Sei sulla pagina 1di 44

Max Weber

Letica protestante e lo spirito del capitalismo

Max Weber economista


I corsi universitari di Weber riguardarono sempre leconomia politica, tuttavia il suo modo dintendere questa disciplina fu assai poco convenzionale

Leconomia politica secondo Weber


Tre sono i campi dinteresse del Weber economista: 1. La storia delle istituzioni e delle pratiche economiche 2. La natura delle regole e degli istituti economici 3. Il rapporto tra la sfera economica e le altre sfere istituzionali della societ

La domanda che sta alla base de Letica e lo spirito del capitalismo riguarda la relazione, il nesso che corre tra gli interessi materiali (economia) e gli interessi e le credenze ideali (la religione)

Pi in concreto: alla base del capitalismo moderno vi sono state cause che possono essere imputate alla sfera religiosa?

La religione per Max Weber rappresenta unattribuzione di senso alla condizione umana, un tentativo di risposta alle domande ultime delluomo.
Che senso ha questa vita? Che cosa c dopo la morte? Quali sono i principi etici che debbono guidare le mie azioni?

Weber interessato a mettere in luce le diverse strategie di risposta sviluppate dalle singole chiese.
Nel cercare di attribuire senso allesistenza umana, ogni religione ha creato rappresentazioni del mondo, codici etici e norme dazione molto differenti.

mile Durkheim: interessato a porre in luce la matrice che accomuna qualsiasi esperienza religiosa.

Karl Marx: pensa alla religione come ad una sovrastruttura, vale a dire come un puro e semplice effetto dei rapporti di dominio che si vengono a strutturare nel campo economico

Sviluppa una concezione ulteriore: si distingue da Marx per riservare alla religione un fondamento autonomo, distinto dai rapporti economici. E si distingue anche da Durkheim per mettere in luce e concentrarsi sulle differenze che corrono tra ogni singola religione.

Che cos il capitalismo?


Un tipo di azione economica tesa alla ricerca di un guadagno continuo e sempre rinnovato (redditivit) attraverso la produzione e lo scambio pacifico e legale di merci.

Che cos il capitalismo moderno?


1. Si fonda sullimpiego di lavoro libero
2. caratterizzato dalla separazione del capitale privato (domestico, famigliare) da quello desercizio (aziendale)

3. Impiega strumenti di calcolo razionale nella gestione della contabilit e nella pianificazione delle proprie strategie

Per Weber il capitalismo non pu essere spiegato facendo semplicemente ricorso allinvenzione delle scienze sperimentali e alla rivoluzione tecnologica. Anche gli indiani sono stati matematici raffinatissimi, ma il sapere matematico solo in Occidente fu usato al servizio del capitalismo in corso di sviluppo, mentre in India non diede luogo ad alcuna tecnica di bilancio, a nessuna computisteria modernaLetica protestante e lo spirito del capitalismo, pag. 45

Lo spirito del capitalista


1. Il capitalista evidenzia un criterio razionale di orientamento nella realt e per procedere nelle scelte, quindi risulta poco incline a valorizzare e rispettare la tradizione e sembra sempre disposto ad accettare i cambiamenti. 2. Non pare particolarmente incline allemotivit, e non sembra nemmeno troppo propenso a comportamenti solidaristici verso il prossimo. Il suo atteggiamento in genere uniforme, standard, universalista (tende cio a tenerlo nei confronti di tutti)

3. Le sue sono strategie elaborate sul lungo periodo, poco inclini alle scorciatoie e alle gratificazioni immediate. 4. Tende sempre a reinvestire il guadagno per rafforzare la competitivit della propria impresa: ogni obiettivo conseguito nel presente pensato come un mezzo per conseguire un ulteriore obiettivo futuro. 5. Il suo stile di vita decoroso, ma assolutamente sobrio. 6. Ritiene che la sua fibra morale possa essere valutata in base ai successi economici conseguiti (pacificamente e con onest) dalla sua azienda.

Com stato possibile che si sviluppassero personalit e ideali morali del genere in un mondo, come quello tardo medioevale, dominato da principi cristiani (per es. la valorizzazione della tradizione, della contemplazione, il disprezzo della cupidigia e della ricerca sistematica di guadagno) nettamente opposti a quelli propri del capitalista?

Nella traduzione luterana della bibbia, compare per la prima volta in un passo del Ges di Sirac, il termine tedesco di Beruf.

Il significato del termine Beruf


Lavoro

Beruf
Vocazione

Non si pu ignorare che nella parola tedesca Beruf, come, in maniera forse ancor pi evidente, in quella inglese calling, almeno echeggi una rappresentazione religiosa quella di un compito assegnato da Dio e che diventi tanto pi percettibile quanto pi accentuiamo la parola nel caso concreto. E se seguiamo la parola, attraverso le lingue colte, in primo luogo risulta che ciascuno dei popoli prevalentemente cattolici cos come lantichit classica non conosce unespressione di tonalit analoga, per indicare quello che noi chiamiamo Beruf (nel senso di una posizione occupata nella vita, di un ambito di lavoro preciso e circoscritto, insomma di una professione), mentre esiste in tutti i popoli prevalentemente protestanti Letica protestante, pag. 101

Lesistenza monacale non solo priva di alcun valore, ma anche il prodotto di un atteggiamento egoista e profittatore Il lavoro professionale svolto nel mondo appare invece come espressione esterna dellamore per il prossimo: la divisione del lavoro costringe ogni individuo a lavorare per gli altri

Nel concetto di Beruf trova espressione quel dogma centrale di tutte le chiese protestanti che vede nel lavoro mondano, nelladempiere cio con cura ai doveri della propria professione/vocazione, lunico modo per essere graditi a Dio.

La differenza con la tradizione medioevale rappresentata da Tommaso dAquino evidente: Infatti quando Tommaso dAquino presenta lorganizzazione degli uomini secondo stati, ceti e professioni come opera della divina provvidenza intende il cosmo oggettivo della societ. Ma il fatto che lindividuo si orienti verso una professione determinata e concreta la conseguenza di causae naturales Letica protestante, pag. 146

Non bisogna cadere nellerrore di intravedere gi nella concezione luterana di Beruf una possibile spiegazione per la genesi del capitalismo: Lutero aveva una concezione essenzialmente statica del Beruf, in cui si perpetuava lesortazione medioevale allindividuo di eseguire debitamente, coscienziosamente, i propri doveri tradizionali del proprio stato mondano, a identificarsi col proprio mestiere e osservarne scrupolosamente le regole corporative G. Poggi, Incontro con Max Weber, pag. 80

Secondo Lutero non aveva senso darsi da fare per cambiare la propria professione o per migliorare la propria posizione economica e questo per una ragione molto semplice: Il Beruf proviene dalla provvidenza. E allora perch andare a cambiare un dono di Dio? In ogni stato, in ogni condizione si pu raggiungere leterna beatitudine. dunque assurdo, in quel breve pellegrinaggio che la vita, attribuire importanza alla specie di professione occupata e perder tempo per cambiarla. Il Beruf ci che lindividuo deve accettare

Giovanni Calvino
Per Calvino, Dio non in funzione degli uomini ma sono gli uomini ad essere in funzione di Dio. Perch Dio ha creato il mondo? Perche ha creato luomo? Per aumentare la sua gloria.

Dio un essere trascendente, assoluto, onnipotente e del tutto incomprensibile per la mente umana.
Solo Dio libero in quanto soltanto lui non soggetto ad alcuna legge.

La dottrina della predestinazione


Se Dio quellessere onnipotente ed imperscrutabile che si detto, allora nessuna azione umana potr avere una qualche influenza sulle sue decisioni.
Se ne deduce che la salvezza cos come la dannazione del singolo individuo non possono dipendere dalla sua condotta terrena, ma sono gi state decise da Dio sin dallinizio dei tempi

Dalla confessione di Westminster (1647) artt. 3, 5: A rivelazione della sua sovranit, Dio, con la sua decisione, ha predestinato alcuni uomini alla vita eterna *+ e questo puramente per libera grazia e amore, e non perch *+ sia stato indotto dalla previsione della fede o delle buone opere o della perseveranza nelluna o nelle altre *+; ma tutto a maggior gloria della sua grazia sovrana

Lunico indizio che lindividuo pu avere nel mondo terreno della propria salvezza dato dalla forza della sua fede. Solo la fede incrollabile nella propria grazia pu essere interpretato come segno della salvezza eterna.

Conseguenze della dottrina della predestinazione


Rimozione della magia dal mondo: la salvezza non pu essere raggiunta attraverso i sacramenti (vedi ad es. la confessione).

Conseguenze della dottrina della predestinazione


Rimozione del sentimentalismo: un atto irrazionale *+ amare qualcuno pi di quanto la ragione ci voglia permettere *+. Molto spesso ci spinge gli spiriti umani al punto di impedire il loro amore di Dio (R. Baxter, Christian Directory, cit. in Weber Etica pag. 254)

Conseguenze della dottrina della predestinazione


Individualismo: poich le opere buone non possono avere alcuna influenza sul destino di salvezza o di dannazione, lindividuo sar spinto a credere di poter contare solo su se stesso, e tender a concentrarsi esclusivamente sul proprio rapporto con Dio

Come fu sopportata questa teoria (cio la dottrina della predestinazione), in unepoca in cui laldil era non solo pi importante ma anche, per molti aspetti, pi sicuro di tutti gli interessi della vita terrena? Letica protestante, pag. 171

Il lavoro indefesso era considerato un ottimo metodo per dissipare il dubbio sulla propria salvezza e acquisire sicurezza di s.

Ma c anche una seconda decisiva ragione che spinge i calvinisti ad intraprendere azioni economiche nello spirito del capitalismo moderno.
Questa ragione ha a che fare con la nuova concezione dellascesi sviluppata dal Calvino

Concezione cristiana classica dellascesi


Lasceta mira a fare di s un recipiente vuoto nel quale accogliere Dio. Si distacca dal mondo ed intraprende il difficile cammino spirituale della mistica

Come mostrano ad esempio i cosiddetti esercizi igniaziani, lelemento razionale non assente dalla mistica cristiana classica. Tuttavia decisivo il fatto che per essa lascesi concepibile esclusivamente nei termini di un distacco dal mondo. E infatti: luomo che per eccellenza viveva metodicamente in senso religioso era e restava solo e precisamente il monaco Letica protestante, pag. 181

Concezione calvinista dellascesi


FINITUM NON EST CAPAX INFINITI! (un essere finito come appunto luomo non pu affatto ricevere in s un essere infinito come Dio)

Qual allora la via calvinista allascesi?

Lacesi intramondana
Poich Dio ha creato il mondo a sua maggior gloria, lunico modo che ho per sperare di avvicinarmi a lui quello di farmi strumento nelle sue mani, contribuendo tramite la mia opera mondana a migliorare il mondo

Il mio successo mondano (il fatto che Dio mi abbia accettato come strumento di cui servirsi per aumentare la propria gloria) pu quindi essere interpretato come un segno della mia elezione divina. Ma tale successo non pu essere sporadico. Al contrario esso deve mantenersi, rinforzarsi, crescere nel tempo.

I paradossi del capitalismo


Il successo delle attivit economico dei capitalisti ha progressivamente addormentato il nervo religioso di molti individui

Divenendo la struttura economica dominante, il capitalismo ha contribuito potentemente al fenomeno della secolarizzazione (perdita di presa della religione sul mondo umano).

Dopo aver contribuito alla sua genesi, lo spirito del capitalismo ha cessato di essere indispensabile per il sistema capitalistico. Il punto che, mentre il calvinista voleva essere un Berufsmesch (individuo tuttuno con la sua professione), noi invece siamo costretti ad esserlo

La gabbia dacciaio
La concorrenza inesorabile che il capitalismo ha generato costringe oggi lattore sociale ad un comportamento instancabile, energico, aperto al cambiamento, razionalmente orientato e teso a massimizzare le opportunit di ogni singola situazione. Altrimenti gli tocca di venir tagliato fuori dal gioco o, come scrive Weber, di andare al muro.