico si riduce al minimo e soprattutto vengono ridotti sia i tempi che le operazioni necessarie per linstallazione e la messa in funzione. La praticit duso e lestrema semplicit di configurazione facilitano anche eventuali modifiche o espansioni dellimpianto con linserimento o la sostituzione dei moduli senza bisogno di particolari strumenti o complicate operazioni di configurazione.

Modulo IB IL 24 DI 8

Modulo IB IL 24 DO 2-2A

2-30

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

Panoramica dei prodotti

Descrizione e Codice Commerciale Modulo INTERBUS completo IBUS 32DI-32DO 24V MODULE 92731403N Modulo completo comprendente: 1 blocco terminale (cod. 92732017H) 2*16 input digitali (cod. 92732091X) 2*16 output digitali (cod. 92732130H) 1 modulo di power in (cod. 92732020Q) connettori di input, output e alimentazione

NOTA: Il cavo non compreso (cod. 92806286B) Terminale BUS IBUS 24V BUS TERMINAL BLOCK 92732017H Morsetto del bus, collegamento remoto del bus con cavo in rame, alimentazione 24 V DC, creazione integrata della potenza di comunicazione, configurazione automatica dellinterfaccia decentrata (bus remoto/ bus locale)

Morsetti di alimentazione IBUS 24V PWR IN SUPPLY BLOCK IBUS 24V PWR IN/FUSE SUPPLY BLOCK IBUS 24V SEGM. I/O GROUP BLOCK IBUS 24V SEGM. FUSE I/O GROUP BLOCK 92732020Q Morsetto di potenza per creare gruppi isolati elettricamente attraverso una ripetuta alimentazione della tensione I/O, 24 V DC Morsetto di potenza per creare gruppi isolati elettricamente attraverso una ripetuta alimentazione della tensione I/O, 24 V DC, protetto con fusibile Morsetto di segmentazione per creare un nuovo circuito di segmentazione, 24 V DC Morsetto di segmentazione per creare un nuovo circuito di segmentazione, 24 V DC, protetto con fusibile

92732033H

92732046C 92732059X

Morsetti con input o output digitali IBUS 2DI 24V BLOCK 92732062C Morsetto input digitale, 2 input, 24 V DC, livello del segnale IEC 61131-2, tipo 1+, presa di alimentazione dal circuito di segmentazione Morsetto input digitale, 2 x 2 input, 24 V DC, livello del segnale IEC 61131-2, tipo 1+, presa di alimentazione dal circuito di segmentazione Morsetto input digitale, 8 input, 24 V DC, livello del segnale IEC 61131-2, tipo 1+, presa di alimentazione dal circuito di segmentazione

IBUS 4DI 24V BLOCK

92732075N

IBUS 8DI 24V BLOCK

92732088S

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-31

Capitolo 2 Struttura Hardware

IBUS 16DI 24V BLOCK

92732091X

Morsetto input digitale, 2 x 8 input, 24 V DC, livello del segnale IEC 61131-2, tipo 1+, presa di alimentazione dal circuito di segmentazione Morsetto output digitale, 2 output, 24 V DC, 2 A per canale, protezione elettronica del corto circuito Morsetto output digitale, 2 x 2 output, 24 V DC, 500 mA per canale, protezione elettronica del corto circuito Morsetto output digitale, 8 output, 24 V DC, 500 mA per canale, protezione elettronica del corto circuito Morsetto output digitale, 2 x 8 output, 24 V DC, 500 mA per canale, protezione elettronica del corto circuito

IBUS 2DO 24V 2A BLOCK IBUS 4DO 24V BLOCK IBUS 8DO 24V BLOCK IBUS 16DO 24V BLOCK

92732101R 92732114Y 92732127A 92732130H

Morsetti per segnali analogici IBUS 2AI SINGLE-ENDED 92732169Y BLOCK Morsetto input analogico, 2 canali unipolari, 0 mA 20 mA, 4 mA 20 mA, 20 mA, 0 V 10 V, 10V, con portata fino a 10,75 V/21,5 mA, configurabile, risoluzione 15 bit + bit di segno Morsetto output analogico, 1 canale, 0 V 10 V, 0 20 mA, 4 mA 20 mA, risoluzione 16 bit Morsetto output analogico, 1 canale, 0 V 10 V, risoluzione 16 bit Morsetto di output analogico, 2 canali bipolari, 0 V 10 V 10 V, risoluzione 13 bit.

IBUS 1AO VOLT./ CURR. BLOCK IBUS 1AO 0-10V BLOCK IBUS 2AO/U BIPOLAR BLOCK Moduli funzionali IBUS INC + 4DI + 4DO 24V BLOCK IBUS COUNTER BLOCK

92732143K 92732156V 92732732S

92836324X

Modulo posizionatore intelligente, 1 ingresso encoder incrementale, 4 input digitali 24V DC, 4 output digitali 24V DC, 500 mA per canale. Modulo contatore veloce. Pu operare in modalit contatore 20, misuratore di frequenza, misuratore di tempo, generatore di impulsi.

92836337Z

Accessori IBUS SSI/INC CONNECTOR KIT IBUS AO/CNT CONNECTOR KIT IBUS 8 I/O POINT CONNECTOR (x10) IBUS 12 INP. POINT CONNECTOR (x10) 92732473S 92732664A 92732172V Kit connettori per modulo posizionatore intelligente Kit connettori per modulo contatore veloce Connettore per morsetti di Input/Output, 2 segnali con collegamento a 4 cavi, collegamento con morsetto a molla per cavi fino a 1,5 mm2 , con codifica a colori Connettore per morsetti input, 4 segnali con collegamento a 3 cavi, collegamento con morsetto a molla per cavi fino a 1,5 mm2 , con codifica a colori

92732198K

2-32

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 2 Struttura Hardware

IBUS 12 OUT. POINT CONNECTOR (x10) IBUS ANAL. I/O SHIELD CONN. (x10)

92732185Y

Connettore per morsetti output, 4 segnali con collegamento a 3 cavi, collegamento con morsetto a molla per cavi fino a 1,5 mm2 , con codifica a colori Connettore per morsetti di I/O analogici, per segnali con cavi schermati, per esempio, segnali analogici, con connettore per schermo, collegamento con morsetto a molla per cavi fino a 1,5 mm2 Connettore per morsetti di I/O analogici, per segnali con cavi schermati, per esempio, segnali analogici, con connettore per schermo, collegamento con morsetto a molla per cavi fino a 1,5 mm2 Connettore di potenza per morsetti Inline, punti terminali adiacenti collegati internamente, collegamento con morsetto a molla per cavi fino a 1,5 mm2, stampante a colori Cartellini per etichette, possono essere inseriti, morsetto a 2 slot, 10 pz. Cartellini per etichette, possono essere inseriti, morsetto a 8 slot, 10 pz. Connettore a 9 vie per collegare il cavo del BUS al controllo. Cavo da 20 metri per BUS remoto: fino a 400 mt di distanza tra il controller Interbus e il terminale BUS; fino a 12 Km di distanza tra il controller Interbus e lultimo terminale BUS

92732211K

IBUS BUS TERMINAL CONNECTOR

92732224D

IBUS PWR IN CONNECTOR (x10)

92732208R

IBUS 2 LABEL FOR 2/4 BLOCKS IBUS 8 LABEL FOR 8/16 BLOCKS

92732237F 92732240X

IBUS DSUB 9/M-SH MALE 92761509R CONNECTOR IBUS RBC REEL OF CABLE 92806286B

IBUS CT-T 24V GATEWAY 92719470U I/O IBUS CMD SW G4 FOR WINDOWS 93000428B

Modulo per la connessione di due sistemi Interbus (PLC e CNC); permette di scambiare fino a 160 bit di dati. Utility per la configurazione e la diagnostica dei moduli INTERBUS in ambiente Windows (CD-ROM).

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

2-33

Capitolo 2 Struttura Hardware

FINE CAPITOLO

2-34

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo

STRUTTURA SOFTWARE

La struttura software dei controlli numerici della SERIE 10 si basa su di una architettura software multi piattaforma. Da un lato un sistema operativo di tipo real-time, multi-tasking, per la gestione e la salvaguardia dellintegrit di esecuzione dellambiente real-time, dallaltra un ambiente basato su di un sistema operativo Windows, in cui si hanno disposizione tutti gli strumenti presenti oggi sul mercato, per sviluppare uninterfaccia operatore orientata alla grafica e facile da utilizzare. Questa tipologia di architettura si pone come obiettivo principale quello di separare nettamente linterfaccia utente residente sul front end PC, dallambiente di esecuzione real-time del CNC. Tenere i due ambienti separati ha il vantaggio di salvaguardare lintegrit di esecuzione dell'ambiente real time demandando allambiente PC le funzionalit tipiche dellinterfaccia utente: visualizzazione dei processi macchina; inserimento dei dati; comunicazione con loperatore; memorizzazione dei programmi tecnologici; editing dei programmi tecnologici; trasferimento dei file ed esecuzione di applicazioni Windows. Il punto fondamentale di questo tipo di architettura risulta essere il collegamento via Ethernet tra il Pc Front End ed il CNC, che garantisce la separazione descritta precedentemente.

ARCHITETTURA SOFTWARE PIATTAFORMA WINDOWS


La struttura software della partizione Windows, si basa sui sistemi operativi Windows 98 e Windows 2000 i quali possono essere ordinati pre-installati sulla sezione PC della versione 10/510 WinLink (cod. 93000504G) e sul modulo di comando WinLink 12 (cod. 93000517D) con i seguenti codici:

WINDOWS 98 2nd EDITION (ITA)

Codice:

93000482Y

WINDOWS 98 2nd EDITION (ENG)

Codice:

93000483S

WINDOWS 2000 (ITA)

Codice:

93000490H

WINDOWS 2000 (ENG)

Codice:

93000491S

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

3-1

Capitolo 3 Struttura Software

La struttura software della piattaforma in ambiente Windows stata sviluppata basando tutto il software su due punti fondamentali: la distribuzione dei dati e la personalizzazione. Per soddisfare il primo requisito, ovvero la distribuzione dei dati, la piattaforma OSAI in ambiente Windows stata sviluppata basandosi sulla tecnologia COM/DCOM, orientata alle architetture distribuite, con cui possibile utilizzare le stesse applicazioni su uno o pi PC distribuiti in diversi punti della rete di fabbrica per reperire i dati da uno o pi moduli Serie 10. Per soddisfare il secondo requisito, nella WinNBI (descritta successivamente) stato integrato uno strumento con cui possibile personalizzare la propria interfaccia mediante il solo utilizzo del mouse Drag & Drop senza dover avere alcuna conoscenza di programmazione in ambiente Windows. Quindi, la struttura software della piattaforma in ambiente Windows pu essere divisa in due sezioni, la prima, DCOM Server, si occupa di interfacciare il CNC per lacquisizione di tutti i dati necessari, la seconda, che utilizza il DCOM Server per interfacciare il CNC, nella quale vengono compresi tutti gli applicativi tra cui quelli che la OSAI ha sviluppati e cio:

WinNBI

WinPLUS

Nelle pagine successive vengono descritti in dettaglio i sopraddetti applicativi.

NOTA: Tutti gli applicativi software descritti successivamente sono certificati per i sistemi operativi Windows 98 in versione italiana ed inglese, Windows 2000 in versione italiana ed inglese, Windows NT 4.0 Work Station.

3-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 3 Struttura Software

DCOM Server
Il DCOM Server costituito da un Server con interfaccia DCOM che si aggiunge alla libreria di funzioni attualmente disponibile (DLL; vedi Cap. 12 del manuale MINI-DNC Ethernet). La DLL opportunamente potenziata gestisce la comunicazione, su rete locale, tra il Server ed il CNC. Il Server ottimizza il traffico di messaggi in rete e permette ad una applicazione di connettersi localmente oppure tramite rete Ethernet. Linterfaccia del server DCOM pu essere utilizzata dallOEM per sviluppare delle applicazioni integrate con linterfaccia grafica OSAI. Il diagramma di contesto che segue, fornisce una visione di alto livello del sistema. Se si vogliono avere maggiori dettagli o informazioni riguardo la tecnologia COM/DCOM, bisogna consultare la documentazione tecnica che la Microsoft fornisce.

Applicazioni OEM CNDEX Commands + Data Base Commands CNDEX Commands + Data Base Commands

OSAI User Interface

Server CNDEX

Remote Setup

CNDEX Commands

COM\DCOM Layer

Remote Disk Connection + CNC NetCom CNC NetCom

Network Layer

Remote Disk Connection + CNC NetCom

CNC

La WinNBI ed alcune Applicazioni OEM, scambiano dati con il CNC tramite il Server CNDEX, Layer Microsoft permette di distribuire in rete i vari elementi che vi si connettono. Il Server colloquia con il CNC tramite linterfaccia CNC NetCom, risolvendo le richieste di tutti gli applicativi ed ottimizzando il numero di messaggi da scambiare con il CNC tramite la rete. Come si vede dal diagramma il grosso vantaggio di utilizzare linterfaccia COM/DCOM quello di creare un unico canale di comunicazione con il CNC a prescindere dal numero di applicazioni presenti che richiedono dati al CNC stesso. Il Remote Setup, connettendo lhard disk del CNC come risorsa remota in rete locale ed utilizzando lInterfaccia CNC NetCom, permette di caricare ed aggiornare la release SW del CNC e permette di effettuare operazioni di backup e restore.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

3-3

Capitolo 3 Struttura Software

WINNBI

KIT SOFTWARE WinNBI

Codice:

93000494G

WinNBI CUSTOMIZED LAYOUT ENABLE

Codice:

93000495A

Nella WinNBI, cod. 93000494G, incluso il DCOM Server descritto precedentemente.

La WinNBI rappresenta tutte le sezioni d'interfaccia utente utilizzabili per la configurazione del CNC, il controllo delle fasi di bootstrap e delle fasi di lavorazione pezzo.

La WinNBI nasce con 6 quadri video predefiniti, che possono essere selezionati ed attivati a piacimento. I quadri video a disposizione sono: quadro video principale per macchine fino a 5 assi quadro video principale per macchine fino a 9 assi quadro video per movimenti in automatico per macchine fino a 5 assi quadro video per movimenti in automatico per macchine fino a 9 assi quadro video per movimenti in manuale quadro video assi ausiliari

Dopo linstallazione della WinNBI vengono attivati di default, con la seguente sequenza, i quadri: quadro video principale per macchine fino a 5 assi quadro video per movimenti in automatico per macchine fino a 5 assi quadro video per movimenti in manuale quadro video assi ausiliari

3-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 3 Struttura Software

Le applicazioni che compongono la WinNBI coprono le funzionalit descritte nel CNC Serie 10 Manuale dUso (cod. 45004451F) e sono raggruppate allinterno di Tool funzionali. I tool coprono le seguenti aree di interesse del CNC (le voci riportate tra parentesi in maiuscolo sono i nomi delle corrispondenti utility della Serie 10 disponibili nella partizione real-time):

Tool End-User
Controllo della fase di accensione del CNC in Emergency e Run Mode e visualizzazione dei i messaggi diagnostici inviati dal CNC durante la configurazione HW e SW da esso effettuata (REMOTE BOOT CONTROLLER). Visualizzazione quadro video di processo (quadro video principale).Questo applicativo permette anche la visualizzazione e modifica delle variabili del CNC e limpostazione dei parametri dinamici del CNC tramite data-entry. Questi ultimi sono attivati dalle soft-key del WinLink, dai tasti funzione sul PC e dal mouse in entrambi i casi. I data-entry della nuova MMI sono composti dalle stesse voci presenti nei data-entry della Serie 10 attuale. Visualizzazione video multi-processo per la visualizzazione contemporanea dei dati di pi processi. Visualizzazione di un quadro video aggiornabile da logica di macchina. Visualizzazione messaggi, data-entry e input da tastiera richiesti con istruzioni ASSET da part program. Gestione Part Program (visualizzazione lista programmi, selezione/deselezione part program etc). Editing part-program (EDIT). Impostazione dei valori delle tabelle delle origini, tool, offset e user (TABLE EDITOR). Il Table Editor permette allutente di visualizzare e modificare i parametri di configurazione della macchina relativi al processo di lavorazione in corso. Nel sistema CNC serie 10 le tabelle sono residenti nella memoria dual port , che viene vista sia dal software di sistema che dalla logica di macchina (PLUS).Queste tabelle rimangono memorizzate anche dopo lo spegnimento del sistema. Il sistema Table Editor consente di modificare sia le tabelle memorizzate nella dual port che le tabelle memorizzate su files sullHard Disk. Visualizzazione 2D e 3D del percorso utensile (MACHINE PLOT). Il Machine Plot permette allutente di visualizzare in real time la posizione degli assi, in due dimensioni (2D) o tre dimensioni (3D), relativa al percorso utensile del processo attivo. La visualizzazione grafica del profilo del pezzo lavorato pu avvenire in due differenti modalit:

Ad assi connessi, durante leffettiva lavorazione del pezzo: Machine Plot mode (sottosistema MP mode) Ad assi sconnessi: Dry Run mode (sottosistema DR mode) Per una dettagliata descrizione su tale funzionamento si faccia riferimento al Manuale

Visualizzazione storia dei messaggi visualizzati dal CNC (SYSTEM HISTORY). Gestione a livelli della sicurezza della macchina, abilitazione all'uso di applicativi, comandi di sistema etc. (SECURITY). Il Security consente di visualizzare informazioni su Fixup e Opzioni, e di visualizzare e modificare Permessi di accesso, Password e Product Authorization Key (i parametri relativi a queste ultime tre funzionalita possono essere modificati solo se il controllo e stato avviato in stato di EMERGENZA).

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

3-5

Capitolo 3 Struttura Software

Layout tool builder


Ambiente integrato nel Tool End User, con cui possibile creare o personalizzare i quadri video di processo e di logica utilizzando degli oggetti grafici predefiniti che racchiudono tutti i dati del CNC. Le propriet di questi oggetti sono modificabili, ovvero possibile modificare il tipo di font, il colore, la dimensione, etc. Non ci sono limitazioni nel numero di quadri video che possono essere creati, poich ognuno di questi viene salvato su file e la loro sequenza di attivazione controllata dal tool di layout. E possibile creare dei quadri video associati ad un singolo processo o a pi processi. E possibile creare delle configurazioni di diversi quadri video dedicati ad ogni singolo CNC collegato in rete. In conclusione, con lutilizzo di questo strumento si in grado di creare uninterfaccia dedicata alla propria applicazione soltanto con lutilizzo del mouse, mediante tecniche quali point & drag & drop, senza necessit di sviluppare software. N.B.: per poter utilizzare i quadri video personalizzati bisogna ordinare per ogni CNC il codice 93000495A, il quale va ad abilitare un bit di opzione nella PAK del CNC.

Tool di diagnostica
Visualizzazione grafica real-time dei parametri analogici del servo-loop (SERVO MONITOR). Verifica tempi di esecuzione dei task di logica di macchina (TIMING MONITOR). Il Time Monitor un applicativo indipendente (.exe, sviluppato in ambiente Windows 32 bit) che pu essere lanciato tramite la voce di menu del Process Controller (ed equivalente soft-key) Utility Time Monitor. Permette di visualizzare i tempi di esecuzione dei task di logica di macchina presenti sul controllo numerico (CNC). L'informazione visualizzata sia di tipo grafico sia di tipo numerico.

Remote Setup

ETHERNET REMOTE SETUP

Codice:

93000465M

Il Remote Setup permette linstallazione via rete locale del software di base e delle opzioni software del CNC. Inoltre da la possibilit di effettuare backup/restore parziali e globali del software installato sul CNC

3-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 3 Struttura Software

WINPLUS
KIT SOFTWARE WinPLUS Codice: 93000523H

Il WinPLUS un nuovo ambiente di sviluppo della logica di macchina aderente allo standard IEC 61131-3 in ambiente Windows in cui si ha a disposizione un editor grafico, con diversi colori in funzione della sintassi del linguaggio di programmazione utilizzato, che potr essere uno dei 4 descritti qui di seguito: ST, Structured Text, un linguaggio simile ai linguaggi strutturati di maggior diffusione come il C od il Pascal LD, Ladder Diagram, il linguaggio a contatti FB, Function Block Diagram, il linguaggio a blocchi funzionali, normalmente utilizzato con il Ladder Diagram SFC, Sequental Function Chart, un linguaggio in cui si hanno a disposizioni macro-funzioni, simile ai Flow-chart. Si possono utilizzare diversi tipi di linguaggi allinterno dello stesso progetto, ovvero si possono sviluppare singole funzioni utilizzando indistintamente uno dei 4 linguaggi sopra descritti. A prescindere dal linguaggio utilizzato si hanno a disposizione tutti i tipi o modelli di dati previsti dallo standard IEC 61131-3, compresi anche quelli pi complessi come gli ARRAY, le STRUCT, o gli Questo nuovo ambiente fornisce unampia gamma di strumenti per il debugging: Tracing dei programmi Gestione break points, con la interrompere lesecuzione degli altri fermare lesecuzione di un singolo task senza

Finestre di watch per visualizzare il valore e lo stato delle variabili Visualizzazione automatica del valore delle variabili puntate con il mouse Setting valori delle variabili Visualizzazione delle transizioni nei linguaggi LD, FB, SFC Si hanno a disposizione diversi tipi di funzioni di libreria con la possibilit di creare librerie di funzioni specifiche per ogni singolo progetto: Libreria di sistema, contenente tutti gli operatori e tutte le funzioni definite dallo standard IEC61131-3 Libreria OSAI, contenente tutte le funzioni descritte nel capitolo 6, Funzioni del PLUS Il programma generato viene scaricato sul CN, tramite linterfaccia Ethernet e viene mandato in esecuzione nellambiente real-time, multi-tasking, del CNC dove si hanno a disposizione un task di Foreground e fino a 12 tasks di background. Per maggiori dettagli sullarchitettura software e sulle funzioni disponibili, fare riferimento a WinPLUS - manuale di applicazione ed a WinPLUS Libreria A corredo dellambiente di sviluppo vengono forniti un navigatore per la gestione dei progetti e la generazione di nuovi programmi, ed un help in linea con la descrizione di tutte le funzionalit ed utility fornite dal tool, con la possibilit creare help specifici per ogni singola funzione e di inserire pagine di help personalizzate.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

3-7

Capitolo 3 Struttura Software

ARCHITETTURA SOFTWARE PIATTAFORMA REAL-TIME


La struttura software della SERIE 10 suddivisa in sei partizioni fondamentali, ognuna delle quali controlla un aspetto specifico del sistema. Il Sistema Operativo centrale Multi-Task, Real-Time, Event-Driven agisce come supervisore gestendo la comunicazione tra le diverse partizioni e la loro esecuzione in base alle priorit.

Comunicazione Pannello Operatore

Sistema Operativo

IPC (Inter Proc ess Communication)

End User DOS

DOS Real Time

Logica Human Interface Utility di Macchina Processo

Seriale Camma Elettronica Editor Tabellare (Magazzini) Editor PLUS Editor Grafico Servo Monitor Digitizing AMP DOS Graphic Interface Mini DNC Ethernet

Partizioni DOS e loro connessioni

3-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 3 Struttura Software

Le partizioni e i loro compiti primari si possono cos schematizzare: partizione PROCESSO - include linterprete dei programmi, linterpolazione software di processo. Ci sono fino a 24 diversi processi. degli assi ed il

partizione LOGICA DI MACCHINA - presiede allesecuzione del codice di interfaccia macchina utensile / controllo numerico, sviluppato dal Costruttore. partizione UTILITY - comprende tutta una serie di pacchetti standard o opzionali, grafici e non, utilizzabili dalloperatore finale, dal Costruttore della macchina utensile, o dal tecnico di assistenza. Fanno parte della partizione UTILITY pacchetti come l'Editor del PLUS, l'AMP, l'Editor Grafico, il Digitizing, ed eventuali pacchetti del Costruttore generati nell'ambito dell'opzione DOS Graphic Interface. partizione HUMAN INTERFACE - presiede a tutte le operazioni di interfaccia tra controllo ed operatore di macchina. Gestisce le visualizzazioni, le operazioni di editor dei programmi tecnologici, le softkey, le pagine di help, etc..

NOTA: importante notare che tutte queste partizioni coesistono in contemporanea. In particolare ci permette ai pacchetti software della partizione UTILITY (editor, pacchetti OEM, etc.) di venire eseguiti contemporaneamente alla lavorazione. partizione DOS REAL TIME - costituisce una "apertura" del Sistema a completa disposizione del Costruttore che pu costruirsi un ambiente multi-task per la esecuzione di suoi pacchetti di interfaccia in tempo reale con gli altri ambienti del Sistema (assi, logica, human, etc.) per la gestione di qualsiasi applicazione non standard. Per ulteriori informazioni fare riferimento al capitolo "Facilitazioni per il Costruttore". partizione END USER DOS - costituisce una "apertura" del Sistema indirizzata all'ultilizzatore finale che abbia l'esigenza di far girare sul controllo pacchetti commerciali sviluppati per l'ambiente PC (es.: CAD-CAM, Editor, Terminal Emulator, ...). Questi pacchetti non necessitano di interfacciarsi con gli altri ambienti di macchina ma possono gestire, accedendo in modo diretto all'hardware, il video, la tastiera, l'HDU, le seriali, etc. e sono attivi in parallelo alla lavorazione del CNC. Per ulteriori informazioni fare riferimento al capitolo "Facilitazioni per il Costruttore". Nel caso in cui sia presente un pannello operatore WinLink, la partizione personal computer messa a disposizione completamente indipendente dalle partizioni suddette, poich controllata da una CPU indipendente e quindi concorre con tutte le altre senza peraltro subire condivisioni di risorse che ne possano limitare le prestazioni.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

3-9

Capitolo 3 Struttura Software

KIT FLOPPY PER SOFTWARE DI SISTEMA


Il software che identifica e definisce il processo tecnologico residente su un kit di floppy disk da 3.5" 1.44 Mbyte. Per installare tale software sui sistemi della SERIE 10 sufficiente trasferire il contenuto dei floppy sul disco rigido presente sull'Unit Centrale seguendo la procedura guidata di installazione. Kit Floppy per Machining Center Codice: 93000228H Include: - kit floppy disk con software di sistema MC - floppy per Problem Fix I Problem Fix sono degli aggiornamenti software legati alla release. I sistemi nuovi sono sempre spediti con l'ultimo livello di aggiornamento. I dischetti dei Problem Fix possono essere richiesti in qualunque momento al personale di assistenza OSAI.

FINE CAPITOLO

3-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo

PRESTAZIONI SOFTWARE

GESTIONE ASSI

Assi Coordinati, Ausiliari e Pseudo Assi


Il sistema pu controllare diversi tipi di assi. Assi di Processo (o Coordinati). Questi assi sono mossi dall'Operatore di Macchina con movimenti manuali o programmati da part program: il loro movimento gestito dall'Interpolatore di Processo. I nomi assi disponibili sono: ABC XYZ UVW PQD. La visualizzazione delle quote assi pu avvenire in tre formati configurabili: 5.5 (xxxxx.xxxxx) 4.6 (xxxx.xxxxxx) 3.7 (xxx.xxxxxxx)

Assi Ausiliari (o Punto a Punto). Questi assi sono comandati dalla Logica di Macchina e gestiti da un Interpolatore Ausiliario. In genere sono mossi in posizioni prefissate secondo una sequenza fissa ad esempio durante l'esecuzione di un cambio utensile. Le quote sono visualizzate su di un video di logica dedicato (il Logic Main Screen). I nomi disponibili sono: abc xyz uvw pqd. Pseudo assi. Sono assi virtuali (non fisici). possibile configurarne fino a 6 e programmarli in un unico blocco assieme ad altri assi fisici. Sono utilizzati per passare informazioni dal part program alla logica che le utilizzer secondo quanto previsto dal Programmatore della logica di macchina. I nomi disponibili sono: ABC XYZ UVW PQD. possibile programmare fino a 9 assi in un solo blocco di programma (9 coordinati massimo, 6 ausiliari massimo, 6 pseudo assi massimo).

Assi Lineari e Rotativi


Sia gli assi coordinati che ausiliari possono essere definiti come assi lineari (programmati in mm o pollici) o rotativi (programmati in gradi).

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-1

Capitolo 4 Prestazioni Software

Assi Rollover
Sono assi lineari o rotativi la cui posizione sempre visualizzata tra zero ed un valore massimo configurabile ("passo rollover"). Questi assi possono essere programmati sia in assoluto (G90) che in incrementale (G91): in programmazione assoluta il massimo valore programmabile quello configurato; in programmazione incrementale, ogni volta che tale valore massimo viene superato, la visualizzazione riparte da zero. Il segno della quota programmata definisce la direzione del movimento: ad esempio, avendo un asse B rotativo rollover tra [0-360] in posizione 90 gradi e programmando il blocco G90B30, l'asse raggiunger la posizione 30 gradi muovendosi in senso orario; programmando invece il blocco G91B-90, l'asse andr a zero muovendosi in senso antiorario.

Programmazione di un asse Rollover Rotazione Oraria (sinistra) ed antioraria (destra).

Assi Diametrali
Quando caratterizzato come diametrale, un asse coordinato pu essere interpolato nello stesso blocco con altri assi ma le sue quote programmate sono definite come "diametri" ovvero sono il doppio del movimento effettivo. Questo tipo di programmazione tipicamente usato nelle macchine a geometria cilindrica (torni/rettifiche).

4-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Assi Split
Un asse split (o gantry) un unico asse fisico (un solo interpolatore) ma dotato di una coppia di motori (due asservimenti). Gli assi split contano come un unico asse ai fini della programmazione. Esempi: portali, staffe mobili, assi montati su rotaie, ...

Assi Split (X e Z)

Assi Duali
Gli assi duali, sono fisicamente 2 o pi assi, che seguono sempre una traiettoria identica tra di loro (ad esempio teste multiple, multimandrino, etc.). Un asse il "master" programmato dall'Operatore di macchina mentre gli altri "slave" sono comandati dal sistema a seguire i movimenti del master. La connessione tra master e slave si pu abilitare e disabilitare da part program. Si possono programmare fino a 4 assi master e fino a 8 assi slave per ogni master.

Assi Duali Tramite il comando SDA possibile la movimentazione dellasse master e dei relativi slave senza che gli assi siano stati riferiti.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-3

Capitolo 4 Prestazioni Software

Interpolazione Lineare, Circolare ed Elicoidale


Fino a 9 assi possono essere gestiti in interpolazione lineare. Fino a 2 assi possono essere gestiti in interpolazione circolare. Fino a 9 assi possono essere gestiti in interpolazione elicoidale: i primi due eseguono una interpolazione circolare, gli altri lineare.

Tolleranza di precisione in interpolazione circolare CET PRC


Nelle interpolazioni circolari il codice CET definisce la tolleranza di precisione entro la quale deve stare la differenza tra raggio iniziale e raggio finale dellarco di cerchio. Se la differenza tra raggio iniziale e quello finale minore ma non zero, il sistema effettua una normalizzazione geometrica sui dati del cerchio secondo i valori specificati nei codici CET e ARM. Se la differenza uguale o maggiore del valore assegnato a CET, si verifica un errore ed i punti finali programmati non sono eseguiti. Se ci accade, occorre modificare il programma oppure aumentare la tolleranza definita da CET.

Soglia per cerchio completo FCT


Nelle interpolazioni circolari il codice FCT definisce la soglia della distanza fra il punto iniziale e quello finale in un arco. Entro tale distanza larco considerato un cerchio completo. Il comando FCT consente di superare eventuali imprecisioni di programmazione che altrimenti impedirebbero al sistema di forzare un cerchio completo. Quando la distanza fra il primo e lultimo punto inferiore alla soglia FCT, il sistema utilizza i punti come coincidenti e forza un cerchio completo.

Definizione della modalit di normalizzazione dellarco ARM


Il codice ARM definisce la modalit applicata dal sistema per normalizzare e rendere geometricamente congruente un arco programmato con le coordinate del centro (I e J) ed il punto finale. La normalizzazione viene applicata nel caso in cui la differenza fra il raggio iniziale ed il raggio finale si situa entro la tolleranza di precisione per linterpolazione circolare (tolleranza caratterizzata o tolleranza programmata via comando CET).

4-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Soglia di riduzione della velocit in interpolazione circolare CRT Costante di riduzione della velocit in interpolazione circolare CRK
Le variabili CRT (Circle reduction Threshold) e CRK (Circle Reduction Konstant) permettono di ridurre la velocit sugli enti circolari in funzione del raggio di tale ente. Assegnando un valore diverso da 0 alla variabile CRT viene ridotta la velocit su tutti gli enti circolari il ui raggio minore del valore impostato. Il valore assegnato alla variabile CRK consente invece di modulare tale riduzione. La riduzione di velocit avviene secondo il grafico che segue, dove si Vp uguale ad 1 ed un valore di CRT uguale ad 1. V
Vp = 1 Crk 0.5

0.606

1 2.718 2 0.135 4 0.018 Crt = R

Filettatura a passo costante o variabile G33


G33 definisce un movimento di filettatura cilindrica o conica a passo costante o variabile. Il movimento coordinato con la rotazione del mandrino. I parametri programmati nel blocco identificano il tipo di filettatura da eseguire. Tutti i valori numerici possono essere programmati direttamente con numeri decimali o indirettamente con parametri E. Per filettature a passo decrescente, necessario calcolare il passo iniziale, la variazione di passo e la lunghezza della filettatura, in modo tale che il passo sia maggiore di zero prima di raggiungere la quota finale.

Filettature a pi principi
La funzione R in un blocco G33 fa s che il controllo dia il comando di partenza degli assi in posizione angolare diversa a seconda del valore R programmato. In questo modo possibile programmare per i vari filetti un unico punto di partenza, a differenza di altri sistemi nei quali necessario, per ottenere filettature a pi principi, spostare il punto di partenza di ogni filetto di una quantit pari al passo divisa per il numero dei principi.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-5

Capitolo 4 Prestazioni Software

Null Offset
la distanza tra lo zero macchina meccanico (micro di zero) e quello elettrico (marker dell'encoder). Grazie a questo parametro, si evita di dover fasare manualmente il marker dell'encoder con il micro di zero.

In position Window
Quando questo parametro viene configurato con un valore diverso da zero, viene utilizzato per una speciale gestione dell'entrata in tolleranza di un asse alla fine del movimento. Normalmente un movimento considerato terminato quando l'asse, alla fine del tempo definito come "in position wait", dista dalla posizione finale teorica di una quantit inferiore al parametro definito come "in position band". Invece, il movimento viene considerato finito quando l'asse rimane all'interno del "position band" per un tempo almeno pari a quello definito come "in position window". Ci permette una drastica riduzione del tempo di attesa alla fine di ogni movimento. NOTA: Questa prestazione particolarmente utilizzata nelle macchine con elevate accelerazioni e piccoli movimenti punto-punto come foratrici per circuiti stampati, presse, macchine cucitrici, ...

Errore di inseguimento

fine del movimento

in position band

{
window window

Tempo

in position wait (time out)

Entrata in tolleranza con gestione "in position window"

Zero Shift
I sistemi della SERIE 10 mettono a disposizione 2 registri di "zero shift" con cui possibile eseguire una correzione dinamica e in tempo reale sulla posizione fisica di un asse, anche durante il suo movimento. Il controllo viene gestito da logica di macchina.

Compensazione Gioco Assi


Tramite un parametro in caratterizzazione, possibile definire il valore del gioco meccanico per ogni asse che il sistema si preoccuper di compensare ad ogni inversione di movimento.

4-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Compensazione Errori Vite


Tale prestazione permette di compensare, durante il movimento di un asse, eventuali errori geometrici meccanici, o errori di vite. Per ogni asse possibile dichiarare i punti di correzione, ad intervalli regolari o irregolari tra loro. Il numero massimo di punti di correzione dipende dalla quantit di memoria RAM disponibile sulla scheda assi (minimo 500 punti). Il loro inserimento pu avvenire direttamente nell'ambiente di configurazione dell'asse (AMP) o tramite file ASCII generato esternamente.

Limiti Operativi Hardware e Software


La traiettoria di un asse ha dei limiti che dipendono dalle caratteristiche geometriche della macchina. Questi limiti possono essere fisici (hardware, come dei micro switch) o di calcolo (software) e proteggono l'asse da operazioni errate o perdita di controllo.

Gestione Zona Morta


Definisce la soglia dell'errore di inseguimento entro cui la tensione di uscita del convertitore D/A di un asse fermo viene tenuta a zero.

Volt

Errore

Riferimento analogico di un asse con gestione della Zona Morta

Movimento Punto a Punto e Continuo


Nel modo punto a punto (G29) il sistema esegue i movimenti programmati uno alla volta, fermando gli assi alla fine di ogni ente. Nel modo continuo (G28) il sistema esegue i movimenti sempre alla massima velocit programmata, senza fermarsi alla fine di ogni ente. Il movimento continuo G28 pu per provocare degli strattonamenti sugli spigoli del profilo o nelle inversioni del movimento degli assi: per questo motivo disponibile un altro tipo di movimento continuo (G27) che si incarica "prevedere" quale sar la traiettoria sui blocchi successivi a quello in esecuzione e di adeguare di conseguenza la velocit tra un blocco ed il seguente decelerando e poi accelerando nuovamente in funzione di alcuni parametri configurabili (vedi il seguente Precalcolo).

}
CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Zona Morta

4-7

Capitolo 4 Prestazioni Software

Modalit di Movimentazione MOV


Il codice MOV serve per definire alcune caratteristiche di gestione dei movimenti. I valori ammessi per MOV sono i seguenti: 0 1 rampe non lineari disabilitate e feedrate override attivo. Ottimizzazione del passaggio tra un ente di movimento ed il successivo durante la movimentazione in G27 e G28. Tale operazione da utilizzare specialmente per part program che definiscono un profilo per punti in quanto consente una migliore gestione di curvatura del profilo (specie se descritta con tratti molto corti) evitando che gli assi sfuggano alla traiettoria. Essa attiva di default nel caso di abilitazione delle rampe non lineari (bit 1, 2 e 3 settati). Rampe non lineari abilitate e feedrate override gestito come variazione del tempo di rampa (di fatto variazione delle accelerazioni). Rampe non lineari abilitate e feedrate override gestito come distorsione della forma delle rampe (di fatto mantenimento quasi completo delle accelerazioni). Jerk Limitation abilitata con rampe non lineari abilitate e feedrate override gestito come variazione del tempo di rampa. Jerk Limitation abilitata con rampe non lineari abilitate e feedrate override gestito come distorsione della forma delle rampe .

2 6 8 12

Modalit dinamica DYM


Il codice DYM definisce il tipo di algoritmo da utilizzare per il calcolo della velocit tra un ente ed il successivo con il modo G27 attivo. 0 1 per usare la formula standard della Serie 10 per usare la formula standard della Serie 8600

Calcolo del massimo angolo di decelerazione MDA


Il codice MDA definisce la massima deviazione angolare dellasse in modalit G27. Il valore selezionato (fra 0 e 180 gradi) definisce langolo tra due enti consecutivi, oltre il quale il controllo si comporta come se fosse in modalit punto a punto. Il valore di default MDA=90. E possibile configurare il valore di MDA in caratterizzazione e modificarlo tramite apposita finestra di introduzione dati o da part program.

Fattore di velocit VEF


Il codice VEF definisce un fattore per determinare il calcolo della velocit sugli spigoli con il modo G27 attivo. Infatti la velocit calcolata a seconda del valore di MDA pu essere aumentata o dimunuita cambiando il valore di VEF.

4-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Jerk Limitation
Facendo riferimento ai diagrammi di velocit riportati nei paragrafi precedenti si nota la continuit della V (t) mentre la funzione accelerazione a (t) risulta avere un andamento a gradini. Questo, in funzione delle carattaristiche della macchina e del tipo di lavorazione, pu causare finiture del pezzo non buone. Tale problema pu essere risolto utilizzando una funzione di accelerazione a (t) che comporti una continuit nel suo andamento. Con la Jerk Limitation si intende limitare le variazioni di accelerazione, cos da controllarne il valore massimo, che si traduce in una maggiore morbidezza dei movimenti ed una conseguente migliore finitura superficiale.

Jerk Time Constant JRK


Il codice JRK definisce il tempo di esecuzione delle rampe non lineari. Viene utilizzato nel caso di MOV=2 o MOV=6. Nel caso di MOV=8 o MOV=12 il valore JRK viene calcolato automaticamente dal sistema in base alle caratteristiche dinamiche configurate per ogni asse in AMP. Il valore di default 1.875. E possibile comunque configurare il valore di JRK in AMP. Il RESET ripristina il valore di default.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-9

Capitolo 4 Prestazioni Software

Jerk Smooth Constant JRS


Il codice JRS definisce il valore di soglia per la limitazione della velocit con la Jerk Limitation attivata. Una caratteristica dellagloritmo di lookhead per la Jerk Limitation quella di evitare accelerazioni e decelerazioni continue che comporterebbero oscillazioni sul movimento degli assi. Ci potrebbe accadere nel caso in cui gli assi programmati non consentano il raggiungimento della velocit impostata V (i). A tale scopo il diagramma di velocit viene tagliato cos come illustrato nella seguente figura:

Online Debug Help ODH


Questa variabile di sistema permette di verificare se esistono, nel part program, delle movimentazioni in modalit continuo (G28) con velocit programmate sul profilo troppo alte, con conseguenti errori di traiettoria sul proflo da lavorare. Lutilizzo di questa variabile avviene solitamente in fase di messa a punto del part program; infatti, forza ad 1 la variabile ODH quando rileva condizioni di velocit critiche durante un movimento in

In Position Band IPB (DTL)


Il comando IPB consente di definire la tolleranza di posizionamento degli assi. Questo valore specifica la tolleranza tra la posizione reale dellasse a fine movimento e il punto di posizionamento G00, lasse deve essere tale tolleranza prima che venga eseguito il blocco successivo.

Velocity Feed Forward VFF


Questo comando abilita e disabilta il VFF. Il VFF entra in gioco nellasservimento assi consentendo un controllo sulla velocit oltre che sulla posizione.

4-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Precalcolo (Look Ahead)


Questa prestazione permette di prevedere la dinamica del movimento degli assi lungo un profilo in continuo e di adeguare di conseguenza la velocit di avanzamento dellutensile, in modo che luscita dai singoli enti che formano la traiettoria sia ottimizzata. Gli enti del profilo su cui effettuare tale controllo in precalcolo, sono configurabili da 2 a 164. L'ottimizzazione del calcolo della velocit di uscita di ogni ente dipende da alcuni parametri configurabili e dalla geometria del profilo: in linea di massima si pu dire che quanto pi l'angolo tra due enti successivi grande, tanto pi la velocit viene ridotta fino ad annullarsi quando l'angolo supera un valore massimo assegnato.

Velocita'

Y P2 P1

P3

Tempo

X Y P2 P3

Velocita'

P1

Tempo

X Y P1 P2

Velocita'

P3
Tempo

Diagramma della velocit in continuo (G27) con Look Ahead abilitata

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-11

Capitolo 4 Prestazioni Software

Multi Block Retrace


Grazie a questa prestazione possibile ripercorrere a ritroso un numero, configurabile da 2 a 64, di blocchi (di movimento) del programma tecnologico. Esempio: Nelle operazioni di taglio con il cannello (ossitaglio), si pu verificare uno spegnimento della fiamma durante lesecuzione di un profilo. Per riprendere il taglio da dove si era spenta la fiamma, necessario percorrere il profilo in senso inverso, per tutti i blocchi di movimento necessari. NOTA: I movimenti nella modalit Multi Block Retrace e i movimenti eseguiti in avanti (per ritornare al punto di interruzione del part-program), vengono eseguiti in punto-punto (G29).

Multi Block Retrace

4-12

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Active Reset
Permette di annullare un blocco di programma, mentre lo stesso in esecuzione, e di "riaggiustare" il sistema per poter riprendere lesecuzione del programma dal blocco successivo. dell'Active Reset ad opera della logica di macchina. Esempio: X10 Y40 X50 Y10 X100 Y30

< -------------- Active Reset durante l'esecuzione di questo blocco

40 HOLD, active reset

ilo nuovo prof


og m ra ma

to

pr

of

lo

pr

X 100

Active Reset

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-13

Capitolo 4 Prestazioni Software

TCP (Tool Center Point) per macchine con testa " Double Twist "
Questa prestazione permette la programmazione di una macchina a 4/5 assi (3 lineari e 1/2 rotativi) riferita alla punta dell'utensile (quote pezzo) piuttosto che al centro della testa (quote macchina). I parametri di configurazione del TCP (funzione della geometria della macchina e del tipo di TCP utilizzato) vengono memorizzati nelle Tabelle User e sono modificabili, sia da Pannello Operatore, sia da programma, sia da logica di macchina. La attivazione/disattivazione dell'algoritmo pu essere fatta direttamente nel programma tramite il triletterale TCP o dalla logica di macchina e viene automaticamente annullata in caso di RESET del sistema. disponibile sia in modo AUTO che MANUALE e prevede diverse gestioni (descritte qui di seguito) selezionate mediante il parametro che definisce il "tipo" di TCP. Tipo 1 - Attivata questa modalit, le quote programmate XYZ sono assunte come riferite al pezzo (profilo nello spazio). Quando viene richiesto un movimento degli assi rotativi, questo algoritmo, compensando gli spostamenti dei lineari in funzione di quelli dei rotativi, garantisce che la punta dellutensile si mantenga sempre in contatto con la superficie da lavorare. Tipo 3 - Questa modalit deve essere utilizzata quando si vogliono utilizzare programmi generati al CAD con utensili di lunghezza e diametro differenti rispetto a quelli per cui sono stati generati. Le differenze di lunghezza e diametro devono essere comunicate mediante la logica di macchina. Questo algoritmo analogo al Tipo 1: il sistema infatti si assume il compito di compensare in 3D gli spostamenti dovuti alle variazioni di lunghezza e diametro in modo tale da mantenere la punta dellutensile sul profilo definito nello spazio.
TCP 1 o 3 = OFF

Profilo programmato TCP 1 o 3 = ON

Profilo programmato

Profilo ottenuto senza e con TCP 1 o 3 attivo

4-14

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Tipo 2 - Questa modalit analoga a quella di Tipo 1 ma riferita a lavorazioni nel piano XY (asse Z fermo). Il rotativo orizzontale viene automaticamente mosso dal sistema in modo da mantenere lutensile con una inclinazione costante rispetto al profilo eseguito. Il movimento del rotativo viene generato tra due enti lineari o durante un ente circolare. Tipo 4 - Questa modalit analoga al Tipo 2 con la differenza che ladeguamento dellasse rotativo avviene sempre in modo continuo ovvero tra i singoli punti calcolati dallinterpolatore. Il sistema non adegua la velocit sul profilo in funzione della dinamica del rotativo: questo comporta che il profilo non deve presentare discontinuit altrimenti possibile avere errori di inseguimento dellasse rotativo.

45

90

Movimentazione con TCP 2 o 4 abilitata Tipo 5 - Questo modalit identica al Tipo 1 ma in pi fa comparire a video un asse "virtuale" aggiuntivo (il cui nome va preventivamente definito in AMP) da considerare come "direzione utensile" che pu essere normalmente selezionato e mosso in manuale (da Pannello Operatore, da Consolina Portatile, ... ) o programmato. Questa prestazione di notevole aiuto ad esempio durante una fase di autoapprendimento in manuale o di uscita da ingombri dopo un emergenza.

Autoapprendimento con TCP 5

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-15

Capitolo 4 Prestazioni Software

TCP (Tool Center Point) per macchine generiche a 5 assi


Questa prestazione permette la programmazione di una macchina a 5 assi (3 lineari e 2 rotativi) indipendentemente dall'orientamento e dal tipo dell'utensile (sferico o toroidale). La posizione controllata dal sistema coincide con il punto di innesto dell'utensile nel mandrino.

Punto controllato

Raggio

Lunghezza

Raggio spigolo

Anche questo tipo di TCP necessita di alcuni parametri di configurazione che vanno definiti nelle Tabelle User. L'attivazione/disattivazione di questo algoritmo pu essere fatta direttamente nel part program tramite il triletterale TCP, oppure dalla logica di macchina e viene automaticamente annullata in caso di RESET del sistema. Questo tipo di TCP prevede 3 diverse gestioni: Tipo 1, Tipo 3 e Tipo 5, analoghe a quelle descritte nella sezione TCP per macchine con testa "Double Twist".

4-16

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

In tutte le tre modalit necessario definire sia la direzione (orientamento) dell'utensile, sia la direzione "normale" alla superficie da lavorare. Ad ogni punto programmato sono pertanto associati due vettori, uno normale alla superficie da lavorare ed uno che rappresenta la direzione utensile, i cui parametri d'identificazione vanno programmati blocco per blocco parallelamente alle quote assi.
[i,j,k]

[m,n,o]

Y X

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-17

Capitolo 4 Prestazioni Software

Virtualizzazioni
Per virtualizzazione si intende quell'insieme di prestazioni che consentono di programmare degli assi virtuali in un piano ottenendo la movimentazione degli assi fisici associati nello spazio tridimensionale.

Programmazione su Piani Inclinati


Questa virtualizzazione ha lo scopo di permettere la programmazione di una qualunque funzione di macchina (es.: interpolazione lineare o circolare, cicli fissi, cicli di tastatura, compensazione raggio utensile, TCP, ...) in uno spazio ruotato con angoli a piacere rispetto alla terna cartesiana della macchina utensile. Tale funzionalit viene attivata da programma tramite il triletterale UPR (Use Plane Rotated) in cui vanno dichiarati il nome degli assi virtuali e gli angoli di rotazione rispetto alla terna di riferimento della macchina. Viene disattivata dallo stesso triletterale o automaticamente dal sistema in caso di RESET. Gli assi virtuali attivati vengono visualizzati a video con le loro quote riferite al nuovo piano e sono direttamente programmabili. Gli assi reali invece, essendo legati alla virtualizzazione, non sono direttamente programmabili ma si muovono solo indirettamente.

Lavorazione su piani inclinati

4-18

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Coordinate Polari
Questo tipo di virtualizzazione viene utilizzata nel caso si voglia movimentare un asse lineare X ed uno rotativo C programmando per le quote su un piano cartesiano QV; la posizione del generico punto P di coordinate ( q,v) nel piano virtuale viene tradotta nelle coordinate ( x,c) degli assi fisici. L'attivazione di questa trasformazione avviene tramite il triletterale UVP (Use Virtual Polar).

C
V U

Lavorazione in coordinate polari

Coordinate Cilindriche
Questo tipo di virtualizzaizone viene utilizzata nel caso si voglia movimentare un asse lineare X ed un rotativo B programmando le quote in un piano WX. Mentre i movimenti di X virtuale coincidono con quelli di X fisico, ogni spostamento di W corrisponde ad un arco di cerchio, funzione del raggio del cilindro, che deve essere tradotto in uno spostamento angolare dell'asse fisico B. L'attivazione di questa trasformata viene fatta tramite il triletterale UVC (Use Virtual Cylindrical).

B
Z

Y
W

Lavorazione in coordinate cilindriche

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-19

Capitolo 4 Prestazioni Software

Assi Condivisi
Questa prestazione consente di spostare il controllo di uno o pi assi da un processo ad un altro. In questo modo possibile per ogni processo selezionare ed utilizzare solo gli assi che di volta in volta sono effettivamente necessari per la lavorazione consentendo globalmente il controllo di pi dei 9 assi configurabili in AMP per ogni singolo processo. Tale prestazione pu, ad esempio, essere utilizzata in una macchina con due tavole di cui una in lavorazione mentre l'altra esegue uno scarico del pezzo precedentemente lavorato. In questo caso un processo pu acquisire le terne degli assi fisici (X,Y,Z) e (W,P,Z) alternativamente, chiamandoli sempre con lo stesso nome (esempio X,Y,Z), e quindi eseguire sempre lo stesso programma tecnologico. Contemporaneamente un secondo processo pu acquisire il controllo degli assi rilasciati dal primo per eseguire lo scarico del pezzo.

Esempio di utilizzo di Assi Condivisi Con un esempio analogo, possibile eseguire un cambio utensile ed un cambio pallet contemporaneo. Gli assi "rilasciati" rimangono "parcheggiati" e tenuti sotto controllo dalla routine di asservimento. L'acquisizione/rilascio dell'asse viene effettuata tramite il triletterale GTA seguito dell'elenco degli assi che il processo vuole controllare: tali assi compaiono sul video nell'ordine di selezione sostituendo quelli precedentemente utilizzati.

4-20

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

Nuovi algoritmi di Interpolazione Polinomiale (HSM)


I nuovi algoritmi di Interpolazione Polinomiale sono stati sviluppati per rispondere alle sempre maggiori esigenze delle lavorazioni in cui sono richieste elevate velocit ed un elevato grado di finitura delle superfici. La tecnologia meccanica oggi si evoluta ad un punto tale che, quelli che una volta venivano considerati dei limiti invalicabili in termini di velocit di lavorazione e accelerazioni sopportabili, sono ormai divenuti quasi la norma nel mondo della macchina utensile. E diventato ormai usuale parlare di macchine con movimenti in rapido a velocit superiori ai 100 m/ grandezza del g, se non superiori. Il campo di applicazione tipico delle macchine sopra descritte quello della fresatura ad alta velocit di superfici generate da sistemi CAD. La soluzione tradizionalmente proposta dai controlli numerici, ovvero la lavorazione dei profili come una sequenza di micro interpolazioni lineari, non pi applicabile. Questo perch grazie al perfezionamento continuo, la meccanica in grado di seguire fedelmente le continue variazioni di direzione, senza effetti indesiderati sulla finitura superficiale. Lapproccio OSAI alla problematica esposta particolarmente innovativo: i concetti matematici ben noti e collaudati (spline), applicati normalmente alla sola geometria del percorso utensile, sono stati estesi ed applicati fino alla dinamica della movimentazione con lo scopo di ottenere lavorazioni ad alta velocit (High Speed Machining) con gradi di finitura sempre pi vicini al modello matematico. La soluzione sviluppata per i controlli numerici Serie 10 si articola nelle seguenti fasi: Fase geometrica: in questa fase i punti programmati vengono intesi come elementi di una curva polinomiale in tre dimensioni. Le informazioni relative agli eventuali assi rotativi vengono fornite come versori relativi allorientamento dellutensile rispetto al pezzo, indipendente quindi dalla geometria della macchina e dellutensile. in questa fase viene utilizzata la geometria dellutensile per passare dal sistema di riferimento del pezzo a quello dellutensile applicando delle trasformate geometriche alle curve polinomiali elaborate nella fase geometrica. in questa fase la geometria della macchina, ovvero il cinematismo degli assi rotativi viene applicato allelaborato della fase tecnologica, generando in modo automatico le curve polinomiali relative al movimento degli assi rotativi (se presenti). in funzione delle caratteristiche dinamiche dei singoli assi e della velocit di lavorazione programmata, viene calcolata unulteriore curva polinomiale funzione del tempo, che rappresenta landamento della viene eseguita linterpolazione dei movimenti direttamente dalle funzioni polinomiali, eliminando quindi i classici errori cordali dellinterpolazione dovuti allapprossimazione delle curve in segmenti di retta. Le accelerazioni vengono calcolate in base al percorso utensile, alla geometria della macchina ed alla dinamica degli assi, in modo da massimizzare la velocit di lavorazione riducendo al minimo lo stress meccanico della macchina utensile.

Fase tecnologica:

Fase cinematica:

Fase dinamica:

Interpolazione polinomiale:

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-21

Capitolo 4 Prestazioni Software

E inoltre possibile scegliere i livello di programmazione corrispondente alle fasi precedentemente descritte, cos da poter sfruttare al massimo le potenzialit del sistema CAD. E quindi possibile programmare direttamente le posizioni relative alla punta utensile o introdurre gi le quote degli assi rotativi, cos come anche prevista la programmazione direttamente in formato polinomiale, nel caso in cui essa sia gi disponibile a livello di CAD. La prestazione High Speed Machining per lavorazioni che coinvolgono fino a 3 assi, inclusa direttamente nel software di sistema E69 per tutti i modelli di controlli numerici della Serie 10 e pu essere abilitata nellAmbiente AMP, selezionando il campo specifico nella sezione PROCESS CONFIG (softkey PROC CHAR). Pel lavorazioni che coinvolgono pi di 3 assi necessario richiedere lopzione

Path Optimizer
Non sempre i punti programmati permettono la generazione di curve polinomiali efficienti. Per risolvere questo problema necessaria una pre-elaborazione che, nel rispetto delle tolleranze generiche, conduca alla generazione di curve che copiano il profilo originale tenendo sia delle problematiche geometriche che di quelle dinamiche, cos da garantire una movimentazione fluida e precisa. Questa pre-elaborazione viene effettuata in ambiente Windows da un programma OSAI denominato Optimizer che, dato in ingresso linsieme dei punti, fornisce in uscita le curve polinomiali direttamente eseguibili dal CN. Per poter utilizzare luscita del Path installato lopzione high Speed Interpolation indipendentemente dal numero di assi utilizzati.

4-22

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo 4 Prestazioni Software

FACILITAZIONI OPZIONALI

Camma Elettronica
Codice: 93000170M (con documentazione in italiano) 93000169B (con documentazione in inglese)

una opzione che consiste nella possibilit di far muovere fino a otto assi slave in funzione della posizione di un asse master: durante il movimento del master, il controllo si occupa di muovere gli slave (ad esempio N teste con utensili diversi) che si avvicinano o si allontanano in modo contemporaneo ed indipendente l'uno dall'altro, eseguendo ciascuno un profilo e quindi una lavorazione diversa sul medesimo pezzo ed in contemporanea. La relazione che lega la posizione del master ad ogni slave deve essere calcolata da sistemi CAD esterni al controllo. Questi generano delle tabelle di corrispondenza tra la quota del master e degli slave sotto forma di file ASCII che, tramite l'opzione della Camma Elettronica, vengono tradotte in formato interno, caricate direttamente sulla memoria della scheda assi ed utilizzate dalla routine di asservimento degli assi. NOTA: per questa opzione sono necessarie le schede assi RISC che, con la disponibilit di ben 640 Kbyte di memoria RAM, consentono la gestione di tabelle fino a 64000 punti totali.

Esempio di lavorazione con un asse master e otto slave

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

4-23

Capitolo 4 Prestazioni Software

Posizionamento di un asse tramite linea Seriale RS-232


Codice: 93000393V

Lopzione software Serial Auxiliary Axis permette di controllare un asse gestito tramite linea seriale RS-232. Questa prestazione permette di utilizzare un asse ausiliario aggiuntivo rispetto ai 6 assi ausiliari standard. La gestione del posizionamento dellasse avviene tramite lambiente PLUS con la stessa modalit degli assi ausiliari standard. Utilizzando le funzioni di libreria degli assi ausiliari punto-punto, possibile effettuare posizionamenti con velocit definite e variare sia la velocit sia la posizione finale programmata con asse in movimento.

High Speed Interpolation


Codice: 93000427Q

Lopzione High Speed Interpolation abilita le funzionalit relative allinterpolazione polinominale (HSM) per le lavorazioni con pi di 3 assi interpolati fino ad un massimo di 6 assi interpolati, oppure per qualunque numero di assi interpolati, abilita lesecuzione di programmi scritti in formato polinomiale o Bspline.

FINE CAPITOLO

4-24

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Capitolo

INTERFACCIA OPERATORE

Softkey a Menu
Linterfaccia operatore dei controlli numerici della Serie 10 stata attentamente studiata per raggiungere il massimo del comfort operativo, unitamente ad una estrema facilit di utilizzo. Vantaggioso luso dei menu a softkey (su tre righe di scelta, 5 softkey per riga), con richiami a due livelli di sotto-menu al massimo (nellambito di una partizione), caratterizzati da colori diversi per maggior chiarezza. Questo permette alloperatore di essere guidato nelle varie operazioni, di non disperdersi in numerosi livelli di sotto-menu, di trovarsi raggruppate in un unico menu pi informazioni riguardanti lo stesso argomento. Tre linee di softkey per ogni menu; la barra colorata evidenzia le softkey selezionabili; l'ultima softkey selezionata rimane attiva anche quando si torna al menu di livello precedente:

POS DISPLAY MDI FEEDRATE +

NEXT DISPLAY BLK/BLK FEEDRATE -

SELECT PROCESS BLOCK MODIFY OVERRIDE SEL

SEARCH MEMORY MACHINE PLOT STRING SEARCH

HELP DRY RUN EXEC FROM:TO

Esempio di menu di softkey

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-1

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Finestre di Data_Entry
Questo un tipo di softkey che non seleziona menu ma apre una finestra per l'inserimento dati da parte dell'operatore (Data Entry).

PROGRAMS: MAIN

PROBE SET-UP APPROACH TOLERANCE SAFETY TOLERANCE MEASURING FEED HORIZONTAL SHIFT VERTICAL SHIFT : 5.00000 : 5.00000 : 100.00001 : 0.00000 : 0.00000

GX0Y0F10000 G1X0Y0 X120.50641 G2X159.49359I140J14 G1X220 G1Y26.26 POS DISPLAY DYNAMIC PARAM REF NEXT DISPLAY DYNAMIC LIMITS SET ACCURACY

SELECT PROCESS PROGRAM SET-UP

ENLARGE BLOCK RETRACE

HELP PROBE SET-UP TIME/DATE SET

Finestra di Data Entry

Finestre di HELP
In ogni ambiente sono sempre disponibili finestre di HELP on-line, facili da consultare, che evitano all'operatore di dover utilizzare continuamente i manuali. Gli HELP sono disponibili in varie lingue.

Visualizzazioni
Nella Serie 10 tutte le informazioni necessarie sono organizzate in una serie di quadri video predefiniti o configurabili. Il numero delle videate e la loro sequenza configurabile.

Esempio di sequenza delle videate

5-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Schermi multipli e Quadranti


Sono disponibili fino ad un massimo di 12 videate diverse di cui 7 a formato tutto schermo e 5 divise in 4 quadranti elementari componibili. Delle 7 videate a tutto schermo, 2 sono standard, 1 dedicata alla visualizzazione degli assi ausiliari ed configurabile dal Costruttore nella parte inferiore, e 4 sono direttamente gestibili dalla logica di macchina (la loro definizione e gestione a carico del Costruttore). Le 5 videate a quadranti elementari possono essere composte scegliendo fra 8 diversi quadranti di sistema standard e 4 quadranti di logica definiti dal Costruttore. Nelle versioni multiprocesso i quadranti possono appartenere a processi diversi e ci permette di visualizzare le informazioni dei vari processi in un'unica videata.

Funzione ENLARGE
Nel caso di video diviso in quattro, i vari quadranti possono comunque essere selezionati, tramite un tasto, e allargati a occupare lintero quadro video, tramite la softkey ENLARGE. I quadranti da logica

A Pg Up

Pg Dn
E EN NL LA AR RG GE E

A
Funzione ENLARGE

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-3

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Plotter di Macchina
Questa prestazione grafica, eseguibile nella partizione Utility, permette la verifica del profilo programmato sia durante il movimento degli assi, sia ad assi sconnessi (modalit DRY RUN attiva)

le quote interpolate in 2D le quote interpolate e quelle fisiche in 2D le quote interpolate in 3D anche disponibile la funzione di ZOOM.
Machine Plot X50Y70Z90
300

Date:

Time:
x+ 90.00000

y+130.00000 z+ 0.00000

Z Y X CONFIG PLOT

200

CHECK

CLEAR SCREEN

ZOOM

HELP EXIT

Plotter di macchina in 3D

5-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Funzioni di Console
Tramite le softkey del Pannello Operatore possibile variare dei parametri ed inviare i seguenti comandi: la percentuale della velocit in movimento manuale (da 0 a 100%) la percentuale della velocit di avanzamento (da 0 a 125%) la percentuale della velocit di avanzamento in rapido (da 0 a 125%) la percentuale della velocit di rotazione del mandrino (da 50 a 150%) il comando di CYCLE START il comando di CYCLE STOP il comando di RESET selezione asse il modo di azzeramento asse (automatico o manuale) il valore del dell'incremento (modo manuale incrementale) la direzione del movimento manuale il modo JOG RETURN il modo JOG RETRACE il comando di ACTIVE RESET (tramite logica) il comando di preset di una origine il comando di preset di un utensile

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-5

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

MODALIT DI ESECUZIONE

Esecuzione Automatica
la modalit con cui possibile mandare in esecuzione un programma dopo averlo selezionato. L'esecuzione comincia con la premuta del pulsante di CYCLE START. possibile sospendere momentaneamente il programma (CYCLE STOP) o abortirne la esecuzione (RESET).

Esecuzione Blocco a Blocco


la modalit di esecuzione semi-automatica. Ad ogni premuta del pulsante di CYCLE START il sistema esegue una sola istruzione del programma.

Esecuzione in MDI (Manual Data Input)


Sospesa l'esecuzione del programma, possibile far eseguire al sistema uno o pi comandi aprendo una finestra di data entry, digitando il comando e premendo il pulsante di CYCLE START.

Movimento Manuale
In questa modalit possibile muovere un asse semplicemente selezionandolo e premendo il pulsante di CYCLE START. Finch questo rimane premuto l'asse si muove; quando viene rilasciato, l'asse si arresta.

Movimento Manuale Incrementale


un movimento manuale in cui l'asse selezionato esegue uno spostamento di lunghezza assegnata. Se il pulsante di CYCLE START viene tenuto premuto, l'asse comunque si ferma dopo aver percorso lo spazio assegnato. Se invece viene rilasciato prima che la quota sia raggiunta, l'asse si ferma.

Ciclo di Azzeramento
In modalit manuale possibile selezionare un asse ed eseguire un ciclo di azzeramento premendo il pulsante di CYCLE START. Se stato selezionato il ciclo automatico, possibile rilasciare subito il pulsante poich l'asse si fermer solo quando ha trovato il micro di zero (o quando viene premuto il pulsante CYCLE STOP o RESET). Se stato selezionato il ciclo manuale, necessario tenere premuto il pulsante: il suo rilascio infatti provoca l'arresto dell'asse e l'interruzione del ciclo. possibile selezionare due o pi assi su cui eseguire il ciclo di azzeramento tramite la Logica di macchina.

5-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Movimento Assi con Volantino


La premuta della softkey corrispondente viene segnalata alla logica di macchina che, mediante delle funzioni elementari, assegna il volantino all'asse selezionato. Una volta abilitato il volantino sull'asse, esso attivo sia che l'asse sia fermo sia che si stia muovendo.

Ritorno sul Profilo


Durante l'esecuzione di una lavorazione pu essere necessario sospendere il programma ed allontanare in manuale gli assi dal profilo (ad esempio per eseguire una ispezione visiva sul pezzo). Il ritorno sul profilo pu essere eseguito in automatico dal sistema che percorre a ritroso i movimenti (massimo 64) eseguiti in manuale. In tal modo possibile ripartire dall'esatto punto in cui si era interrotta la lavorazione.

Multi Block Retrace


Grazie a questa funzionalit, possibile arrestare una lavorazione e far tornare indietro gli assi lungo il profilo (sono gestiti massimo 64 movimenti a ritroso). Ci torna utile ad esempio nella lavorazioni di taglio con il cannello (ossitaglio) nel caso in cui si abbia lo spegnimento della fiamma durante l'esecuzione del profilo: cosi' possibile tornare indietro fino al punto in cui si interrotto il taglio senza dover rieseguire tutto il programma da capo.

Ricerca memorizzata
Questa funzionalit permette di ripristinare le condizioni di macchina e quindi di riprendere una lavorazione in seguito ad uninterruzione a causa di uno spegnimento o di un reset. I parametri relativi al ciclo in fase di esecuzione vengono memorizzati durante lesecuzione del part program in modo che il sistema sia in grado di ricercare automaticamente il blocco sul quale si verificata linterruzione simulando lesecuzione del part program stesso. Durante questa fase di simulazoine tutte le funzioni di macchina (ad esempio rotazione mandrino, refrigeramento, ecc.) vengono memorizzate in modo da ricreare le condizioni di lavorazione. possibile anche effettuare la ricerca memorizzata di un blocco di part program specificato dalloperatore cos da poter ripetere la lavorazione in maniera guidata.

Esecuzione in modalit assi sconnessi (DRY RUN)


Nella modalit assi sconnessi (Dry Run) possibile eseguire un programma o dei movimenti in manuale senza che alcun comando venga inviato agli azionamenti degli assi ed alla logica di macchina. Questa funzionalit viene attivata premendo la softkey DRY RUN. Con DRY RUN attivo anche possibile verificare graficamente la correttezza del programma mediante l'utility MACHINE PLOT.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-7

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

PROGRAMMAZIONE

Programmazione ISO
Il linguaggio di programmazione standard ISO, utilizza cio i codici G preparatori. In pi integrato con alcuni codici triletterali che permettono prestazioni particolari, come salti condizionati, ripetizioni, richiamo a sottoprogrammi, ricerca memorizzata, ed altre. I codici G disponibili sul controllo sono elencati nella tabella che segue. CODICE FUNZIONE G00 G01 G02 G03 G04 G09 G16 G17 G18 G19 G20 G21 G27 G28 G29 G33 G40 G41 G42 G60 G61 G62 G63 G66 G67 G70 G71 G72 G73 G74 G79 G80 G81 G82 G83 G84 G85 G86 G89 G90 Posizionamento rapido assi Interpolazione lineare Interpolazione circolare oraria Interpolazione circolare antioraria Sosta a fine blocco Decelerazione a fine blocco Piano di interpolazione definito Interpolazione circolare e compensazione utensile nel piano XY Interpolazione circolare e compensazione utensile nel piano ZX Interpolazione circolare e compensazione utensile nel piano YZ Definisce la fine del profilo GTL Definisce linizio del profilo GTL Lavorazione in sequenza continua con riduzione automatica della velocit agli angoli Lavorazione in sequenza continua senza riduzione automatica della velocit agli angoli Lavorazione punto a punto Filetto a passo costante o variabile Compensazione utensile disabilitata Compensazione utensile -sinistra Compensazione utensile - destra Definisce la fine del profilo HSM Definisce linizio del profilo HSM Spezza il profilo HSM in due mantenendo la continuit tra le due curve Spezza il profilo HSM in due e mantiene la continuit delle curve tramite un raccordo Spezza il profilo HSM in due creando uno spigolo (discontinuit) tra le due curve Spezza il profilo HSM in due con velocit controllata sullo spigolo Programmazione in pollici Programmazione in millimetri Tastatura punto con compensazione del raggio sfera del tastatore Tastatura punto senza compensazione del raggio sfera del tastatore Tastatura per deviazione teorica del punto senza compensazione del raggio sfera Programmazione riferita allo zero macchina Cicli fissi disabilitati Ciclo di foratura Ciclo di lamatura Ciclo di foratura profonda Ciclo di maschiatura Ciclo di alesatura Ciclo di barenatura Ciclo di barenatura con sosta Programmazione assoluta

5-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

CODICE FUNZIONE G91 G92 G93 G94 G95 G96 G97 G99 Programmazione incrementale Preset asse Modo di programmazione avanzamento (V/D) in 1/t Programmazione avanzamento in pollici/minuto o mm/minuto Programmazione avanzamento in pollici/giro o mm/giro Velocit costante di superficie in piedi/min o m/min Programmazione velocit mandrino in gpm Cancellazione G92

Programmazione Parametrica
La programmazione parametrica particolarmente utile quando sono richieste frequenti chiamate ad uno stesso sottoprogramma. Con questo metodo di programmazione, i valori numerici nei blocchi di programma sono rimpiazzati da variabili che possono essere ripetutamente richiamate con lo stesso nome ma con valori diversi ogni volta.

Programmazione Assoluta o Incrementale


la programmazione selezionabile tramite i codici G79, G90 e G91. In G79 gli spostamenti programmati per ogni asse sono intesi come quote assolute da raggiungere riferite alla posizione del micro di zero. In G90 gli spostamenti programmati sono intesi come quote assolute da raggiungere rispetto all'origine attiva. In G91 gli spostamenti programmati sono intesi come spostamenti dell'asse rispetto la sua posizione attuale.

Salti Condizionati e Ripetizioni


Tramite i salti e le ripetizioni possibile modificare la sequenza di esecuzione di un programma. I salti possono essere su condizione (per esempio richiedono il test di una o pi variabili) o liberi. Per ogni programma, inclusi i sottoprogrammi in esso richiamati, possibile definire fino a 5000 etichette di salto (massimo valore definibile in configurazione AMP). Inoltre sono permesse fino a 65000 ripetizioni, ognuna delle quali ammette fino a 5 annidamenti. Esiste inoltre la possibilit di condizionare lesecuzione di parti di programma tramite istruzioni del tipo IF - ELSE - ENDIF.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-9

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Chiamata a Sottoprogramma
E` possibile definire fino a 900 sottoprogrammi, richiamabili da un programma principale. Inoltre, cosa molto importante, possibile arrivare fino a 4 livelli di annidamento di sottoprogrammi.

MAIN PROGRAM
.............. .............. (CLS,SUB1) .............. ..............

SUBROUTINE 1
.............. .............. (CLS,SUB2) .............. ..............

SUBROUTINE 2
.............. .............. (CLS,SUB3) .............. ..............

SUBROUTINE 3
.............. .............. (CLS,SUB4) .............. ..............

SUBROUTINE 4
.............. ..............

..............

.............. .............. .............. .............. .............. .............. .............. .............. .............. ..............

Esempio di programmazione a subroutine con quattro livelli di annidamento

Chiamata Parametrica a Sottoprogramma


E` possibile richiamare un sottoprogramma in modo parametrico usando variabili di tipo carattere. Esempio: (CLS,SC10.8), dove la variabile SC10.8 contiene di volta in volta il nome di un programma diverso.

Paramacro
Le paramacro permettono di definire dei cicli di lavorazione o dei programmi particolari personalizzati. Esse vengono definite come codici G, da G300 a G999, e possono prevedere dei parametri di ingresso. Come nel caso dei sottoprogrammi, possibile annidare fino a 4 paramacro in uno stesso richiamo. La visualizzazione sul video del contenuto delle paramacro durante la loro esecuzione pu essere disabilitata nell'ambiente SECURITY.

5-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Variabili di Programma
Le variabili di programma possono essere definite in configurazione AMP. Sono disponibili diversi tipi di variabili: le variabili E (tipo reale), locali per ogni processo (massimo 8000) Esempio: E37 le variabili di sistema SN e SC (tipo reale e carattere), globali a tutti i processi (massimo 25 SN e 100 SC) Esempio: SN20, SC3.5 le variabili utente (tipo reale e carattere), locali per ogni processo (massimo 20 gruppi di 100 elementi ciascuno). A queste variabili deve essere associato un nome simbolico che deve cominciare col carattere "!" Esempio: !ABC(1) le variabili di logica (tipo booleano, intero e reale), globali per tutti i processi (massimo 128 intere e 64 reali). A queste variabili deve essere associato un nome simbolico che deve cominciare col carattere "@" Esempio: @Log56 le variabili L (tipo reale), permettono la lettura diretta da programma delle 400 variabili che formano la Tabella Utente: Esempio: L356

Sincronizzazione del Programma


I blocchi di un programma vengono generalmente eseguiti uno alla volta in sequenza, ovvero sono "sincronizzati". In modalit CONTINUO tuttavia (G27/G28), l'interprete del programma analizza e prepara i blocchi successivi (fino a un massimo di 64) quando il precedente blocco di movimento non ancora terminato: se quindi si inseriscono dei blocchi di non movimento (ad esempio blocchi di calcolo o di assegnazione) questi vengono eseguiti in un tempo non definibile, ovvero sono "asincroni". Questo pu risultare un vantaggio in quanto si vogliono far eseguire dei calcoli in parallelo al movimento degli assi per risparmiare tempo. Volendo per sincronizzare un blocco di non movimento, ci possibile farcendolo precedere dal simbolo "#": in questo modo tale blocco sar eseguito solo quando il precedente blocco di movimento sar esaurito, ovvero solo dopo che l'asse si

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-11

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Sincronizzazione tra Programmi


I seguenti triletterali possono essere utilizzati per sincronizzare l'esecuzione di programmi diversi sui sistemi multi processo : l'istruzione WAI (Wait) pone il processo in cui stata programmata in attesa di un messaggio di sincronizzazione da parte del processo specificato. l'istruzione SND (Send) permette di inviare un messaggio di sincronizzazione al processo specificato. Tale messaggio pu essere di tipo sincrono o asincrono: nel primo caso il programma che invia il messaggio viene sospeso fino a che il destinatario non conferma di averlo ricevuto; nel secondo caso invece il programma che invia il messaggio continua nella sua esecuzione. Utilizzando un messaggio di sincronizzazione inoltre possibile scambiare fino ad un massimo di 20 dati di tipo numerico o stringa. l'istruzione PRO (Process) definisce il processo di default cui saranno inviati tutti i successivi messaggi l'istruzione ECM (Execute Command in MDI) consente di attivare in modo asincrono la esecuzione di un blocco specificato in modo MDI sul processo indicato

Programmazione dei Limiti Operativi


possibile definire dei limiti alla corsa di ogni asse: il controllo impedir all'asse di uscire da questi limiti e segnaler errore in caso di errata programmazione.

Aree Protette
possibile definire da programma fino a 3 aree protette allinterno del piano di lavorazione. Ci significa che prima di cominciare un blocco di movimento il sistema controlla se questo porter l'asse all'interno di una area protetta e, in questo caso, manda un messaggio di errore.
Y Y

1 10 00 0 5 50 0

A AR RE EA A 1 1

A AR RE EA A 2 2
-5 50 0

X X

-1 10 00 0

-3 30 00 0

1 10 00 0

8 80 0

2 25 50 0

Zone protette

5-12

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Programmazione di un Cerchio
La programmazione di un cerchio (G2 o G3) pu avvenire definendo le coordinate del punto finale (es: X e Y) e le coordinate del centro (I e J) oppure le coordinate del punto finale ed il raggio (R). Dei parametri configurabili permettono di definire la tolleranza di precisione ammessa.

Programmazione di una Elica


La programmazione di una elica si ottiene aggiungendo al blocco di programmazione di un cerchio (G2 o G3) un terzo asse lineare ed eventualmente un passo (K). accettata la programmazione fino a 6 assi nel blocco: i primi due eseguono una interpolazione circolare mentre gli altri quattro vengono mossi in modo lineare.

Compensazione Raggio Utensile


E` possibile compensare il raggio utensile a destra o a sinistra del profilo teorico definito, interno ed esterno. Vengono utilizzati allo scopo i codici G40/G41/G42. E' anche possibile effettuare durante un cambio di compensazione durante la lavorazione del profilo, ovvero passare da G41 a G42 e viceversa.

Contornitura automatica
Tramite l'utilizzo dei triletterali GTP e CCP possibile far determinare al sistema il punto di attacco da cui partire per l'esecuzione della compensazione raggio utensile, e' inoltre possibile fare eseguire il profilo programmato nel piano in senso contrario (ovvero partendo dall'ultimo ente programmato) ed anche ruotarlo.

Programmazione della Compensazione Parassiale


Con questa prestazione possibile correggere sia nel piano (2D) che nello spazio (3D) i movimenti degli assi programmati (per maggiori informazioni consultare il Manuale di Programmazione).

Programmazione di Raccordi Circolari e Smussi


possibile programmare un raccordo circolare od uno smusso tra due elementi geometrici di un profilo convesso.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-13

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Programmazione Origini
Il sistema di riferimento assoluto quello stabilito al termine della ricerca del micro di zero, comprensivo dell'aggiunta dei valori di NULL OFFSET e di HOME POSITION caratterizzati in configurazione. Sistemi diversi di riferimento vengono definiti fornendo le coordinate delle relative origini, rispetto all'origine assoluta. Le varie origini vengono impostate grazie all'Editor Tabellare e vengono memorizzate su tabelle interne. Sono memorizzabili fini a 10 origini per asse. Sono disponibili 3 diversi tipi di origine: origine assoluta origine temporanea origine incrementale

Y'

O'

X'

O
Origine assoluta (O) e temporanea (O')

Riqualifica delle Origini


Consiste nella modifica di una delle origini memorizzate nelle tabelle. Tale modifica permanente perch viene riportata sia in memoria sia nelle tabelle.

5-14

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Programmazione delle Funzioni T


Gli utensili vengono programmati tramite la funzione T. Sono previste fino a 12 cifre per identificare un utensile. Ad esempio T1003 seleziona l'utensile di codice 1003 con associato il correttore indicato nella relativa tabella utensili. In alternativa la funzione T permette anche di programmare insieme un utensile e il suo correttore. Sono previste fino a tre cifre per identificare il correttore. Codice utensile e codice correttore sono separati tra di loro da un punto. Ad esempio T1003.6 seleziona lutensile di codice 1003 con associato il correttore di codice 6. Una terza possibilit permette la programmazione di pi punte di foratura da associare alla programmazione dellutensile. Questa prestazione viene generalmente usata nelle macchine foratrici quando, con un solo ciclo di foratura, viene eseguito un pattern di fori simultaneamente. La SERIE 10 permette di definire al massimo 250 utensili e 300 correttori (in totale, indipendentemente dal numero di processi). I vari parametri associati agli utensili vengono raccolti in tabelle memorizzate allinterno del sistema. Le tabelle sono compilabili tramite lUtility "Editor Tabellare". I sistemi della SERIE 10 forniscono delle librerie standard per la gestione utensili, utilizzabili in ambito logica di macchina. Il cambio utensile standard avviene senza tenere conto della vita utensile n dellutensile alternativo. Le funzioni T possono anche essere programmate in modalit CONTINUO (G27/G28).

Cambio al volo del Correttore Utensile


possibile, all'interno di un CONTINUO (G27/G28) e qualora non sia richiesto fisicamente un effettivo cambio utensile, modificare al volo la lunghezza ed il diametro dell'utensile attuale utilizzando la variabile "h" seguita dal numero del nuovo correttore.

Programmazione delle Funzioni S


La programmazione della velocit di rotazione del mandrino viene comunicata alla logica di macchina che si occupa della sua gestione. possibile programmare un valore compreso tra 0 e 99999.999 rot/min. La funzione S pu anche essere programmata in modalit CONTINUO (G27/G28).

Programmazione delle Funzioni M


Le funzioni M devono essere definite nella configurazione. La programmazione di una funzione M viene comunicata alla logica di macchina che la gestisce secondo quanto deciso dal Programmatore. I codici delle funzioni M possono andare dal valore 0 al valore 999; possono essere configurate al massimo 200 funzioni M. Le funzioni M possono anche essere programmate in modalit CONTINUO (G27/G28) anche se sono state definite come PRELUDE o POSTLUDE.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-15

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Programmazione delle Funzioni F


possibile programmare un valore di velocit di avanzamento (Feed) compreso tra 0 e 99999.99999 mm/min o pollici/min.

Programmazione della Funzione a


E' possibile programmare, nella sintassi delle funzioni G00, G01, G02, G03 l'accelerazione da utilizzare sul profilo tramite il parametro "a" compreso tra 0 e 99999.99999 mm/sec.2 oppure pollici/sec.2 Tale funzione attiva solo nel blocco in cui programmata.

Numerazione dei Blocchi di Programma


Tramite una softkey dedicata possibile numerare le istruzioni di un programma partendo da un numero assegnato e con incremento assegnato.

Cicli Fissi di Lavorazione


Sono disponibili una serie di cicli fissi standard per le lavorazioni tipiche di un centro di lavoro. Tali cicli sono richiamabili programmando il codice G corrispondente. I cicli sono: G81 G82 G83 G84 G85 G86 G89 Foratura Lamatura Foratura profonda Maschiatura Alesatura Barenatura Barenatura con sosta

Cicli Fissi di Misura


Sono disponibili una serie di cicli fissi di misura, attuabili con un tastatore montato sul mandrino. Tali cicli sono richiamabili semplicemente programmando il codice G corrispondente. I cicli sono: G72 G73 G74 Tastatura con compensazione del raggio sfera del tastatore Tastatura senza compensazione del raggio sfera del tastatore Tastatura per deviazione teorica del punto senza compensazione del raggio sfera del tastatore

5-16

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Programmazione GTL (Geometrical Technical Language)


Il GTL un linguaggio ad alto livello che rappresenta una estensione del linguaggio ISO. Permette la creazione di un profilo tramite gli enti geometrici che lo compongono (origini, punti, rette, cerchi, raccordi e smussi) definiti secondo una sintassi fissata. Si occupa inoltre di garantire automaticamente la tangenza di tali elementi. NOTA: Le istruzioni del linguaggio GTL possono coesistere con altre istruzioni ISO all'interno di un unico programma tecnologico Esempio: ............... G1F1000X-10Y-20Z20 ............... o1=X10Y20a30 p1=o1X20Y30 l1=p1,a10 c1=p1,r-50 l2=p1,c1 ............... G2111 c1 G2012 ................

;definisci origine ;definisci punto ;definisci retta ;definisci cerchio ;definisci retta ;inizio profilo ;fine profilo

Cicli di lavorazione per sistemi di tornitura


Sono disponibili alcuni cicli speciali di lavorazione per i sistemi di tornitura. Tali cicli possono essere richiamati allinterno del programma tramite i seguenti codici triletterali: SPA SPF SPP CLP FIL TGL sgrossatura parassiale senza prefinitura sgrossatura parassiale con prefinitura sgrossatura parallela al profilo ciclo di finitura ciclo di filettatura ciclo di taglio gole

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-17

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

ESECUZIONE DEI PROGRAMMI

Blocchi Opzionali
L'esecuzione dei blocchi di programma preceduti dal carattere "/" opzionale ed abilitabile.

Stop Opzionale
possibile, tramite una softkey dedicata, abilitare l'arresto del programma su un qualsiasi blocco contenente una funzione M (generalmente M1) definita come "forza blocco a blocco". Si pu poi ripartire premendo il pulsante di CYCLE START.

Esecuzione FROM/TO
Tramite una softkey dedicata possibile far eseguire parzialmente un programma definendo un blocco iniziale ed uno finale.

Feedrate Bypass
Consiste nelleseguire la lavorazione in corso ad una velocit di avanzamento dellutensile diversa da quella impostata da programma o da potenziometro. La variazione possibile fino al raggiungimento della massima velocit di avanzamento per quellasse, caratterizzata in configurazione. La velocit viene limitata automaticamente.

Controllo della Percentuale di Rapido


Tramite questa funzionalit possibile eseguire i movimenti in rapido di un programma ad una velocit superiore a quella caratterizzata (fino al 125%). Ci permette di risparmiare tempo nella fase di messa a punto del programma.

Disabilitazione dello Scorrimento dei Programmi


possibile disabilitare lo scorrimento del programma sul video durante la sua esecuzione.

Sovrametallo (Stock Allowance)


Definisce un sovrametallo da lasciare lungo il profilo. Viene utilizzato nei cicli di sgrossatura e di prefinitura. possibile programmarlo in un blocco o definirlo tramite softkey.

5-18

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Bloccaggio degli Assi (LOCK)


Questa funzionalit, quando abilitata, blocca il movimento di uno o pi assi durante l'esecuzione di un programma, e li tiene fermi sotto controllo.

Rotazione del Profilo (ROTATE)


possibile far eseguire un profilo ruotato rispetto al sistema di riferimento originale.

Esecuzione Simmetrica (MIRROR)


possibile far eseguire un programma simmetricamente rispetto ad una origine o ad un asse.

Fattore di Scala (SCALE FACTOR)


possibile far eseguire un programma con un fattore di scala rispetto l'originale.

Origini, MIRROR, ROTATE e SCALE FACTOR

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-19

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Dinamica
Grazie ad una softkey dedicata possibile modificare la modalit di funzionamento in continuo con Ahead) rispetto ai parametri definiti in configurazione.

Velocit di Ritorno in Maschiatura


possibile definire in caratterizzazione la percentuale della velocit di ritorno durante un ciclo di maschiatura tra 0 e 125% della velocit programmata e modificare questo valore tramite un softkey dedicata.

Configurazione dei Parametri di Tastatura


Grazie ad una softkey dedicata possibile modificare i parametri di tastatura rispetto ai valori definiti in caratterizzazione.

Parametri di Tolleranza (ACCURACY)


possibile definire in caratterizzazione i parametri di tolleranza relativi all'interpolazione circolare e modificarli in tempo reale tramite una softkey dedicata.

Gestione dei Programmi


Le seguenti funzioni sono disponibili per la gestione dei programmi: EDIT: COPY: RENAME: DELETE: SEARCH: modifica di un programma e sua creazione nel caso in cui non esista copia di un programma (locale, remota e su floppy disk) cambio del nome di un programma cancellazione di un programma ricerca di un programma

Stampa dei Programmi


possibile stampare un programma su una stampante collegata alla porta seriale COM1 e COM2 della piastra Main CPU.

5-20

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

EDITOR Editor di Linea


Un potente editor di linea, a tutto schermo, permette di introdurre o modificare i programmi tecnologici. In alternativa, i programmi possono essere editati su di un qualsiasi PC come file ASCII e caricati sul sistema grazie al floppy posto sul Pannello Operatore o tramite l'opzione Communication.

Funzioni dell'Editor di Linea


Nell'Editor di Linea sono disponibili i seguenti comandi: DEL_LINE: OLD_LINE: SEARCH: INCLUDE: SEQUENCE: CUT&PASTE: cancellazione di una linea ripristino di una linea cancellata col DEL_LINE ricerca di una stringa o di un numero di linea inserimento di un programma in un altro numerazione automatica delle linee di un programma partendo da un numero assegnato e con passo assegnato "taglia e cuci" dei blocchi di programma con possibilit di selezionare, copiare, spostare e cancellare gruppi di linee

Editor Grafico
L'editor grafico permette di costruire i programmi in modo semplice e conversazionale, facendo uso di menu grafici dai pi generali ai pi particolareggiati, nonch di help in linea. Il sistema prevede due tipi di editor: GTL (Geometrical Technical Language) Geometria diretta

GTL La costruzione del profilo avviene definendo e visualizzando sullo schermo i singoli elementi geometrici che si intende utilizzare nella realizzazione dei tratti di profilo. E' suddiviso in due parti: 1. Editor della Geometria Leditor di geometria permette di generare un profilo, partendo dalla definizione degli enti geometrici elementari che lo compongono. Questi sono raggruppati nelle seguenti classi di appartenenza: ORIGINI, PUNTI, RETTE, CERCHI, RACCORDI CIRCOLARI e SMUSSI. Alla premuta della softkey corrispondente ad una di queste classi, vengono presentati i vari elementi di quella classe sotto forma di menu di icone grafiche. Operando una delle scelte possibili, l'icona selezionata comparir a destra dello schermo evidenziando il profilo definito e presentando il blocco di definizione con i parametri gi al posto giusto, pronti per essere quantificati dall'Operatore. I vari elementi vengono poi uniti, in modo semplice e diretto, a formare il profilo voluto.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-21

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

LINES

:00002

FILE

:main.dfp

R0.2

X I J 1 Y P

P P P

L R C L 5 (UGS,X0, X100, Y0, Y100) RADIUS ORIGIN DEL-LINE BEVEL POINTS OLD-LINE

R R C C 6 7 L C 8

GRAPHICS SCALE LINES DIMENSION

SET TOLERANCE CIRCLES ZOOM

HELP CHECK GEOMETRY EXIT

Editor della Geometria Ausili grafici ulteriori, quali il controllo (CHECK) della congruenza del profilo con annessa visualizzazione, lo ZOOM e il DIMENSION (cursore a croce spostabile sul profilo visualizzando le posizioni) semplificano la messa a punto o la modifica del profilo stesso. Infine per poter eseguire il file cos generato necessario convertirlo in codice ISO standard. La conversione del profilo in un programma eseguibile avviene automaticamente, su conferma dell'Operatore, in fase di uscita dall'editor grafico.
LINES :00002 FILE :main.dfp R0.2

L8, L1,R5,L2,R12,L3,C6,L4,L5,L6,L7,R40,C1,C2,R5,C5,C7,L8,L1

7- L8, C5, R-5, 36 RADIUS ORIGIN DEL-LINE BEVEL POINTS OLD-LINE GRAPHICS SCALE LINES DIMENSION SET TOLERANCE CIRCLES ZOOM HELP CHECK GEOMETRY EXIT

Esempio di profilo generato con l'Editor della Geometria

5-22

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

2. Editor di Cicli Leditor dei cicli permette di programmare i cicli fissi di lavorazione o di misura, semplicemente scegliendoli in un menu grafico, e introducendo i parametri che via via leditor propone automaticamente. Pi in dettaglio, esso fondato sullo stesso tipo di interfaccia grafica dell'editor di geometria: anche in questo caso i cicli possibili (tipici di un centro di lavorazione) vengono suddivisi in classi, ognuna delle quali propone un menu di icone che rappresentano quella classe. Una volta scelta l'icona desiderata, questa viene visualizzata a tutto schermo, fornita di maggiori dettagli, con tutti i parametri del caso. I parametri appaiono contemporaneamente nel blocco di programma, preparato dall'editor in alto a sinistra, nel quale l'operatore viene guidato a introdurre i dati. Nell'editor grafico sono disponibili una serie di cicli fissi standard per le lavorazioni tipiche di un centro di lavoro. Tali cicli sono richiamabili semplicemente selezionandoli dal menu grafico che viene proposto. I cicli sono: G81 G82 G83 G84 G85 G86 G89 Foratura Lamatura Foratura profonda Maschiatura Alesatura Barenatura Barenatura con sosta

LINES

:00001

FILE

:main.dfp

R0.2

(UGS,X0, X100, Y0, Y100) DEFINES AXES POCKET DEL-LINE MILLING OLD-LINE PATTERN CHECK DRILL HELP PROBE CYCLE EXIT

Videata di selezione dei cicli di lavorazione

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-23

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Sono inoltre previsti alcuni cicli di misura, attuabili con un tastatore montato sul mandrino. I risultati vengono memorizzati in variabili a scelta delloperatore.
LINES G72 E :00001 FILE :main.dfp R0.2

D E FIN E S A X ES POCKET DEL-LINE MILLING OLD-LINE PATTERN CHECK DRILL

HELP CHECK CYCLE EXIT

Esempio di ciclo di tastatura NOTA: Nel caso un utente volesse modificare i cicli macchina proposti o aggiungere dei propri cicli personalizzati, i controlli della SERIE 10 offrono questa possibilit. Sia la parte di interfaccia operatore (definizione grafica delle videate e delle icone, gestione dell'inserimento dei dati con controllo sul tipo e sul valore che essi possono assumere, definizione di HELP in linea) sia la parte attuativa (gestita tramite paramacro) accessibile e disponibile per modifiche da parte dell'utente. In questo modo l'editor grafico diventa un potente e valido strumento di personalizzazione oltre che di programmazione. Va infine ricordato che l'editor di linea a tutto schermo, di solo testo, comunque sempre presente all'interno degli editor grafici, con la possibilit di commutare da modalit testo semplice a modalit grafica e viceversa, in qualsiasi momento.

GEOMETRIA DIRETTA La geometria diretta consente di descrivere direttamente il profilo senza bisogno di eseguire prima una predisposizione di tutti gli enti geometrici interessati. Essa consente di definire PUNTI, RETTE e CERCHI e di inserire RACCORDI e SMUSSI. La scelta e la definizione degli enti avviene premendo le softkey corrispondenti.

5-24

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Line/Point
Definisce il punto di partenza del profilo o il punto di arrivo di un movimento lineare.
A X, Z

I parametri da introdurre sono i seguenti: A X Z Angolo del movimento lineare rispetto all'asse orizzontale Ordinata del punto di partenza del profilo, oppure del punto di arrivo del movimento lineare Ascissa del punto di partenza del profilo, oppure del punto di arrivo del movimento lineare

RADIUS LINE/POINT DEL-LINE

BEVEL LINE_TO_LINE OLD-LINE

UGS/STP CIRCLE_CW DIMENSION

LIST ELEMENTS CIRCLE_CCW ZOOM

HELP CHECK EXIT

Editor delle Variabili


L'editor delle variabili permette di visualizzare su finestre a pi pagine le variabili definite in caratterizzazione con il loro valore aggiornato in tempo reale. Le variabili sono: variabili E variabili SN variabili SC variabili utente (User) variabili H variabili di logica

inoltre possibile selezionare una variabile e forzarne un valore. A questo scopo anche disponibile la funzione EVALUATE: tramite una softkey dedicata, viene aperta una finestra di inserimento dati in cui possibile eseguire delle operazioni matematiche (somme, moltiplicazioni, seno e coseno, etc.); il risultato ottenuto pu essere trasferito direttamente nella variabile selezionata premendo la softkey SUBSTITUTE.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-25

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Editor delle Tabelle


Il pacchetto Editor delle Tabelle, permette la visualizzazione, lintroduzione e la modifica dei parametri che risiedono nella memoria del sistema (dual port della scheda PLC) o sul disco fisso (file). Tali tabelle si riferiscono a: ORIGINI (10 per ogni asse) UTENSILI (250 totali) CORRETTORI (300 totali) TABELLA UTENTE (400 variabili numeriche) MAGAZZINI (10 totali) DATA BASE DEGLI UTENSILI

Entrati in uno di questi ambienti possibile usufruire dei seguenti comandi per modificare i vari elementi della tabella: EDIT: INSERT: DELETE: FIND: SORT: SAVE: LOAD: PRINT: editor dell'elemento selezionato inserimento di un nuovo elemento cancellazione di un elemento ricerca di un elemento modifica del criterio di ordinamento degli elementi della tabella salvataggio della tabella dalla memoria su hard disk caricamento della tabella da hard disk alla memoria stampa della tabella specificata su una stampante collegata alla porta seriale della piastra di CPU

E` interessante notare la possibilit di visualizzare ogni utensile ed ogni correttore con i propri parametri associati, oppure visualizzare contemporaneamente i dati relativi ad un utensile e al correttore abbinato, o ancora le informazioni sul magazzino utensili. Ogni tabella, aperta con il comando EDIT, mostra i campi relativi all'elemento selezionato i cui valori sono accessibili anche dalla logica di macchina; i dati della Tabella Utente sono accessibili direttamente anche da programma (variabili L). disponibile un Editor della Tabella Utente che permette di suddividere le 400 variabili fino ad un massimo di 8 gruppi che vengono presentati all'Operatore come se fossero tabelle separate. Per tutte le tabelle infine disponibile, integrata nel sistema standard, l'utility SETUP per modificare il nome ed il range di ogni singolo campo delle tabelle oltre che gli HELP e il nome delle softkey associate allo scopo di personalizzare questa interfaccia operatore.

BACKUP/RESTORE delle Tabelle


Le funzionalit di BACKUP, permette un salvataggio completo su hard disk delle tabelle in memoria. La funzionalit di RESTORE ripristina nella memoria la copia di BACKUP di tutte le tabelle.

IMPORT/EXPORT delle Tabelle


Le tabelle salvate su file ASCII possono essere copiate su o da floppy disk.

5-26

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Journal File
Sul disco rigido presente un "file giornale" per preservare le modifiche fatte ad un programma in caso di caduta di tensione durante la fase di edit. Questo file viene aggiornato ogni volta che vengono eseguite un certo numero configurabile di premute di tasto. Dopo una caduta di tensione, rientrando in editor del file che si stava modificando, vengono automaticamente ripetute le operazioni memorizzate, riportando il programma nella stessa condizione in cui si trovava al momento dell'interruzione.

DOS Shell
Il DOS Shell un ambiente richiamabile mediante una softkey dedicata nel quale sono disponibili alcuni comandi del DOS per eseguire operazioni sui file utente presenti su hard disk, su floppy disk o su dischi remoti (vedi Communication). Il loro utilizzo semplificato dalle softkey e dalle finestre di introduzioni dati. Tra i comandi disponibili troviamo: PRINT: COPY: RENAME: DELETE: MKDIR: DIRECTORY: XCOPY: EDIT: FORMAT: SHOW DRIVES: BACKUP: RESTORE: stampa del file specificato su stampante locale o remota copia di uno o pi file tra direttori o dischi diversi rinomina di file o direttori cancellazione di file o direttori vuoti creazione di nuovi direttori visualizzazione del contenuto di un direttorio copia di file e direttori editor di file formattazione del floppy disk visualizzazione dei dischi e periferiche locali e remote copia di backup di file o direttori ripristino su hard disk di una copia di backup

PERIPHERALS
Il PERIPHERALS un ambiente richiamabile mediante una softkey dedicata che permette di configurare devices remoti e locali. Da questo ambiente possibile: configurare ed attivare Interlink, un programma di utilit fornito con il sistema operativo MS-DOS 6.22 che permette di connettere un sistema Serie 10 con un altro computer (o un altro sistema Serie 10) utilizzando una porta seriale. In questo modo da una macchina possibile accedere ai dati presenti sullaltra macchina senza dover usare floppy disk per copiare i files. configurare il device di output per stampare localmente. configurare il collegamento ad un controllore remoto del bootstrap del CNC. Questa funzione disponibile solo se CNC e controllore remoto (personal computer) sono connessi tra di loro tramite Mini-DNC e se sul controllore remoto stata installata anche lopzione Remote Development Kit. attivare il configuratore di rete connettere gli ambienti e servizi configurati come remoti (tramite il configuratore di rete del MiniDNC).

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-27

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

Comunicazione Mini-DNC Ethernet


Codice: Codice: 93000463H 93000464K Libreria DLL (documentazione in italiano) Libreria DLL (documentazione in inglese)

Tutti i modelli dei controlli numerici Serie 10, essendo basati su unarchitettura standard PC, offrono il canale di comunicazione Ethernet direttamente nel CNC ed una serie di funzionalit avanzate per lintegrazione del CNC in una rete di comunicazione standard. Infatti nei controlli Serie 10 stato implementato il protocollo di comunicazione standard NETBEUI, disponibile su tutti i PC Windows collegati in rete, e le funzionalit condividere in rete lhard disk del CNC e di accedere alle risorse condivise sulla rete direttamente dal CNC. In altre parole, loperatore dal CNC pu accedere agli archivi programmi o dati utensile memorizzati su un Server centralizzato oppure, dallufficio tecnico possibile trasferire i programmi tecnologici ed i dati di lavorazione dal PC al CNC, semplicemente trascinando i files dallhard disk locale del PC a quello remoto condiviso del CNC. Oltre alle funzionalit di trasferimento programmi, i CNC Serie 10 offrono unestesa libreria di funzioni per Windows 98 e NT (DLL), che consentono di sviluppare applicativi personalizzati in linguaggio C++ non solo per acquisire i dati di produzione da un PC di pianificazione della produzione, ma anche di sincronizzare pi controlli numerici collegati in rete tramite un supervisore di cella o di impianto. Il tipo di connessione, a seconda dei modelli di CNC, pu essere di tipo 10 base 2 (connettore BNC con cavo coassiale schermato) o 10 base T (connettore RJ45 con cavo bipolare twistato); la velocit di trasmissione di 10Mbaud per i moduli CNC e 100Mbaud per i moduli WinLink. NOTA: Per maggiori informazioni sui cavi di collegamento e sui connettori fare riferimento allAppendice A di questo manuale.

5-28

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

FACILITAZIONI OPZIONALI

Comunicazione Mini-DNC Seriale per Windows


Codice: 93000373C (documentazione in inglese/italiano)

Il Mini-DNC Seriale per Windows permette il trasferimento di files (programmi, tabelle, ecc.) tra un sistema della Serie 10 e un PC collegati tramite linea seriale RS-232. Tale funzionalit viene utilizzata nei modelli Serie 10 privi di comunicazione Ethernet. Questo applicativo stato progettato per funzionare con il sistema operativo Windows 95/98 e Windows NT. Le funzionalit disponibili sono: Trasmissione da PC e CN e viceversa. Cancellare da PC un qualsiasi file residente sul CN nei dischi utente (E: ed F:). Per qualsiasi delle operazioni permesse presente un Help che si attiva premendo il tasto specifico. disponibile un ambiente di configurazione in cui vengono definiti tutti i parametri di comunicazione, tra cui la velocit di trasmissione e il sistema Serie 10 a cui collegarsi. Possono essere definite fino a 12 configurazioni diverse, ognuna da abbinare ad uno specifico CNC.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-29

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

ASSET (Advanced Super Set Extension Tool)


Codice: 93000233A

Questa opzione consente di ampliare il set di comandi e le funzionalit della programmazione standard dei sistemi Serie 10 costituendo uno strumento molto semplice e potente per la personalizzazione dell'interfaccia uomo/macchina. Grazie a questa opzione possibile: la creazione di videate, la acquisizione di dati da tastiera, la creazione e personalizzazione di finestre di input sia come dati da visualizzare ed introdurre, sia come aspetto grafico, cio dimensione, posizione della finestra, colore e posizione dei dati visualizzati o introdotti, colore dello sfondo, ... SCR OUT DIF INP seleziona video definizione dei parametri dimensionali ed estetici di una riga del vi deo e del contenuto da visualizzare definizione dei parametri dimensionali ed estetici delle finestre di inserimento dati (data entry) gestione inserimento dati da tastiera

l'accesso alle variabili di sistema $xxxx LCK PLS PVS lettura/scrittura di variabili di tabella (utensili, correttori, origini) abilitazione/disabilitazione accesso in tabella lettura variabili di SW selezione dual port remota

la gestione diretta degli ingressi/uscite $I(n) e $O(n) identificano degli ingressi uscite fisiche il trattamento di file ASCII (programmi, messaggi, ...) e binari/formattati (dati, variabili, parametri,...) OPN WRT REA CLO DEL INS GDV RDV apertura di un file (con path e estensione) scrittura di un record del file aperto lettura del record di un file aperto chiusura di un file cancellazione di un file inserimento di un file nel direttorio dei programmi acquisizione drive A: o remoto rilascio drive A: o remoto

lettura dello stato dei processi, esecuzione di comandi verso i processi, lettura della posizione degli assi PRO DCC RTP ROP GPS RAP CON COF HON HOF RES selezione del processo locale cui saranno inviati i successivi comandi seleziona processo remoto lettura del numero utensile programmato o attivo nel processo lettura del numero correttore utensile programmato o attivo lettura dello stato e del modo di un processo lettura della quota dell'asse specificato cycle start cycle off hold on hold off reset

5-30

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

SMD SAX DIR JOG FHO

cambia modo seleziona asse per movimento manuale seleziona direzione movimento manuale definisce valore per movimento manuale incrementale attiva/disattiva FEEDHOLD

la gestione delle linee seriali SOP PUT GET EPS SCL abilitazione/disabilitazione e configurazione della seriale scrittura sulla porta seriale lettura dalla porta seriale esecuzione di part program da linea seriale chiusura della porta seriale

la gestione degli errori di programma ERR STE abilitazione/disabilitazione della gestione degli errori da programma variabile di sistema contenente il codice dell'errore

Tutte queste funzionalit sono attivate tramite triletterali dedicati eseguibili sia in MDI che all'interno di un programma. NOTA: I triletterali PVS, GDV, RDV, PRO, DCC, ERR sono disponibili anche senza opzione ASSET.

Continuous Laser Digitizing per sistemi Monoboard


Codice: 93000350F (versione con manuale in Italiano) 93000351Y (versione con manuale in Inglese)

Il Continuous Laser Digitizing una prestazione opzionale per i controlli numerici della Serie 10 (SOLO in versione monoboard, cio 10/110). Questa opzione consente, tramite un sistema di triangolazione laser, la scansione della superficie con l'acquisizione delle quote XYZ. La movimentazione, il controllo del flusso e lintero processo di acquisizione sono realizzati da un part program e da due task che girano in ambiente Dos Real Time. Il compito di un task quello di acquisire, ad intervalli fissi, linput analogico relativo al segnale del triangolatore e le quote degli assi, mentre il compito dellaltro task quello di fornire allutente uninterfaccia video tramite la quale vengono introdotti i parametri di scansione e sulla quale vengono visualizzate in tempo reale le superfici attualmente in scansione. Il part program, invece, dedicato alla movimentazione degli assi e al controllo, tramite variabili L condivise, del flusso di dati con i due task. All'accensione del CN i due task vengono lanciati e si pongono in attesa di comandi dal part program. Gli algoritmi di misura sono stati messi a punto per lacquisizione di bassorilievi di spessore tale da poter essere acquisiti senza effettuare spostamenti dellasse Z nel corso della scansione. Questo perch non previsto alcun feedback tra il programma che effettua lacquisizione e il part program che movimenta gli assi.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

5-31

Capitolo 5 Facilitazioni per lOperatore

DIGICAD : Manual Digitizing (Spline)


Codice: 93000141S

Questa prestazione permette l'apprendimento di profili per punti direttamente su un campione di lavorazione. I punti possono essere interpolati con rette, cerchi o curve spline per creare un profilo che pu poi essere elaborato ed ottimizzato per essere infine usato per creare un programma ISO direttamente eseguibile dalla macchina. L'insieme dei punti che definiscono il profilo, pu essere autoappreso dal controllo tramite la Console Portatile (Teach Pendant), che consente all'Operatore di muovere in manuale gli assi e di richiedere la memorizzazione (autoapprendimento) delle quote. In alternativa, per una maggiore precisione, possibile autoapprendere i punti direttamente da un ciclo di tastatura. Il pacchetto permette di configurare fino a 5 assi, di cui 3 lineari e 2 rotativi. possibile visualizzare il profilo generato in grafica 2D, su diversi piani, o in 3D. L'opzione distribuita su floppy, accompagnato da relativa documentazione. anche disponibile una versione offline da installare su Personal Computer (vedere capitolo 8: Opzioni Offline).
LINES :000398 FILE :CAP10.DGT REL 02.02 DATE: xx xx xx

X99.4Y117.9

X100.8Y126.4 THINNING LINE DEL-POINT 3D CIRCLE CIRCLE 3D DISPLAY SPLINE DIMENSION DIGITIZE ZOOM HELP CHECK EXIT

Esempio di interpolazione spline

FINE CAPITOLO

5-32

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo

FACILITAZIONI PER IL COSTRUTTORE

INTERFACCIA OPERATORE

OEM Softkeys
L'interfaccia operatore dei controlli della SERIE 10 fa un largo uso di menu a softkey che rendono comodo ed immediato l'inserimento dei dati e l'invio di comandi alla macchina. a disposizione del Costruttore un ambiente di softkey libero, in cui egli pu definire il nome delle softkey, la loro struttura ad albero (secondo il suo gusto e le sue esigenze) e la loro funzionalit. Questa viene gestita dalla logica di macchina che sar avvisata della premuta della softkey ed a cui verranno passati i parametri inseriti che essa si occuper di gestire secondo quanto stabilito dal Programmatore. I tipi di softkey configurabili sono: MAINTAINED: ON_OFF: NORMAL: MENU: DATA_ENTRY: la softkey rimane attiva finch viene mantenuta premuta la softkey rimane attiva fino alla prossima premuta la softkey rimane attiva per un istante (impulsiva) alla premuta si passa ad un livello di softkey inferiore (struttura ad albero) alla premuta della softkey viene aperta una finestra di introduzione dati configurabile (vedi di seguito)

Finestre di Inserimento Dati (Data_Entry)


In particolare, le softkey di tipo DATA_ENTRY, aprono delle finestre di cui possibile definire l'aspetto (messaggi, commenti, valori di DEFAULT,...) ed il tipo di input ammessi (interi, reali, stringhe) con controllo sul valore (massimo e minimo valore ammesso, lunghezza stringa, ...). Questo consente di costruire un interfacciamento personalizzato con l'Operatore di macchina per guidarlo nella scelta dei comandi e nell'inserimento dei dati.

HELP on-line
Ad ogni softkey OEM possibile associare una finestra di HELP multi-pagina per eventuali spiegazioni o avvertimenti per l'Operatore.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-1

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Scelta del Linguaggio


Il linguaggio di default usato per le finestre di HELP del sistema l'Inglese. Sono per disponibili dei dischetti contenenti i testi in linguaggi diversi: possibile ad esempio installare un linguaggio durante la messa a punto della macchina e installarne un altro prima della spedizione all'Utente finale di un'altra nazionalit.

Editor del Linguaggio


La Serie 10 offre come standard un potente strumento chiamato Language Editor che fornisce al Costruttore la possibilit di modificare gli HELP, i data_entry, i messaggi e le softkey di sistema secondo le proprie esigenze o di tradurre integralmente l'interfaccia operatore in qualsiasi lingua egli desideri. Il linguaggio di default (Inglese) comunque sempre residente ed attivabile sul CNC. Tali modifiche possono essere eseguite sul CNC oppure offline su un normale PC.

Configurazione delle Videate


Un altro potente strumento di personalizzazione della macchina offerta dalla scelta di molteplici videi, standard o configurabili. Sono disponibili fino ad un massimo di 12 videate diverse di cui 7 a formato tutto schermo e 5 divise in 4 quadranti elementari componibili. Delle 7 videate a tutto schermo, 2 sono standard, 1 dedicata alla visualizzazione degli assi ausiliari ed configurabile nella parte inferiore, e 4 sono direttamente gestibili dalla logica di macchina (la loro definizione e gestione a carico del Costruttore). Le 5 videate a quadranti elementari possono essere composte scegliendo fra 8 diversi quadranti di sistema standard e 4 quadranti di logica definiti dal Costruttore. Nelle versioni multiprocesso i quadranti possono appartenere a processi diversi: questo permette di visualizzare le informazioni dei vari processi in un'unica videata.

Editor dei Sinottici


Tutti i videi di logica possono essere costruiti grazie all'Editor dei Sinottici. Questo permette all'OEM di creare, per mezzo di colori e caratteri semi-grafici, una "maschera" formata, ad esempio, da finestre o da un disegno schematico dell'impianto.

Gestione dei Videi OEM


I videi a disposizione del Costruttore, eventualmente integrati grazie all'Editor dei Sinottici, possono essere aggiornati con messaggi o altre informazioni dalla logica di macchina. Ci consente di ottenere una interfaccia operatore personalizzata decisa secondo i gusti e le particolari esigenze dell'OEM.

6-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Livelli di Sicurezza
Sui controlli della SERIE 10 disponibile l'Utility SECURITY che permette di gestire i livelli di protezione del sistema. I livelli previsti sono 7: 0 - Riservato 1 - Riservato 2 - Riservato 3 - OEM/SERVICE : modifiche di parametri dell'applicazione, assistenza clienti 4 - END_USER : installazione opzioni 5 - END_USER_TEC : sviluppo programmi tecnologici, gestione utensili, ... 6 - OPERATOR : utilizzo macchina utensile I controlli che arrivano al Costruttore sono a livello 3. Dopo aver completato la configurazione ed i test di funzionamento della macchina, egli pu definire una parola d'ordine per l'accesso a quel livello e settare il sistema al livello successivo disabilitando alcune funzionalit (per esempio accesso ai parametri di caratterizzazione, accesso ai direttori dei programmi, ...).

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-3

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

CONFIGURAZIONE (AMP)

Configurazione Guidata
Il configuratore dei sistemi della SERIE 10 denominato AMP (Adjustable Machine Parameters). E` un pacchetto software che pu essere eseguito in contemporanea con la lavorazione. La configurazione "ad ambienti" elencati nel menu principale: da questo si passa ai sotto-menu corrispondenti agli argomenti scelti. Oltre ai normali parametri di " set-up" della macchina (moduli hardware del sistema, assi, I/O, parametri tecnologici, ...), possibile configurare linterfaccia operatore (OEM softkey, videate,...) ed i pacchetti accessori OEM.

HELP on-line per ogni Parametro


Il sistema di configurazione molto semplice da usare grazie ai menu a softkey guidati ed alle videate a tutto schermo per l'inserimento dei dati, descritti da un HELP on-line per ogni men e per ogni parametro.

Capacit di 4 differenti Configurazioni


possibile avere fino a 4 differenti configurazioni, abilitabili singolarmente. Questo molto utile durante l'integrazione della macchina o quando devono essere eseguiti alcune modifiche della configurazione: ci pu essere fatto anche con la macchina in lavorazione.

Generazione Automatica del File AMP Binario


Quando la configurazione stata completata, essa viene automaticamente tradotta in un formato binario interno.

Stampa dell'AMP
disponibile la funzione di PRINT parziale o totale della configurazione che avviene su di una stampante direttamente collegata alla porta seriale della scheda Main CPU.

6-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

INTERFACCIA DI LOGICA (PLUS)

PLC Integrato
Linterfaccia tra il controllo numerico e la macchina utensile viene realizzata in linguaggio PLUS (Programmable Logic Universal System), conforme allo standard IEC 1131A. Per entrare nellambiente PLUS, non necessario avere alcun dispositivo esterno: il pacchetto residente sul controllo e per attivarlo basta premere la softkey dedicata.

Interfaccia Operatore Guidata


Anche in questo caso, softkey, menu, ed help rendono lambiente estremamente facile da usare.

Linguaggio di Programmazione PLUS


Pi che di un semplice linguaggio si tratta in realt di un vero e proprio ambiente di sviluppo completo e universale: basti pensare ai diversi linguaggi di utilizzo ( Instruction List, Macro Instruction List, Function Block/Ladder Diagram, Sequential Function Chart), ai relativi editor, al compilatore, al generatore di codice, al "debug", al documentatore. Per una pi veloce implementazione dell'interfaccia di logica viene fornita, per ogni editor, una vasta gamma di funzioni di libreria.

Funzioni del PLUS


Il PLUS dispone di una ampia e completa libreria di funzioni elementari che, composte secondo le esigenze del Programmatore, permettono la gestione delle seguenti funzionalit: gestione variabili (booleane, intere, reali, ASCII) gestione timer e contatori funzioni matematiche estese gestione assi gestione del mandrino gestione assi ausiliari (punto a punto) gestione emergenze funzioni di console gestione softkey, videi e messaggi funzioni di accesso ai dati del sistema funzioni di accesso ai parametri degli assi gestione tabelle gestione linea seriale

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-5

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Esempi di diversi linguaggi di programmazione della logica di macchina

6-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Variabili PLUS
Il PLUS gestisce sia le variabili locali (M) che globali (G), ovvero in comune con i processi. Tali variabili possono essere di tipo booleano, intero, reale e ASCII. Oltre al nome assoluto, ad ogni variabile pu essere associato un nome simbolico a piacere, ed un commento descrittivo.

Timer e Contatori
Altri tipi di variabile gestite dal PLUS sono costituite dai contatori e dai temporizzatori, con tempo di conta minimo pari a 10 msec.

Funzioni Matematiche
Fanno parte della libreria del PLUS una serie di funzioni matematiche quali SENO, COSENO, TANGENTE, RADICE QUADRATA, LOGARITMO, ESPONENZIALE, ...

Gestione Assi
Le funzioni per la gestione assi comprendono: abilitazione, gestione dei limiti software ed hardware, azzeramento assi, ...

Gestione Mandrino
possibile una completa gestione del mandrino: abilitazione, rotazione, gamma, orientamento, reset, ...

Gestione Assi Ausiliari (Punto a Punto)


disponibile anche un set di funzioni per la gestione degli assi ausiliari (o punto a punto): abilitazione, reset, azzeramento, movimento assoluto o incrementale, percorso pi breve, ...

Gestione Emergenze
La gestione delle emergenze recoverabili (servo error, skew error, errore di fase encoder, ...) libera e completamente affidata alla logica.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-7

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Funzioni di Console
possibile da logica inviare tutti i comandi di console: cycle start, cycle stop, reset, percentuali di

Gestione Softkey, Videate e Messaggi


Le OEM SOFTKEY rappresentano unestensione ai menu di softkey proposti dal sistema, e si possono considerare alla stregua di un pannello operatore personalizzato dal costruttore. possibile definire un menu principale, da cui ogni softkey pu richiamare altri sotto-menu. Le softkey possono anche richiamare delle finestre per lintroduzione di dati. Finestre di help, generali o sui singoli parametri, sono anche configurabili. Il procedimento di definizione delle varie OEM softkey, con menu, finestre, help, avviene, nel solito modo semplice e amichevole, attraverso lAMP. Alla premuta di una softkey, viene avvisata la logica di macchina che gestir questo evento secondo quanto deciso dal Programmatore. La logica ha anche la possibilit di disabilitare le softkey (sia di sistema che OEM) per evitare che l'Operatore esegua delle operazioni non desiderate. Le videate di logica sono uno strumento utilissimo per personalizzare la logica di interfaccia. Esse possono essere sia di formato quadrante che di formato schermo intero. Una volta configurata una videata, ed eventualmente strutturata grazie all'Editor dei Sinottici (vedi), la logica di interfaccia vi pu accedere per operazioni di scrittura di dati o messaggi o, ad esempio, per accendere e spegnere le lampadine di emergenza rappresentate nel sinottico.

Esempio di videata di logica creata con l'Editor dei Sinottici

6-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Funzioni di Accesso alle Variabili di Sistema


Lo stato del sistema reso noto alla logica in ogni momento attraverso le variabili di sistema (S). La logica pu inoltre leggere/scrivere sulle variabili di ogni singolo processo mediante delle funzioni dedicate.

Funzioni di Accesso ai Parametri Assi


Fanno parte della libreria standard del PLUS una serie di funzioni per la lettura/scrittura in tempo reale dei parametri degli assi (e mandrini) quali: quota attuale e teorica, errore di inseguimento, stato dell'asse, ...

Gestione Tabelle
disponibile una serie di funzioni per la ricerca, lettura e scrittura di dati nelle tabelle (origini, utensili, correttori, utente). Ci permette ad esempio la gestione del cambio utensile, del correttore o delle tabelle utente in modo assolutamente libero, anche non standard, secondo le proprie esigenze specifiche.

Gestione Linea Seriale


Una serie di funzioni di libreria, unite a quelle per la gestione dei caratteri ASCII, permette la libera gestione della linea seriale della scheda PLC (OS8012), secondo un protocollo di scambio dati da definire a piacere.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-9

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Debug del PLUS


Il PLUS prevede l'ambiente ON LINE in cui viene presentata la logica di macchina nel linguaggio prescelto con la visualizzazione del valore assunto da ogni variabile aggiornato in tempo reale. Facendo scorrere sul video il codice scritto con i valori assunti dalle variabili, estremamente comodo ed immediato individuare eventuali errori commessi. Tramite la premuta di un tasto poi possibile passare direttamente nell'ambiente EDITOR per effettuare eventualmente delle correzioni. Queste saranno attivate alla prossima riaccensione del sistema.

Attivazione della logica "al volo"


Dopo aver eseguito delle modifiche ed aver compilato la logica, possibile eseguire una riattivazione automatica "al volo" della logica, senza dover necessariamente spegnere e riaccendere il sistema. Tale procedura impiega pochi secondi.

Lettura/Scrittura delle Variabili "al volo"


Un altra possibilit di testare la logica offerta dal VARIABLE DEBUGGER, un ambiente che consente di visualizzare in tempo reale tutte le variabili locali e globali della logica, le variabili di interfaccia tra sistema e logica, gli ingressi ed uscite fisiche, i timer e contatori. anche possibile impostare per ciascuna variabile un valore che sar subito attivo.
Plus Variables Debuger DATE: xx xx xx TIME: xx xx xx

VARIABLE MW300 MW405 SW3 GD12 I0 GW30

DECIMAL 234 17728 0 -3.5234e+4 24321

HEXADECIMAL EA 4540 0 5F01

BINARY 0000000011101010 1000101000000000 0000000000000000 10010001001 1011111000000001

NEXT DISPLAY SELECT VAR WRITE VAR COMPILE LIST

HELP EXIT

Variable Debugger

6-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Logic Analyzer
Il LOGIC ANALYZER un analizzatore degli stati logici di segnali booleani (flag, segnali digitali di input/output, ... ). possibile definire fino a 16 variabili il cui stato sar poi visualizzato in contemporanea secondo un temporizzatore definito come multiplo di 10 msec. La visualizzazione pu avvenire in continuo o con un trigger di partenza e di fine. Le tracce visualizzate possono essere memorizzate ed esaminate pi in dettaglio, misurando ad esempio la durata di ciascun segnale.

Plus Logic Analyzer

DATE: xx xx xx

TIME: xx xx xx
ABS t = xxx Step = 10 Rel t = xxx

S20,7 I0,2 I3,5 M100,3 M101,1 G20,0

Trigger start: Trigger stop: Samp rate :

I0,0 S3,2 10

> <

0 1

STOP END BUF VARIABLE CONF PARAM CONT TRACE TRIGGER

HELP EXAME DATA EXIT

Logic Analyser

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-11

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Timing Monitor
Il TIMING MONITOR uno strumento di debug che consente di conoscere il tempo di ciclo dei task che compongono la logica di macchina. possibile monitorare la durata del task real-time (aggiornamento I/O), del task FORE (il task di logica veloce) e di 4 task BACK a scelta (task di logica lenta) contemporaneamente: per ognuno di essi viene visualizzato il tempo minimo di esecuzione, il tempo attuale, il tempo di picco temporaneo ed il tempo di picco massimo. Una scala graduata fornisce una rappresentazione grafica del tempo attuale. La funzione HOLD permette di sospendere l'aggiornamento dei tempi per analizzare la situazione. La funzione RESET permette di azzerare il tempo massimo.
PLUS Monitor DATE: xx xx xx TIME: xx xx xx

MIN TIME Real Time $Fore $Back1 $Back2 $Back3 $Back4 0.76 1.10 10 10 10

ACTUAL TIME 0.78 1.15 20 30 40

TEMP PEAK 40 70 80

MAX TIME 1.35 2.17 630 720 320

20

20

50

120

HELP RESET HOLD SELECT EXIT

Timing Monitor

Quick Plus
Il Quick Plus realizza una interfaccia chiara ed estremamente semplice per le informazioni provenienti dal sistema e fornisce una serie di macro funzioni per la gestione di alcune delle pi importanti

Le informazioni provenienti dal sistema (valore della S o della F programmate, funzioni M, ...) sono presentate al programmatore della logica su una area di interfaccia predefinita e mappata in modo rigido, denominata Pacco M. Sempre tramite il Pacco M, la logica utente pu inviare le sue richieste al sistema (rotazione mandrino, movimento assi ausiliari, visualizzazione messaggi, funzioni di console, ...). Il Quick PLUS maschera tutte le problematiche di sincronizzazione tra i vari task presenti nel PLUS e riduce drasticamente la quantit di codice che il Programmatore della logica deve scrivere pur mantenendo intatte tutte le prestazioni e le funzionalit del PLUS.

6-12

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

FACILITAZIONI OPZIONALI

Gestione Magazzini Utensili


Codice: 93000166L (documentazione in Italiano) 93000167N (documentazione in Inglese)

L'opzione della Gestione Magazzini un pacchetto completo per la gestione di magazzini di utensili dedicata, in particolare, al cambio utensile. Essa consente la gestione della vita utensile e la gestione dei controlli sul tempo di lavorazione dei vari utensili. Tale opzione si basa su di alcune funzionalit dell'Editor Tabellare e su alcuni blocchi funzionali ( grado di gestire fino a 10 magazzini utensili. Inoltre sono comprese delle funzionalit che consentono di gestire una macchina con un magazzino utensili in "Gestione Random". Questa prestazione utile quando necessario effettuare il cambio utensile con un braccio scambiatore. Il cambio avviene nel seguente modo: lutensile programmato viene prelevato dalla catena utensili e depositato nel mandrino. Contemporaneamente, lutensile che ha terminato la lavorazione viene tolto dal mandrino e inserito in catena al posto di quello programmato. Gli utensili tornano in catena in modo "casuale" e non pi nella posizione da cui erano stati prelevati. La Gestione Random Utensili consente inoltre di gestire gli utensili speciali che occupano pi di una posizione nelle catena porta utensili.

DOS Graphic Interface


Codice: 93000142U

Questa opzione permette al Costruttore di creare applicativi DOS personalizzati usando il linguaggio "C". Questi vengono generati su un PC e poi fatti eseguire al controllo, contemporaneamente alla lavorazione di un pezzo. Per questo si utilizza la partizione UTILITY: in caratterizzazione l'applicativo viene associato ad una softkey; quando l'Operatore, in qualsiasi momento, la preme, l'applicativo viene mandato in esecuzione. Sono ammessi fino ad un massimo di 10 diversi applicativi residenti sul controllo, attivabili in alternativa. Questa opzione (disponibile su floppy disk) formata da una serie di funzioni di libreria per l'interfaccia col sistema che permettono la gestione del video, della tastiera e la lettura/scrittura della variabili di sistema. L'opzione completata da un manuale. NOTA: Tali applicativi DOS devono essere sviluppati con i mezzi messi a disposizione da questa opzione, vale a dire le librerie specifiche per accesso alle risorse fisiche, e seguendo le procedure indicate sul manuale. Per la compilazione su PC occorre utilizzare il compilatore "C" Microsoft versione 5.1 o 6, tale compilatore anche disponibile per la compilazione direttamente sul controllo. Microsoft un marchio registrato di Microsoft Corporation

La documentazione relativa a questa opzione disponibile solo in lingua Inglese e non inclusa nel codice commerciale dellopzione software. Quindi se necessario occorre ordinare il manuale codice 45004387P .

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-13

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

DOS Real Time Interface


Codice: 93000244H

Questa opzione si pu considerare un'estensione di quella precedente. La sua funzione sempre quella di permettere la creazione di un applicativo DOS, in linguaggio C, da generare su un PC e da far eseguire sul controllo. La differenza fondamentale tra le due che, mentre un applicativo creato con il DOS Graphic Interface gira all'interno della partizione UTILITY del controllo (in alternativa ad altri pacchetti quali l'Editor Grafico, il Digitizing, ...), un applicativo creato con l'opzione DOS Real Time interface gira in una partizione DOS dedicata, parallela e contemporanea a quelle di sistema (processi, assi, logica, interfaccia operatore), con priorit definibile, permettendo un esecuzione "in tempo reale". Questa opzione disponibile su floppy, comprende una libreria di funzioni e la relativa documentazione. Alle funzioni gi disponibili con l'opzione DOS Graphic Interface, se ne aggiungono altre che consentono un accesso pi ampio a tutte le partizioni del sistema (processo, logica di macchina, interpolatore assi, ...). NOTA: Tali applicativi DOS devono essere sviluppati con i mezzi messi a disposizione da questa opzione, vale a dire le librerie specifiche per accesso alle risorse fisiche, e seguendo le procedure indicate sul manuale. Per la compilazione su PC occorre utilizzare il compilatore "C" Microsoft versione 5.1 o 6, tale compilatore anche disponibile per la compilazione direttamente sul controllo. Per questa opzione sono richiesti 8 Mbyte di memoria sulla scheda Main CPU. Microsoft un marchio registrato di Microsoft Corporation

La documentazione relativa a questa opzione disponibile solo in lingua Inglese e non inclusa nel codice commerciale dellopzione software. Quindi se necessario occorre ordinare il manuale codice 45004427W.

End User DOS


Codice: 93000245B (documentazione in Inglese)

Questa opzione consente di eseguire direttamente sul controllo pacchetti software commerciali, nati per l'ambiente PC, in cui l'accesso alle risorse hardware non gestito dal BIOS ma diretto (esempio: CAD/CAM, terminal emulator, ...). In pratica tramite l'opzione End User DOS la Serie 10 mette a disposizione dell'utente una vera e propria macchina virtuale DOS in cui si ha accesso al video, tastiera, FDU, HDU ed eventuali altre risorse hardware, in parallelo con l'esecuzione della lavorazione. Se usato insieme all'opzione DOS Real Time, sono anche possibili interazioni con gli altri moduli del software di sistema. NOTA: Per questa opzione sono richiesti 8 Mbyte di memoria sulla scheda Main CPU.

6-14

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

Diagnostica Remota
Codice: 93000272H

Questa opzione consente di effettuare la diagnostica del funzionamento di un CNC Serie 10 da parte di un PC remoto mediante collegamento via modem.

modem

linea seriale

Collegamento via modem tra un CNC ed un PC Le funzionalit disponibili sono: 1. possibilit di colloquio diretto tra l'operatore lato PC e l'operatore lato CNC tramite finestre di data_entry; ci evita la necessit di utilizzare un'altra linea telefonica 2. cattura delle videate del CNC e visualizzazione sul video del PC con possibilit di verificare lo stato del sistema e leggere le variabili di processo e di logica 3. possibilit di trasferimento file (programmi, tabelle, file di configurazione e di logica, ...) da PC direttamente sul'HDU del CNC Le funzionalit disponibili, consentendo una visione diretta del controllo, permettono una diagnostica approfondita dello stato del sistema in caso di anomalia, riducono problemi di incomprensione con l'utente finale ed evitano la necessit di intervento in-loco o consentono comunque interventi mirati. Tale opzione compatibile con la Release 3.0 o successive del Software di Sistema Serie 10. Richiede un PC con CPU di tipo Intel 286 o superiore. L'opzione non include i modem; i modem da utilizzare sono del tipo Hayes compatibili. L'opzione include due floppy, da installare sul CNC e sul PC rispettivamente, ed un manuale. NOTA: Questa opzione richiede obbligatoriamente anche l'opzione DOS Real Time. Intel un marchio registrato di Intel Corporation 286 un marchio registrato di Intel Corporation.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

6-15

Capitolo 6 Facilitazioni per il Costruttore

FINE CAPITOLO

6-16

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (06)

Capitolo

FACILITAZIONI PER LA DIAGNOSTICA

DIAGNOSTICA

Servo Monitor: Modifica dei Parametri Assi e Mandrino


L'ambiente SERVO MONITOR permette di modificare i parametri degli assi in tempo reale, senza usare il configuratore AMP e senza quindi dover spegnere il controllo ad ogni modifica. I parametri che si possono modificare "al volo" sono i seguenti: tolleranza assi (tempo di entrata in tolleranza, tolleranza di posizionamento, time out tolleranza), gioco assi, velocit e accelerazioni (in rapido, in lavoro), limiti operativi, parametri degli assi split, parametri del mandrino, valore del null offset, costanti di guadagno del ciclo di asservimento e i rimanenti parametri di asservimento assi. I valori modificati al volo rimangono attivi fino al prossimo spegnimento del controllo, nel qual caso saranno ripristinati i valori di configurazione. Per renderli attivi anche dopo uno spegnimento necessario modificarli in AMP. NOTA: Tale strumento estremamente utile nella fase di installazione e messa a punto della macchina poich riduce notevolmente i tempi di lavoro, ed valido tanto per l'OEM quanto per il tecnico di assistenza.

Servo Monitor: Oscilloscopio


La funzione OSCILLOSCOPIO permette di controllare e visualizzare in forma grafica la velocit teorica sul profilo e la velocit e l'errore di inseguimento di ogni asse, campionate con un temporizzatore multiplo del tick di sistema. La visualizzazione pu avvenire in modo continuo o definendo un trigger di partenza e di fine. La traccia visualizzata pu poi essere esaminata pi in dettaglio tramite le funzioni di ZOOM e di DIMENSION, che consente di conoscere in ogni punto il valore assunto dalla funzione. Infine la traccia pu essere memorizzata su file.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (05)

7-1

Capitolo 7 Facilitazioni per la Diagnostica

S e r vo M on ito r

DATE: xx xx xx

T IM E : x x x x x x t = + 6345 f = + 4327.0

f +6000.0 err +10.0

id = 3 id = 7

f -6000.0 err -10.0 0.0000 +6000.0 t HELP C HA NG E PA R A M C O N FIG OS C ILL OS C ILL C ON T TRIGGER EXAME DATA EXIT

Oscilloscopio

Security
Come gi descritto nel capitolo dedicato al Costruttore, l'ambiente SECURITY consente vari livelli di accesso al sistema. In particolare per il Tecnico di Assistenza possibile prevedere un livello a priorit maggiore rispetto l'Utente finale in modo che abbia accesso ad un numero maggiore di funzionalit che gli consentano di intervenire per quanto gli compete sulla macchina, secondo quanto stabilito dal Costruttore.

System History
I controlli della SERIE 10 sono dotati di un file di "storia" che registra gli ultimi 800 messaggi diagnostici emessi dal sistema e/o dalla logica utente a fronte di operazioni errate o di malfunzionamenti. La registrazione dei messaggi comprensiva di data e ora. In tal modo, nelleventualit di un guasto, il tecnico di assistenza facilitato nel determinarne la causa, riducendo drasticamente i tempi per la rimessa in funzione dellimpianto.

FINE CAPITOLO

7-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (05)

Capitolo

OPZIONI OFFLINE

Le versioni offline dei pacchetti opzionali disponibili per i controlli della Serie 10, funzionano su Personal Computer IBM compatibili di classe AT 286 o superiore con scheda VGA, hard disk e sistema operativo DOS 3.0 o successivo. La release dell'opzione indipendente dalla release del Software di Sistema. L'opzione viene fornita in un kit comprendente: il software su floppy da 1.4 Mbyte 3,5" una chiave hardware da collegare alla porta parallela del PC un manuale

Manual Digitizing Offline (Spline)


Codice: 93000128G

pacchetto che gira su PC per la generazione di profili ottenuti dall'interpolazione di punti autoappresi. Le modalit di autoapprendimento sono due: da video: tramite tastiera un cursore viene spostato sul video e le sue coordinate sono visualizzate in alto a destra. Su richiesta, la posizione attuale del cursore viene memorizzata. Questa modalit viene in genere utilizzata per correggere un profilo precedentemente acquisito. da tavoletta grafica: i punti vengono digitalizzati direttamente dal disegno, utilizzando il mouse della tavoletta grafica. I punti autoappresi possono venire interpolati con tratti di retta, cerchio o curva spline, anche alternati tra loro. In caso di curva spline, possibile imporre il valore delle tangenti nei punti iniziale e finale oppure lasciare che siano calcolate automaticamente. possibile modificare, cancellare o aggiungere nuovi punti. possibile inoltre sfoltire il numero di punti non necessari definendo un errore di forma massimo. Infine il pacchetto si preoccupa automaticamente della generazione di un file ISO corrispondente al profilo digitalizzato. Per maggiori informazioni fare riferimento al paragrafo Facilitazioni Opzionali (Capitolo 5 "Facilitazioni per lOperatore") in cui viene descritta la versione Online di questa prestazione.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

8-1

Capitolo 8 Opzioni Offline

Editor Grafico per Fresatrici Offline


Codice: 93000129A (documentazione in Italiano)

la versione per PC di parte dell'editor disponibile come opzione sui controlli della SERIE 10. Grazie ad elevate prestazioni grafiche, permette di definire un profilo partendo dalla definizione di elementi geometrici quali origini, punti, linee, cerchi, raccordi circolari e smussi. Il profilo viene automaticamente tradotto generando un programma che pu essere immediatamente eseguito.

Remote Development Kit (RDK)


Codice: 93000327P (documentazione in Inglese) 93000326M (documentazione in Italiano)

Il Remote Development Kit (RDK) un opzione software per Personal Computer che permette lo sviluppo ed il debug della configurazione (AMP) e della logica di macchina (PLUS) di un controllo numerico Serie 10 con la stessa operativit prevista sul CN. L RDK pu essere utilizzato in due diverse modalit : 1) OFFLINE (PC non connesso con il Controllo Numerico). 2) ONLINE (PC connesso con il Controllo Numerico tramite rete Ethernet). Se il CN ed il PC sono predisposti alla modalit ONLINE comunque possibile passare alla modalit OFFLINE Nella modalit OFFLINE possibile: sviluppare logiche di macchina PLUS da trasferirsi sul controllo numerico tramite floppy disk sviluppare configurazioni macchina AMP da trasferirsi sul controllo numerico tramite floppy disk sviluppare logiche di macchina PLUS direttamente sul controllo numerico sviluppare configurazioni macchina AMP direttamente sul controllo numerico trasferire da PC a CN e viceversa sia le configurazioni AMP che le logiche PLUS effettuare il debug delle logiche di macchina tramite un ambiente uguale a quello presente sul CN (PLUS - DEBUG). Non presente il solo Logic Analyser

Nella modalit ONLINE possibile:

Nella modalit ONLINE in ambiente Windows inoltre possibile : effettuare il reboot del controllo numerico verificare i messaggi diagnostici che il CN genera durante il bootstrap controllare il CN tramite un Pannello Operatore software Interagire con i dischi utente del CN (copie di Part Program, back-up directory o dischi etc. p. es. da File Manager)

Lopzione Remote Development Kit composta da 3 floppy disk da 3.5, da una chiave hardware di abilitazione e dal manuale Guida allinstallazione.

8-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Capitolo 8 Opzioni Offline

Il Kit pu essere utilizzato su un Personal Computer compatibile IBM con le seguenti caratteristiche minime. Modalit OFFLINE: CPU Memoria di sistema Spazio su disco per il programma Video Unit floppy disk Sistema Operativo 286 o superiore + coprocessore matematico 1 Mb 7Mb VGA 3.5 1.44Mb MS-DOS 6.22

Modalit ONLINE: CPU Memoria di sistema Spazio su disco per il programma Video Unit floppy disk Sistema Operativo Scheda di rete 486 o superiore 4 Mb 7 Mb VGA 3.5 1.44Mb MS-DOS 6.22, Windows 3.11 for Workgroups o Windows 95/98, Windows NT Rete NE 2000 compatibile

Per utilizzare il PLUSEDIT (editor delle logiche di macchina PLUS) la memoria convenzionale libera deve essere di circa 525 Kbyte. NOTA: Microsoft un marchio registrato di Microsoft Corporation.

Ethernet Remote Setup


Codice: 93000465M

Il Remote Setup unopzione software per PC che permette linstallazione e laggiornamento del software di sistema del CNC tramite connessione Ethernet ad alta velocit (10Mbaud). Mediante tale opzione vengono rese estremamente semplici e veloci le operazioni di messa in servizio del CNC e di aggiornamento delle macchine in produzione connesse ad un PC (o WinLink) via Ethernet.

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

8-3

Capitolo 8 Opzioni Offline

FINE CAPITOLO

8-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (07)

Appendice

CAVI E KIT CONNETTORI


CAVI PER CNC 10/110

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-1

Appendice A Cavi e Connettori

CAVI PER CNC 10/510

A-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice A Cavi e Connettori

CAVI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE BLINK

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-3

Appendice A Cavi e Connettori

CAVI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE OPLINK

A-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice A Cavi e Connettori

CAVI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 CON PANNELLO OPERATORE BLINK

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-5

Appendice A Cavi e Connettori

CAVI PER COLLEGARE 10/565 E 10/585 CON PANNELLO OPERATORE OPLINK

A-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice A Cavi e Connettori

CAVI PER COLLEGARE 10/565 E 10/585 CON PANNELLO OPERATORE WINLINK

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-7

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER CNC 10/110

A-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER CNC 10/510

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-9

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE BLINK

A-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/510 E PANNELLO OPERATORE OPLINK

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-11

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 PANNELLO OPERATORE BLINK

A-12

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 PANNELLO OPERATORE OPLINK

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

A-13

Appendice A Cavi e Connettori

MATASSE DI CAVI E CONNETTORI PER COLLEGARE CNC 10/565 E 10/585 PANNELLO OPERATORE WINLINK

FINE APPENDICE

A-14

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice

CODICI COMMERCIALI DEI PRODOTTI DELLA LINEA CNC SERIE 10

CODICI COMMERCIALI PER LA DOCUMENTAZIONE


CODICE 45001236Q 45001237J 45004346L 45004347N 45004351E 45004376Y 45004377S 45004378D 45004379P 45004380J 45004391F 45004392H 45004421J 45004422L 45004427W 45004451F 45004452H 45004453B 45004454M 45004455P 45004456R 45004457K 45004458E 45004459G DESCRIZIONE 10/S PRODUCT SPECIFICATIONS MANUAL (ITA) 10/S PRODUCT SPECIFICATIONS MANUAL (ENG) 10/S DIGICAD MANUAL (ITA) 10/S DIGICAD MANUAL (ENG) 10/S MILL GRAPH ED OFF MAN (ITA) 10/S MILL GRAPH EDITOR MAN (ITA) 10/S MILL GRAPH EDITOR MAN (ENG) 10/S MILL GRAPHIC EDITOR (FRA) 10/S MILL GRAPHIC EDITOR (GER) 10/S MILL GRAPHIC EDITOR (SPA) 10/S ELECTRONIC CAM MANUAL (ITA) 10/S ELECTRONIC CAM MANUAL (ENG) 10/S TOOL MAGAZINE MANUAL (ITA) 10/S TOOL MAGAZINE MANUAL (ENG) 10/S DOS REAL TIME INTERFACE MAN (ENG) 10/S USER MANUAL (ITA) 10/S USER MANUAL (ENG) 10/S USER MANUAL (FRA) 10/S USER MANUAL (GER) 10/S USER MANUAL (SPA) 10/S PROGRAMMING MANUAL (ITA) 10/S PROGRAMMING MANUAL (ENG) 10/S PROGRAMMING MANUAL (FRA) 10/S PROGRAMMING MANUAL (GER)

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

B-1

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICE 45004460S 45004461K 45004462M 45004471P 45004472R 45004474V 45004481C 45004482E 45004483G 45004486N 45004487Q 45004489D 45004496J 45004497L 45004501E 45004502G 45006466Z 45006511B 45006581H 45006646K 45006647M 45006656P 45006657R 45006661R 45006666T 45006667V 45006671M 45006672P 45006676X 45006677Z 45006681A 45006682C 45006686L 45006687N 45006688H

DESCRIZIONE 10/S PROGRAMMING MANUAL (SPA) 10/S END USER DOS (ITA) 10/S END USER DOS (ENG) 10/S ASSET MANUAL (ITA) 10/S ASSET MANUAL (ENG) 10/S ASSET MANUAL (TED) 10/S W USER MANUAL (ITA) 10/S W USER MANUAL (ENG) 10/S W USER MANUAL (FRA) 10/S TEACH PENDANT MANUAL (ITA) 10/S TEACH PENDANT MANUAL (ENG) TEACH PENDANT (TED) 10/S REMOTE DIAGNOSTIC MANUAL (ITA) 10/S REMOTE DIAGNOSTIC MANUAL (ENG) 10/S MINI-DNC ETH.-FUNCTION LIB. (ITA) 10/S MINI-DNC ETH.-FUNCTION LIB. (ENG) RITEC MANUAL (ITA/ENG) OSARING MANUAL (ITA/ENG) ADARING MANUAL (ITA/ENG) 10/S QUICK PLUS APPLICATION MANUAL (ITA) 10/S QUICK PLUS APPLICATION MANUAL (ENG) 10/S INSTALLATION GUIDE (ITA) 10/S INSTALLATION GUIDE (ENG) 10/S W QUICK PLUS APPLICATION MANUAL (ITA) 10/S AMP - SW CHARACTERIZATION MAN. (ITA) 10/S AMP - SW CHARACTERIZATION MAN. (ENG) 10/S PLUS LANGUAGE MANUAL (ITA) 10/S PLUS LANGUAGE MANUAL (ENG) 10/S PLUS APPLICATION MANUAL (ITA) 10/S PLUS APPLICATION MANUAL (ENG) 10/S PLUS LIBRARY MANUAL (ITA) 10/S PLUS LIBRARY MANUAL (ENG) 10/S SW INSTALLATION MANUAL (ITA) 10/S SW INSTALLATION MANUAL (ENG) 10/S SW INSTALLATION MANUAL (FRA)

B-2

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICE 45006689B 45006690M 45006696Q 45006697J 45006698D 45006706N 45006707Q 45006716P 45006717R 45006791F 45006841K 45006842M 92743048Q 92743053R 93000225J 93000226L 93000227N 93000296A 93000304C

DESCRIZIONE 10/S SW INSTALLATION MANUAL (GER) 10/S SW INSTALLATION MANUAL (SPA) 10/S W SW INSTALLATION MANUAL (ITA) 10/S W SW INSTALLATION MANUAL (ENG) 10/S W SW INSTALLATION MANUAL (FRA)) 10/S REMOTE DEVELOPMENT KIT (ITA) 10/S REMOTE DEVELOPMENT KIT (ENG) 10/S CONTINUOUS LASER DIGITIZING (ITA) 10/S CONTINUOUS LASER DIGITIZING (ENG) 10/S SERIAL MINI-DNC FOR WINDOWS (ITA/ENG) 10/S HIGH SPEED MACHINING MANUAL (ITA) 10/S HIGH SPEED MACHINING MANUAL (ENG) INTERBUS USER MANUAL (ENG) INTERBUS-DATA SHEET (ENG) DOC KIT FOR MC (ENG) DOC KIT FOR MC (ITA) DOC KIT FOR MC (FRA) DOC KIT FOR MC (GER) DOC KIT FOR MC (SPA)

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

B-3

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICI COMMERCIALI DEI COMPONENTI HARDWARE E SOFTWARE


CODICE 86001732G 86001864S 86001865U 86001866W 86002074U 86002269H 86002470M 86002504B 86002563F 86002564R 86002623F 86002657C 86002658X 86002659Z 86002693V 86002725L 86002728B 92719470U 92731403N 92732017H 92732020Q 92732033H 92732046C 92732059X 92732062C 92732075N 92732088S 92732091X 92732101R 92732114Y 92732127A 92732130H 92732143K 92732156V DESCRIZIONE TRANSDUCER CONNECT. CABLE STD 9 PIN D-SHELL MALE CONN. KIT 15 PIN D-SHELL MALE CONN. KIT 15 PIN D-SHELL FEMALE CONN. KIT TOUCH PROBE KIT HAND PULSE GENERATOR TRANSD. CONNECT. CABLE NON-STD 9 PIN D-SHELL FEMALE CONN. KIT OSARING I/O MODULE 44I/24O OSARING I/O CONNECTORS KIT ADARING I/O MODULE FIBER OPTIC REEL OF CABLE 30 M FIB. OPTIC REEL OF CABLE 150 M FIBER OPTIC CONNECTORS KIT INDUCT./ENCODER CONV. + CABLES CAGET REEL OF CABLE (50M) CAGET REEL OF CABLE (250M) IBUS CT-T 24V GATEWAY I/O IBUS 32DI-32DO 24V MODULE IBUS 24V BUS TERMINAL BLOCK IBUS 24V PWR IN SUPPLY BLOCK IBUS 24V PWR IN/FUSE SUPPLY BLOCK IBUS 24V SEGM. I/O GROUP BLOCK IBUS 24V SEGM./FUSE I/O GROUP BLOCK IBUS 2DI - 24V BLOCK IBUS 4DI - 24V BLOCK IBUS 8DI - 24V BLOCK IBUS 16DI - 24V BLOCK IBUS 2DO - 24V-2A BLOCK IBUS 4DO - 24V BLOCK IBUS 8DO - 24V BLOCK IBUS 16DO - 24V BLOCK IBUS 1AO VOLT/CURR. BLOCK IBUS 1AO 0-10V BLOCK PAGINA 2-29 2-29 2-8, 2-22 2-8, 2-21 2-26 2-29 2-22 2-28 2-28 2-27 2-29 2-29 2-29 2-28 2-22, 2-29 2-22, 2-29 2-33 2-31 2-31 2-31 2-31 2-31 2-31 2-31 2-31 2-31 2-32 2-32 2-32 2-32 2-32 2-32 2-32

B-4

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICE 92732169Y 92732172V 92732185Y 92732198K 92732208R 92732211K 92732224D 92732237F 92732240X 92732473S 92732664A 92732732S 92761509R 92806286B 92836324X 92836337Z 93000049E 93000074X 93000075Z 93000128G 93000129A 93000136P 93000141S 93000142U 93000166L 93000167N 93000169B 93000170M 93000200C 93000201V 93000213S 93000216G 93000228H 93000233A 93000239F

DESCRIZIONE IBUS 2AI SINGLE-ENDED BLOCK IBUS 8 I/O POINT CONNECTOR (x10) IBUS 12 OUT. POINT CONNECTOR (x10) IBUS 12 INP. POINT CONNECTOR (x10) IBUS PWR IN CONNECTOR (x10) IBUS ANAL. I/O SHIELD CONNECTOR (x10) IBUS BUS TERMINAL CONNECTOR (x10) IBUS 2 LABEL FOR 2/4 BLOCKS (x10) IBUS 8 LABEL FOR 8/16 BLOCKS (x10) IBUS SSI/INC CONNECTOR KIT IBUS AO/CNT CONNECTOR KIT IBUS 2AO/U BIPOLAR BLOCK IBUS DSUB 9/M-SH MALE CONNECTOR IBUS RBC REEL OF CABLE (20mt) IBUS INC + 4DI + 4DO - 24V BLOCK IBUS COUNTER BLOCK BLANK PLATE 3 AXES ENCODER BOARD 6 AXES ENCODER BOARD MANUAL DIGITIZING OFF (SPLINE) MILL GRAPHIC EDITOR OFF (ITA) 6 AXES RISC ENCODER BOARD MANUAL DIGITIZING (SPLINE) DOS GRAPHIC INTERFACE (ENG) TOOL MAGAZINE MANAGEMENT (ITA) TOOL MAGAZINE MANAGEMENT (ENG) ELECTRONIC CAM (ENG) ELECTRONIC CAM (ITA) ETHERNET CABLE W/BNC CONNECT. CONNECTOR KIT FOR ETHERNET OS8083/1 66/36 I/O BOARD OS8084/1 48/48 I/O BOARD SYSTEM SOFTWARE FOR MC ASSET FROM PART PROGRAM HIGH DENSITY I/O MOD. 66I/36O

PAGINA 2-32 2-32 2-33 2-32 2-33 2-33 2-33 2-33 2-33 2-32 2-32 2-32 2-33 2-33 2-32 2-32 2-13, 2-14 2-15 2-15 8-1 8-2 2-15 5-32 6-13 6-13 6-13 4-23 4-23 2-29 2-29 2-17 2-17 3-10 5-30 2-26

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

B-5

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICE 93000244H 93000245B 93000263F 93000264R 93000272H 93000275P 93000288T 93000315F 93000319Y 93000322D 93000324R 93000325K 93000326M 93000327P 93000349V 93000350F 93000351Y 93000354E 93000373C 93000393V 93000402Z 93000403T 93000404D 93000405F 93000406H 93000407B 93000408W 93000409Y 93000410F 93000412S 93000413U 93000414E 93000415G 93000416P 93000419Z

DESCRIZIONE DOS REAL TIME INTERFACE (ENG) END USER DOS 8 AXES RISC DIGITAL BOARD 8 AXES RISC DIGITAL BOARD+3ENC REMOTE DIAGNOSTIC FP/RACK REEL OF CABLE 10/S (50M) FP/RACK REEL OF CABLE 10/S (250M) SUPER MULTI-PROCESS PILOT PANEL BLACK LOOK KEYBOARD FOR FLAT OP. PANEL CONSOLE CABLE UP TO 30 MT KEYBOARD CABLE UP TO 30 MT REMOTE DEV. KIT (ITA) REMOTE DEV. KIT (ENG) LCD L.D. REPEATER CONT. LASER DIGITIZING (ITA) CONT. LASER DIGITIZING (ENG) KEYBOARD-TO-LCD CABLE (80cm) SERIAL MINI DNC FOR WINDOWS SERIAL AUXILIARY AXIS SW OPTION CONSOLE CABLE 3mt KEYBOARD CABLE 3mt FLAT PANEL CABLE 3mt CONSOLE CABLE 9mt KEYBOARD CABLE 9mt FLAT PANEL CABLE 9mt CONSOLE CABLE 15mt KEYBOARD CABLE 15mt FLAT PANEL CABLE 15mt 10/110 CONTROL UNIT 10/585 CONTROL UNIT (110V) 10/585 CONTROL UNIT (220V) 10/565 CONTROL UNIT (110V) 10/565 CONTROL UNIT (220V) INTERBUS EXPANSION BOARD

PAGINA 6-14 6-14 2-16 2-16 6-15 2-21 2-21 2-15 2-24 2-20 2-22 2-21 8-2 8-2 2-21 5-31 5-31 2-20 5-29 4-24 2-22 2-21 2-21 2-22 2-21 2-21 2-22 2-21 2-21 2-2 2-14 2-14 2-13 2-13 2-17

B-6

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICE 93000420K 93000421C 93000422E 93000423G 93000424J 93000425L 93000426N 93000427Q 93000428B 93000431G 93000432A 93000444B 93000446F 93000451Z 93000452T 93000453V 93000454F 93000455H 93000456B 93000457D 93000458Y 93000459S 93000461D 93000463H 93000464K 93000465M 93000471H 93000472B 93000473D 93000474P 93000479A 93000481W 93000482Y 93000483S 93000485E

DESCRIZIONE 16 MBYTE RAM DIMM MEMORY 32 MBYTE RAM DIMM MEMORY FDU PANEL KIT (1 MT) FDU PANEL KIT (2 MT) FDU KIT (1 MT) FDU KIT (2 MT) ETHERNET EXP. BOARD FOR 10/110 HIGH SPEED INTERPOLATION IBUS CMD SW G4 FOR WINDOWS I/O RING + ETH. EXP. BOARD FOR 10/110 TEACH PENDANT 24V KIT FOR MC I/O RING + ETH.+ HPG EXP. BOARD 10/110 32 MBYTE RAM ISA AT AXES BOARD (6 ANALOG) ISA AT AXES BOARD (4 ANALOG) ISA AT AXES BOARD (8 D.S.I.) ISA AT AXES BOARD (8 D.S.I. + 2 ANAL.) PC/104 INTERBUS BOARD ISA AT I/O BOARD (2 ANALOG INPUT) 64 MBYTE RAM DIMM MEMORY MULTI-PROCESS OPTION ISA AT AXES BOARD (5 D:S.I.) ENCODER CONNECTOR CONVERTER 15/9+9 MINI-DNC ETHERNET DLL LIBRARY - ITALIANO MINI-DNC ETHERNET DLL LIBRARY - INGLESE ETHERNET REMOTE SETUP ENCODER (2AX) REEL OF CABLE (50m) ENCODER (2AX) REEL OF CABLE (250m) WINLINK 12 OPERATOR PANEL PCI BUS EXPANSION FOR 12 I/O RING ECP. BOARD 10/110 + HPG KIT SW FOR 10/110 510T WINDOWS 98 2 EDITION (ITA) WINDOWS 98 2 EDITION (ENG) ACEEX MODEM K56 FLEX
nd nd

PAGINA 2-13, 2-14 2-7, 2-14 2-23 2-23 2-23 2-23 2-4 4-24 2-33 2-4 2-25 2-4 2-20 2-8 2-8 2-9 2-9 2-10 2-10 2-7 2-7 2-9 2-8 5-28 5-28 8-3 2-8 2-8 2-19 2-20 2-4 3-1 3-1 2-10

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

B-7

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

CODICE 93000479A 93000490H 93000491S 93000492U 93000493W 93000494G 93000495A 93000496C 93000497E 93000500F 93000501Y 93000502S 93000504E 93000507C 93000508X 93000523H 93000900K 93000901C 93000902E 93000903G 93000904J 93000905L

DESCRIZIONE I/O RING+HPG EXP. BOARD 10/110 WINDOWS 2000 (ITA) WINDOWS 2000 (ENG) 128 MBYTE RAM DIMM MEMORY 256 MBYTE RAM DIMM MEMORY KIT SOFTWARE WinNBI WINNBI CUSTOMIZED LAYOUT ENABLE LONG DISTANCE KIT ISA AT AXES BOARD (5 SERCOS+2 ANAL) 10/510S OPLINK CONTROL UNIT 10/510S BLINK CONTROL UNIT 10/510S WINLINK CONTROL UNIT 10/510S CONTROL UNIT BLINK 10,4 TFT L.D. O.P. PANEL OPLINK 10,4 TFT L.D. O.P. PANEL KIT SOFTWARE WinPLUS RS-422 SETUP (COM2) FOR CN RS-485 SETUP (COM2) FOR CN RS-422 SETUP (COM2) FOR PC RS-485 SETUP (COM2) FOR PC RS-422 SETUP (COM2) FOR WINLINK RS-485 SETUP (COM2) FOR WINLINK

PAGINA 2-4 3-1 3-1 2-7 2-7 3-4 3-4 2-7 2-9 2-5 2-5 2-5 2-5 2-18 2-18 3-7 2-7 2-7 2-7 2-7 2-20 2-20

B-8

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

Appendice B Codici Commerciali dei Prodotti della Serie 10

FINE APPENDICE

CNC Serie 10 Specifiche di Prodotto (08)

B-9