Sei sulla pagina 1di 32

della Polizia Municipale di Torino

PREFAZIONE 5. UNA LENTE DI INGRANDIMENTO


DELL’ASSESSORE pag. 4 SUI NOSTRI IMPEGNI DI QUALITA’ pag. 17

PRESENTAZIONE SCHEDE
DELLA CARTA pag. 5 Incidente stradale pag. 18
Anziani in difficoltà pag. 19
1. LA NOSTRA PROFESSIONE pag. 6 Bullismo nelle scuole pag. 20
Il ruolo dell’operatore di Polizia Municipale Disturbi della quiete pubblica pag. 21
Le competenze Conflitti tra condomini pag. 22
I principi garantiti Sicurezza sui mezzi pubblici pag. 23
Tutela del consumatore pag. 24
2. LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE pag. 9 Custodia e conduzione di animali pag. 25
La struttura organizzativa Veicoli in stato di abbandono pag. 26
I nostri numeri Pulizia e decoro della città pag. 27
Alcuni numeri curiosi
6. OBIETTIVI DI
MIGLIORAMENTO pag. 28
3. LE NOSTRE ATTIVITA’ pag. 12
1. Monitoraggio dei servizi
Servizi per la Sicurezza Urbana
2. Qualità dei servizi
Servizi per la Sicurezza Stradale
Servizi per la Tutela del Consumatore
Servizi per la Gestione delle Sanzioni
(multe) Nell’inserto centrale “Numeri Utili”
Servizi per la Relazione

4. I SERVIZI PRESENTATI
Centrale Operativa
pag. 14
indice
Contact Center
Servizi Territoriali di Circoscrizione
Servizio di Prossimità
4 Carta dei Servizi

PREFAZIONE DELL’ASSESSORE propri standard di qualità. Non si tratta quindi di


una formale enunciazione di buoni propositi,
Tutti i servizi pubblici fondano la loro legittima- ma di uno strumento fondamentale per la
zione e misurano la loro eccellenza sul rapporto regolazione dei rapporti fra chi offre il servizio
di fiducia che sono in grado di costruire con i e chi ne beneficia.
cittadini destinatari dei servizi stessi.
Patti chiari dunque e, grazie alla Carta dei Servizi,
Questa considerazione è particolarmente vera direttamente controllabili da parte dei cittadini.
per quei servizi, come quelli svolti dalla Polizia
Municipale, che rivestono, per il numero degli L’invito, quindi, è quello di leggere con attenzione
utenti interessati e per la delicatezza della loro questo importante documento, prendendo
attività, una particolare rilevanza sociale. coscienza degli impegni che il Corpo di Polizia
Municipale si assume nei confronti dei cittadini
La Polizia Municipale svolge attività molto arti- utenti e conseguentemente dei diritti che ad
colate nell’obiettivo di garantire alla città ed ai essi vengono riconosciuti e tutelati.
suoi abitanti sicurezza e tutela dei principi
della civile convivenza; un obiettivo perseguito Sono certo che la fiducia riconosciuta dai torinesi
con determinazione ed impegno costanti, ma ai Vigili Urbani, potrà, anche grazie a questo
anche con una particolare attenzione ai bisogni nuovo strumento, trovare ulteriore e più forte
ed ai diritti del cittadino, cercando di fornire conferma.
risposte alle situazioni di disagio quotidiano, Giuseppe Borgogno
attraverso la comprensione delle problematiche, Assessore al Personale, Organizzazione e Polizia Municipale
l’individuazione delle soluzioni più soddisfacenti
e l’intervento più efficace.

Quest’impegno trova oggi conferma e anche


un nuovo strumento operativo, grazie alla pub-
blicazione della Carta dei Servizi della Polizia
Municipale di Torino.

Le “Carte dei Servizi” sono documenti che


esprimono gli impegni e gli obiettivi che le
amministrazioni si assumono nei confronti dei
cittadini: una sorta di Statuto che stabilisce, di
fronte al cittadino, quali siano i doveri dell’am-
ministrazione e i diritti del cittadino/utente.

Con le Carte dei Servizi, nate a seguito della


Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri
del 27 gennaio 1994, le pubbliche amministra-
zioni s’impegnano a migliorare e monitorare i
Carta dei Servizi
5
PRESENTAZIONE DELLA CARTA
Nell’ambito di un percorso improntato al
miglioramento dell’organizzazione interna e del
rapporto con l’esterno, ci siamo proposti di
creare un ulteriore canale di contatto con il cit-
tadino, il principale interlocutore della Polizia
Municipale.

Questo documento parte dalla presentazione


della nostra organizzazione, per favorirne la
conoscenza rispetto alla struttura, alle compe-
tenze, alle modalità di contatto e, poi, si propo-
ne di dare risposte alle esigenze, almeno a
quelle più significative. Quest’ultimo obiettivo
viene perseguito analizzando le problematiche
che i cittadini segnalano come più sentite e più
ricorrenti, attraverso la mappatura delle proce-
dure interne di risposta alla “domanda” esterna.
Quello che abbiamo scritto è ciò che ci impe-
gnamo a fare e “come” ci impegnamo a farlo.

Il Corpo di Polizia Municipale di Torino è gran-


de e complesso. Siamo partiti dal prendere in
considerazione quei servizi che sono di più
immediato contatto con la cittadinanza: le
Sezioni Territoriali di Circoscrizione, la Centrale
Operativa e il Nucleo di Polizia di Prossimità.
Tanti altri sono i reparti in cui ci articoliamo, ma
la loro attività è meno diretta, altrettanto impor-
tante, perché anch’essa contribuisce al risulta-
to, ma meno in evidenza per il cittadino. Gli
standard che proponiamo corrispondono a
quelli di qualità stabiliti, ma questo è il punto di
partenza. Ci auguriamo di innescare un circolo
virtuoso che ci conduca, anche attraverso una
più proficua collaborazione con tutti, a miglio-
rare i nostri servizi.

Mauro Famigli
Comandante della Polizia Municipale della Città di Torino
6 Carta dei Servizi

1. LA NOSTRA PROFESSIONE svariate problematiche.


IL RUOLO DELL’OPERATORE DI Gli operatori di Polizia Municipale quando
POLIZIA MUNICIPALE sono in servizio indossano la divisa. Su
questa sono applicati una “placca” di rico-
Uno dei ruoli più importanti che svolgiamo noscimento riportante il numero di matri-
noi, operatori di Polizia Municipale, è colle- cola dell’operatore e i gradi sulle spalline.
gare bisogni e aspettative al funzionamento
della città come istituzione, favorendo la
civile convivenza. Lo scopo è quello di
garantire un buon uso della “cosa pubbli-
ca”, facendo rispettare le leggi e i regola-
menti e favorendo comportamenti rispet-
tosi e civili tra le persone. Abbiamo dunque
anche il compito di sanzionare comporta-
menti che infrangono le regole, al fine di
indirizzare le azioni individuali e di gruppo
alla legalità.
Siamo orientati a fornire un servizio pros-
simo al cittadino, ai suoi bisogni e alle dif-
ficoltà che incontra, contemporaneamente
un insieme di servizi mirati al buon funzio-
namento di tutti gli apparati, intesi come
uso degli spazi pubblici, attività ammini-
strative e commerciali, viabilità stradale e
presenza sul territorio per la sicurezza di
tutte le persone.
Quotidianamente siamo coinvolti in urgen-
ze e problematiche complesse e delicate,
chiamati alla ricerca di soluzioni immediate
o più rapide possibili, nell’interesse comune.
È proprio nell’incontro con la cittadinanza
che noi “vigili” sviluppiamo la nostra pro-
fessionalità, garantendo una presenza atti-
va, finalizzata al controllo e al rispetto del-
le comuni regole di convivenza con la
capacità di intervenire di fronte alle più
Carta dei Servizi
7
LE COMPETENZE Dobbiamo essere, quindi, competenti e rigo-
rosi, al fine di garantire un trattamento equo
I nostri servizi si distinguono per una ed imparziale, ma anche dimostrarci flessibili
ampia gamma di competenze, sia in termi- e aperti nell’intento di trovare soluzioni ai pro-
ni tecnici di intervento, sia per la cono- blemi delle persone che incontriamo. Dob-
scenza di norme e regolamenti. Inoltre, biamo essere in grado di instaurare un rap-
ognuno di noi deve possedere, al di là del- porto con tutti i possibili utenti, sapere ascol-
le conoscenze tecniche, capacità persona- tare, comprendere la posizione del singolo e
li utili per affrontare le situazioni critiche e spiegare i principi che tutelano la collettività
poter così risolvere i conflitti cui assistiamo. in modo semplice, chiaro, professionale.

I PRINCIPI GARANTITI
Abbiamo scelto di adottare la Carta dei
Servizi ispirandoci a quanto previsto dalla
Direttiva Presidente del Consiglio dei Mini-
stri 27 Gennaio 1994. Pertanto, ci impe-
gnamo a prestare la nostra professione
secondo i seguenti criteri:
Eguaglianza: le modalità di rapporto e di
accesso ai servizi devono essere uguali per
tutti. Interveniamo senza alcuna discrimina-
zione nell’erogazione delle attività, né per
ragioni riguardanti le condizioni personali,
né per condizioni sociali quali etnia, lingua,
religione o opinioni politiche. Ci impegna-
mo ad adottare le misure necessarie per
garantire l’accessibilità ai servizi per le per-
sone diversamente abili e garantiamo altre-
sì un medesimo trattamento e condizioni di
servizio omogenee in tutto il territorio della
Città.
Imparzialità: ispiriamo i nostri comporta-
menti, nei confronti dei cittadini, a criteri di
obiettività, giustizia ed imparzialità.
Continuità: garantiamo un servizio conti-
nuo, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.
8 Carta dei Servizi

Partecipazione: la partecipazione degli Efficacia ed Efficienza: facciamo il pos-


utenti alla prestazione del servizio deve sibile per garantire efficienza e efficacia
essere sempre garantita, sia per tutelare il dei servizi offerti, adottando misure idonee
diritto alla corretta erogazione, sia per al raggiungimento degli obiettivi.
favorire la collaborazione e lo stimolo pro-
positivo. I nostri uffici che si relazionano Riservatezza: siamo vincolati a garantire il
con il cittadino hanno cura di garantire segreto professionale relativamente a dati e
l’accessibilità alle informazioni che lo informazioni di cui veniamo a conoscenza.
riguardano, di accogliere segnalazioni e Solo in caso di intervento della magistratu-
suggerimenti, di offrire, per quanto possi- ra siamo tenuti a rivelare informazioni di cui
bile, visibilità dell’esito delle segnalazioni siamo venuti a conoscenza durante l’attività.
raccolte e di acquisire periodicamente la
valutazione circa la qualità del servizio
reso. A questo proposito vogliamo sottoli-
neare quanto sia importante per noi la
“voce” del cittadino che segnalando pro-
blemi e bisogni ci permette di conoscere
le criticità e di affrontarle.
Carta dei Servizi
9
2. LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE Consapevoli che la sicurezza è un
valore da condividere e integrare,
La Polizia Municipale è organo con funzio- lavoriamo in stretta collaborazione
ne di regolazione e con mandato organiz- con altre Forze di Polizia e con altri
zativo centrato sulla qualità urbana. Agia- Settori Comunali o Istituzioni che
mo, pertanto, in linea con gli obiettivi stra- hanno mezzi e competenze specifi-
tegici della città, orientando in tal senso i camente dedicate.
nostri interventi e obiettivi di servizio1 .
1Tra le principali leggi che governano la Polizia Municipale
Operando all’interno dei confini territoriali si ricordano la Legge del 7 marzo 1986, n° 65 “Legge
della città, il Corpo di Polizia Municipale di Quadro sull’Ordinamento della Polizia Municipale” e la
Torino rappresenta il collegamento più Legge Regionale del 30 novembre 1987, n° 58 “Norme in
diretto e immediato tra la cittadinanza e la materia di Polizia Locale”.
sua amministrazione. A tal fine:
• è partecipe alla vita di tutti i giorni;
LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA
• tutela il rispetto di norme, regole e leggi,
con particolare riferimento a quelle che Il Corpo di Polizia Municipale di Torino è
governano il vivere ordinato in città; organizzato in modo complesso e si artico-
la in strutture centrali e in sedi decentrate
• interviene di fronte alle emergenze. situate su tutto il territorio comunale per
meglio rispondere alle esigenze della città.
10 Carta dei Servizi

La Sede Centrale (il Comando) svolge I Nuclei Specialistici, che operano su tutto
attività di direzione, programmazione e il territorio, supportano le attività delle
coordinamento delle funzioni di Polizia Sezioni Territoriali di Circoscrizione su
Locale. materie specifiche quali, ad esempio, la
prevenzione ed il perseguimento di reati
comuni (furti, truffe, falsificazioni, ecc.), di
reati di tipo ambientale, le attività relative
al commercio su larga scala, l’intervento su
sinistri stradali.

Le 10 Sezioni Territoriali di Circoscrizione,


situate in ogni Circoscrizione, e il Presidio
Porta Palazzo coprono tutto il territorio cit-
tadino e il loro compito è fornire i servizi
necessari per il buon governo della città e
il controllo della sicurezza delle persone
che vi abitano.
Carta dei Servizi
11
I NOSTRI NUMERI

ORARIO SERVIZIO
Svolgiamo le nostre attività su più turni di
lavoro, garantendo così la copertura quoti-
diana della città 24 ore su 24, 7 giorni su
7, con un numero di operatori attivi sul ter-
ritorio che non è lo stesso in tutti gli orari,
ma varia sulla base delle esigenze (es.
incremento dei servizi di viabilità nelle ore
di punta e in caso di condizioni atmosferi-
che avverse, all’entrata e uscita degli alun-
ni dalle scuole, durante manifestazioni e
cortei, intensificazione dei controlli in ora-
rio di apertura e chiusura di esercizi com-
merciali, ecc.).
PATTUGLIE
Effettuiamo servizio sul territorio svolgen-
do attività programmate con pattuglie a
piedi, in bicicletta, in auto o in moto. Inter-
veniamo sulle emergenze con ulteriori pat-
tuglie che sono ad esclusiva disponibilità
della Centrale Operativa. A tutte queste si
aggiungono gli interventi specialistici,
come per esempio le pattuglie di rileva-
mento di incidenti stradali, le pattuglie flu-
viali sul Po, le pattuglie cinofile, ecc.
Infine, nel periodo estivo le pattuglie sera-
li e notturne sono potenziate per risponde-
re meglio alle richieste di intervento gene-
ralmente connesse con l’aumento delle
attività di aggregazione ed intrattenimento.
12 Carta dei Servizi

ALCUNI NUMERI CURIOSI • fatto rimuovere oltre 3.000 “carcasse” di


auto abbandonate liberando i relativi par-
Di seguito sono riportati alcuni interessan- cheggi e migliorando il decoro della città.
ti numeri che danno ragione dell’attività da
noi svolta. Abbiamo contribuito a regalare la
gioia di una Olimpiade serena alla
Nel corso dell’ultimo anno, per esempio, nostra città e agli occhi del mondo.
abbiamo:
• risposto a 400.000 chiamate telefoniche
risolvendo piccoli e grandi problemi, ma 3. LE NOSTRE ATTIVITÀ
anche dando informazioni e ascolto;
Offriamo una molteplicità di servizi che
• percorso con le nostre auto quasi due vanno dalla prevenzione al controllo, dal-
milioni di Km (è un po’ come se fossimo l’informazione all’orientamento, dalla tutela
andati sulla luna per 5 volte); alla repressione.
• percorso con le nostre moto oltre • Servizi per la Sicurezza Urbana:
200.000 km (è come se avessimo fatto il
giro del mondo per 5 volte); si tratta di attività finalizzate alla raccolta
di informazioni, all'accertamento di fatti,
• vigilato per più di 12.000 volte sulla sicu- alle indagini, alla prevenzione ed alla
rezza degli alunni all’uscita e all’entrata repressione dei reati, anche in ambito tele-
dalle loro scuole; matico e attraverso accertamenti di polizia
scientifica. I reati di cui maggiormente ci
• ricevuto e risposto a 5.000 messaggi di occupiamo sono furti, borseggi, truffe,
posta elettronica; mancato rispetto delle leggi sull’immigra-
• fatto tanti passi sulle strade di tutta la zione, abusi edilizi oltre ad attività di inda-
città, garantendo circa 26.000 servizi a gini specifiche su delega della Procura.
piedi; • Servizi per la Sicurezza Stradale:
• garantito la sicurezza della viabilità si tratta delle attività volte a presidiare la
durante le oltre 1.500 manifestazioni circolazione stradale e che pertanto:
sportive, culturali, ricreative e politico-sin-
dacali che hanno coinvolto la nostra città; • favoriscono la mobilità urbana;
• lavorato a stretto contatto con altre forze • disciplinano la circolazione in occasione
di polizia con quasi 1.000 pattuglie di manifestazioni (eventi sportivi, cortei,
interforze; concerti, ecc.);
• assicurato la presenza ed il controllo nel- • effettuano campagne mirate di sicurezza
le aree verdi della città con circa 18.000 stradale (velocità, semafori, sorpasso,
pattuglie; ecc.) attraverso attività preventive, di
Carta dei Servizi
13
informazione, di controllo e sanzione; • Servizi per la gestione delle sanzioni
(multe):
• effettuano controlli di polizia stradale sui
comportamenti più pericolosi per la sicu- vengono svolti principalmente dall’Ufficio
rezza e per la mobilità o che creano mag- Verbali, dall’Ufficio Cassa e da due Sezioni
giori disagi (soste in doppia fila, passi car- Territoriali di Circoscrizione (Iª e 3ª). In par-
rai, corsie riservate, posti invalidi, ecc.); ticolare:
• rilevano i sinistri stradali; l’Ufficio Verbali ha la funzione di gestire
tutte le violazioni in materia di circolazione
• effettuano rimozioni di veicoli e carcasse. stradale; presso l’ufficio è possibile chie-
• Servizi per la Tutela del Consumatore: dere notizie o presentare ricorso in merito
alla sanzione e visionare le immagini rile-
si tratta di controllo sul commercio (nego- vate con apparecchiature specifiche (es.
zi, mercati, ecc.), sugli esercizi pubblici (bar, varchi elettronici, autovelox,...);
ristoranti, ecc.) e di interventi su problemi
ambientali. In particolare: • presso l’Ufficio Cassa è possibile provve-
dere al pagamento delle sanzioni;
• tutelano il consumatore, vigilando sul
rispetto delle norme (esposizione dei • presso le Sezioni Territoriali di Circoscri-
prezzi, peso netto, qualità merci vendute, zione Iª e 3ª è presente uno sportello
requisiti igienico-sanitari, ecc.); dove è possibile provvedere al pagamen-
to della sanzione e presentare ricorso.
• tutelano la sicurezza dei clienti ispezio-
nando i locali pubblici, verificando le • Servizi per la Relazione
condizioni di sicurezza e di rispetto vengono attuati in quattro diversi modi:
ambientale;
1. tramite l’invio di avvisi e segnalazioni dei
• garantiscono lo svolgimento regolare disagi in città con l’ausilio dei media
delle attività sui mercati rionali; (internet, radio locali e nazionali, ecc.);
• assicurano l’utilizzo regolare del suolo 2. tramite lo “Sportello del Cittadino”, che si
pubblico controllando le autorizzazioni occupa di agevolare il dialogo tra il Cor-
per l’occupazione di dehor, traslochi, can- po, la cittadinanza e l’amministrazione
tieri, ponteggi, esposizioni, ecc.; attraverso:
• effettuano controlli sui taxi (licenze, • la risposta a richieste di informazioni;
rispetto dei turni, tassametri, ecc.);
• la raccolta di richieste di nuovi servizi o di
• intervengono su problematiche relative miglioramenti di quelli già esistenti;
all’inquinamento acustico, atmosferico
(odori, gas irritanti), del suolo e delle
acque (chiazze sui fiumi).
14 Carta dei Servizi

• supporto e consulenza, anche facendo


da tramite con le Divisioni del Comune e CENTRALE OPERATIVA
altri Enti, le altre Forze di Polizia, i Corpi
di Polizia Municipale di altre città italiane; Il nostro obiettivo: gestire
risorse e pattuglie sul
3. tramite il rilascio di atti amministrativi: territorio in modo tem-
presso l’Ufficio Rilascio Atti, è possibile pestivo, non solo rispon-
richiedere copia delle relazioni sulle atti- dendo, ma prevedendo
vità svolte dalle pattuglie su strada; e se possibile anticipando
presso l’Ufficio Archivio Infortunistica le esigenze del territorio.
Stradale è possibile richiedere gli atti
relativi agli incidenti stradali;
CONTACT CENTER
4. tramite il Contact Center, che si occupa
Il nostro obiettivo: gesti-
della raccolta e gestione delle segnala-
re in modo strutturato le
zioni su decoro e pulizia, qualità urbana,
segnalazioni (non di
convivenza e allarme sociale inviate dai
emergenza) dei cittadini .
cittadini, informandoli rispetto alla presa
in carico e alla chiusura del caso.
SERVIZI TERRITORIALI
DI CIRCOSCRIZIONE

Il nostro obiettivo: facili-


4. I SERVIZI PRESENTATI tare le funzioni vitali del
Nella Carta dei Servizi, la Polizia Municipa- territorio, attraverso il
le ha scelto di presentare i servizi operati- presidio, la prevenzione
vi che più frequentemente entrano in con- e il controllo.
tatto con il cittadino e su cui tutti possono
fare affidamento per la vita in Città.

SERVIZIO
DI PROSSIMITÀ
Il nostro obiettivo: risol-
vere situazioni di disagio
facendoci carico di pro-
blemi particolari o delicati
per migliorare le condi-
zioni di sicurezza e la
qualità della vita in città.
Carta dei Servizi
15
CENTRALE OPERATIVA Particolare attenzione è dedicata agli inci-
denti stradali con feriti, all’occupazione ille-
La Centrale Operativa è attiva 24 ore su cita di parcheggi destinati alle persone
24, sette giorni su sette, e si pone come invalide, ai dissesti del manto stradale
punto di riferimento per il cittadino rappre- (buche, macchie d’olio, ecc.).
sentando il “campanello di allarme” per
l’attivazione delle risorse in caso di emer- Gli operatori provvedono all’invio delle pat-
genza. tuglie sul luogo dell’emergenza, grazie ad
un costante contatto radio oppure attivano
Nella Centrale Operativa gli operatori altri servizi utili alla risoluzione del proble-
assegnano un codice di priorità all’inter- ma (es. AMIAT per la pulizia delle strade,
vento sulla base della gravità dell’evento per la raccolta rifiuti, ecc.).
(vedi tabella dei codici di Priorità).

CODICI DI PRIORITA' della Centrale Operativa


Codice Rosso Emergenza e pericolo grave per numerose persone;
es. incendi, esplosioni.
Codice Arancio Emergenza e pericolo per un numero ristretto di persone;
es. incidente mortale.
Codice Giallo Disagi gravi per la circolazione e/o per i cittadini coinvolti; es.
mezzi pubblici bloccati, incidenti con feriti.
Codice Blu Disagi lievi per la circolazione e/o per i cittadini coinvolti;
es. passi carrabili ostruiti.
Codice Verde Intervento non urgente; es. divieti di sosta generici.

Codice Bianco Problema risolvibile con interventi successivi ad opera di Nuclei o


Reparti della Polizia Municipale o di altri Settori dell'Amministrazione
Comunale; es. rifiuti vicino ai cassonetti, panchina rotta, fontanella ostruita.

Il tempo di attesa dipende dal numero di interventi attivi in quel dato momento e dal codice di
priorità loro assegnato.
16 Carta dei Servizi

• Ispettori e Ispettori Capo con fun-


CONTACT CENTER zioni di coordinamento e controllo
operativo;
Il Contact Center ha il compito di gestire le • Specialisti di Vigilanza ed Agenti che
segnalazioni non di emergenza dei cittadi- operano direttamente sul territorio.
ni, per la maggior efficacia e omogeneità All’ingresso di ogni sezione è presente
negli interventi operativi. un agente con mansioni di accoglien-
All’arrivo di una segnalazione, il Con- za, rilascio informazioni e risposta alle
tact Center assegna il caso e le rela- telefonate esterne (“il piantone”).
tive indicazioni operative ad un Repar-
to, ed effettua il primo contatto con chi SERVIZIO DI PROSSIMITÀ
ha comunicato il problema.
Durante l’attività, garantisce il moni- Il Nucleo di Prossimità, uno dei primi
toraggio ed il controllo sul rispetto ad essere istituito tra i Corpi di Polizia
dei tempi e mantiene la relazione con Municipale nazionali, agisce per fa-
l’unità operativa a cui è stata affidata vorire la civile convivenza, anche attra-
la gestione del caso. verso la mediazione e per migliorare i
Al termine dell’attività, riceve dal livelli di qualità urbana. Per questo mo-
Reparto incaricato la relazione sull’at- tivo, ogni singolo caso è seguito per-
tività svolta e provvede ad informare il sonalmente da uno o più operatori
cittadino in merito. che, attraverso le opportune indagini e
l’attivazione di altre strutture presenti
SERVIZI TERRITORIALI DI sul territorio, orientano l’intervento ver-
CIRCOSCRIZIONE so una soluzione effettiva e duratura.
Tra i compiti del Nucleo si ricordano:
Le Sezioni Territoriali di Circoscrizione, - gli interventi per risolvere problemi di
situate in ogni Circoscrizione, sono il convivenza, di disordine urbano e di
presidio decentrato più vicino ai citta- inciviltà;
dini. Proprio per questo motivo esse - la collaborazione con istituzioni e as-
rappresentano un importante punto di sociazioni cittadine;
riferimento e offrono un valido suppor- - l’attuazione di iniziative di prevenzione,
to ai bisogni emergenti e/o ricorrenti. come, ad esempio, l’offerta di infor-
Lo scopo delle Sezioni è quello di mazioni sui comportamenti più adatti
fornire i servizi in materia di Sicurezza per garantire maggiore sicurezza.
Urbana, Sicurezza Stradale e Tutela
del Consumatore. Per ciascun caso la Polizia di Prossimità
All’interno di ogni Sezione sono presenti: compila una relazione che descrive
• un Responsabile di Reparto (Posizione l’attività svolta: è possibile richiederne
Organizzativa); una copia presso l’Ufficio Rilascio Atti.
Carta dei Servizi
17
5. UNA LENTE DI - situazioni che, anche se gravi, non
INGRANDIMENTO SUI richiedono un intervento immediato
NOSTRI IMPEGNI DI QUALITÀ di emergenza. In questi casi, per
garantire una risposta adeguata e
Premesso che qualunque segnalazione tempestiva è necessario rivolgersi al
viene raccolta e per ognuna viene fornita Contact Center o al Nucleo di
una risposta nel più breve tempo possi- Prossimità a seconda del caso
bile, prendiamo in considerazione alcune specifico.
tra le problematiche che più frequente-
mente arrivano alla Polizia Municipale (I giorni indicati nelle schede che seguono
sotto forma di segnalazione: sono sempre da considerarsi feriali)
1. Incidente stradale
2. Anziani in difficoltà In ogni caso, per qualsiasi
3. Bullismo nelle scuole problematica incontrata è
4. Disturbi della quiete pubblica SEMPRE possibile rivolgersi
5. Conflitti tra condomini al “vigile” più vicino a voi, sia
6. Sicurezza sui mezzi pubblici per strada sia negli uffici.
7. Tutela del consumatore
8. Custodia e conduzione di animali
9. Veicoli in stato di abbandono
10. Pulizia e Decoro della città

Per ciascun evento vengono presentati:


• la descrizione dell’evento;
• il contatto per il cittadino all’interno
della Polizia Municipale;
• le modalità e i tempi di intervento di
quest’ultima.

Considerando la complessità dei servizi schede


offerti e il diverso grado di gravità delle
situazioni presentate, ognuna di esse
può comportare due tipi di interventi:
- situazioni di emergenza e/o pericolo,
per le quali è possibile contattare la
Centrale Operativa;
1>10
INCIDENTE STRADALE, ANZIANI IN DIFFICOLTÀ,
BULLISMO NELLE SCUOLE, DISTURBI DELLA QUIETE
PUBBLICA, CONFLITTI TRA CONDOMINI, SICUREZZA
SUI MEZZI PUBBLICI,TUTELA DEL CONSUMATORE,
CUSTODIA E CONDUZIONE DI ANIMALI, VEICOLI IN STATO DI
ABBANDONO, PULIZIA E DECORO DELLA CITTÀ
18 INCIDENTE STRADALE
Carta dei Servizi

INCIDENTI STRADALI IN CUI SONO COINVOLTE PERSONE E/O MEZZI DI QUALSIASI TIPO.

PER SEGNALARE UN INCIDENTE: COME INTERVIENE LA


Chi contattare POLIZIA MUNICIPALE:
la Centrale Operativa della Polizia Se ci sono feriti
Municipale invia immediatamente una pattuglia
011 460 6060 sul luogo dell’incidente
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

Cosa dire Se non ci sono feriti

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


• proprio nominativo, dati personali e invia, in base alle priorità, la prima
numero di telefono pattuglia disponibile
• presenza o meno di feriti Sul posto
• luogo specifico: via e numero civico • gestisce la viabilità e ripristina le
oppure riferimenti delle vicinanze condizioni di sicurezza
• numero dei veicoli coinvolti • rileva l’incidente
• descrizione dell’evento: natura, tem- • accerta le eventuali violazioni
pi e modalità

INFORMAZIONI UTILI
• Si ricorda che gli interventi sono
regolati da un codice di priorità
assegnato dalla Centrale Operativa
sulla base della gravità e del-
l’emergenza (vedi pag. 15)
CONSIGLI UTILI • È possibile ritirare copia del verbale
Si consiglia alle persone coinvolte dell’incidente presso gli Uffici del
nell’incidente di compilare la consta- Comando-Archivio Infortunistica1,
tazione amichevole nei casi possibili previo pagamento dei diritti di se-
e di recuperare comunque i dati del- greteria, entro 30 gg per incidenti
le persone e dei veicoli con feriti e 10 gg per incidenti sen-
za feriti, se non ci sono indagini in
corso
scheda 1

1
per i recapiti consultare l’inserto interno
“Numeri utili”
ANZIANI IN DIFFICOLTÀ 19
SI TRATTA DI SITUAZIONI DI DIFFICOLTÀ IN CUI SONO COINVOLTI ANZIANI, COME, AD ESEMPIO, RAGGIRI,
SFRUTTAMENTI ECONOMICI, ABBANDONO, PROBLEMI IGIENICO-SANITARI.

PER SEGNALARE COME INTERVIENE


UN PROBLEMA ABITUALE: LA POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni
il Contact Center dall’arrivo della segnalazione
corso XI Febbraio 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Entro 20 giorni
numero di telefono Il Reparto incaricato
• nominativo, dati anagrafici del- • contatta l’anziano ed effettua il so-
l’anziano in difficoltà, se diverso dal pralluogo e/o l’osservazione per la
segnalante raccolta di informazioni utili
• luogo di abitazione dell’anziano: via • in caso di reato (es. truffe), attiva le
e numero civico procedure di polizia giudiziaria (es.
• condizioni e possibili cause del disagio denunce, arresti,..)
• informazioni sulla situazione familiare • se necessario, attiva altri enti, strut-
ture e servizi e collabora con gli
stessi (ad es. in caso di rilevanza
socio-assistenziale, attiva i Servizi
Sociali)
Durante l’attività
il Reparto incaricato aggiorna sui
tempi e sulle modalità di soluzione del
problema
Al termine dell’attività
il Contact Center comunica con il cit-
tadino in merito alla conclusione del-
INFORMAZIONI UTILI l’attività svolta
Gli interventi di carattere sociale sono
da segnalare direttamente al Servizio
Aiuto Anziani dei Servizi Sociali della
Città di Torino
(tel. 011 8123131)
scheda 2

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (V. PAG. 15)
20 BULLISMO NELLE SCUOLE
SI TRATTA DI FENOMENI DI PREVARICAZIONE E DI AGGRESSIVITÀ, DA PARTE DI BAMBINI O RAGAZZI NEI
CONFRONTI DEI COETANEI O DEI PIÙ PICCOLI.

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE LA


PROBLEMA ABITUALE: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 7 giorni
il Nucleo di Prossimità dall’arrivo della segnalazione
via Bologna 74 il Nucleo di Prossimità
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4434300 - fax 011 4434319 • acquisisce informazioni sul fenomeno

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


nucleodiprossimita@comune.torino.it attraverso contatti con gli insegnanti
Cosa dire e/o con i genitori e/o con il reclamante
• proprio nominativo, dati personali e • effettua il sopralluogo o l’osserva-
numero di telefono zione sul campo
• luogo specifico: scuola o zona (via e • in caso di reato (es. aggressione), at-
numero civico,…) tiva le procedure di polizia giudiziaria
• descrizione dell’evento: natura, tempi, (es. denunce,..)
modalità e nominativi delle persone • contatta la scuola per eventuali
coinvolte interventi formativi e/o di prevenzione
• eventuali docenti da contattare per Durante l’attività
informazioni il Nucleo di Prossimità aggiorna sui
• indicare se si tratta della prima se- tempi e sulle modalità di soluzione del
gnalazione o se ci sono stati contatti problema
precedenti con altri enti Al termine dell’attività
il Nucleo di Prossimità contatta il cit-
tadino e lo informa sull’esito dell’atti-
vità svolta

CONSIGLI UTILI
Il bullismo si rafforza grazie all’indif-
ferenza e all’omertà.
Si consiglia ai ragazzi di parlarne:
• con i genitori
• con gli insegnanti
• con i compagni
scheda 3

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (V. PAG. 15)
DISTURBI DELLA QUIETE PUBBLICA 21
SONO CONSIDERATI DISTURBI DELLA QUIETE PUBBLICA QUEI FENOMENI CHE PROVOCANO DISAGI O DE-
TERMINANO DISORDINE, AD ESEMPIO GRUPPI IN AREE VERDI, DAVANTI AI LOCALI O IN ABITAZIONI PRIVATE.

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE


PROBLEMA ABITUALE: LA POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni
il Contact Center dall’arrivo della segnalazione
corso XI Febbraio 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Entro 20 giorni
numero di telefono Il Reparto incaricato acquisisce le
• luogo specifico: via e numero civico informazioni sul fenomeno attraverso
oppure riferimenti delle vicinanze • contatti e/o interviste con i residenti
• descrizione dell’evento: natura, tempi o fruitori dell’area
e modalità del disturbo (es. schia- • osservazione del fenomeno sul campo
mazzi, rumori di motorini, ecc.) Inoltre
• indicazioni sui soggetti coinvolti (es. • accerta eventuali sanzioni
ragazzi, adulti, singoli o in gruppo) • presidia l’area
• segnala e collabora con altri settori
(ad es. Circoscrizioni, Settore Gio-
ventù, Servizi Tecnici, …)
Durante l’attività
il Reparto incaricato aggiorna sui
tempi e sulle modalità di soluzione del
problema
Al termine dell’attività
il Contact Center comunica con il cit-
tadino in merito alla conclusione del-
l’attività svolta
INFORMAZIONI UTILI
La nostra esperienza ci dice che questo
tipo di problemi si risolve più facilmente
se c’è la disponibilità al dialogo, alla
mediazione e alla collaborazione con
gli agenti che intervengono
scheda 4

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (V. PAG. 15)l
22 CONFLITTI TRA CONDOMINI
SI TRATTA DI SITUAZIONI CONFLITTUALI TRA CONDOMINI DOVUTI A COMPORTAMENTI CHE TURBANO LA
CIVILE CONVIVENZA, COME, AD ESEMPIO, DISTURBI SONORI, PROBLEMI IGIENICO SANITARI, …

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE LA


PROBLEMA ABITUALE: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni
il Contact Center dall’arrivo della segnalazione
corso XI Febbraio 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Entro 20 giorni
numero di telefono il Reparto incaricato
• luogo specifico: via e numero civico • effettua il sopralluogo e/o l’osserva-
• descrizione dell’evento: natura, tempi zione per la raccolta di informazioni
e modalità utili presso l’amministratore o altri
• nominativo dell’amministratore condomini
• contatta la controparte
• accerta eventuali sanzioni
• se necessario, attiva altre strutture
• se non si arriva ad un accordo, pro-
pone l’attivazione di un tavolo di me-
diazione
Durante l’attività
il Reparto incaricato aggiorna sui
INFORMAZIONI UTILI tempi e sulle modalità di soluzione del
Si segnala lo Sportello del Condominio, problema
un servizio di consulenza gratuito Al termine dell’attività
avviato dal Comune in collaborazione il Contact Center comunica con il cit-
con l’Anaci, aperto in due punti della tadino in merito alla conclusione del-
città: l’attività svolta.
nella Circoscrizione 1, presso lo
sportello dell’Agenzia Lo.C.A.Re,
via Corte d’Appello 14/d
tel. 011 4424025 fax 011 4424030
il giovedì 9.00 - 12.00
nella Circoscrizione 2, nei locali della
Cascina Roccafranca
via Collino 3/f tel. 011 3057965
scheda 5

il venerdì 9.00 - 12.00

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (VEDI PAG. 15)
SICUREZZA SUI MEZZI PUBBLICI 23
DURANTE IL TRASPORTO SUI MEZZI PUBBLICI, I CITTADINI POSSONO ESSERE ESPOSTI AD ALCUNE
PROBLEMATICHE, COME, AD ESEMPIO, SCIPPI, MOLESTIE E AGGRESSIONI.

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE LA


PROBLEMA ABITUALE: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni
il Contact Center dall’arrivo della segnalazione
corso XI Febbraio 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Nel mese successivo
numero di telefono il Reparto incaricato effettua servizi di
• luogo: linea di bus e fascia oraria, controllo ordinario e preventivo sui
eventuale fermata o tratto di riferimento mezzi pubblici sia in borghese che in
• descrizione dell’evento: tempi e mo- divisa
dalità (es. molestia, borseggio, ..) Durante l’attività
il Reparto incaricato aggiorna sui
tempi e sulle modalità di soluzione del
problema
Al termine dell’attività
il Contact Center comunica con il cit-
tadino in merito alla conclusione del-
l’attività svolta

INFORMAZIONI UTILI
La Polizia Municipale e la GTT colla-
borano per garantire la sicurezza
sui mezzi pubblici con il progetto
“Linea Sicura”. Tale progetto si con-
cretizza in una serie di interventi ad
opera di Agenti di Polizia Municipale
che scoraggiano comportamenti de-
linquenziali e accertano eventuali
reati quali molestie, furti, spaccio,
danneggiamenti e supportano l’atti-
vità degli Assistenti alla Clientela
della GTT, che hanno il compito di
controllare i documenti di viaggio.
scheda 6

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE IL CONDUCENTE GTT, CHE É COLLEGATO CON


LA PROPRIA CENTRALE, OPPURE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060) DELLA
POLIZIA MUNICIPALE CHE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (VEDI PAG. 15)I
24 TUTELA DEL CONSUMATORE
LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE POSSONO DAR LUOGO A PROBLEMATICHE RELATIVE AL RISPETTO DEGLI
ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, ALLE CONDIZIONI IGIENICO-SANITARIE, ALL’ESPOSIZIONE DEI
PREZZI, ALLE CONCESSIONI E AUTORIZZAZIONI DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO E VENDITA ABUSIVA

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE LA


PROBLEMA ABITUALE: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni dall’arrivo
il Contact Center della segnalazione
corso XI Febbraio, 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Entro 20 giorni
numero di telefono il Reparto incaricato invia le pattuglie
• luogo specifico dell’esercizio: via e sul posto e
numero civico, oppure riferimenti • raccoglie ulteriori informazioni (da
delle vicinanze reclamante, testimoni,..)
• indicazioni sulla tipologia dell’eser- • effettua verifiche e accertamenti
cizio (es. birreria) • accerta eventuali sanzioni
• indicazioni del problema (es. mancata • effettua eventuali segnalazioni ad al-
osservazione dell’orario di chiusura tri settori
o di esposizione dei prezzi) Durante l’attività
il Reparto incaricato aggiorna sui
tempi e sulle modalità di soluzione del
problema
Al termine dell’attività
il Contact Center comunica con il cit-
tadino in merito alla conclusione del-
l’attività svolta
Lo Sportell
o de
INFORMAZIONI UTILI
Lo Sportello del Consumatore, nato
da un accordo tra la Regione Piemonte
e le Associazioni dei Consumatori, offre
un aiuto concreto e gratuito, ed è
presente presso le sedi delle Associazioni
dei Consumatori
scheda 7

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (VEDI PAG. 15)
CUSTODIA E CONDUZIONE DI ANIMALI
SI TRATTA DI SITUAZIONI IN CUI VI SONO ANIMALI NON CUSTODITI E CONDOTTI IN LUOGO PUBBLICO SENZA
25
GUINZAGLIO E/O MUSERUOLA, CON COMPORTAMENTI CONTRARI AL PUBBLICO DECORO (ES. DI DEIEZIONI
NON RACCOLTE), O CHE RECANO MOLESTIA ALLE PERSONE (ES. CANI DI GROSSA TAGLIA E/O AGGRESSIVI)

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE LA


PROBLEMA ABITUALE: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni dall’arrivo
il Contact Center della segnalazione
corso XI Febbraio, 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel 011 442 6495 fax 011 442 6358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Entro 20 giorni
numero di telefono il Reparto incaricato
• luogo specifico in cui si trova l’ani- • dispone i servizi di vigilanza
male • presidia i parchi più estesi della città
• descrizione dell’animale (es. boxer, • raccoglie ulteriori informazioni (da
nero, taglia grande) segnalante, testimoni,..)
• descrizione dell’evento: natura, mo- • effettua verifiche e accertamenti
dalità e tempi (es. aggressione) • accerta eventuali sanzioni
• indicazioni sull’orario in cui si verifica • effettua eventuali segnalazioni ad altri
l’evento Servizi della Città
Durante l’attività
il Reparto incaricato aggiorna sui
tempi e sulle modalità di soluzione del
problema
Al termine dell’attività
il Contact Center comunica con il cit-
tadino in merito alla conclusione del-
l’attività svolta

INFORMAZIONI UTILI
• i cani devono essere sempre con-
dotti al guinzaglio e muniti di muse-
ruola se di grossa o media taglia o
di indole mordace
• è obbligatoria la raccolta delle
deiezioni
scheda 8

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (VEDI PAG. 15)
26 VEICOLI IN STATO DI ABBANDONO
UN VEICOLO È CONSIDERATO “ABBANDONATO” QUANDO È MANCANTE DI ELEMENTI STRUTTURALI E/O
MECCANICI INDISPENSABILI ALLA CIRCOLAZIONE; VIENE DEFINITO “CARCASSA” IL VEICOLO
ABBANDONATO SPROVVISTO DI ENTRAMBE LE TARGHE

PER SEGNALARE UN COME INTERVIENE LA


VEICOLO ABBANDONATO: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni dall’arrivo
il Contact Center della segnalazione
corso XI Febbraio 22 il Contact Center si relaziona con il cittadino
e lo informa del ricevimento e relativa asse-
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


gnazione del caso alla Sezione Territoriale di
contactcenterpm@comune.torino.it Circoscrizione competente
Cosa dire Entro 1 giorno dall’arrivo
• proprio nominativo, dati personali e della segnalazione
numero di telefono le Sezioni Territoriali di Circoscrizione
• luogo specifico: via e numero civico • verificano la presenza sul posto del veicolo
oppure riferimenti delle vicinanze • accertano l’eventuale provenienza furtiva
• descrizione sommaria del veicolo: • accertano la corrispondenza alle caratteri-
marca, modello, colore, indicazioni stiche di veicolo abbandonato ai sensi della
Legge
sullo stato del veicolo
• segnalano il veicolo abbandonato al Nu-
cleo Sequestri e Rimozioni
Ricevute le segnalazioni, entro 2 giorni
il Nucleo Sequestri e Rimozioni
• effettua ulteriori verifiche di Legge
• segnala all’AMIAT i veicoli da asportare
Nei 2 giorni successivi
l’AMIAT
• provvede alla rimozione del veicolo
• trasporta e deposita temporaneamente il
INFORMAZIONI UTILI veicolo presso il piazzale di Rivalta o di
strada Druento 355 oppure presso altri siti
Per segnalare i veicoli in stato di a disposizione dell’AMIAT
abbandono è anche possibile utiliz- Successivamente il Nucleo Sequestri e
zare il sito internet della Polizia Mu- Rimozioni
nicipale - link diretto: • provvede alla notifica al proprietario/obbli-
www.comune.torino.it/vigiliurbani/ gato in solido del verbale di “constatazione
veicoliabband.htm di veicolo in stato di abbandono”
Decorsi 60 giorni dalla notifica del verbale
o il sito internet dell’AMIAT: al proprietario senza riscontro
www.amiat.it oppure, in alternativa, il Nucleo Sequestri e Rimozioni
contattare: • provvede alla compilazione della modulisti-
ca per consentire all’AMIAT di avviare la
le Sezioni Territoriali di Circoscrizione procedura per il conferimento del veicolo
scheda 9

(per i recapiti consultare l’inserto alla ditta di autodemolizione per lo svol-


interno “Numeri utili”) gimento delle operazioni di demolizione
e radiazione
Durante l’attività
• il Contact Center comunica con il cittadino
in merito allo svolgimento dell’attività
PULIZIA E DECORO DELLA CITTÀ 27
IL DECORO DELLA CITTÀ E’ A VOLTE COMPROMESSO DA COMPORTAMENTI SCORRETTI E DA ATTI DI
INCIVILTÀ E PICCOLO VANDALISMO. AD ESEMPIO: ABBANDONARE RIFIUTI FUORI DAI CASSONETTI,
IMBRATTARE E DETURPARE ARREDI URBANI, CAUSARE DANNI AI MONUMENTI ED EDIFICI PUBBLICI
O FACCIATE, INSTALLARE ANTENNE SATELLITARI E TENDE FUORI NORMA SUI BALCONI.
PER SEGNALARE COME INTERVIENE LA
UN PROBLEMA ABITUALE: POLIZIA MUNICIPALE:
Chi contattare Entro 5 giorni dall’arrivo
il Contact Center della segnalazione
corso XI Febbraio 22 il Contact Center si relaziona con il
Il cittadino Il cittadino Il cittadino Il cittadino

tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 cittadino e lo informa del ricevimento e

La Polizia Municipale La Polizia Municipale


contactcenterpm@comune.torino.it relativa assegnazione del caso ad un
Cosa dire Reparto
• proprio nominativo, dati personali e Entro 20 giorni
numero di telefono il Reparto incaricato
• luogo specifico: via e numero civico, • effettua il sopralluogo, eventualmente
oppure riferimenti delle vicinanze congiunto con il cittadino, se lo stesso
• descrizione dell’evento: natura, tempi lo desidera
e modalità • raccoglie ulteriori informazioni (da
• elementi per identificare il trasgressore segnalante, testimoni,..)
• effettua verifiche e accertamenti
• accerta eventuali sanzioni
• effettua eventuali segnalazioni ad altri
settori (es. Verde Pubblico, magazzini
comunali)
Se il degrado deriva da atti di vandalismo
o da azioni ricorrenti, il Reparto incari-
cato provvede ad un controllo periodico.
INFORMAZIONI UTILI Di norma sono programmati passaggi
almeno settimanali
La pulizia e il decoro della città Durante l’attività
dipendono anche dal comportamento il Reparto incaricato aggiorna sui
di ognuno. Si ricordano alcune regole tempi e sulle modalità di soluzione del
elementari per evitare di incorrere in problema
sanzioni: Al termine dell’attività
• il sacchetto della spazzatura deve
il Contact Center comunica con il cit-
essere chiuso e depositato all’interno
tadino in merito alla conclusione del-
del cassonetto;
l’attività svolta
• i rifiuti ingombranti non vanno ab-
bandonati per strada, ma è neces-
sario attivare l’apposito e gratuito
scheda 10

servizio Amiat (800 017277).

IN CASO DI EMERGENZA CONTATTARE LA CENTRALE OPERATIVA (011 4606060):


LA POLIZIA MUNICIPALE INTERVERRÀ CON LA PRIMA PATTUGLIA DISPONIBILE IN
BASE AI CODICI DI PRIORITÀ (VEDI PAG. 15)
28 Carta dei Servizi

6. OBIETTIVI
DI MIGLIORAMENTO 2. QUALITÀ DEI SERVIZI

Durante il lavoro per l’elaborazione Si prevede di avviare un progetto di


della Carta dei Servizi è emersa la ne- standardizzazione dei servizi erogati
cessità e l’importanza di intraprendere dalla Centrale Operativa e dai Servizi
azioni specifiche per promuovere un per la Relazione (Contact Center,
miglioramento continuo del servizio Sportello del Cittadino, Ufficio Rilascio
offerto e un più efficace funzionamento Atti) che, nell’ottica di un miglioramento
dell’organizzazione nel suo complesso. continuo, avrà come obiettivo:
Queste azioni specifiche sono state • la definizione e la misurazione degli
tradotte in due obiettivi che il Corpo di standard di servizio;
Polizia Municipale di Torino si impegna • l’avvio del processo di certificazione
a perseguire: della qualità dei servizi.

1. MONITORAGGIO DEI
SERVIZI

Le attività presentate nella carta


saranno oggetto di un attento monitorag-
gio al fine di garantire gli impegni as-
sunti. I dati raccolti saranno utili per la
valutazione dei servizi erogati: in
questo modo verranno messi in evi-
denza gli aspetti positivi da mantenere
e quelli meno positivi da presidiare
con attenzione e migliorare.
NumeriUtiliNumeriUtiliNume
29

in ta
NumeriUtiliNumeriUtiliNume

s cc
s
NumeriUtiliNumeriUtiliNume

e a
rt r
NumeriUtiliNumeriUtiliNume

o e
NumeriUtiliNumeriUtiliNume

d
a
NumeriUtiliNumeriUtiliNumeNu-
meriUtiliNumeriUtiliNume
NumeriUtiliNumeriUtiliNume
NumeriUtiliNumeriUtiliNume
NumeriUtiliNumeriUtiliNume
Polizia Municipale
NumeriUtiliNumeriUtiliNumeNu-
meriUtiliNumeriUtiliNumeNu-
meriUtiliNumeriUtiliNumeriNu-
meriNumeriUtiliNumeriUtiliNu-
meNumeriUtiliNumeriUtiliNume
NumeriUtiliNumeriUtiliNume
NumeriUtiliNumeriUtiliNume
EMERGENZA
NumeriUtiliNumeriUtiliNu meri
Centrale Operativa
NumeriUtiliNumeriUtiliNu meri
tel. 011 4606060
NumeriUtiliNumeriUtiliNu meri
Possono essere inoltrate 24 ore su 24
NumeriUtiliNumeriUtiliNu
richieste relative a qualsiasi caso di emergenza
meri
tel. 011 4606060 - fax 011 4426579
aggiornato il 15 gennaio 2009
CENTRALE OPERATIVA e-mail: rilascioattipm@comune.torino.it
orario: dal lunedì al venerdì:
Interventi relativi a qualsiasi caso 9.00 - 16.00
di emergenza prefestivi: 9.00 - 12.30
tel. 011 4606060 - fax 011 4426579 RILASCIO COPIE DEI VERBALI
orario: 24 ore su 24 RELATIVI A INCIDENTI STRADALI
Via Bologna 74 - piano terra
CONTACT CENTER tel . 011 4426351 - fax 011 4426281
e-mail : rilascioattipm@comune.torino.it
Ricezione segnalazioni, reclami e richieste dal lunedì al venerdì: 9.00 - 15.45
d’intervento relativi a casi non di emergenza prefestivi 9.00 - 12.30
Via Bologna 74 - 8° Piano.
tel. 011 4426495 - fax 011 4426358 UFFICIO
e-mail: contactcenterpm@comune.torino.it DISPOSITIVI TECNICI
orario: dal lunedì al venerdì: 8.00 - 15.00
per utenza telefonica Informazioni e visure su accertamenti
ricevimento pubblico previo appuntamento effettuati con videocamere, autovelox,
varchi elettronici
NUCLEO DI PROSSIMITÀ Via Bologna 74 - piano terra
Call Center Info: 011 4427630
Iniziative di prevenzione e interventi e-mail: pm.dispositivitecnici@comune.torino.it
relativi a qualità urbana, convivenza civile per informazioni telefoniche:
e allarme sociale dal lunedì al venerdì:
Via Bologna 74 - 4° Piano. 8.30 - 18.00
tel. 011 4434300 - fax 011 4434319 sabato: 8.30 - 12.30
e-mail: nucleodiprossimita@comune.torino.it orario sportelli per il pubblico:
orario: dal lunedì al sabato 7.30 -19.30 lunedì, martedì, giovedì, venerdì
dalle ore 9.15 alle ore 16.00
mercoledì dalle ore 9.15 alle ore 18.30
SPORTELLO DEL CITTADINO sabato e giorni prefestivi
dalle ore 8.30 alle ore 13.00
Informazioni, richieste d’aiuto relative a
pratiche; ricevimento segnalazioni e UFFICIO VERBALI
proposte di miglioramento
Via Bologna 74 - piano terra Pagamento verbali; informazioni su verbali,
tel. 011 4426401 - fax 011 4426438 cartelle esattoriali, decurtazione punti;
e-mail: infopm@comune.torino.it presentazione ricorsi; ritiro copie degli atti
orario: dal lunedì al venerdì: 9.00 -13.30 Via Bologna 74 - piano terra
in altri giorni ed orari previo appuntamento Call Center Info:
tel. 011 4427114 - 011 4427136
UFFICIO RILASCIO ATTI e-mail: ufficioverbali@comune.torino.it
pm.patenteapunti@comune.torino.it
Rilascio di copie delle relazioni sulle per informazioni telefoniche:
attività svolte dalle pattuglie su strada dal lunedì al venerdì: 8.30 - 18.00
Via Bologna 74 - piano terra sabato: 8.30 - 12.30
tel. 011 4426232 - fax 011 4426328 orario sportelli per il pubblico::
lunedì, martedì, giovedì, venerdì SEZIONI TERRITORIALI DI
dalle ore 9.15 alle ore 16.00 CIRCOSCRIZIONE
mercoledì dalle ore 9.15 alle ore 18.30
sabato e giorni prefestivi Controlli di Polizia Stradale, Commerciale
dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e Giudiziaria; rilascio autorizzazioni di
occupazione per traslochi; informazioni
SPORTELLI CASSA PRESSO
SEZIONI TERRITORIALI •S.T.C 1ª Centro-Crocetta
DI CIRCOSCRIZIONE via Giolitti 2 bis
tel. 011 4436150 - fax 011 4436162
Pagamento verbali e presentazione ricorsi e-mail: PMSTC1@comune.torino.it
Sezione Territoriale Circoscrizionale 1ª orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30
via Giolitti 2 bis
Sezione Territoriale Circoscrizionale 3ª •S.T.C 2ª Santa Rita-Mirafiori Nord
corso Peschiera 195 via Pinchia 11
Pagamento verbali: dal lunedì al sabato tel. 011 4436200 - fax 011 4436219
8.00 - 12.30/13.30 - 19.00 e-mail: PMSTC2@comune.torino.it
Presentazione ricorsi: orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30
dal lunedì al venerdì •S.T.C 3ª San Paolo-Cenisia-Pozzo
8.00-12.30 /13.30-16.30 Strada-Cit Turin-Borgata Lesna
sabato 8.00 - 12.30 corso Peschiera 195
tel. 011 4437200 - fax 011 4437219
NUCLEO SEQUESTRI E e-mail: PMSTC3@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30
RIMOZIONI
•S.T.C 4ª San Donato-Campidoglio-
Procedure relative a veicoli in presunto Parella
stato di abbandono, rimozione veicoli in corso Umbria 57
sosta vietata e controllo taxi tel. 011 4437400 - fax 011 4437419
strada Druento 355 e-mail: PMSTC4@comune.torino.it
tel. 011 4438107 - fax 011 4438137 orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30
orario:
dal lunedì al sabato 9.00 - 12.00/14.00 - 16.00 •S.T.C 5ª Borgo Vittoria-Madonna di
Ricevimento pubblico previo appuntamento Campagna-Lucento-Vallette
corso Cincinnato 115
SEZIONI TERRITORIALI DI tel. 011 4438500 - fax 011 4438519
CIRCOSCRIZIONE e-mail: PMSTC5@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30

•S.T.C 6ª Barriera di Milano-


Regio Parco-Barca-Bertolla-Falchera-
Rebaudengo-Villaretto
via Leoncavallo 25
tel. 011 4436600 - fax 011 4436619
e-mail: PMSTC6@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30
•S.T.C 7ª Aurora-Vanchiglia-
Madonna del Pilone
APPUNTI:
Via Bazzi 6
tel. 011 4435760 - fax 011 4435769
e-mail: PMSTC7@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30

•S.T.C 8ª San Salvario-Cavoretto-


Borgo Po
via Saluzzo 26
tel. 011 4436860 - fax 011 4436869
e-mail: PMSTC8@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30

•S.T.C 9ª Nizza Millefonti-Lingotto-


Filadelfia
via Giordano Bruno 148
tel. 011 4430900 - fax 011 4430919
e-mail: PMSTC9@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30

•S.T.C 10ª Mirafiori Sud


via Morandi 10
tel. 011 4436000 - fax 011 4436019
e-mail: PMSTC10@comune.torino.it
orario: dal lunedì al sabato 7.30 - 19.30