Sei sulla pagina 1di 13

Il Classicismo

Nella storia della musica il Classicismo è il periodo che va dal 1750,


anno della morte di Bach, al 1827, anno della morte di Beethoven.
La musica classica quindi é la musica composta in questo periodo,
anche se nel linguaggio comune l’espressione “musica classica”
indica la musica di tutti i periodi del passato, dal rinascimento alla
prima metà del Novecento.
I generi principali del classicismo sono la musica strumentale,
l’opera in lingua italiana, che raggiunge un grado di grandissimo
sviluppo, e il Singspiel in tedesco, che ha un carattere più popolare
Nella storia
dell’opera in italiano. della musica il Classicismo è
dal 1750, anno della morte di Bach, al 18
Anche la musica sacra continua ad essere importante, con la
morte di Beethoven.
composizione di Messe, mottetti, Laemusica
oratoriclassica
nelle varie lingue
quindi é la musica com
nazionali, ma meno rispettoperiodo,
ai periodi precedenti
anche se nel linguaggio comun
Le forme più importanti della musica“musica
strumentale sono
classica” la sonata,
indica il di tu
la musica
concerto, il quartetto d’archi
passato,e dal
la sinfonia.
rinascimento alla prima metà
I generi principali del classicismo son
strumentale, l’opera in lingua italiana, ch
grado di grandissimo sviluppo, e il Sings
che ha un carattere più popolare dell’op
Strumenti più utilizzati nel Classicismo

Il pianoforte rappresento’ la novità più rilevante del settecento. Fu


inventato nel 1711 da Bartolomeo Cristofori. Questo strumento
sostitui’ il clavicembalo perché esso aveva la possibilità di suonare
dal piano al forte. Da questo deriva il suo nome.

L’orchestra si arricchisce di: Oboi, trombe, clarinetti, timpani,


fagotti, corni, flauti traversi, piatti e triangoli.

Nacque il quartetto d’archi moderno formato da due violini, una


viola e un violoncello, era utilizzato soprattutto nella musica da
camera.
Linea del tempo della storia della musica
I Concerti sono composizioni per uno strumento solista e per
orchestra, mentre i quartetti sono composizioni per strumenti ad arco
( due violini, viola, violoncello) e le sinfonie sono composizioni per
orchestra. Queste forme esistevano già, ma nel Classicismo si
sviluppano fino a raggiungere un livello che ancora oggi è
considerato di perfezione.

Il centro principale del classicismo è Vienna. Durante il settecento,


l’impero austriaco è molto ricco e potente. Vienna è la capitale
dell’impero e diventa un centro culturale di grande interesse anche
per i compositori tra i più importanti di tutti i tempi:

Haydn, Mozart (tutti e due austriaci) e Beethoven (tedesco). I tre


compositori hanno vissuto e lavorato a lungo a Vienna. Per questo
motivo quando si parla di Haydn, Mozart e Beethoven si dice anche
la Scuola di Vienna.
Franz Joseph Haydn
Haydn ha composto varie
opere, tanta musica sacra ma
soprattutto moltissima musica
strumentale: oltre 100 sinfonie,
decine di quartetti per archi e
di sonate per pianoforte e
numerosi concerti per vari
strumenti e orchestra.

Haydn è considerato un
maestro per quanto riguarda la
sinfonia e il quartetto.
Haydn e la musica strumentale
Haydn compone soprattutto musica
strumentale.

Una delle sue più famose sinfonie è la Sinfonia


in sol maggiore n. 100, detta militare.

Ha anche titolo di grande sinfonia con la


musica Turca perché il compositore aggiunge
all’orchestra classica alcuni strumenti tipici
della banda militare turca: il triangolo, i piatti e
la grancassa che erano di moda in quegli anni.

I compositori del classicismo erano interessati a


questi strumenti che provenivano dall’oriente
perché aggiungevano un suono nuovo
all’orchestra e aumentavano la possibilità di
creare effetti sonori diversi.
Wolfgang Amadeus Mozart
La produzione musicale di
Mozart è molto ampia e
comprende diversi generi.
Mozart è pianista, organista,
violinista, clavicembalista e ha
composto sinfonie (41), concerti
per pianoforte e per altri
strumenti, quartetti e musica
sacra.

Le sue opere liriche in italiano e i


suoi Singspiel sono tra i più
famosi della storia della musica.
Mozart e le opere liriche
Mozart è importante soprattutto per le sue
opere liriche.

Mozart ha composto 22 opere. Le opere in


italiano Don Giovanni e le Nozze di Figaro
e il Singspiel in tedesco Il flauto magico
sono considerate fra le più importanti di
tutta la storia della musica.

L’opera unisce diverse forme di arte, in


particolare il teatro e la musica. La parte
teatrale è rappresentata soprattutto dal testo
dell’opera, il libretto.

Mozart incontra un bravissimo librettista


italiano: Lorenzo Da Ponte, con cui
collabora e grazie a questa collaborazione
compone le sue opere migliori.
Ludwig Van Beethoven
Il genere musicale preferito da
Beethoven è la musica
strumentale e il suo strumento
preferito è il pianoforte. Per
questo strumento scrive ben 32
sonate. Nel repertorio di
Beethoven ci sono inoltre
concerti per vari strumenti, trii,
quartetti d’archi, musica sacra,
un’ opera e nove sinfonie, anche
se le sue sono molto più lunghe
di quelle di Haydn e Mozart.
Beethoven e le sonate e sinfonie
innovative
Beethoven scrive molte composizioni di
musica strumentale che si basano sulla
forma-sonata bitematica - tripartita.

Beethoven è un grandissimo innovatore


nell’uso della dinamica.

Nella sua musica l’alternanza fra dinamica


piano e dinamica forte è importantissima.
Beethoven è molto più preciso nello scrivere
le indicazioni di dinamica rispetto ai
compositori precedenti e contemporanei,
questa tecnica è subito riconoscibile nella sua
musica ed è utilizzata dal compositore per
sottolineare le diverse parti della struttura
musicale, ad esempio per far sentire la
differenza fra primo e secondo tema nella
forma-sonata.
Il primo tema della quinta
sinfonia di Beethoven ad
esempio è uno dei più famosi
della musica europea. Il tema è
breve ed ha un ritmo molto
deciso. E’ seguito da un
secondo tema più cantabile.
LINK AD ASCOLTI SU YOUTUBE

Haydn Sinfonia in Sol maggiore n 100 : https://www.youtube.com/watch?v=ZMEBZwoBAFo

Il Don Giovanni di Mozart: https://www.youtube.com/watch?v=EVPkfHD6b7E&t=526s

Sinfonia in Do minore N 5 op. 67 https://www.youtube.com/watch?v=jv2WJMVPQi8