Sei sulla pagina 1di 26

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MONZA 1. Comunicazioni della F.I.G.C.

Via Ugolini 11 20052 MONZA Tel. 039 2326135 Fax 039 2304666 Email: del.monza@postalnd.it Sito della Delegazione di Monza allinterno del Comitato Regionale Lombardia: http://www.lnd.it

STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 Comunicato Ufficiale N 1 del 04 Luglio 2013


Primo della Stagione 2013-2014 AVVISO IMPORTANTE
La Delegazione di Monza rester aperta con i seguenti orari: Luned Gioved Venerd dalle ore 20.30 alle ore 22.30
Esclusivamente per liscrizioni al Campionato di tutte le Categorie da Eccellenza al Settore Giovanile nei seguenti giorni: Dal Luned al Venerd :dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.30 (fino a Venerd 27 Luglio 2013) Si ricorda alle Societ che il pagamento delliscrizione deve essere effettuato esclusivamente a mezzo di assegno circolare ( escluso lassegno bancario) Inoltre occorre allegare obbligatoriamente la fotocopia del documento del Presidente della Societ . Per le categoria Eccellenza, promozione sussiste l obbligo di allegare copia del certificato di agibilit dellimpianto sportivo.

CHIUSURA DELEGAZIONE
La Delegazione Provinciale di Monza rester chiusa da sabato 27 Luglio 2013 e riaprir Gioved 29 Agosto con il Comunicato Ufficiale N 2 Le Societ sono invitate a consultare il sito internet della Delegazione di Monza dove verranno pubblicate eventuali comunicazioni importanti.

Nessuna comunicazione

2. Comunicazioni della L.N.D.


Le Societ sono invitate a consultare il Comunicato Ufiiciale L.N.D. N 1 del 3 Luglio 2013 che riporta le modalit di svolgimento dell attivit agonistica 2013/2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1 COMUNICATO UFFICIALE N. 2 COMUNICATO UFFICIALE N. 4 COMUNICATO UFFICIALE N. 5 COMUNICATO UFFICIALE N. 6 - Attivit ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti - Art. 43 NOIF visita medica - Coppa Italia Dilettanti Regolamento - Programma Manifestazioni Nazionali LND - Nomine Delegazioni provinciali e distrettuali **************************************************** CIRCOLARE N. 2 Convenzione LND USSI CIRCOLARE N. 3 Rapporti con le emittenti radiotelevisive CIRCOLARE N. 4 Norme rapporti tra societ e organi di informazioni CIRCOLARE N. 6 Gare ufficiali da disputare in assenza di pubblico CIRCOLARE N. 7 gare amichevoli tornei internazionali CIRCOLARE N. 8 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

2.1 Modalit e procedure in ordine alla variazione di attivit per la Stagione Sportiva 2013-2014.
CIRCOLARE N. 58 Con riferimento alle disposizioni di cui allart. 118, delle N.O.I.F., nonch alle Circolari L.N.D. n. 38 del 30 giugno 2011 e n. 49 del 15 giugno 2013, si rappresentano le modalit e le procedure in ordine alla variazione di attivit per la Stagione Sportiva 2013-2014. In linea con le disposizioni F.I.F.A., al fine di permettere lo svolgimento di attivit di calcio a undici e di calcio a cinque ai calciatori non professionisti (art.29, N.O.I.F) e giovani dilettanti (art.32, N.O.I.F.), consentita la variazione di attivit con i limiti e le modalit fissate dallart.118, delle N.O.I.F. E quindi consentito: a) ai tesserati per Societ di calcio a undici variare lattivit assumendo il tesseramento/vincolo per una diversa Societ di calcio a cinque, fermo restando il tesseramento/vincolo con la presedente Societ di calcio a undici; b) ai tesserati per Societ di calcio a cinque variare lattivit assumendo il tesseramento/vincolo per una diverso Societ di calcio a undici, fermo restando il tesseramento/vincolo con la precedente Societ di calcio a cinque. La variazione di attivit consentita una sola volta per la Stagione Sportiva, nel periodo stabilito annualmente dal Consiglio Federale che per la Stagione Sportiva 2013-2014 fissato dal 1luglio 2013 al 1ottobre 2013 . Una volta variata lattivit, il calciatore che intende variare la stessa, quindi, ripristinare loriginario rapporto con la Societ quiescente, deve necessariamente attendere la riapertura dei termini previsti per la Stagione Sportiva successiva 2014-2015. Qualora la Societ quiescente abbia cessato definitivamente ogni attivit o abbia cessato la sola attivit oggetto della ricostituzione del rapporto di tesseramento, il calciatore pu aggiornare la sua posizione di tesseramento unicamente a favore di societ che svolgono la medesima attivit ripristinata dallo stesso.

3
Non consentita la variazione di attivit per calciatori che hanno sottoscritto accordi economici ai sensi dellart.94 ter, delle N.O.I.F. Non consentita la variazione di attivit dei calciatori, da e per Societ che, nel periodo temporale in cui il tesserato pu esercitare il diritto di richiedere tale variazione, hanno un contemporaneo titolo sportivo a partecipare sia ad attivit di calcio a undici che di calcio a cinque. In tale ultimo caso, i calciatori non professionisti e giovani dilettanti tesserati per Societ che hanno sia lattivit di Calcio a undici sia attivit di Calcio a cinque possono svolgere entrambe le discipline esclusivamente a favore della Societ presso la quale sono tesserati. In linea generale, non consentita la variazione di attivit, da parte dei calciatori, in costanza di una effettiva partecipazione al Campionato da parte delle Societ che intendono integrare la propria attivit agonistica con una nuova disciplina, sia essa di Calcio a undici o di Calcio a cinque. La semplice iscrizione a un Campionato di Calcio a undici o di Calcio a Cinque, pertanto, non pu essere considerata motivo di preclusione per la variazione di attivit dei tesserati, se questultima interviene in un periodo temporale in cui gli stessi tesserati esercitano il diritto ex art. 118, N.O.I.F. entro il termine perentorio stabilito annualmente dal Consiglio Federale. Per i calciatori stranieri tesserati ai sensi degli artt. 40 quater e 40 quinquies, delle N.O.I.F., consentita la variazione di attivit, fermi restando i limiti e le condizioni di cui alle sopracitate norme. Per i calciatori stranieri tesserati in ambito dilettantistico con vincolo annuale, il tesseramento in variazione valido sino al termine della Stagione Sportiva. Ha seguito della prima variazione, lulteriore richiesta di variazione di attivit pu essere effettuata solo a favore della Societ di calcio a undici o di calcio a cinque per la quale il calciatore risulta tesserato/vincolato in quiescenza. I calciatori che hanno variato lattivit possono essere trasferiti a titolo definitivo e/o in prestito, anche nello stesso periodo, solo tra Societ pure che svolgono la medesima attivit; per i calciatori che hanno variato lattivit, quindi, non consentito il trasferimento a favore di Societ che svolgono contemporaneamente attivit di calcio a undici e calcio a cinque. In proposito, si evidenzia la seguente applicazione pratica della norma generale a casi specifici: - Il calciatore cambia attivit e, successivamente, la Societ dellattivit prescelta per la quale si tessera o nella quale viene trasferito integra la propria attivit con la partecipazione ad un Campionato di disciplina diversa da quella prescelta dal tesserato: in questo caso, il tesserato pu partecipare esclusivamente al Campionato che la Societ disputa nellattivit dallo stesso prescelta al momento della variazione di attivit. Gli svincoli di cui agli articoli 108,109 e 111, delle N.O.I.F., hanno validit ed efficacia unicamente in relazione al tesseramento in variazione della Societ dellattivit prescelta, e non hanno alcun effetto sul vincolo di tesseramento con la Societ dellattivit quiescente. Una volta svincolato, il calciatore pu aggiornare la sua posizione di tesseramento unicamente a favore di Societ pure che svolgono la medesima attivit dallo stesso prescelta: Fatta salva la previsione di cui allart. 94 ter, delle N.O.I.F., gli svincoli di cui allart.32 bis, delle N.O.I.F., hanno validit ed efficacia sia in relazione al tesseramento in variazione della Societ prescelta, sia sul vincolo di tesseramento con la Societ dellattivit quiescente, a condizione che la procedura venga contestualmente attuata sia presso il Comitato, la Divisione Calcio a Cinque o il Dipartimento cui appartiene la Societ dellattivit prescelta in variazione, sia presso il Comitato, la Divisione Calcio a Cinque o il Dipartimento cui appartiene la Societ dellattivit quiescente. In entrambi i casi, valgono le modalit di cui allart.32 bis, commi 2 e 3, delle N.O.I.F., con particolare riferimento alla spedizione della raccomandata sia alla Societ quiescente sia alla Societ dellattivit prescelta. Una volta svincolato dalla Societ dellattivit prescelta in variazione e dalla Societ dellattivit quiescente, il calciatore pu aggiornare la sua posizione di tesseramento sia per Societ pure che per Societ che svolgono contemporaneamente attivit di calcio a undici e calcio a cinque. Gli svincoli di cui agli articoli 107 e 110, delle N.O.I.F., hanno validit ed efficacia unicamente in relazione al tesseramento della Societ che ha effettuato lo svincolo o che ha cessato lattivit, anche se trattasi di Societ dellattivit quiescente. Una volta svincolato, il calciatore tesserato in variazione, che intenda nuovamente variare lattivit, potr effettuare tale variazione con le modalit ed i limiti di cui allarticolo 118, delle N.O.I.F., o aggiornare la sua posizione di tesseramento unicamente a favore di Societ pure che svolgono la medesima attivit dallo stesso prescelta. Linvio o il deposito delle richieste di variazione di attivit potr essere effettuato nei periodi fissati dal Consiglio Federale (per la stagione 2013/2014 il periodo stabilito dal 1 luglio 2013 al 1 ottobre 2013 , attraverso linvio dellapposito modulo federale con le modalit previste dallart.118, comma 6, delle N.O.I.F., ai Comitati e Divisioni di competenza i quali, al termine del periodo previsto per le variazioni di attivit e, comunque, non oltre il giorno

4
22 ottobre 2013, trasmettono alla Segreteria della Lega Nazionale Dilettanti le pratiche di variazione di attivit, specificando lindicazione della data di ricezione delle singole pratiche. La variazione di attivit consente al calciatore di svolgere esclusivamente lattivit a favore della Societ per la quale ha effettuato la variazione ; il tesseramento a favore della Societ per la quale stata inoltrata la variazione decorre dal giorno successivo di invio e/o di deposito dellapposito modulo federale presso lEnte di appartenenza della Societ interessata. I calciatori colpiti da sanzione di squalifica, che hanno cambiato attivit ai sensi dellart.118, N.O.I.F., scontano le rispettive squalifiche, anche per il solo residuo, con le modalit di cui allart. 22, comma 6, del Codice di Giustizia Sportiva, modificato con Comunicato Ufficiale F.I.G.C. n. 78/A del 10 ottobre 2011. Le disposizioni di cui alla presente Circolare si applicano anche alle calciatrici. IL SEGRETARIO GENERALE (Massimo Ciaccolini) IL PRESIDENTE ( Carlo Tavecchio)

2.2 Visita medica calciatori


COMUNICATO UFFICIALE N. 2 Stagione Sportiva 2013/2014 Si richiamano le Societ associate alla L.N.D. al rigoroso rispetto della normativa contenuta allart. 43, delle N.O.I.F., al fine di sensibilizzare i propri tesserati a sottoporsi a visita medica per laccertamento dellidoneit alla pratica sportiva agonistica. Ci in virt del principio generale secondo il quale i legali rappresentanti delle Societ sono soggetti a responsabilit civili e penali nel caso di rischio infortunistico mortale nel corso di gare e/o allenamenti che coinvolgessero tesserati privi della suindicata certificazione, in assenza della quale non riconosciuta alcuna tutela assicurativa

2.3 Nomine Delegazioni Stagione Sportiva 2013/2014


COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2013/2014 Ai sensi della vigente normativa in materia, si comunicano le nomine relative alla composizione delle Delegazioni Provinciali, Distrettuali e Zonali della L.N.D., per la stagione sportiva 2013/2014, ratificate dal Consiglio Direttivo di Lega nella riunione del 26 Giugno 2013. DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MONZA Delegato GIANNI MAURI Vice Delegato TULLIO CARDIN Componenti ROLLA MARIO BONALUMI ALESSANDRO MANZONI DARIO GENTILE DOMENICO FILIPPI MARCO Segretario MANGIAGALLI GIOVANNI GIUSTIZIA SPORTIVA Giudice Sportivo: Sostituto Giudice Sportivo:

REDAELLI ERMANNO CAVORSI MARIO MURTAS GIORGIO MANFREDI MICHELE PIROLA ARMANDO

UMBERTO SARTORELLI MAURIZIO DELBUE

3. Comunicazioni del Comitato Regionale (L.N.D.)


Avviso Importante
PASSWORD SOCIETA
Si comunica che, ai fini di tutela della privacy, la L.N.D. dal 1 luglio 2013 ha disposto che i Comitati Regionali non potranno pi fornire le password dellarea Societ. In caso di smarrimento di tale codice, la societ dovr fare richiesta di una nuova password, inviando un fax all Ufficio sportello societ, corredata da fotocopia del documento d identit del Presidente ed un recapito mail o di fax cui inviare la nuova password.

3.1 Art. 101 delle N.O.I.F - Trasferimenti temporanei (prestiti) dei calciatori non professionisti (dilettanti) , giovani dilettanti e giovani di serie.
Si evidenzia alle societ limportante novit introdotta dalla F.I.G.C. con la modifica dellart.101 delle N.O.I.F Il vecchio comma 1 era cos formulato : il trasferimento temporaneo ha una durata minima pari a quella che intercorre tra i due periodi dei trasferimenti ed una durata massima di una stagione sportiva e lo stesso calciatore non pu essere trasferito a titolo temporaneo per pi di due stagioni sportive consecutive. Il nuovo comma 1 viene cos formulato: il trasferimento temporaneo ha una durata minima pari a quella che intercorre tra i due periodi dei trasferimenti ed una durata massima di una stagione sportiva
*****

Il vecchio comma 2 era cos formulato : Il calciatore non professionista (dilettante) o giovane dilettante non pu essere trasferito a titolo temporaneo (prestito) per due stagioni sportive consecutive alla stessa societ. Questo comma viene abrogato. Pertanto dalla stagione sportiva 2013/2014 un giocatore potr essere trasferito a titolo temporaneo (prestito) ad altre o alla stessa societ anche per pi stagioni sportive.

3.2. Stagione sportiva 2013/2014 campionati di eccellenza, promozione, prima e seconda categoria. Limiti di partecipazione dei calciatori alle gare ufficiali, in relazione allet.
1. Alle gare dei campionati di ECCELLENZA, PROMOZIONE, PRIMA e SECONDA categoria, nonch alle altre gare dellattivit ufficiale organizzata da questo Comitato Regionale e/o dalle Delegazioni Provinciali e Distrettuali lombarde, possono partecipare, senza alcuna limitazione di impiego in relazione allet massima tutti i calciatori regolarmente tesserati per la stagione sportiva 2013/2014 che abbiano compiuto anagraficamente il 15 anno di et nel rispetto delle condizioni previste dallart. 34, comma 3, delle NOIF. 2. Avvalendosi della facolt di deroga consentita dal Consiglio Direttivo della L.N.D., il Comitato Regionale nella riunione del 13.4.13, preso atto da quanto emerso nelle riunioni con le Societ di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria, ha determinato di porre, per le Societ partecipanti ai Campionati organizzati dal C.R.L., lobbligo di impiegare nellattivit ufficiale, sin dallinizio della gara e per tutta la durata della stessa e, quindi anche nel caso di sostituzioni successive, calciatori, distinti in relazione al numero e allet, come segue:

Stagione Sportiva 2013/2014


categorie eccellenza e promozione obbligo di impiego di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato dal 01.01.1992 dal 01.01.1993 dal 01.01.1994 dal 01.01.1995

categoria prima: categoria seconda:

obbligo di impiego e obbligo di impiego

di 2 calciatori nati dal 01.01.1992 di 1 calciatore nato dal 01.01.1991 di 3 calciatori nati dal 01.01.1991

Stagione Sportiva 2014/2015


categorie eccellenza e promozione obbligo di impiego di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato dal 01.01.1993 dal 01.01.1994 dal 01.01.1995 dal 01.01.1996

categoria prima: categoria seconda:

obbligo di impiego e obbligo di impiego

di 2 calciatori nati dal 01.01.1993 di 1 calciatore nato dal 01.01.1992 di 3 calciatori nati dal 01.01.1992

Stagione Sportiva 2015/2016


categorie eccellenza e promozione obbligo di impiego di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato di 1 calciatore nato dal 01.01.1994 dal 01.01.1995 dal 01.01.1996 dal 01.01.1997

categoria prima: categoria seconda: Tale obbligo non sussiste :

obbligo di impiego e obbligo di impiego

di 2 calciatori nati dal 01.01.1994 di 1 calciatore nato dal 01.01.1993 di 3 calciatori nati dal 01.01.1993

a) in caso di espulsione dal campo; b) in caso di infortunio dei calciatori delle suddette fasce di et, ove siano state gi effettuate tutte le sostituzioni consentite. Eventuali sostituzioni dei suddetti calciatori debbono essere effettuate con calciatori appartenenti alla stessa fascia di et, oppure ad una fascia di et inferiore a quella prevista. Quanto sopra potr subire delle variazioni se la LND dovesse apportare delle modifiche alle annate rese obbligatorie a livello nazionale.

3.3 Iscrizioni Ai Campionati Organizzati Dal Comitato Regionale Lombardia Lnd - Stagione Sportiva 2013/2014
Si riportano, qui di seguito gli importi relativi alle tasse iscrizione, quelli relativi allacconto spese di funzionamento ed alcune utili informazioni sul periodo e sulle modalit di presentazione delle iscrizioni ai campionati della stagione sportiva 2013/2014. INOLTRE SI COMUNICA CHE GLI ESTRATTI CONTO EMESSI DALLA SEGRETERIA FEDERALE E QUELLI EMESSI DA QUESTO COMITATO REGIONALE SARANNO CONSULTABILI DALLE SOCIET NELL AREA SOCIETA. Le iscrizioni ad vari campionati e tornei della medesima Societ devono essere effettuate contestualmente. La compilazione della modulistica deve essere necessariamente effettuata tramite accesso allapposita area riservata del sito www.lnd.it - area societ - immettendo password e login. Periodo e modalit di presentazione delle iscrizioni Le domande di iscrizione e la modulistica che ad esse va allegata possono essere presentate, ( in triplice copia) indifferentemente, presso questo comitato regionale o presso qualsiasi delegazione provinciale o distrettuale della Lombardia,nei seguenti periodi: per liscrizione ai campionati di eccellenza, promozione, Coppa Italia (ed altri campionati e tornei da parte della stessa societ) per l iscrizione ai campionati di 1^ e 2^ categoria, Juniores regionale ,Coppa Lombardia, Calcio femminile serie C, Calcio a cinque serie C1 e C2 Coppa Italia Calcio a 5 Coppa Lombardia Calcio a 5 C2Allievi e giovanissimi regionali dilettanti e professionisti (ed altri campionati e tornei della stessa societ): per liscrizione ai campionati delle restanti categorie, compresi allievi e giovanissimi provinciali allieve e giovanissime femminile regionali juniores femminile per liscrizione di Coppa Lombardia Calcio a Cinque serie D:

dal 4 al 11 luglio 2013

dal 4 al 16 luglio 2013

dal 4 al 22 luglio 2013

dal 4 luglio al 26 luglio 2013

per liscrizione ai campionati di Calcio a 5 Juniores e di calcio a 5 Femminile:

dal 4 luglio al 30 agosto 2013

per liscrizione ai campionati di Allievi e Giovanissimi Regionali Calcio a 5:

dal 4 luglio al 30 settembre 2013

attivit di base iscrizione effettuata presso il C.R.L. dal 4 al 26 luglio 2013 (con possibilit di successiva riapertura solo presso le Delegazioni Provinciali di competenza) Per effettuare liscrizione presso la Delegazione Provinciale di competenza si invitano le Societ a consultare i Comunicati Ufficiali della propria Delegazione per controllare le date di apertura.

Si ricorda che ai sensi dellart. 28 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti, costituiscono condizioni inderogabili per liscrizione ai Campionati regionali e provinciali : a) La disponibilit di un impianto di gioco omologato, dotato dei requisiti previsti dallart. 31, del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti. b) Linesistenza di situazioni debitorie nei confronti di Enti federali, Societ e tesserati; c) Il versamento delle seguenti somme dovute a titolo di diritti e oneri finanziari: Tassa Associativa L.N.D. Diritti di iscrizione ai Campionati di competenza Assicurazione tesserati Acconto spese per attivit regionale e organizzazione AI fini del corretto assolvimento degli adempimenti per le iscrizioni, necessario inviare o depositare a pena di decadenza la domanda di ammissione al Campionato di competenza. Da tener presente, in proposito, che dovr far fede la data di arrivo ovvero di deposito della suddetta domanda.

E obbligatoria liscrizione per i Campionati Regionali o Provinciali di ogni categoria e disciplina sportiva tramite il sistema informatico on line, secondo le modalit previste. Dopo la procedura on-line, resta confermato che le singole iscrizioni si intendono perfezionate con la consegna della documentazione cartacea stabilita negli adempimenti per lammissione delle Societ ai Campionati di competenza.

Alla data di scadenza, il Comitato proceder alla verifica delle documentazioni pervenute. Le Societ che non avranno adempiuto correttamente alle prescrizioni relative alliscrizione al Campionato di competenza, saranno informate dal Comitato circa le inadempienze riscontrate e avranno la possibilit di regolarizzare le proprie posizioni entro il termine perentorio che verr comunicato.

Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale decider definitivamente sulle ammissioni delle Societ ai Campionati della stagione sportiva 2013/14 nel corso di una riunione alluopo convocata. Le Societ di nuova affiliazione dovranno presentare tempestivamente a questo Comitato Regionale la domanda di affiliazione alla F.I.G.C. unitamente alla documentazione richiesta, al fine di poter ottenere la password necessaria agli adempimenti connessi alle domande di iscrizione ai vari Campionati. Alle domande di iscrizione dovranno essere obbligatoriamente allegati, pena la non ricevibilit delle domande stesse: 1. ASSEGNO CIRCOLARE intestato: LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE LOMBARDIA. Gli importi devono essere comprensivi di quanto dovuto per liscrizione al campionato o ai campionati ai quali si intende partecipare; tali quote potranno essere diminuite delleventuale somma a credito, mentre dovranno

9
essere obbligatoriamente aumentate delleventuale somma a debito risultante dallestratto conto societario alluopo inviato da questo comitato regionale e del premio per lassicurazione obbligatoria per dirigenti e calciatori. Attenzione: le societ di nuova affiliazione dovranno versare in conto spese assicurative (giocatori e dirigenti), la quota aggiuntiva di euro 1000,00 (mille ); quota ridotta ad euro 500,00 (cinquecento), se trattasi di societ di calcio a cinque. 2. Campo di giuoco, disponibilit Il modulo relativo al campo di giuoco deve essere compilato e firmato per ogni singola squadra partecipante ai vari campionati e deve comunque indicare il numero di codice attribuito al campo stesso. Le Societ delle categorie Eccellenza e Promozione oltre alla disponibilit dellimpianto sportivo dovranno, altres, allegare la licenza di agibilit (rilasciata dallapposita Commissione di Vigilanza Comunale, o Provinciale, sui Pubblici Spettacoli), di cui allart. 19 del Decreto Ministeriale del 18.3.1996, per gli impianti con capienza superiore a cento spettatori; nel caso dimpossibilit a presentare la documentazione unitamente alliscrizione, si dovr allegare una dichiarazione dellente proprietario (Comune, Parrocchia etc,) che attesti limpegno a produrre, nel pi breve tempo possibile, la certificazione richiesta. Si ricorda alle Societ quanto prevede lart. 19 delle N.O.I.F. Art. 19 Impianto sportivo 1. Le societ debbono svolgere la loro attivit sportiva nellimpianto sportivo dichiarato disponibile allatto della iscrizione al Campionato. Limpianto sportivo, dotato dei requisiti richiesti, deve essere ubicato nel Comune in cui le societ hanno la propria sede sociale. 2. In ambito professionistico, lutilizzo di un impianto sportivo ubicato in un Comune diverso, regolato dalle norme sulle Licenze Nazionali, emanate annualmente dal Consiglio Federale. 3. In ambito professionistico, le Leghe, su richiesta delle societ o dufficio, in situazioni eccezionali e di assoluta urgenza correlate alla singola gara, possono disporre secondo la rispettiva competenza e per fondati motivi, che le medesime societ svolgano la loro attivit in impianti diversi. 4. In ambito dilettantistico e di settore giovanile, su richiesta delle societ, la L.N.D., i Comitati e le Divisioni, secondo la rispettiva competenza, possono autorizzare le medesime societ, in via eccezionale e per fondati motivi, anche per situazioni di urgenza correlate alla singola gara, a svolgere la loro attivit in impianti non ubicati nel Comune in cui hanno sede. La Divisione Calcio a Cinque pu autorizzare, in caso di mancanza di struttura idonea, le societ che hanno lobbligatoriet di giocare su campi coperti a svolgere la propria attivit in impianti sportivi di province limitrofe, dotati di campi coperti. 5. In caso di mancato accoglimento dellistanza di cui ai commi 3 e 4, le societ possono chiedere il riesame della stessa: - al Consiglio Federale se sono societ del settore professionistico; - al Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti se sono societ del settore dilettantistico o di primo settore giovanile. 6. Salvo deroga, per quanto di competenza della Federazione, delle Leghe, dei Comitati e delle Divisioni, non pu essere considerato nella disponibilit di una societ un impianto sportivo che sia gi a disposizione di altra. Si invitano pertanto le Societ che, qualora in sede discrizione della prima squadra dovessero indicare un campo di giuoco sito in un comune dove non hanno la propria sede sociale, ad inoltrare al Comitato Regionale Lombardia regolare domanda di deroga per la stagione sportiva 2013/2014.

Desiderata Societ: eventuali desiderata delle Societ saranno riportate sullapposito modulo , da inviare al Comitato unitamente alla domanda di iscrizione. Il C.R.L., nella compilazione del calendario delle gare, cercher

10
di soddisfare, nei limiti del possibile, le richieste pervenute. In caso di mancata compilazione delle Desiderata, il Comitato riterr che la Societ non ha alcuna richiesta e/o particolare segnalazione da fare.

Quote d'iscrizione ai vari campionati e tornei regionali, provinciali e locali Stagione 2013/2014 Le quote sotto riportate dovranno essere versate in unica soluzione e con le modalit di cui al precedente punto 1. CAMPIONATI E TORNEI Campionato eccellenza Campionato promozione Campionato 1 categoria Campionato 2 categoria Campionato Reg. Juniores Campionato 3 categoria Campionato 3 categoria-under 21 Campionato 3 categoria-under 18 Campionato 3 categoria-under 21 riserv. Campionato provinciale Juniores Campionato calcio femminile serie C Campionato calcio femminile serie D Campionato femminile juniores Campionato calcio a 5 - serie C1 Campionato calcio a 5 - serie C2 Campionato calcio a 5 - serie D Campionato Juniores calcio a 5 maschile e femminile Campionato Regionale calcio a 5 femminile Torneo amatori Torneo Coppa Lombardia Torneo Coppa Lombardia Juniores Torneo Coppa Lombardia femminile serie D Torneo Coppa Lombardia Calcio a 5 serieC2 Torneo Coppa Lombardia Calcio a 5 serie D ATTIVITA GIOVANILE E SCOLASTICA 450,00 350,00 200,00 100,00 100,00 100,00 100,00 250,00 250,00 150,00 750,00 850,00 1.350,00 200,00 100,00 100,00 100,00 100,00 TASSA ISCRIZIONE 2.400,00 1.700,00 1.200,00 800,00 750,00 550,00 550,00 550,00 550,00 550,00 600,00 350,00 250,00 650,00 500,00 400,00 250,00 250,00 250,00 250,00 250,00 250,00 250,00 250,00 250,00 TASSA ASSOCIATIVA 250,00 250,00 250,00 250,00 ACCONTO SPESE 2.900,00 2.500,00 1.400,00 1.100,00 300,00 850,00 850,00 850,00 200,00 200,00 700,00 250,00 100,00 950,00 800,00 800,00 100,00 TOTALE DOVUTO 5.550,00 4.450,00 2.850,00 2.150,00 1.050,00 1.650,00 1.650,00 1.650,00 750,00 750,00 1.550,00 850,00 350,00 1.850,00 1.550,00 1.450,00 350,00

10

11
Il Comitato Regionale Lombardia, in attesa di comunicato ufficiale della F.I.G.C. relativo agli oneri finanziari per la stagione sportiva 2013/2014, al fine di poter procedere regolarmente con le iscrizioni relative allattivit giovanile, applicher momentaneamente gli importi previsti per la scorsa stagione. Si provveder in seguito ad eventuale conguaglio.

- Tassa annuale di adesione al settore Giovanile Quote d'iscrizione - Stagione Sportiva 2013/2014 Campionato giovanissimi regionali

e Scolastico euro 25,00

Societ Professionistiche Societ Dilettanti Societ di Puro Settore

330,00 260,00 210,00 380,00 310,00 260,00 60,00* 60,00* 60,00* 60,00*

Campionato Allievi regionali

Societ Professionistiche Societ Dilettanti Societ di Puro Settore

Campionato provinciale

Allievi Giovanissimi Esordienti Pulcini

* per categoria e non per squadra DEPOSITI CAUZIONALI Societ di PURO SETTORE GIOVANILE Societ PROFESSIONISTICHE Societ C.N.D. Campionati Regionali Iscrizione di una sola squadra 310,00 520,00

Iscrizione di pi squadre (camp. Regionali e Prov.) Campionati provinciali Iscrizione di una sola squadra Iscrizione di pi squadre 260,00 310,00

AVVERTENZE PER TUTTE LE SOCIETA Le iscrizioni saranno accettate sub judice fino al controllo della conformit di tutta la documentazione presentata. Si precisa che ciascuna societ deve pagare una sola TASSA ASSOCIATIVA anche se partecipa a pi campionati

3.4 Certificazioni Anagrafiche Per Tesseramento Calciatori


Si fa riferimento alla materia in oggetto e alla relativa trattazione avvenuta in occasione del Consiglio Direttivo di Lega del 27 gennaio u.s. In proposito, si rappresenta che lart. 15 della legge di stabilit finanziaria (n. 183/2011) ha stabilito che, in sostituzione delle certificazioni anagrafiche,innanzi alle Pubbliche Amministrazioni debbono essere prodotte autocertificazioni.

11

12
La FIGC e la Lega Nazionale Dilettanti non sono Pubbliche Amministrazioni bens enti di diritto privato e pertanto, allo stato, la richiesta di tesseramento dovr continuare ad essere accompagnata dai certificati rilasciati dalle anagrafi comunali. Si ricorda altres che lart. 27 bis del d.p.r. 642/72 (All. B), dispone lesenzione dallimposta di bollo per gli estratti, certificazioni, dichiarazioni o attestazioni poste in essere o richiesti da organizzazioni non lucrative di utilit sociale (ONLUS) e dalle Federazioni Sportive ed Enti di Promozioni Sportive riconosciuti dal CONI.

3.5 Campionati regionali 2013/2014 programmazione date di inizio


Il Consiglio Direttivo ha deliberato le date di inizio dei campionati di e le date di svolgimento delle gare del 1^ turno della Coppa Italia eccellenza e promozione e Coppa Lombardia 1^ e 2^ categoria della prossima stagione sportiva 2013/2014: Date inizio campionati ECCELLENZA(gironi a 18 squadre) ECCELLENZA(gironi a 16 squadre) PROMOZIONE(gironi a 18 squadre) PROMOZIONE(gironi a 16 squadre) 1^ e 2^ CATEGORIA FEMMINILE SERIE C FEMMINILE SERIE D TERZA CATEGORIA UNDER 21 JUNIORES REGIONALE A e B CALCIO A 5 SERIE C 1 CALCIO A 5 SERIE C 2 CALCIO A 5 SERIE D ALLIEVI e GIOVANISSIMI REGIONALI domenica 01 settembre 2013 domenica 08 settembre 2013 domenica 01 settembre 2013 domenica 08 settembre 2013 domenica 08 settembre 2013 domenica 08 settembre 2013 domenica 15 settembre 2013 domenica 15 settembre 2013 sabato 14 settembre 2013 venerd 13 settembre 2013 gioved 26 settembre 2013 luned 23 settembre 2013 domenica 15 settembre 2013

3.6 Coppa Lombardia 2013/2014 - Regolamento


Il Comitato Regionale Lombardia organizza per la stagione sportiva 2013/2014, otto tornei denominati COPPA LOMBARDIA; riservati alle seguenti categorie: 1-1a Categoria; 2-2a categoria; 3-3a categoria, 3a categoria under 21 e 3a categoria under 18; 4- Juniores Regionali B 5- Juniores Provinciali 6- Serie D femminile; 7- Calcio a cinque serie C 2; 8- Calcio a cinque serie D. 1. COPPA LOMBARDIA PER SOCIET DI 1^ CATEGORIA Al torneo possono iscriversi tutte le societ che nella stagione sportiva 2013/2014 disputeranno il campionato di 1^ categoria. (sigla competizione per liscrizione K1) 2. COPPA LOMBARDIA PER SOCIET DI 2^ CATEGORIA Al torneo possono iscriversi tutte le societ che nella stagione sportiva 2013/2014 disputeranno il campionato di 2^ categoria. (sigla competizione per liscrizione K2)

12

13

3. COPPA LOMBARDIA PER SOCIET DI 3^ CATEGORIA, 3^ UNDER 21 Al torneo possono iscriversi tutte le societ che nella stagione sportiva 2013/2014 disputeranno il campionato di 3^ categoria e 3^ under 21. (sigla competizione per liscrizione C3) 4. COPPA LOMBARDIA CATEGORIA JUNIORES REGIONALI B Al torneo possono iscriversi tutte le societ che nella stagione sportiva 2013/2014 disputeranno il campionato regionale Juniores B. (sigla competizione per liscrizione CB) 5. COPPA LOMBARDIA JUNIORES PROVINCIALI Al torneo possono iscriversi le societ che nella stagione sportiva 2013/2014 disputeranno il campionato provinciale Juniores. (sigla competizione per liscrizione CA) 6. COPPA LOMBARDIA PER SOCIET DI SERIE D FEMMINILE Al torneo possono iscriversi le societ che nella stagione sportiva 2013/2014 disputeranno i campionati di Serie D femminile. 7. COPPA LOMBARDIA PER SOCIET DI CALCIO A 5 SERIE C 2 Le 42 squadre aventi diritto, iscritte dufficio alla manifestazione, saranno suddivise in 10 gironi da tre squadre con gare di sola andata e 6 raggruppamenti da 2 squadre con gara di andata e ritorno. Passeranno il turno le societ prime classificate di ogni girone. Le gare di Coppa Lombardia di C2 verranno disputate nelle serate di luned o marted con orario di inizio compreso fra le 21,00 e le 22,00, ad eccezione delle prime 2 giornate del 1^ turno (triangolari ed accoppiamenti) dove le gare verranno disputate nei giorni di giovedi o venerdi, come da indicazioni delle societ allatto delliscrizione al Campionato di Serie C2.. Le 16 squadre qualificate saranno abbinate fra loro tramite sorteggio e si incontreranno in gare di andata e ritorno (ottavi di finale). Per i turni successivi (quarti e semifinali) viene stabilito che disputer la prima gara in casa la squadra che nel turno immediatamente precedente ha disputato la prima gara in trasferta e viceversa. Nella ipotesi che le squadre interessate abbiano invece disputato la prima gara del precedente turno in casa o in trasferta, lordine di svolgimento sar stabilito tramite sorteggio. Sussiste lobbligo di inserire in distinta un calciatore nato a partire dal 01.01.1991 in poi . Nelle gare dei triangolari, ciascuna squadra incontrer le altre due componenti del girone, in gare di sola andata. - riposer nella seconda giornata la squadra che avr vinto la prima gara o, in caso di pareggio, avr disputato la prima gara in trasferta; quella che

- nella terza giornata si svolger la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza. Al termine dei triangolari a parit di punti fra due o pi squadre per determinare la posizione di classifica, si terr conto dellordine: - dei punti conseguiti negli incontri diretti; - a parit di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri; - del maggior numero di reti segnate negli scontri diretti; - della miglior differenza fra reti segnate e subite nellintero girone; - del maggior numero di reti segnate nellintero girone; - del sorteggio

13

14

Per i turni ad eliminazione diretta risulteranno qualificate al turno successivo le squadre che negli incontri di andata e ritorno avranno segnato il maggior numero di reti; verificandosi ulteriore parit si effettueranno i tiri di rigore secondo le normative vigenti. I gol segnati in trasferta non valgono doppio. Nella finale, prevista in gara unica in campo neutro, in caso di parit al termine dei tempi regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di 5 minuti cadauno e, persistendo il risultato di parit, saranno effettuati i tiri di rigore nel rispetto delle norme vigenti. La societ vincente del Torneo Coppa Lombardia calcio a 5 serie C 2 verr inserita nella graduatoria prevista per il completamento dellorganico del campionato di serie C1, La manifestazione si svolger secondo il seguente calendario:

8. COPPA LOMBARDIA PER SOCIET DI CALCIO A 5 SERIE D Al torneo possono iscriversi le societ che nella stagione sportiva 2012/2013 disputeranno il campionato Calcio a 5 Serie D. Date delle gare e formula della competizione: da definire Per quanto non previsto si fa espressamente richiamo alle norme vigenti.

di

9. NORME COMUNI PER TUTTE LE CATEGORIE a. Modalit di svolgimento della manifestazione Le squadre partecipanti si incontreranno tra di loro secondo la formula dei gironi (composti da tre o pi squadre) e/o secondo la formula in uso per le coppe europee di calcio con incontri di andata e ritorno. Nelle gare dei triangolari, ciascuna squadra incontrer le altre due componenti del girone, in gare di sola andata. - riposer nella seconda giornata la squadra che avr vinto la prima gara o, in caso di pareggio, avr disputato la prima gara in trasferta; quella che

- nella terza giornata si svolger la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza. Per il primo turno, se al termine dei gironi pi di una squadra si sar classificata al primo posto, per determinare la vincente del girone stesso si terr conto nellordine: - dei punti conseguiti negli incontri diretti; - a parit di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri; - del maggior numero di reti segnate negli scontri diretti; - della miglior differenza fra reti segnate e subite nellintero girone; - del maggior numero di reti segnate nellintero girone; - del sorteggio Sedicesimi - ottavi e quarti di finale gare di sola andata Le vincenti della fase eliminatoria saranno abbinate in base alla griglia iniziale, e disputeranno in casa la gara di sola andata dei sedicesimi di finale le vincenti dellapposito sorteggio effettuato a cura del C.R.L. Negli ottavi e nei quarti di finale viene sin da ora stabilito che disputer la gara in casa la squadra che, in occasione dello svolgimento del turno precedente, ha disputato la gara in trasferta e viceversa, nel caso che entrambe le squadre interessate abbiano, invece, disputato la gara del precedente turno in casa o in trasferta, lordine di svolgimento sar stabilito da apposito sorteggio effettuato dalla segreteria del Comitato Regionale.

14

15
Modalit tecniche per le gare di sola andata Nelle gare di sola andata, in caso di parit al termine dei 90 minuti regolamentari, per lassegnazione della vittoria e conseguentemente della qualificazione al turno successivo, si proceder alleffettuazione dei tiri di rigore secondo le vigenti modalit. Semifinali Modalit tecniche per le gara di andata e ritorno Gli incontri relativi alle due semifinali si disputeranno secondo la formula delle gare di andata e ritorno . Risulter qualificata (o vincente) la squadra che nei due incontri avr totalizzato il maggior numero di punti; in caso di parit quella che avr segnato il maggior numero di reti. Qualora risultasse parit nelle reti segnate, sar dichiarata vincente la squadra che avr segnato il maggior numero di reti in trasferta; verificandosi ulteriore parit larbitro proceder a far eseguire i tiri di rigore secondo le modalit previste dai vigenti Regolamenti Nella finale, prevista in gara unica in campo neutro, in caso di parit al termine dei tempi regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di 15 minuti cadauno; persistendo il risultato di parit, saranno effettuati i calci di rigore nel rispetto delle norme vigenti.

b. Impiego giovani calciatori E obbligatorio limpiego di giovani calciatori secondo le norme previste per i campionati di 1^ - 2^ categoria nella stagione sportiva 2013/2014. Per la 3^ cat., la 3^ cat. Under 21, Juniores Regionali B e Juniores Provinciale le societ devono impiegare i calciatori nel rispetto dei limiti di et previsti per i campionati di competenza. c. Sostituzione dei giocatori Nel corso di ciascuna gara sono ammesse sino a cinque sostituzioni di giocatori, indipendentemente dal ruolo. Per la Coppa Lombardia di Calcio a 5 Serie C 2 e D valgono le norme vigenti per la specifica attivit. d. Orario gare Tutte le gare si disputeranno allorario ufficiale stabilito per il Campionato di competenza salvo disposizione prevista dal C.R.L. nei seguenti casi: - accordo preventivo di entrambe le societ con comunicazione tempestiva; - alle ore 20.30 se vengono disputate su campi muniti di impianto di illuminazione omologato. Nessuna deroga verr concessa alle societ sprovviste di impianto di illuminazione omologato Per la Coppa Lombardia di Calcio a 5, lorario delle gare sar disciplinato dalla Divisione Calcio a 5 di questo Comitato. e. Premi Le societ vincenti le gare di finale di 1^, 2^, 3^ categoria , Juniores Regionali B, Juniores Provinciali: a) acquisiranno, con precedenza assoluta, il diritto di inserimento nella graduatoria di ammissione alla categoria superiore a quella di appartenenza, ove in essa vi siano dei posti vacanti per completare lorganico di quel campionato, stagione sportiva 2014/2015; diritto che si perde in caso di retrocessione alla categoria inferiore (solo per societ di 1 e 2 categoria , Juniores Regionali B), nel qual caso la societ vincitrice del torneo e retrocessa nella categoria inferiore (in 2^ o in 3^ categoria, Juniores Provinciali) ricever un premio in denaro pari alla tassa di iscrizione al campionato di competenza nella stagione 2013/2014. b) si aggiudicheranno il trofeo Coppa Lombardia 2013/2014. Alle societ perdenti le gare di finale di 1^, 2^,3^ categoria , Juniores Regionali B e Juniores Provinciali e Calcio a Serie C 2 e D saranno assegnate le coppe previste per il 2 posto ed un premio in denaro pari alla tassa di iscrizione al campionato di competenza nella stagione 2013/2014; i premi in denaro non verranno assegnati in caso di societ promossa alla categoria superiore. La Societ vincente la gara di finale della Coppa Lombardia di Calcio Femminile, si aggiudicher il Trofeo Coppa Lombardia 2013/2014.

diversa

15

16
Alla societ vincente la gara di finale sar assegnato un premio in denaro pari a euro 516,00. Alla societ perdente la gara di finale sar assegnata la Coppa prevista per il 2 posto ed un premio in denaro pari a euro 258,00. I premi in denaro non verranno assegnati in caso di societ promosse alla categoria superiore.

f) Disciplina sportiva La disciplina della fase regionale della Coppa Lombardia demandata agli organi disciplinari di questo comitato (Giudice Sportivo Territoriale e Commissione Disciplinare Territoriale). Considerato che la manifestazione caratterizzata da articolazioni che prevedono uno svolgimento rapido, ai fini della disciplina sportiva si applicano le seguenti disposizioni: - i tesserati incorrono in una giornata di squalifica ogni due ammonizioni inflitte dallOrgano di Giustizia Sportiva; - le decisioni di carattere tecnico, adottate dal Giudice Sportivo Territoriale del C.R.L. in relazione al risultato delle gare, sono inappellabili; - i provvedimenti disciplinari sono appellabili in secondo ed ultimo grado dinanzi alla Commissione Disciplinare Territoriale del C.R.L..; - le tasse reclamo sono fissate in Euro 78,00 per i reclami proposti al Giudice Sportivo Territoriale e in Euro 130,00 per quelli proposti alla Commissione Disciplinare Territoriale; - gli eventuali reclami, a norma dellart. 29 comma 4 lett. b), comma 6 lett. b) e comma 8 lett. b),del Codice di Giustizia Sportiva dovranno essere proposti e pervenire, in uno con le relative motivazioni, entro le ore 12.00 del giorno successivo a quello di effettuazione della gara, le eventuali controdeduzioni dovranno pervenire entro le ore 12.00 del giorno successivo al ricevimento dei motivi di reclamo; - il Comunicato Ufficiale sar pubblicato immediatamente dopo la decisione del Giudice Sportivo; - gli eventuali reclami alla Commissione Disciplinare territoriale presso il Comitato Regionale, avverso le decisioni del Giudice Sportivo territoriale, dovranno pervenire a mezzo telefax o altro mezzo idoneo o essere depositati presso la sede del Comitato Regionale entro le ore 12.00 del giorno successivo alla pubblicazione del Comunicato Ufficiale recante i provvedimenti del Giudice Sportivo territoriale con contestuale invio sempre nel predetto termine di copia alla controparte, oltre al versamento della relativa tassa. Lattestazione dellinvio alla eventuale controparte deve essere allegata al reclamo. Leventuale controparte ove lo ritenga potr far pervenire a mezzo telefax o altro mezzo idoneo, le proprie deduzioni presso la sede dello stesso Comitato Regionale entro le ore 12.00 del giorno successivo alla data di ricezione del reclamo. La Commissione Disciplinare territoriale esaminer il reclamo e decider nella stessa giornata della discussione, con pubblicazione del relativo Comunicato Ufficiale che sar trasmesso alle due Societ interessate mediante trasmissione via telefax o altro mezzo idoneo. In ogni caso la decisione si intende conosciuta dalla data di pubblicazione del Comunicato Ufficiale (Art. 22, comma 11, C.G.S.); Rinuncia a gare Nel caso in cui una Societ rinunci per qualsiasi motivo alla disputa di una gara saranno applicate nei suoi confronti le sanzioni di cui all'art. 17 del Codice di Giustizia Sportiva (gara persa per 0-3 e/o 0-6 per Calcio a 5). Inoltre la stessa Societ verr esclusa dal proseguimento della manifestazione ed a suo carico saranno applicate adeguate sanzioni pecuniarie.

16

17

3.7 Liste di Svincolo : apertura dall 1 al 16 luglio 2013


Confermata la procedura informatizzata nellarea riservata di www.lnd.it Nel sito web www.lnd.it attiva larea riservata le cui chiavi di accesso (ID e Password) sono in possesso delle societ (gi utilizzate per liscrizione al campionato ). Chi avesse smarrito questi dati pregato di contattare al pi presto gli Uffici del Comitato Regionale Lombardia (Uff. Segreteria) per ottenere nuovamente le chiavi di accesso ed essere in grado di operare nel periodo dedicato alle Liste di Svincolo (1-16 luglio 2013). La procedura da osservare la seguente:

1. Accedere allarea riservata alle Societ presso il sito http://www.iscrizioni.lnd.it/, inserendo ID e Password 2. Entrare nellArea Agonistica, quindi nella sezione svincoli dilettanti, allinterno della quale verranno evidenziati i calciatori che la societ vuole svincolare. 3. Dopo aver controllato tutti i nominativi dei calciatori da svincolare, si rende definitiva la lista di svincolo (ATTENZIONE >>> procedura non annullabile). 4. Si raccomanda alle societ di non aver fretta a rendere definitiva la lista di svincolo (perch in tal caso non di possono aggiungere ulteriori nominativi) ma di attendere gli ultimi giorni quando si ha la situazione certa e solo a quel punto si deve rendere definitiva la lista di svincolo. A questo punto possibile stampare la lista di svincolo DEFINITIVA, che dovr essere firmata dal Presidente della societ, e depositata presso le Delegazioni Provinciali o spedita al Comitato Regionale Lombardia a mezzo posta raccomandata con ricevuta di ritorno, dal 1 al 16 luglio 2013 5. La mancata spedizione o deposito della lista di svincolo, debitamente firmata, comporta la NON VALIDITA delle operazioni di svincolo stesse.
Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento possibile consultare la guida illustrativa presente nellarea riservata

4. Comunicazioni per lAttivit del Settore Giovanile Scolastico del C.R.L.


Nessuna comunicazione.

17

18

5. Comunicazioni della Delegazione Provinciale 5.1 Richiesta Posizione Calciatori


Si avvisano le Societ che fino al 31 Luglio non possibile richiedere la posizione dei calciatori causa svincoli in corso e aggiornamenti del sistema operativo dei tesseramenti.

5.2 Desiderate Societ Stagione sportiva 2013/2014


Si allegano al presente comunicato i moduli desiderate sabato/domenica che le Societ dovranno compilare e consegnare in Delegazione al momento dell iscrizione delle squadre. Poich tali moduli saranno utilizzati per la compilazione dei calendari, anche le Societ che effettueranno le iscrizioni non direttamente presso la nostra Delegazione sono invitate a far pervenire tali moduli compilati.

5.3 Limiti det partecipazione gare e tornei Stagione Sportiva 2013-2014


Categoria ALLIEVI Categoria ALLIEVI SPERIMENTALI Categoria GIOVANISSIMI Categoria GIOVANISSIMI SPERIMENTALI 97 - 98 98 99 - 00 00 al compimento del 14 anno di et al compimento del 14 anno di et al compimento del 12 anno di et al compimento del 12 anno di et

In attesa di conferma con il Comunicato Ufficiale N 1 S.G.S.


Categoria ESORDIENTI A 11 GIOCATORI Solo nati nel 2001
Si possono utilizzare 5 giocatori nati nel 2002 purch abbiano compiuto l 11 anno di et

Categoria ESORDIENTI A 9 GIOCATORI

02

Solo nati nel 2002


Si possono utilizzare 3 giocatori nati nel 2003 purch abbiano compiuto il 10 anno di et

Categoria ESORDIENTI A 9 GIOCATORI MISTI Categoria PULCINI A 7 GIOCATORI Categoria PULCINI A 6 GIOCATORI Categoria PULCINI A 5 GIOCATORI Categoria PULCINI A 6 GIOCATORI MISTI

Solo nati nel 2001 e/o 2002 Solo nati nel 2003 Solo nati nel 2004 Solo nati nel 2005 Solo nati nel 2003/2004/2005

18

19

6. Attivit di Base
Nessuna comunicazione.

14. Giustizia Sportiva 14.1 Provvedimenti disciplinari che superano la Stagione Sportiva 12/13
Per opportuna memoria, si pubblicano i provvedimenti disciplinari che superano la Stagione sportiva 2012/2013. Si precisa che lelenco ha carattere PURAMENTE INDICATIVO,fanno testo E SONO VIGENTI i provvedimenti a suo tempo pubblicati sui Comunicati Ufficiali del C.R.L. e delle varie Delegazioni Provinciali.

SECONDA CATEGORIA
Punizioni che superano la stagione sportiva 2012/2013 Calciatore-Cognome e Nome Societ di appartenenza Vimodronese Vimodronese Airone Airone Olimpic Trezzanese Olimpic Trezzanese Triuggese Citt di Monza Citt di Monza Pol. Argentia Pol. Argentia Pol. Argentia Libertas Casiratese Calcio Carugate 87 Sporting T.L.C. Sporting T.L.C Centro Sp. Villanova Volantes Osa Oriens Calcio Carugate 87 Mezzago Oriens Inzago C.O.S.O.V. S.A.S.D. No. G.G. Comunicato N. Data

Nava Paolo Tesoro Francesco Seminario John Hassan Mohamed Demartis Christian Polpi Roberto Rocca Alessandro Tantimonaco Francesco Corvaia Giuseppe Nava Davide Cantatore Marco Locatelli Massimo Gatti Andrea Dramisino Yuri Alzani Mauro Pessani Roberto Pappalardo Claudio Comotti Andrea Piatti Ivan Somers Kevin Russo Mauro Gazzone Valerio D Angelo Jacopo Maffioli Stefano Gargano Luca

5/01/2014 1 3 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 1 3

38 16/05/2013 38 16/05/2012 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 38 16/05/2013 70 23/05/2013 70 23/05/2013 70 23/05/2013 72 30/05/2013 72 30/05/2013 73 06/06/2013 C.R.L. C.R.L. C.R.L. C.R.L. C.R.L. C.R.L.

19

20

TERZA CATEGORIA
Punizioni che superano la stagione sportiva 2012/2013 Calciatore-Cognome e Nome Ferrari Daniele Rossini Davide Imperiale Denis Sedini Riccardo Sala Maurizio Mariani Mattia Brusamolino Luca Bosco Marcello Paese Gianluca Radaelli Fabio Negrogna Alberto Arrigoni Guido Diop Bassirou Rocchi Michele Colombo Paolo Ricotta Stefano Del Miglio Ivan Maggioni Carlo Ferrante Giuseppe Cassago Marco Ghilardi Daniele Societ di appartenenza Albignano Aureliana Aureliana Oratorio San Giuliano Atletico Bussero Campagnola D.B. Pierino Ghezzi San Fruttuoso Santalbino Calcio Cassina Calcio Orat. San Giuliano Albignano Grezzago Grezzago Don Bosco C.M. Leo Team S. Francesco Virtus Acli Trecella Don Bosco C.M. S.G. Bosco Ceredo Busnago Busnago No. G.G. 1 1 1 24/11/2013 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 1 1 1 1 Comunicato N. 35 36 36 37 37 37 37 37 37 37 38 38 38 38 39 39 39 40 40 40 40 Data 26/04/2013 03/05/2013 03/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 30/05/2013 30/05/2013 30/05/2013 30/05/2013

20

21

CATEGORIA JUNIORES
Punizioni che superano la stagione sportiva 2012/2013 Calciatore-Cognome e Nome Societ di appartenenza Taccona Aurora Desio Ausonia S.A.S.D. Desio Aurora Desio Liscate Cavenago Mascagni Pro Victoria Grezzago Sp. Val. Mazzola Sp. Val. Mazzola Taccona Campagnola D.B. Campagnola D.B. Campagnola D.B. Carnatese Carnatese Desio Desio Desio Fonas Fonas Liscate Colnaghese Mascagni Mascagni Meda 1913 Meda 1913 Ausonia No. G.G. Comunicato N. Data

Casamassima Davide D Urzo Emanuele Gugliotta Andrea Latella Daniel Arienti Riccardo Zamborlin Fabio Cagni Simone Rescalli Andrea Di Ianni Gianfilippo Mansour Baligh La Spina Giuseppe Vittimberga Leonardo Haliby Abdelaly Targa Lorenzo Schifano Daniele Perego Marco Pratic Silvio Gaito Massimiliano Fiorenza Nicol Missineo Nicholas Stelluti Raffaele Tagliabue Davide Fieni Mirko Arciuolo Mirko Aric Matteo Chebri Mohamed Coku Elvis Calamita Christian Vinciprova Cristopher Zella Andrea Pirola Alessio

1 31/12/2013 1 2 1 2 1 1 1 3 3 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

34 36 37 37 37 37 37 37 37 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38

18/04/2013 03/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013

21

22
De Bonis Luca Galimberti Marco Villa Andrea Parma Alessandro De Matteis Simone Bucca Antonio Fornari Luca Armando Triulcio Yuri Aloisi Mattia Corti Matteo Maria Kabori Youness Montalto Alessandro Vismara Marco Giani Andrea Colombo Andrea Antonelli Tullio Coku Elvis Esposito Alex Mocerino Giuseppe Ruggero Ferdinando Ortolani Francesco Favaro Andrea Barra Ismael Bellusco 1947 Bellusco 1947 Bernareggio Cornatese Inzago Pierino ghezzi Pro Victoria S.A.S.D. San Fruttuoso Varedo Veduggio Calcio Sp. Val. Mazzola Melzo 1908 Cavenago Lissone Mascagni (dirigente) Mascagni Mascagni Mascagni Mascagni Mascagni Mascagni Brugherio calcio 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 31/12/2014 1 1 1 03/07/2013 03/06/2015 3 2 2 1 3 3 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 39 39 39 41 73 73 73 73 73 73 73 73 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 06/06/2013 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L. 06/06/2013 C.R.L.

22

23

CATEGORIA ALLIEVI
Punizioni che superano la stagione sportiva 2012/2013 Calciatore-Cognome e Nome Societ di appartenenza Brioschese Nuova Frontiera Nuova Sa.Mo. Usva S. Francesco Merate Sovicese Paina Calcio Pessano C. Bornago Pessano C. Bornago Di.Po. Vimercatese Robur Ruginello Cassina Calcio Colnaghese Limbiatese Muggi San Carlo Nuova Sa.Mo. Veduggio Calcio Vimercatese Oreno Vimercatese Oreno Albiatese Albiatese Cornatese Di.Po. Vimercatese Veduggio Olimpic Trezzanese Sovicese Vignate Accademia Cogno C. Atletico Bussero Sp. Val. Mazzola Busnago No. G.G. Comunicato N. Data

Bianco Alessandro Milazzo Alex Seferay Kristian Strazza Donato Gapea Dago Fabio Mercandelli Marco Sacco Alessio Antonyuk Vadym Colombo Fulvio Misani Tommaso Scandelli Stefano Meroni Alessandro Sekkak Mohammed Pani Daniel Fossati Andrea Lo Serigne Saliou Amato Pierpaolo Crippa Francesco Riva Riccardo Villa Luca Cazzaniga Mattia Perego Simone Tagiabue Matteo Colombo Luca Lazzati Daniel Silva Nicol Corsaro Luca Di Mauro Diego Colnaghi Alberto Ciaccio Joseph Stucchi Luan

1 1 1 1 3 1 1 1 1 1 31/01/2014 1 1 1 1 1 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

34 34 34 34 34 34 35 35 35 35 35 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36 36

18/04/2013 18/04/2013 18/04/2013 18/04/2013 18/04/2013 18/04/2013 26/04/2013 26/04/2013 26/04/2013 26/04/2013 26/04/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013

23

24
Nicolucci Alessandro Vigan Stefano Natale Andrea Crippa Francesco Mauri Lorenzo Saligari Alberto Bayoud Ayoub Bertolini Marco Bonfanti Arturo Paleari Alessandro Cermenati Alessandro Valentini Marco Zyca Francesco Cortellini Santino Vigan Luciano Greco Gaetano Mascagni Ornago Xenia Vimercatese Oreno Veduggio Calcio Pol. C.G.B. Pol. C.G.B. Robbiate Robbiate Molinello Molinello Pozzuolo Calcio Vimodronese Brugherio (massag.) Brugherio (dirigente) Brugherio (all.) 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 21/07/2013 31/10/2013 31/01/2014 36 36 36 37 37 37 37 37 37 39 39 39 40 42 42 42 03/05/2013 03/05/2013 03/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 30/05/2013 13/06/2013 13/06/2013 13/06/2013

24

25

CATEGORIA GIOVANISSIMI
Punizioni che superano la stagione sportiva 2012/2013 Calciatore-Cognome e Nome Societ di appartenenza Pol. CGB Ges Monza Ges Monza Ges Monza San Rocco Don Bosco C.M. Don Bosco C.M. Senago Calcio Serenissima Bellusco Cesano Maderno B.M. Sporting Meda 1913 Accademia Cologno C. Cassina Calcio Mascagni S.G. Bosco Ceredo Varedo Campagnola D.B. Melzo 1908 Bellusco Argentia Sp. Val. Mazzola Vimercatese Oreno Vignate Real Milano Nuova Frontiera San Fruttuoso (all.) No. G.G. Comunicato N. Data

Cagni Alessandro Gaudioso Riccardo Rovelli Matteo Pergher Alessandro Pirovano Luca Bozzato Marco Sapio Simone Gervasio Vincenzo Visentin Luca Misani Silvio Bartic Gabriel Di Santo Stefano Tadiello Andrea Enache Alexandru Valzasina Marco Cortinovis Buddy Allievi Martino Carlo Kasneci Kristian Zullino Davide Stroppa Fabio Colombo Giacomo De Vincenzo Nicol Guaitani Cesare Motta Leonardo Bisotti Matteo Sibilla Stefano Grossale Stefano Santamaria Fabio

1 1 2 02/03/2014 1 1 1 1 1 1 1 1 1 06/10/2013 1 2 2 1 1 1 1 1 1 2 1 1 1 23/10/2013

36 37 37 37 37 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 39 39 39 39 72 72

03/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 09/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 16/05/2013 23/05/2013 16/05/2013 23/05/2013 23/05/2013 30/05/2013 30/05/2013 C.R.L. C.R.L.

15. Rettifica ai Comunicati precedenti


25

26
Nessuna comunicazione

IL SEGRETARIO Giovanni Mangiagalli

IL DELEGATO PROVINCIALE Gianni Mauri

Pubblicato ed affisso all'ALBO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE il 04 Luglio 2013

26