Sei sulla pagina 1di 4

V DOMENICA DOPO PASQUA

Ingressa (insieme)

Tanto tempore vobiscum sum, et non Da tanto tempo sono con voi e non mi avete
cognovistis me?. Hallelujah, Philippe, qui conosciuto? Lode al Signore. Filippo, chi vede
videt me, videt et Patrem meum. Non credis, me, vede pure il Padre mio. Non credi forse
quia ego in Patre, et Pater in me est? che io sono nel Padre, ed il Padre in me? Lode,
Hallelujah, hallelujah. lode al Signore.

Gloria in excelsis Deo

Orazione sopra il popolo

Deus, qui hoc nobis confers gratia, ut justi ex O Dio, che per tua grazia compi il prodigio di
impiis, et beati efficiamur ex miseris, adesto trasformarci in giusti da empi che siamo, e da
operibus tuis, adesto muneribus: ut quibus miserabili in beati, assisti ancora l’opera tua
inest fidei justificatio, non desit ed i tuoi doni, per modo che coloro i quali
perseverantiæ fortitudo. Per Dominum ottennero la giustificazione della fede, non
nostrum Jesum Christum ... vadano privi dalla forza necessaria a
perseverarvi.. Te lo chiediamo per i meriti …

Lectio Actuum Apostolorum (4, 8-14)


In quei giorni. Pietro, colmato di Spirito Santo, disse loro: «Capi del popolo e anziani, visto che oggi
veniamo interrogati sul beneficio recato a un uomo infermo, e cioè per mezzo di chi egli sia stato
salvato, sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d’Israele: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi
avete crocifisso e che Dio ha risuscitato dai morti, costui vi sta innanzi risanato. Questo Gesù è la
pietra, che è stata scartata da voi, costruttori, e che è diventata la pietra d’angolo. In nessun altro c’è
salvezza; non vi è infatti, sotto il cielo, altro nome dato agli uomini, nel quale è stabilito che noi
siamo salvati». Vedendo la franchezza di Pietro e di Giovanni e rendendosi conto che erano persone
semplici e senza istruzione, rimanevano stupiti e li riconoscevano come quelli che erano stati con
Gesù. Vedendo poi in piedi, vicino a loro, l’uomo che era stato guarito, non sapevano che cosa
replicare.
(Diciamo: Deo gratias)

Salmello (insieme)

Jacta cogitatum tuum in Domino, et ipse te Affida la tua preoccupazione al Signore, ed


enutriet. egli ti provvederà.
Dum clamarem Dominum, et exaudivit Non avevo pur finito di levare la mia voce al
vocem meam ab his, qui oderunt me. Signore, che egli, a dispetto di coloro che mi
odiarono, mi ha esaudito.

Contatti: cardinalschuster@gmail.com; http://singulari.blogspot.com


Persone di contatto: Peter 3466623644, Carlo 3389256994 o Alberto 3382554173
Si accettano intenzioni per le Messe; rivolgersi al sacerdote o ad una delle persone suindicate.
Epistola beati Pauli Apostoli ad Corinthios secunda (2, 12-16)
Fratelli, noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito di Dio per conoscere
ciò che Dio ci ha donato. Di queste cose noi parliamo, con parole non suggerite dalla
sapienza umana, bensì insegnate dallo Spirito, esprimendo cose spirituali in termini
spirituali. Ma l’uomo lasciato alle sue forze non comprende le cose dello Spirito di Dio: esse
sono follia per lui e non è capace di intenderle, perché di esse si può giudicare per mezzo
dello Spirito. L’uomo mosso dallo Spirito, invece, giudica ogni cosa, senza poter essere
giudicato da nessuno. Infatti «chi mai ha conosciuto il pensiero del Signore in modo da
poterlo consigliare?». Ora, noi abbiamo il pensiero di Cristo.
(Diciamo: Deo gratias)

Alleluja (insieme)

Dominus regnavit, decorem induit: induit Il Signore è re. Egli si è rivestito di maestà, il
Dominus fortitudinem, et præcinxit se Signore si è ammantato di fortezza e cinto di
virtutem. Hallelujah. potenza. Lode al Signore.

Sac.: Lectio sancti Evangelii secundum Joannem (14, 25-29)


(R: + Gloria + tibi + Domine)
In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai discepoli: «Vi ho detto queste cose mentre sono
ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome,
lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto. Vi lascio la pace, vi do la
mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non
abbia timore. Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi
rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l’ho detto ora,
prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate».
(Diciamo: Laus tibi, Christe)

Antifona (insieme)

Custodi, Deus, portionem tuam, et sanctifica. Custodisci, o Dio, e santifica la porzione della
Domine, congrega dispersionem nostram, tua eredità. O Signore, riuniscine le sparse
libera eos, qui serviunt gentibus: ut sciant membra, e libera quelli che sono schiavi dei
omnes, quia tu es Deus noster. Hallelujah. gentili, affinché tutti sappiamo che tu sei il
nostro Dio. Lode al Signore.

Orazione sopra la Sindone

Auxiliare, Domine, temporibus nostris: et tua O Signore, vieni in aiuto della nostra
nos ubique dextera protegente, et religionis situazione presente, e per la tua destra,
integritas, et christiani nominis securitas dovunque stesa a protezione su di noi, fa che
reparata consistat. Per Dominum nostrum restino salde l’integrità della fede e la pace
Jesum Christum filium tuum, qui tecum … ristabilita del nome Cristiano. Te lo

Contatti: cardinalschuster@gmail.com; http://singulari.blogspot.com


Persone di contatto: Peter 3466623644, Carlo 3389256994 o Alberto 3382554173
Si accettano intenzioni per le Messe; rivolgersi al sacerdote o ad una delle persone suindicate.
chiediamo …

Offertorio

Exaudi, Domine, justitiam meam: intende Il Signore ha dato salde basi alla terra (alla
deprecationem meam. Mirifica misericordias Chiesa), che non sarà smossa. Da allora è
tuas, qui salvos facis sperantes in te, Domine. preparato il tuo trono, Dio, che sei
Hallelujah. dall’eternità. Lode al Signore.

Si recita il Credo

Orazione sopra l’Offerta

His nobis, Domine, mysteriis conferatur: quo Concedici, Signore, di partecipare con
terrena desideria mitigantes, discamus habere frequenza a questi tuoi misteri, poiché ogni
cælestia. Per Dominum nostrum Jesum volta che si celebra la memoria di questo
Christum ... sacrificio, si rinnova l’opera della nostra
redenzione. Te lo chiediamo per la
mediazione del Signore nostro …

Prefazio

Æterne Deus: et majestatem tuam indefessis ... eterno Iddio, e che indefessamente
precibus exorare, ut mentes nostras bonis supplichiamo la tua maestà, affinché avvalori
operibus semper informes. Quia sic erimus di buone opere la nostra vita, non potendo
præclari muneris prompta sinceritate noi essere pronti e sinceri cultori del dono
cultores, si ad meliora jugiter transeuntes, prezioso (della Redenzione), se non
paschale mysterium studeamus habere progrediamo continuamente nel bene, e non
perpetuum. Per Christum Dominum nostrum ci studiamo di rendere perenne in noi la
... . celebrazione del mistero pasquale. Noi ti
chiediamo questa grazia per Gesù Cristo ecc .
(Form I)

Confrattorio (insieme)

Voce mea ad Dominum clamavi: et exaudivit Ho levata alta la mia voce al Signore, ed egli
me de monte sancto suo. Non timebo milia dal suo monte santo mi esaudì. Non avrò
populi circumdantis me. Hallelujah. timore se anche mi assediasse un popolo
intero. Lode al Signore.

Transitorio (insieme)

Contatti: cardinalschuster@gmail.com; http://singulari.blogspot.com


Persone di contatto: Peter 3466623644, Carlo 3389256994 o Alberto 3382554173
Si accettano intenzioni per le Messe; rivolgersi al sacerdote o ad una delle persone suindicate.
Diligamus nos invicem, quia caritas Deus est: Amiamoci a vicenda, perché Dio è carità; e chi
et qui diligit fratrem suum, ex Deo natus est, ama il proprio fratello è nato da Dio, e vede
et vidit Deum, et in hoc caritas Dei perfecta Dio, e raggiunge la perfezione della carità di
est: et qui facit voluntatem Dei, manet in Dio, che consiste appunto in ciò; chi poi fa la
æternum. Hallelujah. volontà di Dio sta saldo in eterno. Lode al
Signore.

Orazione dopo la S. Comunione

Tribue nobis, quæsumus, Domine, cælestis Concedici, Signore, di aver parte alla mensa
mensæ, ac virtutis societatem: et deisiderare celeste ed ai suoi frutti, e di poter desiderare
quæ recta sunt, et desiderata perciperere. Per nient’altro che cose rette e di conseguirle. Te
Dominum nostrum Jesum Christum Filium lo chiediamo …
tuum …

Contatti: cardinalschuster@gmail.com; http://singulari.blogspot.com


Persone di contatto: Peter 3466623644, Carlo 3389256994 o Alberto 3382554173
Si accettano intenzioni per le Messe; rivolgersi al sacerdote o ad una delle persone suindicate.