Sei sulla pagina 1di 21

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MONZA

Via Ugolini 11 20052 MONZA Tel. 039 2326135 Fax 039 2304666 Email: del.monza@postalnd.it Sito della Delegazione di Monza allinterno del Comitato Regionale Lombardia: http://www.lnd.it

STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 Comunicato Ufficiale N 2 del 29 Agosto 2013


La Delegazione di Monza rester aperta con i seguenti orari: Luned Gioved Venerd Dalle ore 10.00 alle ore 11.45 Dalle ore 15.00 alle ore 16.30 Dalle ore 20.30 alle ore 22.15 Marted Mercoled Dalle ore 10.00 alle ore 11.45 Dalle ore 15.00 alle ore 16.30
SALUTO DEL PRESIDENTE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI

Dopo aver chiuso l'anno 2012/13 con la prestigiosa affermazione della Rappresentativa del Comitato Regionale Veneto nella U.E.F.A. Regions' Cup, riparte un'altra stagione sportiva densa di appuntamenti, inaugurata ad inizio agosto dall'assegnazione del titolo di Campione d'Italia della Serie A ENEL di Beach Soccer 2013, conquistato dal Milano: dai tornei alle amichevoli di preparazione, passando attraverso la Coppa Italia e i Campionati nazionali, regionali e provinciali. Le gare, a qualsiasi livello vengano disputate, sono parte integrante e fondamentale del sistema, diventando una vetrina che fa conoscere in tutta Italia le peculiarit dei territori e la tipicit dei settori e delle discipline che coinvolgono l'organizzazione della Lega Nazionale Dilettanti: dal calcio a undici maschile e femminile al calcio a cinque maschile e femminile, abbracciando anche le attivit giovanili. Anche quest'anno la L.N.D. muover numeri importanti in termini di partecipazione, a conferma di potenzialit incredibili e di una forza vitale nel tessuto sociale e sportivo italiano, attestata anche dagli eccellenti riscontri e dal seguito di popolarit sul web e, in particolare, sui social network. Una particolare riflessione sulla Serie D che, al termine della Stagione Sportiva 2013/14, alla luce della riforma della Lega Pro, diventer il quarto Campionato Nazionale in ordine di importanza. E' un motivo di orgoglio non solo per la L.N.D., ma anche per i club che conseguiranno il titolo sportivo per essere parte integrante dell'organico nazionale. Novit anche per quanto riguarda i Campionati Nazionali Femminili, laddove la denominazione riferita alla Serie A2 lascer il posto alla Serie B. Alle Societ, ai dirigenti, ai tesserati, agli arbitri e a tutti coloro che operano nel calcio dilettantistico e giovanile va il mio pi sincero augurio per l'inizio delle attivit, che ci apprestiamo ad affrontare nel contesto di una fase ancora complessa e delicata per il nostro Paese. Le competizioni agonistiche rappresentano il cuore pulsante del movimento e ritraggono il momento apicale in cui convogliano i programmi, le aspettative e le ambizioni delle Societ, la cui funzione un valore sostanziale da preservare e da proteggere anche dai riflessi severi e ripetuti che la crisi economica sta avendo ormai da diversi anni. E' preciso dovere della Lega Nazionale Dilettanti sostenere un percorso di qualit e di

1. Comunicazioni della F.I.G.C.

crescita in favore delle proprie Associate, stando sempre al passo con i tempi. Continueremo a fare la nostra parte, favorendo tutte le iniziative, sia nazionali che territoriali, che si muovono in tale direzione. Buon lavoro anche ai Comitati Regionali, ai Comitati Provinciali Autonomi di Trento e Bolzano, alla Divisione Calcio a Cinque, ai Dipartimenti Interregionale, Calcio Femminile e Beach Soccer, alle Delegazioni Provinciali, Distrettuali e Zonali della L.N.D. L'impegno di tutti noi quello di costruire un'altra stagione con entusiasmo e responsabilit. Ancora una volta, un grande augurio a tutti e in bocca al lupo per una annata di soddisfazioni. Carlo

Tavecchio MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DEL C.R.L.

Dopo i primi impegni ufficiali di Coppa Italia e Coppa Lombardia, dalla prossima settimana scatteranno anche i campionati lombardi della stagione sportiva 2013/2014. Ritengo che nel corso della fase organizzativa estiva il CRL si sia mantenuto perfettamente in linea con la tempistica adottata negli anni precedenti e che, nonostante anche l'inserimento in extremis della Tritium, societ ammessa in soprannumero al campionato di Promozione dal Consiglio Federale di Roma con delibera del 12 agosto scorso e termine per l'iscrizione al 20 agosto, data in cui la societ stessa ha effettivamente regolarizzato la propria iscrizione, si sia provveduto con tempestivit alla composizione dei gironi e alla diffusione dei calendari in modo utile a consentire la dovuta organizzazione delle societ rispetto ai propri impegni stagionali. Come ampiamente previsto e concordato in occasione delle riunioni con i club effettuate nella scorsa stagione, non sono stati operati ripescaggi, fatta salva la garanzia di ammissione al campionato di categoria superiore per tutte le vincenti i playoff, al fine di pervenire quanto prima alla composizione a 16 squadre in tutti i campionati anche di vertice, che attualmente constano ancora di un girone a 17 in Eccellenza, oltre ai due raggruppamenti a 16, e di uno ulteriore sempre a 17 squadre in Promozione proprio per l'aggiunta in soprannumero della Tritium. Ma il plauso maggiore credo vada tributato a tutti coloro che fanno parte del movimento calcistico lombardo per aver dimostrato, nonostante i periodi tutt'altro che floridi, non solo un'ottima tenuta ma anche di essere in grado addirittura di rigenerarsi: nella corrente annata sportiva sono, infatti, 1.285 le societ dilettantistiche lombarde e 300 quelle di puro settore giovanile, per un totale di 1.585 sodalizi operanti sotto l'egida del CRL, con un saldo positivo di +14 (-8 dilettanti, + 22 giovanili) rispetto alla precedente stagione 2012/2013. A tutte le componenti del mondo sportivo, dirigenti, atleti, tecnici, arbitri e appassionati in genere auguro una nuova stagione piena di soddisfazioni che ripaghino l'importante contributo fornito a questo amatissimo sport. Felice Belloli

1.1 Settore tecnico


Bando di Ammissione al Corso per l'abilitazione ad Allenatori di Base Uefa B per labilitazione ad Allenatore di Giovani e Dilettanti (dora innanzi solo corso) la cui attuazione affidata allA.I.A.C. e che sar svolto a MONZA dal 30/09/2013 al 21/12/2013. Allegato al presente comunicato si pubblica il bando in oggetto, dal Comunicato Ufficiale n 5 del C.R.L. del 25/07/2013 la cui candidatura deve essere spedita a Segreteria Nazionale A.I.A.C. Corso Base Uefa B Allenatore di Giovani e Dilettanti Via G. D Annunzio 138/a Coverciano campo 5 50135 Firenze Fi entro il 17/09/2013.

1.2 Art. 40, comma 3 bis, delle NOIF in ordine al tesseramento in deroga dei giovani calciatori
COMUNICATO UFFICIALE N. 38/A Il Presidente Federale Preso atto delle disposizioni contenute nellart. 40, comma 3 bis, delle NOIF, in ordine al tesseramento in deroga dei giovani calciatori; Ritenuto opportuno stabilire, nellambito di un intervento di politica federale e modalit per il suddetto tesseramento nella stagione sportiva 2013/2014 Delibera

3
Nella stagione 2013/2014, la concessione della deroga prevista dallart. 40, comma 3 bis, delle NOIF, fatto salvo quanto disposto dal citato articolo, presupporr la osservanza e la sussistenza delle seguenti condizioni: Societ Dilettantistiche e di Settore Giovanile

Le societ dilettantistiche e di Puro Settore Giovanile potranno richiedere e/o rinnovare in casi di assoluta eccezionalit, il tesseramento in deroga per non pi di un calciatore. Detto tesseramento, valido per una sola stagione sportiva,presupporr comunque la osservanza e la sussistenza delle condizioni sopra indicate per le societ professionistiche. Tutte le richieste di tesseramento dei calciatori minori di anni 16, diverse da quelle previste dallart. 40, comma 3 bis, delle NOIF, dovranno essere corredate dei certificati di residenza e di stato di famiglia del minore. Il Presidente Federale potr autorizzare ulteriori provvedimenti in deroga, in presenza di situazioni assolutamente straordinarie, motivate e documentate.

2. Comunicazioni della L.N.D. 2.1 Visita medica calciatori


COMUNICATO UFFICIALE N. 2 Stagione Sportiva 2013/2014 Si richiamano le Societ associate alla L.N.D. al rigoroso rispetto della normativa contenuta allart. 43, delle N.O.I.F., al fine di sensibilizzare i propri tesserati a sottoporsi a visita medica per laccertamento dellidoneit alla pratica sportiva agonistica. Ci in virt del principio generale secondo il quale i legali rappresentanti delle Societ sono soggetti a responsabilit civili e penali nel caso di rischio infortunistico mortale nel corso di gare e/o allenamenti che coinvolgessero tesserati privi della suindicata certificazione, in assenza della quale non riconosciuta alcuna tutela assicurativa

2.2 Nomine Delegazioni Stagione Sportiva 2013/2014


COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2013/2014 Ai sensi della vigente normativa in materia, si comunicano le nomine relative alla composizione delle Delegazioni Provinciali, Distrettuali e Zonali della L.N.D., per la stagione sportiva 2013/2014, ratificate dal Consiglio Direttivo di Lega nella riunione del 26 Giugno 2013. DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MONZA Delegato GIANNI MAURI Vice Delegato TULLIO CARDIN Componenti ROLLA MARIO BONALUMI ALESSANDRO MANZONI DARIO GENTILE DOMENICO FILIPPI MARCO Segretario MANGIAGALLI GIOVANNI GIUSTIZIA SPORTIVA Giudice Sportivo: Sostituto Giudice Sportivo:

REDAELLI ERMANNO CAVORSI MARIO MURTAS GIORGIO MANFREDI MICHELE PIROLA ARMANDO

UMBERTO SARTORELLI MAURIZIO DELBUE

3. Comunicazioni del Comitato Regionale (L.N.D.)


COMUNICAZIONE IMPORTANTE Richieste variazione gara Si ricorda a tutte le societ che le richieste di variazione gara devono tassativamente essere inviate all'Ufficio programmazione gare del CRL entro e non oltre i 7 giorni antecedenti la disputa della gara stessa. In caso di richieste successive rispetto al termine prescritto, verr applicato un diritto fisso di Euro 20,00 da addebitarsi alla societ tardivamente richiedente; se la richiesta fosse congiunta da parte delle due societ che devono affrontarsi, il suddetto importo verr suddiviso fra le due societ interessate. Accordi di svincolo e piccoli amici on line stagione sportiva 2013/14 A partire dalla corrente Stagione Sportiva 2013/2014 necessario utilizzare ESCLUSIVAMENTE la procedura on-line anche per la compilazione dei moduli relativi alla sottoscrizione degli accordi di svincolo tra Societ e calciatori ai sensi dellArt. 108 delle N.O.I.F. e per il tesseramento dei calciatori della categoria Piccoli Amici. Saranno respinti come nulli a tutti gli effetti gli accordi di svincolo non realizzati attraverso la predisposta procedura on-line

3.1 Corso di formazione giuridico fiscale


Allegato al presente comunicato si pubblica quanto in oggetto riguardante approfondimenti in ambito giuridico e fiscale delle societ ed associazioni sportive dilettantistiche: dallatto costitutivo ai rapporti di collaborazione e controlli fiscali.

3.2 Dirigenti ammessi nel recinto di gioco assicurazione e tesseramento


Il relativo importo, che deve necessariamente tenere conto dei costi addebitati in via preventiva della copertura assicurativa obbligatoria dei tesserati, determinato dalla LND. In base al Decreto attuativo delle Assicurazioni obbligatorie degli sportivi dilettanti del 3 novembre 2010, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 296 del 20 dicembre 2010, le societ sono tenute a corrispondere un premio di euro 7,50 per ciascun Dirigente ufficiale, al quale riconosciuta la tutela assicurativa uguale a quella prevista nella polizza infortuni dei calciatori. Sono considerati Dirigenti ufficiali i tesserati ammessi nel recinto di giuoco e iscritti in apposita tessera di riconoscimento valida per la stagione sportiva 2013/2014 o possessori di una tessera identificativa della FIGC/LND valida per la stagione sportiva 2013/2014, segnatamente: a) b) c) d) Dirigenti indicati come accompagnatori ufficiali; Dirigenti indicati come addetti agli ufficiali di gara; Dirigenti che svolgono mansioni di assistenti di parte; Dirigenti ammessi nel recinto di gioco al posto dellAllenatore, laddove previsto.

5
Ciascuna societ dovr indicare, allatto delliscrizione ai campionati di competenza, provvedendo allaggiornamento nel corso della stagione sportiva, la lista dei nominativi dei propri dirigenti ufficiali. I dirigenti che non saranno indicati nella suddetta categoria rientreranno nel regime assicurativo fino ad ora in vigore e NON potranno avere accesso al recinto di giuoco.

3.3 Persone ammesse nel recinto di giuoco


Domenica 25 agosto inizia lattivit ufficiale, si rammenta alle societ quanto previsto dal Com. Uff. n.1 della L.N.D. : per le gare organizzate in ambito regionale e dal Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica, sono ammessi nel recinto di gioco, per ciascuna delle squadre interessate, purch muniti di tessera valida per la stagione in corso: a) un dirigente accompagnatore ufficiale; b) un medico sociale; c) un allenatore ovvero, in mancanza, esclusivamente per i campionati dellattivit giovanile e scolastica e per i campionati della L.N.D. delle categorie Juniores Provinciale, Serie C2 di Calcio a Cinque maschile, provinciali di Calcio a Cinque maschile e regionali e provinciali di Calcio Femminile, un dirigente; d) un operatore sanitario ausiliario designato dal medico sociale, ovvero, in mancanza, un dirigente; e) i calciatori di riserva. f) per la sola ospitante, anche il dirigente addetto allarbitro (FACOLTATIVO). Il dirigente indicato come accompagnatore ufficiale rappresenta, ad ogni effetto, la propria Societ. Relativamente agli allenatori abilitati dal Settore Tecnico ed inseriti nei ruoli ufficiali dei tecnici non ancora in possesso della tessera federale (tesseramento in corso) valgono le seguenti disposizioni: b) il nominativo dellallenatore deve essere indicato nellapposito spazio nellelenco di gara; c) nello spazio tessera personale F.I.G.C. deve essere indicata la dizione R.E.T.; d) allatto della presentazione allarbitro dellelenco di gara deve essere consegnata anche la copia per il tecnico della richiesta emissione tessera di tecnico, unitamente al documento personale di riconoscimento dellallenatore. Le ipotesi di allenatore mancante possono essere individuate in: 1) non obbligatoriet del tesseramento di un allenatore abilitato dal Settore Tecnico ed iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici; 2) mancanza per cause di carattere soggettivo riguardanti lallenatore regolarmente tesserato (es: temporaneo impedimento per motivi personali, di salute, squalifica, ecc.); 3) cessazione, per qualsiasi motivo, del rapporto con lallenatore regolarmente tesserato e nelle more (30 giorni) del tesseramento di altro allenatore iscritto nei ruoli ufficiali; 4) mancato tesseramento di allenatore abilitato dal Settore Tecnico ed iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici dovuto alla deroga accordata alla Societ che intende confermare lallenatore non abilitato che ha guidato la squadra nella precedente stagione sportiva, nei casi ammessi. Nelle ipotesi del Dirigente ammesso nel recinto di giuoco, ai sensi dellart. 66, delle N.O.I.F., al posto dellallenatore, il nominativo del Dirigente medesimo deve essere indicato nellelenco di gara nello spazio previsto per lallenatore, avendo lavvertenza di cancellare tale dizione sostituendola con la parola Dirigente ufficiale. Parimenti, la corrispondente dizione tessera personale F.I.G.C. deve essere sostituita con tessera di riconoscimento per Dirigenti ufficiali di Societ. Va da s che il nominativo indicato quale Dirigente al posto dellallenatore, nei casi previsti dallarticolo 66, delle N.O.I.F., deve essere pertanto presente nella predetta tessera di riconoscimento per Dirigenti ufficiali di Societ, il cui numero deve essere riportato nello spazio previsto dopo avere apportato alla dizione la modifica anzidetta.

6
Si precisa, infine, che le disposizioni in oggetto valgono, con gli opportuni adattamenti, anche nel caso di mancanza delloperatore sanitario ausiliario (gi massaggiatore), nei casi previsti dallarticolo 66, delle N.O.I.F.. In entrambi i casi esaminati corre lobbligo di segnalare che il/i Dirigente/i ammessi nel recinto di giuoco ai sensi dellart. 66, delle N.O.I.F., si aggiungono al Dirigente accompagnatore ufficiale della squadre, e non lo sostituiscono. Le persone ammesse nel recinto di gioco debbono prendere posto sulla panchina assegnata a ciascuna squadra e hanno l'obbligo di mantenere costantemente un corretto comportamento. L'arbitro esercita nei loro confronti i poteri disciplinari a lui conferiti. Preso atto del periodo di chiusura estivo del C.R.L. e delle Delegazioni Provinciali, si autorizza lingresso nel recinto di giuoco per le gare in programma fino al 15 settembre p.v. anche ai dirigenti sprovvisti di tesserino di dirigente ufficiale previa presentazione o della tessera provvisoria o della richiesta di emissione sempre accompagnata dal documento didentit personale.

3.4 Pronto A.I.A. - mancanza arbitro designato stagione sportiva 2013/2014


Si comunica che da domenica 25 agosto 2013 con linizio della stagione sportiva (Coppa Italia e Coppa Lombardia) sar in funzione il servizio Pronto A.I.A., allo scopo di evitare che delle gare non vengano disputate per il mancato arrivo dellarbitro designato. Pertanto, nel caso in cui larbitro designato non si sia presentato quando mancano 30 minuti allorario fissato per linizio della gara, le societ sono invitate a chiamare il Pronto A.I.A. che provveder ad inviare un altro arbitro. Per attivare il Pronto A.I.A. occorre telefonare ad uno dei seguenti numeri: 02 / 217 22 408 02 / 217 22 410 349/4107063 (juniores regionali sabato pomeriggio) Tale servizio utilizzabile per i seguenti campionati: eccellenza, promozione, prima e seconda categoria, juniores regionali, calcio femminile serie C e D, terza categoria Under 21 pura, allievi e giovanissimi regionali. Sono, pertanto, esclusi da tale servizio i campionati organizzati dai comitati provinciali e locali, salvo diverse intese raggiunte dai comitati stessi con le sezioni arbitri della zona che verranno pubblicate sui rispettivi comunicati ufficiali. Si precisa che il numero telefonico indicato deve essere utilizzato solo ed esclusivamente per il servizio Pronto A.I.A.; luso indiscriminato, che da considerarsi vietato, sar severamente censurato. Tale soluzione stata decisa dal Consiglio Direttivo del C.R.l. allevidente scopo di evitare alle Societ i disagi e i costi che devono affrontare per il recupero di gare, da effettuare con tutta probabilit in giornate infrasettimanali, a causa del mancato arrivo dellarbitro designato. Una volta attivato il Pronto A.I.A. ed avuta assicurazione dallOrgano Tecnico regionale dellinvio di un altro arbitro, bisogner attendere larrivo di questultimo, anche se lattesa dovesse protrarsi oltre il termine regolamentare, secondo lo spirito del comma 1 dellart.67 delle N.O.I.F. Spetter poi allarbitro, a suo insindacabile giudizio, in relazione allora del suo arrivo, stabilire se dare o meno inizio alla gara.

3.5 Password Societa


Si comunica che, ai fini di tutela della privacy, la L.N.D. dal 1 luglio 2013 ha disposto che i Comitati Regionali non potranno pi fornire le password dellarea Societ. In caso di smarrimento di tale codice, la societ dovr fare richiesta di una nuova password, inviando un fax all Ufficio sportello societ, corredata da fotocopia del documento d identit del Presidente ed un recapito mail o di fax cui inviare la nuova password.

3.6 Calciatori Quindicenni Nuovo Testo


Per opportuna conoscenza si richiamano le Societ interessate ai seguenti adempimenti relativi allutilizzo dei giovani calciatori quindicenni. STRALCIO ART. 34 NOIF NUOVO TESTO...omissis... 3 I calciatori giovani tesserati per le Societ associate nelle Leghe possono prendere parte soltanto a gare espressamente riservate a calciatori delle categorie giovanili. I calciatori giovani, che abbiano compiuto anagraficamente il 15 anno di et, e i calciatori di sesso femminile, che abbiano compiuto il 16 anno di et, possono tuttavia partecipare anche ad attivit agonistiche organizzate dalle Leghe, purch autorizzati dal Comitato Regionale, quale organo federale ai sensi dellart. 3 dello Statuto federale, territorialmente competente. Il rilascio dellautorizzazione subordinato alla presentazione, a cura e spese della Societ che fa richiesta, dei seguenti documenti: a) certificato di idoneit specifica allattivit agonistica, rilasciato ai sensi del D.M. 15 febbraio 1982 del Ministero della Sanit; b) relazione di un medico sociale, o in mancanza di altro sanitario, che attesti la raggiunta maturit psicofisica del calciatore alla partecipazione a tale attivit. La partecipazione del calciatore ad attivit agonistica, senza lautorizzazione del Comitato Regionale, comporta lapplicazione della punizione sportiva della perdita della gara prevista allart. 17 comma 5 del C.G.S.

3.7 Tesseramento di Calciatori di Et Inferiore ai 18 Anni


Si ricorda che i moduli di tesseramento e di trasferimento dei calciatori minori di anni 18 sia Italiani che Stranieri DEVONO essere sottoscritti da entrambi i genitori. In caso di mancanza di uno di essi alla domanda di tesseramento/trasferimento dovranno essere allegati i documenti comprovanti la mancanza di una delle firme. Ne consegue, per quanto sopra riportato, che le richieste di tesseramento e di trasferimento sprovviste della firma di entrambi i genitori o con una sola firma non motivata verranno ritenute nulle

3.8 Certificazioni anagrafiche per tesseramento calciatori


Si fa riferimento alla materia in oggetto e alla relativa trattazione avvenuta in occasione del Consiglio Direttivo di Lega del 27 gennaio u.s.

8
In proposito, si rappresenta che lart. 15 della legge di stabilit finanziaria (n. 183/2011) ha stabilito che, in sostituzione delle certificazioni anagrafiche,innanzi alle Pubbliche Amministrazioni debbono essere prodotte autocertificazioni. La FIGC e la Lega Nazionale Dilettanti non sono Pubbliche Amministrazioni bens enti di diritto privato e pertanto, allo stato, la richiesta di tesseramento dovr continuare ad essere accompagnata dai certificati rilasciati dalle anagrafi comunali. Si ricorda altres che lart. 27 bis del d.p.r. 642/72 (All. B), dispone lesenzione dallimposta di bollo per gli estratti, certificazioni, dichiarazioni o attestazioni poste in essere o richiesti da organizzazioni non lucrative di utilit sociale (ONLUS) e dalle Federazioni Sportive ed Enti di Promozioni Sportive riconosciuti dal CONI .

3.9 Allenatori dilettanti avviso importante


Le societ dovranno trasmettere le richieste di tesseramento direttamente al Settore Tecnico della F.I.G.C.(Via Gabriele DAnnunzio,138-50135 Firenze tel.055-50901) Si ricorda, nuovamente, alle societ che gli accordi economici (NON IL MODULO COLOR BIANCO MOD. RICHIESTA EMISSIONE TESSERA DI TECNICO), formalizzati fra le Societ appartenenti alle Categorie Eccellenza e Promozione e gli Allenatori, debbono essere depositati o inviati all Associazione Italiana Allenatori Calcio (A.I.A.C.) presso il C.R.L. Via Pitteri 95/2 20134 Milano, unicamente se riguardano la conduzione tecnica della prima squadra. Il deposito della suddetta documentazione dovr essere effettuato, a cura dellAllenatore interessato, entro il termine di giorni 20 dalla sottoscrizione. Il deposito dovr essere accompagnato dalla copia della richiesta di tesseramento che la Societ deve rilasciare al tecnico interessato. Nellipotesi di assenza di qualsiasi forma di riconoscimento economico fra le Societ e lAllenatore, dovr essere depositata apposita dichiarazione di gratuit della conduzione tecnica sottoscritta da entrambe le parti. Il deposito della suddetta documentazione dovr essere effettuato, a cura della Societ o dellAllenatore interessato, entro il termine di giorni 20 dalla sottoscrizione e dovr essere accompagnato dalla relativa richiesta di tesseramento del tecnico; l A.I.A.C avr cura esclusivamente previa verifica del deposito dellaccordo economico o dichiarazione. Per tutti gli Allenatori tesserati con funzioni diverse da quelle relative alla conduzione della prima squadra, non obbligatorio il deposito dellaccordo economico o della dichiarazione, ferme restando lobbligatoriet della loro sottoscrizione e la validit dei contenuti degli stessi in caso di controversia; le relative richieste di tesseramento dovranno essere inviate direttamente al Settore Tecnico.

3.10 Polizza Assicurativa facoltativa stagione sportiva 2013-2014


Si informano le societ che per la prossima stagione sportiva il Sig.Remelli ,come nelle precedenti annualit,prester gratuitamente servizio di assistenza e consulenza assicurativa alle societ dilettantistiche e giovanili lombarde per il tramite della societ di brokeraggio ITALBROKERS CONSULTING S.R.L.- MILANO A fronte di tale prestazione e ritenuti congrui i premi richiesti ,questo comitato accredita la ITAL BROKERS CONSULTING presso le societ di calcio lombarde per leventuale stipulazione , da parte delle stesse, della polizza di assicurazione integrativa. A tale riguardo si tenga presente : che la stipulazione della polizza di assicurazione integrativa del tutto facoltativa e che essa disciplinata dalle condizioni generaliriportate nel retro del modulo Polizza Infortuni Calciatori Dilettanti che i calciatori tesserati di ciascuna societ sono gi coperti da una assicurazione base obbligatoria ai sensi dellart.45 delle N.O.I.F., stipulata con la Compagnia Ina Assitalia .

9
Le societ che ricevono il comunicato , tramite il sito www.lnd.it , possono scaricare le condizioni collegandosi al seguente indirizzo : http://www.italbrokers.it/convenzionecalcio scaricando i relativi allegati (prospetto modulo adesione modulo denuncia informativa cliente informativa precontrattuale e mandato) Le societ che desiderano avere ulteriori informazioni e/o chiarimenti al riguardo,possono rivolgersi allincaricato sig. G. Remelli , favorendo in comitato il gioved non festivo,dalle ore 14,00 alle 17,30 oppure telefonando al nr.02/85457832.

3.11. Svincoli art. 108 (per accordo) e art 109 (per inattivit) stagione sportiva 2013/2014
Le societ sono invitate a consultare il Comunicato Ufficiale del C.R.L. N 2 del 04/07/2013

3.12 Art. 101 delle N.O.I.F - Trasferimenti temporanei (prestiti) dei calciatori non professionisti (dilettanti) , giovani dilettanti e giovani di serie.
Si evidenzia alle societ limportante novit introdotta dalla F.I.G.C. con la modifica dellart.101 delle N.O.I.F Il vecchio comma 1 era cos formulato : il trasferimento temporaneo ha una durata minima pari a quella che intercorre tra i due periodi dei trasferimenti ed una durata massima di una stagione sportiva e lo stesso calciatore non pu essere trasferito a titolo temporaneo per pi di due stagioni sportive consecutive. Il nuovo comma 1 viene cos formulato: il trasferimento temporaneo ha una durata minima pari a quella che intercorre tra i due periodi dei trasferimenti ed una durata massima di una stagione sportiva
*****

Il vecchio comma 2 era cos formulato : Il calciatore non professionista (dilettante) o giovane dilettante non pu essere trasferito a titolo temporaneo (prestito) per due stagioni sportive consecutive alla stessa societ. Questo comma viene abrogato. Pertanto dalla stagione sportiva 2013/2014 un giocatore potr essere trasferito a titolo temporaneo (prestito) ad altre o alla stessa societ anche per pi stagioni sportive.

10

4. Comunicazioni per lAttivit del Settore Giovanile Scolastico del C.R.L.

4.1 Attivit Giovanile Periferica


Ai Comitati Regionali e alle altre articolazioni periferiche della L.N.D. sono affidate le procedure amministrative di tesseramento, nonch quelle di affiliazione e di iscrizione, da attuarsi attraverso il cosiddetto sportello unico. Ai Comitati Regionali ed alle altre articolazioni periferiche della L.N.D. affidata lorganizzazione dellattivit giovanile a livello periferico. CAMPIONATO REGIONALE ALLIEVI A 2013/2014 ARTICOLAZIONE Il Campionato Regionale Allievi A 2013/2014 articolato in quattro gironi composti da 14 squadre ciascuno. Per lassegnazione del Titolo Regionale Allievi A verranno effettuate gare di Play-off, le cui modalit di effettuazione saranno comunicate con apposito regolamento prima dellinizio del Campionato. PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI La partecipazione dei calciatori al Campionato Regionale Allievi A stagione sportiva 2013/2014, riservata ai tesserati nati dal 1 gennaio 1997 in poi e che, comunque, alla data di effettuazione della gara abbiano anagraficamente compiuto il 14 anno di et. 1 ALLENATORI E opportuno rammentare le disposizioni emanate dal Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., circa la conduzione tecnica delle squadre: Le squadre che partecipano al Campionato Regionale Allievi hanno lobbligo di utilizzare un allenatore abilitato dal Settore Tecnico, iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici e regolarmente tesserato per la stagione sportiva in corso. CAMPIONATO REGIONALE ALLIEVI B 2013/2014 ARTICOLAZIONE Il Campionato Regionale Allievi B 2013/2014, articolato in 6 gironi composti da 14 squadre ciascuno

10

11
PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI La partecipazione dei calciatori al Campionato Regionale Allievi B stagione sportiva 2013/2014, riservata ai tesserati nati dal 1 gennaio 1997 in poi e che, comunque, alla data di effettuazione della gara abbiano anagraficamente compiuto il 14 anno di et. ALLENATORI E opportuno rammentare le disposizioni emanate dal Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., circa la conduzione tecnica delle squadre: Le squadre che partecipano al Campionato Regionale Allievi B hanno lobbligo di utilizzare un allenatore abilitato dal Settore Tecnico, iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici e regolarmente tesserato per la stagione sportiva in corso.

CAMPIONATO REGIONALE GIOVANISSIMI A 2013/2014 ARTICOLAZIONE Il Campionato Regionale Giovanissimi A 2013/2014 articolato in quattro gironi composti da 14 squadre ciascuno. Per lassegnazione del Titolo Regionale Giovanissimi A verranno effettuate gare di Play-off, le cui modalit di effettuazione saranno comunicate con apposito regolamento prima dellinizio del Campionato. PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI La partecipazione dei calciatori al Campionato Regionale Giovanissimi A stagione sportiva 2013/2014, riservata ai tesserati nati dal 1 gennaio 1999 in poi e che, comunque, alla data di effettuazione della gara abbiano anagraficamente compiuto il 12 anno di et. ALLENATORI E opportuno rammentare le disposizioni emanate dal Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., circa la conduzione tecnica delle squadre: Le squadre che partecipano al Campionato Regionale Allievi hanno lobbligo di utilizzare un allenatore abilitato dal Settore Tecnico, iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici e regolarmente tesserato per la stagione sportiva in corso. CAMPIONATO REGIONALE GIOVANISSIMI B 2013/2014 ARTICOLAZIONE Il Campionato Regionale Giovanissimi B 2013/2014, articolato in 6 gironi composti da 14 squadre ciascuno PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI La partecipazione dei calciatori al Campionato Regionale Giovanissimi B stagione sportiva 2013/2014, riservata ai tesserati nati dal 1 gennaio 1999 in poi e che, comunque, alla data di effettuazione della gara abbiano anagraficamente compiuto il 12 anno di et. ALLENATORI E opportuno rammentare le disposizioni emanate dal Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., circa la conduzione tecnica delle squadre:

11

12
Le squadre che partecipano al Campionato Regionale Giovanissimi B hanno lobbligo di utilizzare un allenatore abilitato dal Settore Tecnico, iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici e regolarmente tesserato per la stagione sportiva in corso. TORNEO REGIONALE ALLIEVI FASCIA B (1998) 2013/2014 ARTICOLAZIONE Il Torneo Allievi Regionali Fascia B (1998) 2013/2014, articolato in QUATTRO gironi composti da 14 squadre. Per lassegnazione del XIV Trofeo Lombardia Torneo Allievi Regionali Fascia B (1998)2013/2014, verranno effettuate gare di Play-Off, le cui modalit di effettuazione saranno comunicate con apposito regolamento prima dellinizio del Torneo. PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI La partecipazione alla Torneo Allievi Regionali Fascia B (1998) stag. sport.2013/2014 riservata ai tesserati nati dal 1 gennaio 1998 in poi e che, comunque, alla data di effettuazione della gara, abbiano anagraficamente compiuto il 14 anno di et. TORNEO GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B (2000) 2013/2014 ARTICOLAZIONE Il Torneo Giovanissimi Regionali Fascia B (2000) 2013/2014, articolato in QUATTRO gironi composti da 14 squadre. Per lassegnazione della XIV Trofeo Lombardia Giovanissimi Regionali Fascia B (2000) 2013/2014, verranno effettuate gare di Play-Off, le cui modalit di effettuazione saranno comunicate con apposito regolamento prima dellinizio del Torneo. PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI La partecipazione alla Torneo Giovanissimi Regionali Fascia B (2000) stag. sport.2013/2014 riservata ai tesserati nati dal 1 gennaio 2000 in poi e che, comunque, alla data di effettuazione della gara, abbiano anagraficamente compiuto il 12 anno di et. Le normative concernenti le promozioni e le retrocessioni delle varie categorie regionali per la stagione sportiva 2014/2015 verranno rese note con apposito Comunicato Ufficiale prima dellinizio dei vari campionati e tornei.

4.2. Approvazione Tornei Settore Giovanile


Si comunica lavvenuta approvazione dei seguenti tornei: Denominazione Torneo Soc. Organizzatrice 20 Torneo Matteo Villa Meda Cup Calcio Femminile 3 Memorial Andrea Bonomi 2 Trofeo Citt di Seveso 1 Edizione Championship 1 Trofeo Del Ciccetti Apertura 2013 M. Marangi Torneo della Ripresa 4 Trofeo Salvatore DAmico Ges Monza Cup 2013 5 Torneo Tigrotti bianco/blu US Buraghese ASD Real Meda A.S.D. Sporting V. Mazzola AC Base 96 U.S. Melzo 1908 G.S.D. Citt di Monza ASD Real Milano FCD Andice Pioltellese ASD Meda ASD Ges Monza SSD Prolissone Tip. R R R R R P P P R P P Cat. 2-3 CAT. G P G E P-PA A-E-P E-P-PA P-PA E-P E-P Data di Svolgimento 29/08-01/09/2013 07/09-15/09/2013 14/09-15/09/2013 31/08-01/09/2013 07/09-29/09/2013 14/09-15/09/2013 06/09-06/10/2013 09/09-02/10/2013 14/09-06/10/2013 13/09-22/09/2013 22/09-29/09/2013

12

13
Torneo Fabbrica dello Sport Meda Cup Memorial A.Ciceri Memorial Dino Volpe Paina Calcio ASD Real Meda U.S.D. S.A.S.D. R R P P-PA E A-G-E-P 08/09-25/09/2013 15/09/2013 09/09-14/09/2013

5. Comunicazioni della Delegazione Provinciale


COMUNICAZIONE IMPORTANTE Richieste variazione gara Si ricorda a tutte le societ che le richieste di variazione gara devono tassativamente essere inviate all'Ufficio programmazione gare del CRL entro e non oltre i 7 giorni antecedenti la disputa della gara stessa. In caso di richieste successive rispetto al termine prescritto, verr applicato un diritto fisso di Euro 20,00 da addebitarsi alla societ tardivamente richiedente; se la richiesta fosse congiunta da parte delle due societ che devono affrontarsi, il suddetto importo verr suddiviso fra le due societ interessate.

Iscrizioni Campionati Delegazione di Monza Stagione Sportiva 2012/2013


Le Societ che partecipano allattivit organizzata dalla Delegazione di Monza sono invitate a prendere nota delle avvertenze sotto riportate A. La partecipazione ai Campionati comporta limpegno di portare a termine la Stagione Sportiva (salvo cause opportunamente motivate). B. Non ammesso reclamo avverso la composizione dei gironi C. Le societ sono pregate di verificare sul Comunicato Ufficiale lesatto inserimento dellorganico del Campionato facendo presente immediatamente eventuali errori D. Eventuali ritiri presentati dopo la pubblicazione dei gironi comporter lapplicazione delle sanzioni previste dal Codice di Giustizia Sportiva E. Il campo di gioco che viene indicato al momento dellscrizione dovr essere mantenuto per tutta la Stagione Sportiva , eventuali modifiche dovranno essere opportunamente motivate con dichiarazione del proprietario dellimpianto. F. La modifica di campi , lo spostamento di gare, la modifica di orari deve essere presentata su apposito modulo, disponibile in Delegazione , almeno 10 giorni prima la data fissata della gara con la firma della Societ interessata. G. Come stabilito dal CRL . ogni variazione non opportunamente motivata o presentata fuori dai termini previsti (10 giorni) comporter lapplicazione della tassa di 20,00 alla Societ richiedente

13

14 H. Nel caso si verificassero delle concomitanze nel calendario gare La Delegazione concorda direttamente con la squadra che gioca in casa lopportuna modifica che rester vincolante per la squadra ospitata. I. Si ricorda che ogni variazione apportata al calendario gare comporta tutta una serie di interventi presso strutture e soggetti interessati con il rischio , evidente, di non arrivare in tempo utile

J. Non potranno comunque essere accettati rinvii e/o spostamenti di gare con la motivazione generiche di malattia dei giocatori, gite scolastiche, feste o ricorrenze particolari.

5.1 Inizio Campionati Stagione Sportiva 2013-2014


Seconda Categoria Terza categoria Juniores Provinciale Allievi e Giovanissimi Domenica 8 Settembre 2013 Domenica 15 Settembre 2013 Sabato 14,Domenica 15 Settembre 2013 Sabato 21 Domenica 22 Settembre 2013 Ore 15.30 O.F Orario come da Calendario. Ore 15.00 O.F. oppure stabilito da Calendario Orari da calendario

come

Al presente Comunicato Ufficiale vengono allegati e Calendari dei Campionati Categoria e Juniores Provinciali.

di Seconda, Terza

Alle Societ che comunicano la loro RINUNCIA alla partecipazione a campionati o tornei regionali provinciali locali A CALENDARI PUBBLICATI, verr comminata una sanzione pecuniaria in misura decuplicata rispetto a quelle previste per la prima rinuncia( Art. 53 comma 8 N.O.I.F.).

5.2 Campionato di Seconda Categoria Stagione Sportiva 2013/2014


Retrocessioni Il Consiglio Direttivo del C.R.L. nella riunione del 1 agosto 2013 ha deliberato che dalla stagione 2013/2014 nel campionato di Seconda Categoria vi saranno solo DUE retrocessioni: - la 16^ classificata retroceder direttamente; - la seconda retrocessione verr determinata dal play-out tra le societ classificate in 15^ e 14^ posizione.

5.3 Campionato Provinciale Juniores


Il Campionato Provinciale Juniores organizzato da ciascuna Delegazione Provinciale e/o Distrettuale, sulla base di uno o pi gironi. a) Limite di partecipazione dei calciatori in relazione allet Alle gare del Campionato Provinciale Juniores possono partecipare i calciatori nati dal 1 gennaio 1995 in poi. E consentito impiegare fino a un massimo di quattro calciatori fuori quota, nati dal 1 gennaio 1993, in base alle disposizioni emanate dai Consigli Direttivi dei Comitati Regionali. Linosservanza delle predette disposizioni sar punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall art. 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva.

14

15
b) Limite di partecipazione di calciatori alle gare In deroga a quanto previsto dallart. 34, comma 1, delle N.O.I.F., le Societ partecipanti con pi squadre a Campionati diversi possono schierare in campo, nelle gare di Campionato di categoria inferiore, i calciatori indipendentemente dal numero delle gare eventualmente disputate dagli stessi nella squadra che partecipa al Campionato di categoria superiore. Si ricorda alle Societ che schierano Juniores pure che possono utilizzare solamente giocatori nati dal 1 gennaio 1995 in poi. (no fuoriquota).

5.4 Limiti det partecipazione gare e tornei Stagione Sportiva 2013-2014


Categoria ALLIEVI Categoria ALLIEVI SPERIMENTALI Categoria GIOVANISSIMI Categoria GIOVANISSIMI SPERIMENTALI 97 - 98 98 99 - 00 00 al compimento del 14 anno di et al compimento del 14 anno di et al compimento del 12 anno di et al compimento del 12 anno di et

A integrazione di quanto pubblicato sul Com. Uff. n. 1 del 4 luglio 2013 si riporta quanto di seguito come da Com. Uff. n. 2 del 4 luglio 2013 CRL Attivit di Base SCHEMA RIEPILOGATIVO(NON UFFICIALE) ATTIVITA DI BASE ANNO CALCISTICO 2013-2014

In attesa della pubblicazione del C.U. n.1 dove verranno riportate le norme ufficiali della prossima stagione sportiva si pubblica un IPOTESI DI QUADRO RIASSSUNTIVO( NON UFFICIALE) DELLE ATTIVITA PER LA STAGIONE 2013-2014 CATEGORIA Piccoli Amici Piccoli Amici 1-2 anno Piccoli Amici 3-4 anno Pulcini 1 anno* (Solo fase primaverile) Pulcini 2 anno Pulcini et mista Pulcini 3 anno Esordienti 1 anno Esordienti et mista ATTIVIT DI GARA 2c2 3c3 4c4 5c5 e alternate a giochi di vario genere 2c2 3c3 alternate a giochi di vario genere 4c4 5c5 alternate a giochi di vario genere 5c5 6c6 6c6 7c7 7c7 o 9c9 7c7 o 9c9 ET DI RIFERIMENTO 5 - 6 / 7 - 8 anni (dall1.1.2007, purch abbiano compiuto 5 anni) 5 - 6 anni (dall1.1.2007, purch abbiano compiuto 5 anni) 7 8 anni (2005 e 2006) 8 anni (2005)* 9 anni (2004) 8-9-10 anni (dall1.1.2005 8 anni compiuti) 10 anni (2003) 11 anni (2002) 10 11 12 anni (dall1.1.2002 10 anni

15

16
compiuti) 12 anni (2001)

Esordienti 2 anno

9c9 o 11c11

* Lattivit prevista per i nati nel 2005 dovr essere svolta nella prima fase autunnale prevedendo attivit di gioco partita 5c5 alternata ad attivit di gioco-esercizio, come di norma avviene nella categoria Piccoli Amici, denominata attivitPiccoli Amici 2005. Lattivit Pulcini 1 anno(che prevede solo incontri 5>5 potr essere organizzata solo a partire dalla fase primaverile. Allattivit piccoli amici 2005 potranno partecipare anche i bambini del 2005 che non hanno ancora compiuto lottavo anno di et.

5.5 Organici campionati settore giovanile 2013/2014


CATEGORIA ALLIEVI A.CASATI ARCORE ACCADEMIA COLOGNO CALCIO ALBIATESE ATLETICO BUSSERO AURORA DESIO 1922 BRIOSCHESE BRUGHERIO CALCIO 1968 BURAGHESE BUSNAGO CALCIO CARUGATE 87 CESANO MADERNO CITTA' DI COLOGNO CITTA' DI MONZA CORNATESE CORREZZANA DESIO DI PO VIMERCATESE DON BOSCO G.S. S.D.S. ARCOBALENO GESSATE INZAGO MASCAGNI MEDA 1913 MELZO 1908 MOLINELLO NUOVA SA.MO. CALCIO ORNAGO POLISPORTIVA C.G.B. POLISPORTIVA DI NOVA PRO LISSONE PRO VICTORIA REAL MILANO ROBUR RUGINELLO S. ALBINO S. DAMIANO SAN FRUTTUOSO SENAGO CALCIO SOVICESE SPORTING VALENTINOMAZOLA VAREDO VEDUGGIO CALCIO VIGNATE CALCIO VILLAGGIO FIORI ANTONINI

TOTALE 42 SQUADRE

16

17

CATEGORIA ALLIEVI FASCIA B A.CASATI ARCORE ACCADEMIA COLOGNO CALCIO AUSONIA BASE 96 SEVESO BELLUSCO 1947 BIASSONO BOVISIO MASCIAGO BUSNAGO C.O.S.O.V. CARUGATE DI PO VIMERCATESE DON BOSCO FONAS GERARDIANA MONZA GES MONZA CALCIO 1946 GESSATE JUVENILIA MELZO MOLINELLO MEDA 1913 SQ.A MEDA 1913 SQ.B MEZZAGO MUGGIO' OLIMPIC TREZZANESE PESSANO CON BORNAGO POZZUOLO CALCIO REAL MILANO S. ALBINO S. DAMIANO S. ROCCO SENAGO CALCIO SPERANZA AGRATE SPORTING VALENTINOMAZOLA TRIUGGESE VAREDO VEDANO VIBE BERNAREGGIO RONCHESE VIGNATE CALCIO VIMERCATESE ORENO

TOTALE 38 SQUADRE

17

18

CATEGORIA GIOVANISSIMI ACCADEMIA CALCIO SEREGNO ACCADEMIA COLOGNO CALCIO ALBIATESE ATLETICO BUSSERO AURORA DESIO 1922 BASIANO MASATE SPORTING BELLUSCO 1947 BESANA FORTITUDO BOVISIO MASCIAGO BRIOSCHESE BURAGHESE BUSNAGO C.O.S.O.V. CAMPAGNOLA DON BOSCO CASSINA CALCIO CAVENAGO CESANO MADERNO CESANO MADERNO SQ.B CITTA' DI MONZA CONCOREZZESE CREANDO G.S. ARCOBALENO GERARDIANA MONZA GESSATE INZAGO JUVENILIA TOTALE 52 SQUADRE LEO TEAM S. FRANCESCO MASCAGNI MEDA 1913 MELZO 1908 NUOVA FRONTIERA OLIMPIC TREZZANESE ORNAGO PESSANO CON BORNAGO PIERINO GHEZZI POLISPORTIVA ARGENTIA POLISPORTIVA C.G.B. POLISPORTIVA DI NOVA PRO VICTORIA 1906 REAL MILANO S. GIOVANNI BOSCO CEREDO SENAGO CALCIO SOVICESE SPERANZA AGRATE TRIUGGESE VAREDO VEDANO VEDUGGIO CALCIO VI.BE BRIANZA VIGNATE CALCIO VILLAGGIO FIORI ANTONINI VIMERCATESE ORENO

18

19

CATEGORIAGIOVANISSIMI FASCIA B 1913 SEREGNO CALCIO A. CASATI CALCIO ARCORE ACCADEMIA COLOGNO CALCIO AUSONIA ATLETICO BUSSERO BASIANO MASATE SPORTING BELLUSCO 1947 BIASSONO BOVISIO MASCIAGO BRIOSCHESE BRUGHERIO CALCIO 1968 BUSNAGO CAMPAGNOLA DON BOSCO CAVENAGO CITTA' DI COLOGNO CITTA' DI MONZA CONCOREZZESE CORNATESE DESIO DI PO VIMERCATESE DON BOSCO FOLGORE CARATESE FONAS GERARDIANA MONZA GES MONZA 1946 GESSATE JUVENILIA MELZO TOTALE 55 SQUADRE MASCAGNI MEZZAGO MOLINELLO NUOVA SA. MO. NUOVA USMATE OLIMPIC TREZZANESE ORNAGO POLISPORTIVA ARGENTIA POLISPORTIVA C.G.B. POLISPORTIVA DI NOVA POZZUOLO CALCIO PRO LISSONE PRO VICTORIA 1906 REAL MILANO S. ALBINO S. DAMIANO S. GIOVANNI BOSCO CEREDO SAN FRUTTUOSO SENAGO CALCIO SPERANZA AGRATE SPORTING VALENTINOMAZZOLA VAREDO VEDANO VI.BE BRIANZA VIGNATE CALCIO VILLAGGIO FIORI ANTONINI VIMERCATESE ORENO MONS ORSENIGO

19

20

6. Attivit di Base 6.2 Iscrizioni Attivit di Base-Categorie Esordienti e Pulcini


Avviso Importante Iscrizioni Attivit di Base-Categorie Esordienti e Pulcini
Per consentire una migliore organizzazione dellAttivit di Base, della prossima stagione sportiva, fase autunnale, le iscrizioni delle categorie Esordienti e Pulcini saranno accettate alla riapertura della Delegazione, da Gioved 29 Agosto 2013 fino a Luned 09 Settembre 2013. Le Societ, entro tale data, dovranno presentare lelenco delle Squadre iscritte con le stesse modalit internet, in base alle disposizioni del C.U. n 1 del Settore Giovanile Scolastico, unitamente al modulo delle desiderate. Tali iscrizioni dovranno essere considerate definitive, per la fase autunnale, e non saranno accettate ulteriori variazioni.

20

21

IL SEGRETARIO Giovanni Mangiagalli

IL DELEGATO PROVINCIALE Gianni Mauri

Pubblicato ed affisso all'ALBO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE il 29 Agosto 2013

21