Sei sulla pagina 1di 16

IL PONTE mensile della Parrocchia di S.

Antonio Abate in San Domenico Siena

GIORNALE PARROCCHIALE

il Ponte

Sempre aggiornato e ricco di notizie consultabile anche online al sito www.basilicacateriniana.com

Devi crescere: crescere in amore e in saggezza mintima quel viso disfatto che trasuda in questa luce di giorno incerto. Mario Luzi
1

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

il Ponte
Leditoriale del Parroco
IL CATECHISTA: CON CRISTO VERSO LALTRO
Cari Parrocchiani, alla luce della fede, ripartiamo in questo nuovo anno, che sempre tempo di grazia, assumendo gli impegni necessari per educarci alla fede ed educare alla fede. Belle le parole di Papa Francesco, pronunciate in occasione dellincontro con 1600 Catechisti provenienti da tutto il mondo. rimaniamo con Cristo, ha detto il Papa. Cerchiamo di essere sempre pi una cosa sola con Lui; seguiamolo, imitiamolo nel suo movimento damore, nel suo andare incontro alluomo; e usciamo, apriamo le porte, abbiamo laudacia di tracciare strade nuove per lannuncio del Vangelo. Care Catechiste, cari Parrocchiani, educare nella fede bello ed forse la migliore eredit che possiamo dare. Interessanti queste ultime parole del Santo Padre facciamole nostre, non tiriamoci indietro di fronte allimpegno della fede che pure assumiamo ogni inizio dellanno. Non dobbiamo guardare ai frutti, bens alla semina. Questo il compito dei genitori oltre che delle Catechiste e del Parroco. Dobbiamo comunque ricordare che lo scorso ottobre 2012 a Roma si tenne il Sinodo dei Vescovi sulla nuova evangelizzazione, pertanto bene chiedersi che cosa fu detto sulla catechesi. Si misero a fuoco cinque realt: evangelizzazione, nuova evangelizzazione, primo annuncio, iniziazione cristiana, catechesi. Allora cari Parrocchiani, care Catechiste, la nuova evangelizzazione coinvolge la catechesi in forza del fine comune: la trasmissione della fede! Sforziamoci poi di passare dalla catechesi alla bellezza della liturgia domenicale, facciamo in modo che i nostri ragazzi i nostri giovani, trovino con lapporto di tutti una Chiesa viva, capace di testimoniare il suo amore per Cristo Signore. Tutti benedico di cuore con affetto

P. Alfredo Parroco

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

IL FINE E I FRUTTI DELLA SANTA MESSA

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

ANNO CATECHISTICO
Mercoled 25 settembre si svolta, come ogni anno a questepoca, la riunione delle catechiste alla presenza del nostro Parroco Padre Alfredo, per organizzare il nuovo anno catechistico, il cui inizio ormai imminente. Come primo appuntamento infatti ci ritroveremo assieme a tutti i bambini del catechismo e ai loro genitori Mercoled 9 Ottobre alle ore 17 nella Basilica Superiore per recitare il Rosario in occasione della Beata Vergine Madre del Rosario. La Domenica successiva, 13 Ottobre, si inaugurer ufficialmente lanno catechistico con la Santa Messa delle 10:30, che verr animata dai ragazzi della terza, e con il successivo ritrovo nel Chiostro per un momento di convivio e di socializzazione. Il nostro Parroco coglier loccasione per ricordare a tutti i genitori dei bambini quanto importante sia la loro partecipazione attiva alla vita catechistica dei loro figli, come primo esempio di un senso di appartenenza e condivisione allinterno della comunit parrocchiale e per invitarli ad un ancora maggiore coinvolgimento, cos significativo agli occhi dei loro bambini. Il catechismo si terr per tutte le classi il Mercoled pomeriggio dalle 17 alle 18, con le seguenti catechiste: Prima elementare: Suore Agostina e Giuseppina Seconda elementare: Terza elementare: Quarta elementare: Quinta elementare e prima media: Seconda media: Terza media: Annamaria e Lietta Giuliana e Adelaide Maria Luisa e Suor Juanita Emanuela, Luisella e Lucia Suore Amalia e Serena Suore Giuseppina e Angela

Durante la riunione sono state anche ricordate alcune date importanti del programma catechistico diocesano per il nuovo anno liturgico 2013/2014: Sabato 14 Dicembre: incontro in Cattedrale con il Vescovo Domenica 16 Marzo: consegna del Credo ai cresimandi Domenica 15 Giugno: giornata di spiritualit per i catechisti nellAbbazia di SantAntimo La riunione si conclusa con un augurio da parte del nostro Parroco per un anno catechistico sereno e proficuo!

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Lultima settimana di maggio su TV 2000 andato in onda il documentario Volti e storie dalla Casa Santuario di Santa Caterina da Siena per la conoscenza e la diffusione della Spiritualit della Patrona dItalia e dEuropa.

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

La Sovrintendenza ai monumenti ha realizzato dei saggi sulle travi del tetto della Basilica per verificarne la stabilit e poter intervenire al pi presto. Si ringrazia per linteressamento la D.ssa Manuela Carpani ed il Geom. Mauro Marchetti

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Celebrazione del Capitolo Provinciale dei Frati Predicatori appartenenti alla Provincia Romana di Santa Caterina da Siena
Nel pomeriggio di domenica 15 settembre 2013, nel convento di San Domenico di Pistoia, ha avuto inizio il Capitolo Provinciale Elettivo. Il corpo elettorale era cos composto: p. Daniel Ols, priore di Santa Maria sopra Minerva, Roma; p. Francesco DAmore, priore S. Domenico di Perugia; p. Daniele Aucone, priore di San Domenico di Pistoia; p. Alfredo Scarciglia, priore di San Domenico di Siena; p. Maurizio Carosi, priore di San Domenico di Cagliari; p. Vincenzo Caprara, priore di San Domenico di Fiesole; p. Emanuele Mezzina, socio del priore di Santa Maria sopra Minerva, Roma; p. Christian Steiner, delegato I collegio; p. Aldo Tarquini, delegato II collegio; p. Bruno Esposito, delegato III collegio; p. Antonio Cocolicchio, delegato IV collegio; p. Gian Matteo Serra, 1 delegato a suffragio universale; p. Giuseppe Serrotti, 2 delegato a suffragio universale; p. Luciano Cinelli, 3 delegato a suffragio universale; p. Daniele Cara, priore provinciale uscente. Si proceduto alla presentazione delle lettere testimoniali per quanti avevano diritto alla partecipazione; quindi sono stati eletti: lAttuario, fr. Gian Matteo Serra, e il coadiutore, fr. Luciano Cinelli e gli scrutatori, fr. Emanuele Mezzina e fr. Maurizio Carosi. Luned 16 settembre 2013, in preparazione alla elezione del nuovo provinciale, stata celebrata la santa messa dello Spirito Santo, presieduta dal priore locale fr. Daniele Aucone. Nella mattinata stata tenuta una discussione (tractatus), riguardante la situazione della provincia e possibili candidati alla carica di priore provinciale. Nel pomeriggio si proceduto, secondo le Costituzioni dei Frati Predicatori, alla elezione ed risultato eletto fra Aldo Tarquini. Marted 17 settembre 2013, il Maestro generale dellOrdine, fra Bruno Cador, ha confermato lelezione avvenuta. Padre Aldo Tarquini nato a Roma nel 1941. Dopo lanno di noviziato, il 4 ottobre 1960 ha emesso la prima professione. Compiuti gli studi istituzionali, il 6 agosto 1967, stato ordinato sacerdote. Padre Tarquini ha conseguito la licenza in teologia presso luniversit San Tommaso DAquino (Angelicum) in Roma. Franca Piccini 8

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Foto sopra: I padri capitolari riuniti nel convento di San Domenico di Pistoia per lelezione del nuovo Padre Priore provinciale. Foto sotto: P. Aldo Tarquini P. Priore provinciale eletto.

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

DON LORENZO MILANI PRIORE DI BARBIANA

DAGLI APPUNTI PER OMELIE SULLA FEDE.

10

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

A PROPOSITO DEL PAVENTATO ATTACCO ALLA SIRIA E LA VEGLIA DI PREGHIERA E DIGIUNO DI PAPA FRANCESCO
davvero interessante vedere come di estrema attualit il pensiero di Santa Caterina, su quanto stiamo vivendo nel mondo in questi ultimi tempi. Per esempio intorno alla questione della guerra in Siria e intorno allinvito che il Papa Francesco ha rivolto a tutti gli uomini di buona volont. Santa Caterina, cos si rivolge al Papa: Con desiderio ho desiderato di vedere in voi la pienezza della divina grazia, in modo tale che possiate essere strumento e causa, mediante la divina grazia, della pacificazione. Perci vi prego, padre mio dolce, che con sollecitudine e affamato desiderio della pace e dellamore di Dio e della salute delle anime usiate lo strumento della vostra virt e potenza. Potendo infatti avere la pace in quei debiti modi meglio che cercare di ottenerla con la guerra. Stringendosi lanima mia intimamente a Dio, con grande fame del bene di tutto il mondo, mi apparso che Dio non indichi altro rimedio, n io ho visto altro in Lui, che quello della pace. Pace, pace dunque per lamore di Cristo crocifisso. Perch con queste guerre e disavventure che ne derivano, non vedo possiate avere unora di bene. Per pagare i soldati: i quali sono mangiatori della carne e degli uomini si distrugge quello che dovrebbe andare ai poveri. E allora Pace, Pace, Pace e non pi guerra a qualunque costo! C infatti cosa pi dolce della pace?

11

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Al via il nuovo anno pastorale


Con la riunione del Consiglio pastorale parrocchiale, tenutasi il 1 ottobre scorso, ha preso inizio il nuovo anno sociale 2013/2014 come sempre ricco di appuntamenti. Il 9 ottobre alle ore 17 i bambini del catechismo si riuniranno in Basilica per il rosario guidato dalla comunit del Padri Domenicani e aperto a tutti i gruppi attivi in parrocchia. Domenica 13 ottobre inaugurazione dellanno catechistico. I cresimandi animeranno la processione offertoriale e dopo la messa ci sar un piccolo rinfreschino nel chiostro. Il I e III sabato di ogni mese dalle ore 16 alle ore 17 si riunisce il gruppo dellAzione Cattolica presieduto dalla dottoressa Letizia Gonnelli. Lincontro ha per scopo la preparazione delle letture per la domenica successiva ed loccasione per fare un momento di catechesi per gli adulti. Il 20 ottobre, si celebra la Giornata Missionaria mondiale. Come ogni anno le signore del gruppo Caritas: responsabile la signora Maria Radi, allestiranno nel chiostro la fiera del dolce e del salato; richiesta la partecipazione di tutti. Il ricavato sar devoluto alle Pontificie Opere missionarie che ogni anno seguono molti progetti in varie parti del mondo. (www.ppoomm.va). Il 24 novembre, solennit di Cristo Re dellUniverso, si conclude lAnno della fede, indetto dal papa emerito Benedetto XVI, nelloccasione sar celebrato il 50 anniversario di professione religiosa di Suor Giuseppina Zamparutti della Congregazione di San Sisto. Suor Giuseppina molto conosciuta, non solo in parrocchia, ma in tutta la citt di Siena per aver avuto allasilo e al catechismo generazioni di senesi. Questo evento sar loccasione per dedicare una giornata alla sensibilizzazione vocazionale.

12

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Riflessioni sulla "Lumen Fidei"


Nel suo trattato "Sulla Perfezione Cristiana", San Gregorio di Nissa utilizza l'immagine del sole e i suoi raggi per spiegare come Cristo influisce sulla vita morale o spirituale dei suoi discepoli: "Quando consideriamo che Cristo la vera luce, in cui non c' inganno, comprendiamo che anche la nostra vita deve risplendere con i raggi di quella vera luce. Ora, questi raggi del Sole di Giustizia sono le virt che servono per illuminarci affinch possiamo mettere da parte le opere delle tenebre e camminare onestamente come in pieno giorno". Questa dichiarazione del grande Padre della Chiesa riassume abbastanza bene ci che Papa Francesco ci insegna nella sua prima lettera enciclica, "Lumen Fidei" uscita poco tempo fa. Effettivamente, la divina grazia d all'uomo una partecipazione nella vita di Dio. Essa la vita divina in noi. La vita e l'azione vanno insieme e, quindi, la vita della grazia deve agire nell'uomo. Viene attivata mediante le virt teologali e morali. Cos inizia la storia della felicit dell'uomo non solo in questo mondo, ma anche nell'altro. Essa una storia meravigliosa e istruttiva, perch ci mostra come possiamo perseguire e realmente raggiungere Dio stesso. Le virt sono principi o sorgenti di azione umana che sempre intelligente e libera. La fede una virt intellettuale, perfeziona la mente dell'uomo. Dona all'uomo una conoscenza di Dio come in se stesso e della Suo agire nel mondo per il nostro bene. La fede si occupa primariamente con quei misteri della vita intima di Dio e del Suo agire nel mondo che l'uomo non potrebbe mai scoprire con le sue sole forze naturali. La fede, allora, un allargamento degli orizzonti della mente umana che innalza la nostra mente al di sopra del mondo della natura e la rende libera nel mondo illimitato dell'Essere Divino. Introduce l'uomo in quel grande mistero della Vita Divina, la Santissima Trinit. Essa rende l'uomo consapevole dell'ingresso stupendo di Dio nella condizione umana per mezzo dell'Incarnazione del Figlio di Dio in Ges Cristo. La fede ci dimostra la divina generosit che rende possibile per noi la beata visione di Dio e ci rivela i mezzi soprannaturali per cui possiamo raggiungere quella visione. La fede non impone limiti sulla mente umana; al contrario, li rimuove. Tramite la fede la nostra mente non pi assoggettato alle imperfezioni dei sensi o della ragione umana. Attraverso la fede possiamo "condividere" la perfezione infinita della conoscenza che Dio ha di S e di tutte le cose. E qui, ancora una volta, la divina generosit non ci fa mancare di nulla. Insieme con la grazia e la fede, Dio ha dato all'uomo due doni dello Spirito Santo per aiutarlo a capire un po meglio il significato profondo della rivelazione che ha fatto di Se. Il primo di questi il dono dell'intelletto per mezzo del quale Dio muove la mente umana a penetrare il senso intimo della verit rivelata. Tramite questo dono l'uomo comincia a capire le verit accettate per fede. Il secondo dono quello della scienza per mezzo del quale Dio muove il credente a giudicare rettamente e con certezza circa il vero legame tra Dio e le Sue creature. Il valore di questo dono incalcolabile per la nostra buona riuscita nella vita cristiana. L'uomo tende ad allontanarsi da Dio verso le creature perch si sente attratto dalla loro bellezza e la loro bont, e la felicit che sembrano promettere. Ma cos facendo l'uomo perde la sua unica vera felicit. Mediante il dono della scienza, Dio ci aiuta a vedere le creature nel loro vero posto, quali pallidi riflessi della bellezza e della bont Divina, da usare quando ci aiutano ad avvicinarci a Dio e da evitare qualora ci portano lontano da Lui. Cos forniti ed elevati con la fede e il dono dello Spirito, siamo resi capaci di cercare la nostra felicit nella visione di Dio. La felicit eterna gi nostra in radice poich nella fede mossa dall'amore di Dio, Dio gi presente ed operante silenziosamente, ma sicuramente nel nostro cuore e nella nostra vita quotidiana. P. Alfred White

13

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Les Misrables GENERE: Drammatico, Romantico REGIA: Bille August


Toulon, 1815. Jean Valjean il prigioniero numero 24601, condannato a diciannove inverni di lavori forzati per aver rubato un pezzo di pane sfamando un nipote affamato. Rilasciato a seguito di un'amnistia prova a ricostruirsi una vita e una dignit nel mondo, nonostante gli avvertimenti e le intimidazioni di Javert, integerrimo secondino della prigione convinto che un ladro non possa che perseverare nel male. Convertito al bene dall'atto caritatevole di Monsignor Myriel, Valjean prende coscienza dei suoi peccati e decide di mondare il suo destino, assumendo il nome di Monsieur Madeleine. Sindaco e imprenditore arricchito a Montreuil sur Mer, l'uomo salva una ragazza dalla prigione, promettendole di proteggere Cosette, la sua bambina, affidata alle cure di due malandrini locandieri. Alla morte della donna riscatta Cosette, diventandone padre e madre insieme. Gli anni passano e Cosette cresce come l'ossessione di Javert per Valjean, smascherato dietro la maschera del gentiluomo. La Storia poi si mette in mezzo conducendo i due avversari al di l e al di qua delle barricate innalzate dai rivoluzionari repubblicani contro la monarchia. Mentre a Parigi l'insurrezione insorge, le 'stelle' in cielo vegliano misericordiose le sorti di Valjean e Javert. Dopo aver dato voce al re (Il discorso del re), Tom Hooper d voce ai miserabili di Victor Hugo, affrancandoli col canto dallo stato di minorit in cui versano. Teatro di lotta e di idee, Les Misrables narrativamente apparentato con l'opera lirica di cui riproduce il 'recitativo', ossia il recitar cantando, che introduce o segue un'aria. Non ci sono dunque dialoghi recitati nel film e nella sua versione originale, dove l'ufficiale di Russell Crowe incalza il galeotto di Hugh Jackman con carattere arioso, scolpendo le sillabe col canto. Operazione temeraria impreziosita dalle performance dal vivo degli attori, sui cui volti si svolge la parabola di un uomo e di una nazione. La rievocazione storica fa tutt'uno con la logica narrativa del feuilleton e con l'emotivit iperbolica del melodramma, realizzando movimenti musicali da vedere con le orecchie e ascoltare con il cuore. Lo scambio non pu che giovare all'esaltazione e alla soavit del turbamento emotivo. Cori patriottici, romanze sanguigne, brani guerreschi, canti d'amore a due e tre voci, raccordano un materiale narrativo pensato in due atti e introdotto da una monumentale ouverture ("Look Down"), che segna il passo dell'opera, traccia il corso degli eventi e la costruzione dei personaggi. L'opposizione sempre mobile tra bene e male cambia vertiginosamente posizione nei Miserabili avviando la sfida e la meccanica pervasiva del duello in cui duettano Javert e Valjean, schierati tra legge e infrazione alla regola. Se dal conflitto nasce il dramma de Les Misrables, dal confronto tra Hugh Jackman e Russell Crowe ("till we come face to face") si produce un'epica polarit che si imprime sulla retina, che fa sussultare, trattenere il fiato, richiedendo allo spettatore una partecipazione assoluta e senza condizioni. Les Misrables un inseguimento infinito concepito come un musical e imbastito come un'opera, dove allo spartito dell'istintiva improvvisazione del forzato redento si oppone la calcolata determinazione dell'ispettore, che per catturare la sua ossessione deve imparare a sentirla, viverla da dentro, possedere il suo ritmo per negarlo con il proprio o negarsi il proprio in fondo al fiume. Russell Crowe trova nella dispatia il carattere del suo personaggio e nella voce un solo colore, quello rigoroso dell'uniforme che costringe le sue emozioni, sospendendolo sul baratro e nel puro spasmo del gesto. Tom Hooper da par suo vivifica la storia di Victor Hugo lavorando sulle coordinate espressive dell'inquadratura, arricchendo e complicando una sintassi articolata (soprattutto ma non solo) sul campo e controcampo, come vuole un film quasi totalmente incentrato su due uomini (in)conciliabili. La voce prende allora corpo nel primo piano scrivendo la storia col canto e 'respirando' nelle arie di Helena Bonham Carter e Sacha Baron Cohen, locandieri da opra-comique, leggeri e fantasiosi, raffinati e popolari, capaci di tenere il loro pubblico (e truffare gli avventori) con grazia e senza sforzo apparente. Il musical pi longevo nella storia del West End, scritto da Alain Boublil, musicato da Claude Michel Schnberg e portato al successo da Cameron Mackintosh, dopo la scena conquista il cinema, dominando il medium come re Giorgio VI fece con la radio.

14

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

La Rubrica dei bambini


dallisola che non c al Chiostro di San Domenico

15

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

AVVISI
Appuntamenti del mese di OTTOBRE Domenica 6 alle ore 12 Supplica alla Beata Vergine Maria del Santo Rosario Mercoled 9 ore 17:00 in Basilica riunione dei bambini del catechismo per il rosario guidato dalla comunit del Padri Domenicani e aperto a tutti i gruppi attivi in parrocchia. Domenica 13 inaugurazione dellanno catechistico. I cresimandi animeranno la processione offertoriale e dopo la messa ci sar un piccolo rinfreschino nel chiostro.

16