Sei sulla pagina 1di 1

Mozione per il Parco di Saore presentata dal gruppo“L'Aquilone”

- Considerato che in data 5 febbraio 2009 il Consiglio Comunale ha approvato l’accordo con
la società Pedemontana, puntualizzando come condizioni necessarie alla validità
dell’accordo “ulteriori compensazioni ambientali … applicate all’acquisizione di aree
agricole in zona Saore … che … dovranno essere trasferite alla proprietà del Comune di
Osio Sotto, previa realizzazione di interventi di riqualificazione ambientale ad allestimento
utile alla pubblica fruizione”

Considerato che la Conferenza dei Servizi, tenutasi nella sede regionale lombarda il 29
maggio 2009, ha approvato il progetto definitivo della Pedemontana, tra cui l’acquisizione di
13 ettari di terreno a carico della società stessa in località Saore, e la contestuale cessione
al Comune di Osio Sotto dell’area stessa ma senza indicazione degli interventi di
riqualificazione ambientale richiesti.

Tenuto conto del fatto che questo parco è un’importante opera di compensazione per la
comunità di Osio Sotto per il pesante danno ambientale causato dalla realizzazione degli
svincoli e del casello di Pedemontana situati nella zona del PLIS del Brembo limitrofa al
Bosco dell’Itala.

Tenuto conto dell’estremo interesse della comunità osiense ad avere una cintura verde di
protezione e un nuovo grande Parco a disposizione ad est del paese, in termini naturalistici
e per fini sportivi, ludici e ricreativi

Si ribadisce che la posizione del Consiglio Comunale di Osio Sotto in merito


alle opere di compensazione è quella espressa in data 5 febbraio 2009,
laddove si indicava chiaramente che l'accordo con Società Pedemontana
era subordinato non solo all'acquisizione dei terreni ma anche alla loro
riqualificazione ambientale ed all'allestimento utile alla pubblica fruizione.

A tal fine si dà indicazione a questa amministrazione di procedere nei modi


più opportuni per ottenere l’acquisizione dell’area sopraindicata e la sua
trasformazione in Parco Pubblico, tra cui tutte le iniziative politiche ancora
aperte e, in ultima istanza, di valutare attività di presidio durante l'inizio dei
lavori di realizzazione dell'opera nel territorio di Osio Sotto.

Nel caso in cui queste iniziative non vadano a buon fine e gli interventi di
riqualificazione non vengano eseguiti da Pedemontana, come richiesto, si
chiede il chiaro impegno programmatico da parte dell’amministrazione nella
realizzazione del Parco di Saore.

I consiglieri del gruppo Aquilone, Paolo Citterio e Luigi Giavazzi.