Sei sulla pagina 1di 2

Guido Reni: Maddalena Penitente

Il soffio della persecuzione ti spinger fuori dell'amata tua Palestina, ti trarr alle rive della Provenza, ti guider in una grotta, dove sarai sette volte al giorno dagli angeli sollevata in estasi alle visioni del cielo a contemplare Ges nella gloria, quel Ges che ti trarr a s e ti restituir alla terra per compiacenza di vederti versare al ricordo del Calvario larga onda di pianto. Quando sentirai avvicinarsi il termine della vita, volerai sulle ali degli angeli al margine della via Aurelia, prenderai dalle mani del santo Vescovo Massimino il viatico del corpo e del sangue di Ges, e nell'ineffabile abbraccio del tuo

diletto, per mpito e per ebbrezza di amore ti sentirai venir meno e velando gli occhi come a un dolce sonno, ti desterai in paradiso ai piedi di Ges, e questa volta per sempre. O Maddalena! noi ti ringraziamo dell'esempio che ci hai lasciato dell'amore penitente, ti ringraziamo dei balsami effusi ai piedi e sul capo di Ges, ti ringraziamo delle cure pietose che hai riservato alla Beata Vergine Maria. Abbassa oggi e sempre lo sguardo pieno di amore sopra di noi. Insegnaci a vivere e a morire come vivesti e moristi tu.

Lantica Pieve di Verdeto


suppl. a Il Nuovo Giornale n 24/2010 giugno 2010

Parrocchia San Tommaso Apostolo - VERDETO - 29010 AGAZZANO (Pc)

Estate 2010

Domenica 8 Agosto
vittima santa. Terribile amante del Dio crocifisso, donaci la grazia di un pentimento amoroso, l'amore alla croce, la tenerezza verso la Vergine Maria, di cui fosti custode gelosa e appassionata amica. III. - Maria Maddalena non aveva abbandonata la croce e non si allontan dal sepolcro. L'amore lattirava l, dove era riposto il suo tesoro. Di gran mattino va con le amiche al sepolcro, vuole rivedere i piedi di Ges, ungerli di profumo, adorarli. Corre furente di angoscia, ebbra di spasimo; vede gli angeli che parlano di lui risorto e non presta loro ascolto, vede l'ortolano dietro la palma e a lui domanda se lo ha tolto e dove lo ha posto. Ne gli uomini, ne gli angeli possono calmare l'affanno di quest'anima immensa, nella quale iil dolore e l'amore fanno come una tempesta. Ges che vicino a lei la commisera e a lei dice: Maria; e Maria a lui: Maestro mio. Ecco: in due parole si sono intesi e la tempesta dell'amore accorato sedata. Non volere toccarmi, corri, annunzia ai fratelli che io sono risorto. Povera amante! Quanto hai sospirato il diletto che attraverso la croce e la tomba era fuggito lontano da te! Quante lacrime effuse come sangue del cuore! Ma guarda, ora il tuo Crocifisso non pi sfigurato, il giovane di eterna bellezza, la sua chioma si muove ai raggi del sole, nel mattino della sua gloria. Imprimiti nell'anima amante la sua figura; il divino tuo amico, lo sposo ti ha comprato il cielo con la sua morte, ti vuole risorta con s alle sue nozze, ma ti lascer ancora trent'anni a piangere sulla terra, a contemplare quel che vedesti.

Festa della Antica Pieve di Verdeto


GRIDERANNO LE PIETRE!
Un mio vecchio professore ai tempi del seminario, ci sugger questo adagio per non lasciarci ferire dalle inevitabili malelingue che avremmo incontrato una volta diventati preti: Le passere, lasciatele cantare!. E un bel motto, e si adatta bene al nostro ambiente cos bucolico Il cristianesimo un fatto che si mostra, il Verbo si fatto carne e quindi opera. Ma non son tanto le pietre (anche se il Signore ci ha lasciato detto che se non parleremo noi, grideranno le pietre) a rendere testimonianza che quanto fin qui realizzato nella volont del Signore. Parlo degli uomini e delle donne che si raccolgono a Verdeto per celebrare lEucaristia, per passare qualche giorno di ritiro o per mangiare in fraternit.

Sono fermamente convinto che il recupero del complesso della Pieve di Verdeto sotto la protezione della Beata Vergine Maria del Suffragio, che gi mi ha guidato nel recupero dellOratorio di Camposanto Vecchio a Piacenza. E quando la cosa la vuole Lei, si compie... Con buona pace di chi desidererebbe vedere la Chiesa come museo del passato. Lestate sar una occasione per conoscerci meglio, per pregare di pi e scoprire come bello e gioioso che i fratelli stiano insieme. Don Pietro

Prossime Messe a Verdeto

GIUGNO - LUGLIO E confermato per domenica 9 Agosto 17,00 Ogni domenica ore la Festa di Verdeto. Sar una sagra parrocchiale e un momento di incontro per tuttih. 17,00 gli amiDomenica 1 ci dellantica Pieve. Si Domenica 8 h. 17,00 stanno programmando

AGOSTO

Parrocchia San Tommaso Apostolo Strada Lanfranco, 1 29010 Verdeto di Agazzano - Piacenza Amm. Parrocchiale: don Pietro Cesena Email: picesena@virgilio.it tel. 3479194310

Prossimi lavori di restauro di due dipinti murali nella nostra chiesa


In seguito alla segnalazione dellaffresco che si trova nella nostra chiesa raffigurante SantAntonio Abate, apparso sul giornalino di dicembre 2009, lassociazione Lions Club Rivalta Valli Trebbia e Luretta, ha deliberato di sostenere le spese per il restauro dei due dipinti murali (laltro raffigura la Maddalena penitente illustrata su questo numero) situati ai lati della statua della Beata Vergine Maria nella cappella a lei dedicata. Il Service stato fortemente voluto dal Presidente uscente dott. Palmas. I lavori di restauro, con il beneplacito della Soprintendenza, assegnati al professionista Davide Parazzi sotto la direzione dellArch. Marcella Fariselli, dovrebbero partire al pi presto.

Domenica 15 Domenica 22

h. 17,00

sospesa h. 17,00

Domenica 29

Coordinate per Bonifici alla Parrocchia:

SETTEMBRE
Domenica 5 Domenica 12 Domenica 26 h. 17,00 h. 17,00 h. 17,00

Credito Artigiano - Piacenza

IT4500351212600000000000268

Lavori in Corso / LAnfiteatro di Verdeto e larea di sosta


Quando abbiamo iniziato il recupero del complesso della Pieve di Verdeto, per prima cosa abbiamo riscoperto il piccolo appezzamento di terreno che si affaccia verso Castano. Rimasto per tanto tempo ricoperto di rovi e erbacce non avevamo neppure lidea delle sue reali dimensioni. Avevamo lesigenza di uno spazio verde da poter usare per le attivit parrocchiali e per qualificare ancor di pi tutto larea. Purtroppo i continui frazionamenti dei terreni appartenuti al beneficio parrocchiale avevano lasciato ben poco spazio a disposizione. Rimaneva solo quel pezzetto di campo, la cui pendenza molto elevata richiedeva un intervento ben meditato. Decidemmo di far passare lestate. Intanto, la riapertura della chiesa alle diverse attivit pastorali rendeva urgente la realizzazione di un parcheggio nelle vicinanze della Pieve.

Maddalena penitente/ Note per una contemplazione


In una cappella laterale della nostra chiesa, si trova un dipinto murale (vedi foto qui a fianco) raffigurante la Maddalena Penitente, che si festeggia il 22 luglio. La figura della Maddalena ritorna spesso nelle nostre chiese a riprova della sua diffusa devozione. Una immagine simile alla nostra si trova ad esempio nella chiesa di Sarturano... Proponiamo una antica meditazione dellOrdine Domenicano che annovera la santa tra le sue protettrici e che ci fa sentire pi vicina la spiritualit con cui fu concepita questa raffigurazione. Meditiamo la mirabile vita di Maria Maddalena, la cui sublime figura scolpita dallo spirito di Dio nel Vangelo. E contempliamola alla mensa di Simone il Fariseo, sotto la croce e al sepolcro. I. - Maria Maddalena gravata dal peso di molte colpe, con l'anima in fremito irrompe nella sala, dove siede a mensa Ges; e ricolma della grazia di un pentimento amoroso, si getta ai piedi del Salvatore e li bagna di lacrime e li asciuga con i suoi capelli. Consacra a questo ministero di tenerezza e di espiazione gli ornamenti e incitamenti della sua vanit, e bacia e ribacia con le sue labbra impure, i piedi divini e nel battesimo delle sue lacrime rif vergine il cuore. Lei che aveva perduto ogni pudore, eccola ora pudica e fragrante di una carit immacolata. una bellezza austera la sua, che ormai brilla attraverso le lacrime. Ineffabilmente tenera, infuocata di amore, mira e rimira Ges, l'amante divino, che dice: Le sono rimessi molti peccati perch ha molto amato . O felice amica di Ges, tu lo udisti parlare delle illusioni della vita, della bellezza dell'anima, delle speranze del cielo; e fedele ai primi impulsi della grazia celeste che Gorge De La Tour: Maddalena Penitente

Parrocchia di Verdeto: Prospettiva dellAnfiteatro secondo il progetto definitivo

Grazie alla generosa disponi- provenienti dalla demolizione sicuramente una attrazione per bilit della famiglia Nicolini, di alcuni piloni del ponte crol- il territorio di Agazzano. Lo abbiamo ottenuto luso di una lato sul Po. Dopo aver realiz- spazio potr essere usato per striscia di campo proprio ai zato uno studio approfondito, momenti di aggregazione, prepiedi della canonica. Lopera ottenuti i necessari permessi, ghiera, eventi artistici allaper stata recentemente ultimata stiamo ultimando un piccolo to come rappresentazioni teaAgosto : Parcheggio nelQuesto spazio,Colini esecuzioni musicali e e offre diversi posti auto. anfiteatro. campo dei una trali, Nel frattempo sono stati recu- volta sistemato il prato e ag- per osservare la grande pianuperati grandi massi di granito giunti alcuni alberi, diverr ra e il cielo.

scintillava dagli occhi amabili di Ges, corresti ai piedi suoi benedetti. L ti attendeva il Verbo fatto carne per conquistarti e farti eterna schiava delle sue tenerezze. O sublime donna che inaugurasti la vita di adorazione, il riposo ai piedi del Verbo, il silenzio contemplativo che nutre ogni virt, donaci l'amore e il gusto del contemplare. Noi sentiremo allora, come te, la pace della nostra anima ai piedi del Maestro divino, e nella coscienza rasserenata dal pianto, gusteremo le gioie del perdono di Dio. II. - Maria Maddalena non abbandon pi Ges, e nel giorno del dolore si trov accanto a lui. Ormai gli uomini hanno inchiodato il Figlio di Dio sulla croce, dove egli versa lacrime e sangue e per amore deldi noi peccatori s'immola alla giustizia infinita. Ai piedi della croce c Maria, la piena di grazia, Maria, linnocente, che accompagna lAgnello mansueto al suo sacrificio. Ma a fianco della Maria innocente c la Maria penitente. Eccola: colma di amarezza, disperata nel suo affanno, tende le braccia con occhio pieno di dolore e di pianto. una prova terribile. I suoi capelli ondeggiano, la sua veste e il suo velo sono a lutto. nella notte del dolore, e desolata geme adesso sulla carne straziata del suo amore crocifisso, ora sulla gravit dei propri peccati che costarono all'uomo Dio tanto sangue. Sotto il velo delle tenebre, nell'orrore di quella prova, si avvicina affannosa dalla Vergine alla Croce, dalla Croce alla Vergine e abbraccia i piedi trafitti del suo Ges. Quale grido di dolore alla morte dei Redentore! Quale onda di pianto! Sublime amante! La notte del tuo affanno ti fece apparire grande. Dopo la Vergine, Madre di Dio, nessuno fu pi colmo di amarezza, nessuno sorpass il tuo dolore. Quando fu aperto il fianco del Crocifisso, e usc il sangue e l'acqua, tu accogliesti con fremiti l'onda di vita e fosti aspersa, ribattezzata. Tu rappresentasti noi peccatori sulla cima del Golgota, fosti il tipo dei colpevoli che si rifanno belli nel sangue della

Parrocchia di Verdeto: Progetto dellAnfiteatro nella prima stesura