Sei sulla pagina 1di 32

Gli ingredienti fondamentali

Gli ingredienti di base del sapone naturale sono tre: Grassi e oli di origine vegetale o animale Soda caustica Un liquido in cui si dissolve la soda caustica Grassi, soda e liquido sono detti ingredienti fondamentali perch senza di loro il sapone non si pu fare. TIPI DI LIQUIDI Acqua - E' il liquido pi usato per dissolvere la soda caustica. Per convenzione si usa acqua distillata ma se quella che esce dal vostro rubinetto non troppo clorata la potete usare con tranquillit. Infusi e t - Tutti gli infusi d'erbe o di fiori possono essere usati nel sapone. L'unica avvertenza di lasciarli raffreddare bene prima di usarli per sciogliere la soda. Il contatto con la soda cancella, salvo poche eccezioni, colori e profumi delle erbe. Succhi di frutta e di verdura - Preferire quelli naturali, senza zuccheri o additivi. I succhi possono essere usati da soli o in combinazione con acqua fino ad ottenere la quantit di liquido richiesta dalla ricetta. Latte - Si usa latte, meglio se intero, di qualsiasi tipo. Per evitare che gli zuccheri presenti nel latte brucino al contatto con la soda caustica si deve seguire una procedura speciale. SODA CAUSTICA Soda caustica il nome comune dell'idrossido di sodio (simbolo chimico NaOH). Si tratta di un alcale formato dal legame di un atomo di sodio (Natrium, Na) con uno di ossigeno (O) e uno di idrogeno (H). Il legame molto instabile ed per questo motivo che la soda caustica reagisce con violenza e tende a combinarsi velocemente soprattutto con i liquidi. Nel sapone si usa idrossido di sodio anidro puro al 98-99 per cento. Non si usano prodotti a base di soda caustica. Non usate soda caustica senza prima aver imparato le Regole di Sicurezza! GRASSI E OLI I grassi e gli oli sono l'ingredienti pi importante per il sapone. Tutti grassi e gli oli possono essere utilizzati e ciascuno contribuisce a impartire al sapone una specifica "personalit" Per convenzione i saponai dividono i grassi in due grandi categorie: Grassi e oli di base - Sono quelli che possono essere usati in grande quantit. Sono in genere poco costosi e pi facili da trovare. Il grasso di base per eccellenza l'olio di oliva. Nutrienti - Sono i grassi e gli oli pi preziosi e ricchi di propriet. Si usano in percentuali che variano dal 3 al 20 per cento rispetto al peso complessivo dei grassi di una ricetta. Sono pi costosi e pi difficili da reperire. Rientrano in questa categoria per esempio olio di mandorle dolci, olio di jojoba, burro di karit e molti altri.

Gli ingredienti facoltativi


Rientrano in questa categoria tutti gli ingredienti che servono a personalizzare il sapone. PROFUMARE IL SAPONE Gli ingredienti tra cui scegliere sono di due tipi: Oli essenziali - Gli oli essenziali sono sostanze estratte dalle piante attraverso vari metodi. Bench derivati naturali, gli oli essenziali sono sostanze molto concentrate che possono provocare intossicazioni e irritazioni se non maneggiati con cautela. Fragranze - Le fragranze sono profumi di derivazione chimica e consentono di replicare tutti gli aromi esistenti in natura. Le fragranze sono in genere diluite in una base alcolica o oleosa. Usate nel sapone solo

fragranze testate per l'impiego in cosmetica. Non usate mai fragranze a buon mercato destinate a candele o profuma-ambienti: possono contenere sostanze irritanti per la pelle! COLORARE IL SAPONE Esiste un'alternativa naturale per colorare il sapone (spezie) oppure si possono utilizzare pigmenti destinati all'uso cosmetico. E' importante, se si scelgono pigmenti, non usare tinture o coloranti destinati ad altri hobby perch potrebbero essere irritanti per la pelle.

ADDITIVI NATURALI Ci sono tanti ingredienti che possono essere aggiunti al sapone per migliorarne la consistenza, la resa e l'aspetto. Dalle argille ai semi, dalle farine al miele, dalle fibre di seta alle uova. E' importante scegliere sempre ingredienti di qualit e dosarli con attenzione. Un buon manuale aiuta in questo senso a evitare gli errori pi comuni. ANTI-OSSIDANTI Il sapone non ha bisogno di conservanti. La sua leggera alcalinit inibisce la crescita di qualsiasi forma di germe o batterio dannoso. L'unico problema a cui pu andare incontro l'ossidazione, i suoi effetti sono odore di rancido e macchie giallastre maleodoranti. L'unico anti-ossidante efficace l'estratto di oleoresina di rosmarino (Roe) che per in Italia difficile da reperire.

Attrezzature e stampi
Per fare il sapone in casa non servono attrezzature strane. Basta guardarsi attorno in cucina per trovare gi buona parte di quanto richiesto. Le caratteristiche richieste ad attrezzature e stampi del sapone sono due: - resistenza al materiale caustico - tolleranza alle alte temperature. ATTREZZATURE DI SICUREZZA Guanti di gomma da cucina Maschera professionale o occhialini da piscina Sciarpa pesante o mascherina per evitare l'inalazione dei vapori della soda Le attrezzature di sicurezza vanno indossate ogni volta che si pesa la soda, si prepara la soluzione di liquido e soda, si versa la soda nei grasssi e si mescola il sapone, si versa il sapone nello stampo. I guanti vanno indossati per maneggiare il sapone fresco di pochi giorni. UTENSILI PER IL METODO A FREDDO Una bilancia elettronica per essere precisi al grammo nei dosaggi Un termometro che misuri da -10 a +110 per misure le temperature della soluzione caustica e dei grassi Una pentola di acciaio inox per scaldare i grassi e fare il sapone Una caraffa in vetro o ceramica resistenti alle alte temperature per dissolvere la soda nel liquido Cucchiai di acciaio inox per dosare Cucchiai di legno da sostituire con una certa frequenza Un frullatore a immersione Vecchie coperte per avvolgere gli stampi e tenerli caldiSe volete sperimentare i metodi a caldo oltre a queste attrezzature, che sono comunque necessarie, dovrete procurarvi quanto vi serve per il tipo di cottura che volete applicare. STAMPI

Gli stampi per saponi prodotti coi metodi a freddo o a caldo devono avere alcune caratteristiche fondamentali: Flessibilit per piegarsi senza rompersi quando necessario "maltrattarli" per far uscire il sapone. Resistenza alle alte temperature, specie se si scelgono i metodi a caldo Buona capacit di isolamento specie per i saponi a freddo Resistenza all'aggressione del materiale caustico o degli oli essenziali

Il metodo a freddo
Il metodo a freddo il sistema pi semplice e immediato per preparare il sapone. In questa tecnica si sfrutta il calore naturale, prodotto dalla reazione tra la soda caustica e i grassi, per portare a termine la saponificazione. Questo calore va dunque controllato e soprattutto mantenuto il pi lungo possibile perch possa svolgere il suo compito. Per ottenere un buon sapone a freddo necessario: Pesare con assoluta precisione gli ingredienti; anche la minima differenza pu rovinare tutto; Miscelare grassi e soluzione caustica alla temperatura ottimale; Isolare gli stampi nelle prime 24 ore perch il calore della reazione chimica non si disperda. FACCIAMO INSIEME UN SAPONE Ingredienti fondamentali: - 1 chilo di olio di oliva - 128 grammi di soda caustica (NaOH) - 300 grammi di acqua Ingredienti facoltativi: - 10 ml di olio essenziale di lavanda - 1 cucchiaio di farina di riso - 1 cucchiaio di fiori secchi di lavanda tritati Fase 1: preparare l'area di lavoro Il posto ideale per fare il sapone la cucina perch c' a portata di mano tutto quello che serve. Sgombrate il piano di lavoro, copritelo con vecchi giornali o con strofinacci. Indossate i guanti e tenete a portata di mano la mascherina e gli occhialini. Fase 2: preparare la soluzione caustica Indossate guanti, mascherina e occhialini; in una tazza larga pesate con assoluta precisione la soda caustica. Nella caraffa di pirex pesate l'acqua. Mettete la caraffa sul fondo del lavello. Versate poco a poco la soda nell'acqua, mescolando in modo che si sciolga bene. Attenzione perch la temperatura della soluzione caustica salir rapidamente sino ad 70/80 gradi. Riponete il contenitore coperto in un luogo sicuro a raffreddare Fase 3: preparare i grassi Mettete la pentola di acciaio sulla bilancia e, con assoluta precisione, pesate l'olio. Mettete la pentola sul fornello. Fate scaldare a fuoco bassissimo, mescolando di tanto in tanto. L'olio non deve scaldarsi troppo.

Fase 4: preparare gli ingredienti facoltativi Mentre la soluzione caustica raffredda e il grasso si riscalda, misurare l'olio essenziale di lavanda. In una tazzina mescolare l'olio essenziale con la farina di riso. Tritare finemente i fiori secchi di lavanda. Fase 5: versare la soluzione caustica nei grassi Indossate guanti, mascherina e occhialini, con il termometro controllate la temperatura del grasso e della soluzione caustica. Quando entrambe sono a 45 gradi, versate dolcemente la soluzione caustica nel grasso, mescolando bene col cucchiaio di legno. Ora il momento di passare al frullatore a immersione. Fase 6: il nastro Questo un punto cruciale per tutti i saponai! Mentre frullate, il sapone cambier colore e consistenza, diventando sempre pi cremoso. Ad un tratto, togliendo il frullatore e facendo colare un po' di miscela nella pentola, vedrete che rester in superficie per qualche secondo prima di affondare. Questa "traccia" il nastro. Adesso potete aggiungere tutti gli ingredienti facoltativi che avete previsto: posate il frullatore, prendete il cucchiaio e mescolate piano mentre versate l'olio essenziale nel sapone e poi aggiungete i fiori tritati. Fase 7: il gel Dopo aver aggiunto velocemente gli ingredienti facoltativi, versate il sapone fresco nello stampo. Isolate bene con coperte perch stia caldo. Fase 8: stagionatura Lasciate il sapone coperto nello stampo per 48 ore. Dopo sformatelo e lasciatelo maturare all'aria in un ambiente asciutto e fresco. La saponificazione si completa nel giro di un paio di settimane ma la stagionatura ottimale di un sapone di olio di oliva di 6-8 settimane

Come creare la ricetta di un sapone


La qualit di un sapone dipende, prima di tutto, dalla combinazione degli oli e dei grassi. Poi dovete sapere calcolare la quantit di liquido e di soda caustica che vi occorre e che determinata dal tipo e dal peso dei grassi scelti. Conoscere gli ingredienti e combinarli in modo da sfruttarne le propriet l'obiettivo principale di chi fa sapone. Un altro passaggio importante poi determinare l'esatta quantit di soda che servir a trasformare i vostri oli in sapone. Partite da una ricetta e provate a modificarla, ricalcolando la soda ogni volta che cambiate la composizione o il peso dei grassi. Non fate sapone senza prima aver consultato e imparato le regole di sicurezza. SCEGLIERE E COMBINARE I GRASSI Fatta eccezione per l'olio di oliva, evitate di usare un solo grasso nel vostro sapone. L'unione fa la forza e una miscela bilanciata di grassi produce un sapone ricco e versatile. Se decidete di regalare agli amici il vostro sapone mettete sempre un'etichetta con l'elenco di tutto quello che contengono. CALCOLARE LA SODA A determinare la quantit di soda caustica sono due variabili: il peso e la variet del grasso che si sceglie. Questo avviene perch ogni grasso ha un suo specifico coefficiente di saponificazione. I coefficienti di saponificazione sono valori che indicano la quantit di soda caustica che serve per saponificare un grammo di un determinato grasso. La quantit di soda caustica per trasformare completamente un grasso in sapone si calcola dunque moltiplicando il coefficiente di saponificazione (abbreviato in Sap) per il peso del grasso espresso in

grammi. Quando la ricetta prevede pi grassi necessario trovare la quantit di soda per ciascuno e poi fare la somma finale. SCONTARE LA SODA Si ricorre allo sconto della soda per lasciare nel sapone una parte di grasso non saponificato che lo rende pi gentile con la pelle. Se non volete impazzire con la matematica, potete scaricare i calcolatori automatici oppure consultare quelli on line! CALCOLA IL LIQUIDO Nel sapone a freddo la quantit di liquido necessaria a sciogliere la soda corrisponde a circa un terzo del peso dei grassi.

www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 1

Ricette facili per iniziare


Queste ricette sono una facile base dalla quale partire per ulteriori sperimentazioni. Possono essere arricchite con oli essenziali, pigmenti o additivi naturali a scelta. Si tratta di ricette da realizzare con il metodo a freddo che la tecnica pi adatta ai principianti. Questi saponi, inoltre, si prestano a essere facilmente sciolti e rilavorati con laggiunta di nutrienti, coloranti e profumi. Il sapone pu essere rilavorato dopo pochi giorni ma, in questo caso, bene ricordarsi di maneggiarlo sempre con un paio di guanti perch il suo potenziale causticose lo avete preparato con il metodo a freddonon ancora del tutto neutralizzato. Per i saponi ottenuti da metodo a caldo, invece, non vi sono particolari accorgimenti. NOTE: Non fate sapone senza prima aver imparato le regole di sicurezza cos come sono descritte nel sito. Ogni danno o azzardo connesso con la mancata conoscenza o applicazione delle regole di sicurezza a totale carico dellutilizzatore. Non modificate in alcun modo la combinazione degli ingredienti fondamentali di ciascuna ricetta. Ogni volta che una quantit o un tipo di grasso viene modificato bisogna rifare il calcolo del dosaggio di soda caustica e del liquido. Consultate la sezione Creare Ricette del sito. Non si assumono responsabilit per danni o azzardi connessi al mancato rispetto di questa regola.

Sapone di olio di oliva (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


Il sapone di olio di oliva un sapone delicato e ricco. Lassenza di grassi saturi rende questa ricetta un po testarda a raggiungere il nastro, ma luso del frullatore a immersione riduce i tempi di attesa. Uniche avvertenze: i saponi di solo

olio di oliva hanno bisogno di un tempo di maturazione pi lungo (dalle 6 alle 8 settimane), inoltre fanno poca schiuma. Ingredienti fondamentali Grassi 1000 gr di olio di oliva (di sansa, extravergine, olio di oliva) Soluzione caustica 300 gr di acqua 128 gr di soda caustica (sconto 5 per cento) Ingredienti facoltativi 10/15 ml di olio essenziale a scelta 1 cucchiaio di farina per fissare lessenza Indossate le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua. Mettetela in luogo riparato a raffreddare. Scaldate lolio lentamente su fuoco bassissimo. Quando lolio e la soluzione caustica hanno una temperatura di 45 versate la seconda nel primo e mescolate bene. Frullate sino al nastro. Aggiungete lolio essenziale e versate nello stampo. Isolate con vecchie coperte o asciugamani. Sformate dopo 48 ore. Lasciate stagionare.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 2

Sapone Mediterraneo (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


Lolio di germe di grano contiene antiossidanti naturali. Pu essere utilizzato puro come olio da massaggio oppure miscelato allolio extravergine di oliva in questo sapone che il succo di carota render arancio brillante. NOTA: lolio di germe di grano pu generare reazioni allergiche in persone affette da intolleranze al glutine. Ingredienti fondamentali Grassi 50 gr di olio di germe di grano 950 gr di olio extravergine di oliva Soluzione caustica 300 gr di succo di carota puro e senza zucchero o additivi 128 gr di soda caustica (sconto 5%) Ingredienti facoltativi 28 gr di fragranza cosmetica o 20 ml di olio essenziale a scelta 1 cucchiaio di farina o amido come fissatore del profumo Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nel succo di carota, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Aggiungete un cucchiaino di amido di riso o di farina di riso o di amido di mais alla profumazione, servir come fissativo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli mescolando bene per incorporarli. Al nastro aggiungete il profumo, mescolate bene e versate nello stampo. Isolate bene e sformate dopo 24 ore.

Oliva e cocco (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


La miscela di olio di oliva e grasso di cocco produce un sapone dalla bella schiuma che diventer ancora pi cremosa per effetto dellolio di ricino. Questa ricetta si presta a essere arricchita con oli essenziali, pigmenti o additivi a scelta Ingredienti fondamentali Grassi 750 gr olio di oliva 200 gr di olio di cocco

50 gr olio di ricino Soluzione caustica 300 gr di acqua 136 gr di soda caustica (sconto 6%) Indossate le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua. Mettetela in luogo riparato a raffreddare. Pesate gli oli e scaldateli lentamente su fuoco bassissimo. Controllate che grassi e soluzione caustica siano a 45. Versate la soluzione caustica nei grassi. Frullate sino al nastro. Aggiungete eventuali profumi e additivi. Isolate con vecchie coperte o asciugamani. Sformate dopo 48 ore. Lasciate stagionare.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 3

Burro & Salvia (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


La combinazione dellolio migliore per eccellenza con uno dei pi straordinari grassi che la natura ci ha dato per la nostra bellezza. Ingredienti fondamentali Grassi 50 gr di burro di karit puro 950 gr di olio extravergine di oliva Soluzione caustica 300 gr di infuso di salvia 127 gr di soda caustica (sconto 6%) Ingredienti facoltativi 10-15 ml di olio essenziale a scelta Un pizzico di ossido verde per cosmetici Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellinfuso freddo. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Aggiungete un cucchiaino di amido di riso o di farina di riso o di amido di mais alla profumazione, servir come fissativo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli; prima di frullare, diluite lossido verde in un cucchiaio dacqua e aggiungetelo alla pasta di sapone. Frullate fino al nastro; aggiungete il profumo, mescolate bene e versate nello stampo. Isolate bene e sformate dopo 24 ore.

Sapone al Riso (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


Lolio di riso contiene un antiossidante naturale, il gamma-orizanolo. Nella cultura giapponese, lolio di riso utilizzato nella cura dei capelli o nella preparazione di unguenti profumati per il massaggio. A questa ricetta si possono aggiungere farina o amido di riso per rendere il sapone delicatamente esfoliante. In questa ricetta si pu sostituire lacqua con latte intero di mucca o di capra, seguendo la procedura richiesta per i saponi al latte che descritta nelle pagine seguenti. Ingredienti fondamentali Grassi 400 gr di olio di riso 350 gr di olio di oliva 250 gr olio di cocco Soluzione caustica 300 gr di acqua 140 gr di soda caustica (sconto 6%)
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 4

Ingredienti facoltativi 28 gr di fragranza cosmetica o 10-15 ml di olio essenziale a scelta 1 cucchiaio di farina o amido di riso aggiunti alla fragranza o allolio essenziale come fissatori Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli mescolando bene per incorporarli. Iniziate a frullare sino alla comparsa di un nastro leggero, a questo punto, mescolando a mano, aggiungete la profumazione. Mescolate sino a quando il nastro diventa pi evidente. Versate nello stampo, isolate bene e sformate dopo 24 ore. Stagionate 4 settimane.

Sapone allolio di vinaccioli (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


Lolio di vinaccioli un olio leggero adatto per i massaggi perch viene assorbito rapidamente dalla pelle. In questa ricetta combinato allolio di oliva e di mandorle in un sapone molto delicato. Ingredienti fondamentali Grassi 700 gr di olio di oliva 200 gr di olio di vinaccioli 100 gr olio di mandorle Soluzione caustica 300 gr di infuso di calendula o di tiglio 127gr di soda caustica (sconto 6%) Ingredienti facoltativi 15 ml di olio essenziale a scelta 1 cucchiaio di farina o amido di riso 1 cucchiaio di fiori di calendula secchi triturati (per un sapone leggermente esfoliante) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellinfuso freddo. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Aggiungete un cucchiaino di amido di riso o di farina di riso o di amido di mais alla profumazione, servir come fissativo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli mescolando bene. Frullate fino al nastro; aggiungete gli oli essenziali e i fiori di calendula mescolate bene e versate nello stampo. Isolate bene e sformate dopo 24 ore. Stagionare per 4 -5 settimane.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 5

Castiglia lavanda e tiglio (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


La base di questa collaudata ricetta pu essere presa come esempio per successive variazioni; basta modificare il liquido, aggiungere oli essenziali, colori e additivi per avere un sapone sempre nuovo. Ingredienti fondamentali Grassi 700 gr di olio di oliva 150 gr di olio di cocco 150 gr di olio di palma Soluzione caustica 135 gr di soda caustica (sconto 6%) 300 gr di infuso di fiori di lavanda e foglie di tiglio Ingredienti facoltativi

10-15 ml di olio essenziale di lavanda 1 cucchiaio di farina di riso o amido come fissativo del profumo Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellinfuso freddo. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Aggiungete un cucchiaino di amido di riso o di farina di riso o di amido di mais alla profumazione, servir come fissativo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli mescolando bene. Frullate fino al nastro; aggiungete gli oli essenziali mescolate bene e versate nello stampo. Isolate bene e sformate dopo 24 ore. Stagionare per 45 settimane. Se volete un sapone esfoliante aggiungete al nastro un cucchiaio di fiori secchi di lavanda finemente tritati.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 6

Ricette latte & miele


Il latte e il miele, cos come tutti gli altri ingredienti zuccherini, sono adatti solo a saponi preparati col metodo a freddo. In particolare, luso del latte come liquido per la soluzione caustica richiede questa procedura: Pesare la quantit di latte richiesta (si utilizza latte intero di origine animale); Mettere il latte nel freezer e lasciarlo congelare; Tirare fuori il latte dal freezer e dividere il panetto in due blocchi di circa 2/3 e 1/3; Prendere il blocco pi grande, lasciarlo scongelare a temperatura ambiente per una quindicina di minuti, quindi romperlo col coltello fino a dargli la consistenza di una granita; Tenere da parte il blocco pi piccolo, lasciandolo scongelare a temperatura ambiente; Trasferire la granita di latte nel contenitore della soluzione caustica e, indossando le protezioni, versare la soda caustica mescolando piano e con ritmo costante; Il latte a contatto con la soda si scalda e diventa di un colore giallo brillante, pu emanare odore di ammoniaca ma del tutto normale. Lodore sparir nel sapone. La temperatura della soluzione caustica risulter bassa ma non cercate di riscaldarla. Per evitare che raffreddi ancora, preparate e scaldate prima i grassi, poi fate la soluzione caustica e versatela direttamente nei grassi. Al nastro aggiungete il resto del latte che nel frattempo si sar scongelato; Non fate sapone senza prima aver imparato le regole di sicurezza cos come sono descritte nel sito. Ogni danno o azzardo connesso con la mancata conoscenza o applicazione delle regole di sicurezza a totale carico dellutilizzatore.

Il sapone di Margherita (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


Il cacao contribuisce a dare un colore bruno inteso. Se volete un sapone pi leggero usate acqua al posto del latte. Unica avvertenza: non mangiatelo! Ingredienti fondamentali Grassi 200 gr di olio di cocco 200 gr di olio di semi di vinaccioli 300 gr di olio di palma 300 gr di olio di oliva 15 gr di cioccolato fondente Soluzione caustica

300 gr di latte intero di mucca 139 gr di soda caustica (sconto 5%) Ingredienti facoltativi 28 gr di fragranza cosmetica al cioccolato o 20 ml di olio essenziale di vaniglia Seguite il procedimento descritto per i saponi al latte e preparate la soluzione
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 7

caustica indossando le protezioni. Aggiungete il cioccolato agli oli e fate riscaldare a fuoco bassissimo. Quando gli oli hanno una temperatura di 45 gradi, unite la soluzione caustica che dovrebbe avere una temperatura tra i 35 e i 40 gradi (se la temperatura fosse pi bassa non cercate di riscaldarla ma incrementate leggermente la temperatura degli oli). Frullate sino al nastro; aggiungete la fragranza o lolio essenziale e versate nello stampo. Isolate con stracci leggeri. Sformate dopo 48 ore e lasciate stagionare come al solito.

Sapone provenzale al miele e alla lavanda (metodo a freddo - ricetta di Patrizia)


Questa ricetta di sapone al miele stata pubblicata sulla rivista Creare Per Casa Viva del marzo 2002. Ingredienti fondamentali Grassi 250 grammi di olio di cocco 680 grammi di olio di oliva 50 grammi di olio di mandorle dolci 20 grammi di cera dapi Soluzione caustica 300 grammi di infuso di fiori di lavanda 137 grammi di soda caustica Ingredienti facoltativi 2 cucchiai di miele mille fiori 20 ml di olio essenziale di lavanda Indossando le protezioni sciogliete la soda caustica nellinfuso che avrete preparato in precedenza e lasciato raffreddare del tutto. Preparate i grassi e, quando si sono riscaldati, aggiungete il primo cucchiaio di miele. Procedete come al solito, miscelando le due soluzioni a 40 gradi. Al nastro aggiungete il secondo cucchiaio di miele e lolio essenziale. Versate negli stampi e lasciate riposare con un isolamento leggero per evitare il surriscaldamento.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 8

Ricette complesse
Queste ricette sono dedicate alle persone che hanno gi un minimo di esperienza e che sono in grado di reperire anche gli ingredienti pi particolari. Tutte le ricette di questa parte possono essere preparate col metodo a caldo a bagnomaria avendo cura di aumentare la quantit di acqua e seguendo le istruzioni riportate nel sito. Non fate sapone senza prima aver imparato le regole di sicurezza cos come sono descritte nel sito. Ogni danno o azzardo connesso con la mancata conoscenza o applicazione delle regole di sicurezza a totale carico dellutilizzatore.

Sapone al riso e al karit (metodo a freddo/caldo ricetta di Patrizia)


Questa ricetta di sapone stata pubblicata sulla rivista Creare Per Casa Viva del marzo 2002.

Ingredienti fondamentali Grassi 300 gr di olio di riso 50 gr di burro di karit 400 gr di olio di oliva 250 gr di olio di cocco Soluzione caustica 300 gr di acqua distillata 138 gr di soda caustica Ingredienti facoltativi 10 ml di olio essenziale di ylang-ylang, 5 ml di olio essenziale di bergamotto, 5 ml di olio essenziale di patchouli Indossando le protezioni, preparare la soluzione caustica. Miscelare e scaldare i grassi. Unire la soluzione caustica ai grassi quando le temperature sono a 40 gradi. Al nastro aggiungere gli oli essenziali quindi versare negli stampi e lasciare riposare per 24 ore ben isolato. Nota: per il metodo a caldo: usate 380 grammi di acqua; aggiungete il burro di karit e gli oli essenziali dopo la cottura.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 9

Sapone della vigna (metodo a freddo/caldo ricetta di Patrizia)


Tutta labbondanza dei frutti dellautunno in ununica ricetta. Labbinamento dellolio di noccioli di albicocca e dellolio di semi di zucca rende questo sapone adatto alligiene intima: in questo caso evitate di utilizzare oli essenziali o altre profumazioni e sostituite il succo di carota con acqua. Il bel colore arancione di questa ricetta dovuto al betacarotene e tende, purtroppo, a sbiadire con il passare del tempo. Ingredienti fondamentali Grassi 90 gr di olio di semi di albicocca 160 gr di olio di cocco 90 gr di olio di semi di vinaccioli 130 gr di olio di oliva 300 gr di olio di palma 40 gr di olio di semi di zucca 190 gr di olio di riso Soluzione caustica 300 gr di succo di carota 136 gr di soda caustica (sconto 6%) Ingredienti facoltativi 28 gr di fragranza cosmetica o 20 ml di olio essenziale a scelta (evitare se destinato alligiene intima) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nel succo di carota, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli mescolando bene per incorporarli. Al nastro aggiungete il profumo, mescolate bene e versate nello stampo. Isolate bene e sformate dopo 24 ore. Nota: per il metodo a caldo: diluite il succo di carota con acqua fino a ottenere una quantit totale di 375 grammi; aggiungete la fragranza o gli oli essenziali a fine cottura

Sapone allolio di noci (metodo a freddo/caldo ricetta di Patrizia)


Questo un sapone che si presta a essere usato come shampoo. Unica cautela: lolio di noci pu dare irritazioni in persone predisposte. Gli oli di noci e di avocado possono essere sostituiti rispettivamente con jojoba e sesamo oppure con jojoba e mandorle rifacendo opportunamente il calcolo della soda. Ingredienti fondamentali Grassi 50 gr di olio di avocado 150 gr di olio di cocco 200 gr di vinaccioli 400 gr di olio di oliva
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 10

150 gr di olio di palma 50 gr di olio di noci Soluzione caustica 300 gr di infuso di camomilla (o acqua distillata) 133 gr di soda caustica (sconto 7%) Ingredienti facoltativi 20 ml di olio essenziale a scelta 1 cucchiaio di amido o farina di riso come fissatore dellessenza Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nel liquido freddo mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fate scaldare a fuoco bassissimo. Quando oli e soluzione caustica sono a 45 uniteli mescolando bene per incorporarli. Al nastro aggiungete il profumo, mescolate bene e versate nello stampo. Isolate bene e sformate dopo 24 ore. Nota: per il metodo a caldo: preparate 375 grammi di infuso e usatelo freddo; aggiungete gli oli essenziali e lolio di avocado dopo la cottura.

Shampoo solido allolio di canapa e avena (metodo a freddo ricetta di Marina)


La ricetta di questo shampoo stata messa a punto da Marina Tadiello. I dosaggi sono superiori al tradizionale lotto da un chilo ma possono essere opportunamente ridimensionati. Ingredienti fondamentali Grassi 1300 gr di olio di palma (36%) 880 gr di olio di semi di canapa (24%) 760 gr di olio di cocco (21%) 560 gr di olio di oliva (16%) 100 gr di olio di ricino (3%) Soluzione caustica 498 gr di soda caustica (sconto del 6%) 850 gr di acqua in cui viene sciolto un cucchiaio di miele Preparare la soluzione caustica e sciogliere i grassi quindi unire le due miscele a temperatura abbastanza bassa (40-45 gradi per i grassi, temperatura ambiente per la soda). Al nastro aggiungere 1 cucchiaio di fiocchi di avena polverizzati e ammollati in 60 ml di una miscela di oli essenziali cos composta: 10 ml cipresso blu australiano, 10 ml tea-tree ultra premium, 10 ml eucaliptus radiata, 10 ml pino, 20 ml geranio.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 11

Blu Karit (metodo a freddo/caldo ricetta di Patrizia)


Il burro di karit rende questo sapone particolarmente delicato; senza profumi e colorazioni sar adatto anche al bagno dei bambini Ingredienti fondamentali Grassi 250 gr di olio di cocco 280 gr di olio di semi di vinaccioli 50 gr di olio di oliva 200 gr di olio di palma 180 gr di olio di riso 40 gr di burro di karat Soluzione caustica 300 gr di acqua 139 gr di soda caustica Ingredienti facoltativi 1 cucchiaino di ultramarino violetto diluito in un cucchiaio di acqua 28 gr di fragranze di mughetto e lill o 15 ml di oli essenziali a scelta Indossando le protezioni, preparate la soluzione caustica. Diluite il colorante con lacqua e tenetelo da parte. Nella pentola del sapone pesate e scaldate i grassi. Controllate le temperature: quando sono entrambe a 45 versate la soluzione caustica nei grassi, aggiungete il colorante e frullate fino al nastro. Aggiungete la fragranza o gli oli essenziali e versate nello stampo. Isolate bene per 24 ore e sformate dopo 48. Stagionate per 4-5 settimane. Nota: per il metodo a caldo utilizzate 375 grammi di acqua. Aggiungete il burro di karit e i profumi dopo la cottura.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 12

Ricette per il bucato e la casa


Il sapone naturale pu sostituire tutti i detersivi della casa: da quelli per il bucato a quelli per i pavimenti o i piatti. Per poterlo utilizzare con pi comodit meglio trasformarlo in gel con questa procedura: Tagliuzzate a scaglie il sapone; Pesate 1 parte di scaglie per 10 di acqua (per esempio 100 gr di scaglie di sapone per 1 litro di acqua) e mettete tutto in una pentola; Fate scaldare a fuoco molto basso fino a quando il sapone del tutto sciolto; Potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale e poi trasferire in un contenitore di plastica. Per essere trasformato in gel il sapone non ha bisogno di una lunga stagionatura; pu essere liquefatto gi dopo 2 settimane. Indossate i guanti per maneggiare un sapone fresco perch pu essere ancora un po irritante. Il gel risente della temperatura esterna e pu presentarsi pi o meno liquido a seconda delle stagioni. Se troppo solido, basta diluirlo con acqua bollente fino alla consistenza desiderata. Una tazza di gel nella pallina o nella vaschetta sar sufficiente per il vostro bucato di tutti i giorni. Il sapone naturale liquefatto pu essere usato senza problema anche per lavare i capi delicati. Utilizzate aceto al posto dellammorbidente: non inquina e pulisce la lavatrice dal calcare. Grassi animali come lo strutto o vegetali come lolio di oliva e di palma hanno un ottimo potere detergente. Ricordatevi che i saponi da bucato utilizzano una quantit di soda non

scontata perch va evitato che resti grasso libero nel sapone finito. Non fate sapone senza prima aver imparato le regole di sicurezza cos come sono descritte nel sito. Ogni danno o azzardo connesso con la mancata conoscenza o applicazione delle regole di sicurezza a totale carico dellutilizzatore.

Sapone di una volta (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


Ingredienti fondamentali Grassi 400 gr di olio di oliva 600 gr di strutto o di olio di palma Soluzione caustica 300 gr di acqua 139 gr di soda caustica (non scontato) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fateli riscaldare a fuoco bassissimo. Controllate le temperature; quando gli oli e la soluzione caustica sono a 45 gradi versate la seconda nei primi e mescolate bene per incorporarla. Frullate sino al nastro, versate nello stampo e isolate bene. Sformate dopo 24 ore. Se volete produrre il gel per la lavatrice potrete sciogliere il sapone dopo una quindicina di
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 13

giorni. Maneggiatelo con i guanti e ricordatevi che i saponi da bucato, per lassenza di sconti della soda, sono pi aggressivi.

Castiglia da bucato (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


Ingredienti fondamentali Grassi 1000 gr di olio di oliva Soluzione caustica 300 gr di acqua 136 gr di soda caustica (non scontato) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fateli riscaldare a fuoco bassissimo. Controllate le temperature; quando gli oli e la soluzione caustica sono a 45 gradi versate la seconda nei primi e mescolate bene per incorporarla. Frullate sino al nastro, versate nello stampo e isolate bene. Sformate dopo 24 ore.

Sapone alla lanolina (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


La lanolina un grasso prodotto da speciali ghiandole della pelle delle pecore; vischiosa e untuosa, capace di creare una barriera al freddo e allacqua. Nei saponi da bucato ottima per i capi delicati anche se tutto il sapone naturale pu essere usato con tranquillit per ogni indumento. Ingredienti fondamentali Grassi 100 gr di lanolina 300 gr di olio di oliva 600 gr di olio di palma Soluzione caustica 300 gr di acqua 131 gr di soda (sconto 1%) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fateli riscaldare a fuoco bassissimo. Controllate le temperature; quando gli oli e la soluzione caustica sono a 45 gradi

versate la seconda nei primi e mescolate bene per incorporarla. Frullate sino al nastro, versate nello stampo e isolate bene. Sformate dopo 24 ore.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 14

Forte da bucato (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


Grasso di palma e strutto; due ingredienti economici dalle super qualit detergenti. Ingredienti fondamentali Grassi 800 gr di olio di palma 200 gr di strutto Soluzione caustica 300 gr di acqua 141 gr di soda caustica (non scontato) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fateli riscaldare a fuoco bassissimo. Controllate le temperature; quando gli oli e la soluzione caustica sono a 45 gradi versate la seconda nei primi e mescolate bene per incorporarla. Frullate sino al nastro, versate nello stampo e isolate bene. Sformate dopo 24 ore. Se volete produrre il gel per la lavatrice potrete sciogliere il sapone subito senza lasciarlo stagionare per 4 settimane. In questo caso maneggiatelo con i guanti e ricordatevi che i saponi da bucato, per il loro alto contenuto di soda, sono sempre un po irritanti da toccare a mani nude.

Palma e oliva (metodo a freddo ricetta di Patrizia)


S, proprio la famosa ricetta dellaltrettanto famosa marca. E, se non scontate la soda, va sicuramente meglio come sapone da bucato che come saponetta per il viso! Ingredienti fondamentali Grassi 400 gr di olio di oliva 600 gr di olio di palma Soluzione caustica 300 gr di acqua 140 gr di soda caustica (non scontato) Indossando le protezioni, pesate la soda caustica e diluitela nellacqua, mescolando bene. Mettete i grassi in una pentola e fateli riscaldare a fuoco bassissimo. Controllate le temperature; quando gli oli e la soluzione caustica sono a 45 gradi versate la seconda nei primi e mescolate bene per incorporarla. Frullate sino al nastro, versate nello stampo e isolate bene. Sformate dopo 24 ore. Se volete produrre il gel per la lavatrice potrete sciogliere il sapone subito senza lasciarlo stagionare per 4 settimane. In questo caso maneggiatelo con i guanti e ricordatevi che i saponi da bucato, per il loro alto contenuto di soda, sono sempre un po irritanti da toccare a mani nude.

www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 1

Le ricette di Sapone
Sapone un gruppo di Yahoo! Gruppi ed la pi importante, autorevole e vasta comunit italiana sul sapone naturale. Fondato da Barbara nel marzo del 2000 raccoglie tantissimi appassionati di sapone e di cosmesi naturale e rappresenta un punto di approdo obbligato per chiunque voglia saperne qualcosa di pi sullargomento. In queste pagine abbiamo raccolto tutte le ricette dei primi tre scambi nazionali che sono stati organizzati, tra il 2001 e il 2003, da Patrizia, da Ste e da Angelo. Ammirate le nostre creazioni, provate a copiarle e, se avete dei dubbi, venite a bordo!! Per iscriversi basta fare click sul link presente nel sito o collegarsi allindirizzo http://groups.yahoo.it/group/sapone Non fate sapone senza prima aver imparato le regole di sicurezza cos come sono descritte nel sito. Ogni danno o azzardo connesso con la mancata conoscenza o applicazione delle regole di sicurezza a totale carico dellutilizzatore. SAPONE NEGRITA (Ricetta di Danielemetodo a freddo) 200 grammi di olio di oliva 100 grammi di olio di palma 100 grammi di olio di cocco 100 grammi di olio di girasole 180 grammi di acqua distillata 69 grammi di soda caustica (sconto 5 per cento) 20 grammi di olio di mandorle dolci 3 grammi di cacao 2 grammi di cannella 15 ml di olio essenziale di lavanda Mettere i grassi in una pentola e portare a temperatura; sciogliere la soda nellacqua. Quando la temperatura dellolio e della soda risulta essere di 40 gradi miscelare le due sostanze. Mescolare fino al nastro (quaranta minuti se fatto manualmente). Poi aggiungere lolio di mandorle in cui avremo gi sciolto la polvere di cacao e cannella e infine lolio essenziale di lavanda.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 2

VEGETARIAN BUBBLES (Ricetta di Patrizia metodo a freddo)


180 grammi di olio di avocado 160 grammi di olio di cocco 130 grammi di olio di oliva 300 grammi di olio di palma 40 grammi di olio di semi di zucca 190 grammi di olio di crusca di riso 136 grammi di soda caustica (sconto 6 per cento)

300 grammi di succo di carota 28 grammi di Lettuce Fragrance Oil di Bramble Berry Preparate la soluzione caustica con il succo di carota. Miscelate e scaldate i grassi . Unite le due misture alla temperatura di 45 gradi. Al nastro (circa 10 minuti mescolando con il frullatore ad immersione) unite la fragranza e versate velocemente il sapone nello stampo. SAPONE AL LATTE E CANNELLA (Ricetta di Stefaniametodo a freddo) 218 grammi di olio di oliva 218 grammi di olio di semi di mais 150 grammi di olio di cocco 31 grammi di cera vergine dapi 89 grammi di soda caustica 187 grammi di latte vaccino congelato 1 cucchiaino di cannella in polvere 1 cucchiaino di olio essenziale di cannella Preparare la soluzione caustica nel latte, quindi miscelare i grassi. Unire le due misture quando entrambe sono a temperatura di 45 gradi. Al nastro aggiungere le spezie e lolio essenziale.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 3

SAPONE AMIDOLCE (Ricetta di Danila - metodo a caldo)


88 grammi di olio di avocado 30 grammi di olio di ricino 100 grammi di olio di lino 535 grammi di olio di oliva 130 grammi di olio di girasole 125 grammi di olio di germe di grano 12 grammi di lanolina 130 grammi di soda caustica (sconto 5 per cento) 380 grammi di acqua Lavorare secondo la tecnica del metodo a caldo a bagnomaria. La miscela caustica e gli oli vanno uniti quando entrambi hanno la temperatura di 42 gradi. Mescolare quindi, al nastro, aggiungere 20 grammi di amido di frumento sciolto in 20 grammi di olio di oliva, scontato dal totale degli oli. Iniziare la cottura a bagnomaria; dopo 15 minuti togliere il coperchio e mescolare, dopo altri 60 minuti spegnere il fuoco, mescolare bene e lasciare altri 15 minuti a bagnomaria sempre col coperchio. Togliere la pentola con il sapone dallacqua e unire un cucchiaio ben colmo di jojoba, 5 ml di olio di legno di rosa e 10 ml di essenza di cassis. Mettere a cucchiaiate negli stampi e lasciar raffreddare. SAPONE FIORITO (Ricetta di Cinzia - metodo a freddo) 140 grammi di olio di cocco 140 grammi di olio di palma non raffinato 40 grammi di burro di cacao 70 grammi di olio di jojoba 100 grammi di olio di oliva 210 grammi di olio di mandorle 100 grammi di acqua di rose 110 grammi di acqua distillata 94 grammi di soda caustica (sconto 5 per cento) 10 ml di olio essenziale di rosa bulgara (diluito), 18 ml di olio essenziale di

gelsomino, 8 ml di olio essenziale di neroli Si prepara la soluzione caustica con lacqua distillata e lacqua di rose, poi si scaldano e miscelano i grassi. Quando entrambi arrivano a 40 si uniscono. Il nastro impiega circa 40 minuti a farsi se si miscela in composto con una frusta a mano. Al nastro si aggiungono gli oli essenziali e si versa il tutto nello stampo. Si pu sformare dopo 24 ore.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 4

MAGIA DI SPEZIE (Ricetta di Mavi metodo a freddo)


700 grammi di olio di oliva 100 grammi di olio di cocco 100 grammi di ricino 50 grammi di olio di mandorle dolci 50 grammi di burro di cacao 130 grammi di soda caustica 300 grammi di acqua Al nastro si aggiungono: 2 cucchiai di olio di germe di grano 2 cucchiai di foglie di cannella 1 cucchiaino di benzoino in polvere 15 ml di olio essenziale di cannella e 50 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano. SAPONE AL LATTE (Ricetta di Paola metodo a caldo) 400 gr. di olio di oliva 250 gr. di olio di cocco 220 gr. di olio di palma 128 gr. di soda (sconto 3 per cento) 220 ml di latte di capra surgelato 35 ml di fragranza alla vaniglia Il sapone pu essere realizzato anche con il metodo a freddo seguendo la solita procedura. Negli archivi della lista Sapone c la spiegazione del metodo utilizzato da Paola. NON MANGIATEMI! (Ricetta di Maria Graziametodo a freddo) Olio di mandorle dolci 7,5 per cento Olio di ricino 10 per cento Burro di cacao 12,5 per cento Olio di oliva 20 per cento Olio di palma 20 per cento Olio di cocco 30 per cento Sconto soda (su un chilo di materia grassa): 5 per cento (143,37 grammi). Liquido: acqua demineralizzata (150 ml), latte di cocco concentrato (170 ml). Additivi: cocco macinato (1 cucchiaio), cacao fondente in polvere (1 cucchiaio), fragranza di vaniglia (2 cucchiai abbondanti).
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 5

Sciogliere la soda nell'acqua. Pesare gli oli e scaldarli fino a completa miscelazione. Aggiungere la soluzione di soda. Lavorare molto velocemente e con tutto il

materiale a disposizione perch il nastro avviene molto in fretta. Al nastro aggiungere il latte di cocco e la FO di vaniglia. Dividere l'impasto in due parti uguali, aggiungere lavorando molto velocemente il cocco a una met e il cacao all'altra. Stendere su un vassoio ricoperto con un foglio di plastica resistente prima la parte bianca, e sopra la parte marrone (il sapone cos consistente che non c' nessun pericolo di miscelazione). Aiutandosi col foglio di plastica avvolgere su se stesso il sapone dal lato lungo, in modo da ottenere una specie di salame. Lisciare la superficie col dorso di un coltello. Lasciar riposare un paio di giorni, quindi tagliare a fette e completare la stagionatura. Colore e profumo migliorano col tempo. Hanno collaborato il prof. e Fabiola. OZZIE BUSH (Ricetta di Marina metodo a freddo) Olio di oliva 1200 gr Palma 720 gr. Cocco 480 gr Macadamia 120 gr Ricino 80 gr Soda 326 gr. (sconto circa 7 per cento) Acqua gr. 500 Destrosio (o zucchero) 2 cucchiai Al nastro: 1 cucchiaio di erbe polverizzate, macerate in 42 ml della seguente miscela di oli essenziali: lemon myrtle 1 parte (7 ml), lemon tea tre 2 parti (14 ml), niaouli australiano 3 parti (21 ml) NOTA: La quantit dacqua scontata abbastanza pesantemente. Poich il sapone si addensato pi del solito, stato possibile ottenere quegli effetti di onde in rilievo sulla superficie. Per vivere in pace per meglio aumentare la dose di acqua ai soliti 300 ml per litro di olio, ossia 720 ml in questo caso. SAPONE AL FINOCCHIO (Ricetta di Danila - metodo a caldo ) olio di oliva 500 gr olio di palma 320 gr olio di lino 65 gr olio di mandorle 150 gr olio di jojoba 80 gr olio di ricino 100 gr olio di germe di grano 105 gr burro di cacao 80 gr decotto di semi di finocchio 525 gr (100 gr semi+acqua distillata q.b.) soda caustica 174 grammi O.E. di finocchio 20 ml
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 6

Realizzare il sapone con il metodo a caldo a bagnomaria VELLUTO BIANCO (Ricetta di Stefania Blumvinda - metodo a freddo) Burro di Cacao 50 gr Olio di Ricino 50 gr Olio d'Oliva 1000 gr Olio di Mandorle 100 gr Acqua 459 gr Soda 152 gr Al nastro: Latte in polvere 1 cucchiaio

Amido 1 cucchiaio e 1/2 Olio Essenziale di Arancio 20 gocce OE Rosmarino 6 gocce OE Lavanda 4 gocce

BUON RISVEGLIO (Ricetta di Helne - metodo a freddo )


500 gr. olio di oliva 150 gr. olio di girasole 100 gr. olio di cocco 100 gr. olio di palma bifrazionata 80 gr. olio di mandorle dolci 40 gr. olio di ricino 30 gr. cera d'api 90 gr. polpa di cetriolo 210 gr. acqua distillata 130 gr. soda caustica (sconto 6%) Al nastro: 25 gocce o.e. di rosmarino 40 gocce o.e. di cedro 40 gocce o.e. di arancio dolce 15 gocce o.e. di limone 1 cucchiaio di farina gialla Miscelare gli oli e scaldare, unire la polpa di cetriolo frullata all'acqua e poi poco per volta la soda. Unire il liquido agli oli alla temperatura di circa 42. Al nastro aggiungere gli oli essenziali e la farina.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 7

SAPONE BICOLORE (Ricetta di Daniele - metodo a freddo)


olio di oliva 400 gr olio di palma 300 gr olio di cocco 250 gr olio di mandorle 50 gr acqua distillata 250 gr acqua di rose 50 gr soda 141 gr glicerina 20 gr paprika 5 gr o.e. lavanda 15 ml o.e. mix agrumi 10 ml Temperatura degli oli 40C Temperatura della soluzione caustica 40C IDEA NOVA (Ricetta di Marina - metodo a freddo) La ricetta che ho elaborato per questo sapone un po' pazza, in quanto va contro tutte le regole che invitano a mantenere equilibrio tra grassi saturi e grassi insaturi (per chi segue le linee guida di Dr Bob, il valore INS di questa combinazione di oli 110, ossia molto lontano dal valore "ideale" di 160!). Le ragioni alla base di questa scelta sono due: 1. in segno di protesta (per quanto fievole) contro la distruzione della foresta equatoriale nei paesi asiatici del Pacifico, dove vengono introdotte al suo posto colossali piantagioni di palma da olio, ho deciso di eliminare o ridurre al minimo

l'uso di olio di palma in tutti i miei saponi; 2. il sapone destinato anche a uno scambio internazionale dove un paio di partecipanti sono allergici all'olio di cocco ergo, niente palma e niente cocco! Spero che il risultato sia gradevole. In ogni caso, sono comunque contenta di vedere che un intruglio tanto "balordo" ha dato origine a un qualcosa che sembra proprio.... sapone! 975 g olio di sansa 700 g olio di macadamia 100 g olio di ricino 50 g olio di jojoba infuso con calendula, pi circa 3 cucchiai dei petali recuperati dall'infusione 2 cucchiai di resina di sandalo (australiano) 242 g soda caustica (sconto soda 7%) 380 g acqua purificata Al nastro: 25 g olio di oliva infuso con semi di annatto 100 g olio di avocado 50 g olio di jojoba
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 8

30 ml olio essenziale di rosalina 10 ml olio essenziale di nerolina 5 ml olio essenziale di sandalo australiano 3 ml olio essenziale di cipresso blu 2 cucchiai (circa 40ml) di crusca di riso Temperature: soluzione caustica circa 40C, oli circa 45C. Tenuto isolato per circa 12 ore. SHAMPOO SOLIDO AI SEMI DI LINO (Ricetta di Cinziametodo a freddo) 229 gr di olio di cocco 252 gr di olio di palma raffinato 119 gr di olio di oliva 160 gr di olio di semi di lino 40 gr di olio di ricino 116 gr di soda caustica 300 gr di infuso di semi di lino ottenuto da 2 cucchiai di semi di lino e 400 gr di acqua distillata 20 ml olio essenziale ylang ylang 5 ml fragranza Illumination Per prepararlo ho utilizzato il metodo a freddo unendo le due miscele alla temperatura di 40C. Ho miscelato il composto a mano e il nastro si formato in 1 ora e 30 minuti. Ho isolato lo stampo con la pellicola e sformato il sapone dopo 48 ore vista la percentuale di acqua pi alta del normale.

CIAMBELLA DI SAPONE AL MIELE E CANNELLA CON CUORE NUTRIENTE DI BURROCACAO (Ricetta di Stefania - metodo a freddo)
Ingredienti per il sapone al miele e cannella: 530 gr di olio di oliva 170 gr di olio di cocco 170 gr di o lio di soja 61 gr di cera dapi

279 gr di acqua distillata 125 gr di soda al nastro (56 gradi): 1 cucchiaio di miele 1 cucchiaino di cannella in polvere 1 cucchiaio di oe di cannella Mettere il sapone in uno stampo cilindrico (io ho usato quello delle Pringles) unto e lasciarlo per 24 ore, poi estrarre il sapone e tagliarlo in dischi di 1,5 cm circa e metterli a seccare.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 9

Dopo qualche giorno (il sapone devessere abbastanza compatto, ma non troppo duro), prendere un oggetto di forma cilindrica del diametro di 2 cm (ma la misura a piacere) e praticare dei buchi per fare assumere al sapone la forma di ciambella. Io ho utilizzato una delle due parti del contenitore delle sorprese Kinder. Ingredienti per il cuore nutriente: 89 gr di olio di oliva 169 gr di olio di cocco 43 gr di burrocacao 90 gr di acqua distillata 47 gr di soda Al nastro (57 gradi): 1 cucchiaino di burro di karite Lasciare rapprendere il secondo sapone per qualche giorno, in modo che diventi abbastanza duro da essere modellabile tipo la pasta frolla. Poi, usando i guanti di gomma, inserirlo nei buchi creati nel sapone alla cannella cercando di raggiungere lo spessore di questultimo e facendo attenzione a non romperlo. Quindi lasciare seccare come di consueto per 4 settimane.

SAPONE ALLA MENTA, EUCALIPTO E ARGILLA VERDE


(Ricetta di Cristina - metodo a caldo) 600 gr. di olio di oliva 150 gr. olio di vinacciolo 125 gr. di olio di cocco 100 gr. di olio di mais 50 gr. di olio di ricino 25 gr. di burro di cacao 20 gr. di cera d'api 140 gr. di soda caustica (sconto del 6%) 400 g. di acqua distillata 1 pugno di menta essiccata A fine cottura 1 cucchiaio di olio di jojoba 1 cucchiaio di argilla verde in polvere 7 ml colorante verde per sapone 10 ml di olio essenziale di eucalipto Fare un infuso con l'acqua distillata e la menta essiccata il giorno precedente, quindi filtrarla e conservare a parte le foglie che andranno poi asciugate all'aria e tritate grossolanamente. All'infuso preparato aggiungere la soda caustica. Scaldare a bagnomaria gli oli e unirli alla soluzione caustica quando entrambi avranno raggiunto la temperatura di 40. Una volta raggiunto il nastro procedere con il metodo a caldo a bagnomaria. A fine cottura aggiungere l'olio di jojoba, l'argilla verde, il colorante, l'olio essenziale di eucalipto e la menta rimasta dall'infuso,

mescolare energicamente e versare velocemente negli stampi isolandoli per le prime 24 ore. Questa ricetta, per Cristina, stata il Battesimo del sapone!
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 10

SAPONETTA DELLA STREGA (Ricetta di Mariagrazia - metodo a freddo)


birra chiara 300 ml sconto soda 6% olio di oliva 30% olio di cocco 20% olio di palma 20% olio di ricino 10% olio di germe di grano 10% Fragranze di Brambleberry tipo: Moroccan Mint, Grass Stain, ND Vanilla (1 cucchiaio per tipo su 1000 gr di oli) Sgasare molto bene la birra, procedere con il normale metodo a freddo, al nastro aggiungere 100 gr di cipolla frullata e le fragranze. WATERMELON (Ricetta di Daniela - metodo a freddo) Strato verde Olio di palma Olio di cocco Olio doliva Olio di semi di girasole Olio di cardo Olio di soja Latte di capra Polvere di alga Spirulina per il colore verde Interno rosso: Olio di palma Olio di cocco Olio doliva Olio di semi di girasole Olio di cardo Olio di soja Latte di capra Colorante alimentare rosso Semi di lino Watermelon-FO Per prima cosa ho costruito una forma per il mio sapone usando due ciotole di plastica di diversa misura. Grazie a delle viti ho bloccato la ciotola pi piccola in mezzo a quella pi grande. Lo strato verde stato fatto col metodo a freddo e versato nella forma, nello spazio tra le due ciotole. Dopo che il sapone si solidificato ho estratto la ciotola pi piccola. Avevo cos un sapone a forma di scodella. Dopo un paio di giorni ho fatto linterno rosso. Lho versato nella forma di sapone
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 11

verde e ho lasciato che si solidificasse. Dopo quattro settimane ho tagliato poi il sapone. IL SAPONE DI PAOLA (Ricetta di Paola)

100 per cento di olio di oliva Soda caustica e acqua da determinare in base alla quantit Oli essenziali di pino e di cannella Questa ricetta pu essere realizzata sia con il metodo a freddo, sia con un sistema a caldo. Nel secondo caso, aggiungere gli oli essenziali solo a fine cottura. SUSHI (Ricetta di Angelo - metodo a caldo) 350 gr. di olio di girasole 250 gr. di olio di cocco 150 gr. di olio di palma 40 gr. di burro di karit 40 gr. di olio di olio di ricino 118 gr. di soda caustica (sconto 6 per cento) 249 gr. di acqua Dopo il nastro ho aggiunto 3 cucchiai abbondanti di olio di jojoba e ho cotto il sapone con il metodo a caldo. A fine cottura (dopo circa unora) il sapone era cotto, si notava perch ha raggiunto una consistenza gelatinosa; a quel punto ho aggiunto le fragranze e 2/3 cucchiaini di alghe Nori (sminuzzate e tostate). Dopo aver mischiato il tutto, ho versato 1 centimetro di impasto sulle alghe Nori in fogli, precedentemente ammollati in acqua e olio essenziale di geranio in modo che fossero mollicce ed appiccicose, quindi ho appoggiato le strisce di sapone al cetriolo e allalbicocca sullimpasto ed ho arrotolato tutto su se stesso aiutandomi con una stuoia e la carta da forno. Questa la ricetta dellinserto arancio: 200 grammi di olio di cocco, 200 grammi di olio di girasole, 100 grammi di olio di palma, 73 grammi di soda caustica, 150 grammi di acqua, 7/8 albicocche secche frullate con olio di germe di grano. Fragranza alla gardenia. Questa la ricetta dellinserto verde: 300 grammi di olio di oliva, 150 grammi di olio di cocco, 50 grammi di olio di palma, 20 grammi di olio di ricino, 67 grammi di soda, 156 grammi di acqua, cetriolo frullato con olio di germe di grano, fragranza al melone. La frutta, la verdura e le alghe sono state aggiunte sempre dopo la cottura del sapone, in questo modo non c il pericolo che la soda si mangi tutto.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 12

SIMPLE (Ricetta di Dany - metodo a freddo)


30 per cento olio di oliva 20 per cento olio di cocco 15 per cento di margarina 15 per cento di olio di arachidi 11 per cento di olio di palma 5 per cento di olio di ricino 3 per cento di olio di semi di papavero 2 per cento di burro di cacao 2 per cento di fragranza cosmetica Soapy Clean di Bramble Berry Sconto della soda 7,5 per cento Infuso di chocolat mint al posto dellacqua. Aggiunta di foglie di menta sminuzzata al nastro. SAPONE AL PESTO (Ricetta di Mariagrazia - metodo a freddo) 10 per cento di olio di mandorle 10 per cento di olio di ricino

15 per cento di olio di cocco 5 per cento di olio di vinacciolo 5 per cento di olio di canapa 30 per cento di olio di oliva 20 per cento di olio di palma 5 per cento di burro di karit 1 manciata di basilico tritato 2 cucchiai di farina di mandorle 25 ml di olio essenziale di basilico Questo sapone realizzato con il metodo a freddo; al nastro aggiungere il basilico tritato, la farina di mandorle e lolio
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 13

YOGURT ALLA BANANA (Ricetta di Angelometodo a caldo)


450 gr di olio di sesamo 150 gr di olio di cocco 300 gr di olio di oliva 50 gr di olio di ricino 100 gr di burro di karit 300 gr di acqua139 gr di soda Procedere con il solito metodo a caldo; a fine cottura aggiungere 50 gr di banana essiccata in polvere, 4 cucchiai abbondanti di yogurt magro, 2 cucchiai di miele e un pizzico di curcuma per colorare di giallo. Il tutto profumato con gli oli essenziali Sogno e Oasi del Commercio Equo & Solidale. CARO-THE (Ricetta di Helne - metodo a freddo) Parte giallo-verde: 250 gr di olio di oliva 100 gr di olio di palma bifrazionato 80 gr di olio di cocco 50 gr di olio di mandorle dolci 20 gr di olio di ricino 150 gr di infuso di th verde 67 gr di soda (sconto 6%) Oli essenziali di geranio e cedro, colorante alimentare verde Parte arancio 265 gr di olio di oliva 70 gr di olio di palma bifrazionato 50 gr di olio di palma integrale 50 gr di olio di mandorle dolci 30 gr di olio di ricino 20 gr di burro di karit 15 gr di cera dapi 170 gr di polpa di carota frullata e acqua 63 gr di soda (sconto 6%) Fragranza cosmetica al miele 1 cucchaio di miele Preparate prima la parte arancio; miscelate gli oli, frullate le carote con acqua e scioglietve la soda. Unite i due composti quando le temperature sono a 45 e, al nastro, aggiungete il miele e la fragranza. Versate negli stampini oleati. Fate riposare una giornata quindi preparate la parte giallo-verde. Miscelate gli oli,

www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 14

sciogliete la soda in un infuso con th verde. Unite i composti a 45 e, al nastro, aggiungete gli oli essenziali e il colorante. Versate negli stampi dove si trova la parte arancio, gi solidificata. Rimuovete il sapone dopo 24 o 48 ore e lasciate maturare, in un luogo fresco e asciutto, per quattro settimane. CASSATINE AL PISTACCHIO (Ricetta di Claudio - metodo a freddo) Cupoline al pistacchio 40 per cento olio di oliva 30 per cento olio di cocco 20 per cento olio di mandorle 5 per cento olio di ricino 5 per cento olio di riso 150 gr di latte di mandorle (per 500 gr di oli) Sconto soda 6% 100 gr di polvere di pistacchi sgusciati Essenza di vaniglia e olio essenziale di Ylang-Ylang Aggiungere la soda, a poco a poco, al latte di mandorle in precedenza congelato. Nel frattempo scaldare un po gli oli. Unire i due composti ad una temperatura di 40. Al nastro aggiungere la polvere di pistacchi che si ottiene semplicemente sgusciando i frutti, tritandoli il pi finemente possibile e lasciandoli asciugare per qualche giorno. Aggiungere lessenza di vaniglia e 5 ml di olio essenziale di YlangYlang. Versare il tutto in tazzine di plastica usa & getta; isolare per 12 ore e poi sformare. Per la glassa 40 per cento di olio di oliva 30 per cento di olio di cocco 15 per cento di olio di mandorle 5 per cento di olio di ricino 10 per cento di burro di cacao 90 gr di latte di mandorle (per 300 gr di oli) Sconto soda 6 % Amido di mais - 30 gr di cioccolato bianco fuso Seguire il medesimo processo per incorporare la soluzione caustica negli oli. Al nastro aggiungere lamido di mais fino a raggiungere una consistenza molto ferma che non faccia scivolare troppo il composto al momento di colarlo sulle cupoline. Aggiungere poi il cioccolato bianco, fuso a bagnomaria; con un cucchiaio far colare la glassa sulle cupoline, lasciando che scenda molto naturalmente in modo da far assumere al sapone un aspetto il pi goloso possibile. Per non sprecare troppa glassa, usate per ogni cupolina una di quelle formine che si utilizzano per i mignon che poi eliminerete quando il sapone sar solido
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 15

SAPONE ALLA GARDENIA CON LATTE, OLIO DI JOJOBA E BURRO CACAO (Ricetta di Stemetodo a freddo)
200 gr di olio di mandorle 50 gr di olio di jojoba 300 gr di olio di palma 250 gr di olio di cocco

150 gr di olio di oliva 17 gr di burro di cacao 184 gr di latte di capra congelato - 116 gr di acqua distillata 143 gr di soda (sconto 5%) Procedere con il metodo a freddo. Al nastro aggiungere 2 cucchiai di fragranza cosmetica alla gardenia.

SAPONE AL LIMONE E VERBENA CON CETRIOLO E OLIO DI CANAPA (Ricetta di Stemetodo a freddo)
300 gr di olio di cocco 300 gr di olio di plama bianco 200 gr di olio di oliva 110 di olio di mandorle 20 gr di olio di germe di grano 30 gr di olio di jojoba 20 gr di burro di cacao 20 gr di olio di canapa 145 gr di soda (sconto 5%) 260 gr di acqua Procedere con il metodo a freddo, aggungere al nastro 1 cucchiaio di olio essenziale di limone, 1 cucchiaio di olio di verbena, 40 gr di cetriolo frullato.
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 16

DAMASCO (Ricetta di Marina per un sapone rilavorato ottenuto da base naturale)


Per la base 700 gr di olio di oliva 450 gr di olio di palma 450 gr di olio di cocco 223 gr di soda (sconto 7%) 480 gr di acqua Due pizzichi di petali di calendula aggiunti allolio e sminuzzati con il frullatore ad immersione prima di aggiungere la miscela di acqua e soda. Preparare la base secondo il proprio metodo a versarla in uno stampo. Il giorno dopo (o il mese dopo), bagnarla con mezzo bicchiere di infuso di calendula, aggiungere 50 gr di burro di karit e cuocerla a bagnomaria per circa unora-unora e mezza. A fine cottura, aggiungere 35 ml di miscela di oli essenziali, mescolare bene e versare nello stampo che, in questo caso, era un separatore per cassetti rettangolare. Lo stampo va unto con un po dolio di oliva altrimenti tirare fuori il sapone un incubo! Miscela di oli essenziali Damasco 3 parti di cedro 2 parti di geranio 2 parti di lavanda 40/42 2 parti di litsea cubeba 1 parte di chiodo di garofano CUORICINI ALLA MALVA (Ricetta di Cristina metodo a freddo) 300 g. olio di oliva (di cui la met infuso con lavanda per almeno un mese) 180 gr olio di palma 150 gr olio di cocco 110 gr olio di riso

100 gr olio di girasole 50 gr olio di ricino 50 gr olio di cartamo 40 gr burro di cacao 300 gr infuso di fiori secchi di malva 133 gr soda (7,5% sconto) 10 ml olio essenziale di lavanda 4 ml olio essenziale di tea tree 3 ml olio essenziale di arancio dolce fiori secchi di malva per decorare
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore. 17

Metodo a freddo con temperatura di unione delle miscele tra 38 e 40 gradi. Quando il sapone stato versato negli stampi decorarlo con i fiori secchi di malva. VIOLALAVANDA (Ricetta di Cinziametodo a freddo) Olio di Cocco gr 250 (25%) Olio di Palma gr 250 (25%) Olio di Ricino gr 50 (50%) Olio di Mandorle gr 200 (20%) Olio di Oliva gr 200 (20%) Burro di Cacao gr 50 (20%) 2 cucchiai di Miele di tiglio 15ml fragranza alla violetta 15ml olio essenziale di lavanda 1 cucchiaino di Ultramarino lilla Soda Caustica g 142.50 Sconto della soda 5% Acqua per g 1000 di grassi g 300 Temperatura di unione delle miscele 40, a met della miscela aggiungo il miele allaltra meta il colorante, miscelato entrambe fino al nastro con il frullatore a immersione, aggiunta la fragranza alla violetta alla parte lilla e lolio essenziale di lavanda alla parte con aggiunta di miele, versate entrambe nello stampo e sformato dopo

www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore.

Tabella Coefficienti di saponificazione


Il coefficiente di saponificazione, abbreviato in Sap, corrisponde alla quantit di soda caustica (NaOH) necessaria a saponificare del tutto 1 grammo di un determinato grasso. Ogni volta che si modificano le quantit o i tipi di grasso in una ricetta

obbligatorio rifare il calcolo dei dosaggi della soda, utilizzando questa tabella e la formula che riportata nel sito alla sezione Ricette. I coefficienti di saponificazione sono valori medi, questo significa che possono esserci piccole differenze tra le varie tabelle che li riportano. Grasso o olio Nome botanico (per i vegetali) SAP (NaOH) Burro di cacao Theobroma cacao 0.137 Burro di karit Butyrospermum parkii 0.128 Burro di mango Mangifera indica 0.128 Cera carnauba Copernicia cerifera 0.069 Cera dapi 0.069 Grasso (olio) di emu 0.138 Lanolina 0.074 Olio di arachidi Arachis hypogaea 0.136 Olio di avocado Persea gratissima, P. americana 0.133 Olio di borragine Borago officinalis 0.136 Olio di canapa Cannabis sativa 0.135 Olio di cartamo Carthamus tinctorius 0.136 Olio di cocco Cocos nucifera 0.190 Olio di colza o ravizzone Brassica napus, B. campestris 0.124 Olio di enotera Oenothera biennis 0.136 Olio di fegato di merluzzo 0.132 Olio di germe di grano Triticum.aestivum, T. durum 0.131 Olio di girasole Helianthus annuus 0.134
www.ilmiosapone.it di Patrizia Garzena vietata la riproduzione per scopi commerciali in violazione della normativa sul diritto dautore.

Olio di jojoba Simmondsia chinensis 0.059 Olio di macadamia Macadamia integrifolia, M. ternifolia 0.139 Olio di mais Zea mays 0.136 Olio di mandorle dolci Prunus amygdalus v. dulcis 0.136 Olio di neem Azadirachta indica 0.139 Olio di nocciole Corylus avellana 0.136 Olio di noccioli di albicocca Prunus armeniaca 0.135 Olio di noccioli di palma Elaeis guineensis 0.156 Olio di noci Juglans regia 0.135 Olio di oliva Olea europaea 0.134 Olio di palma Elaeis guineensis 0.141 Olio di pistacchi Pistacia vera 0.135 Olio di ricino Ricinus communis 0.128 Olio di riso o di crusca di riso Oryza sativa 0.128 Olio di rosa mosqueta o del falso frutto della rosa Rosa rubiginosa, R. moschata, R. canina 0.132 Olio di semi di cotone Gossypium spp. 0.138 Olio di semi di lino Linum usitatissimum 0.136 Olio di semi di zucca Cucurbita maxima, C. pepo 0.133 Olio di senape Sinapis alba L., Brassica hirta, B. nigra 0.124 Olio di sesamo Sesamum indicum 0.133 Olio di soja Glycine max, Glycine soja 0.135

Olio di vinaccioli Vitis vinifera 0.126 Sego (grasso di bue) 0.140 Strutto 0.138

Le pulizie di Primavera si avvicinano e con queste nelle nostre case vengono usati in abbondanza prodotti per la pulizia nocivi per lambiente. Qui di seguito vi diamo alcuni consigli per sostituirli con detersivi naturali. Una soluzione di mezza tazza di sale per ogni litro di acqua ottimale per la pulizia dei lavandini. Per disinfettare le superfici potete utilizzare uno spruzzatore in cui inserite un cucchiaio di olio di malaleuca o di olio al limone ogni due tazze dacqua. Per igienizzare le superifici di legno (tagliere, tavoli) potete strofinare su di esse mezzo limone. Per sgrassare e smacchiare le pentole ed eliminare le incrostazioni usate una soluzione composta da acqua, soda (quella per il bucato) e aceto di vino bianco. Le padelle e le superifici di acciaio inossidabile possono essere pulite con semplice olio di oliva. Infine per aromatizzare gli ambienti di casa avvolgete in una garza cannella e chiodi di garofano, immergeteli in acqua bollente e lasciateli in ebollizione per qualche minuto.

Limpiego di cenere ed acqua permette di ottenere un prodotto utilizzabile come detergente per la pulizia della casa ed anche per la biancheria a basso impatto ambientale. E sufficiente portare ad ebollizione per una durata di due ore una soluzione composta di 1 parte di cenere per ogni 5 dacqua, ossia un bicchiere di cenere per ogni 5 dacqua. Successivamente filtrate utilizzando un panno questa soluzione e versatela in una baccinella. Ottenete cos due prodotti differenti. Il primo un liquido che pu essere versato in un contenitore di plastica ed utilizzabile come detergente per la pulizia della casa o per il lavaggio della biancheria. Il secondo una pasta cremosa utilizzabile come detersivo per piatti.

Il Sapone di Aleppo un sapone per l'igiene personale, basato sull'uso dell'olio d'oliva con l'aggiunta di una percentuale variabile di olio d'alloro; un prodotto tipico della citt di Aleppo in Siria, mentre nella citt palestinese di Nablus (attuale Cisgiordania) contiene esclusivamente olio d'oliva senza aggiunta di olio d'alloro, entrambi le lavorazioni artigianali seguono una tradizione che risale all'antichit, perpetuata generazione dopo generazione. Le prime testimonianze archeologiche risalgono al 2500 a.C. e sono state rinvenute a Babilonia.
Indice [nascondi] 1 Fabbricazione 2 Cenni storici 3 Voci correlate 4 Altri progetti

Fabbricazione [modifica]
Ogni anno, a novembre, quando gli oli di oliva vengono prodotti, si ripete lo stesso rituale nei caravanserragli dei vecchi suq di Aleppo.

L'olio d'oliva viene trattato con acqua e idrossido di sodio lentamente in un calderone di pietra, utilizzando lo stesso sistema di saponificazione usato in antichit. Alla fine della cottura, durante il raffredamento, viene aggiunto l'olio d'alloro, il cui compito quello di profumare e di arricchire il sapone. La qualit del sapone dipender dalla quantit di olio d'alloro utilizzato, che pu variare da 0% a 60%. I saponi, che sono ancora di colore verde, vengono messi in impalcature a forma di torre, dove vengono lasciati a maturare all'aria fresca per non meno di dodici mesi. In questo periodo di maturazione il sapone inizia a cambiare colore, dal verde diventer d'un colore dorato. Ci avviene a causa della clorofilla dell'olio d'oliva che, illuminata dai raggi solari, produce questo cambiamento cromatico.

Cenni storici [modifica]


Gli arabi, gi nei primi anni dell'Islam, avevano creato dei saponi molto fini, profumati con essenze di origine vegetale che, dopo l'800 d.C., sull'onda dell'espansione araba si diffusero in tutto il bacino mediterraneo, raggiungendo la Spagna e la Sicilia. Grazie ai crociati questi saponi vennero portati in Occidente. In alcuni paesi, quali la Spagna, l'Italia e la Francia, venne rielaborato il modo di fare il sapone utilizzando altri elementi al posto degli oli d'oliva e d'alloro. Il sapone di Marsiglia ha ereditato la procedura di fabbricazione del sapone d'Aleppo, che l'origine di tutti i saponi duri del mondo. I primi saponifici d'Europa furono impiantati nel XII secolo, a seguito delle crociate, in Castiglia (Spagna) e in Italia (Savona, Venezia), poi in Francia, dove nacque il Sapone di Marsiglia, che deriva direttamente da quello di Aleppo.