Sei sulla pagina 1di 7

Il Tetragramma, termine che significa “quattro lettere”,

rappresenta il nome personale di Dio in ebraico.

Qual è il nome
di Dio?
Tutti gli esseri umani hanno
un nome. Molti danno un
nome perfino ai loro
animali domestici. Non è
ragionevole che anche Dio
abbia un nome?
Pubblicato in Svegliatevi! del 22 gennaio 2004
Dio ha un nome!
Paradossalmente, milioni di
persone che dicono di credere
nell’Iddio della Bibbia non usano il
suo nome personale.
Eppure il nome di Dio è noto da
millenni.
Nel passato il nome di Dio veniva
usato liberamente.
In ebraico, lingua che si legge da
destra a sinistra, il nome consiste
di quattro consonanti,

Queste quattro lettere dell’alfabeto


ebraico, traslitterate YHWH, sono
chiamate Tetragramma.
Per decenni in Europa furono in
uso anche monete col nome divino
inciso in questa forma.
Il nome di Dio si trova anche su
edifici, monumenti e opere d’arte,
come pure in molti inni religiosi.
Secondo l’enciclopedia tedesca
Brockhaus, ci fu un tempo in cui i
principi protestanti portavano uno
stemma con un sole stilizzato e il
Tetragramma.
Questo simbolo, visibile anche su
stendardi e monete, era chiamato
l’insegna del Geova-Sole. È chiaro
che i religiosissimi europei dei
secoli XVII e XVIII sapevano che
l’Iddio Onnipotente ha un nome.
Cosa ancor più rilevante, non
esitavano a usarlo. Il Tetragramma e il nome
di Dio in alcune chiese.
Il vostro nome
Alleluia include il nome di
Cosa vi fa venire in mente la parola
“Alleluia”?
Dio?
Forse vi ricorda il “Messia” di Händel,
capolavoro musicale del XVIII secolo Gioele: “Geova è Dio”
caratterizzato da un esaltante coro di
Alleluia. O forse pensate al cosiddetto “Inno
di battaglia della Repubblica”, famoso inno
Gionatan: “Geova ha
patriottico americano il cui ritornello recita dato”
“Glory! Glory! Hallelujah!”
Sicuramente, in un modo o nell’altro, avete Giosuè: “Geova è
sentito la parola “Alleluia”. Forse l’avete salvezza”
anche usata qualche volta. Ma sapete cosa
significa?
Giovanni: “Geova ha
Alleluia: Dall’ebraico halelu-Yàh, espressione
che significa “lodate Iah”.
mostrato favore; Geova è
stato benigno”
Iah: Forma poetica abbreviata del nome di
Dio, Geova. Nella Bibbia ricorre più di
50 volte, spesso nell’espressione “Alleluia”. Giuseppe: “Iah aggiunga”
La Bibbia menziona il nome *La Traduzione del
personale di Dio, Geova, migliaia di Nuovo Mondo delle
volte. Nella Traduzione del Nuovo Sacre Scritture, edita dai
Mondo delle Sacre Scritture il nome testimoni di Geova, è una
traduzione biblica che
divino ricorre 7.210 volte!* sostituisce il linguaggio
Fu Dio stesso a ispirare gli scrittori arcaico di vecchie
biblici a usare il suo nome in maniera traduzioni con
così estesa. espressioni della lingua
corrente. La sua
Uno di questi scrittori, il salmista Asaf, principale caratteristica è
scrisse: “Tu, il cui nome è Geova, tu l’aver restituito al nome
solo sei l’Altissimo su tutta la terra”. divino il posto che gli
(Salmo 83:18) spetta nel testo biblico. A
tutt’oggi ne sono state
Anche Davide scrisse in un salmo:
stampate più di
“Faremo menzione del nome di
122 milioni di copie, per
Geova nostro Dio”. — Salmo 20:7.
intero o in parte, in
45 lingue.
Particolare del testo di Raymond Martini (Raymundus Martini), Pugio Fidei
adversus Mauros et Judaeos del 1270 a.C (pag. 559).
Si vede la forma latina ‘Jehovah’ del Tetragramma.
Questa edizione è stata pubblicata a Lipsia nel 1687, ora si trova nella
Biblioteca Pubblica di New York.
Fra gli studiosi non c’è pieno accordo sul
significato del nome di Dio, Geova. Tuttavia,
dopo approfondite ricerche sull’argomento, molti
credono che il nome sia una forma del verbo
ebraico hawàh (divenire), e che significhi “Egli fa
divenire”.
Perciò nella Traduzione del Nuovo Mondo delle
Sacre Scritture il passo di Esodo 3:14, dove
Mosè chiede a Dio il suo nome, è tradotto come
segue: “A ciò Dio disse a Mosè: ‘Io mostrerò
d’essere ciò che mostrerò d’essere’. E
aggiunse: ‘Devi dire questo ai figli d’Israele: “Io
mostrerò d’essere mi ha mandato a voi”’”.
Questa traduzione è appropriata, perché Dio è
in grado di divenire qualsiasi cosa reputi
necessario essere. Nulla può impedirgli di
ricoprire qualunque ruolo occorra per adempiere
la sua volontà. I suoi propositi e le sue
promesse si realizzano sempre.
In particolare, Dio mostrò di essere il Creatore,
colui che ha l’illimitata capacità di far avvenire le
cose. Fece venire all’esistenza l’universo. Creò
miriadi di creature spirituali.
Veramente è un Dio che fa avvenire le cose!

Potrebbero piacerti anche