P. 1
Appunti Sulla Sezione Aurea

Appunti Sulla Sezione Aurea

|Views: 1,539|Likes:
Published by Serafino Fermani

More info:

Published by: Serafino Fermani on Jul 18, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

02/05/2013

pdf

text

original

Il Pantheon, di tutti gli edifici antichi esistenti a Roma, costituisce forse quello che ci è
pervenuto nelle migliori condizioni, proprio grazie alla sua fortunata trasformazione da
tempio pagano in chiesa cristiana.

La grandiosità delle dimensioni del Pantheon e l’armonia delle sue proporzioni
architettoniche hanno suscitato da sempre, sia tra gli studiosi, sia tra i profani, attenzioni del
tutto particolari (Figura 3-14).

È bene ricordare che la genialità costruttiva espressa dalla grande cupola emisferica del
Pantheon rappresenta un unico, nel suo genere, attraverso le diverse epoche storiche: anche
oggi, infatti, difficilmente saremmo in grado di realizzare, con i medesimi materiali e le stesse
dimensioni, una simile calotta sferica perfettamente iscritta in un corpo cilindrico.

Il Pantheon è un monumento singolare in quanto combina tipologicamente la cella rotonda a
cupola di tipo termale con il tradizionale pronao a timpano. L’altezza del tempio è uguale al
diametro, secondo la norma data da Vitruvio per gli ambienti delle terme simili; la volta è la
più grande fra quelle dell’antichità.

La Sezione Aurea nell’Architettura

48

Figura 3-14. Pantheon. Sezione longitudinale. 1. pronao, 2. blocco intermedio; 3. rotonda.

Figura 3-15. Pantheon e basilica Neptuni. 1. Pantheon; 2. basilica Neptuni; 3. piazza.

La Sezione Aurea nell’Architettura

49

Moltissime sono le valenze simboliche ricostruite dagli studiosi nel Pantheon: fra queste le
più singolari individuano nel tempio un’immagine complicata del cosmo pitagorico, dove le
leggi della geometria, dell’astronomia e della musica si mescolano tra di loro. La simbologia
era accentuata dalle proporzioni dell’aula circolare, nella quale altezza e diametro coincidono
come se al suo interno fosse inserita una sfera.

Nell’analisi di Wiener relativa al Pantheon (Figura 3-15), la base armonica direttiva è
costituita da un quadrato diviso secondo il rapporto ϕ, e un cerchio inscritto in esso (come
anche in Santo Stefano Rotondo). Dopo il quadrato e il pentagono qui ci appare l’importanza
del cerchio, che spesso fornì la chiave per ritrovare i segreti delle costruzioni antiche e della
loro unità.

Con riferimento alla Figura 3-16, si riporta di seguito una citazione di Ghyka.

“La distanza tra il cerchio inscritto e quello esterno è data dalla piccola ϕ trovata sulla minore
ϕ dell’intero lato del quadrato; tutto il resto è regolato secondo lo stesso rapporto”.

Figura 3-16. La pianta del Pantheon di Roma.

La Sezione Aurea nell’Architettura

50

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->