Sei sulla pagina 1di 1

Interrogazione sulla commissione biblioteca

presentata dal gruppo “L'Aquilone”

Premesso che ad oggi, 18 novembre 2010, la commissione biblioteca si è riunita solamente in una
occasione, in data 21 aprile 2010, ben dieci mesi dopo l'insediamento della nuova amministrazione.

Premesso che in sede di prima convocazione si procedette alla nomina per votazione del presidente
nella persona della rappresentante del gruppo quartieri.

Constatato che il regolamento della biblioteca comunale prevede all'articolo 3 la designazione del
presidente, da individuarsi tra i membri di nomina, da parte della giunta comunale.

Evidenziato che lo stesso statuto prevede all 'articolo 4 che la commissione abbia “compiti
propositivi e consultivi in ordine al programma della biblioteca” e di “verifica sull'attuazione dello
stesso”.

Si chiede all'assessore delegato:

– per quale motivo la suddetta commissione sia stata convocata con tale ritardo dalla data di
insediamento

– per quale motivo si sia proceduto con l'elezione in loco del presidente e non con
designazione

– se corrisponde a verità che l'incarico di presidente sia stato revocato ed assegnato allo
stesso assessore, membro di diritto della commissione e non di nomina e come tale
ineleggibile

– in caso affermativo si chiede il motivo di tale revoca e in quale modo sia stata comunicata

– per quale motivo non ci sia ancora stata, da parte dell'assessore o del sindaco, una seconda
convocazione per illustrare il bilancio consuntivo 2009-2010 e il bilancio di previsione
per l'anno in corso

Luigi Giavazzi
consigliere comunale del gruppo L'Aquilone.